DIMISSIONI DI BXVI. CAVALCOLI, LO SWIFT FU LA “BESTIA” DELL’APOCALISSE?

21 Aprile 2020 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, ci sembra interessante offrirvi una conversazione epistolare relativa alle dimissioni di Benedetto XVI, alla loro validità, e all’elezione di Jorge Mario cardinale Bergoglio al Soglio di Pietro. Buona lettura. 

§§§

Ecco la serie di domande poste a padre Giovanni Cavalcoli da una delle amiche che partecipano a una conversazione epistolare sempre viva e interessante su temi che riguardano la Chiesa. 

[….]  Quando, nel febbraio 2013, Papa Benedetto XVI si dimise improvvisamente e inspiegabilmente, lo IOR era appena stato escluso da SWIFT; con ciò, tutti i pagamenti del Vaticano erano resi impossibili, e la Chiesa era trattata alla stregua di uno stato-terrorista come l’Iran.

Era la rovina economica, ben preparata da una violenta campagna contro lo IOR, confermata dall’apertura di inchieste penali della magistratura italiana (che non manca mai di obbedire a certi ordini internazionali).

….

Pochi sanno che cosa è lo SWIFT (la sigla sta per Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication – Società per le telecomunicazioni finanziarie interbancarie): in teoria, è una “camera di compensazione” (clearing, in gergo) mondiale, che unisce 10.500 banche in 215 paesi. Di fatto, è il più occulto e insindacabile centro del potere finanziario globalista, il bastone di ricatto su cui si basa l’egemonia del dollaro,  il mezzo più potente di spionaggio economico e politico e il mezzo più temibile con cui il la finanza globale stronca le gambe agli stati che non obbediscono.

La banca centrale dell’Iran ad esempio, per volontà israeliana, è stata esclusa dalla rete SWIFT per ritorsione contro il preteso programma nucleare. Ciò significa che l’Iran non può vendere in dollari il suo greggio, che le sue carte di credito non valgono all’estero, e che nessuna transazione finanziaria internazionale può essere condotta da Teheran se non in contanti e in clandestinità, in forme illegali secondo l’ordine internazionale: nel 2014 la banca francese BNP Paribas è stata condanna da un tribunale degli Usa a pagare (agli Usa) 8,8  miliardi di dollari per aver aiutato Teheran ad aggirare il blocco di Swift.

Sono state le minacce ventilate contro Mosca di escluderla dalla rete SWIFT come ritorsione per la cosiddetta annessione della Crimea – un danno enorme all’economia del paese – ad accelerare la messa in opera, da parte dei BRICS egemonizzati da Cina e Russia, di un proprio circuito di clearing alternativo a SWIFT, operante in yuan e rubli e non in dollari, per sottrarsi al ricatto che fa’ pendere sugli stati sovrani lo Swift.

Il sito belga Media-Presse (lo SWIFT è basato in Belgio) nel dare la notizia dello SWIFT alternativo lanciato da Pechino e Mosca, il 5 aprile, raccontava come esempio:

Quando una banca o un territorio è escluso dal Sistema, COME LO FU IL VATICANO NEI GIORNI CHE PRECEDETTERO LE DIMISSIONI di Benedetto XVI, nel febbraio 2013, tutte le transazioni vengono bloccate.

Poi, senza aspettare l’elezione del suo successore, il  sistema Swift  è stato  sbloccato, al semplice annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI.

C’è stato  un ricatto venuto da non si sa dove,  per il tramite  di Swift, esercitato su Benedetto XVI. Le ragioni profonde di questa storia non sono state chiarite, ma è chiaro che SWIFT è intervenuto direttamente nella direzione degli affari della Chiesa. 

Ciò spiega le inaudite  dimissioni di Ratzinger, che tanti di noi hanno potuto scambiare per un atto di viltà; la Chiesa era stata trattata come uno stato “terrorista” (anzi peggio – perché si noti che la dozzina di banche cadute nelle mani dello Stato Islamico in Irak e Siria “non sono state escluse da SWIFT” e continuano a poter fare transazioni internazionali ) e così la finanza vaticana non poteva più pagare le nunziature, far giungere mezzi alle missioni – anzi, gli stessi bancomat di Città del Vaticano erano di fatto stati bloccati. La Chiesa di Benedetto non poteva più “né vendere né comprare”, la sua vita economica aveva le ore contate.

Dimissioni sotto costrizione:

Non resta che sottoscrivere quel che dice Saura Plesio sul suo blog: Ratzinger “mai, proprio lui che lottò contro il Relativismo imperante,  avrebbe accettato ‘aperture’ sul mondo gay e sulle politiche gender. Mai si sarebbe prosternato al “mondo” (e al mondialismo) come il suo successore, il quale gareggia con il laicismo imperante della Ue nel creare una forma di “divorzio sacramentale”, attraverso “l’annullamento breve”. Mai si sarebbe prestato a fare la grande pagliacciata di Lampedusa fatta dal suo successore, che oltretutto non è nemmeno territorio suo, ma dello stato italiano. I grandi poteri mondialisti hanno fretta e Ratzinger era un  intralcio palese, un rallentamento sulla loro fulminea traiettoria”.

Subito dopo la sua partenza, ecco che SWIFT sblocca le transazioni vaticane, riapre i bancomat, riporta all’onore del mondo lo Ior. Non hanno nemmeno aspettato che venisse eletto Bergoglio; gli è bastata l’espulsione del “terrorista bianco”.

Nei salotti buoni e irraggiungibili fra Wall Street e Washington e Londra, già sapevano che il conclave avrebbe dato il soglio ad un modernista, ad uno di cui potevano fidarsi. Come mai? La sanzione SWIFT era stata coordinata con i “congiurati” in porpora che, guidati da Carlo Maria Martini (un cardinale che ha chiesto per sé l’eutanasia, va ricordato..) (1) avevano segnato Bergoglio come loro candidato già da anni? C’è stato un accordo dei congiurati con un potere forte esterno, a cui sono vicini per ideologia?

Magari l’elezione di Bergoglio non sarà invalida. Ma sembra di capire che la dimissione di Ratzinger lo è – è sceso dal trono di Pietro sotto costrizione . Anche il successivo comportamento di Ratzinger, apparentemente ambiguo nel tenersi addosso la veste bianca e il titolo di Santo Padre, può confermarlo: vuol dare il segnale a chi può capirlo, senza poterlo dire, che è stato cacciato, non se n’è andato volontariamente.

Ora, come un matrimonio è nullo se uno degli sposi l’ha stretto sotto costrizione, lo sarà anche un Papa che rinuncia sotto costrizione, e fà anche sapere che lui resta Papa….

In questa ipotesi, si spiegano benissimo le accoglienze trionfali che Bergoglio ha ricevuto in America, all’Onu, da Obama, le standing ovation al Congresso –

e i continui attestati di stima da parte delle logge massoniche ovunque vada. E il Papa si fa’ volonteroso mediatore degli Stati Uniti presso Cuba, fa’ sue le “battaglie radicali”, apre alla nuova morale obbligatoria, insomma smette di essere l’antagonista morale che “questo mondo” detesta.

Si spiegherebbe così anche l’astuta gestione per guadagnarsi la simpatia dei media progressisti; e la brutale ma precisa “purga” che Bergoglio (con il suo consiglio degli Otto) ha operato in Vaticano, quasi avesse in mano una lista da lungo tempo preparata. La sua volontà di disciogliere il cattolicesimo in un protestantesimo generale, vacuo, secolarizzato e mondano…

Bergoglio ingiunge ai cristiani di accogliere sempre più immigranti, senza limiti, con totale “accoglienza” e carità – Ebbene: “Con un comunicato ufficiale, firmato da ben 28 diverse obbedienze (tra cui ben 8 francesi ed una italiana, la Gran Loggia d’Italia), i massoni richiamano i governi europei ad accogliere gli immigrati, anzi ad accoglierne sempre di più. Dimostrando così una convergenza d’intenti con pochi precedenti non solo tra loro, ma anche rispetto alle nuove strategie seguite dagli Stati membri “

***

Ed ecco la risposta, estremamente interessante, di padre Giovanni Cavalcoli: 

Cara Alessandra,

se abbiamo rispetto per Benedetto XVI, dobbiamo credergli, quando ha dato pubblicamente le ben note  motivazioni della sua rinuncia. Essa dunque non può essere invalida. Segno ne è che egli, all’elezione di Francesco, ha fatto pubblica professione di fede a Francesco.

Benedetto, certo, ha dovuto cedere al prepotente sacrilego per il bene della Chiesa, ma ha compiuto un atto libero e prudente.

E lo SWIFT sarà colpito dai fulmini dell’ira divina, come dimostra l’attuale pandemia, che colpisce anche innocenti, affinchè si uniscano alla croce di Cristo per la salvezza del mondo.

Questa rete SWIFT sembra essere infatti quella “bestia” dell’Apocalisse, che porta il numero “666” (Ap 13,18), la quale “farà sì che nessuno possa comprare o vendere senza avere il marchio della bestia” (Ap 13,17).

