NOBILE: PERCHÉ IL SISTEMA VUOLE LA MORTE DEL PADRE.

29 Dicembre 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, Agostino Nobile ci ha inviato una sua riflessione – che fa seguito al suo ultimo articolo – su come e perché i poteri che governano il mondo occidentale vogliono sminuire e depotenziare continuamente la figura paterna, nel loro attacco alla famiglia. Buona lettura.

Perché il Sistema vuole svalutare la figura del padre?

Alcuni lettori di SC, dopo aver letto l’articolo “Come eliminare le vocazioni di maternità e di paternità”  mi hanno chiesto quali sono le motivazioni che spingono l’ONU a sminuire la figura del padre. L’ho scritto più volte, soprattutto nei miei libri. Qui cercherò di farne una brevissima sintetisi.

Attraverso la liberalizzazione dei costumi iniziati negli anni sessanta, il Sistema, costituito principalmente dalla triade Massoneria-Sinistra-Liberalismo, ha stimolato e poi legalizzato il pensiero del duo Marx-Engels. Nel loro saggio “L’origine della famiglia, della proprietà privata e dello stato”, del 1846, leggiamo: “la prima opposizione di classe che appare nella storia coincide con lo sviluppo dell’antagonismo uomo-donna nel matrimonio monogamico, e la prima oppressione di classe coincide con quella fatta dall’uomo sul sesso femminile. (…) la prima condizione per la liberazione della moglie è quella di riportare tutto il sesso femminile nell’industria pubblica, e ciò richiede l’abolizione della famiglia monogamica come unità economica della società”.

Come sappiamo le leggi occidentali non proteggono la famiglia, cellula fondante della società. La legalizzazione dell’aborto e, come descrivo nell’articolo precedente, i terribili fatti di femminicidio e di suicidi di padri divorziati, derivano dalla politica antifamiglia.

Per meglio capire lo scopo del Sistema è necessario sapere cosa pensa la sociologia sulla figura del padre, che poi è quello che hanno messo in pratica le culture delle grandi civiltà di sempre. Riporto un passo dell’articolo pubblicato da Alberto Tessa nell’aprile  2018: “Silvia Cescato [UMIMIB – Departement of Human Sciences and Education “Riccardo Massa” – ndt] sul Journal of Theories and Research in Education 12, 2 (2017), ha fornito molti elementi utili per avere un quadro più preciso sull’importanza e la significatività del ruolo paterno nella crescita e nell’educazione dei bambini. (…) La specificità che la figura maschile riveste nelle sue modalità di cura, comunicazione, interazione, sostiene e orienta la separazione del bambino dalla madre, contribuendo ad allargare la relazione madre-figlio e facendo in modo che la separazione non sia vissuta come distacco/privazione, quanto piuttosto come un momento ‘naturale’ di passaggio, di transizione a nuove interazioni (padre-figlio, madre-padre-figlio, altre figure extra-familiari). Gli studi riportati depongono per il fatto che il padre è estremamente importante già dai primi anni di vita. Un numero consistente di studi negli ultimi anni ha evidenziato l’importanza che il rapporto con il padre ha per lo sviluppo infantile, la cui influenza, specie nella prima infanzia, è stata sottovalutata’ (Di Folco & Zavattini, 2014).”                                                                                                                        Permettetemi di equiparare la figura del padre a quella dell’allenatore. Se una squadra di calcio senza allenatore è destinata a perdere, il figlio privo della guida di un buon padre è sconfitto dalla vita. Certo, esistono eccezioni e esistono padri indegni, ma non fanno la regola.

Togliendo quell’esperienza paterna, che i giovani anche geniali non posseggono, i figli entrano nel campo della vita sprovvisti di difesa. Dato che l’essere umano è altamente condizionabile, perlomeno fino all’adolescenza, il Sistema, una volta sminuita la guida genitoriale ha un soggetto malleabile a proprio uso e consumo. Attraverso i media e la scuola gli viene imposto un lavaggio cerebrale che lo spinge in balìa delle emozioni e, soprattutto, del Mercato. Mai come oggi il padre si è sentito impotente davanti allo tsunami delle mode, a partire dagli smartphone, tablet, playstation, pornografia, ecc.

I progressisti (definizione truffa) promettono di realizzare un mondo più giusto e il benessere per tutti. In realtà mirano a sovvertire la natura umana, la cultura bimillenaria che ha forgiato la famiglia e i popoli occidentali. Detestano la realtà perché si fonda sul cristianesimo. Comunismo e nazismo docet. Non è un caso se il sacro viene sempre più sbeffeggiato e perseguitato ovunque. Anche da chi dovrebbe difenderlo (ogni riferimento è puramente casuale).

Tra l’altro è un controsenso definire i partiti politici che sostengono leggi antivita e antinatura come rappresentanti del popolo. Essi rappresentano il Sistema, vogliono imporre un nuovo paradigma sociale gestito da burocrati che cancellano la storia, l’identità e la gioia di vivere, perché il business è business. Non credendo in Dio, si sentono dio. L’inverno demografico, le violenze dentro e fuori della famiglia, la droga, l’alcol, il misero numero dei matrimoni benedetti dalla Chiesa, la crescita esponenziale dei divorzi e l’immigrazione coatta di popoli islamici che rifiutano la cultura ospitante ce lo confermano quotidianamente.

Agostino Nobile

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

72 commenti

  • Florio Quercia ha detto:

    precisazione per Viva Anguera
    Io sono uno di quegli allocchi e ottusi che non crede affatto che i messaggi di Anguera abbiano di mira la lotta CONTRO il Papa legittimamente in carica, in contrasto con quelli di Medjugorie dove si raccomanda di pregare per lui.
    Lo spirito di disprezzo che trasuda dal messaggio del signor o signora che si firma Viva Anguera rende molto difficile credere che sia ispirato dallo Spirito Santo.

