LAPORTA. SIAMO IN GUERRA SENZA CHE CE LO ABBIANO DETTO?

4 Aprile 2020 Pubblicato da --

 

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, forse vi ricordate – e se non ve lo ricordo io – che Osservatore Marziano nella sua ultima riflessione chiedeva a Piero Laporta se non volesse dirci qualche cosa – da persone esperta e competente – sul Covid 19, e le sue implicazioni e connessioni non solo da un punto di vista sanitario, ma soprattutto politico e geopolitico. Il generale Laporta ha risposto con grandissima generosità e cortesia all’appello. Ed ecco la prima di alcune riflessioni sull’argomento che potrete trovare nei prossimi giorni su Stilum Curiae. Buona lettura. 

§§§

Un thrilling spionistico si fa strada nelle cronache della pandemia cinese. Intanto la NATO dà prova d’essere morta, il suo cadavere puzza e il fetore si finge di non sentirlo.

Quando nacque si chiamava Wuhan Coronavirus, sigla “2019-nCoV”. Il governo cinese costrinse in quarantena 59milioni di cinesi della provincia di Hubei e 30milioni di tre città: Wuhan, Huanggang ed Ezhou, della provincia di Zhejiang, a breve distanza da Shangai. Chiunque s’avventurò al di fuori dalle zone cinturate e dei condomini sigillati fu abbattuto.

Nonostante queste terapie, i dati diffusi sin dal primo momento da Pechino certificavano che la Cina mentiva e mente tuttora sulla reale dimensione dell’infezione e dei decessi. Lancet, la rivista scientifica, Bibbia in questo genere, accredita d’altronde al virus un alto tasso di mortalità, ben più del modesto due percento assicurato da Pechino nei primi comunicati. C’era quindi un pericolo rilevante per la salute pubblica mondiale. Stendiamo un velo sul dilettantismo col quale ha reagito l’ineffabile governo italiano. La Cina non ha fornito dati plausibili per almeno due mesi sull’origine e sulla diffusione del virus.

Che cosa è accaduto? Il professor Roujian Lu del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive, ha dichiarato in un articolo del 30 gennaio su Lancet: «La mutazione non è la probabile causa della comparsa di questo virus.» In altre parole, c’è una manina che ha portato il virus dai laboratori alle strade di Wuhan. Quale?

Cominciamo col dire che un virus debole, contrariamente a quanto si può presumere, ha una peculiare importanza militare. Chi voglia invadere un territorio, per esempio l’isola di Taiwan, non può proporsi di uccidere tutta la popolazione, non sarebbe telegenico.

Il Coronavirus diventa quindi uno strumento adatto a mettere fuori combattimento popolazione e combattenti, peraltro con buone probabilità di dissimulare un’infezione propagatasi naturalmente. Questo dà agio di andare in soccorso della popolazione infettata, per poi rimanervi.

Potrebbe accadere lo stesso all’Italia? Si direbbe di sì, per mano dei russi. È quanto si legge nell’intervista, rilasciata a La Stampa da Hamish De Bretton-Gordon, un colonnello piccolo a piacere fra gli innumerevoli della NATO, ex comandante del Joint Chemical, Biological, Radiological and Nuclear Regiment, del NATO’ s Rapid Reaction.

Le immagini dell’intervista accreditano come super Rambo l’intervistato, il quale assicura che il reparto di esperti di guerra biologica, inviato in aiuto all’Italia, da Vladimir Putin, sta in realtà facendo intelligence.

Insomma, mentre la UE ci sta incravattando con un “aiuto” di 20 miliardi per il quale dobbiamo darne 25 in garanzia, mentre la banca tedesca Commerzbank invita a vendete i titoli italiani perché “diventeranno spazzatura”, qual è il pericolo? L’intelligence dei russi.

Suggerisco di leggere che cosa scrive l’ambasciatore russo a La Stampa. Quanti sanno leggere tra le righe del linguaggio diplomatico comprendono che l’articolo non fa onore né a La Stampa né al giornalismo italiano, ammalato grave d’altronde da molto tempo.

Noi non siamo diplomatici e spieghiamo al lettore dov’è la trappola in quell’articolo, oltre a distrarci dai cravattari tedeschi.

La parola “intelligence” solletica la fantasia dei lettori e lo zelo dei giornalisti pecoroni. In realtà qualunque militare, di qualunque nazione, in giro per il mondo ha il dovere di fare intelligence, cioè raccogliere informazioni utili al suo paese.

