LORETO, LITANIE LAURETANE. NICOLINI: DISSACRAZIONE SISTEMATICA.

23 Giugno 2020 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, il prof. Giorgio Nicolini, esperto e devoto della Madonna di Loreto, e di cui Stilum Curiae ha parlato tempo fa, ci ha scritto una lettera in relazione alle penose novità che riguardano le Litanie Lauretane. E ci ha inviato anche una riflessione approfondita, su questo tema. Buona lettura. 

§§§

Mi era già stato riferito ieri pomeriggio della “novità”, rimanendo anch’io sconcertato dell’inserimento davvero “spurio” della nuova invocazione di “Consolatrice dei Migranti”, quando esiste già nelle Litanie la dicitura “CONSOLATRICE DEGLI AFFLITTI”, che racchiude tutte le categorie. Ma sono rimasto ancor più sconcertato che sia stato di nuovo il Card. Sarah a firmare questo nuovo decreto. La mia lunga lettera di confutazione alle sue false giustificazioni – http://www.telemaria.it/LettereAperteNicoliniSarah.pdf – riguardo all’abrogazione della Liturgia della Miracolosa Traslazione, non ha più trovato modo di un colloquio diretto chiarificatore, ma solo di farmi sapere “il rimando” (solo tramite il segretario) al Vescovo di Loreto per farlo intervenire, il quale a sua volta non mi riceve (evidentemente per “non turbare” le decisioni vaticane), ma “rimandandomi” a sua volta (tramite la segretaria) al Rettore della Basilica, che poi deve riferire a lui (il Vescovo) le mie proposte “correttive”, naturalmente sempre rimandate da attuarsi a giorni migliori…

Riguardo poi alla Madonna di Loreto “Consolatrice dei Migranti”, si rivela un’altra ignoranza di papa Bergoglio e del card. Sarah sulla storia della Santa Casa, perché nei secoli passati la Madonna di Loreto, in ragione del fatto che con la sua Casa portata “in volo” dagli Angeli aveva sorvolato il Mar Adriatico sino a condurla “in salvo” in Italia, ella veniva invocata – prima che come Patrona dell’Aviazione – come “Patrona dei Naviganti”, di qualunque navigante con la nave, e non di una sola categoria.

Siamo veramente di fronte ad una dissacrazione sistematica, che nulla ha di devozionale e di religioso, ma è solo un pretesto per imporre il nuovo “credo” del “meticciato”, attraverso il favorire delle migrazioni incontrollate di altre razze e religioni, che dovranno soppiantare la razza e la cultura europea, e quindi la cultura e la religione cristiana.

Resta solo da implorare l’intervento Divino che ponga fine a questo stillicidio continuo di distruzione dissacratoria della Fede e del Culto Cattolico.

 

§§§

RIFLESSIONI CRITICHE IN RIFERIMENTO ALLE NUOVE INVOCAZIONI

INSERITE NELLE ANTICHE LITANIE LAURETANE

 

L’inserimento di tre nuovi titoli nelle “Litanie Lauretane”, in sé legittimo, mi ha lasciato tuttavia sconcertato per l’inserimento davvero “forzato” della nuova invocazione “Solacium migrantium”, cioè di “Consolatrice o aiuto dei migranti”, in quanto esiste già nelle Litanie la dicitura “Consolatrix afflictorum”, cioè “CONSOLATRICE DEGLI AFFLITTI”, la cui dicitura intende già racchiudere tutte le categorie di quanti patiscono sofferenze. Sconcerta anche la collocazione del tutto incongruente di tale nuova invocazione dopo “Refugium peccatorum” e quindi immediatamente prima di “Consolatrix afflictorum”, si direbbe in modo “cacofonico”, quasi che l’antica tradizionale dicitura (che include tutte le categorie dei “sofferenti”) sia tuttavia “inferiore” alla sofferenza – inserita immediatamente prima – di quanti sono coinvolti nelle migrazioni, dando perciò alle categorie dei migranti un rilievo ed una importanza arbitrariamente superiore ad ogni altra sofferenza umana, di cui Maria è e vuole essere “conforto” ed “aiuto”.

