SUPER EX ILLUSTRA IL PRESEPE BOLOGNESE: ZUPPI, SANTORI E….

28 Dicembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Super Ex (Ex di Avvenire, prima che si trasformasse nella Pravdina vescovile, Ex di Movimento per la Vita e di altre avventure, ma non Ex cattolico) ci ha mandato una lunga didascalia della fotografia che mostra il cardinale di Bologna in quota Sant’Egidio, Matteo Zuppi stringendo la mano a Mattia Santori, la Sardina primigenia. Super Ex però attira la nostra attenzione su un altro personaggio del Presepe bolognese…leggete!.

 

Bisogna riguardarla bene quella foto perché dice tutto su tante cose: 1) sul rapporto perverso tra la chiesa di Bergoglio-Zuppi e la politica; 2) sul rapporto della chiesa di Bergoglio-Zuppi e la bioetica; 3) sulla presunta chiesa dei poveri di Bergoglio-Zuppi, che è in verità chiesa del potere e della mondanità.

Vediamo il 1 punto: un cardinale, che è stato acclamato alla sua elezione dai vertici del Pd, poco prima delle elezioni politiche si fa fotografare al fianco del leader delle sardine, Mattia Santori, e di tale Benito Fusco, servita, che nei suoi post su Facebook esprime a più riprese il suo amore per la sinistra e le sardine. Che sintonia, che corrispondenza d’amorosi sensi! Del tutto analoga alla corrente di simpatia che scorreva tra monsignor Paglia, amico di Zuppi e come lui membro di spicco di sant’Egidio, e Matteo Renzi o Marco Pannella.

Andiamo al punto 2: come noto Bergoglio ha posto monsignor Paglia a capo della Pontificia Accademia della Vita e dell’Istituto Giovanni Paolo II, “regni”, per così dire, della bioetica di Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Carlo Caffarra. Paglia ha ricevuto dal suo promotore un compito sporco: liquidare l’insegnamento di cotanti personaggi ed epurare coloro che lo portavano avanti, da monsignor Melina in giù. Per questo, e per alcuni scandali che lo riguardano, si è giocato la berretta cardinalizia, che è andata però al suo compare, sempre di sant’Egidio, Matteo Maria Zuppi.

Così Sant’Egidio-Paglia ha fatto piazza pulita del magistero dei papi e di Caffarra, mentre Sant’Egidio-Zuppi ne ha ereditato la diocesi, radendo al suolo, anche in loco, l’insegnamento del predecessore.

Veniamo al punto 3: consegnare Bologna a Zuppi è stata un’ ottima scelta, dal punto di vista dei demolitori, non solo per il significato storico che assume (Zuppi è il rottamatore di Biffi e Caffarra), ma anche per il bottino che comporta: grazie all’eredità Faac la diocesi di Bologna è sicuramente una delle più ricche, se non la più ricca al mondo. E guarda caso la diocesi più ricca è finita a Sant’Egidio, ad un amico di Paglia, del PD, e dei poveri… Il cerchio si chiude, perché Zuppi è il perfetto emblema, dunque, della chiesa politicizzata e mondana di oggi. Che si fa bella con i pranzi in chiesa, “per i poveri”, a cui partecipano, a parte qualche barbone utile per lo spettacolo autocelebrativo, persone dello spettacolo, della politica, dell’arte… che poveri certo non sono.

Ma vediamo di mettere a fuoco ancora meglio la questione, identificando uno dei personaggi della foto, il già citato Benito Fusco. Si è detto che è oggi un fan delle sardine; aggiungiamo che sulla sua pagina Facebook la politica, e in particolare l’avversione a Salvini, occupa molto ma molto più spazio dei temi religiosi, del tutto secondari e strumentali. Benché egli sia un religioso, nello specifico un servita.

Fusco è stato però, anzitutto, un militante di Lotta continua, protagonista del movimento del 1977, poi assessore Psi a Casalecchio di Reno: ha la politica, molto più della religione, nel sangue.

Alcuni anni addietro, in epoca Caffarra, entrò in scontro con la curia di Bologna per aver firmato un appello a favore del padre di Eluana Englaro. Esplicitamente favorevole all’eutanasia, alla “libera scelta”, Fusco è anche noto per essere “da sempre vicino ai gay cattolici e all’area dissidente della Chiesa” , del tutto aperto anche all’aborto e al divorzio (per questo è un fan di Amoris laetitia).

Se sino a pochi anni orsono queste posizioni erano riconosciute per ciò che sono, cioè posizioni incompatibili con la fede cattolica, oggi, con Bergoglio Zuppi, Fusco è in auge, come Santori; come quell’altro sacerdote, Eugenio Melandri – sospeso “a divinis” dopo la candidatura e l’elezione al Parlamento Europeo per Democrazia Proletaria nel 1989 (poi al Parlamento italiano per Rifondazione Comunista) – ed elogiato qualche mese fa da Bergoglio, dopo essere stato incardinato nella diocesi di Bologna da Zuppi, dopo 30 anni di vita politica!

Il 29 ottobre, sulla sua pagina Facebook, Benito Fusco salutava così don Melandri, appena defunto: “grazie, Eugenio..”; il 12 dicembre, padre Fusco, scriveva: “papa Francesco è molto più solo di quanto noi pensiamo … per una bella fetta della curia romana, dall’Opus Dei a CL ai vescovi vari, questo papa fa solo danni alla chiesa …è in atto la congiura di poteri forti, fuori e dentro la chiesa, che vuole bloccare l’opera di questo vescovo di Roma che cerca con sincerità e coraggio, con grande cura e disponibilità pastorale, di riagganciare questo vecchio carrozzone cattolico al Vangelo di Gesù … tocca a noi, a ciascuno/a di noi, difenderlo e sostenerlo contro la congiura di banchieri, di pedofili, di prelati e di porporati che vogliono soffocare ogni soffio di rinnovamento e pervertire il ministero in potere, il servizio in dominio, la sobrietà in sfarzo, la gratuità in profitto .. dico queste cose perché conosciamo le vipere vaticane e le serpi striscianti di politici cortigiani e squallidi, e di molte istituzioni cattoliche che vivono una vita sdraiata con una fede accomodata ..:”. Qualche giorno dopo, il 13 dicembre, gongolante, postava un articolo intitolato: “Papa Francesco, Maria è una vera discepola di Gesù, non una corredentrice”, con un commento, come sempre dolce e delicato, degno della chiesa della “misericordia” bergogliana: “Una triste notizia per quei ‘madonnari’ che oscurano Gesù”.

