P.G.: SALVINI CHIEDE UDIENZA E IL PAPA NON RISPONDE NEMMENO.

27 Gennaio 2020 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, abbiamo mandato a Pezzo Grosso le ultime mirabolanti esternazioni del Presidente della Conferenza Episcopale Italiana (pseudonimo per Ufficio Affari Anche Religiosi del PD), e oltreché mirabolanti sconcertanti. Pezzo Grosso non si è fatto pregare, e oltre a un commento – devastante – sulle cose dette dal cardinale Bassett, ci ha dato anche una notizia: e cioè che Salvini ha chiesto udienza al Pontefice, e che non c’è stata neanche una risposta. Pezzo Grosso l’ha avuta da due fonti diverse una politica ed una ecclesiale. Se fosse confermata, che dire? Ma il dialogo? Ma confrontarsi con chi la pensa in maniera diversa? L’usuale sfoggio di demagogia e propaganda ad uso delle telecamere…

§§§

Caro e pazientissimo Tosatti, scrivo pazientissimo perché a chi ha fatto, come lei, il vaticanista gran parte della sua vita, questi ultimi sette anni devono aver messo a dura prova la virtù cristiana della pazienza.

Esempio ultimo è senza dubbio la sintesi, qui sotto riportata, delle esternazioni invitanti, almeno tre volte, allo scisma, del card. Bassetti, Presidente della CEI.

Bassetti, nel giorno delle elezioni, attacca indirettamente, a Perugia Salvini sul tema migrazionismo (anticipando il prossimo meeting CEI a Bari sul Mediterraneo frontiera di pace), fingendo di difendere papa Bergoglio da “attacchi distruttivi”.

E’ evidente che essendo Bassetti in scadenza alla CEI ed avendo già il Papa lasciato intendere che la Presidenza potrà andare al card. Zuppi, cerca un -salvataggio in mare- anche lui, magari grazie alla Cei-Watch…

Vediamo tre messaggi chiave del card. Bassetti, che lasciano talmente perplessi da considerarli offesivi verso la nostra intelligenza illuminata dalla fede.

1° messaggio di Bassetti (riferito al tema migranti): “Se a qualcuno non piace questo Papa, lo dica!”.

Commento: Ma Eminenza, è da quando Bergoglio è stato eletto Papa che cresce esponenzialmente il numero di cattolici che dicono che questo papa non ci piace! Cominciò il compiantissimo Mario Palmaro con il laico Giuliano Ferrara. Continuò Marcello Pera, poi Aldo Maria Valli. Ma se dovessi andare avanti dovrei recuperare tutte le liste di teologi, presbiteri, intellettuali cattolici che hanno fatto a Bergoglio implorazioni e correzioni, senza mai esser degnati di attenzione. Ma lei, dove vive?

2° messaggio di Bassetti (idem): “..se non ti va bene la Chiesa cattolica, se è troppo stretta questa barca. (…) Ognuno faccia la sua scelta”.

Commento: Ma Eminenza, è proprio perché ci va bene la nostra santa chiesa cattolica, apostolica, romana, che abbiamo fatto la nostra scelta, di restarci.

E’ Papa Francesco che ha detto che Dio non è cattolico e fa di tutto per dimostrarlo! Ma lei, dove vive?

3° messaggio di Bassetti (idem): “..i nostri fratelli protestanti non hanno il Papa,… ognuno faccia le sue scelte”.

Commento: Ma cara Eminenza, se è proprio il Papa della Chiesa cattolica, Francesco, a proporci Lutero come medicina per la Chiesa e implicitamente a invitarci ad invidiare i nostri fratelli protestanti! Ma lei, dove vive?

Conclusione. Caro cardinale Bassetti, la capacità di criticare fa parte delle facoltà razionali delle creature umane, è necessaria a giudicare cosa è bene e cosa è male, cosa è vero e cosa è falso, nonché avvalutare l’operato di chi lo propone.

Ma come può pensare che la capacità di critica non possa intensificarsi se il Papa ignora i Dubia e i Cardinali che li hanno proposti per il bene delle anime?

Lei manifesta odio e disprezzo verso Salvini, ma lei lo sa vero che proprio Salvini ha chiesto ed implorato, da molto tempo, udienza al Papa, senza neppure esser degnato di paterna e misericordiosa risposta?

P.G.

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

96 commenti

  • FRANCESCOMARIA ha detto:

    Per quello che mi risulta a S.S. Benedetto XVI, non è arrrivata nessuna richiesta di udienza. Chi può lo faccia sapere a Salvini. Bassetti dovrebbe, come Harry Windsor che ha rinunciata ai titoli nobilari,rinunciare al titolo di principe di Santa Romana Chiesa. Inoltre gli dico si tengano pure le strutture io mi tengo la Fede.
    Si ricordi card. Bassetti Matteo 26,24. Che Dio abbia pietà di loro

  • newman ha detto:

    Membri del circolo magico di papa Bergoglio riferiscono che il loro assistito ogni sera, prima di coricarsi, si fá leggere questo testo tratto dal capitolo IV di “Pastor Aeternus” a mó di preghiera:
    “Né, infatti, lo Spirito Santo fú promesso ai sucessori di Pietro, perché annunciassero una nuova dottrina da Lui rivelata, bensí perché, da Lui assistiti, custodissero coscienziosamente ed esponessero fedelmente la rivelazione, ossia il depositum fidei, loro tramandato dagli Apostoli.”
    (“Neque enim Petri successoribus Spiritus Sanctus promissus est, ut eo revelante novam doctrinam patefacerent, sed ut eo assistente traditam per Apostolos revelazionem seu fidei depositum sancte custodirent et fideliter esponerent.” (Pastor Aeternus, cap. IV).
    Questo testo dovrebbe essere recitato quotidianamente da tutti coloro, fedeli, sacerdoti e vescovi che si ritengono
    sacri recipienti di nuove rivelazioni da parte dello Spirito Santo.