Sorprende anche che si parli nella Lettera del Card. Sarah dell’inserimento nelle Litanie del “nuovo” titolo di “Mater misericordiae”, dal momento che tale titolo era già contenuto nelle invocazioni precedenti (cfr. http://www.vatican.va/…/rosary/do…/litanie-lauretane_it.html), collocato dopo “Mater salvatoris”, ed ora invece spostato ed anticipato nell’elenco delle invocazioni dopo “Mater ecclesiae”: non se ne comprende il motivo, se non forse per voler far più evidenziare il concetto della “misericordia” (tipica dell’insegnamento bergogliano), come superiore a tutti gli altri titoli successivi attribuiti alla Madonna.

Ciò che tuttavia mi ha ancor più sconcertato è stato il fatto che sia stato di nuovo il Card. Robert Sarah, prefetto della “Congregazione per il Culto Divino”, a firmare queste nuove disposizioni liturgiche che rimandano in qualche modo alla “questione lauretana”, trattandosi appunto delle Litanie “Lauretane”.

La mia lunga, elaborata ed assai documentata “Lettera di confutazione” – cfr. www.telemaria.it/LettereAperteNicoliniSarah.pdf – alle false giustificazioni del card. Sarah riguardo alle motivazioni addotte per l’avvenuta abrogazione della Liturgia della “Miracolosa Traslazione della Santa Casa” (del 7 ottobre 2019), non ha più trovato modo di ottenere un colloquio diretto e chiarificatore con lo stesso cardinale, nonostante i ripetuti tentativi di avere un tale contatto diretto e personale, con ripetute richieste di ottenimento anche di una udienza.

Ho solo potuto ottenere dal card. Sarah – inaccessibile personalmente e quindi solo tramite il segretario don Francesco Morena – l’esortazione a rivolgermi direttamente al Vescovo di Loreto – Mons. Fabio Dal Cin – per farlo intervenire “in vece mia”, il quale (Vescovo di Loreto) a sua volta non trova mai il modo di potermi ricevere, evidentemente per “non turbare” le decisioni vaticane, e “rimandandomi” a sua volta (tramite però la segretaria) al Rettore della Basilica, che poi deve riferire a lui (il Vescovo) le mie proposte “correttive” dell’infausta soppressione della Liturgia della “Miracolosa Traslazione”, al fine del suo ripristino, naturalmente sempre rimandata da attuarsi a tempi migliori…

Riguardo poi alla Madonna di Loreto “Consolatrice o aiuto dei migranti”, sembra rivelarsi una superficialità od “ignoranza” di Bergoglio e di Sarah sulla “storia della Santa Casa” e del culto ad essa prestato in passato dai fedeli. Infatti in tutti i secoli trascorsi la Madonna di Loreto, in ragione del fatto che con la sua Casa portata “in volo” dagli Angeli aveva sorvolato il Mare Adriatico sino a condurla “in salvo” in Italia, ella veniva invocata – prima che come “Patrona degli Aviatori” – quale “Patrona dei Naviganti”, di qualunque navigante in mare con la nave, e non della sola categoria dei migranti, ma essi pure compresi, come ancor oggi si celebra, ad esempio, a Peschici (Foggia) ogni anno al secondo Lunedì dopo Pasqua (cfr. http://www.retegargano.it/…/noti…/cultura/item/6192-Peschici)). Appare perciò una “invocazione superflua” in riferimento alla Madonna di Loreto, che già è da secoli invocata come “Patrona dei Naviganti e dei migranti”. Sarebbe come se, essendo già la Madonna di Loreto anche “Patrona degli Aviatori”, si volesse aggiungere nelle Litanie Lauretane un’ulteriore invocazione, del tutto superflua, di “Solacium aeronautarum” (“aiuto degli aviatori o aeronauti”), che apparirebbe perciò del tutto incongruente, essendo appunto già invocata la Madonna di Loreto come “Patrona degli Aviatori”.

