Piazza Sempione. Femministe Dicono alle Donne che Cosa è Importante in Loro.

8 Marzo 2021 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Un gruppo di povere infelici è riuscito a strappare un secondo di notorietà a Milano inscenando quella che hanno definito – chissà perché – una Processione; cioè hanno portato davanti alla statua della Madonna a Piazza Sempione quello che evidentemente secondo loro caratterizza in pieno la femminilità, cioè una vulva. In francese si dice “con”, ed è usato normalmente per definire uno stupido, un povero cretino. Mai definizione ci sembrò più appropriata alle protagoniste della manifestazione, (ma non è un assembramento?) grandi i cugini di Oltralpe, taglienti come lame nei giudizi. Qui sotto trovate il comunicato di Pro Vita & Famiglia. Siamo come sempre in attesa che analoghe manifestazioni accadono davanti a moschee, per protestare contro burqa, escissione ecc. Buona lettura, e sprecate una preghiera per quelle creature malfidate…

§§§

Blasfemia Piazza Sempione, Pro Vita e Famiglia: “Le femministe attaccano violentemente una donna e proprio oggi”

 

“Femministe contro la statua di una donna l’8 marzo! É la festa di tutte le donne o di chi decidono loro? Al centro di Piazza Sempione c’è una donna che è attaccata da altre donne proprio oggi 8 Marzo, Festa di tutte noi. Si chiamava Maria. Femministe e centro sociali illiberali e violenti contro chi dicono di difendere hanno mostrato all’uscita dell messa l’immagine blasfema di una Madonna a forma di vagina. Ma si rendono conto di quello che fanno? O sono oramai persi nell’ ideologia? Ma le donne poi, sarebbero solo la propria vagina?” ha dichiarato Maria Rachele Ruiu, membro del direttivo di Pro Vita e Famiglia onlus, contro la manifestazione blasfema avvenuta Piazza Sempione, a Roma.

 

“Siamo vicini al parroco, accusato ingiustamente di omofobia per aver difeso la presenza di questa statua nella piazza. La donna ridotta ai suoi genitali non è quello che combattevamo tutti insieme?” ha continuato Ruiu.


“Una giornata che dovrebbe vedere al centro delle migliori attenzioni le donne si è trasformata in una giornata di vera e propria violenza. Per non parlare dello sciopero che oggi colpisce Roma, dai trasporti agli asili nido. Un’altra vera e propria aggressione alle famiglie, alle donne, che oggi come me si dovranno arrangiare con taxi o organizzandosi il lavoro in maniera diversa. Grazie al progressismo andiamo forte in retorica e demagogia, ma i diritti di tutti e di noi donne non sono affatto difesi nè tutelati” ha concluso Ruiu.

 
Roma, 8 marzo 2021

§§§




Ecco il collegamento per il libro.


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

65 commenti

  • Luigi Persegato ha detto:

    In francese si dice con, in Veneto mona. Ha lo stesso doppio senso ( e anche di più) di stupido, stolto ecc.

  • Luca Antonio ha detto:

    Il problema oggi non sono le donne ma gli uomini.
    Una cosa del genere in altri tempi sarebbe finita prima di cominciare.

  • Luciano Motz ha detto:

    Protestare serve a niente, siamo in presenza degli effetti prodotti da cinquant’anni di disfacimento della scuola, per non dire delle università (un mio conoscente, professore universitario, mi dice che non pochi dei suoi goliardi faticano a comprendere quanto leggono). Quand’ero ragazzo, i comunisti impegnati, uomini e donne, erano persone dotate di una discreta cultura e intelligenza, ma da tempo non è più così. Si vedano le condizioni in cui versa il PD, che rappresenta l’elite della sinistra, quindi che cosa ci si può aspettare dalle organizzazioni femministe e dai centri sociali, che sono bassa manovalanza. Lei, caro Tosatti, ricorda il “con” dei francesi, noi a Trieste, ma in tutte le terre venete, usiamo il termine “mona”, che viene usato nello stesso modo, e con i mona non c’è ragione che tenga.

