RVC: BERGOGLIO E PREGIUDIZIO. TANTI PERCHÉ SENZA RISPOSTA.

20 Dicembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, frugando negli archivi – di qualche mese fa – mi sono accorto di aver ricevuto, e di non aver mai pubblicato, una nota di Romana Vulneratus Curia (RVC per amici e nemici). Mi sembra interessante, anche come documento storico, e mi scuso infinitamente con RVC per la disattenzione. Faccio ammenda e cerco di riparare pubblicandola ora.

 

BERGOGLIO E PREGIUDIZIO

RVC a Tosatti. Caro Tosatti, ho trovato una memoria scritta anni fa, quale sintesi di un dibattito. Chissà se potesse interessare Stilum Curiae. Il tema dibattuto si riferiva ad una accusa mossa ad intellettuali (alcuni presenti) dai vari Tornielli, Spadaro, Melloni, ecc. di valutare il pontificato di Bergoglio, con “pregiudizi“ vari, di natura tradizionalista – conservatrice. I partecipanti dichiararono che avrebbero formulato solo domande aperte, senza neppure esprime giudizi. Per esempio :

– Perché non si realizzano le riforme annunciate? perché quelle veramente necessarie non sono neppure concepite, quelle che si fanno sono mal fatte e sono imposte?

– Quanto influiscono gli ambienti Unesco sulle scelte politiche del pontificato?

– Perché il pontefice si occupa solo di migrazionismo con sospetto di volere un sincretismo religioso già preannunciato dal segretario ONU, Kofi Annan?

– Perché ignora volutamente che il problema ambientale è stato proprio creato dagli ambientalisti neomalthusiani?

– Perché continua a parlare di misericordia per nascondere il peccato? Ignora cosa è pelagianesimo?

– Perché non dimostra lui come superare divisioni, smettendo di costruire muri con i cattolici e ponti con gli altri? Invece di colloquiare con Scalfari perché non colloquia con i Cardinali dei Dubia?

– Perché Papa Bergoglio ha posto fine ai precetti assoluti? perché i dogmi devono ora esser interpretati e sembrano essere in evoluzione? Perché la prassi fa la Verità? E’ la fede una esperienza esistenziale. E’ il diavolo un mito e l’inferno vuoto? La chiesa non possiede la Verità da sola? La fede non deve esser ideologica e influenzare le leggi dello stato? Non deve fare proselitismo? deve esser povera? in che senso? –La Rivelazione è nelle coscienze? L’ inequità è peggior male e la miseria morale è conseguenza della materiale? Il dubbio è positivo per la fede? I pastori devo ascoltare e non insegnare? Il pluralismo teologico è un bene? Dio perdona tutti e castigare è crudele? Ma anche, chi non accoglie l’immigrato è razzista?

– Perché il Papa non spiega cosa è peccato grave, non spiega se chi vive more uxorio può comunicarsi, non spiega se è possibile vivere la grazia senza conversione, se ci sono tentazioni superiori alle nostre forze. Ma la ricerca della santità è ancora incoraggiata nella chiesa?

Quale fu allora la conclusione?. Fu che Papa Bergoglio non era allora “capito “, non tanto grazie a pregiudizi,bensì grazie a giudizi espressi su fatti reali. Fatti che cominciavano a preoccupare perché concorrevano a confondere bene con male.

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

https://www.edizpiemme.it/libri/inchiesta-sul-demonio

Tag: ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

45 commenti

  • wisteria ha detto:

    Ho fatto l’esame di maturità al Pilo Albertelli nei lontani anni Settanta e già allora era un covo di comunisti. Ora è anche multietnico. L’aula dedicata ai migranti dovrebbe essere il frutto di un progetto per cui il liceo ha ricevuto dei finanziamenti ministeriali. Lessi qualcosa in proposito mesi fa.

  • Gene ha detto:

    Hai detto bene Deuterio Amedeo, Bergoglio è come quello scienziato che prova le sue ipotesi, ma se no sono verificabili riprova, invece il papa multietnico persevera e continua nonostante si sia creata tanta confusione🤔🤔, povera Chiesa e poveri noi fedeli

    • deutero.amedeo ha detto:

      Per premio, Moderatore permettendo, ti regalo una barzelletta.
      Il Santo Padre, colto da un improvviso malore, viene ricoverato in terapia intensiva. Accorrono Parolin, Zuppi, Tagle e si svolge il seguente dialogo.
      Cardinali : – Santità, cosa possiamo fare per lei ?–
      Santo Padre :– Per prima cosa togliete il piede dal tubo dell’ossigeno.–
      Piaciuta?