Sarebbe davvero singolare se i russi non si chiedessero da dove arriva il virus e chi lo ha messo in circolazione. Non è detto infatti che le due entità coincidano. Per esempio, può essere nato in Cina, per essere poi diffuso da agenti europei; non ci sarebbe nulla di che meravigliarsi.

I russi fanno bene a indagare, nonostante tale curiosità non sia condivisa né dal nostro, diciamo così, governo, né dalla NATO. Suvvia, qualche curiosità su quanto accade in Italia dovrebbero pur averla il Rambo, i suoi suggeritori e i suoi amanuensi. Essi dovrebbero indagare, a similitudine dei russi, su quanto accade in Italia. Domanda ai due autori dello scoop: non vi siete chiesti se alla NATO, alleanza militare cui apparteniamo, sono davvero diventati scemi per non indagare sul virus dilagante in un paese alleato, l’Italia? Oppure, cari candidati al premio Pulitzer per la fuffa, non era il caso di chiedere a Rambo se alla NATO, alleanza militare, forse hanno già le risposte?

Lo scoop di Jacopo Iacoboni e Natalia Antelava omette l’unica domanda sensata che avrebbero dovuto porre al Rambo, addirittura ex comandante di reparto specializzato della NATO, l’alleanza comatosa, oggi in balìa della Germania e dei paesi del Nord Europa: «Comandante, può spiegarci perché la NATO – di cui l’Italia è membro fondatore – non ha mosso un dito per aiutare l’Italia? Perché non ha inviato il reparto da lei già comandato, almeno per indagare sul virus, come stanno facendo i russi? Perché la Russia ha aiutato l’Italia mentre i suoi alleati tedeschi, olandesi, danesi cercano di affondarla?».

www.pierolaporta.it (1-continua)

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

48 commenti

  • Avatar alexandre berthier ha detto:

    Caro Piero,
    gli amici del blog hanno già scritto tutto e il contrario di tutto, traendo giovamento dagli aspetti inediti e inconsueti che hai evidenziato e che i nostri insopportabili opinionisti, conduttori ntelevisivi e virologhi non hanno mai neppure sfiorato. Ignavia, mistificazione, o soltanto pochezza intellettuale e cultura da cortile?
    Si, la nota dolente è perché la Cina e la Russia, ma anche Cuba e Turchia, si sono precipitate ad aiutarci e ad approfondire gli sviluppi della epidemia nelle proporzioni incredibili in cui l’evento si è sviluppato da noi, mentre i paesi NATO (unica eccezione è la Turchia, che non è però intervenuta come membro NATO) si sono tenuti alla larga. Timido l’intervento USA anche perché si è accorto di poter approfondire il problema in casa sua.
    Si, il comportamento degli organi dell’Unione Europea e della NATO lasciano esterrefatti. Comprendiamo i tenetennamenti della UE, ci siamo abituati e ce li meritiamo tutti, facendoci governare da imbecilli. Non si comprende il comportamento della NATO, perché l’Italia è tra i primi paesi nell’approntamento militare e ospita basi di importanza vitale per l’Alleanza. Fa meraviglia poi che non abbia voluto farsi presente dopo l’intervento della Russia.
    Vedremo…

    • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

      La NATO non è gli USA.
      La NATO è un mastodonte (l’Organismo politico di vertice, il Consiglio Atlantico e e il Comando supremo in Europa coi suoi sottoposti) progressivamente passato sotto il reale controllo della Germania, cui le amministrazioni Bush, Clinton e soprattutto Obama hanno delegato il dominio sull’Europa. Questo ha determinato l’uscita della Gran Bretagna dalla UE e il rientro della Francia nell’alleanza militare, nel 2009.
      LA GERMANIA E I SUOI VASSALLI SONO IL NEMICO DA COMBATTERE ANCHE CON LE ARMI.

  • Avatar Angelo ha detto:

    Non so’ da quanto tempo esistano armi cosiddette “batteriologiche”. Immagino che nella seconda guerra mondiale non esistessero: senno’ l’avrebbero usate!
    Faro’ un “analisi selvaggia” direbbe Freud, politicamente corretta. Cioe’ bipartisan. Hitler e Stalin potrebbero essere 2 psicopatici (c’e’ poi una scuola o piu’ scuole psichiatriche che hanno riformulato la denominazione in disturbo di socialita’ sociopatica). Sarebbero stati privi di empatia, in primis. Di pieta’ o pena per gli altri. Gli psicopatici non sono pazzo. Non hanno senso morale, mentono, sono crudeli, falsi e attraenti. Non so’ dire a cosa sia dovuto, se a natura, a cultura o a cattiveria. Gli americani li chiamano “bad or mad”. Cattivi o malati. Comunque pericolosi. Tipo i serial killer. Chiunque ne voglia vedere uno può vedere su YouTube l’ultimo processo a Izzo.
    Ora….il dubbio tremendo che può venire….ma gli zerbini (come qualcuno qui li ha chiamati): cioè Putin, Trump, i leader cinesi e tutti i padroni del mondo non sono forse così? Lo psicopatico ha una forte dose, pure di narcisismo, di tendenza alla menzogna. A questa categoria ” minore” apparterebbe secondo lo psichiatra cardini un noto politico italiano. Marco Travaglio ne ha più volte narrato, pure in un libro, l’incredibile ascesa, e come abbia con tutti i mezzi raggiunto il potere, fino a una ridicola condanna a monte di sospetti e prove prescritte da galera.
    Un altra caratteristica degli psicopatici, viene in risposta a chi dice, giustamente: ma che guadagno ne hanno? Ecco qui un lato tremendo. Nel loro furore distruttivo, nel direi quasi “godere” nel vedere il dolore altrui, si autodistruggono (Hitler potrebbe essere un esempio? Ho una lettura psicanalitica desecretata dei servizi americani che ne preannunciava il suicidio studiando la sua storia mi pare prima di Stalingrado).

    Ho fatto un po’ di chiacchiere. E’ il colmo del pessimismo. Per chi volesse inquietarsi può leggere ad esempio psicopatici al potere.
    Questa e’ la risposta a chi ci guadagnerebbe. Chi avvelena con il polonio, uccide con i droni o cos altro fa’ in Cina portando come tutti i delinquenti e non del mondo i soldi a Panama (Panama paoers), non penso avrebbe scrupoli.
    Pure un presidente francese potrebbe aver fatto uccidere Gheddafi non per portare la democrazia.
    In questo articolo non ho parlato male della mafia 🤣 me ne duole. Dovessi sparire, si restringe il campo dei sospetti 🤣

    Pero’ a mio parere….lo psicopatico può essere limitato. A Trump meditano di limitare i poteri. A altri non possono.

    Io penso che artificiale o no questo virus sara’ vinto.
    Resta la bestemmia Hitler e Stalin erano mostri. Ma parrresiaci la facevano in faccia. E se oggi ci fossero mostri più pericolosi che non sparano?

    Sursum corda. La vittoria spetta a Dio. Maranatha’.

  • Avatar Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Molto chiaro e pienamente condivisibile

  • Avatar Pier Luigi Tossani ha detto:

    comunque dice che, per come è fatto, il virus non può essere fatto in laboratorio

    https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/03/19/news/coronavirus_l_analisi_del_suo_genoma_svela_l_origine_naturale-251680316/

    • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

      Non sono interessato, allo stato dei fatti, a lanciarmi in ipotesi sull’origine del virus. Altre autorevoli fonti – persino cinesi – dicono il contrario.
      Mi interessa analizzare quanto accade, senza scantonare dai fatti acclarati.

  • Avatar amos ha detto:

    Qualche giorno fa sono intervenuto per sottolineare come nessuno colleghi il fatto che i cinesi con il virus sono riusciti a distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica internazionale dalle proteste di Hong Kong che duravano da mesi e alle quali non riuscivano a porre fine.

  • Avatar giovanni ha detto:

    Grazie ,gen.Pietro La Porta.Concordo con le sue prospettive.
    Ciò che mi preoccupa (oltre alla gravità della situazione sanitaria) sono:
    1.-Chi è al governo dimostra pressapochismo,dilettantismo,sprovvedutezza.Da Gennaio si poteva prevedere l’arrivo dell’onda epidemica già esplosa in Cina. e hanno dormito preoccupandosi solo di non allarmare la popolazione!!
    2.-In un mondo dove si sopprimono ogni anni milioni di esseri umani nella pancia della mamma ,dove i vecchi sono sempre più considerati “zavorra” e quindi ,insieme a malati gravi considerati da eliminare (senza tante preoccupazioni di forma…..) non c’è da sorprendersi che si pianifichino epidemie artificiali per motivi di far diminuire gli esseri umani secondo criteri egoistici,politici,di potere finanziario ed economico.
    3.-In Italia,fatti salvi i cittadini,medici,sanitari,volontari ecc.,da sempre e tradizionalmente generosi fino al sacrificio di se,siamo tradizionalmente invasi da “quarauaqua” incapaci ,quando non criminli e “dopati da chi detiene il potere.
    4.-La trasparenza della comunicazione,gli arbitri che si prende il primo ministro,l’assenza del Parlamento sono indicatori gravissimi-questi si!!- di una deriva dittatoriale.Altro che demolire il buon Salvini e bollarlo come “Fascista” insieme a tutti coloro che amano l’Italia e non vogliono essere omologati in questa stupida,opprimente, mortifera,inutile e dannosa UE.
    5.-W l’Italia degli Italiani,in un Europa delle Nazioni libere.Spero e prego Dio che dopo questa burrasca la faccia risorgere su basi e valori veramente costruttivi,Veri,Umani e Cristiani.