Tutte queste “novità” della chiesa bergogliana (il Padre Nostro modificato, i Comandamenti e i Sacramenti reinterpretati, ecc.) danno perciò l’impressione di trovarci di fronte ad una dissacrazione sistematica, che non ha di mira un vero intento religioso e devozionale, ma appare piuttosto come un pretesto – divenuto il tema dei “migranti” come ossessivo -, che è in realtà di natura politica ed ideologica, avente il fine di imporre il nuovo “credo” del “meticciato”, attraverso il cercare di far accettare e favorire le migrazioni – non importa se incontrollate – di altre razze e religioni, che potranno poi soppiantare la razza e la cultura europea, e quindi la cultura e la religione cristiana, attraverso l’instaurazione di una “nuova religione mondiale”.

Tuttavia, aveva profetizzato la Beata Caterina Emmerick, riferendosi ai tempi attuali: “Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la chiesa. Stavano costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante… Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti e avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione, una vera comunione di profani. Vi sarebbe stato un solo pastore ed un solo gregge… MA DIO AVEVA ALTRI PROGETTI” (aprile 1823)”.

Resta perciò ormai solo da implorare l’intervento Divino che ponga fine a questo stillicidio continuo di distruzione dissacratoria della vera Fede e del vero Culto Cattolico.

 Prof. GIORGIO NICOLINI

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

34 commenti

  • Vito ha detto:

    Ma i seguaci di Bergoglio non erano avversari del “clericalismo”?
    Come mai, allora, il prof. Nicolini deve rivolgere le proprie istanze al rettore del Santuario, che le riporterà al vescovo, il quale, a sua volta, le riporterà al card. Sarah?
    Come può definirsi tutto ciò?

  • Gene ha detto:

    Ripeto ancora, ma questi clandestini sono cristiani, sono cattolici, sono devoti alla madre di Gesù? O sono piuttosto islamici che non fuggono da guerre, vedi l’approdo con un barchino, di numerosi pachistani😁😁😁.
    Forse da loro essere cristiani è un privilegio?
    O piuttosto arrivano da noi perché sanno che verranno mantenuti da uno stato fallito, ma che garantisce diverse cose, a discapito dei nostri icittadini che a malapena riescono a sopravvivere? Ancora una volta El argentino calovolge tutto e dissacra tutto. Che amarezza😂😂😂

    • Adele Magnanini ha detto:

      Mi serve la sua mail. Le considero anti storiche, anti reali, come il francobollo di Lutero.
      Anche x me sono vilipendio a Maria.

  • Adriana ha detto:

    -Solacium migrantium- , che si può tradurre lecitamente :
    ” Grande piacere dei trasgressori ” : infatti , a Vicofaro , sotto il patrocinio di don Biancalani , i ” migranti ” si danno da fare a spacciare a usare la droga ( e anche il confessionale : come deposito ) .

  • silvano ha detto:

    Non ho ben capito una cosa. se, come dice l’autore dell’articolo, Maria è già Consolatrice degli afflitti e nella categoria degli afflitti è già implicita la sottocategoria dei migranti, perché mai l’aver posto enfasi a questa sottocategoria di afflitti (che rimangono) costituirebbe addirittura una dissacrazione, come da titolo dell’articolo?

    • Giorgio Nicolini ha detto:

      E’ spiegato alla fine dell’articolo, facendo riferimento ai motivi “veri” di questo “nuovo titolo” che è dato per altri fini che quello religioso e devozionale, ed è associato a tutte le altre “novità” in generale che avevo indicate (Padre Nostro modificato, Sacramenti e Comandamenti reinterpretati, come la Comunione ai divorziati risposati, ecc. ecc.). Avevo scritto, infatti, alla fine dell’articolo quanto segue:

      Tutte queste “novità” della chiesa bergogliana (il Padre Nostro modificato, i Comandamenti e i Sacramenti reinterpretati, ecc.) danno perciò l’impressione di trovarci di fronte ad una dissacrazione sistematica, che non ha di mira un vero intento religioso e devozionale, ma appare piuttosto come un pretesto – divenuto il tema dei “migranti” come ossessivo -, che è in realtà di natura politica ed ideologica, avente il fine di imporre il nuovo “credo” del “meticciato”, attraverso il cercare di far accettare e favorire le migrazioni – non importa se incontrollate – di altre razze e religioni, che potranno poi soppiantare la razza e la cultura europea, e quindi la cultura e la religione cristiana, attraverso l’instaurazione di una “nuova religione mondiale”.

