CONTE ATTACCA LE FAMIGLIE. IL GENDER A SCUOLA, CI RICORDEREMO…

29 Luglio 2020 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, continuiamo a occuparci del DDL liberticida Zan Scalfarotto che a quanto pare è stato calendarizzato in Parlamento. Abbiamo oggi due reazioni, di Pro Vita e Famiglia e di Massimo Gandolfini, del Family Day. Buona lettura. 

§§§

Omotransfobia, Pro Vita e Famiglia: “Conte attacca i diritti delle famiglie e dei bambini col gender. Ci ricorderemo”

Roma, 29 luglio 2020

“Conte ha deciso di dichiarare guerra alle famiglie. Le più vergognose leggi sono votate d’estate. Come i ladri che vengono di notte, così il suo governo spera sugli italiani in vacanza per far passare nefaste proposte di legge, senza troppi polveroni. Per questo la legge contro l’omotransfobia è stata calendarizzata e sarà lunedì in Aula alla Camera. Dopo che tutta la maggioranza ha ritirato gli emendamenti presentati al testo unificato, restano di fatto intatti gli evidenti pericoli per la libertà costituzionale dei cittadini italiani e non solo. I genitori rischiano di non poter più difendere i propri bambini dall’ideologia gender che sbarca con tutti gli ‘onori’ (orrori) a scuola” hanno dichiarato Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente di Pro Vita e Famiglia onlus, dopo la notizia della calendarizzazione in Aula del Pdl Zan.

 “Una violenza inaudita – hanno aggiunto – che colpisce le famiglie italiane, quelle che hanno figli e che troppo spesso non hanno soldi per arrivare neanche alla fine del mese. E cosa fa la maggioranza? Non gli dà sostegno economico, ma l’educazione al gender: non si è uomini e donne, maschietti e femminucce perché nati con certe identità fisiche, ma in ognuno c’è la possibilità di scegliere cosa essere. Le famiglie non ci stanno, caro Conte, e ci ricorderemo di quello che stai facendo”.

“E’ davvero preoccupante, infatti, che rimanga presente la cosiddetta Giornata nazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia e lo svolgimento di iniziative inerenti negli istituti scolastici. Caro Conte e caro Zan – hanno concluso Brandi e Coghe – credete davvero che mamme e papà faranno subire ai propri figli i ‘neo-sermoni’ sulla sessualità e sull’indifferenza del sesso biologico, sulla fluida identità di genere e sulla prevalenza della soggettiva e mutevole identità di genere rispetto al sesso biologico? Non riuscirete a cambiare la realtà delle cose, a far accettare ai bambini che i generi possono essere 70 (sic) moltiplicabili fino a 420 diverse identità. Noi difenderemo sempre tutti i bambini da queste follie”.

***

Omofobia – Gandolfini (Family Day): ddl Zan conferma attacco liberticida e offensiva gender nelle scuole, il governo fermi questa iniziativa parlamentare

”Dalle ultime indiscrezioni sull’accordo di maggioranza, si evince che il ddl Zan prende sempre più la forma di un guazzabuglio legislativo che non definisce alcun reato di discriminazione, lasciando ampi spazi a derive liberticide, e inserisce nell’ordinamento italiano il concetto controverso e privo di basi scientifiche di identità di genere.

Viene inoltre confermata l’offensiva gender nelle scuole di ogni ordine e grado, tramite l’istituzione della Giornata nazionale contro l’omofobia che proporrà iniziative ideologiche a studenti di ogni età”, così il leder del Family Day, Massimo Gandolfini commenta l’accordo di maggioranza sul ritiro degli emendamenti e il testo unico del ddl Zan.

“La legge è scritta talmente male che scontenta numerosi settori sociali. I vescovi italiani si sono fatti portavoce del sentimento di gran parte del popolo parlando di un testo inutile e dannoso; non meno forti le critiche delle femministe italiane, che vedranno diluita nella percezione personale del genere la stessa identità sessuata femminile, in nome di una non meglio specificata tolleranza, tant’è che nemmeno l’introduzione del reato di misoginia ha placato le contestazioni al ddl.

