MONS. ICS: NON TEMIAMO PER LA CHIESA; CRISTO VINCE, SEMPRE.

29 Agosto 2020 Pubblicato da

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, mons. Ics ha voluto regalarci questa riflessione sui tempi che stiamo vivendo, e le analogie con un altro difficile momento attraversato dalla Chiesa, nei primi secoli di vita. Una riflessione un incoraggiamento: a battersi e a sperare. Non nobis Domine…

§§§

Caro Tosatti, ho appena concluso un convegno (di carattere riservato) in cui è emerso ancora una volta “un grido di dolore” angosciante per ciò che sta succedendo nella nostra Chiesa, analizzando ed approfondendo, non tanto le esternazioni del Vertice (la Cumbre) della Chiesa in aereo o a santa Marta, ma solo il Magistero.

Cioè quello che conta per valutare i prossimi passi che possiamo attenderci nei prossimi tempi.

Ma è emersa anche una riflessione incoraggiante, che vorrei condividere con i suoi lettori, con la necessaria sinteticità.

I tempi che stiamo vivendo hanno molto in comune con i tempi della prima grande eresia che dilaniò per mezzo secolo il mondo cristiano. Parlo della eresia ariana nel IV secolo. Sappiamo tutti che questa dottrina ariana insegnava che Cristo non era affatto Dio, ma solo una specie di Arcangelo superiore all’uomo, ma inferiore a Dio.

Le conseguenze di questa dottrina erano evidenti: se Cristo non era Dio, la sua passione, morte e resurrezione non avrebbero avuto nessuna efficacia redentiva per i peccati dell’uomo. (Non vi ricorda in qualche modo Lutero e Karl Rahner?).

E quindi chi si lasciava convertire? Non dimentichiamo che sono i tempi della calata dei barbari…

Come ben sappiamo, nonostante la condanna del Concilio di Nicea (nel 325), l’arianesimo si ideologizzò. Infatti se l’eresia perdurò mezzo secolo fu grazie a ben due imperatori che la appoggiarono per dissennate ragioni politiche, di potere.

Esattamente come sta succedendo oggi a seguito delle direttive del Nuovo Ordine mondiale miranti a relativizzare e cancellare le fedi dogmatiche; o secondo le prospettive utopistiche della Società Aperta di Popper (incorporata in Soros) per cancellare ogni forma di autoritarismo religioso dogmatico.

Ben due Imperatori appoggiarono le dottrine di Ario: il figlio di Costantino, Costanzo II (337-361) e Valente (364-378). I difensori del Credo di Nicea vennero deposti dal loro ruolo episcopale, esiliati e sostituiti (anche oggi sta avvenendo lo stesso? si pensi solo ai cardinali dei Dubia).

< Per mezzo secolo la cristianità fu sconvolta, scoprendo, con sorpresa, che era diventata ariana >, scrisse SanGerolamo.

Il mondo cristiano restò per circa 50 anni senza il Salvatore, con conseguenze immaginabili.

Ma Cristo non perde battaglie, e soprattutto non perde le guerre; risvegliò coraggio eroico nell’affermare la Verità in più Vescovi, tra cui il grande Atanasio, Patriarca di Alessandria, che combatté la buona battaglia pur perseguitato, cacciato ben cinque volte dalla sua diocesi, esiliato per ben diciassette anni, ma senza desistere (non vi sovviene mons. Viganò?).

Grazie al suo coraggio si destarono anche futuri grandi santi: Gregorio Nazianzeno, Gregorio di Nissa, Basilio, costringendo l’imperatore Teodosio a convocare un nuovo concilio a Costantinopoli (nel 381) ove l’arianesimo venne definitivamente condannato.

Ma in questi cinquanta anni i danni furono elevati, perché si impedì, deformandolo con le influenze ariane, il processo di conversione dei barbari, per più di un secolo.

Noi assistiamo oggi ad un processo non molto diverso, ovviamente adattato ai nostri tempi ed ai nostri “imperatori”, di progressiva modificazione del nostro Credo.

Certo non possiamo contare su un Imperatore Teodosio (anche se per molti Trump potrebbe diventarlo), ma anche noi oggi abbiamo vescovi eroici.

Dobbiamo appoggiarli, ed avere fiducia.

Cristo vince, sempre.

Mons.ICS

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , , ,

Categoria:

75 commenti

  • Valentina ha detto:

    Buon per lei che sa i pensieri di Dio. E chiudo.

  • Creazionista ha detto:

    Sui servizi segreti del Vaticano e la loro storia c’è questo testo:
    Alvarez- I servizi segreti del Vaticano- Newton Compton 2008- isbn 978-88-541-2175-1
    Non sono gran ché ovviamente. Anche se ora magari col nuovo corso mondialista sospetto si faranno aiutare da quelli di altri Paesi, magari la Cina…

  • Comandante X ha detto:

