MESSE CHIUSE, LIBRERIE APERTE. COSA FA LA CEI? UNA SUPPLICA, E UN ODG.

11 Aprile 2020 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, venerdì scorso – cioè ieri – il Senato ha approvato un ordine del giorno della Lega sulla riapertura delle chiese per le celebrazioni religiose, ovviamente nel rispetto delle regole di sicurezza in vigore. Lo rende noto il senatore umbro Pillon, sul suo profilo Facebook: 

“‘È stato approvato in Senato un ordine del giorno della lega sull’apertura delle chiese. Lo rende noto il senatore umbro Simone Pillon.

Il Governo si è impegnato ad “adottare provvedimenti di propria competenza al fine di consentire che la sospensione delle cerimonie civili o religiose non operi qualora queste si svolgano in collegamento da remoto e ad avviare un’interlocuzione con la Conferenza episcopale italiana (Cei) affinché vengano chiarite le modalità di accesso ai luoghi di culto, in modo particolare nell’imminenza delle festività pasquali, ferma restando l’esigenza di adottare misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e mantenere la distanza di almeno un metro tra i frequentatori” scrive il senatore sul suo profilo”. Commenta sul senatore Fillon: “La nostra parte l’abbiamo fatta convintamente – conclude Pillo – Ora vediamo se il Governo e la Cei passeranno dalle parole ai fatti”.

Fino a questo momento né il Governo, né la Conferenza Episcopale Italiana hanno dato segni di vita in questo senso. Mentre sappiamo dalle usuali esternazioni fuori protocollo e fuori Parlamento del Presidente del Consiglio che dovrebbe essere nel giro di qualche giorno concessa la riapertura delle librerie.

Sempre su questo argomento, registriamo e rilanciamo volentieri dal blog Messa in Latino un appello ai vescovi italiani. Eccolo:

Rompiamo il silenzio del Sabato Santo…

…per elevare una supplica ai nostri Vescovi?

Dato che dal 14 aprile riapriranno al pubblico alcune attività commerciali, chiediamo che insistano pressantemente presso il Governo affinché, per quanto di spettanza dell’autorità civile, da quella data sia concessa via libera anche alle cerimonie religiose pubbliche, in tutte le chiese in cui sia possibile rispettare le misure di distanziamento, ribadendo in termini inequivoci che i fedeli possono spostarsi legittimamente per raggiungere un luogo di culto a loro prossimo. Con l’espressa precisazione che i fedeli possono/devono assolvere il precetto pasquale (cioè che possono “fare Pasqua”) partecipando alla S. Messa e comunicandosi – premessa la dovuta confessione sacramentale – in ogni giorno dell’ottava, magari autorizzando tutti i sacerdoti disponibili a trinare onde moltiplicare al massimo l’offerta delle celebrazioni.

È chiedere troppo?

§§§

 




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

39 commenti

  • Michele ha detto:

    Il nuovo mestiere delle C.E.I. è ormai questo: “passacarte” di un governo di miscredenti presieduto da una persona che non ha mai ricevuto un solo voto dal popolo italiano e che, quindi, non rappresenta il popolo, ma solo i poteri forti che lo vogliono a palazzo Chigi.
    In Italia, infatti, la democrazia solo formale ha ormai sostituito del tutto la democrazia sostanziale.

  • Mazzarino ha detto:

    Ci hanno privato della Messa di Pasqua. La legge dello Stato contro quella di Dio. Oggi Ogni Cattolico vero lo ha avvertito, E’ la prima volta dal dopoguerra. Accade perchè al posto del vicario di Cristo c’è un traditore che ha venduto la Chiesa ai suoi nemici, Per la prima volta ogni cattolico ha valutato se infrangere la Legge dello Stato per osservare quella di Dio. Il governo giacobino comunista arriva dove non è arrivata la Rivoluzione Francese. Può farlo! il capo dei nemici cattolici non crede alla Presenza Reale. Crede in Abramo ma non in Cristo. E’ uno di loro!

