CONFERME: IL PAPA HA BLOCCATO UN’INCHIESTA SU MURPHY O’CONNOR.

14 Novembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

 Cari amici e nemici di Stilum Curiae, oggi è un giorno importante per Stilum Curiae. Una storia che abbiamo scritto anni fa, una storia rischiosa, ha trovato ulteriori conferme ufficiali; e non è frequente che il tempo sia galantuomo, nel nostro mestiere, e quando accade è giusto rallegrarsene.

Forse qualcuno di voi ricorda che scrivemmo questa storia apparentemente incredibile: il Pontefice regnante pochi mesi dopo la sua elezione (si era nel giugno 2013) interruppe il cardinale Gerhard Müller, che stava dicendo messa per un gruppo di suoi ex allievi in una chiesetta vicino alla Congregazione per la Fede, di cui era prefetto. Scrivevamo che nel giugno del 2013 il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede era sceso dal suo ufficio per celebrare una messa per un gruppo di studenti tedeschi nella cappella di Santa Monica, degli Agostiniani, di fianco al Palazzo del sant’Uffizio. Stava celebrando quando giunse all’improvviso il segretario nel presbiterio con un telefonino e gli fece sapere che c’era il Papa al telefono. Müller chiese: gli hai detto che sto celebrando? Sì, ma ha urgenza di parlarle. Müller si recò in sacrestia, dove il Pontefice, con voce molto seccata, gli intimò di chiudere subito un’inchiesta che la Congregazione aveva aperto, ed era in corso su una persona che era sua amica, un cardinale.

La nostra fonte ci disse all’epoca che l’interessato era Murphy O’Connor, ex primate d’Inghilterra. La fonte non fu molto chiara sul genere di accuse; secondo lui era accusato da parte di una donna, che da diversi anni cercava di far valere le sue ragioni, e alla fine aveva presentato denuncia alla Congregazione per la Dottrina della Fede. A quanto pare l’inchiesta è stata chiusa; ed era comunque un’inchiesta condotta in grande segreto. Abbiamo chiesto ragguagli alle fonti ufficiali, – conferma o smentita – ma senza risposta. Probabilmente perché si tratta di materia che riguarda il segreto pontificio. Chi ci ha raccontato questa storia, un alto esponente di Curia, era sbalordito. Sia per il modo, in cui era avvenuta la comunicazione, sia per il messaggio. “Avrebbe dovuto dire: fatemi vedere il dossier, portatemi i risultati. Non si può ordinare all’inquirente di agire in un modo specifico a priori. Sono cose che lasciano molto perplessi”. Aggiunse che anche se si fosse trattato di un caso di mitomania, l’inchiesta avrebbe dovuto essere conclusa secondo le regole.

Voi capite che era una notizia rischiosa da dare, per la credibilità di chi scrive. Il Pontefice che interrompe una messa, per ordinare d’autorità che venga chiusa un’inchiesta perché riguarda un suo amico (e grande elettore del gruppo di San Gallo, aggiungiamo)? Un primo sospiro di sollievo lo tirammo quando tempo fa il card. Gerhard Müller intervistato da Raymond Arroyo, di EWTN, confermò in maniera implicita la notizia.

E oggi ne abbiamo altre due conferme. La prima è una dichiarazione di John Henry Westen, fondatore e leader di LifeSiteNews, che afferma che il card. Müller gli confermò personalmente la fondatezza della notizia.

La seconda, se possibile è ancora più importante. E proviene dagli interrogatori di un’inchiesta indipendente condotta dal governo britannico in tema di abusi sessuali (Inquiry into Child Sexual Abuse (IICSA). Dall’inchiesta emerge la testimonianza di due vescovi coni prove incriminanti il cardinale Vincent Nichols, arcivescovo di Westminster e presidente della Conferenza episcopale cattolica di Inghilterra e Galles. Nichols è stato nominato cardinale da papa Francesco nel 2014.

Sia il vescovo Philip Egan di Portsmouth che il vescovo Peter Doyle di Northhampton testimoniano che il cardinale Nichols li ha costretti a rifiutare di rilasciare una dichiarazione a sostegno di una nota vittima di abusi sessuali che era denigrata nei media cattolici come “non credibile” e le sue affermazioni come “fantastiche”. Il cardinale Nichols, testimoniano i vescovi, ha avvertito che qualsiasi dichiarazione pubblica rilasciata dai vescovi a sostegno della vittima di abusi sarebbe stata utilizzata per sostenere gli attacchi a papa Francesco.

Entrambi testimoniano anche, sotto giuramento, che lo stesso cardinale Nichols è intervenuto successivamente per confermare questo timore dell’agente di pubbliche relazioni della sua Conferenza e che è stato l’intervento del cardinale a convincere entrambi i vescovi a non agire a favore  della vittima di abusi. In una e-mail che il vescovo Doyle ha inviato alla vittima, citata dall’inchiesta, il vescovo ha spiegato perché ora si stava rifiutando di onorare la richiesta della vittima di rilasciare una dichiarazione pubblica che affermasse la sua credibilità. Il vescovo Egan affermava che “l’ho visto come un tentativo di screditare il Santo Padre, in realtà, perché in quel momento era così connesso con l’affare Viganò”.

Scrive LifeSiteNews: “Cosa stanno cercando di nascondere il cardinale Nichols e i due vescovi su papa Francesco? Che cosa li preoccupa così tanto di un attacco a papa Francesco da essere disposti a rifiutare di assistere una vittima di abusi sessuali del clero? Ricordate le notizie trapelate secondo cui all’inizio del regno di Papa Francesco ha personalmente interrotto un’indagine del Vaticano sugli abusi sessuali perpetrati da un cardinale? Quel cardinale non era altro che Cormac Murphy O’Connor che, sotto tutti gli aspetti, fu molto strumentale nell’elezione di papa Francesco. È lo stesso cardinale che questa vittima afferma di averla abusata. O’Connor era, per inciso, il predecessore di Nichols.

Il blocco di quell’indagine da parte di papa Francesco mi è stato confermato dal cardinale Gerhard Müller nell’ottobre 2018 in una conferenza di Napa a Washington, DC. La conclusione di questa triste storia è questa: questa vittima di abusi ha fatto la sua richiesta di essere ascoltata in queste nuove accuse di abuso del cardinale Cormac Murphy O’Connor nel 2009, un decennio fa”.

I due vescovi hanno inviato una lettera congiunta a Nichols, chiedendogli di riaprire il suo caso.

Di questo caso si è occupata Maike Hickson un anno fa.Proprio un anno fa, commentando il lavoro della collega, scrivevamo:

“Il cardinale Murphy O’Connor morì il 1 settembre 2017. Maike Hickson di LSN ha scavato nella vicenda, grazie a una fonte inglese molto ben informata. La donna non ha mai reso pubbliche queste accuse, ma è stata in contatto con le autorità ecclesiastiche per circa quindici anni, senza però che le sua accuse siano mai state sottoposte a una profonda indagine. La signora in questione è una vittima riconosciuta di abusi, vittima – quando aveva 13 o 14 anni – di un noto prete abusatore, padre Michael Hill, condannato dalla giustizia laica, a più riprese. Come ha scritto il Guardian, “Il suo caso è particolarmente noto perché il leader della Chiesa, il cardinale Cormac Murphy O’Connor, gli ha dato un posto nonostante avesse abusato dei ragazzi”. Come scrive LSN, Hill è stato spostato di parrocchia in parrocchia, a dispetto delle denunce dei genitori. Murphy O’Connor lo mandò come cappellano all’aeroporto di Gatwick; e lì fu accusato di abusi su una teenager con difficoltà di apprendimento, che era andata in cappella dopo aver perso un volo. Murphy-O’Connor pagò le vittime di Hill, chiedendo in cambio il silenzio. La signora alla base della denuncia sostiene che quando fu abusata, oltre a Hill c’erano altri sacerdoti presenti, Murphy O’Connor era uno di loro. Nel 2000 ha raggiunto un accordo con la diocesi di Brighton per gli abusi subito da padre Hill e ricevette 40mila sterline.

Murphy O’Connor divenne arcivescovo d Westminster nel 2000. Ha fatto parte del gruppo di San Gallo, che ha organizzato l’elezione di papa Bergoglio. Era una dei grandi consiglieri e amici del Pontefice regnante.

Come scrive LSN, la storia di questa donna è una storia di giustizia negata, o di negazione di un processo dovuto. Ha contattato intorno al 2010 il cardinale Vincent Nichols, successore e pupillo di Murphy O’Connor, che però si è rifiutato di indagare. Per avere i dettagli completi della storia vi consigliamo di leggere il servizio di LifeSiteNews, che scrive che nel 2011 la diocesi di Portsmouth e la diocesi di Northampton contattarono la Congregazione per la Dottrina della Fede chiedendo al cardinale Levada di aprire un’inchiesta, e protestando per il rifiuto di Westminster, che contrastava con le norme fissate dalla Chiesa di Inghilterra in questi casi. Tutto il materiale fu consegnato a mons. Charles Scicluna, ora arcivescovo di Malta. Quelli in Gran Bretagna che appoggiano la causa di questa donna sostengono che indipendentemente dal fatto che dica o no la verità, la Chiesa deve seguire le sue regole, e verificare. E a quanto pare ci sono stati diversi tentativi, da parte di alcuni vescovi, di far aprire un’inchiesta. Ma dice la fonte di LSN Murphy O’Connor è stato trattato “come se fosse sopra la legge”. E se è vera la storia che ci è stata raccontata nel 2013, anche il Pontefice avrebbe agito in maniera analoga. Ma in questo momento in Gran Bretagna è in piedi un’inchiesta, commissionata dal governo, sugli abusi di ogni genere, il “Truth Project” (Progetto Verità). È probabile che la signora in questione abbia contattato il Truth Project, perché qualche settimana fa gli investigaroi hanno chiesto alla diocesi di Westminster tutti i documenti che riguardavano accuse contro Murphy O’Connor. Conclude Maike Hickson: “Ci sembra che la Chiesa cattolica sia seduta ora su una bomba a orologeria. E in cima alla bomba siede papa Francesco”.

Ecco, ci sembra che dopo queste dichiarazioni il ticchettio della bomba a orologeria sia sempre più forte.

§§§

 




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM:

@marcotosatti

e

ANCHE SU VK. SCRIVETE “STILUMCURIAE” NELLA FINESTRA IN ALTO A SINISTRA.




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

126 commenti

  • Antonella ha detto:

    Basterà questo a sgominare la Banda dei Bassotti?
    Speriamo! Inchieste bruscamente interrotte sfoggiando abuso di potere e senza il minimo imbarazzo, ma cosa si fa per non proteggere i propri affiliati ….
    Il Vaticano in pochi anni convertito in un centro di accoglienza per i latitanti della giustizia, dove possono felicemente nascondersi e fare carriera ……
    Lasceranno che giustizia faccia il suo corso o negheranno di tutto come le tre scimmie, prolungando l’incarico di un mandato invalido, ossequiandolo nella stessa indifferenza con cui hanno lasciato che si rendesse culto a Pachamama.

  • giulia anna meloni ha detto:

    20 agosto 1943,in piena guerra ,Cristo Gesù dice a Maria Valtorta

    …”L’obbrobrio della terra è tale che il suo fumo, di poco dissimile a quello che scaturisce dalla dimora di
    Satana, sale sino ai piedi del trono di Dio con sacrilego impeto. Prima della apparizione della mia Gloria
    occorre che oriente ed occidente siano purificati per essere degni dell’apparire del mio Volto…Grande è l’orrore di ora, diletti miei; ma quanto, quanto, quanto ha ancora da aumentare per essere
    l’Orrore dei tempi ultimi! E se veramente pare che assenzio si sia mescolato al pane, al vino, al sonno
    dell’uomo, molto, molto, molto altro assenzio deve ancora gocciare nelle vostre acque, sulle vostre tavole,
    sui vostri giacigli prima che abbiate raggiunto l’amarezza totale che sarà la compagna degli ultimi giorni
    di questa razza creata dall’Amore, salvata dall’Amore e che si è venduta all’Odio…Vi sono i precursori di colui che ho detto potersi chiamare: “Negazione”, “Male fatto carne”,
    “Orrore”, “Sacrilegio”, “Figlio di Satana”, “Vendetta”, “Distruzione”, e potrei continuare a dargli nomi
    di chiara e paurosa indicazione. Ma egli non vi è ancora.
    Sarà persona molto in alto, in alto come un astro. Non un astro umano che brilli in un cielo umano.
    Ma un astro di una sfera soprannaturale, il quale, cedendo alla lusinga del Nemico, conoscerà la superbia
    dopo l’umiltà, l’ateismo dopo la fede, la lussuria dopo la castità, la fame dell’oro dopo l’evangelica povertà,
    la sete degli onori dopo il nascondimento.
    Meno pauroso il vedere piombare una stella dal firmamento che non vedere precipitare nelle
    spire di Satana questa creatura già eletta, la quale del suo padre di elezione copierà il peccato.
    Lucifero, per superbia, divenne il Maledetto e l’oscuro. L’Anticristo, per superbia di un’ora, diverrà
    il maledetto e l’oscuro dopo essere stato un astro del mio esercito.
    A premio della sua abiura, che scrollerà i cieli sotto un brivido di orrore e farà tremare le colonne della
    mia Chiesa nello sgomento che susciterà il suo precipitare, otterrà l’aiuto completo di Satana, il quale darà
    ad esso le chiavi del pozzo dell’abisso perché lo apra. Ma lo spalanchi del tutto perché ne escano gli
    strumenti di orrore che nei millenni Satana ha fabbricato per portare gli uomini alla totale disperazione,
    di modo che da loro stessi invochino Satana Re, e corrano al seguito dell’Anticristo, l’unico che potrà
    spalancare le porte d’abisso per farne uscire il Re dell’abisso, così come il Cristo ha aperto le porte dei
    Cieli per farne uscire la Grazia e il perdono, che fanno degli uomini dei simili a Dio e re di un Regno
    eterno in cui il Re dei re sono lo.
    Come il Padre ha dato a Me ogni potere, così Satana darà ad esso ogni potere, e specie ogni potere di
    seduzione, per trascinare al suo seguito i deboli e i corrosi dalle febbri delle ambizioni come lo è esso,
    loro capo. Ma nella sua sfrenata ambizione troverà ancora troppo scarsi gli aiuti soprannaturali di Satana
    e cercherà altri aiuti nei nemici del Cristo, i quali, armati di armi sempre più micidiali, quali la loro libidine
    verso il Male li poteva indurre a creare per seminare disperazione nelle folle, lo aiuteranno sinché Dio
    non dirà il suo “Basta” e li incenerirà col fulgore del suo aspetto”…
    http://www.scrittivaltorta.altervista.org/testi/valtorta-profezie.pdf

  • Luca Rossi ha detto:

    Murphy O’Connor divenne arcivescovo di Westminster nel 2000. Chi era papa nel 2000? Possibile che il tutto venga alla luce solamente dopo la morte dell’arcivescovo? Dal 2000 ad oggi ci sono stati 3 papi. Solo ora si utilizza la storia per accusare Bergoglio di occultismo? A prescindere: non sono assolutamente estimatore di Papa Francesco, ma ad onor del vero sarebbe giusto analizzare la storia di O’Connor alla luce dei tre pontificati.

    • wp_7512482 ha detto:

      Le risulta che Wojtyla o Ratzinger abbiano interrotto la messa di qualcuno per intimargli di chiudere un’inchiesta che riguardava un loro amico? A me no. Questo è il punto. Non accuse generiche, un fatto specifico. Confermato.

      • Alby ha detto:

        A me risulta che sotto Ratzinger era stata chiusa l’inchiesta contro quel cardinale e che quella chiusa da Bergoglio era stata riaperta solo per un problema formale della prima. Cosa può dirci a riguardo?

        • wp_7512482 ha detto:

          Che l’inchiesta era arrivata alla Congregazione della Fede – e quindi non era stata chiusa sotto BXVI – perché in Inghilterra non era stata rispettata la procedura di indagare sulle accuse, come avrebbe dovuto comunque essere fatto e due vescovi inglesi avevano fatto un passo formale in questo senso. Ma se Lei si prende la briga di leggere il servizio di Maike Hickson troverà tutti i dettagli che le ho riassunto in due righe. E comunque: c’era un’inchiesta che è stata chiusa d’autorità, e come ha detto Mueller, non è un comportamento, diciamo così, corretto. Murphy O’Connor era uno dei consiglieri di papa Bergoglio. Su questo non credo ci siano dubbi.

    • TROLL DETECTOR ha detto:

      Innanzitutto lei non porta elementi per dire se i predecessori avessero a disposizione tutti gli elementi sul caso che ha invece Bergoglio, il quale invece si e’ posto al di sopra di Dio
      interrompendo un culto a Dio (le pare poco ?)

      Non si inginocchia di fronte a Cristo, del quale dovrebbe
      essere il vicario (le pare poco ?)

      E glissa sul fatto che di blasfemie con GPII e BXVI non se
      ne sono sentite, se a lei risultano ce ne puo’ formire
      una lista ?

  • Inutile? ha detto:

    Vorrei che la mia prova fosse finita, vorrei andarmene. C e’ un pero’. Non mi sento degno del Paradiso. La cosa più paradossale e’ che le mie colpe maggiori le ho fatte in stato di incoscienza e forse d’ amore? Chi conosce il cuore dell’ uomo? Nemmeno l uomo stesso lo conosce. Una volta lessi sul CCC “ci vuole un cuore veramente pure per esclamare “venga il tuo regno”, per attendere la fine di questo mondo”. Allora non avevo fede e l attendevo, oggi ho fede e non prego più, per quello.

    No, non son degno del Signore. Spero di non fare come quei demoni che sono all’ inferno per volontà propria.

    Esistono certo. Delle parabole. Come quella del farisei e del pubblicano. Secondo me in quella parabola si vede chiaramente una condizione spiritualmente tragica dell’ uomo. Dopo il peccato originale siamo una MASSA DAMNATIONIS (Agostino).
    Nessuno si salva SOLO per le sue opere. Nessuno e’ puro innanzi a Dio. Uno credeva di esserlo, l altro non aveva il coraggio di alzare lo sguardo, ma chiedeva perdono!!!

    Si salvò il secondo. Non per meriti ma perché non disse il falso: io sono giusto…non come quel pubblicano.

    La giustizia umana, fino all’ ultimo giorno non può che essere relativa, a volte sbagliato.

    Si ripotesse fare il processo a Cristo , con le leggi dell’ epoca, penso che sarebbe legalmente ineccepibile. Leggi religiose e forse pure laiche.

    PAPA BERGOGLIO

    io sono un bergogliano. Conosco bene la leggenda dell’ anticristo e tutta la mia vita ho studiato l escatologia….sino ad arrivare all’ ateismo!

    Infatti giocando con la Bibbia puoi trovare dr che dice se un profeta fa una profezia e non si avvera non e’ da Dio. La Parusia (per molti, forse anche per Ratzinger) era attesa come prossima dai primi cristiani. Son passati 2000 anni: non e’ cambiato nulla.

    Non so chi creda o no. Certo papà Bergoglio ci ha dato di mannaia. Poteva fare meglio (alias meno). Ma chi non sbaglia?

    Io poi non ho fatto pace con Dio….

    • TROLL DETECTOR ha detto:

      Hai iniziato dicendo di avere fede, concludi poi dichiarandoti ateo… non molto lineare

    • newman ha detto:

      Non é possibile peccare in stato di incoscienza. Se conoscesse il catechismo, Bergoglio saprebbe che per peccare ci vuole la piena avvertenza ed il deliberato consenso. Ha peccato per amore? Si tratta di amor, dilectio o di caritas? Ha allora peccato di sensualitá, poiché nella dilectio e nella caritas non c’é peccato? Allora avrebbe dovuto controllare i suoi istinti sessuali, obbedendo al sesto ed al nono, con l’aiuto della grazia, naturalmente, poiché i comandamenti non sono degli ideali irragiungibili ma delle norme da attuare. E, infine, si puó veramente amare peccando, se amare vuol dire volere il bene dell’altro … ed il proprio?

  • Virro ha detto:

    L’uomo della lealtà che ama la “trasparenza”
    Mi vien da ridere!

  • anonimo lituano ha detto:

    Sotto il predecessore è stata individuata nella nota lobby una delle corruzioni più gravi: ormai è chiaro che, lungi dal tentare di moderarne almeno l’influenza, è stato collocato al soglio il suo principale protettore. Non meno sconvolgente la sistematica tendenza alla deviazione in materia di fede: l’avere permesso il culto idolatrico esterno in ambiente cattolico ha determinato (circostanza molto significativa per quanto in sé banale) una presa di posizione chiaramente critica anche di un sito come aleteia. Umanamente la misura è colma.

  • MARIO ha detto:

    Leggendo i commenti, mi sembra che molti si siano limitati a contestare la legittimità del Papa di poter interrompere momentaneamente una messa.
    Ora io mi chiedo:
    – Chi può conoscere e giudicare sui motivi dell’urgenza del Papa (tipo impegni già programmati o altre ragioni a noi sconosciute) ?
    – Non avete mai visto interrompere momentaneamente una messa, per es. per il malore di una persona o perché il celebrante si accorge in ritardo di aver dimenticato qualcosa in sacrestia (tipo ampolline, particole o altro) ?

    Suvvia, siamo uomini, qualche imprevisto può sempre succedere e il Padre Eterno lo sa…

    • Gaetano2 ha detto:

      Mariuccio, vuoi dire che una telefonata di don Ciccio per proteggere un suo pervertito (di questo si parla) sia motivo sufficiente per interrompere una messa? Suvvia, una fesseria simile non riuscirei a dirla nemmeno io quando sono alticcio…

    • Gian Piero ha detto:

      Caro Mario la frase “ il Padre Eterno lo sa” dovrebbe invece di rassicurarti farti tremare le vene i polsi. Infatti quello che noi non sappiamo e che e’ nascosto nei cuori umani, che invece Dio sa e conosce fino nell’ intimo , quasi sempre non e’ nulla di buono , anzi. Se I motivi per cui Bergoglio ha fatto interrompere una Messa se sono quelli riferiti ,non c’ era alcun caso di vita o di morte, ma solo l’ esigenza di dare un ordine immediato ad un suo sottoposto , il card. Muller, senza poter aspettare mezz’ora , nella smania di far vedere “ qui comando io e non ho tempo da perdere” , se questi motivi umani sono conosciuti da Dio, che scruta fin nell’ intimo i cuori umani, non mi pare che Bergoglio possa stare tranquillo.
      Un tempo si diceva che ogni azione doveva essere “ ad majorem Dei gloriam “ , per la maggior gloria di Dio, ora invece il Papa agisce per la maggior gloria di se’ stesso , interrompendo persino la Messa , caro Mario, non c’ e’ proprio da minimizzare

    • Boanerghes ha detto:

      Suvvia,
      Qui il motivo è conosciuto e noto.
      L’interruzione della S. Messa per una simile motivazione è indegna di qualunque presbitero, per non parlare di colui che dovrebbe essere il custode della fede della Chiesa.
      Ciò è giustificato dal fatto che il Papa non si inginocchia mai davanti al Santissimo, probabilmente crede solo in un Gesù uomo, e la S.Messa è un rituale di tipo protestante dove importante è la Parola, poiché non si crede alla transustanziazione.
      Poiché siamo persone dotate di ragione, difendere l’indifendibile a questo punto rivela soltanto una forma di mala fede.

      • Boanerghes ha detto:

        Una cosa però è giusta, e cioè che il Padre Eterno sa….
        E qui si possono applicare tutte le invettive contro scribi e farisei di nostro Signore, ma indirizzandole questa volta a tutti coloro che tradiscono….e Bergoglio, Papa regnante, è uno di questi. Sappiamo però dove è finito Giuda.
        Qui non si tratta di essere a favore di Bergoglio o contro, qui o SIAMO CON GESÙ O CONTRO DI LUI.

    • Maria Cristina ha detto:

      Intanto in Germania un gruppo che si definisce di “ femministe cattoliche” favorevoli alle donne -prete e al matrimonio di coppie omosessuali, ha fartto pressioni ed e’ riuscito a far annullare un incontro in una parrocchia col Card. Muller , impedendogli di parlare , perche’ accusato di essere “ fondamentalista ed inumano”

      Certo che se il pessimo esempio di prepotenza viene dall’ alto, dalla cattedra di Pietro, come stupirci dell’ arroganza di queste sedicenti femministe cattoliche nell’ impedire di parlare al card. Muller?

    • newman ha detto:

      Mario, non sembra Lei abbia compreso pienamente che cos’é la santa messa: nella santa messa si riattua il sacrificio di Cristo offerto al Padre, tramite la persona del sacerdote, che nella fattispecie era il Cardinale Müller.
      Dal Cardinale Müller si apprende qual’era il motivo dell’interruzione, cioé bloccare le indagini vaticane sul cardinale Murphy-O’Connor in corso presso l’ex-Santo Ufficio di cui Müller, il celebrante, era cardinal prefetto.
      Non occorre, quindi, speculare sui possibili motivi dell’interruzione: sono giá noti e non sono di tale natura da giustificare l’interruzione del sacrificio di Cristo sull’altare.
      Aggiungo alle sue ipotesi sui motivi del Bergoglio un’altra, come Nietzsche direbbe, “menschlich, allzu menschlich: forse Sua Santitá aveva un bisogno impellente di natura biologica che gli impediva di attendere anche un solo secondo, cercando l’occasione opportuna per un colloquio con il cardinale Müller sulla necessitá di insabbiare, tra i tanti, anche questo scandalo sessuale del primate inglese, suo gran elettore.
      “Bergoglio, il gran insabbiatore” – il prossimo libro di Gianluigi Nuzzi?

    • Alda ha detto:

      Ecco Mario…. Con questo commento hai dimostrato tutta la tua papolatria!! Siete disposti anche a”sminuire” Cristo piuttosto che ammettere che delle castronerie, il papa, ne fa e ne dice parecchie!!!!

      • MARIO ha detto:

        Ecco Alda… lei dice che io sono papolatra e che il Papa continua a fare e dire castronerie.
        Non me lo sarei aspettato da una persona che dice di amare e credere a Medjugorje, dove:
        – la Madonna ha ripetuto per decine di volte, negli ultimi anni: “Non giudicate i vostri pastori” e anche nell’ultimo messaggio a Mirjana del 2 novembre: “Non giudicate nessuno”;
        – la stessa veggente Mirjana (che dovrà svelare al mondo i 10 segreti, credo a breve, e che probabilmente ne sa più di lei e di me…) ha raccomandato più volte di non criticare Papa Francesco, che è stato scelto da Dio per questo tempo, e di pregare per lui.

        Secondo me, per lei (e purtroppo per qualcun altro che frequenta Medjugorje) contano di più le chiacchiere che le parole della Madonna.
        Io, modestamente, preferisco credere e obbedire alla Regina della Pace.

        • Boanerghes ha detto:

          Miriana dovrà svelare i dieci terribili segreti.
          Dopo i primi tre ci sarà il segno, visibile da tutti e permanente.
          Anche Garabandal parlava di segno visibile.
          Però è incredibile che questi veggenti, a conoscenza di segreti devastanti, facciano una vita molto comoda e agiata.
          A Medjugorje la Madonna dice di non giudicare i pastori e specialmente il Papa, prescelto per questi tempi?
          E perché allora la Madonna difendeva i primi tempi alcuni frati disobbedienti, e criticava il vescovo di Mostar che opponeva un parere contrario alle apparizioni?
          Citare i messaggi presunti di Medjugorje dove si difende il Papa per accreditare la figura del pontefice regnante, noni sembra corretto.
          Rispetto per la figura dei pastori, si, rinnegare la fede no.
          I messaggi vanno tranquillamente rispediti al mittente

          • MARIO ha detto:

            La vicenda Medjugorje non si può risolvere in tre righe, ma qualche spunto potrebbe servire. Poi ognuno è libero di credere o no.

            – Il segno visibile sul Podbrdo (collina apparizioni) corrisponderà al 3° segreto, non al 4°.

            – A Garabandal non credo e non è apparizione riconosciuta.

            – Riguardo alle chiacchiere sulla vita comoda dei veggenti, io non vorrei fare cambio (e nemmeno lei probabilmente).

            – L’allora vescovo di Mostar, Pavao Zanic, inizialmente aveva riconosciuto come vere le apparizioni. Poi ha cambiato idea (condizionato o ricattato dal regime comunista di allora, intervenuto in maniera pesantissima su quegli eventi ?).
            O ci furono condizionamenti di altra origine ?
            Per inciso: mentre visitavo nel 1994 il palazzo vescovile di Mostar, distrutto dalle bombe e completamente abbandonato, ho conosciuto casualmente (?) il segretario del vescovo Zanic, che si trovava nei locali interrati e fu incuriosito dai nostri rumori.
            Parlava italiano perché aveva frequentato una università teologica a Roma (e uno dei professori era l’attuale vescovo di Mostar, Ratko Peric…).
            Ebbene, egli si vantava con me di essere lui l’estensore delle relazioni vescovili su Medjugorje, cercando di convincermi che si trattasse banalmente di fenomeni di suggestione collettiva…
            Costui ha fatto una carriera fulminante (Vescovo, Ordinario militare della Bosnia-Erzegovina, Vice-presidente della Conferenza Episcopale, Vicario dell’attuale vescovo di Mostar).

            – Riguardo alla vicenda dei frati disobbedienti: tutto era legato all’annoso rapporto conflittuale vescovo-francescani. Ma se il vescovo fosse stato vittima di condizionamenti, non credo che la Madonna avrebbe potuto accettarli supinamente o fermare il suo piano, voluto da Dio.

            – La commissione Ruini ha riconosciuto autentiche le prime apparizioni, rimandando (giustamente) il giudizio sulle altre perché ancora in corso.

            Per maggiori chiarimenti, inviterei a leggere il libro (molto illuminante) scritto dalla veggente Mirjana e uscito 2 anni fa (probabilmente non a caso…): “IL MIO CUORE TRIONFERA’ “.

  • CREDO NONOSTANTE LA CHIESA ha detto:

    Sempre solidale con chi, come lei, egregio Tosatti, e, come molti di noi, è (o è stato) in qualche modo, vessato per aver portato alla luce oscure trame, per amore della Verità. Già, il tempo galantuomo! Auspico sempre più un tempo Kairologico, perché spesso quello cronologico, ha un vantaggio su di noi, che talvolta pare incolmabile. Il Kairos ci dovrebbe rendere ragione, ma come la natura negli ultimi anni, è imprevedibile ed oso scrivere, estemporaneo. E il Kronos chiede il tributo di attese estenuanti, di semine dove forse non sarà dato di vedere il raccolto. Temo non sia ancora giunto il momento in cui la Verità sarà urlata dai tetti.
    Le conferme, seppur tardive, leniscono un poco le amarezze.
    Sconcerta, invece, ciò che è stato e ciò che non doveva venire alla luce. Rende sempre più confusi e incerti, La Via Maestra è avvolta sempre più da una fitta nebbia.

  • Gian Piero ha detto:

    Purtroppo io penso che papa Bergoglio , pur seduto su una bomba ad orologeria, riuscira’ con l’ arte e con l’ inganno , a tirare avanti, anche di fronte all’ ’ ennesimo scandalo . Se e’ riuscito a tirare avanti dopo lo scandalo Mc , solo dicendo ai giornalisti che non avrebbe dichiarato niente, cosi’ tirera’ avanti di fronte ad un eventuale scandalo O’ Connors semplicemente chiudendosi nel silenzio e sguinzagliando i suoi fidi che sui media faranno un polverone .
    Non lo stanate con gli scandali questo papa. Sguazza negli scandali come nulla fosse, Si e’ ’ capito da quella frase “chi sono io per giudicare “ detta per sguisciare via da una domanda su la promozione di Ricca.
    Come un rettile vive nel fango e la vergogna non lo tange

  • Inutile? ha detto:

    Sinceramente non so come avverranno gli avvenimenti finali. Chi sia il katecon (colui che trattiene) il manifestarsi dell’anticristo. Nessun esegeta cattolico può piu’ capire a cosa si riferiva 2 TS. Per certi pentecostali evangelici e’ IL RAPIMENTO degli eletti, e gli eletti sono loro. Solo allora partira’ la grande tribolazione (finora scherzava…🥴) e chi vorra’ salvarsi sara’ ucciso dall’anticristo. Ci si può ridere, come le vergini dei mussulmani, ma George Bush e altri capatazzi ci credono o ci hanno creduto.

    • GMZ ha detto:

      A giudicare dall’accanimento che i nostri amorevoli pastori gli riservano (a partire da Bergoglio, che vi assiste con tono di sfida o lo celebra in maniera sciatta) vien da credere che il kathecon sia il Sacrificio.
      Dopo la rovinosa offensiva sferrata dai noviordinisti (copyright di Adriana) al seguito di Buan, con cui hanno convinto la quasi totalità dei credenti che è solo un banchetto, per giunta simbolico, aspettiamo di vedere cos’altro si inventeranno per cercare di dargli il colpo del kappaò*. Intanto la delpinata “meno Messe più Parola” è un altro passo verso l’abisso.
      Ossequi.

      *Ma si accontenteranno anche di una (illusoria) vittoria ai punti.

      • Adriana ha detto:

        GMZ ,
        molto gentile , ma familiarmente , e per brevità e chiarezza , si possono chiamare tranquillamente : ” noviordisti ” .

      • Adriana ha detto:

        GMZ ,
        continua…anche perchè questi Signori ” ordiscono , non ardiscono”
        capovolgendo il motto dannunziano .

    • TITTOTAT ha detto:

      IL RAPIMENTO degli eletti…
      questa viene considerata una eresia anche all’interno della comunità protestante americana.

      • Are you ready? ha detto:

        @ Titti

        Ma senta…..ci sono tante di quelle denominazioni cristiane e culti a matrice cristiana che si scomunicano a vicenda….lei dice che Bush non e’ un “Born again”? Può essere.

        Tra l’altro anche nel rapimento ci sono le divisioni tra chi crede che la chiesa sarà” rapita prima, chi dopo, ecc….

        Sara’ un eresia per i protestanti ma ho visto un film di Hollywood su questo rapimento….quindi hanno una certa potenza economica. Voglio rispettare tutti i credi. Praticamente la gente spariva improvvisamente (gli eletti) e soprattutto un aereo rimaneva senza pilota e faticava ad atterrare. Qualche non eletto aveva salvato l immanente situazione 🙄.

        Quello che mi colpisce in questi fedeli ITALIANI che si definiscono solo cristiani e’ l assoluta esclusione di chi non la pensa come loro. Nulla. Le apparizioni mariane son sataniche. Poi immagino…la prostituta sui 7 colli…l adorazione delle statue…e il fanatismo che fa’ sì che Gerusalemme non sia la citta’ della pace ma dell’ odio. A me non basta pregare il mio Dio. Ma devo pure pensare che tu sbagli. Mah ☺️

        • TITTOTAT ha detto:

          E aspetta che ti rapiscano!
          Ho già fatto due scommesse
          1. Viskas chiamata in purgatorio prima di poter annucianciare i segreti.
          2. Pedro Regis e Ivan finiranno per prendersi a cazzotti.
          Adesso mi sa che devo puntare sul mancato rapimento.
          Diventerò ricco.

    • Il veritiero ha detto:

      Quando viene detto che l’anticristo ucciderà i fedeli a dio, non deve essere interpretato letteralmente.
      In un certo senso, la scomunica può essere considerata una morte.

      • Stazione Alpha ha detto:

        Intende dire quando l’anticristo usurpera’ il trono di Pietro
        scomunicando i veri fedeli di Dio, dato che lui, assiso su
        quel trono, non potrebbe essere a sua volta essere scomunicato ? (Da nessun umano)

        • Il veritiero ha detto:

          Intendo, che per un sacerdore, la “morte spirituale, , potrebbe essere anche l’essere cacciato via , l’avere la dignità di sacerdote rimossa, l’essere scomunicato. Diciamo una morte spiriruale, più che corporea. Ma é solo un ipotesi di tante che se possono dare.
          Bisognerebbe capire, il vero significato teologico di “spada”.
          Per esempio il significato di “fuoco” é lo spiriro santo, è Dio.
          Quando dice “e avrà il potere di far scendere il fuoco dal cielo”, si intende che sarà qualcuno, che sembrerà avere il potere di invocare Dio, o lo spirito santo. Magari può essere un senso per intendere, che può essere qualcuno che ha il potere di celebrare la messa.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Errori dottrinali e peccati abituali, cioè lo stato di peccato, sono in relazione tra loro.
    Lo stato di peccato, infatti, “richiede”, per così dire, una giustificazione che può essere data solo da un errore teologico.
    Papa Francesco, anche se non parla chiaramente in proposito, dall’insistenza nel dire che non bisogna fissarsi coi peccati sessuali e che c’è di peggio (cosa scontata, ma è inopportuno insistervi in questo tempo in cui c’è la fissazione opposta che, cioè, tutto è ammesso), sembra quasi voglia depenalizzare il VI Comandamento.
    E, certamente, le sue coperture ad amici ad abusatori e omertosi (ma quanti amici ha tra omosessuali e abusatori?) non depongono a favore di chi difende la sua dottrina come integerrima

  • Gaetano2 ha detto:

    Mariu’, vedo che la battuta dei finocchi ha ferito la tua sensibilità, poverino. Ma che puoi aspettarti da me? Sai, io puzzo di pecora (e spero solo di quella). E poi come dice don Ciccio: non essere inamidato, cavillatore moralistico, scontroso… (la lista da copiare è lunga). Ad ogni modo è vero che non sapevo che il tizio fosse morto, anche se questo non è qualcosa di originale, prima o poi capita a tutti, anche a me e pure a te. Quello che dovrebbe ferirti di più, però, è che una cricca di pervertiti acclarati sembra abbia preso possesso della Santa Chiesa. Ma questo non pare interessarti granché. Fai sorgere il sospetto che forse sono amichetti tuoi, va a finire che magari hai interessi in comune; Il lato positivo è che puoi essere informato fin nei dettagli, e allora fallo ‘sto libro.

    • @ Gaeta ha detto:

      Che i pervertiti abbiano preso possesso nella chiesa si sapeva già dall’ ultimo venerdì santo di Wojtila. Che tra l altro non ascolto’ le grida di aiuto su Maciel. Li più che messe o prigioni forse, logicamente, si sarebbe dovuto fare peggio.
      Benedetto fu molto provato da quel caso. Nessuno ne parla. Mi pare strano. Soprattutto le vittime, che avranno avuto cospicui soldi?

  • Catholicus ha detto:

    Scusate amici, qualcuno saprebbe dirmi chi era il vescovo di don Bergoglio, in Argentina, che dette parere negativo alla sua consacrazione episcopale? e quali motivazioni addusse a sostegno di tale parere?

    • GMZ ha detto:

      Abusando della pazienza del nostro ospite, riproduco due brani dal citato libro del Colonna – per darle un saggio degli aneddoti che vi può trovare:

      “Se parlate con i Cattolici di Buenos Aires, essi vi racconteranno della trasformazione miracolosa che si è prodotta in Jorge Mario Bergoglio. Il loro arcivescovo cupo e serio si è trasformato in una notte nel sorridente e allegro Papa Francesco, l’idolo della gente con la quale si è completamente identificato. Se parlate con chi lavora in Vaticano, vi racconteranno del miracolo in senso inverso. Quando le telecamere della televisione non lo inquadrano, Papa Francesco si trasforma in un’altra persona: arrogante, scostante con le persone, volgare nel parlare e famoso per i violenti scoppi d’ira che sono ben conosciuti a tutti, dai cardinali agli autisti.”

      “È anche nota la storia di uno psichiatra a Buenos Aires specializzato nella cura dei membri del clero. Tra i suoi pazienti c’erano diversi sacerdoti del gruppo dell’arcivescovo, che andavano da lui esauriti dalle continue giravolte alle quali erano costretti dal loro superiore. Dopo aver ascoltato i loro problemi, lo psichiatra disse a uno di loro: “Non posso curarti. Per risolvere i tuoi problemi avrei bisogno di curare il tuo arcivescovo”.”

      Il libro, comunque, non si limita a questo tipo di contenuti (che, bisogna riconoscerlo, sono innervati da una certa vis polemica e da acrimonia), ma fa un po’ di luce sulla cosiddetta “mafia di San Gallo” e sui retroscena che hanno portato all’elezione di Bergoglio.

      Ossequi.

    • GMZ ha detto:

      Credo un mio commento sia andato perduto.
      Rimedio: Marcantonio Colonna, nom de plume di Henry Sire, “Il papa dittatore”:

      “Dal momento che padre Bergoglio, come gesuita, avrebbe avuto bisogno di una dispensa per la nomina, era necessario ottenere una relazione dal suo ordine, al quale il Cardinale Quarracino si è rivolto nel 1991. Essa è stata procurata dal Generale dei gesuiti, e costituisce lo studio più critico della personalità di Jorge Bergoglio mai composto prima della sua elezione a Papa. Il testo della relazione non è mai stato reso pubblico, ma il seguente resoconto è stato rilasciato da un sacerdote che ha avuto accesso ad essa prima che scomparisse dall’archivio dei gesuiti: padre Kolvenbach accusava Bergoglio di una serie di difetti, che vanno dall’uso abituale di linguaggio volgare alla doppiezza, alla disobbedienza nascosta sotto una maschera dell’umiltà e alla mancanza di equilibrio psicologico; nell’ottica di una sua idoneità come futuro vescovo, la relazione ha sottolineato che come Provinciale era stata una persona che aveva portato divisione nel suo ordine. Non sorprende che, una volta eletto Papa, Francesco si sia sforzato di mettere le mani sulle copie esistenti del documento, e che l’originale, depositato negli archivi ufficiali dei gesuiti a Roma sia scomparso. Per quanto riguarda l’obbiettività della relazione, dobbiamo ammettere l’ostilità dei gesuiti che erano al comando in Argentina in quel momento, ma in realtà Bergoglio l’aveva esagerata in modo da apparire al Cardinale Quarracino come martire (il fenomeno che il padre Kolvenbach potrebbe avere avuto in mente quando ha parlato della disobbedienza sotto la maschera dell’umiltà). Anche con tutta l’indulgenza dovuta, il rapporto di Kolvenbach difficilmente può essere letto come la descrizione di un religioso modello fatta dal suo superiore.”

      Ossequi.

      • Catholicus ha detto:

        Grazie caro GMZ, è sarto molto gentile a disturbarsi per me; le sue informazioni mi sono molto utili, confermandomi l’idea che già mi ero fatta della personalità di Bergoglio.

      • newman ha detto:

        Non a tutti é noto che la lettera del Padre Kolvenbach non é del tutto sparita nella tomba degli archivi vaticani, secondo il “desiderium sanctissimi” e dei suoi lupacchiotti. Esistono tre o quattro copie della stessa in mano ad altrettanti gesuiti di alto rango, i quali in casi particolarissimi permettono a loro amici fidati di leggerla.
        Dopo qualche insistenza un mio amico gesuita mi ha permesso di leggere la lettera, senza che io ne potessi fare una copia, magari da inviare a Stilum Curiae. Non ho abbandonato la speranza di poterlo fare … ad majorem Dei gloriam e per l’edificazione dei fedeli,
        e dei meno fedeli fans del pontefice, despota assoluto di Vatican City.

    • Adriana ha detto:

      Padre Kolvenbach fu il Superiore Generale del suo ordine che nel 1991 diede un’opinione scritta ( basata sulle opinioni degli altri membri dell’Ordine dei Gesuiti ) per la promozione a Vescovo di Bergoglio .Nella medesima si andava dall”uso abituale di linguaggio volgare ,alla
      devianza ; dalla disobbedienza mascherata da umiltà a mancanza di equilibrio psicologico . Si riscontrava altresì un carattere subdolo
      e il suo esser stato una figura divisiva quando era Provinciale Generale in Argentina .
      ( La copia del rapporto che si trovava nell’Archivio Ufficiale dei Gesuiti a Roma scomparve quando Bergoglio divenne Papa ) .
      Da un’intervista a Marcantonio Colonna , autore di : ” Il Papa
      dittatore ” .

      • Mah ha detto:

        Se e’ per questo la tesi di Ratzinger era ipermodernista e passo’ con un escamotage. Gli va’ dato merito di correggersi dopo. A differenza di Kung.

      • Catholicus ha detto:

        Grazie anche a lei, cara Adriana, siete tutti molto gentili e disponibili, su questo sito, e il dottor Tosatti è un benemerito paladino della fede cattolica, quella vera.

  • GMZ ha detto:

    Ho sempre pensato che la storia del pampa che interrompe una celebrazione fosse un po’ esagerata; dopo le “implicite conferme”, però, mi sono convinto del fatto che se nella storia poteva esserci un Papa capace di arrivare a tanto, non poteva che essere il pampa.
    E, da buon fariseo cuordipietra sgranarosari, credo che l’interruzione di una Messa (quantunque novusordiana) sia più grave della copertura data all’elettore O’Connor: se non si ha timore di Dio, tutto il resto è possibile.
    Altroché papazzo: quando deve proteggere gli amici, Bergoglio non ne sbaglia una e la sua misericordia va sempre a segno – con ferocia.

    • Adriana ha detto:

      I Noviordinovisti Cardinaloni , Vescovoni … , da tempo possono cantare in coro il lamento di Gérard nell’Andrea Chénier :
      ” Gigante mi credea …Son sempre un servo !
      Ho mutato padrone ! “: non più Cristo , bensì Bergoglione .

    • newman ha detto:

      Per Bergoglio (e Murphy-O’Connor) é peró stata una vittoria di Pirro, poiché non riuscirá certo a bloccare l’inchiesta che stá conducendo il Regno Unito sul caso Murphy-O’Connor, e iche alla fine lascerá proprio Bergoglio alquanto malconcio agli occhi dell’opinione pubblica come re degli insabbiamenti ed “imperatore nudo” dello Stato della Città del Vaticano.

  • Maria Grazia ha detto:

    Vi allego copia dell’articolo sul convegno che si aprirà domani in Vaticano alla presenza anche del Re di Giordania e della regina Svezia sul tema degli abusi sui minori. E’ interessante notare come non sia previsto un “mea culpa” sugli scandali sessuali dei sacerdoti ma esclusivamente su “Internet”.
    https://tg24.sky.it/mondo/2019/11/14/papa-francesco-web-tecnologia-abusi-minori.html

  • Adriana ha detto:

    A forza di ricacciare la polvere sotto al tappeto , il tappeto arriva al soffitto , o meglio , al Cupolone !

  • MARCELLINO PANE E VINO ha detto:

    Nella foto postata il volto del Padrone del Mondo è veramente inquietante.

  • TITTOTAT ha detto:

    Glie l’ hai detto che sto celebrando messa?
    Si, ma è il Papa!
    Questo la dice tutta sulla bergogliolatria odierna, nemmeno si ha più riguardo al Capo della Chiesa Eterna, prima viene il papa poi il servizio al Signore. Questo la dice tutta su tutti coloro che sono superbamente invischiati nel formalismo legalitario, finché…, le regole… Ma se sono tutti terrorizzati dal dimonio Bergoglio che impedisce di poter presentare l’ atto di accusa formale di scomunica, come possono pretendere l’ assoluta obbedienza?
    Don Alessandro Minutella l’ unico vero servo di Cristo.
    P.S. Se leggi questo blog, don Alessandro, non puoi trovare un posto più facile da raggiungere, magari senza cancelli dove potere entrare senza suonare il campanello?
    Non ti puoi fare affidare dal comune di Palermo o dallo stato, qualche chiesa del centro abbandonata che non appartiene più alla diocesi? Guarda che alcune sono già diventate moschee.

    • Antonio ha detto:

      Io sto pensando di piazzarmi col camper fuori piccola Nazareth e di aspettare lì il prosieguo dell’apocalisse
      A questo punto la posizione di don Alessandro su tutta la questione non mi sembra più così radicale

  • Rafael Brotero ha detto:

    I ricatti sessuali sono il fondamento del potere illuminato e ovviamente hanno un ruolo importante nella crisi attuale della chiesa, ma non sono l’ultima parola dell’enigma. C’ è qualcosa di molto più grave.

    • anonimo ha detto:

      Il satanismo, l’ urgenza di completare la totale distruzione del cattolicesimo al più presto possibile, per imporre l’Anticristo all’adorazione di preti e fedeli, entrambi col cervello in poltiglia, vere amebe decerebrate

      • Borghese pasciuto ha detto:

        Al momento mi preoccupa di più l’acqua alta a Venezia dell’anticristo. E ancor di più il destino dei lavoratori dell’Ilva.

        • Stazione Alpha ha detto:

          @Borghese Pasciuto
          Lei e’ libero di non proccuparsi dell’anticristo, sappia
          pero’ che invece l’anticristo pensa intensamente (anche) a lei.

        • Milli ha detto:

          Chiediti perché a Venezia non è stato completato il Mose e perché l’Ilva di Taranto ha inquinato tanto e ora tutto rischia di implodere. Certo , ci sono tanti punti di vista, ma uno di questi è che diverse persone coinvolte hanno preferito sguazzare nella corruzione e accumulare denaro invece di investire per il bene comune.
          E questo perché erano persone SENZA DIO.
          (se invece volessi trovare delle risposte a te più gradiite, basterebbe visitare qualche sito di sinistri) .
          Saluti.

          • Adriana ha detto:

            MILLI ,
            BEN DETTO .
            Senza contare che per Venezia esistevano altri progetti molto meno costosi e , pare , più efficaci , come quello della Pirelli e
            l’altro descritto nella Nuova Bussola .

          • MARIO ha detto:

            Cara Milli, quando parli di CORRUZIONE, sei peggio (o meglio, a seconda dei gusti) di Papa Francesco.
            Forse pian pianino ci arrivi…

        • Corrado Bassanese ha detto:

          Già, e chissenefrega se a fine vita terrena qualcuno si danna per deviazione della fede dei pastori.

        • Sherden ha detto:

          Con questa giravolta “benaltrista”, ti accontenti di poco.
          Aiutino:
          1) la disoccupazione giovanile;
          2) l’inquinamento ambientale;
          3) il surriscaldamento globale;
          4) la tenuta del debito pubblico;
          5) l’avanzare delle destre europee;
          6) l’annata cattiva delle olive;
          7) la diminuzione delle nascite;
          8) la vendemmia rovinata dai cinghiali;
          9) l’aumento del prezzo del caffè al bar;
          10) la rata del mutuo della casa o della macchina.

          Se vuoi ne ho altri dieci. Come vedi non ho messo quella che per i cattolici è l’opzione primaria assoluta: la salvezza della propria anima (senza la quale tutto il resto è pura cacca). Ma l’ho fatto immaginando che tu della tua anima abbia la stessa considerazione che i cattolici hanno, in paragone, del resto.

          P.S.: i punti di sopra sono alla rinfusa, magari ci puoi giocare a ordinarteli, e così per un po’ smetti di scrivere amenità su questo sito. Non andar via del tutto, però: ogni volta ci regali sprazzi preziosi di comicità.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Bravo Marco.

    Quello che m’ha stupito di più di questa vicenda è che il papa abbia fatto interrompere la Messa a Muller. Poteva lasciar detto al segretario di Muller di richiamarlo quando aveva finito di celebrare… ma si vede che tirar fuori un amico dalle grinfie della giustizia val bene una Messa. Hehe.

    Comunque anche Muller poteva non interrompere la Messa.

    Mi chiedo: qual è il valore della Messa, in certi ambienti?….

    • Stazione Alpha ha detto:

      A me sorge un quesito supplementare. Perche’ non si poteva proprio attendere la conclusione della Santa Messa ? Anche fosse appena iniziata, al massimo si trattava di attendere circa 45 minuti. Cosa altro stava accadendo dietro le quinte, che ancora non e’ emerso ?

    • Maria Grazia ha detto:

      @ PIER LUIGI TOSSANI – La risposta è implicita alla Sua domanda finale: il valore di una Messa, in certi ambienti, viene dopo quello della carriera! Se Bergoglio si è permesso d’insistere perchè il celebrante sospendesse la Messa per rispondere alla sua telefonata significa che il Papa attuale non crede al significato profondo della Messa e nel contempo che sapeva benissimo che il sacerdote in questione avrebbe obbedito alla sua richiesta in quanto ricattabile.
      A FARAMIR che dichiara il suo incondizionato amore verso il Pontefice contrapponendolo al “feroce odio di alcuni cattolici” chiedo: ritiene più proficuo, per il bene, della Chiesa, il suo silenzioso amore o “il grido di allarme” che si leva incessantemente da queste pagine verso il Vaticano perchè blocchi la corsa frenetica di questo Pontificato verso il baratro? Lei è sicuro che ciò che muove gli Stilumcuriali sia “odio feroce” per il Papa e non l’amore convinto verso la Chiesa di Cristo?

    • Chiamatemi pure Torquemada. Me ne farò una ragione ha detto:

      Ma da uno che non si inginocchia dinanzi all’Eucarestia (vero Corpo e Sangue) più grande ancora di quel Nome di Gesù a cui “ogni ginocchio si pieghi”, vi aspettate forse che dia importanza ad UN rito di poco conto fatto da un uomo mascherato che brinda col calice?
      Così ormai è ridotta la messa.
      Sono stato di recente alla Prima Comunione di una mia nipotina.
      Sono rimasto in fondo alla Chiesa. Alla comunione è arrivato un prete (o ministro ! ma poca impoortanza fa) che dome fosse un invasato buttava l’Eucarestia sul palmo della mano girando come una trottola.
      Credetemi: ho pensato che se fossi stato al bar sarei stato servito con mlolta più grazia e gentilezza.

  • Faramir ha detto:

    L’odio feroce di tanti cattolici nei confronti del nostro (almeno del mio) amato Papa non lo capisco.
    Preghiamo per Lui e vogliamogli bene, che é tanto di guadagnato per noi, per il Papa e per l’intera Chiesa!

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      ma che dici?… Qui nessuno odia nessuno. Si parla di fatti, non di giudizi sulle persone, in quanto tali. E si prega, si prega molto per il papa. Solo che, non essendo ciechi, non si può fare a meno di criticare il papa per tutte le eresie, le apostasie e le idolatrie pagane a cui dà corso.
      Se si stesse zitti, questo ci verrebbe rimproverato nel Giorno del Giudizio.

      • MARIO ha detto:

        “… nel Giorno del Giudizio” verrai giudicato su ben altro. E lo sai… (perlomeno si spera).
        Ma i processi di rimozione della verità giocano brutti scherzi, quando di mezzo c’è la vanità e l’esibizionismo.

        “Qui nessuno odia nessuno.” No, si respira una pace paradisiaca…

        “E si prega, si prega molto per il papa”. E così l’aria di paradiso si profuma anche d’incenso…

        Mi sa che te le pensi e te le racconti a tuo piacimento. Auguri…

        • Klaus B ha detto:

          1. Ha costretto un sacerdote a interrompere la celebrazione della Messa. 2. Non ha costretto un sacerdote a interrompere la celebrazione della Messa.
          Il resto sono chiacchiere. O 1. o 2.
          Se fosse 1. (spero vivamente di no) non troverei difendible un comportamento simile.
          Per nessuna ragione al mondo.

        • Stefano ha detto:

          @ Mario
          A cosa ti riferisci? Mi sembrano piuttosto oscure le tue parole. Su cosa saremo giudicati nel Giorno del Giudizio? Sull’osservanza della Parola di Dio e sul rispetto della sua Legge. Se non hai il prosciutto sugli occhi, potrai vedere da te lo scempio della Parola di Dio che sta facendo bergoglio; concessione dell’Eucaristia ai divorziati risposati adulteri, con contemporaneo sfregio al Sacramento rella Riconciliazione, completamente svilito e privato di senso; irriverenza verso il SS. Sacramento, davanti al quale non si inginocchia, mentre si prostra a cani e porci; profanazione del Sacerdozio, con l’apertura ai preti sposati e alle donne, in spregio alla Dottrina millenaria; adorazione di idoli e feticci amazzonici, con una apertura alle forme più primitive e ridicole di idolatria; copertura di amici e amichetti sodomiti, pedofili e predatori sessuali; persecuzione di fiorenti ordini religiosi, come i Francescani dell’Immacolata; amicizia con i più fieri e corrotti nemici della Chiesa: bonino, soros, scalfari, e colloqui al di là dell’immaginabile con quest’ultimo, con dichiarazioni oltre ogni possibile eresia, come quella che nega la divinità di Cristo. Si potrebbe dire tanto altro ma non c’è spazio e mi sta venendo voglia di vomitare…
          E tu, cara anima delicata, ti preoccupi dell’odio verso bergoglio. E la salvezza delle anime? E il dovere di adempiere al grave compito che incombe sul Papa di difendere e diffondere la Fede? Questo inqualificabile soggetto sta devastando la Chiesa, scandalizzando i fedeli, favorendo il peccato, e tu ti turbi del tono di quanti intervengono su questo blog! Ti ricordo la severità con cui il Cristo rimproverava le autorità religiose per aver tradito il loro compito e con quale durezza ha cacciato i mercanti dal Tempio. Svegliati Mario, togliti il prosciutto dagli occhi e accendi il cervello! Buona fortuna!

          • Milli ha detto:

            Al sig Mario fa comodo far passare noi per i cattivi tradizionalisti che odiano e minacciano il papa, piuttosto che ammettere che i cattolici ( di tutto il mondo) sono scandalizzati dai comportamenti eretici di Bergoglio, dagli scandali finanziari della curia, dal decadimento morale della pastorale, dall’appoggio all’immigrazione clandestina senza regole e dall’abbandono dei più deboli (i disabili lasciati morire in nome dell’eutanasia).
            Ma sì, meglio puntare il dito contro gli altri.
            A tutti i distratti: guardate come sono incattiviti i cattolici tradizionalisti, sono loro i scismatici, credono di amare Dio e invece odiano gli uomini! Invece Francesco è tanto buono e misericordioso, ama tutti, vuole una religione che non contempla più il peccato ( quei noiosi sensi di colpa) e include tutti, anche la Pachamama.

          • wisteria ha detto:

            Tra le colpe del Papa in carica metterei anche l’eccessivo favore dato all’immigrazione, la colpevolizzazione dei fedeli che votano per i partiti di destra, la propaganda del meticciato.
            Vi sembra poco?

        • Sherden ha detto:

          “…i processi di rimozione della verità giocano brutti scherzi, quando di mezzo c’è la vanità e l’esibizionismo…”

          Ecco, appunto: vallo a dire ai pagliacci dei giardini vaticani e di Santa Maria in Traspontina, e a quanti per giorni hanno inscenato mutismo e depistaggi su quale/quali “elementi” fossero la causa della prostrazione a sedere per aria da parte di religiosi.
          Magari ce lo puoi dire tu stesso, in omaggio alla non rimozione della verità, di cui ti intesti il vessillo.
          Occhio: il papa ha già risposto.

        • TITTOTAT ha detto:

          Come si fa a sedersi a tavola col proprio padre, se per tutto il giorno lo si è ricoperto d’insulti e pure si vuole insegnargli il mestiere?
          Bergoglio, se non fossi convinto che B16 è il Papa ti difenderei con tutte le forze.

          • MARIO ha detto:

            Mi sorprendi Tittotatto. Cos’è, sei appena caduto da cavallo sulla via di Damaco ? E, seppure con gli occhi ancora annebbiati, stai cominciando a intravvedere la luce ?

          • Milli ha detto:

            Caro Tittotat, quando in una famiglia c’è il padre che ne combina di tutti i colori, i figli e la moglie soffrono terribilmente e alla fine la famiglia si sfascia. Il padre non è un dio intoccabile solo per il fatto di essere il padre.
            P.s. in genere in questi casi è il padre che se ne va per i fatti suoi.

          • TITTOTAT ha detto:

            @mario, sono fisso sotto la croce di B16.
            @milli, il padre indegno non se ne va e tu sei ancora tavola con lui. Che aspetti ad andartene da quello degno e legittimo?