Tuttavia un angelo dell’Apocalisse annuncia: “chiunque adora la bestia e ne riceve il marchio, berrà il vino dell’ira di Dio e sarà torturato con fuoco e zolfo al cospetto dei santi angeli e dell’Agnello. Il fumo del loro tormento salirà per i secoli de isecoli” (Ap 14,10-11). Checchè ne dicano i modernisti, i castighi di Dio esistono e ne faranno esperienza.

Posso quindi credere a questo intervento della SWIFT contro la Chiesa di Benedetto e posso credere che il detto intervento sia stato sospeso con l’elezione di Papa Francesco. Tuttavia voglio fare le seguenti precisazioni.

Ho elementi sufficienti per ritenere che la Mafia di San Gallo, guidata dal Card.Martini e dal Card.Danneels, gruppo moderrnista, filomassone e filorahneriano, abbia complottato per far eleggere Bergoglio a Papa. Ma la sua elezione è valida.

E’ vero d’altra parte che mentre era evidente l’opposizione di Benedetto al modernismo, al rahnerismo e alla massoneria, Francesco dimostra di non riuscire ad opporsi a questi mostri, ma anzi dimostra una riprovevole debolezza e negligenza nel castigare gli eretici, che hanno invaso la Chesa e in essa spadroneggiano.

Tuttavia, ciò non compromette affatto l’ortodossia del Papa, il quale resta il Maestro infallibile della Fede, che, con la potenza dello Spirito Santo, libererà la Chiesa dalla persecuzione e dall’oppressione dell’anticristo.

P. Giovanni

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

116 commenti

  • Avatar Renzo ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con gli ultimi due commenti.
    Desinit in piscem mulier formosa supernis!
    Una conclusione … sconclusionata, un sillogismo,ammetto con riserva (il concertare fuori del Conclave, il nome di un Papa è causa di nullità) pur concesso corretto nelle due premesse, ma errato nella conclusione! neppure i sofisti arrivavano a tanto!
    Senza parlare delle plurime eresie denunciate da Cardinali, Vescovi, Teologi…, dall’idolatria della Pachamama, dalla “Fratellanza umana” (dove si proclama che la “pluralità delle religioni è stata voluta da Dio, che per Bergoglio, dovrebbe esser il Dio Cattolico (pur avendo affermato che “non esiste un Dio cattolico; e che tale frase blasfema renderebbe vacua la stessa Redenzione di Cristo SS.mo nostro Salvatore…, ecc.),, dal Patto segreto con la Cina che sottomette i cattolici ad un governo ateo, persecutore di cristiani fino ad ucciderli, incarcerarli, distruggere le loro/nostre chiese; fino alla negazione del dogma dell’Immacolata, alle offese dirette contro Cristo stesso… Basta una semplice conoscenza dei documenti bergogliani, (attendiamo il Patto con la Cina “secretato” nel tentativo di coprire la resa incondizionata ai Governi, di preferenza atei…, sapendo che quando questo infame Patto sarà scoperto… dal santo nostro Card. Zen o qualche cattolico cinese, allora risulterà chiara la svendita infame dei cristiani cinesi, ed ora, dei cristiani italiani, con le chiese sbarrate, i Sacramenti vietati, ma solo in screaming… ed Pastori che celebrano e mangiano sacrilegamente il Pane di Vita da soli, lasciando “affamato” il loro gregge…
    Dio abbia pietà di noi, Cuore Immacolato di Maria proteggi i tuoi fedeli, Santo Spirito donaci Pastori Santi che ci confermino nella Fede e non ci scandalizzino rinnegando gli insegnamenti e i comandamenti di CRISTO.

  • Avatar Nicola Buono ha detto:

    Per Enrico e Cattolico. Anche ciò che è successo a La Salette è stato un caso è non é un Castigo ? Il CASTIGO è biblico, poche storie.

    https://profezie3m.altervista.org/ptm_lasal.htm

    • Avatar Enrico ha detto:

      Caro Nicola Buono, non ha colto il sarcasmo abbastanza esplicito del mio intervento. Che tutto accada per caso è una boiata pazzesca.

      • Avatar Nicola Buono ha detto:

        Ok . Forse non lo ho capito perché dà un punto di vista di frequentazione del blog la ” conosco ” poco. Allora ci siamo, perfetto. Saluti.

  • Avatar Tarcisio ha detto:

    Questa storia dello Swift è una balla, buona per i creduloni che abboccano a tutte le favole che leggono sulla rete.
    Mi stupisce che Padre Cavalcoli le dia credito, sminuendo in questo modo anche le sue eminenti qualità di teologo.

  • Avatar marzio ha detto:

    Non dimentichiamo che la moglie di Clinton stessa dopo le primavere arabe (bei risultati eh?) auspicò una “primavera cattolica”. Eravamo nel 2011

  • Avatar Francesco ha detto:

    I giudizi di padre Cavalcoli sono indubbiamente fatti di rispetto, di sé, di ma, di forse, di perché ma finiscono sempre per portare acqua al mulino della dissoluzione del cristianesimo. Il suo è un sogno bellissimo ma è un sogno o meglio un abbaglio, il grande inganno dei tradizionalisti italiani. Per non dispiacere ai papi modernisti si son comportati come dei cuccioli davanti al padrone aspettando qualche carezza, dal conciliabolo deuterovaticano in poi han ricevuto solo calci. La storia è sempre la stessa da nichita roncalli a giobatta montini fino a Jorge da Baires.

  • Avatar Boanerghes ha detto:

    Invito il padre Cavalcoli ad astenersi in futuro dal ripetere affermazioni sull’infallibilità di Bergoglio, per evitare di suscitare un putiferio, anche perché il suo pensiero lo si conosce.
    Ma che sia Bergoglio a salvare la Chiesa dalla situazione attuale, è una eresia.

  • Avatar MARIO ha detto:

    Dott. Tosatti, non capisco perché non voglia pubblicare il mio commento. Mi sembra molto meno offensivo di alltri… Riprovo.

    Non riesco a capire come Padre Cavalcoli possa dar credito a certe favole, come la teoria complottista dello SWIFT, soffiando in questo modo sul fuoco dell’ostilità nei confronti di Papa Francesco e alimentando di conseguenza la divisione all’interno della Chiesa.
    Credo che il vero inganno satanico nella Chiesa di oggi sia la discordia e la divisione, che si sono polarizzate attorno ai due Papi, uno regnante e l’altro emerito.

    • Avatar JORGEMARIO@ORGOGLIO ha detto:

      🕵️‍♀️6🕵️‍♀️6🕵️‍♀️6
      Mario Deledda…se mi difendi così…meglio non più…ti l’ordino!

      • Avatar MARIO ha detto:

        Mi spiace per lei, Padre Luis, ma questa volta ha sbagliato bersaglio. Ci riprovi! Oggi peraltro le vanno tutte storte…
        E poi, come mai da qualche giorno ha cambiato la sua firma… vuole farci paura? O sono le conseguenze postume degli esorcismi proibiti?

    • Avatar Enrico ha detto:

      Caro Mario, le ostilità non sono contro il Papa bensì contro Bergoglio, che siccome (e chissà come) è stata messo su Trono di Pietro, pensa di poter fare il suo comodo, stravolgendo il Magistero bimillenario della Santa Chiesa. In questo, per la verità, preceduto in forme più o meno dirompenti anche dai papi post conciliari. Forse è uno scandalo che deve ccompiersi ma, come sta scritto, “guai a chi lo provoca”.

  • Avatar Nicola Buono ha detto:

    Un giochetto del genere ( Ma non era la stessa cosa) fu fatta a Berlusconi con lo spread. Ma allora era evidente a tutti. Questa cosa invece dello SWIFT a suo tempo ed anche adesso non è mai stata troppo pubblicizzata dai media nazionali , chissà perché…..

  • Avatar La Verità vi farà liberi ha detto:

    “Francesco resta Maestro infallibile della Fede, che con la potenza dello Spirito Santo libererà la Chiesa dalla persecuzione e dall’oppressione di Jorge Mario Bergoglio…”.

    Non fa un piega!

    • Avatar Boanerghes ha detto:

      Questa ultima affermazione è una stupidaggine.
      Bergoglio non è un burattino succube del relativismo e della massoneria, ma ne fa parte. Punto.

    • Avatar La verita' vi da' fastidio ha detto:

      “non sei ne caldo, ne freddo: sto per vomitarti” (apocalisse)

      Non sei ne papa ne non papa.
      Forse la minaccia era relativa. 🤭

      • Avatar Boanerghes ha detto:

        Senti, troll della verità, tu la verità non sai nemmeno cosa sia e non riesci nemmeno a spiegarla

    • Avatar La verita' vi fa' male ha detto:

      “Non sei ne freddo, ne caldo: sto per vomitarti “(Apocalisse)

      E perché mai la minaccia fu così mal fatta? Le dimissioni potevano essere piu’ nette. In fondo Ratzinger passa per tradizionalista. I papi, a partire da Celestino V furono ridotti al silenzio (oppure anche i suoi scritti teologici dopo, compreso quello con il cardinal Sarah, son fatti sotto ricatto?).
      Di piu’ Ratzinger era noto per il si/si no/no sulla carta. Una dimissione inequivocabile sarebbe stata probabile nel personaggio. Qui si avrebbe una censura parziale: “puoi parlare del celibato, che a noi mondialisti non interessa, ma non dello SWIT). Come dire….perché invece non accettare ciò che e’ probabile: Ratzinger si e’ dimesso PER LE RAGIONI CHE HA ADDOTTO. E ha mantenuto la veste e il titolo “perche’ così si sentiva”. Spettera’ ad altri normare il “papato emerito”.

