NOBILE: MEMORANDUM SULL’ISLAM. UN’ANTOLOGIA UTILE….

8 Novembre 2019 Pubblicato da 54 Commenti --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Agostino Nobile ci ha inviato – e invita i lettori di Stilum Curiae a copiarlo e a tenerlo pronto, un memorandum sull’islam. Una breve raccolta di citazioni dal Corano e dalla Vita di Maometto di un grandissimo esperto di mondo arabo, Francesco Gabrieli.  In calce ci permettiamo di aggiungere un piccolo completamento di questa antologia, che ha un’importanza particolare nel momento in cui centinaia di migliaia di musulmani si riversano in Europa, e si parla tanto di dialogo e comprensione reciproca…

 

 Memorandum sull’Islam

 

Corano

(trad. F. Peirone – ed. Mondadori)

Sura 2:244: Combattete nella via di Allah e sappiate che Egli conosce ogni pensiero umano, palese e nascosto.

Sura 4:89: Vorrebbero fare di voi dei kafiruna (non musulmani) come loro, vorrebbero che voi vi abbassaste al loro livello. Fate attenzione a non crearvi tra loro degli amici, se prima non emigrano nel sentiero di Dio. Se si girano, prendeteli, fateli morire ammazzati ovunque essi si trovano.

Sura 5:33:”Quella sarà la ricompensa dovuta a coloro che fanno guerra al Dio e al suo Profeta (Maometto): Moriranno di morte violenta. Saranno crocefissi: Gli sarà tagliata una mano e amputata la gamba della parte opposta alla mano. (…) Vergogna qui in terra, tremendo castigo nell’aldilà”.

Sura V: 38: Il ladro maschio e la femmina abbiano recisa la mano, questa sarà la ricompensa per quanto hanno fatto e punizione da parte del Dio, poichè Dio è potente e sapiente.

Sura 8:65: “Esorta i musulmani a combattere nella via di Allah. Sappi che venti di noi saldi nella fede, saranno in grado di sconfiggere duecento miscredenti e cento musulmani sconfiggeranno mille di quelli che non capiscono i nostri segni”.

Sura 9:29: (…) Combattete tra le genti della scrittura (Antico e Nuovo Testamento) quelli che non praticano la religione verace (Islam). Combatteteli pure fino a che non abbiano pagato, uno ad uno, il tributo e non siano umiliati”.

Sura 9:39: “Se non vi lanciate in campo di battaglia (Dio) vi castigherà con doloroso castigo (…) Dio può davvero tutto”.

 

 

La vita e le opere di Maometto

Secondo la cronaca di Tabari (testo sacro)

Da “Maometto” di Francesco Gabrieli, ed. DeAgostini

Francesco Gabrieli (Roma 27 aprile 1904 – 13 dicembre 1996) il più grande arabista del Novecento, docente di lingua e letteratura araba prima a Napoli poi a Roma. Oltre l’arabo parlava il persiano, turco, francese, inglese, tedesco e russo. Fece parte del Consiglio Scientifico dell’Istituto della Enciclopedia Italiana (Treccani) e curò la seconda edizione dell’ Encyclopaedia of Islam/Encyclopédie de l’Islam (Leida-Parigi). Autore di innumerevoli saggi, articoli e recensioni, le sue opere sono state tradotte anche in lingua inglese, francese e tedesca.

 

Dal capitolo: Maometto lascia la Mecca

“Sei tu quel Maometto di cui parla l’Evangelo, dove si dice che Dio t’invierà agli abitanti della Mecca che ti cacceranno dalla loro città. Ma Dio ti ricondurrà per sottometterli con forza e la tua religione regnerà sul mondo?”. “Certamente!” disse il Profeta.

Capitolo: L’emigrazione del Profeta

Il Profeta fece loro ripetere lo stesso giuramento. L’impegno di combattere i suoi nemici, di proteggerlo come se stessi, di sacrificare la loro vita e i loro beni fino a che la loro religione non fosse diffusa dappertutto. Essi accetteranno la clausola del giuramento che è chiamato il “Giuramento della guerra”.

Capitolo: Le prime spedizioni

Il Profeta fece legare loro le mani e confiscò i loro beni. (…) I giudei rimasero legati per tre giorni finchè i loro beni non furono trasportati a Medina. Poi il Profeta fece scavare una fossa sulla piazza del mercato, si sedette ai margini della medesima, fece chiamare Alì figlio di Abu Talib, e Zubair figlio di Al-Awwan, comandò loro di prendere le sciabole e di sgozzare, uno dopo l’altro, tutti gli ebrei, e gettati nella fossa. Fece grazia a donne e bambini, ma fece uccidere tutti i ragazzi che avevano raggiunto la pubertà. (…) I beni dei giudei furono suddivisi. Il Profeta ne prelevò un quinto e prese anche per sè una fanciulla molto bella chiamata Rihana.

(Il massacro fu deciso perchè gli ebrei non rinnegarono la propria fede per seguire Maometto, autodefinitosi ultimo e più grande profeta).

 

Capitolo: La grande battaglia di Badr

I fedeli non trovandosi daccordo sulla divisione del bottino di guerra, chiesero al Profeta come dovevano fare. Il Profeta aspettò la rivelazione divina. Finalmente Dio gli rivelò il seguente versetto: “Essi t’interrogheranno circa il bottino, tu dirai: La spartizione del bottino appartiene a Dio e al suo Profeta. Temete Dio e mettetevi d’accordo”. (Si trova anche nel Corano, sura 8:1)

 

Maometto e società

Sura XVI: 71: Il Dio ha favorito con doni di fortuna alcuni rispetto agli altri. Coloro che sono stati preferiti non devono riversare ciò che è stato donato sui loro schiavi fino al punto di farli salire sulla scala sociale e renderli eguali. Negheranno i benefici di Dio?