L’8 dicembre, festa dell’Immacolata, aveva invece postato non un’immagine della Vergine, ma una foto di una manifestazione femminista “contro la violenza patriarcale”, condotta da donne con le mani a pugno chiuso o a forma di vagina…

Il 17 dicembre: “mentre compie gli anni, Francesco regala due cose nuove: la Chiesa chiede “attenzione pastorale” a unioni omosessuali, di più: lo studio della Pontificia Commissione biblica dice: “La relazione erotica omo non va condannata” … Buon compleanno, Francesco..!”.

Ecco chi è Benito Fusco, il servita pro eutanasia/unioni gay ecc., che si fa fotografare in abiti borghesi con il pugno chiuso, oppure a fianco di Mattia Santori e del cardinal Zuppi…

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

71 commenti

  • Gene ha detto:

    Ma perché meravigliarsi 😥😥😥, la Chiesa di Bergoglio ci porterà a livelli di eresia e di apostasia allucinanti.
    Chiediamoci perché tutto questo, perché tutto questo darsi da fare nel distruggere gli altri pontificati…
    Piuttosto facciamo in modo di contrastare questo modus operandi, e sollecitiamo l’intervento dello Spirito Santo e dei santi che ci proteggono..
    Bergoglio è questo e ainoi durerà per tanto tempo. Auguri di buon 2020 a lei dott. Tosatti e facciamo in modo di tutelare Stilum Curiae.. 🌲🌲🌲

  • Alex ha detto:

    Buon Natale a tutti gli amici e non di SC.
    Intervengo per testimoniare che don Benito Fusco io l’ho conosciuto personalmente e purtroppo tutto quel che dice super-ex è vero, ma d’altra parte, amici miei, siamo a Bologna! Sede della famiglia dossettiana e della famigerata “scuola di Bologna” da cui sembra che anche il potentissimo card. Tagle provenga. Insomma, qui i veri “poteri forti” si sono dati appuntamento e quindi non stupisce che ci sia un prete come don Benito!
    Posso dire solo che è una persona che ha un gran bisogno di preghiere , poiché si avvicinò alla Chiesa dopo la strage del liceo Salvemini proprio a Casalecchio e proprio quando lui era al Comune. Questa cosa sicuramente lo segnò ma mi viene anche da pensare che, se da una parte lo aveva riavvicinato alla Chiesa, dall’altra lo ha messo nella condizione di portare l’uomo vecchio di lotta continua dentro.
    Ma così facendo abbiamo un uomo lacerato nel suo animo tra ciò che ha sempre creduto e ciò che invece dovrebbe essere, cioè un fedele ministro del Signore e del suo Vangelo. Ma già Gesù ci avvisa nel suo Vangelo che la toppa nuova sul vestito vecchio o il vino nuovo in otri vecchi fanno danni peggiori! E lui ne è un esempio, purtroppo.
    Per quanto riguarda il suo sacerdozio, lui fa parte dei servi di Maria e quindi bisogna vedere se l’ordinario della diocesi (il vescovo) aveva voce in capitolo o se, in quanto incardinato in un ordine religioso, questi non avesse voce in capitolo sulla sua ordinazione. Sempre su questo posso testimoniare che i servi di Maria a Bologna stanno morendo più un fretta di altri ordini come presenza, un po’ quel che è successo alle Chiese del nord Europa che una volta mollato il Sommo Bene per un po’ di gloria del mondo si ritrovano senza e l’uno e l’altra.
    Vieni presto Signore!
    Ancora Buon Natale al dottor Tosatti e a tutti i lettori di SC

  • Carla ha detto:

    …in quella foto ci sarebbe stato bene anche padre Zanotelli…
    Forse era impegnato con altre sardine…

  • Pensierominimo ha detto:

    Confesso che finito di leggere questo articolo, per riprendermi ho dovuto fare un respiro profondo. Questo emerito gran signor fusco chi lo conosceva? (Per curiosità, nella foto è quello a destra o il barbuto?) Ci lamentiamo che tutto il peggio succede dopo Bergoglio, ma ragazzi, quello è diventato prete nel ’98. Ma scherziamo? Prete un soggetto del genere? Chi ha permesso e controllato questa consacrazione? Che razza di gente è quella che lo ha ritenuto idoneo? Non ho parole, sono in uno stato di prostrazione tale da pensare che fra poco il cielo cadrà sulla terra. È troppo stravolto il mondo e così deformata questa Chiesa da apparire più che altro l’anticamera dell’inferno. Sono pessimi tutti, quelli che guidano il carrozzone; e non da adesso. E anche se lo sapevamo che la barca faceva acqua da tutte le parti, scovarne i particolari fa un gran male. Sul serio. Che idiota sono: un feudo non si conquista dall’oggi al domani, ci vuole del tempo, e questi delinquenti il tempo lo hanno avuto, quel tanto che è bastato per creare il mostro che abbiano di fronte. D’altronde, quando si arriva nell’orrendo tempio dedicato al povero P.Pio, non è forse l’immenso drago che colpisce immediatamente la vista? Ce lo stanno dicendo in tutte le salse di che razza dannata sono questi impostori. E noi ancora non riusciamo ad averne perfetta contezza. Che il Signore ci apra gli occhi e la Santa Vergine ci sostenga.