  • PG ha detto:

    poco male: tempo perso

  • EA ha detto:

    Certo che è paradossale un cardinale che invita i cattolici ad andare coi protestanti se criticano il papa perché getta nella polvere la dottrina cattolica e non vogliono seguirlo nei suoi nuovi “paradigmi”.
    Il Vaticano di Bergoglio, con la sua corte di cardinali compiacenti, è ormai un’istituzione vuota e avvitata su se stessa.
    A parole il papa si dice liberale e per la parresia, poi schiaffeggia (metaforicamente e fisicamente) chi non pratica il culto della personalità.
    Come prendervi su serio? Anche voi, vescovi e cardinali, nella vostra coscienza sapete benissimo che siete dei pagliacci. Ma ORMAI SIETE IN BALLO E NON AVETE IL CORAGGIO DI TIRARVI INDIETRO!

  • EA ha detto:

    Non capisco perché Salvini abbia chiesto udienza al papa. Per sentirsi raccontare le sue ipocrite prediche sull’accoglienza e il dialogo? Il papa che schiaffeggia pubblicamente una fedele donna dopo avere tenuto un sermone sull’ascolto, e il giorno dopo predicare sul rispetto della donna? L’unica cosa che il papa si merita è una risposta salace alle sue insolenze, e probabilmente Salvini potrebbe essere l’unico politico italiano in grado di dargliela. Per quanto motivo non sarà ricevuto.

    • newman ha detto:

      @ EA Concordo pienamente. E’ stata un’umiliazione autoinflitta e del tutto superflua da parte di Salvini.

  • TITTOTAT ha detto:

    Il Sangue di Cristo voleva incontrare i suoi figli, Bergoglio l’ha murato vivo

  • PG ha detto:

    We don’t like Bergoglio! Bassetti fattene una ragione.

    • Maria Cristina ha detto:

      Che volgarita’ la frase del Sor card. Bassetti se non vi piace questo papa ditelo apertamente e andatevene con gli evangelici…
      A parte il fatto che Il Sor Cardinale si da’ la zappa sui piedi perche’ l’ otto per mille alla Chiesa cattolica e’ diminuito di molto e continua a diminuire proprio a favore per esempio dei valdesi…
      A parte il fatto che il Sor Cardinale non sa forse che i filo-protestanti, cioe’’ quelli che “ Lutero e’ stato un grande” , che vogliono tutte le cose che i protestanti hanno, sono esattamente i filobergogliani…
      Il Sor Cardinale Bassetti non tema : a chi non gli piace questo papa non mancano le occasioni di dirlo apertamente e anche di non pagare l’ otto per mille, mentre con gli evangelici ci vadano lui e il suo Capo, che e’ tutto pappa e ciccia con gli evangelici.
      Il Sor Cardinale avra’ poco da ridere temo quando l’ otto per mille crollera’ del tutto, quando si ritroveranno le chiese vuote, quando piazza San Pietro all’ Angelus avra’ al massimo cento fedeli , allora non fara’ piu’ ’ il gradasso : se non vi piace questa minestra saltare quella finestra….
      Allora non dira’ il Sor Cardinale : andatevene pure ..

      • GMZ ha detto:

        Cara Maria Cristina,
        Temo che quando accadrà quanto Lei dice, quelli come Bassetti diranno “missione compiuta”, e andranno a farsi quattro risate coi loro famigli.
        Ma anche lì, in quei frangenti… poveri illusi!

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Siamo on-topic e c’è nella Chiesa una fregola di “adeguarsi” al mondo in ciò che le piace (per essere applaudita) ma non in questo perché i “giudizi” del popolo SCOTTANO.
    Abbozzo di riforma o rivoluzione o democratizzazione da inviare a Sua Maestà così attenta alle cose del mondo/terra e cosí desideroso di passare alla storia.
    1) Il Papa viene eletto direttamente dai fedeli (per evitare mafie e camarille).
    2) Il sistema è quello americano delle “primarie” (prima i parroci, da qui i vescovi, indi i cardinali, indi…).
    3) Il Papato ha la durata di 5 anni per evitare “colpi di testa” dittatoriali. In caso di pre-morienza o senilità “accennata” la reggenza passa al piú “lucido” della curia.
    4) L’età del Pontefice deve oscillare fra i 70 e i 75 anni perché si dice che la “vecchiaia è una brutta bestia”.
    5) La “campagna elettorale” per il nuovo pontefice può cominciare subito dopo l’elezione del Pontefice vincente attraverso blogs non sovvenzionati da Stati nazionali, sovranazionali, “poteri forti” vaticani ed extra-vaticani.
    6) La votazione avviene nella settimana successiva alla Pentecoste (anche lo Spirito Santo ha diritto di “partecipare”) nelle cabine fornite di internet approntate nelle parrocchie.
    7) Hanno diritto di voto SOLO i battezzati ANCORA iscritti nei registri parrocchiali.
    8) Votano solo gli adulti fra i 40 e i 60 anni. I giovani si fanno le ossa “dottrinali” negli incontri mondiali della gioventù. Gli ultra-sessantenni sono in discesa e per loro val bene ogni scelta.
    9) Gli atei non votano perché non gliene frega nulla ed è una faccenda che non li riguarda.
    10) I “fedeli” delle altre religioni si scelgano i baculi che vogliono.

  • Lucy ha detto:

    L’invito di Bassetti a quelli a cui “il papa non piace ” ad andare nelle comunità evangelico -protestanti (beninteso europee perchè quelle americane sono di un’altra pasta ) è un non -sense logico e teologico.Bassetti prima avrebbe dovuto chiedersi il perchè di una disaffezione , anzi di una ostilità di in numero sempre più crescente di laici e religiosi alle politiche religiose di Bergoglio ma non sa o non può e dunque non vuole perchè i motivi dal 2013 ad oggi sono sempre gli stessi , inutile elencarli essendo ormai arcinoti .Invitare i cattolici che resistono e cercano di contrastare la dissoluzione delle basi identitarie della Chiesa cattolica ad andare nelle comunità evangelico-luterane dove tutto ciò che cercano di contrastare è già stato attuato e accettato anche nelle parti più aberranti ( aborto, gender, omosessualità praticata) , è una presa in giro o una disarmante fotografia dell’incapacità della Cei e dello staff di Bergoglio a cogliere e capire la realtà della crisi in cui versa la chiesa .Comunque la nostra risposta a Bassetti è questa : noi non ce ne andremo MAI , ben altri dovrebbero andarsene a cui PONTI d’oro , per due essenziali motivi : 1) per cercare di frenare , ciascuno secondo le sue possibilità, questa involuzione della chiesa , 2) perchè in ogni caso rimarrà una parte fedele , un ” piccolo resto ” da cui tutto potrà ricominciare .