      Tuttavia, aveva profetizzato la Beata Caterina Emmerick, riferendosi ai tempi attuali: “Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la chiesa. Stavano costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante… Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti e avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione, una vera comunione di profani. Vi sarebbe stato un solo pastore ed un solo gregge… MA DIO AVEVA ALTRI PROGETTI” (aprile 1823)”.

      Resta perciò ormai solo da implorare l’intervento Divino che ponga fine a questo stillicidio continuo di distruzione dissacratoria della vera Fede e del vero Culto Cattolico.

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Ma non dovrebbe essere in corso il Giubileo di Loreto indetto con decreto del 1 novembre 2019 ?
    https://www.jubilaeumlauretanum.it/wp-content/uploads/2019/11/DECRETO-INDIZIONE-DEL-GIUBILEO-LAURETANO_1-NOVEMBRE-2019.pdf

    Ma che fine ha fatto ?

  • Loner ha detto:

    Quando sono arrivato a “soppiantare la razza e la cultura europea….”, non ce l’ho fatta ad andare avanti. Questa parola “razza” usata in contrapposizione sprezzante contro altre razze e culture mi ha fatto venire brutti pensieri… Spero che nel seguito l’autore abbia smorzato la sua verve purificatrice

    • wisteria ha detto:

      Re: Loner
      Se tutte le culture meritano di essere rispettate nella loro peculiarità…perché proprio la nostra invece dovrebbe essere meticciata e scomparire ?
      Perché proprio noi non possiamo difendere la nostra cultura millenaria qusndo invece i nuovi arrivati ci impongono la loro che è fatta di usi aberranti e ripugnanti?
      Quanto alla razza non saremmo europei se non fosdimo stati in origine indoeuropei. Il che non è ancora stato contestato.

    • Alessandro2 ha detto:

      Oh, un’altra anima bella! Fino a quando, Signore?

    • Michele ha detto:

      In Spagna commettono violenze, crimini e discriminazioni vergognose contro i cattolici e le chiese; nei paesi scandinavi e in Germania sottraggono i figli ai genitori troppo religiosi (?)(cattolici o ortodossi), in molti stati occidentali la scuola sottrae l’educazione ai genitori per indottrinare i piccoli all’ideologia gender (ci stanno provando anche in Italia), leggi ideologiche bollano e perseguono come (presunto) crimine d’odio il pensiero non omologato; in Africa, Pakistan e altri paesi musulmani migliaia di cristiani, cattolici e protestanti, vengono discriminati, vessati e uccisi barbaramente.

      L’elenco dei crimini e delle violenze contro i cristiani è tragicamente sconfinato e lei si scandalizza bigottamente per delle parole nude e crude che descrivono senza infingimenti l’annientamento della nostra civiltà e delle nostre popolazioni?

      Che anima candida! Molto allineato al pensiero unico e alla lingua di legno del nuovo Minculpop.
      Non vede niente di più importante, reale e concretamente tragico per cui stracciarsi le vesti? Ma la Verità non dovrebbe rendere liberi?