      • Avatar precisazione ha detto:

        Ratzinger non è mai stato un tradizionalista. E’ un progressista meno estremo rispetto a K. Rahner ed altri suoi colleghi teologi.

        • Avatar Oreste ha detto:

          Diciamo che e’ un modernista. Uno dei padri del concilio. Di cui Siri si lamento’: parlava sempre lui! Ma son cose che a me non interessano piu’. Ha fatto bene a correggersi, se l ha ritenuto opportuno, in tempi non sospetti, mi pare nel 1967.

  • Avatar francescomaria ha detto:

    Capisco p. Cavalcoli, che essendo avanti con l’età, non si rende conto di quello che scrive. Se lo switf è la causa delle dimessioni di SS. BENEDETTO XVI per il codice di diritto canonico sono invalide. Se sono invalide Bergoglio non può essere Papa. Se la mafia di San Gallo ha indirizzato, come lui dice (“Ho elementi sufficienti per ritenere che la Mafia di San Gallo, guidata dal Card.Martini e dal Card.Danneels, gruppo moderrnista, filomassone e filorahneriano, abbia complottato per far eleggere Bergoglio a Papa. Ma la sua elezione è valida.”) l’elezione di Bergoglio, sempre per il codice di diritto canonico, non solo i partecipanti ma Bergoglio stesso è scomunicato. Se scomunicato non poteva essere eletto. Bergoglio non può fare la battaglia contro gli eretici essendo lui stesso eretico
    1) dogmi mariani sono schiocchezze
    2) Maria non è nata Santa
    3) intronizzazione pachamama in Vaticano con relativa processione
    Poteri continuare ma avrei bisogno di tantoi spazio.
    Concludo dicendo se p. Cavalcoli aspetta che satana dica di essere satana si è dimenticato la Sacra Scrittura ( Gn3,1).
    Se lo swift, cosa che sapevo da tempo, è stato il motivo reale, che si aspettava p. Cavalcoli che SS. SANTITA’ dicesse che alle dimissioni era stato costretto? P. P. Cavalcoli il discernimento serve al cattolico per capire, attraverso lo SPIRITO SANTO, chi seguire e cosa dice chi seguimo. Qualcuno una volta disse:” SIA IL VOSTRO PARLARE SI,SI,NO,NO IL PIU’ VIENE DA SATANA”. Abbiate il coraggio non solo di dire ma di gridare la VERITA’ anche perchè lo stesso disse: ” MA IL FIGLIO DELL’UOMO QUANDO VERRA” TROVEROA LA FEDE SULLA TERRA?”
    Smettiamo sempre di difendere l’indifendibile tacendo anche su bestemmie contro la SANTA TRINITA’. Non sono un teologo, ma a lei che lo è chiedo: E’ sicuro che Dio non ci chiederà, oltre tutto il resto, se abbiamo difeso la Parola? Le ricordo ancora SAN PAOLO nelle letter ai: GAL.1,10 e 2TS 2-1,14. SIA LODATO GESU’ CRISTO

  • Avatar ulisse ha detto:

    Mi si sono rotti gli occhiali e non posso sostituirli perché siamo tutti bloccati e i caratteri sono microscopici. leggesi momento di stasi e a favore di Ratzinger

  • Avatar mario deledda ha detto:

    Forse sarebbe bene che sapeste che lo IOR non era stato escluso dal circuito SWIFT. Molto più semplicemente la sede italiana di Deutche Bank aveva messo i bancomat in territorio vaticano senza l’autorizzazione della Banca d’Italia e la Banca d’Italia, con la Procura di Roma, glieli ha fatti chiudere per un po’. Risultato: non si poteva prelevare al bancomat e non si poteva pagare col pos. Credete un po’ troppo facilmente alle favole, temo.

    • Avatar Francescomaria ha detto:

      Mi scusi cosa centra la banca d’Italia? Lo Ior non è una filiale della banca italiana. E’ una banca sovrana di uno stato sovrano e la banca d’Italia non ha giurisdizione tant’è che stampa propria moneta suppur nella zecca dello stato italiano.

      • Avatar Luca ha detto:

        Ma sai leggere? Sede italiana della Deutsche Bank e relativi bancomat. La storia dello Swift è una bufala.

    • Avatar Maurizio ha detto:

      Ma come, nella lettera si parla di transazioni finanziarie internazionali (Sistema SWIFT), e lei avanza una critica parlando di prelievi al bancomat e di pagamenti col POS (sportelli della Deutsche Bank in Vaticano)?
      E’ lei, piuttosto, che deve confutare (sempre che ne abbia la possibilità) con argomenti coerenti!

      • Avatar precisazione+ domanda ha detto:

        Scusi, a mio sommesso parere è chi sostiene che gli asini volano che ha il dovere di mostrarne una foto. Solo dopo si chiede la prova a chi vuole confutare. Nel caso di specie, la prova che lo IOR fu estromesso dal circuito SWIFT dov’è?

    • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

      Il forte di Maurizio Blondet è l’ economia e le finanze. Lui pure pubblicò nel suo blog questa delinquenza dello Swift. Strano che li sarebbe sfuggita questa sua spiegazione…non è che sua “semplicità” sia la favola in cui appunto non crediamo? Pure pachaimmonda, Maria meticcia e non Immacolata, Cristo non Dio, ed infinito ecc sono favole?…

  • Avatar Oreste ha detto:

    Sì l’economia FORSE uccide.
    E’ possibile che monsignor Marcinkus non fosse contento dell’ elezione di Giovanni Paolo I con cui aveva gia’ duellato a Venezia.

    Sindona non era contento che Ambrosoli fosse onesto nel liquidare la sua banca e venne ucciso.

    Non erano Ratzinger per cui la vita vale più dei valori?

  • Avatar Maria Grazia ha detto:

    Mi associo all’indignazione che molti Stilumcuriali hanno espresso nei riguardi delle affermazioni rese da Padre Cavalcoli, sopratutto mi ritrovo sullo stesso tenore di Cesare Baronio. La dichiarazione che ha fatto costernare maggiormente i commentatori, è stata quella (che anch’io condivido ampiamente) relativa all’ortodossia di Papa Francesco ” …. il quale resta Maestro infallibile della Fede, che con la potenza dello Spirito Santo libererà la Chiesa dalla persecuzione e dall’oppressione dell’antiCristo…..”.
    Già alcuni mesi addietro, in base alle dichiarazioni di Padre Cavalcoli, l’avevo definito un “cerchiobottista” una persona, quindi, che cerca di non inimicarsi entrambi i fronti contrapposti, definizione che confermo ampiamente anche oggi.
    Padre Cavalcoli, ci sta forse prendendo in giro? Non ha dunque alcun rispetto nè per la nostra intelligenza nè per la nostra Fede? Come può ritenere Bergoglio Maestro “infallibile” della nostra Fede se è lui stesso che la sta mettendo fortemente a repentaglio con dichiarazioni eretiche e contestazioni dei dogmi fondanti del nostro Credo?
    Rendo noto che in un intervista giornalistica dello scorso 25 gennaio, alla domanda sulla sussistenza di due Papi, Padre Cavalcoli aveva testualmente risposto: ” Mi sembra giustificata (la coabitazione) dal fatto che essi hanno in tal modo una grande facilità di comunicare fra loro, in modo tale che Papa Benedetto può offrire a Papa Francesco un prezioso aiuto e consiglio nel governo della Chiesa, considerata la sua esperienza di guida della Chiesa. Inoltre Papa Benedetto può, adesso, mettere a servizio di Papa Francesco la sua grande competenza teologica”. Tutto normale, quindi, per Lei Padre Cavalcoli, nella coesistenza di due Papi?
    Più avanti il Sacerdote dichiara: “….La Chiesa Cattolica non abbandonerà mai una stima preferenziale per il sacedozio celibatario, non è escluso, però, che in un futuro …..possa ammettere anche un sacerdozio sposato. Tuttavia può lasciare libera scelta fra l’uno e l’altro. Di per sè potrebbe esistere anche un Papa sposato….” . Congratulazioni Padre Cavalcoli! Cerchiobottista come al solito!!! La sua posizione è …. di grande sostegno…… per tutti noi che, con difficoltà, cerchiamo di remare contro la corrente interna alla Chiesa che ci sta portando lontani dalle fondamenta del Cattolicesimo!!!

    • Avatar Milli ha detto:

      Concordo. Laurea in cerchiobottismo ad honorem.
      P.Cavalcoli, faccia un piacere alla sua anima e a noi, si ritiri e vada in pensione.

  • Avatar Ferri Rossella ha detto:

    Non ho il bene della conoscenza di Padre Cavalcoli della cui integrità e competenza non dubito; però non mi tornano i conti sulla sua conclusione; se devo considerare il Papa maestro infallibile della fede allora è legittima e giusta la firma sul documento di Abu Dabi, è lecita, accettabile e del tutto ortodossal’intronizzazione dell’idolo pagano in S.Pietro e Lutero deve essere considerato non più eretico ma “medicina” per la Chiesa e, va da sé, l’evento dello scisma protestante un fatto da celebrare ed il primo comandamento è ormai relativo e superabile . Qualcuno più lucido e santo di me mi chiarisca le idee.