  • Avatar Dubia ha detto:

    Egregio Generale, sin dall’inizio di questa incresciosa vicenda
    ho avuto la sensazione (ripeto: sensazione, io non ho accesso
    a informazioni riservate) che il virus potrebbe essere artificiale.
    Purtuttavia lo scorrere del tempo ci mostra che dopo lo scoppio in Cina si e’ presentato anche allo zerbino della casa bianca (Trump si e’ affrettato a fare il test), allo zerbino del Cremlino (anche Putin si e’ fatto controllare), ora noto che anche in Israele i contati aumentano. Se il Covid e’ un proiettile artefatto, il sicario prima di spararlo non avrebbe dovuto somministrarsi un vaccino ?
    E chi potrebbe essere il sicario, e di quanta conoscenza dovrebbe disporre ?
    A me vengono quindi in mente 4 scenari:
    1. Nonostante tutto il covid e’ naturale
    2. E’ artificiale, non necessitano molte conoscenze per crearlo,
    e quindi e’ stato creato da ignoti bio-terroristi
    3. E’ artificiale, sono necessarie molte conoscenze per crearlo,
    quindi e’ sfuggito a qualche grande Paese e non sanno
    come rimediare
    4. E’ artificiale, sono necessarie molte conoscenze per crearlo,
    e’ sfuggito (o e stato lasciato sfuggire): qualcuno ha in tasca il vaccino…

    • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

      Grazie per i suoi quesiti. Il mio scopo non è tuttavia fare dietrologia. Ce n’è già troppi impegnati in questo, persino i due giornalisti che ho chiamato in causa.
      Il mio scopo è fornire al lettore gli strumenti per orientarsi.
      Concluderò con le mie valutazioni soggettive, ma distinguendo bene le mie opinioni dal rimanente.

      • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

        Dimenticavo…
        Neppure io ho accesso informazioni riservate. Non di meno gli strumenti di analisi non ne sono necessariamente influenzati.

  • Avatar Moreno Grandi ha detto:

    Egregio Generale Laporta, la ringrazio per i suoi articoli che continuano a stimolare la nostra capacità nel vedere le nudità
    del Re. Inoltre, conoscendo a fondo le gerarchie delle fonti e non solo, ci onora per il coraggio che dimostra nell’affrontare argomenti alquanto scomodi e delicati.
    Obrigado.

  • Avatar stilumcuriale emerito ha detto:

    non vado in cerca di cose grandi,
    superiori alle mie forze. (Sal 131,1).

    Perciò mi limito ad un atto di presenza. Buona domenica a tutti. E fate i bravi , se potete.

  • Avatar cattolico ha detto:

    bravissimo!!!

    • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

      vedrà nelle prossime puntate che la Cina è molto più vulnerabile di quanto appaia; non si meno, come ieri l’Urss, essa ha oggi i suoi servi prezzolati

      • Avatar Pier Luigi Tossani ha detto:

        certo, però noi abbiamo bisogno del buono scuola per la libertà di educazione, subito, senno’ l’Italia schianta

  • Avatar Dafne ha detto:

    https://www.aldomariavalli.it/2020/04/04/una-parola-al-giorno-sottopelle/amp/

    Segnalo questo inquietante articolo sul blog di Aldo Maria Valli. Sembra provenire da un romanzo distopico, come la maggior parte degli eventi di questo periodo. Cosa vi richiama alla mente?

  • Avatar Marco Matteucci ha detto:

    Già dal 2012 la Madonna ci ha predetto l”arrivo di questi tempi di disperazione.
    “Per il mondo verranno tempi difficili, preparate riserve di alimenti per sei mesi finché siete in condizioni di farlo perché poi i tempi saranno difficili e cattivi.”

    SE VUOI LEGGERE TUTTO:
    https://reginadelcielo.wordpress.com/2020/04/04/nel-mondo-verranno-tempi-difficili/

    • Avatar Boanerghes ha detto:

      E se uno non ha la possibilità di procurarselo tanto cibo?
      E dove lo conserva?
      E quando accadrebbero tali eventi, per potersi procurate il tutto per sei mesi? Perché se compro ora e i fatti accadono tra due anni, mi scade tutto.
      No, io penso che accadimenti come predetti da Lucia di Fatima saranno come un ladro che viene di notte e che nessuno si aspetta.
      Perciò bisogna vegliare in continuazione.

    • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

      Mi perdoni, sono devoto a Maria Santissima, recito il Santo Rosario tutti i giorni, qui tuttavia parliamo d’altro. Grazie.

  • Avatar roth ha detto:

    Caro generale , se quello che lei scrive è vero stiamo freschi. Chi ha inventato il virus non sa inventare l’antidoto ? Servizi segreti dilettanti ed impotenti ? Il mondo intero nemico dell’Italia ? perchè ? per portarle via 4 banche, ENI, Enel, Leonardo, qualche decina di imprese, Capri ,gli Uffizi ed il Colosseo ? Ma poi ci lasciano la Città del Vaticano e Bergoglio ? Scusi Laporta , non potremmo cercare di fare uno scambio con i francesi ? Noi gli diamo Vaticano, Bergoglio e Conte e loro ci ridanno la Corsica e Nizza . Nizza è dove Berlusconi si è rifugiato per il coronavirus. Arridatece Berlusconi !

    • Avatar Borghese pasciuto ha detto:

      Già. Se quello che scrive fosse vero.
      Non amo particolarmente i giornalisti, ma li preferisco di gran lunga ai militari.

      • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

        Come al solito, lei attacca il ragionatore non avendo argomenti contro il ragionamento. Però, per farla contento, io sono anche giornalista con oltre 4mila articoli. Lei dopo tutto è un anonimo, sicché mi è indifferente 🙂

      • Avatar Vexata Quaestio ha detto:

        E quale sarebbe allora la verita’ ?

    • Avatar roth ha detto:

      certo che se Berlusconi si è rifugiato a Nizza , la dice lunga sulla fiducia che deve avere , realmente e non politicamente , sulle capacità del governo, di affrontare il problema virus…E se non lo sa lui…

      • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

        Berlusconi è il passato, quantunque mummificato come un faraone, nulla potrà per quanto è in arrivo.

    • Avatar amos ha detto:

      Per me Berlusconi sapeva tutto e per questo ha creato il canale 34 con i film cosiddetti di evasione di qualche anno fa per intrattenere gli italiani carcerati in casa. Come è buono Berlusconi!

  • Avatar Diana ha detto:

    Leggo che le vestali della libbertàddistampa si stracciano le vesti in difesa di Jacoboni e Molinari, la Fnsi solerte s’indigna, ché mica stiamo in Cecenia, Repubblica anticipa il fervorino antifassista, ché il 25 aprile Borrelli ha detto che comunque è assembramento, il cosiddetto ministero degli esteri e il cosiddetto ministero della difesa intervengono con ingrata velina sulle libbertàdeglitagliani, al momento ma solo al momento costretti a fare la vita dei sorci, e forse all’Odg pensano a nuovi striscioni da srotolare accanto a quello per il povero Regeni.
    Leggo, dicevo. E poi comprendo che nessuno si riferisce a questo
    https://www.infodata.ilsole24ore.com/2020/04/01/43750/
    La sospensione del diritto ad accedere ai doc prodotti o conservati dalla PA, anche da parte dei giornalisti, i quali in larga parte della trasparenza non sanno che farsene, tanto c’è Rocco del Grande Fratello che li uozzappa e del resto mica c’è Orban qui, lo dicono pure a Bruxelles (per inciso: qualcuno ha idea di come funzioni un piano Marshall senza sovranità monetaria? MAH!)
    Insomma a me sembra che un fronte interno sia aperto, generale. E ho idea tra l’altro di trovarmi tra i nemici.

  • Avatar Gian ha detto:

    Un sincero grazie al generale Piero Laporta per le sue utilissime riflessioni.

    • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

      grazie a lei, davvero, pregandola di ricordarsene se in futuro non saremo d’accordo 🙂

  • Avatar catlo ha detto:

    Magari erano due le domande sensate da fare al Rambo .
    La seconda era
    ” E’ vero che allo scoppio della prima epidemia in Europa avvenuta in Italia è stato trasferito l ospedale da campo Nato dalla Puglia in Lussemburgo ?”

  • Avatar Adriana ha detto:

    Avevo avvisato subito dell’importante -e ironica -risposta dell’Ambasciatore Russo ai prezzolati della Stampa .
    Quelli che , assieme al PDI condannano come gravissimo
    peccato (?) bruciare o eliminare la bandiera dell’EU .