IL COVID 19 E IL PAPA. CHIEDE RISPETTO DELLE REGOLE, PERÒ POI….

21 Maggio 2020 Pubblicato da 37 Commenti --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, già dalle foto della prima messa in San Pietro avevamo visto che le misure di sicurezza minuziose imposte alle chiese italiane una volta che si varcano le Mura non valgono più. Il Pontefice aveva celebrato senza mascherina, ricordando nello stesso tempo di rispettare le regole, e senza mascherina erano anche alcuni dei non numerosi presenti. E va be’, le regole italiane non valgono in Vaticano, si sa. Però c’è una certa incongruenza, e l’ha rilevata bene Franca Giansoldati nell’articolo che vi riportiamo dal Messaggero, e soprattutto nel video. 

 Ecco l’articolo di Giansoldati, e un video molto interessante…

§§§

Città del Vaticano – Mentre il Papa chiede ai cattolici di obbedire alle indicazioni sanitarie dei governi ma poi si rifiuta categoricamente di indossare la mascherina, come ha fatto anche due giorni fa a San Pietro per celebrare la messa per l’anniversario di Giovanni Paolo II (in basilica c’è l’obbligo per tutti di indossare la protezione), un vescovo americano ha diffuso una clip di 3 minuti per spiegare a tutti i suoi fedeli, anche a quelli più riottosi, perché è necessario dare il buon esempio e mettersi la mascherina quando si entra in chiesa.

Il video è diventato virale. Le immagini postate sul sito della diocesi mostrano il vescovo di El Paso, Mark Seitz, davanti alle telecamere protetto da una mascherina, a fianco di un crocifisso, presumibilmente nei locali della sacrestia della sua chiesa. «La maschera non è un optional» ha chiarito. «E non è nemmeno una espressione per limitare la libertà, semmai è un modo per proteggere le persone che ci circondano. Non serve a proteggere te dal contagio, quando a rendere efficace la protezione per gli altri».

Ha anche aggiunto che se si è cristiani e si seguono gli insegnamenti di Gesù non si possono ignorare i suoi insegnamenti sull’amore che si deve ai fratelli e alle sorelle. Pertanto agisci e quando entri in chiesa indossa la maschera. Non è un optional!».

 

§§§

 

 




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

( su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

37 commenti

  • Avatar Angela ha detto:

    Ma se pensassimo TUTTI un po’ di più alle nostre belle “TRAVI” nell’occhio???!!! Certo che fa specie rivivere i tempi di Gesù che ad ogni piè sospinto si trovava attorniato da scribi e farisei che facevano e dicevano di tutto per farlo cadere!!! E perché i suoi discepoli mangiano di sabato? E perché non si lavano le mani? E perché non fa lapidare la donna adultera? E perché si fa lavare i piedi con un olio costoso? E perché, perché, perché………!!! Ne ha avuto di fegato il Signore e di PAZIENZA!!!! Lento all’ira…… Prendersela con un Vecchio Papa con un polmone solo che dopo pochi metri ansima!!! Immaginatelo con una mascherina!!! E tutti i presenti alla Celebrazione voi pensate che se non ci fosse stata sicurezza sarebbero stati ammessi? Mi pare che c’è differenza fra le dimensioni dello Stato Vaticano e quelle dello Stato italiano come anche molta differenza di varietà di fedeli in Chiesa! E comunque alla fine quello che colpisce in questi articoli è il “grande senso di Amore cristiano che vi trasuda”! Proprio un senso di “amore fraterno” sibillino che fa venir voglia di starsene alla larga da certi individui che ti fanno le pulci o meglio il pelo e contropelo!!!!!! Se fosse per questi puristi la povera gente starebbe bella fresca dal ricevere annunzio evangelico! Complimenti Sig. Tosatti! Può gloriarsi di aver fondato una nuova Chiesa sicuramente non cattolica, anche se si fregia di seguire alla lettera qualsiasi osservanza, tranne quella di Amore verso il Santo Pontefice reggente e di obbedienza! Noi comuni mortali ringraziamo il Signore di aver avuto Papa Francesco durante questa pandemia come guida spirituale e sicura conferma nella Fede! Grazie di CUORE Papa Francesco! Le tue parole nelle omelie quotidiane sono state lampada per i nostri passi!!! Che il Signore e Maria S.S. ti proteggano sempre!!!