  • Enrico66 ha detto:

    Chiese chiuse, ma solo per le messe.
    Ma stasera Bocelli può tenere il suo concerto nel Duomo di Milano.

  • Claudio ha detto:

    Ma scusate con tutto il rispetto… ma ci vuole molto a capire che un conto è una libreria aperta dove può entrare solo una persona o due se lo spazio lo permette, è una chiesa dove si più radunano più persone? Sorteggiamo chi entra in chiesa?? Mettiamo una X ogni metro per tenere la distanza?? Dai per favore…

    • Marco Tosatti ha detto:

      Lei ha mai visto Feltrinelli? O, per esempio, La Libreria del Viaggiatore? O una qualsiasi altra libreria media di Roma? Quando è entrato l’ultima volta in una libreria? Ma di che cosa sta parlando?

    • anna maria ha detto:

      Caro sig. Claudio, se lei non vuole entrare in chiesa, nessuno la costringe. Se, da più parti si implora la Chiesa ed il Governo di dare la possibilità ai veri credenti di accedere ai sacramenti, perché lei vorrebbe frenare questa richiesta? Bisogna rispettare le esigenze vitali per i veri credenti. A chi sta bene non frequentare la Santa Messa, o “viverla” in streaming, continui pure, ma chi non riesce a vivere senza la Santa Messa domenicale e ricevere il Santissimo Gesù eucaristico, si rispetti . La sofferenza è tanta, per i veri cristiani!!!

    • Paolo Pagliaro ha detto:

      Ma lei è stato al supermercato?

      Secondo lei è impossibile organizzarsi prudentemente per ricevere l’eucarestia, almeno a Pasqua? Ma stiamo scherzando? Questo è il PRIMO dovere dei vescovi e dei sacerdoti, non il quarantatreesimo.

      E potrei capire a Bergamo, ma – per fare un solo esempio – in Sicilia? In quella regione ogni anno ci sono 4000 morti solo per malattie del sistema respiratorio, più di 50000 (cinquantamila) in generale – mentre per questo virus? 154

  • Monica ha detto:

    A proposito di Padre Raniero.
    1. Cito: “Incendi, terremoti… la natura sta mostrando la sua collera in modo che ci prendiamo cura di lei”.
    Se Cantalamessa conosce un modo per prendersi cura della natur affinchè non ci siano terremoti, lo invito caldamente a farlo sapere alla commissione per il Nobel.
    2. cito: “Quando mai, a nostra memoria, gli uomini di tutte le nazioni si sono sentiti così uniti, così uguali, così poco litigiosi, come in questo momento di dolore? […] Ci siamo dimenticati dei muri da costruire. Il virus non conosce frontiere. In un attimo ha abbattuto tutte le barriere e le distinzioni: di razza, di religione, di ricchezza, di potere”.
    Mah, forse saranno notizie riservate dei servizi segreti del Vaticano perchè io vedendo cosa succede ne ricavo un’impressione diversa. Tolta la sottilissima patina di ipocrisia di certe dichiarazioni, a me sembra che i governi e i potentati stiano facendo di tutto per ricavare il massimo beneficio economico e geopolitico dalla presente situazione. Esattamente come le organizzazioni criminali. Ecco, forse P. Raniero si è dimenticato di aggiungere che grazie al virus, le mafie si sono convertite in associazioni caritatevoli.

  • Iginio ha detto:

    Inciso: avete sentito venerdì l’illustre p. Cantalamessa che predicava in San Pietro sull’inutilità dei muri davanti al virus e sentenziava che Dio non castiga? Che facciamo, gli battiamo le mani?

    • EquesFidus ha detto:

      No, lo invitiamo a smettere con queste sparate sessantottine in aperto contrasto con la Sacra Scrittura, ancora prima che col Magistero cattolico.