    • Gaetano2 ha detto:

      Presumo che il “papa” in questione sarebbe quello che non si inginocchia davanti al Santissimo e che invece presiede riti idolatrici, oltre ad aver nominato ai vertici, nella Chiesa, pervertiti dichiarati, mentre ha liquidato, chessó, un Pell qualsiasi…

    • Klaus B ha detto:

      Qui l’odio non c’entra nulla. Ha obbligato un sacerdote a interrompere una Messa che stava celebrando? Sì sì, no no. Sappiamo da dove viene il di più.
      Il grado nella Chiesa del sacerdote e il motivo dell’interruzione contano poco o nulla.
      O meglio, contano molto di per sé, naturalmente; ma poco o nulla davanti al fatto in sé di interrompere una Messa. Posto che ciò sia accaduto, perché voglio sperare fino all’ultimo che non sia vero.

    • Roberto Ceccarelli ha detto:

      E se non fosse papa ma solo un impostore? Certo dovremmo comunque pregare per un suo ravvedimento acciocché si salvi l’anima, non produca ulteriori danni, e che il Signore ce lo tolga di mezzo quanto prima.

    • Stazione Alpha ha detto:

      @Faramir
      “E’ dai frutti che si riconosce l’albero” (MT 12,33).
      Cio’ vale anche per il papa.

    • Il veritiero ha detto:

      Carp fratello, mi dispiace contraddirti, J.M. Bergoglio non è Papa e non lo é mai stato nemmeno per 1 solo giorno, secondo il diritto canonico. Presto scopeirai perché. Quel giorno che tutto sarà rivelato, tu sarai abbastanza umile da amnettere che hai sbagliato? E che per 6 anni ti sei inchinato a un impostore che non era il papa? Sarai abbastanza umile e onesto da amnettere che hai sbagliato?
      Manca poco ormai, e tutto sarà rivelato.

      • MARIO ha detto:

        “Caro fratello,… Manca poco ormai e tutto sarà rivelato.”
        Parola del veggente Veritiero (prossimo Pontefice “Romano”…).
        Rendiamo grazie a Dio.

      • Troll Detector ha detto:

        Sembrerebbe che nella fretta di imviare il suo commento si sia scordato di quello che sarebbe dovuta essere la vera chiosa. “Manca poco oramai perche’ tutto sia rivelato” (…),
        “Poco” … quanto ? Puo’ chiarire ? Qualche giorno, qualche settimana, qualche mese, qualche anno ? Per dire “poco” lei
        deve per forza avere una data precisa ! Ce la vuol dire ?
        Senno’ stasera non dormiamo e ci arrovelliamo il cervello …

  • Donna ha detto:

    Ha interrotto una Messa per scopi luciferini….basta questo!

  • IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA ha detto:

    A me non impressionano le stigmate, la bilocazione di Padre Pio, ma la sua obbedienza a chi lo perseguitava.

    https://www.aldomariavalli.it/2018/10/09/per-purificare-la-chiesa-non-serve-la-macchina-del-tempo-ma-la-santita/

    • Gaetano2 ha detto:

      Già, è vero. Ma il Cielo, per sostenerlo, si è servito di coloro che non obbedivano: Emanuele Brunatto, la stessa popolazione che insorse impedendone il trasferimento ecc. …

  • Eowin ha detto:

    Si va bene, ma dove è tutto questo impegno a riconoscere gli stupri di massa su bambine e bambini orfani effettuati da centinaia di islamici in Inghilterra? Denunce mai ricevute dalle autorità CIVILI per timore di offendere gli islamici ormai preponderanti in Gran Bretagna? Come vediamo, coloro che comandano, che hanno il potere, si ritengono sopra la legge, la fanno loro la legge è perciò si ritengono,e sono, impunibili? É cosa dire di Bibbiano e del Forteto? Atei, di sinistra, ma tuttora impuniti, perchè sono più forti politicamente. Credo che il mondo maschile abbia, da sempre, questo problema di abuso di potere, che si esprime anche o spesso con abusi sessuali.

  • Gian Piero ha detto:

    Un altro caso di sfacciata “ protezione” da parte di Bergoglio dei suoi amici e amichettit e’ il caso Zanchetta. Anche su di lui stanno trapelando indagini condotte in Argentina , anche su di lui difesa e tentativo di occultamento e insabbiamento da parte del Vaticano.
    Un giornalista , se avesse tempo e voglia, caro Tosatti, potrebbe fare un libro sui protetti del monarca contro ogni giustizia umana , protetti che guarda caso hanno tutti scheletri nell’ armadio, da Mons. Ricca in poi. Potrebbe intitolarlo:
    I favoriti della Corte di Francesco.

    • Gaetano2 ha detto:

      “Potrebbe intitolarlo: I favoriti della Corte di Francesco”.
      Un solo testo non basterebbe, forse una collana.
      Come titolo: “Ortaggi alla mensa di don Ciccio”, 1a uscita: “I finocchi”…

    • TROLL DETECTOR ha detto:

      Gentile Gian Piero,
      per scrivere un libro non e’ indispensabile essere giornalisti.
      Perche’ non lo scrive lei tale libro, del quale ci sta facendo
      intendere che ha gia’ individuato il titolo ?

      • MARIO ha detto:

        Cosa vuoi che scrivano, benedetto fratello… Non vedi che sono ignoranti come Tacco !
        Il Gaetano2, per es., è convinto che Murphy O’Connor sia ancora vivo (vedi commento sotto) e che tutto si possa ridurre ai piaceri della tavola (e di qualcos’altro ancora più succulento…), con ortaggi e finocchi vari (vedi commento sopra).

        Mi sa che il libro ci toccherà scriverlo noi due. Buona fortuna…

        • Gaetano2 ha detto:

          Mariu’, vedo che la battuta dei finocchi ha ferito la tua sensibilità, poverino. Ma che puoi aspettarti da me? Sai, io puzzo di pecora (e spero solo di quella). E poi come dice don Ciccio: non essere inamidato, cavillatore moralistico, scontroso… (la lista da copiare è lunga). Ad ogni modo è vero che non sapevo che il tizio fosse morto, anche se questo non è qualcosa di originale, prima o poi capita a tutti, anche a me e pure a te. Quello che dovrebbe ferirti di più, però, è che una cricca di pervertiti acclarati sembra abbia preso possesso della Santa Chiesa. Ma questo non pare interessarti granché. Fai sorgere il sospetto che forse sono amichetti tuoi, va a finire che magari hai interessi in comune; Il lato positivo è che puoi essere informato fin nei dettagli, e allora fallo ‘sto libro.

  • Gaetano2 ha detto:

    “CONFERME: IL PAPA HA BLOCCATO UN’INCHIESTA SU MURPHY O’CONNOR”

    Vuoi vedere che ‘sto Murphy è un amichetto (intimo?) di don Ciccio?

    • Il veritiero ha detto:

      Ovvio, il card. O’connor é colui cbe lo ha fatto eleggere Papa. É uno della mafia di san gallo.
      Austen ivereigh, di cui si parlava su questo blog qualche giorno fa, era il collaboratore stretto, proprio di questo cardinale o’connor. E ha confessato che é proprio grazie alla campagna elettorale illegale di O’Connor che bergoglio ha vinto.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Che vergogna.
    Se c’è ancora un atomo di giustizia in questo mondo, Berggy deve finire in carcere. E se ci fosse ancora un atomo di fede, di coraggio, di onestà intellettuale nella chiesa, l’Apostata criminale sarebbe già da anni stato dichiarato eretico , scomunicato e messo alla porta con un bel calcio nel sedere.

  • Gian ha detto:

    Ricordo l’episodio della forzata interruzione di una Messa “perché sua maestà al telefono gli voleva assolutamente parlare subito”… Sono fatti di questo genere che indicano chiaramente la natura di una persona.

  • Boanerghes ha detto:

    Nella sua passione, la sofferenza più grande di nostro Signore era la visione e consapevolezza del tradimento di tante, troppe anime di consacrati e sacerdoti, che avrebbero funestato la Chiesa dai suoi albori e fino alla fine.
    È il tradimento di Giuda che si rinnova continuamente.
    E per che cosa? Per sostenere un punto di vista teologico?
    No, solo volgarissimo sesso.
    E magari ci sarà qualcuno che per mettere fine a tutto ciò, proporrà la liberalizzazione del matrimonio. Etero e gay.

    • Gaetano2 ha detto:

      Temo che non di tratti di banale sesso (in quello penso si sia in parecchi a non essere conformi, purtroppo), ma di pura malvagità che mira coscientemente a deturpare, pervertire e profanare la Santa Chiesa.

      • Boanerghes ha detto:

        Certo, ma spesso tutto parte da lì e progressivamente si perde l’amore e la fede

        • Diana ha detto:

          Beati i puri di cuore perché vedranno Dio.
          La lussuria rende ciechi, ci rende esseri pieni di vergogna, incapaci di levare gli occhi verso il Creatore. E va combattuta senza sosta, con la violenza spirituale che apre il regno dei cieli.