LA MEMORIA SELETTIVA DI PAPA BERGOGLIO, E LA REDUCTIO AD HITLERUM

16 Novembre 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Abbiamo sotto gli occhi (li trovate in calce) riportate da Vatican News e da Il Giornale le parole che il Pontefice regnante ha pronunciato ieri parlando in udienza a una platea di penalisti.

Eccole: “Non è un caso che a volte ricompaiano emblemi e azioni tipiche del nazismo. Io vi confesso che quando sento qualche discorso, qualche responsabile dell’ordine o del governo, mi vengono in mente i discorsi di Hitler nel ’34 e nel ’36”.

Così anche il Pontefice si è allineato alla narrazione e alla propaganda dei partiti di sinistra in Italia (e altrove) che vedono nelle formazioni politiche non globaliste, non mondialiste, attente ai valori della sovranità nazionale delle forme di possibile ritorno al nazismo. Non c’è da stupirsene, considerando chi sono i suoi consiglieri in questo campo (Spadaro sj, i vescovi e cardinali in quota PD, come Zuppi di Bologna e compagnia marciante); e le sue letture quotidiane (Repubblica!).

Ma quello che sbalordisce invece, venendo da un gesuita, cioè da un élite di Chiesa in cui il discernimento dovrebbe regnare principe, è che la propaganda sui timori (irreali, e diffamatori, e interessati) futuri cancelli la visione della realtà.

Più che i discorsi di Hitler del ’34 e ’36 Sua Santità dovrebbe essere preoccupata dalle azione Staliniste (non le ricordano nulla, queste?) della Cina comunista, dove l’accordo improvvidamente firmato dalla Chiesa con un regime dittatoriale costituisce l’ombrello per una repressione religiosa più intensa di prima, per non parlare dei Laogai e delle limitazioni della libertà. Dovrebbe essere preoccupata dal fatto che i manifestanti di sinistra cileni (non quelli nazisti…) diano fuoco alle chiese. Dovrebbe forse essere preoccupato dal fatto che in Nicaragua il regime neo-sandinista, di sinistra, di Daniel Ortega impedisce che un sacerdote celebri, in chiesa, messa per i familiari degli oppositori politici in prigione.

No, di questo non c’è memoria perché sono di sinistra, e allora il Pontefice tace. E del Venezuela, non c’è memoria? Va tutto bene lì, non ci sono preoccupazioni?

E poi ci si stupisce se la gente, i cattolici comuni, ma pensanti, disertano le udienze generali e gli Angelus. E smettono di dare l’8 per mille alla Chiesa. Qui, negli Usa e in Germania.

§§§

Da Il Giornale.

“Quando sento qualche discorso, qualche responsabile dell’ordine o del governo, mi vengono in mente i discorsi di Adolf Hitler nel 1934 e nel 1936”.

Ricevendo i partecipanti al XX congresso mondiale dell’Associazione internazionale di diritto penale, come riporta il sito online Vatican News, papa Francesco torna a denunciare la “cultura dell’odio”, che a suo avviso sta rapidamente degenerando nel riemergere di episodi e azioni “tipiche del nazismo”, e il “sentimento di antipolitica” di cui “beneficiano coloro che aspirano a esercitare un potere autoritario”.

Il nazismo di ritorno

Non è certo la prima volta che Bergoglio alza i toni per criticare con asprezza i leader politici che guidano le sorti del mondo. In più di un’occasione si è, infatti, espresso contro le formazioni nazionaliste che stanno prendendo il sopravvento in molti Paesi. Quest’estate, per esempio, aveva accusato apertamente i partiti sovranisti accusandoli di “portare alle guerre” e invitando gli altri partito a “salvare l’Unione europea”. “I populismi ci portano a sovranismi – aveva detto in una intervista alla Stampa – quel suffisso, ‘ismi’, non fa mai bene”. Il perno del suo pensiero ruota soprattutto intorno all’accoglienza degli immigrati. “Le porte vanno aperte, non chiuse”, aveva poi incalzato invitando “chi amministra” un Paese a “ragionare su quanti migranti si possono accogliere”. Oggi è tornato sull’argomento chiedendo all’Associazione internazionale di diritto penale di vigilare contro le nuove “persecuzioni degli ebrei, degli zingari e delle persone di orientamento omosessuale”. Come aveva già denunciato in passato, è tornato a ripetere che “la cultura dello scarto, combinata con altri fenomeni psico-sociali diffusi nelle società del benessere, sta manifestando la grave tendenza a degenerare in cultura dell’odio”. In questo momento storico, a detta del Santo Padre, si riscontrano “episodi purtroppo non isolati” nei quali “trovano sfogo i disagi sociali sia dei giovani sia degli adulti”. “Non è un caso che a volte ricompaiano emblemi e azioni tipiche del nazismo, che, con le sue persecuzioni contro gli ebrei, gli zingari, le persone di orientamento omossessuale, rappresenta il modello negativo per eccellenza di cultura dello scarto e dell’odio”. Da qui, appunto, l’appello a vigilare, “sia nell’ambito civile sia in quello ecclesiale”, per “evitare ogni possibile compromesso con queste degenerazioni”.

