SCHÖNBORN VUOLE SALVARE IL MONDO. PG GLI CHIEDE DI SALVARE LE ANIME.

27 Ottobre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, il cardinale arcivescovo di Vienna, Christoph Schönborn ha rilasciato al Corriere della Sera un’intervista di piglio molto ecologico. La potete leggere a questo link. Pezzo Grosso, che come sapete   è molto attento su questa materia, ci ha inviato un suo commento. Da cui il porporato viennese, prima ratzinger iano di ferro e ora bergoglista turbo non esce benissimo…ma forse se lo merita, ed è anche poco, visto le acque in cui affonda la Chiesa austriaca, e quella della capitale in particolare. Buona lettura.

§§§

Caro dottor Tosatti, sul Corriere di oggi (ieri per chi legge, N.d.R.) è apparsa una intervista al domenicano card. Chris Schönborn arcivescovo di Vienna, dal titolo “Conversione ecologia per salvare il mondo“. All’inizio il porporato cita il “grande” climatologo Schellnhuber che ha detto al Sinodo: “L’evidenza scientifica è che la distruzione della foresta amazzonica è la distruzione del mondo!”.

Mon Dieu!

Potrebbe dimostrarlo davvero scientificamente?

Mi è venuto da ridere, ma sono andato avanti. 

Vediamo ora che dice il nostro amico Schönborn, grande ratzingeriano ai tempi di Benedetto e bergogliano il giorno dopo il conclave di marzo 2013, pertanto esperto massimo di “conversioni”, immediate.

In sintesi dice che l’uomo da solo non ha la forza per evitare la distruzione del pianeta.

E allora? mi son chiesto. Schönborn comincia dando la formula di Papa Francesco, per riuscire nell’alto compito: <la conversione ecologica, culturale, sociale, pastorale…>.

Poi deve aver avuto un raptus, e ha aggiunto qualcosa di suo, non di Bergoglio, spiegando cosa è la quarta conversione (quella pastorale. Immaginavo si riferisse alla prassi). Schõnborn spiega che questa conversione è <al senso di Cristo, alla Sua Croce e Resurrezione> e spiega che senza questa non avremo la forza di cambiare vita.

Bene, mi son detto, adesso quindi ha smentito il Sinodo stesso e Bergoglio e sta scatenando un conflitto mondiale post Sinodo Amazzonico.

Smentisce il Sinodo, che si fonda sullo slogan: <PER UNA CHIESA DAL VOLTO AMZAZZONICO>; attenzione non: <PER UN’AMAZZONIA DAL VOLTO CATTOLICO> (qui va a finire caro Chris, che lei fa arrabbiare qualcuno vicino al Papa…).

Smentisce Bergoglio che, di fatto,  dice che non si deve convertire nessuno; anzi che la chiesa deve uscire, non insegnare, ma ascoltare e imparare.

Poi mi son chiesto: chissà a quale senso di Cristo, Croce e Resurrezione, avrà mai pensato Schõnborn?

Lo chiedo perché la teologia di Bergoglio, assimilata da quella di Kasper, a sua volta assimilata da Karl Rahner, spiega che i dogmi e la dottrina evolvono nel tempo secondo la realtà e persino la Genesi va reinterpretata.

Poi siccome siam tutti salvi per natura umana, i Sacramenti sono inutili. Non vado oltre commentando la “battuta” fatta a Scalfari sulla natura umana di Cristo.

Ma la domanda che farei a Schõnborn è la seguente: – Se da soli non riusciremo mai a frenare la distruzione del pianeta e dobbiamo convertirci (anche) a Cristo, ora che cosa pensa di fare?

Convertire Greta? Trump, Clinton, Macron, XI Jinping?

Lo ha detto lei, caro Cardinale, chiaramente: dobbiamo (anche) convertirci a Cristo per salvare il pianeta!

Provi ora a dirlo, per esempio, a Jeffrey Sachs davanti a Bergoglio!

Ma vuole far scoppiare una nuova guerra di religione, caro card. Schõnborn!