    • Avatar Oreste ha detto:

      Non penso che sia la prima volta che un eretico venga riabilitato. Ma mi rendo conto che qui sono in una chat per cui Wojtila sbaglio’ quando chiese scusa a Galileo.

      • Marco Tosatti Marco Tosatti ha detto:

        Galileo non era eretico.

        • Avatar ulisse ha detto:

          Scusa Tosatti se ti disturbo ancora , hai perfettamente ragione. Sua figlia Celeste fu monaca. Galileo scrisse al Clavius che era un matematico insigne gesuita del collegio romano.
          Mi sono occupato del caso Galileo nel 1980 circa quando mio figlio faceva la prima elementare. In una discussione di qualche tempo fa su questo blog un tizio ha insultato il cardinale san Roberto Bellarmino che invece era un vero e proprio santo molto devoto a san Luigi Gonzaga la cui madre Marta Tana era di Chieri. Matteo Ricci che oggi viene rispolverato dalla Civiltà Cattolica era stato un allievo del Clavius, fu anche un falsario perché per entrare nei gesuiti ci voleva il consenso del genitore e lui se la fece da solo.
          FAVOLOSO QUESTO LINJK http://ricci.bc.edu/people/christopher-clavius.html
          si può tradurre in italiano DA LEGGERE !!!

          • Avatar Oreste ha detto:

            Non l ho insultato. Era un santo e dottore della chiesa ma davanti alla verita’ immanente di Galileo non lo appoggio’. Poi il caso Giordano Bruno non lo conosco. Certo dire come quel filosofo, Fsrenayend? che il Sant uffizio aveva ragione mi suona un po’ relativistico. A proposito, all epoca c era l inenmsrranza delle scritture (il fermati o sole! di Giosue’) oggi non piu’. Tutti modernisti siamo?

        • Avatar Oreste ha detto:

          Ma lo poteva diventare. 😂

          • Avatar Michele ha detto:

            Se le interessa, può leggere un agile libretto di A. Cammilleri.

          • Avatar ulisse ha detto:

            Non si può qui fare un trattato ma un cenno. La lettera di Galileo al Clavius ha questo significato: Questi Domenicani conosco a memoria la Bibbia ma non sono degli scienziati (poi c’era la questo del IPSE DIXIT) ma tu che sei un valentissimo matematico puoi meglio capire i miei ragionamenti (vedi metodo sperimentale a partire proprio da Galileo).
            Anche il Bellarmino era al Collegio Romano ed andò da Galileo e gli propose “non dire che sei sicuro ma di che è solo una ipotesi”. Un poco quello che succede oggi non Consacrazione a Maria ma solo Affidamento). Ma Galileo era toscano focoso come Antonio Socci (passano i secoli ma i caratteri rimangono) e non volle abbassare un poo la cresto. Per Giordano Bruno idem il Bellarmino gli disse di attenuare un poco il suo ardore ma egli non volle.
            Molti hanno lodato la recente lettera di un gesuita che diceva più o meno ci sono motivi per essere scontenti di papa Bergoglio ma siate un poco più cortesi non so come dire meno tranchant.
            Avete letto il link Clavius che era tedesco o austriaco Klaus era ritenuto il più grande matematico vivente fece a mano i calcoli per il calendario gregoriano é raffigurato in San Pietro nel bassorilievo della tomba di Gregorio XIII è il primo con un libro un mano appunto i calcoli del calendario.
            Matteo Ricci suo allievo falsifico la firma del padre che voleva farne un notaio o avvocato come lui. Quando seppe questo il padre partì furioso da Macerata ma durante il viaggio si sentì male e tornò a casa “ma faccia quello che vuole”.
            Il documento contraffatto e questa storia era riportata nel libro ANTICHI REGISTRI che era in evidenza nel noviziato dei Gesuiti di Genova almeno nel 1996.
            Tosatti mi scusi non si può ogni volta fare un trattato il Bellarmino cercò di far abbassare i toni della contesa come fece a suo temp Gamalieie “se sono cose di uomini passranno in fretta se sono cose di Dio ecc,” se è vero Galileo sta tranquillo la verità verrà a galla dagli il tempo di digerirla.
            Citazione:”L’intervento di Gamaliele salva in quel momento gli apostoli da morte certa e violenta. Il capitolo seguente, infatti, si concluderà con il martirio di Stefano e non lascia nessun dubbio al riguardo.”

  • Avatar Gianfranco ha detto:

    Il solito ballista Cavalcoli.
    Il bello è che ancora qualcuno lo sta a sentire…

  • Avatar Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Concordo con padre Cavalcoli. Interessante comunque il resoconto di Alessandra

  • Avatar Gian ha detto:

    Quando vedo nei TG servizi che riguardano Elisabetta II, sovrana del Regno Unito e capo della chiesa d’Inghilterra, come oggi in occasione del suo compleanno, è spesso circondata da alti prelati della sua chiesa, sempre elegantemente avvolti da sgargianti paramenti di facciata. Gli attuali alti prelati della Chiesa di Roma possono a ben ragione darsi la mano con i confratelli d’oltremanica, sono allo stesso livello, specie dopo la pachamama. Non c’è altro da dire. Per me Bergoglio è autentico come una banconota da due euro, con buona pace di don Ariel.

  • Avatar Ira Divina ha detto:

    L’analisi epistolare della Signora Alessandra non mi sembra astrosa, ma molto verosimile. E la risposta di P. Cavalcoli è un colpo al cerchio e uno alla botte. Benedetto di certo ha valutato la drammaticità di quell’ora e ha studiato, con l’aiuto della preghiera, ciò che era opportuno fare per non bloccare la vita dello Stato Vaticano, perché in fondo di questo si è trattato in ciò che l’analisi di Alessandra ci dice. Le forze del male avanzano e Benedetto ha pensato, chiedendo aiuto allo Spirito Santo nella preghiera, come agire. Poi non ci dimentichiamo che il mistero d’iniquità deve compiersi e la Chiesa deve passare per la Croce, come il suo Cristo. Benedetto sa bene che siamo nei tempi della manifestazione dell’anticristo e sa bene che Lui c’è dentro come protagonista degli accadimenti. Doveva uscire dalla loggia di San Pietro e dire al mondo che era sotto pressione? Non lo chiamiamo ricatto, ma di certo era pressato da questa situazione e anche lasciato solo da chi doveva essere tra i più fidati dei suoi collaboratori, i Giuda. Che per il potere e il denaro hanno fatto i doppiogiochisti ( compreso il caso Vatilics), facendo così sentire Benedetto solo e inadeguato davanti alla drammaticità di quel momento. Dunque deve dimettersi per il bene del Vaticano e della Chiesa. Ma sa di non doverla lasciare sola nelle mani delle forze del male e studia dimissioni con un Papa emerito, un inedito nella storia della Chiesa. Perché? Perché sa che non deve mancare alla Chiesa Pietro, il garante della Verità e della professione di Fede, un Papa orante che lascia a un vescovo vestito di bianco l’onore del ministero ufficiale, visibile. (” Ci era sembrato fosse il Santo Padre” terzo segreto, la visione). Non sono mai mancati fino ad oggi gli interventi di Papa Benedetto, ogni qualvolta hanno cercato di alterare la dottrina e ha influito non poco su alcune decisioni dei modernisti, anche se non è mancata la loro capacità di creare confusione e di pompare il fumo di satana in tante anime. Oggi Benedetto ha 93 anni ed è lucido e la sua preghiera nel Getsemani della Mater Ecclesiae sale ogni giorno a Cristo per la Chiesa perché non venga meno la Fede ai credenti davanti alle prove che dovrà vivere il mondo. Perché la pandemia è solo l’inizio dei dolori. (“Si illude chi pensa che Fatima abbia concluso la sua missione” parole di Benedetto nel suo pellegrinaggio a Fatima il 2010 ). Come Cristo anche la comunità dei credenti, i Cattolici, dovranno bere tutto il calice della sofferenza nell’ora della Croce.
    Ci saranno le prove e siamo chiamati a viverle forti nella fede, con la fiducia che ci viene dal salmo 90.

    • Avatar Misericordia umana ha detto:

      Gia’ uno che si fa portavoce dell’ira divina come il fariseo nella sinagoga fa pensare. Io son giusto, non come il pubblicano. Peccato fosse il contrario. Ed era giusto perché si incolpava giustamente.

      • Avatar Ira Divina ha detto:

        Caro amico, io non sto giudicando nessuno, ho solo preso atto a iniziare dalla mia vita che la misericordia divina necessità di una conversione. Lei si crogioli pure nella sua misericordia umana, che di certo non ha nulla a che vedere con quella divina. Anche Cristo ha fatto notare che c’è bisogno di conversione in molte occasioni della sua predicazione. Se vuole ne faccia conoscenza leggendosi bene Vangelo! Sa qual’e il suo limite? La misericordia umana! Che è la stessa di Bergoglio.

  • Avatar Cristina ha detto:

    Io invece penso che avesse ragione Socci quando ha evidenziato la nullità delle elezioni di Bergoglio. Solo così si può giustificare la sua costante demolizione dell’ortodossia.

