PEZZO GROSSO, SALVINI, REPUBBLICA E LA REDUCTIO AD MUSSOLINUM…

4 Novembre 2019 Pubblicato da 32 Commenti --

 

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, la giornata è quasi finita, lo so, ma Pezzo Grosso ha interrotto il silenzio che durava ormai da parecchio tempo per mandarci una riflessione sul giornalismo di Repubblica. Un quotidiano, lo dobbiamo confessare, che scorriamo con grande velocità, così come scorriamo rapidamente quella che ne è diventata un’imitazione in tono minore, La Stampa. Che però si occupa molto di più di animali di Repubblica; il che è sicuramente positivo. Il mio stupore è come ancora la maggior parte dei quotidiani trovi chi li compra, e alcuni quotidiani in particolare, visto il grado di faziosità e affidabilità…ma lasciamo stare questo discorso triste, e ridiamo delle scoperte di Pezzo Grosso. 

§§§

Caro Tosatti, ho il timore che possa esserle  sfuggita una piccola perla su Repubblica di oggi. Non condividerla con i sui lettori sarebbe egoismo, mancanza di misericordia, ma soprattutto  di solidarietà intellettuale informativa.

Così vi fornisco subito la “perla”. A pag.10 di Repubblica dicevo, c’è un articoletto di un terzo di colonna che titola: <Il Papa benedice …>. Oddio! Il Papa benedice? Finalmente! No, il titolo prosegue così: Il Papa benedice l’intesa sui braccianti del ghetto di Foggia.

In realtà il Papa si limita a ringraziare il comune e la diocesi di San Severo per aver consentito alle Parrocchie di dare domiciliazione ai senza dimora, migranti e non, per aiutarli ad ottenere i documenti di identità e residenza utili a lavorare regolarmente e non farsi sfruttare.

A questo servono ormai le parrocchie cari miei. Ormai solo a questo. Vabbè, andiamo avanti, che magari ci facciamo quattro risate con un pezzo antisalvini, al peperoncino gesuitico di Antonio Spadaro.

Sempre su Repubblica a pag. 24, trovo un articolo di Luca Bottura: <Quello che Salvini non dice>. Sempre, Oddio!, cosa sarà mai ciò che Salvini non dice? Parla fin troppo! Ma più che un articolo, si tratta di una vera lezione di lirica giornalistica, tipica di Repubblica quando si accanisce su qualche prescelto.

Sentite che dice di Salvini: < Pesca nella retorica da bivacco di manipoli>.

Ah! bellissimo! Probabilmente voleva riferirsi alla retorica autoritaria mussoliniana del cosiddetto “discorso del bivacco”, declamato da Mussolini nel 1922, lo ricordo: “Potevo fare di quest’aula sorda e grigia un bivacco di manipoli. Potevo sprangare il Parlamento e costruire un governo esclusivamente di fascisti. Potevo, ma non ho, in questo primo tempo, voluto”.

Invece il povero Salvini (riferendosi alla Commissione Segre) ha solo detto: <Se io sono fascista, omofobo, razzista, antisemita, lo è il 34%degli italiani…>.

L’articolista di Repubblica ama Salvini, lo ama come un fratello, come Caino amava Abele. Si capisce che vuole esaltarlo a tutti i costi da come ha iniziato il medesimo articolo dicendo che Salvini: “disprezza il popolo. Lo considera una pletora di minus habens cui rifilare una comunicazione da analfabeta. Fosse chic, sarebbe lui il vero radical chic. Invece sceglie il tinello fantozziano, cibo scadente, felpa sgualcita…”.

Alessandro Manzoni avrebbe certo voluto lui scrivere questo, riferendosi a don Rodrigo nei Promessi Sposi. Ma non poteva istruirsi leggendo Repubblica o i libri di Antonio Spadaro…Alessandro Manzoni leggeva invece ogni riga scritta da un altro Antonio, il Beato Antonio Rosmini. Il quale gli aveva fatto apprendere il ruolo della Divina Provvidenza. Quella cui sembra non affidarsi sufficientemente il nostro povero Salvini.

§§§




 

SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

32 commenti

  • Borghese pasciuto ha detto:

    Il vero dramma non è che Salvini, per qualcuno, assomiglia troppo a Mussolini, bensì che per altri (fra cui, forse, non pochi commentatori di questo reazionario blog) gli assomiglia troppo poco.

    • Milli ha detto:

      I sinistri la stanno menando con sto pericolo del ritorno fascista quando sono loro a censurare l’opinione altrui, sono loro a invocare l’eliminazione fisica di Salvini senza che nessuno batta ciglio. Da questo clima di odio qualche anno fa nacquero le Brigate Rosse, che eliminarono davvero fisicamente i loro presunti nemici. Ma questo non se lo ricorda nessuno.

