POST (QUASI) MUTO. DUE CROCEFISSI A CONFRONTO.

27 Dicembre 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Ho visto su Twitter il post di @Pontifex.

Lo pubblico, insieme alla fotografia che mi ha mandato un’amica.

Di un vero crocefisso, senza colpa nessuna.

In Italia, ogni giorno 232 bambini vengono soppressi. Una media di quasi dieci ogni ora. Uno ogni 7 minuti circa. Su un arco di 365 giorni. Quanti se ne potrebbero salvare, se una madre in difficoltà ricevesse quello che lo Stato stanzia – 42 euro al giorno – per ogni migrante? Ma l’agenda del Nuovo Ordine Mondiale vuole aborti e migrazioni. Mica salvare vite. E i cappellani si allineano…

 

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Inchiesta sul demonio

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

72 commenti

  • Maria Grazia ha detto:

    @ NEWMAN – Non mi interessano le sue polemiche nè le sue analisi non richieste e non pertinenti riguardo al mio commento. Di che cosa sta facendo sfoggio? Il mio intento non era quello di sviscerare tutte le questioni teologiche attuali.Ritiene che i miei suggerimenti siano privi di concretezza? Io invece ritengo che il suo intervento non abbia nulla a che fare col mio. Lei si definisce NEWMAN ? In che cosa è un “Uomo nuovo” o a preso il nome dal famoso scienziato perchè se ne ritiene emulo? Lei è talmente concreto che il suo intervento, rispetto agli argomenti da me posti sembra che venga da un altro pianeta. Anche Lei come il nostro “Osservatore Marziano” viene da Marte?

    • newman ha detto:

      @MariaGrazia (28.12.2019/9:19pm)
      Gentile Signora,
      il “famoso scienziato” si chiama Newton, non Newman.
      Molto buffo per una persona come Lei, forse di fede ma senz’altro non di scienza … e del tutto incapace di condurre un dialogo razionale e civile. Cordialitá.

      • Maria Grazia ha detto:

        @OLDMAN – Lo sapevo che ci sarebbe cascato!!! Come vede….. una certa idea di Lei già me la sono fatta!!!!
        Nel caso qualcun’altro Le chiedesse se, col Suo pseudonimo, volesse emulare il noto scienziato, le do qualche informazione essenziale per evitare che Lei faccia un’altra “brutta figura”!!!
        Mark Newman è un fisico (vivente) nato a Bristol ma residente nel Michigan che, come SCIENZIATO, ha vinto, recentemente, il premio LAGRANGE, importante riconoscimento internazionale nel settore della SCIENZA della complessità. Il premio gli è stato conferito per l’attività di RICERCA SCIENTIFICA svolta all’intersezione tra la fisica computazionale e le scienze sociali, attività che ha permesso una maggiore comprensione dei sistemi complessi.
        Si studi bene quello che le ho scritto, così la prossima volta potrebbe fare una “bella figura” a meno che da NEWMAN, come le suggerisco, voglia diventare OLDMAN!!!!.
        Visto che poi Lei, come dimostra, è una “mente eccelsa” La prego di non importunarmi più con i suoi “saggi” sermoni perchè io presto attenzione a persone più interessanti di Lei sia dal punto di vista…… “SCIENTIFICO” che di fede!!!!!!

  • EquesFidus ha detto:

    Vogliamo parlare di Saviano, nemico di Dio ed “intellettuale” (questo già la dice lunga sulle condizioni in cui versa) della sinistra, ha profferito bestemmia contro la Vergine Maria e Nostro Signore Gesù Cristo, facendo il “regalino” ai cristiani di una immagine oscena in cui questa partorisce urlando tra il sangue. A parte lo schifo di tale immagine, tale cose è una bestemmia immonda, un grido di odio contro Dio, la preghiera di un servo di Belial, in quanto la Vergine non partorì con dolore né con effusione di sangue, come segno del ripristino della verginità (in senso figurato, cioè della purezza) umana antecedente alla caduta di Adamo. Ipocrita! Vile! Ometto che prende in giro tutti, facendosi passare per un perseguitato della camorra, un furbetto che si è costruito una carriera con il suo libro “Gomorra” quando in realtà questo è stato pesantemente plagiato da articoli già usciti in precedenza! Nemico di Cristo! Bestemmiatore e profanatore, sostenitore delle droghe, schiavo di Satana: questo è Saviano!

    • EquesFidus ha detto:

      Tra l’altro, una chiosa: perché questo borghese piccolo piccolo, che scrive e pontifica al sicuro nel suo attico milionario a New York, protetto da una scorta (inutile, dato che alla camorra di lui non frega nulla dato che tutto ciò che ha scritto era già noto alle forze dell’ordine), perché questo presunto “difensore dei poveri” (cioè dei clandestini), ma che (lo ripeto) bestemmia ed oltraggia, da servo di Satana e nemico di Dio quale è, la Madonna e Nostro Signore, non parla della violenza perpretrata su Aisha dal “profeta” Maometto, che la prese a 9 anni dopo averla sposata a 6 o 7 anni di età fra le bambole di lei (cfr. Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 64; Abu Dawud Volume 2, Numero 2116; Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 65; Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 88; Sahih Bukhari volume 5, Libro 58, Numero 23; al-Tabari vol.9 p.129-131; Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 88; Sahih Bukhari volume 5, Libro 58, Numero 236; Mishkat al-Masabih, Vol. 2, p 77; notare bene che si tratta solo di fonti musulmane, quindi canoniche per i maomettani)? Perché ha paura o interesse, da ometto quale è!