La legittima difesa

Nel suo intervento al congresso dell’Associazione internazionale di diritto penale, papa Francesco ha affrontato anche il tema della legittima difesa facendo leva soprattutto sui casi di abuso che starebbero portando, a suo dire, a una demagogia punitiva che accompagna pregiudizi razzisti. “In diversi Paesi – ha spiegato il Pontefice – sono state attuate riforme dell’istituto della legittima difesa e si è preteso di giustificare crimini commessi da agenti delle forze di sicurezza come forme legittime del compimento del dovere”. Secondo Bergoglio è, dunque, importante che “la comunità giuridica difenda i criteri tradizionali per evitare che la demagogia punitiva degeneri in incentivo alla violenza o in sproporzionato uso della forza”. Queste, per il Santo Padre, sono “condotte inammissibili” in uno Stato di diritto e, più in generale, “accompagnano i pregiudizi razzisti e il disprezzo verso le fasce sociali di emarginazione”.

§§§




 

STILUM CURIAE È ANCHE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

e

ANCHE SU VK.COM – CERCATE:

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

88 commenti

  • 👀 ha detto:

    Voi odiate Gesù perché era come il Papa…

  • Milli ha detto:

    E i discorsi di Hitler del ’35 dove li mettiamo? Siamo seri, a parte gli storici e i nostalgici psicopatici, chi conosce davvero i discorsi di Hitler?
    Il fuhrer è l’icona del male assoluto ed è funzionale associarlo a qualche avversario politico pur di screditarlo, per creare con poca fatica un’emozione negativa (in ogni caso sensazioni di pancia, poco razionali) nell’animo della massa idiota, che loro credono idiota.

  • Adriana ha detto:

    A proposito dello sbaciucchiatissimo Al Tayebb , ricordo che nel
    gennaio 2011 ruppe qualsiasi relazione con la S. Sede perchè
    Benedetto XVI aveva condannato l’attentato islamista di Capodanno in una chiesa cristiano-copta di Alessandria .
    ” Intervento inaccettabile negli affari dell’Egitto ” aveva tuonato ,
    e aggiunse che avrebbe considerato chiuso qualsiasi dialogo con la Chiesa Cattolica finchè Benedetto non si fosse scusato pubblicamente . Cosa che Ratzinger non fece . Ora invece Al Tayebb va volentieri a trovare l’amico Bergoglio . Senza paura .
    Sa che non si contamina con nessuna Chiesa .

  • Chiamatemi pure TORQUEMADA. Me ne farò una ragione ha detto:

    Mi pare scontato che il papa prenda posizione a favore di rom, ebrei ecc.
    La cosa storta è che non si rende conto che non è lecito vivere da rom al mondo d’oggi, e che non lecito stuprare (legittimamente!) bambine, disperdere aborti nei campi, sfruttare i minori agli angoli delle strade, rubare sistematicamente (Che non è prendere il mantello di altro per coprirsi dal freddo. Non credo che Gesù volesse giustificare il furto per arricchimento). Fino a che Bergoglio non cambierà il DECALOGO, rubare è peccato e lo è anche il desiderare la roba d’altri.
    Come i neri, anche i rom hanno dei diritti che io mi rifiuto di riconoscere quando vengo preso in giro.
    Non è permesso a nessuno di vivere sulle spalle degli altri, e noi abbiamo già uno stato sociale che con le tasse cerca di appianare le diversità della popolazione. Ma questo non può diventare una giustificazione per chi vuol essere furbo e campare tranquillamente a sbafo.
    Se questa è la politica sporca e personale del papa, cominciasse a darci il buon esempio lui, ed aprisse le porte del Vaticano e di Santa Marta. Senza volere i soldi dallo stato italiano.
    Sul fatto della carcerazione vorrei ricordare a Bergoglio che è presente in tutto il mondo, ed è finalizzata a chi rappresenta un pericolo per la società.
    Di sicuro nelle galere ci saranno tanti innocenti, ma la stragrande maggioranza è rappresentata da persone che hanno commesso gravi mancanze verso il prossimo e la società.
    Forse sarebbe meglio che si preoccupasse di prospettive di legge che vogliono tappare la bocca alle persone e di quelle che hanno ristretto la libertà di opinione.
    Ma questo è chiedergli troppo. Perché la maggior parte dei carcerati nel mondo che sono reclusi in galere (tutt’altro che rispettose della dignità umana) sono i perseguitati dai regimi comunisti.
    E vorrei ricordare a lui e a quei farisei che si stracciano le vesti, che per ogni morto a causa del fascismo nel mondo ce ne sono decine morti a causa del comunismo.
    Solgenitisin ricordava che solo in Russia erano oltre 66 milioni.