  • Florio Quercia ha detto:

    Non vedo su quali basi si qualifica Bergoglio un seguace di Hegel e un nemico della famiglia …

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    La figura del padre, che è figura del Padre celeste, la famiglia e la stessa fede, ma anche l’ordine naturale, sono attaccati su tutti i fronti.
    Da sei anni si è aperto anche un fronte interno, come il libro della Pontificia Commissione Biblica su cosa è l’uomo, sembra dimostrare.
    Un libro che teorizza che il peccato di Sodoma non è l’omosessualità, ma la non accoglienza (intesa come porti chiusi), per cui i sodomiti sarebbero i sovranisti, mentre gli invertiti in realtà manifesterebbero un modo di stare “a verso” diversamente giusto.
    E per dimostrare questo sono state scritte paginate di raffinatissime scemenze, puntualmente ridicolizzate da alcuni teologi.
    Ma anche ai non teologi la situazione appare chiarissima. Basta tenere conto, ad esempio, dell’ANATOMIA umana.
    E’ vero, ci sono tendenze omosessuali che di per se non sono una colpa. Come spiegarle?
    Conseguenza del peccato originale, come la cecità.
    Essere ciechi non è peccato.
    Ma se un cieco dicesse “Ci vedo” allora, dice Gesù, pecca.
    Così gli omosessuali che dicessero: “Sono a verso”.
    Tante pagine e tanta fatica di tanti teologi per farci fare una grassa risata.
    Tentativo fallito di cambiare significato al termine “sodomita”: fallito.
    Sodomiti erano (gli omosessuali) e sodomiti restano…

  • PIERO LAPORTA ha detto:

    Nobile avrebbe dovuto aggiungere un aggettivo a “sistema” e in tal modo “sistema finanziario” sarebbe stato investito, giustamente, della responsabilità di tentare di distruggere la famiglia, con la complicità di altri poteri subordinati, quantunque sedicenti “sovrani”, “costituzionali” e persino “sacri” e “forti”.
    Ma il vero passo falso è, a mio avviso, attribuire al sistema una matrice “comunista”. Una sciocchezza totale. “Comunista”, dovreste saperlo molto bene, ha un significato che verosimilmente è entrato in agonia dopo Stalin e Mao Tse Dong. D’altronde se il PCI, agli albori del Dopoguerra, fu connesso al Dipartimento di Stato attraverso la famiglia Berlinguer, risulta facile capire che il capitalismo allora e il sistema finanziario oggi sono ben felici di dare a intendere simpatie comuniste pur di conseguire obiettivi di nessun momento tanto per un comunista e neppure per un piccolo borghese socialdemocratico dubbioso.
    Torniamo alla famiglia. Il diritto di famiglia è una conquista alquanto recente, conseguenza dei codici napoleonici. L’imperatore vedeva lungo. Avendo fondato la leva militare, utilizzò il diritto di famiglia per dare vigore all’anagrafe e quindi alla reperibilità della sua carne da cannone. A conferma che il potere ha grande capacità adattiva, Napoleone si avvalse dei registri parrocchiali.
    Come ben sapete, durante quelli poi definiti “secoli bui”, si svolge una lotta spesso feroce fra la Chiesa e i Poteri, feudali o imperiali. Il problema era, allora come oggi, piegare l’uomo al padrone. La famiglia nell’ordinamento feudale – sopravvissuto in Italia fino al Fascismo e, nel Meridione, ben oltre – la famiglia dicevo esisteva solo come cellula produttiva, quando era priva dei necessari quarti di nobiltà. Questo potere, allorché Napoleone fu archiviato, fu perpetuato dai Borboni e poi fatto proprio dai baroni piemontesizzati. Fu la Chiesa – pur fra mille peccati del clero soprattutto secolare – a preservare forma e sostanza alla famiglia. Oggi il Papato – non la Chiesa – il Papato è, per la prima volta nella sua storia, genuflesso al mondo, alla finanza, ai trafficanti di uomini, ai falsi profeti maltusiani ed ecologisti. Qui è il punto di fatale debolezza per la famiglia se non interviene un miracolo di Nostro Signore.
    In altri termini, il problema non è il passo di Engel contro la famiglia borghese, citato a sproposito dall’Autore. Esso offrì suggestioni anche nei primi venti anni dell’Urss, ma il compagno Stalin, che oggi sarebbe detestato da una nota satanista LGBT, si rese ben presto conto che la convivenza di libertà e libertinismo è impossibile. D’altronde osservate la Cina, il paese che ha asservito il comunismo alla produzione e alla finanza. Non si sogna neppure lontanamente cedimenti simili ai nostri. Persino le politiche maltusiane sono state corrette dopo aver constatato i disastri all’orizzonte.
    Ecco, avrei preferito una trattazione più approfondita sul passo tratto dal Journal of Theories and Research in Education 12, 2 (2017).
    Perché è il solito dilemma: è vero o è falso? E perché?
    E il ragionamento o è rigoroso o non è.

    • Agostino Nobile ha detto:

      Gentile PIERO LAPORTA
      Mi permetta di sottolineare ciò che è già chiaro nel mio articolo. Quando scrivo che il “Sistema, costituito principalmente dalla triade Massoneria-Sinistra-Liberalismo”, non può essere considerato avulso dall’alta finanza, infatti più avanti parlo di “business è business”. La triade ha in comune, come descrivo nell’articolo, il progetto antifamiglia. Per quanto riguarda il diritto di famiglia, se non sbaglio…. nasce con Maria, Giuseppe e Gesù il Cristo. Confermato nella dottrina dei primi cristiani, i quali considerano l’aborto un crimine. Cosa che il comunismo, il nazismo e le democrazie del secolo scorso hanno invece legalizzato. La definizione comunismo è legata al quel marxismo che, come rilevo nell’articolo, considera la famiglia monogama una cellula da estirpare dalla società. Il resto, come i cambiamenti del PCI, Berlinguer, Cina, ecc. sono inutili bla-bla. Parliamo di dottrina, non di politica. Per quanto riguarda i suoi dubbi sul passo dell’articolo che riporto, basterebbe ricordare il nome che menziono, la Dott.ssa Silvia Cescato. Se ha tempo, faccia una breve ricerca come ha fatto il sottoscritto, si legga: file:///C:/Users/Utilizador/Desktop/7090-21290-1-PB.pdf

