RAGGI CENSURA, TAR AVALLA. USUALE FOLLIA GIUDIZIARIA. AIUTATE PRO VITA.

23 Novembre 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Il Tribunale Amministrativo del Lazio (TAR) su istanza del Comune di Roma ha censurato Michelino, l’immagine del bambino nel grembo accompagnata da alcune frasi scientifiche puramente esplicative affermando che si tratta di “violenza semantica” e che provocherebbe “uno smodato impatto emotivo”. Il sindaco peggiore della storia di Roma, compreso quello che era anche Imperatore e giocava incautamente con i cerini aveva censurato questo manifesto.

E il Tribunale amministrativo le ha dato ragione, dimostrando una volta di più che il primo gravissimo problema di questo sciagurato Paese sono i magistrati; e che quando finalmente verrà fatta una riforma che comporti la dismissione di un buon numero di toghe sarà sempre troppo tardi. Stilum Curiae è lieto di pubblicare quello che dice Toni Brandi, Presidente di Pro Vita e Famiglia Onlus.

§§§

Il Tribunale amministrativo del Lazio ha condannato il nostro bambino nel grembo, Michelino, al silenzio.

Proprio cosi’…

Il Tribunale, con sentenza n. 12662/19, ha respinto il ricorso proposto da Pro Vita e Famiglia contro il diniego da parte del Comune di Roma all’affissione di manifesti che ritraevano l’immagine di un bambino in grembo.

In pratica, il Comune di Virginia Raggi aveva deciso di censurare le nostre affissioni prolife, noi abbiamo fatto ricorso al Tar, e il Tribunale ha dato ragione alla Raggi.

La motivazione del Tribunale? Perche’ rappresentare un feto nel grembo, accompagnato da frasi vere e scientifiche (tipo: “Tu eri cosi’ a 11 settimane, tutti i tuoi organi erano presenti”, ecc.) supererebbe “i limiti della violenza semantica” e provocherebbe uno “smodato impatto emotivo”!

Quando abbiamo letto la motivazione non potevamo credere ai nostri occhi: e’ “violenza semantica” affermare alcune verita’ sulla vita prenatale?? Questo e’ il manifesto censurato…

Si possono pubblicare affissioni volgari, talvolta quasi pornografiche, o che invitano al consumo di marijuana, ma non quelle che rappresentano un bambino nel grembo materno.

Dobbiamo dirti la verita’: abbiamo avuto la tentazione di “arrenderci” alla censura e concedere la vittoria alla Raggi, perche’ sebbene sia possibile ricorrere contro la decisione del Tar, l’appello al Consiglio di Stato e’ costosissimo.

Poi abbiamo capito che non lo dovevamo fare solo per noi ma per tutti: per tutte le altre associazioni, per cittadini come te, per qualsiasi persona di buona volonta’ che in futuro vorra’ manifestare per la vita e per la famiglia…

Infatti, se passa il principio per cui un Comune puo’ censurare manifesti e altre manifestazioni del pensiero perche’ le giudica ideologicamente sgradite (magari con la scusa di “violenza semantica”) allora la liberta’ di tutti e’ in pericolo.

Per questo dobbiamo ricorrere al Consiglio di Stato. Sono necessari pero’ circa 15 mila euro per coprire le spese legali e avere una speranza di vincere la guerra contro il Comune di Roma e contro la censura.

https://sostieni.provitaefamiglia.it

Se non ricorriamo al Consiglio di Stato abbiamo perso e il Comune di Virginia Raggi avra’ vinto: a Roma si rischiera’ di non poter piu’ manifestare in difesa dei bambini nel grembo o per altri valori sgraditi al potere politico di turno. Altri Comuni potranno seguire l’esempio della Capitale…

Se ricorriamo, abbiamo la possibilita’ di sconfiggere la censura e difendere la liberta’ di tutti. Una sentenza favorevole del Consiglio di Stato orienterebbe la giurisprudenza in tutta Italia! I nostri legali hanno studiato il caso e ci sono discrete possibilita’ di vittoria.

Michelino” (cosi’ abbiamo nominato il bambino in grembo dei nostri manifesti) non puo’ essere censurato: rappresenta tutti i bambini nel grembo che non hanno voce ma che possono farsi sentire grazie a noi, grazie a te.