  • Maria Grazia ha detto:

    Sbaglio o nella foto “di gruppo”, a completare il quadro, c’è anche Don Mazzi?
    Un proverbio dice che “chi si assomiglia si piglia” effettivamente la presenza di Don Mazzi dà maggiore solidità all’incontro.
    In data 5 dicembre scorso Don Mazzi aveva rilasciato un’intervista al settimanale “Oggi” in cui, fra l’altro, dichiarava che il matrimonio dei Sacerdoti non sarebbe un problema per la Chiesa ma che il vero problema era solo il Card. Ruini in quanto si è opposto a detta possibilità. In tale circostanza, inoltre, aveva asserito di preferire Giuda Iscariota a Pietro in quanto perdente.
    Davanti alle asserzioni di Don Mazzi, mi chiedo cosa abbiano potuto capire del Cattolicesimo i giovani che gli sono stati affidati all’interno della Comunità “Exodus”.

    • Davide ha detto:

      Io mi domando cosa abbia compreso del Cattolicesimo Don Mazzi…. sicuramente molto meno di quanto posso averne compreso io.

    • Gabriele ha detto:

      Non è don Mazzi, è Fusco. Povero don Mazzi, lo avete messo in brutta compagnia, chissà perché Tosatti non ha corretto questi comenti. Don Mazzi soffre di protagonismo ma è un buon uomo,
      non mi risulta che si sia mai immischiato in politica.

  • Iginio ha detto:

    Beh, Paglia è notoriamente arrivista (anni fa tentò persino la carriera accademica come storiografo), mentre Zuppi è stato più defilato in periferia. Non li assimilerei l’uno all’altro.
    Il punto invece è:
    1. qualcuno dovrebbe spiegare a Zuppi che l’interesse dei poveri non si fa adulando il Pd, Veltroni e compagnia bella;
    2. siamo reduci da anni in cui si tuonava contro i cosiddetti atei devoti che avrebbero strumentalizzato la religione. Non capisco perché, se questa cosa la fanno invece gli atei di sinistra, allora va bene. C’è chiaramente un problema che va oltre l’ingenuità di alcuni comunistelli di sagrestia o la faziosità dei reduci degli anni ’70. C’è un problema di formazione culturale e di onestà intellettuale.

  • Addolorata ha detto:

    Questo personaggio che indossa la porpora al merito bergogliano, accreditato nel novero dell’orrenda congrega che porta il nome di Sant’Egidio, oltre ad una generica ed untuosa bonomìa romanesca non ha nulla da offrire alla povera diocesi felsinea. Il vuoto spinto ad ogni omelia. Non ha nulla di cattolico costui: d’altra parte la nomina, e’ noto, fu assai gradita in area prodiana e tra i cosiddetti cattolici “adulti”. Io invece, guarda caso, orgogliosamente mi fregio di stare tra i cattolici bambini. Non stanchiamoci di pregare!

  • Monica ha detto:

    “Don Chichì, un bel giorno, era scomparso, e don Camillo aveva avvertito del fatto la Curia, ma gli avevano risposto che lo sapevano e, perciò, non si preoccupasse. ” (Guareschi)
    Aspettiamo quel giorno per ogni Chichì.

  • Milly ha detto:

    Non ho parole!…sempre più giù, giù, giù, fino agli ultimi piani del “girone”.

  • La carita' non avra' mai fine ha detto:

    Storia di un santo e della chiesa sua contemporanea

    http://www.donorione.org/Public/ContentPage/content.asp?hdnIdContent=4066

  • Giulio Di Nardo ha detto:

    Cari amici di STILUM CURIAE questa è la chiesa in uscita. Uscita dalla dottrina cattolica. Ormai non ci sono più freni e regole . Tutti possono dire di tutto e di più. Solo chi riafferma la vera dottrina cattolica tramandata dai martiri e dai santi è considerato RIGIDO. Bisogna aprirsi al nuovo tipo la POCHAMAMA. Guai a chi si oppone al verbo bergogliano: viene isolato e privato della parola e di mezzi. In Argentina da superiore dei gesuiti e da cardinale ha fatto terra bruciata contro chi aveva idee diverse dalle sue. Un vero “caudillo”. Aveva ragione quel santo che disse: ” alcuni papi Dio li dona, altri li tollera e altri li infligge”.

  • Fabrizio Giudici ha detto:

    Alcuni anni addietro, in epoca Caffarra, entrò in scontro con la curia di Bologna per aver firmato un appello a favore del padre di Eluana Englaro. Esplicitamente favorevole all’eutanasia, alla “libera scelta”, Fusco è anche noto per essere “da sempre vicino ai gay cattolici e all’area dissidente della Chiesa” , del tutto aperto anche all’aborto e al divorzio (per questo è un fan di Amoris laetitia).

    Se sino a pochi anni orsono queste posizioni erano riconosciute per ciò che sono, cioè posizioni incompatibili con la fede cattolica…

    Con tutto l’affetto per Caffarra, però questa cosa va detta. “Riconosciute incompatibili”? Ma il tizio è stato mai cacciato? Messo in condizione di non fare danni? Non mi risulta, o sbaglio?

    Non è ovviamente solo un problema di Caffarra: vale anche per altri “pezzi grossi” conservatori, come Siri (vedasi Don Gallo). A livello globale, vale per GPII e BXVI.

    Oggi paghiamo il mancato coraggio di fare pulizia e questa omissione – grave – è stata una mancanza di misericordia per le pecorelle del gregge che nell’ovile volevano rimanerci.

    • Rafael Brotero ha detto:

      Se c’è qualcosa di positivo nella catastrofe bergogliana è proprio questo: la pusillanimità post conciliare non è più possibile. O la fede rinasce nella sua purezza o è la morte della Chiesa.

