IL BIBLISTA, IL SINODO: “QUANDO VEDRETE L’ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE”….

19 Ottobre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, il nostro Biblista licenziato perché troppo cattolico ci ha mandato una riflessione su quello che sta accadendo a Roma, nei giardini del Vaticano, a Santa Maria in Traspontina, e nell’aula del Sinodo…Buona lettura. 

§§§

Gentilissimo Dott. Tosatti,

le invio questo mio breve ed umile contributo per confermare ancora una volta quanto la “neochiesa” si discosta non solo dall’insegnamento millenario della Dottrina della Chiesa Cattolica, ma dalla Sacra Scrittura stessa.

Mi riferisco agli ultimi avvenimenti esoterici “celebrati” nei giardini vaticani e nella chiesa di Santa Maria Transpontina accanto a San Pietro.

Quelli attorno alla statua denominata “Pachamama” (dea della terra), sono veri e propri rituali idolatrici, esoterici, satanici. Si invoca la protezione di spiriti di chissà dove, (meglio…sappiamo bene da dove provengono…dall’inferno). Sia nei giardini vaticani, che nella Chiesa di Santa Maria vi è stata una vera e propria PROSTRAZIONE E ADORAZIONE a questo idolo. Ho visto anche una foto dove alcuni vescovi portano pure in processione tale obbrobrio (vedi qui).  https://www.sabinopaciolla.com/lawler-perche-un-sinodo-da-il-posto-donore-alla- dea-della-fertilita-e-non-lo-da-alla-immacolata-concezione/

Il Signore, nel libro del Deuteronomio è molto esplicito in merito:

“…state bene in guardia per la vostra vita, perchè non vi corrompiate e non vi facciate l’immagine scolpita di qualche idolo, la figura di maschio o femmina…” (Deut 4,15-16).

Il Signore è molto severo in merito. Lui è un Dio geloso. Sicuramente tutto ciò avrà una ripercussione terribile nella vita di coloro che, pur conoscendo la Legge dell’Unico Dio, si  sono prostrati a tale divinità pagana. E il Signore non tarderà a farsi sentire. Glielo garantisco Dott. Tosatti.

Qualcuno potrebbe obiettare: e le statue  dei Santi allora?

La cosa è completamente diversa. La Chiesa ha sempre posto qualunque immagine dei Santi, non per essere adorata al posto di Dio ovviamente, ma perchè possiamo imitarne le virtù e chiedere  loro (che sono in Cielo e quindi più vicini a ll’Altissimo) di intercedere presso l’Unico ! Dio per ogni nostra necessità.

Così anche per la Vergine Maria. La Santa Vergine è Colei che “ha creduto”, ed è Colei che Gesù sulla Croce ci ha consegnato come “Madre”. La Chiesa Cattolica non ha MAI messo la Vergine al posto di Dio, ma l’ha sempre presentata come il CANALE PRIVILEGIATO per arrivare al Suo Figlio Gesù (UNICO DIO).

L’idolo portato in Vaticano è un brutto presagio Dott. Tosatti.

Gesù ha detto: “Quando vedrete l’abominio dellla desolazione stare là dove non conviene, chi legge capisca, allora quelli che si trovano in Giudea fuggano ai monti” (Mc 13,14).

Un idolo adorato al posto dell’Eucaristia è già un abominio di desolazione. Sulla seconda parte del versetto (quelli che si trovano in Giudea fuggano…)  e quindi su cosa dovrebbe fare il cattolico che vuole restare fedele a Gesù Cristo, mi riservo di scriverne in seguito, (senza abusare del suo spazio Dott. Tosatti).

Grazie ancora una volta per il Suo lavoro e per l’ospitalità nel Suo blog.

Il biblista licenziato

§§§




 

SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

56 commenti

  • Michele ha detto:

    Il TERZO SEGRETO riguarda L’ULTIMO “PAPA” , padre Malachi Martin

    ecco la conferma di Padre Malachi Martin al vero contenuto del Terzo Segreto: https://youtu.be/DBBn28-3scU

    davvero strano che questa intervista sia praticamente introvabile su internet

  • PG ha detto:

    Bergoglio ormai ha perso completamente la bussola e il gregge sta partendo per la periferia abbandonando i pastori. Guardate il caso del Biancalani..

  • Bibilista bergogliano pazzo ha detto:

    Ho anteposto il termine Bergogliano, perché a me interessa Dio. Uno diceva: io sono di Paolo, io sono di Apollo, io sono di Cefa…….ed io di Cristo.

    Ho amato papa Bergoglio. L’ho aspettato per anni, per certi versi.

    PERO’

    A me interessa Cristo.