  • Don Ettore Barbieri ha detto:

    Ho letto l’articolo e i molti commenti.
    Mi domando se tutto questo chiasso intorno all’iniziativa di un gruppo di baldracche non sia proprio ciò che queste persone cercano: avendo una mentalità adolescenziale (come ce l’hanno spesso gay e lesbiche, perché di queste ultime mi pare trattarsi) per loro il sesso in senso genitale è tutto: sono fermi/e ad un’età compresa tra i 12 e i 16 anni, al massimo e pensano di scandalizzare con le loro provocazioni da adolescenti tarati.
    Forse, anziché stare al loro gioco e arrabbiarsi (gli adolescenti sono sempre molto contenti quando l’adulto si arrabbia, come i bambini, ma con più malizia) sarebbe bello non rispondere nulla subito ed organizzare a bocce ferme, magari 15 giorni o anche un mese dopo una veglia di riparazione dandone comunicazione alla stampa il giorno successivo (per evitare disordini), nella quale si fa sapere che si è pregato intensamente per loro.
    Certo, questo richiederebbe altri fedeli e soprattutto un’altra gerarchia.

  • Elisa ha detto:

    Luamare! si può dire? Donne che insultano un’altra donna, Santa Maria per la punto 😡. Alla faccia della solidarietà femminile.😶 E che dire dunque?
    Intanto no in mio nome.
    Poi non vorrei essere a loro posto, perchè credo fortemente nell’ira divina, perciò non vorrei mai che il Signore degli Eserciti le colpisse con la sua giustizia per aver offeso e volgarizzato la figura di Maria Santissima.
    Padre perdona loro perchè non sanno quello che fanno. E soprattutto non sanno contro chi hanno a che fare perciò gli faccio sì tanti auguri a queste pseudo donne, perchè non vorrei essere al loro posto.

  • Ruit hora ha detto:

    C’è un vescovo o qualche sacerdote che sta pensando a come riparare a questa bestemmia pubblica spaventosa? Fino a quando continueremo a tollerare che la nostra Mamma Santa, tutta pura, tutta bella, tutta casta, tutta innocente venga profanata e vilipesa a questo modo. Anche se non ci credete più cari cattolici “adulti” il giudizio arriverà. Eccome se arriverà!!!

  • : ha detto:

    Credo che una manifestazione più offensiva per le donne non sarebbe stato possibile ideare. Le vere nemiche delle donne sono le femministe (e i femministi, naturalmente, veri o ipocritamente falsi che siano).

    A parte ovviamente ciò che viene al primo posto. L’infame blasfemia contro la purissima nostra Madre celeste.

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Credo che il luogo sia stato scelto in appoggio al municipio locale, che vuole spostare il monumento della Vergine dal centro della piazza, e accostarlo alla chiesa (degli Angeli Custodi), giustificando ipocritamente la decisione con esigenze di “mobilità pedonale”.

    • Briciola ha detto:

      Sembra, a leggere internet, che il parroco e il municipio siano in disaccordo per striscioni vari.
      Quello che da lontano non si capisce è perché si debba spostare la statua della Beata Vergine se si vuole pedonalizzare la piazza. Una statua può dar fastidio se c’è il traffico, non se ci sono i pedoni !

      • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

        Può essere una iniziativa grossolana e isolata,; tuttavia tertei d’occhio tutta la questione, perché il cosiddetto “movimento iconoclasta”, virulento in USA e Francia, potrebbe suscitare emulazione, anche in Italia.

        • Briciola ha detto:

          Sono d’accordo. È evidente che da noi, il movimento iconoclasta può indirizzarsi verso statue di religiosi, santi , ecc. Non abbiamo leader di movimenti razzisti o che possano essere classificati come tali.

