NOBILE: BERGOGLIO SCAMBIA I MEDIA PER I SEGNI DEI TEMPI…

6 Maggio 2020 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, Agostino Nobile ci ha inviato una riflessione su un tema estremamente di attualità, e cioè il rapporto fra il Pontefice regnante i mass media. Non nel senso attivo, del termine, vale a dire quanto papa Bergoglio usi e influenzi l’informazione su se stesso e sulla Chiesa; ma nel senso passivo, ricettivo, e cioè quanto egli stesso sia permeato e influenzato da ciò che legge e sente. E naturalmente le conseguenze che questo ha sulla vita della Chiesa. Buona lettura. 

§§§

                      Bergoglio confonde i mass media con i segni dei tempi

 La politica vaticana può essere sintetizzata con le parole che Bergoglio ha pronunciato nella Meditazione mattutina in Santa Marta del lontano 23 ottobre 2015: «I tempi cambiano e noi cristiani dobbiamo cambiare continuamente. Dobbiamo cambiare saldi nella fede in Gesù Cristo, saldi nella verità del Vangelo, ma il nostro atteggiamento deve muoversi continuamente secondo i segni dei tempi. Siamo liberi. […] Qual è la verità? Qual è il messaggio che il Signore vuole darmi con quel segno dei tempi?» Con questa scappatoia si tenta di cancellare duemila anni di storia della Chiesa e dei grandi santi. Ma vediamo se la lettura di Bergoglio è coerente col messaggio di Gesù Cristo. Nel Vangelo di Matteo 16, 3-4 troviamo la definizione “segni dei tempi” «Sapete dunque interpretare l’aspetto del cielo e non sapete distinguere i segni dei tempi? Una generazione perversa e adultera cerca un segno, ma nessun segno le sarà dato se non il segno di Giona». Su questo passo il biblista cardinale Gianfranco Ravasi, che non può certo essere tacciato di tradizionalismo, commenta: «Essa, infatti, non era molto aperta all’universalismo e – rileggendo Giona – non ne celebrava tanto la predicazione ai pagani (a loro un po’ sgradita), quanto piuttosto la liberazione prodigiosa dal rischio di morte nel ventre del grosso pesce. Anche per questo era, quindi, più facile l’applicazione della vicenda alla risurrezione sia da parte di Gesù sia da parte dei cristiani».  Quindi secondo questa interpretazione, che oggettivamente ci sembra la più coerente al Vangelo, il segno dei tempi deve essere applicata alla risurrezione di Gesù Cristo, e non come vuole il Vaticano II, ispirato dallo Spirito Santo che guida la Chiesa al dialogo col mondo. Infatti, da quanto abbiamo letto pare proprio che Gesù Cristo si riferisca anche ai nostri tempi: «Una generazione perversa e adultera cerca un segno, ma nessun segno le sarà dato se non il segno di Giona.» 

Tra l’altro, potrei sbagliare, ma non mi sembra che la parola dialogo appaia sia nell’Antico che nel Nuovo Testamento. Andiamo avanti. Nella Costituzione Gaudium et Spes, art. 4, si legge: “Per svolgere questo compito, è dovere permanente della Chiesa di scrutare i segni dei tempi e di interpretarli alla luce del vangelo, così che, in un modo adatto a ciascuna generazione, possa rispondere ai perenni interrogativi degli uomini sul senso della vita presente e futura e sul loro reciproco rapporto. Bisogna infatti conoscere e comprendere il mondo in cui viviamo nonché le sue attese, le sue aspirazioni e la sua indole spesso drammatiche”. Ma se il Vangelo non viene rispettato, come mi sembra stia avvenendo, significa che la Chiesa non è più guida del mondo ma è il mondo che la guida. La Chiesa che mette in sordina l’avvento del Cristo Salvatore non segue più “la luce dei vangeli” ma le penombre del mondo. 

D’altronde, oltre al guado in cui si trova della Chiesa attuale, apprezzata dalle varie tipologie di anticristiani, basta leggere l’ammonimento di Gesù Cristo per capire che la storiella dei segni dei tempi è una bufala siderale che punta all’abbattimento della verità evangelica: “Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno” (Matteo 24-35). 