    Caro Tosatti, forse Alesssandro DS è invadente ed esagerato,ma non sottovaluterei troppo ciò che dice . Nel 2012 l’allora Presidente IOR e Presidente AIF (Gotti Tedeschi e card.Attilio Nicora ), che dovevano esser cacciati perchè si rifiutarono di modificare la legge antiriciclaggio da loro fatta firmare a Papa Benedetto XVI (ma osteggiata dal card.Bertone ) , furono per mesi pedinati e intercettati ,Anche fuori dalla mura vaticane. Verso l’ex Presidente IOR , andate a rileggere la stampa dell’epoca, si organizzò persino una serie di dossier falsi .Ne ricordo solo uno , quello dello psicoterapeuta del Vaticano che scrisse che era affetto da squilibri narcisistici e pertanto non poteva guidare l’Istituto, questo referto andò su alcuni giornali . Poi si scoprì che costui apparteneva al Grand’Oriente e operava in combutta con persone all’interno del Vaticano. Anche Padre Amorth aveva dato una intervista a IlGiornale , nella quale spiegava come operavano trasversalmente all’interno questi amibienti. Una persona estremamente ben informata su questo punto è certo mons.Viganò , che fu intercettato per mesi e lo è ancora .Una altra persona , molto più ingenua che ci cascò fu quel tal mons. Balda che aveva messo gli occhi su troppi segreti . Ripeto , forse ADS esagera ,ma non sbaglia. Credetemi.

    • Comandante X ha detto:

      E’ vero. Questo psicoterapeuta faceva colloqui con il personale vaticano per prevenire fatti di molestia (sessuale soprattutto) . Quendo usci sul FattoQuotidiano questo referto sul Presidente Ior , il Gran Maestro di un Grande Oriente ( bis ) , mi pare tal Magaldi , scrisse una lettera pubblica in cui lo rinnegava per tradimento alle regole massoniche . Detto psicoterapeuta fu poi cacciato dall’Ordine . Padre Amorth era convinto che già nel 2011 la massoneria imperasse in vaticano. Non dimentichiamo il contenuto della famosissima lettera di mons Viganò a Papa Benedetto , quella che darà l’avvio a Vatileaks I° .Detta lettera iniziava con una frase del tipo : “…Santità , il suo segretario di Stato è in mano ad “ambienti” ……” . per questo Viganò fu espulso dal Governatorato e poi mandato Nunzio . Bertone voleva mandarlo, mi pare ,in Ghana , ma Benedetto corresse con Washington …

    • PIERO LAPORTA ha detto:

      Il prof. Gotti Tedeschi fu in pericolo di vita quando si accesero i riflettori su di lui. Sarebbe stato uno dei tanti suicidati.

  • Nicola Buono ha detto:

    Si Monsignor ICS , Cristo vince sempre. Ma il vero,problema e la vera questione è: ” Quanti si salveranno ? Quanti si salveranno? Quanti si danneranno? ” . Questo è il vero punto della questione. Sotto i Pontificati di Giovanni Paolo II Benedetto XVI le conversioni erano numerose. Adesso invece , oltre 4 gatti( di numero) di convertiti ( a quale magistero? quello del liberi tutti ? ) , ci sono una marea di abbandoni. Si Cristo vince ma ci sarà una strage di anime.

    • Paoletta ha detto:

      Invece io devo ringraziare Bergy per il suo aderire alla visione globalista. Questo mi ha fatto avvicinare a Ratzinger, e riscoprire la Fede.

  • Alessandro ds ha detto:

    Mi perdono dott. Tosatti se insiato con il discorso, ma questo riguarda anche lei molto da vicino, in quanto gestore di un Blog ostile al Vaticano. Leggq bene questa interrogazione parlamentare del parlamento italiano cosa dice dei Blog come il suo e in modo sono controllati dai servizi segreti vaticani.

    INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DEL mercoledì 30 Maggio 2012 , seduta n°641 – Interrogazione a risposta scritta 4-16353
    presentata da MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, FARINA COSCIONI, MECACCI e ZAMPARUTTI.
    https://www.google.com/amp/s/www.poliziapenitenziaria.it/public-post-blog-capo-dei-servizi-segreti-vaticani-ex-dirigente-dap-interrogazione-parlamentare-1434-asp/amp/

    Riguardo i servizi segreti vaticani, “lo stesso parlamento italiano ha fatto una interrogazione parlamentare per avere chiarimenti riguardo la loro presunta sede in “Via dei Cheribini a Roma” nello “Istituto Gesuitico di studi”. E sul ex comandante della Gendarmeria Giani, in quanto è risultato essere un “Ex agente dei servizi segreti italiani”, un collaboratore del Sismi.
    Riguardo questa interrogazione parlamentare i punti interessanti sono 3:
    1) – è stato allestito in centro di hackeraggio e intercettazioni per spiare e hackerare i blog ostili al Vaticano, come quello del dott. Tosatti per intenderci.
    2) – è stata svelata la sede di Roma di questi servizi segreti vaticani, e a quanto pare i Gesuiti ci sono dentro fino al collo.
    Oltre che il parlamento italiano aveva paura che il comandante Giani in qualità di Ex agente del Sismi poteva rivelare al Vaticano informazioni sensibili sull’Italia.
    3) – Giani ha collaborato non poco per innalzare il livello di spionaggio grazie alle sue esperienze italiane, specialmente nel controllo dei Blog e siti ostili al Vaticano dandolo in gestione a Hacker professionisti che hanno il compito di spiare e hackerare i blog ostili al vaticano, come quelli del dott. Tosatti.