  • GMZ ha detto:

    Una breve risposta per Newman:
    Concordo con il Suo commento più sotto, ma chiedo scusa per la mia errata citazione di Nostra Aetate: questa non recita “cose buone e sante”, bensì “vere e sante”. Soprassediamo sul “vero”, che può essere ricondotto a chissà quale criterio, ma il “santo”…?!
    Vien da pensare che se nelle altre religioni vi sono cose “sante”, la dichiarazione di Abi Dhabi è ancor meno sorprendente: Nostra Aetate è peggio!
    Ossequi.

    • @ GMZ ha detto:

      Ambedue sono da rigettare. Se Cristo é l’unico mediatore della salvezza, come Lui stesso dice di sé con fermezza (Gio. 14,6) , e se non c’e via al Padre oltre Lui stesso (ibid.) é escluso che ci siano piú vie che conducano al Padre o piú mediatori di salvezza, come sembra essere convinzione comune oggi nel “pensiero debole” della Chiesa proveniente dal Vat 2. Non é da escludere che nelle anime di non-cristiani di buona volontá (che é giá un dono di Dio) la grazia di Dio possa agire in senso salvifico, illuminandole e santificandole, ma ció in virtú dell’essere queste anime “in qualche modo” orientate a Cristo e pertanto “in qualche modo” partecipi della Sua azione salvifica, come prospettato da Pio XII nell’Enciclica “De Mystico Iesu Christi Corpore”. Ció non é applicabile alle istituzioni, ecclesiali o meno, non cattoliche – fatta eccezione della Chiesa Ortodossa – che sono nella loro essenza portatrici di errore e, essendo separate dal corpo mistico di Cristo, non possono essere portatrici di una salvezza, che puó provenire soltanto da Lui (Gio 14,6). L’idea stessa di “elementi [vaganti] di veritá e di santitá”, in nessun modo connessi a Cristo, che ne é la fonte unica ed unicamente possibile, mi sembra assurda.
      Da quanto detto si vede come Cristo stesso sia per il neo-modernismo clericale cattolico l’impedimento principe da eliminare per ottenere quella “reconciliatio universalis” delle religioni del mondo tanto agognata dall’ecumenismo bergogliano oggi imperante nelle alte sfere della Chiesa cattolica e dai “poteri forti” del mondo.

  • maurizio rastello ha detto:

    Un post sciocco, emotivo ed impotente. Sciocco perché non sono i denari a dissuadere dall’abortire, emotivo perché non sono i numeri sezionati per giorno, ora e minuto a dissuadere dall’abortire, impotente perché non sono rigide regole morali o pseudo preghiere stand-up a dissuadere dall’abortire. Immancabile – e non poteva essere diversamente – l’attacco al Pontefice.

    • wp_7512482 ha detto:

      Ma come?! Non erano le povere donne che non avrebbero saputo come fare, che decidevano di abortire? Ah PorRastrello, si dimentica tutta la vostra propaganda radical-sinistrorsa sul tema, a cominciare dalle cifre – fasulle – sugli aborti clandestini e sulle donne morte per mano delle mammane? E poi perché parla di attacco? Si faccia un conticino – o si faccia aiutare da qualcuno degli interventi su migranti e quelli dedicati al genocidio dei nostri tempi. Se fosse possibile parlare di intelletto direi che Lei è intellettualmente disonesto, PorRastrello.

      • Milli ha detto:

        Ma lei che ne sa di donne incinte? Quante si terrebbero il bambino se 1) sapessero cosa succede esattamente durante l’aborto 2) avessero un aiuto economico per mantenerlo.
        Il problema oggigiorno è garantire un piatto in tavola tutti i giorni (e tutto il resto).

      • Angela ha detto:

        Si però non si capisce perché l’aborto no però lasciare i migranti in mare si (o il contrario) . Vanno salvati entrambi punto, così come ci si prende cura sia del padre che della madre.

        Sbaglia Bergoglio ma sbaglia anche lei, riduzionismo il primo riduzionismo il secondo.

        • Chiamatemi pure TORQUEMADA. Me ne farò una ragione ha detto:

          Nessuno ha chiesto ad un Bambino il permesso di essere abortito e neanche di essere generato.
          La gente, in stragrande oziosa, che giunge per mare viene solo a cercare di divertirsi e di vivere sulle spalle degli altri.
          Nessuno arriva denutrito.
          Tutti (tranne i bambini violentati nel partire) sanno dei rischi che corrono.
          San Paolo dice “Chi non lavora neanche mangi”.
          Dietro le parole c’è “Se non mangia muore”.

          DITEMI QUALE FRASE DEL VANGELO GIUSTIFICA I FURBI.

          • Angela ha detto:

            Io ho una rarissima antipatia per Bergoglio non lo sopporto nel modo più assoluto ma conosco benissimo il magistero precedente.
            La giornata mondiale del rifugiato è stata istituita 1914 da Benedetto xv: presente il Papa dell’inutile strage?
            Ratzinger ha scelto il nome Benedetto rifacendosi esplicitamente a lui. Al massimo è stata l’ONU a copiare non il contrario.
            Leggo Tosatti da quando pacifico scriveva sulla Stampa, più di 10 anni fa, sta deragliando, non si contrastano gli errori con altri errori ma con la verità.
            Lo dico umanamente e ben consapevole che tanto non ascolterà.

          • wp_7512482 ha detto:

            Il problema cara Angela non è chi ha istituito un secolo fa la giornata del migrante. È l’uso politico e geopolitico che si fa del fenomeno, e l’ossessività con cui il Pontefice ne parla. Assecondando un’agenda mondialista e massonica. Questo è il problema.

