SINODO TEDESCO. WOELKI: È UN PARLAMENTO PROTESTANTE.

1 Febbraio 2020 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, mi sembra interessante dare qualche notizia dalla Germania, dove è decollato il Sinodo della Chiesa tedesca. Lo facciamo con un intervento del cardinale di Colonia, Rainer Maria Woelki. 

Il cardinale di Colonia Rainer Maria Woelki ha espresso in un’intervista a Domradio tutte le sue preoccupazioni nei confronti del Sinodo della Chiesa tedesca, che si è aperto a Francoforte, e che dovrebbe durare due anni. Toccando tutta una serie di temi – morale sessuale, celibato dei preti, ruolo delle donne – che hanno fatto parlare più di un commentatore di prodromi di scisma nei confronti di Roma e della dottrina cattolica. E il porporato nella sua intervista – di cui offriamo qualche brano nella nostra traduzione, sotto forma di parafrasi. Chi ha familiarità con il tedesco può trovare il testo qui.

L’articolo comincia con il titolo: “Tutte le mie paure si sono avverate”.

Woelki dice di aver chiarito di nutrire grande preoccupazione, per il fatto che quello che si sta svolgendo è in realtà un Parlamento della Chiesa protestante, e che questo è chiaro dal modo in cui questo evento è stato preparato e realizzato. “Ma è successo davvero”. In molti discorsi sono ignorati i prerequisiti essenziali di natura ecclesiologica rispetto a ciò che è la Chiesa. E questo era già chiaro quando si parlava di servizio ecclesiale, quando si mettevano tutti insieme vescovi e laici esprimendo così l’idea che  tutti erano uguali. E questo in realtà non ha nulla a che fare con ciò che la Chiesa cattolica è e significa.

L’intervistatore gli chiede se questa sensazione è confermata dal fatto che la disposizione dei posti segue un criterio alfabetico. Il cardinale risponde che questo “Chiarisce semplicemente che la costituzione gerarchica della chiesa, come documentato nuovamente nel Concilio Vaticano II ed espressa anche in “Lumen gentium”, è messa in discussione. La coesistenza organica dei consacrati e dei non consacrati e la varietà dei compiti che vi sono espressi sono effettivamente messi in discussione e relativizzati dalla disposizione dei posti e da molti altri piccoli segni. Penso che sia estremamente preoccupante”.

Woelki ricorda che “Quando scriviamo i nostri discorsi, testi e documenti, dobbiamo sempre ascoltare ciò che il Signore vuole dirci, non solo ciò in cui crediamo. Il Signore parla attraverso la Parola delle Scritture, ma parla anche attraverso la fede e l’insegnamento della Chiesa”. “E ora non è che duemila anni dopo stiamo di nuovo costituendo o reinventando la Chiesa, ma siamo stabiliti in una lunga tradizione. La fede, come è stabilita nei consigli e anche dalle origini apostoliche, non può essere in qualche modo demolita o reinventata ora. Ci sono dei requisiti. Anche questo fa parte di un processo spirituale, il percepirlo e riflettere profondamente su di esso e non buttarlo via come un vecchio caffè, perché potrei non averlo capito. Si tratta prima di cercare di capire quale sia la fede e l’insegnamento della Chiesa, e quindi riflettere sulle domande che stiamo affrontando oggi nel 2020 e quindi rispondere in base a questa fede della Chiesa e al Vangelo.

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

29 commenti

  • Avatar Faramir ha detto:

    C’è chi propone iniziative “cattoliche” per mettere il Papa alle corde. Ma no, per favore!
    La nostra Chiesa ha già tanti, irriducibili nemici esterni, non bombardiamola dall’interno.

  • Avatar Gederson Falcometa ha detto:

    Adriana, grazie per la correzione.

    Un caro saluto dal Brasile

  • Avatar Luigi ha detto:

    Giusto, è tutto un “gioco” delle parti. Se voleva bloccarli, papa Francesco lo avrebbe dovuto fare subito. Se non lo fa è perché è complice. Sinodo dei vescovi tedesco e sinodo amazzonico sono le due facce della stessa medaglia.