Sura XVI: 75: Dio propone un esempio ed è questo: ci sono due uomini, uno è incapace di tutto, è schiavo di un padrone, un altro ha mille risorse che gli abbiamo provveduto, può fare elemosine segrete o anche pubbliche. Forse saranno uguali? No, no, lodato sia Dio. Ma la maggior parte di essi non lo sa.

Sura XLIII:32: (…) Siamo noi che provvediamo al loro sostentamento, in questo basso mondo, siamo noi che eleviamo in dignità alcuni sopra gli altri, affinchè alcuni di essi rendano altri schiavi, obbligati al lavoro senza salario. E la misericordia del Signore è meglio assai di quello che accumulano!

Matteo 18:6:” Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare”.

Maometto e le donne

Oltre a una ventina di concubine, il Profeta sposò 15 donne. Dopo la morte della prima moglie Khadigia, più vecchia di Maometto e ricca commerciante, sposò A’isha. Dato che la bambina aveva solo sei anni (il Profeta aveva superato i 50), il matrimonio fu consumato dopo tre anni.

Sura IV:15: Se ci sono femmine vostre che si rendono colpevoli di scandalo, cercate fra voi quattro testimoni contro di esse. Se in realtà la loro testimonianza è vera, tappatele in casa, nei recessi segreti, fino a che morte non sopravvenga, o che Dio porga loro una via di uscita.

Sura IV:16: Se si tratta di due maschi, sotto con la tortura!

Sura LXVI: 5: S’egli vi darà il libello del ripudio, è molto probabile che il Signore lo faccia innamorare di altre donne, certamente migliori di voi. Saranno musulmane, piene di fede, devote, col cuore pentito (…).

 

Paradiso musulmano

Sura LXXVIII: 31-34: Ma per gli osservanti ci sarà il successo! Parchi e vigne, vergini dal seno turgido, coetanee, e calici ricolmi.

 

Hadith -Pensieri e opere di Maometto (testi sacri)

Se durante il namaz (preghiera) un cane o un asino, un maiale o una donna passa davanti a voi, il namaz viene interrotto.

(Buhari II Vol. / Muslim III vol., 242)

Nella guerra di Banu Mustalik, dopo la vittoria, i fedeli chiesero al Profeta il permesso di poter abusare le donne dei soldati sconfitti. Maometto dette loro il consenso, ma chiese loro di non ingravidarle altrimenti sarebbe stato difficile venderle come schiave.

(Buhari I vol., 13 / Muslim, hadith 1438)

E’ meglio avere in casa un tappeto di paglia che una donna sterile. E’ meglio avere una donna nera fertile che una donna bianca sterile.

(Gazali vol. 2, hadith 61)

Abdullah ibn Abbas riferisce: L’Inviato di Dio (Maometto) ha detto “Ho veduto l’inferno e mai fino ad oggi avevo visto nulla di così orribile. Era popolato in gran parte da donne”.

(Buhari LXVII cap. 88, 1)

Sentenze e massime di Maometto

Martire è colui che dà la propria vita per una causa che non sia quella delle proprie ricchezze.

Gettate pietre al leone e alle adultere.

Il paradiso è all’ombra delle spade.

Onorare le donne che non si tolgono il velo.

La menzogna è vicina alla fede.

Il Corano racconta che Dio fece crocifiggere un sosia di Gesù, o che il Cristo chiese ad un discepolo simile a lui, di morire sulla croce al Suo posto. Teoria di alcuni gruppi eretici preislamici tra i quali i docetisti.

San Paolo I lettera Corinzi

15:14 “Ma se Cristo non è resuscitato allora è vana la nostra predicazione ed è vana pure la nostra fede”.

 

Breve sintesi cronologica delle incursioni islamiche

Subito dopo la morte di Maometto. 632 – 33: Guerra contro gli “apostati”; 634: inizia la campagna militare contro gli imperi bizantino e persiano; 636: i bizantini perdono la Siria; 639 – 642: conquista dell’Egitto; 644: califfo Omar assassinato; 653: fissazione dei testi coranici sotto il califfo Othman.; 656: califfo Othman assassinato. Alì, cugino e genero di Maometto, viene eletto quarto califfo; 656 – 657: guerra civile tra i seguaci di Alì e di Aisha, vedova di Maometto. I musulmani si dividono in sunniti, shiiti e kharigiti; 661: Califfo Alì assassinato. 668 – 673: primo assedio a Costantinopoli; 670: espansione nel nord Africa; 680: Massacro a Karbala di Hussein, figlio di ‘Alì. Tra il 711 ed il 713 conquista della Spagna. In Francia nel 720, conquistata di Narbonne, nel 725 tocca a Carcassonne, nel 735 Arles, nel 737 Avignone. In Italia, già nel 650 l’onda musulmana si abbatte per la prima volta sulla Sicilia. Nell’806 viene conquistata Pantelleria, i monaci che vi si trovarono vengono venduti come schiavi (poi riscattati da Carlo Magno); nell’810 è la volta della Sardegna: nell’8l2, vengono saccheggiate Lampedusa, Ponza ed Ischia; nell’831 è presa Palermo; nell’838, Brindisi e Taranto; nell’840, Bari; nell’841, Ancona e la costa Dalmata; nell’843, Messina; nell’846 i musulmani entrano a Roma e distruggono le basiliche di S. Paolo e S. Pietro, il che indurrà ad edificare le mura leonine, che cinsero il Vaticano (Civitas Leonina, 848-852); nell’878, dopo una strenua ed eroica resistenza viene conquistata Siracusa; nell’883, Montecassino e l’abbazia vengono saccheggiate e distrutte.