          • Chiamatemi pure Torquemada. Me ne farò una ragione ha detto:

            Mi sia permesso di affermare che le migrazioni che avvenivano un secolo fa erano ben diverse da quelle che avvengono oggi.
            Non nego il diritto di chi è perseguitato dalle guerre ad approdare in Italia, ma il 90% di chi approda oggi non lo fa perché scappa, ma per altre ragioni.
            Mi pare che troppi si dimentichino (e Tosatti in primis) che negli anni 60 il re dell’Arabia Saudita convocò un “concilio” musulmano per organizzare la diffusione, con ogni mezzo, dell’islam in EUROPA e nel mondo.
            Ne dettero – allora – notizia anche i telegiornali (così casti allora) e tutti i giornali.
            Io ricordo di averlo ascoltato con le mie orecchie e di averlo letto con i miei occhi.
            Sembra che tutti se ne siano dimenticati.
            Accogliere i migranti può essere una cosa buona.
            Oggi si possono varcare i confini con i passaporti e prima di farlo si cerca il lavoro.
            Non mi pare che Benedetto XV abbia inteso di accogliere spacciatori, ladri, stupratori ed oziosi.
            E non c’è un solo brano in tutto il NUOVO TESTAMENTO (ma neanche nel Vecchio) che giustifichi i furbi.
            Ricordo che da bambino tanti giovani un po’ più vecchi di me partivano per la Germania dopo che era arrivato loro il contratto di lavoro. SOLO ALLORA.

    • Iginio ha detto:

      Ma questo qui è l’omonimo funzionario della Rai?

  • MARIO ha detto:

    Il Presepe e il Crocifisso non dovrebbero essere strumentalizzati da nessuno e in nessun modo, a pena di svilirne o limitarne il significato.

    Riguardo all’aborto, credo che sia la conseguenza di una società spiritualmente malata, e la responsabilità ricada sia su chi lo pratica sia su chi non aiuta a sufficienza la donna a livello psicologico ed economico (come peraltro sarebbe previsto dall’art. 2 della Legge 194).

    Ricordiamoci comunque che ancora oggi nel mondo, ogni giorno muoiono circa 7.000 bambini sotto i 5 anni per cause legate alla malnutrizione.
    E in questo caso credo che dovremmo fare tutti mea culpa, governi, istituzioni e società civile.

    • Chiamatemi pure TORQUEMADA. Me ne farò una ragione ha detto:

      E chi ha voluto le leggi NO?

      Troppi cattolici adulti saranno dannati.
      Altro che salvati dalla MISERICORDIA!
      Il GIUDIZIO viene sempre prima della MISERICORDIA.

      Come sarebbe finito il Figlior Prodigo se non avesse avuto il tempo di tornare dal Padre?

    • Chiamatemi pure TORQUEMADA. Me ne farò una ragione ha detto:

      Mi piace ricordare anche che l’Unicef chiede 9 EURI al MESE per salvare dalla fame i bambini malnutriti, mentre noi ne spendiamo 35 al giorno per una moltitudine di oziosi che aspirano solo ad essere mantenuti senza fare nulla; che arrivano con catenine al collo e telefonini.
      Con la protezione di tante, troppe ONG e sinistre mondiali

  • Iginio ha detto:

    Il rabbino Di Segni ha saggiamente trovato blasfemo l’accostamento tra Gesù e le “sardine”. Mentre i vertici ecclesiastici no. A quando il Pd come luogo teologico?

  • laura cadenasso ha detto:

    Gesù Cristo ha già parlato, circa 2000 anni fa ! Ma Bergoglio è stato ABBANDONATO dal Padre e la TENTAZIONE di sostituirsi a Cristo è più forte. Il nuovo crocefisso ne è la prova. Il Signore ne chiederà conto al momento del giudizio ? MISTERO p.s. : ciascuno avrà ii suoi problemi…chi sono io per giudicare in anticipo ?

    • Gian ha detto:

      Ciascuno dovrà rispondere delle proprie azioni e omissioni. A ognuno il suo, chi ha cariche e onore e potere avrà da rispondere di conseguenza.

  • Maria Grazia ha detto:

    Secondo me Bergoglio, prima di sproloquiare, farebbe bene a farsi un solenne esame di coscienza.
    Il nostro Pontifex fa un uso disinvolto del potere che gli deriva dalla sua funzione in quanto gestisce la Chiesa come se fosse di sua esclusiva proprietà, ma LA CHIESA E’ ANCHE NOSTRA!!!!
    Se Bergoglio cambia la dottrina evangelica siamo noi gli impoveriti, se abbatte la Tradizione siamo noi i feriti, se violenta i dogmi siamo noi i violati, se asseconda l’ecumenismo siamo noi gli umiliati, se ridicolizza Cristo ( “fa un po’ lo scemo”) siamo noi gli offesi, se non riconosce la divinità di Cristo SIAMO NOI I CROCIFISSI!!!!

    • Fides ha detto:

      Condivido le parole di Maria Grazia. È la prima volta che commento perché fatico ad espormi ma mai come in questi giorni, mi sono sentita esclusa e “perseguitata” da questo pontefice. Come madre di un giovane sacerdote sono doppiamente preoccupata e addolorata per la deriva di questa chiesa (volutamente minuscolo). Abbiamo la colpa di essere nati in Italia, non essere migranti, vivere dignitosamente, avere la pelle bianca e amare Dio sopra ogni cosa! Cosa ne sa il Papa della fatica di vivere con una pensione misera dopo 42 anni di lavoro in questa ricca Italia? Cosa ne sa lui di non avere i soldi per curarsi ma non darlo a vedere? Cosa ne sa lui cosa significhi avere un figlio disabile accolto per amore, una famiglia numerosa, e quando, tramite il nostro Vescovo, abbiamo chiesto che ricevesse noi e un gruppo di famiglie con figli disabili non si è nemmeno degnato di rispondere? Ah giusto! Siamo cattolici italiani! Non ci resta che pregare ma vi confesso che il dolore è grande. Grazie a Dio mio figlio è radicato sulla retta dottrina e lui stesso non condivide quanto dice il papa ma è molto dura. Che il Signore venga presto!