    • Raffaella ha detto:

      Sono sempre più disgustata, invece di inginocchiarsi e chiedere perdono per stornare da noi l’ira di Dio questi continuano con i muri, i migranti, Dio che non castiga….ma BASTA !!!

    • Lucy ha detto:

      E di cosa ci meravigliamo ? Padre Cantalamessa è quello che chiamato da Bergoglio a tenere gli esercizi spirituali (!!! )alla curia un paio di anni fa disse impunemente che bisognava rivedere il ” culto sconsiderato alla Madonna per cercare nuove vie “.Naturalmente per avvicinarci ai luterani.
      Igni commento su quello che continua a predicare è superfluo.

  • Iginio ha detto:

    Caro Tosatti, nel porgerle i migliori auguri di buona Pasqua, chiedo se si può fare qualcosa per esprimere solidarietà al povero parroco di San Marco in Lamis umiliato dal tg1 per aver “osato” celebrare il Venerdì Santo in piazza davanti alla chiesa alla presenza di persone che erano distanti fra loro e con la mascherina.
    La Rai butta i soldi così: per umiliare un sacerdote che compie il suo dovere e venera Cristo senza far male a nessuno. Colpirne uno per educarne cento.

  • Shalom ha detto:

    UNA PROPOSTA PER PAPA BERGOGLIO E IL SUO ELEMOSINIERE CARD KONRAD KRAJEWSKY: PIAZZA SAN PIETRO E’ VUOTA. PUO’ CONTENERE FINO A CENTOMILA PERSONE CIRCA. OPPORTUNAMENTE PREDISPOSTA CON TENDE E SERVIZI VARI PUO’ ACCOGLIERE QUASI DIECIMILA MIGRANTI, CLANDESTINI E ROM. COSA ASPETTANO? NON SI VERGOGNANO DI MANTENERLA VUOTA E FINANZIARE INVECE L’OCCUPAZIONE DI ALLOGGI ITALIANI ABUSIVI E PRIVI DI OGNI GARANZIA IGIENICA??? SVEGLIA!!!

    • Enrico66 ha detto:

      Piazza san Pietro è per metà territorio italiano.
      Che vengano ospitati nell’ hotel santa Marta o piantino le tende nei giardini vaticani.

  • Sandro ha detto:

    Egregio dott. Tosatti, non è la prima volta che vi scrivo: se pensa che queste mie parole possano essere utili per qualcosa, le pubblichi pure.
    Vorrei anzitutto dire che, come sacerdote, sono sempre stato pronto ad obbedire a quanto l’autorità religiosa mi chiedeva, convinto come sono che l’obbedienza si compia attraverso la parola del vescovo o di chi parla per lui.
    Ma vorrei anche esprimere il mio disappunto per quello che è stato perpetrato ad opera delle nostre autorità, in questa situazione di emergenza.
    Nella mia parrocchia, oltre alla grande chiesa parrocchiale, ci sono altre 12 piccole chiesette. L’esigenza di non celebrare in quei luoghi piuttosto piccoli, è emersa subito evidente.
    Però la chiesa parrocchiale ha oltre 200 posti a sedere: normalmente nelle domeniche dell’anno non vengono in chiesa quasi mai più di 70 persone. Se avessimo celebrato con la presenza dei fedeli, quanti ne sarebbero potuti venire, in questa situazione? 20? 30 forse? Anche se fossero venuti ognuno in una panca diversa, a distanza di circa 2 metri l’uno dall’altro, avremmo corso qualche rischio?
    Certo si può obiettare che non tutte le parrocchie sono in queste condizioni di spazio ampio; ma credo che l’intelligenza dei sacerdoti e dei fedeli, avrebbe benissimo potuto ovviare a questo e non lasciare che la gente fosse troppo vicina agli altri.
    La domanda che mi pongo e che vorrei poter porre ai “cervelloni” che ci hanno fatto celebrare la Pasqua in queste orrende condizioni
    è sempre la stessa? Perché? In nome di cosa?
    Purtroppo, dobbiamo ammetterlo senza paura di conseguenze, l’atteggiamento più incomprensibile e pauroso lo abbiamo riscontrato proprio nelle autorità della Chiesa: alcuni Vescovi non hanno proprio brillato per “lungimiranza”. In generale devo dire che abbiamo fatto, proprio noi, il clero della Chiesa Cattolica, una ben magra figura.
    Se ne sono sentite di tutti i colori, con notizie varie, smentite altrettanto varie, pareri diversi e a volte contrastanti tra scienziati e addetti ai lavori… ma, come dicevo, anche tra i Vescovi non è mancato chi si sia contraddistinto per “mancanza di fede”.
    Abbiamo sempre predicato che riteniamo l’anima superiore al corpo, che non dobbiamo mai far mancare alla nostra gente l’assistenza necessaria, i Sacramenti… e poi alla prima difficoltà (grave purtroppo, non lo nego) ci tiriamo indietro?
    Dove è andato a finire l’odore di pecore che il pastore dovrebbe avere addosso, secondo il parere del nostro Papa?
    Non mi dilungo oltre. Vorrei solo dire che, purtroppo, penso che dovremo “pagare” questa mancanza di fede e di speranza che abbiamo praticato, senza contare dell’amore! Evviva le virtù teologali!
    Se qualcuno dovesse essere restato scandalizzato da questo atteggiamento della nostra Chiesa, non saprei proprio cosa rispondere!