    • Marco Tosatti ha detto:

      Alessandro, è dal 1981 che mi occupo di Vaticano. I Servizi segreti vaticani semplicemente non esistono. Esiste la Gendarmeria, che è stata comandata fino a qualche tempo fa dal gen. Giani, che aveva lavorato nei Servizi militari italiani. Che la Gendarmeria si occupi di spionaggio, può anche essere; rivolto all’interno del Vaticano. Anche perché gli effettivi sono quelli che sono, e devono svolgere una quantità di compiti di sorveglianza e difesa “normali”. Quanto scrivono in interrogazioni parlamentari lasciamo perdere…

      • Alessandro ds ha detto:

        Chiamateli come volete, chiamateli Reparti Speciali di Gendarmeria, chiamateli Servizi di Intelligence, fatto è che esiste un Entità predisposta allo spionaggio che è stata confermata anche da UNI centro studi intelligence, esperti di intelligence a livello internazionale.
        Il fatto che la gente non li conosca non significa che non esistono, significa semplicemente che lavorano bene.

      • Ateo Devoto ha detto:

        Alois Estermann…. il comandante delle Guardie Svizzere assassinato nel Maggio del 1998 da una sua recluta.
        Nel 1981 coordinava gli aiuti a Walesa e al sindacato polacco Solidarnosc.

  • Alessandro ds ha detto:

    Anche sulla RAI hanno parlato dei servizi segreti vaticani.
    Io non sapevo nemmeno che esistevano queste interviste e testate televisive e giornalistiche che toccavano questo argomento, sono co tento di averle trovate, così giusto per farvi capire quanto siete stolti e vivete nell’ignoranza totale di ciò che vi circonda, e pensate anche di essere sapienti.
    Imparate a vivere, stolti!
    http://confini.blog.rainews.it/2014/11/02/alla-scoperta-de-lentita-i-servizi-segreti-del-vaticano-intervista-a-antonella-colonna-vilasi/

    https://www.google.com/amp/s/espresso.repubblica.it/plus/articoli/2014/10/16/news/servizi-vaticani-l-entita-che-spia-per-il-papa-1.184273/amp/

    https://www.google.com/amp/s/www.dagospia.com/rubrica-3/politica/spie-signore-sono-infinite-anche-bergoglio-ha-suo-mossad-58229.htm/amp

  • Alessandro ds ha detto:

    Su L’Espresso accenna qualcosa della loro esistenza e accennano qualcosa sul loro responsabile ( servizi segreti vaticani )
    Da ciò che so io, hanno sede operativa ad Ancona, così ho sentito allungando le orecchie….
    https://espresso.repubblica.it/plus/articoli/2014/10/16/news/servizi-vaticani-l-entita-che-spia-per-il-papa-1.184273

    • Enrico Nippo ha detto:

      Alessandro DS, la conosce la parola “BASTA”?

      E BASTA no? La sua pignoleria è esagerata!

      Ma è sicuro di non avere qualche problema psichico?

      La sua invadenza è esagerata.

  • Luisa ha detto:

    O Padre Santo, nelle Vostre mani preziose metto le sorti della Chiesa. La potenza del Vostro Volere s’imponga sul volere umano, che vuol dominare la vita. Chi Vi potrà resistere? Le preghiere e le lacrime della Regina del Cielo imperino sul Vostro Essere Divino, perciò metta in salvo le sorti della Chiesa! Fiat!

  • Rafael Brotero ha detto:

    La comparazione tra bergoglismo e arianesimo non regge. La situazione oggi è infinitamente peggiore. L’arianesimo era una eresia, il bergoglismo è una apostasia. Ario aveva il coraggio delle sue convinzioni, Bergoglio è un mascalzone bugiardo. E Bergoglio, seduto sul trono di Pietro ( invalidamente Deo gratias), ha anche un potere di distruzione infinitamente più grande.
    La Chiesa di Cristo sopravviverà. Ma quante anime si perderanno?

    • Luca Checcucci ha detto:

      Concordo con te in tutto. Riguardo alle anime perdute mi viene in mente S.Paolo in Ts2 11-12. La potenza d’inganno servirà e serve a vagliare i veri credenti da quelli farlocchi.

    • monsX ha detto:

      caro Brotero, D’accordo. Era solo una esemplificazione per fare un pò di apologetica. Ma anche in quei 50anni di arianesimo si persero molte anime e si rallentò di quasi cento anni il processo di conversione dei barbari, che anzi molti furono attratti dall’arianesimo.
      Ha ragione comunque , il vero dramma è quante anime si perderanno. certo.Grazie

  • Enrico Nippo ha detto:

    In effetti occorre riconoscere che l’auto-costrizione all’anonimato riguardante personaggi importanti testimonia dell’atmosfera terroristica vigente in ambito ecclesiastico, e che, forse non a caso, fa il paio con l’insufflazione terroristica che il potere politico esercita ancora pesantemente valendosi di questo covid che sembra essere rimasta l’unica patologia rimasta sulla faccia della terra.

    Ora, chi si auto costringe all’anonimato lo fa perché teme per la propria vita? Se è così il discorso finisce qui. Ma se non è così ?

    Intanto, ai FATTI governativo-ecclesiastici si continua a poter opporre soltanto PAROLE.