Concludo questa analisi ironica di una intervista completamente squilibrata (troppa birra bianca viennese?), ricordando la citazione che il cardinale Schõnborn fa di una frase del profeta Geremia (VII sec. A.C.): <…andiamo dritti verso il disastro, convertitevi, cambiate vita, c’è ancora tempo!>.

E bravo Schõnborn!

Mi permetta di ricordare un altra dichiarazione di Geremia,23: “MALEDETTI I PASTORI CHE DISTRUGGONO E DISPERDONO LE PECORE…ecc. “.

Dopo queste parole i grandi sacerdoti lo imprigionarono.

PG

§§§




 

SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

34 commenti

  • Luthien ha detto:

    Credo che il Cardinale dovrebbe ricordare le parole di un santo ortodosso- non siamo ecumenici?- Sam Serafino di Sarov: ” vuoi salvare il mondo? Non è facendoti re, generale , politico- aggiungo io ecomomista o Agit prop ecologista- trova la pace interiore e moltitudini si salveranno al tuo fianco”.
    Ad ognuno il suo La Chiesa salva il mondo portando la Luce che illumina ogni uomo e salvando le anime.

  • anna maria ha detto:

    Atti, 10,34- 38
    “Pietro prese la parola e disse: “In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque popolo appartenga, è a lui accetto.
    Questa è la parola che egli ha inviato ai figli d’Israele, recando la buona novella della pace, per mezzo di Gesù Cristo, che è il Signore di tutti. ] Voi conoscete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, incominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui. E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che apparisse,] non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti.
    E ci ha ordinato di annunziare al popolo e di attestare che egli è il giudice dei vivi e dei morti costituito da Dio.
    Tutti i profeti gli rendono questa testimonianza: chiunque crede in lui ottiene la remissione dei peccati per mezzo del suo nome”.
    Ecco il Kerigma !!! Ecco il vero annuncio del Vangelo !!! Ecco il contenuto dell’evangelizzazione !!! Non vi è altro contenuto.!!! Signore Gesù perdonaci se i tuoi Pastori hanno dimenticato il Kerigma essenziale e hanno creduto che è l’uomo il “salvatore” di se stesso!!!

    https://annamariadematteis.wordpress.com/2018/10/12/la-vocazione-missionaria-e-un-dono-di-dio-alla-sua-chiesa-egli-desidera-che-ogni-uomo-conosca-il-suo-amore/

    • anna maria ha detto:

      https://opportuneimportune.blogspot.com/2019/10/lettera-aperta-di-ser-mons-athanasius.html?m=1
      “(…) 7. In considerazione della necessità di rendere culto e adorazione nei confronti dell’Unico Vero Dio, la Santissima Trinità e di Cristo Nostro Salvatore; in virtù della mia ordinazione come Vescovo cattolico e successore degli Apostoli, e nella vera fedeltà e amore per il Romano Pontefice, Successore di Pietro, e verso il suo compito di presiedere la Cattedra della verità («Cathedra veritatis»), condanno la venerazione del simbolo pagano di Pachamama nei Giardini Vaticani, nella Basilica di San Pietro e nella chiesa romana di Santa Maria in Traspontina.
      Sarebbe un bene per tutti i veri Cattolici, in primo luogo i Vescovi e poi anche i sacerdoti e i fedeli laici, formare una catena mondiale di preghiere e atti di riparazione per l’abominio della venerazione degli idoli di legno perpetrata a Roma durante il Sinodo dell’Amazzonia. Di fronte a uno scandalo così evidente, è impossibile per un Vescovo cattolico rimanere in silenzio, poiché ciò non sarebbe degno di un successore degli Apostoli. Il primo nella Chiesa che dovrebbe condannare tali atti e riparare è Papa Francesco.
      L’onesta e cristiana reazione alla danza attorno al Pachamama – il nuovo Vitello d’Oro – in Vaticano, dovrebbe consistere in una degna protesta, una correzione di questo errore e, soprattutto, in atti di riparazione.
      Con le lacrime agli occhi e il sincero dolore nel cuore, si dovrebbero offrire a Dio preghiere di intercessione e riparazione per l’eterna salvezza dell’anima di Papa Francesco, il Vicario di Cristo sulla terra e la salvezza di quei sacerdoti e fedeli cattolici che hanno commesso simili atti di culto, che sono proibiti dalla Divina Rivelazione.
      Gesù Cristo e avere in Lui parte alla vita della Vostra natura divina.
      Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, Voi unico vero Dio, oltre al Quale non c’è altro dio e nessuna salvezza, abbiate pietà della Vostra Chiesa. Guardate in particolare le lacrime, i gemiti umili e contriti dei piccoli nella Chiesa; guardate le lacrime e le preghiere dei fanciulli, degli adolescenti, dei giovani e delle giovani, dei padri e delle madri della famiglia e anche di quei veri eroi cristiani, che nel loro zelo per la Vostra gloria e nel loro amore per Santa Madre Chiesa hanno gettato nell’acqua del Tevere i simboli dell’abominio che la contaminavano. ”

