OM: PER LA CHIESA IL RISCHIO È “SOSTITUZIONE DI RELIGIONE”, NON PERSECUZIONE.

25 Ottobre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, l’Osservatore Marziano ha letto delle persecuzioni dei cristiani nel mondo, ma ha pessime notizie per noi. Leggete un po’…

§§§

Caro Tosatti, leggo su La Verità di oggi, a pag. 17 un articolo di Marco Guerra sul rapporto di – Aiuto alla Chiesa che soffre -: “ In tutto il mondo ci sono 300milioni di cristiani a rischio di persecuzione “. I nostri <servizi> ci confermano che è vero, ma temiamo che la vostra Chiesa non farà nulla per evitarlo; e questo per rispettare le altre culture, che hanno il diritto di non gradire i cristiani che fan proselitismo occulto pregando e andando a messa…

Ma il vostro problema è un altro. Nel vostro mondo oggi ci sono un miliardo e trecento milioni di cattolici a rischio di <sostituzione di religione>.

Lo hanno capito in pochi (tra questi i lettori del suo Stilum Curiae), ma la religione cattolica della tradizione, considerata improponibile nei tempi attuali, sta per esser sostituita da una religione neo-cattolico-bergogliana. Ecco la necessità di fare un appello di – AIUTO ALLA CHIESA CHE VIENE SOSTITUITA. –

Questa sostituzione avviene perché la tradizione è un errore enorme, essendo, secondo i capi del regime attuale, la dottrina cattolica una “costruzione nel tempo” fatta da interpretazioni spesso forzate (il peccato originale, l’incarnazione e resurrezione, la verginità della Madre di Dio, per fare qualche esempio. Mi fremono le mani a scriverlo e mi vengono brividi di indignazione solo a pensarlo…); e comunque in continua evoluzione.

Pertanto quello che era vero per Pio IX, restava vero nei tempi di Pio IX, ma oggi non è più vero.

Pertanto i tradizionalisti che ripropongono Pio IX sono dannosi e pericolosi e vanno perseguitati.

In pratica la nuova religione che è in corso di imposizione (anche grazie al Sinodo Amazzonico che viene proposto come simbolo solo Latino Americano, ma in realtà è la messa in pratica della teologia di Karl Rahner, Kasper e Bergoglio) è una religione cattolica in cui tutti siamo già salvi per natura.

Perciò non si deve fare evangelizzazione.

A che pro’ se siamo già tutti salvi?

Sa, caro Tosatti, perché Bergoglio ha affermato che lo scisma non lo preoccupa?

Perché lui è certo che la Chiesa sia il mondo, e chiunque può entrare e uscire.

Possono entrare pagani animisti panteisti idolatri o atei.

Possono uscire i tradizionalisti.

Chi non lo capisce, caro Tosatti, è solo perché è immaturo teologicamente, non avendo afferrato il senso di evoluzione del dogma.

Capisce allora adesso perché un miliardo e trecento milioni di cattolici sono a rischio “perdizione eterna”?

Altro che persecuzione!

OM

§§§




 

SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

18 commenti

  • Rafael Brotero ha detto:

    L’essenziale storicità del dogma e della morale è uno dei fondamenti del gesuitismo. Lo troviamo in tutto il suo nero splendore nelle Lettere a un Provinciale di Pascal/Nicole/Arnauld. Fu proprio questo il motivo della rivolta giansenista contro i precursori molinisti di Berggy. Sono stati distrutti i Messieurs e con loro il Cattolicesimo in Francia e spalancate le porte agli illuminati della rivoluzione. Speriamo che questo volta i Cieli siano più clementi e ci diano un clero all’altezza della gravità della situazione.