      • wp_7512482 ha detto:

        Grazie di cuore per la sua testimonianza.

      • Maria Grazia ha detto:

        Cara FIDES, mi unisco, convintamente, alla sua invocazione d’aiuto: VIENI PRESTO SIGNORE.
        Siamo stanchi, delusi, abbiamo perso l’orientamento, i Pastori dilaniano le pecore, il successore di Pietro ha reso irriconoscibile il volto di Cristo. Il fango in cui siamo immersi ci impedisce di proseguire il cammino, barcollanti, cerchiamo un sostegno ma sono solo i rovi ad accogliere la nostra mano.
        Tutto sembra irrimediabilmente perduto. Abbiamo, però, la certezza che,nonostante le apparenze, comunque, chi guida la Storia è DIO. Lui non è mai sordo alle richieste di aiuto dei suoi figli, non conosciamo i tempi nè i modi ma siamo sicuri che interverrà. Siamo certi che lo sguardo di Dio è chino 24 ore su 24 su chi gli è fedele, ne sentiamo il respiro, ne avvertiamo la presenza. Il Signore conosce bene la situazione che oggi sta vivendo la Chiesa, conosce la profondità del nostro dolore e del nostro smarrimento: non ci abbandona, ce lo ha……. PROMESSO!!!!!

        • newman ha detto:

          Capisco la delusione tremenda e il dolore per la condizione miserevole di accattonaggio in cui é stata ridotta da una mafia modernista la nostra gloriosa Chiesa cattolica romana, lungo i secoli ricca di bellezza, di dottrina e di santitá.
          Non capisco, peró, il disorientamento. “Avete le Scritture e i profeti …” . Visto e considerato il giudizio su questo pontefice, ne segue l’impossibilitá di dargli retta e la necessitá di seguire la “sana dottrina” e la tradizione apostolica.
          San Paolo si é espresso chiaramente su chi predica un “altro vangelo” e su come i fedeli debbano comportarsi verso di lui o di loro. Domande su temi di teologia dogmatica o morale? Si prenda in mano il testo di un teologo sicuro anche dei tempi passati e lo si segua.
          Si individuino i sacerdoti di sana dottrina e di buoni costumi, cui ci si possa rivolgere in caso di bisogno spirituale, facendone il punto di riferimento proprio e di amici e conoscenti che la pensano come noi, sostenendo tali sacerdoti anche materialmente. Ci troviamo in uno stato del tutto eccezionale.
          Delusione? Si, tanta … Disorientamento? Assolutamente no, specialmente se si tratta di persone di una certa cultura generale e religiosa.
          Per quanto riguarda la grande massa dei fedeli, non penso che un Bergoglio faccia per loro una differenza, in quanto … non sanno e non capiscono veramente quanto stá succedendo nella Chiesa. Vedono dei cambiamenti ma non ne capiscono la portata e li classificano sotto la rubrica delle idiosincrasie dei tempi moderni. Non possono, quindi, nemmeno essere disorientati e forse neanche delusi. E trovano Bergoglio simpatico. Un’altra questione é il danno che quest’ultimo produce in tali anime con un falso magistero sulle veritá di fede e sui costumi, mettendo in serio pericolo la loro salvezza. Di questo si deve occupare il “caput ecclesiae,” che é N.S. Gesú Cristo stesso, che tollera le pazzie del suo servo e vicario venuto dalla fine del mondo.

          • Fides ha detto:

            Ho letto attentamente quanto scritto da Newman e volevo precisare, per quanto mi riguarda, che non mi sento assolutamente smarrita perché i miei piedi sono saldi sulla Roccia e Cristo è il faro che illumina la mia vita. Sono una persona normalissima, senza studi teologici, ma con una buona conoscenza della Parola. Mi sento tradita e abbandonata dalla Chiesa ma non tutta per fortuna. Ma so anche che la Chiesa è fatta di peccatori. Quello che mi preoccupa è la deriva eretica delle alte sfere a cominciare da Francesco. Mi consola il sentire, invece, I giovani sacerdoti più radicati nella sana dottrina del papa e della sua corte. Il “popolo” si sa, è bandiera ad ogni vento ma, mi creda, sta più con Salvini che con Francesco, tanto per capirci. C’è tanta ipocrisia e vigliaccheria in molti “cristiani” e questo fa il gioco del demonio. E glielo dice una che ha veramente accolto un profugo a casa sua. La Fede genera Amore perché ci si sente amati da Colui che è Padre, la politica genera odio.

          • Maria Grazia ha detto:

            @NEWMAN – Personalmente non sono disorientata: la mia è un’analisi impietosa sulle conseguenze della gestione del Pontificato attuale, in generale, su buona parte dei fede. Se Lei avesse letto bene il mio commento avrebbe notato che indico una strada per uscire dallo sconcerto presente nella Chiesa: la certezza che Dio tiene in mano le redini della Storia, che veglia su chi gli è fedele e che, come ci ha garantito Lui, NON CI ABBANDONA.
            Le sembrano affermazioni fatte da una “DISORIENTATA”?

