IL PECCATO ECOLOGICO SPAVENTA L’OSSERVATORE MARZIANO (E NON SOLO LUI…)

20 Novembre 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, l’Osservatore Marziano sta osservando che cosa accade qui da noi, e in particolare in quella che era una volta la Chiesa cattolica, e adesso sta diventando…già, che cosa sta diventando? Bella domanda. La risposta che ci da’ Osservatore Marziano è tutt’altro che rassicurante. Però ha una sua logica…Buona lettura. 

§§§

Caro Tosatti, sulla NBQ di oggi (ieri per chi legge, N.d.R.) c’è un articolo di Cascioli che raccomando di leggere, sull’”Ecocidio”, cioè sul peccato ecologico.

Papa Bergoglio, come leggerete, lo ha trasformato nell’undicesimo comandamento.

Se leggerete questa riflessione di Cascioli, oltre a comprendere la cosiddetta svolta ecologica di questo pontificato, percepirete anche quale sembra essere la religione a cui siamo condotti: l’ambientalismo – religione universale.

Ma basta così? Si sta solo riscrivendo la Genesi spiegando che la terra non è affatto “asservita “ all’uomo per i suoi bisogni, ma l’uomo ne è cancro avido e distruttore?

Passi anche questa interpretazione.

Ma non basta, in questa ottica la terra è “sacra”. Perché?

Perché nella terra si incorporò l’angelo ribelle, satana, facendone il suo regno.

Vi prego di leggere di seguito un brano dell’Apocalisse e san Giovanni, nonché Paolo ai Corinzi.

Questa è la vera religione che ci stanno imponendo? Leggete e rabbrividite.

“E ci fu una battaglia nel cielo: Michele e i suoi angeli combatterono contro il dragone. Il dragone e i suoi angeli combatterono, ma non vinsero, e per loro non ci fu più posto nel cielo. Il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furono gettati anche i suoi angeli.” (Apocalisse 12:7-9)

Satana ricevette quindi il dominio su questo mondo, e il suo obiettivo è di porsi come il dio di questa terra.

Il mondo non è sotto il diretto controllo di Dio, ma di Satana, che ha praticamente ricevuto mano libera per fare quello che vuole.

Gesù chiama Satana, “il principe di questo mondo.” (Giovanni 12:31).

L’apostolo Paolo lo chiama “il dio di questo mondo.” (2 Corinzi 4:4).

Guai quindi a chi fa del male alla terra, a questo mondo…

§§§




 

STILUM CURIAE È ANCHE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

e

ANCHE SU VK.COM – CERCATE:

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

30 commenti

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Ecologiche Affinità Elettive Sinistre.
    – Il governo spagnolo del corrotto e corruttore partito socialista (oggi sono state rese note le condanne ai loro alti dirigenti andalusi per malversazione di 680 milioni di euro che spendevano – fra l’altro – in “puti- club” (bordelli) ) tiene un dicastero che si chiama “Ministerio para la Transición Ecologica”.
    – Il Papa Ecologico Amazzonico preannuncia la riscrittura del Catechismo introducendo nella dottrina il “Peccato Ecologico” come ottavo peccato capitale.

  • TITTOTAT ha detto:

    Se uso troppo ammoniaca commetto peccato?
    All’inferno stanno già preparando il reparto (girone non va bene per i teologi) detersivi, per loro uso d’eccesso.
    Ci seppelliranno con bolle di sapone.

  • ROBERTO ha detto:

    Non potrebbe essere anche, magari, che Cascioli dica un sacco di cretinate? Non è contemplato?
    Del resto sulla nuovabussola sostengono anche che Formigoni è un povero perseguitato.
    Qualche ragionamento un pò più intelligente?

    • Luca Monforte ha detto:

      Cascioli chiude l’articolo non dando la colpa al Papa ma ai tanti ecologisti che dal Papa si sentono incoraggiati.

  • Maria Grazia ha detto:

    Al nostro caro Capo ecologico, che non esita a citare Greta con stima come esempio da seguire, voglio ricordare che l’adolescente citata è andata negli Stati Uniti …… in barchetta per non inquinare. Perchè non l’ha imitata andando anche lui in barchetta in Thailandia e poi in Giappone? Certamente anche lui avrebbe trovato ……il Pierre Casiraghi di turno che si sarebbe offerto di accompagnarlo. Quanto inquinamento ha prodotto all’ambiente il nostro Bergoglio solamente con i 35 voli internazionali che ha compiuto per andare in giro per il mondo a farsi un po’ di …. pubblicità personale?