  • Avatar Roberto Ceccarelli ha detto:

    Cavalcoli dimostra ancora di non avere il coraggio di guardare in faccia la realtà: Bergoglio non è papa, è un impostore messo al soglio pontificio dalla mafia massonica di S. Gallo. Cavalcoli dovrebbe sapere che un gruppo precostituito di cardinali con fine di fare eleggere un preciso candidato è scomunicato latae sententiae come pure il candidato così eletto. Gli consiglierei di andarsi a rileggere la “Universi Dominici Gregis” di S. Giovanni Paolo II § 79, 81 e 82 dove così conclude: “e sin d’ora commino la scomunica latae sentntiae ai trasgrssori di tale divieto”. CHIARO CAVALCOLI? Quindi il Papa è e rimane Benedetto XVI, l’altro e un impostore, apostata ed eretico. E non fatevi ingannare dalle sue mezze verità o buonismi di circostanza. Prego anche per lui acciocché si ravveda finché è in tempo.
    Cristo regni!

  • Avatar Oreste ha detto:

    Mi sembra che papa Ratzinger abbia scritto la carita’ sta nella verita’. Sarebbe poco caritatevole tacere sullo SWIT. Capisco, sara’ stato minacciato. E tutti siamo umani, troppo umani. Quindi la carita’ di saper la verita’ a noi non spetta?

    IOR

    Una banca di mafiosi, assassini, massoni, riciclatori come tutti i paradisi fiscali. Panama si sanno i nomi. Lo IOR pure sempre che i documenti di monsignor Dardozzi escano (in originale).

    Sempre secondo Nuzzi (vaticano s..p.a.) Andreotti rimase fuori dalla tangente Enimont sul conto spelmann perché il vaticano non apri il portone di bronzo.

    Bergoglio

    Bergoglio, sembrerebbe essere il secondo votato dopo Ratzinger nel concilio che lo elesse. Bergoglio e Martini avevano avuto dissidi.

    • Avatar ulisse ha detto:

      C’è tanta di quella carne al fuoco che è impossibile seguire tutto. A quel che ricordo ci fu un momento di stati nelle votazioni tra Ratzinger e Bergoglio, a Ratziner mancavano pochi voti ma i sostenitori di Bergoglio tenevano duro e fu proprio Martini che sbloccò la situazione s favore di Ratzinger.
      Anche se non strettamente inerente a questo blog Invito a leggere l’articolo di Luttwak sulle caste. Vi è molto di vero.

  • Avatar PG ha detto:

    Difendere Bergoglio con le sue assurdità demagogiche ed errori teologici, è come sparare sulla Croce Rossa.

  • Avatar francesco maracino ha detto:

    Dunque …
    Il successore di Pietro è colui che conferma i fratelli nella fede.
    Quindi, è colui che afferma ciò che ha detto Cristo e si oppone a ciò che si oppone a Cristo.
    Si aggiunga che Bergoglio in persona ha accolto in San Pietro un idolo di legno (la mitica pachamama!).
    Si aggiunga, pure, che, come dice padre Cavalcoli, ciò che Bergoglio fa o non fa “non compromette affatto l’ortodossia del Papa, il quale resta il Maestro infallibile della Fede, che, con la potenza dello Spirito Santo, libererà la Chiesa dalla persecuzione e dall’oppressione dell’anticristo”.
    Quindi, (da tutto quanto premesso discende che) lo Spirito Santo libera la Chiesa dall’oppressione dell’anticristo facendo introdurre in San Pietro da Bergoglio un idolo di legno.
    Beh, come ho fatto a non capirlo prima!?
    Meno male che ho la possibilità di leggere questi lampi di genio assoluto.
    Aiutano soprattutto ad accrescere quotidianamente in me la stima che ho nei preti, monaci, vescovi, cardinali (e papi).
    La stima che ho per la loro statura morale, per la cristallina e disinteressata onestà intellettuale, per la loro totale assenza di ipocrisia e di servilismo, per il coraggio sprezzante del pericolo.
    Ma, soprattutto, perché è evidente in loro che davvero non antepongono nulla all’amore di Cristo.
    Meno male!

  • Avatar cattolico ha detto:

    buon giorno don cavalcoli.concordo con lei,è bene però precisare che card. martini fermò bergoglio, dichiarandolo troppo rozzo culturalmente e caratterialmente instabile,permettendo cosi l’elezione di papa ratzinger. sarebbe anche bene smettere di parlare di castighi di dio come se gesù fosse yhwh dio degli ebrei.gesù ci insegna che,l’errore è umano e che il perdono è divino.

    • Avatar Enrico ha detto:

      E’ vero, Cattolico, basta con questa storia del castigo di Dio. I flagelli che scuotono l’umanità – terremoti, tsunami, pandemie etc etc – sono frutto del caso. E’ solo per caso che il covid19 sta uccidendo decine di migliaia di persone. Che c’entra Dio? Niente. E’ il caso.

      • Avatar Oreste ha detto:

        No, il mondo non va’ in chiesa.

        Ma quando ci andava, alle 5 di mattina, prima di lavorare nei campi: veniva colpito lo stesso.

        Poi c’era un vero GIUSTO di nome Giobbe. Le disgrazie gli tolsero’ tutto. Vennero a trovarlo degli amici e invece di tacere gli diedero del peccatore portandolo a “maledire il suo giorno”. Loro volevano difendere Dio a scapito della verita’. Ma Dio e’ verita’. E quando si manifesto’-nel finale del libro- chiede a Giobbe di pregare perché non sterminasse i suoi non richiesti “avvocati”.

        https://www.youreporter.it/foto_terremoto_in_liguria_del_1887_immagini_all_epoca_del_sisma/

  • Avatar Milly ha detto:

    Spiace doverlo dire ma padre Cavalcoli mi ricorda tanto la frase di Gesù:
    “Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dagli uomini.”
    Mt 5, 13-14
    A mio parere non si può difendere l’indifendibile.
    Certo dobbiamo portare rispetto all’attuale Papa, è il nostro dovere di carità, ma non si può certamente fare finta di niente sulle sue azioni particolarmente deleterie per la nostra Fede e per la salvezza delle nostre anime.

  • Avatar Carlo Massone ha detto:

    Caro Cavalcoli, mi creda glielo dico con rispetto, ma quale logica può portare a una elezione valida dopo che un papa viene costretto alle dimissioni e dopo una congiura preesistente per eleggere un altro dimostrata da uno dei partecipanti alla mafia di San gallo prima di morire (cardinal Dannels). Forse ha paura di dire che secondo le regole della Cbiesa tutti i cardinali che coscientemente hanno preso questa decisione o che coscientemente hanno accettato questa imposizione sono tutti scomunicati compreso l’eletto? Noi poveri fedeli non sappiamo più a chi dobbiamo essere fedeli. E non sappiamo più dove sono i veri pastori. Che Dio Trinitario abbia pietà di noi. Non possiamo continuamente fare finta di non capire o di buttare al macero il nostro cervello.

    • Avatar Oreste ha detto:

      A me fa’ strano sto nome “mafia” di San Gallo. Chi hanno ammazzato, chi hanno coperto. Una mafia curiale invece e’ esistita e Ratzinger con la sua pavidita’ ne ha fatto involontariamente parte. E’ quella che ha protetto e promosso ai vertici I LEGIONARI DI CRISTO. Quella che ha perseguitato San Orione e San Pio e probabilmente UCCISO.

      Ora mi direte Ratzinger non poteva intervenire come prefetto del sant uffizio. Insomma sto Ratzinger e’ sempre giustificato. Per gli altri e’ invece una barzelletta PRENDERSI LE RESPONSABILITA’.

      Un altra cosa non avevo notato. La carita’ nella verita’ e’ il contrario della paolina verita’ nella carita’ che promuove ,canche, Bergoglio.

      • Marco Tosatti Marco Tosatti ha detto:

        L’ha definita così uno dei suoi membri, in un’intervista, il cardinale Godfred Danneels. Egli stesso.

        • Avatar MARIO ha detto:

          Sì, per prendere in giro i veri inventori dell’appellativo “mafia di San Gallo”.
          Se così non fosse, sarebbe masochismo allo stato puro, assolutamente non credibile. No, è solo l’ironia tipica del clero… a volte un po’ pesante e autolesionista, come in questo caso.

          • Marco Tosatti Marco Tosatti ha detto:

            Era scherzoso – in maniera clericale e nord-europea, forse con un filino di razzismo, anche – il termine; i fatti erano veri, altroché se lo erano…

  • Avatar Marco Matteucci ha detto:

    Stai a vedere che quel demonio di un Don Minutella, eretico e pluriscomunicato, la bestia nera del cardinale esecutore Beniamino Stella e del ciclista palermitano Corrado Lorefice, il nemico irriducibile del capo
    ….AVEVA RAGIONE!!!
    https://reginadelcielo.wordpress.com/

  • Avatar Giuseppe ha detto:

    Quello dello swift, è solo uno dei motivi di costrizione, poi, i ricatti potrebbero essere stati molteplici, non limitati alla minaccia personale, ma a quella di persone care, Craxi docet!, per cui cavalcoli, mi sembra, con tutto il rispetto, un mentecatto arrampicatore di specchi, storto dentro, che se non si pente….
    Quindi l’unico papa è Benedetto, e che lo proclama è don Minutella!

