Viganò: Cina Braccio Armato del Nuovo Ordine. Vaticano Complice.

21 Dicembre 2020 Pubblicato da

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, ci sembra interessante rilanciare l’articolo apparso su La Verità di ieri scritto dall’arcivescovo Carlo Maria Viganò su quanto sta accadendo nel mondo, e nel Vaticano. Buona lettura. 

§§§

UNA SPELONCA DI LADRI

Exsurgat Deus, et dissipentur inimici ejus:

et fugiant qui oderunt eum a facie ejus.

Salmo 67

È di questi giorni la notizia che Bergoglio si stia dedicando ad una serie televisiva dal titolo “La saggezza del tempo” , prodotta da quella Netflix che proprio ieri pubblicava su Twitter un post  che sintetizza quale sia il proprio riferimento ideologico: Praise Satan, ossia Sia lodato Satana. E non occorre ricordare quanto questa multinazionale sia coinvolta nella diffusione dell’immoralità e del vizio, ivi compreso lo sfruttamento sessuale dei minori.

 

È parimenti di questi giorni l’accordo siglato tra la Santa Sede e l’ONU per promuovere la sostenibilità e l’uguaglianza di genere , dando contestualmente supporto ad un’organizzazione che diffonde l’aborto e la contraccezione. Nel giorno dedicato all’Immacolata – l’8 dicembre 2020 – quasi come un indegno oltraggio alla Madonna, è stata ufficializzata la nuova partnership tra il Vaticano e il Council for Inclusive Capitalism promosso da Lynn Forester de Rothschild , grande amica di Hillary Clinton e di Jeffrey Epstein, dopo aver inviato un messaggio di elogio a Klaus Schwab, presidente del World Economic Forum e teorizzatore del Great Reset. E per non dare adito a equivoci, dopo i numerosi appelli ad obbedire alle autorità nell’emergenza della psico-pandemia, pare che il vaccino contro il Covid sarà reso obbligatorio per tutti i funzionari della Città del Vaticano, nonostante esso sia prodotto con materiale fetale abortivo e non dia alcuna garanzia di efficacia e innocuità.

 

Credo si sia ormai compreso oltre ogni ragionevole dubbio che i vertici dell’attuale Gerarchia cattolica si sono posti al servizio dell’Oligarchia globalista e della Massoneria: al culto idolatrico della pachamama nella Basilica Vaticana si affianca ora anche un sacrilego presepe, la cui simbologia pare alludere agli antichi riti egizi e agli alieni. Solo un ingenuo o un complice può negare che in tutto questo concatenarsi di eventi non vi sia una chiarissima coerenza ideologica e una lucida mente diabolica.

 

Ma come ho già fatto notare, sarebbe fuorviante limitarsi ad una valutazione degli eventi interni alla Chiesa senza inquadrarli nel più vasto contesto politico e sociale: vi è una sola regia in cui gli attori protagonisti e le comparse seguono il medesimo copione. Lo scopo è ormai dichiarato: distruggere le Nazioni dal loro interno tramite il deep state e la Chiesa di Cristo tramite la deep church per poter instaurare il regno dell’Anticristo con l’aiuto del Falso Profeta.

 

L’Accordo segreto sino-vaticano, fortissimamente voluto da Bergoglio e rinnovato poche settimane fa, si colloca perfettamente in questo quadro inquietante, confermando il pactum sceleris che consegna i Cattolici cinesi alla persecuzione, i dissidenti alla rieducazione, le chiese alla demolizione, la Sacra Scrittura alla censura e all’adulterazione. Non è un caso se questo Accordo, sempre rifiutato con sdegno dai Pontefici, sia stato reso possibile grazie agli uffici dell’ex cardinale McCarrick e dei suoi complici, con l’ausilio determinante dei Gesuiti: gli attori, lo sappiamo, sono sempre gli stessi. Corrotti e corruttori, ricattati e ricattatori, accomunati dalla ribellione alla dottrina e alla morale e tutti indistintamente asserviti a poteri anticattolici, anzi anticristici.