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Pezzo Grosso ha ragione: la nostra stessa fede è minacciata.
    In qualche modo sembra perfino dal Papa.

    Secondo Padre Cavalcoli, grande teologo che pure stimo e ammiro profondamente, il Papa non può voler dire una cosa sbagliata neanche come dottore privato (almeno così ho capito).
    Ma, se si ammette questo, i casi sono due: 1) o l’infallibilità pontificia è un privilegio che ricorda un po’ quello di Maria Vergine, resa impeccabile da Dio fin dall’eternità, grazia però a cui Ella ha corrisposto pienamente, o 2) il Papa viene adoperato da Dio “meccanicamente”, cioè in modo da guidargli la sua stessa volontà e perciò la libertà.
    Ma, se avesse ragione padre Cavalcoli, allora tutto quello che dice di sbagliato il Papa è interpretabile nel senso della Traduzione. Dicesse anche che Maria non è nata immacolata è come dicesse che è l’Immacolata.
    Mi sembra troppo facile.

    Io sono propenso a pensare che il Papa è certamente infallibile, ma solo quando si esprime come Pastore supremo della Chiesa. E si esprime in tal modo, solo a determinate circostanze, quelle descritte dal Concilio Vaticano Primo.
    Se così non fosse, non vedo perché i documenti del Concilio specificano tali condizioni.
    Bastava dire che il Papa è infallibile. Punto. E che tutto ciò che dice di sbagliato va interpretato in assonanza al magistero precedente perché lui, tanto, non voleva.
    Per cui che il Papa non può volere l’errore neanche come dottore privato, sarebbe stato dichiarato dogma.
    Almeno così a me sembra.

    Fatto sta che la Costituzione DOGMATICA “Dei filius”, di Papa Pio IX, al capitolo IV, dichiara:
    “La fede e la ragione non solo non possono essere mai in contrasto fra loro, ma anzi si aiutano vicendevolmente in modo che la retta ragione dimostri i fondamenti della fede e, ILLUMINATA da questa, coltivi la scienza delle cose divine, e la fede, dal canto suo, renda la ragione LIBERA DA ERRORI, arricchendola di numerose cognizioni…
    La dottrina della fede che Dio rivelò… è stata consegnata alla Sposa di Cristo come divino deposito perché la custodisca fedelmente e la insegni con magistero infallibile. Quindi DEVE ESSERE APPROVATO IN PERPETUO quel significato dei sacri dogmi che la Santa Madre Chiesa ha dichiarato, né MAI SI DEVE RECEDERE da quel significato con il pretesto o con le apparenze di una PIU’ COMPLETA INTELLIGENZA”.

    Da ciò a me sembra che il Compito del Papa sia di difendere e approfondire la fede lungo il corso del tempo, partendo dalla fede acquisita, che rimane valida.
    Se nel fare questo il Magistero di un Papa risulta in continuazione col Magistero infallibile precedente, è certo.
    Se invece, alla ragione illuminata dalla fede della Tradizione, dovesse risultare, in modo CHIARO ed EVIDENTE in contrasto con il Magistero pontificio precedente e con la fede della Tradizione, che è praticamente riassunta nel Catechismo della Chiesa Cattolica, non è da prendere in considerazione.
    Perché se il Papa guida la Chiesa verso il futuro, il passato in qualche modo è BLINDATO. Nessuno può più interferire.
    Abbiamo la fede riassunta nel Catechismo e l’intelligenza illuminata da quella stessa fede che, proprio perché soprannaturalmente illuminata, in tale giudizio non sbaglia.

    Il Pratica il Concilio Vaticano Primo non solo ha definito dogmaticamente il potere del Papa, che esiste solo per difendere la fede e progredire in essa, mentre cessa quando dovesse andare contro la fede, ma ha anche definito dogmaticamente il compito e il potere della ragione illuminata dalla fede.
    Faccio un esempio: poiché è dottrina della Chiesa che la pratica dell’omosessualità è, in se stessa, materia grave, e perciò peccato mortale, se anche il Papa la dichiarasse ammissibile, la sua dichiarazione non avrebbe valore.

    Mi scuso per la lunghezza dell’intervento, ma ho da poco riletto un po del Vaticano Primo e volevo condividere.

    • Lucy ha detto:

      Intervento logico e chiaro. Condivido in pieno.

    • ennesima risposta ha detto:

      Salve Astore, vedo che, purtroppo, dopo due anni che continui a are la stessa domanda non hai ancora capito la questione.
      Te la riassumo: il Papa non sbaglia mai quando esercita la sua funzione di Papa. Ergo: è infallibile (che significa che quanto dice vincola come verità di fede e non può essere cambiato da nessuno) quando esercita la sua funzione al sommo grado, ossia parlando ex catherda, facendo comprendere l’intenzione di definire una volta per tutte una questione; non è infallibile ma nemmeno fallibile quando esercita le sue funzoni ad un livello inferiore: tu devi assentire a quello che dice (quindi non è possibile che sia sbagliato), ma quello che dice non vincola come articolo di fede e può essere oggetto di successivi approfondimenti, aggiustamenti, limature ecc (vedi questione della libertà religiosa o questione dei bambini morti senza battesimo come esempi. Nel secondo caso tu hai papi che, senza impegnare l’infallibilità, hanno correttamente parlato di uno stato denominato limbo e variamente connotato, fino a Giovanni Paolo II che ha mutato prospettiva, non stravolgendo i concetti precedenti, ma approfondoendoli. Ciò che ha detto G.P. II potrà essere oggetto di ulteriori approfondimenti e svluppi, perché nemmeno lui ha impegnato l’infallibilità. Tu intanto devi assentire a quello che lui ha detto).
      Il Papa può sbagliare quando non esercita la sua funzione di Papa.
      Spero di non dover leggere per altri due anni la stessa domanda girata in modo diverso, altrimenti dovrò pernsare che la tua incapacità di comprendere sia davvero infallibile.