Qualsiasi fedele, pur ignorante in materia teologica, come lo è in parte il sottoscritto, potrebbe giustamente chiedersi: se la missione della Chiesa è il dialogo e la pace in terra, che bisogno c’era della venuta del Figlio di Dio, la Sua Passione e Resurrezione? Sarebbero potuti bastare maestri dell’etica come Socrate e Confucio. E poi, perché i profeti biblici annunciano la venuta del Messia? Il Cristo Salvatore non ha detto “Dialogate col mondo e portare la pace tra i popoli”, ma “Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16,15-16). Con la politica del volemosebbene Gesù Cristo potrebbe apparire duro e razzista, ma le Sue parole non lasciano scampo. Il che significa che la pace non si conquista col conto in banca, la pancia piena, l’ecologia, le leggi laiciste e i diritti sindacali, ma accogliendo Cristo. Cambiando il cuore dell’uomo. Cosa che, nonostante le catastrofi ideologiche, il panreligioso e sindacalista-ambientalista Vescovo di Roma sembra ignorare. 

Ora, perché i segni dei tempi non possono essere considerati movimenti popolari che nascono e si diffondono spontaneamente? Ormai dovremmo averlo capito tutti, specialmente da quando gli operatori del lavaggio dei cervelli sono entrati nelle case. Il pensiero, i gusti, le mode, sono prodotti da chi possiede i mezzi di condizionamento, i mass media. Ma c’è un altro aspetto ancora più subdolo da prendere in considerazione: i personaggi che dal ‘700 ad oggi sono padroni dell’economia, degli assetti sociali e morali. Per cambiare la società del ‘700/’800 sono bastati 30/40 massoni organizzati, che hanno scatenato la Rivoluzione Francese. Hanno cambiato il mondo attraverso la dittatura, massacri e violenze, anche grazie al tradimento di chi avrebbe dovuto servire la Chiesa di Cristo. Secondo lo storico francese Jean Dumont con i rivoluzionari si allearono 24mila sacerdoti su 29mila di casi studiati. Sicuramente erano convinti che lo Spirito Santo mostrava loro i segni dei tempi. Fu così che quaranta massoni, tra cui veri e propri criminali, autodefinendosi Illuministi, portarono la Francia alla bancarotta e il popolo alla fame. Più o meno quello che, grazie alle nuove massonerie che creano i cosiddetti segni dei tempi, si sta verificando nei nostri giorni. La storia si ripete. 

    Il documento ufficiale Standards per l’educazione sessuale  pubblicato nel 2010 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), agenzia specializzata dell’ONU, non è cosa nuova, è un programma che affonda le sue radici nelle prerogative della massoneria. Nell’aprile 1824 il massone carbonaro che si firma con lo pseudonimo Nubius, scrive una lettera al Fratello Volpe, dove tra l’altro si legge: «Il cattolicesimo, meno ancora della monarchia, non teme la punta di un pugnale ben affilato; ma queste due basi dell’ordine sociale possono cadere sotto il peso della corruzione. Non stanchiamoci dunque mai di corrompere. […]  Ora, è deciso nei nostri consigli, che noi non vogliamo più cristiani; non facciamo dunque dei martiri, ma rendiamo popolare il vizio nelle moltitudini. Occorre che lo respirino con i cinque sensi, che lo bevano, che ne siano sature. Fate dei cuori viziosi e voi non avrete più cattolici […]. Ma perché sia profonda, tenace e generale, la corruzione delle idee deve cominciare fin dalla fanciullezza, nell’educazione. Schiacciate il nemico, qualunque esso sia, dicevano le istruzioni, ma soprattutto, schiacciatelo quando è ancora nell’uovo. Alla gioventù infatti bisogna mirare: bisogna sedurre i giovani, attirarli, senza che se accorgano. Andate alla gioventù e, se è possibile, fin dall’infanzia» (Mons. H. Delassus – Il problema dell’ora presente. Antagonismo tra due civiltà – Desclée & C. Roma Tipografi-Editori, Roma 1907). 

