BASTA “FAMIGLIA”! IL PD VUOLE “RETE FORMALE E INFORMALE DELLA PERSONA”

5 Dicembre 2019 Pubblicato da

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, e soprattutto troll, quelli che difendono la povera Chiesa, e in particolare la Conferenza Episcopale Italiana, quella filo-piddina, anti-Salvini, contro i brutti cattivi identitaria che continuano – come quell’anticlericale di Giuseppe Mazzini, mica un fascistone – a dire Dio, Patria e Famiglia, questo post veloce veloce è dedicato a voi.

Scopriamo che il Partito Democratico del Friuli Venezia Giulia in un suo emendamento non vuole parlare di famiglia, ma di “rete formale e informale della persona”. Sono gli stessi, non dimentichiamolo, che vorrebbero in Emilia Romagna – il presidente, Bonaccini – il “nido” obbligatorio da zero mesi o giù di lì; e che sostengono – la Murgia e altri – che i figli non sono dei genitori, ma appartengono allo Stato.

Non mi rivolgo a loro, evidentemente ancora non guariti da quella malattia infantile della sinistra italiana nota come bolscevismo di ritorno, ma ai cattolici, vescovi (S.E. Zuppi in primis, così impegnato nella campagna elettorale emiliana, ma sono troppi per nominarli tutti) preti marcianti al suono di Bella Ciao e tutti i laici pro-aborto, filo eutanasia con distinguo e riserve, favorevoli a matrimoni stesso sesso e perché no a adozioni omosessuali, e soprattutto “non mi venite a parlare di valori non negoziabili”; ma come fate a votarli, e a continuare a chiamarvi cattolici e cristiani? E dai…

Grazie a Maria Rachele Ruiu per la scoperta…




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

45 commenti

  • marco ha detto:

    Per poter ribaltare la verità e sostituirla con la loro menzogna devono innanzitutto disancorarla dalla realtà. E in questo contesto, le parole sono fondamentali. E’ la parola che delimita i confini di ogni realtà, infatti, e per individui che odiano i confini (lo stesso vale per i muri Santità!) impedire la definizione precisa delle cose cambiando le parole è essenziale. Il linguaggio politicamente corretto è questo, non un semplice vezzo ipocrita

    • marco ha detto:

      … per questo, chi si adegua e dice Ministra anzichè Ministro, chi dice gay anzichè omosessuale, chi dice migrante anzichè clandestino è complice della rivoluzione permanente nella quale siamo stati precipitati.

  • Faramir ha detto:

    Il PD: una notte buia per l’intelletto e per il cuore. Un deserto di valori e di emozioni.
    Sbraita per la difesa dell’ ambiente e poi trascura di difendere quello che su questa bella terra è il più fragile, il più minacciato, e il più SACRO di tutti gli ambienti: il grembo materno.
    Ricordiamolo adesso che arriva Natale!

  • Nicola Buono ha detto:

    O.T. fuori tema ma moooolto interessante. Guardate i 2 video su Zuppi e capirete moooolto bene perché Zuppi piace tanto alla Sinistra di Bologna e della Emilia e Romagna che non si converte……

    https://video.repubblica.it/edizione/bologna/bologna-applaude-zuppi-alla-prima-del-doc-bergonzoni-il-vescovo-dei-simpson/349591/350169

    P.S. Per Maria Cristina. Contrariamente a quanto detto in precedenza non potrò essere in Piazza Duomo per un altro impegno.

  • carmela Mastrangelo ha detto:

    Purtroppo non c’è da meravigliarsi. Se togli Dio arriva la barbarie .Ma come al tempo di Noè Dio prepara un rinnovamento. Abbiamo fede1

    • Adele Magnanini ha detto:

      E nel frattempo cose facciamo? Lasciamo andare tutto come va? In quanto interveniamo presso le testate giornalistiche ‘( non piu’) cattoliche?