      • Boanerghes ha detto:

        E quando ha firmato la dichiarazione di Abu Dhabi era Papa o qualcos’altro?
        E quando parla con enfasi di Lutero e della riforma Luterana, è papa o qualcos’altro?
        E riguardo la sua idolatria alla Pachamama, è Papa o qualcos’altro?
        Sei completamente fuori strada.
        Accecato.
        Chiedi la guarigione

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Bene. Ci sono però frasi che sono difficili da limare. A meno che non si usi la raspa.
        Ad esempio quando ha detto che la Madonna non è nata santa.
        Non è possibile secondo lei che il Papa a volte non parli come dottore cioè senza impegnare il suo magistero?
        Ricordo che Benedetto XVI quando scrisse il libro su Gesù disse che poteva essre criticato.
        E so di un Papa olandese di cui non ricordo il nome, che come teologo non credeva nell’infallibilità del Papa (che allora non era stata definita ancora)

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Inoltre: quando il Papa ha detto che i riti con la Pachamama come protagonista non sono una forma di idolatria?
        Lei ci crede? E se il Papa le ordinasse di proatrarsi? Se lei dovesse parlare della Pachamama senza contraddire il Papa, cosa direbbe?
        Io penso che prostrarsi alla Pachamama è idolatria

        • Per astore ha detto:

          Tu dici “se”. Io ti chiedo: “è successo”?

          • Astore da Cerquapalmata ha detto:

            Ho detto “se” perché mi piacerebbe sapere come lei si comporterebbe in tal caso.
            Qualcuno si è prostrato alla presenza del Papa… Io non lo farei nemmeno se me lo ordinasse.

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        ENNESIMA RISPOSTA: la teoria teologica che esprime è lecita ma non è un dogma. Al massimo, ma forse no visto che non penso sia di un Papa, merita l’assenso di cui ha parlato.
        Non la escludo affatto.
        Ma quello che mi importava dire è che la DOTTRINA NON SI TOCCA.
        Se lei dice che il Papa non la tocca e basta qualche limatina perché tutto torni, meglio così.
        Ma se, per assurdo, il Papa negasse apertamente l’Immacoata, che conclusione tirerebbe?
        Le ipotesi sono SOLO due: o che tale teoria va limata vigorosamente, o che il Papa è un falso Papa.
        Dico bene?

        • Astore da Cerquapalmata ha detto:

          Ho trovato un articolo interessante proprio di padre Cavalcoli che specifica bene tutte le eventuali ipotesi. In ogni caso la nostra ragione illuminata dalla fede, vista la grande casistica delle espressioni papali, ha un ruolo importante.
          L’articolo è il seguente:
          https://www.lavocedidoncamillo.com/2018/10/il-papa-come-dottore-privato.html

          • Astore da Cerquapalmata ha detto:

            In conclusione, considerando esauriente l’articolo sopra citato di padre Cavalcoli, risulta che, comunque, il Papa può, in alcuni casi, non usare del suo magistero petrino.
            Ordinariamente dobbiamo pensare che lo usi ma, dice l’articolo, occorre che sappiamo discernere il “suo approccio personale a Cristo, la sua sensibilità teologica, la sua devozione privata, il SUO PUNTO DI VISTA UMANO PARTICOLARE”.
            Non sempre è facile. In ogni caso, per fare ciò, la ragione illuminata dalla fede Tradizionale, è indispensabile.

    • ulisse ha detto:

      Astore, lei e Milli e Deutero siete i miei preferiti, le vs. osservazioni sempre centrate.
      Avevo 12 ed abitavo nello stesso palazzo ove al primo piano vi era la sede della CISL appena costituita dalle ACLI per offrire una alternativa alla CGIL.
      La sede era vigilata da 5 o 6 agenti di polizia (a proposito di odio). Uno di essi mi regalò due libri che la Cisl distribuiva: La fattoria degli animali di Orwell e “Russia prigione senza ritorno” (si trova in Internet per 10 Euro). Era sui gulag in Unione Sovietica.
      Il PCI diceva che era tutto falso solo “propaganda capitalista”. Poi Solzenicyn scrive Arcipelago Gulag, ma allora era vero, mentivano spudoratamente.
      Poi Kruscev dice che Stalin era un tiranno sanguinario.
      Cercate in Intenet la prima pagina della Unità il giorno della morte di Stalin.
      Per questo cambiano sempre nome al partito ma sono sempre gli stessi.

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        L’imprinting è quello tipico dei relativisti: possono cambiare le idee e di conseguenza nome, ma la testa è sempre quella.

    • newman ha detto:

      @Astore (27.01.2020/4:12 p.m.)
      Nel Suo posting Lei si pone due domande: (1) qual’é il compito del papa? e (2) qual’é il potere del papa? O meglio: é il magistero del papa infallibile? Ricorra quindi alle fonti.
      Ambedue i punti trovano nella costituzione dogmatica “Pastor Aeternus” und risposta chiara e limpida. Cito il documento in latino, in modo che anche l’immensamente sopravalutato Padre Cavalcoli lo possa capire.
      Ad (1) “Neque enim Petri successoribus Spiritus Sanctus promissus est, ut eo revelante novam doctrinam patefacerent, sed ut eo assistente traditam per Apoistolos revelationem seu fidei depositum sancte custodirent et fideliter exponere.” Chiaro? I novatori sono Bergoglio, Bassetti e compagnia bella degli ottuagenari che detengono attualmente il potere nella chiesa.
      Ad (2) Che cosa dice il Vat1 sull’infallibilitá pontificia?
      Ecco:”Itaque Nos […] docemus et divinitus revelatum dogma esse definimus: Romanum Pontificem, cum ex Cathedra loquitur, id est, cum omnium Christianorum Pastoris et Doctoris munere fungens, pro suprema sua Apostolica auctoritate doctrina de fide vel moribus ab universa ecclesia tenendam definit […] ea infallibilitate pollere, qua Divinus Redemptor ecclesiam suam in definienda doctrina de fide vel moribus instructam esse voluit […].” Segue l’anatema per coloro che osassero contraddire questa definizione.
      Circa il Padre Cavalcoli, ricordo che nel periodo iniziale della discussione su “Amoris Laetitia”, questo “grande teologo” uscí con il negare che ci possa essere uno “stato” di peccato mortale, poiché – ed ecco l’argomento stucchevole – il peccato é un atto e non uno stato. Non si accorse il buon Padre Cavalcoli che cosí dicendo stava contraddicendo addirittura San Tommaso d’Aquino, che nell’opuscolo “De Malo” sostiene l’opinione opposta.