Cose ottocentesche? Non proprio. In un articolo della International Review on Freemasonry pubblicato nel 1928 si legge: «La religione non teme i colpi di spada; ma può estinguersi sotto i colpi della corruzione. Non stanchiamoci mai della corruzione: usiamo un pretesto come lo sport, l’igiene, la cura della salute. E’ necessario corrompere: che i nostri giovani pratichino il nudismo. Per scongiurare una reazione eccessiva, bisogna procedere metodicamente: bisogna cominciare con lo scoprire il gomito; poi passare alle ginocchia; quindi a gambe e braccia completamente scoperte; poi la parte superiore del torace, le spalle, ecc.»

Chi ci dà in poche parole un quadro chiaro della situazione attuale è il socialista e criminologo Alain Bauer, Gran Maestro del Grande Oriente di Francia 2000/2003 e collaboratore del presidente francese Nicolas Sarkozy. In una intervista pubblicata il 12 dicembre 2003 sul settimanale Le Nouvel Observateur, tra l’altro, afferma: «Non è un caso se nel testo della Costituzione europea non si pone la questione di introdurre il concetto di eredità giudaico-cristiana […]. Anche in relazione alla bioetica siamo a favore della libertà assoluta, così come per la morale e la ricerca scientifica». 

Checché ne dicano pubblicamente gli alti gradi delle massonerie (Aspen Institute, Bilderberg, Council on Foreign Relations, Trilateral Commission, ecc…), che si presentano come  istituzioni al servizio della libertà, della democrazia e della pace fra i popoli, il programma descritto sopra è stato portato avanti durante due secoli, fino ad arrivare a scardinare la coscienza naturale. Questa decadenza è sotto gli occhi di tutti, ma le lobbies massoniche e i bergogliani continuano a negare l’evidenza. A partire dalla rivoluzione sessuale degli anni Sessanta l’attacco alla famiglia è stato frontale. In pochissimi decenni siamo arrivati ai corsi di omosessualismo nelle scuole e ai matrimoni per le persone dello stesso sesso. Un lavaggio del cervello che sta annichilendo la famiglia, isolando l’essere umano in un limbo carnale autodistruttivo privo di legami affettivi. Segni dei tempi? Lo vuole lo Spirito Santo? Certo alcune volte (troppo poche) Bergoglio si è detto contrario alle lobbies omosessualiste, ma di fatto si è circondato di omosessualisti inveterati, su tutti basti ricordare il gesuita James Martin. Si, quel religioso noto per le sue posizioni pro LGBT, scelto da papa Francesco come relatore all’Incontro mondiale delle famiglie (sic!) a Dublino nell’agosto 2018. 

Nelle scuole, anche cattoliche, non pochi adolescenti plagiati dal bombardamento omosessualista, spesso ridicolarizzano e emarginano chiunque osi affermare che il matrimonio gay non è naturale. Senza contare che a dodici tredici anni le ragazzine pensano già al sesso libero. Cari bergogliani, sappiamo che farete spallucce, ma è così che si creano i segni dei tempi. 

Agostino Nobile   

§§§



STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

48 commenti

  • Avatar Chiamatemi pure Torquemada. Me ne farò una ragione ha detto:

    Bergoglio ama ripetere che Gesù non è venuto per condannare ma per salvare.
    VERO!
    INfatti se fosse venuto per CONDANNARE avrebbe ammazzato tutti.
    Lui è venuto a convertirci. Convertirci per salvarci.
    E chi non vorrà convertirsi sarà dannato.
    Questo lo sapeva caro BERGOGLIO?
    Non l’ho inventato io. L’ha detto GESU’.
    E San Giovanni Battista mica è stato tenero?
    San Giovanni Battista, che Gesù ha definito il più grande tra gli uomini

  • Avatar Enrico ha detto:

    Il guaio è che le battute di Jorge finiscono per far concentrare l’attenzione soltanto su di lui, mentre invece l’argentino è il prodotto di 60 anni di vaticano II i cui responsabili sono stati e sono centinaia se non migliaia.
    Povero Jorge! Capro espiatorio del carrozzone mondialista montato pezzo per pezzo da Roncalli in poi!

    • Avatar Bastian contrario ha detto:

      Ma ciascuno di noi può rifiutare di essere strumentalizzato… certo deve accettare l’eventuale isolamento, ma almeno saprà di aver agito secondo coscienza.