          • newman ha detto:

            @Maria Grazia (28.12.2019/2:02 pm)
            Lei scrive nel posting del 28.12.2019/10:41pm, tra l’altro, le frasi seguenti: “Siamo stanchi, delusi, abbiamo perso l’orientamento…” / “Il Signore conosce bene […] la profonditá del nostro dolore e del nostro smarrimento.”
            Quindi Lei si dichiara stanca, delusa, smarrita, dolorante e disorientata. Sono le Sue stesse parole, non le mie. Come soluzione a questo problema Lei pone certezze di fede: “Il Signore non ci abbandonerá”/”siamo sicuri che interverrá”/”ne avvertiamo la presenza”, addirittura il respiro, etc. (28.12.2019/2:02pm).
            Mi permetta di osservare che tra i mali da Lei deprecati non c’é la mancanza di fede, e pertanto insistere rricorrendo alla fede che il Signore c’é e che interverrá (forse nel sec. XXII, dato che i tempi di Dio non sono i nostri) riafferma l’ovvio ma non indica una via per risolvere le difficoltá dei cattolici d’oggi, che si chiedono, tra l’altro, che fare del magistero di Bergoglio che contraddice il deposito di fede? Che dire del fatto che un’alta percentuale del clero cattolico, per non parlare dei “fedeli”, non crede alla divinitá di Cristo o alla sua reale presenza nel pane e nel vino eucaristici? Che dire che Bergoglio (AL) permette a persone in stato di peccato mortale (i divorziati risposati e viventi more uxorio) di ricevere il Corpo di Cristo, indegnamente, secondo San Paolo? Che dire dello scempio della liturgia, dei preti e vescovi politicanti, della “normalizzazione” dell’omosessualitá? Da chi posso ricevere aiuto ed orientamento nel rispondere a questi quesiti? Come mi devo comportare circa la recezione dei sacramenti di cui non é certo che siano veramente tali per mancanza del sensus ecclesiae del celebrante nel compiere l’azione liturgica?
            Come vede, gentile Signora, la sua ricetta non indica affatto una via d’uscita. Come “via” non ha nulla da offrire. E’ solo un ovvio incoraggiamento a coloro che la fede giá l’hanno a non perderla e a ravvivarla. Un suggerimento piuttosto scarno e gratuito, direi, privo di concretezza come risposta alla problematica attuale.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    In realtà di bambini soppressi sono molti di più, se si calcolano le varie pillole del giorno dopo e quei metodi contraccettivi che a volte possono causare l’aborto, come la spirale.
    Naturalmente questo enorme numero di bambini abortiti non potrebbero nascere tutti “insieme” in quanto una donna può avere 12 aborti l’anno ma un solo bambino.
    Ciò non toglie che ogni aborto è la soppressione di una vita.
    I Pastori che parlano di aborto una volta l’anno non sono giustificati, non fosse altro perché dimostrano, sul tema della vita e della famiglia, un coinvolgimento pari allo zero

    • Zuzzerellone ha detto:

      O forse, come se fossero poveri ignoranti, confondono il peccato con la permissivita’ della legge civile.

  • G. ha detto:

    Sottolineo il monito finale di Bergoglio: “il Signore ce ne rendera’ conto al momento del giudizio”. Esattissimo! Ma ricordi che il conto il Signore lo chiedera’ a tutti: papi compresi!

    • newman ha detto:

      Una piccola osservazione lessicale. Che il Signore ci renda conto dei nostri atti, ora o nel giudizio finale, penso sia da escludersi. Siamo noi che dovremo rendere conto a Lui.

  • Raffaella ha detto:

    Io in croce ci metterei anche gli italiani che ,avendo perso tutto, sono costretti a vivere nelle automobili ,quando le hanno, e spesso ci muoiono perché nessuna ONG li aiuta.
    Notizia appena sentita al Giornale Radio della mia regione,la Lombardia.

    • Nicola Buono ha detto:

      Anche Rainews24 ha parlato del cittadino italiano morto nella macchina adibita ad abitazione. Solo che ne ha parlato brevemente nel display in basso e non quindi attraverso un servizio giornalistico. Servizio giornalistico invece che è puntuale e sempre doveroso per le difficoltà degli extracomunitari (= clandestini) che pagheranno (?) le nostre pensioni.

  • Nicola Buono ha detto:

    Perché Crocifisso ( con salvagente) , statua di Lutero e Bambinello nero entrano IMPUNEMENTE senza scandalo ( se non dei pochi ” rigidi ” e ” rassisti”) in Vaticano e nelle nostre CHIESE? Semplice. Come detto e stradetto tante volte , il popolo cristiano ormai si è adeguato al MONDO e la pensa come lui su Dottrina, Comandamenti e Parola di Dio. In Vaticano e nelle nostre CHIESE ormai dopo l’entrata in pompa magna di statue di eretici, dopo l’emissione filatelica di un francobollo con 2 eretici, dopo la firma di un documento che lascia intravedere una parità tra Cristianesimo ed islam , dopo tutto ciò potrebbero benissimo entrare statue del Buddha, di Maometto ( ma qui gli islamici si incavolerebbero di brutto perché Lui non può essere rappresentato…) di Giuda Iscariota ( qualcuno di importante se ricordate bene ha detto che si è salvato….) , e questo perché ormai può passare realmente di tutto ma proprio di tutto . Perché ormai il popolo cristiano ormai da parecchi decenni non vive più il Vangelo e la Parola di Dio ,perché non ci crede quasi più ( chiese quasi vuote se non a Natale e Pasqua idem se non peggio per i confessionali semideserti ), perché non conosce più Vangelo e Dottrina, perché ormai la pensa come il mondo e perché ormai ha ridotto il cristianesimo ad un’emozione ed ad un ” volemmose bene ” . Si sveglierà ( forse) quando arriverà la Grande Purificazione ( annunciata da tante Apparizioni Mariane, Santi e Venerabili della Chiesa Cattolica) preceduta dal Grande Segno in Cielo e dal Giudizio in cui ogni anima vedrà i propri peccati . Nel frattempo ” buon sonno ” spirituale agli ” addormentati” spiritualmente ( si fa per dire perché è solo una tragedia….e non c’è da ridere) Noi sovranisti, rigidi e rassisti , nel frattempo preghiamo ed offriamo sacrifici per la loro conversione e salvezza, come ha chiesto Maria Santissima in tante Apparizioni .