    • Corrado Bassanese ha detto:

      Giusto: “Non è permesso a nessuno di vivere sulle spalle degli altri”.
      Come dice (oggi?) San Paolo: “chi non lavora, neppure mangi”

    • Faramir ha detto:

      Le ultime osservazioni sono semplicemente sacrosante.
      Il regime totalitario più disumano e criminale é stato (ed é) il Comunismo.

  • Antonella ha detto:

    Il linguaggio muta con la pelle di un camaleonte a seconda delle circostanze stando al copione bergogliano, soprattutto se in Europa soffia un vento diverso da quello previsto e a parlare sono i popoli con i loro diritti. Invocano libertà inconciliabili con le richieste del “pensiero unico”, e non rinunciano a difendere la propria identità nazionale che vedono minacciata di giorno in giorno da politiche ambigue, sempre più lontane dai reali bisogni delle persone e manovrate da logiche perverse di omologazione.
    Ma cosa rimane da fare quando certi piani incominciano a sfuggire di mano, rivelandosi molto più fragili di quanto calcolato?
    Si continua ad imporre banalmente la propria narrazione, dipingendo come pericolosi avversari quelli che esprimono un pensiero critico e che per questo rappresentano un minaccia da estirpare.
    Viene rievocato senza alcun ritegno il nazismo per demonizzare il sovranismo e con esso il concetto di patria, di libertà nazionale, bersagli da colpire come ogni altra identità o pensiero che si diversifichi rispetto alla programmazione di massa.
    Di fatto subiamo pressioni degne di un “regime”, dove i ricatti incominciano a pesare come le parole, specie se si trova normale infangare schieramenti politici contrari ai propri personali orientamenti, prospettando così persecuzioni penali alle loro battaglie.
    Instillano odio anziché educare al rispetto della democrazia di un popolo, incoraggiando scontri pericolosi nel nome di un falso stereotipo. Forse quando si impara a convivere pacificamente con certi regimi, simpatizzando i loro accordi, allora diventa necessario condannare chi dissente come fosse un sovversivo. Una persecuzione però che se non controllata darà inizio a nuovi lager in una Europa sempre più costretta a perdere i propri confini.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    dall’ideologia bergogliana, che tutto comprende, una cosa buona, che sia una, non ci si cava.
    Se ne riparla nel Giorno del Giudizio.

    • Maria Cristina ha detto:

      Io penso che non importante quale mina frase in ogni circostanza pronunciata da questo papa abbia uno capo, persegua un fine.Ma l’ unico scopo buono sarebbe la maggior gloria di Dio, invece non mi pare che sia questo lo scopo per cui Bergoglio fa i suoi discorsi, mi sembra che il suo fine sia politico e terreno: far vincere una CERTA politica, far vincere una CERTA ideologia, far vincere una CERTA teologia, FAR VINCERE UN CERTO modo di concepire l’ uomo. Per questo non e’ visto come il padre universale dei cattolici , quale dovrebbe essere, ma come un uomo di parte. Per questo e’ cosi’ divisivo. In un qualsiasi gruppo anche piccolo di cattolici c’ e’ una spaccatura di fronte a questo papa. E’ divisivo nello stesso modo di Gesu’ ( sono venuto a portare la spada non la pace) ma per MOTIVI OPPOSTI. Davanti alla predicazione di Gesu’ gli uomini si dividono fra chi aderisce alla Verita’ poiche’ Gesu’ E’ la Verita’ e chi la rifiuta, davanti alla predicazione di Bergoglio si dividono fra chi accetta la MENZOGNA chi la rifiuta.

      • Maria Cristina ha detto:

        Errata Corrige:
        Io penso che sia importante notare che ogni minima frase pronunciata da questo Pontefice ha uno scopo….

  • deutero.amedeo ha detto:

    Un versetto al giorno….
    [6] Il Signore veglia sul cammino dei giusti,
    ma la via degli empi andrà in rovina.
    (Sal 1,6)
    Buona serata e buona notte a tutti.

  • Nicola Buono ha detto:

    O.T. Fuori Tema….ma …..quanto si amano i 2 amanti (M5S e PD)….garanti della demokrazia…. e della libertà e tolleranza….insieme dicono uno all’altro: ” Io ti amo…Io ti amo…Io ti amo…”

    https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13532937/nicola-zingaretti–davide-barillari-denuncia-falso.html

    https://youtu.be/fTAvHu_ez68

    Chissà che questi ulteriori stracci che volano , non diano un’ulteriore forte spallata per le Elezioni in Emilia e Romagna…

  • marzio ha detto:

    Il cadavere di Priebke giacque per lungo tempo in un Hangar di Pratica di Mare prima della sepoltura in qualche discarica. E il “papa” gli negò le esequie funebri. Ci provò la FSSPX ma fu subissata dalle critiche e da minacce e dovette rinunciare. Un papa che seleziona anche i doveri della sua chiesa in base a considerazioni di carattere esclusivamente politico che papa è?

