PEZZO GROSSO SU CHIESA, SCANDALI E SOLUZIONE FINALE (DELLA CHIESA…)

11 Novembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, Pezzo Grosso ci ha mandato un commento a un’inchiesta che La Verità ha pubblicato oggi sugli scandali della Chiesa. È difficile, esaminando le cose lucidamente, non dargli ragione. Ah, se non vi ricordate a che cosa è dovuto il riscaldamento globale, secondo Gotti Tedeschi, vi diamo un suggerimento: pensate a quel residence caldissimo gestito da un signore in zoccoli, corna e coda…

§§§

 

Caro Tosatti, oggi La Verità ha deciso di svolgere un ruolo benemerito verso I cattolici dedicando due interi paginoni agli SCANDALI DELLA CHIESA (pag.14 e 15, di Rico e De Rold). Descrivendo le scelte sbagliate di Francesco, i giochi finanziari e le scalate al potere, facendo un ritratto suggestivo della Segreteria di Stato e una bella intervista a Aldo Maria Valli sul bluff del “povero papa circondato da cattivoni che remano contro di lui”. Nulla di nuovo per i lettori dei Stilum Curiae, anzi si direbbe persino che i due bravissimi colleghi di La Verità (Rico e De Rold) si siano ispirati a molti commenti fatti negli ultimi tempi, dai nostri amici RVC, Osservatore Marziano e Osservatore Vaticano.

Dalle due paginone emerge che questo papa sa scegliere i peggiori collaboratori, immaginabili per dar loro incarichi complessissimi e importanti (si pensi a Galantino, Bassetti, Ricca, Zanchetta…).

Non sa valutare l’operato e le persone da lui confermate in ruoli chiave (Becciu, Maradiaga, Parolin, il presidente Aif Brulhart,..).

Sa solo con grande abilità buttare le responsabilità sugli altri (Pell, Viganò,…).

Emerge ancora una volta, come emerge, sempre ancora una volta, dall’ultimo libro di Nuzzi, che è lui, Sua Santità, il vero problema ed origine di tutti gli altri problemi.

Pertanto dobbiamo tornare “back to the basic “, per capire perché tutto ciò sta succedendo.

E l’unica vera domanda è sempre la stessa: chi ha voluto Bergoglio Papa? Gli ambienti interni che oggi si autoimpongono in posizioni di responsabilità altissime? Per esempio Zanchetta? Per esempio Becciu? Quelli esterni della Bonino, Soros, Clinton? Queste son tutte domande cui può rispondere, e risponderà presto una sola persona: mons. Carlo Maria Viganò.

Ma non ci vuole molta fantasia per intuirlo

Ora però proporrei una breve, e necessariamente sintetica, riflessione, molto più seria di quanto non verrà fatta apparire dal commento in Stilum Curiae di qualche <spadaro camuffato>.

Tutto quello che sta accadendo mi pare voluto e gestito. La chiesa per suicidarsi e scomparire deve diventare povera, di dottrina e di risorse. Esattamente quello che da sette anni sta facendo.

Se volessimo immaginare quello che potrebbe fare un <potere> che voglia far sparire una struttura bimillenaria come la Chiesa in soli sette anni, potremmo tentare, ma senza riuscirci appieno.

Potremmo immaginare che negherebbe la Verità, simulando di volerla difendere.

Potremmo immaginare che si impegnerebbe a trasformare la fede in qualcosa solo di tangibile concreto reale: per esempio in una etica socialmente utile.

Potremmo immaginare che deformi e confonda immediatamente i Sacramenti, la liturgia della Messa. Ecc.

Potremmo immaginare tutto quello che già sta succedendo da 50 anni dopo il Concilio Vaticano II e quello che questo pontificato sta talmente genialmente accelerando, da privarci persino dell’uso della fantasia: non abbiamo bisogno di immaginare, basta osservare quel che succede.

Peraltro se la salvezza è un diritto della natura umana e siam già tutti salvi, se le religioni sono tutte uguali, se la Chiesa deve “uscire” e limitarsi ad ascoltare e imparare e non deve più fare magistero e evangelizzazione (come è assolutamente evidente nello spirito di questo pontificato), la chiesa non serve più a nulla.

Se non serve a nulla deve venir liquidata.

Per questo il Papa ha più volte detto che vuole una chiesa povera.