      • PIERO LAPORTA ha detto:

        Caro Nobile,
        Può sottolineare quanto vuole ma il suo articolo è confuso e manca pienamente l’obiettivo, spiegare PERCHÉ IL SISTEMA VUOLE LA MORTE DEL PADRE.
        «Il Sistema, costituito principalmente dalla triade Massoneria-Sinistra-Liberalismo» è una sciocchezza priva di senso poiché fa degli strumenti, la sua Triade, una cortina per nascondere il Potere, un meccanismo che il suo testo lascia in ombra nonostante il suo “business è business”.
        Rilegga per favore il mio “inutile bla bla” per comprendere che fronteggiamo un nemico che ha saputo soggiogare anche il comunismo, trasformandolo da forza rivoluzionaria a docile cagnolino da salotto del sistema finanziario, si figuri che cosa può con coloro che non sanno trasformare in forza politica una conoscenza dottrinale sia pure traballante.
        Ancora più basito mi trova la sua uscita sul diritto di famiglia che “nasce con Maria, Giuseppe e Gesù il Cristo”. Lei non solo confonde dottrina con diritto ma le basterebbe chiedere a uno studente del primo liceo per sapere che il diritto di famiglia era già rubricato nel diritto romano. Come le ho spiegato è stata la Chiesa fra mille travagli a portare il diritto di famiglia nello Stato moderno, avvalendosi anche delle leggi napoleoniche. Il Concordato Vaticano-Francia negoziato dal card, Consalvi nel 1801 fu uno dei veicoli.
        Io infine non ho alcun dubbio, nonostante me lo attribuisca, sul testo della prof, Cescato; le ho invece chiesto di valorizzarlo perché è l’unica parte sensata del suo pezzo.

        • agostino nobile ha detto:

          Gentile La Porta, vedo che il suo piglio polemico non le permette di riflettere oggettivamente. Comunque, la ringrazio perché, involontariamente, mi ha dato un soggetto per il prossimo articolo.

  • deutero.amedeo ha detto:

    A parer mio, da capra orobica, il mondo non sarà salvato né dai teorizzatori dell’ovvio né dai banalizzatori del metafisico e del sovrannaturale, ma dalle persone di buon senso e di buon cuore.

    • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

      Deutero, cosi’ Lei mi delude, la metafisica non vuole “salvare il mondo”(qualsiasi cosa voglia dire…), vuole solamente spiegarlo meglio di quanto tenti di farlo la retorica.
      Con amicizia sincera.

  • luca antonio ha detto:

    L’uomo , lo yang, va distrutto perché rappresenta il cielo, il verticale, il fine da perseguire; l’uomo è rettilineo nel pensiero e nell’ azione. Complementare a lui è la donna , lo yin, che rappresenta la terra, i cicli eterni. La donna è la circolarità sia del pensiero che delle azioni a protezione della vita.
    L’uomo quindi è colui che indica ai figli il telos , il compimento, il fine , lo sviluppo dell’albero che si protende verso il cielo. Parole come destino ed escatologia sono scritte dal telos e l’Apocalisse può essere stata rivelata solo ad un uomo. Tuttavia il telos per potersi esplicare e giungere a compimento deve partire dal seme, dall’ ontos, dalla sostanza che si è, per crescere secondo le leggi proprie di quella sostanza.
    Aristotele pone la distinzione fondativa del pensiero occidentale tra sostanza e accidente e da qui pone le basi per il principio di non contraddizione… l’uomo è uomo, questa è la sostanza , e quindi non può essere al tempo stesso donna ; l’uso che fa del suo corpo e della sua sessualità è accidentale- Bruno è un uomo/sostanza cui , accidentalmente , piacciono le donne, Pasquale è un uomo cui accidentalmente piacciono gli uomini ecc…-.
    Esemplificando i sostantivi rappresentano la sostanza, gli aggettivi gli accidenti.
    Costitutivo e nello stesso tempo “nemico” del telos è anche l’ostacolo, la fatica, la possibilità del fallimento nel suo esplicitarsi alla ricerca del fine per cui è stata costituita quella sostanza.
    Il Nemico agisce al massimo livello qui, nel far fallire l’essere affinchè non raggiunga il suo fine e lo fa sia confondendo i piani di sviluppo, facendo apparire i mezzi come fini – il sesso come fine a se stesso e non come mezzo per raggiungere un fine , la vita, è esempio lampante ma anche il lavoro, il denaro, come fine e non come mezzo sono esempi calzanti;
    sia svuotando la sostanza del suo infrangibile significato – nominalismo (Occam) , posso essere ingannato dai miei sensi (Cartesio) , dalla mia ragione che “crea” causa ed effetto (Hume) , la sostanza, il noumeno è inconoscibile (Kant) , fino ad arrivare ad un perpetuo divenire di tesi antitetesi e sintesi di hegheliana memoria tanto caro a Bergoglio e co.-
    Una volta annichilita la sostanza – es. non essendo né uomo né donna (gender) non sono né padre né madre né , attenzione, ho un padre o una madre-, il telos è facile da nascondere assieme alla possibilità del fallimento ( tanto l’inferno è vuoto) , nascosto l’inferno diviene inutile qualsiasi virtù e, di conseguenza, ogni pedagogia .
    Ma legge di natura dice che ad ogni forza se ne contrappone una uguale e contraria e mentre la terra può oscurare e abbassare il cielo, ma non danneggiarlo, il cielo può devastare la terra.