  • Avatar creazionista ha detto:

    L’articolo prende spunto da una lettera del 20-1-2017 di The Remnant a Trump
    http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1831_The-Remnant_Lettera_aperta_al_Presidente_Trump.html

    La risposta per me è comica, in vari punti fra cui:
    1) SWIFT non impedisce quasi a nessuno di comprare e vendere. La bestia impedirà a CHIUNQUE di comprare e vendere, ciò potrà avvenire solo col ritiro del cartaceo e l’istituzione della moneta elettronica, con relativo chip/app/ecc. È interessante notare che dopo 2000 anni solo ora prenda senso l’affermazione dell’Apocalisse
    2) Non compromette l’ortodossia del papa? La costituzione dogmatica Pastor Aeternus del Concilio Vaticano I (4,4.6 e segg.) dice che l’infallibilità papale non è una licenza per cambiare la dottrina: Lo Spirito Santo infatti, non è stato promesso ai successori di Pietro per rivelare, con la sua ispirazione, una nuova dottrina, ma per custodire con scrupolo e per far conoscere con fedeltà, con la sua assistenza, la rivelazione trasmessa dagli Apostoli, cioè il deposito della fede. Fu proprio questa dottrina apostolica che tutti i venerabili Padri abbracciarono e i santi Dottori ortodossi venerarono e seguirono, ben sapendo che questa Sede di San Pietro si mantiene sempre immune da ogni errore in forza della divina promessa fatta dal Signore, nostro Salvatore, al Principe dei suoi discepoli: Io ho pregato per te, perché non venga meno la tua fede, e tu, una volta convertito, conferma i tuoi fratelli. Ergo il papa, ammesso e non concesso che questo lo sia, erra quando esce dal solco della dottrina
    3) Come può essere valida una rinuncia forzata da una minaccia?

  • Avatar Mazzarino ha detto:

    Parigi val bene una Messa? Superato! Oggi è la Messa che val bene una multa!
    Come già detto fino alla noia dal 13.3.2013, i tempi eretici martiniani erano maturi ma i lavori cominciarono con i pieni poteri di Obama. BXVI, faccia gonfia e paonazza, ebbe un “segnale” estremo inequivocabile e definitivo, cercò di resistere, infine per evitare la bancarotta, dopo una soffiatina del Carlo Maria (suo precedente decisivo elettore che lo invitava a dimettersi), cedette sotto il ricatto economico. Chiesa Ecumenismo e Politica! Purtroppo non era polacco. Dunque le dimissioni erano e sono invalide e la sede vacante non era. Nè incredibilmente lo è ora. (al 2012 davano a BXVI pochi mesi di vita…) Purtroppo la pavidità e la “nullità” della gerarchia sana ha consentito (non opponendosi alle manifeste plurime conclamate eresie) all’infiltrato l’esercizio della potestà di giurisdizione. Probabilmente non è Papa agli occhi di Dio, ma giuridicamente, agli occhi degli uomini ORA lo è. Attraverso di lui Santa Romana Chiesa è stata definitivamente trasformata in una onlus comunista pelosa al servizio (e al soldo) del potente mondo liberal ebraicoangloamericano che, a suo tempo finanziò il consolidamento comunista in Unione Sovietica e poi finanziò concilio e postconcilio. L’imbarco clintoniano del mondo ex comunista Roncalliano, reinvoluto al giacobinismo, ha avviato la “soluzione finale” del cattolicesimo. Con buona pace della Trinità, di NSGC e di Maria Santissima, rimossi dalla teologia Bergogliana per ordine dei nuovi capi, un capo traditore ha venduto la Santa Messa e consente il linciaggio dei cattolici che la cercano e la chiedono.. Il nemico sa bene che il “capo” è con loro. Siamo alle delazioni schifose in odium fidei. Siamo ai vescovi che, anzichè confermare nella Fede, rampognano i santi sacerdoti, per ordine del capo, se grarantiscono i Sacramenti ai fedeli. Libera Chiesa in Libero Stato… ah, ah, ah, Fine della “dolce” eutanasia imposta alla Chiesa di Cristo da Cavour e riavviata nell’ultimo dopoguerra. Si cambia passo. Siamo ai Robespierre, De Sade, Stalin, Mao, Castro imposti su base planetaria. Ammesso che le Messe siano nuovamente consentite, non sarà come prima. Per i semplici e i docili il precetto è svanito. L’assistere al Santo Sacrificio e alla Presenza Reale si farà in contrasto allo Stato. Dunque si rischierà e si pagherà personalmente. L’abuso della credulità popolare è dietro l’angolo…. Vi sarà di fatto una salutare selezione di veri Fedeli. Quelli che si ritroveranno e saranno disposti a pagare di persona, come in epoca Vittoriana in Inghilterra, per assistere al Santo Sacrificio con un rito dia garanzie ma che non piacerà affatto ai seguaci del Dio unico naturalista ebraico catto mussulmano. Il processo è ormai avviato nel cuore di tanti buoni fedeli. Ed è irreversibile, come la distruzione Bergogliana del papato. Ma tutto questo purtroppo, va detto, discende dalla debolezza del Pontificato di BXVI. ( Civitavecchia docet) Follie liturgiche tollerate, buone nomine effettuate e poi ritirate sotto ricatto, pessima scelta di vescovi e cardinali, scarsissima difesa e negoziazione dei principi non negoziabili, accettazione del male minore… etc.
    Ora ci teniamo la Bonino, Scalfari, Casarini, Lussuria, il card elettricista, ed un clero per il 70% diversamente sessuale. Siamo all’epilogo finale. Lo Stato decide che la presenza reale non esiste, che l’anima non esiste e dunque la priva degli alimenti di salvezza, così come analisi farlocche sul cervello stabiliscono la morte per liberare i volutamente insufficienti reparti di terapia intensiva. Lo stato catto/masso/comunista del dopoguerra scatena,contro chi va in chiesa e contro i sacerdoti eroi che celebrano il Santo Sacrificio, servizi segreti, esercito, carabinieri, vigili, finanza, carri droni, satelliti. Tornano in Italia le spiate, prima flilofasciste, poi filocomuniste, ora specificamente ANTICRISTICHE contro la Messa. E’ il trionfo di Robesperre. Si lavora la Domenica, non puoi esporre il Crocifisso, tutto, strade, monumenti,palazzi, piazze, eventi incanalano gli umani al neoprogressimo finale meta ultima del capital comunismo ebraico. Al comunismo mediante il capitalismo! (gestito su scale finanziarie virtuali e variabili). Cambierà presto anche il calendario? La morte del Card.Caffarra, il suo cuore spaccato per la visione chiara di ciò che stava per accadere alla sua Chiesa, ci mostra oggi la benevolenza di Dio che gli ha evitato il Giudizio nelle condizioni in cui si trova (e si troverà) l’attuale gerarchia ex cattolica. Essere laici è oggi veramente una grande benedizione.

  • Avatar Rafael Brotero ha detto:

    Dire che questa è la voce dell’ortodossia tomistica nella chiesa bilderbergogliana…
    Infatti, la putrefazione nella Chiesa è molto più profonda di quello che si poteva immaginare prima del golpe di 2013. Serve urgente una riflessione critica sulla storia ecclesiastica per capire come è stato possibile arrivare a questo stato di decomposizione.

    • Avatar Enrico ha detto:

      Golpe nella chiesa nel 2013 con a capo Bergoglio, Golpe nel governo con a capo Conte. Una volta i golpe provocavano sconquassi sanguinosi. Ora siamo nel tempo dei golpe come normalità incruenta. Bella schifezza.

    • Avatar Enrico ha detto:

      Golpe nella chiesa nel 2013 con a capo Bergoglio, Golpe nel governo con a capo Conte. Una volta i golpe provocavano sconquassi sanguinosi. Ora siamo nel tempo dei golpe come normalità incruenta. Bella schifezza.

  • Avatar Mikhael ha detto:

    Un papa riconosciuto forse da p. Cavalcoli e dalla maggioranza ignara dei fedeli ma non dal Cielo!
    Oremus per S.S. Benedetto XVI e che Dio gli doni gloria in questa vita ma soprattutto nell’altra.

  • Avatar Cesare Baronio ha detto:

    Ottimo l’articolo, assolutamente carente la risposta di Cavalcoli. Il quale, come al solito, riconosce l’evidenza del disastro ma si rifiuta di trarre le logiche e necessarie conclusioni. Stupisce che un Domenicano possa fare strame dei principi scolastici solo per puntiglio e ostinazione. Comunque, per grazia di Dio, Cavalcoli non ha e non avrà mai alcun ruolo quando la questione canonica della nullità dell’elezione di Bergoglio dovrà esser risolta.

    • Avatar domanda ha detto:

      Quali sarebbero i principi scolastici sullo swift e le pressioni per l’elezione di un Papa, che Cavalcoli avrebbe trascurato?

      • Avatar Cesare Baronio ha detto:

        Che c’entra lo Swift? La contraddizione logica (prima ancora che teologica e canonica) di Cavalcoli risiede nell’ammettere la coercizione di BenedettoXVI nel dare le dimissioni, MA nel negare la conseguenza necessaria che da ciò deriva.

