IL LIBRO DI BENEDETTO XVI E SARAH. ECCO I RETROSCENA DEL GIALLO.

14 Gennaio 2020 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, parecchie persone mi hanno chiesto di cercare di fare luce sulla polemica per l’uscita del libro “Des profondeurs des nos coeurs” creato da Benedetto XVi e il cardinale Robert Sarah. Abbiamo allora raccolto da fonti estremamente affidabili tutta una serie di elementi, che vi offriamo.

A quanto sembra nessuno nel monastero Mater Ecclesiae aveva visto la copertina del libro; e questo è stato uno dei problemi principali.

Il punto centrale però per fare chiarezza sui contenuti e sulla polemica che la Bergoglio Press Team ha lanciato all’inizio (sostenendo che in pratica Benedetto sarebbe stato circuito, avrebbe solo messo la firma e insinuazioni miserevoli diverse). E la realtà è che Benedetto XVI ha corretto tutte le bozze del libro, ovviamente per la sua parte, ma leggendo anche quanto scritto dal cardinale Robert Sarah.

Inoltre ha detto, e scritto, a Sarah, di approvare sia l’introduzione che la conclusione del libro.

George Gaenswein non ha letto il libro, e questo ha costituito certamente un problema.

Tutta l’operazione è rimasta nelle mani oltre che di Benedetto e di Sarah, dell’editore, Nicolas Diat, che ovviamente ha fatto il suo mestiere il suo interesse, vedendo l’occasione di fare di questo libro il libro “importante” di Benedetto XVI e di Sarah; tutto a sua gloria e merito.

Perciò quando ieri mattina è esplosa la bomba (che aveva già cominciato a esplodere nella notte, perché in America si svegliavano), e gente come Faggioli ecc. cominciavano a sparare, con un’intenzione molto chiara. Si concentravano sulla copertina, che Diat aveva pubblicato, dicendo che qui si voleva fare un’operazione anti papa, contro papa Francesco.

Obiettivo loro era di evitare che si discutesse del contenuto. Al monastero Mater Ecclesiae non si sono resi conto, ieri mattina, bene, della portata della polemica, nonostante fossero stati avvisati. Gaenswein alla fine si è messo in contatto con Tornielli, che ha scritto un articolo per l’Osservatore Romano e Vatican News, riferendo le idee di papa Bergoglio sull’importanza del celibato, e cercando in buona sostanza di gettare olio sulle acque che la canea varia stava agitando, sostenendo fra l’altro che Benedetto XVI e Sarah non avevano scritto il libro insieme.

L’ultimo sviluppo, sinceramente piuttosto incomprensibile, lo abbiamo dalle dichiarazioni di Georg Gaenswein, che ha detto a un giornalista tedesco che bisogna cambiare il titolo e la copertina. Perché non si sa. Forse per difendere la sua posizione, che è certamente complicata, essendo lui la persona più vicina a Benedetto, e nello stesso tempo essendo vicino a papa Bergoglio come Prefetto della Casa Pontificia. En passant, possiamo notare che fra i guaiti e latrati della stampa filo-regime nelle prime ore si parlava di una manipolazione dell’”entourage” di papa Benedetto. Che invece, consistendo l’entourage in Gaenswein, era all’oscuro di tutto….Ma l’impressione che Gaenswein cerchi di evitare di restare schiacciato fra i vasi di ferro è forte; fino a far credere che se una qualche spinta è stata data a Benedetto, beh, è avvenuta adesso, e non prima.

Indubbiamente Gaenswein con le sue dichiarazioni di oggi mette in difficoltà Sarah che non c’entra niente, e che si è comportato in maniera estremamente lineare. Tutto questo lavoro però, è cominciato prima del Sinodo, in settembre.

Benedetto aveva già scritto in settembre, sulla base delle polemiche pre-sinodali sul celibato sacerdotale e sulla questione dei viri probati, quindici cartelle sul tema del celibato. Che sono confluite poi nel libro.

Da notare che il percorso sembra molto simile a quello compiuto in occasione del Vertice sugli abusi sessuali. Benedetto aveva preparato una sua riflessione, probabilmente con l’intenzione di offrire un contributo ai vescovi del vertice, inviandola al Pontefice e alla Segreteria di Stato. Lì era rimasta, ed era stata pubblicata qualche mese più tardi su un giornale tedesco dedicato al clero.

E, ancora una volta, ci sembra interessante ribadire come queste polemiche di carta abbiano fatto sì che si spostasse l’attenzione dai contenuti alla copertina!

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Marco Tosatti

89 commenti

  • Avatar GMZ ha detto:

    Ho acquistato il libro, e devo dire che modificare la copertina è un non-senso: tutta l’impostazione editoriale – fin dalla nota dell’editore, dove Diat parla due due autori e del titolo che hanno scelto assieme – è quella di un libro scritto a quattro mani, punto.
    Modificare la copertina è un escamotage deplorevole, soprattutto considerando le parole con cui si chiude l’introduzione: “Di cosa avete paura? Uomini di poca fede!”.
    Appunto…

  • Avatar Valeria Fusetti ha detto:

    Cara Lucia, nei giudizi impietosi ci metteranno anche mons Schneider, visto la sua intervista a LifeSiteNews pubblicata da Chiesa e post Concilio, di totale sostegno al card Sarah. Il vescovo del Kazakistan sicuramente lo sa già, ma non mi sembra che la cosa lo turbi. Il card. Sarah, da quello che ha scritto come commento finale (forse) della saga attuale, mi sembra che se c’è qualcuno che sta percorrendo la Via stretta… beh questo è lui. Dopo aver letto tutto quello che è stato pubblicato mi sento di trarre alcune conclusioni. Motivate. A) il card. Sarah ha un sincero rispetto filiale per papa Bergoglio, in quanto papa. Si sottomette ma quando può, per amore della Chiesa, spiega, scrive un libro per dire “No, questo non va. Ti rispetto e desidero il tuo bene – e quello della santa Chiesa – e proprio per questo ti dico che in questo sbagli.” B) come ha scritto nel Comunicato di ieri non può accettare le calunnie, perché il fango che gli gettano addosso è gettato addosso al cardinale, e perciò alla Chiesa. C) per cui perdona tutti i malvagi, ma deve chiarire come sono andate le cose. E qui mi fermo un attimo : questo, non se lo aspettavano. Ne hanno capito le motivazioni ? Dubito. D) Sia lui che BXVI temevano di poter essere fermati ma, come hanno affermato entrambi, il supremo bene della Chiesa imponeva di dare alle stampe queste riflessioni. Per cui hanno mantenuto il segreto sino a libro stampato. Persino l’ onnipresente Garnswein non ne sapeva nulla. E che BXVI abbia protetto in questo modo sia il segretario che il libro mi sembra assai significativo. Significativo dei difficili equilibri interni a questo covo di vipere, ma anche della capacità e lucidità di BXVI, cosa che per una persona della sua età è notevole ! Anche il vero e proprio panico con cui si è mosso mons. G. rivela rapporti piuttosto … stressanti ? E) Una dichiarazione che mi ha toccato il cuore è quella con cui il card. S. chiude il suo comunicato, ed è dove afferma che il suo attaccamento a BXVI rimane intatto. Lo dichiara prima della sua obbedienza filiale a papa Bergoglio. Un bambino che ama il suo papà lo ama sempre, e questo è l’ attaccamento. L’ obbedienza è necessaria, è data per ragioni gerarchiche ma è, spesso, cosa dura e fredda. Per chi la dà e per chi la riceve. Ecco le considerazioni a cui sono giunta. Dimenticavo: Lucia (possiamo omettere il “signora” ?), pensa vicini il viso addolorato della signora cinese, e quello del card Sarah … entrambi hanno in comune un tratto profondo: il bene della Chiesa. Che sia in Asia, o in Africa, o in Occidente quando un membro soffre, è tutto il Corpo che soffre. Buona serata.