  • Maria Grazia ha detto:

    La spersonalizzazione dell’essere umano è nel DNA della Sinistra. Nell’Ente pubblico in cui lavoravo (sempre gestito dal PD) ad un certo punto la dizione “l’Ufficio del Personale” era stato sostituito con “Ufficio delle risorse umane” e nello Statuto era stato precisato che ad ogni Direttore di settore veniva affidata ” …. la gestione di risorse umane , finanziarie e materiali”.
    Non riuscendo più a tollerare tale situazione avevo redatto un’ interpellanza, presentata e discussa poi in Consiglio Provinciale dal Centro Destra con la quale avevo sottolineato che non era possibile reificare la dignità e la libertà dell’essere umano riducendolo ad una “risorsa” che il Direttore poteva, a sua discrezione, gestire come meglio avrebbe creduto, con lo stesso criterio delle risorse finanziarie e materiali a lui assegnate. In quell’occasione nessuno sia nei banchi della Sinistra che della Giunta era riuscito a trovare argomenti da contrapporre, e nonostante ciò hanno continuato a mantenere il termine “risorse umane” per designare i dipendenti dell’Ente.

  • Nicola Buono ha detto:

    O.T fuori tema ma mi devo sfogare un po se no scoppio. Un altro motivo in PIÙ per per VOTARE CENTRODESTRA.

    https://www.secoloditalia.it/2019/12/reddito-di-cittadinanza-dallinps-5mila-euro-a-immigrato-non-serve-neanche-la-documentazione/

    • Sherden ha detto:

      cito – integrando fra parentesi – dallo stesso link fornito da Nicola:
      “Sono quegli stessi soggetti che (secondo ben noti ubriaconi ideologici già direttori dell’ente e altrettanti alcolisti del mainstream, in talare o meno) dovrebbero pagarci le pensioni (o sono “una risorsa”).
      L’Inps sarà severissima con migranti svizzeri e giapponesi (migranti=zero, già che c’erano potevano inserire pure i groenlandesi).

  • Adriana ha detto:

    Sarebbe arrivato , prima o poi , il momento in cui la lingua orwelliana sarebbe stata concretamente impiegata nella realtà…
    E dove luogo più adatto di questa regione il cui capoluogo fu il primo territorio italiano della psicanalisi , poi della psichiatria basagliana ? Terreno ben dissodato e pronto a ricevere i nuovi semi ( di datura stramomum ) .

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      X Adriana.
      Parlare in modo semplice e chiaro è un dono di Dio che non tutti hanno. A questo l’erudizione non sempre giova. Anzi è un grosso ostacolo. Ritengo che due parole per spiegare al pubblico e all’inclita guarnigione che cosa sia il neolinguaggio orwelliano, peraltro citato a proprosito nel suo commento. gioverebbe molto alla comprensione dello stesso commento.
      E anche magari ricordare ai più giovani chi fu e che cosa fece Basaglia.

  • Giulio Di Nardo ha detto:

    Questi preti che cantano”bella ciao e altre amenità simili” non meritano neanche il rispetto che si deve normalmente ai sacerdoti. Il loro protagonismo li rende ridicoli e vuoti. Non hanno più il MAESTRO come esempio e guida ma solo dei fantocci. È proprio la chiesa(falsa) in uscita. Il Signore abbia misericordia e converta questi poveri uomini abbagliati dal loro egoismo.

  • Paolo Romano ha detto:

    Capisco la paura di chi sente la famiglia minacciata da più parti ma…
    Il temine “reti formali e informali” non vuole sostituire nel vocabolario il termine “famiglia”. Il contesto dell’articolo 8 illustrato (“progetto individualizzato”) è parte di un dispositivo più ampio e mi pare si riferisca alla volontà che tra le risorse per gestire il suddetto progetto siano considerate, oltre alla famiglia, ALTRE reti formali (scuola, parrocchia, associazioni…) e informali cioè senza una precisa natura giuridica ( il negoziante, il vicino di casa…).
    Attenzione a capire ciò che si legge e a contestualizzarlo.

    • Rafael Brotero ha detto:

      È “rete formale e informale” non “reti”, ciò che non permette la lettura buonista proposta da Paolo Romano. Attenzione a capire ciò che si legge e a contestualizzarlo.

