Nasce Schola Palatina. Online, per Informarsi, Comprendere, e Reagire.

6 Gennaio 2021 Pubblicato da 14 Commenti

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, ci sembra veramente molto interessante e utile parlarvi di una nuovo iniziativa  di approfondimento e istruzione online che sta per nascere, e cioè la Schola Palatina.

Cosa è Schola Palatina?

Schola Palatina è una piattaforma online che si propone l’obiettivo di offrire ai propri iscritti un’autentica formazione culturale in coerenza con i princìpi perenni e universali della legge naturale e cristiana, attraverso un catalogo di corsi e webinar fruibili sul web. Su Schola Palatina sarà inoltre possibile accedere a lezioni, corsi, iniziative congressuali ed editoriali che offrano una garanzia di eccellenza, promosse da associazioni, istituti, fondazioni ed enti culturali che si ispirino ai medesimi princìpi. A tutti i partecipanti ai corsi saranno rilasciati attestazioni di frequenza. L’inizio dell’anno accademico è fissato al 1 gennaio 2021.

Qual è lo scopo di Schola Palatina?

Una delle più gravi carenze che oggi si avvertono è quella di una seria formazione culturale, che purtroppo la scuola e l’università non sembrano più in grado di fornire. Le stesse famiglie, che dovrebbero essere il primo luogo educativo e formativo, appaiono spesso prive degli strumenti pratici e intellettuali necessari a svolgere la loro missione. La società dell’informazione è diventata quella della deformazione, ossia della perdita dei valori fondamentali, necessari a orientare la nostra vita nell’epoca confusa che attraversiamo.

A tutto questo Schola Palatina si propone di porre rimedio offrendo ai propri studenti criteri e principi di orientamento attraverso i suoi corsi tenuti da docenti attentamente selezionati per la loro specifica competenza.

Ecco i primi tre corsi presenti sul sito:

 

Tra controllo sociale e collasso sociale. Per una gestione politica e culturale dell’emergenza

Comprendi l’attuale crisi sistemica dell’Occidente

Acquisisci una approfondita conoscenza delle molteplici problematiche di carattere storico, culturale, filosofico, giuridico, politico e sociale dell’attuale crisi sistemica occidentale e adotta gli strumenti più efficaci per affrontare l’emergenza sociale ed esistenziale.

***

Vuoi acquisire una conoscenza approfondita del pensiero di san Tommaso?

Partecipando a questo corso studierai la biografia intellettuale di Tommaso d’Aquino. Gli scritti: caratteri, articolazione, destinatari; le grandi sintesi. Il metodo di elaborazione e di insegnamento. La posterità intellettuale. L’attualità del pensiero.

 

Il corso intende presentare le principali questioni introduttive allo studio del pensiero di san Tommaso d’Aquino. Queste saranno analizzate in modo da fornire criteri metodologici, acquisizioni noetiche e strumenti critici per la conoscenza delle tematiche filosofico-teologiche attinte alle fonti. Il corso ha carattere propedeutico, sotto il profilo sia documentario sia contenutistico, mirando ad introdurre all’intelligenza di temi e testi. Esso si rivolge a tutti coloro i quali, per ragioni personali o professionali, desiderano acquisire una conoscenza articolata del pensiero di san Tommaso, a partire dalle matrici originarie dei concetti e delle argomentazioni.

***

Vedere e raccontare la fede: l’eredità del mondo antico nella prima arte cristiana

Comprendi l’eredità del mondo antico nel Cristianesimo

Acquisisci una conoscenza degli schemi iconografici del Cristianesimo dei primi secoli insieme alla consapevolezza della potenza e della chiarezza comunicativa dell’arte cristiana.

Che cosa imparerò in questo corso?

A partire dall’Antico Testamento, i Vangeli apocrifi  e l’Apocalisse, tra III e V secolo si forma un’arte che sperimenta inedite modalità narrative per le esigenze simboliche di una nuova spiritualità. Il Cristianesimo ha ereditato dal mondo antico sia la coscienza della potenza comunicativa dell’arte che anche molti suoi schemi iconografici. Un’importantissima radice classica, quindi, ma rinnovata nel suo profondo dalla vera Parola e dalla vera Luce.  Nel corso delle 4 sessioni saranno analizzati in particolare le scelte artistiche e architettoniche, che hanno caratterizzato gli oltre vent’anni del regno di Costantino alla guida dell’Impero romano e sarà ripercorsa la storia di siti come la chiesa di Santa Maria Antiqua, un sito di importanza capitale per la conoscenza della pittura bizantina tra il VI e il IX secolo.

Buon ascolto, e partecipazione.

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: ,

Categoria:

14 commenti

  • Ali ha detto:

    Un commento che non c’entra con la Schola, ma col titolo dell’articolo: in questo momento mi piace moltissimo la parola “reagire”.

  • Luca ha detto:

    Mi fate sapere come iscriversi alla Schola Palatina.
    Grazie e buona domenica!

  • mauro ha detto:

    bene , eccellente iniziativa. Ma chi sono i docenti ?

  • Iginio ha detto:

    Come mai nessuno sembra essersi accorto del fatto che la Rai, prima di mandare in onda il film su Chiara Lubich, l’ha fatto precedere da una puntata del giochino di Amadeus con ospite il cosiddetto Vladimir Luxuria?
    Per la serie: noi il film sulla donna cattolica – buona e progressista, però – ve lo diamo pure, però prima guardate bene chi sono i modelli oggi e chi dovete rispettare.

    • Norts ha detto:

      perchè magari nessuno dei lettori di SC guarda le trasmissioni RAI…
      Guardi , il TG2 passa per esser il canale più “cattolico” e dovrebbe avere un direttore di cultura cattolica . Lo veda.

      • Gabriele ha detto:

        Il tg2 delle 20.30 qualche sera fa ha dedicato un servizio al vocabolario di greco Rocci☺ l’ho appreso da una pagina facebook, mi sono stupito che in tv a quell’ora si fosse parlato di un argomento che esula così tanto dalla stupidità dilagante😃

      • Iginio ha detto:

        Il “nessuno” non era riferito ai lettori di qui, ma in generale a giornali e siti internet paracattolici, qualcuno dei quali era tutto contento per il film.

    • Gabriele ha detto:

      Forse perché nessuno sta sempre davanti alla tv a guardare tutti i programmi rai. Chi ha voluto vedere Lubich lo ha visto e chi ha voluto vedere Amadeus lo ha visto: io non ho guardato nessuno dei due. La tv generalista fa programmi per tutti i gusti e ognuno sceglie ciò che gli piace: io guardo solo l’Eredità e Caduta libera (e l’altra sera è stata una bella soddisfazione saper rispondere alla domanda su cosa fosse Gaugamela😃)

      • Davide S ha detto:

        “La TV generalista fa programmi per tutti i gusti”, chiedo quindi:
        1) Saprebbe indicarmi il nome di un giornalista e/o conduttore cattolico?
        2) Saprebbe indicarmi un canale televisivo a diffusione nazionale nel quale vi siano programmi non allineati all’agenda “pol.corr”, cioè: ambientalismo, animalismo, diritti delle donne, solidarietà)?

        Grazie

        Davide S.

      • Iginio ha detto:

        è noto – e detto esplicitamente – che certi programmi televisivi servono da traino ad altri. Un esempio è appunto “I soliti ignoti”. L’hanno piazzato a quell’ora perché sanno che molta gente ha appena guardato il telegiornale e resterà davanti alla tv aspettando che cosa ci sarà per sera, in genere un film.

Lascia un commento