    • Alda ha detto:

      Ma siamo sicuri di volerlo sapere? E se poi scoprissimo che è un Zuppi, o un Paglia o un Bassetti che si presentano sotto mentite spoglie per sfrucugliare in un blog cattolico? (loro che la cattolicita’ non sanno minimamente cosa sia?) 😁😁😁

    • Alessandro ds ha detto:

      È una loro paura ingiustificata. Devi capire che i Vescovi, Cardinali e Sacerdoti sono stolti, mancano di esperienza, non lo sanno che se una persona veramente li vuole trovare ci riesce in 5 minuti.
      Anche io quando ho fatto la denuncia al Card. Kasper e Bergoglio pensavo che mi avrebbero cacciato via dal seminario, invece nessuno mi ha mai detto mezza parola.
      Poi all’anonimato non serve a nulla, serve solo per i frequentatori del blog, ma non per le gerarchie vaticane, loro se vogliono Mons. X lo trovano con 5 minuti.
      Non scordatevi che il Vaticano ha i servizi segreti fra i più efficienti del mondo. Se vogliono al Dott. Tosatti e a chiunque altro gli contano anche quanti capelli hanno in testa senza che nemmeno se ne accorgono che li hanno controllati,
      Trovano tutto, luogo di partenza del Pc usato, a chi è intestato, in quale stanza si trova, chi è.
      Anche se usa un programna proxi per nascondere l’identità e la posizione, loro sono talmente esperti che anche se usi sistemi per nascondere la fonte loro la trovano ugualmente, ( sono servizi segreti, mica guardie svizzere )
      Mons. X è un illuso, il vaticano già lo sa chi è lui….sempre se hanno ritenuto importante capire chi è….cosa del quale dubito, in fondo Mons. X non mi sembra questa grande spina nel fianco, anzi…

      • prodomomea ha detto:

        ci spieghi : “anzi ” per favore
        secondo lei apprezzano StlumCuriae ? lo sa che è ripreso de una decina di altri blog anche stranieri ?

        • Alessandro ds ha detto:

          Non ci perdono nemmeno tempo con stilum curiae, ma se gli arriva la richiesta da parte del Papa o del Segretario di Stato di cercare una persona perché quella persona sta creando instabilità politica all’interno dello Stato Vaticano, tranquilli che quella persona la trovano in 5 minuti, specialmente se è così ingenua da usare un Computer rintracciabile di un ufficio o un appartamento. Ti beccano anche se vai a un internet point, si mettono ad aspettare per vedere chi è che lo usa e a quale orario. Svegliatevi!
          Hanno la sede operativa nella città di Ancona da quello che so.

      • Didimo ha detto:

        per Alessandro DS . Ho avuto una confidenza da un agente segreto vaticano pentito : Stanno invece proprio segunado ed investigando da tempo chi è AlessandroDS . ma non per perseguitarlo, bensì per arruolarlo , data la sua perspicacia illuminante … . Ma non impara proprio nulla lei ??

    • Enrico Nippo ha detto:

      Quindi, se questi personaggi anonimi sono dei Bassetti, dei Paglia o dei Zuppi che si sono intrufolati nel blog siamo in braghe di tela.

      Se invece sono personaggi scomodi per l’attuale dittatura ecclesiastica, sono perfettamente individuati dai servizi segreti vaticani e quindi … siamo in braghe di tela.

      Allegria! 😱

      • ugo ha detto:

        ma lei da retta a Alessandro DS ? Se veramente ci fossero servizi segreti vaticani così effiicienti sarebbe successo che nonscoprivano chi aveva isolato Benedetto XVI ? chi ha fatto uscire i documenti Vatileaks I e II ? Avrebbero cacciato il generale Giani ?

      • Paoletta ha detto:

        Sursum corda, Christus vincit!!!

      • MARIO ha detto:

        @ Enrico e Alessandro.
        Se non fosse che gli unici servizi segreti “in” Vaticano (non “del” Vaticano) sono al soldo di vuol distruggere la Chiesa.
        Quindi potete dormire sonni tranquilli… Alessandro docet.

  • Natan ha detto:

    Oggi ricordiamo il martirio del Battista. Mons. Ics abbia il coraggio di uscire allo scoperto perché se continua a nascondersi come facciamo noi laici a seguirlo. Non possiamo seguire un fantasma. Gli amici di Bergoglio hanno nome e cognome e si formano e osano sfidare anche il Cielo. Qualcuno faceva parte della Chiesa ” di Carnevale” di Ratzinger. Hanno avuto questi il coraggio non solo di tradire Ratzinger ma anche la loro storia personale. Se lei Mons Ics vuole essere seguito dovrà uscire allo scoperto e ti metterci anche la testa . Le tante Erodiade vestite da vescovi e le tante Salomè vestite da curiali chiederanno la sua testa a Eride- Bergoglio. Ma è un onere da pagare e un onore per essere veri cooperatori della Verità.

    • Valentina ha detto:

      Beh, direi che lei sa già chi NON seguire. Possiamo per una volta essere più furbi noi dei figli delle Tenebre, che hanno l’arroganza di palesarsi spudoratamente pensando di avere in tasca la vittoria Stolti!!!
      Se, invece, quello che dice MonsX le sembra valido, sa anche chi ascoltare e dove trovare quello che ha da dire.

  • Boanerghes ha detto:

    Il problema è che mentre con Ario si negava la divinità di Cristo, oggi è molto peggio in quanto in modo subdolo si sta cercando di scardinare la fede cattolica comunque trasmessa nei secoli e stabilizzata contro gnosi ed eresie.
    Oltretutto, siamo da decenni messi in guardia dall’intervento straordinario della Madre di Dio (non faccio riferimento a Medugorie, Garabandal o Anguera).
    Continuando così, l’umanità verrà “abbandonata” ai propri desideri, e affronterà cosa significa procedere senza Dio e dover affrontare l’inganno del Demonio e dei suoi servi.