      https://annamariadematteis.wordpress.com/2018/02/07/un-ora-per-dire-a-gesu-ti-amo/

  • anonimo verace ha detto:

    vorrei richiamare la vostra attenzione sull’intervista rilasciata da Franco Prodi (fratello dell’ex premier) alla Verità il 7 di questo mese. Prodi ha 78 anni , è stato docente universitario, ha diretto l’Istituto di scienze dell’atmosfera del CNR, ha coordinato un progetto europeo sulla previsione delle alluvioni.
    Alla domanda dell’intervistatore che gli chiede perché non si unisca al coro catastrofista, Prodi risponde che gli allarmi non sono basati su dati scientifici. All’origine della mobilitazione internazionale c’è un organismo creato dall’ONU nel 1988, l’Ipcc (gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici).
    L’intervistatore lo incalza, chiedendogli se questo gruppo sia attendibile. Prodi risponde chiarendo che la composizione del gruppo è pletorica, essendo costituita da 1500 persone, di cui alcuni sono sì scienziati, ma altri sono economisti, altri agronomi, ecc. I componenti di questo gruppo ONU sono nominati non da Università, o centri di ricerca, ma dai governi. La scienza, quella vera, procede con altri metodi. Si parla di pronunciamenti catastrofisti e si premette LO DICE LA SCIENZA. Sbagliato : bisognerebbe precisare lo dice l’IPCC.

    • continuazione ha detto:

      Prodi afferma che i modelli matematici utilizzati da questo gruppo ONU, sono vecchi, risalendo agli anni 90 del secolo scorso e appunto in questi modelli molti fattori che, secondo Prodi, rivestirebbero una certa importanza, vengono trattati in maniera insoddisfacente. Vista questa imprecisione Prodi raccomanda cautela sul catastrofismo climatico.
      Prodi afferma che la scienza non è arrivata a quantificare l’effetto antropico rispetto agli effetti naturali sul clima.
      Effetti naturali che sono fondamentalmente due : la componente astronomica e quella astrofisica.
      Ecco le componenti : le radiazioni solari. (non costanti – varabilità del sole, delle macchie solari, delle particelle elementari che interagiscono col campo magnetico terrestre. Questo viene chiamato effetto astrofisico.
      Elementi astronomici . effetti gravitazionali dei pianeti del sistema solare, la variazione dell’orbita ellittica, l’inclinazione dell’asse terrestre sul piano dell’eclittica. Senza contare altri fenomeni : nel 1816, non ci fu estate in tutto il pianeta a causa delle emissioni nella stratosfera del vulcano indonesiano di Tambora.

      • effetto antropico. ha detto:

        Prodi ammette che l’effetto antropico abbia avuto inizio con la rivoluzione industriale di fine settecento, ma contesta il fatto che l’azione umana rappresenti il 95% delle cause dei cambiamenti climatici, dato sostenuto unilateralmente dall’IPCC.
        Alla domanda dell’intervistatore che gli chiede di spiegare l’enfasi mediatica sul riscaldamento globale, Prodi afferma di essere sgomento per il fatto che vengano fatte le più diverse ipotesi, non sostenute scientificamente. Va bene considerare il degrado degli ecosistemi, la qualità dell’aria e dei terreni, la quantità dei metalli pesanti nei mari, ma è assurdo che gli scienziati inseguano una ragazzina di 16 anni.
        IL CLIMA afferma Prodi VA STUDIATO . LA VERA SFIDA è QUELLA DELLA CONOSCENZA. Si dà importanza al clima, ma non si potenzia la ricerca, non si creano cattedre con questo scopo.
        Molti dei ragazzi scendono in piazza senza conoscere le cose : meglio stare a scuola e studiare.

