UNA LETTERA DA MEDJUGORJE. UNO ZAMPILLO DI SERENITÀ. GRAZIE.

12 Novembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, due giorni fa ho ricevuto questa lettera, e che voglio condividere con voi, perché in mezzo a tutte le perplessità, tristezze, sconcerti che viviamo ormai quasi quotidianamente mi è sembrata un sorso d’acqua pura, uno zampillo di serenità. Buona lettura.

§§§

Caro Tosatti,

Da un paio di giorni sono a Medjugorje in pellegrinaggio con mia moglie. Preghiamo per le tante persone che ce lo hanno chiesto, per la Chiesa, per i sacerdoti e per la conversione di tutte le persone che sono lontane dalla chiesa, amici e meno amici.

In questo momento, dopo l’adorazione del SS. Sacramento, al ritorno in pensione, ho pensato di scriverle dopo aver letto alcuni suoi post e , in special modo, quello di Akita.

So che il tema Medugorje può essere inopportuno per la delicatezza del momento che si sta vivendo, e non so se è opportuno parlarne sul suo blog. Questo lo vedrà lei, io voglio mandarle queste mie riflessioni perché a me hanno riempito il cuore di gioia e spero lo facciano anche con lei.

Consideri queste mie righe un regalo personale per lei, assieme ad una preghiera che farò domani durante la S. Messa, e ne faccia l’uso che meglio crede.

Con profonda stima.

In questo periodo di notizie  che lasciano i cattolici perplessi, se non confusi, voglio inviarle qualche fotografia e qualche impressione che spero facciano piacere ai suoi lettori, almeno a quelli che, come me, meditando sulla fatidica domanda “ma il Figlio dell’uomo quando verrà troverà la fede sulla terra?”, tifano per il “remain”.

Bene, vogliamo dare qualche dispiacere a quelli del “leave” guardando quello che succede in una comunita e in una chiesa che, spero, possano sollecitare anche un suo commento.

Arrivando sul sagrato di questa parrocchia non si incontrano persone che chiaccherano nell’attesa di qualcuno in uscita o ingannando il tempo per evitare noiosi sermoni, si incontrano persone che non riescono , come me, ad entrare perche non vi è spazio…e non mi rigpferisco ai posti a sedere, bensì a quelli in piedi nei corridoi.

La situazione è leggermente migliore all’esterno dove ci sono un centinaio di panchine che, nonostante la pioggia incipiente sono ricolme di persone che ascoltano e pregano.

Sarebbe incredibile se fosse un giorno festivo e lo è oltremodo di più pensando che è venerdì, che è un giorno infrasettimanale, che si sta avvicinando la febbre del sabato sera e che quì  mi sembra si siano tutti vaccinati per quel tipo di malattia.

Non so che cosa potrebbe dire un osservatore che venisse da Marte, ma credo che sicuramente noterebbe queste luci dell’Est, luci che illuminano di speranza un futuro incerto.

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM: @marcotosatti

e

ANCHE SU VK. SCRIVETE “STILUMCURIAE” NELLA FINESTRA IN ALTO A SINISTRA.




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

28 commenti

  • Boanerghes ha detto:

    Ci sono stato la prima volta a dicembre 1984. Quindi erano i primissimi tempi. Povertà. Freddo. Poca gente. Fui accolto da una semplice famiglia, alle 7 di sera, non avendo alcun posto dove andare. Non c’erano alberghi. Non avevo da mangiare.
    La famiglia che mi ha ospitato ha iniziato l’ospitalità dal grappino. Poi un bicchiere di vino. Poi la pasta.
    Fu un’esperienza positiva.
    Ma al momento ho sospeso il giudizio su medugorie a causa dei fatti dei primi anni, raccolti dalla curia di Mostar.
    Non si può accettare che la Madonna avalli alcuni frati, che erano in aperta disobbedienza. Né che si pronunci avverso il vescovo, in nessuna apparizione ė mai successo.
    Né l’appoggio della Madonna a Padre Tomislav, come guida dei veggenti, ridotto allo stato laicale per rapporti con una suora tedesca, da cui sembra aver avuto un figlio. Senza parlare della congregazione maschile e femminile da lui fondata insieme a una presunta donna con locuzioni interiori, in pratica uomini e donne con lo stesso abito dei minori, le donne a capo scoperto, che procedevano appaiati verso la S. Messa della Chiesa come segno di una reciproca sponsalitã futura.
    Né voglio parlare di P. Jozo e P. Slavko.
    Né dei veggenti, nessuno dei quali si è consacrato, ma facenti una vita molto agiata.
    Mi sono domandato: ma uno che sa di spaventosi segreti che verranno di li a poco, come può condurre una vita simile?
    Il confronto con Bernadette Soubirous ė implacabile.
    E Maria, la veggente, che viene invitata a Modena da un gruppo poi condannato dalla Curia, per evidenti abusi della credulità popolare, non sapeva, per ispirazione della Madonna, che gruppi stava visitando?
    In genere la Madonna parla poco, basta vedere Fatima, le Tre Fontane, Akita.
    Giudizio sospeso.

  • MARIO ha detto:

    Conforta sentire che almeno da Medjugorje arriva uno “zampillo di serenità”…
    Quello che non capisco invece è come alcuni, pur apprezzando e amando Medjugorje, non seguano le indicazioni che i messaggi della Madonna ci propongono.

    Qualche piccola indicazione, per esemplificare, estrapolata da due messaggi:

    “Cari figli, purtroppo in mezzo a voi c’è tanta lotta, odio, propri interessi ed egoismo. Figli miei, così facilmente dimenticate mio Figlio, le Sue parole ed il Suo amore.
    … Amatevi gli uni e gli altri: questo è ciò che Lui chiede, questa è la via per la vita eterna.”
    (Medjugorje 02.01.2019)

    “Apostoli del mio amore, portate amore e pace a tutti i vostri fratelli. Non giudicate nessuno, amate ognuno mediante l’amore verso mio Figlio. In tal modo vi occuperete anche della vostra anima, ed essa è la cosa più preziosa che veramente vi appartiene.”
    (Medjugorje 02.11.2019)

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Ha ragione ! Immagino che lei le segua tutte… magari che ci provi… Oppure lei è tra quelle persone che manco credono a nessuna apparizione della Santa Madre di Dio e la usa solo per giudicare tutti quelli che ci credono, senza nemmeno conoscerli ? Un tanto al kilo, come diceva mio nonno ?

      • MARIO ha detto:

        Sig.ra Valeria, credo che le apparizioni di Medjugorje siano uno dei più grandi dono che Dio ha concesso all’umanità (non solo alla Chiesa) in questi ultimi 40 anni.

        Sono stato a Medjugorje 15 volte circa, a iniziare dal 1993, e ne seguo lo sviluppo e i messaggi, perché li ritengo una guida preziosa, una stella polare in questi tempi difficili e confusi.

        Mi scuso se il mio commento può essere interpretato come un giudizio sugli altri.
        Riconosco che è difficile non giudicare, anche per me, nonostante i continui richiami della Madonna in in tal senso.
        Spero comunque che l’invito continuo di Maria all’amore reciproco possa aiutarci tutti.
        Grazie.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Due coniugi che vanno a trovare la Santa Madre di Dio e Madre nostra. Una vita insieme, da coniugi cristiani, santificata dalla grazia… che dire : È meraviglioso ? Si, è meraviglioso. Grazie per aver condiviso con noi questa “meraviglia” di Dio.

  • Maria Grazia ha detto:

    Sono andata per quattro anni consecutivi a Medjugorje (1987/1990). Non c’era la folla di pellegrini, entrando in chiesa per le celebrazioni, si trovava sempre posto. Non esistevano ancora gli alberghi, si andava nelle case messe a disposizione degli abitanti delle zone limitrofe. C’era molta pace, ogni angolo era silenzioso e ci offriva la possibilità di osservare, di pregare e di meditare.

    • Luci dall'Est ha detto:

      Anche io e mia moglie, come ho scritto nella missiva inotrata al caro Tosatti, di solito andiamo in periodi in cui non vi e folla. Ma l’impressione avuta, a fine gennaio di qualche anno fa, quando noi pellegrini italiani, che eravamo meno delle dita di una mano alla messa mattutina, ci mischiavamo alla folla infrasettimanale per la recita del rosario e durante l’adorazione al SS. Sacramento non me la posso dimenticare. La domanda nacque spontanea: ma come è mai possibile che ci sia una fede così ferma e viva qui? Non ho risposte certe, ho molte speranze.

  • Mari ha detto:

    So che quanto ho scritto turberà o farà anche arrabbiare molti… mi dispiace ma sento la necessità di manifestarlo.

    Se da 50 anni in qua non avessero ridotto la Chiesa nella situazione in cui ora si trova, tradendo il mandato di Cristo di far conoscere il suo Vangelo a ogni gente (intesa logicamente come anche ogni generazione futura di cattolici) probabilmente sarebbero molti di più i cattolici che avrebbero mezzi per valutare correttamente questo fenomeno.

    Anch’io mi ero aggrappata ai messaggi di queste presunte apparizioni perché (e di questo sono ancora grata a Mons. Maggiolini, di cui ieri correva l’XI anniversario della morte) ho avuto chi, con passione e convinzione, mi ha fatto conoscere le principali verità della Chiesa cattolica (che, ho scoperto, la mia nonna ben conosceva fin dall’infanzia grazie alla dottrina, ma io a 19 anni no).

    Vergogna di questa Chiesa è che io abbia dovuto iscrivermi all’Università per sentirne ancora parlare!!!

    E è stato grazie a questi insegnamenti che ho potuto progressivamente cogliere lo scollamento della mia parrocchia, ma non solo, da quanto mi era stato insegnato, la tiepidezza nel portare avanti sacrosante battaglie come la difesa del matrimonio e della vita umana, il comodo conformarsi alla mentalità corrente.

    Oltre a qualche sperduto e coraggioso sacerdote nulla sembrava più mettere argine a un andazzo che mi lasciava attonita…

    …Ma poi, un giorno, scopro che ciò che tanti preti e vescovi sembrano aver dimenticato, proprio Lei, la Madre di Dio in persona è tornata a ribadire: preghiera intensa, difesa della vita, del matrimonio, del sacerdozio, necessità dei sacramenti, principali verità della Fede.

    Una boccata di ossigeno… ho ricominciato a recitare il Rosario, speravo che tutto venisse confermato dalla Chiesa, che anche ufficialmente la dottrina venisse ripresa e valorizzata come meritava…

    Che illusa! Come diceva Abramo nella parabola “neanche se uno risuscitasse dai morti saranno persuasi.” Almeno così allora mi spiegavo la riluttanza della Chiesa nel prendere in considerazione un evento tanto straordinario che, a mio avviso rientrava nei progetti di Dio per ristabilire la bellezza e la verità della sua Sposa Immacolata.

    Poi però… una dopo l’altra ho conosciuto delle situazioni che, con quanto da sempre affermato dalla Chiesa per 2000 anni facevano a pugni! E frasi che contraddicono le verità cattoliche che sarebbero uscita dalle labbra della Madre di Dio! L’ultima nota dolente che, penosamente, è andata ad aggiungersi, è la circostanza che viene permesso ai pellegrini di ricevere la comunione in mano (e se qualcuno lo ha o non lo ha visto con i suoi occhi me lo faccia sapere!).

    Ora posso dire che siamo giunti a un GRADO DI CONFUSIONE pazzesco?

    Chi riconosce contenuti che ricordano gli insegnamenti che aveva appreso forse 60 anni apprezza questa presunta apparizione, ma ciò che crediamo di trovare là è forse quella Chiesa che l’ammodernamento ha con determinazione corroso ed eliminato dall’orizzonte dei cattolici… e del quale i cattolici avvertono con sgomento la mancanza in questa Chiesa !!! Logico quindi che ne torni rasserenato e confortato… e il pregare la Madre di Dio non guasta mai.

    Purtroppo però … una botte di ottimo vino può essere rovinata da una goccia di potente veleno, e Satana è felice di insegnare la dottrina cattolica più pura se riesce a infilarvi dentro menzogne esiziali per la Fede, convincendo oltretutto i malcapitati fedeli che queste abbiano l’approvazione di Maria Santissima.

    Torniamo a Loreto, piuttosto, difendiamo Loreto, MIRACOLO CERTO, STABILE E VERIFICABILE, materiale testimone della potenza di Dio.

    Purtroppo i cattolici :
    -lasciano che la casa di Maria venga trattata alla stregua di un banale reperto archeologico, tuttalpiù con una storia un po’ inconsueta ma spiegabilissima in termini umani,
    -non si arrabbiano se il Tabernacolo con la presenza del suo Santissimo Figlio è stato da anni “sfrattato” da quella che è stata casa sua e di sua madre.
    -fanno lunghi (e dispendiosi) pellegrinaggi che ci dicono che ciò che era un tempo la Chiesa è ciò che può ridare coraggio e fede… ma col rischio, poi di adulterare ciò che di buone ne hanno tratto con errori che faranno, col tempo, degenerare tutto.

    Non c’è che dire, il diavolo è diabolicamente furbo.

    Io invece mi sono intimamente convinta della veridicità di altre apparizioni, che la Chiesa ha snobbato, per non dir di peggio, che ci avrebbero, se accettate, preparati alla battaglia, che a viste umane stiamo ora perdendo, sulla sacralità della vita umana e del matrimonio.

    Lì c’era una verità scomoda, biblica oserei dire, che una Chiesa che si preparava occultamente a divenire serva del mondo, non poteva accettare.

    Sono le apparizioni di Maria Regina della Famiglia a Ghiaie di Bonate: adesso Internet c’è, INFORMATEVI CHE CE N’E ASSOLUTO BISOGNO e la Regina della famiglia sono certa sarà grata a chi vorrà impegnarsi per farla conoscere e riconoscere ufficialmente dalla Chiesa… e io non voglio ancora dilungarmi perché l’ho anche già fatto troppo e me ne scuso.

    • TITTOTAT ha detto:

      Se si fanno turbare, peggio per loro. Questi sono vittime della modernità sentimentale, non si guarda più il fatto obiettivo ma i sentimenti. Poverini, non possiamo turbare i convertiti ( come se i veri convertiti in Cristo possano turbarsi per qualche cosa).

      • Mari ha detto:

        Io mi mettevo solo nei panni che avrebbero potuto essere i miei qualche anno fa : non mi avrebbe fatto piacere essere trattata come una stupida : ero in buona fede. Quanto al portare alle stelle quel che si sente, si prova, sono pienamente d’accordo non ci sono stata, ma che c’è andato ne parla con insistenza e si accontenta di ciò.

    • Raffaella ha detto:

      Anche le apparizioni a Civitavecchia (ad una intera famiglia!)
      sono state snobbate perché scomode.
      Si parlava di crisi della Chiesa e della famiglia…

  • Marco Matteucci ha detto:

    Per quello che mi riguarda, io purtroppo continuo a nutrire qualche riserva su Medjugorje, non tanto per la devozione di coloro che questo luogo lo frequentano per motivi di “vera fede cattolica” o per rendere omaggio alla Santa Vergine, piuttosto verso coloro che su questi sentimenti nobili di tanta brava e pia gente, da anni ci stanno selvaggiamente speculando, a cominciare dai veggenti che grazie a queste apparizioni hanno notevolmente migliorato la loro posizione economica.
    Faccio sommessamente notare che anche a Garabandal sono successi fatti sovrannaturali notevoli, tali che perfino Padre Pio credeva fermamente a queste apparizioni.

    Però qui, come ad Amsterdam o a La Salette, ma neppure a Fatima alla Cova da Iria, né alla Grotta di Massabielle a Lourdes(che pure sono riconosciute dalla chiesa) o in tanti altri luoghi di apparizioni Mariane sparsi in tutto il mondo (il post sul nuovo messaggio di Laus del resto ne è indubbiamente un ulteriore esempio), neanche c’è tutta questa calca continua di pellegrini.
    Dal Brasile arrivano notizie soltanto riguardo alle pachamamas ma non per le apparizioni di Anguera o di Itapiranga che pure anch’esse si protraggono da diversi decenni.

    …eppure in questi luoghi nessun veggente si è mai arricchito!

    • Fabrizio Giudici ha detto:

      che perfino Padre Pio credeva fermamente a queste apparizioni.

      Garabandal “non constat” e mi aveva reso perplesso l’opinione di Padre Pio. Ma poi, cercando bene, salta fuori che quasi certamente questa approvazione è parimenti farlocca: infatti furono i sedicenti veggenti di Garabandal a sostenere di aver ricevuto una missiva dal grande santo, ma non esistono riscontri oggettivi che il frate l’avesse spedita, né sue dichiarazioni.

      È un gran caos, anche sul fronte rivelazioni private.

  • TITTOTAT ha detto:

    Non riuscivo ad entrare, eppure non era venerdì, ma avevo lo spirito colmo di gioia.
    [youtube https://www.youtube.com/watch?v=YMvzEzFQgJM&w=651&h=366%5D

    • Alda ha detto:

      Figuriamoci se il tittarello tace una buona volta!!!

      • TITTOTAT ha detto:

        Perché non posso testimoniare la folla di fedeli che ho visto alla Mecca?

        • Stefano ha detto:

          @ Tittotat
          Caro amico, dubito che li abbia visti di persona, a meno che non sia un mussulmano… Gli infedeli non possono accedere alla mecca se non vogliono essere fatti fuori misericordiosamente. Ditelo a bergogliolo e a tutti gli utili idioti cattocomunisti… E poi che cosa vorrebbe dimostrare con queste immagini? Che ci sono milioni di devoti islamici? A parte il fatto che quello è il centro del mondo islamico, mentre la Cristianità conosce tanti Luoghi Santi e basiliche frequentatissimi, lo sappiamo che ci sono tanti maomettani. E sappiamo anche che la maggior parte di loro vuole farci la festa. Mediti caro amico anziché buttare il tempo a postare immagini per fare paragoni del cavolo e inutili provocazioni…

    • MARIO ha detto:

      Caro Tittotatto, siccome tu non appartieni più a nessuna chiesa, hai invidia di tutti quelli che ancora ce l’hanno, perfino dei mussulmani.
      Ritorna alla Chiesa !

  • Francesca ha detto:

    Grazie per aver pubblicato questo messaggio di speranza.
    Dopo tante notizie negative e preoccupanti abbiamo tutti bisogno di queste testimonianze.
    Anch’io sono stata spesso a Medjugorje e là ho trovato quello che spesso qui mi manca!
    Francesca.

  • Forza Bolivia ha detto:

    EVO MORALES è fuggito in Messico. Questa è la fine che fanno tutti i DITTATORI, tanto di destra come di sinistra.
    http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/bolivia-morales-vuoto-di-potere-fc456344-1339-4e08-9dd1-a02ba48e9839.html
    JORGE MARIO BERGOGLIO è avvisato! Non si diceva qualche tempo fa che aveva pensato di ritirarsi proprio in Messico? Ecco, quella sarebbe la sistemazione migliore per lui. Coraggio, Santità, non esiti troppo!

    • La zanzara ha detto:

      Coraggio, Papa BERGOGLIO: se ne vada in Messico anche lei e lasci in pace la Chiesa di Gesù Cristo, che ormai ne ha piene le scatole delle sue stupidaggini e delle sue furbizie! Ormai tutto il mondo ha capito che lei è il più grande BLUFF della Storia della Chiesa. Non ci inganna più, qualunque cosa dica e qualunque cosa faccia.
      SE NE VADA IN MESSICO ANCHE LEI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Maria Grazia ha detto:

      Bisognerà vedere se il Messico sarà disposto ad accettarlo!!!
      L’Argentina senz’altro …..no!!!

  • Alda ha detto:

    Esattamente quello che provo io tutte le volte che vado… La pace che dà la gioia della fede. ALLELUJA 🙏🙏🙏🙏

  • Donna ha detto:

    Io con la famiglia vado a Medjugorje da tre anni, una piccola sosta ogni estate per ricaricarci spiritualmente.
    È un oasi di preghiera e pace, nonostante la folla.
    L’estate assistere alla santa messa in aperto con migliaia di persone e vedere così tanti sacerdoti e sentire parole che elevano,per non parlare della marea di confessioni e dei bravi confessori, della intima bellezza e fatica “teologica” nel salire sul Krizevac e Podrbo, sembra proprio un angolo di paradiso.
    Chi dice che la’non c’è Maria, dovrebbe andarci, forse capirebbe guardando i frutti ( e non solo le bancarelle per criticare)che l’albero è di Dio.

  • egt ha detto:

    condivido . lettera intelligente e confortante. Bravo EGT