  • PIERO LAPORTA ha detto:

    Eccellenza, apprezzo sempre moltissimo quanto lei scrive, se Lei tuttavia firmasse con nome e cognome apprezzerei ancor più.

    • Agostino ha detto:

      Infatti, Generale, a che serve lanciare il sasso e nascondere la mano? Queste denunce fatte da chi avrebbe il dovere di farle a viso aperto hanno lo stesso valore delle lettere anonime, che normalmente vengono cestinate. Che cos’è chi si nasconde dietro uno pseudonimo o un nomignolo per non rivelare la propria identità? Certo il rischio di essere scoperti e di conseguenza di essere emarginati, isolati, ignorati, disprezzati e puniti nonché diffamati dagli accoliti del principe è reale e ahimè, la paura è un sentimento umano che assale anche i cristiani credenti. Non dovrebbe essere così per i sonsacrati che dovrebbero dare l’esempio anche perché, se le parole di Cristo hanno un senso, essi sarebbero già dannati (“Chi vorrà salvare la propria vita la perderà, ma chi la perderà a causa mia la troverà”) dove per vita ci può stare benissimo, incarico
      prestigioso, curiale, parrocchiale, vescovile, cardinalizio, prefettizio, docente e così via. Evidentemente l’attrazione per tutto ciò che è appagante e che viene dal mondo, anche se dentro l’istituzione che dovrebbe insegnare a rifiutare il mondo è troppo potente. Perché ciò che umanamente appaga è legato a retribuzioni laute, privilegi, visibilità, popolarità e cose di questo genere. Quindi così stando le cose non abbiamo scampo Generale, perché le truppe scelte hanno deciso di desertare. Questi parlano di vittoria, ma come possono vincere se non vogliono combattere? Essi aspettano che Cristo, che siccome vince sempre, ed è vero, scenda dal cielo e gli tolga le castagne da fuoco. Ma non è così semplice. Io come lei ho servito lo Stato per decenni (nel mio caso in difesa dei citradini contro criminali e malfattori) e come me, lei sa, che senza combattere non si può vincere e per vincere bene ognuno deve fare la sua parte.

      • Speranza ha detto:

        Cosa possiamo sapere dei motivi dell’anonimato di mons. ICS? Non è detto che sia per il timore di perdere chissà quali onori…chissà…
        Che il Dott.Tosatti lo ospiti volentieri, come fa con altri anonimi, è certamente una garanzia.

      • PIERO LAPORTA ha detto:

        Caro Agostino, così si urla dai tetti, nascosti negli abbaini

    • Valentina ha detto:

      Mi scusi, ma onestamente non capisco tutta questa necessità di sapere il nome e cognome di MonsX. & Co.
      Date le circostanze, e la milizia così decimata, direi che rimanere nell’anonimato dà la possibilità, a questi sparuti coraggiosi preti, di “ri-organizzarsi” per dare vera Battaglia. Non mi sembra così strano.
      Nel frattempo ci tengono aggiornati, sapendo che non tutto è perduto.
      A volte ci vuole Prudenza (in quanto virtù Cardinale), nonché astuzia. Non le pare?

    • monsX ha detto:

      Generale , anch’io apprezzo molto quello che lei scrive . Ma lei è un generale in pensione . può tranquillamente firmarsi . Facciamo l’ipotesi che io sia GeorgGanswein , e mi firmassi , che succederebbe ? Facciamo ‘ipotesi opposta , che io sia Ganswein e voglia aiutare con alcune considerazioni (non troppo scoperte ) a capire , dovrei smettere di farlo se non mi firmassi ? ( non sono ovviamente GG)

      • PIERO LAPORTA ha detto:

        Eccellenza, mi perdoni ma devo parlare di me. Cominciai a scrivere nel 1994, prima su Italia Settimanale e poi Il Tempo, diretto da M. Belpietro. Ero un giovane tenente colonnello e ho sempre firmato con nome e cognome. Utilizzai una legge voluta da radicali e comunisti, fino a quel momento strumentale solo agli usignoli dei proconsoli (imperatori non ne abbiamo da un pezzo). Il mio primo strale lo lanciai contro Oscar Luigi Scalfaro e le sue bustarelle milionarie. Un finimondo. Fui convocato dai capataz e diffidato. Non me ne detti per inteso. Ho pubblicato oltre 4mila articoli, in Italia e all’estero. Fra i miei più acerrimi nemici sono stati Cossiga, la quirinalità organizzata e gli scherani dei servizi della Repubblica, i servizi della mia Patria, cui ho giurato fedeltà e non tradirò mai. Ciò non mi ha impedito di denunciare per corruzione alla procura di Treviso, sempre da piccolo tenente colonnello, un alto comando retto da un generale a tre stelle. Due anni dopo andarono a prenderli con l’autobus.
        Sono stato promosso generale grazie a tre grandi personaggi. Essi, per quanto hanno potuto, mi hanno protetto. Il Generale Vincenzo Camporini, col quale mi onoro di aver lavorato, il generale Domenico Corcione che ascoltò gli interventi in mia difesa del compianto generale Luigi Caligaris. A questi tre devo aggiungere l’allora colonnello Raffaello Graziani, mio maestro e mio primo capo ufficio a politica militare della Difesa, il quale mi difese a spada tratta da ammiragli e generali idioti e corrotti. Le posso assicurare che questi aiuti me li inviò Nostro Signore: non li cercai e neppure immaginavo di potermene giovare. Allora non ero credente e non ho mai avuto paura dei corrotti, si immagini ora che non c’è un secondo senza rivolgere il mio pensiero a Nostro Signore.
        Eccellenza, non abbiate paura e non fate cantare il gallo.