    • Milli ha detto:

      Aggiungo inoltre che la sinistra una volta era detto il “partito dei lavoratori “. Adesso è solo il partito dei salotti chic che del popolo non gli frega più niente. È questo il vostro problema, non Salvini.

    • Iginio ha detto:

      Il vero dramma non è che Borghese Pasciuto, per qualcuno, assomigli troppo ai tromboni radical-chic, bensì che egli creda di non assomigliare loro abbastanza.

  • wisteria ha detto:

    Quests iniziativa della chiesa in Puglia sicuramente si diffonderà a macchia d’olio, come tutti gli errori. Oltre che centro sociale, la parrocchia diventa anche un sostituto dell’anagrafe. Quando si capirà il pericolo sarà troppo tardi. Mi sto rendendo conto che anche se sulle nostre coste non approdasse più nessuno, cosa impossibile, noi siamo ugualmente destinati a finire in minoranza rispetto ai nuovi arrivati, che si insediano, procreano, fanno arrivare familiari, ecc.e una volta regolarizzati non se ne vanno più. Sono una bomba demografica che nessuno osa disinnescare anche a causa di leggi dissennate che colpiscono non gli invasori, ma le vittime dell’invasione, non chi prevarica, ma chi è oppresso.

  • wisteria ha detto:

    Quests iniziativa della chiesa in Puglia sicuramente si diffonderà a macchia d’olio, come tutti gli errori. Oltre che centro sociale, la parrocchia diventa anche un sostituto dell’anagrafe. Quando si capirà il pericolo sarà troppo tardi. Mi sto rendendo conto che anche se sulle nostre coste non approdasse più nessuno, cosa impossibile, noi siamo ugualmente destinati a finire in minoranza rispetto ai nuovi arrivati, che si insediano, procreano, fanno arrivare familiari, ecc.e una volta regolarizzati non se ne vanno più. Sono una bomba demografica che nessuno osa disinnescare anche a causa di leggi dissennate che colpiscono non gli invasori, ma le vittime dell’invasione, non chi prevarica, ma chi è oppresso.

  • Adriana ha detto:

    L’operazione conclusa – e benedetta – a S . Severo di Foggia (terre natie del Presidente del Consiglio ) , dimostra l’ostinazione di Bergoglio che tira dritto dietro la sua ossessione : i migranti !
    Con un accordo con il Comune Bergoglio ” Ha rilasciato per i migranti il domicilio presso le Parrocchie cittadine concordando una VIA fittizia da trascrivere sui documenti di identità che saranno loro rilasciati . I migranti saranno residenti in VIA dell’ANGELO CUSTODE . ” ” Da ora i migranti potranno avere un lavoro , cure mediche e case .” Superati i Decreti Sicurezza . Dal Vaticano fanno sapere che questo è stato solo il primo passo da ripetere in tutti gli altri Comuni d’Italia . Lo Stato dove è finito ?

  • Carla ha detto:

    Ci sarebbe urgente bisogno di un pensatore come il Roveretano e Beato Antonio Rosmini!

  • Milli ha detto:

    Qui sono più avanti:
    https://www.google.com/amp/s/amp.mediaset.net/tgcom24/article/9869201
    Ne hanno accolti circa 200 e li fanno dormire in chiesa. Alcuni giornali parlano di persone che offrono cibo e quant’altro, ma..e i 35 euro / dì per migrante? Possibile che il buon parroco non ci abbia pensato, sono ca. 7.000 eurini al giorno…

  • Maria Cristina ha detto:

    Il quotidiano La Verota’ Intitola : Il car. Ruini ha messo il Re a nudo . Crisi isterica nella Chiesa”
    E’ proprio da crisi isterica il tenore dei commenti contro l parole del card. Ruini a cominciare dal tweet di Melloni che paragona Salvini a Hitler e quindi chi vuole dialogare con Salvini a chi voleva dialogare con Hitler, all’ intervento del vescovo Mogavero che dice tranciante che Salvini non e’ cristiano e che e’ fuori dal Vangelo.
    Verrebbe da chiedere a Mogavero ma quale Vangelo, quello di Gesu’ Cristo o quello riveduto e corretto politicamente dai gesuiti di sinistra alla Padre Spadaro? Sevil Vangelo e’ l’ immigrazionismo selvaggio , l’ ecologismo catastrofista, il cecare di radere al suolo ogni nazione e cultura a favore di un mettine potere indifferenziato, allora anche io e molti altri non crediamo in questo Vangelo.
    Prima hanno distorno è trasformato il vero messaggio cristiano, poi accusano di non essere cattolico chi non segue le loro aberarranti farneticazioni sull’ abbattere tutti i muri e sul fatto che Dio VUOLEtutte le diverse religioni , compresa quella della Pachamama de a della dfertilita’ incas.
    Il card. Ruini ha messo il dito nella piaga: questa Chiesa bergogliano non dialoga veramente, impone a tutti la sua versione distorta deformante della fede cattolica.