E povera lo diventa perdendo credibilità e ruolo, come le due paginone di oggi su La Verità dimostrano.

Trasformandosi in Onlus per non evangelizzare più, “l’evangelizzazione” nuova, la conversione gnostico-maltusiano-ambientalista , finalmente potrà trionfare.

E come ha scritto Gotti Tedeschi in “Un mestiere del diavolo”, si capirà a che cosa è dovuto il <riscaldamento globale >.

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM: @marcotosatti

e

ANCHE SU VK. SCRIVETE “STILUMCURIAE” NELLA FINESTRA IN ALTO A SINISTRA.




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

54 commenti

  • GMZ ha detto:

    A proposito di scandali, caro Tosatti,
    Lei dovrebbe chiedere al Suo collega Gianluigi Nuzzi ragione di alcune affermazioni che egli fa nel suo ultimo libro “Giudizio Universale” circa le ormai celeberrime accuse di Mons. Viganò, che a dire di Nuzzi (cito a memoria) si sono rivelate infondate.
    Pur conoscendo la specifica chiave di lettura che questo autore dà alle vicende vaticane, con Bergoglio e i suoi fieri alleaten fede-lesi impegnati in una lotta senza quartiere contro i supercattivoni della curia, dispiace che egli possa fare alla leggera certe affermazioni su una vicenda ancora dibattuta e tutt’altro che conclusa.

    Al di là di questa sciocchezza, aggiungo che mi sono subito pentito di aver acquistato il libro: la prosa di Nuzzi mi riesce indigesta, zeppa com’è di ripetizioni, e il libro è inconcludente: non dà niente, non lascia niente.

    P.S.
    Certo che nelle periferie esistenziali in cui Sodoma è salva, le accuse di Mons. Viganò possono benissimo essere state sbugiardate (come vorrebbe Nuzzi o, più ancora, uno dei suoi suggeritori…).

  • Cesare Baronio ha detto:

    Complimenti per l’ottima analisi.
    É evidente che Bergoglio si pone come curatore fallimentare della neo-chiesa: se così non fosse, non si spiegherebbe il suo dissennato modo di agire.
    Senza tediarLa con ulteriori commenti, mi limito ad osservare che Bergoglio è la metastasi del cancro conciliare e che se non si risale alle radici, alla causa del male presente, non si potrà mai trovare una cura. Noto con piacere che alcuni Prelati iniziano finalmente a riconoscere il legame di causalità tra le premesse ideologiche del Vaticano II e l’eversione dottrinale, morale, liturgica e disciplinare di questo infaustissimo pontificato.

    A parte il povero padre Cavalcoli, che dopo aver riservato a Bergoglio un profluvio di accuse durissime, ce lo addita come dormiente sulla barca di Pietro, in una ardita similitudine con il Signore sul mare di Galilea. Sembra però che a dormire sia la logica del pio domenicano, mentre Bergoglio è sveglissimo ed ogni giorno che passa aggiunge novelli disastri a quelli già compiuti. Qualcuno lo avverta che dividere gli schieramenti cattolici tra modernisti e tradizionalisti è un’operazione artificiosa e falsa, poiché i primi sono condannati dalla Chiesa, mentre i secondi sono saldamente cattolici. E in mezzo non ci sono i cattolici bravi e moderati (tra cui pare egli si annoveri), ma i mediocri, che lo Spirito Santo vomiterà dalla sua bocca, per citare l’Apocalisse.

    • ezechiele ha detto:

      I tradizionalisti NON sono saldamente cattolici, caro Cesare Baronio. Sono diolatri dell’idea di tradizioni da loro stessi inventata e, da ultimo, sono idolatri di sé stessi. Lei e quelli come Lei sono egualmente metastasi della crisi della chiesa. Né più né meno dei modernisti: avete il culto di voi stessi e siete perciò adepti del demonio.

  • valentina ha detto:

    Il pesce puzza dalla testa

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Ci sarebbero molte cose da dire, Ne scelgo solo una: il nuovo rito della Messa in lingua italiana fa cagare. Prima ne prendiamo atto, e provvediamo – un prossimo papa, s’intende – e meglio è.