  • 👀 ha detto:

    ma di che cosa si parla!
    La donna oggi è solo vagina?
    ma la signora boldrini vuole riscrivere la Treccani,😂😂
    😱😱😱😱

  • silvio esposito ha detto:

    Basta con la viltà, ma dove sono i cristiani? Se fossi stato io presente avrei buttato tutto per aria, perchè queste cose non si possono fare ed è giusto contrastarle distruggendo il feticcio e se questo avesse comportato essere preso a calci li avrei subiti per una giusta causa. “Madre perdona loro perchè non sanno quello che fanno”. Noi invece lo sappiamo e dobbiamo intervenire con tutti i mezzi: incominciasse provita e famiglia a denunciarli tutti per assembramento”, multe salate, e per processione vietata dal dcpm, altre multe salatissime, e poi i tribunali per cristianofobia (se non esiste ancora il reato può darsi che qualcuno si muova ad introdurlo.

  • alessio ha detto:

    Nella Santa Russia sarò più venerata
    che in ogni altro luogo ,disse la Madonna
    a Fatima .
    Lì non avrebbero permesso tale
    manifestazione .

  • Acido Prussico ha detto:

    Avete finalmente capito perché il fuma-sigari Marx e il clero tedesco spingono per il sacerdozio femminile?

  • antonio cafazzo ha detto:

    Gli ebrei dicono che anche Dio prega.
    Secondo loro Lui così si dice:
    “Fa che la Mia Misericordia prevalga sulla Mia Giustizia”.

    Secondo me, vedendo sto po’ po’ di BELLEZZA delle sue “figlie” o fa fatica a “pregarsi” o sta pensando di invertire la preghiera.

  • Serva inutile ha detto:

    Ho sempre letto, ma mai commentato.
    Oggi no, per dire semplicemente che le Donne veramente Cristiane, che amano la Vergine Maria che la riconoscono come:
    Nostra Madre
    Avvocata
    Mediatrice presso Dio di tutte le GRAZIE
    CORRENDENTRICE di Gesù
    Tabernacolo della Santissima Trinità
    Regina dei Cieli e della terra
    Senza creare nessuna polemica, rispondo a chi crede che Noi non ci battiamo per Lei o per Dio beh.. lo facciamo OGNI giorno impugnando il Santo Rosario,nel silenzio delle ns case o nelle ns chiese,riparando e pregando che la Divina Giustizia abbia Misericordia di Noi Tutti,senza cercare clamori o zuffe,
    Se volete combattere questa battaglia spirituale consacrate i vs cuori e le vs famiglie alla Vergine Maria, perché solo Lei può condurvi al cuore di Cristo.
    Consiglio a tutti di leggere le 24 ore di N.S.G.C della Luisa Piccarreta

    • Acido Prussico ha detto:

      … ma nelle nuove Litanie Lauretane il Modernista ha imposto (per lasciare la sua orma nella storia) la sua paranoia (“Conforto dei migranti”).

  • Adriana 1 ha detto:

    Ah, sono quelle che festeggiano l'” Otta Marza” (Boldrina docet). Del valore femminile dimostrano di avere la stessa idea di un qualunque, redditizio porn-hub .

  • Milli ha detto:

    Egr. Sig. Tosatti, non pensa che questi due interventi inutili siano uno spot mascherato? Magari chi l’ha scritto spera di provocare una piccola polemica.
    Le chiedo ,se possibile, di cancellare questi interventi, anche per farci dimenticare quell’orribile spot televisivo.

  • confiteor ha detto:

    L’evento è accaduto a Roma e non a Milano.
    Vedere su Radio Spada tutti i dettagli

  • don Egizio ha detto:

    Una battuta volgarotta che girava tra noi ragazzini era: Cos’è la donna. Quella roba INUTILE intorno alla f…
    (non in seminario, purtroppo; lì interessa altro ormai)
    Si vede che ora le femministe la pensano così anche loro. Basta saperlo.
    d.E.

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Il mondo è scena
    e l’uomo è marionetta,
    farsa è la vita e,
    finchè si respira,
    ognuno vi rappresenta una scenetta.
    (Peppino de Filippo)

    Ecco, proprio come quelle signore di cui parla l’articolo.