      • Boanerghes ha detto:

        Il fatto è che viene proposto di togliere la parola famiglia.
        Tutto il resto sono chiacchiere

      • Paolo Romano ha detto:

        In realtà volevo scrivere rete formale e informale. Il senso non cambia come non cambia anche se il testo parla di cambiare LE parole famiglia che mi sembra un errore. Comunque spero non sia passato l’emendamento così da dare un senso a questa polemica. Sono certo che nel caso di persone senza famiglia il dispositivo prevederà di attivare le risorse disponibili tra la/le rete/i formale/i e informale/i della persona. Arrivederla/i.

        • Sherden ha detto:

          Arrampicatura sugli specchi.

          Se fosse stato questo lo scopo, bastava AGGIUNGERE “rete formale ecc. ecc.”, senza bisogno alcuno di SOSTITUIRE.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    L’antilingua è favorita dai silenzi dei Pastori della Chiesa.
    Non solo: è favorita dall’antilingua dei Pastori della Chiesa (non tutti!).
    Non mi riferisco alle non risposte ai dubbi, alle affermazioni confuse e tendenti a confondere, alle espressioni limite, alle eresie riportate da Scalfari o alle eresie conclamate come quelle di padre Sosa, grande amico del Papa.
    Mi riferisco alle espressioni GIUSTE, ma a cui manca un contesto.
    Non dico ci sia mala fede, ma forse mala abitudine sì.
    Così, quando il Papa dice non è cristiano andare dalle cartomanti, dice una cosa giusta, ma si rivolge solo ai cristiani, come se gli altri ci potessero andare, perché non dà un giudizio chiaramente negativo della magia.
    Per il Papa la magie è “debole” rispetto alla fede. E’ vero, ma deve anche parlare di PECCATO, deve anche dire che la magia è il terreno di caccia del demonio.
    Se manca lo zelo per la salvezza delle anime, se manca ogni riferimento al peccato, se il peccato viene riferito solo alle politiche e sociali, se manca lo zelo di dare tutta la gloria e tutto l’onore a Gesù, se manca, cioè, il riferimento alla GRAZIA, senza la quale NULLA è cristiano, nemmeno gli ideali e le azioni più belle, dire che questo e quello non è cristiano, è moralismo, dogmatismo e formalismo.
    Santa Tersa di Lisieux ha molto da insegnare su cosa sia la fedeltà fin nei minimi dettagli alla regola e alla morale, messa in relazione con una fiducia smisurata in Gesù

  • Attenzione ha detto:

    Emendamento votato anche dalla Lega. Buona serata.

    • turi ha detto:

      Vedo che la cosa non ha suscitato grande interesse, dato che nessuno è intervenuto per dirle che è un modernista cattocomunista! 😉

  • Don Ettore Barbieri ha detto:

    Diceva la mia insegnante di Filosofia del Liceo che il marxismo non ha un’etica, perché in esso l’essere umano non è persona, ma solo un ingranaggio nel sistema economico. Non ci rendiamo conto che la morale tradizionale è in qualche modo sopravvissuta alle follie e alle ideologie del Novecento. Se comunisti, fascisti e laicisti fossero stati coerenti fino in fondo con le loro idee certe mostruosità le avremmo avute già tanti anni fa, ma vi si opponeva, paradossalmente, il senso comune anche di coloro che cristiani non erano, ma che, senza saperlo, erano ancora in qualche modo “contaminati” dal Cristianesimo. Questo “senso comune” è stato sempre più eroso e ora ci avviciniamo al crollo finale, quando saranno legittimati poligamia, incesto e pedofilia.

  • Elia ha detto:

    Vogliono sostituire la parola “famiglia” con le parole “rete formale e rete informale” senza specificare cosa intendono per formale ed informale. Mi sa che se una satanassata del genere dovesse andare in porto saremo costretti a sorbirci ancora anni di lotta per meglio specificare il significato, appunto, di formale ed informale. Proprio loro che sostengono che anche una coppia omosessuale è famiglia ammettono, indirettamente, che c’è una differenza parlando di formalità e informalità (la verità si impone da sé, non si può negarla o nasconderla per sempre). Come ci siamo ridotti!
    Signore fino a quando? Vieni Signore Gesù, vieni per Maria.

