CARO STILUM TI SCRIVO…UN IMPRENDITORE CATTOLICO DELUSO DALLA CHIESA.

5 Dicembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae ci ha scritto un imprenditore cattolico, e ben volentieri condividiamo il suo sfogo, che come egli stesso dice, è accorato. E d’altronde le ultime rivelazioni su come la Segreteria di Stato, vale a dire la mano destra e sinistra del romano Pontefice, utilizza i soldi che da tutto il mondo le giungono per la carità del papa non possono fare a meno di sorprendere, sbalordire o anche scandalizzare a seconda del grado di partecipazione di ciascuno alla vita della Chiesa. E in effetti la lettera che pubblichiamo è testimonianza di ciò che pensano oggi coloro che hanno reso ricca la Chiesa ieri, perché avevano fede in  lei e in ciò che faceva. È difficile non collegare questo tipo di sentimenti al crollo dei contributi alla chiesa. Anche il concetto di “investimento etico” sembra molto traballante; si dichiara di non investire in armi da difesa  (che è ben discutibile, se si pensa a come sarebbe potuta finire quando i Lanzichenecchi di Carlo V attaccarono Castel Sant’Angelo, se le guardie svizzere non avessero avuto strumenti per resistere…) e investe in montature per occhiali da trans e in un film su un omosessuale che è riuscito ad adottare una creatura.

 §§§

Esimio dottor Tosatti, sono un imprenditore cattolico che oggi definireste “tradizionalista” (cioè cattolico, secondo la teologia di Tommaso d’Aquino e la dottrina di San Pio X, e secondo il magistero della chiesa, nonostante il Vaticano II, fino a Benedetto XVI); sono in età matura, vedovo, ma senza figli ed eredi.

Ho lavorato soprattutto all’estero ed in Italia ho ben poche relazioni, essendomi limitato a passarvi solo il periodo di vacanze estive ed invernali. Leggo quasi sempre il suo Stilum Curiae e lo apprezzo sia per gli interventi dei suoi contributori (coperti o no da nickname), sia per i commenti dei suoi lettori.

Perché le scrivo? Perché avendo lavorato sodo tutta la vita e avendo risparmiato molto ( essendo distaccato dai beni e ricchezze ), mi trovo ora a dover decidere a chi lasciare detti beni.

Il primo impulso è stato quelli di lasciarli a qualche istituzione religiosa che conosco e apprezzo, affinché possa ben utilizzarli in opere di fede e conversione, cioè le sole opere che concorrono a migliorare il mondo e valorizzare la civiltà cristiana.

Per esempio avevo pensato ai Francescani dell’Immacolata. Ma mi dicono che son stati commissariati.

Avevo pensato alla congregazione del Verbo Incarnato, di cui ho conosciuto un santo sacerdote argentino… Ma mi dicono che pure loro son stati commissariati.

Ho cercato, grazie a miei fratelli nella fede, di individuare movimenti o congregazioni meritevoli, ma le risposta che ho ricevuto son state tutte, dico tutte, deludenti.

Si direbbe che ogni ambiente ecclesiale abbia deciso, in questi ultimi sei anni, di diventare di fatto “progressista” secondo la teologia di Karl Rahner e del consigliere teologico del Papa, il card. Kasper.

Ho letto i documenti di Magistero di Papa Francesco, da Evangelii Gaudium a Amoris Laetitia fina a Laudato Si. Ma, prescindendo dalle valutazioni che ho letto, scritte da esperti in teologia e apologetica, devo dire che mi hanno confuso e turbato.

Oggi poi sul Corriere a pag.19, leggo dell’uso discutibile degli sprechi di quel danaro che “la povera vedova evangelica” e il mondo cattolico dona alla Chiesa perché faccia evangelizzazione e questa lo “investe” in attività di Lapo Elkann o per finanziare un film su Elton John.

Mentre dichiara di seguire codici di investimenti etici!

Mente?

Sono scandalizzato.

In conclusione, non farò né donazioni né testamento a favore di nessuna istituzione che si riconosca in questo magistero, né a favore di alcuna opera di carità gestita da questa Chiesa.

Grazie per aver ospitato questo mio accorato sfogo.

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

126 commenti

  • Giuseppe ha detto:

    Io sostengo Padre Aldo Trento.E ricordo sempre la parabola del banchetto di nozze.
    “Non gettate le vostre perle ai porci”.
    Buon Natale

  • AC ha detto:

    Gentile imprenditore,

    la Sua volontà di ben disporre della sua ricchezza materiale, una volta che avrà terminato la Sua vita terrena, non può che rallegrarmi.
    Personalmente quasi il 100% delle mie donazioni vanno a favore di Aiuto alla Chiesa che Soffre, organizzazione pontificia che mi sembra lavorare molto bene.
    Ho letto altri interventi davvero interessanti, come quello delle scuole paritarie (che stanno uccidendo) ed ancor più io finanzierei le scuole parentali, oltre a quelle paritarie. Le due cose non si escludono mutualmente affatto.
    E’ senz’altro interessante l’idea di istituire una fondazione con rappresentanti di sicura fede cattolica. La fondazione potrà finanziare di anno in anno uno o molteplici iniziative.