 

La Cina comunista costituisce il braccio armato del Nuovo Ordine Mondiale, tanto nella diffusione di un virus mutante creato in laboratorio, quanto nell’interferenza nelle elezioni presidenziali americane e nell’arruolamento di quinte colonne al servizio del regime di Pechino. E nel promuovere l’apostasia dei vertici della Chiesa, impedendole di proclamare il Vangelo e di porsi come antemurale contro l’attacco dell’élite. Che questo comporti vantaggi economici per il Vaticano rende ancor più vergognoso l’asservimento della setta bergogliana a questo piano infernale, creando un significativo contrappunto al business dei migranti, anch’esso parte del processo dissolutorio della società che un tempo fu cristiana. Sconcerta che tale scandaloso tradimento della missione della Chiesa Cattolica non meriti la condanna ferma e coraggiosa da parte dell’Episcopato, il quale – dinanzi all’evidenza di un’apostasia perseguita con sempre maggior determinazione – non osa levare la voce per pavidità o per un falso concetto di prudenza.

 

Le parole del dott. Arthur Tane, Direttore del Council on Middle East Relations, possono suonare ardite e forti, ma hanno il merito di evidenziare senza falsi timori la sovversione operata sotto questo infaustissimo “pontificato”. C’è da sperare che con la pubblicazione della lettera di Tane al Cardinale Parolin vi sia chi finalmente apra gli occhi, prima che il piano dei congiurati si compia. È per questo lodevole e condivisibile la denuncia che il Card. Burke ha lanciato alcuni giorni fa, a proposito dell’uso del Covid per gli scopi del Great Reset : una denuncia che si affianca a quella da me formulata sin dallo scorso Maggio e più volte reiterata, e a quella di altri Pastori fedeli alla Parola di Dio e solleciti verso il loro gregge.

 

La lettera di Arthur Tane al Segretario di Stato si chiude con una citazione evangelica quantomai appropriata: «Se la Chiesa non comprenderà il significato della sua missione, diventerà un tempio di cambiavalute. Poiché Gesù ha detto: È scritto che la mia casa sarà chiamata casa di preghiera, ma voi ne avete fatto una spelonca di ladri (Mt 21, 12-13)».

 

Come Vescovi non possiamo tacere: il nostro silenzio costituirebbe una intollerabile connivenza e complicità con quei mercenari che, abusando di un potere usurpato, rinnegano Cristo e consegnano le anime al Nemico del genere umano.

 

+ Carlo Maria Viganò, Arcivescovo

18 Dicembre 2020

Venerdì delle Tempora di Avvento

***

[1] https://twitter.com/messainlatino/status/1339442807111561221/photo/1

[2] https://twitter.com/realHirsty/status/1339213661802536961

[3] https://www.ncregister.com/blog/vatican-youth-symposium-2020-day1

[4]http://www.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2019/november/documents/papa-francesco_20191111_consiglio-capitalismo-inclusivo.html

https://www.nytimes.com/2020/12/08/business/dealbook/pope-vatican-inclusive-capitalism.html

https://www.maurizioblondet.it/lynn-forester-rothschild-e-la-nuova-papessa-della-chiesa-bergogliana-del-sacro-great-reset-viene-alla-luce-il-grande-piano-gnostico-finanziario-per-cui-bergoglio-e-stato-promosso/

[5] https://www.aldomariavalli.it/2020/12/14/cardinale-burke-cosi-le-forze-del-great-reset-usano-il-covid-per-far-avanzare-il-loro-programma/ e https://alphanewsmn.com/cardinal-burke-forces-of-the-great-reset-have-used-covid-to-advance-evil-agenda/

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

40 commenti

  • Marco Matteucci ha detto:

    NON ARRENDERTI MAI!

    Vibrante, viscerale e bellissimo discorso del Presidente degli Stati uniti Donald J. Trump per ringraziare e motivare la sua gente. Forse l’ultimo Kathékon in grado di arginare la tracotanza del male che intenderebbe reprimere diritti, libertà e fede di milioni di esseri umani.

    Grazie Signor Presidente, molti americani onesti si stanno preparando a combattere con lei e per la propria vita.
    CHE DIO BENEDICA LEI E LA SUA GRANDE E GLORIOSA NAZIONE.

    NEVER GIVE UP!

    Vibrant, visceral and beautiful speech by US President Donald J. Trump to thank and motivate his people.
    Perhaps the last Kathékon capable of stemming the arrogance of evil that intends to suppress the rights, freedoms and faith of millions of human beings.

    Thank you Mr. President, many honest Americans are preparing to fight with you and for their lives.
    MAY GOD BLESS HER AND HIS GREAT AND GLORIOUS NATION, THANK YOU VERY MUCH!