  • Lele ha detto:

    Non credo che Schönborn sia un voltagabbana, semplicemente adotta il tipico stile domenicano di salvare il salvabile del Papa regnante.

    Certo con Papa Francesco l’impresa è molto ardua.

  • Oilime ha detto:

    Invece di stare a piangere e rivendicare, schernire, cosa si potrebbe fare di concreto per mandare a casa a calci nel sedere questo paranaoico filo-pederasta ?

    • Gaetano2 ha detto:

      Ecco. Questo è il Punto!

    • C.vincitC.regnat ha detto:

      Vede , credo che tutti noi ci pensiamo ininterrottamente da 6 anni . Dopo l’intervista a dir poco shoccante al Corriere del card. Sarah , credo che la prima risposta sia : non possiamo fare nulla . Nessun cardinale ora oserebbe più metterlo in discussione . Poteva farlo appunto solo Sarah, che ha preferito invece , contraddicendosi, confermarlo guida della chiesa .In questo momento l’unico che potrebbe , dico potrebbe , creare le condizioni per farlo vacillare è Benedetto XVI con una sola dichiarazione. Ma verrebbe immediatamente interdetto , in tutti i sensi. Temo che dobbiamo attendere l’ultima mossa finale , quella decisiva , quella della dichiarazione che tutti aspettiamo :- Dio non esiste – . A questo punto il mondo ebraico e il mondo islamico insorgerebbero . Ma non la farà . Se fosse vivo padre Amorth proporrei un esorcismo , finito il quale , potrebbe liberarsi e liberarci . C’è qualche esorcista che saprebbe operare in tal senso ?

  • G. ha detto:

    Ma che discorso bizzarro quello di Claudius! Quindi,secondo costui, Giovanni Paolo II avrebbe già previsto i tradimenti e le nefandezze di quel cardinale? Sciocchezze! Ben più grave mi sembra il silenzio attuale di Benedetto XVI di fronte allo scempio in corso della Dottrina e della Tradizione Apostolica! Emerito o non emerito, è ancora Papa! Urli il suo dolore e la sua condanna rispetto alle oscenità pagane di Bergoglio & c. anziché lavarsi le mani con qualche lettera inviata ad anonime riviste che quasi nessuno legge o addirittura raccomandando ai neo-cardinali obbedienza a bergoglio. Cosa avrebbe da perdere lui, a differenza dei cortigiani bergogliani? Non se la sente di esprimere il suo aperto dissenso? Bene! Dismetta allora l’abito bianco, che sta usurpando e con il quale sta solo accrescendo la confusione nella Chiesa. Dio mi perdoni!

    • Claudius ha detto:

      Se invece di lasciarsi andare alla retorica piena di emotivita’ cercasse anche lei di capire, magari non troverebbe il mio discorso tanto bizzarro.
      Non e’ che Woytila dovesse o non dovesse prevedere cosa avrebbe fatto Bergoglio se fosse diventato papa. E’ che non doveva proprio farlo né vescovo né cardinale.
      Rapporti su Bergoglio inadatto a essere consacrato vescovo ce ne furono, e anche di importanti. Ma evidentemente, lui decise di ignorarli. E non fu per caso. Woytila nelle sue nomine di vescovi e’ stato spesso molto imprudente e negligente. Non si occupava di verificare i rapporti. Gli mandavano la lista dei tre nomi, e lui senza farsi nessun problema approvava il primo nome della lista, chiunque fosse.
      Credo che Tosatti possa dirci qualcosa in proposito. Non e’ un caso se ha fatto una pletora di vescovi e cardinali che con un papa diverso e un po’ piu’ serio, non avrebbero nemmeno potuto fare i parroci.
      Al contrario, Ratzinger e’ stato molto piu’ prudente e accurato di lui. E voleva vederci chiaro per ogni nomina.
      Non faccio i conti in tasca a nessuno né i processi alle intenzioni, ma il vostro problema (di chi non vuole vedere queste cose) e’ che non vi rendete conto di quanto male abbia fatto alla Chiesa la imprudenza di Woytila.
      Bergoglio, Schonberg e compagnia cantante non sono stati quindi degli “incidenti di percorso”. Sono proprio il frutto della sua mancanza di diligenza nelle nomine.
      E mi fermo qui.