    • GMZ ha detto:

      Caro Nicola,
      Tre settimane fa nella bacheca posta all’entrata del Duomo di Milano dedicata ai fedeli, vi era il manifesto-réclame de “I discorsi del Buddha del Majjhimanakāyo”, incontro moderato da Armando Torno e preceduto dal saluto di S.E. Mons. Borgonovo.
      Incontro che, va detto, si sarebbe poi svolto il 9 dicembre nella bella Chiesa di S. Gottardo in Corte. Ho scattato una foto della bacheca, qualora interessi a Tosatti (l’ho inviata anche alla Nuova Bussola, a suo tempo).
      Quindi, Buddha s’è già imbucato nel Duomo: le primizie della Chiesa vaticanoseconda.
      Ossequi.

      • Nicola Buono ha detto:

        GMZ ha ragione. Anche io vivo a Milano ed ho visto in Duomo lo stesso manifesto ( ed il suo post me l’ha fatto ricordare). Ed inoltre ho inviato il link della manifestazione ( da internet) a ( non ricordo bene ) al Dott Tosatti oppure alla Bussola. Quindi Buddha lo hanno già ” sdoganato” ….e non me lo ricordavo. Se si elimina un pilastro del Cattolicesimo, a cascata, cadono tutti gli altri ed il Cristianesimo diventa una filosofia oppure una religione come le altre.

        • GMZ ha detto:

          Eh sì…
          Nostra Aetate, ahimè, non comporta necessariamente Assisi e la dichiarazione di Abu Dhabi, ma comporta che questi due esiti non siano alieni alla moderna sensibilità cattolica: se in tutte le religioni vi sono cose “buone e sante” (sic), che la Chiesa non rigetta, ne consegue che un Buddha ha diritto di cittadinanza nel povero Duomo.
          Sempre più vedo in Francesco il dito e nel Vaticano II la luna: inverecondo il primo e sornione il secondo, insomma il gatto e la volpe!

          • zuzzurellone ha detto:

            Avete ragione a protestare per l’ingresso di Budda in Duomo.Ma vi faccio presente che , se si volesse fare una graduatoria delle possibili eresie, il Budda è molto meno pericoloso dei vari idoletti come la pachamama o il priapo (così come l’abbiamo chiamato) presenti nei giardini vaticani o gli islamici presenti alle celebrazioni cristiane con diritto di parola.
            Infatti esiste un libro VITA BIZANTINA DI BAARLAM E JOASAF, pubblicato da Rusconi nel lontano 1980, dove i due santi, barlaam e Joasaf somigliano in modo molto stretto al Budda. Cioè, secondo un mio amico, questa vita bizantina di Baarlam e Joasaf non è altro che la vita del Budda.

          • Milli ha detto:

            A me sembra che si stia contraddicendo, proprio perché così apparentemente innocuo e somigliante ad un santo, Buddha è pericoloso. Perché attrae le persone, è compassionevole ma non rigido.
            Ho sentito dire che Gesù diventò santo dopo un viaggio in India !!
            In ogni caso la Chiesa dovrebbe insegnare Cristo e non Buddha o la pachamama.

          • newman ha detto:

            @GMZ Che in tutte le religioni ci siano delle cose buone, mah sará, senza il riscontro empirico che confermi che sia veramente cosí. Ad ogni modo, l’osservazione é una banalitá ed é una “petitio principii”, poiché il punto non é se in tutte le religioni ci sia qualcosa di buono, bensí se tutte le religioni possano essre “vie” per “venire al Padre” (Gio 14, 6-11) o no. Se la risposta fosse “no” a che cosa mi servirebbero tutte le cose buone che le diverse religioni hanno da offrire? D’altro canto, una riposta positiva contraddirebbe l’asserzione chiarissima e tassativa di N.S. Gesú Cristo nel Vangelo di Giovanni (14,1,6-11).
            Ed é qui che si trova il macigno che sbarra questa strada ed afferma il contrario, un’asserzione di Gesú che irrita
            profondamente tutti coloro, teologi progressisti e Bergoglio, che vogliono attuare la “diversitá riconciliata” di tutte le religioni del mondo al servizio della pace e del benessere umano ed ecologico. Quindi é aperta la via al “riciclo” di N.S. Gesú Cristo stesso, trovato non conforme ai “bisogni del tempo”, con fabulazioni sull’era dello Spirito, che supererebbe comodamente l’era del Cristo e delle sue “rigiditá” in campo teologico e morale.
            Ebbene, il no di Gesú Cristo a un tal pensiero
            sgangherato é fondamentale:”Io sono la via, la veritá e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo mio” (Gio. 14,1,6). La dose viene rincarata con un’altra asserzione:”Senza di me non potete fare nulla”
            (Gio. 15,5). In questa luce la dichiarazione di Abu Dhabi
            é insostenibile. Quí é il caso di dire: O il Vangelo di Cristo o Bergoglio e i modernisti che lo contraddicono. Tertium non datur.

  • Enrico ha detto:

    A proposito del giubbotto di salvataggio e del feto in croce, devo dire che non mi piacciono né l’uno né l’altro: in croce c’è solo Cristo. Tutti noi, migranti, feti, vittime o carnefici di ogni tipo, siamo ai piedi della croce, come ha detto Gesù alla Madre e a Giovanni “… ecco tua Madre, ecco tuo figlio…”.