  • Iginio ha detto:

    “Vietato dire «a un ragazzo a una ragazza ‘tu sei ebreo, tu sei musulmana, vieni e convertiti’: non si può!» Papa Francesco dialogando con gli studenti del liceo classico Albertelli è stato chiaro e ha messo in guardia dal rischio di fare proselitismo”
    cfr. https://www.ilmessaggero.it/vaticano/roma_islam_ebrei_papa_francesco_conversione_vaticano_scuola_studenti_domande-4938739.html
    Sorvolo sullo stato penoso in cui quel liceo era negli anni scorsi, tra borgatari ignoranti (e che sfottevano chi credeva in Dio) e professori fuori di testa che bocciavano o promuovevano per fare dispetto ai colleghi.
    E sorvolo anche su “laicità laicità” di chi non vuole preti o vescovi nella scuola statale: sarebbe interessante sapere come reagiranno adesso.
    Il punto è: ma quel concetto espresso da Bergoglio va bene così? Io ne dubito seriamente.

    • Sherden ha detto:

      Non solo, ovviamente, non va bene questo (ennesimo) abbaglio, palesemente opposto contrario a quanto c’è scritto nei vangeli, e in compenso perfettamente allineato al sincretismo massonico alla Abu Dhabi.
      C’è anche un’altra perla:
      «Tu sii accogliente con la tua fede, e quella coerenza ti farà maturare. Non siamo nei tempi delle crociate», ha detto il Papa.
      Questa invece esplicita la profonda ignoranza storica, oltre a propagandare la leggenda del siamo tutti buoni per natura (lo vada a dire ai talebani di “essere coerenti”, e rideranno a crepapelle)

    • Gian Piero ha detto:

      Il discorso di Bergoglio al Liceo e’ un cumulo di contraddizioni. Dice che ognuno deve essere coerente con la propria fede. Poi dice che non si puo’ dire di convertirsi ad un ebreo o musulmano.
      Ma se uno e coerente con la fede in Gesu’ deve seguire quello che dice Gesu’ : Andate e convertite tutte le genti battezzandole nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo”
      L’ evangeluzzazionevdi tutte le gentibe’ un preciso comando di Gesu’ ai suoi discepoli. Per essere coerenti con la propria fede i discepoli di devono seguire i comandi di Quel che e’ sicuro e’ che 1) Bergoglio NON E’ Coerente con la fede in Gesu’
      2) Bergoglio non e’ cierente Col principio di non contraddizione.

      Un coacervo di contraddizioni, illogicita’ , retorica, demagogia l furberia da quattro soldi, piacioneria, come Bergoglio non si era mai visto prima.

    • gabriele ha detto:

      Com’era bello quando andavo a scuola io negli anni 90 e, al liceo di Asti, il buon vescovo e futuro cardinale Severino Poletto (che bravo Papa sarebbe stato! uomo semplice ed umile davvero, non per ostentazione) veniva due-tre volte l’anno a celebrare la santa messa in aula magna, con tanto di mitra e pastorale (io ebbi l’onore di fargli da ministrante), i ragazzi cantavano e suonavano i canti e nessuno si scandalizzava, anche chi si professava non credente assisteva tranquillo e non si sentiva per nulla turbato, perché tutti avevano il buon senso di capire che una messa non fa male a nessuno… stesso discorso per crocifissi e presepi… ora tutto ciò sarebbe inaudito… un prete o un vescovo che vanno a dir messa in una scuola… figuriamoci… adesso se ci vanno è per dire che ognuno si tenga la sua religione ché tanto son tutte uguali… che mondo… e anche in politica fino a qualche anno fa il presidente della Repubblica poteva dire “Dio benedica l’Italia” come facevano Scalfaro e Cossiga senza che nessuno si scandalizzasse più di tanto, perché c’era ancora il buon senso di capire che un a benedizione non può far male a nessuno… L’ultimo ad invocare l’aiuto di Dio fu Casini nel 2001, quando tenne il discorso d’insediamento a presidente della Camera…. Ora se un politico chiede la benedizione di Dio e della Madonna, l’intellighenzia cattolica, invece di rallegrarsi ed invitare gli altri a fare altrettanto, lasciando a Dio il compito di verificare la sincerità del gesto, lo condanna… oggi i primi a vergognarsi della propria fede sono i cattolici, e specialmente i capi… che nostalgia di quand’ero giovane e non c’era in giro tutto questo rincoglionimento che c’è adesso.