    • Alessandro2 ha detto:

      Il sunto perfetto delle regioni profonde della decadenza occidentale. Da incorniciare: GRAZIE.

      • Alessandro2 ha detto:

        *ragioni

        • Luca Antonio ha detto:

          Saluti Alessandro, comunque non mi interessa che Le sia piaciuto ma che possa esserLe utile nel cammino spirituale … e poi io non ho nessun merito….dice Nostro Signore : ” gratuitamente avete ricevuto gratuitamente date”.
          E’ , grazie a mio padre e a mia madre, il mio caso.

    • Antonio Schiavi ha detto:

      Amico, la butto lì: e se tendessimo verso il noumeno? Intanto complimenti, per la cultura, l’esposizione e la finezza di ragionamento.

  • Commentatore della domenica ha detto:

    “la nostra lotta non è contro le creature di sangue e di carne, ma contro gli spiriti del male”

    Questo passo illumina la storia, illumina tutta la storia.
    Non dobbiamo più cercare”colpevoli” della storia, qualunque essere umano, senza la grazia, è un danno per se stesso e per gli altri, ma il nemico è uno solo e si chiama Satana.
    È lui che ha da sempre attentato all’unità fra uomo e donna (Genesi) è lui che ha messo uomo contro donna e donna contro uomo. E questa continua lotta può essere superata solo in Cristo risorto, facendo esperienza che nella mia situazione concreta mi sono fidato di Dio, sono andato verso l’altro e non sono rimasto schiacciato dai conflitti, dalle divergenze ecc..

    Questa perlomeno è la cosa che manda avanti il nostro matrimonio. Il padre è fondamentale, la madre è altrettanto fondamentale anche se in modi diversi, ma ancora più fondamentale è stare tutti a scuola di sofferenza redenta, a scuola di “passione/morte/risurrezione”.
    Tutto il resto, a nostro avviso, è solo una multiforme ribellione contro IL PADRE, con la P maiuscola, che si esplica in diversi modi ed epoche.
    Fortunatamente tutti abbiamo un Padre invece!

  • GMZ ha detto:

    Segnalo che, mentre si vuol cancellare il padre, si inasprisce la cancellazione del Padre: noto infatti che sul sito del Corriere, nell’articolo dedicato all’ultimo episodio di terrorismo verificatosi a New York la pudica “Redazione Online” impiega la sigla a.e.v. – in luogo di a.C. – nell’approfondimento dedicato alla festa Chanukkah.

    Vale la pena di sottolineare una curiosità, riguardo alla cronaca di questo esecrabile fatto: sempre sul Corriere Guido Olimpio tira le fila dell’attentato, ricordandone quale antefatto la “strage dimenticata” che all’inizio di dicembre ha visto morire 4 persone nell’attacco ad un negozio kosher del New Jersey. Strage di ebrei ignorata dai mezzi di informazione, come si perita di ricordarci Olimpio, il quale chiude il pezzo con “il filo digitale spesso mette in collegamento estremisti presenti in Occidente, crea una rete ideologica. Pittsburgh, Auckland (Nuova Zelanda), El Paso, Halle (Germania) sono solo alcuni dei punti geografici dove estremisti di destra, con sfumature non sempre omogenee, hanno sparso sangue innocente”.
    Ecco, forse non era il caso di fare di tutta l’erba un fascio, forse era il caso di raccontarla tutta: e cioè che i 2 terroristi responsabili della summenzionata “strage dimenticata” erano due appartenenti alla setta “Black Hebrew Israelites”, che raggruppa afroamericani antisemiti e… antibianchi. Peccato per il Corriere, quindi, che codesto “filo digitale” non colleghi un bel niente; piuttosto è l’ideologia a tendere un fil rouge tra fatti che si assomigliano solo a livello superficiale.
    Un’ideologia rossa, ça va sans dire.

  • Borghese pasciuto ha detto:

    Per il nuovo anno, una bella spruzzata di nostalgia della figura del padre-padrone.
    Ineffabile, reazionario e tutt’altro che imprescindibile Nobile.
    Possibile che di tante signore commentatrici, la sola Milli (encomiabile) sappia sussurrare (non di più, ché il blogger se no si dispiace) un esile dissenso contro tali deplorevoli idee?

    • Ugo ha detto:

      Ma per caso ,oltre ad aver avuto un padre padrone, lei ha subito anche violenze dallo stesso

    • giesse ha detto:

      @ Borghese pasciuto

      Rispetto le sue idee, ma non accetto che lei offenda mio padre, con la pretesa di omologare tutti alle sue idee preconcette. Non mi piace parlare della mia vita; qui mi limito solo a ricordarle che mio padre morì improvvisamente alle ore 3 di notte del 10-11-1960, lasciando una famiglia numerosa nella disperazione. Era un contadino poverissimo, gran lavoratore, generoso con tutti e lontanissimo da quello stereotipo bacato che le sembra caro di ‘padre padrone’. A quel tempo ero poco più che un ragazzo e solo dopo i vent’anni mi resi conto di quanto la mancanza della figura paterna stesse incidendo negativamente sulla mia crescita. Ancora oggi ne ho una dolorosa nostalgia e mi vergogno di non essere riuscito ad assimilare compiutamente l’eredità umana che mi/ci ha lasciato. Lasci stare le ideologie e si renda finalmente conto che la realtà è molto, molto più varia di quanto lei pensa.

    • Erminio ha detto:

      mi Tolga una curiosità : perché ha scelto lo pseudonimo : :borghese pasciuto ? E’ piuttosto impegnativo sentire di appartenere alla borghesia all’ingrasso ,oggi , con Bergoglio imperante ed il PD governante . Non sente il cappio ? , la scomunica e il confino in Siberia ?

    • ErminioE. ha detto:

      mi Tolga una curiosità : perché ha scelto lo pseudonimo : :borghese pasciuto ? E’ piuttosto impegnativo sentire di appartenere alla borghesia all’ingrasso ,oggi , con Bergoglio imperante ed il PD governante . Non sente il cappio ? , la scomunica e il confino in Siberia ?