  • Avatar lorella ha detto:

    La Chiesa si rinnovi, non può essere investita da queste polemiche. Un passo indietro per tutti.
    La politica è un gioco di potere deludente, ma la Chiesa, dopo i lunghi secoli di sperimentazione, potrebbe avere una grossa utilità per la società disarmata, solo, però, se si esprime nella sua Voce Pura e Trasparente, senza giochi di palazzo.
    Anni decisivi per il suo rinnovamento (che non può non esserci).

    Lorella

    • Avatar Maria Cristina ha detto:

      Cara Lorella, il mantra del “ rinnovamento” e’ un falso mantra.
      Non e’ con novita’ , cambiamenti, rivoluzioni, che la Chiesa andra’ meglio Anzi, ma come ha detto il card. Sarah e’ col “ ritorno” alla Tradizione, e’ con il ritorno alla verita’ evangelica , non certo con l’ adeguamento al mondo moderno.
      Il modernismo, una eresia micidiale gia’ combattutta Dal Santo Papa Pio X, aveva come suo progetto quello del “ rinnovamento” del cambiamento . Di questo progetto ora vediamo i frutti.
      Vediamo i frutti della novita’ in campo Liturgico: la Messa secondo il nuovo rito , priva della bellezza e della sacralita’ Della Messa Vetus Ordo, non attira piu’ quasi nessuno. Messe con pochi fedeli,Chiese vuote, seminari deserti, ordini religiosi in estinzione, monasteri e abbazie gia’ fiorenti ora chiudono. Questi i frutti del “ rinnovamento”:e tu pensi che rinnovando ancora e di piu’ , e cambiando tutto , la Chiesa potra’ rifiorire?
      Ma si estinguera’ del tutto !!,,,

    • Avatar Vito ha detto:

      Il rinnovamento non può avvenire rinunciando alla verità come vorrebbe la Bergoglio gang.
      Io voglio una Chiesa che mi dica la verità, piacevole o meno che sia.
      Se tu vuoi una ONG, un assistente sociale o uno psicologo, un compagno di viaggio, puoi trovarli altrove.

  • Avatar VITMARR ha detto:

    Certo il libro bisognerebbe leggerlo tutto, ma sono meravigliato che BXVI e Sarah sul pontificato di Bergoglio puntino il dito solo sul celibato dei preti e poco o nulla sulle di lui (presunte) 7 eresie :
    https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/09/25/ecco-eresie-cui-accusato-papa-francesco_51sd3RyNSSkhXXadDAUgJK.html
    a cui bisognerebbe aggiungere le sue dichiarazioni sull’ inferno , sul culto alla “madre terra” in Vaticano e molto altro.
    Eresie che se si continuasse a tentare di metterle in pratica distruggerebbero la Chiesa Cattolica Romana, mentre la Chiesa Ortodossa in cui i sacerdoti possono da sempre sposarsi ( ma solo una volta, quindi chi rimane vedovo non può più risposarsi) è ben salda e efficace nella predicazione.
    Sembra che da quando la statua di Lutero è entrata in Vaticano , nessuno lì dentro si preoccupi più della salvezza delle anime, tanto basta la fede. Alla fine prevedo che dopo tanti ondeggiamenti ci sarà il naufragio e la salvezza potrà venire solo da persone esterne al Vaticano e ce ne sono di molte valide. Per coloro che ancora non ne hanno avuto notizia esiste una preghiera in comune di solo un minuto alle ore 16 di ogni giorno per la pace del mondo (e per il futuro dell’umanità). E’ consigliabile mettere la sveglia a quell’ora sul cellulare.

  • Avatar Faramir ha detto:

    Mi auguro che le diatribe interne alla Chiesa si risolvano senza arrivare a una lacerazione violenta e a una resa dei conti.
    Se succederà raccoglieremo solo macerie…
    Personalmente ho la massima fiducia in Papa Francesco, che è e rimane il legittimo papa regnante, e anche nel papa emerito, Benedetto XVI, un papa che ho amato e stimato moltissimo e che continuo ad amare e stimare moltissimo come papa emerito, come lui si considera e sa di essere.
    La sua rinuncia è avvenuta per sua esclusiva iniziativa. Chi ha ancora dei dubbi fa un torto proprio a Benedetto e alla sue proverbiali serietà e correttezza e al suo altissimo senso del ruolo e del dovere.
    È evidente che ai media non par vero di poter creare polveroni nella Chiesa. Ci godono e soffiano volentieri sul fuoco delle polemiche. La loro speranza e il loro intento è fare il maggior danno possibile alla Chiesa.
    Che questo sentimento animi anche tanti cattolici mi fa soffrire.
    Rimango comunque fiducioso. Tutto si risolverà per il meglio per le preghiere e la buona volontà della stragrande maggioranza dei fedeli, quelli che soffrono per queste ingiuste polemiche.