  • Mario m. ha detto:

    Buondì dottor Marco e fachiri vari🙂
    Devo ammettere che è stato un piacere entrare nel blog e vedere la “cosina”. Ogni volta che la vedo penso a quanto è bella la creazione 🙂🙂🙂🙂

    • Marco Tosatti ha detto:

      Non ci si abitui, credo che sia un caso unico 😇😅

      • Enrico Salvi ha detto:

        Credo che all’aspirante fachiro MARIO M. della Madonna non gliene freghi un fico secco.🥴

    • silvio esposito ha detto:

      Evidentemente non ha compreso che il problema non è mostrare una “cosina” come la chiama lei (la trova in mostra a tutte le ore figurati) ma l’offesa alla Madonna (rappresentata in quel modo), Lei la tutta pura, la Vergine, l’Immacolata Concezione, la quale ha partorito per opera dello Spirito Santo senza aver conosciuto (in senso biblico) nessun uomo. Lei che ha sofferto più di ogni donna al mondo a causa della crocifissione del Figlio suo Gesù e quindi la conca del dolore di tutte le donne vittime di violenza nella società sul lavoro, nella famiglia… C’è poco da scherzare. Madre, perdona anche questo tuo figlio che si mette a postare un commento così offensivo.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Assordante il silenzio del vescovo di Milano, espressione – in buona compagnia – di una Chiesa che ha perso la voce, se non per certe “cantate” in coro.

    • Mah... ha detto:

      Cosa c’entra il vescovo di Milano?

      • Marco Tosatti ha detto:

        Credo che piazza Sempione sia a Milano.

      • Enrico Salvi ha detto:

        Piazza Sempione a Roma (Monte Sacro!)

      • Maria Michela Petti ha detto:

        @ MAH…
        Meno fretta, più concentrazione nella lettura dei Post e si eviterebbero tanti puntini sospensivi.

        • Mario m. ha detto:

          Cara Signora (mah…. ero io) onestamente, dalla sua domanda sul vescovo di Milano deduco che l’articolo l’abbia letto male lei….

          • Maria Michela Petti ha detto:

            Ho letto la prima riga della presentazione del comunicato scritta dal dott. Tosatti. Non ho avuto tempo di approfondire la cronaca di Roma su altri siti.
            A seguito della sottolineatura con matita blu (o rossa, decida lei), correggo il mio errore:
            Assordante il silenzio del Vescovo di Roma e del suo Vicario

          • Maria Michela Petti ha detto:

            Non avevo letto attentamente la precisazione dopo la firma al comunicato.
            Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa.

          • Mario m. ha detto:

            Forse in Irak il vescovo di Roma aveva altro da fare che commentare una delle innumerevoli cretinate inscenate da qualcuno. Io non credo nemmeno che un Papa debba abbassarsi a discutere di queste robe.

          • Maria Michela Petti ha detto:

            Già: il Vescovo di Roma non può abbassarsi al livello di “innumerevoli cretinate” giudicate tali in base a metri di valutazione soggettivi, elevati a vangelo (“v” minuscola).
            Bergoglio si occupa infatti di “massimi sistemi” e con lui il suo Vicario di Roma e tutta la corte dei miracoli,
            Se è questo il suo parere, ne prendo atto. Riconosca agli altri la libertà di pensiero e di espressione, ove non si scada in un reato . Grazie!

  • Rev. Gianni ha detto:

    Ma il Papa Bergoglio non ha nulla da dire su queste manifestazioni ? Vuoi vedere che se interverrà spiegherà che dopo secoli di sottomissione della donna da parte del maschio è comprensibile che oggi emerga la loro rabbia ? Non aveva una volta detto che – chi offende mia madre merita un pugno ? –

    • Maria Michela Petti ha detto:

      Chissà che qualcuno non risponda alla sua domanda su Bergoglio, con la domanda: «Cosa c’entra?»