    • Giorgio Nicolini ha detto:

      Gent. LONER, rimango stupito di quanto ha interpretato erroneamente riguardo all’articolo sull’espressione usata del “soppiantare la razza e la cultura europea”, dando al termine usato di “razza” un significato “sprezzante contro altre razze e culture”, che non ho mai avuto: ho semplicemente riportato ciò che è un progetto a tutti noto del “Nuovo Ordine Mondiale” e di cui purtroppo lo stesso Bergoglio si è fatto come mallevadore. Lo stesso card. Sarah – che ha firmato la lettera con cui ha inserito la nuova invocazione di “solacium migrantium” – era intervenuto appena un anno fa, nel giugno 2019, con una intervista al giornale francese “Valeurs Actuelles”, con queste parole, che La invito a meditare: “Ciascuno deve vivere nel suo paese. Come un albero, ciascuno ha il suo suolo, il suo ambiente in cui può crescere perfettamente… Meglio aiutare le persone a realizzarsi nelle loro culture piuttosto che incoraggiarle a venire in un’Europa in piena decadenza. È una falsa esegesi quella che utilizza la Parola di Dio per valorizzare la migrazione. Dio non ha mai voluto questi strappi”. Nell’intervista, Sarah parla della Polonia, dove afferma di essere stato in visita: “Essa – la sua riflessione – è libera di dire all’Europa che ciascuno è stato creato da Dio per essere messo in un ben preciso posto, con la sua cultura, le sue tradizioni e la sua storia. Questa volontà attuale di globalizzare il mondo sopprimendo le nazioni, le specificità, è pura follia”… Voi siete anzitutto polacchi, cattolici, e solo successivamente europei. Voi non dovete sacrificare queste due prime identità sull’altare dell’Europa tecnocratica e senza patria… La Commissione di Bruxelles non pensa che alla costruzione di un libero mercato al servizio delle grandi potenze finanziarie. L’Unione europea non protegge più i popoli, protegge le banche… Tutti i migranti che arrivano in Europa vengono stipati, senza lavoro, senza dignità… È questo ciò che vuole la Chiesa?… La Chiesa non può collaborare con la nuova forma di schiavismo che è diventata la migrazione di massa. Se l’Occidente continua per questa via funesta esiste un grande rischio – a causa della denatalità – che esso scompaia, invaso dagli stranieri, come Roma fu invasa dai barbari. Parlo da africano. Il mio paese è in maggioranza musulmano. Credo di sapere di cosa parlo”.
      In quanto allo smorzare la “verve purificatrice” Le faccio presente che ho insegnato per oltre un ventennio dalle Scuole Elementari alle Scuole Superiori, incontrando nelle classi e valorizzando alunni e alunne di ogni razza e religione, promuovendo la comprensione reciproca e l’integrazione. La invito, in proposito, se lo gradisce, a vedere un filmato – tra i tanti fatti – con cui ho anche vinto un Concorso Scolastico con una classe che conteneva elementi di almeno una quindicina di nazioni diverse (di Africa, America, Asia, Europa). I lavori svolti hanno visto la partecipazione sia della componente della classe di fede cristiana (cattolici, ortodossi, protestanti) che la componente di fede musulmana, in una esemplare esperienza di amicizia e di rispettosa integrazione, con cui può constatare l’assoluta insussistenza del Suo giudizio a mio riguardo. Il video all’indirizzo https://youtu.be/rrhxEwpR_Zg; la premiazione all’indirizzo https://gloria.tv/post/ZFouBjk8ySTs1SYNZsfC7ey3N – Cordiali saluti. Prof. Giorgio Nicolini.

      • Loner ha detto:

        Bene professore, complimenti per i suoi lavori che hanno educato i ragazzi a valorizzare ogni razza e religione promuovendo l’integrazione. Mi sembra che sia la stessa cosa che desidera Bergoglio.
        Bene aiutare le persone a casa loro: è quello che fanno le ONG da alcuni decenni. Tuttavia i migranti internazionali nel mondo sono oltre 250 milioni: li convince lei a restare a casa?
        Si, è vero, molti migranti dopo le differenze del viaggio vengono sfruttati, schiavizzati, privati della dignità: e nemmeno una litania possiamo concedergli? Dov’è tutto questo scandalo? Cosa c’è da purificare?
        Chissà quanti tra loro, impauriti in mare di notte o sotto le grinfie di un aguzzino, avranno invocato Maria, senza neanche sapere nulla delle litanie Lauretane…. ( Il confronto poi con gli aviatori è totalmente fuori tema).
        E infine mi congratulo con lei che sa quale è la vera fede e il vero culto cattolico (ultima frase del suo articolo). Ciò significa che la vera anima bella è lei e i lettori di Stilum Curiae, non io povero peccatore.

