ICS SPIEGA DOVE MIRA L’ATTACCO AL CELIBATO. AI SACRAMENTI.

2 Febbraio 2020 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, Monsignor ICS ci ha mandato una sua ironica triste e speriamo non profetica riflessione su che cosa realmente si agita e bolle dietro il problema di per sé chiaramente pretestuoso dei Viri Probati in Amazzonia, punta del cuneo destinato a scardinare (vedi Germania, Belgio, Olanda Francia…) il celibato del clero latino. Buona lettura!

 

§§§

Mons. Ics a Tosatti.

Caro Tosatti, sa perché San Pietro ha rinnegato Cristo ben tre volte? perché in uno dei suoi primi miracoli aveva guarito sua suocera (quella di Pietro) e Pietro non glielo aveva mai perdonato….

Ho cominciato con questa sciocca e vecchia storiella perché una giustificazione, la prima, della fine del celibato dei preti è sempre quella che anche San Pietro era un sacerdote sposato, ed è persino divenuto il primo Pontefice…

Oggi avremo finalmente preti sposati, dovremmo esultare! Così ne potremo avere tanti di sacerdoti, perché avremo tante più vocazioni. Finalmente avremo tanti preti santi perché saranno senza più tentazioni della carne, soddisfacendola castamente con la moglie legittima.

Avremo tanti mariti-preti esemplari di mogli altrettanto esemplari, avremo tanti figli legittimi, di preti, esemplari che concorreranno ad educare i loro compagni di scuola o di gioco. (pensi Tosatti se un figlio di un prete spacciasse, che ridere..).

Eppure c’è ancora qualche tradizionalista fariseo, rigido e ottuso che si lamenta! Ma per renderci conto dell’importanza della fine del celibato basterebbe anche vedere il successo nell’evangelizzazione dei preti cristiani (luterani) già sposati o quella dei preti di minoranze cattoliche, osservando la crescita esponenziale dei loro fedeli e dell’impatto nel sistema sociale dove esercitano il sacerdozio. E abbiamo ancora dubbi?

Ma ancora non vogliamo intendere che il celibato dei preti è stato voluto ed imposto al fine di corromperli e renderli non esemplari? Ma andiamo!

Tutti sanno che il celibato dei preti è una invenzione medioevale imposta dalla lobby dei mariti cornuti, che non ne potevano più di vedersi cornificare dalle proprie mogli con i preti! Preti che erano convinti che la vocazione sacerdotale non fosse una consacrazione, bensì un servizio, e che servizio…(Tosatti lei sa che un tempo i letti si riscaldavano con braci messe in una struttura ovale per non dar fuoco alle lenzuola. Sa che detta struttura si chiamava “il prete”? Sa perché?

Chi si oppone alla fine del celibato dei preti dovrebbe studiare meglio la storia che spiega quanti santi erano figli di preti e vescovi. Per esempio S. Gregorio Nazianzeno, S. Patrizio, s. Gregorio Magno San Silverio (papa) era persino figlio di S. Ormisda (anche lui papa), venerato santo. L’imposizione del celibato, lo sanno tutti, è stata riconfermata (dopo il Concilio di Elvira del 305 e quello di Nicea del 315 ) dal Concilio di Trento per far dispetto a Lutero e giustificare la sua condanna quale eretico. (Ma in realtà Lutero non fu condannato eretico per invidia, avendo abolito il celibato ed impalmato subito una bella suora?)

Gesù, lo sappiamo bene, non tratta questo argomento. Sì, è vero Gesù parla di chi si rende eunuco per il regno dei cieli… (scegliendo il celibato); promette di dare cento volte tanto a chi lascia moglie e beni, ma dove è scritto che è il celibato per loro un dogma?

Tanto più che Gesù stesso era sposato no?…

Lo spiega persino il Vangelo di DanBrown chiamato Codice Da Vinci. E poi, guardiamo in faccia la realtà, altro che inseguire astratti ideali (inventati), la realtà è che i tempi sono evoluti, le tentazioni sono più forti. Amoris Laetitia lo spiega bene che ci sono oggi tentazioni cui è impossibile resistere.

Non capisco come possano 4 cardinaluncoli permettersi di esprimere Dubia al Papa su questo punto, non hanno ancora capito che la realtà del peccato prevale sulle virtù insostenibili predicate nella dottrina?