    • Avatar Maria Cristina ha detto:

      Caro Faramir, la tua sofferenza e’ quella di molti fedeli cattolici semplici che assistono sbigottiti a queste “ guerre fra bande” ecc,esistiche senza esclusione di colpi. Il Vaticano e’ diventato metaforicamente la Chicago degli anni ‘20, dove agguati, contro-agguati , stragi e sparatorie ,dovute alla lotta per il “ controllo del territorio” fra bande rivali, lascio poche vittime.
      Oggi nella Chiesa c’ e’ una lotta ALL’ULTIMO SANGUE per il controllo del territorio cioe’ per il potere, e ogni mezzo e’ lecito per vincere, l’ inganno, la menzogna, l’ assassinio morale.
      E siccome spesso i figli delle Tenebre sono piu’ furbi e agguerriti dei figli della Luce, quasi sempre a lasciarci le penne sono i pochi innocenti e probi, quali sicuramente e’ il sant’ Uomo card. Sarah, quale il card. Muller, quale il card. Pell. Chi ci lascia le penne sono i migliori, i peggiori invece con l’ astuzia e con l’ inganno vincono sempre e anzi ottengono il plauso del mondo.
      Ma caro Faramir noi abbiamo dimenticato che l’ ingiustizia, la menzogna, la lotta per il potere ci sono sempre state e sempre ci saranno. Nella millenaria storia della Chiesa cattolica sempre ci sono state lotte di potere.
      Oggi noi assistiamo sgomenti alla guerra fra bande ecclesiastiche,
      Perche’ il falso irenismo e il “ volemose tutti bene” che va di moda dal Concilio Vaticano II in poi ci ha impedito di vedere e conoscere fino in fondo la realta’ . Ma la nostra fede non e’ una fede di “ illusioni” e’ una fede che spiega la realta’ : chi e’ veramente cattolico oggi prega per le persone buone e rette, il card. Sarah in primis, ma non si stupisce piu’ d8 tanto dei lupi travestiti da agnelli.Ne’ dei voltafaccia improvvisi dettati da pavidita’ o opportunismo.

  • Avatar Fran ha detto:

    Consiglio la lettura di un post di AntonioSocci in cui spiega il retroscena.
    https://m.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2709919482462245&id=197268327060719

  • Avatar Gian Piero ha detto:

    Sono due le cose che non posso credere:
    1) che il card. Sarah menta , che abbia pianificato una operazione editoriale senza aver avuto l’ ok da Benedetto

    2) che Benedetto sia cosi’ vile da abbandonare adesso il card. Sarah alla canea dei lupi

    Eppure una delle due deve essere vera.Quindi sono costretto dagli eventi a pensare che o un cardinale che stimo moltissimo e’ un bugiardo, o un papa emerito che stimo moltissimo e’ un vile.
    Ci sono altre soluzioni? Davvero Mons. Gaswhein puo’ essere l’ unico colpevole del pasticcio e puo’ muoversi senza avere dietro Benedetto? Davvero Benedetto e’ un “ostaggio” ?
    Che brutta aria tira oggi ai vertici della Chiesa. Chi comanda davvero? Forse anche Bergoglio e’ manovrato ?
    Intanto il card. Hummes si porta avanti con una lettera ai vescovi preparandogli ai “ nuovi percorsi” che inizieranno a breve e dicendo che l’ Esortazione post-sinodali e’ gia’’ scritta!

    • Avatar Milli ha detto:

      Né l’uno né l’altro.
      Sono arrivati ordini dall’alto.

      • Avatar Gian Piero ha detto:

        Si Milli ma per gli “ ordini dall’ alto” ora il capro espiatorio e’ il card. Sarah. Che Mons. Geswein si sia piegato ad ordini dall’ alto e’ indubbio, ma non e’ una bella cosa. E non e’ bello che Benedetto per amor del quieto vivere scarichi il card. Sarah.

  • Avatar Alessandro2 ha detto:

    Intanto, stamane su Huffington Post compare un articolo esplicativo del tutto, che spiega cioè perché i bergoglioni abbiano suscitato il polverone: Sarah “si è giocato il conclave”. Probabilmente è vero, e la cosa triste è che non l’avremo Papa per colpa del vecchio George.

  • Avatar Monica ha detto:

    io avevo preordinato la versione francese che mi sarà consegnata oggi per posta. versione “firmata” da BXVI o no? vedremo . Per ora sulla mail di conferma spedizione c é ancora la foto della prima copertina a doppio autore.

    • Avatar Lucy ha detto:

      TG 2 ore 13 .Il libro è uscito stamane in Francia con la copertina con le due foto e le due firme.Ho dato incarico a un’amica di Monaco di prendermelo prima che questa edizione vada esaurita.

      • Avatar Monica ha detto:

        Si può acquistare anche su amazon.fr dall Italia ma con spese di spedizione. L ho preso oggi. Con doppio autore e firma. Altro che ” lu et approuvé ” delle future edizioni francesi e straniere.

  • Avatar Chi e' Ratzinger? ha detto:

    Un uomo dotto che si e’ contraddetto più volte. Ora che ci penso pure sulla comunione ai divorziati risposati! MA NON ERA PAPA. Poi negli articoli dei media si dice tutto e il contrario di tutto.
    Bisognerebbe forse rimanere ai testi ufficiali.
    Qui sembrerebbe (ma non era papa) conciliante con l islamismo. Poi invece DICONO fu contrario ad Assisi..

    https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2003/02/03/ratzinger-ma-davvero-siri-parlava-in-dialetto.html

  • Avatar Francesco Grisorio ha detto:

    Polemica o dibattito? Della polemica sono stufo: “Benedetto XVI Ha firmato? Ha autorizzato? Ha ritirato la firma? E’ stato circuito? Ed anche se fosse????!!!!
    1. Ammettiamo per assurdo che il libro sia stato scritto da due anonimi che usurpano il nome di altri. Tutti coloro che non sono d’accordo con quanto è scritto sono in grado di contestare con argomentazioni documentate e convincenti?
    2. Ammesso e non concesso che Benedetto XVI sia stato circuito. Quanti Cardinali, Vescovi, teologi esistono nella Chiesa circuibili come Benedetto XVI e capaci di dare un contributo a questo dibattito vitale per la Chiesa?
    3. Immaginiamo per sventura che Benedetto XVI ed il Card. Sarah vengano squalificati, inibiti ed il libro proibito anzi bruciato, sarebbe comunque una grande vittoria se almeno 10 sacerdoti e 10 futuri sacerdoti riscoprissero la grandezza del celibato.

    • wp_7512482 wp_7512482 ha detto:

      Ma aveva cominciato a scrivere ben prima del libro…per conto suo. E ha contribuito con non so quante decine di pagine, più di quaranta…è una storia ridicola.