Nel 732 i musulmani sono bloccati da Carlo Martello a Poitiers; intorno all’anno 1000 prime conversioni di capi dell’Africa nera; 1000- 1021 inasprimento delle misure contro i cristiani; 1061 -1092 gli arabi lasciano la Sicilia, conquistata dai Normanni; 1453 i turchi ottomani conquistano Costantinopoli; 1492 gli arabi perdono Granada; XVI sec. distruzione dell’ultimo Stato nubiano cristiano; 1506 jihad dell’imam al-Ghazali contro i cristiani d’Etiopia; 1526 gli ottomani conquistano l’Ungheria; 1529 assedio di Vienna da parte degli ottomani; 1571 sconfitta della flotta ottomana nella battaglia di Lepanto. L’assedio di Vienna, nel 1683, che segnò la disfatta dei Turchi. Le incursioni saracene in Italia sono continuate fino all’inizio del 1900. Gli abitanti delle coste, se non massacrati, venivano rapiti e venduti nei mercati musulmani degli schiavi. 1930, scoperta del petrolio nei paesi arabi; Nel 1947 dopo 17 anni di guerre, i musulmani dell’India creano lo stato del Pakistan; negli anni ’70 inizia il terrorismo globale e migrazione.

§§§

A questo ci permettiamo di aggiungere l’Hadith 14 della raccolta di AnNawawii, che ha come fonte due raccolte eccellenti, Bukhari e Muslim, che recita: “Il messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui) disse: “Non è permesso versare il sangue di un musulmano se non in tre casi: una persona sposata che commette adulterio, una vita per una vita, e chi abbandona la sua religione e si separa dalla ‘Umma, la comunità dei credenti”.

Gli hadith hanno un’importanza grandissima nella vita dell’islam. Anche se non vengono considerati al pari del Corano parola increata di Allah, costituiscono un modello da seguire per ogni musulmano. Anche per questo motivo – vedi il terzo esempio – la conversione dall’islam ad altre fedi è una vicenda spesso drammatica. Anche nel mondo occidentale, anche in Italia, chi si converte dall’islam è costretto a farlo di nascosto, spesso per timore per la sua vita.

§§§




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

54 commenti

  • Pierpaolo o.f.s. ha detto:

    Il grano e la zizzania continueranno a crescere insieme, fino al “ritorno” di Gesù Cristo : su questo, diamoci per vinti.

    Non possiamo però rispondere con odio e violenza (neanche verbale) all’odio e alla violenza dell’Islam o di chiunque altro, fatta salva la legittima difesa dei propri cari. Non possiamo tradire ed offendere il Signore Gesù ed il Suo Vangelo, se ci crediamo veramente….o no ?

    Si risponde con lo stile di vita coerente con la Fede che si professa con la bocca, con lo sforzo di entrare per la “porta stretta”, con il buon esempio e con argomenti che scaturiscono dallo studio, dalla formazione e dall’analisi critica dei fatti oggettivi: è sul campo della cultura e del conoscere che si combattono le battaglie, oggi come oggi – sic ! – e ci toccherà dimostrare come a dei bambini ciucci e presuntuosi, che l’erba è verde in primavera……..pazienza !
    La verità risplende da se stessa e si difende benissimo da sola, solo che va proferita, almeno una volta.

    E’ inutile “bisticciare” fra di noi, sia tra cristiani sia cristiani cattolici : questo è il momento di fare squadra e “quadrato”, sempre ed in ogni caso con “chi non è contro di noi….” . Bisticciare fra di noi non dovrebbe mai più succedere, da questi tempi in poi in avanti.

    Chi non è informato sulla Dottrina/Magistero della Chiesa e/o sulla Storia o dibatte con argomenti “per sentito dire” o altro, si informi al più presto col Catechismo in mano: perchè è facilissimo, ma lo è sempre stato, distinguere il bene dal male. Stop.

    Bene fa, quindi, il dott. Tosatti, a scrivere ogni tanto dei pro memoria, e con questo intervento, lo ringrazio.

    • mikahel369 ha detto:

      Le sue, almeno nella prima parte, sono parole giuste e dignitose. Seguire l’esempio è da buon cristiani, questo va fatto.
      Per il resto, scusi la mia presunzione, lei è nella mia stessa posizione prima di conoscere direttamente l’islam.
      Ricordi che anche inveire ingiustamente contro qualcuno non è da buon cristiano, e sinceramente farlo soltanto per sentito dire è decisamente sbagliato.
      Voglio citarle un caso noto in Italia e contemporaneo; attualmente nei tg dicono sempre che c’è l’invasione degli “islamisti” (che poi si dice musulmani) come profughi che arrivano dal nord Africa, ma se andiamo a vedere le statistiche la maggior parte di questi sono cristiani. Ora se questo non lo dicono, ma dicono i contrario, secondo lei è per ignoranza o per far scontrare le due massime religioni mondiali?
      Chi è che ha sempre avuto in odio la fede, che ha ammazzato profeti e sostituito lo spirito alla materialità, che ha riscritto i libri sacri? Forse i musulmani? Non ragionate dunque?

      • Pierpaolo o.f.s. ha detto:

        Lei ha risposto al mio intervento e mi dispiace lasciare, come dire, un sospeso.

        Ci sono questioni molto grandi e articolate, alcune veramente che ci sovrastano, e per rispondere, sia nel web che nella vita reale, occorre tanto tempo, sia per l’analisi sia per argomentare….. ma soprattutto ci manca una visione di insieme che, francamente e non si offenda, nessuno di noi ha : nè io nè lei…e su questo mi trova d’accordo sulla presunzione, e cioè che facilmente si può “presumere” di avere una visione buona e giusta, “di aver capito tutto”, quando quella c’è l’ha solamente Domine Iddio.