  • Avatar Paola ha detto:

    Vi dico cosa farò io in scienza e coscienza. La S. Comunione sulla mano è una pratica che e’ stata in uso per un brevissimo tempo agli inizi del cristianesimo. Tuttavia mai sul palmo della mano nudo, ma protetto da un telo detto purificatorium. Farò quindi così ma non usero’ un telo di cotone, ma un più sicuro guanto di cotone bianco che ho fatto già benedire. Assunta la S. Comunione, usando molta attenzione sfilerò il guanto ravesciandolo e poi lo riporro’ in un astuccio . Una volta a casa metterò il guanto in una tazza d’acqua.il giorno dopo rovescerò l’acqua magari in un vaso di fiori. La Chiesa usa fare questo quando recupera una Particola caduta a terra, considerando che sciolta la stessa non vi sia più la presenza del Corpo di Cristo. Penso che questo sia l’unica cosa che possa essere fatta e che comunque è cio’ che io farò. E coraggio a tutti noi

  • Avatar Lello ha detto:

    DUNQUE…
    SE CON GUANTI E MASCHERINA : NON VA BENE
    SE SENZA GUANTI E MASCHERINA :NON VA BENE
    TOLGONO L’EUCARESTIA : NON VA BENE
    RIMETTONO L’EUCARESTIA : NON VA BENE
    SE IL PAPA DICE DI SEGUIRE LE AUTORITÀ DEI VARI STATI : NON VA BENE
    SE IL PAPA SEGUE LE REGOLE (DIVERSE) DELL’AUTORITÀ DEL SUO STATO (LUI STESSO): NON VA BENE
    ….ABBIAMO CAPITO….
    GRAZIE DI ESISTERE. CON VOI IL BUON UMORE È SEMPRE ASSICURATO.

    • Avatar valentina ha detto:

      Già, che tipi noi cattolici, neh! Volevamo che ci restituissero la messa com’era prima (o almeno che non si perpetuassero sacrilegi)…sempre a cercare il pelo nell’uovo, mai contenti, delle pentole di fagioli a priori!
      E i ciarlatani a mettere becco in cose che non conoscono…ma ridete pure, ce ne fate solo onore! E se frequentate questo blog magari, prima o poi, uscite dalla vostra sconfinata ignoranza!

    • Avatar Paolo Pagliaro ha detto:

      E a lei invece va bene tutto?
      Rimarcare la contraddizione non vuol dire supportarla, come dovrebbe essere ovvio.

      PS: Guardi che ha dimenticato il tasto delle maiuscole inserito.

  • Avatar deutero.amedeo ha detto:

    Qualche versetto al giorno……
    Salmo 120,1-4
    [1] Nella mia angoscia ho gridato al Signore
    ed egli mi ha risposto.

    [2] Signore, libera la mia vita
    dalle labbra di menzogna,
    dalla lingua ingannatrice.

    [3] Che ti posso dare, come ripagarti,
    lingua ingannatrice?

    [4] Frecce acute di un prode,
    con carboni di ginepro.

  • Avatar Nicola Buono ha detto:

    Leggetevi da Avvenire, queste istruzioni per la Santa Messa e soprattutto il paragrafo dedicato all’Eucarestia ed in particolare il suggerimento di NON pronunciare AMEN dopo aver ricevuto il Corpo di Cristo e cosa si suggerisce a Genova per il dopo Comunioni da parte del Sacerdote in relazione ai guanti in gomma ( in pratica si ammette che rimangano frammenti di Eucaristia sui guanti……) Io sono letteralmente angosciato per quello che succederà Domenica, perché io NON ACCETTERÒ LA COMUNIONE SUI GUANTI per cui presumo che non riceverò l’Eucaristia. Lei dott Tosatti, mi scusi se mi permetto, come si comportera’ ? Grazie ma scusatemi sono angosciato. Ho visto tantissimi anni fa un video che dimostrava ( mostrando ovviamente un’ostia NON consacrata) come rimanessero attaccate particelle di Ostia attaccate alla mano in caso di ricevimento il Sacramento sulla mano. Figuriamoci su dei guanti in gomma. Ripeto sono angosciato.

    https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/guida-a-come-saranno-le-messe-dal-18-maggio

    • Avatar Shalom ha detto:

      Trovo inaccettabile anch’io che la CEI possa ritenere possibile che vi siano Vescovi e Sacerdoti che concedono la Comunione Eucaristica a fedeli divorziati e risposati civilmente pur non astenendosi dall’intimità detta coniugale ma in realtà adulterina (es. Emilia Romagna, ma non solo) e la rifiutano invece ai Fedeli che, in grazia di Dio, desiderano riceverla in ginocchio o nella bocca o nella mano senza i guanti di lattice? Come non vedere una grave e inspiegabile contraddizione in entrambi i comportamenti, proprio dai Pastori?