      • Avatar Francesco Grisorio ha detto:

        E’ innegabile che Benedetto XVI abbia scritto e contribuito alla stesura del libro ed è doveroso e giusto riconoscerlo e non negarlo. Sembra un gran pasticcio la firma ritirata, un papocchio. A me piace vedere questa realtà sconclusionata da un punto di vista diverso. Ritirare la firma è come una persona che scompare e a me ricorda il profeta Elia e lascia ad Eliseo di continuare la sua opera. Il Card. Sarah ha detto che le parole di Benedetto XVI sono frutto del silenzio: Benedetto XVI fa una PROFEZIA del celibato. Ora Sarah è solo e continuerà l’opera di Benedetto XVI/Elia come Eliseo.

  • Avatar Gabriele ha detto:

    Sarah non ha visto prima la copertina? La sua foto affiancata a quella del Papa è un po’ imbarazzante… sembra che voglia considerarsi alla pari con Benedetto…

    • Avatar Valeria Fusetti ha detto:

      Gabriele, perché se pensa delle stupidaggini di tale grossolanita’ non conta sino a 10, in modo da avere tempo di digerirle e di risparmiare a lei una povera figuretta, ed a noi l’ ennesima arrabbiatura per l’ ennesima, inutile, gratuita cattiveria di cui, mi creda, NON ce n’è assolutamente bisogno ! Cavolo !

  • Avatar Iginio ha detto:

    Georg è detestato dai bergogliani i quali dicono che anche il papetto non lo possa soffrire. Probabilmente è vero. E si è anche mosso in modo apparentemente maldestro in quest’affare.
    Resta il fatto che noi non possiamo soffrire i vari Spadaro, Tornielli eccetera. Qualcuno li informi di ciò e li accompagni a un sereno silenzio.

  • Avatar Lucia ha detto:

    Gentile dott.Tosatti potrebbe mandare al Cardinal Sarah un messaggio di sostegno e di ringraziamento.Egli ha buttato alle ortiche ogni possibilita di elezione a Papa ma si e guadagnato un primo posto in Cielo .Grazie .Ps. : Secondo me adesso nessun altro vescovo o cardinale si esporra piu .Secondo me dobbiamo aspettare che intervenga solo Gesu .Chissa quanti decenni ci vorranno ….

    • Avatar Viviana Castelli ha detto:

      Mah. Se è per questo, anche di Ratzinger, dopo il suo discorso “De eligendo Pontifice” si sarebbe potuto affermare che aveva mandato all’aria tutte le sue chances di essere eletto. Eppure fu eletto lo stesso.

  • Avatar Ateo Devoto ha detto:

    Ma perché non interviene direttamente Benedetto XVI a fare chiarezza, eventualmente con una dichiarazione a favore del celibato ecclesiastico; chiudendo in questo modo la questione ?
    Penso male, malissimo e so che finirò all’inferno (anche) per questo; ma lo devo dire: io ritengo non riesco ancora a comprenderne chiaramente il perché ed il percome, ma è mia opinione che anche Ratzinger sia parte integrante che ha portato al soglio Bergoglio, almeno fin dalle sue dimissioni (ma credo anche molto prima) ancora misteriosissime dimissioni del Febbraio 2013.
    Altrimenti avrebbe già detto tutto, cosa non va,

    • Avatar Milli ha detto:

      Usi la fantasia, cosa succederebbe se Ratinger facesse una dichiarazione tv ?
      Davvero chiuderebbe le polemiche?
      Davvero?

  • Avatar Sherden ha detto:

    Mi pare il solito polverone: discettare della forma – ovvero della copertina e delle firme – ma non della sostanza (che rimane tale e quale: una pietra tombale sul tentativo di scardinare il celibato dei sacerdoti).
    Come quando, a proposito di Viganò (l’arcivescovo, non il clown della sala stampa), per mesi ci si è messi a sfruculiare delle sue vicende giudiziarie (oltretutto falsandole) ma nulla si osservava nella sostanza su zio Ted e sugli altri allegri amiconi suoi.

  • Avatar Angelo cattivo ha detto:

    Ho una proposta: fare un concilio e un compendio di tutto ciò che e’ successo in questi anni. Magari in e book. Mi sto svenando a comprare libri. Più compro, più non capisco. E non e’ solo colpa mia, stavolta.😂

    • Avatar Guglielmo da Baskerville ha detto:

      Non serve indire un concilio per fare il compendio, quanto lei vede e’ gia’ il compendio postumo di un concilio.

  • Avatar Physicus ha detto:

    Gent. mo Dottor Tosatti, Le vorre ichiedere una spiegazione. In una delle tre lettere, quella che non vedo su Stilum Curiae, Benedetto XVI impartisce ( si dice così?) la benedizione apostolica al Card. Sarah. Mi ricordo di una vecchia osservazione di Socci, al riguardo. In internet, su Wikipedia, si parla di benedizioni apostoliche date dai vescovi solo in liturgie e tre volte l’anno al massimo; da quello che c’è scritto, sembra che solo il Pontefice possa elargire benedizioni quando vuole e come vuole, cioè anche tramite lettere. Perchè Benedetto dà benedizioni via lettera, se lo può fare solo il Papa? Ha avuto un permesso speciale, ammesso che lo si possa concedere?

    • Avatar I peemessi ha detto:

      Troppi permessi li ha dati il dr Basaglia. Inizio a pensare che non basti analizzare l omosessualita’ dei curiali ma pure la salute mentale.

    • Avatar TITTOTAT ha detto:

      Non si cessa di essere Papa, Benedetto XVI è il Papa se ne renda conto lui stesso. Bergoglio e tutti gli ecclesiastici facciano preghiere, penitenze, sinodi, indicano un concilio, chiedano di venire illuminati.
      Lo Spirito Santo è su Benedetto XVI.

  • Avatar Nonno Asdrubale ha detto:

    Questa vicenda tragicomica è la prova del nove che il Cardinale Sarah ha le mani legate nei confronti di Bergoglio: il suo è un ossequio troppo mite e untuoso.
    Cardinale Muller, per favore, intervenga lei, che è più libero di dire e di fare !!! Non abbandonate il povero Benedetto XVI davanti a tutti questi lupi e sciacalli !!!

  • Avatar IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    L’ ordinazione di preti sposati verra’ autorizzata in via eccezionale e (forse) temporanea, come eccezioni dovevano essere la Comunione in mano, la distribuzione della Stessa da parte di laici, e, ahime’ come l’ imprudentissima decisione di permettere l’ ordinazione degli anglicani sposati convertiti (i quali, evidentemente, sacerdoti non erano mai stati). Nel contempo si spenderanno fiumi di parole per lodare il celibato dei presbiteri.
    Ci penseranno i tedeschi, si son dati due anni, due, per deciderlo, a far rientrare in Europa qualche “maschio esperto” dalle lontane Americhe. E nel frattempo, sempre, “eccezionalmente” qualche signorina sara’ diaconessa.(qui ci sara’ una difficolta’ semantica, se infatti ” diacono” significa servitore, i modernisti dovranno inventarsi qualche nuova denominazione…..)