    • Avatar carlone ha detto:

      Diciamo dal 1500 , tanto per sapere da dove si parte, per arrivare al dopoguerra con Pio XII con riforme alla Settimana Santa …etc…etc

  • Avatar stilumcuriale emerito ha detto:

    Ma J. Mario Bergoglio alla fine è un burattino che finge ( o si illude) di essere un burattinaio o è un burattinaio che finge di essere un burattino? Oppure è l’uno o l’altro a seconda dei casi ?

    • Avatar Ma ria Michela Petti ha detto:

      Tertium datur!

      • Avatar Bastian contrario ha detto:

        Ma allora quando agisce da burattino, e, di certo ne è pienamente consapevole, potrebbe farci la cortesia di informarci sull’identità del burattinaio?

        • Avatar Maria Michela Petti ha detto:

          Nonostante la furbizia di cui si gloria, facile individuarle nelle folate di vento che cercano di disperdere i sospetti.

  • Avatar Francesco ha detto:

    Ci rivedremo all’inferno! Ha onmesso il titolo di Vicario di Cristo perché è Vicario del Dyaballein

  • Avatar Marco Matteucci ha detto:

    CRONACA DA SANTA MARTA
    Papa Francesco: “Ci sono anche le mafie spirituali, il peccato acceca”
    06 Maggio 2020
    mafia, papa, Sicilia, Cronaca
    “Noi parliamo spesso delle mafie ma ci sono anche mafie spirituali, mafie domestiche” ovvero la ricerca di “qualcun altro per rimanere nelle tenebre” e invece “la conversione è passare dalle tenebre alla luce”. Lo ha detto il Papa nell’omelia della messa a Santa Marta.

    “Il peccato acceca e non possiamo tollerare la luce”, ha aggiunto il Papa sottolineando che ad accecare sono “i vizi, lo spirito mondano e la superbia”. “Non abbiamo paura: il Signore è buono, è mite, è venuto a salvarci. Non abbiamo paura della luce di Gesù”, ha concluso il Papa.

    … Che si sia voluto riferire a quanto succede in Vaticano?!

    • Avatar Marco Matteucci ha detto:

      LA PROFEZIA DI FRANCESCO:
      “Forse ci ritroveremo nell’inferno!”

      …BEH! … CONFIDIAMO NELL’INFALLIBILITÀ DEL PAPA

  • Avatar Marco Matteucci ha detto:

    “La Bestia e il Falso Profeta già comunicano e agiscono tra di loro, ma un giorno, per il potere di Dio, saranno distrutti e lanciati nel lago di fuoco, dove saranno tormentati notte e giorno, per tutta l’eternità, secondo le Scritture.
    Tutte le loro opere maligne e tutti coloro che hanno seguito i loro errori, oltraggiando il Santo Nome del Signore, disprezzando la sua divinità, combattendo contro la sua Santa Chiesa, saranno divorati dal fuoco che scenderà dal cielo e scompariranno per sempre dalla faccia della terra.


    https://www.marcotosatti.com/2020/05/03/la-profezia-di-fulton-sheen-ci-sara-una-chiesa-contraffatta/

    SE VUOI LEGGERE TUTTO IL POST:
    https://reginadelcielo.wordpress.com/2020/05/06/la-bestia-e-il-falso-profeta-gia-comunicano-e-agiscono-tra-di-loro/

    • Avatar Enrico ha detto:

      Matteucci, lei cita: “La Bestia e il Falso Profeta già comunicano e agiscono tra di loro”. In un precedente intervento, come rimedio alla confusione ha affermato “lasciate parlare il papa”.
      Ma allora la Bestia e il Falso Profeta chi sono? Chi sono questi due che “già comunicano e agiscono tra di loro”. O siamo ancora nel mito?