        Cosa rimane ?!?….il rispetto

        Daremo fiducia all’Islam quando dai minareti e dalle moschee sentiremo gridare a gran voce e di vero cuore “Pace, pace !…vogliamo Pace !” e soprattutto quando professare la propria Fede in santa pace e in libertà sarà un fatto reciproco, di reciprocità, sia negli stati che si dicono cristiani sia in quelli che si dicono musulmani.

        Per il resto legga la cronaca degli ultimi 1500 anni.

        Circa i cosìdetti “migranti” è un grande business : di criminali delinquenti che si approfittano dell’ignoranza e della creduloneria di povera gente, trasformandola in viaggiatori irregolari e clandestini, in costante stato di pericolo di vita.

        Pagare dai 2000 ai 10.000 dollari a trafficanti/avventurieri/criminali/farabutti per venire in Italia/Europa è da capre/idioti/ignoranti : basta andare in una qualsiasi Ambasciata UE e con meno di 200 euro hai un passaporto ed un visto regolare (che può essere di 3/6/12 mesi) e viaggi con un regolare biglietto aereo che dal posto più lontano NON supera mai gli 800 euro : arrivi sano, salvo e benvenuto.

        La saluto in Cristo Gesù Nostro Signore, buona domenica 🙂

        • mikahel369 ha detto:

          La cronaca degli ultimi 1500 anni circa vede quasi 900 anni di impero Ottomano, dove le popolazioni conquistate che professavano religioni cosidette del “libro” (ovvero la Bibbia) erano non solo tollerate ma difese. Se però legge i libri di storia scritti da luride mani non troverà che bugie su bugie ed omissioni.
          Dai minareti cosa pensa che gridano? Solo la chiamata verso la preghiera verso Dio/Allah. Cosa è più pacifico di ciò?

          I migranti dono cosa di Soros e Debenedetti, chidda a loro in cosa credono! Inizia per ‘S’ e non è un santo, anzi. 😀

          La saluto anch’io in Gesù (pace su lui) nostro profeta ed in suo fratello Ahmed psl (Mohammed pace su lui), profeti tra i più vicini a Dio.

  • mikahel369 ha detto:

    “Anche nel mondo occidentale, anche in Italia, chi si converte dall’islam è costretto a farlo di nascosto, spesso per timore per la sua vita.”
    Testimonianze, esempio, fatti concreti?
    Ne risponderai all’Altissimmo!

    • wp_7512482 ha detto:

      Il caso più eclatante è quello di Magdi Allam. Negli anni passati sono usciti libri e testimonianze in questo campo. Si informi, se è interessato.

      • mikahel369 ha detto:

        Le farebbe piacere se citassi contro il cristianesimo un personaggio di dubbia cultura ed apertamente cristianofobo?
        Magdi Allam avrà avuto i suoi problemi, come una mia conoscente Italianissima ne ha avuti con i genitori che alla fine l’hanno diseredata per non essersi associata assieme a loro ad una setta cristiana. Tutta qui la sua scienza in proposito?
        È ovvio che nei paesi islamici, dove la religione si ottiene per nascita, vi possano essere persone culturalmente incapaci di comprendere ed attuare la religione nel modo migliore, se poi ci mettiamo che il movimento Wahabita e Salafita (nemici dell’islam e amici del giudaismo) da decenni oramai stanno disseminando i loro imam (preti) nelle moschee di tutto il mondo (come hanno, fatto i giudei con il cattolicesimo, si legga Bella Dodd) allora potrà capire che non è colpa della religione in se per se, ma di malfattori fanatici satanisti.

        • wp_7512482 ha detto:

          La prego di documentarsi. Come le ho detto esiste una letteratura molto ampia sull’argomento.

        • Agostino Nobile ha detto:

          MIKAHEL369. Come fa a dire che non è colpa dell’islam?Ma lei ha letto questo berve Memorandun sull’Islam?

          • mikahel369 ha detto:

            Forse perché lo conosco e pratico?! Ascolti, come ho scritto il punto non è la religione, che di fatto è la continuazione dell’ebraismo che poi è la matrice del cristianesimo, ma è evidentemente chi la interpreta o ne fa uso improprio.
            Non saranno dei singoli casi a costituire la direzione di una religione, ne la minoranza (se pur ben appoggiata da petrodollari) di Wahabiti sauditi che tenta di corromperla dall’interno. Cosa allora dovremmo dire dei cattolici, che sono tutti pedofili perché è pieno di casi di prelati che lo sono?
            Non vaneggiamo e soprattutto non facciamoci prendere in giro dai padroni del discorso satanisti anticristici.
            Se vuole sapere, si documenti da solo, molta della letteratura islamica in Italia è redatta dai giudei.

          • EquesFidus ha detto:

            Ecco, anche un po’ di antisemitismo che non guasta, giusto per rimarcare cosa non piace ai maomettani.

    • EquesFidus ha detto:

      La minaccia, propria dell’Islam, unita ai deliri del tipo che l’ebraismo avrebbe diffuso il cattolicesimo, squalificano a priori questo individuo e tutti i suoi vaneggiamenti da astioso maomettano. Comunque sia si’, in Occidente molti cristiani convertitesi dall’ Islam sono costretti al silenzio, pena la morte (altro che diseredamento!) o i soprusi dai loro ex correligionari (meglio ex carcerieri).

  • Nicola Buono ha detto:

    A proposito di Islam, parla uno dei più grandi ed importanti teologi dell’Islam………..

    http://www.rinocammilleri.com/2016/05/ghazali/

  • deutero.amedeo ha detto:

    Il Papa non riceve e non ascolta i cattolici tradizionalisti che hanno dubbi da risolvere ma in compenso riceve i protestanti della Salvation army e li ringrazia. Non chiedetevi come faccio a saperlo nonostante continui il blackout vaticano nella mia amata Foresta Orobica. Il fatto è che io so chi sono loro ma loro non sanno chi sono io.
    Il prossimo sinodo si svolgerà al Policlinico Gemelli presieduto da uno specialista neuropsicoterapeuta, con relatori il responsabile del laboratorio di Risonanza Magnetica, il responsabile di Oncologia cerebrale, il responsabile di Neurochirurgia cerebrale e il responsabile del reparto di Riabilitazione. Poi al termine del sinodo la Chiesa eleggerà un nuovo Papa.
    Scusatemi oggi è un venerdì nero e sono completamente fuori di testa.