    • Avatar Angelo Cattivo ha detto:

      Non si potrebbero introdurre pure i preti divorziati e pagare gli alimenti con l’8 x 1000?

      • Avatar Vexata Quaestio ha detto:

        E se due preti si sposeranno tra di loro, chi paghera’ gli alimenti a chi, in caso di divorzio ? Perche’ se e’ vero che tanti ecclesiastici sono gay, il matrimonio tra gay sara’ la richiesta immediatamente successiva che reclameranno a gran voce.

        • Avatar Angelo Cattivo ha detto:

          In effetti…..😂😂😂😝😝😂😂😂

          Beh, almeno mi sfogo e passo il tempo. Se mi dicono: guarda come sei ridotto! Posso dire: la chiesa cattolica e’ peggio😂😂😂😂

          PS: mi dispiace. Si vede che tutto deve succedere. Ricordiamoci che non e’ mai stato un campo di rose! O meglio..A momenti Grandi…ci son stati momenti miserevoli (e magari non li conosciamo tutti !)

          Chi poteva sospettare delle manovre per il discredito di San Orione? Chi poteva sapere che e’ esistito tal Brunatto ?

          Se il Signore non ha distrutto la chiesa FORSE e’ veramente misericordioso.

  • Avatar Donna ha detto:

    Sarah su twitter: «Considerando le controversie che ha provocato la pubblicazione del libro “Dal profondo del nostro cuore”, si decide che l’autore del libro sarà per le pubblicazioni future: il card. Sarah, con il contributo di Benedetto XVI. Tuttavia il testo completo rimane assolutamente invariato».

    Colpisce quel “si decide”impersonale, cioè decisione calata dall’alto ed a cui non può sottrarsi, questa almeno la mia impressione
    E di Ganswein turba non poco questa sua presa di posizione, che a mio parere danneggia Sarah e lo stesso Benedetto, depotenziandone la Voce.

  • Avatar TITTOTAT ha detto:

    Da voi regna la confusione e la discordia, ancora non vi viene il dubbia che … e sì lo dico senza preoccuparmi di censure..
    non vi viene il dubbio che sieta la falsa chiesa?

    • Avatar CARCHIA ha detto:

      signor tittotat, guardi che noi siamo quelli nel cui libro sacro, i discepoli del Cristo alla fine della storia facevano nella migliore delle ipotesi la figura di peracottari.

      • Avatar Boanerghes ha detto:

        Tittotat crede che Benedetto XVI sia il vero ed unico papa e don Minutella il suo grande profeta.
        Se tutta questa credenza si frantumasse, a Tittotat rimarrebbe assai poco, per cui è meglio che continui così

        • Avatar TITTOTAT ha detto:

          Se.. Appunto. Alcuni uomini nel nascosto di una cantina si dicevano: Ma ha detto che risorgerà!
          Altri : E se ci avesse ingannato, non ci resterebbe niente, tutta una vita perduta.
          Boanargus ( togliti quel nome autocelebrativo), a me resterà sicuramente la fede.
          Segnati queste parole: Fra qualche mese Benedetto XVI avrà le sembianze e la forza di un giovane.

  • Avatar Sconsolata ha detto:

    Riuscirà a far dimenticare quanto accaduto l’escamotage che si è trovato? : sostituire la firma di Benedetto con la dicitura “contributo” – che comunque non annacqua la sostanza del testo – e, chissà forse anche un cambio della copertina del libro – slitterà l’uscita prevista per domani? – dalla quale dovrebbe scomparire la foto di Ratzinger, come da richiesta; quanto obbligata sarebbe da verificare, presumibilmente senza venire a capo della verità sullo svolgimento convulso di questa triste vicenda, nonostante l’impegno investigativo del dott. Tosatti.
    Uno spettacolo indegno, in replica, senza soluzione di continuità. Resterà uno strappo nel corpo della Chiesa, una ferità che con la “pezza” che si ritiene “a colore” non credo potrà essere nascosta e men che meno ricucita.
    Intanto si insiste sulla necessità di regolamentare la figura del “papa emerito”, come se all’improvviso ci si sia accorti di un’emergenza cui dover porre rimedio senza ulteriore perdita di tempo. Viene ora avvertita come un pericolo (ma: per chi, per che cosa?) la presenza di Benedetto, finora esibito come una “figurina” a proprio uso e consumo, con elogi alla sua saggezza, quella di un nonno (e in quanto tale da tenere in conto, oltre che “non scartare”, come da catechesi ripetuta sul tema), al quale di frequente i partecipanti ad udienze e cerimonie pubbliche sono stati invitati a rivolgere un “applauso” facendo precedere il suo nome dal titolo di “papa”. Un “papa” cui il regnante si è chinato a baciare la mano (l’anello?) – e anche il baciamano rimane un argomento molto discusso – nel presentargli ad ogni tornata i neo-cardinali di sua “creazione”. Un “papa” cui Bergoglio non ha mancato di far visita alla vigilia di ogni festività principale, con un dono portato a mano personalmente e, immancabilmente, immortalato da foto-ricordo (manca nell’album quella dell’ultimo Natale… chissà…) o di telefonargli per gli auguri in occasione di ogni onomastico e compleanno, come puntualmente qualche giornalista scrupoloso non ha tralasciato di registrare.
    Lo scenario attuale ripropone forse l’urgenza di un dialogo, con sincera disponibilità all’ascolto, all’interno della gerarchia ecclesiastica che pure si appella ad esso negli inviti rivolti ai governanti di Paesi teatro di conflitti in corso. Come possono risultare credibili e convincenti se per prima essi danno prova continua di disattendere quanto vanno predicando?

    • Avatar Milli ha detto:

      Sig.ra Sconsolata, ciò che dice è giusto, ma mi dica come si possa intavolare un dialogo con qualcuno che non ha mai risposto ai dubia, alle supliche filiali. Semplicemente non risponde a chi chiede lumi o chiarimenti, a chi osa fare qualche correzione,

      • Avatar Sconsolata ha detto:

        Appunto. Deve essere per primo il catechista ad operare secondo l’insegnamento impartito e con lui tutti i “replicanti”. Non si può continuare a restare arroccati sulla propria posizione di predominio e opporre un “religioso” silenzio ad ogni quesito. Mai avrei immaginato si sarebbe arrivati a tanto. Dovrebbero ripartire tutti – quelli al vertice – da un esame di coscienza collettivo e da un dialogo “interno” e fraterno.
        Il gesto eclatante del 31 dicembre scorso ha svelato, se mai ce ne fosse stato bisogno- per data e circostanze concomitanti – con l’incoerenza e la contraddizione del panorama ecclesiale, metodi e sistemi che si applicano, in barba alla tenerezza, alla misericordia e alla carità predicate e messe in pratica sempre sotto l’occhio attento di reporter e telecamere. Non si può chiedere scusa per “aver perso la pazienza” – sorvolando sul come e quante volte ciò sia accaduto – e continuare a predicare che bisogna innanzitutto “sopportare”… dimenticando tra l’altro che la “carità è paziente…non si adira…” e che saremo giudicati dalle opere non dalle intenzioni e che sempre dalle opere noi li riconosceremo.

