LO SCANDALOSO BALCONAZO DI CONTE. MATTARELLA TACE.

23 Marzo 2020 Pubblicato da

Marco Tosatti

Perdonatemi se mi infilo in un campo che non è il mio. Abitualmente scrivo di cose religiose, ma nella mia lunga esperienza di giornalista ho coperto molti settori: dalla cronaca (sono stato per un caso fortunato ad arrivare insieme alla prima vettura della Polizia a via Caetani, davanti al cadavere di Aldo Moro, nel maggio 1978, facendo fare uno scoop mondiale – mezz’ora di anticipo sulle agenzie – a Stampa Sera, per cui lavoravo), e poi sindacale, e scuola e università e cronaca parlamentare, e diplomatica. Sono stato Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti per otto anni…Insomma, ho assaggiato diverse pietanze, prima di fermarmi a questo pane.

Mi permetto allora di dire che quello che è successo sabato notte è semplicemente scandaloso, da un punto di vista di democrazia repubblicana, di forma e di sostanza.

Il Presidente del Consiglio ha avvisato la Nazione su una diretta Facebook di tutta una serie di provvedimenti che limitano, come mai è accaduto dai tempi della Liberazione dal nazi-fascismo, le libertà personali dei cittadini.

Il Presidente del Consiglio se ha comunicazioni da fare deve farle nel luogo istituzionale che rappresenta e incarna il potere del popolo, e cioè il Parlamento.

Tanto più se sono comunicazioni di tale importanza e gravità.

Mi chiedo se il signore che al Palazzo del Quirinale prende il suo stipendio come Presidente della Repubblica sia conscio di questo gravissimo strappo alla legalità repubblicana, e se l’approvi.

Se così fosse, ci troveremmo con un Presidente della Repubblica che apre la strada a una pericolosa deriva autoritaria nel Paese.

In America Latina c’era una consuetudine. Il Caudillo – che fosse Pinochet, o Castro, o Peron – appariva al balcone per arringare la folla. (Vi ricorda qualcosa, magari a piazza Venezia…). E da allora questo genere di arringhe è stato battezzato “balconazo”.

Quello che ha compiuto Giuseppe Conte, mai votato da nessun cittadino italiano, è la versione digitale del “Balconazo”. Si rivolge su un mezzo irrituale (un balcone, Facebook) al “Popolo”, per annunciargli quello che ha deciso.

Cioè, la forma più scandalosa, evidente e clamorosa di populismo: il “leader” (anche se nel suo caso il termine appare tremendamente eccessivo) bypassa le regole, la democrazia, le elezioni, il parlamento e parla al “Popolo”.

Mi chiedo con amara allegria dove siano adesso tutti quelli, nella Chiesa e fuori, che tuonano e tuonavano contro i populismi…Spadaro sj e la banda della Civiltà Cattolica ci sono ancora? E la Cei? E il Pontefice?

E come ciliegina sulla torta leggo di colleghi (Corriere della Sera, per non far nomi, ma non solo) che sostengono che ora non è il momento delle critiche, perché bisogna essere uniti…La Pravda era un pericoloso foglio sovversivo, al confronto. Che Dio aiuti questo povero Paese.

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Categoria:

41 commenti

  • Giovanni ha detto:

    24 Marzo ore 18.28
    …e sta per rifarlo…qualcosa vuol dire…ma nulla di buono

  • Gene ha detto:

    Chiedere l’intervento del Colle è pleonastico.
    Chi ha dato l’incarico a Conte?
    Chi ha appoggiato la nascita di questo Governo?
    Quali organi di stampa hanno criticato queste scelte?
    Chi sono i ministri che governano questa emergenza?
    Rispondiamo a queste domande e mettiamoci il cuore in pace.

  • Riccardo ha detto:

    Lucio Battisti in arte Socci cantava Non è Francesco.

  • Nicola Buono ha detto:

    https://youtu.be/IKKkq5EBess

    Paragone sul MES.

  • Giovanni Giuseppe Marcolini ha detto:

    Sono sdegnato dallo strame che si sta facendo della “Costituzione più bella del mondo”, senza che alcuno dei suoi adoratori senta il dovere di denunciare l’obbrobrio.

  • Corrado Bassanese ha detto:

    Grazie Dott. Tosatti.
    La ringrazio, poiché non ho assistito al “discorso” del Presidente del Consiglio (!), le sono grato di avermi informato.
    A questo punto non ci resta che denunciare il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla Corte Costituzionale per tradimento della costituzione.
    C’è nessun avvocato in grado di farlo?
    Visto che fin’ora neanche la Giorgia(*) ci ha pensato.
    P.S. chiedo scusa se qualcuno prima di me ha già commentato così, ma non ho letto ancora tutti gli interventi.
    * Meloni

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Vado su un dettaglio, ma importante.
    Oggi nel capoluogo del mio Comune (novemila abitanti) la farmacia esponeva un cartello con scritto: “mascherine esaurite”.
    Ieri il commissario(?) Arcuri ha dichiarato trionfalmente: “da lunedì 23 o martedì 24 marzo tutte le regioni avranno mascherine per medici, operatori sanitari e malati. Dalla settimana successiva contiamo di dare a tutti gli italiani i dispositivi di protezione individuale”. Che genio!
    Invece di ordinare le mascherine in Romania o in Brasile, sarebbe stato sufficiente riconvertire un centinaio di aziende italiane a fabbricare mascherine non oggi, ma un mese fa, quando si sapeva già tutto del virus e in un mese saremmo stati seppelliti dalle mascherine.
    Se Conte-Borrelli-Arcuri non riescono a governare il problema mascherine, che è l’aspetto più elementare del problema, volete che governino il problema coronavirus?

  • Milli ha detto:

    Domandona: quando finirà la crisi, come farà il nostro governo a rimpinguare le casse dello Stato?
    Prelievo forzoso dei conti correnti o patrimoniale?

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      Semplice: in deroga a tutti i patti di stabilità e non stabilità aumenterà la produzione della Zecca. Poi di seguito decreterà che è aumentata l’inflazione. Tutto già visto.

      • Enrico66 ha detto:

        @slilumcuriale emerito
        Non si può fare, con l’euro abbiamo ceduto la politica monetaria (un pezzo di sovranità) alla BCE (un organismo di burotecnocrati).
        Quindi o patrimoniale o tagli a tutta la speaa pubblica (se non tutte e 2 insieme).
        On si può nemmeno tornare alla lira, in un momento di recessione, faremmo la fine della repubblica di Weimar

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    E dai, facciamoci una risata, tanto per sollevarci un po’.
    Scarpe Grosse, oggi, “ATTUALIZZANDO” una vecchia barzelletta sul Duce, mi ha detto che la prossima decisione di Conte sarà quella di imporre l’installazione di una videocamera in tutti i bagni anche privati per mostrare al mondo IN COLLEGAMENTO iNTERNET LO SFORZO DEGLI ITALIANI NEL MOMENTO DEL BISOGNO. 🙂 🙂 🙂

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Meglio evitare contatti “corporali” per non beccarsi il gingillino.
    – Il Conte -dux SalvaPatria- in facebook.
    – Il Pontifex in video-chiamata ieri 22 marzo 2020 ha rilasciato la sua seconda intervista al canale televisivo spagnolo La Sexta nota per il suo anticattolicesimo militante.

  • Antonio ha detto:

    Non so, ho il dubbio che questo signore che parla su facebook se convocasse il parlamento renderebbe palese che una maggioranza non ce l’ha più. E per quanto la cosa possa essere positiva in questo momento non cadrebbe proprio a fagiolo.

  • Mikhael ha detto:

    Beh paragonare Giuseppi ad altri leader citati nell’articolo potrebbe farli resuscitare dai morti. Comunque la si pensi, politicamente parlando, la lana non può mischiarsi in nessun caso alla seta!

  • marco ha detto:

    Mi sembra che quello di usare i social sia un’abitudine diffusa.Il senso istituzionale manca a tanta gente.Dei due personaggi citati ho la peggiore opinione possibile. Passare in un attimo dal presiedere un governo con un partito a quello con il partito opposto,credo sia prova di un trasformismo mai visto.L’altro era pronto a fare un governo extra parlamentare,pur essendoci una maggioranza.Fu grave errore della Lega non accogliere la proposta,per una volta corretta,di Di Maio di metterlo sotto accusa.

  • anna maria ha detto:

    “Giuseppe Conte, mai votato da nessun cittadino italiano”!
    Proprio vero, perchè lo scandalo maggiore viene a monte : questo Governo non è stato mai votato da nessun italiano, mentre all’opposizione è costretto a stare chi, in diverse elezioni regionali, tra le più grandi, ha avuto la maggioranza dei voti. In più “impediscono” agli italiani di poter eleggere il proprio Governo con la più alta forma di democrazia : il “VOTO” del Popolo!!!

    • GMZ ha detto:

      Il Sig. Conte è un illustre sconosciuto che però, fino a pochi mesi addietro, godeva del sostegno di Salvini: grazie anche a lui per averci appioppato la tremebonda pochette umana.

      Sarebbe poi il caso di mettere da parte ‘sta storia della “maggioranza del paese”: questa è una democrazia parlamentare e il Sig. Conte gode della maggioranza parlamentare, quindi il governo sta in piedi.
      Oppure ogni elezione regionale conferma o invalida le politiche? E perché non anche il contrario?
      E se tra 3 anni il PD vince le elezioni, tutte le polemiche sono sanate con effetto retroattivo?

      Il Sig. Conte deve andare a casa non per difetto di rappresentanza, ma per conclamata incapacità e senza scomodare le opache vicende di s’è parlato fino a pochi mesi fa, e che proiettano su di lui un film affatto diverso dall’epopea dell’avvocato del popolo.

      Resta una domanda: lo sconosciuto Conte, quali canali ha percorso per arrivare fino a Palazzo Chigi? Quand’è che Salvini ci racconterà e retroscena della storia?
      Un giorno è successo che Di Maio ha detto: il nostro uomo è Giuseppi Conte: perché Salvini non gli ha riso in faccia mandandolo a quel paese? Com’è che s’è fatto fregare?

      Ossequi!

  • Trollino ha detto:

    La gente, stando q quanto si vede su fb, sembrerebbe essere favorevole a questo modo di fare. La dittatura piace. (Se è di sinistra). La gente chiama i carabinieri se vede qualcuno passeggiare per strada o sente chiacchierare qualcuno nell’appartamento vicino. Il sindaco del mio paese ha scritto: “se vedete qualcuno camminare in paese lontano da casa chiamate il sindaco al numero tale ed avviserà le forze dell’ordine” (come se stesse compiendo uno stupro; in un paese di 800 anime che è già deserto di suo, che male può fare uno che cammina): siamo alla delazione. È il meccanismo di tutte le dittature, il fascismo era così, si reggeva col consenso del popolo. Con il panico creato ad arte dai media, la gente ha paura, le altre persone sono viste come pericolose, nemici, si additano gli untori (i passeggiatori nel parco, il vecchietto che esce a prendere un po’di sole o a comprare il pane), il governo ne approfitta per presentarsi come salvatore della patria e il popolo abbocca. In Italia si grida alla dittatura solo quando essa non c’è. La Storia si ripete sempre, non insegna nulla. Questo sindaco del mio paese che invita alla delazione, penso che in altri tempi se avesse saputo di un ebreo nascosto lo avrebbe denunciato, perché “le regole vanno rispettate”. L’uomo è sempre uguale, quelli di prima che compivano quei misfatti non erano più cattivi di noi; molti di noi sarebbero pronti a rifare le stesse cose.

    • Milli ha detto:

      Concordo, quelli che più strillavano contro la dittatura sono quelli che la stanno imponendo sul modello cinese. Sono quelli che per il nostro bene ci tolgono tutte le libertà, distruggono l’economia ma che non distribuiscono guanti né mascherine.
      Un grande CIAONE a quelli che chiamano le forze dell’ordine quando ci sono 4 gatti che celebrano una messa privata. Ve la vedrete con Gesù .

    • giulia anna anna meloni ha detto:

      ha detto bene,la gente è contenta di queste restrizioni.Nel mio paese, la polizia ferma, ripetutamente, le pochissime persone che vanno in chiesa a pregare per tutti quelli che non pregano. la gente ha detto “giusto,le regole vanno rispettate,che problemi ci sono a pregare da casa? Dio sente lo stesso”.
      Il sinedrio che ha occupato Roma può esserne orgoglioso.Poveretti…non si sono ancora accorti che il Signore ,nella Sua infinita bontà ha detto il Suo “BASTA”.

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Non confondiamo i termini : leader e capo sono due termini diversi.
    Leader è colui che in un gruppo, per esperienza, intelligenza, intuito, dottrina , coraggio di esporsi, assertività, capacità di persuadere gli altri, esercita un’influenza schiacciante sul modo di pensare e di agire degli appartenenti al gruppo.
    Il capo è colui che per una formalità istituzionale, usata bene o usata male, viene autorizzato a dire e a fare qualsiasi cazzata senza rischio di essere perseguito. Giuseppe Conti è uno di questi.

    • Enrico ha detto:

      Non dimenticare che chi segue un “vero” leader ha il coraggio di dare la propria vita, come ci ha insegnato gli apostoli e i martiri della chiesa.

  • Sconsolata ha detto:

    Per aver dimenticato, inoltre, le tante… condanne di ogni abuso di potere, la confessione ripetuta della paura suscitata da tutti quegli “-ismi”, come l’autoritarismo di certi governanti, e la messa in guardia dall’antipolitica di cui beneficerebbero – secondo Bergoglio – « coloro che aspirano a esercitare un potere autoritario»?

  • Anna camoirano ha detto:

    E vero tutto ciò che dice anch Socci stamattina ha detto la stessa cosa cosa possiamo fare sono tutti di loro I pidioti e al Vaticano abbiamo massoneria e un papa comunista eretico sono tutti di loro ci stanno facendo fritti in padella ma la gente che guarda da anni grande fratello isola dei famosi ecc cosa vuole che ne sappia bevono tutto e quell imbecille parla alle 23di sera e mattarella tace chissà se tace Napolitano o sarà morto? Il virus NON colpisce né i politici né i negri come mai eppure in Africa c è la polmonite sache le dico ci VOGLIONO GLI ESORCISTI

  • Maria Benedetta de Vito ha detto:

    Gentile dottor Tosatti.
    Mi ha letto nel pensiero… Povera Italia e poveri noi.
    Ho scritto due mail al Presidente muto, oggi ho provato a scriverne una terza, ma non è stata accettata. Siamo tutti muti. Che il Signore ci aiuti.
    Cordialmente
    Benedetta

    • MARIO ha detto:

      E lei, con tutto ‘sto casino, pretende che il “Presidente muto” risponda alle sue mail? E insiste pure…

      • Benedetta de vito ha detto:

        Oh no, non volevo che rispondesse a me Ci mancherebbe altro! Ma che intervenisse per difendere la democrazia e tutti noi…
        cordialmente

  • CLAUDIO GAZZOLI ha detto:

    condivido in pieno… ma questa è la DEMOCRAZIA REALE… e, come il suo “surrogato” e come già sapevano gli antichi, non ve ne può essere un altra

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    il commento di Adinolfi
    https://www.facebook.com/mario.adinolfi/videos/10157954546020428/