        Quello che padre Cavalcoli non rispetta è il principio di non contraddizione, base non solo della Scolastica, ma di tutto il pensiero filosofico occidentale. Ed è costretto a questa aberrazione logica solo perché non vuole accettare la realtà dei fatti.

        Come se uno dicesse: “Il fuoco brucia, io sto tenendo la mano sul fuoco; ma siccome non è possibile che io mi bruci, questo odore di carne arrosto è un’illusione dei sensi“.

        Suvvia.

        • Avatar CARMELO ha detto:

          E’ vero, caro Cesare Baronio, per P. Cavalcoli è vero tutto e il contrario di tutto.

        • Avatar Carlo ha detto:

          Non ha parlato di coercizione, ma di atto libero e prudente. Se bloccano i conti correnti il Papa sopravvive la chiesa anche, quindi non c’era una causa che rendesse impossibile scegliere se dimettersi o no.
          Non è Cavalcoli a contraddirsi ma tu che non hai letto bene.

        • Avatar Oreste ha detto:

          Pio XII ha rischiato con Hitler. Era pronto a essere prigiomiero non a dimettersi e se rapito aveva già predisposto una guida alternativa. Ora Ratzinger cosa temeva? Ratzinger ninja dimostrato COERENZA, nel sangue di Cristo hanno intinto solo le babbucce in molti. Siam tutti peccatori. Ma non arrampicatevi sugli specchi. E’ tutta retorica? Sto Swift o i marziani erano peggio di Hitler per combinare questo pasticcio anche canonico. Trovo le vostre scuse puerili.

          Ratzinger e’ sempre stato senza misericordia (tranne che con Maciel, anche lì era minacciato). 20 anni ha spretato gente. Forse dovevano minacciarlo. Lui non guardava il peccato ma la minaccia? Sarebbe meglio tacere. Un senso ci sara’ io non condannò Ratzinger. Giobbe tacque. Sbotto’ solo quando “gli amici” iniziarono a difendere Dio dicendo il falso. E Dio li puni. Anche se la seconda parte del libro non si legge, di solito.

  • Avatar Speranza ha detto:

    “Tuttavia, ciò non compromette affatto l’ortodossia del Papa, il quale resta il Maestro infallibile della Fede, che, con la potenza dello Spirito Santo, libererà la Chiesa dalla persecuzione e dall’oppressione dell’anticristo.”
    Di fronte all’evidenza dei fatti spero di capire che questa affermazione si riferisca al ruolo del romano pontefice non in quanto Bergoglio, ma in quanto pontefice. Che poi le vie del Signore siano infinite, questo è un altro discorso.

    • Avatar Teologo ha detto:

      Beh sicuramente è così. Essendo il Vicario di Cristo, anch’egli si caratterizza per l’Unione ipostatica: vero Papa/vero Bergoglio. Il problema è che Bergoglio non beneficia dell’Immacolata concezione e quindi è soggetto alla concupiscenza quale residuo del peccato originale. Il che porta l’ipostasi vicaria a sbagliare qualche volta i comportamenti.

      • Avatar Oreste ha detto:

        Immacolata concezione da cui e’ nato Ratzinger. Per cui i suoi araldi qui non applicano la verita’ a Ratzinger, ma Ratzinger alla verita’.

  • Avatar Giuseppe ha detto:

    Vorrei chiedere a Padre Cavalcoli perché ritiene valida l’elezione di Bergoglio quando sostiene che la mafia di S. Gallo abbia complottato per farlo eleggere.
    Poiché Papà Benedetto lo ha riconosciuto suo successore?
    E cosa altro avrebbe potuto fare Papa Benedetto?
    Sarebbe gradita una motivazione.
    Grazie

    • Avatar Oreste ha detto:

      Te lo dico io cosa avrebbe dovuto fare. Essere coerente come Wojtila. Essere impassibile come Ruini fece con welby in cui un accanimento terapeutico gli vieto’ il funerale in chiesa. Invece un attacco di panico o la mancanza di forze (e’ tutto scritto) e non mi dite che era fisicamente malato sennò in Vaticano c e’ un sosia, a rischio vita intendo. Ma noi dobbiamo fare cio’ che ci dicono, non cio’ che fanno.

  • Avatar Francesco ha detto:

    E’ la dimostrazione di come il dogma dell’infallibilità di Pio IX abbia distrutto la coscienza dei cristiani. Io brindo prima alla coscienza poi al papa ovviamente legittimo. Se l’elezione è invalida come fu quella del pazzo Urbano VI che fece strangolare nove cardinali beh…non brindo certo a Bergoglio e alla mafia sangallese che l’ha eletto! Excusatio non petita manifesta accusatio: del resto Bergoglio ammette nell’annuario che non è vicario di Cristo è un titolo storico che si ritrova come un vecchio arnese.
    Ho l’impressione che molti cristiani non chiamino le cose col loro nome , bene il bene, male il male.

    • Avatar Michele ha detto:

      L’infallibilità del papa vale con precise condizioni e non ha affatto distrutto la coscienza dei cristiani.
      La bella citazione del cardinale Newman vale per una coscienza ben formata, non autoreferenziale e docile alla luce dalla Verità e dallo Spirito.
      La nostra coscienza soggettiva può ignorare con superbia la voce della Verità oggettiva scritta in ogni cuore, condizionata dal peccato originale, dalle tentazioni, dalla mentalità del tempo.
      I gerarchi nazisti, dopo aver compiuto le loro azioni criminali, tornavano a casa ed erano affettuosi con moglie, figli…persino col canelupo.
      La notte dormivano tranquillamente senza alcun rimorso di coscienza che avevano ormai tacitato con la loro superba e prometeica ideologia anticristica e antiumana.

  • Avatar lori ha detto:

    Non dovete andare lontano per cercare il segno della bestia, cioè il 666. Basta che apriate il vostro frigorifero o lo scomparto della cucina in cui conservate la pasta, le scatolette, il caffè, lo zucchero.
    Su tutti i prodotti acquistati al supermercato , compresa la carne, anche se vi servono al banco della macelleria, c’è il codice a barre. Ed è quello il marchio della bestia, senza il quale non si può vendere o comprare. Infatti all’inizio, al centro, e alla fine del codice a barre ci sono due lineette , un po’ più lunghe delle altre che non sono altro che il numero 6 rappresentato in codice binario. All’inizio, al centro, e alla fine : tre volte sei. Chiaro e semplice.
    Se acquistate da un vecchio macellaio, o da un forno, o da un piccolo negozio di ortofrutta, invece, non avrete prodotti con il codice a barre, Ovvero i prodotti saranno privi del marchio della bestia.
    Quello che mi stupisce è che san Giovanni lo abbia visto con chiarezza diciannove secoli fa.

    • Avatar JORGEMARIO@ORGOGLIO ha detto:

      🕵️‍♂️6🕵️‍♂️6🕵️‍♂️6

    • Avatar Martin Lutero ® ha detto:

      Diffido i frequentatori di questo blog di asserire i codici a barre , l Ean, e altri dispositivi come marchio della bestia. Noi protestanti l abbiamo scoperto negli anni 80. Voi discepoli della grande prostituta che siede sui 7 colli pure senza marchio se non uscite dalla chiesa cattolica non verrete rapiti, non siete pronti. Siete eretici.😂

  • Avatar GIULIO ha detto:

    SALVE TOSATTI, VOLEVO SOLO DIRLE DUE COSE, TANTO PER INFORMARLA SUGLI ESITI DI QUESTE CONTINUE SPECULAZIONI.
    SWIFT O NON SWIFT, LA CHIESA CATTOLICA ROMANA HA SUBITO, SELLA STORIA, BEN PIU’ CRUENTI ATTACCHI, DA NERONE A GARIBALDI.
    A ME NON RISULTA CHE PAPI CHE VEDEVANO IL LORO GREGGE MORIRE MARTIRE O CHE SI SONO VISTI SOTTRARRE IL TERRITORIO PONTIFICIO ABBIANO MAI ABBANDONATO LA GUIDA DELLA NAVE.
    PIO IX HA FORSE ABDICATO QUANDO GLI HANNO TOLTO ROMA, CONFINANDOLO IN POCHI METRI QUADRI? NO!
    E CHE DOVREMMO PENSARE DI UN BENEDETTO XVI CHE CEDE DI FRONTI AI RICATTI DEL MONDO FINANZIARIO/BANCARIO?
    ESITO: SE FOSSE VERA QUESTA TEORIA E IL PAPA SI FOSSE DIMESSO PERCHE’ “COSTRETTO”, BENEDETTO XVI SI E’ COMPORTATO DA DISERTORE, NON DA POVERO MARTIRE. DA DISERTORE!
    QUANTO MENO SE PARAGONATO A TANTI SUOI PREDECESSORI.
    BADI: PER PARLARE DI “INVALIDITA'” DELLA RINUNCIA, NON BASTA CHE LA “COSTRIZIONE” SIA UNA PRESA D’ATTO DELL’INCAPACITA’ DI RISOLVERE UNA SITUAZIONE CRITICA, MA SIGNIFICA CHE QUEL PAPA SENTIVA CONTRO DI SE’ UNA MINACCIA TALE DA NON POTER AGIRE DIVERSAMENTE. POICHE’ LO SWIFT NON E’ MINIMAMENTE PARAGONABILE AD ALTRE PERSECUZIONI PRECEDENTI (NON TI DANNO IN PASTO ALLE FIERE) NON SI POTREBBE CHE CONCLUDERE CHE BENEDETTO XVI FOSSE UN PUSILLANIME. NON SAREBBE STATO COSTRETTO, MA NON AVREBBE AVUTO LA FORZA MORALE DI AFFRONTARE LA SITUAZIONE. QUINDI DISERZIONE.
    E’ QUESTO CHE VOLETE PORTARCI A PENSARE?