  • Avatar darix ha detto:

    Dopo la Sapienza, dopo Ratisbona, dopo la magistrale lezione sulla mancanza di Fede, Ratzinger ancora e sempre “pietra d’inciampo” per il mondo del Dio unico. Grazie!

  • Avatar Luigi ha detto:

    Grazie dott Tosatti.
    Comunque, il libro prima esce e meglio è per tutti.

  • Avatar Enrico66 ha detto:

    Dunque, prima i fatti:
    – per 2 giorni nessuno ha messo in dubbio l’autenticità e la provenienza degli scritti riferiti come redatti da Benedetto XVI sul celibato sacerdotale; anzi, la Bergoglio Press Gang si affannava a minimizzare la portata dello scritto, dichiarandone la contiguità con pensiero di papa Francesco (vedi infovaticana);
    – il terzo giorno, poiché la parata non bastava a tacitare la discussione sulle conseguenze per il Sinodo sull’Amazzonia , su Corriere e Repubblica partiva un nemmeno velato attacco alla provenienza del documento, dicendo che l’ “entourage di Benedetto sosteneva non avesse scritto lui il libro”;
    – il card. Sarah replicava mostrando le lettere inviategli in merito dal papa emerito Benedetto XVI, che lo autorizzava a farne l’uso che preferiva dei documenti allegati, ovvero, “il testo può essere pubblicato nella forma da Lei prevista”;
    – oggi mons Gaenswein annuncia che Benedetto avrebbe chiesto all’editore il “ritiro della firma” dalla copertina del libro e dalle conclusioni finali.

    Viene ritirata la firma sul libro, ma non si dichiara nessun disconoscimento di quanto scritto nel libro e riportato da Sarah come contributo proveniente da Benedetto XVI.
    Quindi, Sarah non ha prevaricato né raggirato Benedetto XVI, il cui scritto sul celibato sacerdotale è confermato provenire da lui ed essere espressione del suo pensiero e del suo magistero.
    Chissà quante pressioni saranno state fatte, in questi giorni, su mons Gaenswein e papa Benedetto XVI. Ma non finirà qui, le reazioni dei “guardiani della rivoluzione” saranno veementi e furibonde.
    Perché, riprendo dal testo del dott. Tosatti, non solo “Gaenswein con le sue dichiarazioni di oggi mette in difficoltà Sarah che non c’entra niente”, ma mette in difficoltà anche Benedetto XVI.

    • Avatar Gian Piero ha detto:

      Comunicazione dell’IGNATIUS PRESS:

      SAN FRANCISCO – Alla luce dei recenti sviluppi rispetto al titolo Ignatius Press “DALLA PROFONDITÀ DEI NOSTRI CUORI”, Mark Brumley, Presidente di Ignatius Press, rilascia la seguente dichiarazione:

      “Ignatius Press ha pubblicato il testo così come lo abbiamo ricevuto dall’editore francese Fayard. Fayard è l’editore con il quale abbiamo collaborato ad altri tre titoli del Cardinale Sarah. Il testo che abbiamo ricevuto indica che i due autori sono Benedetto XVI e il cardinale Sarah. Questo testo indica anche che Benedetto XVI è stato coautore di un’introduzione e una conclusione con il cardinale Sarah, nonché del suo capitolo sul sacerdozio, in cui descrive come i suoi scambi con il cardinale Sarah gli hanno dato la forza di completare ciò che sarebbe rimasto incompiuto.

      Dato che, secondo la corrispondenza di Benedetto XVI e la dichiarazione del cardinale Sarah, i due uomini hanno collaborato a questo libro per diversi mesi, che nessuno dei saggi è apparso altrove e che un’opera comune definita dal Chicago Style of Style è “un’opera preparato da due o più autori con l’intenzione di fondere il loro contributo in parti inseparabili o interdipendenti di un insieme unitario, “Ignatius Press considera questa una pubblicazione coautore.

      Il cardinale Sarah indica che il contenuto del libro rimane invariato. Quel contenuto, come notato, include un’introduzione coautore, un capitolo di Benedetto XVI e una conclusione coautore di Benedetto XVI e del cardinale Sarah “.

      • Avatar Gian Piero ha detto:

        I turiferari isterici hanno alzato solo un gran POLVERONE per buttarla in caciara: ma con questi “mezzucci” non riusciranno ad oscurare il contenuto del libro, che sia in America come in Francia e in Europa diventerà certo un best-seller.

        • Avatar Angelo Cattivo ha detto:

          L’ unica cosa che oltre alle Bergoglionate mi sembra verosimile (perché dire di aver certezze ora e’ come minimo presuntuoso) e’ che Benedetto e’ ancora lucido. In quanto al tema, il sacerdozio ai viri provato, checche’ ne dica il cardinale Sarah: non e’ dogma di fede.
          Insomma e’ una pagliuzza in confronto a ciò che e’ successo dal 2013. Ratzinger avrebbe potuto appoggiare Burqe o Cafarra e non l’ha fatto. Chi tace acconsente? D’altronde mi resta incomprensibile-come ho scritto ieri- che Benedetto giri in diocesi (da quanto detto da un utente del blog), riceva persone (conoscenti di Tosatti) E NON SAPPIA DEI DUBIA DEI CARDINALI, DELLA MANCATA RISPOSTA DI BERGOGLIO…..di cosa parlano di Beethoven? 😂🙏
          Non volendo PIU’ giudicare l’operato di Ratzinger presunto non resta che rimanere alle sue dichiarazioni ufficiali (a sto punto nemmeno a ultime conversazioni! ); le dimissioni da papa in latinorum dette quel giorno. Poi il papato emerito, il vestito bianco….dispiace dirlo….era gia’ partito per la tangenziale…..Non e’ che Ratzinger, nemmeno nel suo pontificato, non sia stato ambiguo. Qualcuno ha citato Ratisbona , io correggetemi, mi ricordo un angelus dove si dissocio’ subito dopo dall’interpretazione anti islam che venne data. O forse i crociati VERAMENTE non avevano capito nulla?
          E che dire di “luce del mondo”? Di quella apertura al preservativo per i PROSTITUTI, subito girato da chi di dovere in PROSTITUTE, come principio di moralizzazione. Per carita’ io concordo. Pero’ son perplesso sull’antirelativismo che fu il suo manifesto elettivo.