    “Mi impressiona la confusione: i sindacati firmano un intesa il 14 marzo, una settimana dopo si dicono pronti allo sciopero generale. Conte scrive un dpcm (è un suo decreto, non passa né dal Parlamento né dal Consiglio dei ministri) e ritiene di non confrontarsi coi presidenti di Regione che intanto fanno le loro ordinanze. E ora gli alberghi in Lombardia devono restare aperti (decreto Conte) o chiusi (ordinanza Fontana)? I decreti Conte li annuncia sempre di sera, anche la firma su quello di ieri è arrivata a ridosso dei tg delle 20. È come se aspettassero il bollettino di Borrelli coi morti alle 18 e poi si mettessero a surfare sulle emozioni. Quando servirebbe invece tanta logica, tanta razionalità”.

  • Gaetano2 ha detto:

    “In America Latina c’era una consuetudine. Il Caudillo – che fosse Pinochet, o Castro, o Peron – appariva al balcone per arringare la folla. (Vi ricorda qualcosa, magari a piazza Venezia…)”.
    Chissà perché mi vi viene in mente anche un altro posto più recente: il refettorio di santa Marta… sarà mica diventato el refettorazo?

  • Nicola Buono ha detto:

    Due considerazioni. La prima è che quel signore che tace sempre lo fa SOLO quando ci sono le porcate ed i disastri che la Sinistra compie. Quando invece la destra è al,governo( Lega e M5S ) è una mitragliatrice umana di loquacita contro i populismi, sovranismi, rassismi, fassismi ecc d’altra parte cos’altro può fare? É stato eletto da loro e la pensa come loro. Concludo dicendoci di andare a vedervi la pagina Facebook di GIUSEPPI CONTE.. E ‘ un delirio di sinceri ammiratori che lo vedono come SALVATORE DELLA PATRIA . Ed i Likes e mi piace sono una marea. È per gente come questa che poi abbiamo simili individui al governo. Ripeto andate sulla suo sito Facebook e leggetevi il delirio per lui che ricorda fanatismo verso certi giocatori di calcio. Agghiacciante, perso totalmente il senso della ragione ed il bene dell’intelletto.

  • adriano ha detto:

    Non ci sono soltanto gli aspetti scandalosi qui ricordati, ma nel modo di agire di Conte ci sono anche aspetti, diciamo così, economici, che questo articolo mette in evidenza: “Una scelta senz’altro utile per Conte, che in poche ore riesce ad aumentare i suoi fan del 35 per cento, una strategia che con tecniche di inserzioni Facebook a pagamento sarebbe costata tra i 500.000 e il milione di euro”. Qui:
    https://www.tpi.it/opinioni/conte-influencer-social-comunicazioni-coronavirus-20200322571047/

    • Anonimo verace ha detto:

      In questo momento un vero servitore della Patria non dovrebbe pensare ai like sul suo profilo Facebook .
      Ha mai pensato questo signore che, statisticamente parlando, forse chi mette il like non va nemmeno a votare ?

  • Raffaello Togni ha detto:

    Mattarella non dice niente perché è connivente con Conte.

  • Giovanni Cerbai ha detto:

    Due chiose: quando la RAI ha trasmesso il messaggio di Conte non ci siamo accorti (almeno gran parte di noi) che fosse una “diretta” FACEBOOK. Pensavamo che fosse una comunicazione istituzionale a seguito della firma del DPCM, Irrituale, perché non presentata ad un parlamento che non c’è, Mai potevamo pensare che il discorso precedesse la firma del decreto.
    In secondo luogo, chi sa di diritto costituzionale, ci dice che i DPCM, avendo la forza di atti amministrativi, non necessita né dell’approvazione della Cemere, né della forma del Presidente della Repubblica. Atti dittatoriali, insomma (con riferimento al dictator latino). Ma oggi se ne fa un uso continuo e, sembra, anche per materie che di straordinario ed urgente hanno niente. E Mattarella che dovrebbe richiamare all’ordine il Presidente del Consiglio, che fa? Chiama tutti ad una ubbidienza che odora di sottomissione cieca. Vergogna.