  • Avatar Enrico66 ha detto:

    O.T. Notiziona.
    Non si sa se creda al Paradiso, ma sicuramente Bergoglio crede all’inferno.
    «Allora ci rivedremo all’inferno». Dice proprio così Papa Francesco a un ragazzo affetto da una patologia riconducibile all’autismo e alla sua mamma, durante una telefonata ad una famiglia di Caravaggio.

    https://m.youtube.com/watch?time_continue=9&feature=emb_title&v=BkTx0THwjTI

  • Avatar Lucy ha detto:

    Il mantra di questo pontificato che ci assilla da sette anni ” i tempi cambiano e la chiesa deve muoversi secindo i tempi ” ha questa folgorante risposta “Non abbiamo bisogno di una chiesa che si muova col mondo ma di una Chiesa che muova il mondo “.
    G.K. Chesterton.
    Infatti la chiesa di oggi non è più segno di contraddizione, ha alzato bandiera bianca , anzi , peggio, collabora felicemente con ” i segni dei tempi” del mond che infatti ha smesso di attaccarla , come ha fatto sino a Benedetto XVI .Tutto con grande plauso del mondo è diventato negoziabile e interpretabile : le Scritture, i Vangeli ridotti a opinione sui tempi , il Magistero di 2000 anni, le Encicliche e le Esortazioni apostoliche dei Papi ante 2013 .Persino il filosofo agnostico Massimo Cacciari ha riconosciuto che ” La chiesa perderà la sua funzione di KATEKON ,l’argine, il freno contro il pensiero unico dominante “.
    Ha detto ” perderà ” ma il KATEKON c ‘è ancora , è Papa Benedetto XVI.

  • Avatar Massimiliano ha detto:

    Tutto inutile… tanto “ci rivedremo all’inferno…”. Saluti.
    Massimiliano.

  • Avatar Francesco ha detto:

    Faust alzava gli occhi ai comignoli delle case che nella luce della luna sembravano punti interrogativi.
    La falsa chiesa bergogliana è un cadavere in decomposizione, Bergoglio si muove su tre tavoli, del puparo, di Mefistofele e di Faust

  • Avatar Gene ha detto:

    Un segno, per questo periodo dei segni, è la presenza dell’uomo venuto dalla fine del mondo e del suo personalismo smodato,incoerente,spudorato….
    Il segno dei tempi è dato dai tanti cardinali, dai tanti vescovi e prelati che hanno rinunciato alla loro missione ..
    Il segno dei tempi è anche quello di noi fedeli che ci muoviamo inerti se andare avanti o se andare indietro.
    Il segno dei tempi è quello in cui la società ha perso la sua vitalità..

    • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

      Posso corregerLa carissimo sardo? Dei 4 segni, nel primo descrive con riasunto troppo piccolo. Nel secondo sbaglia, perche quelli non hanno avuto mai in testa la missione che Lei supone, invece sono chiari nella demolizione che portano avanti con smisurata svergognatezza, da più d’ un secolo. Il terzo segno, che Lei subisce, anche tale e quale ma pure rimane corto. Ed infine il quarto, anche vero perche persa la vitalità, sono troppi laici che hanno proprio impazzito.

  • Avatar Virro ha detto:

    Dott. Nobile, grazie per il suo pensiero cattolico che ci comunica sempre.
    Penso che la storia per sua natura è bella, ma la definirei una “brutta matrigna” perché a causa di chi la organizza e la racconta ha sempre il cuore doppio: dire / fare ma non la Verità.
    Chi vive la vita sacramentale ha la piena conoscenza di stare sempre davanti a Gesù, e ha amore per la VERITA’.
    Mi fermo al doloroso presente,
    il card. Silvestrini, il CAPO banda e fondatore della MAFIA di S.Gallo, quanto ha educato dall’ambone i fedeli della Chiesa Cattolica di Roma? che qualità di clero ha formato?, ma “casa Nazaret” era la SUA, che razza di politici ha formato? e questi sono sotto i nostri occhi!
    E’ lo stile massonico. Il classico: “facciamo e diciamo…e diamo la colpa ai cattolici” .
    E’ vero, l’insegnamento della “corruzione” viene dal loro LIBRO SACRO i cui segreti divini vengono confidati solo agli iniziati, e su questo gli aderenti – o gli iniziati – ci giurano il FALSO.