    • Adriana 1 ha detto:

      Si, l’aveva detto…ma ora è impegnato in un corso di perfezionamento intensivo sull’Islamismo,(un tantino maschilista).

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      L’ha detto, ahinoi! , per giustificare il massacro operato dai musulmani nei locali del giornale Charlie Hebdo per vendetta contro le vignette che irridevano a Maometto.
      La strage (12 vittime tra giornalisti, vignettisti e tipografi) avvenne ben sei anni fa ( 7 gennaio 2015).

  • Marisa Fiore ha detto:

    Caro Tosatti , vorremmo anche sentire le proteste femminili , la dichiarazione di vergogna per queste manifestazioni e la condanna , da parte delle donne. Non ne ho sentita una sola. Per viltà paura e solidarietà di genere ?

  • emma ha detto:

    arò una domanda politicamente molto scorretta : ma dove sono le donne cattoliche ? perchè non insorgono ? hanno paura ?
    Le varie donne cattoliche in parlamento e nelle istituzioni, che si dichiarano cattoliche, tipo Binetti , tacciono ? Le famose intellettuali cattoliche tipo Lucetta Scaraffia , hanno paura a censurare le loro colleghe che osano fare queste esibizioni blasfeme ? (Peraltro la progenitrice di questi atti fu proprio l’amica di Bergoglio Emma Bonino ). Le suorine tanto affezionate a Bergoglio non insorgono ? I movimenti , prelature ecc. non fanno dichiarare dai loro membri femminili il loro sdegno, ??

    • biancaMaria ha detto:

      esatto , come lei dice , per prudenza e per non scaldare gli animi e eccitare le proteste . ah! confondere viltà con prudenza , che grave errore !

      • silvio esposito ha detto:

        Proprio così ci stiamo abituando alla viltà, o meglio ci stanno abituando alla viltà perchè quel “Vi raccomando non fate atti di riparazione lo vuole la Curia”, la dice lunga sulla manipolazione dei cristiani e riduzione ad assistere indifferenti a tutte le provocazioni e blasfemie. Quando (come narra Maria Valtorta) una donna vede il marito (che era stato guarito da Gesù proprio per intercessione sua moglie) offendere e insultare Gesù sulla Via del Calvario, fa di tutto pere fermare quegli atti di violenza contro Gesù da parte del marito ingrato, fino al punto di essere scaraventata a terra e presi a calci nel ventre, e morire martire per mano del marito. Che esempio di donna non pusillanime, ma eroica, coraggiosa, martire.

    • Milli ha detto:

      E cosa dovevano fare in quel frangente le donne cattoliche? Prenderle a bastonate? Azzuffarsi?
      Sono graditi suggerimenti.

  • Giovanni ha detto:

    Disgustoso, vile e stupido.
    Disgustoso perché ridurre la donna ad organo genitale è quanto di più volgare si possa immaginare (ma non era quello contro cui hanno combattuto le femministe da sempre?).
    Vile, perché fanno questo contro un’istituzione notoriamente non violenta come la Chiesa, mentre si guardano bene dal contrapporsi ad altre religioni meno imbelli, come Islam, Induismo, etc. .
    Stupido, perché così facendo hanno insultato prima di tutto le donne e quindi sé stesse.

    • nuvenia ha detto:

      Caro Giovanni ,i simboli vaginali blasfemi son quelli che una azienda produttrice di assorbenti igiene intima usa nei suoi spot pubblicitari in Tv da mesi. Si chiama NUVENIA . ricordate donne questo nome : NUVENIA .Facciamo come le femministe : Boicottiamo Nuvenia !

  • Giovanni Cerbai ha detto:

    Il Signore tollera, quì sulla terra, ogni nefandezza, ma non quelle che infangano Sua madre.

    • emma ha detto:

      d’accordo, ma che pensa delle donne cattoliche , o sedicenti tali, che tacciono ? Lo fanno per prudenza naturalmente , per non buttare benzina sul fuoco certamente . Credo , da donna, che i maschietti stiano dimostrando in questo caso cosa sono gli attributi…