  • TITTOTAT ha detto:

    Benedetto XVI è stato bullizzato dai padroni di quest mondo, costretto a rannicchiarsi in un angolo, lui il sofferente, chi non ha la sensibilità di capire che è lui Gesù sulla via del calvario, e va a seguire la vittoria del mondo, davvero è sul punto di perdere il Regno. Come si fa a non capire che è B16 il capo del piccolo gregge fedele? Possono ormai crollate cattedrali, canoniche, curie e nunziature, non hanno valore, la Chiesa è ormai in coloro che mantengono la fede in comunione con l’ annunziatore della Verità.

  • PG ha detto:

    Finalmente qualcuno che la canta chiara a uno che la Messa non sa neppure cantarla.

  • giulia anna meloni ha detto:

    GESù SU CHIESA ,SCANDALI E SOLUZIONE FINALE(DELLA CHIESA
    così spiegava e profetava ai suoi apostoli 2000 anni fa

    …”La mia Chiesa già è… santa per Colui che ne è il Capo e per la buona volontà dei giusti che la compongono.
    Santa e invincibile. Contro di essa si avventerà una e mille volte, e con mille forme di battaglia, l’inferno
    fatto di demoni e di uomini-demoni, ma non prevarranno. L’edificio sarà incrollabile… impossibile sarebbe stato alzare le mura e sostenere il tetto, se non fossero state fatte per prime le fondamenta solide, proporzionate a sì gran mole. Così, con questa dipendenza delle parti, una dall’altra, sorgerà anche il Tempio novello. Nei secoli voi lo edificherete appoggiandolo sulle fondamenta che Io gli ho dato, perfette, per la sua mole. Lo edificherete con la direzione di Dio… Altrimenti sareste mattoni malcotti, legno tarlato, pietre scheggiate e farinose che non reggono e che il costruttore, se avveduto, respinge, o che fallano, cedono,facendo crollare una parte se il costruttore, i costruttori preposti dal Padre alla costruzione del Tempio, sono costruttori idoli che si pavoneggiano nel loro onore senza vegliare e faticare sulla costruzione che si innalza e sui materiali usati per farla. Costruttori idoli, tutori idoli, custodi idoli, ladri! Ladri della fiducia di Dio, della stima degli uomini, ladri e orgogliosi che si compiacciono di aver modo di aver guadagno, e modo di avere numeroso mucchio di materiali, e non osservano se sono buoni o scadenti, causa di rovina. Voi, novelli sacerdoti e scribi del novello Tempio, ascoltate. Guai a voi e a chi dopo voi si farà idolo e non veglierà e sorveglierà se stesso e gli altri, i fedeli, per osservare, saggiare la bontà delle pietre e del legname, senza fidarsi delle apparenze, e causerà rovine lasciando che materiali scadenti, o addirittura nocivi, siano lasciati usare per il Tempio, dando scandalo e provocando rovina. Guai a voi se lascerete crearsi crepacci e muraglie insicure, storte, facili al crollo non essendo equilibrate sulle basi che sono solide e perfette. Non da Dio, Fondatore della Chiesa, ma da voi verrebbe il disastro, e ne sareste responsabili davanti al Signore e agli uomini. Diligenza, osservazione, discernimento, prudenza! La pietra, il mattone, la trave debole, che in un muro maestro sarebbero rovina, possono servire per parti di minore importanza, e servire bene. Così dovete saper scegliere. Con carità per non disgustare le deboli parti, con fermezza per non disgustare Dio e rovinare il suo Edificio. E se vi accorgete che una pietra, già posta a sorreggere un angolo maestro, non è buona o non è equilibrata, siate coraggiosi, audaci, e sappiatela levare da quel posto, mortificatela squadrandola con lo scalpello di un santo zelo. Se urla di dolore non importa. Vi benedirà poi nei secoli, perché voi l’avrete salvata. Spostatela, mettetela ad altro ufficio. Non abbiate paura anche di allontanarla del tutto se la vedete oggetto di scandalo e rovina, ribelle al vostro lavoro. Meglio poche pietre che molta zavorra. Non abbiate fretta. Dio non ha mai fretta, ma ciò che crea è eterno, perché ben ponderato prima di eseguirlo. Se non eterno, è duraturo quanto i secoli. ..Siate perfetti come il Padre vostro. Abbiate la sua Legge in voi, il suo Regno in voi. E non fallirete.
    Ma, se non foste così, crollerebbe l’edificio, invano vi sareste affaticati a innalzarlo. Crollerebbe rimanendo
    di esso unicamente la pietra angolare, le fondamenta… Così come avverrà di quello!… In verità vi dico che di quello così sarà. E così del vostro se metterete in esso ciò che è in questo: le parti malate di orgoglio, di
    avidità, di peccato, di lussuria. Come si è disfatto per soffio di vento quel padiglione di nuvole che pareva
    posare, così vagamente bello, sulla cima di quel monte, ugualmente, al soffiare di un vento di castigo
    soprannaturale e umano, crolleranno gli edifici che di santo non hanno che il nome”…
    http://www.scrittivaltorta.altervista.org/09/09596.pdf