        • Boanerghes ha detto:

          Sono stato promosso generale grazie a tre grandi personaggi. Essi, per quanto hanno potuto, mi hanno protetto.

          Gen. Laporta
          lei ammette di aver avuto protezioni.
          E Mons. X chi lo protegge?

        • Iginio ha detto:

          Generale, la ringrazio della sua nota biografica.
          Anche a me, parlandone come di vivo, Cossiga non è mai sembrato entusiasmante, checché ne scriva Veneziani e ne pensino probabilmente alcuni commentatori di qui i quali magari credono che Cossiga fosse di destra (non lo era affatto).
          Mi permetta perciò una sola osservazione. Tra i personaggi importanti che lei cita – giustamente – con gratitudine vi sono personaggi poi impegnatisi politicamente non certo a destra. Quindi mi permetterà di notare che, quando osservo che la storia d’Italia non va letta in modo manicheo come di buoni contro cattivi, non sto dicendo cose strane né sono reo di tradimento, come invece farneticano certuni qui.

          • PIERO LAPORTA ha detto:

            Grazie. Non mi sono mai sognato infatti di dividere i buoni e cattivi su due colonne distinte, sinistra e destra. Questo compete a Lui 🙂 non a me.

      • serwtup ha detto:

        Da parte mia ogni apprezzamento per la scelta di Mons. X.

        Prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.

  • Speranza ha detto:

    Ha ragione, Monsignore. Cristo vince sempre. E grazie per risollevarci un po’ lo spirito e per invitarci a non abbatterci , ché forse proprio su questo gioca il demonio inducendoci a rallentare le nostre preghiere e a cadere nella sfiducia.
    Ripetiamo spesso “Signore, accresci la mia fede”, una piccola invocazione affinché restiamo desti, forti e risoluti.
    Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat!

  • Gian ha detto:

    Il silenzio della maggioranza dei vescovi è assordante.

  • Raffaella ha detto:

    Mons.Ics, può dirci o farci intendere quali /quanti sono i vescovi eroici?
    A me pare, ma probabilmente mi sbaglio,che si contino sulle dita di una mano quelli che si sono esposti contro le stramberie di Bergoglio-Bassetti; gli altri zitti,zitti approvano tutto, filogovernativi come sono. Per non parlare dei temi prolife….

  • Marco Matteucci ha detto:

    NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA – REGINA DELLA PACE
    Messaggio N. 5.011 | Giovedì 27 Agosto 2020

    Cari figli, il mio Gesù ha bisogno del vostro sì sincero e coraggioso. Confidate in Colui che vi ama e vi conosce per nome. Abbiate coraggio, fede e speranza. State andando verso un futuro di grandi prove. Chi si oppone a Cristo farà soffrire uomini e donne di fede. La vostra arma di difesa è la verità. Non dovete dimenticare: il silenzio dei giusti rafforza i nemici di Dio. Cerca forza nella Confessione e nell’Eucaristia. Annunciate il Vangelo del mio Gesù, perché solo così potete contribuire al Trionfo Definitivo del Mio Cuore Immacolato. Avanti senza paura. Dopo tutta la tribolazione, il Signore asciugherà le vostre lacrime e sarete ricompensati generosamente.

    Se vuoi leggere tutto:
    https://reginadelcielo.wordpress.com/2020/08/28/nostra-signora-di-anguera-regina-della-pace-117/

  • Elisa ha detto:

    Come ben sapete, in nuovo messale con il Padre Nostro modificato è in arrivo. E mo che si fa? Io, come tanti, non condivido queste modifiche, e voglio continuare ad usare la formula tradizionale, sono considerata fuori dalla Chiesa? Inoltre chi l’ha modificato mi deve dimostrare dove nel testo greco è scritto “non ci abbandonare”.

    • Raffaella ha detto:

      Ho lo stesso suo problema; se lo dicessimo in latino?
      Sottovoce, s’intende per non turbare gli “allineati”.

      • Elisa ha detto:

        Raffaella, il mio problema è che non conosco il latino. Io continuerò a dire il Padre Nostro come sempre. Spero di non finire all’inferno per questa mia disubbidienza. Ma lo dirò fino a quando qualcuno non mi dimostri che nel testo greco c’è scritto non mi abbandonare. Poi se cambiano la formula della consacrazione dovrò per forza andare alla messa tridentina, solo non si dove acquistare il Messale completo latino- italiano

        • Elisa ha detto:

          Volevo scrivere, non so dove….

          • Alda ha detto:

            É facile il Pater in latino, Elisa…. Te lo scarichi e lo ripeti fino a che non lo impari…. Come ho fatto io con la Salve Regina
            Neppure io conosco il latino, ma certe preghiere ormai suonano familiari…

          • Enrico Nippo ha detto:

            Elisa, anche mia nonna non conosceva il latino (e neanche io) eppure le recitava con grande fede e devozione. E poi, imparare le preghiere principali in latino non è cosa ardua. Ci provi, la prego, vedrà quanto è bello!