          La chiesa e’ sopravvissuta a ben altro. Negli archivi orionini dovrebbero esserci documenti su padre Pio e sulla chiesa pre conciliare usciti solo in questi tempi.
          Della presunta sifilide e comunque l’attentato a San Orione, si seppe qualcosa solo con VIA CON IL VENTO IN VATICANO.

          Era la chiesa pre conciliare…..
          Insomma…..nulla di nuovo sotto il sole (Qoelet)

    • Avatar Physicus ha detto:

      Effettivamente non ci fanno una bella figura. PErchè togliere una firma se il testo è tuo? Tacciamo della copertina..Credono di prenderci in giro?

  • Avatar TITTOTAT ha detto:

    Bergoglio sarà così ossessionato dall’uomo nero che non ne farà entrare più nemmeno uno in Italia.

    • Avatar Enrico66 ha detto:

      Spassosa la sua battuta, sto ancora ridendo.

      Purtroppo non è tutto vero; a Bergoglio non fa paura l’uomo nero, bensì l’uomo nero “cattolico”. Se mussulmano o animista, non ha riserve.

  • Avatar Catholicus ha detto:

    I Vescovi emiliani entrano “a gamba tesa” nell’agone elettorale del prossimo 26 gennaio, in una maniera sfacciata, indecente e offensiva, tanto è smaccata la loro partigianeria a senso unico; https://apostatisidiventa.blogspot.com/2020/01/il-crepuscolo-degli-idoli.html
    Pastori del gregge di Cristo questa gente qua? roba da ridere, o meglio da piangere, politicanti da strapazzo e nient’altro. Spero solo che Salvini diventi Capo del Governo e disdetti i Patti Lateranensi, di modo che il Vaticano ritorni ad essere territorio italiano e i prelati masso-comunisti si trovino un’altra sede, magari gettando le tonache alle ortiche e andando a lavorare (ricordate il mantra dei comunisti anni 60? “anche i preti devon lavorààà…”), oppure confluendo nelle file del loro amato PD (il partito più anticcattolico del mondo). Un tradimento inaudito, il loro, come da questo mio breve articolo: http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV3319_Catholicus_Tradimento_inaudito.html

  • Avatar Nonno Asdrubale ha detto:

    Speriamo che adesso il Cardinal Sarah apra gli occhi e capisca che razza di pesce è Bergoglio!
    Eminenza, non si possono servire due padroni (cioè due Papi): o l’uno, o l’altro!

  • Avatar Davide ha detto:

    Un giorno qualcuno ci spiegherà chi è realmente Joseph Ratzinger?
    Un giorno qualcuno dirà veramente la verità su quest’uomo, che tra i tanti pregi ha il grande difetto di un carattere debole e sottomesso che rasenta la codardia?

    • Avatar carchia ha detto:

      la sua è una domanda provocatoria ma è l’unica in fin dei conti sensata.joseph ratzinger-Benedetto xvi è semplicemente un legno verde all’interno di una caterva di legno secco. immagini Benedetto come una persona alla continua ricerca del suo innamorato, Dio e nella ricerca instancabile, indifferente a tornaconti, pianificazioni, alleanze, inimicizie, subisca continui stop-and-go causati da quei legni secchi che invece sui tornaconti, le pianificazioni, le alleanze e le inimicizie ci costruiscono l’intera esistenza. faccia conto che Benedetto è come un film appassionante e tu seduto a guardarlo nella sua ricerca e intorno altri spettatori che si alzano, tossiscono, parlano ti si mettono davanti e continuano a interrompere la visione. e non ora che è emerito. da sempre.

      • Avatar Angelo Cattivo ha detto:

        Legno verde in mezzo al legno secco? Siri diceva che al concilio parlava solo lui! Pro naturalmente.
        Non vorrei ….ma e’ un disastro. Parte come nemico del relativismo e sicuramente dotto canonista, finisce con un inesistente papato emerito. Anche se c’e’ da dire che le dimissioni erano state normate da GPII, ma NON cosa si diventava dopo le dimissioni. Quindi anche fosse tornato vescovo era una decisione ANCORA arbitraria. Io SO e non capisco perche’ a Tosatti da’ fastidio la vicenda Welby (che io la ricordi).
        Ma ne potrei citare altre in altri campi. La rigidita’, direi quasi la crudelta’ nel condannare….per poi crollare. Grande lezione per tutti. Me per primo che sono uguale!

    • Avatar Angelo Cattivo ha detto:

      Io penso che Joseph Ratzinger sia un ex modernista e George Bergoglio un ex conservatore (un suo ex amico dice che era contrario al divorzio CIVILE all’epoca di GPII) di lì ad andare ad Amoris Laetitia….
      Tutti sbagliamo e tutti ci correggiamo.
      Tra i due oggi preferisco Ratzinger anche se a pelle mi e’ “simpatico” Bergoglio.

      Il.cardimale Siri non aveva una buona opinione di Ratzinger. Ma si potrebbe anche avere una non buona opinione di Siri (da sin. protezione a Joseph Mengele mai smentita dalla curia genovese, come allora promesso da Bertone) a destra (per non aver fatto come Mons. Lefebvre .

  • Avatar Pensierominimo ha detto:

    Mah, non so, provo sconcerto qualunque prospettiva io possa osservare. Credo ci siano giochi e interessi che ci sfuggono, come d’altronde avviene ab immemorabili nelle sfere più alte di qualsiasi potere. Dalle parti in questione, più che circolare raggi di luce dello Spirito Santo, balenano saette pericolosamente infuocate.
    Ciò che deve salvarsi e mantenersi intatto, così come vuole Nostro Signore, ce la farà a resistere in mezzo a così tanti impedimenti, passi falsi, oscure minacce, scarso coraggio, fede indebolita e perfidi tranelli?

  • Avatar Raffaella ha detto:

    Ora c’è chi invoca nuove regole per il Papa emerito, leggi bavaglio e discredito per il Card. Sarah, leggi fatto fuori come papabile perché bugiardo,

  • Avatar stilumcuriale emerito ha detto:

    Verba volant, scripta manent. OK

  • Avatar PIERO LAPORTA ha detto:

    Sì, d’accordo ma i figli della luce devono decidersi a esser più accorti di quelli delle tenebre, almeno un po’, suvvia.