      • G. ha detto:

        E allora? Wojtila o non Wojtila, bisogna prendere atto della distruzione in corso della Chiesa e della sua Tradiziobe bimillenaria. Io con dolore nducavo

    • Gian Piero ha detto:

      Abbiam due Papi, un emerito e un regnante. E mai come oggi sembra di non averne nessuno e di essere senza pastore!! 😭😭😭

  • G. ha detto:

    Ma che discorso bizzarro quello di Claudius! Quindi secondo costui Giovanni Paolo II avrebbe già previsto i tradimenti e le nefandezze si quel ral

  • Rafael Brotero ha detto:

    E come tutte le commedie finiscono sempre in matrimonio, non mi stupirei se l’ultimo atto dell’opera buffa fosse l’allegro matrimonio in chiesa di Berggy e monsignorina Ricca. Per lo meno una volta nella vita Berggy giustificherebbe le vesti bianche che indossa.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Il tragico in questa agonia della Chiesa è che la Chiesa finisce non in chiave tragica, ma comica. Berggy, il sinodo, le pachamame, le suppliche filiali, i celebri intellettuali, le eresie aeronautiche, i cardinali sodomiti ecc. ecc. fanno un gran finale di opera buffa, non di tragedia.
    Credo che anche i più accaniti nemici della Chiesa sono d’accordo che i 20 secoli di preghiera, di riflessione, di sacrificio, di ricerca dell’assoluto meritavano una fine più degna.

  • ubimayor ha detto:

    allegria ! un nuovo sostenitore di Papa Bergoglio : Ciulin Petrini , fondatore di Slow Food , fallito in tutto ae alla ricerca di impieghi remunerati. Dal PDUP a AN, a Renzi, , alla Lega ( rifiutato però) , oggi Vatican party . Non ci crederete , spiega perchè son necessari i preti sposati , lo spiega su Repubblica ! povera Repubblica , povera Chiesa .

  • Adriana ha detto:

    Perchè meravigliarsi ? Bergoglio , – il Sommo Pontiere – , aveva messo in guardia gli umani dall’avere ” un rapporto personale diretto e immediato con Gesù Cristo ” . Poteva esser una faccenda
    ” pericolosa e molto dannosa “: roba da CO2 . Meglio il diretto contatto con foreste ” imbalsamate ” , Pachemama , serpenti , cerbottane , viriprobati ,ecc.., ecc…Qualche stregone ” missericordioso ” ci aiuterà , e magari qualche stregona …

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Punto della situazione.

    Cascioli sulla NBQ qui

    https://lanuovabq.it/it/il-papa-e-le-statuette-una-situazione-surreale

    “…Seconda questione: l’intervento dei Carabinieri. Paradossale che nel bel mezzo della polemica sulla sicurezza a Roma si debba scoprire che non si sa quanti uomini delle forze dell’ordine sono stati impegnati nella ricerca delle statuette nel Tevere (chissà se hanno usato anche i sommozzatori?) e, oltretutto, «le indagini proseguono». Ovviamente su richiesta dalla Santa Sede che, nei giorni in cui Aiuto alla Chiesa che Soffre presenta un rapporto drammatico sulle persecuzioni dei cristiani nel mondo, è in fibrillazione per la perdita di tre statue pagane.