    • Avatar Swap ha detto:

      I agree . lei spiega implicitamente e con chiarezza che la storiella dello swift è una sciocchezza enorme . C’è da domandarsi come persone intelligenti possano credere che per far dimettere un papa si debba usare uno strumento tecnìco , tracciabile, riconoscibile, utilizzato da migliaia di istituzioni finanziarie al mondo, spiegabie con infiniti motivi procedurali. Basta con sta stupidità frutto di un incubo o di un intuito da romanziere.

      • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

        Appunto “stupidità” e mancanza d’ intelligenza…non legge bene. Non capisce che lo Swift solo fu la stoccata finale?…come manifesta ignoranza infinita lei…lei non sa cosa avrebbe dovuto affrontare BXVI se non poteva girare i soldini ai nunzi nel mondo intero…immagini un corrotto exnunzio in Colombia, poi mandato in Africa da parolin, ad uno come ettore ballestero che approffitò nunziatura di Bogotá per affari di nascondimento nei paradisi fiscali (Svizzera…
        St. Gallen…dixit) degl’ affari del suo padre e fratelli nell’ ambito commerciale, ironia, della vendita della carne…macellai…o il proprio parolin che da nunzio qui a Caracas lo nominava certo nei discorsetti BXVI ma dietro le quinte l’odiava…pur avendolo consacraro vescovuccio a lui stesso…veramente lei non capisce nulla e ci da degli stupidi agl’ altri…

        • Avatar Januensis ha detto:

          Mai conosciuto il nunzio Ettore Ballestrero. Ma le domando, carissimo padre, è sicuro che la famiglia del nunzio fosse una famiglia di macellai ? Mi spiego : qui a genova abbiamo una dinastia di medici di alto livello, (tanto per essere chiari, uno di loro è attualmente, oltre che ordinario di medicina interna all’Università, anche il direttore del D.I.M.I., ovvero del dipartimento che si occupa di medicina interna. Un luminare insomma. Il nunzio sembra nato nel 1966. Io ho avuto modo di apprezzare l’opera di un medico appunto con quel cognome nel 1974. Era il primo ad arrivare in reparto e l’ultimo ad andarsene la sera. Una vita per la medicina. Sicuro che il nunzio non appartenga a quella famiglia ? Il medico che ho conosciuto io potrebbe essere suo padre e l’attuale direttore del DIMI suo fratello…

          • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

            Mi scuso perche ho scritto di getto il cognome del nunzio in Congo, sbagliando qualche lettera; ma non per l’ afermazioni e guardi Dio mi ha donato buona memoria ed oggi per l’ esattesa 10 mesi esatti da quando ho letto in questo link 21 giugno scorso questa informazione. Non capisco bene se lei stà dicendomi che anche se dice che non conosce la famiglia del nunzio ma finisce con dati d’ altra famiglia con lo stesso nome domandandomi se non si tratta di quella…ho specificato che la corruzione sarebbe nella vendita della carne importata…(e per questo l’ ironia dei “macellai” avendo in mente la visione dove compare Nostro Signore al P. Pio dicendo di certi sacerdoti “sono dei macellai”) perfino importata d’ Argentina…pensi un po…poi che il sudetto trasferì 4 milioni d’ euro al suo fratello…allora sacerdoti italiani…chiedete tutti andare lavorare in nunziature per ricevere la capacità di risparmiare da tali stipendi tale ciffre…insomma. Se lei trova altra informazione dopo questa non desdetta, in questi 10 mesi, mi lo faccia sapere, perche io non scrivo qui menzogne. Poveri fratelli congolesi che l’ hanno mandato tale indagato. Grazie.

            http://www.farodiroma.it/ancora-guai-giudiziari-nella-sua-genova-per-il-nunzio-apostolico-ettore-balestrero-di-r-bobbio/

    • Avatar Oreste ha detto:

      E’ un ora che cerco di scriverlo. Tosatti non pubblica forse per i miei errori grammaticali. Io e lei, caro Amico, siamo da ricoverare. O siamo come Giobbe. Ci siamo stufati di sentire fregnacce dove occorrerebbe penitenza e silenzio.

  • Avatar VITMARR ha detto:

    Penso che questo blog sia rimato uno dei pochissimi , ma forse è anche l’ultimo, dove si ha l’enorme coraggio di rendere noti i contenuti della lettera scritta dall’anonima signora. Padre Cavalcoli, come sempre, si dimostra propenso a dare un colpo al cerchio e uno alla botte , infatti come si può sostenere alla stesso tempo l’esistenza di una congiura e la validità del conclave. E’ nel diritto canonico la normativa che esclude questa possibilità latae sententiae . L’argomento è già stato trattato in questo blog.https://www.marcotosatti.com/2019/11/28/il-conclave-del-2013-era-invalido-uno-studio-lo-afferma/

    • Avatar Oreste ha detto:

      Se così fosse, dico se. Si e’ preferito Mammona a Dio. E poi parlate di anticristi? Di valori non negoziabili? E se gli avessero chiesto non le dimissioni, ma di dire extra catedra che la resurrezione di Cristo e’ un allegoria lui avrebbe dovuto cedere al ricatto?

  • Avatar Anto Marti Ciotta ha detto:

    In sintesi padre Cavalvoli sostiene che papa Ratzinger aveva una pistola puntata alla tempia ma le sue dimissioni sono atto libero; che la mafia di S.Gallo esiste ed ha agito, ma non incorre in quanto previsto dalla “Pascendi Dominici Gregis”; che il Papa è, ipso facto, esente dal pericolo di eresia. Sinceramente, con tutto il rispetto per padre Cavalcoli, mi sarei aspettata conclusioni un po’ più stringenti, incisive e, soprattutto, logiche…

  • Avatar P. Luis Eduardo Rodrìguez Rodríguez ha detto:

    Saluti al p. Cavalcoli…durò tanto disfarsi del tale ariel…ancora deve raggiungere chiarità in questo suo ragionamento contradittorio.

    obama gay + diavola hillary, servirono la tavola.
    3 gennaio 2013 lo Swift. 12 febbraio 2013 sbloccato lo Swift.

    P. Cavalcolli con brillantezza descrive St. Gallen mafia, associazione per delinquere, ma poi non concreta che questo è il fondamento della invalida rinnuncia. La Chiesa non è di Benedetto XVI, con quelle costrizioni lui non poteva dimettersi, anche al costo di non poter “comprare ne vendere”…sarebbe stato anche un bene per mandare a casa la maggioranza dei nunzi bastardi che hanno infestato tutta la Chiesa con lupi rapaci travestiti di “pastori”…lo stesso berORGOGLIO fu fatto vescovo contro tutti i pareri perfino del suo capo gesuita. Il proprio Benedetto XVI fecce cardinali tanti di quei traditori che dopo mangiarono nella tavola servita d’ obama gay e hillary diavola…

    NOSTRA SIGNORA DEL ROSARIO, Fatima: (titolo che dovrebbe amare p. Cavalcoli):

    “…Adesso vado a rivelare il terzo frammento del segreto; questa parte è l’apostasia nella Chiesa. Nostra Signora ci mostrò una visione di un individuo che io descrivo come ‘il “Santo Padre’, davanti a una moltitudine che stava lodandolo.

    Però c’era una differenza con un vero Santo Padre, lo sguardo del demonio, questo aveva gli occhi del male.

    Poi, alcuni momenti più tardi, vedemmo lo stesso Papa entrare in una Chiesa, però questa Chiesa era la Chiesa dell’inferno, non c’è modo di descrivere la bruttezza di questo luogo, sembrava come una fortezzaluogo, sembrava come una fortezza fatta di cemento grigio, con gli angoli rotti e le finestre come occhi, aveva un picco sul tetto dell’edificio.

    Subito alzammo lo sguardo verso Nostra Signora che ci disse avete visto l’apostasia nella Chiesa, questa lettera può essere aperta dal Santo Padre, però deve essere annunciata dopo Pio XII e prima del 1960…”

    (Inoltre già menzionava con nome “PIO XII”…essendo ancora tempo di Benedetto XV…più avanti innadiritura nomina Giovanni Paolo II…profezie e profezie tutte compiute…ma i maligni dicono che inventate di recente…)

    ET EXPECTO TRIUMPHUS CORDIS IMMACULATI MARIÆ.

  • Avatar Dani ha detto:

    Buongiorno dott. Tosatti, non capisco la ultima frase di p. Cavalcoli…la forza dello Spirito Santo attraverso quale infallibile papa dovrebbe salvare la Chiesa dall’anticristo??? Attraverso Bergoglio?? Grazie