  • Avatar Francesco ha detto:

    Bergoglio e Gualtiero tornate, tornate, nei vostri atri muscosi e fori cadenti, un volgo disperso repente si desta

  • Avatar Adriana ha detto:

    Mi sa che noi , poveri ,abbiamo due Marchesi del Grillo:
    Giuseppi e Jorge . Entrambi umili e miti .

  • Avatar Alessandro ds ha detto:

    Scusate, ma lo noto solo il fatto che le donne religiose stanno tenendo in mano la pisside con le ostie dentro e Bergoglio le sta consacrando direttamente dalle loro mani invece che appoggiato sull’altare?
    Ma è solo un’impressione del fermo imnagine o è proprio cosi?
    Il video completo per controllare la procedura di consacrazione dove si può trovare?
    Le Religiose non possono toccare la pisside se le ostie sono consacrate, sarebbe un abuso liturgico se fosse così.

    • Avatar Alessandro ds ha detto:

      Ah ok, controllato, falso allarme.
      stavano solo facendo il servizio, potevano ancora toccarla.
      La posizione delle mani durante la foto poteva confondere.

  • Avatar Gene ha detto:

    Schizofrenia pura o semplicemente superficialità?
    Anche in questa occasione come in tante altre il signor buonasera dimostra la sua inadeguatezza.
    Purtroppo ci stiamo abituando a tutto

  • Avatar Virro ha detto:

    Tranquilli!!!!!
    Gesù ha insegnato alla SUA Chiesa che la Sua Parola è Via Verità e Vita, raccomandando di amarci.
    Ma questa chiesa che non è di Cristo, ma dell’onu massonico, si può permettere, come già avviene, di dire bugie come verità, rubare come un diritto, bestemmiare come fare un complimento, distruggere gli ordini religiosi perché non gli piacciono, dentro quelle mura c’è il terrore…. – che amore fraterno!
    – che amore educativo!
    – che amore contagioso!
    – che amore edificante!
    – che amore santificante!

    SS: Pietro, Paolo, Ignazio intercedete per la nostra Chiesa

  • Avatar Raffaella ha detto:

    Siamo alle solite, l’inquilino di Santa Marta dice una cosa e fa l’esatto contrario.
    ” Cari italiani seguite i diktat del governo Conte e del suo servo Gualtiero; io me ne infischio e faccio quello che voglio”.

  • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

    VI PROPONGO QUEST’ ARTICOLO MOLTO BUONO DEL CARO CLAUDIO GAZZOLI:

    https://blogclaudiogazzoli.blogspot.com/2020/05/massocrazia.html?showComment=1590080325977&m=1#c6223975403882501496

    Carissimo Claudio. Oggi ho finito un “novenario”, chiamiamo qui in Venezuela, e cioè 9 Santi Sacrifici Eucaristici, per l’ anima d’ un giovane di 31 anni, chiamato pure come te, Claudio Calzadilla; amazzato dagl’ indios perche loro li rubbarono 8 cavalli, e scoprendo dove erano andò per riprenderli, ma loro con freccie…l’uccissero, smembrarono e buttarono i pezzi del corpo quale macelleria, nel fiume vicino.
    Scrivi questo articolo con grande visione di come andrebbero a finire le cose, già così messe male, se Dio permettesse il demonio con questo COLPO DI STATO VATICANO, continuare ancora questo abominio e desolazione per molti anni.
    Ma non caro fratello. Devi avere solo occhi per nostra Madre Celeste. La Beata Anna Caterina Emmerick ha visto tutto questo più d’ un secolo e mezzo fa…e ha visto che con tutto non c’è la faranno.
    Prima arriverà la PURIFICAZIONE che spazzerà via tutte le massocrazie sparsse per il mondo, non è solo l’ ONU. E quindi dopo, arriverà il TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO.

    Domani per favore non dimenticare iniziare la Novena allo Spirito Santo per Pentecostè. Appunto tutte le novene nascono da questa prima…obbedendo il Nostro Signore che comandò restare uniti nella preghiera per ricevere lo SPIRITO SANTO (IL VERO, L’UNICO. Per berORGOGLIO ICEberg pachaimmonda sarebbe una emanazione dello spirito universale dell’ archittetura massone…per esempio).

    DIO TI BENEDICE. GRAZIE PER QUESTO SCRITTO.
    21.5.2020 SOLENNITÀ DELL’ ASCENZIONE DEL NOSTRO SIGNORE.
    San Eugenio di Mazenod.

    • Avatar deutero.amedeo ha detto:

      Una delle più belle preghiere dell’umanità credente è il Veni Creator. Molte traduzioni in italiano son una vera oscenità. Perciò, per chi non ce l’ha sottomano lo propongo il latino.

      Veni, creátor Spíritus,
      mentes tuòrum vísita,
      imple supérna grátia,
      quæ tu creásti péctora.