    Terza questione, il passaggio più assurdo: sarebbe il Comandante dei Carabinieri a suggerire l’esposizione delle statue in questione nella Messa conclusiva del Sinodo. Non ci sono neanche parole per commentare questa incredibile affermazione. E poi la delega della decisione al cardinale Parolin. Dopo tutto questo bel discorso, perché scaricare sul segretario di Stato una decisione che a questo punto, qualunque sia, sarà sbagliata? Un altro personaggio da eliminare?
    Ci auguriamo almeno che il segretario di Stato abbia la lucidità e il coraggio per evitare uno scandalo dalle conseguenze imprevedibili. (…)”

    poi Aldo Maria Valli

    https://www.aldomariavalli.it/2019/10/26/strano-dunque-vero-6/

    “…(…) Poi il papa, in quanto vescovo di Roma, chiede perdono alle persone che si sono sentite offese dal lancio delle statuette nel Tevere! Non chiede perdono ai cattolici che si sono sentiti offesi dalle cerimonie idolatriche avvenute in Vaticano e dall’aver visto la chiesa della Traspontina trasformata in qualcosa a metà tra il suk amazzonico, la sede di un partito e un collettivo politico anni Settanta!

    E poi comunica che le statue sono state recuperate e non sono danneggiate! E immaginiamo l’applauso e la soddisfazione generale tra i padri sinodali.

    E chi le ha recuperate? I carabinieri, che paghiamo noi italiani con le nostre tasse. E poi lui, il papa, riferisce che il comandante dei carabinieri desidera che si informi sul ritrovamento! E poi il suddetto comandante dice al papa (al papa!) che lui, il comandante, è a disposizione per ogni iniziativa che si voglia prendere, come “l’esposizione delle statue durante la Santa Messa di chiusura del sinodo”! Cos’è? Un comandante liturgista? Un comandante cerimoniere pontificio?

    Ho dato vita alla rubrica Strano dunque vero perché la Chiesa cattolica è diventata ormai un calderone nel quale ribollono stranezze di ogni tipo. Ma questa le batte tutte.

    C’erano una volta le comiche finali. Qui abbiamo le tragi-comiche finali. Molto più tragiche che comiche.”

    Molto completo e incisivo, come al solito, S.E. Mons. Athanasius Schneider

    https://opportuneimportune.blogspot.com/2019/10/lettera-aperta-di-ser-mons-athanasius.html?m=1

    “(…) 7. In considerazione della necessità di rendere culto e adorazione nei confronti dell’Unico Vero Dio, la Santissima Trinità e di Cristo Nostro Salvatore; in virtù della mia ordinazione come Vescovo cattolico e successore degli Apostoli, e nella vera fedeltà e amore per il Romano Pontefice, Successore di Pietro, e verso il suo compito di presiedere la Cattedra della verità («Cathedra veritatis»), condanno la venerazione del simbolo pagano di Pachamama nei Giardini Vaticani, nella Basilica di San Pietro e nella chiesa romana di Santa Maria in Traspontina.

    Sarebbe un bene per tutti i veri Cattolici, in primo luogo i Vescovi e poi anche i sacerdoti e i fedeli laici, formare una catena mondiale di preghiere e atti di riparazione per l’abominio della venerazione degli idoli di legno perpetrata a Roma durante il Sinodo dell’Amazzonia. Di fronte a uno scandalo così evidente, è impossibile per un Vescovo cattolico rimanere in silenzio, poiché ciò non sarebbe degno di un successore degli Apostoli. Il primo nella Chiesa che dovrebbe condannare tali atti e riparare è Papa Francesco.

    L’onesta e cristiana reazione alla danza attorno al Pachamama – il nuovo Vitello d’Oro – in Vaticano, dovrebbe consistere in una degna protesta, una correzione di questo errore e, soprattutto, in atti di riparazione.

    Con le lacrime agli occhi e il sincero dolore nel cuore, si dovrebbero offrire a Dio preghiere di intercessione e riparazione per l’eterna salvezza dell’anima di Papa Francesco, il Vicario di Cristo sulla terra e la salvezza di quei sacerdoti e fedeli cattolici che hanno commesso simili atti di culto, che sono proibiti dalla Divina Rivelazione.