    Qualunque sia la Sua decisione, il Signore La benedica e sostenga!

  • Iginio ha detto:

    Qualche congregazione religiosa seria e annessa fondazione c’è, penso p. es. agli orionini. Oppure a fondazioni ispirate a sante persone vissute nel secolo scorso.
    Da evitare i salesiani, sia perché hanno intrallazzato sia perché sparano stupidaggini e sovente sono persone poco serie (non nel senso di musone, ma di serietà come modo di porsi e di essere).
    A proposito, l’ultima dell’UPS (università salesiana): hanno scritto (la facoltà di teologia!) che è molto bello inventarsi i nomi al femminile delle professioni (del tipo: sindaca, ministra, per capirci). Tanto della grammatica che c’importa, l’importante è divertirsi.

  • Davide.S ha detto:

    Mi associo ai commenti che hanno individuato, pur nelle difficoltà storiche che sta vivendo la Chiesa, delle valide associazioni quali Aiuto alla Chiesa che Soffre, Radio Maria, le missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta.
    Le consiglio inoltre di chiedere consiglio a giornalisti di sicura fede cattolica, quali ad esempio Tosatti, Antonio Socci, Aldo Maria Valli o Costanza MIriano e di iniziare a dare qualcosa fin da oggi, affinchè le sue ricchezze possano portar frutto a lei ed ai bisognosi fin da adesso.

    Cordiali saluti.

    Davide

  • BDM ha detto:

    Un’idea ci sarebbe, ma vorrei suggerirla all’imprenditore in privato. Con l’aiuto di Marco Tosatti

  • Andrea ha detto:

    Poco fa ho letto questa notizia che mi ha non dico scioccato perchè ormai… diciamo perlomeno disgustato. Un avvenimento di due anni fa.

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/bullismo-scuola-bimbo-8-anni-si-impicca-nella-sua-cameretta-1795283.html

    Questo bimbo di soli otto anni si è impiccato nella sua camera in seguito alle continue vessazioni inflitte dai suoi compagni. La cosa ancora più assurda è che le telecamere avrebbero ripreso non solo i piccoli carnefici in azione ma anche una certa freddezza ed indifferenza degli adulti nella scuola. All’inizio ho pensato che l’imprenditore avrebbe potuto aiutare la madre del piccolo Gabriel la quale ha creato una fondazione contro il bullismo. Solo che poi anche qui si potrebbe infilare un giorno la mano dei progressisti che con la scusa della lotta alle violenze promuoveranno ulteriormente le loro teorie perverse, ad esempio le follie gender che già tanto danno stanno facendo.

    Bambini che infieriscono senza pietá
    Bambini che si suicidano
    Adulti indifferenti che si giustificano

    E… un pullulare di associazioni, ma se poco ci si può fidare di quelle che si definiscono cattoliche, come fidarsi di quelle laiche… satana propaga il male e se non esiste una chiara ed integra difesa contro di lui, anche ciò che può apparire da un lato una lodevole iniziativa umana da un altro lato può essere sfruttata dal diavolo per produrre altro male.

    Sul piano morale non c’è più certezza. Forse un buon uso della beneficienza potrebbe andare nel sostegno a distanza di quei bimbi davvero in totale povertá… Senza nè cibo nè acqua non c’è tempo per le degradazioni occidentali.

  • Eowin ha detto:

    Si faccia dire da persone fidate chi vive in ristrettezze economiche, cristiani, e paghi loro o il riscaldamento per un anno, o la scuola ai figli, o integri lo stipendio o la bassa pensione. Lo faccia lei ai singoli, perché se comincia ad appoggiarsi ad altri, questi cominceranno a prelevare dal suo lascito il loro stipendio e poi l’affitto per lo studio e poi la segretaria, il telefono, il riscaldamento, cioè i primi a prelevare saranno coloro che devono invece consegnare e i centesimi arriveranno ai poveri…forse.

  • Nicola Buono ha detto:

    O.T. fuori tema. Mi voglio sfogare un po se no scoppio. Un altro motivo in PIÙ per VOTARE CENTRODESTRA.

    https://www.secoloditalia.it/2019/12/reddito-di-cittadinanza-dallinps-5mila-euro-a-immigrato-non-serve-neanche-la-documentazione/

  • Fran ha detto:

    Lei ha pensato a Radio Maria? Altrimenti alle scuole paritarie che piano piano stanno chiedendo.

  • rtyu ha detto:

    Istituisca una fondazione (da un notaio) con a capo una persona di fede sicura.
    Ogni anno un collegio di persone, veri cattolici, decideranno a quali iniziative o enti dare il denaro.
    Chi mostrerà debolezze progressiste non vedrà rinnovato l’aiuto.