    • GMZ ha detto:

      Caro Enrico,
      Ognuno di noi ha la sua croce: Gesù ci invita a farcene carico e a seguirlo: e lì saremo appesi.
      L’immagine del giubbotto di salvataggio crocifisso non mi scandalizza, poiché veicola un messaggio giusto (non credo che Gesù si compiaccia degli annegamenti, no?). Lo stesso vale per il feto. A meno che il migrante “se l’è cercata”…
      Ossequi.

      • Davide ha detto:

        @GMZ:
        Lo dico anche a lei:
        La smetta, per cortesia, con questo falso refrain del ‘salvare vite umane nel Mediterraneo’; la smetta per favore, perché così fa solo torto alla sua intelligenza e/o alla sua onestà intellettuale.

        • GMZ ha detto:

          Caro Davide,
          spero vorrà usarmi la cortesia di permettermi di non essere d’accordo con Lei senza, per questo, ipotecare la mia onestà intellettuale: incentivare queste cosiddette “migrazioni” è stolto, addirittura criminale, e si deve intervenire per stroncare il commercio di uomini che le sottende, ma una persona che annega la si deve salvare. Altrimenti detto: non si lasciano affogare le persone a scopo educativo.
          Se poi non Le sta bene che io la pensi così, sarà mia premura ribadirlo.
          Ossequi.

          • Davide ha detto:

            “Una persona che annega la si deve salvare”… e su questo non posso che concordare pienamente.
            Ma “salvare le persone che annegano” non vuol certo dire pretendere di sbarcare in Italia, e qui farsi mantenere indefinitamente sulle spalle dei locali; come certa sinistra, l’argentino e ONG varie; vogliono farci intendere.
            Cerchiamo di fare chiarezza su questo punto; perché credo dhe molti usino l’espressione “salvare le persone da annegamento nel Mediterraneo” in modo decisamente fraudolento e truffaldino.
            NON credo lei sia tra questi, comunque.

          • Sherden ha detto:

            Il problema però è sempre lo stesso: si discetta a più non posso sulla necessità dei salvataggi (che NESSUNO nega, neanche il kattivissimo Salvini, nonostante certa propaganda della vulgata salottiera clerico-sinistrese) ma dopo NULLA si dice su cosa fare per coloro che non scappano da guerre o persecuzioni (85%, da dati del ministero). Il che è come ammettere che tutti hanno diritto di entrare, salvo che poi a mantenerli ci devono pensare gli altri. Accoglienza in perfetto stile NIMBY, il vangelo non c’entra un fico secco.

      • Antonio ha detto:

        Mi spiace, non sono d’accordo. È vero, ognuno prenda la sua croce … e mi segua: è in queste parole la differenza fra noi, poveri, disgraziati, abortiti ecc
        Lui è Lui, nessuno di noi può essere come Lui, l’unico vero completamente povero, disgraziato, rifiutato ecc.
        Mettere una qualsiasi creatura al posto del Vero Unico Dio Crocifisso è una bestemmia, a questo siamo arrivati

        • Don Ettore Barbieri ha detto:

          in realtà, non è sbagliato identificare Cristo crocifisso con chi soffre, perché Egli, salendo sulla croce, non solo si è addossato le nostre iniquità per espiarle, ma anche le nostre sofferenze, perché avessero un senso e un merito. E’ Cristo stesso che si identifica con il peccatore (Colui che non aveva conosciuto peccato, Dio lo trattò da peccato in nostro favore (1 Cor 5,21)) e con il sofferente. Ciò che è sbagliato è l’uso ideologico e unilaterale che si fa di questo aspetto delicatissimo della fede cristiana, per darlo in pasto ad un mondo laicista e scristianizzato che non lo comprende, ma lo strumentalizza. E’ proprio il caso del dare le perle ai porci.

          • GMZ ha detto:

            Caro Don Ettore,
            Il “mondo laico” la croce non la capirà mai, quindi il problema non si pone.
            Quello che sconcerta è la strumentalizzazione che della croce fanno i nostri pastori, per i quali la vita è un valore non negoziabile solo quando si tratta di “migranti”, mentre negli altri casi c’è da capire discernere accompagnare.
            Anche Charlie Gard, Alfie Evans e Vincent Lambert sono saliti sulla croce, ma per loro solo un tuit controvoglia – o manco quello.
            Che desolazione.

          • Maria Grazia ha detto:

            Bravo DON ETTORE! Preciso ed incontestabile.

  • Gian ha detto:

    E’ questo il vero scandalo dei nostri tempi, il fallimento come cristiani davanti allo sterminio legalizzato degli innocenti con l’aborto spacciato per diritto. I migranti in mare se fossero veri profughi che scappano da guerre si fermerebbero al paese confinante, dove non si combatte, in attesa di poter tornare a casa a guerra finita. Basta bugie!

  • Davide ha detto:

    La smettessero con questo refrain del ‘salvar vite umane nel Mediterraneo’… di una falsità intellettuale a dir poco disarmante e propagandata al solo scopo di ingenerare del tutto inesistenti sensi di colpa.
    La smettessero, una volta per tutte !!!

  • virro ha detto:

    Grazie a chi ha pensato questa straordinaria foto.
    Il sinedrio che condannò Gesù ora domina le logge del nuovo ordine mondiale.
    Eppure un giorno (proprio) si incontrerà la VIA, la VERITA’ e la VITA

  • Paolo Pantani ha detto:

    Sig. Bergoglio, so che lei non crede all’inferno, ma se lei non si pente, ci andrà dritto dritto, insieme a tutti i suoi seguaci. Con affetto, Paolo P.