      • Davide ha detto:

        Lo penso anxhe io….o la Chiesa rinasce nel suo Splendore o muore.
        E da acerrimo anticlericale spero sinceramente nella prima iootesi elencata…. perché credetemi lo schifo di questi tempi è decisamente più forte delle mie profonde convinziomi ateistiche.

        • Lucia ha detto:

          Signor Davide temo che invece la chiesa morira perche Gesu mori e quindi anche essa deve seguire lo stesso Calvario.Pero ha ragione E una PENA immensa vedere un ‘ istituzione millenaria precipitare nel baratro.Mai avrei pensato ad una simile fine .Anni fa seguivo assiduamente le catechesi di Padre Livio e lui parlava dell ‘ Apocalisse che sarebbe stata preceduta dalla persecuzione terribile dell ‘ anticristo ma non mi sembrava che parlasse di uno sfracelo interno alla Chiesa .C ‘ e voluto il dispiegarsi degli eventi per capirlo ed accettarlo , si fa per dire .Buon Anno

    • Luigi ha detto:

      Fabrizio, hai colto il nocciolo del problema. Tutti hanno tollerato le varie metastasi che crescevano giorno dopo giorno in seno alla Chiesa. San Giovanni Paolo II uno su tutti. Hanno commesso un errore gravissimo, pensare che la Chiesa fosse come il parlamento dove coesistono destra e sinistra, liberali e conservatori e dove bastava dare il contentino a destra e manca (vescovati e cardinalati in primis) e qualche “lavata di capo” ai più esagitati per illudersi di risolvere il problema. Ma la Chiesa non è questo! O segui il Vangelo o segui un vangelo mondanizzato e politicizzato. Adesso la metastasi è dappertutto e ha raggiunto le leve del potere ecclesiale. Per dirla con don Ariel, siamo in caduta libera senza paracadute..

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      @Fabrizio

      è quello che mi chiedo anch’io. Qui il Padre Ariel sulle omissioni di Biffi
      https://isoladipatmos.com/giacomo-biffi-ha-perduto-il-treno/

      e che dire dei vescovi tedeschi?… Boh. si vede che non è tutto così semplice come parrebbe. E che un un uomo solo non può, o non riesce, a far pulito, se non di tutto, almeno del più grosso. O no?…

    • Lucia ha detto:

      Signor Fabrizio Giudici , io penso che San Giovanni Paolo 2 fosse piu un mistico che un governante e soprattutto i primi 10 anni del suo pontificato sono stati per lui una battaglia continua contro il comunismo e il rischio di una guerra nucleare , poi e stato impegnato nel ricostruire la Chiesa nell ‘ est Europa .E possibile quindi che certi soggetti ne abbiano approfittato per i loro intrallazzi e per diffondere all ‘ interno della chiesa le istanze omosessualiste e in realta anche abortiste senza che egli se ne rendesse conto , anche perche da cio che ho letto in giro se di qualcuno circolavano voci di certe preferenze sessuali lui pensava che fossero calunnie perche nella Polonia comunista era una cosa usuale screditare in questo modo un prete indigesto al potere .E probabilmente i soggetti alla mccarrick hanno usato anche questo pensiero del Papa per continuare i loro giochetti come ovviamente hanno usato la malattia del Papa .Temo che se ne siano fatte di risate alle spalle del Papa .Per quanto riguarda Papa Benedetto io credo che quando egli sia diventato Papa fosse TROPPO TARDI per cambiare a rotta .E poi lui era tedesco , gia era considerato un panzer figuriamoci se avesse detto o fatto qualcosa di piu come gli si sarebbero rivoltati ancora di piu e i suoi nemici avevano dalla loro i media .Poi secondo me egli deve aver letto tutte le profezie e capito che per questa crisi epocale l ‘ unica cosa da fare e pregare e aspettare che passi ….la nottata che credo sia anche il pensiero dei cardinali Mueller , Sarah e Caffarra , altrimenti credo avrebbero fatto qualcosa di piu per correggere il tiro di questo pontificato che ha esaltato i vari galantino , zuppi , martin e questo fusco di cui non sapevo neanche l ‘ esistenza .Sinceramente pero spero che il Cielo si sbrighi perche di …..
      zuppi di sardine e di relative tavolate con pachamame non ne posso piu !!! Buon Anno

  • deutero.amedeo ha detto:

    Oggi la liturgia ricorda la cosiddetta strage degli innocenti, i primi martiri silenziosi dell’era cristiana. Nella sua crudeltà e ferocia questa assurda strage rappresenta il primo inutile tentativo umano di mettere per sempre a tacere il Verbo incarnato prima ancora che iniziasse a parlare. Ma mentre i piccoli martiri sono in gloria, colui che ne ha ordinato l’uccisione e coloro che l’hanno brutalmente eseguita sono nella pena eterna. Ci pensino bene quelli che ancora oggi tentano di far tacere Gesù massacrando milioni di suoi innocenti e silenziosi fratelli cristiani in nome di non si quale umana ” civiltà “.

    • deutero.amedeo ha detto:

      E/c : non si sa quale.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Penso che la mia ultima frase andrebbe completata così: in nome di non si sa bene che cosa, di quale “civiltà ” e di quale “religione”.
      Un cattolico augurio di “buon pranzo ” a tutti……. anche se non sono al finestrone da cui parla il Santo (?) Padre.

      • Maria Grazia ha detto:

        @DEUTERO. AMEDEO – Contraccambio l’augurio di “buon pranzo” e….. pazienza se non è riuscito a farlo dal “finestrone”, me ne farò una ragione anche perchè i pranzi beneauguranti dal “quel” finestrone normalmente mi risultano……. indigesti!!!