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Non sono certo il primo a denunciarla, ma della la trappola in cui rischiamo di cadere si parla troppo poco. Questo tranello, umano o diabolico non so dire, consiste nel fatto che, sia la critica,(doverosa piu’ che lecita) sia il cieco (per me) appoggio entusiastico all’ attuale pontificato possono convergere, al di la’ delle intenzioni, alla umiliazione del papato medesimo, inteso come istituzione, e quindi a facilitare la vittoria di quella che possiamo chiamare l’ ultima eresia modernista, in realta’, come tutte, eresia antica: il conciliarismo. Avrete notato che le richieste di “democratizzazione”, tanto rumorose fino al 2013, non si sentono piu’! (qualcosa puo’ ritrovarsi nella fumosa formula della “sinodalita’”). Il motivo e’ semplice; l’ esaltazione della persona del Papa, per tutti i motivi che sappiamo, culminera’ nell’ abbattimento del Suo Ministero. Il Papa attuale e’ “usato” da chi, soprattutto DENTRO la Chiesa, non crede nel dogma del Vaticano 1.

    • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

      Intendo con “abbattimento”, umiliazione, indebolimento ec ec.

      • GMZ ha detto:

        Il tradizionalista sgranarosari critica un cattivo papa perché ama il papato; il modernista cristiano maturo ama il cattivo papa perché odia il papato.
        La convergenza mi pare scongiurata, ma credo lei abbia messo a fuoco il problema: Bergoglio non sta rendendo un buon servizio al papato, e le richieste di “democrazia” sono diminuite proprio perché egli sta facendo il lavoro sporco per cui è stato eletto.

        • 👀 ha detto:

          ZMG dalle sue parole si capisce quanto odia la la Parola Santa di Gesù.
          la sua superbia la domina

          • Sherden ha detto:

            Nientemeno!
            E da cosa l’ha dedotto?

          • Adriana ha detto:

            Oooooh ! Eccolo qua il Signor ” Du’ palle ” ( o Signora ? o Signorina? ) . Vecchio proverbio veneto : ” Struca boton , salta macaco ! ” ( premi il bottone della scatola e salta fuori una scimmietta – meccanica- che fa le sue due mossette battendo i piatti con gestualità artificiale ) .
            GMZ , non Z MG – ma le scimmiette non sanno leggere – , deve aver “strucado o fracado” il tasto giusto per far saltar su – di colpo – , il macachetto papolatrico automatizzato .

            Che pensi piuttosto al pasticcio diplomatico , politico e devozionistico in cui si è cacciato Bergoglio !
            Egli tuona , o meglio , ” sibila ” contro
            ignoti ” sovranisti ” tanto Kattivi da ricordargli i discorsi di Hitler e , contemporaneamente ,riceve il caro amico Al Tayyeb ( per la sesta o settima volta accolto a braccia aperte in Vaticano .)
            Bergoglio si trova a rinnovare in tal modo l’intenso rapporto che legò Hitler a Amin al Husseini ,capo spirituale dei musulmani palestinesi , gran Muftì di Gerusalemme ,( la più alta carica religiosa islamica ). Un rapporto che durò dal 1934 al 1945 e che non fu esattamente platonico dato che più di 30.000 islamici si arruolarono nelle S.S. .
            L’Islamismo ” Religione di Pace ” ? Non pare proprio , udite le ultime esternazioni di Al Tayyeb : ” I paesi governanti e sovrani ( sovrani !!! ) islamici DEVONO sostenere questi attacchi di martirio ( contro il comune nemico sionista ) ” –
            Al Tayyeb è perfettamente in linea con 5 ,32-33 del Corano , versetti indirizzati particolarmente contro i figli di Israele .
            E adesso , che cosa inventerà Bergoglio davanti ai” Fratelli maggiori ” ,quelli che lo accolgono tanto generosamente ovunque si sposti ? Dovrà inventare una nuova ” Kabala ” !
            Ma lui c’è abituato : ha fatto pratica coi Vangeli .

          • Boanerghes ha detto:

            Il discorso è giusto. E lei che purtroppo è in mala fede.

          • Boanerghes ha detto:

            Mi riferisco a due occhi

  • Stefano ha detto:

    Comunque ha detto “quando sento qualche discorso, qualche responsabile dell’ordine o del governo, mi vengono in mente i discorsi di Hitler”. E chi c’è al governo? Ma il PD, Renzi e i Grillini… e responsabile dell’ordine è la Lamorgese. Dunque, i sospetti di nazismo, i discorsi simili a quelli di Hitler, valgano per loro che sono al governo. La lingua italiana è la lingua italiana.