Ben sappiamo, ora finalmente, che il peccato è conseguenza della povertà. Ben sappiamo ora che il grande corruttore non è satana, ma il capitalismo. Ben sappiamo finalmente ora che il Peccato originale è una balla e l’uomo non è corrotto. E l’Incarnazione non è stata per la redenzione, ma solo per maggior amore di Dio per l’uomo.

Attenzione! Qui c’è però il punto chiave da capire. Se l’uomo è già salvo e non deve esser affatto salvato e i Sacramenti sono una invenzione, allora i preti a che servono? Ma se i preti non servono, perché non eliminarli?

E quale miglior modo di eliminarli se non cominciando ad abolire il celibato? Perché è chiaro che abolire il celibato serve ad abolire il sacerdozio e quindi la celebrazione Eucaristica, più tutti gli altri Sacramenti.

Finalmente ho capito ! I preti devono imitare anche loro Cristo, no? Ecco perché oggi si insiste tanto sulla umanità di Cristo e nel lasciar credere che anche lui sia stato sposato. Perbacco, vuoi vedere che anche un pretonzolo stolto come me ha capito?

Mons. Ics

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

47 commenti

  • Avatar GMZ ha detto:

    Ringrazio Lucy e Immaturo Irresponsabile per le precisazioni circa i principi/valori non negoziabili – mi hanno chiarito le idee.
    Comunque, e forse sbaglio, credo che in quell’occasione il Papa fosse in buona fede. Certo è difficile esserne sicuri, poiché è la cifra di Francesco: equivoca.
    Ossequi.

  • Avatar Roberto ha detto:

    Dite apertamente che il vero Papa è BENEDICTI P.P, XVI e che bergoglio è solo cardinale scomunicato, eretico e apostata

    SEMPLICE.

    CHI PUO’ CAPISCA.

  • Avatar Roberto ha detto:

    Dite apertamente che il vero Papa è BENEDICTI P.P, XVI e che bergoglio non lo è.

    SEMPLICE.

    CHI PUO’ CAPISCA.

  • Avatar IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Per GMZ, stipendio dei parroco, accorpamento delle festivitá, edificazione(o demolizione) di luoghi di culto, insegnamento della religione, scuole private, servizio militare per i seminaristi, processioni, foro ecclesiastico, matrimonio religioso/civile, 8 per mille, beni ecclesiastici, santuari, sagre, legislazione sui culti ammessi…….su queste materie, tutte inerenti valori,, e su molte altre, la Chiesa ha negoziato, e negoziera’, perche’ puo’ farlo. (che abbia trattato bene o male, lo facciamo dire agli specialisti)

  • Avatar Boanerghes ha detto:

    Forse mi è sfuggita una cosa: non funziona più il tasto rispondi o è stato disabilitato?

  • Avatar Lucy ha detto:

    Mi intrometto un attimo nella questione valori non negoziabili e negoziabili .Quando Bergoglio parlò di valori non negoziabili che sono tanti e tutti sullo stesso piano fece artatamente confusione tra valori e PRINCIPI NON NEGOZIABILI per portare sul piano della negoziabilità anche i Principi .I valori possono essere negoziabili ed è vero che sono tanti , per es. il valore del lavoro , dello studio , della casa etc , i Principi non negoziabili sono solo tre e riguardano le certezze morali assolute della Legge naturale prima ancora che cristiana ( come disse Papa Benedetto) ; vengono prima degli stati e delle loro leggi positive e perciò sono o dovrebbero essere per tutii , laici e cristiani , ma ormai non lo sono più anche per la chiesa ,NON NEGOZIABILI.

  • Avatar Borghese pasciuto ha detto:

    Il post, paradossalmente, spiega bene come la questione del celibato dei preti sia l’ennesima bufala costruita deviando persino dai “manuali” istituzionali, ossia i vangeli.
    La chiesa come istituzione matrigna, assolutamente rinunciabile persino per i credenti.

  • Avatar GMZ ha detto:

    Per Paolo Giuseppe: quando Bergoglio parlò dei valori non negoziabili non disse semplicemente che non esistono, ma che “è un’espressione che non ho mai capito, i valori sono valori e basta, non posso dire che tra le dita di una mano ve ne sia una meno utile dell’altra.”
    Io interpreto questo passo nel senso che non ci sono valori negoziabili e valori non negoziabili: i valori (di un cristiano) sono tutti importanti, tutti uguali.
    Altrimenti quali sarebbero i valori negoziabili?
    Ossequi.