  • Viva Anguera ha detto:

    Per MARIO e CARLONE; ZANCHETTA e GALANTINO; PAGLIA, CARBALLO e PADREPASQUALE;
    e per tutti quelli che negano l’evidenza in quanto ignari, ottusi, allocchi, succubi, collusi o leccapiedi.
    Una dedica speciale per il SOMMO ILLUSO e i suoi MISEREVOLI PASDARAN,
    in particolare quelli che – lautamente stipendiati – operano presso la CIVC-SVA.
    https://cronicasdepapafrancisco.files.wordpress.com/2019/09/08-bergoglio-ombra-2.jpg
    http://www.congregazionevitaconsacrata.va/content/vitaconsacrata/it/congregazione/organigramma.html

    DAI MESSAGGI MARIANI di ANGUERA:
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/
    https://gloria.tv/video/s6UVTaQQhfGY3Du7ixyPKvpPc
    «Cari figli, vivete nel tempo della grande battaglia spirituale. Voi siete i soldati di Cristo. Non fuggite. Fatevi coraggio e difendete Gesù e i Suoi Insegnamenti. Il silenzio dei giusti fortifica i nemici di Dio» (Messaggio, 28 dic. 2019).

    Questi richiami martellanti fanno capire chiaramente che “i nemici di Dio” altro non sono che “i cattivi pastori della Chiesa”, i quali stanno adulterando i diversi insegnamenti cattolici, a livello di dottrina, di morale e di liturgia.
    E’ necessario smascherarli, con franchezza e chiarezza.

  • Gene ha detto:

    Forse sarò fuori tema, ma avete notato che un certo Freud è sparito dalla descrizione della società che i sinistri avevano e hanno in mente.
    Il complesso di Edipo non esiste più… Perché non più in linea con la loro cultura, dove la figura del padre non ha più valore, perché sostituito da due donne o da due uomini..
    Il PCI ha cambiato nome ma l’ideologia è la stessa.. Quello che lascia perplessi è l’appoggio incondizionato da parte di Bergoglio e di buona parte del clero🤔🤔🤔perciò teniamoci pronti e confidiamo nell’aiuto divino.

    • Angelo ha detto:

      Freud e’ sparito perché la risoluzione del complesso di Edipo, per lui centrale nel normale sviluppo psichico della persona: sarebbe irrisolvibile nei matrimoni gay.

  • Sherden ha detto:

    sempre in tema di sradicamento:

    “…La persecuzione verso i cristiani non è soltanto quella violenta fino al sangue. In Cina, ad esempio, decine di comunità protestanti non ufficiali non hanno potuto celebrare il Natale dopo che le loro chiese sono state chiuse nelle provincie di Guangdong, Shandong, Yunnan, Sichuan e Guizhou. «Quest’anno non abbiamo potuto festeggiare il Natale», ha dichiarato un pastore protestante a Radio Free Asia. «Gli anni scorsi riunivamo migliaia di persone, ma ora queste celebrazioni sono state dichiarate illegali dal governo».
    Oltre a impedire le celebrazioni a molte comunità cristiane, il governo ha anche cercato di «sradicare con la forza il cristianesimo». Così il 17 dicembre, le autorità hanno vietato ai negozi della Zona di sviluppo economico di Kunming di vendere decorazioni natalizie o comunque non tradizionali. L’ufficio dell’educazione della contea di Qianxi (Guizhou) ha proibito il 23 dicembre tutti gli eventi legati al Natale nelle scuole, pubbliche e private.
    L’Amministrazione statale per gli affari religiosi ha inoltre chiesto a tutte le chiese delle principali città della Cina di limitare l’affluenza dei partecipanti alle Messe del 25 dicembre. Ai membri del Partito comunista è stato inoltre espressamente vietato di partecipare alle celebrazioni, che sarebbero soltanto un pericoloso «oppio spirituale».”
    (Leone Grotti su Tempi.it)

    Dott. Tosatti, la mandi a Sorondo…

  • Milli ha detto:

    Mah, questo lo trovo un articolo non del tutto condivisibile.
    Che la presenza del padre sia fondamentale fin dai primi anni, non mi sembra una grande scoperta o dobbiamo far riferimento alla vecchia mentalità dei padri che non si occupavano per niente dei poppanti?
    Lei scrive:” il figlio privo della guida di un buon padre è sconfitto dalla vita. ” Qui si potrebbe discutere all’infinito, ma non lo trovo certo una regola sempre valida, si potrebbero citare tanti esempi che smentiscono questa affermazione.
    Penso che questa società abbia portato a maggiori diritti per la donna (diritti giusti) , ma nel contempo la liberalizzazione dei costumi abbia portato alla strumentalizzazione del suo corpo.
    Sicuramente sono state approvate leggi che hanno portato alla distruzione della famiglia naturale, all’accettazione di modelli di famiglia, dapprima “allargata” e poi sempre più artificiose.
    A mio avviso il sistema non odia semplicemente i padri, odia la famiglia e , infine, odia l’essere umano.
    Tutto ciò è spiegabile con le ragioni da lei esposte (massoneria, satanismo) ed è ancora più lampante se leggiamo le profezie della Madonna del Buon Successo, che il 21 gennaio 1610 predisse che sarebbe dilagata la corruzione morale «perché Satana regnerà quasi completamente attraverso delle sette massoniche. Queste si concentreranno principalmente sui bambini per mantenere questa corruzione generale. Guai ai bambini di quest’epoca! (…). Quanto al sacramento del matrimonio, che è simbolo dell’unione di Cristo con la sua Chiesa, sarà attaccato e profondamente profanato. La massoneria, con il suo potere, promulgherà delle inique leggi al fine di eliminare questo sacramento, facilitando la vita peccaminosa di ciascuno e incoraggiando la procreazione di bambini illegittimi, nati senza la benedizione della Chiesa. Lo spirito cattolico diminuirà rapidamente; la preziosa luce della fede si spegnerà progressivamente, fino a quando si giungerà ad una pressoché totale corruzione dei costumi (…).
    https://www.google.com/amp/s/www.corrispondenzaromana.it/le-profezie-di-nostra-signora-del-buon-successo/amp/

    • Faramir ha detto:

      I bambini non sono mai illegittimi, mai.
      Illegittimi sono i loro genitori.