Ti ringraziamo in anticipo per tutto quello che potrai fare,

Antonio Brandi

Presidente di Pro Vita e Famiglia Onlus

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

ANCHE SU VK.COM – CERCATE

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

47 commenti

  • Giuseppe M. ha detto:

    Io la mia donazione l’ho fatta lo stesso, per questa buona causa di Pro Vita, però devi avvisare che mi è stata impedita l’operazione con carta di credito (mastercard).
    Non so se è stato un problema tecnico momentaneo o di vero e proprio blocco, ad ogni modo non mi sono arreso e ho fatto un bonifico.

    Mi piacerebbe sapere se è stato un blocco momentaneo o, appunto, c’è di peggio.

    • Giuseppe M. ha detto:

      ….”però devo avvisare” (non “devi”)

      …chiedo scusa per l’errore di battitura

      Giuseppe M.

  • Januensis ha detto:

    Quando il manifesto in questione fu esposto per n mese in Corso Buenos Ayres (Genova), non credo ci siano stati problemi legali. Ma l’esempio della capitale potrebbe essere nocivo per prossime, future esposizioni.
    Infatti c’è qualcuno che lavora alacremente per appoggiare le iniziative di personaggi controversi, come la senatrice Cirinnà. Ho qui il Secolo XIX di mercoledì scorso, 20 Novembre.
    A pag. 35 (dedicata alla cultura), vien data la notizia che a detta senatrice è stato conferito il Premio Ipazia, scusate, premio nazionale Ipazia, nell’ambito del Festival sull’eccellenza al femminile.
    Non chiedetemi ulteriori informazioni perchè questo festival non l’ho mai seguito.
    Nell’articolo è compresa anche la foto di Monica Cirinnà con Luigi Vicinanza che le consegna il premio.
    Luigi Vicinanza è il direttore editoriale di Gedi News Network.

    • Januensis ha detto:

      Ed ecco le parole della senatrice riportate dal Secolo XIX :
      Credo che la parola chiave da utilizzare nel fare politica al femminile sia coraggio – noi con coraggio dobbiamo affermare che bisogna dire basta alle differenze di genere che gravano sulle donne e che non sono invece considerate un valore.

      • bastian contrario ha detto:

        Dire basta alle differenze di genere che gravano sulle donne ? Ma cosa vuol dire ? Forse che anche i maschietti possano e debbano mettere al mondo i figli ?

  • deutero.amedeo ha detto:

    Ai troll che mi perseguitano.
    Stamattina il papa all’incontro per la pace ha detto: O Dio, tu ce l’hai promesso: «Amore e verità s’incontreranno. Giustizia e pace si baceranno. Verità germoglierà dalla terra e giustizia si affaccerà dal cielo» (Sal 84,11-12).
    Ma pensa che vecchio troglodito è questo papa. Cita i Salmi. Ma non sa che è roba del vecchio testamento obsoleto e superato e definitivamente cancellato dal NT ?

  • deutero.amedeo ha detto:

    Dialogo immaginario tra due giapponesi.
    -stamattina sono andato a Nagasaki alla cerimonia col papa dei cattolici . Ha detto cose bellissime.
    -ah sì e che cosa ha detto ?
    -ha detto che la guerra e le bombe nucleari sono cose bruttissime.

  • I love anguera ha detto:

    Per MARIO e CARLONE; ZANCHETTA e GALANTINO; PAGLIA, CARBALLO e PADREPASQUALE;
    e per tutti quelli che negano l’evidenza in quanto ignari, ottusi, allocchi, succubi, collusi o leccapiedi;
    sia laici che chierici, gesuiti o francescani, o di qualsiasi altra categoria sociale o ecclesiale.
    Una dedica speciale per i PASDARAN della CIVS-SVA (qui trovate tutti i nomi e qualche foto):
    http://www.congregazionevitaconsacrata.va/content/vitaconsacrata/it/congregazione/organigramma.html
    MESSAGGI MARIANI di ANGUERA:
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/
    https://gloria.tv/video/s6UVTaQQhfGY3Du7ixyPKvpPc
    «Siate miti e umili di cuore e tutto andrà bene per voi. Avanti nella difesa della verità» (Messaggio, 23 novembre 2019).
    I requisiti con cui muoversi sono essenzialmente tre: mitezza, umiltà e chiarezza. Si intende rispettare tutti, ma non si è disposti a fare sconti a nessuno. Neppure a BERGOGLIO e ai suoi PASDARAN.