  • Viva Anguera ha detto:

    Per MARIO e CARLONE; ZANCHETTA e GALANTINO; PAGLIA, CARBALLO e PADREPASQUALE;
    e per tutti quelli che negano l’evidenza in quanto ignari, ottusi, allocchi, succubi, collusi o leccapiedi.
    Una dedica speciale per il SOMMO ILLUSO e i suoi MISEREVOLI PASDARAN,
    in particolare quelli che – lautamente stipendiati – operano presso la CIVC-SVA.
    https://cronicasdepapafrancisco.files.wordpress.com/2019/09/08-bergoglio-ombra-2.jpg
    http://www.congregazionevitaconsacrata.va/content/vitaconsacrata/it/congregazione/organigramma.html

    DAI MESSAGGI MARIANI di ANGUERA:
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/
    https://gloria.tv/video/s6UVTaQQhfGY3Du7ixyPKvpPc
    «Allontanatevi dalle novità che gli uomini vi presentano. Amate e difendete la verità. Siate coraggiosi. Non vi dimenticate: a chi molto fu dato, molto sarà chiesto» (Messaggio, Notte di Natale 2019).

    E’ un invito pacato e deciso ad assumersi le proprie responsabilità, per la salvaguardia della fede propria e altrui, nei confronti di quei poveri illusi che pretendono rivoluzionare la Chiesa intera.
    Vergine Santa, Corredentrice e Mediatrice, non ci abbandonare!

  • Alessandro ds ha detto:

    Ma state leggendo gli articoli sui giornali del caso che mcCarrick avrebbe “pagato Papa Benedetto e Papa Giovanni Paolo per farli stare zitti sulle sue accuse di pedofilia?”
    Ma avete visto a che livello di schifo stanno arrivando?
    I 2 vecchi papa sono dei corrotti e complici di pedofili, che per pochi euro si sono venduti; mentre Bergoglio è l’unico che ha fatto giustizia….
    Ma questi con la testa non ci stanno più; questi vogliono far credere che Benedetto e Giovanni Paolo, per pochi spicci spalmati in 20 anni si sono lascisti corrompere e dono diventati complici di pedofili.
    È una cosa gravissima. Questo giornale va denunciato.
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/12/27/pedofilia-linchiesta-del-washington-post-soldi-dal-cardinale-a-giovanni-paolo-ii-e-benedetto-xvi-in-cambio-del-silenzio/5640050/

    • Angelo cattivo ha detto:

      Moralismo. Caccia alle streghe. Tra l altro ridicolo. Il muro di Berlino e’ crollato grazie ai soldi dei legionari di Cristo 🤣

    • Anonimo verace ha detto:

      La sintesi fatta dal fatto quotidiano rispetto all’articolo del W.P. è limitata. Per capire quanto viene detto dal quotidiano americano sarebbe bene leggere l’intero articolo. STAMANE questo aggeggio infernale me l’ha proposto e tradotto. Ma era così lungo che non sono riuscito a leggerlo tutto. La mia sintesi è che Mc Carrick facesse laute offerte a tutti coloro che occupavano posti tali da potergli procurare qualche problema.

      • anonimo verace ha detto:

        L’articolo del W.P. non era un articolo di fantasia : era il resoconto della lettura di un estratto conto bancario della diocesi di cui Mc Carrick era cardinale , estratto conto che era gestito da lui personalmente e che era rimasto nella sua disponibilità anche dopo il suo pensionamento.
        Non si può accusare il quotidiano di voler perseguitare la Chiesa, nè si può accusarlo di faciloneria. La ricerca della fonti è in America una cosa seria : fosse così anche in Europa o in Italia ! Staremmo tutti meglio se vivessimo in un clima di verità.

    • Davide ha detto:

      Se ben ricordo fu Benedetto XVI a destituire McCarrick a causa della pedofilia e poi reintegrato da Bergoglio quando divenne Papa.
      Solo nell’estate del 2018 Bergoglio fu costretto a far destituire nuovamente McCarrick a causa dei vari rumors.
      Pur non avendo mai avuto nessuna simpatia per Wojtilia, riflettendoci bene, credo che sia la classica fake new allo scopo di screditare i vecchi pontefici ed, al contempo, esaltare la figura di Bergoglio.
      Alla fine la fonte, il Washington Post, è quantomeno sospetta

      • anonimo verace ha detto:

        Dici bene. Ratzinger lo aveva condannato all’isolamento e alla preghiera. Con Bergoglio è diventato , per così dire, ambasciatore del papa in tutto il mondo, anche se per l’età avrebbe dovuto essere in pensione . Ovvero Bergoglio avrebbe cancellato la (lieve ) condanna di Ratzinger. Per poi ridurlo alla stato laicale dopo lo scoppio dello scandalo americano.
        Voglio aggiungere che l’unico non nominato nell’articolo del Washington Post è proprio il Nunzio Apostolico Viganò.
        Che si fosse comportato come quella maestra che rimandò indietro ad una mamma il gentile omaggio che questa le aveva inviato per il brillante risultato della sua piccola ?

  • Angelo ex Bergoglione Cattivo ha detto:

    Parzialmente OT

    Stavo ripensando al nemico dei tempi ultimi: l’anticristo, qualunque cosa significhi.

    Molti scrittori e pensatori non lo vedono come un Hitler o un pedofilo, serial killer ecc. ma come un falso Gesu’ Cristo. Io stesso nel duomo di Orvieto, dinnanzi al più antico ritratto di questa figura l ho confuso con Cristo. Quel dipinto-che io sappia- si chiama LA LEGGENDA DELL’ANTICRISTO.
    Non so’ quale valore teologico o dottrinale dargli.