      Qui díceris Paráclitus,
      altíssimi donum Dei,
      fons vivus, ignis, cáritas,
      et spiritális únctio.

      Tu septifòrmis múnere,
      dígitus patérnæ déxteræ,
      tu rite promíssum Patris,
      sermóne ditans gúttura.

      Accénde lumen sénsibus,
      infúnde amórem córdibus,
      infírma nostri córporis
      virtúte firmans pérpeti.

      Hostem repéllas lóngius
      pacémque dones prótinus;
      ductóre sic te prævio
      vitémus omne nóxium.

      Per Te sciámus da Patrem
      noscámus atque Fílium,
      teque utriúsque Spíritum
      credámus omni témpore.

      Deo Patri sit glória,
      et Fílio, qui a mórtuis
      surréxit, ac Paráclito,
      in sæculórum sæcula.

      Amen

      • Avatar Enrico ha detto:

        Ehilà!!! L’Amico patito veterotestamentario che cita un inno cattolico “modernista” del IX secolo!

        Complimenti!
        😊

      • Avatar Alessandro2 ha detto:

        E’ un inno meraviglioso, davvero ispirato e denso di alta teologia (Per Te sciamus da Patrem. etc.)

        Nel leggerlo, a mente lo canto 🙂

        • Avatar deutero.amedeo ha detto:

          Sapessi che emozione!!!!! Anni fa capitai nell’Abbazia benedettina di Piona (sul lago di Como) all’ora sesta di un giorno dell’ottava di Pentecoste.Già da fuori dalla chiesa si sentivano le voci dei monaci che stavano cantando il Veni Creator in gregoriano. Forse sarò anche un po’ sentimentale (sono un “cancro”) ma è stata una esperienza indimenticantibile. In quanto alla preghiera in sè io la recito ogni mattina, tutto l’anno, e a volte anche durante la giornata ( in passato,quando ero più giovane, talvolta anche mentre viaggiavo da solo in automobile). Poi qualcuno qui mi dà del veterotestamentario solo perchè dico che Gesù frequentava la Sinagoga e conosceva alla perfezione l’AT e lo richiamò spesso nella sua predicazione.

  • Avatar Maria Michela Petti ha detto:

    Matteo 23:1-12

    «Allora Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: «Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno. Legano infatti pesanti fardelli e li impongono sulle spalle della gente, ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini: allargano i loro filattèri e allungano le frange; amano posti d’onore nei conviti, i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze, come anche sentirsi chiamare “rabbì” dalla gente. Ma voi non fatevi chiamare “rabbì”, perché uno solo è il vostro maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate nessuno “padre” sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo. E non fatevi chiamare “maestri”, perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo. Il più grande tra voi sia vostro servo; chi invece si innalzerà sarà abbassato e chi si abbasserà sarà innalzato».
    È Parola – esortazione dell’ unico Maestro.
    Voglia l’unico nostro Padre sostenerci nel sopportare il pesante fardello che “impongono” sulle nostre spalle.
    Che peso la contraddizione fra il predicato e l’ esempio dato!

    • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

      Carissima Maria Michela il peggio è, l’ abominio tanto, la desolazione dilagata nel mondo intero, che nemmeno oggi si può fare quel che dicono…

  • Avatar Davide ha detto:

    Scusate, ma è evidente che la fotografia non può essere di questo periodo, dato che il colore dei paramenti liturgici del tempo pasquale è il bianco.
    Su questo sito si possono trovare le fotografie della celebrazione.
    http://w2.vatican.va/content/francesco/it/events/event.dir.html/content/vaticanevents/it/2019/10/20/messa-giornatamissionaria.html

    • Avatar Milli ha detto:

      Difatti Bergoglio è bianco. Le foto nel link da lei postato si riferiscono a una celebrazione di ottobre 2019.
      Non capisco .

      • Marco Tosatti Marco Tosatti ha detto:

        Fotografia sbagliata, sostituita. Scusate l’errore.

      • Avatar Davide ha detto:

        Sì, ora è bianco. È stata messa la fotografia corretta e nell’articolo è stato tolto il riferimento in cui si parlava delle religiose che si avvicinavano al Papa durante la processione offertoriale proprio nella messa di cui ho postato il link.

  • Avatar valentina ha detto:

    Mi verrebbe da dire che i chierici tutti sono dei pagliacci! Quando sono in “libera uscita” se ne guardano bene dall’indossare, non dico la talare, ma almeno il clergyman; escono in borghese per essere più “vicini al popolo”. Ma quando devono fare gli spocchiosi misericordiosi e dire delle grosse panzane, vedi come si mettono in tiro per sembrare preti autorevoli!!!

Lascia un commento