  • Marzio ha detto:

    Non sono sicuro che si possa parlare di cambio di religione. La protestantizzazione palesemente perseguita dal nuovo corso vaticano, infatti, si ridurrà a ribaltare la dottrina, magari a negare la divinità di Cristo e la verginità della Madonna, ma non riuscirà a sostituire i dogmi della nostra fede apparentemente al tramonto con i dogmi delle Pachamama o dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite. La gente, li starà a sentire, un po’ incuriosita per quest’ulteriore dimostrazione di progressismo e sollevata per l’abolizione dei peccati dalla cintura in giù. Ma poi, semplicemente, si perderà: non crederà più necessario andare a messa a sentire le orazioni ecologiste del sacerdote fellone di turno, e smetterà di mandare i propri figli e nipoti a catechismo, per gli stessi motivi. Chi si ostinasse non riuscirà a vincere l’incredulità e la pigrizia dei giovani e non li convincerà a frequentare i pochi sacerdoti che continuano a parlare cattolico e a spaventare con incredibili prospettive infernali. Questi ultimi, poco alla volta si stancheranno e finiranno in una riserva indiana sempre più isolata. Ogni idea di trascendenza finirà e San Pietro diventerà un museo, mentre Agja Sophia da museo diventerà moschea. A questo punto, l’irruzione dell’Islam non potrà che essere benefica e costringerà i sopravvissuti a questi tempi della canaglia a porsi qualche grande domanda. Non sono le eresie il problema, ma la confusione e la disperazione che viene iniettata nel corpo cattolico in questa fase storica. Ora siamo veramente soli, con le nostre debolezze che una chiesa forte aiutava a superare. Come potranno i nostri nipoti affrontare gli stessi dubbi nostri senza l’educazione che a noi è stata comunque somministrata, in famiglia, a scuola e in chiesa? Chi sta facendo questo ha una responsabilità nei confronti di Dio e dell’umanità da far tremare le vene dei polsi.

  • Maria Grazia ha detto:

    E pensare …. che il bello deve ancora venire!!!
    Aspettiamo con commozione la chiusura del Sinodo sull’Amazzonia!!!!

  • Marco Matteucci ha detto:

    I cattivi maestri

    A proposito dei nuovi paradigmi dogmatici della neo chiesa del discernimento, sentite queste parole vergognose profferite addirittura per bocca di un sacerdote.
    Durante il dibattito su un argomento di scottante attualità: il dramma della pedofilia, pratica questa che tra persone di etnia rom sembra non suscitare alcuna riprovazione, visto che un rapporto sessuale tra un 40enne e una bambina di 12/13 anni è considerato normale, un fatto di ordinaria amministrazione.

    Sentite quanto è riuscito a dire su questo argomento è stato intervistato anche un sacerdote, tale don Albino Bizzotto, il quale si è dichiarato estremamente tollerante verso questa raccapricciante consuetudine.

    Questo spregevole uomo di chiesa è addirittura riuscito, nel breve tempo dell’intervista, a inanellare una tale cloaca di nauseabonde eresie scagliandosi addirittura contro il dell’Immacolata Concezione di Maria.
    il conduttore, il bravo Paolo Del Debbio, alla fine si è messo letteralmente le mani nei capelli dopo aver ascoltato questa nutrita serie di insulti vomitati da uno che osa ancora definirsi ministro di Dio.

    • Marco Matteucci ha detto:

      E.C.
      “Sentite quanto è riuscito a dire su questo argomento un sacerdote, tale don Albino Bizzotto, il quale si è dichiarato estremamente tollerante verso questa raccapricciante consuetudine.

      Questo spregevole uomo di chiesa è addirittura riuscito, nel breve tempo dell’intervista, a inanellare una nutrita serie di nauseabonde eresie scagliandosi addirittura contro il dogma dell’Immacolata Concezione di Maria.,,”
      Chiedo nuovamente scusa per gli errori di trascrizione.

    • Grog ha detto:

      Questo prete che si vergogna di vestirsi da prete non si vergogna di sparare bestemmie ed eresie e, quel che é peggio, viene lasciato libero di fare. Un Don Minutella che invece, pur con tutta la sua troppa esuberanza, ha la “colpa” di essere cattolico senza se e senza ma viene scomunicato.
      In tutto questo c’é qualcosa che non mi torna…

    • Marco Matteucci ha detto:

      Purtroppo anche nel video ci sono degli errori nella prima didascalia a sfondo bianco: “La rivoltante teologia di un prete che rinnega il dogma dell’Immacolata Concezione di Maria”
      … sono un vero disastro!