    Ma pensavo….🤔 Che siamo tutti peccatori E’ SICURO! La differenza e’ su chi e’ stato scoperto e chi no.
    Ora, IL MORALISMO, non e’ una categoria di quell’ anticristo?
    Chi siamo noi o l’anticristo per bollare come peccatori perduti i nostri fratelli . Fossimo 2000 anni fa diremmo: beh San Paolo parla così ma non alzo’ un dito, anzi era daccordo, sulla lapidazione di santo Stefano! La Maddalena poi! Quella che vide il risorto! E’ santa quella? Fece la prostituta o si vocifera avesse 7 demoni. Gesu’ fu seguito non dai dottori della legge, puri nei loro rituali autoreferenziali, nel loro tempio fatto da MANO UMANA
    ……ma lebbrosi, peccatori, indemoniati, adulteri, bestemmiatori, centurioni pagani non ebrei

    …..che si convertirono.

    Ora tutta questa gente non potrebbe più aprire bocca. Visto che nella biografia di Bergoglio non sono uscite macroscopiche debolezze lui ha potuto fare pulizia moralistica?

    Ma l’anticristo e’ altro!
    L’anticristo appare senza macchia ma cambia il messaggio della salvezza.

    Dovremmo, soprattutto noi anonimi, farci un pensiero prima di far nomi e cognomi di nostri fratelli. Più si invecchia, più non ci si stupisce e più si capisce che ci salva la misericordia di Dio…
    Certo bisogna stabilire qual’e’ …..ma a questo ci pensera’ Dio. Il resto DEVE COMPIERSI.

    • Andrea ha detto:

      Siamo tutti peccatori. La differenza è fra chi riconosce il peccato e se cade si pente e chi invece non lo riconosce e predica il male come bene. Chiunque agisce in quest’ultimo modo è un antiCristo. Ma nonostante ciò, spesso anche questi mantengono una, seppur flebile, fiammella di Dio. L’antiCristo degli ultimi tempi è una figura totalmente asservita a satana, senza minima luce divina. Il diavolo incarnato si potrebbe dire, ma travestito da salvatore non da carnefice.

      • Angelo Cattivo ha detto:

        Discorso difficile, per me. Ok che parliamo di cose ultime, dimenticate. Passi che per molti son leggenda. Ad esempio il famoso katecon di 2 TS, nei commenti della Bibbia di Gerusalemme e in tanti commenti si dice: i tessalonicesi sapevano a chi o che cosa si riferiva, a noi non e’ giunto.

        Mi lascia perplesso il suo ragionamento e quindi “i tipi alla Bergoglio” sarebbero dei precursori?
        Mentre l’anticristo sarebbe manifesto, mi verrebbe da dire senza dubia?

        L’ unica cosa positiva, io penso, e’ che la salvezza viene dal Signore, sullo scatenarsi ultimo del male (CCC). Per cui e’ difficile? sbagliare. Si puo’ soffrire ecc. ma non sara’ una crociata o un rogo, cioè un opera umana, a salvare l umanita’ e la chiesa.

        • Andrea ha detto:

          Certamente sará Dio a salvare la Chiesa. Il compito dell’uomo è quello di cercare con umiltà la volontá divina. Perchè così facendo diventa operaio di Dio. Come avverranno le cose chi può saperlo… Già ora siamo immersi nella confusione e (impressione mia) siamo solo all’inizio dell’apocalisse. Se ci basassimo esclusivamente su calcoli umani chi scommetterebbe sul trionfo di una Chiesa ridotta in questo stato? Eppure sappiamo che vincerá. E anche i nemici, apparentemente molto piü potenti, lo sentono… E sono irritati. Già, noi, riconoscendo la nostra limitatezza e il bisogno d’esser salvati, stiamo lottando con Dio. Perchè l’arma principale del diavolo (forse di sempre ma di sicuro oggi) è la superbia umana.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    ed ecco chi è Bergoglio. Ma si è sempre saputo.
    Anche se, come sta emergendo in questo nostro tempo, si comincia a vedere che i problemi, ovviamente, vengono da molto, molto prima di Bergoglio.

    Comunque, giusto per precisare una questione, dove Melandri dice

    “..tocca a noi, a ciascuno/a di noi, difenderlo e sostenerlo contro la congiura di banchieri, di pedofili…”

    quantomeno su quest’ultima categoria, da parte mia una segnalazione importante a Bergoglio, e non solo a lui, l’avevo fatta, ma non mi ha dato retta:

    https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2017/06/22/supplica-al-papa-santita-non-vada-a-barbiana-lepilogo/

    evidentemente ci sono, nella Chiesa cattolica, grosse difficoltà di comunicazione tra fedeli e pastori….

    • Angelo Cattivo ha detto:

      A proposito di lotta continua. Molti attacchi a don Milani oggi vengono da ex movimentisti. Perche’ non prendiamo il buono da ogni figura? Pure il 68 e’ servito. Dio scrive dritto sulle righe storte. Non conosco il pensiero di don Milani…ma mi pare che ci sian stati importanti scrittori che scrissero su San Giovanni Bosco. Lui stesso li temeva. E dom Orione morto forse di sifilide? E padre Pio, con quel caratteraccio?

      • Angelo Cattivo ha detto:

        Don Orione anzi San Orione morì di sifilide (via con il vento in Vaticano) perché difese padre Pio dalla curia romana. In Realta’ non morì di sifilide ma sui siti orionini c e qualcosa sulle manovre da 007 ordite contro di lui (pare che il barbiere non gli inoculo’ la sifilide ).

      • Pier Luigi Tossani ha detto:

        se il tema degli errori di don Milani ti interessa, tutto è scritto nel testo che ho linkato. Senno’, lascia fare. Discorsi inutili se ne fanno anche troppi.

  • Sulcitano ha detto:

    Fusco, servita di nome Benito, con cuore trafitto da falce e martello, marcia come un sinistro mito,con scarso comprendonio per le vie della città di san Petronio, con pugno chiuso e pensieri ispirati dal demonio.