  • Avatar Maria Michela Petti ha detto:

    Il ricorso sfacciato alla motivazione di comodo della chiave di lettura dei “segni dei tempi” rientra nell’operazione machiavellica di plasmare le coscienze, nella presunzione di una superiorità intellettuale e morale altrimenti destinata a svanire alla prova di Verità che trascendono i limiti della natura umana.
    Verità che vengono adattate ai canoni della modernità attraverso una libera, personale, interpretazione. Interpretazione che, quand’anche si pretendesse – come è – legittima in sé e per sé, non può svincolarsi dai contrappesi pur imposti, specie quando – per responsabilità di ruoli ricoperti – l’area di influenza di estende a dismisura.
    Responsabilità non meno gravose pesano sugli editori e gli operatori dell’informazione obbligati al rispetto del codice deontologico, senza cedere o piegarsi ad interessi estranei all’essenza della professione.
    Particolarmente vincolante e delicato il compito dei vaticanisti soprattutto nelle difficoltà che si trova a vivere la Chiesa oggi. A tal proposito interessante la lucida analisi che ne ha fatto Andrea Gagliarducci.
    http://www.korazym.org/42579/e-estremamente-difficile-essere-vaticanisti-oggi-cercando-di-raccontare-la-chiesa-nella-sua-interezza/

    • Avatar Lucy ha detto:

      Concordo con la definizione di ” operazione machiavellica ” della lettura dei ” segni dei tempi ” , è funzionale al progetto bergogliano di devastazione di ciò che ancora resta della Chiesa Cattolica.

  • Avatar Raffaello ha detto:

    Bravissimo Nobile che coglie in pieno il problema della chiesa di oggi che senza veli ormai si schiera apertamente dalla parte del NOW

  • Avatar CLAUDIO GAZZOLI ha detto:

    molto interessante, a tal proposito, l’articolo di PETER KWASNIEWSKI, su una delle ultime squinternate omelie di Santa Marta… squinternate o finalizzate ? Il primo papa apertamente PROTESTANTE… anzi ultra-protestante:
    https://www.lifesitenews.com/blogs/pope-distorts-basic-christian-teaching-in-homily

  • Avatar Dino Brighenti ha detto:

    e allora cosa si aspetta per cacciarlo con i suoi compari

  • Avatar wisteria ha detto:

    E noi pure leggiamo i segni dei tempi! Ad esempio nel coronavirus. Diciamo francamente che è un castigo divino, anche se saremo derisi sua dai non credenti sai dai cattolici progressisti. .

  • Avatar Pier Luigi Tossani ha detto:

    Eh già… ne parlavo qui

    https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/04/25/25-aprile-2013-come-mai-non-ci-sentiamo-ancora-liberi/

    Ma, per non restare alla lamentazione sterile, mi riaggancio a quanto ho commentato nel post precedente: anche se le scuole cattoliche hanno dei limiti, in ogni caso attiviamoci, quantomeno, per salvare le paritarie. E’ uno dei punti di ripartenza possibili. Questo è il commento:

    *******************************************

    sì, c’era un articolo sulle paritarie scaricate da Governo Conte, oggi anche su “La Croce”, il quotidiano del Popolo della Famiglia:

    https://www.facebook.com/mario.adinolfi/posts/10158124427430428

    Però Adinolfi anche ricordava il 30 aprile, qui,

    https://www.facebook.com/mario.adinolfi/posts/10158106439300428

    che Salvini, in Senato, sulle scuole paritarie non ha fatto nessuna proposta concreta… e Giorgia, che ha fatto?… Ci vogliono proposte concrete, e sostenerle con convinzioni. No discorsi per accattare voti, e basta.

    • Avatar Iginio ha detto:

      Ma perché ce l’ha tanto con IL Tav (è maschile: treno ad alta velocità)? Perché prendersela coi treni e non, per esempio, coi Suv, che fanno ridere, sono pericolosi e inquinano?

  • Avatar Nicola Buono ha detto:

    https://www.antoniosocci.com/il-segreto-della-cattedrale-e-della-cupola-che-ha-affascinato-trump-centra-dante/

    Per O.T. un meraviglioso articolo di Antonio Socci sulla bellezza dell’arte Cattolica.

  • Avatar zuzzurellone ha detto:

    Interessante l’affermazione fatta da Nobili che sia stata la massoneria a impedire il richiamo , nella Costituzione europea, alle radici giudaico-cristiane. Non lo sapevo. Sapevo invece che il dibattito sulla questione era stato più forte in Francia di quanto non fosse stato in Italia. Qui, a parte la pubblicazione di un paio di libri, non si è andati : ovvero la polemica non ha raggiunto il grande pubblico, come tutte le cose che riguardano il rapporto con l’Europa, considerata lontana e matrigna.