    • I love anguera ha detto:

      Errata corrige: CIVC-SVA

    • alberto ha detto:

      Non ci sono molti dubbi, la Beata Vergine ci invita ad essere miti. Si stanno preparando tempi durissimi, riceveremo provocazioni da tutte le parti. Le sedicenti “sardine”, che tanto miti appaiono ora, diventeranno belve fameliche una volta ricevuto il via libera dai loro capi branco. Dovremo mantenere la calma e la concentrazione.
      Come stiamo facendo noi, macchiati dal peccato di Partita IVA . Lo Stato etico ci sta massacrando e un vero genocidio è in atto nell’indifferenza di tutti: la legge, per noi, è stata riscritta nei suoi fondamenti quando si è introdotta l’inversione dell’onere della prova in materia fiscale. Da quel momento siamo diventati una razza inferiore, i paria di questa società: noi siamo colpevoli per definizione è per noi impossibile dimostrare la nostra innocenza.

      Non possiamo fare altro che restare calmi e concentrati: per ora siamo soccombenti e tutti ci sarebbero addosso come cani arrabbiati a partire proprio dalle sardine.

      Voi non li conoscete ancora: chi fa l’Università a Bologna invece si’: quando una ragazza invasata vi si getterà contro gridando come un’ossessa e farà finta di cadere davanti a voi, allora capirete. Tutti quelli che sono accanto a lei vi grideranno le peggiori offese, perchè siete fascisti e picchiate le donne.

      Questi tempi sono già arrivati: facciamo tesoro delle raccomandazioni della nostra Madre Celeste.

      Questo è ciò che sta accadendo davanti ai nostri occhi e quello è il compito di queste vomitevoli “sardine”: preparare la “notte dei lunghi coltelli”.

  • deutero.amedeo ha detto:

    @ ->🙄
    Per quanto poco faccia è sempre molto di più di quello che fai tu.

  • sdfghj ha detto:

    La solita “buonafede” della sinistra:
    libertà di opinione se le piace la tua opinione, altrimenti censura, con una scusa o l’altra.

    I 5 stelle non fanno eccezione.

    Meglio così, sono costretti a gettare la maschera, altro che “né di destra né di sinistra”.

  • Pat ha detto:

    La situazione è assai seria. Questi sono i frutti delle aperture e dei progressi della società” civile”. A questo punto è veramente complicato essere se stessi. Essere qualcosa d’altro per non disturbare.

  • Adriana ha detto:

    A MONTERCHI ( Arezzo ) , si trova la famosa Madonna del Parto
    di Piero della Francesca . Pura e solenne come una regina , si drizza la figura della Prediletta che è incinta e prossima a partorire ( ed era , molto probabilmente , una semplice contadina ) . Una rappresentazione della metà del 1400 che diverrà audace per l’iconografia successiva , compresa quella dei nostri giorni asfissiati
    dal porno . Audace e forte , che induce alla venerazione e alla riflessione sul concetto ” naturale ” ma ” alto ” , ” divino ” della maternità .
    Altro che Pachamame…Purtroppo non so farlo , ma avrei desiderato postarne una foto .

  • deutero.amedeo ha detto:

    Se non ricordo male a Roncole di Busseto vicino alla casa natale di Giuseppe Verdi c’è una chiesetta con un piccolo organo dove il Maestro si dice abbia avuto le prime lezioni di musica.
    In quella chiesetta ci dovrebbe essere un affresco che rappresenta la Madonna incinta. E’ rappresentata di fronte e il bambino che mostra nel ventre è il bambino Gesù, non un feto come nel manifesto.
    Però, dico, si può demonizzare la maternità????????????????????????