  • Avatar Maria Cristina ha detto:

    Il Tempio di Gerusalemme non venne giu’ subito , pochi giorni dopo la crocifissione del Messia, ma settanta anni dopo , nel 70 d.c,per opera dei romani .
    Questo significa che il crollo anche materiale di una realta’ spirituale vecchia di centinaia di anni avviene quando DENTRO NON C’ E’ piu’ Dio. Gli ebrei credevano che nel Santo dei Santi del Tempio, nel Tabernacolo, ci fosse la Shekinat, la Presenza, la Gloria di Dio. Solo per quello il Tempio stava in piedi.
    Quando Dio si ritiro’ , e’ come quando da un corpo morto si distacca l’ anima. Del Tempio non rimase che qualche pietra il Muro del Pianto dove oggi gli ebrei ortodossi vanno a piangere.
    Oggi Dio abita nel Tabernacolo dove Gesu’ Eucarestia si fa presente in mezzo agli uomini.
    Noi cattolici dovremmo riflettere su questo: e’ vero che nn vengono giu’ le chiese per ora, nonostante tutto, ma chi vi dice che fra settanta o ottanta o cento anni le chiese cattoliche de non piu’ vivificate dal,a Presenza di Dio non crolleranno?
    Stanno distriggendo tutti i Sacramenti , uno per uno, e quando nelle chiese ormai protestantizzate e senza piu’ l’ Ostia benedetta , il Tabernacolo del Dio vivente ora decentralizzato sara’ addirittura soppresso,per trasformarle in sale di “ meditazione e preghiera ecumenica” come ci sono ora negli aeroporti, o chi ci dice che le vecchie cattedrali non crolleranno o piglieranno fuoco come Notre -Dame?

    Cio’ che vivifica anche la nostra religione e’ la Presenza di Dio, una volta scacciato, dimenticato Dio, anche l’ edificio millenario cella Chiesa cattolica di sgretolera’ come Il Tempio di Gerusalemme. Pensiamo a volte è non crogioliamoci nella sicurezza : no a noi cio ‘ non succedera’ mai.
    La promessa di Cristo “ non prevarranno” puo’ significate molte cose, ma non ci assicura che le chiese non crolleranno.

  • Avatar Nicola Buono ha detto:

    Per tutti i ” liberali” che pontificano e disprezzano gli studi di Angela Pellicciari e per tutti i lettori e lettrici, ecco L’ISTRUZIONE PERMANENTE per L’ALTA VENDITA ovvero le istruzioni alle sette carbonare massoniche per distruggere la Chiesa . Il documento caduto in mano alla polizia pontificia fu fatto stampare da ben due Papi , Pio IX e Leone XIII per avvertire i cattolici del pericolo. Documento attualissimo , sapete perché ? Perché vi si parla di individuare un alto prelato pontificio vicino alle idee massoniche e liberali da fare eleggere Papa per distruggere così la Chiesa dall’interno. Non vi sembra mooolto attuale come documento e tecnica ? Altro che documenti fasulli , non veritieri di seconda mano . Liberali e troll andate a rompere altrove.

    https://www.carboneria.it/pellicciari.html

    http://www.crisinellachiesa.it/articoli/massoneria/istruzione_permanente/istruzione_permanente_dell_alta_vendita.htm

  • Avatar alessandro ds ha detto:

    X MONS. ICS
    per chi dice che un Papa non può essere deposto.
    Nel Concilio di Costanza è stato deposto un Papa perchè eretico manifesto. ecco la sentenza di decandenza del Papa deposto.

    https://www.sursumcorda.cloud/articoli/pillole-di-magistero/1923-gli-anatemi-del-concilio-di-costanza-sentenza-di-deposizione-di-benedetto-xiii.html

  • Avatar Paolo Giuseppe ha detto:

    @ Isabella
    Quando ho scritto che “non è venuta giù la chiesa” intendevo dire, e mi sembrava chiaro, che quando parliamo di preti sposati non tocchiamo nessun dogma, ma solo una prescrizione antichissima di Santa Romana Chiesa.
    Se mi chiedi cosa ne penso io, ti rispondo convintamente che dovrebbe rimanere il celibato dei preti, ma se concediamo ai preti di sposarsi non crolla la Chiesa; è però un passo indietro sul cammino della perfezione. Mi sembra, per farmi capire meglio, che sia molto, molto più grave affermare che “non esistono valori non negoziabili” (copyright papa francesco) ed è per questo che la Chiesa rischia di crollare.