    • Avatar Lucia ha detto:

      Signor Piero La Porta temo che i Santi compresi Papa Benedetto e Sarah siano persone con grande intelligenza e cultura ma la furbizia non possano proprio averla perche essi NON sono capaci di ordire trappole verso il prossimo perche in fondo agire fingendo sia pure per fini santi da loro viene considerato come un tradimento , come una grande menzogna , una mancanza di misericordia verso il prossimo e forse come una mancanza di fede verso Dio .Infatti Gesu disse ” Siate puri come colombe e furbi come volpi ” o qualcosa del genere , evidentemente riconosceva che le colombe hanno un ‘ enorme difficolta a comportarsi da volpi.Che Dio protegga Sarah e Papa Benedetto.Che tristezza oggi leggere su Aleteia e vatican news i commenti di cattolici come dice qualcuno petalosi accusare Papa Benedetto e Sarah di non essere obbedienti e addirittura di voler fare soldi con il libro …..

      • Avatar Angelo Cattivo ha detto:

        Astuti come volpi no. Rispettosi della chiesa forse si. Mi riferisco a Ratzinger. Nemmeno discutendo se lui si ritiene papa o no. Mettiamo che veramente lo Spirito sia su di lui come qualcuno dice. Non poteva normare il papato emerito prima di prenderlo? A me pare che non avendolo normato non ha per il codice canonico ancora alcuna peculiarita’ e quindi pontefice e’ Bergoglio. Se invece voleva dimettersi pienamente:
        poteva tornare vescovo o anche lì normare il papato emerito dicendo che e’ un titolo puramente onorifico.

        Naturalmente lo dico da comodo sul divano…a esserci sara’ stato diverso, sara’ stato male ecc.

        Però così non e’ ne caldo né freddo, né carne né pesce. Crea solo ulteriore turbamento. Glielo dice un marito emerito a cui e’ negata la comunione 😂

  • Avatar Franco Cappelletti ha detto:

    Il succo è: ve lo siete preso in quel posto.

  • Avatar Mons X ha detto:

    Il segretario di Benedetto, Ganswein, non è estraneo a questi fatti curiosi e un pò ambigui. Da quando scoppiò Vatileaks I all’inizio del 2012 con l’arresto del cameriere del Papa , Gabriele., Mons Ganswein è cambiato.

  • Avatar Manuela ha detto:

    Quindi Gaenswein non sapeva niente. Benedetto non gli aveva comunicato nulla. Strano vero?

  • Avatar fox ha detto:

    un giorno qualcuno ci spiegherà chi realmente è Geog Ganswein ?

    • Avatar giesse ha detto:

      Quando il cdl Ratzinger scrisse: “Da parte mia il testo può essere pubblicato nella forma da Lei prevista” o sapeva che il Cardinale Sarah aveva in programma di usare quello scritto come parte di un libro o dava prova di cieca fiducia nelle intenzioni del porporato Guineiano: tertium non datur.
      Qui la figuraccia (ovviamente verso l’esterno) la fanno mons Ganswein, in primis, e anche Ratzinger, ammesso che sia tenuto al corrente di quanto sta succedendo al di fuori del suo eremo.

      • Avatar Basilio ha detto:

        Mi diverte pensare al modo in cui lo scritto di Ratzinger sia pervenuto a Sarah sotto il Naso di Gheorg Ganswein, ma facendo in modo che Ganswein stesso non se ne accorgesse.
        Questo significa solo una cosa : Ratzinger non si fida di Ganswein, ma accorda la sua fiducia a Sarah.

        • Avatar Valeria Fusetti ha detto:

          Basilio : Concordo in pieno ! E aggiungo che purtroppo a questo punto mons. Ganswein sembra essere, più che il Merry del Val del papa emerito, una specie di badante, attento a che l’ anziano che gli è stato affidato non faccia cose sconvenienti ed imbarazzanti. E che in questo abbia fallito. Ora c’è da chiedersi: verrà licenziato ?

          • Avatar Lucia ha detto:

            Cara Valeria non credo che mons Gaenswein sara licenziato , sarebbe una mossa che avrebbe l ‘ effetto di scatenare la giusta rabbia ( ulteriore) verso chi stima e vuole bene a Papa Benedetto , di certo la sua carriera e finita a meno che e dubito fortemente il prossimo Papa sara meno squilibrato nelle sue simpatie ” politiche” di Papa Francesco.Di certo quello che e proprio finito e il povero cardinal Sarah che sicuramente sara spedito in Africa in qualche convento di clausura e probabilmente gli sara impedito di avere contatti con l ‘ esterno come e successo gia a qualche prete sia in Italia che all ‘ estero e non mi riferisco a Minutella .Poveretto , per me e un novello Padre Pio.Io mi chiedo da 2 giorni : ” Perche si esposto cosi o meglio perche non si e assicurato che quando sarebbe scoppiato il finimondo ( inevitabile) di avere qualche asso nella manica per cui sarebbe stato inattaccabile? ” Forse perche come ho detto in un mio commento al signor laporta i puri di cuore NON sanno essere furbi ? Adesso lui paghera per Papa Benedetto e mons Gaenswein come lascia intendere un articolo di Socci.Peggio ancora dopo questo disastro nessun altro cardinale o vescovo fiatera e i vertici del vaticano potranno far passare qualunque cosa.Chi lo avrebbe detto che la chiesa terrena aveva il suo tallone d ‘ achille nel vaticano .Io sono ignorante in teologia e diritto canonico per cui chiedo a chi ne sa molto piu di me ” Perche esiste la Santa Sede e perche il potere papale e cosi forte da poter mettere a soqquadro l ‘ intera Chiesa .Ci sono stati Papi discutibili come Papa Borgia eppure neanche questo e bastato a far scrivere a qualche concilio o Papa illuminato che se qualche Papa avesse detto e fatto cose ” strane” ci fosse un qualche appiglio per arginare la situazione .Sembra proprio che l ‘ unica verita di fede alla fine sia l ‘ infallibilita del Papa tout cour .Non fosse mai stato proclamato forse non saremmo in questa situazione .Ps : Che Dio aiuti Papa Benedetto e Sarah che mi chiedo se sara ancora cardinale visto che c ‘ e chi ne chiede gia la destituzione .Signora Valeria se va sulle pagine di fb di nbq e vatican news vedra i giudizi impietosi contro di lui , un signore lo ha definito uno dei rappresentanti delle peggiori destre sovraniste e un ‘ ‘ altra ha detto che lui e Papa Benedetto hanno dimostrato di essere attratti solo dai soldi e di non sapere cosa sia l ‘ obbedienza……Buona giornata .