  • Maria Grazia ha detto:

    Io non sarei così sicura che se boccia il TAR, approva il Consiglio di Stato. Ancora quattro anni fa, quando ancora lavoravo nel settore amministrativo, in contiguità con l’ufficio Legale dell’Ente, purtroppo, devo dire, che solo in rari casi avveniva il sovvertimento delle sentenze dei gradi precedenti presso il Consiglio di Stato.
    Non dobbiamo dimenticare come solitamente vengono scelti i candidati per la Magistratura, purtroppo l’appartenenza politica ha molte più chances sul merito!!! (Almeno in Italia).
    Capisco l’amarezza dei promotori, il senso di rivalsa e di sfida che li può pervadere ma purtroppo, analizzando la situazione, vedo la causa già persa in partenza.
    Senz’altro non sarà Bergoglio a sostenerla, oltretutto se anche il Consiglio di Stato dovesse bocciare il ricorso, immagino le risate di soddisfazione di una certa maggioranza che già si era mobilitata, con passione, in occasione del Convegno sulla Famiglia.

    • dalla periferia ha detto:

      Dalla periferia si pensa che, invece, il Consiglio di Stato possa essere veramente un correttivo per le decisioni del TAR. Ma la mia esperienza è di molti anni fa.
      Addirittura mi sembra di ricordare che per ricorrere al Consiglio di Stato si potesse fare a meno dell’Avvocato. Ovvero che chiunque potesse proporre istanza. Ma probabilmente mi sbaglio. Attendo chiarimenti.

  • Mac ha detto:

    Caro Tosatti, siccome vorrei continuare a leggere questo blog le dico quanto ha consigliato Ricolfi a Salvini:
    “Non sottovalutare il nemico; non bisogna esporsi troppo perchè usano due pesi e due misure!”

    Saluti.

  • Milli ha detto:

    Beh, ma allora d’ora in poi gruppi molto sensibili potranno reclamare che certi faccioni sui manifesti elettorali (in maniera bipartisan) provocano conati di vomito e smodati impatti emotivi e ne richiederanno l’asportazione dai muri.

  • hermione ha detto:

    l’osservatore nordcoreano, l’avvenire di pyongyang e north korea insider, che ragliano su qualsiasi cosa, su una cosa così importante stanno zitti? il presidente dell’accademia per la vita, monsignor paglia, non trova tempo di fare una dichiarazione? però il tempo per farsi dipingere nudo nell’affresco gay che fece face nel duomo di terni l’aveva trovato

    • Milli ha detto:

      Il punto è proprio questo, si promuovono famiglie alternative in nome della libertà e dei diritti dei gay e contemporaneamente non si ha nessuna pietà a schiacciare la famiglia tradizionale (vedasi anche Bibbiano) e i diritti naturali delle persone, anche coloro che non sono nati.
      Il demonio lavora e se la ride (per ora)

      • brucialeretico ha detto:

        Certo che riferirsi a Bibbiano da parte di appartiene ad un’istituzione i cui rappresentanti sono un giorno sì e l’altro pure sulle pagine dei giornali per episodi di pedofilia mi pare alquanto paradossale…

        • Milli ha detto:

          Non facciamo confusione, la pedofilia è la peste bubbonica della Chiesa, non una quisquilia qualsiasi. E lei se avessi letto con un po’ di attenzione (o con meno malafede) avrebbe capito che qui nessuno l’ha mai scusata.
          La Chiesa istituzione a cui noi guardiamo e che vogliamo seguire è quella di Cristo e dei santi, non quella dei pretonzoli arcobaleno, alias Ricca, Paglia, Zanchetta, McCarrick e soci.

        • Milli ha detto:

          Inoltre, dovrebbe esprimersi un po’ meglio, per affermare che appartengo all’istituzione Chiesa dovrei essere una religiosa, mentre è abbastanza facile intuire che sono un semplice fedele laica, altrimenti mi sarei firmata suor Milli😂

          • EquesFidus ha detto:

            Anche perché sarebbe bene che questi soggetti si ricordassero una buona volta che pedofili e molestatori sono, in massima parte, i secolaristi ed i modernisti pseudo-cattolici, e a ragione: avendo questi gravi problemi di fede e di spiritualità, non possono che acerne anche di natura etica e morale. Basta guardare tutti i soggetti degli scandali degli ultimi due anni per rendersene conto: sono tutti preti, vescovi e cardinali tenacemente (per non dire diabolicamente) ostili alla Santa Tradizione ed alla Divina Liturgia della Chiesa; e questo non può essere assolutamente un caso.
            I cancri della Chiesa, come della società, sono il liberalismo ed il comunismo e loro derivati, che hanno infettato la sana fede cattolica: gli abusi e gli scandali altro non sono che la spia della perdita generale di fede e di morale (vedi l’oscena Irlanda che discute dell’incesto, o un padre Martin che vuole il riconoscimento delle unioni contronatura in chiesa). Dirò di più: sovente, chi è a favore di queste cose già le fa, e vorrebbe che fossero riconosciute pubblicamente anche per mettere a tacere la propria coscienza sporca. Quanti, dei modernisti accorsi al Sinodo a votare per abrogare il celibato, hanno già l’amante (dello stesso sesso o no)?