    • Luca Antonio ha detto:

      Saro’ stanco, la giornata e’ stata lunga , ma a parte lo scivolone sulla Santa Madre – tirata in ballo senza motivo – non vedo assurdita’ nel discorso.
      Anzi mi sembra che i suoi detrattori siano molto impregnati di politically correct.
      Dove e’ scritto , da qualsiasi parte delle scritture , che non si possa contrarre matrimonio tra persone in eta’ fertile? .
      Dire che una ragazzina sia troppo giovane per avere figli- quei figli che la natura gli da’ gia’ la possibilita’ di avere- e’ un discorso “femminista” , secolare/mondano.

      • wisteria ha detto:

        Un uomo maturo può concupire una ragazzina solo se è un Rom. È questa la conclusione implicita nel vaneggianento di questo prete, che certamente, a suo tempo, sarà stato molto critico verso i festini di Berlusconi.
        Sia chiaro che su questo punto io non scuso nessuno.
        MAXIMA DEBETUR PUERO REVERENTIA.

  • Borghese pasciuto ha detto:

    Ormai siamo a una paranoia senza ritorno.
    Vi considero definitivamente perduti.
    Tutto sommato, è stato divertente conoscervi!
    Un saluto commosso.

  • Lc 11,23 ha detto:

    qui un superbo intervento di Fontana sui temi solo tratteggiati da OM…
    da non perdere la parte finale dove Fontana spiega due cose sullo scisma prossimo venturo..

  • luca antonio ha detto:

    …dove sono il cavallo e il cavaliere, dov’è il corno che suonava … sono passati coma la pioggia sulle montagne, come il vento nei prati… i giorni sono calati a ovest, dietro le colline, nell’ombra…
    ….come siamo giunti a questo …?
    si chiedeva re Theoden prima della battaglia, disperata, al fosso di Helm contro le soverchianti forze del male inviate da Saruman , il capo della chiesa, non a caso vestito di bianco, legato ormai indissolubilmente a Sauron/Satana .
    Come siamo giunti a questo ?
    Ragionando male –troppo spazio occuperebbe l’analisi filosofica – , ma si è ragionato male perché si è vissuto male, ci si è impigriti, si è scelto la scodella di minestra che sembrava certa, il tacere per quieto vivere, si è rinunciato a dire la verità, quella “verità che genera odio” come diceva Sant’Antonio ma che è indispensabile per la vita eterna .
    Ancora oggi leggo commenti, anche qui, che se Dio ha permesso tutto questo vuol dire che va bene così , che uno scisma sarebbe la fine della chiesa , ecc… ma come può andare bene così quando, come dice il marziano, 1 miliardo e 300 milioni di anime sono in pericolo ?, e poi … cosa ci sarebbe da salvare di una chiesa che non ha cura del bene supremo , l’anima di coloro che le sono stati affidati dal Padrone ?.
    Questa supina accettazione della realtà, detto anche storicismo, è ’ esattamente quello che hanno pianificato , dopo averlo teorizzato ampiamente, coloro che sono ormai a un passo dalla distruzione della Chiesa di Cristo .
    Continuare ad accettare una simile logica è miope e mi ricorda molto , visto che ormai le cose sono chiare, un certo don Abbondio.

  • PG ha detto:

    Bergoglio deve tornarsene a casa e alla svelta. Un lungo periodo di ritiro e silenzio farà del bene a tutti.

  • Adriana ha detto:

    Infatti , il lettore GIESSE ci aveva già cortesemente messo a disposizione un video di Stefano Fontana che tratta delle evoluzioni dogmatiche pre C. Vat II e dei loro diffusori .

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Il prof. Stefano Fontana ricordava giustamente qui

    https://lanuovabq.it/it/sinodo-storia-vs-tradizione-chi-ha-paura-di-uno-scisma

    che lo scisma non fa paura solo a coloro i quali della Chiesa non importa nulla.

    • Lucy ha detto:

      È esattamente quello che pensiamo anche noi ed è per questo che ricambiamo vivendo la nostra fede assieme ai nostri sacerdoti ” etsi Bergolius non daretur”.