  • marco ha detto:

    Spesso non capisco Salvini.Che lo ha chiesto a fare?È come quando da ministro stava a rispondere a Saviano.
    Nella chiesa ci sono separati in casa. Una grande maggioranza di eretici anche tra i fedeli,(la maggioranza dei cattolici Usa non crede che nell’Ostia ci sia il Corpo e Sangue di Gesù e penso che non sia molto diverso in altri paesi).Poi molti si ma o no ma.Il cardinale Sarah ha rilasciato un’altra intervista.Ho letto il titolo dato sul blog di Paciolla e non ho avuto alcuna voglia di leggere il testo:siate santi,pregate,digiunate per i vescovi che santi non sono.Dopo che Lutero ebbe fatto lo scisma si sarebbe dovuto digiunare per lui?Penso che si debba pregare perché un peccatore cessi di peccare.Ma se il peccatore dà chiari segni di non pensarci minimamente ci penserà Dio a giudicarlo.Il cardinale Muller ha rilasciato una intervista sul famoso libro. Tutta tesa a dimostrare che Benedetto non è più Papa,(peccato si firmi,porti simboli del papato e lo abbia anche detto nel documento di dimissioni. Che Bergoglio lo stima tantissimo,(peccato che faccia di tutto per cancellarlo) e che bisogna attendere la sua esortazione. Se sarà come nel suo stile sarà ambigua.Muller sarà contento?Bah.E poi sembra che tutto sia ridotto al celibato. E le eresie dei dubia?La celebrazione di Lutero?Il documento di Abu Dhabi?La madre terra?Tutto irrilevante?Quindi gli ortodossi sono pochi. Quello che si vuole è che se ne vadano in silenzio.
    A Salvini consiglierei di farsi spiegare le cose e di decidere che tipo di cattolico è.Ex o no?E piantarla di rincorrere gli ex.

  • Milly ha detto:

    ..a proposito di elezioni in E.R. ho notato che il PD ha vinto nelle zone dell’Emilia più popolose, in Romagna, tranne Ravenna, ha stravinto la Lega e il Centro Destra. Lucia Borgonzoni ha ottenuto più di un milione di voti personali, inoltre il divario con Bonaccini non è certamente siderale.
    L’Emilia è sempre stata, molto più della Romagna, terra di coop rosse, radicate nel territorio con intrecci e referenti consolidati in 70 anni di predominio piddino.
    Concludo: forse è stato un bene che il C.D. non abbia vinto (almeno per ora) nella roccaforte emiliano romagnola, in caso contrario, penso che ci sarebbe stata una risposta durissima, da parte degli avversari, non disposti a mollare l’osso, così
    a lungo e tenacemente tenuto tra i denti.
    Costi quel che costi!

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    La vittoria di Pirro.
    PD: (2014: 44,52 %) — (2020: 34,68%) quindi -9,84%
    Lega: (2014: 19,42 %) — (2020: 31,95%) quindi +12,53%
    —-
    L’onanismo oltre ad essere un “peccato” fa diventare “ciechi” (era vero quindi quello che ci dicevano quando -da ragazzi- andavamo a confessarci)-

    • Grog ha detto:

      Vittoria di Pirro un corno! Se, dopo tutti i disastri che il partito di Bibbiano ha combinato, esiste ancora gente disposta a votarlo vuol dire che il lavaggio del cervello orwelliano sparso a piene mani dalla maggior parte dei media ha funzionato alla grande!
      L’unica consolazione è che quello schifo di movimento dei grullini é destinato a breve termine a sparire del tutto dalla scena politica nazionale.

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      “Il linguaggio segreto della statistica, in una cultura che ama nutrirsi di fatti e dati, è usato per sensazionalizzare , gonfiare, confondere e sovra semplificare “ (Darrell Huff: Mentire con le statistiche – Monti &Ambrosini Editori , gennaio 2009).
      Ai dati da lei riportati basta aggiungerne un terzo , fare un po’ di semplicissimi calcoli e l’impressione sarà tutta diversa. Il terzo dato è: affluenza alle urne = 67,67%.
      Rispetto agli aventi diritto al voto ( che non sono il 100% della popolazione ) i risultati reali sono
      PD = 23,46% ; Lega = 21,62%
      Decremento percentuale del PD = 22,1 %
      Incremento percentuale della Lega : 64,52 %
      A disposizione per eventuali chiarimenti (o correzioni da parte di esperti , mmmh!)

  • Alessandro Mrabelli ha detto:

    Allora … quattro cose ..
    Primo: le braccia di Bassetti sono state rubate all’agricoltura. Se avesse lavorato probabilmente non avrebbe sparato le cazzate che ha detto
    Secondo: Perchè Salvini ha chiesto udienza a Bergoglio? E’ proprio necessario andare a casa s. Marta? Si vive bene anche senza varcare la porta di quella casa. Eccome se si vive bene!
    Terzo: E’ notoria la cafonaggine di Bergoglio. Non ha risposto ai 5 dubia dei 4 cardinali: Perchè dovrebbe aver risposto alla richiesta d’udienza di Salvini?
    Quarto: standing ovation per Pezzo Grosso

  • Ira Divina ha detto:

    Ecco cosa fanno quelli che predicano l’accoglienza e vogliono l’invasione dell’Italia.
    https://www.intopic.it/rdr.php?go_njs=18981107

  • EquesFidus ha detto:

    La destra ha perso, ieri, in Emilia Romagna. Grazie a questa sconfitta, ora potremo tenerci la dittatura giallo-rossa al potere, i quali potranno ben dire, adesso, che la maggioranza del “popolo” è con loro, che la destra in Italia non conta niente, che solo comunisti e liberali devono governare in questo Paese allo sfascio. Così, per almeno un altro anno, questa coalizione perversa andrà avanti, imponendoci altri leggi e leggine liberticide ed oscene sul modello di quanto, guarda caso, era già stato approvato proprio in Emilia-Romagna, imponendo al popolo italiano sempre più gender, aborti, divorzi, approvando tutte le norme per favorire l’invasione mussulmana (ius soli, cittadinanza ultrarapida ecc…) nella speranza di avere un nuovo bacino elettorale che odi il cristianesimo almeno quanto loro, se non di più, e che detesti l’Italia almeno quanto loro, se non di più.
    Però…
    Però per la prima volta, in una Regione dove chi non è comunista deve (metaforicamente, quando non realmente) morire, per la prima volta dicevo la sinistra rivoluzionaria ha avuto paura. Per la prima volta, una candidata mista liberale-destra ha superato il 40%, arrivando quasi al 44% (con una forchetta inferiore all’8% con il candidato comunista), quando sei anni fa il candidato della stessa coalizione non era arrivato al 30% e nel 2010 si era arrivati a poco meno del 37%. Per la prima volta, i rivoluzionari piddini-italiasmortini-pentastellati (che sono consustanziali, solo con nomi diversi) hanno temuto seriamente di perdere, tanto che hanno ritirato i simboli di partito al loro candidato (un funzionario di partito del PD) proprio per ingannare gli allocchi. Per la prima volta, sempre meno gente ha creduto alla semplicistica, falsa ed offensiva equazione “sinistra=buoni, destra=cattivi”. Anche perché, poi, tutti si dimenticano che in Calabria la candidata di destra ha preso il 55,36% dei voti, con una forchetta sul candidato di sinistra di oltre il 25%: una Waterloo per i rivoluzionari di laggiù. Quindi, purtroppo per ora dobbiamo tenerci la dittatura in corso, però se fossi Salvini chiederei il riconteggio, e sguinzaglierei i suoi fedelissimi a controllare bidoni della spazzatura ed i campi: sia mai che a qualche rosso, preso da troppo “zelo democratico” che tanto ricorda il Soviet, abbia deciso di gettare via, o di bruciare, qualche migliaio di schede elettorali pro-destra da sostituire prontamente con qualche altro migliaio pro-comunisti debitamente “pre-compilate”.

    • Grog ha detto:

      Non sono d’accordo sull’ultima parte: qui non si tratta di schede elettorali precompilate ma di elettori decerebrati e lobotomizzati. Pur non risiedendo da anni sono di origine emiliana e so di quel che parlo.

    • Klaus B ha detto:

      D’accordo su tutto tranne che su “così, almeno per un altro anno …”. Qualsiasi cosa accada, e qualsiasi fosse stato l’esito emiliano, il governo resisterà a oltranza, con le barricate, con i bunker, con i campi minati, fino all’ultimo uomo. Non ci faranno votare prima di avere messo al sicuro il Quirinale, in modo da essere certi che il prossimo inquilino boicotterà la volontà degli elettori,

  • tononi.L ha detto:

    suggerisco di leggere La Verità di oggi, l’intervista a Roberto deMattei . Ci racconta che in Germania un cattolico per prendere i Sacramenti deve pagare alla chiesa tedesca tra l’8 e il 10% dei redditi. In pratica 5-6 Miliardi di Euro all’anno. cioè 5-6 volte l’importo dell’8per mille pagato in Italia. De Mattei invita i tedeschi a non versarlo mai più , così invita gli italiani a non dare più l’8permille a Bassetti . Fatto .

    • Antonio Cafazzo ha detto:

      Dal sito: https://infovaticana.com/blogs/specola/ – 25/01/2020
      “La chiesa in Germania ha il suo principale problema nell’enorme numero di dipendenti a pagamento che si dedicano a migliaia di occupazioni che poco o niente hanno a che fare con il vangelo. Siamo di fronte a una delle grandi aziende del paese e i suoi lavoratori credono, o così gli fanno credere, di poter ricreare l’azienda in cui lavorano adattandola al pensiero alla moda. Ciò che nasce come una struttura che deve sostenere l’attività pastorale della Chiesa sta diventando il suo peggior nemico. I lavoratori, non i fedeli, chiedono il sacerdozio femminile e le nozze omosessuali, e certamente hanno una grande capacità di pressione. La valanga di diserzioni, di fedeli ma non di impiegati, di cui soffre la Chiesa tedesca è terribile e questo sta facendo diminuire i redditi dall’imposta”.

  • anonimo lituano ha detto:

    Il Card. Bassetti vada farsi benedire.

  • wisteria ha detto:

    L’avvertimento mafioso di Bassetti ha influito certamente nelle elezioni in E. R.

    • Grog ha detto:

      Se questa affermazione è corretta vorrebbe dire che la maggioranza degli elettori emiliano-romagnoli sono dei lobotomizzati. E probabilmente è così…

      • Bastian contrario ha detto:

        Faccio presente agli amici del blog che , per secoli , l’Emilia Romagna ha fatto parte dello stato pontificio. Cosa conosciamo noi di quanto è accaduto in quei secoli ? Qual è il rapporto di sudditanza del popolo nei confronti del clero, clero che rappresentava non solo l’autorità spirituale ma anche quella temporale ?

        • Grog ha detto:

          L’autorità dello Stato pontificio arrivava fino a Bologna. La restante parte occidentale era spezzettata in vari staterelli di cui il più importante era il Ducato di Modena.
          Quel che è accaduto nei secoli precedenti non credo abbia una grande importanza rispetto alla situazione attuale.

  • Luigi ha detto:

    Quando massacravano e tradivano Benedetto XVI fuori e soprattutto dentro la Chiesa, dove erano questi signori? Non ricordo a quei tempi prese di posizione così perentorie e decise da parte dei vari Bassetti, anzi se la ridevano aspettando le sue dimissioni che poi infine sono arrivate, per poter insediare il loro novatore perfetto.
    Vogliono che facciamo lo scisma così che loro abbiano mano ancor più libera di stravolgere la Chiesa? Col cavolo! Lo stanno facendo loro, se ne escano loro dalla Chiesa. Noi staremo lì fermi al nostro posto come delle sentinelle a ricordare che la vera Chiesa non è quella che stanno facendo loro. E i siti come questo, stanno facendo il loro dovere. Per questo danno così fastidio ai pasdaran della rivoluzione. Avanti così dott Tosatti.