  • Avatar Maria Cristina ha detto:

    La cosa piu’ spaventosa che la Germania abbia partorito, dopo Lutero e dopo il Nazismo, e’ questa attuale Chiesa cattolica ufficiale tedesca, ben rappresentata dalla faccia paffuta e rosea del card. Marx . Spaventosa perche’ va avanti come un rullo compressore, senza autocritica, ottusamente schiava dell’ ideologia. Hanno gia’ deciso quello che e’ giusto, cioe’ abolire il celibato dei preti, permettere il sacerdozio femminile e il matrimonio dei gay. Questa secondo loro e’ la ricetta giusta e vorrebbero imporla tutta la Chiesa cattolica!!!
    Invece e’ la ricetta sbagliata, come erano false e sbagliate le ideologie luterane e naziste. Quanto male hanno fatto nella storia! E’ spaventoso che dalla Germania debbano sorgere ogni tot anni ricette sbagliate imposte agli altri! Non dobbiamo ripetere gli errori del passato: basta lasciar fare basta sottometterci . Ci vuole una resistenza cattolica.

  • Avatar Adriana ha detto:

    Gederson ,
    perdoni , ma si scrive ” prima sedes ” ( al nominativo ) .

  • Avatar Adriana ha detto:

    Gederson Falcometa ,
    del modernismo turbocapitalistico .

  • Avatar Adriana ha detto:

    Valeria Fusetti ,
    probabile si tratti del Ken Umano o di qualche Barbie influencer . Se Fanghiglia Cristiana trova ” interessante ” un trap come Cally , figuriamoci per quali ” interessi ” il budello interno del Sinodo alemanno vuole digerire e far digerire una simile prelibata Chimera .

  • Avatar P. ha detto:

    È il vecchio iter della disobbedienza “È vero che Dio ha detto: non dovete mangia di nessun albero del giardino?…” , Dice bene Mons Woelki, la verità è già stata detta da Gesù, preghiamo ed ascoltiamo…….
    Forse Marx e Kasper non sanno chi è il fondatore di questa chiesa

  • Avatar Sherden ha detto:

    forse vuol dire che tutti gli altri hanno preso una locomotiva a testate…

  • Avatar Gederson Falcometa ha detto:

    La Chiesa tedesca è la “prima sedis” del modernismo.

  • Avatar LA VERITÀ VI FARÀ LIBERI ha detto:

    I Vescovi tedeschi stanno compiendo il passo decisivo verso la definitiva protestantizzazione della loro Chiesa solo e solamente perché Papa Consenziente I, in quel di Santa Marta, tace a acconsente.

  • Avatar Luigi ha detto:

    Bene, tutto questo già lo sapevamo da mo’. Quindi che farà adesso il cardinale Woelki?

  • Avatar IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Chiedo, di nuovo, che fondamento evangelico hanno le conferenze e I “sinodi” nazionali? Che ubbidianza possono richiedere assemblee, per di piu’ composte anche da laici (!), prive di legittimita’ se non quella autoconferita? dovremo regolare il nostro esame di coscienza al modo latitudinarista? oppure contera’ il passaporto? un comportamento sara’ lecito a Monaco, peccaminoso a Praga, di dubbia natura a Vienna? Qualcuno traduca, in tedesco, e spieghi loro la parola greca da cui deriva “CATTOLICO”.

  • Avatar Jack ha detto:

    This sounds like the Hegelian Liverpool Synod 2020 – Alfie Evans’ diocese! https://synod2020.co.uk

    Listen to its strange fideist hymn ‘Together on the Road’ on YouTube. It encourages the faithful to follow without understanding!

  • Avatar Mauro ha detto:

    TESTO RIVEDUTO E CORRETTO DALL’AUTORE

    Carissimo Antonio, dalla wikipedia in spagnolo (www.es.wikipedia.com):

    <>

    Che tradotto con “Google Translate” risulta essere:

    <>

    Nota mia: “Está lo suficientemente claro?”

  • Avatar monica ha detto:

    Ario sarebbe stato nei primi ranghi, secondo la nuova categorizzazione gerarchica della chiesa tedesca(alfabetica).