    A questo scopo si potrebbe proporre la seguente preghiera:

    Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, ricevete attraverso le mani dell’Immacolata Madre di Dio e della Beata sempre Vergine Maria dal nostro cuore contrito un sincero atto di riparazione per gli atti di adorazione di idoli e simboli di legno, avvenuti a Roma, la Città Eterna e il cuore del mondo cattolico, durante il Sinodo per l’Amazzonia. Colmate il cuore del nostro Santo Padre Papa Francesco, dei Cardinali, dei Vescovi, dei sacerdoti e dei fedeli laici, con il Vostro Spirito, affinché ne scacci l’oscurità delle menti, sì che possano riconoscere l’empietà di tali atti che hanno offeso la Vostra divina Maestà e Vi offrano atti di riparazione pubblici e privati.

    Riversate in tutti i membri della Chiesa la luce della pienezza e della bellezza della Fede cattolica. Accendete in loro lo zelo ardente di portare la salvezza di Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo, a tutti gli uomini; specialmente alle persone nella regione amazzonica, che sono ancora sotto la schiavitù degli idoli sordi e muti della “madre terra”; a tutte le persone e specialmente alle tribù amazzoniche, che non hanno la libertà dei figli di Dio e che non hanno la gioia indicibile di conoscere Gesù Cristo e avere in Lui parte alla vita della Vostra natura divina.

    Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, Voi unico vero Dio, oltre al Quale non c’è altro dio e nessuna salvezza, abbiate pietà della Vostra Chiesa. Guardate in particolare le lacrime, i gemiti umili e contriti dei piccoli nella Chiesa; guardate le lacrime e le preghiere dei fanciulli, degli adolescenti, dei giovani e delle giovani, dei padri e delle madri della famiglia e anche di quei veri eroi cristiani, che nel loro zelo per la Vostra gloria e nel loro amore per Santa Madre Chiesa hanno gettato nell’acqua del Tevere i simboli dell’abominio che la contaminavano. Abbiate pietà di noi: risparmiateci, o Signore! Parce Domine, parce Domine! Abbiate pietà di noi! Kyrie, eleison!”

    Riassumo, citando ancora Cascioli, dal primo link:

    “…E ora possiamo anche pensare che pur di non perdere la faccia, e raccontandogli la loro versione dei fatti, abbiano spinto il Papa a prendere questa posizione per tacitare i critici. Normalmente sono i collaboratori a fare da scudo al Papa, qui sta avvenendo il contrario. Questi signori si stanno prendendo una gravissima responsabilità”.

    Sì, certo, ma il Papa è maggiorenne è vaccinato. Quindi, non ha bisogno di nessuno che gli faccia da scudo. E’ lui il primo responsabile di quello che dice.

    Resta un’ultima domanda, fatta da Cascioli: che fine ha fatto il priapo?… Voi l’avete visto?….

    Buona domenica di fine sinodo a tutti!…

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Chiedo ai cattolici praticanti che difendono il Papa senza se e senza ma, e che vedono la prostrazione alle Pachamamas come un atto non idolatrico, come potrebbe essere un Tarquinio, se per loro i MARTIRI sono morti inutilmente.

    E chiedo, riguardo a questi riti per me sincretisti, ma che loro considerano una “comunione” con la cultura amazzonica, fino a che punto sono disposti ad arrivare.
    Se per loro c’è un limite che, Papa o non Papa, è insuperabile (e se c’è, quale) o se non c’è e sono disposti ad arrivare al caso limite di riti orgiastici e apertamente magici.

    Estremizzare certi concetti aiuta a capire quali sono, se ci sono, i PRINCIPI che li animano

  • TITTOTAT ha detto:

    In questo commento devo celare nomi di luoghi e persone che, tempo fa, mi tenevano infervorato con imminenti rivelazioni da parte del cielo. Stimavo Shomporn in quei tempi, sembrava un baluardo incrollabile insieme a Ruini, mi ricordo le battaglie contro la legge 40 e le risse che si facevano contro i progressisti e chi ci accusava di essere non democratici quando dovevamo andare a mare. E Shomporn è un assiduo frequentatore di quel tal luogo, vi rendete conto che tutti quelli che lo frequentano stanno prendendo questa deriva?

  • Gian ha detto:

    Ieri sera al TG ho sentito parlare il cardinale di Vienna e mi è venuto da vomitare.