  • Nonsenepuopiù ha detto:

    Che dicano pure, che continuino a vomitare veleno da ogni pulpito e da ogni dove, che proseuino preti di ogni ordine e grado a inveire contro Salvini e a scandalizzarsi delle sue corone e delle sue medagliette. Gli rendono un grande favore: la gente lo ama di più. Da parte mia che non sono niente e che mi barcameno nella mia mediocrità: -Forza, Matteo!!!-

  • dalla LETTERA DI PAOLO AI GALATI ha detto:

    Mi meraviglio che da colui che vi ha chiamati mediante la grazia di Cristo passiate così presto ad un altro evangelo ,
    il quale non è un altro evangelo ; ma vi sono alcuni che vi turbano e vogliono pervertire l’evangelo di Cristo.
    Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi predicasse un evangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia maledetto.
    Come abbiamo già detto, ora lo dico di nuovo. Se qualcuno vi predica un evangelo diverso da quello che avete ricevuto , sia maledetto.
    Infatti, cerco io ora di cattivarmi l’approvazione degli uomini o quella di Dio ? Oppure cerco di piacere agli uomini ? Infatti, se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servo di Cristo.
    Ora, fratelli, vi faccio sapere che l’evangelo che è stato da me annunziato , non è secondo l’uomo,
    poichè io non l’ho ricevuto né imparato da nessun uomo , ma l’ho ricevuto per una rivelazione di Gesù Cristo.

  • Marco Matteucci ha detto:

    UNA NUOVA RELIGIONE MONDIALE È IN ARRIVO, IN NOME DI UN UNICO DIO COMUNE: IL POTERE DEL MONDO.

    Papa Francesco lancia un evento mondiale per il 14 maggio 2020 che avrà per tema: “Ricostruire il patto educativo globale” (leggi: Religione unica mondiale ndr), per ravvivare l’impegno per e con le giovani generazioni, per la cura della Casa comune nel contesto della sua enciclica “Laudato sì” (Vatican News, 12 setttembre 2019)

    «Allora uno dei sette angeli che hanno le sette coppe mi si avvicinò e parlò con me: “Vieni, ti farò vedere la condanna della grande prostituta che siede presso le grandi acque. Con lei si sono prostituiti i re della terra e gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione”.

    L’angelo mi trasportò in spirito nel deserto. Là vidi una donna seduta sopra una bestia scarlatta, coperta di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna. La donna era ammantata di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle, teneva in mano una coppa d’oro, colma degli abomini e delle immondezze della sua prostituzione. Sulla fronte aveva scritto un nome misterioso: “Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli abomini della terra”.

    E vidi che quella donna era ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù. Al vederla, fui preso da grande stupore. Ma l’angelo mi disse: “Perché ti meravigli? Io ti spiegherò il mistero della donna e della bestia che la porta, con sette teste e dieci corna.

    La bestia che hai visto era ma non è più, salirà dall’Abisso, ma per andare in perdizione. E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, ma riapparirà. Qui ci vuole una mente che abbia saggezza. Le sette teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna; e sono anche sette re. I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita, l’altro non è ancora venuto e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.

    Quanto alla bestia che era e non è più, è ad un tempo l’ottavo re e uno dei sette, ma va in perdizione. Le dieci corna che hai viste sono dieci re, i quali non hanno ancora ricevuto un regno, ma riceveranno potere regale, per un’ora soltanto insieme con la bestia. Questi hanno un unico intento: consegnare la loro forza e il loro potere alla bestia. Essi combatteranno contro l’Agnello, ma l’Agnello li vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli”.

    Poi l’angelo mi disse: “Le acque che hai viste, presso le quali siede la prostituta, simboleggiano popoli, moltitudini, genti e lingue. Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco. Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia, finché si realizzino le parole di Dio. La donna che hai vista simboleggia la città grande, che regna su tutti i re della terra”. » (Apocalisse 17, 1-18)

    • Marco Matteucci ha detto:

      EDUCAZIONE VS FEDE 13 A 0
      GESÙ CRISTO, DIO, MADONNA, ANGELI, SANTI, PARADISO, PENITENZA, PECCATO, CONVERSIONE:NON PERVENUTE

  • Adriana ha detto:

    ” Domiciliazione ai senza dimora “che significa , se non sbaglio , agevolare la cittadinanza ai clandestini .
    Almeno avesse scritto ” minus habentes ” , visto che si riferiva a un plurale : ma alla terza declinazione ” casca l’asino ” – si usava dire -,
    quando nella scuola non si era fiocchi di neve , buonisti , accoglientisti , vittimisti .