        • Marco Tosatti ha detto:

          Gentile Loner, lei non può non sapere che c’è uno stretto legame fra ong e scafisti. Che è stato messo in rilievo più volte. Parlo dell’Italia, ovviamente; e del business dei migranti, la cui stragrande maggioranza – parlo sempre dell’Italia – NON viene da Paesi in guerra e così via. A meno che Tunisia Marocco Egitto ecc. ecc. siano considerati Paesi in guerra. È un business, sporco di là e di qua del Mediterraneo.

  • Milly ha detto:

    Prof Nicolini, il mio sostegno e la mia preghiera.
    Grazie per la sua forza, la sua determinazione e la sua Fede!

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Le litanie Lauretane sono invocazioni universali che si collocano fuori dal tempo e che perciò sono valide in ogni tempo.
    L’espressione “Consolatrice dei migranti” invece, non è universalmente valida, in quanto “migrante” non sempre è sinonimo di “sofferente” e si spera che in futuro nessuno che emigri lo faccia perché disperato.
    Inoltre questa espressione tace sul fatto che l’immigrazionismo è voluto dalle stesse forze neo colonialiste che sfruttano l’Africa. La sfruttano due volte: in Africa e in Europa.
    Sarebbe stata più giusta l’espressione: “Consolatrice degli sfruttati spinti a emigrare”, ma sarebbe stata non politicamente corretta.
    Se Papa Giovanni Paolo II avesse aggiunto l’invocazione: “Madre dei bambini assassinati d’aborto” l’avrebbero accusato di ingerenze nella politica. Forse non a torto, perché nelle litanie lauretane c’è già il riferimento agli afflitti, ma, soprattutto, tali litanie si riferiscono a “stati” spirituali: “peccatori… afflitti… veri cristiani… ecc.”.
    La nuova invocazione perciò appare del tutto fuori contesto.
    Sarebbe stata più opportuna: “Madre dei pellegrini sulla Terra”, in quanto avrebbe compreso, volendo, anche i migranti, senza deturpare le litanie per “tornaconto ideologico”.

  • Nicola Buono ha detto:

    Posto un sito del web he fa satira religiosa molto divertente, intelligente e che fa riflettere. Per sollevarci un po’ lo spirito

    http://blog.messainlatino.it/p/blog-page_25.html

  • Nicola Buono ha detto:

    Posto credendo di fare cosa gradita a tutti , un link con le Sante Messe in Rito Antico in Italia e nel mondo.

    http://blog.messainlatino.it/p/elenco-messe-antiche-in-italia.html

  • Donna ha detto:

    Prof.bNicolini, per quello che vale, ha tutto il mio appoggio, sottoscrivo ogni sua parola e la ringrazio di essersi fatto voce di verità.
    Grande delusione per il cardinale Sarah, che ho ammirato in passato(e penso al suo libro”Dio o nulla”), ma che ora sembra profondamente cambiato.

  • Sulcitano ha detto:

    Grazie prof. Nicolini per la sua testimonianza che in questi tempi di oscurità nella Chiesa e nel mondo, è un potente raggio di luce che riscalda i nostri cuori di credenti in Cristo Gesù nostro Signore e ci spinge fra le accoglienti e misericordiose braccia di Maria Santissima che invochiamo perché ci aiuti a rispondere sempre più fedelmente alla vocazione alla santità che Cristo Gesù rivolge ad ogni cristiano. SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Lacrima ha detto:

    dopo 7 anni di concetti squilibranti, di riforme disordinate, di costruzioni demolitori, ci dovremmo essere abituati, invece manco per idea.
    Lui il gran Capo Indiscusso, con voce di agnello in realtà è il Gran Lupo Divoratore, che ricatta con minacce, chiunque gli si oppone.
    Quando il Vertice E’ Bugiardo e manipolatore, gli ordini da eseguire non possono essere veritieri nella libertà.
    Lui NON è il padrone delle nostre vite né della Chiesa di Cristo.