    • emma ha detto:

      a me è venuto da ridere . Le spiego perchè. Il card. Schonborn , ai tempi di Benedtto XVI , era più ratzingeriano di ratzinger . Miracolosamente si è convertito alla dottrina di Rahner -Kasper-Bergoglio , in pochissimo tempo.

  • Claudius ha detto:

    Il sig. Schonborn, uno dei tanti orrendi cardinali fatti da papa Giovanni Paolo II, cosiddetto “il Grande”. Grande, si’: grande a fare un mucchio di grandi cazzate.

    • Iginio ha detto:

      Mai quanto quelle che sta scrivendo lei, da autentico cafone. Gliel’hanno mai detto che magari dà fastidio a qualcuno con questo tipo di linguaggio? Mi sorprende che Tosatti lasci passare roba simile.
      Giovanni Paolo II era un uomo di Dio. Non perfetto, ma un uomo di Dio. E tutti lo capivano.
      Infatti era odiato da comunisti e affini come anche da modernisti e affini. Oggi infatti al potere in Vaticano c’è la combriccola di gente che vuole la rivincita contro Giovanni Paolo II.
      Altro che sedevacantismi, minutellismi e lefebvrianismi vari.

      • Claudius ha detto:

        Caro amico, un po’ confuso, le faccio notare che oggi “al potere in Vaticano” ci sta un uomo che proprio Woytila ha elevato da oscuro prete provinciale dei gesuiti in Argentina fino al cardinalato.

        Eh si’, quelli che oggi stanno distruggendo la Chiesa si stanno prendendo una rivincita con Woytila, perché lui non li avrebbe mai ammessi nelle gerarchie…

    • GMZ ha detto:

      Pensi che Gesù fece di Giuda un apostolo!

      • Claudius ha detto:

        Ok, splendido argomento. E quindi e’ giusto che un papa vada ad innalzare al cardinalato un indegno qualsiasi, che si comporti poi come Giuda.

        Bastava saperlo prima, allora accettiamo Giuda cardinali e papi e a questo punto auguriamocene altri. Sublime.

        • LucioR ha detto:

          Beh, Claudius, cerchi qualche volta di fare un passo indietro, che non sarebbe certo dimostrazione di sconfitta.
          GMZ le ne ha offerto la possibilità: Dire che la voltata di gabbana del tizio dopo la rinuncia di Benedetto XVI è stata colpa di Giovanni Paolo II che l’ha nominato Cardinale, sarebbe come dire che il tradimento di Giuda sia stata colpa di Gesù che l’aveva accolto tra gli Apostoli. Non fa una grinza, considerando anche che Giovanni Paolo II era un povero uomo peccatore come noi , che non poteva conoscere i tradimenti futuri dei suoi eletti.
          Non ammettere questo, vorrebbe dire che Giovanni Paolo II abbia appositamente fatte quelle elezioni al fine di…?

        • TITTOTAT ha detto:

          Tutte le risposte sono qui
          http://www.chiesaviva.com/

  • Luigi ha detto:

    Ho visto che Schomborn, nell’intervista citata, risponde a una domanda e dice:
    “Cosa direbbe a quei cattolici conservatori che paventavano un cedimento del Sinodo agli «idoli pagani»?”
    «Il cristianesimo nella sua storia ha sempre integrato. Purificato e integrato».
    Purificato??? Grazie, quindi che ne facciamo di quegli idoli esposti all’adorazione anche ieri sera? Li purifichiamo col fuoco?
    Comunque, grazie cardinale per il sussulto di cristianità, dove ci ha ricordato che la vera conversione è a Cristo…

    • Iginio ha detto:

      Basta con questo abuso del verbo “purificare”! Non se ne può più. Nella neolingua ecclesialese bergogliana significa: va be’, dai, non sei proprio a posto però chiudiamo un occhio, basta che non esageri.
      La purificazione vera è tutt’altra cosa. Alta e nobile, non un compromesso al ribasso.

  • IM ha detto:

    Fino a ieri si andava in chiesa con Bibbia e rosario verso il confessionale per pulirsi l’anima. Oggi bastano scopa, paletta e cassonetto per pulire Madre Terra. Maranatha, vieni presto Signore in nostro aiuto!