    • Catholicus ha detto:

      Bravo Paolo ! Ha detto una cosa sacrosanta, una verità lapalissiana. Tutto il circo bergogliano ha già un piede nell’abisso infernale e si dimena per trascinate giù quanta più gente possibile, come ordinato loro dal diavolo, che hanno scelto per padre.
      A loro diciamo il nostro : Anatema !

  • Sulcitano ha detto:

    Gesù, “Via Verità e Vita” . Gesù, “Autore della Vita”. Gesù Vita eterna di quanti credono e sperano in Lui. A Dio Padre, Figlio e Spirito Santo: gloria, onore e potenza nei secoli dei secoli. Amen!

  • deutero.amedeo ha detto:

    Riallacciandomi ad un mio post di qualche giorno fa riguardante la assolutizzazione del brano di Matteo 25 sul giudizio finale, e in particolare del testo che dice: – ero forestiero e non mi avete accolto- aggiungo che nelle cause di dannazione e di condanna al fuoco eterno Gesù si è dimenticato di dire:-volevo nascere e non mi avete accolto-. E quindi di questo grande peccato Bergoglio e i suoi seguaci immigrazionisti non se ne curano.

    • Alessandro2 ha detto:

      Non se n’è dimenticato. C’era e c’è il V comandamento.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Certamente per noi il V comandamento c’è ancora e rimarrà per sempre. Ma ti rammento che Papa Francesco nella catechesi introduttiva alla serie sui comandamenti ha detto più o meno che i comandamenti non sono ordini o divieti perentori, ma sono soltanto “parole ” con le quali Dio ci dà dei suggerimenti, delle istruzioni….

        • B.p. ha detto:

          “soltanto” ce lo hai aggiunto tu. In realtà li ha definito carta d’identità del cristiano, vale a dire qualcosa di più che comandi estrinseci. Papà Benedetto ha lottato contro l’estrinsecismo e Francesco ha ripreso il tema. Normale che la cosa scandalizzi i bacchettoni.

          • deutero.amedeo ha detto:

            Tutta la questione l’ho già ampiamente discussa a suo tempo in questo blog. Se tu arrivi adesso per sottolineare un soltanto che non ci dovrebbe essere e darmi gratuitamente del bacchettone non so che farci. Il tuo commento è in ogni caso fuori luogo.

          • Filippo ha detto:

            Amedeo correggo entrambi. Il Papa ha detto che le dieci parole non sono “solo” divieti (e non il contrario come dici tu), da che si comprende che il decalogo non viene svalutato, ma considerato qualcosa di più della semplice norma giuridica. Di fatto hai invertito il senso.

            PS se non vuoi tornare a discutere di temi già trattati, evita di tirar fuori l’argomento e parla d’altro. Questo è un blog e la gente discute.

          • Milli ha detto:

            E adesso questo estrinsecismo da combattere cosa sarebbe? Ma la smettete di inventare “ismi” di tutti i generi? Parlate chiaro, per favore.

  • Viva Anguera ha detto:

    Per MARIO e CARLONE; ZANCHETTA e GALANTINO; PAGLIA, CARBALLO e PADREPASQUALE;
    e per quelli che negano l’evidenza, in quanto ignari, ottusi, allocchi, succubi, collusi o leccapiedi.
    Una dedica speciale per il SOMMO ILLUSO e i suoi MISEREVOLI PASDARAN,
    in particolare quelli che – lautamente stipendiati – operano presso la CIVC-SVA.
    https://cronicasdepapafrancisco.files.wordpress.com/2019/09/08-bergoglio-ombra-2.jpg
    http://www.congregazionevitaconsacrata.va/content/vitaconsacrata/it/congregazione/organigramma.html

    DAI MESSAGGI MARIANI di ANGUERA:
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/
    https://gloria.tv/video/s6UVTaQQhfGY3Du7ixyPKvpPc
    «Il demonio vuole distruggere la Chiesa del Mio Gesù, trasformandola in una società di uomini con pensieri differenti e con ideologie contrarie agli Insegnamenti del Mio Gesù. State attenti. Rimanete fedeli al vero Magistero della Chiesa di Mio Figlio Gesù» (Messaggio, Notte di Natale 2019).

    Messaggio bellissimo e fortissimo! Merita di essere letto per intero e con attenzione!
    Grazie, Madre Santa, Corredentrice e Mediatrice di grazia!

    • CLAUDIO GAZZOLI ha detto:

      allora anche:
      “….ricolmi di ogni ingiustizia, malvagità, cupidigia, malizia; pieni d’invidia, di omicidio, di contesa, di frode, di malignità; calunniatori, maldicenti, abominevoli a Dio, insolenti, superbi, vanagloriosi, ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, insensati, sleali, senza affetti naturali, spietati…” (Romani I:28-30)

  • Vincenzo ha detto:

    Ritengo che non si debba strumentalizzare in alcun modo il simbolo della nostra Redenzione (che va unicamente contemplato ed adorato).
    Detto questo, noto che c’è del diabolico nell’attacco alla famiglia, alla vita nascente ed alle persone indifese: noi dobbiamo pregare per i responsabili (soprattutto per quelli che si ammantano del “sacro” finto buonismo) perché, ravvedendosi, tornino ad adorare il Re della Vita e non venga loro imputata alcuna colpa.

    • Milli ha detto:

      Difatti la Madonna stessa, nelle sue apparizioni, ha affermato che il Diavolo vuole distruggere i giovani e le famiglie. Senz’altro questo è un’arma potente e spietata.
      Negli States le cose vanno anche peggio. Provi a guardare cosa è l’aborto a nascita parziale, ancora praticato in alcuni stati.
      Trump è uno squalo, ma almeno questa mostruosità cerca di fermarla.