  • EquesFidus ha detto:

    Sarà contento il Pontefice: il comunista Morales, quello del “crocifisso” blasfemo con falce e martello e dell’uso della foglia di coca, è in fuga e la nuova Presidente è una cattolica conservatrice (spero sia un modo per dire “seriamente”). O no? https://lanuovabq.it/it/il-dopo-morales-inizia-con-una-svolta-religiosa

  • marco ha detto:

    …trovo quindi assurdo che si preghi per lui.Io prego la Madonna e San Michele perché ci liberino dal maligno e da tutte le sue creature.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Forse Bergoglio chiede ossessivamente di pregare per lui (mai per la Chiesa) perché ha una paura tremenda di finire all’Inferno.

      • Luca Antonio ha detto:

        B. non crede all’inferno, e’ solo pateticamente supertizioso e pensa che se ci sono piu’ persone che pregano per lui di quante lo maledicono , in qualche modo e’ protetto.
        Dio per lui non e’ una persona ma un’onda cosmica vagamente amorevole alla cui potenza si puo’ attingere orientando il pensiero nel modo giusto.
        La distanza da qui allo spiritismo e’ chiaramente breve e , coerentemente , e’ stata colmata nei giardini vaticani il mese scorso .

  • Lele ha detto:

    Ha parlato di responsabili dell’ordine o del governo, però credo che essere così duri con Mattarella e Conte, sia ingiusto.

  • Nicola Buono ha detto:

    Perché tutto questo ? Semplice. Si sono accorti in Italia , Europa , UE e nel resto del mondo, che la gente non li segue più ( astensioni ) , e sopratutto li contesta e si aggrappa alla Destra per salvare la Civiltà così come l’abbiamo sempre conosciuta. Sanno benissimo che il loro potere si sta sgretolando di brutto , giorno dopo giorno e che le file della Destra aumentano sempre di più. Ragione per cui , visto che non hanno argomenti , programmi, idee e lo sfacelo è colpa loro , si aggrappano agli slogan, alle parole d’ordine, agli insulti ed alle balle ( fake news). Ad esempio , navigando in rete mi sono accorto che stanno agitando lo spauracchio che , se vince Salvini in Emilia e Romagna, il loro meraviglioso sistema di assistenza sociale e diritti( e quindi = siamo governati bene) sarà distrutto per sempre dal barbaro Salvini….Capite fino a che punto ? Ma ce ne sono anche per la Meloni. Da che Fratelli d’Italia ha sfondato la soglia del 5% nei consensi ed è arrivato al 9% e si avvia al 10%, ho constatato che anche in rete è tutta una corsa all’insulto senza pietà alla Fascista Meloni. Ecco a che punto siamo arrivati. Tanto possono farlo perché sanno benissimo di avere l’impunità totale garantita dalla Magistratura. Preghiamo per i nostri nemici, per la Chiesa, i Ministri di Dio e per il Papa. E poi in Emilia e Romagna dobbiamo vincere a tutti i costi per mandarli a casa.

    • anonimo ha detto:

      Viva Salvino e la Meloni!!! A casa il governo anti italiano, abbasso il falso papa e la sua falsa Chiesa di bugiardi, impostori, ipocriti e ingannatori: fuori dalle sedi cattoliche che occupano indegnamente, dissacrandole !

      • Faramir ha detto:

        La sinistra é un deserto di valori. La destra un po’ di conforto al mio cuore riesce ancora a darlo.
        Detto questo, come cristiano e cattolico, non riesco a voler male a a Papa Francesco. E’ il Papa regnante. Penso sia volere dello Spirito Santo se lui, ora, occupa quel posto. A lui perciò il mio affetto unito a quello, grandissimo, che provo per il Papa emerito Benedetto XVI.

  • Maria Cristina ha detto:

    per capire il livello bassissimo a cui siamo arrivati leggete questo editoriale di Christian Rocca su LINKIESTA:
    “il Papa contro gli stronzi. Ecco perchè non possiamo NON DIRCI BERGOGLIANI.

    https://www.linkiesta.it/it/article/2019/11/16/papa-bergoglio-discorso/44392/

    INSOMMA iL PAPA CONTRO GLI STRONZI.
    il papa che dovrebbe essere figura spirituale contro dei politici definiti stronzi, chi siano questi “stronzI” lo si capisce dall’articolo. Ovviamente i politici di destra, salvini in primis-
    ma che significa? il papa è un capo spirituale1 Certamernte non sta a lui fare una battaglia politrica contro gli stronzi secondo l’opinione di quelli di sinistra.
    ma provate a pensare . Gesù Cristo è venuto sulla terra e si e’ fatto crocifigger per fare una battaglia politica contro gli “stronzi”della sua epoca, l’imperatore romano, i generali romani, il governatore, romano il capo dei sacerdoti ecc?
    assurdità,. blasfemia, ridicolaggine.
    siamo a questo punto. che il PAPA , IL PAPA. successore di Pietro, Vicario di Cristo !!!!! diventa una figura che è arruolatoa fra le file di coloro che combattono contro gli stronzi politici di una parte secondo altri stronzi politici della parte avversa!!!!