  • Luke ha detto:

    È uscito su Netflix il film “I due Papi”, un biopic sul rapporto tra Ratzinger e Bergoglio.
    Vorrei sapere che cosa ne pensaste, se possa essere un film veritiero oppure no. Potreste vederlo e farne una recensione?
    Grazie.

  • Giuliano Mignini ha detto:

    Mater Ecclesiae. Ora pro nobis

  • Giuliano Mignini ha detto:

    Resistere, resistere, resistere

  • Giuliano Mignini ha detto:

    Coraggio. Viva Cristo Re

  • Adriana ha detto:

    Perchè ?, perchè ?…perchè , dal momento in cui è
    ” in uscita ” la chiesa Bergogliosa deve ancora decidere quale ragione sociale darsi .
    E intanto vaga indagando tra varie attraenti opzioni presenti sul mercato : ” Ordine del Tempio Solare ” ,
    ” Unitariani Universalisti ” , ” Chiesa di Cristo Scientista “,
    ” Scientology ” , ” Tempio del Popolo ( migrante ) ” .

    • deutero.amedeo ha detto:

      A parer mio, Bergoglio è uno che procede per tentativi ed errori. Prova a premere un tasto qua, un tasto là e poi sta a vedere che cosa succede. Se quello che succede gli va bene quello è un tasto giusto; se gli va male quello è un tasto sbagliato. Senza sapere da dove è partito, senza sapere dove è arrivato : l’importante è rimanere a cavallo.

  • Gabriele ha detto:

    Ho letto sulla fb di Avvenire un titolo: il Papa ha fatto visita ad un liceo classico romano. Ohibò mi son detto, chissà cosa è andato a fare, anche ricordandomi che a Benedetto era stato impedito di accedere all’Università. Avendo anch’io fatto il liceo classico mi sono incuriosito e, tutto contento, sono andato a leggere l’articolo, credendo che il Papa fosse andato a tenere qualche riflessione sul rapporto tra Fede e Ragione, su filosofia e teologia, sulla Scolastica o la Patristica, su qualche autore della letteratura cristiana antica greca o latina; insomma, cose che ci si aspetta si trattino in un liceo classico. Invece… sorpresa: il Papa è andato a vedere una sala dedicata a… indovinate un po’… I migranti!!!! Noooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!

    • mr. white ha detto:

      La carità conduce in Paradiso; la filosofia e la teologia no.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Sì sì certo!
        L’importante è fare il minestrone per i migranti.
        Poi se bestemmi, diffondi eresie, fai pubblicità ad un dio inesistente e, tutto sommato, ingiusto, che castiga i giusti e premia i peccatori, fai il sodomizzante o il sodomizzato in sprezzo alla legge divina, quello non ha importanza !!!!!!!
        Bravissimo MR. WHITE !

        • deutero.amedeo ha detto:

          SE POI VAI A FARE LA COMUNIONE SENZA SAPERE E CONOSCERE CHI VAI A RICEVERE E IN STATO DI PECCATO MORTALE , TANTO PER PARTECIPARE ALLA MENSA COMUNITARIA, è ANCORA MEGLIO.

      • Gabriele ha detto:

        Per fare la carità non serve la religione cattolica, non servono preti e vescovi e sacramenti, quindi la Chiesa cattolica può chiudere i battenti. La carità la fanno tutti, buddisti, islamici, credenti di ogni religione e financo gli atei. Se serve la carità per andare in paradiso, la chiesa cattolica è inutile, perché c’è chi lo spiega meglio di essa che bisogna essere buoni, non servono i preti. E comunque ora si stava parlando di liceo classico: al liceo classico si insegnano appunto filosofia (con la teologia, perchè tutti i filosofi parlano di Dio), letteratura e quant’altro, non i metodi per andare in paradiso. Filosofia e teologia sono sempre servite per comprendere meglio, con la ragione che Dio ci ha dato, i misteri della Fede. Certamente se la Fede non c’è, perché si dice che per andare in paradiso basta la carità e dunque la fede cattolica è inutile, allora filosofia e teologia non servono alla Fede, come non serve nemmeno parlare di Dio.