    Ieri, Mons. ICS affermava: “Distaccarsi dalla Chiesa, significa morire per un cattolico. Dove andrebbero? Questa è la forza-vile di costoro oggi”.
    Per questo OGGI dobbiamo lottare per non morire, MA vivere per la Verità.

  • mariano ha detto:

    nicolini siamo con lei ,non desista , anche se fratonzoli la attanno, cardinalonzoli la ostacolano, paponzoli la minacciano . in hoc signo vinces …

  • anonimo verace ha detto:

    Non voglio entrare nel merito di quanto Lei ha scritto. Ma voglio solo e semplicemente comunicarle il mio sostegno spirituale, per quel poco che vale, nella sua difesa di ciò che riguarda la sacralità del Santuario e della santa Casa.
    I sacerdoti , con segretaria, che si divertono a farla correre come una trottola da Tizio a Caio, hanno la stessa fede che ha Lei ? o non la possiedono ? o considerano la sua solo una sciocca superstizione, superstizione che può essere utile solo a ricavare degli utili ?
    Possa avere la forza di continuare nella sua buona battaglia !

  • marco ha detto:

    Che ulteriore -dopo lo sgambetto all’arcivescovo Viganò e varie altre “puntualizzazioni”- delusione il Card. Sarah!
    Che però ha (così) rimediato la conferma a Prefetto della Congregazione per il culto divino. Bah…

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Marco
      Il card. Sarah, sedicente amico di Ratzinger, il 15 giugno ha compiuto 75 anni. Ha fatto un rapido calcolo e ha capito che è meglio non disturbare il Manovratore, mémore del destino riservato ad altri “non allineati” neo-settantacinquenni che un minuto dopo il compleanno furono spediti fuori dalle mura leonine a calci nel sedere.
      In Vaticano si sta bene. In inverno nei palazzi vaticani c’è un bel teporino e in estate gli spessi muri proteggono dalla canicola. Insomma l’ambiente è confortante, certamente più confortante che in Guinea.

  • nonnepossopiù !!! ha detto:

    caro Tosatti, la Santa Casa di Loreto, insieme alla Sacra Sindone, è una delle due Reliquie di massimo valore per la cristianità. Negarle sarebbe il massimo successo del demonio ,infatti ci prova continuamente . Entrambe si prestano ad una valutazione scientifica che ne comprovi la veridicità. E’ una sciocchezza scientifica ( prima che fideistica ) affermare che la Santa Casa è stata trsportata dai crociati ,smontandola e rimontandola ben 6 volte in 6 luoghi diversi . Se ciò fosse i materiali (malta) che tengono uniti sassi e mattoni avrebbero dovuti esser rinnovati ogni volta , ed invece sono gli stessi di 2000anni fa .Sarei anche curioso di sapere come avrebbero potuto i crociati smontare la casa e farla sparire in una sola notte , senza che nessuno a Nazareth si accorgesse dell’opera . Anche allora c’erano scribi , burocrati , spie … Alcuni anni fa un buon Vescovo , parlando della Traslazione miracolosa , mi commentava che tanti fenomeni che nel passato erano considerati miracolosi ,oggi son spiegati dalla scienza , e la Chiesa non può non riconoscerlo. Gli risposi che ero d’accordo a due condizioni . La prima ,che fosse proprio la scienza ad approfondire la Traslazione miracolosa e non fraticelli ignoranti e modernisti , come invece era finora avvenuto La seconda ,che se la scienza confermasse il fenomeno miracoloso, perchè non spiegabile scientificamente , la scienza stessa dovrebbe ammetterne le conseguenze … scientifiche . Invece la scienza si limita a dire che in futuro sarà in grado di spiegare il fenomeno miracoloso , oggi non ancora… Vede Tosatti, io credo che il prof.Nicolini con la sua fede , determinatezza e coraggio, sia esemplare . Ha un solo vero problema , forse. Non aver capito che la Gerarchia della attuale Chiesa NON vuole che la Traslazione miracolosa sia avvenuta. Non vuole neppure affrontare le ragioni di una traslazione miracolosa di una ” leggenda” legata solo alla tradizione popolare . Che diamine Nicolini ! mica c’erano le telecamere di sicurezza a Nazareth 2000anni fa ! Eppoi , basta Nicolini a insistere con i miracoli nella chiesa di Bergoglio , chiesa scientifica , razionale , evoluzionista . Nicolini, lei deve capire che sostenere il miracolo significa far perdere credibilità alla chiesa , e soprattutto ad un Papa aveva sostenuto la Clinton e che sta aspettando le elezioni in USA per esser il primo ad esultare della sconfitta di Trump .Ad una papa che esalta la Bonino e demonizza Salvini , scomunica don Minutelle , commissaria i francescani dell’Immacolata. Ma dico, Nicolini, nel XXI secolo , bergogliano, lei vuole ancora affermare il miracolo ? il trascendente ? che diamine , questa è l’epoca dell’immanente . L’unico miracolo accertato negli ultimi sette anni è che le mura vaticane fatte costruire nell’ottavo secolo per difendere sanPietro e dintorni dai saraceni, non siano sprofondate agli inferi , con tutto ciò che circondano e contengono . Questo si che è un miracolo ,no Nicolini ?