E’ quindi una legge che divide la popolazione in minoranze degne di tutela in base ai loro comportamenti sessuali e che lacera ancora di più il tessuto sociale italiano, creando un reato di opinione riguardo temi fondamentali inerenti la filiazione e la sessualità. Il fatto stesso che le forze di maggioranza intendano formulare una clausola “salva idee” dimostra che i principi consolidati della libera espressione del pensiero, riconosciuti dalla Costituzione, sono fortemente a rischio. Ci rivolgiamo quindi al governo perché non si faccia complice di questa iniziativa parlamentare pericolosa, che rischia di minare ulteriormente la fiducia degli italiani nell’esecutivo. Se pensano di far passare questo scempio con il favore delle estate e con il clima di sofferenza che vivono le famiglie italiane si sbagliano di grosso, il popolo del Family Day non va in vacanza”, conclude Gandolfini.

§§§

 




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

22 commenti

  • per l'Abbé ha detto:

    per L’Abbé : Fu ancora sotto Benedetto nel 2012 Benedetto XVI aveva disposto l’apertura di un’inchiesta, affidata alla Congregazione per la dottrina della fede (CDF) e a due altri dicasteri, la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti e il pontificio consiglio per i laici. I risultati delle prima riunione furono molto negativi e avevano messo in risalto il rischio che il cammino neocatecumenale introducesse nella liturgia latina un nuovo « rito », carico di ambiguità dottrinali.

  • Nicola Buono ha detto:

    In Argentina come in Italia nulla cambia. Chi è veramente Cattolco è Kaputt.

    https://www.lanuovabq.it/it/il-covid-e-una-scusa-vescovo-chiude-il-seminario-modello

  • L'abate ha detto:

    Amare dio per amore al cammino
    Amare la chiesa per amore al cammmino
    Amare il papa per amore al cammino
    Amare la famiglia per amore al cammino

    Firmato:Galdolfini il neocatecumenale

    • Caterina ha detto:

      Gandolfini : amare me stesso per amore al cammino ..
      Scusi ma i Neocatecumenali non sono sotto investigazione potificia per la loro liturgia non ortodossa ?

    • l'abbé ha detto:

      AMARE IL PAPA PER AMORA AL CAMMINO ? oppure adulare il papa per terrore che “chiuda ” il CAMMINO ?? . Lo si cheda al Dr.Gandolfini .Le dottrine insegnate agli aderenti al Cammino Neocatecumenale si discostano nettamente dagli insegnamenti della Chiesa. Questa realtà non può più essere ignorata. Purtroppo essa non è riconoscibile dai cosiddetti ‘lontani’, che non conoscono la Chiesa né i suoi insegnamenti e vengono nutriti con le catechesi di Kiko e con le modalità comportamentali e liturgiche da lui introdotte e imposte, come se stesse vivendo e operando nella Chiesa Cattolica.
      Non ricordo in che anno , fu richiesta l’apertura di una speciale inchiesta da parte della Congregazione della dottrina della fede, per esaminare la conformità del’apertura di una speciale inchiesta da parte della Congregazione della dottrina della fede, per esaminare la conformità delle messe del cammino alla dottrina e alla prassi cattolica.

  • Dont'Forget ha detto:

    CI RICORDEREMO ? ma chi lo dice ? Ci RICORDIAMO oggi di Gandolfini quando attaccò furiosamente mons.Viganò perchè aveva osato “attaccare ” il suo dolce Papa Francesco.

  • subterris ha detto:

    attenti , Bergoglio vuole far prendere il controllo di PRO VITA e Famiglia a Gandolfini. Come è già stato per il FamilyDay . Leggete IN TERRIS : Il coraggio di Francesco – di Gandolfini , per capire chi è

  • Fuori Tema ha detto:

    Su chiesa e postconcilio si trova un un’interessante articolo sulle modalità dello spionaggio cinese ai danni del Vaticano. La stessa notizia era stata riportata da uno dei telegiornali trasmessi all’ora di pranzo.

  • Kikkolo ha detto:

    domandate a Super EX , se ci si può fidare di Gandolfini….

    • viverone ha detto:

      Caro Kikkolo , prova a leggere il sito : InTerris : Il coraggio di Francesco . ( Il coraggio di Francesco) conclude con “Coraggio Papa Francesco. Conta su di noi!” : –Capirete chi è Gandolfini . Poi leggete su InterMultiples- UnaVox il commento di Servodio : “Ancora un giannizzero alla guardia bergogliana ”
      dopodichè traetene conclusioni per conto vostro.