  • Avatar Adriana ha detto:

    Isabella ,
    ma sono pieni di fede…nell’architettura .

  • Avatar Isabella ha detto:

    “è vero che dopo la mia S. Messa di stamattina non è venuta giù la chiesa: è rimasta in piedi.”
    Io ho visto gente che convive fare la Comunione, così come divorziati risposto ed è vero che non è venuta giù la chiesa. Ergo, che problema c’è a permettere a divorziati risposati di fare la Comunione?
    Mc Carrick, Maciel e molti altri preti dichiaratamente pedofili e/o predatori omosessuali hanno celebrato innumerevoli Messe e non sono mai venute giù le varie chiese dove celebravano. Ergo, siamo così sicuri che un prete che salta addosso a chiunque respiri sia così in contrasto con le leggi ecclesiastiche?
    È dirò di più: sono quasi sicura che se anche celebrassero una Messa nera sull’altare maggiore – con l’80% dei presenti che applaudirebbe entusiasta “uei, forte questa novità! Adesso sì che siamo moderni!” – la chiesa in questione non crollerebbe.

    Ma vi rileggete? Siete seri o siete come il tale che cadendo dal 50esimo piano a ogni piano si ripete “fin qui tutto bene, fin qui tutto bene…”
    “il problema non è la caduta. È l’atterraggio.” (cit.)

  • Avatar Lucy ha detto:

    Ormai è evidente l’esistenza di due chiese non distinte ma OPPOSTE .Una è la chiesa cattolica che si fonda sui comandamenti di Dio ,sul Magistero e la Tradizione di 2000 anni in modo limpido e chiaro senza opportunistici annacquamenti e ” pensieri incompleti “, l’altra quella che dopo averli avvolti nella cappa nebbiosa delle interpretazioni , degli adeguamenti allo “Spirito” (che chissà perchè soffia sempre dove vuole lei) , nella migliore delle ipotesi li silenzia , nella peggiore li calpesta fingendo di mantenerli.
    Le parole del card.Marx citate da Monica ” da una parte ci atteniamo all’ordine della chiesa ,dall’altra lo INTERPRETIAMO LIBERAMENTE E APERTAMENTE ” nella loro sintesi certificano il modo di procedere ipocrita e nello stesso tempo spavaldo della chiesa 2.0 opposta alla prima. Infatti nella chiesa 2.0 le norme , gli assoluti morali , i comandamenti e quindi i sacramenti vengono demoliti uno dopo l’altro anche definendoli , somma ipocrisia, “ideali ” , mentre la vera Chiesa scriveva ” sarebbe un errore gravissimo che la norma insegnata dalla Chiesa sia solo un IDEALE….”
    Mons.Sorondo nella messa in Vaticano dell’altro ieri ha demolito in un colpo solo due sacramenti e il primo dei Principi non negoziabili dando la comunione al Presidente argentino Fernandez propugnatore dell’aborto e convivente ( neanche risposato dopo il divorzio) ed è quindi il paradigma vivente del nuovo corso avviato verso la protestantuzzazione più certa.

  • Avatar Paolo Giuseppe ha detto:

    Questa mattina ho partecipato alla S. Messa nella mia parrocchia celebrata da un sacerdote ucraino (in visita di cortesia al nostro parroco) che prima dell’ordinazione si è sposato come è ammesso in alcuni riti orientali.
    Da un lato è vero che Gesù ha espresso apprezzamento per la verginità, dall’altro lato è vero che personalmente ritengo la verginità e la castità sacerdotale un dono molto importante, dal terzo lato è vero che sappiamo dove vuole andare a parare il papa, dal quarto lato è vero che dopo la mia S. Messa di stamattina non è venuta giù la chiesa: è rimasta in piedi.

  • Avatar Antonio Cafazzo ha detto:

    Il tema è serio, molto serio. Ma non insolubile.
    In alcune parrocchie per risolvere il gravissimo problema della penuria di sacerdoti e aumentare nello stesso tempo il ruolo della donna nella chiesa, si stanno sperimentando queste iniziative:
    https://www.youtube.com/watch?v=gkYRutUlhws
    Lieta Domenica.