    per chi vuole approfondire, sono 18 pagine.

    • Gian ha detto:

      Bravissima Giulia! Come non sentire la profonda verità di queste parole ispirate non da mente umana, con buona pace di tutti i detrattori, che si perdono sullo “stile valtortiano” forse senza aver letto nemmeno una riga? E adesso vado a leggermi le 18 pagine. Dio ti renderà merito per la tua generosità.

      • giulia anna meloni ha detto:

        il merito e la generosità sono del dr.Tosatti che permette, modera e pubblica,Gesù le renderà il centuplo.La maggior parte dei blog cattolici inorridiscono davanti a questo DONO DI INFINITA MISERICORDIA PER LA SALVEZZA DELLE ANIME .La Madonna non è “una postina” e Dio deve stare muto perchè parlano loro.
        Cristo Re,Signore dei signori ,Onnipotenza Assoluta, salverà la Sua Chiesa anche con… “pochi pani e pochi pesci”….coraggio.

  • Adriana ha detto:

    ” Io sto qui , col naso ficcato nella Terra . E ci sto fin dall’inizio dei tempi . Ho coltivato ogni sensazione che l’uomo è stato creato per provare . A Me interessava quello che l’uomo desiderava e non
    l’ho mai giudicato ! E sai perchè ? Perchè Io non l’ho mai rifiutato,
    nonostante le sue maledette imperfezioni !
    Io sono un fanatico dell’uomo , sono un…umanista ! ”
    ( John Milton , il Diavolo , nel film : ” L’Avvocato del Diavolo ” 1997 )
    Ricorda qualcosa o qualcuno ?

    • deutero.amedeo ha detto:

      Siamo tornati al medioevo,cara Adriana.
      Siamo all’uomo centro della terra e alla terra centro dell’Universo .
      Copernico, chi era costui? Galileo Galilei anatema sit.
      L’UOMO è il centro di tutto. Se poi è un indigesto indigeno della Foresta amazzonica, meglio!

      • Il veritiero ha detto:

        É il “naturalismo”, la corrente eretica già denunciata da papa Pio XI nel decreto “mortalium animos”.
        Un bel decreto, sancisce che chiunque rifiuta anche 1 solo singolo dogma, è come se li rifiutata tutti. Non esistono dogmi primari o dogmi secondari. Dietro ogni dogma c’è sempre la parola infallibile di Dio.
        Gran bella bolla. Contro i protestanti.

    • Luca Antonio ha detto:

      come tutto ritorna …come tutto Dio rende evidente , tanto che solo chi vuole essere ingannato e’ ingannato.
      L’autore del romanzo da cui e’ tratto il film si chiama Andrew Neuerman … neuer significa, giu’, basso , vile , ignobile.
      Vulgus vult decipi ergo decipiatur.

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      me lo riguardo,,, magari in lingua originale, preferisco

  • Il veritiero ha detto:

    Devono demolire la chiesa di roma, per poter demolire il primato di Pietro sulla chiesa universale.
    In modo che la chiesa di germania sia autonoma da Roma.
    I tedeschi hanno la fobia che devono essere loro a comandare.
    Guardate ad esempio la comunità europea stessa.
    Kasper, lehmann e gli altri di san gallo, hanno messo bergoglio come papa, proprio.per questo. Per dare l’autonomia alle loro chiese, senza fare uno scisma duro e da acomunicati. Uno scisma con il permesso del papa.
    Se leggerete i libri di kasper degli ultimi 30 anni, vi renderete conto che quello che sta facendo Bergoglio adesso, é quello che kasper e la chiesa di germania sono.30 anni cge spingevano di fare. Bergoglio sta conducendo in maniera minuziosa, tutto quello che la germania vuole.
    Bergoglio é un pupazzo, é la testa di legno, é il presta nome.