  • Don Ettore Barbieri ha detto:

    Spesso i ricorsi persi al TAR sono vinti in Consiglio di Stato, perché i magistrati del TAR sono spesso contigui (per non dire altro) con i politici locali (Comune, Provincia e Regione) e le sentenze sono aggiustate. Il Consiglio di Stato è di solito un po’ più indipendente.

  • TITTOTAT ha detto:

    E indovinate chi è il padre spirituale della Virginia?
    Il dimonio bergoglio.

  • Gene ha detto:

    Bravo Grog, forse è impegnato nei viaggi inutili in paesi che odiano il cristianesimo, lo umiliano e ne fanno strage.. Ma per il pampero non importa, tanto una religione, per lui, vale l’altra.
    Forse il suo codazzo di consiglieri, ne dubito, sono impegnati a combattere Salvini, o a fare propaganda per il PD, o ancora ad accogliere immigrati irregolari e musulmani, tanto tra poco cardinali, vescovi ed altri si convertiranno all’Islam.
    Che importa se qualcuno difende e dice qualcosa di cattolico, sono altri i problemi che preoccupano gli ospiti di Santa Marta.. 😭😭😭

  • Adriana ha detto:

    Nulla che turbi la sora Emma e neanche il sor Piglia-Paglia .

  • GIORGIO VIGNI ha detto:

    supererebbe “i limiti della violenza semantica” e provocherebbe uno “smodato impatto emotivo”!
    Illuminati da si alta finezza giudiziale, da ora abolire foto di Auschwitz, gulag, laogai, Porzus, foibe…..e anche, oserei, d’er gelataro de S.Marta che celebra. Cosa poi ? Questo non è dato sapere.

    G.Vigni

  • Grog ha detto:

    E sor Checchino da S.Marta non ha nulla da dire in proposito?

    • Roberto Ceccarelli ha detto:

      Che cosa ti aspetti? lui e i suoi accoliti hanno già venduto la loro anima al modernismo cioè a Satana e poi, ti ricordo che di fatto l’impostore eretico, campione delle mezze verità e pertanto bugiardo al quadrato, ha di fatto ormai già santificato l’aborto cantando le gesta della Bonino.
      Mi unisco all’invito del Dottor Tosatti, sosteniamo il ricorso di Pro vita e Tony Brandi contro i demoni, gli assassini e gli ipocriti.
      Cristo torna presto a regnare!
      .

    • deutero.amedeo ha detto:

      La Pachamama è anche peggio…. Nessuno reclama? Nessuno giudica?

      • 🙄 ha detto:

        Fallo tu. Che stai sempre a lamentarti e ad aspettare che altri si muovano?

        • Sherden ha detto:

          A dire il vero Deutero l’ha fatto più volte. Ma capisco il tuo fastidio: la verità vi imbarazza. In questo caso, è la verità urlante dell’ineffabile mutismo da parte dei cantori porporati del politicamente corretto, sempre pronti a sproloquiare su tutto purché non disturbi i padroni del vapore. Tu, a quanto pare, aspiri ad essere il loro degno lacché.

          • deutero.amedeo ha detto:

            E poi che c’è di male se mi lamento? Anche Gesù si lamentò sulla croce.
            “”Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
            Tu sei lontano dalla mia salvezza”:
            sono le parole del mio lamento.”

            ( Mt 27,46 e Sal 22(21), 2) .

          • 🙄 ha detto:

            Cosa ha fatto oltre a scrivere sul blog, di grazia?

          • Milli ha detto:

            E lei, signor Faccetta gialla, cosa ha fatto oltre a disturbare in questo blog? La pagano un tot a intervento?😂😂😂