    • Maria Grazia ha detto:

      Anche se non fosse stato specificato che il discorso descritto ne “Linkiesta” è stato pronunciato da Bergoglio, noi tutti l’avremmo desunto subito dagli argomenti ripetitivi e dalla solita modalità di linguaggio, ma all’estero, in ambienti non poi così familiari con le consuetudini di questo Pontefice, qualcuno avrebbe compreso che si è trattato di affermazioni rese dal Vicario di Cristo ? Sì ? Ma da che cosa?

    • deutero.amedeo ha detto:

      Sai che l’avevo letto anch’io due ore fa ? Ma per rispetto alle coronarie degli amici di Stilum Curiae non avevo osato parlarne. Roba da infarto fulminante, da farti morire in piedi!

      • deutero.amedeo ha detto:

        Scarpe grosse mi ha chiesto: scolta te inginiere ma il deoutturattore sarebbe il coso per sturare i cessi?

      • Corrado Bassanese ha detto:

        Oi Oi. Sono scoppiato a ridere. Ma subito dopo ho recitato in cuor mio Pater Ave Gloria e atto di dolore…
        Per riparazione di tanta blasfemia

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Sì, vabbé.
    Anche io, naturalmente sono contro il razzismo. Contro il razzismo. Contro il razzismo (spero di essere stato capito).
    E sono contro l’emarginazione, contro l’emarginazione, ecc.
    Contro l’abuso di legittima difesa, abuso…, abuso…

    I problemi però rimangono.
    Perché il Papa ha coperto il maniaco omosessuale MCCARRICK?
    Perché ha accettato la venerazione verso la PACHAMAMA?
    Che vuol dire che non bisogna essere DOGMATISTI? Che non bisogna credere troppo ai dogmi?
    Perché considera un peccato sessuale poco grave, in quanto a suo dire sarebbe poco “angelico”?
    Ma se l’atto sessuale è poco angelico e molto animalesco, il matrimonio non è angelico. E il mangiare è animalesco? Se è così, l’atto di cibarsi dell’Eucaristia non sarebbe una cosa angelica?
    E perché ha accostato la lussuria alla gola quanto a GRAVITA”?
    Che forse un adulterio ha la stessa rilevanza di due salsicce di troppo?

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Non vorrei dare l’impressione di voler mancare di rispetto al Papa: per lui prego ogni giorno.
      Ma certi accostamenti e paragoni mi aiutano a evidenziare certe contraddizioni che non possono essere più taciute

    • deutero.amedeo ha detto:

      No le salsicce, anche se non di troppo, sono peggio dell’adulterio: mancano di rispetto all’Islam.

    • Corrado Bassanese ha detto:

      “Contro l’abuso di legittima difesa, abuso…, abuso…”.
      Non ho mai capito l’accostamento di “abuso” a “legittima” (difesa). Se è legittima, non c’è abuso; se c’è abuso dell’uso di un’arma, non c’è legittimità! Per me è un ossimoro. O sono io che non ho senso logico?

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Quali discorsi gli ricordano quali discorsi?
    Le parole di questo Papa non hanno costrutto logico.
    Quale politico di oggi avrebbe usato espressioni simili a quelle di Hitler?
    Forse Pannella o la Bonino?
    E quali sarebbero queste espressioni?
    Se per populismo si intende quello che intende il Papa, il Papa è il primo dei populisti.
    Dire tanto per non dire nulla ma in modo che tutti capiscono quello che vogliono capire.
    Se il Papa lo fa apposta è un genio, ma forse si impappina e basta, ma tutti capiscono quello che vogliono capire.
    Chi non può capire capisca.
    Chi ha visto il film OLTRE IL GIARDINO, capirà a cosa alludo.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Senza morale, senza spiritualità, senza cultura, senza fede e anche senza sacramenti leciti o validi, cosa rimane nella chiesa bergogliana? L’eredità materiale, i soldi, insomma. La chiesa bergogliana è ancora ricca. Ignorante, corrotta, oscena, peccatrice, politicamente irrilevante, ma ricca. Ha soldi, solo soldi. Forse l’ossessione del discorso pauperista è la denegazione freudiana di questa verità.
    O forse una critica fondata sul vecchio Sigmund di Mosè e il monoteismo è ancora troppo hitlerista per Berggy and his berggyboys?