    • ester ha detto:

      Non credo che tu possa essere sicuro che loro non sappiano chi tu sia effettivamente. Hanno a disposizione validissimi hacker, se è per questo. E possono esistere dei giovani, magari ingegneri, magari parenti di qualche prelato illustre, che considerano un meraviglioso divertimento introdursi nei dispositivi degli altri, sentendosi, loro sì, al sicuro da ogni forma di prevaricazione.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Sapere per esempio che wp_7512482 corrisponde a Marco Tosatti non significa sapere chi è Marco Tosatti. Quindi anche se hanno il mio IP non sanno assolutamente chi in realtà sia io. Niente di speciale, per l’amor di Dio però io le tecniche digitali le conosco da quando i computer si programmavano in linguaggio macchina e il Basic e Windows erano al di là da venire. I giovani ingegneri? per carità lasciamoli perdere.

    • luca antonio ha detto:

      tranquillo Amedeo, la cosa che più terrorizza i prepotenti è la risata sarcastica di coloro che non la bevono più , l’unica sorveglianza da usare è che non si trasformi in amarezza. Qualora dovesse accadere, il rosario è il farmaco perfetto .
      saluti.

  • Andrea ha detto:

    Non sono teologo nè gran studioso di concili… certamente però dopo il cvll è iniziata una lenta demolizione della fede cattolica… so che GPll organizzò il concilio di Assisi ma non sapevo che avesse baciato il Corano. Anche i più grandi santi possono commettere qualche passo falso. Io resto comunque ancorato al pensiero di San Francesco d’Assisi: era infinitamente umile e gentile ma anche totalmente fermo e glaciale sulla fede. Di certo non incontrò il sultano per baciare il Corano. In veritá qualsiasi gesto dal più piccolo al più grande che “per rispetto del mondo” va ad intorpidite il Verbo è segno solo di una cosa: che non si crede fino in fondo. Perchè se si crede fino in fondo in Cristo si riconoscono i comandamenti. Non c’è salvezza al di fuori di Gesù e l’unico vero gesto d’amore e di rispetto verso il prossimo è offrirgli quest’unica veritá, sta poi all’altro accettarla o meno. Ogni volta salta fuori questa scusa della pace, della tolleranza, del dialogo… umanesimo, umanesimo, umanesimo. C’è una sola pace, quella che ci dà Gesù. Un solo dialogo, quello che porta a Lui. Una sola forma di tolleranza cristiana: il perdono, non il rispetto che diventa facilmente approvazione e che lascia il peccatore giustificato senza conversione. Il nostro Dio, padre, figlio e spirito Santo, non è partecipe dell’esistenza come ogni tanto qualcuno cerca di fare passare. Gesù non fa a gara con altri dei per vedere chi è più buono. Gesù è la fonte della bontá. Il bene nasce da Dio e non il contrario. E tutto ciò che non viene da Lui non è nella veritá. Che molti non credenti non comprendano o non vogliano comprendere questo è prevedibile. Ma vedere oggi anche tanti religiosi che stanno trasformando Gesù come partecipante insieme a tutti gli altri a qualcosa di più grande è semplicemente disgustoso oltre che eretico e mortalmente peccaminoso. E i frutti lì stiamo vedendo. Si tengano il relativismo, la religione universale, le filosofie senza capo nè coda. Si tengano l’amore indipendente da Cristo, si accorgeranno quando sarà troppo tardi di cosa hanno realmente seguito.

    • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

      Bravo Andrea, Lei ha toccato un punto cruciale. Decenni di pedagogia religiosa fondata sull” esperienza”e sul sentimento, hanno reso assai difficile, a diverse generazioni di battezzati, il riconoscere in Gesu’ di Nazareth, Colui “per mezzo del Quale tutte le cose sono state create….”, Colui che e’ Signore, in Cielo e in Terra, e soprattutto Colui che verra’ a giudicare (giudicare !?) i vivi e i morti….No, presi dall’ angoscia dell’ Annuncio, abbiamo, non proclamato, ma “proposto” ; abbiamo avuto il pudore della Verita’, come se fosse una nostra conquista.
      Detto tutto cio’, comunque, e parlo a me stesso, se avessimo testimoniato con personale santita’, quella Verita’ non sarebbe stata obliata cosi’ facilmente. Bisogna esser santi, anche contro le menzogne; denunciarle non basta piu’.

    • luca antonio ha detto:

      Bravo Andrea, “fermo e glaciale sulla fede” .
      Questi imbecilli, per dirla con Bernanos, hanno pensato di fare del bene dimenticando la difesa della Verità e ignorando quanto raccomandato dall’ultimo vero Papa, Pio XII, che – l’ho già riferito ma lo ripeto perchè mi sembrano parole troppo importanti – ai cardinali :
      “…la misericordia deve comunque trovare il suo limite invalicabile nella Verità che va difesa ad ogni costo, senza paura e senza nessun rispetto umano…”

  • deutero.amedeo ha detto:

    @GIOBRUN
    Tanto per farti contento ti comunico che in tutti i 73 libri della “nostra” Bibbia, l’ordine di Dio di uccidere –ucciderai– c’è una volta sola in Levitico 20:
    –[16] Se una donna si accosta a una bestia per lordarsi con essa, ucciderai la donna e la bestia; tutte e due dovranno essere messe a morte; il loro sangue ricadrà su di loro.