    • Alessandro2 ha detto:

      Semplicemente perfetto. Grazie, grazie e ancora grazie. Prego per lei e per quanti sostengono la Santa Casa, in primis il benemerito e martire – nel senso etimologico – prof. Nicolini.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Caro Dott. Nicolini; condivido ogni virgola della sua riflessione critica a questo disastroso pontificato e allo stato catastrofico in cui versa la Santa Chiesa Cattolica, tradita addirittura da quei prelati che ritenevamo santi e che alla prova dei fatti si sono rivelati invece meschini e opportunisti.
    In coscienza penso che se oggi Nostro Signore ripetesse a costoro: “e voi chi dite che io sia?” ben pochi risponderebbero come Pietro …soprattutto Pietro stesso!
    Figlio di Dio? Per favore non esageriamo …EH!

  • Alessandra ha detto:

    Non se ne può più, ci resta solo la preghiera,in attesa che i Sacerdoti si sveglino,e del trionfo del Cuore Immacolato di Maria nostra Madre e Regina Avvocate e Mediatrice di tutte le grazie,potente per grazia(questa ultima frase) tolta dalla Supplica alla Madonna delle lacrime di Siracusa…..

    • Raffaella ha detto:

      Concordo, sono giorni che si discute azione vs preghiera, azione e preghiera.
      L’azione più spiccia, che forse molti preferirebbero, vale a dire i forconi è inattuabile.
      L’unica opzione rimane la preghiera costante contro un nemico che non è fatto di carne e sangue.
      Sperando contro ogni apparenza nel trionfo della vera Chiesa.

      • Dino Brighenti ha detto:

        risposta a Raffaella. Perché forcone inattuabile vogliamo sostituirlo con calci in culo a bergoglio e soci non è cosi difficile basta volerlo realizzare e credo fermamente lo vorrebbe anche Gesù

  • Maria Luisa ha detto:

    «La mia Chiesa non ha dove appoggiarsi…
    Figlia mia, vedi in che stato lacrimevole si trova la mia Chiesa: quelle stesse persone che dovevano sostenerla, vengono meno e con le loro opere l’abbattono, la percuotono e giungono a denigrarla. L’unico rimedio è che faccia versare tanto sangue da formare un bagno per poter lavare quel marcioso fango e sanare le loro piaghe profonde, imperocché sanate, rafforzate, abbellite in quel sangue, possano essere strumenti abili [3] a mantenerla stabile e ferma.»
    (1 novembre 1899: Gesù a Luisa Piccarreta – da Libro di Cielo)