  • Qualunquista ha detto:

    Non abbiamo già troppe leggi ?
    Nelle nostre scuole non avvengono già troppe giornate commemorative ?
    Non sarebbe forse il caso di pensare che delle persone allergiche ad ogni forma di lavoro sperano di ricavare degli utili (monetari s’intende) trasformando le scuole in una specie di carnevale ( simile gay pride ) a spese dei contribuenti tutti ?

  • Vito ha detto:

    Non vorrei sembrare pessimista, ma mi pare che dopo il flebile lamento emesso dalla CEI nella prima metà di giugno, da circa due mesi siamo stati abbandonati dai “pastori” e ci ritroviamo soli in questa battaglia.
    Questo silenzio assordante trasforma in notizia il fatto che alcuni sacerdoti si esprimano contro il DDL Zan e così diventa addirittura virale la bella omelia di un parroco di Belmonte Mezzagno (PA).
    E’ una vera vergogna.
    Dov’è il papa, dove sono i cardinali, dove sono i vescovi?

  • Ern.Grit. ha detto:

    fate attenzione ,Gandolfini non è affidabile . E’ neocatecumenale , prende ordini dal famoso Kiko ,il quale non si sogna neppure di dire no al papa , E questo decreto Zan è già stato approvato dalla corte dei miracoli di santa Marta . Gandolfini è una persona seria ed è un buon cattolico , stile neocat . ma GANDOLFINI è un BERGOGLIANO DI FERRO . Ricordate ? Massimo Gandolfini: «non accetto nessuna critica verso il Papa

    Massimo Gandolfini, presidente del Comitato Difendiamo i nostri figli e organizzatore dell’ultimo Family Day. «Ho avuto la grazia di poter incontrare personalmente il Santo Padre Francesco e su questo voglio dire una parola chiara: chiunque appartiene al “Comitato Difendiamo i nostri figli” non può permettersi nemmeno una dichiarazione pubblica che possa suonare anche lontanamente in contrasto con l’attività apostolica della Santa Sede e il magistero del Papa», ha dichiarato autoritario il più attivo, amato e noto attivista pro-life italiano.

  • LucaRaimondi ha detto:

    Bravi e coerenti Brandi e Coghe .
    Gandolfini dice che non va in vacanza . Se adesso Bergoglio chiama Kiko Arguello e gli dice di tirare le orecchie a Gandolfini ,( come è gia successo ) , che farà Gandolfini ? andrà in vacanza allora ?

  • Enrico ha detto:

    Una legge criticata dai vescovi e dalle … femministe!

    W la democrazia!

    • donna ha detto:

      la democrazia è morta, e siamo oltre la famigerata dittatura del relativismo, siamo alla dittatura del pensiero unico e questo ddl zan ne vuole essere il sigillo.
      La chiesa ha fatto un ruggito da micio, giusto per salvare le apparenze,ma in realtà penso che in quel cesto,le mele marce purtroppo,siano la maggioranza.
      Triste profezia di G.K. Chesterton : Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

      • Sergio ha detto:

        La distruzione della Chiesa implica direttamente anche la distruzione della famiglia, che è una istituzione divina. Se Conte viene ricevuto da Bergoglio e Salvini no, mi risulta chiarissimo quale sia la reale intenzione di questa falsa chiesa.
        Forse non sarà d’accordo con il gender, ma questa falsa chiesa attacca la famiglia da altri fronti : comunione ai divorziati riposati e conviventi come coniugi , allargamento delle maglie per ottenere l’annullamento del matrimonio dalla Sacra Rota (come se fosse possibile ingannare Dio!), acquiescenza supina sul tema della omosessualita’. I fronti di attacco contro la famiglia sono diversificati, ma il risultato è la distruzione della famiglia con l’aggravante, per quanto riguarda la teoria (non è scienza!) gender, della demolizione della tenuta psichica della persona.

        • per Sergio ha detto:

          Scusi Sergio , ma non resta più esterrefatto nell’apprendere che Salvini per almeno tre volte ha cercato di farsi riceve dal Papa ? Io son rimasto interdetto , Ma che pensa di ottenere Salvini da Bergoglio ? Sa che son stato molto soddisfatto quando ho saputo da un alto prelato di curia che Bergoglio si era rifiutato di ricevere Salvini. ? Ma che Salvini impari a governare che non è capace e ci ha fatto perdere la speranza del governo promesso , facendoci arrivare Conte . Riflettete , Salvini è servito solo a portare Conte al Governo.

  • Luisa ha detto:

    Invito tutti a pregare incessantemente il Salmo imprecatorio 109 (108) e Dio ci ascolti!