      • Antonio ha detto:

        Complimenti Faramir : i bambini non sono mai illegittimi..
        Ma è mai possibile che non si riesce ad accettare la Verità che viene dal Cielo senza eccepire qualcosa?

      • Milli ha detto:

        Illegittimi i genitori? Ma che significa?!
        Quanti bimbi prma d’ora hanno sofferto per essere nati fuori dal matrimonio o per non avere i genirori sposati? Quanti hanno sofferto discriminazioni (anche religiose)? Quanto hanno sofferto anche le “ragazze madri”, che spesso venivano rifiutate dalle famiglie di origine e buttate fuori casa?
        Nessuno sta dando colpe ai figli, ci mancherebbe , però non facciamo finta di dimenticare il passato.

    • luca antonio ha detto:

      A rendere ancora più interessante, e meritevole di indagine, la profezia della Madonna del Buon Consiglio è la data, 1610.
      La massoneria ufficialmente nasce nel 1717 a Londra ma già sul finire del 1500 si avrebbero, stando a tradizioni orali , i primi muratori di cui tuttavia non si hanno, che io sappia, documenti certamente riferibili all’epoca.
      Se il testo della profezia fosse invece databile con certezza avremmo una “profezia” nella profezia in quanto la Madonna userebbe, peraltro in un altro continente , prima della stessa massoneria il termine “massoneria”.
      Ovviamente potrebbe essere vera anche l’ipotesi che il testo della predizione mariana sia stato manipolato nei secoli successivi.
      Qualcuno ha notizie più circostanziate ?

    • Faramir ha detto:

      Può essere che la Madonna del Buon Successo per ragioni di praticità abbia usato l’espressione “bambini illegittimi “. È un’espressione del linguaggio comune e anche giuridico, e la Madonna (se lo ha fatto) si è servita di questa espressione per comunicare senza tanti giri di parole un ammonimento e una verità importanti per noi cristiani.
      L’espressione è tuttavia infelice ed ingiusta.
      Non ci sono “bambini illegittimi”, ad essere illegittimi sono sempre e solo i loro genitori. A nessun bambino “illegittimo” il Signore chiederà di giustificare la sua illegittimità.

      • Milli ha detto:

        Penso intendesse in senso giuridico, con tutte le conseguenze negative che ciò comportava nella,loro vita. Adesso molto meno, di certo queste coppie moderne e laiche non si cureranno di dare una buona educazione religiosa .

    • GMZ ha detto:

      Cara Milli,
      Condivido quanto scrive.
      Il padre deve essere cancellato quale pilastro della famiglia, e lo stesso avviene per la madre: l’importante è minare le fondamenta della famiglia, che deve diventare sempre più “fluida” e per ciò stesso perdere la sua identità.
      Se poi devo dirla tutta, sono più preoccupato della distruzione della madre – sempreché si possa istituire una classifica tra mostruosità.
      Ossequi.

  • Ateo Devoto ha detto:

    Per favore, ditemi che almeno questa è una fake new
    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/francia-battesimi-gender-free-adeguarsi-unioni-omosex-1804981.html
    Ci spero, anche se non ci credo per nulla…

    • Grog ha detto:

      Il vescovo del posto chiede di modificare il linguaggio; i fedeli invece dovrebbero darsi da fare per modificare il vescovo…

  • Adriana ha detto:

    La denigrazione del Padre come frutto del ’68…non solo nel mondo laico ma anche in quello ecclesiastico —
    ” Gesù , Maria , Giuseppe…a prima vista la festività odierna presenta qualche aspetto paradossale : viene offerto , a modello della famiglia una…in cui il padre ( Giuseppe ) non
    è il vero padre , la moglie ( Maria ) non è la vera moglie e il figlio ( Gesù) , in quanto persona divina , pre-esiste da sempre ai genitori : di più : è figlio di Dio ,partorito da una donna minorenne…le sorti del mondo e della fede decise dentro una famiglia , dentro un sogno …Giuseppe , adorabile creatura , che forse sussurra al suo cuore che batte impazzito : ” Io , speriamo che me la cavo “…Si , te la sei cavata , Giuseppe , lì in mezzo sei stato il più innocente di tutti ” .
    Scusate la lunghezza , ma mi pareva importante riferire cosa vada dicendo sul suo sito f.b. il devoto Servita Benito Fusco , A voi “scoprire ” le apostasie e le eresie .
    A voi il piacere di trovare le affinità coll’imbranato Giuseppe di Saviano . ‘nnamo tanto bene che di più ,forse , non si può .

    • Zuzzerellone ha detto:

      Guarda Adriana che il signor Benito (ma diventando frate non avrebbe potuto scegliere un nome diverso ?) Appartiene evidentemente a quella parte del clero che, nel corso dei secoli, invece di contribuire a costruire delle famiglie cristiane, si interponevano, tra mogli e mariti, aumentando la litigiosità nelle famiglie

    • deutero.amedeo ha detto:

      Con tutto quanto la letteratura antica e moderna ci offre non vale la pena di perdere tempo per leggere certe asinate.
      A chiunque ahimè è dato di dire qualsiasi cosa su qualsiasi cosa, ma non sempre vale qualcosa.

    • Grog ha detto:

      A me più che eresie mi sembra che sto Fra Benito ci abbia dato giú di brutto col vinello durante le libagioni natalizie.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Beati i musulmani che non si sono ancora putrefatti nella cloaca bilderbergogliana.