  • Monica ha detto:

    É una modifica non solo linguistica ma di senso, capibile alla luce del concetto di poliamore di Jacques Attali, prossimo limite da superare con un processo di normalizzazione sociale.

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    🙂 Tutte trovate verbali che non significano niente.
    Basta pensare che per dire pappagallo si potrebbe indifferentemente dire:
    uccello variopinto e parlante
    oppure
    arnese usato negli ospedali per far urinare i malati a letto.
    🙂

    • Sherden ha detto:

      Vero, trovate verbali derivanti dal nulla ideologico.
      La cosa imbarazzante è che a questi “trovatori” del vuoto viene corrisposto pure uno stipendio con soldi pubblici…

    • Milli ha detto:

      Lo spero veramente, tuttavia il solo fatto che ci provino a proporre queste modifiche è inquietante, significa che si sta aprendo un sentiero che potrebbe diventare una strada.

  • TITTOTAT ha detto:

    E poi dicono che c’è stato ingiusto linciaggio contro il Piddì.
    Poverini, loro con la mentalità Bibbiano non c’entrano!

  • Sherden ha detto:

    ieri:
    sono stato a casa di nonna con mio papà e e abbiamo fatto un pranzo in famiglia

    oggi:
    sono stato a casa di genitore2 del mio genitore1 e abbiamo fatto un pranzo nella rete formale e informale della persona

    Se non fosse tragico, sarebbe persino ridicolo. E c’è pure gente, pagata con i soldi dei contribuenti, per scrivere pagliacciate simili.

    • Rafael Brotero ha detto:

      Perchè genitore 2 per la mamma e 1 per il papà?? Perchè questo sessismo fascista e omofobo? Attenzione, molti femminicidi cominciano così…

      • Sherden ha detto:

        Niente paura: la nonna in realtà potrebbe essere un nonno ma che si sente nonna e dunque, secondo la vulgata gaia, lo è ispo facto.

        P.S.: non ho usato genitorexy sennò mi si incasinava il pc

  • KLaus B ha detto:

    FIlo-piadina? è un’allusione alle feste dell’Unità o un refuso per filo-piddina? in ogni caso la piadina piace anche a me, il PD un po’ meno …

  • tuscolano ha detto:

    Mi scuso , ma gli assegni famigliari ora come li chiameranno sti busun ? assegni di rete formale e informale ?

  • BOdoc ha detto:

    IERI : questo fine settimana lo passerò in famiglia. L’amico risponde : beato te che hai una famiglia…
    OGGI : questo fine settimana lo passerò con la rete formale e informale della persona . L’amico risponde ( in bolognese ) : ma va cagher …

  • Socc.. ha detto:

    socc … come direbbe Zuppi in bolognese !
    come aveva ragione Guareschi quando raffigurava i comunistazzi con ben tre narici ! hanno un fiuto…!

  • Sherden ha detto:

    Eh già, ma il problema è Salvini il sovranista o Meloni la fascista.
    Allucinante: pur di essere proni al mainstream, certi ecclesiastici starebbero dalla parte di satanasso in persona…

    • Pensierominimo ha detto:

      Beh, caro Sherden, toglierei il condizionale e lo sostituirei con l’indicativo, cioè il modo che indica la loro apostasia.

    • Catholicus ha detto:

      Ha detto bene, Sherden “certi ecclesiastici”, non certamente cristiani, né cattolici, solo politicanti travestiti da religiosi per meglio ingannare la gente, spacciando la loro folle ideologia per dovere religioso. Se gettassero l’abito (che abito religioso più non è) alle ortiche e scendessero in campo col PD non sarebbe meglio? eh già, ma al PD fanno più comodo lì dove sono, fanno più danni alle destre. Del resto, non è stato il cardinal Turan a dire che sono stati costretti (loro, i cardinali massoni) a far fare un passo indietro a Ratzinger per sostituirlo con uno dei loro, che favorisse l’invasione islamica afroasiatica, il meticciato, la sostituzione etnica, culturale, politica e religiosa, e per battere le odiate destre? Razza di vipere, anticristi in carne ed ossa, ma la pagheranno cara, se non di qua, certamente di là, a Cristo Giudice non la daranno a bere.