        • Adriana ha detto:

          GABRIELE ,
          nutro il forte sospetto che ” quel ” Liceo sia oggi quale lo ha descritto Iginio . Nutro anche il sospetto che il signor Bianco sia un prodotto di tale Liceo , avendo parafrasato
          in italiano , pro domo S. Marthae , una frase di S. Agostino :
          ” Scientia inflat , Charitas aedificat ” .

          • mr. white ha detto:

            Terribile: basta scrivere che la carità porta in Paradiso e la teologia no, che partono le insinuazioni? C’è qualche cattolico qui dentro?

          • deutero.amedeo ha detto:

            Scusa Adriana, se mi permetto di correggerti. Quelle da te citate sono parole di San Paolo: “Ma la scienza gonfia, mentre la carità edifica” (1 Corinzi 8,2).
            Ciao. Amedeo

          • Adriana ha detto:

            DEUTERO , hai perfettamente ragione . Chiedo scusa .

        • mr. white ha detto:

          Non si offenda, ma il suo messaggio oscilla tra luteranesimo e gnosticismo.
          La carità è efficace proprio perché é frutto della fede in Cristo ed in quanto tale, ci dà dei meriti (o meglio: fa sì che Dio ci riconosca dei meriti che sarebbero comunque suoi).
          La filosofia e la teologia non sono mezzi di salvezza, infatti può salvarsi anche l’analfabeta che non sa leggere nemmeno lo scontrino del supermercato. Chiunque invece può rendere operosa e salvifica la propria fede con la carità.

          • deutero.amedeo ha detto:

            Per favore lasci stare le etichette.
            Le virtù teologali sono : Fede, Speranza, Carità.
            San Paolo afferma che la più importante è la Carità.
            Ma la Carità di cui parla San Paolo non si deve confondere con l’elemosina. Può anche sfociare in carità materiale ma è soprattutto Carità spirituale.
            E in quanto alla Fede degli illetterati le dico che anche chi non sa leggere almeno le orecchie per sentire le ha, a meno che non sia sordo. E se le omelie fossero vere omelie e non comizi politici, e le lezioni di catechismo fossero veramente lezioni riguardanti la Fede e la Morale anche gli illetterati potrebbero saperne più di lei.
            Nihil Amori Christi praeponere. (Regula sancti Benedicti, caput IV : Quae sint instrumenta bonorum operum n. 21)
            Buona sera!

          • mr. white ha detto:

            Forse le è sfuggito che qui si parla di contrapposizione tra opere di carità e teologia come mezzi per il Paradiso, non di cosa sia la carità e di come vada messa in atto.

          • Adriana ha detto:

            Bianco ,
            se la sua risposta era indirizzata a me , non mi offendo affatto . Il problema , vede , è poter individuare dove trovare il vero Dio .
            Adesso sappiamo che non è cattolico .Proveremo a indagare presso Al Tayyebb ,presso il Rav. Di Segni , andremo dalla signora che allatta il porcellino…Ci faremo aiutare dal National Geographic . ..
            Perchè fare proprio “quel bene ” – che solo Lui vuole – precede – spiritualmente -il farlo per ottenere una piacevole vita eterna . Ma per farlo bisogna anche , soprattutto trovare Dio e conoscerLo . Le guide sono molto utili .

      • Diana ha detto:

        In tutto ciò mi sfugge e quale sarebbe l’atto di carità di Bergoglio nella visita ai liceali. Dal breve estratto letto ha semplicemente mentito, dicendo una cosa falsa, esplicitamente contraria al comando di Nostro Signore prima di ascendere al cielo. Quindi è andato lì, abusando ancora una volta dell’ufficio che riveste, a dire una esplicita menzogna a giovani anime che devono anche loro salvarsi, e l’unica via è Cristo Signore. Solo tra i figli dell’inferno questo può essere considerato un atto di carità.

        E adesso mi parli pure della sala dedicata ai migranti in una scuola italiana. E di come questa sala sarebbe un atto di carità. Verso chi. E come. Scenda nei dettagli.