    Poi ci sono altri versetti in cui uccidere è sostituito da “mettere a morte” ma sempre la vittima è l’ebreo peccatore come la donna di cui sopra, mai il non credente.

    • suggerimento ha detto:

      Sì certo, vallo a dire ai Cananei.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Ma i cananei sono veramente esistiti?

      • deutero.amedeo ha detto:

        E comunque, anche se sono esisstiti non è Dio che ha ordinato di sterminarli ma sono gli ebrei che hanno chiesto a Dio di metterli nelle loro mani.

        [2] Allora Israele fece un voto al Signore e disse: “Se tu mi metti nelle mani questo popolo, le loro città saranno da me votate allo sterminio”.

        [3] Il Signore ascoltò la voce di Israele e gli mise nelle mani i Cananei; Israele votò allo sterminio i Cananei e le loro città e quel luogo fu chiamato Corma.
        (Num 21, 2-3)
        Non fu Dio ad ordinarne lo sterminio, anche se lo permise per amore del suo popolo.

  • marco ha detto:

    La realtà è che chi parla di islam non ha mai letto almeno tutto il corano. E non conosce la storia.Non sa quali siano i testi adottati,ad esempio,da Al Azhar,nonostante il suo imam faccia dichiarazioni e partecipi agli abbracci. Del resto basta conoscere la situazione dei Copti in Egitto.O dei cristiani in generale in Medio Oriente dove stanno scomparendo. Si è arrivati alla faccia di bronzo di Obama,che fece derivare il solito mantra dell’ islam religione di pace dal nome,a suo dire derivato da salam.Salam vuol dire pace ed è il saluto convenzionale degli islamici. Islam vuol dire sottomissione.E chi parla di Bibbia dovrebbe almeno sapere che sia gli ebrei che i cristiani l’hanno interpretata. Chi lapida più?E si potrebbe continuare. Per gli islamici questo è impossibile visto che ogni parola è dettata da dio e quindi eterna ed immutabile.aMaometto,lasciamo stare Dio che con il corano ha nulla a che vedere,ha detto:se sei davanti ad un infedele in stato di inferiorità sorridigli ma in cuor tuo maledicilo. E in occidente,ormai scristianizzato,si plaude all’islam politico. Diretta emanazione dei fratelli musulmani.Ed abbiamo l’islamofobia.Mica la cristianofobia. Nonostante che nessun cristiano ammazzi un islamico per la sua religione,averne paura è sacrosanto,mentre cristiani ammazzati è fatto quotidiano.

    • zuzzurellone ha detto:

      Sul blog chiesa e postconcilio è iniziata in data odierna un’interessante discussione sui contenuti della commissione Segre-Cirinnà , commissione che si impegna a livello nazionale contro l’odio in tutte le sue forme.
      Tra le forme di incitamento all’odio razziale si cita espressamente anche l’antislamismo, mentre non si parla di anticristianesimo, mentre , nel mondo, migliaia di cristiani vengono perseguitati e uccisi ogni giorno e le Chiese violate e vandalizzate sono cronaca quotidiana.

      • EquesFidus ha detto:

        Che la Commissione Segre si tratti del vergognoso tentativo di una precisa parte politica di rimanere in sella è sotto gli occhi di tutti. Sin dal secondo Dopoguerra, la politica italiana è sempre stata in mano alla sinistra, fosse essa storica (liberali) o rivoluzionaria (socialisti-comunisti), non senza scambi tra le parti. Ora, dopo settant’anni la maledetta egemonia gramsciana sembra volgere al termine: il clima di tasse folli, prostrazione a potenze straniere, abolizione dei confini e del diritto nella sua accezione classica, incoraggiamento alla criminalità ed a folli ideologie para-religiose (di cui l’Islam è una tra le tante), irreligiosità diffusa e deliranti “nuovi diritti” hanno creato una situazione talmente insopportabile che sempre più italiani, desiderosi solo del ripristino della normalità, votano a destra. I fatti dell’Umbria, con liberali giacobini e liberal-comunisti (si badi bene che non c’è contraddizione nei termini, giacché PD e simili sono liberali nei modi e nella politica economica ma comunisti in tutto il resto, odio verso il cattolicesimo incluso) che, per quanto abbiano tentato di minimizzare la disfatta, non hanno potuto fare a meno di guardare paralizzati dall’orrore una regione da cinquant’anni comunista volgersi a destra – e non alla pseudo-destra liberale, cioè sinistra moderata, alla Berlusconi (che, obtorto collo, deve giocoforza piegarsi a destra sempre più dall’originale socialismo e dal secondario liberalismo, visti gli alleati), innocua e perversa, ma ad una destra che comincia ad essere veramente tale. Che fare quindi, sapendo che l’Emilia Romagna potrebbe rivelarsi una perdita catastrofica, con le nuove leggi regonali-bavaglio pro-gay e lo stesso governo a rischio nell’immediato futuro? Semplice: fare quello che a tutti i sinistri, di qualsiasi corrente siano, è sempre riuscito fare meglio, cioè in nome della libertà perseguitare gli oppositori, in questo caso col pretesto dell’antisemitismo. La creazione di categorie protette e la pubblica gogna sarà usata per mettere in galera, o quantomeno imbavagliare, i leader della destra ed i loro sostenitori, depotenziandone il messaggio sul nascere e stroncando una marea montante che sta (o meglio, stava) per abbattersi sullo status quo gramsciano: basterà sostenere l’amor patrio, l’orgoglio per la propria patria, la necessità di sostenere anzitutto i cittadini italiani (strangolati da tasse e balzelli imposti da governi gabellieri e potenze straniere che mirano a tenerci in uno stato d’inferiorità),la superiorità e la verità del cattolicesimo rispetto alle altre false religioni per esprimere dei concetti punibili per legge. I primi intolleranti sono la cricca al potere, mettiamocelo in testa: è stata creata una finta emergenza con una sopravvissuta alla Shoah (e quindi va da sé intoccabile ed incriticabile), per poter distruggere sul nascere un movimento sostenuto a furor di popolo che ha vinto e continua a vincere, in continua crescita ed espansione. Se da una parte questo è un bene, perché vuol dire che questa gente ha talmente tanta paura di andare a casa nel breve termine e di venire chiamata a rispondere dei suoi crimini nel lungo (come Renzi, che ammise di avere fatto l’interesse della UE ma non dell’Italia), dall’altra mi spaventano le loro relazioni sconclusionate nel breve termine per evitare ciò, col rischio di finire in galera per le mie opinioni legittime. Critichi il totalitarismo islamico? In galera. Critichi lo Stato d’Israele? In galera. Critichi i gay ed i “nuovi diritti”? In galera, e così via. Si badi che non parlo di insulti, ma di chiamare le cose col loro nome e di reagire con veemenza ad un sistema di pensiero soffocante e, piaccia o meno a lorsignori, morente; il che non significa essere fascisti (altro maledetto prodotto del socialismo, ma questi se ne dimenticano sempre), ma essere liberi di perseguire il bene e combattere il male.