            ET NE NOS INDUCAM IN TENTATIONEM : c’è bisogno di conoscere il latino?😉

          • MARIO ha detto:

            Enrico, Enrico…
            “ET NE NOS INDUCAM IN TENTATIONEM”.
            Ahi ahi ahi… si dice INDUCAS, non INDUCAM.
            Ma mi sa che, sbagliando, l’hai detta giusta (E fa che io non induca la nostra combriccola in tentazione).
            Non oso immaginare poi il latino della nonna…
            NIPPO, forse ti riuscirebbe meglio recitarlo in nipponico, ma è una lingua volgare, dirai tu… e allora non si può!
            E allora che facciamo? Meglio l’italiano corretto che gli strafalcioni in latino. Perché il Padre Eterno, a differenza tua, il latino lo capisce molto bene (anche se non ha fatto il liceo classico), e se sente che col tuo latino dici bestemmie, non si sa mai… Meglio lasciarlo tranquillo!
            Pace e bene.

          • Enrico Nippo ha detto:

            Mario, Mario …

            vedo che anche tu ti metti a fare il maestro verso i poveri ignoranti che non conoscono il latino come te, che, invece, te la intendi bene col (tuo) padre eterno poliglotta, cheti darà 10 e lode in latino quando ti presenterai davanti a lui.

            Sono certissimo che tu, con questo tuo piglio pignolescamente saccente non abbia nemmeno un trimilionesimo della fede di mia nonna, paesana ignorante.

            Vedi, Mario, il fatto è che il (mio) Padre Eterno non mi chiederà se ho studiato o meno in latino; non è uno come te che sale in cattedra per far pesare agli altri la loro ignoranza.

            La tracotanza che gronda dalle tue parole mi dispiace molto, e mi fa sospettare che il tuo “pace e bene” conclusivo sia una pura formalità.

            A proposito: sono anche certo che le preghiere dei Giapponesi siano anni luce più sincere delle tue.

        • Boanerghes ha detto:

          Ma recitate il Pater tranquillamente come vi sembra giusto. Chi volete che vi dica qualcosa?
          E se anche accadesse, ditegli di pregare le preghiere sue e di farsi gli affari suoi.
          E che, uno non può neanche pregare il Padre nostro come è sempre stato detto?

  • Enrico Nippo ha detto:

    A proposito di “autoritarismo religioso dogmatico” si potrebbe osservare come “autoritarismo” sia cosa ben diversa da “autorità”, più precisamente ne sia una dispotica scimmiottatura.

    Per quanto riguarda la Chiesa cattolica ritengo sia innegabile come, non da oggi ma come programma massonico ben determinato, l’instaurazione e ed il consolidamento proprio di un autoritarismo religioso dogmatico, ovviamente con sostituzione dei dogmi tradizionali con i nuovi dogmi modernisti: umanitarismo, ecologismo, abortismo, divorzismo, genderismo etc. etc. Inutile aggiungere che tale autoritarismo ha potuto imporsi grazie al venir meno dell’autorità che i Pontefici Romani hanno sempre esercitato fino ad una sessantina di anni addietro.

    Riguardo alle “fedi dogmatiche”, è più che probabile sia giunto il momento di una conservazione soprattutto personale dei dogmi tradizionali, nell’impossibilità quasi totale di una loro riaffermazione e difesa sociale che l’autoritarismo religioso dogmatico, imbellettato con ’“amore” e “misericordia”, rende pressoché impossibile.

  • Alessandro2 ha detto:

    Le modifiche continuano, loro vanno avanti senza timore né di Dio né degli uomini…
    https://www.avvenire.it/amp/chiesa/pagine/bassetti-consegna-al-papa-il-nuovo-messale-romano-in-italiano

  • Iginio ha detto:

    Temo che anche qui abbiamo una ricostruzione storica un tanto al chilo.
    E’ noto – ma davvero tanto – come molti popoli barbari si convertissero al cristianesimo ariano. Pensiamo solo ai Goti. Un vescovo ariano tradusse la Bibbia in goto. O ai Vandali (che erano un popolo, non una ghenga di teppisti).
    Sorvoliamo poi sul fatto che la basilica di Santa Sofia, quella di cui tanto abbiamo parlato di recente, fu consacrata da un vescovo ariano.
    Per evitare i soliti improperi: non sto dicendo che l’arianesimo fosse una bella cosa. Sto dicendo che bisogna dare a ciascuno il suo, ovvero la verità.

    • Michele ha detto:

      Convertire all’arianesimo non è stato meritorio.
      Negare la divinità di Gesù Cristo significa negare la principale Verità di fede del cristianesimo: se Cristo non è uomo-Dio non può risorgere da morte e “vana è la nostra fede”.
      Convertire i Goti ad una eresia così perniciosa non ha giovato alle loro anime né alle loro società.

      Sforzarsi di trovare buoni frutti in detta conversione mi ricorda chi millanta buoni frutti dall’eresia luterana e calvinista.

      Quanto alla consacrazione di S Sofia, i buoni frutti, per i singoli fedeli e per la comunità, sono sicuramente derivati dai Sacramenti che vi sono stati amministrati; se il sacerdote, ancorché eretico, era stato validamente ordinato, ha consacrato validamente la chiesa, così come poteva amministrare validamente i Sacramenti in quanto sacerdote in eterno (non so se legalmente): quella Grazia deriva dal Ministero Sacerdotale non dalla scelta eretica.