  • Nicola Buonoll ha detto:

    Eh no caro Card Bassetti, la CHIESA non è diventata più stretta. È diventata PIÙ LARGA. Prima era stretta cioè
    era per i Santi e per i peccatori che volevano uscire dal peccato e ritornare a vivere in Grazia ed abbandonare il peccato per sempre. Adesso invece la barca di Pietro è DIVENTATA PIÙ LARGA ovvero accoglie tutti anche i peccatori più incalliti ed impenitenti ai quali NON SI DICE PIÙ che si devono convertire, confessare, ed abbandonare il peccato. La confessione ed il peccato mortale non si citano più. Sono stati sdoganati i divorziati e risposati, i fornicatori, gli omosessuali , le lesbiche ecc che sono stati accolti tutti sulla barca di Pietro senza chiedergli di convertirsi . Ed infatti non si convertono e per questo la Nuova Chiesa 2.0 piace loro moltissimo perché non richiede la CONVERSIONE. NO la barca è LARGA non è stretta.

    • Nicola Buono ha detto:

      P.S. dimenticavo. La barca di Pietro però è diventata stretta per : coloro che erigono muri e non ponti – per i non accoglienti ( i clandestini a milioni e milioni all’infinito) – per i RIGIDI NELLA DOTTRINA che si ostinano a non voler vedere cambiati i Comandamenti di Dio – per quelli che pregano troppo – per quei brutti sporchi e cattivi dei tradizionalisti- per coloro che pongono legittime domande a cui non si dà risposta. P.S. 2 dimenticavo in questa barca di Pietro che si è fatta diventare più larga ora si accolgono anche i Protestanti ed i muslims perché tanto ( come detto in una celebre riunione in terra araba) ” tutte le religioni sono state volute da Dio”…

  • dubium tremens ha detto:

    BASSETTI

    Sfogo o preavviso di scomuniche?

  • Raffaella ha detto:

    Caro Card.Bassetti “quel che abbiamo di più caro è Cristo stesso”
    Ne ha sentito parlare?
    Noi non lasciamo la S.Chiesa Cattolica di Cristo per Cristo stesso, i papi vanno e vengono e anche i cardinali…

    • Catholicus ha detto:

      E hanno il coraggio di definirsi “misericordiosi”: si, verso tutti i peccatori impenitenti, purché non si pentano, verso verso gli eretici, che non invitano più a ritornare cattolici, verso i non cristiani, che non invitano più a convertirsi al Cattolicsemo, verso gli idolatri e gli sciamani, ai quali si uniscono nei loro riti satanici. Razza di imbroglioni, ma a chi la volete dare a bere? Fra poco anche le pietre grideranno contro di voi,il vostro animo è colmo di podio e di disprezzo proprio per chi si dichiara cattolico, per chi affida sé stesso e l’Italia alla protezione del Cuore Immacolato di Maria SS.maa ! Viva SALVINI, viva l’Italia Cattolica, viva la Patria degli Italiani : Dio, Patria e Famiglia, la triade che avete rinnegato !

      • Pensierominimo ha detto:

        Caro Catholicus, lei si infervora. E giustamente, ma costoro, che oltre ad aver perso la testa, hanno perso pure la fede, proseguono imperterriti sulla loro strada, purché rimangano nelle simpatie del capo e quindi bellamente a galla.Stamattina, poi, eccitati dal buon esito elettorale, chissà che sospiri di sollievo, che graziosi pensieri e che vicinanza al loro eccelso mentore…
        Ho tanta paura che il Padreterno non ne possa più e mi impensieriscono non poco alluvioni, incendi, terremoti, disastri, pestilenze e da ultimo invasioni di locuste. Mah…

      • Faramir ha detto:

        La sinistra è una ideologia… molto facile da “praticare”.
        Non propone comportamenti di responsabilità e impegno spesso gravosi, ma solo piacevoli, piacevolissimi “diritti”.
        La battaglia a questo punto diventa difficile….

  • Carlo.S. ha detto:

    Molto ben detto PG . Ora faccio una proposta . Facciamo una colletta e regaliamo al Card.Bassetti 3 (tre) libri :
    – il libro di Mario Palmaro -Questo Papa non ci piace –
    – il libro di Rino Cammilleri (con una imperdibile prefazione di Gotti Tedeschi) – Dio è Cattolico –
    – i libri di don Luigi Villa su Lutero .
    Per il suo bene , appunto…

  • furioDF ha detto:

    Caro PG , lei domanda al card.Bassetti : DOVE VIVE ? domanda rettorica naturalmente , Bassetti è un ectoplasma . Vada a Perugia a domandare chi è Bassetti …

  • OT come sempre :( ha detto:

    Mi scuso con P.G. perche’ anche casualmente i miei Ot son sovente sui suoi post.
    Ieri ho per caso letto di un filosofo, GIORGIO AGAMBEN, qualcuno lo conosce?
    Online esistono poche pagine del suo libro e mi hanno incuriosito. Parlano delle dimissioni strane di Benedetto XVI, e di due chiese e dell’escatologia. Cita uno studioso che Ratzinger conosce dagli anni giovanili.
    Capisco che voler spiegare dall’esterno il valore delle dimissioni così particolari del papa (se lui non le avesse spiegate NEL 2013!! nella visione di Agambem), sia temerario.
    Ma l ho trovato interessante.

  • 🤣🤣🤣 ha detto:

    Tosatti…lei sarebbe udienza a uno che passa il tempo a fare scherzi al citofono?
    Io no, anzi preparerei i gavettoni per quando verrà a fare scherzi al citofono di casa mia 🙂

    • Iginio ha detto:

      Sì. Il problema è che il papetto ha dato udienza a sostenitori/sostenitrici delle nozze gay, dello stile di vita transessuale, dell’aborto come mezzo di decrescita felice ecc. ecc. Quindi non dare udienza a Salvini è semplicemente una smargiassata pari a quella del presunto Mostro padano.
      Tutto ciò senza nulla togliere al fatto che un incontro Bergoglio-Salvini sarebbe, umanamente parlando, presumibilmente inutile.

  • Cucciolo ha detto:

    la capacità di criticare fa parte delle facoltà razionali delle creature umane

    Ecco perché le vostre critiche fanno sganasciare!

  • Sconsolata ha detto:

    In merito alle esternazioni del card. Bassetti, che riescono a stupire soltanto chi non segue quotidianamente i fatti ecclesiali – con un occhio particolarmente attento a quelli vaticani – non amando ripetermi, ma per non restare indifferente alla riflessione e senza alcuna presunzione, rimando al mio dolente commento a botta calda in risposta a quello di Mazzarino sul Post di O.M. (25 Gennaio 2020 alle 8:01 pm).
    Al «popolo dalla dura cervice» , cui la Scrittura non manca di offrire ammonimenti, vale comunque la pena ricordare: «Se ti è caro ascoltare, imparerai; se porgerai l’orecchio, sarai saggio» (Sr 6,33).