  • Milli ha detto:

    Giovanni Paolo II baciò il Corano per mostrare rispetto, ma l’imam fece altrettanto con il crocifisso? Ovviamente no. Ma il rispetto deve essere reciproco, altrimenti è sottomissione.

    • marco ha detto:

      Baciare il corano un atto di rispetto??? Ma per favore. Ovvio che non ci sia mai stato un bacio del Crocifisso da parte di un islamico. Tanto rispetto che lo si negò.Ma c’erano le foto.E fu rispetto anche pregare con gli animisti in Africa?

      • Dafne ha detto:

        In realtà pare sia dubbio che Giovanni Paolo II abbia baciato il corano: anni fa ho letto un articolo documentato e credibile che citava i testimoni dell’evento, mi pare sostenessero che il libro non era quello ma uno cristiano, la foto era stata “tagliata” ad arte. Purtroppo vado a memoria e non ricordo altro ma credo che volendo il testo sia reperibile in rete.

    • GMZ ha detto:

      Quindi, cara Milli, non c’era nessun altro modo – magari meno eclatante, meno equivoco – di manifestare rispetto per il Corano?
      Credo proprio che Giovanni Paolo II in quell’occasione abbia toppato alla grande, così come toppò a mettersi a disposizione per la carnevalata di Assisi.

  • giobrun ha detto:

    Per essere obiettivi bisogna adesso trovare studiosi che ci facciano conoscere tutte le frasi terribili della nostra Bibbia (del periodo delle Crociate e di alcuni Papi) simili a molte frasi del Corano.
    Molti di noi cattolici abbiamo superato l’odio e la violenza,
    e fa bene Papa Francesco a contribuire a far emergere i tanti musulmani che sono convinti della necessità del dialogo,della fraternità e della pace.

    • wp_7512482 ha detto:

      Quello che purtroppo molti – cattolici e non – non capiscono è che le frasi terribili dell’Antico Testamento non sono vincolanti, non sono modello di comportamento, non sono non interpretabili o non soggette a un esame di applicabilità. A differenza del Corano, parola increata di Dio, e gli Hadith, esempio e modello da seguire fedelmente da parte dei musulmani. Questo è il problema. Per questo ogni dialogo parte inficiato alle basi, se manca la volontà, da parte dei seguaci dell’islam, di sottoporre a esame critico i loro testi fondanti. Se non si capisce questo punto non si è capito nulla del problema.

      • Rafael Brotero ha detto:

        Tutta la teologia islamica gira intorno all’interpretazione del Corano, come leggere ogni riga, ogni parola del testo sacro, simbolicamente, razionalisticamente, storicamente, tradizionalmente, allegoricamente.

    • Milli ha detto:

      E comunque noi siamo cristiani e il nostro modello di comportamento sono i Vangeli.

    • emma ha detto:

      beh, a uno che si firma GiordanoBruno, su mandato di Spadaro, che si può rispondere ? La prego , ce li ricordi lei , solo i più importanti , avvenimenti e scritti riprovevoli . Parta pure dalle Crociate , ma studi bene le fonti, prima per non fare un’altra brutta figura e finire, virtualmente , come è finito quel folle di Giordano Bruno , così caro ai suoi amichetti di loggia.

    • igino ha detto:

      Caro GiordanoBruno, fa bene a scrivere :-Molti di noi cattolici abbiamo superato l’odio e la violenza, – Infatti NON TUTTI ci sono riusciti. Per esempio Bergoglio ,

      • deutero.amedeo ha detto:

        Che un chierico o un laico cattolico dica asinate sul Corano è più che ammissibile, perchè i cattolici non sono tenuti a leggere il Corano. Ma che dica e scriva asinate sulla “nostra Bibbia” è molto grave.

    • Agostino Nobile ha detto:

      Giobrun. Non penso che lei sia obiettivo. Al contrario si scontra con l’aspetto più elementare della razionalità. A parte il fatto che il suo commento sulle crociate rileva una certa ignoranza storica, il mio Memorandum sull’islam riporta la dottrina (causa) e le sue conseguenze storiche (fatti). La Bibbia è costituita da 72 libri che vanno interpretati e contestualizzati storicamente. Il Corano – inviato da Allah attraverso l’Arcangelo Gabriele – per i musulmani deve essere accolto letteralmente. Detto questo, quando parla di papi peccatori sembra non rendersi conto che sta parlando di uomini e non di dottrina. A meno che non voglia considerare i battezzati Hitler e Stalin come due cristiani fedeli ai vangeli. Non me ne voglia, non vorrei deluderla, ma coerentemente con il suo pensiero anticattolico non poteva che menzionare Bergoglio come esempio di cattolicità.