  • Antonella ha detto:

    Forse dovremmo porci altre domande, tipo:
    – Perché l’Idolatria resa pubblica con Pachamama e il resto dell’Olimpo Amazzonico non è collegialmente condannabile come Atto di Abominio per un Papa che la pratica?
    – Per quale ragione Bergoglio non risponde di persona alle richieste di Monsignor Viganò?
    – La dichiarazione di Danneels è un capo di accusa determinante perché sia di fatto invalidata l’Elezione Papale.
    – Se Bergoglio non la contraddice, allora la conferma.
    Per quanto tempo ancora si dovrà assistere ad una tale farsa?
    – La gerarchia silente è da ritenersi complice di ogni suo Rinnegamento, come andrebbe considerata sul piano canonico?
    I credenti che non intendono stare a guardare passivamente come saranno presto considerati?
    Nel sovvertimento più totale dei fondamenti dogmatici che sostanziano il Cattolicesimo assistiamo per la prima volta ad uno stato di Eresia insediata nella Chiesa stessa.
    Si sta consentendo al Protestantesimo di impadronirsi della Chiesa Cattolica e coloro che lo contrasteranno saranno bollati presto di scomunica.
    Non sarebbe il caso di prevenirla, valutando la sua nullità canonica in circostanze così assurde come quelle che da credenti stiamo subendo nel limbo della Gerarchia che dovrebbe invece rappresentarci?
    Bei tempi quelli di Lepanto…..

    • Maria Grazia ha detto:

      @ ANTONELLA – alla sua lista io aggiungerei altri interrogativi: – Perchè Bergoglio non si è pronunciato sullo show dei LGBT che il Cardinale di Vienna ha permesso, per il secondo anno consecutivo, che si svolgesse nella Cattedrale?
      -Perchè il Papa non ha commentato la dichiarazione che Don Mazzi ha reso lo scorso 5 dicembre è cioè che lui preferisce Giuda a Pietro?
      Vuole forse farci credere che non ne fosse informato?

      • Antonella ha detto:

        Sicuramente Maria Grazia, ma come vedi la lista potrebbe continuare…..
        Già me lo immagino, sarebbe capace di far passare certe rappresentazioni come espressione della nuova interpretazione ascetica LGTB !
        Tutto cambia e la Chiesa Inclusiva non esclude nessuno, accoglie, accoglie senza differenze….
        Unico Discriminato: Gesù Cristo.

  • TITTOTAT ha detto:

    Perché la Verità vi farà liberi. Non vi vuole liberi, è un santone dalla tecnica ben congegnata, vi instilla sensi di colpa, la trappola è perfetta, i Bergoglioni duri e puri aderiscono ormai in pieno e quelli che pensano da liberi non possono uscirne perché hanno sempre il senso di colpa dell’infedeltà al Papa. Per questo quelli là hanno scelto la chiesa cattolica. A parte i segreti nascosti negli archivi e non so se Bergoglio non abbia già provveduto a consegnarli con divozione d’adepto.
    Ma secondo voi Dio lo consente questo? No.
    Per questo la fortezza volante B16 è dura da abbattere, impossibile.
    https://m.youtube.com/results?search_query=pionieri+del+rosario

  • Chiara ha detto:

    Mia suocera pervicacemente continua a sostenere che il papa non sia compreso 🤷🏻‍♀️ Come posso fare?!?

    • newman ha detto:

      Pare che la Chiesa si stia aprendo all’eutanasia assistita. lol

    • TITTOTAT ha detto:

      Significa che l’intelletto ce l’ha confuso, la scienza lo ha abbandonato, lo Spirito non illumina lui e neanche quelli che l’ascoltano, il risultato è la disunione e la confusione, ulteriore prova che non è il Papa. Dov’è lo spirito di Unità? B16.
      Diranno: Anche Gesù era incompreso.
      No, l’ hanno ucciso perché hanno compreso benissimo il suo insegnamento, così pure per il suo Vicario Benedetto XVI, tutti hanno compreso benissimo cosa insegnava.

    • Sherden ha detto:

      disdicile l’abbonamento a Fanghiglia Cristiasina, il problema probabilmente inizia lì…

  • Maria Grazia ha detto:

    Agli interrogativi posti da RVC , vorrei aggiungerne un altro: perchè Bergoglio non ci informa sull’effetto delle sue decisioni sui Cattolici cinesi? In seguito all’accordo Santa Sede – Governo di Pechino in cui Bergoglio autorizzava il Governo cinese ad intervenire sulle nomine episcopali cattoliche, nelle chiese cinesi sono state tolte le immagini della Madonna per sostituirle con quelle di Mao o del Presidente della Cina come informa l’allegato che vi inserisco.
    https://fsspx.it/it/news-events/news/si-invita-al-culto-di-xi-jinping-e-mao-diverse-chiese-della-cina-53327

  • Pierluigi ha detto:

    Tutti questi comportamenti evidenziati da RVC possono essere riassunti nel “principio” bergogliano per cui “il tempo è superiore allo spazio” (in realtà un apriori che Francesco non si cura di dimostrare).
    Infatti, se per un attimo supponiamo che questo principio sia vero, tutti questi comportamenti sono dettati dalla certezza che non c’è più una verità assoluta e tutto può essere messo in discussione, costituendo il presupposto per l’ingresso del relativismo nella Chiesa. Il problema di questo “principo” è che il cristianesimo stesso è Verità Rivelata a cui ci conduce non la fallace mente umana bensì Cristo stesso quale Dio e Via, Verità e Vita. Non per nulla molte volte ai sostenitori di Francesco non rimane altro che riscrivere la stessa Parola di Dio per giustificare le sue posizioni inaccettabili, come accadde al vescovo Galantino che affermò che Sodoma e Gomorra non furono distrutte da Dio o a padre Sousa quando disse, per giustificare le deviazioni di Amoris Laetitia, che non esistendo al tempo il registratore non si può essere sicuri di ciò che Gesù abbia effettivamente detto sull’adulterio.
    Che il tempo non sia superiore allo spazio è agilmente dimostrabile in base alla fede cristiana. Infatti, con la resurrezione il corpo di Gesù, benché glorioso con tutte le caratteristiche connesse (quali ad esempio quella di entrare in luoghi “a porte chiuse”, come afferma il Vangelo), è comunque
    un corpo in carne ed ossa che occupa un volume, ossia una porzione di spazio. I risorti, essendo passati dalla cruna dell’ego della morte, d’altronde, non hanno più tempo. Infatti, come afferma Gesù nella parabola di Lazzaro e del ricco epulone con le parole a quest’ultimo rivolte da Abramo, per i dannati non è possibile passare dall’inferno al paradiso. Perché avviene questo? Perché i dannati, come i demoni, non hanno il tempo di convertirsi. Il tempo, infatti, essendo la misura del cambiamento con il criterio del prima e del dopo presuppone la sussistenza del cambiamento e di quella sua particolare forma che chiamiamo conversione.
    Quindi, siccome lo spazio rimarrà e il tempo finirà, è dimostrata l’erroneità del suddetto principio secondo cui il tempo è superiore allo spazio e tutti i comportamenti e i modi di pensare che ne derivano.

    • Mariagrazia ha detto:

      Tempo e spazio sono categorie talmente diverse che è impossibile equipararle. Per cui mi sembra insensato dedurne delle regole o stabilire delle priorità…

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      Stiamo ancora qui a dibattere su Bergoglio.
      Il manifesto del suo pontificato è racchiuso in una sola parola pronunciata il 13/3/2013 al momento della sua elezione: “Buonasera”.
      In quel momento rimasi sorpreso e pensai che la stranezza fosse dovuta alla scarsa conoscenza della lingua italiana. Sbagliavo. La conferma che si tratta di una scelta viene ogni domenica dall’Angelus che si apre con “Fratéli e soréle, buongiorno” e si chiude con il mitico “Buon pranzo”.
      Caro RVC e cari amici, smettiamola di fare domande al papa e sul papa. Parliamo del campionato di calcio o della coltivazione dei pomodori: è meglio per la salute.

      • Boanerghes ha detto:

        Ormai così fan tutti.
        Buongiorno, buonasera, buon pranzo, buona Domenica, buona settimana, etc.
        La benedizione finale, anche solenne, non è più che sufficiente?

        • Milli ha detto:

          Mi è capitato per caso di vedere in tv la benedizione alle statuette dei Bambin Gesù. Ha detto “vi benedico col cuore” Ma… non si faceva nel nome del Padre,Figlio e Spirito Santo?
          Adesso i bambini romani hanno le statuette benedette nel nome di Bergoglio.

  • Marco Matteucci ha detto:

    LETTO SU AdAVVENIRE:
    Padova. Il presepe danzante, il grande evento raccontato da bimbi di tutto il mondo.
    La rappresentazione è giunta al decimo anno: Lo scorso anno la bimba che rappresentava Maria era musulmana e anche questa volta non è cattolica.
    Allora ha ragione Bergoglio:
    Come può essere Corredentrice la Madonna, se non è nemmeno …cattolica!

    • Marco Matteucci ha detto:

      Il vilipendio contro la Santa Vergine è stato addirittura reiterato dal Superbo Tarquinio nella sua rubrica “Il Direttore Risponde”.
      ANNAMO BBENE!