  • Boanerghes ha detto:

    Poveri servi di Maria, come sono caduti in basso.
    La situazione attuale sta mettendo in mostra quanti eretici di ogni tipo di annidavano nella Chiesa e, favoriti dalle eresie del suo capo, stanno occupando sempre più i posti ecclesiali.
    I loro posti futuri sono già segnati, per essi non vale il detto: rallegratevi perché i vostri nomi sono scritti nei cieli.

  • Cesare Baronio ha detto:

    Sono tutti accomunati dallo stesso odio teologico per la Verità. Ma saranno spazzati via come stoppie, e di costoro non resterà nemmeno il ricordo. Si consoleranno ritrovandosi a condividere per l’eternità le pene dell’inferno.

    • Angelo Cattivo ha detto:

      La Verita’ non sono i peccati dei nostri fratelli. Che poi la dirimente sarebbe tra chi li fa’ di nascosto e chi e’ stato scoperto. La Verita’ e’ Dio Amore. Purtroppo Tosatti (tanto per non far nomi) non mi ha pubblicato un intervento più articolato.
      Bergoglio moralisticamente non ha potuto essere attaccato, altri si. Ed e’ lui, come l’anticristo, che puo’ distorcere la dottrina.

      • Angelo Cattivo ha detto:

        Ah e’ in attesa di pubblicazione 😂

      • Marco Giubileo ha detto:

        Mi scusi, ma la dirimente che lei esprime non è cattolica, ma protestante. Da una parte stanno i bisognosi di Salvezza, che riconoscono i loro peccati, anche quelli di cui non sono consapevoli ben conoscendo le conseguenze della finitezza umana, se ne pentono e invocano la grazia con il sacramento per vivere nella grazia e sperare nella misericordia del Salvatore NSGC; dall’altra stanno quelli che si illudono di essere giustificati senza la grazia, non ritengono necessaria penitenza, conversione e sacramenti, e perseverano nella propria volontà anche se diversa dalla Volontà di Dio: piuttosto preferirebbero alterare la Volontà di Dio. L’uomo non è inevitabilmente destinato al peccato: l’uomo può vincere concretamente il peccato unendo la propria libera volontà alla azione della grazia Salvifica del Redentore del mondo, Gesù Cristo, Verbo del Dio vivente, incarnato , morto e gloriosamente risorto, che regna col Padre e lo Spirito Santo. Deo Gratias.

  • Bastian contrario ha detto:

    Ma qualcuno non avrebbe dovuto vagliare il curriculum di questo signore al momento dell¹ingresso nell’ordine servita ?

  • Adriana ha detto:

    Siamo arrivati alla IV Puntata della serie di Zingarettate degli ” Amici suoi ” .
    La Zuppa bolognese viene offerta ai seguaci in bidé d’oro , il Melandri alterna la degustazione della Supercazzola con quella della Supersardina sempre – ma flessibilmente – con scapellatura a Sinistra . L’orizzonte è Fusco . Niente paura : è solo un incendio di Paglia . Dura poco – a Dio piacendo -.

    • Angelo Cattivo ha detto:

      Adriana! 🤣

      Capisco che per lei sia (fattuale) e politicamente scorretto: ma si trattenga! 🤣

      Non entro nelle altre problematiche anche perché ci capisco poco. Una cosa pero’ la capisco.

      Lo studio del periodo 1968/80.

      Ora questo Benito era un ex di lotta continua?

      CHI E’, a parte il sottoscritto, anche per ragioni anagrafiche, che non ha fatto parte di movimentucoli o peggio, dentro e FUORI la chiesa?

      Uno puo’ cambiare. Lo sanno bene molti forzitalioti ex compagni extraparlamentari giunti al vitalizio, mentre l agente Annarumma e’ nella tomba. O sull osservatore o su radio Maria. Su!

      Fu un movimento EPOCALE e poi ci fu un riciclo. Questo servita almeno e’ rimasto coerente politicamente. Poi fate voi…ma se andiamo a vedere le biografie….Siam tutti peccatori.

      • Bastian contrario ha detto:

        No, mi dispiace: molti tra noi non hanno tradito la fede . Ma sono stati perseguitati da quelli che, ricchi dei finanziamenti provenienti da lontano, si permettevano di stravolgere ogni dottrina ed ogni fede.

      • Adriana ha detto:

        Angelo Kattivello ,
        non so se se ne è accorto , ma costoro sono
        ” religiosamente ” scorretti . Il che mi par più grave .
        Mica tutti , qui , sono come il ” vecchio malvissuto ”
        di manzoniana memoria . E frattanto…
        in soli 5 giorni a Bologna le Sardine sott’odio hanno raccattato
        50.000 euri per la loro festa del 19 gennaio ( contro Salvini ) . Che alla Santa Colletta abbia partecipato la Chiesa della città di S. Petronio ? Strano ? Forse . Ma verosimile . Non vorrà certo stare indietro rispetto all’Università
        della dotta Bologna che ha gratificato il signore Palindromo con una laurea ” honoris causa ” .

        • wisteria ha detto:

          Nel ’68 ero al Liceo. A seguire, università e cammino professionale. A rischio di isolamento, sabotaggio e mobbing, mai volli accodarmi al movimento.
          Allora mi sentivo di centro. Oggi, con le medesime convinzioni, mi ritrovo a destra.
          Non ho cambiato idee né carattere. È il baricentro politico che si è spostato.
          No, politicamente almeno, non mi sento tra i peccatori.

        • alice ha detto:

          Dice l’articolista che la diocesi di Bologna potrebbe essere la più ricca in assoluto proprio per il lascito della ditta FAAC.
          Ma so per certo che , nei monumenti gestiti dai gesuiti, i custodi sono stati licenziati per essere sostituiti da una associazione di laici , laici chiamati PIETRE VIVE. Speriamo che ai molti dipendenti della ditta FAAC non capitino brutte sorprese.

