NOBILE. ECONOMIA E TECNOLOGIA LE ALLEATE DEL COVID 19

31 Marzo 2020 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Agostino Nobile ci offre una riflessione molto ampia sulle ragioni profonde e le alleanza insospettabili che hanno favorito la pandemia del coronavirus. Buona lettura. 

                          Le ideologie che hanno contribuito alla diffusione il Covid-19

La straordinaria crescita dell’industria e dell’urbanizzazione, insieme alle scoperte avvenute nell’800 e nel Novecento, hanno dato una spinta travolgente a quel movimento definito modernismo. Un pensiero che negli anni ha rielaborato tutti gli aspetti sociali, dal commercio alla filosofia di vita, fino a contrapporre, mentendo, il progresso al cristianesimo.

In realtà è stata proprio la Chiesa a promuovere la scienza, abolendo quelle pratiche che contraddicono il metodo scientifico. L’idea di incentivare il benessere è uno dei fondamenti del cristianesimo. A partire dall’alto Evo, i monaci ne sono stati i principali fautori. Con san Benedetto da Norcia (480 ca. -547), fondatore del monachesimo occidentale, oltre alla farmacopea, veniva valorizzata l’igiene. La pulizia faceva parte della Regola, non a caso si chiamano Ordini religiosi.

Léo Moulin, uno dei più profondi conoscitori del Medioevo e delle regole monastiche, scrive: “A partire dal VII secolo numerosi monasteri hanno bagni dove scorre l’acqua calda. […]  l’ora, il giorno, il modo di lavarsi sono regolati con grande minuzia. I monaci devono spogliarsi come in dormitorio, cioè rispettando le regole del pudore […] Non devono attardarsi nel bagno. Una volta lavati, indossano i vestiti puliti che sono stati loro dati […]. I religiosi devono sempre lavarsi le mani prima di andare a tavola, di nuovo alzandosi da tavola, così dopo la siesta, prima di recarsi nel coro dell’ufficio mattutino, dopo la messa, prima di procedere alla lavanda dei piedi di 13 poveri il Giovedì santo.”

Oggi, come nel passato, le pandemie che hanno devastato l’Europa hanno quasi sempre avuto origine in Oriente. Se avessero seguito le regole benedettine molto probabilmente non avremmo i virus che periodicamente infettano milioni di persone

Il cristianesimo si differenzia dalle altre religioni e ideologie perché valorizza innanzitutto l’essere umano, come singolo e come comunità. In relazione alla bioetica, nell’enciclica Caritas in Veritate di papa Benedetto XVI, ammonisce: “Campo primario e cruciale della lotta culturale tra l’assolutismo della tecnicità e la responsabilità morale dell’uomo è oggi quello della bioetica, in cui si gioca radicalmente la possibilità stessa di uno sviluppo umano integrale. Si tratta di un ambito delicatissimo e decisivo, in cui emerge con drammatica forza la questione fondamentale: se l’uomo si sia prodotto da se stesso o se egli dipenda da Dio. Le scoperte scientifiche in questo campo e le possibilità di intervento tecnico sembrano talmente avanzate da imporre la scelta tra le due razionalità: quella della ragione aperta alla trascendenza o quella della ragione chiusa nell’immanenza.”

I falsi progressisti, al contrario, elevano su tutto l’economia, la tecnologia e l’ecologia. Siamo arrivati al punto che l’uomo, dal grembo della madre alla vecchiaia, è diventato il pericolo numero uno. Vedi aborto e eutanasia. Questo non si chiama progresso, ma regresso alla barbarie. Per i barbari, difatti, l’uomo era solo un mezzo da sacrificare per raggiungere i fini dei potenti di turno.

La fede nella religione progressista ha determinato il declassamento dell’uomo in animale (vedi la teoria darwinista insegnata nelle scuole), producendo nel XX secolo le ideologie e le due guerre mondiali dove hanno perso la vita milioni di giovani europei, costretti a morire come fossero carne da macello. Chi non combatteva veniva fucilato sul posto, sia nei campi di battaglia che a casa propria. Nonostante l’immane carneficina i nuovi farmaci, come le penicilline che iniziarono ad essere utilizzate per le infezioni nel 1942, hanno dato nuovo vigore ai fautori del progressismo. L’uomo si sentiva padrone della natura. Dio non esiste o è morto, dicevano. L’uomo è dio di sé stesso. Attraverso la scienza e l’economia siamo capaci di creare benessere, curare le malattie e controllare la natura. Ce lo confermano i nuovi farmaci, gli splendidi ponti che congiungono per la prima volta terre che si potevano raggiungere solo attraverso imbarcazioni; gli aeroplani che collegano tutti i continenti, i grattacieli che svettano nei cieli delle grandi città del pianeta. Poi abbiamo anche Internet, i reality show, gli smartphone e il sesso a go-go. Perbacco! e chi ci ferma più? 

 Il Coronavirus ha avuto un effetto peggiore di una martellata sul cranio che, con un colpo ben assestato, lascia stecchiti sul posto. Il Covid-19 (Coronavirus Disease 2019) ammazza lentamente, toglie il respiro, la libertà, la razionalità. Costringe all’isolamento, a vivere 24ore su 24 con persone che, pur amando, possono sprigionare i sentimenti più imprevedibili. Aumenta la depressione, la disperazione, il suicidio. Una graticola a fuoco lento.

Il progresso anti-Dio, anti-Uomo e anti-Vita è arrivato al capolinea. Non ci interessa sapere se questa devastazione è relazionata al divino o meno. Ci chiediamo solo se governi, intellettuali, scientisti, postmodernisti, postumanisti e tutti coloro che negano Dio, considerino ancora l’economia e la tecnologia le ali del progresso. Non viene il sospetto che proprio queste due ideologie siano portatrici dell’incubo attuale?

Se il governo cinese non avesse avuto paura di compromettere l’economia, molto probabilmente avrebbe dato l’allarme nel 2019, quando alcuni medici avevano rilevelato il pericolo pandemia. Invece, sotto minaccia, sono stati costretti al silenzio.

Sempre per motivi economici i governi progressisti italiano e bancario di Bruxelles hanno imitato la Cina comunista. Essendo in democrazia non hanno usato i metodi di Xi Jinping, ma ostracizzato chiunque osasse parlare del pericolo Coronavirus, apostrofandolo come fascisti, razzisti, ecc.

Il presidente Mattarella, come sappiamo, si è allineato. Ai progressisti si aggiungono gli avvoltoi ecologisti, fautori dell’aborto e dell’eutanasia. Un virus come il Covid-19, capace di  sterminare milioni di esseri umani, li farà gongolare di gioia. Sanno bene che le ideologie che considerano l’uomo un numero, prodotto da plasmare privo anima, conducono dritto alla diminuizione della popolazione mondiale. Oggi possiamo solo sperare che l’incubo finisca al più presto. Ma se non vogliamo aspettare una pandemia più mortifera del Coronavirus, che cancellerà gran parte dell’umanità, dobbiamo tornare all’Ordine voluto da Dio. 

Agostino Nobile

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

       

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

6 commenti