  • Avatar Valeria Fusetti ha detto:

    Antonio Cafazzo@ non binaria, cioè non ” parallela” nel senso di uguale, simile, affine né alle donne né agli uomini presenti. Visto che google ha “censito” 60 orientamenti sessuali la scelta per la non binaria è, comunque, ampia. Essa/Esso/Ess… fa parte di quel ” sacro popolo in uscita” che piace tanto. Sicuramente sarà la persona più gettonata, contesa e coccolata di questo evento parasinodale. Una/Uno/Un… vera/o/… star ! Forse le faranno persino uno sconto sull’ obolo ecclesiastico… forse.

  • Avatar Pier Luigi Tossani ha detto:

    se il Vaticano aveva retta intenzione e forza, immagino che il sinodo tedesco andava bloccato subito, e i responsabili licenziati. Non è successo, quindi…

  • Avatar Pier Luigi Tossani ha detto:

    è questa

    http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/06/em-radaelli-lordalia-o-giudizio.html

    altamente improbabile… a meno che il prossimo pronunciamento postamazzonico sui viri probati non scateni qualche processo.

  • Avatar Paolo Giuseppe ha detto:

    @ Roth
    I vescovi, fatte salve alcune eccezioni, non sono fessi.
    Il giorno dopo una loro eventuale pronuncia anti – potere costituito, sarebbero immediatamente segati e trasferiti alla diocesi di Boscotrecase. E’ la missericordia, bellezza.

  • Avatar Nicola Buono ha detto:

    Sinodo Tedesco: ” È un Parlamento Protestante ” . Perché il Sinodo sull’Amazzonia che ha sdoganato il matrimonio dei Sacerdoti cos’era ? Cattolico ?

  • Avatar Sconsolata ha detto:

    «…Quelli ch’usurpa in terra il luogo mio,
    il luogo mio, il luogo mio, che vaca
    ne la presenza del Figliuol di Dio,

    fatt’ha del cimitero mio cloaca
    del sangue e de la puzza; onde ’l perverso
    che cadde di qua sù, là giù si placa».
    (Dante, Paradiso XXVII, 22-27)

  • Avatar Antonella ha detto:

    Grande Adriana!!

  • Avatar roth ha detto:

    si legga su LaVerità di oggi , pag 18 , nell’art di Sivana de Mari, la proposta del prof. Enrico Maria Redaelli . Se 50 vescovi di tutto il mondo implorassero il Papa di esprimersi locutio ExCathedra sulle sue affermazioni ( quelle contenute nella lettera aperta ai Vescovi della Chiesa cattolica firmata da una ventina di personalità nell’aprile 2019 ) , da alcuni ritenute ereticali, il Papa dovrebbe pronunciarsi, non potendo sospendere a divinis ben 50 vescovi. Mi sembra una idea eccellente . Cominci mons. Woelki a raccogliere firme (riservatamente ) , vedrà se non ci sarà la corsa a firmare . Solo quando raccolte le 50 firme di 50 vescovi la implorazione verrà inviata e per conoscenza ai giornali di tutto il mondo.

  • Avatar Adriana ha detto:

    Con quel che chiede per l’iscrizione ,la chiesa todesca
    non pare un Club ” normale ” , pare proprio il Bilderberg .

  • Avatar Antonio Cafazzo ha detto:

    Oggi dal sito:
    https://infovaticana.com/2020/02/01/asamblea-sinodal-alemana-70-mujeres-159-hombres-y-una-persona-no-binaria/
    “La agencia de prensa del episcopado alemán, KNA, informa que en la asamblea sinodal que se inicia el Francfort asisten “70 mujeres, 159 hombres y una persona no binaria”.
    Traduzione:
    “L’agenzia di stampa dell’episcopato tedesco, KNA, riferisce che all’assemblea sinodale che sta iniziando a Francoforte partecipano “70 donne, 159 uomini e una persona non binaria”.
    “Non binaria”????

  • Avatar Benson ha detto:

    Da una chiesa che si fa pagare per i sacramenti cosa ci potevamo aspettare?