    • MARIO ha detto:

      Quanto alla “pubblicità personale” del Papa, probabilmente la tua è solo invidia…

      • Sherden ha detto:

        Mariuccio, perché ti sei adombrato? Vuoi fare la figura del bravo scolaretto per guadagnarti il pupazzetto thailandese da omaggiare a sedere per aria?

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Osservazione che fa riflettere…

    Uno degli errori della Chiesa è quando non fa la Chiesa.
    Questo fino ad oggi poteva accadere soltanto per la mancanza di coerenza degli uomini di Chiesa.
    Per fare un esempio, il fatto che il Marxismo sia sia affermato in modo tanto forte tra le “classi” disagiate è duvuto anche al fatto che, a differenza dei santi, veri testimoni della fede, e nonostante la dottrina della Chiesa a favore dei poveri, tanti cattolici e anche esponenti del clero non hanno fatto nulla o quasi per i poveri.
    E gli spazi in cui non si testimonia il Vangelo, sono lasciati al demonio e al mondo.
    Fatto sta che la Chiesa ha spesso dato l’imprerssione di essere arrivata dopo, anche se non certo coi suoi principi e con l’azione dei suoi santi, primi su tutti.

    Oggi siamo messi peggio: la Chiesa o, meglio, tanti esponenti della Chiesa, arrivano dopo anche nei PRINCIPI, perché rinunciano ai propri per aderire a quelli che animano quelli del mondo.

  • Luca Antonio ha detto:

    B. e’ un politicastro che non fa mai un filo di ragionamento, pensare coerentemente e’ superiore alle sue forze; mentre in altri papi e nella dottrina cattolica “tutto si tiene” , in lui
    volendo sculettare ovunque , tutto si contraddice .
    La vedo dura per B. la stesura dell’undicesimo comandamento.
    Considerare peccato l’ inquinamento , causato dall’avidita’ dell’uomo , dal consumismo , e nel contempo sposare le ragioni dei migranti economici attratti proprio da quel consumismo che crea inquinamento non mi sembra un buon inizio per sostituire Dio.
    Io starei tranquillo, non avremo un peccato in piu’ da dover confessare.

    • Luca Monforte ha detto:

      Papa Francesco ha messo in moto talmente tante situazioni… ha aperto un vero e proprio Vaso di Pandora. Si avvicina il tempo in cui non riuscirà a gestire, a governare più nulla… e resterà travolto da tutto ciò che ha messo in moto come catalizzatore.

  • Aurelio ha detto:

    È pura geometria.
    Si cancella dalla dottrina il nome ed il concetto stesso di “deicidio”, per tèma degli ebrei (o così noi credevamo, ingenui!), mentre si introduce “ecocidio” al suo posto.
    Dio viene cancellato, o meglio viene sostituito in modo truffaldino con la natura, l’ambiente.
    Il contrario geometrico della religione cattolica.

  • Donna ha detto:

    Se ben ricordo in Genesi si parla di COLTIVARE e CUSTODIRE il creato non di adorarlo .
    “L’undicesimo comandamento” riguardante l’ecocidio mira a una sola cosa, il deicidio e non solo.
    Spostando l’adorazione dovuta esclusivamente al Signore verso la Pachamama, riducendo in tal modo l’ uomo (quello che in Genesi è investito della dignità che deriva dall’essere immagine e somiglianza di Dio e indicato come il tov meod , il molto buono) ad una figura meschina e nemica della terra quindi degno di essere servo e schiavo di questo idolo, e quindi in definitiva di satana.

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Opposte eresie. A furia di negare il peccato originale, ci si e’ dimenticati che QUESTO mondo NON e’ precisamente il mondo cosi’ come voluto da Dio per l’ uomo, cio’ che chiamiamo Eden. Il mondo attuale e’, ovviamente, come tutto cio’ che esiste, creazione, ma creazione ferita, da quella lontana (ma spesso rinnovata) ribellione al Padre. Il neosantificato card. Newman la chiamava “catastrofe aborigena”. D’ altro lato S.Francesco , per lodare Dio, esalto’ le creature contro il dualismo cataro, che negava il carattere appunto “creaturale” del mondo fisico per riservarlo a quello spirituale. I due santi, ci indicano, con il realismo della fede, che il Signore ci ha lasciato le risorse per riscattarci, anche attraverso la trasformazione della materia! cioe’ col lavoro (“labor, ma anche ars”); naturalmente mai dobbiamo scordare che Chii ci salva e’ Lui.