  • Elia ha detto:

    Il cardinale Bergoglio è una persona triste.

  • Pierluigi Cerbai ha detto:

    Da anni, parlo a livello personale, papa Francesco non è più un punto di riferimento.
    E’ solo una persona per cui pregare. Il papa, però dovrebbe essere ben altro.
    Il ministero petrino, non a mio parere ma per volontà di Cristo, deve adempiere a due comandamenti: confermare i fratelli nella fede e pascere le pecore salvate non dal pontefice di turno bensì dal Sangue di Gesù sparso per la Salvezza di ognuna di esse sulla croce.
    Quando papa Francesco parla così, invece, esprime solamente sue personali opinioni, in quanto tali opinabili, amplifcate sfruttando abusivamente la cassa mediatica assicurata dal suo ruolo.
    Le pecore a lui affidate, non riconoscendo in tali discorsi la Voce di Colui di cui Francesco è solo, momentaneamente il vicario, lo abbandonano. Del resto, nei suoi opinabili discorsi, ormai non viene citato nemmeno il santissimo nome di Gesù e, ancor meno, la Parola di Dio. E’ questa che il papa dovrebbe invece annunciare, non i suoi convincimenti personali.

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Pierliugi Cerbai
      Condivido in tutto il tuo commento.
      Aggiungo di mio che provo pena per l’attuale situazione di quella che una volta era Santa Madre Chiesa.

  • Il veritiero ha detto:

    Apocalisse 12: e vidi salire dal mare una bestia che aveva 10 corna e 7 teste, sulle corna 10 diademi, e su ciascuna testa un titolo blasfemo.
    Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie, con il potere di agire per 42 mesi.
    Essa apri la bocca per proferire bestemmie contro Dio, per bestemmiare il suo nome e la sua dimora, contro tutti quelli che abitano in cielo.
    7 teste e 10 diademi, potere politico e religioso.
    Saliva dal mare. Le acque significano, popoli, lingue, nazioni.

    • deutero.amedeo ha detto:

      42 mesi sono tre anni e mezzo. Qui stiamo arrivando al doppio ma ancora non succede niente. Perchè? il tempo è superiore allo spazio e per il Miserando si è dilatato. Ahinoi!

      • Il veritiero ha detto:

        Non é proprio così. Perché può essere che esattamente dopp 42 mesi dall’elezione di Bergoglio, é successo qualcosa, che ancora in molti non sanno.
        Magari dopo 42 mesi il Signore, che prima lo aveva lasciato agire indisturbato, ha fatto la sua mossa. Anche se molti magari non lo sanno.
        Non signofica che dopo 42 mesi esatti ciene risolto il problema. Significa che per 42 mesi questa bestia potrà “agire indisturbato, senza che Dio agisca”.
        Poi dopo 42 mesi, Dio farà la sua mossa.. anche se al momento non é manifesta al mondo. Probabilmente già l’ha fatta, esattamente dopo 42 mesi.

        • Delle Aquile ha detto:

          Il profeta Daniele ( 12, 1-13 ) ci comunica che le 42 settimane (1290 giorni ) inizieranno dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l’abominio della desolazione.

          Ora visto come si son messe oggi le cose nella nostra Santa Chiesa , c’é da pensare che siamo veramente prossimi al tempo.

          La cosa pero’ che piu’ meraviglia e inquieta è : ma i pastori , specialmente, coloro che sono preposti alla guida dlla Chiesa , non leggono le Sacre Scritture ??? O forse non é dato loro di comprenderle.

          Una serena Domenica a tutti

          • Il veritiero ha detto:

            Effettivamente c’è un ricollegamenti.
            L’anticristo farà molti patti e molte alleanze per 1 settimana ( 7 anni, il preciso pontificato di bergoglio attuale ) poi in mezzo alla settimana romperà i patti. E saranno gli ultimi suoi 3 anni e mezzo. Fino alla fine designata sul devastatore.
            Quindi in teoria bergoglio dobbiamo sopportarlo altri 3 anni e mezzo?
            Speriamo di no 😂

          • Milli ha detto:

            Potrebbe riferirsi non a Bergoglio, ma a chi verrà dopo.

  • Raffaella ha detto:

    In realtà non c’è da stupirsi,Bergoglio è così fin dall’inizio:un populista sudamericano di sinistra!
    Privo di cultura, banale, falsamente gioviale, ripetitivo nei suoi inutili discorsi.
    E poi, lo abbiamo già visto svariate volte, è la classica persona che lancia il sasso e nasconde la mano.
    Io non lo ascolto più da tempo e se compare in televisione cambio prontamente canale.