    • Avatar cattolico ha detto:

      l’unica traccia di cultura giudaica in europa è il filosofo ebreo baruc spinosa,il quale avendo affermato che l’unica cosa vera della bibbia è gesù fù scomunicato dal sinedrio di amsterdam e condannato a morte. si salvò grazie al suo prestigio nel mondo accademico europeo.

  • Avatar anonimo verace ha detto:

    la propaganda a favore del matrimonio omosessuale è continua e instancabile : sulle reti RAI vengono trasmessi in continuazione film e telefilm in cui la coppia omosessuale viene rappresentata come fonte di libertà e di felicità, e come anche il sogno di paternità per una coppia di omosessuali sia un frutto giusto e santo del loro amore. Ma per arrivare a questo scopo bisogna seguire una procedura complessa e al di fuori delle normali leggi morali. Ma di questo non turba gli autori dei telefilm. La finzione precede e supera la realtà.
    Così facendo si instilla il desiderio del frutto proibito, se ne accresce il fascino malvagio…
    Bisognerebbe riuscire a chiudere la TV. E a pregare, affinché il Signore accordi ai nostri giovani la gioia di una famiglia autentica.

  • Avatar Maria Grazia ha detto:

    Cristo ha affermato: “Io sono Via, Verità e Vita”. Con questa chiara ed inequivocabile dichiarazione, che ha attraversato i secoli, c’è ben poco da adeguare all’evoluzione dei tempi!

  • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

    《SOLVE, COAGULA》.
    E cioè: dissolve e poi si raccoglie.

    Adagio della massoneria di taglio Rosacroce. Nel 1922 in Francia nacque il “Movimento sinarchico”. Al contempo a Vienna il suo gemello il movimento “Pan-europeo”, dagli sforzi dal conte Coudenhove-Kalergi. (Dopo diventerano ONU). Per imporre il “NUOVO ORDINE MONDIALE”.

    La sinarchia (con “sinodalità” si travestono nella nostra Chiesa), non solo ha lo scopo di congregare nel blocco monolitico le forze politiche, economiche e sociali, ma pure le tendenze spirituali, culturali e religiose. Una “rivoluzione mentale”. Vi dice qualcosa?. Ecco perchè questo COLPO DI STATO VATICANO. ECCO PERCHÈ berORGOGLIO, bildergerg, soros, hell’s gates, rockefeller, rostchild, diavola clinton, kasper, martini, boff-pachaimmonda e pene eretto “priapo”.

    493 ° anniversario GUARDIA SVIZZERA contro Carlo V.

    • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

      E certo “nuovo ordine mondiale” = “nuovo umanesimo”. Per questo insediato, con Colpo di Stato all’ italiana, il Conte Dracula, 29 agosto 19, stesso giorno moriva il massone suo guida achile silvestrini, con sodano, i veri mandanti del parolin. Dunque berORGOGLIO papagallo (San Gallo, Svizzera) non fa che ripetere “nuovo umanesimo” in combinazione con il Conte Dracula e continuano succhiare il sangue italiano con coronaChina19, e con il nuovo ponte di Genova, il “paradigma”, della “luce” (sempre massone) che d’ Italia come “lavoratorio” illumina il resto…

  • Avatar Enrico66 ha detto:

    Mi spiace per Nobile, ma non ha colto che la Chiesa bergogliana è andata ben oltre la strumentalizzazione della lettura dei “segni dei tempi”; loro piegano a piacimento i vangeli interi.
    La linea d’azione bergogliana è stata esplicitata un paio di anni fa dal superiore generale dei gesuiti, Sosa Abascal, il quale interpellato rispose: “le parole di Gesù? Bisogna vedere se erano proprio quelle, all’ epoca non c’erano registratori…”.
    E così, tanti saluti ai vangeli.

  • Avatar Enrico ha detto:

    Come commento all’articolo e quindi in relazione alla chiesa contraffatta dall’intervento massone e rappresentata da Bergoglio & Company (altro che “Pontefice regnante”, bisogna vedere pontefice di che!)
    può risultare utile
    http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=6115