    • Adriana ha detto:

      Brotero , fratello , così fai proprio il loro gioco .

    • wisteria ha detto:

      Certamente nella cultura musulmana la figura paterna è autorevole, anzi autoritaria al massimo. L,e ragazze rischiano la vita per indossare una minigonna.
      Non è certo questo il nostro modello di pater familias.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Io per prudenza mi sono portato avanti. 🙂
    Infatti sono già bisnonno e per giunta il mio pronipote è meticcio (padre italiano e madre indonesiana) e figlio di due emigrati in Inghilterra. Più moderno e avanzato di così non potrei essere. 🙁

    • Grog ha detto:

      Bé, se il tuo pronipote ha ancore un sesso (pardon un genere) ben definito ed é possibilmente di fede cattolica direi che siamo nella normalità 🙂

  • Fides ha detto:

    Oggi Festa della Sacra Famiglia alla quale dovrebbe guardare come modello ogni famiglia cristiana. La figura paterna è importantissima per i figli come quella materna. È importante l’equilibrio tra i ruoli, la dolcezza materna e l’autorevolezza paterna. Quando i ruoli si invertono i figli perdono il riferimento stesso del proprio genere. Una vera donna non si sente sminuita dall’avere accanto un uomo che faccia il padre come è giusto che sia e viceversa. Vedo troppi padri pappemolli e i risultati sono terrificanti soprattutto per l’educazione dei figli. Scusate se non riesco a spiegarmi ma il punto credo sia che Dio, nella sua grande Sapienza, ha creato l’uomo e la donna differenti ma complementari. Siccome coppia non si nasce e tantomeno genitori, credo ci si formi strada facendo, lasciandoci plasmare dalla Parola e dalla Grazia di Dio credendo fermamente nella sacralità della famiglia.

    • Ateo Devoto ha detto:

      Al posto della parola ‘Dio’ sostituirei la parola ‘Natura’, almeno secondo il mio personale e modesto punto di vista…. ma lungi da me il voler innescare una stupida polemocè; sia che si abbia una visione immanente (come il sottoscritto) che trascendente (come la costra), non si può che concordare sul fatto l’uomo e la donna sono del tutto differenti ma complementari.
      È un comcetto scientifico, evidemte fin dalla prima infanzia; come la legge di gravità.
      E questo checchè ne dica le montagne di aria fritta

      • Sherden ha detto:

        “…non si può che concordare sul fatto l’uomo e la donna sono del tutto differenti ma complementari.
        È un concetto scientifico, evidente fin dalla prima infanzia; come la legge di gravità…”

        Un suggerimento da amico: sappi che a seconda del luogo e delle persone a cui lo dici rischi seriamente la galera, per istigazione all’odio.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    grazie Nobile. Per mettere una soluzione a questa piaga, ricordo che Pierluigi Zampetti, grande intellettuale cattolico del ‘900, scriveva:

    “……la società dei consumi o società dell’inflazione è altresì una società altamente permissiva. Dove cioè nascono e si sviluppano i fenomeni aberranti della violenza, della droga, dell’erotismo, dell’aborto, della dissacrazione familiare, della criminalità economica e della criminalità organizzata. Il permissivismo è cioè una conseguenza del consumismo e dell’inflazione.…Perché è stata introdotta l’inflazione nella società? Per ridistribuire il reddito in modo da dare al maggior numero di persone il denaro da destinare all’acquisto di beni di consumo.
    Ma l’applicazione di questo principio, come ho già ricordato, ha precise e gravi conseguenze. Il reddito non è più percepito per il lavoro prestato, ma per il consumo da effettuare. Chi compie lavori inutili, chi non lavora, o lavora poco, è posto, in certa misura, sullo stesso piano di chi lavora o lavora molto.
    L’uomo viene disincentivato, scoraggiato… L’importante è che consumi, quali che siano gli oggetti consumati. Abbiamo in tal maniera una immagine negativa dell’uomo: non più l’uomo persona che è in grado di autodeterminarsi, ma l’uomo robot che compie scelte che altri hanno già deciso diverso tempo prima di lui, o, meglio, sostituendosi a lui… L’uomo è una macchina di consumo. Si diffondono costumi di vita sempre meno controllati, Il permissivismo si estende gradualmente all’intera società. E con il permissivismo non possono essere più controllati gli istinti deteriori dell’uomo”.
    (La Dottrina Sociale della Chiesa, Sanpaolo, 2003, estratti da pag. 23 e seguenti)

    Sul punto, in alternativa a tale status quo, Zampetti proponeva un’idea organica, un sistema completo da lui elaborato, la “società partecipativa” secondo Dottrina sociale:

    https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/i-maestri-2/pier-luigi-zampetti/

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Scusate, mi e’ saltato il seguito. Volevo dire che, in questa staffetta, sbaglia cert il figlio a rifiutare il “testimone”, ma sbaglia anche il padre a non accettare che il figlio faccia la propria corsa, con il proprio “stile”. Penso che una certa conflittualita sia accettabile.. Naturalmente e’ poi fondamentale il fatto (il privilegio) di fare questo tragitto terreno nella Chiesa.

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    J.Wassermann: “il figlio vede nel padre l’ ultimo della discendenza che origina da colui che vide in volto Dio; il padre vede nel figlio il primo (possibile!) di quella futura discendenza, di cui l’ ultimo vedra’ in volto Dio..”