  • Grog ha detto:

    Se questa notizia é vera ció dimostra la scarsa intelligenza e mancanza di acume politico del “capitone”. Chiedere un’udienza al maitre di S.Marta è come chiederla a zingaretti oppure alle sardine. A questo punto, pur con la pena nel cuore, devo dire che ben gli sta la sconfitta in Emilia…

  • GMZ ha detto:

    Bravo P.G.!
    Le parole di Bassetti sono sconcertanti, ma non sorprendono: il papa dice di non temere lo scisma, questo qui invita ad andarsene, come se la Chiesa fosse roba sua.
    Inoltre, il caro Bassetti non sa cosa sia il battesimo? Lo tiene in così poco conto? Qualche bella ripetizione di dottrina cattolica gli farebbe bene – se solo uno dei suoi sodali ne sapesse qualcosa!

    • doctor H ha detto:

      Scusi Tosatti , c’è davvero la CEI-Watch ? anche per un cardinale toscano di 78anni , in stato avanzato di demenza senile ? Non sarebbe meglio la CEI-Hospital o CEI-Hospice ?

    • Diana ha detto:

      Che consideri la Chiesa roba sua era già nero su bianco in EG, con tutti quei “Voglio una Chiesa così e cosà”… Prescindendo dal fatto che la Chiesa c’è già. Ed è cattolica.
      Un po’ come quel tal massone che voleva fare “gli italiani” dopo aver fatto l’Italia. Gli italiani c’erano già, non andavano bene a lorsignori perché cattolici.

  • Pensierominimo ha detto:

    /E figuriamoci se l’udienza gliela darà adesso, dopo l’estenuante campagna elettorale condotta in prima persona e supportata dagli scagnozzi operanti dai pulpiti domenicali.
    Dunque, ancora una volta misericordioso e benevolo, a risultati così incoraggianti, nell’evitare umiliazioni a un avversario così miseramente sconfitto. Che mediti e si penta, si cosparga il capo di cenere e si ricordi di Canossa.

  • Marco Matteucci ha detto:

    ULTIMISSIME DA WUHAN

    Ricevendo in udienza nella Sala Clementina, nella mattinata di sabato 25 gennaio, i prelati uditori, gli officiali, gli avvocati e i collaboratori del Tribunale della Rota romana in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, si è “inerpicato” ancora una volta sull’orlo del rasoio:
    “Il Signore è venuto per i peccatori non per i perfetti”
    Eh no, caro Francesco, Gesù Cristo è venuto per condurre al Paradiso non tutti i peccatori indistintamente, ma soltanto quelli che si pentono e smettendo di peccare lo seguono.
    “Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà” (Mt. 16 24,25).
    A mio modesto parere sarebbe ora di smetterla con l’adulterazione malevola della Sua Santa Parola…O NO?!?

    • Marco Matteucci ha detto:

      Manaus, AM – 13 Giugno 2019
      Messaggio della Regina del Rosario e della Pace a Edson Glauber

      Pace al tuo cuore!
      Figlio mio, la battaglia tra il Paradiso e l’inferno, tra il bene e il male, sta raggiungendo il suo punto più culminante e ferreo. Il fumo di satana è ora all’interno del santuario di Dio, la sua Santa Chiesa, perché vuole ridurre in cenere tutto ciò che ricorda il Creatore e il suo Amore Divino. Tutto quello che ho profetizzato in passato, si sta realizzando in questi tempi, praticamente in questi giorni confusi da grandi eresie, che si diffondono tra i fedeli…
      LEGGI TUTTO:
      https://reginadelcielo.wordpress.com

  • don G ha detto:

    perchè mai Salvini avrebbe chiesto udienza a Bergoglio ? Ciò gli avrebbe provocato solo danni .Mi pare evidente .

    • Lulu ha detto:

      Pienamente d’accordo. Vorrei consigliare a Salvini di non chiedere udienze, correrebbe troppi rischi… certi contatti sarebbero devastanti e pericolosi.

  • roth ha detto:

    Il Corriere oggi titola : IL PD FERMA SALVINI . no , amici miei, Deve smetterla di non ascoltare , e dare retta , mai nessuno . Deve cercare candidati adeguati . Ben gli sta questa sconfitta, così ora è forzato a riflettere e cambiare un pò di consiglieri . Per il bene dell’Italia .

    • Giubileo ha detto:

      Totalmente d’accordo Roth, Salvini si è autofermato. Dice e fa sempre le stesse cose, non ha ancora capito cosa sta succedendo intorno a lui , nel mendo, in Europa, in Italia , a Roma. Ha sempre i soliti lacchè cosiglieri che dove vanno a parlare fanno il vuoto intorno. Io l’ho votato anche questa volta ( sono di Parma ) , ma giuro che è l’ultima , se non cambia consiglieri e candidati .

    • Iginio ha detto:

      Titolare “Il Pd ferma Salvini” è una scemenza. Bonaccini non si era presentato col simbolo Pd, anche se è il classico funzionario di partito. Più realistico dire che hanno vinto la conservazione dell’esistente e i luoghi comuni dei presunti bempensanti.
      D’altra parte: ma vi pare serio che la sorte dell’Italia intera debba dipendere da quattro mangiatori di piadine, tortellini e gnocco fritto che avrebbero votato anche Paperino se il Partitone glielo avesse imposto?

  • luca S. ha detto:

    Io leggendo il commento e andando a leggere quanto detto da Bassetti , o almeno quanto riportato, su ben tre giornali , mi son chiesto : ma per nominare cardinale e presidente Cei , non c’è un test minimo di intelligenza ? Passi per diventare prete – si può esser santi – senza esser troppo intelligenti, ma un Cardinale con responsabilità di governo ? Ma questo qui è peggio del suo capo…

  • emma ha detto:

    QUESTO STILUM CURIAE DEVE ESSER FATTO AVERE A QUALCUNO CHE LO DIA A BASSETTI, PER IL SUO BENE. COSì RIFLETTERA’