  • Maria Grazia ha detto:

    Bergoglio auspica di toccare, quanto prima, il sacro suolo dell’amata Russia, terra di Stalin e di Lenin che fondarono e propagandarono l’ideologia comunista, ispiratrice della conduzione dell’attuale Pontificato. La Chiesa ortodossa russa non sembra frettolosa di doverlo accogliere mentre pare che Putin,per il momento, gli abbia fatto il gesto ……. dell’ombrello!!!

  • Boanerghes ha detto:

    Il Papa regnante assomiglia sempre più ad un dittatore di sinistra sudamericano. Non ha più nulla del discendente di Pietro.
    Andrebbe deposto.
    Ma chi avvia la pratica?
    Sono tanti i vescovi al suo servizio.
    Tanti che pensano che sia il Papa per questi tempi.

  • GMZ ha detto:

    Quelli che grazie alle ratline arrivavano a Buenos Aires, dove non trovavano muri ma tanta ospitalità, erano migranti o migristi?;
    E poi: nazismo è paradigma della cattiveria solo perché perseguitava gli zingheri? La “religione di pace” non sembra così lontana dal nazismo, non fosse che per questo elemento.
    Infine, chissà perché il nazismo e non anche il fascismo… Forse per arruffianarsi il pubblico, badando bene a non stuzzicare la suscettibilità di qualche fiero penalistone nero in platea?
    Ossequi.

  • deutero.amedeo ha detto:

    L’accostamento di Hitler a generici responsabili dell’ordine e governanti di oggi è politicamente e culturalmente tanto grossolano da non poter nemmeno essere contestato.
    Di discorsi Hitler ne ha fatti tanti, ha espresso il suo pensiero nel famoso e poco letto Mein Kampf : a che cosa allude il Miserando parlando di discorsi di Hitler del 34-36?
    Meglio leggere Giudizio Universale di Gian Luigi Nuzzi. Almeno lì ci sono dati certi e fatti documentati su cui ragionare. Al proposito ho qualcosa di pronto da scrivere qui, se se ne presenterà l’occasione.

  • Alby ha detto:

    Qualcuno ha paura di passare per nazista?

    • deutero.amedeo ha detto:

      Io no, tanto più che gli italiani non hanno mai amato il nazismo, nemmeno ai tempi del patto d’acciaio e dell’Asse Roma-Berlino. L’annessione dell’Austria fu per giunta un duro colpo per gli ex combattenti e reduci , mutilati e invalidi, vedove di guerra e orfani della prima guerra mondiale . Ma questo i ciofani non lo sanno e più che cavolate non dicono.

  • roth ha detto:

    La misura è colma . Se qualcuno ha i mezzi per farlo , cerchi di verificare se è vero o no , (come risulta a me ) che ha già indicato, alla sua cerchia ristretta , il nome del card Zuppi , arcivescovo di Bologna , come suo successore. La chiesa di Bergoglio è gestita da Gesuiti deviati e servizi segreti americano deviati : sant ‘Egidio , Ma dove sono i vescovi e i cardinali della Chiesa ?? perchè tacciono ed acconsentano , come ha appena fatto Sarah ?

  • La zanzara ha detto:

    Non si riesce più a vederlo e ad ascoltarlo! E’ una pena senza fine!

  • wisteria ha detto:

    La cultura dello scarto è tipica della sinistra. Sono state scartati dalka Rivoluzione Russa in poi imperi e popolazioni, classi sociali e individui non conformi al oensiero unico, senza dire dello scarto oer ecelkenza, quello dei bambini non nati.
    Ma i cattivi per definizione sono a dedtra. Ora si chiamano populisti e ovranisti, e ovviamente, razzisti.
    Si mente sapendo di mentire, perché si confonde volutamente col razzismo il più che naturale allarme per il degrado sociale apportato da una inconsueta immigrazione di massa.

  • Stefano ha detto:

    Lo dico davvero col cuore in mano.. Bergoglio é veramente, ogni giorno sempre di più, un miserabile mentecatto. I cui discorsi vuoti, banali, demenziali (l”analisi di p. Cavalcoli che pone il dubbio sulla completa sua sanità mentale non è assolutamente da cestinare) appassionano ormai solo un sempre più sparuto e scarno groppuscolo di estremisti di sinistra, suoi fedelissimi. All’ apparenza sorridenti e gioviali.. Ma in realtà facinorosi, vendicativi, cattivi e aggressivi (per ora solo nel linguaggio) esattamente come lui. Anzi, dato che il panzone cita Hitler, io dico che oggi giorno se c’è un uomo i cui discorsi e sopratutto METODI assomigliano sempre più a quelli del dittatore tedesco, questi sono proprio quelli di bergoglio!..

  • Adriana ha detto:

    Bergoglio ha SEMPRE ragione sull’uso della difesa ” violenta ” . Quando toglierà le armi alla sua scorta ? Quando rinuncerà alla scorta e si accompagnerà , da pari a pari , ai Centri Asociali ?

  • Marco Matteucci ha detto: