NOBILE. BLACK LIVES. IGNORANZA SUICIDA DEI PROGRESSISTI.

16 Giugno 2020 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, Agostino Nobile riflette su quanto sta accadendo negli Stati Uniti, e anche in Europa, in questa ultima ondata di follia astutamente strumentalizzata e usata da qualcuno per fini politici. Buona lettura.

§§§

                        Black Lives Matter, come i progressisti producono ignoranza suicida

Il movimento Black Lives Matter (le vite dei neri contano, come se quella delle altre razze non contassero), è stato fondato nel 2013 da tre attiviste nere americane, sovvenzionate dal sempre presente George Soros.

Dove ci sono colpi di stato e guerriglie c’è Soros con le sue ONG, ormai sparse in tutto il mondo. Dopo la brutale uccisione di  George Floyd, per cui sono stati incriminati quattro poliziotti, un bianco, un nero, un ispanico e un asiatico, le manifestazioni antirazziste si sono diffuse, oltre che in alcune città occidentali, in Pakistan. In Pakistan?

Si proprio lì, dove i cristiani sono umiliati, eliminati e le istituzioni chiudono due occhi.

Durante le violenze i manifestanti americani hanno ucciso una decina di innocenti, neri e bianchi, razziando supermercati e negozi. Ma i mezzi di comunicazione lo hanno appena sussurrato o oscurato. Bisogna aggiungere che in molti casi i giovani fermati non sono Carmelitani scalzi. Spesso assumono comportamenti di sfida o, come ho visto con i miei occhi in Downtown di Manhattan, sbeffeggiano i poliziotti e li minacciano. Le forze dell’ordine hanno paura e non pochi sono finiti all’ospedale. Non è una situazione semplice da risolvere.

Detto questo, la polizia non può comportarsi come col povero Floyd, e chi si macchia di tale crimine dev’essere perseguito dalla legge, anche se la vittima non muore. La violenza immotivata delle forze dell’ordine dev’essere punita. Cosa che, a quanto pare, in America viene troppe volte elusa. Dunque le manifestazioni pacifiche hanno un senso solo per rilevare questa barbarie, non certo per un razzismo infondato.

Ma il razzismo, però, è un’ideologia come l’ecologismo, e i personaggi come Soros non sovvenzionerebbero un movimento che si limita a chiedere solo giustizia. Qualcuno si chiederà, ma perché lasciano a piede libero Soros? Elementare Watson. È sostenuto dai partiti progressisti. La loro politica è talmente antinazionale e irrazionale che per restare a galla necessitano del caos permanente. Instillare odio, soprattutto per la propria storia, per il proprio paese, per la propria fede e per la razza bianca, vedi l’invenzione del suprematismo bianco. Si tratta dell’autocolpevolizzazione metodica iniziata a tamburo battente perlomeno dagli anni ‘60, sia nelle scuole che nei media.

E in Italia? L’ultimo esempio l’abbiamo avuto dal direttore di un grande giornale, che intervenendo in un talk show televisivo ha definito l’Italia, “italietta.” Nomignolo tanto caro ai progressisti. Ma l’Italia è diventata “italietta” grazie a personaggi come quel direttore e ai comunisti. Il Discorso dell’allora Segretario Generale del PCI, Palmiro Togliatti al XVI Congresso, non lascia dubbi. Ne ho già parlato qui su Stilum Curiae, ma vale la pena ricordarlo. Dopo aver preso la cittadinanza della sanguinaria Unione Sovietica, commentò: “È motivo di particolare orgoglio aver rinunciato alla cittadinanza italiana perché come italiano mi sentivo un miserabile mandolinista e nulla più. Come cittadino sovietico sento di valere 10mila volte più del migliore cittadino italiano.” Concetto diffuso  in tutti i ceti sociali italiani. Già negli anni ‘60, quando i giocatori della nazionale italiana affrontavano la squadra sovietica dovevano sorbirsi gli italiani di fede comunista che tifavano per l’URSS.

Oggi, morto il sovietismo, personaggi di spicco continuano a disprezzare gli italiani. Ma non si tratta solo di ideologia comunista camuffata di progressismo. Con la parola e con la penna, articoli dopo articoli, libri dopo libri, programmi Tv dopo programmi Tv, stanno uccidendo la cultura che il mondo ci invidia. A parte la grandezza storica in tutti i campi del sapere, negli anni sessanta l’Italia realizza quello che definirono miracolo economico. Negli anni ottanta è diventata la quinta potenza economica del mondo. L’industria, l’arte, la letteratura, il cinema, la musica, la cucina sono sempre state tra le più apprezzate.

Grazie ai comunisti-progressisti, l’italiano medio generalmente prova fastidio nel sentirsi italiano, preferisce inglesizzarsi, magari all’Alberto Sordi di Un americano a Roma, oppure andando a studiate nei paesi anglosassoni. Ma in questi paesi la clava progressista sta facendo ancora più danni. Basti pensare che i giovani americani odiano Trump perché afferma American first. Chissà se sarebbero dello stesso avviso se i loro papà li lasciasse alla fame per dare da mangiare agli estranei.

I giovani progressisti che manifestano contro il razzismo si vergognano per le colpe dei loro antenati. Ve lo immaginate se domani i giovani marciassero per le strade di Roma perché i Romani crocifiggevano sull’Aurelia? Magari chiedendo la testa della sindaca Raggi? Solo gli sprovveduti possono utilizzare i criteri etici di oggi al passato, alla storia. Molto probabilmente, se i giovani che protestano oggi fossero nati qualche secolo fa, data la loro connaturata aggressività, sarebbero stati tra i peggiori aguzzini razzisti.

Negli USA, come nel Regno Unito, stanno abbattendo statue e i simboli di personaggi che, nel bene e nel male, hanno fatto la storia dei loro Paesi. Tra gli odiati c’è anche Cristoforo Colombo, accusato di razzismo. Ovviamente ignorano che gli spagnoli guidati da Colombo trovarono una società dove i governanti locali, oltre a praticare i sacrifici umani, annualmente gettavano dalle loro piramidi migliaia di schiavi donne, uomini e bambini, per ingraziarsi gli dei.

Ignorano altresì che gli europei compravano gli schiavi dalle tribù africane e dagli arabi che commerciavano esseri umani da secoli prima dell’arrivo degli europei. Perché i giovani anglosassoni non lo sanno? Perché la subcultura progressista glielo ha nascosto. Come hanno nascosto che i maggiori schiavisti europei erano gli antenati dei progressisti: i massoni. Voltaire e Locke investirono nella tratta degli schiavi, cosa che la Chiesa, tanto odiata dai progressisti, ha sempre condannato.

Basterebbe aprire il Vangelo per averne conferma:“Tutti voi siete infatti figli di Dio. Non c’è più giudeo né greco; non c’è più schiavo né libero; non c’è più uomo né donna, poiché tutti voi siete uno in Cristo Gesù” (San Paolo, Gal 3,26-28).

Papa Paolo III nel 1537 afferma che non è lecito privare della libertà e delle proprietà “gli stessi indiani e tutti gli altri popoli, anche se non appartenenti alla nostra religione” e impone la scomunica a coloro che collaborano con la tratta degli schiavi. La scomunica è ribadita da Papa Urbano VIII nel 1639.

Al contrario lo schiavismo fa parte della sharia islamica. Infatti molti musulmani sono accolti a braccia  aperte alle manifestazioni, spesso in prima fila, del cosiddetto Black Lives Matter. Ignoranza suicida.

Nonostante la Chiesa si sia sempre opposta allo schiavismo, i bergogliani e i progressisti sostengono la politica dei veri schiavisti e guerrafondai, i massoni. Non passa giorno che Bergoglio non invochi le porte aperte per accogliere i musulmani che, per diritto divino, per oltre mille anni hanno schiavizzato milioni di africani, europei e asiatici. Mentre noi ballavamo con le musiche dei Beatles, l’Arabia Saudita nel 1962 e l’Oman nel 1970 abolivano, almeno su carta, lo schiavismo. Ma solo perché pressati dal governo britannico, lo stesso paese dove i Black lives matter stanno manifestando con la violenza contro il razzismo e i padri della patria come W. Churchill, colui che ha fermato il nazismo. Ignoranza suicida.

In Italia abbiamo visto la signora Boldrini e compagnucci inginocchiarsi per la morte di Floyd, così come molti progressisti rampanti di altri paesi. Ma non hanno mai indetto una sola manifestazione per le migliaia di omicidi attuati dagli islamisti contro i cristiani, bambini e adulti, neri, bianchi e asiatici. Nemmeno quando una giovane coppia cristiana è stata bruciata viva, come accadde in Pakistan nel 2014.

Evidentemente per Soros e i progressisti i cristiani morti ammazzati hanno l’effetto di una tisana  prima di dormire.

Concludo con questo brevissimo video, poco meno di un minuto, che immortala alcuni giovani bianchi americani, gente bella, educata e perbene, rincoglionita dalle scuole e dai media. Come vedrete, grazie alla disinformazione masso-progressista, baciano le scarpe di un nero razzista.

Ignoranza suicida.

Agostino Nobile

§§§

 




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

25 commenti

  • gigi ha detto:

    Se dopo la rincorsa alle cavolate di Greta mi toccherà anche inginocchiarmi a scuola…mi licenzio!

  • Nicola Buono ha detto:

    Ecco a cosa vogliono arrivare i progressisti PD e M5S e LEU e + EUROPA……Ed hanno il coraggio , l’insolenza e la faccia tosta di dire che la moneta elettronica sarà su base volontaria. Questo mentre VOGLIONO TASSARE I PRELIEVI BANCOMAT per scoraggiare l’uso del contante. Forse non è lontano il periodo profetizzato dalla Bibbia del famoso
    marchio della bestia …

    https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2020/06/16/conte-transizione-gentile-verso-cashless_oryx8kpFdpICo3P6BjbIBO.html

  • stefano raimondo ha detto:

    Pochi miliardari pervertiti vogliono un mondo a loro immagine e somiglianza. Questi ragazzotti scemi che abbattono statue costituiscono l’esercito di riserva.

  • FABIO TORREMBINI ha detto:

    bell’articolo. ogni anno negli USA muoiono circa 1000 persone in scontri con la polizia, poco più di 200 sono neri, il resto sono bianchi (la maggioranza) e ispanici. Muoiono altresì circa 150 poliziotti, i quali un po’ vanno anche capiti quindi. Il tema sarebbe quello della violenza e della diffusione patologica delle armi, più che il razzismo. Tanto più che la popolazione nera negli USA è il 13% del totale ma il 50% degli omicidi e il 60% dei furti vengono commessi da neri… ; ma anche diffondere dati oggettivi e inconfutabili potrebbe essere razzista, quindi mi fermo. Conoscevo la frase di Togliatti, ma non capisco perchè ogni fonte parli del XVI congresso del PCI, che è del 1983….

  • cattolico ha detto:

    dr.tosatti purtroppo non è cosi.pio ix 20-06-1866. la schiavitù in quanto tale,considerata nella sua natura fondamentale,non è del tutto contraria alla legge naturale.possono esserci molti giusti diritti alla schiavitù e sia i teologi che i commentatori dei canoni sacri vi hanno fatto riferimento.non è contrario alla legge naturale e divina che uno schiavo possa essere venduto,acquistato,scambiato o regalato. verifichi e ritenga questo messaggio riservato. cordialmente

    • stefano raimondo ha detto:

      Infatti Gesù intende dire che tutti possono salvarsi: liberi, schiavi, uomini, donne, ecc. Non voglio arrivare a determinate conclusioni, ma Gesù non ha mai detto che la schiavitù va abolita, eppure occasioni per dirlo ne avrebbe avute molte. Tra l’altro, relativamente al passo di San Paolo, se lo intendessimo come a dire che (da quel momento) non esiste più differenza tra libero e schiavo, dovremmo pervenire pure alla conclusione che non esiste neanche più differenza tra uomo e donna…

      La verità è che Gesù si è sempre riferito all’aspetto privato, non a quello politico-pubblico, non ha mai caldeggiato una legge anziché un’altra, una politica anziché un’altra. I “cambiamenti” radicali, collettivi, se così possiamo chiamarli, avverranno solo nell’aldilà: Gesù non è portatore di nessuna ideologia.

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Cattolico
      Come diceva la famosa vecchia che non voleva morire perchè c’era sempre qualcosa di nuovo da imparare, oggi imparo che la schiavitù ci possa anche stare. Evviva!
      A questo punto non voglio morire neppure io perchè “Cattolico”, con la collaborazione di “Stefano Raimondo”, ha sempre qualcosa da insegnarmi.

      • stefano raimondo ha detto:

        Grazie per il prezioso contributo alla discussione. Di alta qualità anche il sarcasmo. 🙂

    • agostino nobile ha detto:

      Gentile CATTOLICO, un commento di Pio IX non rappresenta la dottrina cattolica. Per secoli lo schiavismo era la colonna portante dell’economia, quindi non si poteva cancellare dalla mattina alla sera. Il messaggio evangelico Gesù Cristo non tratta di economia ma di salvezza dell’anima. Ma i cristiani sapevano bene che lo schiavo doveva essere trattato umanamente perché figlio dell’unico Dio. Nessun filosofo greco, anche i più illuminati, condannò la schiavitù. Nel mondo cristiano già nell’alto Evo gli schiavi erano definiti servi, e avevano diritti che lo schiavo delle altre culture nemmeno sognava. Se nella cristianità i servi furono aboliti intorno al X secolo, il resto del mondo dovette attendere altri mille anni. In Inghilterra, dopo lo scisma dalla chiesa cattolica, Giacomo I d’Inghilterra iniziò la tratta degli schiavi cattolici irlandesi nelle Indie Occidentali (Caraibi) per venderli ai proprietari delle piantagioni. In seguito, come ho scritto nell’articolo, i principali negrieri furono i nemici giurati della Chiesa, i massoni. Se legge il mio Quello che i cattolici devono sapere, avrà più notizie. Grazie.

  • Sherden ha detto:

    “…per Soros e i progressisti i cristiani morti ammazzati hanno l’effetto di una tisana prima di dormire…”

    questa è da INCORNICIARE.

  • Lelume ha detto:

    La povera Asia Bibi?
    I cristiani trucidati perché Cristiani?
    La ragazza fatta a pezzi e messa dentro una valigia?
    ….. quanti altri episodi degni di crimine dell’umanità!…..
    La libertà dovrà ancora restare prigioniera fino al giorno in cui il numero degli eletti sia completato.
    POI, GRANDE VITTOIRIA
    La sig.ra boldrini, non è lei che propose, che in tempo di covid19, bisognava andare a casa per fare gli aborti?
    Ma satana si può opporre a lucifero?
    Non dimentichiamo che soros (grande amico di bergoglio) da RAGAZZINO, consegnò alle SS molti ebrei (ricchi) per poi derubarli delle cose di cui erano proprietari. I discepoli non possono essere diversi dal loro maestro.
    Ma quando arriverà il Padrone della Vigna che ne sarà di questa chiesa massonica?

  • creazionista ha detto:

    Soros e kompagni vogliono la guerra civile in USA per impedire la rielezione di Trump. Come i kompagni nostrani che ci stanno riempiendo di risorse già addestrate per proseguire l’opera fallita dalle volanti rosse dopo la guerra.

  • Enrico ha detto:

    Il venerabile Fulton Sheen disse in un predica che ti accorgi che Santana è in comando di una società quando nella società si manifesta: Nudità, Violenza, Divisione. Benvenuti a una società che rifiuta le leggi di Dio. Infine, complimenti a Papa Francesco che ha anticipato tutti quando ha inginocchiato difronte ai leader africani.
    Enrico from BKLYN

  • Nicola Buono ha detto:

    Ieri sera ho sentito un importante intervento del politologo amercicano Edward Luttwak che tra le altre cose ha detto che :” un numero sempre maggiore di poliziotti americani , non solo bianchi ma anche neri, gialli e di altre razze, da che é morto George Floyd si rifiutano di intervenire in caso di chiamata di un cittadino che segnala una situazione pericolosa con protagonista un afroamericano…..Questo ha fatto si che siano morte ( probabilmente) per questi mancati interventi ( delle forze dell’ordine) ben 300 persone negli ultimi giorni negli Stati Uniti…”

  • Giulio Barioni ha detto:

    Bisognerebbe inginocchiarsi tutti davanti al Santissimo.
    Tutto il testo è vanità

  • Giovanni Giuseppe Marcolini ha detto:

    Situazione inestricabile, il regno di satana avanza.

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    Non guardo il video. La fotografia di Uno bianco che si sdraia a baciare le scarpe a un negro, l’ho già vista.

    • Enrico ha detto:

      “Negro”: se qualche accolito misericordioso del Pensiero Unico legge questo commento, ne rimarrà scandalizzato 🤣