    • Scusa ha detto:

      Scusa Veritiero, in base alle cose assurde che generalmente scrivi, mi permetto di dubitare che tu abbia letto anche solo una pagina di Kasper e se l’hai letta dubito tu ne abbia capita una sola riga. Scusa.

  • Fakenews ha detto:

    ULTIME NOTIZIE : Morales diretto in Città del Vaticano . Bergoglio gli assicura ospitalità e protezione . Anzitutto come profugo che fugge da una guerra civile. Poi perchè i fondi che ha esportato in Lichtenstein permetterebbero di risanare le finanze Vaticane distrutte da Becciu & Co.

  • paolo contini ha detto:

    Mi creda PezzoGrosso, il Vaticano di oggi è la Gerusalemme di ieri , quella che rifiutò e condannò Cristo. Ormai sempre meno cattolici hanno il coraggio di confermare l’opportunità del Concilio Vaticano II , dopa averne constatato i frutti , soprattutto negli ultimi sette anni, come lei correttamente dice. In questo pontificato , che secondo il card.Sarah , si riconosce la continuità dell’insegnamento del Magistero dei Papi, si insegna che i doni di Dio son stati sciupati dall’uomo, ma per maggior dono intende la natura , l’ambiente , gli animali . Sant’Agostino ( ne- Il dono della perseveranza – ) invece affermava che TUTTI i doni di Dio possono ridursi a questo : – IL PERSEVERARE NELLA FEDE FINO AL TERMINE DI QUESTA VITA – io
    sono piuttosto vecchio , ho quasi 90 anni ma non ho mai visto tanta superbia regnare ,come oggi, nella chiesa . E noi che abbiam vissuto il catechismo di S.Pio X , sappiamo che la superbia è il vero ostacolo per perseverare nella fede . – Dio resiste ai superbi…-

    • Catholicus ha detto:

      Ringrazio Dio, caro Paolo, per tutti quelli come lei, che hanno mantenuto la fede nonostante 60 anni di regime modernista; il catechismo di S. Pio X, con cui anch’io sono stato catechizzato, è di grande aiuto in quest’ impresa eroica. Siamo sempre più isolati e malvisti, ma teniamoci stretti a Cristio e Maria SS.ma, basta e avanza L.J.C.

    • Luca Antonio ha detto:

      complimenti per la lucidita’ e la fermezza !
      Che Dio la benedica.

    • semifakenews ha detto:

      ULTIME NOTIZIE : Morales diretto in Città del Vaticano . Bergoglio gli assicura ospitatlità e protezione . Anzitutto come profugo che fugge da guerra civile. Poi che i fondi che ha esportato in Lichtenstein permetterebbo di risanare le finanze Vaticane distrutte da Becciu & Co.

      • emilio ha detto:

        Ma che caffonate dici? anche tu vittima dei luoghi comuni. Se poi La Verità afferma che sono stati investiti 250 milioni di dollari nel petrolio e porta in inganno, facendo fare una figuraccia a quel santone di Bernardo Maria della Valle per la sua risposta semplicistica, immaginiamo come posso fidarmi di quel giornale quando si cimenta in argomenti più seri.
        Emilio

    • Mazzarino ha detto:

      ultimora: il Cristo sulla Falce e Martello che Morales ha donato al compiaciuto Bergoglio sarà il nuovo simbolo del partito di Bassetti. E’ prevista una conferenza stampa alla presenza di Bergoglio di Morales che è già giunto via Tevere a bordo di una nave ONG. Per questo motivo l’oggetto è stato trasferito in un caveau di massima sicurezza. Si teme un nuovo lancio nel Tevere, Stavolta alla presenza di Salvini.