  • Adriana ha detto:

    Giusta l’attenzione al creato . ( Ma chi crea se non Dio ? ) .
    Ma proprio in questa ottica mi domando perchè Bergoglio non dice una parola contro la vivisezione e contro la carne halal e kasher che implica una sofferenza atroce per le infelici creature della terra ?
    O forse Bergoglio è diventato vegano ? Ma non lo racconta a nessuno per un eccesso di francescana modestia ?

  • Rafael Brotero ha detto:

    Ottimo articolo. Sembra che per avere una prospettiva giusta su questo nostro povero mondo satanico-bergogliano bisogna essere in Marte.

  • Nicola Buono ha detto:

    Un momento. E l’immigrazionismo ovvero l’INVASIONE senza se e senza ma,(ovvero ponti più che a Venezia) dove lo mettete ? Al centro di tutto c’è lui, l’immigrato , regolare -o clandestino che sia , che è diventato la misura di tutto ed a cui DEVI CONCEDERE TUTTO SENZA SE E SENZA MA. E meglio se islamico e non cristiano. Questo è il 12esimo comandamento che è superiore a quello sulla difesa del creato.

  • CLAUDIO GAZZOLI ha detto:

    infatti non bisognerebbe invadere un campo in cui è necessario avere altre competenze…
    il mio vicino di casa alimenta la sua auto elettrica con l’impianto fotovoltaico installato sul tetto della sua casa…
    ma in tutto questo che ci’azzecca la Chiesa Cattolica ? e perché nessuno parla più di FOTOVOLTAICO ? quello serio ovviamente, non quello che sta portando un fiume di soldi dei contribuenti ai “furbetti” del fotovoltaico installato su terreni che dovrebbero essere adibiti ad altri scopi….

  • Capitan trinchetto... ha detto:

    Ho letto l’articolo di Cascioli. Mi ha stupito il fatto che dagli ecologisti vengano demonizzate anche le centrali idroelettriche. Sono energie perfettamente rinnovabili: ovvero racchiudono nel loro meccanismo la migliore sinergia tra l’uomo e la natura. Anzi , ho letto qualche tempo fa che esistono diversi progetti di ricerca per utilizzare anche l’energia cinetica racchiusa nelle onde del mare. A mio modesto avviso tutti progetti santi e buoni, ovvero da incrementare anziché trascurarli o distruggerli.

    • Anonimo verace ha detto:

      Quando, nell’autunno 2018, il mare devastò il porticciolo di Rapallo distruggendo molti yacht nonché il molo, si parlò di un progetto di un professore dell’università di Genova, facoltà di ingegneria. Questo progetto prevedeva che i cassoni che componevano il molo , fossero all’interno provvisti di mulinelli che riuscissero così a captare l’energia cinetica delle onde del mare. A che questo un progetto molto brillante a mio modesto a viso.

  • Beppe ha detto:

    Il dramma è stato che il pontefice è caduto nello stesso errore dei tempi di Galileo: far entrare la Chiesa in questioni che non gli competono! L’avere sposato la TESI ( perché di TESI si tratta e non di VERITÀ scientifica ) che il riscaldamento globale abbia origini ANTROPICHE è un errore gravissimo. È una invasione di campo!
    Vero che dobbiamo avere cura del creato ma …..est modus in rebus. La legge della fisica dice : Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. Allora l’attenzione deve essere posta sul fatto che la trasformazione sia in senso “positivo”, non che “non si tocchi nulla”.

  • Milli ha detto:

    Con tutto il rispetto, questa mi sembra un’ analisi deviante.
    Sicuramente l’ecologismo ossessivo di questi giorni è una potente arma di distrazione di massa, ma il mondo è comunque la creazione di Dio, espressione dell’amore divino, che vediamo in ogni fiore o ala di farfalla, nel cielo azzurro.
    Sì, c’è pure il cosaccio che tenta di distruggere tutto, anche la Terra, ma questa non è “roba sua” , lui è solo un abusivo.
    Detto questo, non penso che le auto elettriche salveranno il clima ( da notare che nel frattempo è in crescita la vendita dei SUV) o che sia necessario abolire la plastica ( è sufficiente buttarla nella differenziata e non nell’ambiente).