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Una cosa che mi colpisce della società attuale è che il “sogno” di tante giovani ragazze è di NON avere figli. Come odiassero ciò che sono intimamente.
    Naturalmente non è colpa loro, ma dei maestri perversi della sinistra.
    Il problema più grande è che la Chiesa (molti Pastori), l’unico vero baluardo contro il secolarismo, si è adeguata.
    La Chiesa non parla più di SALVEZZA delle anime e perciò il Papa può dire quello che vuole, ma si comporta come una ONG. Anzi, come una ONG laicista.
    La giustizia sociale proposta dalla Chiesa e le opere di solidarietà della Chiesa fino ad oggi sono sempre stato frutto di CONVERSIONE.
    Non nascono a tavolino, come il marxismo, ma dalla GRAZIA.
    Oggi non si parla più di salvezza, di anima, di grazia e non si spingono più i ragazzi che hanno fatto la Prima Comunione alla pratica dei PRIMI 9 VENERDI’ DEL MESE!
    Quando i Vescovi cominciano dal sociale e non dalle anime perché si credono più buoni di Dio… siamo messi male.

    • Adalgisa ha detto:

      Già 40 anni fa si insegnava alle giovani donne a desiderare la carriera e a rifiutare il compito riproduttivo. Chi non era ricco , ma metteva lo stesso al mondo figli, veniva deriso dalle colleghe di sinistra, ma con mariti dirigenti d’impresa, che consigliavano con una mielosa compassione di assumere delle governanti a tempo pieno per poter avere il modo di lavorare senza disturbare le colleghe con qualche richiesta peraltro prevista dalle leggi a tutela della maternità.

      • Bianca ha detto:

        Una collega andò in vacanza in un arcipelago dell’Oceano indiano. Il commento delle colleghe fu : lei si che è intelligente perché non mette al mondo figli, ma si fa delle belle vacanze !

  • Iginio ha detto:

    Scusate, ma devo sfogarmi: anche i cavalieri di Malta si sono messi a fare pranzi in chiesa!
    http://www.orderofmalta.int/it/2019/12/14/pranzo-natale-basilica-santi-bonifacio-alessio-400-ospiti-bisognosi/
    Tosatti, la prego, dica qualcosa! Non se ne può più di questi scimmiottatori!

    • Zuzzerellone ha detto:

      Ma i cavalieri di Malta hanno coperto il pavimento con teli in plastica per non danneggiarlo. Meritano il nostro plauso.

    • Grog ha detto:

      Ormai se non trasformi le chiese in trattorie non sei più a la page nella chiesa bergogliona…

  • Diana ha detto:

    Sessanta anni fa in Ohio San Giuseppe apparve ad una suora, una mistica, parlandole di paternità, di autorità, di obbedienza. Il cielo ci previene sempre.
    http://m.ncregister.com/blog/joseph-pronechen/st.-joseph-appeared-in-the-united-states

    • Bastian contrario ha detto:

      Sicuri che non si trattasse di una qualche apparizione diabolica ? Quando mai si è parlato di san Giuseppe libero dal peccato originale ?

      • Diana ha detto:

        Non le ha detto di essere stato concepito senza peccato, ma che in considerazione dei futuri meriti di Cristo, è stato purificato dal peccato originale (come un battezzato) e “confermato in grazia”. Quest’ultima è una grazia che Dio ha concesso anche ad altri, come la beata Elisabetta Canori Mora.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Oggi è la festa della Santa Famiglia e nella Messa vespertina di ieri mi sarei aspettato che si parlasse di FAMIGLIA.
    Anche perché la famiglia sta vivendo la più grande crisi da 2000 anni a questa parte.
    E invece il sacerdote, famoso per la sua preparazione biblica e per i suoi modi gentili e “misericordiosi”, ha parlato SOLO di migranti, concludendo che chi fa scelte sbagliate (votare Lega o FdI, naturalmente) sarà sottoposto a un duro giudizio.
    Ma chi vota per i partiti che favoriscono il gender, l’aborto e la distruzione della famiglia?
    E’ ovvio che la politica dei porti aperti indiscriminatamente è un’idiozia e che solo degli… ingenui ci possono credere davvero. Ma potrei arrivare a dire che la cosa non mi preoccuperebbe più di tanto se la Chiesa e il governo favorissero il senso di identità del nostro popolo, la FEDE e la FAMIGLIA.
    Senza fede e senza famiglia, non saranno gli altri a diventare italiani o, se non vogliono, a d adeguarsi, ma saremo noi ad essere siimilati.
    Questo il piano della massoneria.
    Ma confido (ne sono certo) nella realizzazione del terzo segreto di Fatima…

    • Ateo Devoto ha detto:

      E disertare le messe dei parroci dichiaratamente immigrazionisti, terzomondisti e partigiani ?
      Devo dire la verità che quando accompagno mia moglie in Chiesa, ho sempre sentito omelie del tutto ineceppibili; ma se un giorno dovessi sentire un prete sgarrare; abbandonerei immediatamente la Funzione in segno di protesta.
      Saluti.

      • Milli ha detto:

        Sono d’accordo, ma non tanto per protesta ma per non uscire da Chiesa più arrabbiata di quando sono entrata. Vado a Messa per incontrare Gesù, non per parlare di politica.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    La RIVOLUZIONE luterana (altro che “riforma”) portata alle estreme conseguenze.
    Un tentativo di disintegrare la famiglia e di scardinare un “meccanismo” fondamentale per la trasmissione della FEDE.
    Si vuole che la prossima generazione non solo rifiuti la fede della Chiesa, ma perfino i bei ricordi legati ad essa, come il giorno della Prima Comunione o il Natale in famiglia.
    Il progetto di Dio parte dalla famiglia.
    La cosa triste è che anche gran parte dei Pastori collabora a questo progetto. Vi collaborano, naturalmente, non attivamente, ma appoggiando i vari Saviano, il PD, il governo, ecc.
    Un governo LIBERISTA dal “volto umano” che vorrebbe togliere perfino le pensioni di reversibilità condannando le casalinghe alla povertà.
    Anche attraverso la povertà delle famiglie si colpisce la famiglia…

    • Ateo Devoto ha detto:

      Perché non cominciare con il disertare le messe di questi falsi preti e cercarsi qualche sacerdote che ancora rifiuta questa vergognosa comnistione tra Fede e poLLitica ?