    • MARIO ha detto:

      A proposito di quel famoso crocifisso su falce e martello, donato da Evo Morales a Papa Francesco nel 2015, cui il Papa fu costretto a fare buon viso a cattivo gioco.
      Esso potrebbe prestarsi a interpretazioni diverse e contrapposte:

      1- un’effige drammaticamente simbolica del comunismo, al di là delle intenzioni del donatore Morales: la Verità (Gesù Cristo) sacrificata assieme a milioni di uomini e di cristiani sulla croce dell’ideologia marxista;

      2 – la subalternità della Verità all’Ideologia, così come questa raffigurazione viene comunemente interpretata, e quindi con significato blasfemo e sacrilego;

      3 – la subalternità dell’Ideologia alla Verità, come probabilmente doveva essere nelle intenzioni di padre Luis Espinal: innestare cioè il germoglio della Verità sull’albero dell’ideologia marxista, radicato su istanze più che legittime di giustizia sociale, sostituendo i frutti velenosi dell’odio e della violenza con quelli dell’amore fino al dono della vita, così come testimoniato peraltro dallo stesso missionario fino al martirio.

      • Mazzarino ha detto:

        E invece Gesù Cristo anzichè rivelarci la teologia della Liberazione e divenire primo socialista della storia scelse il Calvario e la Croce.

        • Scusa ha detto:

          Il lavoro è la nostra croce e la nostra benedizione insieme. Lo scopri a pag. 2 della Bibbia. Trollare sui social network invece non ha rilevanza religiosa.

    • Claudius ha detto:

      A proposito dell’ultima di Morales: non sono superstizioso ma… e’ un fatto che un mucchio di gente che ha avuto a che fare con Bergoglio o si e’ intrattenuta con lui a scopo di “ricevere misericordia” e’ finita male, molto male… c’era un interessante articolo di Papalepapale ai tempi, e da allora l’elenco delle disgrazie seguite agli “interventi” di Bergoglio non ha fatto altro che aumentare… Voi fate come volete ma io da questo tizio ci sto lontano il piu’ possibile. E se per caso vi dovesse capitare la ventura di incontrarlo e sentirlo dire che preghera’ per voi, vi suggerisco di informarvi sull’esorcista piu’ vicino.

  • franz ha detto:

    stamani in un vecchio libro di meditazioni che uso spesso ho trovato l’atto di Riparazione composto dal Sommo Pontefice Pio XI che invita a riparare : – gli insulti lanciati contro il Papa Vicario di Cristo e contro l’ordine sacerdotale. – E ho allora sentito il bisogno di confidare i miei pensieri a un vero sacerdote , puro e santo. Ma non saprei trovarlo.

  • om ha detto:

    chiesero un giorno al Santo Curato d’Ars come mai ,nonostante le sue iniquità , Dio non si fosse ancora pentito di aver fatto l’uomo e non lo avesse vradiato dalla faccia della terra . Rispose il santo curato d’Ars : – ciò si deve al santo sacrificio della messa che in ogni istante si celebra sulla faccia della terra .-
    perciò ora vorrebbero cambiare la liturgia della messa . Difendiamola finchè possiamo.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Dio si era pentito, eccome, di aver creato l’uomo. E’ scritto a chiare lettere nei prodromi del diluvio universale. Poi si fece commuovere dalla rettitudine di Noè. Ma forse è lì dove si è sbagliato.
      Genesi 6,6-8:
      [6] E il Signore si pentì di aver fatto l’uomo sulla terra e se ne addolorò in cuor suo.

      [7] Il Signore disse: “Sterminerò dalla terra l’uomo che ho creato: con l’uomo anche il bestiame e i rettili e gli uccelli del cielo, perché sono pentito d’averli fatti”.

      [8] Ma Noè trovò grazia agli occhi del Signore.

      • Boanerghes ha detto:

        Quando il Signore ha creato tutte le cose e poi l’uomo a sua immagine e somiglianza, sapeva benissimo cosa sarebbe successo.
        Non esiste alcun pentimento.
        Dio parla usando il linguaggio umano, esprimendo così profondo dolore per le azione umane.

        • deutero.amedeo ha detto:

          Quindi secondo vossia ,BOANERGHES, Genesi 6,6 è un falso?
          Ah, andiamo bene!

          • Boanerghes ha detto:

            No, ma esistono i generi letterari.
            La tua interpretazione sminuisce Dio stesso, lo ridimensiona ad un povero uomo.

          • Boanerghes ha detto:

            Non ho detto che è un falso.
            Rilegga il mio intervento.
            Nella Bibbia è altresì descritta la lepre come un ruminante, eppure non è un ruminante.
            Errore di ispirazione?
            Assolutamente no .
            L’autore ispirato non è uno scienziato, né pretende di esserlo.
            Infallibile è l’ispirazione, non l’osservazione umana dell’animale.