    • Lazzaro ha detto:

      Concordo. Il nuovo grande business mondiale è quello delle auto elettriche. La Cina, o meglio 5 società cinesi hanno già pronti altrettanti modelli di auto elettriche, mentre sembra che in Occidente ci sia la sola Tesla , in California, che stia provvedendo alla bisogna. Ma anche le auto elettriche hanno bisogno di “ricaricare le batterie ” e quindi tutto l’ecologismo si sposta dal bruciare petrolio nel motore a produrre energia nelle centrali.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Esatto! E per giunta con un rendimento globale più basso.

      • Raffaella ha detto:

        Concordo, però mi sembra che si stia parlando di rendere peccato l’eliminazione delle zanzare o ,come dice Cascioli, rompere le uova per fare una frittata.
        Si sta parlando di un undicesimo comandamento: l’ambiente da adorare! Pachamama insegna…

      • Pensierominimo ha detto:

        Sono d’accordo con lei Lazzaro. Ce ne danno a bere di tutti i colori. Il ragionamento che lei fa sulla produzione dell’elettricità con cui aumentare le auto non fa una piega. È lo stesso che facciamo in famiglia ed è talmente ovvio da poter stare sulla bocca anche di un bambino.
        Ma ci prendono tutti per fessi?

      • Milli ha detto:

        In realtà le aziende hanno investito tantissimo sulle auto elettriche e non stanno guadagnando ancora niente, visto il successo limitato , causato anche dalle loro problematiche (scarsa autonomia , lunghi tempi per ricaricarle, pericoli di folgorazione in caso di incidente, difficoltà a trovare le colonnine
        di ricarica funzionanti) . Poi non dicono mai che fine faranno gli enormi pacchi di batterie esauste. Avremo enormi discariche piene di metalli tossici??
        Le borse mondiali fremono alla ricerca dei profitti perduti.

    • Luca Monforte ha detto:

      Visto che OM ne ha parlato e che Milli ha giustamente osservato è bene fare il punto della situazione:

      Dalla Catechesi di Paolo VI all’Udienza Generale del 5 aprile 1967
      «Questa è la vittoria che vince il mondo, la nostra fede» (Gv. 5,3)

      «(…) Mondo può significare il creato, il cosmo: è questo l’immenso universo della creazione, che non avremo mai finito di conoscere e di scoprire, e che può magnificamente servire come scala alla scoperta di Dio (cf. Act. 17, 27); noi moderni, noi alunni delle scuole scientifiche, siamo invitati ad una nuova ricerca di Dio, ad una nuova religiosità – non all’ateismo – proprio per questa via, che fedelmente percorsa ci farà conoscere meraviglie non solo naturali, ma anche spirituali. Il mondo è una grande, stupenda, misteriosa parola di Dio.

      E mondo può significare l’umanità. È il senso considerato dal Concilio (cf. Gaudium et spes, 2), teatro del dramma umano, devastato dal peccato, ma amato e virtualmente salvato da Dio e da Cristo. “Così Dio ha amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia la vita eterna” (Io. 3, 16). È il campo umano in cui si svolge la storia della salvezza.

      Ma vi è un terzo significato del termine “mondo”; ed è il significato cattivo e ostile. Il mondo, in questo senso, è ancora l’umanità, ma quella resa schiava del mistero del male; è la negazione e la ribellione al regno di Dio; è la coalizione delle false virtù, rese tristemente potenti dal loro affrancamento dal fine supremo; è in pratica una concezione della vita deliberatamente cieca sul suo vero destino, e sorda alla vocazione dell’incontro con Dio; uno spirito egocentrista, drogato di piacere, di fatuità, d’incapacità di vero amore. Ed è, tutto sommato, la «fascinatio nugacitatis»[1] (Sap. 4, 12) la seduzione dei valori effimeri e inadeguati alle aspirazioni profonde ed essenziali dell’uomo; una seduzione, che incontriamo ad ogni passo della nostra esperienza temporale, e che ci può essere fatale. Analisi e riflessione da continuare.

      Per superarla, diciamo ora, questa seduzione, di che cosa disponiamo? Disponiamo della fede, della sicurezza cioè che Cristo è veramente il Figlio di Dio, e che la concezione della vita che da ciò deriva è vittoriosa di questa terribile insidia. E qui invitiamo i vostri pensieri a sostare, e a ricevere come viatico a questo vittorioso superamento, dopo che insieme avremo recitato la professione della fede cattolica, la Nostra Apostolica Benedizione».

      [1] “Poiché il fascino del vizio deturpa anche il bene e il turbine della passione travolge una mente semplice”.