  • Adriana ha detto:

    I Papi baciano il Corano e anche la bocca dell’Imam che pronuncia le sentenze
    del libro Increato…e gli abbracci continuano . Ora a Trento ,
    ” Locus sociologico ” per eccellenza , si svolge un incontro :
    http://www./ilgiornale.it/news/cronache/trento-diocesi-incontra-limam-dialogare-lislam-1781125.html
    Imam che aveva precedentemente ospitato due baldi guerrieri dell’Isis . Ma che fa ? Da quando il Vaticano ne è rimasto senza :
    ” Religione cercasi – disperatamente – “.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Curioso che la critica “cattolica” all’Islam si faccia da un punto di vista nettamente massonico/bergogliano: i musulmani sono rigidi, senza dialogo, credono che non si può salvare al di fuori dell’Islam, omofobi, antisemiti, sessisti ecc. ecc. È lo stesso che dice Berggy dei cattolici.
    Curioso anche che a quasi tutte le citazioni del Corano riportate si può assimilare un testo biblico ispirato.
    Veramente curioso, perché tra l’architetto bergogliano e il Dio cattolico la relazione è di contraddizione assoluta.

  • emma ha detto:

    ben ricorda Nobile che le Mura Leonine vennero erette per difendersi dai Musulmani. Secondo me il messaggio di Bergoglio di voler abbattere muri , si riferisce alle mura che difendono il Vaticano. Peraltro, io sempre penso che oggi un vero musulmano li dentro per entrare pretenderebbe una purificazione totale …

  • Maria Grazia ha detto:

    Al grido di “Allah o spada” nel passato i musulmani avevano conquistato buona parte dell’Europa, ai nostri tempi hanno adottato una strategia più subdola: l’arrivo coi barconi.
    Anni fa la moglie italiana di un imam, espulso per favoreggiamento del terrorismo, aveva gridato: “Vi conquisteremo mettendo al mondo più figli di voi!”
    A Cento, alcuni anni fa, un musulmano ortodosso, intervistato, aveva dichiarato che la loro priorità era poter ottenere la cittadinanza italiana in quanto solo così, attraverso il voto di tutti gli islamici presenti in Italia, avrebbero potuto introdurre musulmani alla guida del nostro Paese e quindi, una volta ottenuta la maggioranza, rendere obbligatorie le leggi coraniche in Italia.
    Oriana Fallaci, che per ragioni di lavoro, aveva vissuto per molto tempo in diverse nazioni islamiche, ci aveva avvertito in maniera accorata delle intenzioni non pacifiche delle migrazioni musulmane in Occidente, Magdi Allam, ex musulmano, ci ha sempre messo in guardia sulle vere intenzioni della presenza islamica in Italia.
    Nel suo ultimo libro “Stop Islam” ci informa come Bergoglio con il suo invito all’immigrazione indistinta stia preparando la trasformazione della Basilica di San Pietro in Moschea.
    A questo proposito, allego l’articolo
    http://blog.ilgiornale.it/franza/2019/05/02/stop-islam-il-libro-di-magdi-cristiano-allam-un-vangelo-per-il-nostro-tempo-e-il-grido-dallerta-di-un-intellettuale-ex-musulmano-e-ora-cristiano/

    • Januensis ha detto:

      E’ curioso : avevo acquistato , tempo fa, un’altro libro di Magdi Cristiano Allam dal titolo SIAMO IN GUERRA. Era stato pubblicato nella Biblioteca della libertà edita dal Giornale : ovvero la sua diffusione era passata tramite le edicole. Ma di quest’ultima pubblicazione non avevo saputo nulla, assolutamente nulla. Data la meritata fama dell’autore, non sarà scattata anche nei suoi confronti una qual specie di censura preventiva ? del tipo di quella di cui si lamentava Padre Antonio Livi, ad esempio ?

      • Maria Grazia ha detto:

        @ JANUENSIS – Non so. So solo che è minacciato di morte dai Musulmani perchè ha lasciato la religione islamica e vive sotto scorta. Da alcuni anni ha abbandonato di professare la religione cattolica perchè scandalizzato dall’apertura all’islamismo da parte di Bergoglio nonostante nutra un grande amore e stima per Gesù Cristo.

  • creazionista ha detto:

    Vorrei anche consigliare

    Spencer- Guida (politicamente scorretta) all’Islam e alle crociate- Lindau 2008- isbn 978-88-7180-722-5

    e più in generale

    Stark- La vittoria dell’Occidente. La negletta storia del trionfo della modernità- Lindau 2014- isbn 978-88-6708-305-3

    e

    Del Valle- Il complesso occidentale- Edizioni Paesi

  • GMZ ha detto:

    Ogni volta che mi imbatto in simili florilegi, mi chiedo come sia possibile che un Papa possa arrivare a baciare il Corano. Il rispetto per le altrui convinzioni necessita di manifestazioni tanto eclatanti?
    Non stupiamoci, poi, se un altro Papa si spinge a dire che l’islam è stato voluto da Dio: dopo Nostra Aetate, una delle perle del Vativano II, tutto ciò non solo è possibile ma naturalmente conseguente.

    • emma ha detto:

      amico mio, per capire Bergoglio lei dovrebbe esser riuscito prima a capire Kasper , per capire il quale si dobrebbe studiare ,da una parte – teologica- Rahner , De Lubac, De Chardin e da’ltra parte – filosofica- Heidegger , egel , Kant, Cartesio…
      In pratica , per capire Bergoglio NON si devolo capire i Vangeli , la rivelazione è nel pensiero filosofico gnostico.

Lascia un commento