  • Luca Antonio ha detto:

    Fa piacere constatare da pezzo grosso – io personalmente non guardo la tv e non acquisto quotidiani da tempi immemorabili- come ormai la stampa di regime sia agonizzante. Completamente sorpassati dagli eventi ripetono gli stessi schemi mentali di un pugile suonato che , pur al tappeto , pensa ancora che i vecchi fasti possano ritornare.
    Il frame del reductio ad Hitlerorum e’ obsoleto, il brand dell’antifascismo non fa vendere piu’, i fondi di magazzino si accumulano e di acquirenti non se ne vedono.
    Anche i servi sono stanchi, opachi, come vecchi guitti che eseguono da troppi anni le stesse smorfie.

  • Nicola Buono ha detto:

    ” Per ottenere i documenti di identità e di residenza utili a LAVORARE REGOLARMENTE……..” E come dice la Sinistra buonista immigrazionista ” A PAGARE LE NOSTRE PENSIONI…”

    http://www.ilgiornale.it/news/economia/immigrati-producono-meno-degli-italiani-vanno-pensione-1778900.html?update=1

  • Ciccio ha detto:

    PG “Invece il povero Salvini (riferendosi alla Commissione Segre) ha solo detto: ”

    Se il povero PG conoscesse Le Bon e avesse letto qualche articolo del Popolo d’Italia o di Gerarchia, saprebbe che questa frase è tipica della retorica mussoliniana. Mussolini però era un genio e voleva fare gli italiani. Salvini è un leghista e vuol fare fessi gli italiani (che credono alla sua svolta nazionale). Saluti PG e non sia fazioso o inaffidabile che Tosatti si arrabbia! 😂😂😂

  • Iginio ha detto:

    Caro Tosatti, superapplauso per il suo commento spiritoso all’ennesimo delirio del sociopatico Melloni, che fa parlare Roncalli di camere a gas nel 1941, quando ancora non esistevano.

    • Boh... ha detto:

      Tosatti è troppo crudele sulle sviste altrui. L’altro giorno ha fatto un articolo intitolato la pachamama è un culto idolatrico punto e poi allegato un video con un rito della pachamama dove non si vede nessun idolo. Capita a tutti qualche strafalcione.

  • PG ha detto:

    Il politicante da quattro soldi Bergoglio invece di benedire parrocchie mal gestite, dovrebbe pregare di più per la sua anima e per i danni irreparabili che ha prodotto, in penitenza e silenzio. Un lungo periodo dai Trappisti sarebbe un boccata d’aria fresca per tutti.

  • LUCIA DI FATIMA ha detto:

    Padre Zanotelli, sul Corriere, afferma che Salvini è fuori dal Vangelo.
    È fuori dal Vangelo perché non sta al gioco delle multinazionali e delle ong che, se da un lato guadagnano “barconi” di denaro, dall’altro fomentano la “sostituzione religiosa” di matrice Massonica, promossa da lorsignori.
    Questo è il suo grande peccato, impedire a milioni di mussulmani, maschi, giovani, sani e forti di venire a cazzeggiare in Italia vita natural durante, mantenuti da noi, e intanto nneggiare alla Sharia.

    Invece la Sinistra, la mano del diavolo, che ha prodotto leggi a favore di aborto, eutanasia, matrimoni tra sodomiti, adozioni dei gay con utero in affitto, divorzio breve, Bibbiano, etc., etc. per il signor Zanotelli è il partito evangelico per eccellenza…

    Ma va a quel paese Zanotelli, sei tu fuori dal Vangelo tanto quanto l’Inferno dista dal Paradiso.

    • Elena Panzeri ha detto:

      Lo conobbi personalmente Padre Zanotelli (ancora si puo ‘ chiamare prete costui che indossa solo magliettine arcobaleno??). Sebbene fossi allora una terzomondialista sfegatata, rimasi molto delusa dal personaggio. Atteggiamenti da diva, maleducato ed egocentrico nel privato ma super piacione in pubbblico…a volte le prime impressioni dicono il vero

      • Carla ha detto:

        Zanotelli: al suo paese ha vinto la Lega e proprio un Zanotelli leghista è una brava e apprezzata assessore regionale!
        Lui almeno, ora che è al tramonto, non potrebbe rileggersi il Vangelo con i commenti dei Padri che lo farebbero rinsavire dal suo sessantottismo?

  • Corrado Bassanese ha detto:

    “… aver consentito alle Parrocchie di dare domiciliazione ai senza dimora…”
    vedremo se i vigili faranno i dovuti sopralluoghi per verificare l’idoneità delle strutture parrocchiali atte a fornire legittima dimora a tante persone

    • Milli ha detto:

      Non mi stupirei se dopo aver ottenuto la domiciliazione (burocratica) gli ex clandestini pretendessero pure di abitare nella parrocchia. Allora saranno cavoli vostri!!

Lascia un commento