        • deutero.amedeo ha detto:

          E per buona misura toh:
          [13] Allora Dio disse a Noè: “È venuta per me la fine di ogni uomo, perché la terra, per causa loro, è piena di violenza; ecco, io li distruggerò insieme con la terra.
          Gen 6,13
          Basta?

          • Boanerghes ha detto:

            Scusa un momento, prima ti rivolgi a me con un vossia BOANERGHES, poi con un toh.
            Ma pensi di interpretate la Scrittura a tuo piacimento?
            Ci sono determinati criteri, senza per questo incorrere in modernismo o altro.

          • Scusa ha detto:

            Come ho già detto in passato, tra noi c’è un “biblista” molto protestante che si erge a difensore del cattolicesimo. Non solo Dio non si pente, ma ha anche promesso che non estinguerà più l’umanità. Infatti con Cristo ci dona la vita eterna di anima e corpo. Purtroppo quando uno usa la Bibbia per narcisismo commette errori gravi e fa ragionamento senza senso.

  • gionata ha detto:

    Povero mondo, abbandonato dalla chiesa . Quante viltà, da una parte , e quanta degradazione dall’altra, solo per carpire le ghiande di cui si cibano gli animali immondi . Noi creature di Dio ,nate per cibarsi del cibo degli angeli !

  • deutero.amedeo ha detto:

    Al di là dell’aspetto religioso, che J. Mario Bergoglio fosse un pessimo manager era apparso subito evidente a chi almeno un po’ se ne intende. Non fo’ per dire. 🙁

  • don VM ha detto:

    Anche nel Pretorio di Pilato , la folla ubriacata dai cattivi sacerdoti , gridava rivolta a Gesù – NON VOGLIAMO CHE COSTUI REGNI SOPRA DI NOI – Il medesimo grido satanico si va ripedendo ancora oggi.

    • MARIO ha detto:

      Mi scusi, ma il suo commento potrebbe avere due interpretazioni, opposte tra di loro.
      Potrebbe per cortesia spiegarsi meglio ? Grazie.

  • roth ha detto:

    scusate , ma allora perchè questa corsa di alcuni Cardinali , tipo Sarah ed ora anche Burke , a dichiarare che non son mai stati nemici o oppositori del papa ?

    • ruby ros ha detto:

      perciò prgehiamo che i persecutori della Chiesa , come accadde a Paolo di Tarso , possano trovare la loro via di Damasco . Anzichè come costoro che per paura opportunismo o ambizioni, si esprimono con dei ni ni, so so…

    • deutero.amedeo ha detto:

      Non sanno che cosa è l’uomo.

    • Alessandro Mirabelli ha detto:

      Perché c’è un riallineamento (verso il centro) in vista del prossimo e non lontano conclave.

    • amos ha detto:

      Questi vescovi e cardinali che parlano sempre e non agiscono mai non fanno altro che aumentare la frustrazione di chi si aspetta che le cose cambino. Io penso che farebbero bene a stare zitti e smetterla di scrivere libri di cui conosciamo già in partenza il contenuto:parole e parole di cui la chiesa è strapiena dal concilio in poi.

    • Il veritiero ha detto:

      Evidentemente sono stati intimoriti, come l’essere scomunicati o sospesi. Oppure bergogli in privato gli ha fatto il miracolo satanico. E ora sono convinti che Bergoglio é Gesù.
      Come ha affermato quel Sacerdote scomunicato. Padre Cantalamessa. Lo scomunicato che ancora lasciano insegnare nelle università ai studenti. Dopo la bestemmia demoniaca che ha detto.

  • robert ha detto:

    it’s shocking. it is the dramatic synthesis of what is happening. R.R.

    • deutero.amedeo ha detto:

      It looks fantastic, but it is’nt new.

      • Stazione Alpha ha detto:

        You are right, nothing is new. The encyclical “Mirari vos” published in the year 1832 clearly condemned all what we are witnessing exactly right now, such as the attempts to abolish the celibacy of priests, allow divorces, the relativism of consciosness and the equality of religions.
        Today’s youngsters would maybe find difficult to find out it was written by a pope.