  • Avatar Pier Luigi Tossani ha detto:

    Potreste provare col vetus ordo

  • Avatar Astore da Cerquapalmata ha detto:

    L’attacco al celibato dei sacerdoti significa molte cose e mira senz’altro a disintegrare la Chiesa.
    Significa, ad esempio, che non si crede nelle parole di Cristo di pregare per le vocazioni. Significa che non si crede nella potenza della preghiera e della GRAZIA.
    Mira a formare dei sacerdoti che non hanno come unico scopo della loro vita la gloria di Cristo e la salvezza delle anime, ma anche ad avere ambizioni personali, che possono andare bene per i laici, ma che distraggono i sacerdoti.
    La tentazione non avviene sempre attraverso il peccato ma può manifestarsi anche attraverso la distrazione.
    Ad esempio guardare la TV: pur non essendo di per se peccato, può distrarre dai propri doveri. E può portare conseguentemente al peccato.
    Ammesso anche che i sacerdoti sposati riuscissero comunque a barcamenarsi senza cadere in peccato e essere oppressi dai propri doveri, non lo potrebbero fare i pastori di anime con lo stesso zelo e soprattutto con la stessa GRAZIA dei non sposati.
    Che poi un sacerdote sposato subirebbe meno tentazioni è tutto da dimostrare.
    Sarebbe tentato ugualmente, solo che sarebbe ancora meno forte per resistere.
    E’ chiaro che l’ordinazione di uno sposato sarebbe valida, per cui non si può parlare di eresia. Ma ciò non toglie che una decisione a favore dei preti sposati sembra manifestare un’eresia nascosta ma che già c’è nel cuore di tanti.
    Forse non a caso i preti sposati sono ammessi in tutte le chiese e comunità non cattoliche.
    Tra i cattolici lo sono solo in casi del tutto eccezionali, come per i pastori anglicani già sposati che si sono convertiti al cattolicesimo.
    Ma dire anche l’Amazzonia rappresenta un caso eccezionale è falso, perché vi sono tanti luoghi con le stesse caratteristiche di penuria di sacerdoti, e tali luoghi si stanno moltiplicando.
    Perciò, anche a voler escludere secondi fini inconfessati, l’ordinazione degli sposati diventerebbe facilmente una regola.
    Non solo: la TRADIZIONE bimillenaria della Chiesa si è sempre OPPOSTA apertamente a risolvere il problema vocazionale ricorrendo all’ordinazione degli sposati. Per questo dico che, anche se non è un’eresia, ritengo che tale proposta possa facilmente manifestare uno stato di eresia latente.

  • Avatar Roberto F ha detto:

    TOSATTI IL NUOVO SISTEMA WP , non permette di cliccare e scrivere su Risposte . .Così non si capisce se è necessario scrivere commento.
    IGINO; sono d’accordo che la storia del liberalismo ottocentesco e del risorgimento sia molto più complessa. Le fonti sono contrastanti , alcune scomparse o trasmesse attraverso commenti di alcuni autori che erano riusciti , a loro spese, a farsi editare . Il potere fa pubblicare le storie che vuole lui e fa cancellare quelle che si oppongono a lui. Anni fa assistetti ad una discussione tra la nostra Pellicciari ed uno storico , -più grande- più noto, più pubblicato e recensito , che pensava e stava dalla parte opposta alla Pellicciari. Costui accusò la Pellicciari di aver utilizzato fonti non attendibili storicamente , e con gli stessi argomenti usati da lei ora , le disse proprio che massoneria e risorgimento erano argomenti molto più complessi. La Pellicciari chiese al grande storico di citare le fonti sue . Il grande storico citò la Treccani anzitutto, poi un paio di autori , a me sconosciuti,ma non alla Pellicciari , che rispose , come ha fatto lei ora, che questi autori riprendevano altri autori dell’800 , non considerabili attendibili perche dichiaratamente massoni. Conclusione , la storia è fatta come Dagospia , qualcosa di vero con qualcosa di falso .