    • Anto ha detto:

      Bellissimo discorso. Vorrei solo precisare che non è di questi giorni ma risale al 2016, pochi mesi dopo la sua elezione a presidente

  • giulia anna anna meloni ha detto:

    RESISTIAMO…VOGLIONO RUBARCI LA SPERANZA…FIGLIA DELLA FEDE.CORAGGIO,CONFIDIAMO IN COLUI CHE TUTTO PUO’ E IN COLEI AL QUALE NIENTE VIENE NEGATO.

  • Paolo ha detto:

    Sinceramente queste uscite di mons. Viganò in cui parla di questioni politiche mi preoccupano. Forse è perché essendo un avvocato sono abituato a parlare solo munito di prove, con cautela e pesare ogni parola. Ebbene, qui mi pare ci stiamo dando un autogol, ci sono tante congetture, ma ci sono prove? Certo che la questione degli accordi con Cina è una vergogna, ma perché ste continue allusioni a cose che non possiamo provare, complotti al limite di paranoia ? Così perdiamo autorità anche in battaglie più importanti, come la difesa del depositum fidae.

    • cattolico ha detto:

      sono d’accordo con lei

    • Lucis ha detto:

      Ma che complotti???
      Questi sono piani dichiarati, con materiale pubblicato in rete! Capisco che sono cose enormi, ma ci dobbiamo svegliare!
      Lo scandalo è che solo Viganò denuncia!

      • Lucia ha detto:

        Purtroppo signor Paolo ciò che afferma Mons Viganò è stato pubblicato da Paolo Politi e da Maurizio Blondet nei rispettivi blog, già l ‘ anno scorso il Papa accolse in un’ udienza i membri del Council for inclusive capitalism(!?).Anch ‘ io come lei stenta o a crederci, anche perché il Papa non fa che dare addosso al consumismo e al capitalismo, adesso si parla di un’ ALLEANZA(!!!),bisogna dire che la cosa è passata evidentemente sotto silenzio e questo suscita altre domande che ovviamente non avranno mai risposte.Ma mi chiedo :Quando il Papa critica il capitalismo a cosa si riferisce? Ma sa chi sono questi membri di questo council? Non è che accadrà come con la storia dei lbgtq a cui offri la torta che poi sembrava quasi che non sapesse chi fosse il festeggiato? Boh!?! Buona serata

    • marco ha detto:

      “Complotti al limite della paranoia”. Complotto è diventato un termine impronunciabile se non per ridicolizzarlo, come sovranità in un altro campo. Ma credere nei complotti non è una fissazione, non è complottismo, ma cattolicesimo. Se è vero che il Male esiste di per sè separatamente dal Bene, non come semplice assenza di questo come ci dice Soloviev, il fatto che esso complotti contro quest’ultimo è ovvio. Che il diavolo complotti tramite i suoi agenti in carne contro il Bene è ovvio e naturale. Lo dice il Catechismo. Dobbiamo credere ai complotti e se può essere opinabile l’inclusione di Bergoglio nel gruppo dei sicari, non può essere messa in dubbio l’esistenza dei sicari stessi e che essi sono in azione; e che il mondo attuale, le difficoltà che viviamo, la povertà rampante, il silenzio della Chiesa, l’immigrazione, l’affievolirsi della fede, la scomparsa dei sacerdoti proprio a partire dalla patria del cattolicesimo, la denatalità, il Covid, i tagliagole in Siria, la pachamama, il presepe pagano a San Pietro, i democratici negli Usa, i 5S da noi, la Cirinnà e suo marito che proibisce tu scendi dalle stelle a Fiumicino, Hagjia Sophia trasformata in moschea, la cattadrale di Norcia crollata sono frutto della loro azione, non del caso o della sfiga.
      Non fatevi spaventare se vi daranno dei complottisti e rispondete che ai complotti ci credete. E non fatevi spaventare se vi danno dei sovranisti, dei tradizionalisti, dei negazionisti; rispondete che alla sovranità della nostra Patria tenete, che la nostra Tradizione amate, che la bontà dei malvagi negate.

    • : ha detto:

      «ci sono prove»? Prove? Scusi, ma dove vive Lei? Viganò parla di questioni politiche perché Bergoglio fa politica. E la fa a favore dei nemici del Cattolicesimo.

  • Donna ha detto:

    domande e domande :
    chi è il falso profeta?
    chi l’anticristo?
    …..ad un certo momento si dovrà fare un nome?….mah

  • Valentina ha detto:

    Tutto ciò è molto Apocalittico! Dal 2013 mi chiedo, se anziché Pietro II (come ultimo Papa), non sia da intendere come: “due” Pietro…

  • Creazionista ha detto:

    Vieni Elia e scannali tutti!

  • Enrico Nippo ha detto:

    “Processo dissolutorio della società che un tempo fu cristiana”.
    “C’è da sperare che con la pubblicazione della lettera di Tane al Cardinale Parolin vi sia chi finalmente apra gli occhi”.

    Queste due affermazioni mi han fornito l’occasione per esprimere quanto segue.

    Se il tempo è ciclico piuttosto che lineare, il mondo e noi (noi umanità) stiamo percorrendo un cerchio che avuto inizio nell’Alfa e si concluderà nell’Omega che sono il Medesimo. Tale percorso ciclico si snoda attraverso il tempo (che a noi sembra soltanto lineare) in modo irreversibile e secondo una volontà/permissione del Medesimo. Partiti dall’Alfa, il mondo e noi non possiamo che muoverci, che lo sappiamo o no e che lo vogliamo o no, lungo il cerchio che si compie nell’Omega.

    Tale percorso ciclico è, come dimostra la storia, influenzato dal sentire e dal volere mutevoli degli uomini, i quali, nell’allontanarsi dall’Alfa hanno sempre più dimenticato l’Omega, e tuttavia tale sentire e tale volontà non possono deviare dal percorso che ri-conduce al punto di partenza.

    Il percorso ciclico del mondo e dell’uomo compreso tra l’Alfa e l’Omega, cioè nel Medesimo, non può sottrarsi alla Sua volontà/permissione e, aggiungiamo, alla Sua intelligenza, sicché il sentire e il volere degli uomini non possono sottrarsi al potere del Medesimo che è anche l’unica Legge, tanto imperscrutabile quanto inesorabile. Al riguardo, possiamo figurarci i passeggeri di un treno che non sanno o hanno dimenticato da quale stazione sono partiti e mentre il viaggio circolare procede, non sanno o hanno dimenticato a quale stazione sono diretti, ma intanto parlano … parlano … parlano …

    Com’è facile constatare, il primo semicerchio che inizia dall’Alfa è discendente. Il punto massimo della discesa coincide con l’inizio della salita del secondo semicerchio fino all’Omega.

    Come già visto, il sentire ed il volere degli uomini non possono sottrarsi alla Legge del Medesimo, il quale, è di tutta evidenza, vuole/permette – intelligentemente – tutto il meglio e tutto il peggio di cui gli uomini sono capaci, e quel che presenta l’attuale situazione planetaria lascia intendere che siamo giunti, o stiamo per giungere, al punto più basso del primo semicerchio (o, come ebbi occasione di scrivere in passato, la valanga sta per giungere inarrestabilmente a valle).

    Quel che abbiamo osservato a proposito del mondo e dell’umanità vale anche per ogni singola persona, la Legge del Medesimo essendo onnicomprensiva e onnigiurisdizionale: anche la singola anima procede in circolo partendo dall’Afa per giungere all’Omega, e tutto quello che può pensare, dire e fare, non cambia il suo percorso fatale.

    Coloro che si preoccupano di stigmatizzare lo schifo mondialista e che pregano il Medesimo perché, come si dice, ci metta una pezza, dovrebbero tenere presente che il ciclo Alfa-Omega ha fatalmente da compiersi secondo la Legge del Medesimo, visto che il cerchio mostra una sua prima metà discendente che non può essere interrotta e ha da giungere inevitabilmente al suo punto più basso, ossia il punto in cui “il processo dissolutorio della società” si compie.

    “C’è da sperare che … vi sia chi finalmente apra gli occhi”: speranza lecita ma ingenua. Per quanto osservato a proposito dell’evolversi ciclico, qualcuno (che conta) aprirà gli occhi soltanto quando il modo e l’uomo avranno raggiunto il punto più basso del semicerchio discendente che solo l’Alfa-Omega conosce e che vuole/permette che sia.

    Qualcuno aprirà gli occhi quando l’Alfa-Omega, cioè il Medesimo, lo vorrà/permetterà secondo il Suo imperscrutabile giudizio.

    Molto improbabile che le preghiere invocanti un intervento del Medesimo abbiano un effetto su di Esso: il Cerchio è figura di Perfezione. E l’uomo, imperfetto, non può influire sulla Perfezione. O, meglio, sul percorso della Perfezione.

    • Miserere2 ha detto:

      Mi sento quasi in dovere di intervenire. La filosofia non e’ una scienza esatta. Come la storia delle religioni. Ma il tempo ciclico e’ quello pagano e delle religioni orientali. L’eterno ritorno, nel secondo caso risolvibile solo con la fine delle reincarnazione. Mi pare queste cose le affermasse Mircea Eliade. Ma si può leggere pure Jacob Taubes “escatologia occidentale”.
      Noi siamo figli dell ebraismo cristianesimo. Pure il comunismo finché ci si credeva e ‘ una secolarizzazione della redenzione del mondo. Il tempo del Messia o della Parusia o pure del dies natali cattolico e’ lineare. Non va’ verso IL NULLA ma verso il compimento pieno.
      Certo, la storia sembra smentirlo (dov’e’ la promessa della sua venuta? Da quando i nostri padri son morti..tutto e’ come prima;2 Pt).
      E pure i morti, sembrano perduti.
      Ma noi non siamo stoici, pagani o filosofi. Noi crediamo nell’impossibile, spes contra spem. Per questo Paolo fu cacciato dai filosofi greci. Perche’ annunciava il MIRACOLO della resurrezione della carne. Della resurrezione di Cristo.
      Stoltezza per i giudei, follia per i pagani.
      Il nostro tempo e’ escatologico.
      Dio fa’ una promessa, il messia muore per espiazione ma ritornera’ nella gloria. Il tempo delle religioni monoteiste e’ lineare. Ha un inizio e una fine.

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        Citazione:

        ENRICO NIPPO
        21 Dicembre 2020 alle 12:28
        Intanto le idiozie galoppano.

        Se è lui il primo a riconoscerlo siamo a posto.

        • Enrico Nippo ha detto:

          SE,

          mi sfugge, come mi accade spesso, la sottigliezza del tuo commento.
          Saresti così magnanimo da spiegarlo ad un povero ignorante?

          Tu che sei un cabalista (ti piacciono i numeri): ecco, potresti dare i numeri anche per me?

          • stilumcuriale emerito ha detto:

            1-lascia stare la cabala che non c’entra niente con i miei commenti a base di numeri.
            2- riguardo alle idiozie, ho citato te. Se non sai nemmeno tu che cosa volevi dire devo spiegartelo io?

      • Enrico Nippo ha detto:

        Non mi sembra di aver accennato al mito dell’eterno ritorno. Dell’Alfa e Omega ne parla l’Apocalisse che è un testo né stoico, né pagano, né orientale né filosofico bensì cristiano.

        Il tempo ciclico è una realtà attestata dal “ritorno” del sole ad oriente, dal “ruotare” delle stagioni e dal CICLO liturgico che “ritorna” incessantemente sugli avvenimenti sacri: si tratta di una qualità del tempo e non di una quantità come quella del tempo lineare, che per di più è misurato convenzionalmente.

        L’illustrazione dell’Alfa e Omega attraverso il cerchio è del tutto appropriata poiché se Essi sono, come sono, il Medesimo, escludono si essere uno agli antipodi dell’altro come avviene nel caso di rappresentazione lineare.

        Il Natale che ci apprestiamo a celebrare è IL Natale sempre uguale a se stesso, e non la sua 2020a “ripetizione”. E’ un evento di eccelsa qualità che qualifica il tempo, e lo trasfigura strappandolo al suo scorrere lineare e convenzionale (il 25 dicembre non è una data convenzionale ma SIMBOLICA ed il simbolo è qualità e non quantità).

        Il pellegrinaggio terreno è un percorso circolare, come simboleggia anche il periplo di Ulisse col suo “ritorno” a Itaca.

        Tutto ciò non implica neanche minimamente il dubbio circa il miracolo della Resurrezione e del tempo escatologico.

        I

      • MASSIMO ha detto:

        Io Nippo non lo capisco. Te si. E sono d’accordo con te.

        Grazie, Miserere

        • Enrico Nippo ha detto:

          Massimo, glielo faccio dire da san Bonaventura:

          «Naturalmente ogni cosa tende al suo luogo d’origine: il sasso cade, la fiamma sale e i fiumi scorrono verso il mare […]. La creatura ragionevole è deiforme, e può tornare al suo luogo d’origine per memoria, intelligenza e volontà, e non è pia se non rifonda se stessa sul suo luogo d’origine» (Collationes de septem donis Spiritus Sancti).

          Ora, cos’è il luogo d’origine per l’anima se non l’Alfa?
          E cos’è il tornare al suo luogo d’origine – il suo rifondarsi – se non il percorso che giunge all’Omega?

          E se Alfa e Omega sono il medesimo, che difficoltà c’è a concepire il percorso come circolare?

          Cordialità.

          • stilumcuriale emerito ha detto:

            San Bonaventura non era un fisico. Galileo Galilei ha spiegato che i sassi cadono non perchè la terra è il loro luogo naturale (affermazione, tra l’altro, aristotelica) ma per effetto della forza di gravità. E ha anche dato la formula per calcolare la velocità con cui un sasso che cade impatta il terreno e anche quella per calcolare il tempo che impiega nella caduta e l’energia che scarica nell’impatto. E ha anche dato dimostrazione del tutto lanciando contemporaneamente due sassi con due masse diverse dall’alto della torre di Pisa. San Bonaventurà non potè replicare perchè dalla sua morte erano trascorsi circa 2 secoli (lineari, ovviamente).

          • Enrico Nippo ha detto:

            SE,
            non capisco questo tua pignoleria scientifica che oltretutto olezza di materialismo. “Calcolare” di qui e “calcolare” di là non c’entra un tubo con san Bonaventura. E non c’entra un tubo neanche con la vita spirituale.

            Non serve essere un fisico per accorgersi che il sasso cade, la fiamma sale e i fiumi scorrono verso il mare, e questi fatti sono stati presi dal Dottore serafico a simbolo della creatura che tende al Creatore che è la sua origine.

            La faccenda e di una chiarezza che più chiara non si può e tutto il resto è chiacchiera.

      • Adriana 1 ha detto:

        Miserere 2
        per Origene c’è l’apocatastasi , eppure Origene era un convinto cristiano .

        • stilumcuriale emerito ha detto:

          Per ora, però, pare che stia avvenendo esattamente il contrario e che l’Universo sia in continua espansione e tenda al disordine (entropia in continuo aumento) . Chi vivrà vedrà tra qualche miliardo di anni…

  • Milli ha detto:

    Si legge spesso di vaccini creati con materiale abortivo, ma esiste un testo non di parte che lo confermi? Una prova da mostrare agli scettici che non mi faccia passare per paranoica?

    • Maria Michela Petti ha detto:

      Fresca di giornata la “Nota della Congregazione per la Dottrina della Fede sulla moralità dell’uso di alcuni vaccini anti-Covid-19” (21.12.2020) dalla quale stralcio due passaggi significativi che, a mio avviso, tranquillizzeranno le coscienze degli “scettici” e aggraverà la crisi di coscienza di altri.
      «La ragione fondamentale per considerare moralmente lecito l’uso di questi vaccini è che il tipo di cooperazione al male (cooperazione materiale passiva) dell’aborto procurato da cui provengono le medesime linee cellulari, da parte di chi utilizza i vaccini che ne derivano, è remota». (3)
      «In ogni caso, dal punto di vista etico, la moralità della vaccinazione dipende non soltanto dal dovere di tutela della propria salute, ma anche da quello del perseguimento del bene comune. Bene che, in assenza di altri mezzi per arrestare o anche solo per prevenire l’epidemia, può raccomandare la vaccinazione, specialmente a tutela dei più deboli ed esposti. Coloro che, comunque, per motivi di coscienza, rifiutano i vaccini prodotti con linee cellulari procedenti da feti abortiti, devono adoperarsi per evitare, con altri mezzi profilattici e comportamenti idonei, di divenire veicoli di trasmissione dell’agente infettivo. In modo particolare, essi devono evitare ogni rischio per la salute di coloro che non possono essere vaccinati per motivi clinici, o di altra natura, e che sono le persone più vulnerabili». (5)
      https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2020/12/21/0681/01591.html

  • Gianfranco ha detto:

    Potente, incisivo, caustico, come sempre. Grande, monsignor Viganò! Se non ci fosse lui…
    E la complicità del gesuita in bianco con Netflix dice tutto!

  • burnig ha detto:

    ma smettiamola con queste quisquiglie !! . Come ha detto il papa ,la salvezza sta nella fine dell’utilizzo dei combustibili fossili !!