    • Lucia ha detto:

      Caro don Sandro capisco il suo sconforto , delusione e vorrei confortarla ma non saprei cosa dirle .Martedi riapriranno le librerie ma le chiese no , evidentemente la cei non ha fatto nessuna richiesta in merito , chissa forse se ne riparlera dopo il 3 maggio.Purtroppo la chiesa attuale si e cosi legata alla sinistra che non fa un passettino se non e sicura di avere il suo completo appoggio.Non mi faccia aggiungere altro , oggi ho commesso abbastanza peccati di pensiero contro il premier Conte che c ‘ e da stare sicuri firmera il mes e contro i troppi italiani che invece di capire quanto sia pericoloso cio danno addosso ancora a Meloni e Salvini compresa mia sorella , poi ho sentito al tg che il Papa ha fatto sentire la sua solidarieta alla nave ong mediterranea e li altri pensieri non proprio positivi….Ecco mi sono confessata con lei .Tornando al suo discorso , su cosa dire quando le dira che qualcuno si e sentito abbandonato da questa chiesa , temo che ormai i fronti siano chiari , chi e contento di questa chiesa attuale che parla solo di migranti e ambiente e chi e deluso ma questi ultimi lo sono da ben prima del virus ….., se comunque qualcuno le dovesse dire qualcosa potrebbe rispondere ” Non lo dica a me ma non per questo ho smesso di amare Gesu ” …..Spero non me ne voglia .Buona Pasqua

  • Lino 1949 ha detto:

    Perchè i gendarmi non vanno nei supermercati, nei tabacchi, nelle ferramente, nelle cartolerie e dare delle regole per l’approvigionamento dei beni? E devono venire in chiesa casomai dessero l’autorizzazione?

  • Sconsolata ha detto:

    Ma è una presa in giro? Ieri il Senato ha approvato un emendamento che«… e ad avviare un’interlocuzione con la Conferenza episcopale italiana (Cei) affinché vengano chiarite le modalità di accesso ai luoghi di culto, in modo particolare nell’imminenza delle festività pasquali…».
    Avviare un’interlocuzione nella notte fra venerdì e sabato santi, magari procedendo ad oltranza nella giornata di oggi – sabato santo – rincorrendo Bassetti o chi per lui nelle rispettive diocesi? E chiamano “imminenza delle festività pasquali” quella che è vigilia della Domenica di Pasqua? Suvvia!
    Sono venuta per caso a conoscenza di quanto si è verificato, per la prima volta, in una diocesi che ne ha accorpate due: il vescovo non si è spostato per le celebrazioni del Triduo, come per il passato, da una sede all’ altra per “non contribuire alla diffusione del contagio”… Ma, per favore!
    Mi dispiace: non credo che la CEI abbia già pensato alla “Fase2”. Aspetta – e supinamente accetterà, perché meno rischioso e impegnativo – le direttive del governo, che a sua volta dipende da Commissari straordinari, Commissioni varie e, da ultimo (chissà se basterà!) dal Comitato … per la salute fisica e psicologica… che dovrà tracciare le linee guida per quello – che ci è stato detto – sarà un lentissimo, difficilissimo e graduale ritorno al vivere quotidiano… non oso nemmeno scrivere la parola “normalità”.
    Buona Pasqua! che, prima o poi, ci auguriamo di vivere veramente!

    • Raffaella ha detto:

      Sconsolata, la Cei è succube del governo Conte, filopiddina; accetterà passivamente altri diktat, dovremo sorbirci messe in streaming chissà per quanto!!

  • Nicola Buono ha detto:

    Ultimissime dalla Puglia, San Marco in Lamis dove c’è un importante convento francescano. Ovviamente gli assembramenti ( anche se ordinati ed a distanza di sicurezza) vengono sanzionati. Quelli invece ( assembramenti) delle risorse boldriniane in Italia , non vengono mai puniti e godono di totale impunità. W l’italia.

    https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/coronavirus-assembramenti-nel-foggiano-per-i-riti-del-venerd-santo-sar-aperta-uninchiesta_17170908-202002a.shtml

  • Nicola Buono ha detto:

    Oggi ,secondo me, la nuova Chiesa 2.0 ambientalista ed ecologista, rispetto a questo pensiero di Padre Pio, la pensa in maniera diametralmente opposta , tanto è vero che le messe sono sospese e , nella maggior parte dei casi, le chiese sono chiuse. PS. Per Gaetano 2. Il video è riportato sul canale Youtube di Enzina Pasquali ed anche lei pensa che si tratti di un forte segno del Cielo. Per me non è per niente positivo…

    https://www.teleradiopadrepio.it/padre-pio-giovedi-santo/

  • gaetano2 ha detto:

    Tra l’altro, questa l’aveste vista?
    Bruno Forte uno della compagnia dell’accoglione, che vuole dare la comunione a cani porci e pervertiti vari, con l’approvazione del tiranno supremo. Comincio a cxredere che questi siano davvero segni premonitori del Cielo.

    • Raffaella ha detto:

      Più chiaro di così…..
      Ma questi non vogliono cedere, dovrebbero riconoscere le loro malefatte e la vedo dura….

    • Ira Divina ha detto:

      Cristo si sente talmente insicuro nelle mani di questa gente che preferirebbe la quarta caduta!

  • gaetano2 ha detto:

    Evvabbé saro un po’ superstizioso, o qualcosa del genere, ma una cosa è certa: una Pasqua senza Messa potrà avere conseguenze nefaste, per tutti. Anche per chi le vieta.

  • COSIMO DE MATTEIS ha detto:

    Ottima ed opportuna la iniziativa che il Senatore Pillon ha reso nota.
    Poiché non tutti abbiamo conoscenze giuridico/parlamentari/legislative qualcuno, potrebbe gentilmente farci conoscere nella sua integrità il Testo dell’OdG presentato in Senato e, così pare, approvato?

    Ho procvato a cercarlo sul Sito del Senato ma non ci sono riuscito.

    PER FAVORE, qualcuno può aiutarmi?

    Molte grazie fin da ora

  • J.c. ha detto:

    Se vi concediamo la messa, poi dobbiamo mandarvi i gendarmi in chiesa per controllare il rispetto delle regole e darvi delle regole per la distribuzione delle particole.
    Sicuri che sareste contenti?