  • Avatar roberto F. ha detto:

    IGINO; sono d’accordo che la storia del liberalismo ottocentesco e del risorgimento sia molto più complessa. Le fonti sono contrastanti , alcune scomparse o trasmesse attraverso commenti di alcuni autori che erano riusciti , a loro spese, a farsi editare . Il potere fa pubblicare le storie che vuole lui e fa cancellare quelle che si oppongono a lui. Anni fa assistetti ad una discussione tra la nostra Pellicciari ed uno storico , -più grande- più noto, più pubblicato e recensito , che pensava e stava dalla parte opposta alla Pellicciari. Costui accusò la Pellicciari di aver utilizzato fonti non attendibili storicamente , e con gli stessi argomenti usati da lei ora , le disse proprio che massoneria e risorgimento erano argomenti molto più complessi. La Pellicciari chiese al grande storico di citare le fonti sue . Il grande storico citò la Treccani anzitutto, poi un paio di autori , a me sconosciuti,ma non alla Pellicciari , che rispose , come ha fatto lei ora, che questi autori riprendevano altri autori dell’800 , non considerabili attendibili perche dichiaratamente massoni. Conclusione , la storia è fatta come Dagospia , qualcosa di vero con qualcosa di falso .

  • Avatar marco ha detto:

    Era un commento a quanto segnalato da Igino.

  • Avatar marco ha detto:

    Abbiamo già una legge sulla cittadinanza demenziale.E ricongiungimenti e cittadinanza automatica a 18 anni.La demografia è una scienza e con queste leggi e i tassi di natalità il destino dell’Italia sarà presto quello della Francia e altri.E gli immigrati votano.E votano a sinistra. Fino a quando non faranno un loro partito. È l’islam politico. Quello tanto apprezzato dalla ue.E che fa capo ai fratelli musulmani. Del resto il “ventre delle donne” è uno dei quattro componenti della jihad.E già Boumedienne aveva preconizzato la conquista della Francia con il ventre delle loro donne.

  • Avatar stefano raimondo ha detto:

    Condivido l’articolo e i commenti in generale. Che poi i cattolici “progressisti”, quelli che inseguono il mondo, arrivano sempre in ritardo: oggi che il matrimonio non usa più vogliono introdurre il matrimonio per i preti? Più che preti sposati avremo preti divorziati…

  • Avatar Iginio ha detto:

    A proposito: avete saputo dell’ennesima sparata di Parolin sulla cittadinanza a tutti?
    https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2020-02/cardinale-parolin-premier-conte-migranti-europa-cittadinanza.html
    Qualcuno gli spieghi che le ghettizzazioni le evita andando a convertire i musulmani (il che, tra parentesi, sarebbe suo compito). Ma Bergoglio ha ordinato che i musulmani vanno lasciati stare… Resta una semplice domanda: ma allora, Bergoglio, Parolin, Spadaro e compagnia bella, che ci stanno a fare?

  • Avatar Iginio ha detto:

    Mi spiace, ma i documenti citati dalla “grande” Angela Pellicciari non sono conservati da nessuna parte: li ha trovati in pubblicazioni ottocentesche che a loro volta erano basate sul “si dice” da parte di un francese erettosi a difensore della Chiesa e che pretendeva di essere creduto sulla parola. Non ho niente contro la Pellicciari come persona, che è simpatica nel suo percorso di fede e andava difesa quando da docente di liceo (statale) fu vittima di attacchi del solito giornalistucolo di sinistra; ma non è così che si fa storiografia, accusando a destra e a manca di complotti massonici. La storia del liberalismo ottocentesco è molto più complessa. E anche quella del Risorgimento.

  • Avatar IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Esser fedeli al sacro e’ faticoso, percio’ lo si alleggerisce con categorie piu’ “umane”, come quelle politiche. Mani giunte, genuflessione, altare rialzato e separato, paramenti, precisione delle formule, talare, berretta……se tutto cio’ e’ visto con occhi profani, non potra’ che esser giudicato p.es “antidemocratico” ,”reazionario”, oppure semplicemente privo di significato. Avendo infatti “interiorizzato” completamente il rapporto con Dio (la religione come “esperienza esistenziale” ) il cattolico “adulto” ,da un lato valorizza l’impegno sociale rifiutando di giudicarlo secondo ragione e giustizia ( e cosi’ facendo si fa subalterno alla politica ), dall’altro, e cio’ e’ infinitamente piu’ grave, tende a perdere la Fede nei Sacramenti, non comprendendone la realta’ essenziale (ex opere operato), perche’ egli comprende solo realta’ relazionali (come il prete che non dice Messa se non c’e’ l’assemblea che dica amen!). In estrema sintesi: tutti sacerdoti : nessun sacerdote.
    P.s. perche’ c’e’ sempre stata poca opposizione al nefasto principio “distinguere il Gesu’ della storia dal Cristo della Fede”? non era’ gia’ chiaro che cio’ significava il rifiuto di riconoscere (e necessariamente ADORARE) la Realta’ Divina NELLA realta’ sensibile? Rifiuto della Divinita’ di Gesu’, rifiuto del Sacramento, rifiuto del sacerdozio: tre espressioni, un’ unica scelta.