      • Paolo Pagliaro ha detto:

        Ah, è rimasto coerente politicamente?
        E questo sarebbe un complimento? Rimanere coerenti con idee e pratiche sbagliate è una virtù?

  • lucis ha detto:

    penso di aver capito una cosa: DA SEMPRE, IN OGNI EPOCA, la chiesa nella sua gerarchia sta con chi comanda.
    Se vuoi sapere chi sono davvero i potenti del mondo,, guarda con chi stanno gli uomini di Chiesa. Oggi come ieri, oggi con l’aggravante dell’ipocrisia di far credere di essere con i poveri e con gli ultimi.
    Se domani prenderanno il potere i sovranisti statene certi: tutti (o quasi) i vescovi diventeranno sovranisti e si aprirà la causa di beatificazione di Salvini.
    Ma è SEMPRE STATO COSI’! inutile scandalizzarsi. o si accetta la Chiesa che nel suo guscio esterno assomiglia molto alla Prostituta di Babilonia dell’Apocalisse, o forse è meglio andarsene.

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      No Lucis, non è sempre stato così, anzi, tutt’altro. Riguardati le storie dei vescovi e dei papi vescovi e martiri.

      https://www.google.com/search?q=vescovi+e+papi+martiri&oq=vescovi+e+papi+martiri&aqs=chrome..69i57.9303j0j7&sourceid=chrome&ie=UTF-8

      • Lucis ha detto:

        Hai ragione. L’unica eccezione: i primi tre secoli quando i papi morivano quasi tutti martiri.
        Poi si, ci sono stati vescovi all’opposizione del potere… ma sono stati tutti riconosciuti santi e giusti dopo… se e quando le murate condizioni politiche lo rendevano opportuno.

    • Anonimo verace ha detto:

      È ridicolo sia beatificare che demonizzare Salvini. L’Italia ha bisogno di governanti capaci e competenti che non ci facciano rimpiangere Fioramonti e le Sue richieste assurde. O le scelte di un Conte sbucato all’improvviso da uno studio legale, ma senza precedenti esperienze parlamentari o governative. Solo con l’appoggio di un paio di cardinali e del pontefice attualmente regnante.

    • MARCELLINO PANE E VINO ha detto:

      Concordo con Lucis, la Chiesa è sempre stata con chi comanda… Gesù Cristo, Re dell’Universo.

    • Paolo Pagliaro ha detto:

      E’ un rischio che a volte si verifica, ma non è per nulla una costante.
      La Chiesa polacca è stata il baluardo indefettibile contro il comunismo, così come lo è stata la Chiesa tutta fino agli anni ’60.
      GPII e BXVI sono stati controcorrente per 35 anni.
      Eccetera.

  • Natan ha detto:

    Il Sismografo getta fango su Ratzinger colpevole di aver preso soldi da loro spretato ex cardinale statunitense. Vergognosi! Difende Francesco che soldi non ne ha presi. Ma in compenso dimentica di dire che la sua elezione è opera anche dello spretato ex cardinale.
    Difendiamo Ratzinger

  • Borghese pasciuto ha detto:

    Parlare oggi di rapporto perverso fra chiesa e politica, dopo decenni di nauseabondo governo DC/Vaticano, è cosa che non tutti si possono permettere di fare. Io, da ateo anticlericale, nel mio piccolissimo posso farlo, ieri come oggi; il blogger e fondamentalisti vari, direi proprio di no.

    • Iginio ha detto:

      Parlare oggi di rapporto perverso fra partito e politica, dopo decenni di nauseabondo intrallazzo Pci/enti locali/Urss, è cosa che non tutti si possono permettere di fare. Io, da cattolico nel mio piccolissimo posso farlo, ieri come oggi; commentatori comunisti e fondamentalisti atei vari, direi proprio di no.

    • wisteria ha detto:

      Abbiamo sempre denunciato il pericolo cattocomunista.
      Adesso con la collusione tra Sardine e curia bolognese, la chiesa si trova in perfetta continuità col passato, da Papa Roncalli in poi.
      E dietro alla collusione sta quel personaggio orribile e dannoso che si chiama Romano Prodi.

    • gaetano2 ha detto:

      “…perverso…, …nauseabondo…”, complimenti! In effetti gli aggettivi che hai scritto ti descrivono molto bene, da fondamentalista ……… quale ti presenti.

  • Presepechefu ha detto:

    Nel mentre taluni “presepi” viventi, in particolare, attraggono fotografi ed attenzione, ecco – al link di seguito – la sorte riservata a quelli “tradizionali” (soltanto alle statuine???) in un silenzio rigorosamente “religioso” su ogni altro fatto, questione e/o scandalo (come quello rimbalzato dal “Washington post”) che non siano il mantra dell’immigrazione e la preoccupazione -per carità: sacrosanta”! – per il creato. Ma che lo sia per tutto il creato, uomo in primis nella sua integrità, senza l’annotazione (mi è capitato di leggere in qualche articolo) di mancanza di rispetto verso l’autorità papale addebitata a qualche presule che ha espresso qualche critica nei confronti di Greta, un… “non allineato” insomma.
    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/gesto-choc-nel-presepe-tagliata-testa-bambin-ges-1804464.html
    Un’ ultima annotazione: non ho trovato notizia della visita di Francesco al Papa emerito in occasione del Natale di quest’anno, come ci aveva abituato per ogni altra festività di rilievo nel passato…
    Complimentandomi per l’interesse suscitato dal blog, auguro a Lei, dott. Tosatti ogni Bene e un sereno Anno Nuovo. Augurio, questo, che estendo a tutti i frequentatori – collaboratori e commentatori di SC – animati dal bisogno e dal desiderio di rafforzare la propria fede.