      • Iginio ha detto:

        Premesso che lei non parla da storico, ha capito quello che ho scritto?
        Ho parlato di buoni frutti dell’eresia? Dove?
        Possibile che qui abbondino i processi alle intenzioni e mai l’analisi delle fonti?
        Semmai, se proprio vuole insistere, osservo che tra essere pagani e essere cristiani sia pure eretici sia preferibile la seconda opzione. E non temo smentite, dato che un battesimo non va amministrato due volte qualora uno da cristiano eretico diventi cattolico.

  • Sherden ha detto:

    Caro Mons. ICS, saranno pure “eroici” ma sono spaventosamente silenti. E ho il sospetto che sia un silenzio connivente nella stragrande maggioranza dei casi. O, al più, timoroso della “mano mozzata” verso “chi ama la res publica” (Czeslaw Milosz).
    Nè freddi né caldi: tiepidi. E verranno vomitati.

  • Carmela Mastrangelo ha detto:

    Condivido la riflessione di mons. Ics. La Madonna ci supplica di pregare per quei sacerdoti e quei vescovi eroici che soffrono per la situazione della Chiesa. Preghiamo e offriamo sacrifici perché siano forti e perseveranti in questa prova. Alla fine il Cuore Immacolato di Maria trionferà

  • Inno a Cristo ha detto:

    Il Dio invisibile si è fatto visibile in Cristo,
    Nato dal Padre prima della creazione del mondo.
    Tutte le cose create, in cielo e sulla terra,
    sono state fatte per mezzo di lui,
    Sia le cose visibili sia quelle invisibili :
    i poteri, le forze, le autorità, le potenze.
    Tutto fu creato per mezzo di lui e per lui.
    Cristo è prima di tutte le cose
    e tiene insieme tutto l’universo.
    Egli è anche capo di quel corpo che è la Chiesa,
    è la fonte della nuova vita,
    è il primo risuscitato dai morti :
    Egli deve avere sempre il primo posto in tutto.

    Paolo, lettera ai colossesi, Cap. 1 versetti 15 – 18.

  • Creazionista ha detto:

    Vescovi eroici? Pochi, pochissimi, la maggior parte sono infami venduti per una lercia poltrona. Nessuno muoverà un dito per difenderli alla resa dei conti coi loro cari islamici

    • Dino Brighenti ha detto:

      è giunto il momento che sua satanicità cambi il desueto angelus con un inno alla terra ed alla pachamama ed al buco del culo che non fa figlio per ricreare una umanità finalmente libera ed organizzata come ha deciso il nuovo governo mondiale.
      Ah finalmente liberi..

    • Valentina ha detto:

      Vede, qui sta proprio la differenza tra il Cattolico ed il mondo. Anche all’ultimo istante si cerca di fare il bene a chi ci ha fatto del male. Non sia sa mai che la nostra “pietas” muova il cuore del peccatore incallito.

      • creazionista ha detto:

        La distruzione della Chiesa e la perdita di tante anime non riesco a perdonarla a questa gentaglia; e sa cosa farà Dio per offrirgli l’occasione di santificarsi ed espiare il tanto male fatto? Li metterà nelle mani degli islamici offrendogli il martirio, chi lo accetterà si salverà. X e compagni non si rendono conto che sarebbe meglio un sacrificio adesso che non una grande sofferenza dopo. A Dio non si scappa. Noi però non abbiamo fatto nulla per meritarceli. Questi vescovi, e anche gli islamici, e pagheremo anche per loro in qualunque caso

        • Valentina ha detto:

          E infatti non spetta a lei né perdonare né condannare. E se per noi ci sarà ii martirio, martirio sia, anche per la salvezza di quelle anime che ci hanno fatto del male (che poi il martirio è “l’ascensore” che porta direttamente in Paradiso. Non è chiesto a tutti, è un privilegio).
          Se è, poi, questione di merito, nessuno di noi ha meritato la Salvezza, eppure il Signore si è immolato per i nostri peccati; si domani perché lo ha fatto!
          Il punto è che noi non possiamo parlare di nostri meriti, perché già la nostra condizione di peccatori ci rende indegni.
          Il suo ragionamento non lascia spazio alla grazia di Dio di agire e rischia di finire con considerazioni di giustizia puramente umani.
          A quanti Santi (anime innocenti e pure di cuore), Cristo ha chiesto di immolarsi per i peccati del mondo?
          Gesù cerca chi lo aiuti a portare la Croce, che non lo lasci solo e gli faccia compagnia durante il Suo Calvario. Di solito sono persone che soffrono tantissimo per amore di Gesù, eppure sono le più innocenti (veda Padre Pio per restare nel passato recente, o anonimi comuni mortali che accettano la malattia con santità).
          Purtroppo però, oggi, pochi sono disposti a portare la Croce (me compresa).
          Sono invece d’accordo con lei che con le azioni sconsiderate dell’attuale gerarchia della Chiesa, tante anime finiscono al mattatoio. Preghiamo per loro, perché la loro colpa è più grande!

          • creazionista ha detto:

            Guardi, è partita per la tangente facendo un predicozzo sulla salvezza e sul martirio che non c’ entra assolutamente nulla con l’argomento iniziale. Se lei spera di salvare un vescovo o un cardinale buon per lei, io per quello che mi riguarda dubito che avrò un’occasione del genere quando avremo l’isis tanto cara al pampero in strada. Io non sono nulla per lasciare spazio o meno alla grazia di Dio, ho solo detto che disprezzo questa gentaglia che sta distruggendo la fu-Chiesa e che prevedo che Dio non gliela perdonerà facilmente. E chiudo