  • Avatar Fabrizio Giudici ha detto:

    Ridi e nel contempo cercati un’altra chiesa con un prete decente.

  • Avatar dino brighenti ha detto:

    io che non sono neanche un pretonzolo ardo dal desiderio di prendere a calcinculo bergoglio e soci

  • Avatar FRANJO ha detto:

    Spero che l’esortazione post-amazzonica non porti la data di oggi, giornata della vita consacrata.

  • Avatar Raffaella ha detto:

    OT ma non troppo: domenica scorsa avevo postato un commento per segnalare che durante l’omelia il parroco aveva acceso 2 mortaretti perché “essere cristiani è una festa ” nell’ilarita’ e ,credo, condivisione di tutti.
    Oggi ho cambiato l’orario della celebrazione; tutto procede bene fino al momento degli avvisi quando compare il parroco per informare che in settimana ci sarà un incontro a cui seguirà ” un brindisi ecologico”quindi tutti sono invitati a portarsi da casa bicchieri non in plastica perché “e’ necessaria una conversione ecologica”😭😭
    Non so più se ridere o piangere sulle condizioni di questa chiesa!!

  • Avatar Iginio ha detto:

    Caro Tosatti, ha letto il vergognoso articolo di Avvenire sul libro di BXVI e Sarah?
    https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/il-senso-cattolico-e-funzionale-del-celibato-dei-sacerdoti
    Non lo trova indecente, sia come metodo sia come contenuti?

  • Avatar Nicola Buono ha detto:

    Articolo magistrale. Concordo pienamente. Aggiungo inoltre un fatto storico a conferma della giusta osservazione che corrompendo i Sacerdoti si distruggono la Chiesa , i Sacramenti ed i fedeli. La grande Angela Pellicciari ha riportato molte volte nei suoi scritti, che sono conservate ( non so in quale museo) le istruzioni per i carbonari per distruggere la Chiesa . Due suggerìmenti erano dati ai carbonari. Farsi amici i preti per ingannarli meglio, ma SOPRATTUTTO CORROMPERE I COSTUMI DELLA GIOVENTÙ. Cambiano i tempi ma non i metodi per distruggere la Chiesa.

  • Avatar Monica ha detto:

    Marx sul sinodo tedesco ha affermato :«Da una parte ci atteniamo all’ordine della Chiesa, ma dall’altra lo interpretiamo liberamente e apertamente. E cerchiamo di fare qualcosa che, in questa forma, da noi non è mai esistito».
    Penso che sia una chiara sintesi applicabile più ampiamente a questo papato.

  • Avatar emma ha detto:

    Certo , il grande mentitore vuole toglierci l’Eucarestia, per togliercela deve necessariamente far sparire il sacerdozio , deve corromperlo. Ma deve far pensare che , al contrario, lo vuole far vivificare, crescere … . Certo che peggio di così questo signore argentino , non potrebbe fare .Con questa mossa è all’apice della sua carriera.

  • Avatar marco ha detto:

    Dalle mie parti si chiamava scaldino.Mai saputo del “il prete”.Però il rigido monsignore del mio paese,appena ebbe avuta in regalo dai parrocchiani un’auto,se ne usciva in piena notte,con il paese deserto.Forse doveva dare ogni notte una estrema unzione o fare “il prete”.Bah.
    Ora l’attenzione è sul celibato.Poi sarà sulle conclusioni del sinodo tedesco. Anche se la nuova costituzione della curia sembra già prevedere una chiesa federale.Come vogliono i tedeschi. D’altra parte se Lutero fu un dono dello Spirito Santo,come diceva lui stesso,visto che era stato “illuminato ” nella latrina del convento e se anche gli ortodossi hanno una chiesa federale,perché no? È la fine della Chiesa Cattolica ma i tempi lo vogliono.Avremo una cristianità riunita. E poi una religione universale. Ottimo.Anche se in fondo una religione universale già l’abbiamo.La massoneria.E un’altra,l’islam,che ha sempre voluto esserlo. Chi assorbirà chi?
    Ma credo che si siano fatti i conti senza l’oste. Si segue Satana ma l’oste è Dio.E tutto quello che verrà sarà per la Sua volontà.

  • Avatar roth ha detto:

    Il -prete- nel letto !! lo usavano i miei nonni per riscaldarlo in inverno .Lo chiamavano così ma non avevo capito il significato. Da adulto pensai che volesse dire che un prete -riscalda – il cuore , con le sue parole . Brillantissima questa lettera di mons. ICS . Potrebbe esser pubblicata sul Corriere …Se il direttore , ex comunista , avesse coraggio.

  • Avatar Adriana ha detto:

    Mons. ICS ,
    lasciamo che i preti si sposino con chi vogliono , e che affidino i costi dei figli ( naturali o ” comprati “) alle
    ” risorse economiche ” ecclesiastiche …Faccino , vadino …
    purchè muoiano anch’essi crocifissi . ( Se non risorgono ,
    pazienza santa ! Vuol dire che saranno Umani , troppo Umani , proprio come il Gesù della chiesainuscita )

  • Avatar Furio di Lodi ha detto:

    Caspita! questa chiave di lettura vale per tutto l’operato di Bergoglio . Molto interessante . Devo dire che mi ha illuminato. Essendo io un Diacono . Solo un prete poteva farla e proporla con questa ironia . Grazie monsignore .

  • Avatar Alessandro ds ha detto:

    Domanda per chi ha studiato ed è informato:
    Mi dicono che durante la persecuzione della chiesa in Russia ( dove i sacerdoti venivano uccisi ) per un periodo hanno addirittura ordinato delle donne, proprio a causa di quest’emergenza; poi finita l’emergenza gli hanno tolto il ministero. È vera questa cosa?
    Veramente è stato creato un precedente del genere in passato?
    Scusate, ma nel mondo esiste un numero spropositato di Religiosi / Frati , perché la “dispensa di celebrare messa non la danno a loro, invece dei Diaconi?

  • Avatar Patha ha detto:

    Vedo la Sposa del Signore in agonia, e quasi mi viene un impulso eutanasico: ma per quanto ancora durerà tutto questo?
    Ho paura per mio figlio che si è appena affacciato alla vita: dove potrà trovare i Sacramenti, quando sta per arrivare l’abominio della desolazione?
    Poi le parole di Colui che nel palmo della mano sostiene l’esistenza: “io ho vinto il mondo…”
    (Ha già vinto.. basta solo sapere aspettare..)

  • Avatar Milli ha detto:

    Speriamo che qualche sacerdote riesca a resistere a questi tsunami modernisti, con l’aiuto di nostro Signore.

  • Avatar Luigi ha detto:

    Non fa una piega. Se non fosse un momento drammatico per la Chiesa di Cristo ci sarebbe da ridere a crepapelle.
    Questa che stiamo vivendo è un’epoca storica, altro che fine dell’ impero romano o scoperta dell’America, spero di vivere a sufficienza per vedere la fine di questo film horror ecclesiale.

  • Avatar Maria Cristina ha detto:

    C’era una volta un organismo vivente, un corpo sano, in cui alcune cellule un giorno divennero cellule cancerose. All’ inizio erano poche , ma moltiplicandosi molto di piu’ delle cellule sane, dopo poco tempo le cellule cancerose divennero tante. Cosi’ pian piano conquistarono quasi tutti gli organi piu’ importanti del corpo, finche’ conquistarono anche la ” centrale direttiva del corpo, il cervello. Allora chiamarono le cellule sane e dissero: ormai comandiamo noi dovete diventare come noi. Ma le cellule sane risposero Se diventiamo come voi anche noi cellule sane che ne sara’di questocorpo? Ma le cellule cancerose risposero Voi non siete le cellule sane ma le cellule reazionarie, che non vogliono cambiare, che odiano le novita’.Noi invece siamo il futuro, le cellule rivoluzionarie, noi cambieremo tutto, e se non vi unite a noi sarete distrutte.
    E venne il giorno in cui tutte le cellule sane furono distrutte tranne una. Riuscirono a distruggere anche quell’ultima. Ma i festeggiamenti per la vittoria delle cellule cancerose durarono poco:distrutta l’ultima cellula sana quell’ organismo vivente mori’ all’ istante.
    Alcuni dicono che pero’ dopo tre giorni miracolosamente risorse…….

  • Avatar Pier Luigi Tossani ha detto:

    Ottimo!…