    Io non so se tale cerimonia (non sono a Roma) sia il famoso abominio della desolazione . Non ho nemmeno capito bene se e’ una notizia verificata.

    Chiedo solo una cosa a biblista licenziato e anche a bibilista deutero amedeo.

    IO ho sempre atteso, da quanto ne ho contezza, la FINE DEL MONDO. Non e’ colpa mia se prima del ritorno di Cristo, sembra, ci debba essere l’anticristo. E’ un paradosso della fede. (forse, ne dico una, scritto dall’autore dell’apocalisse in eta’ di martirio per tirare su il morale ai cristiani vittime delle persecuzioni). Sia come sia, PER FEDE, credo alle sacre scritture. Non per questo ho la presunzione di poterle interpretare esclusivamente, pero’ i segni dei tempi li guardo.
    Ora ve lo dice un bergogliano. Ma se fosse l’abominio della desolazione, se questo sistema di cose sta per finire, se siamo vicini alla Parusia NON E’ UNA BUONA NOTIZIA?

    PS: questo non ho mai capito in 30 anni di cattolicesimo. Come si faccia ad acccontentarsi del GIA’ e non IMPLORARE IL non ancora!.

    • Anonimo ha detto:

      … I primi Martiri morivano con la certezza che la Chiesa avesse unica Fede, un solo scopo : la salvezza delle Anime. Oggi non abbiamo una Chiesa che si preoccupi dell’inferno… Che ha perso il timore di Dio… Bisogna rileggere l’apocalisse del profeta Daniele dove la fine dei Tempi viene spiegata con dovizia di particolari (se interpretati spiritualmente)… “Un tempo due tempi e mezzo tempo” : sarà Benedetto xvi questo mezzo tempo? E ancora: “l’anticristo lì vincerà (I due testimoni) e questi giaceranno tre giorni sulla Piazza Santa” : quanti Ordini sono stati Commissariati? Quanti veri uomini di Dio, Testimoni autentici, sono stati messi a tacere?… Un giorno non molto lontano vedremo quanto preannunciato a San Sebastian di Garabandal…

  • Carlo lodovici ha detto:

    @ Sherden

    Il motivo per cui chiedo lumi al Biblista è perché lui ci scrive affermazioni perentorie. Evidentemente dispone di informazioni precise che dovrebbe condividere.
    Io non parlerei di idolo, pachamama, invocazioni o altro se non avessi certezza al riguardo. Lui pure, immagino.
    Le ricordo che l’Autore si presenta come Biblista (quindi persona di levatura scientifica) e non come opinionista qualsiasi. Mi aspetto quindi un approfondimento.

    Sull’ermeneutica dei gesti il discorso è semplice. I cristiani fanno cose apparentemente in contrasto con il divieto divino: rappresentazioni di Dio, anche in forma di animale; venerazione di queste rappresentazioni; un sacco di altre cose che se non capite nel loro senso esatto possono sembrare pratiche idolatriche.
    Il mio interrogativo è: quando si vedono pratiche strane di altri, metodologicamente non si dovrebbe procedere alla loro analisi, individuando significati e intenzioni attribuite da chi le pratica, per poi concludere se si tratti di idolatria o no?
    Anche qui mi rivolgo allo Studioso, che non si fa certo suggestionare dalle apparenze, per avere una spiegazione “scientifica” delle sue conclusioni.

    • Sherden ha detto:

      Esimio Carlo,
      la invito una volta di più a rivedere il filmato della goliardata nei giardini vaticani. Mi può spiegare il perché dei religiosi cattolici si prostrano davanti a una statuetta, che neppure si ha il coraggio di definire cosa sia?
      Non mi pare una domanda difficile, dopotutto…
      Il succo della faccenda è tutto qui: cosa abbiano pronunciato i prostranti (giacché non stavano in quella posizione a fare fisioterapia) è cosa del tutto secondaria, dovrebbe capirlo anche lei. Può apparile un dettaglio fondamentale (magari solo per confutare una parte di quello che riporta l’articolo) ma, mi creda, lo scandalo vero è quello di una cerimonia in cui religiosi cattolici si inginocchiano davanti a una qualunque cosa che non sia Gesù Cristo. Dentro San Pietro, per soprammercato.

    • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

      Mi intrometto. 1) la questione delle immagini sacre si e’ risolta, una volta per tutte, per la Chiesa Cattolica, al principio del VIII sec da Giovanni Damasceno. (altra questione e’ quella della qualita’ , purtroppo non canonizzabile, delle opere stesse)
      2) in altro intervento ho detto delle mie impressioni su sfilate e girotondi, per me piu’ squallidi che pericolosi. Tuttavia qui l’ allarme, sacrosanto (e’ il caso di dire) e’ dato dai luoghi, dalle circostanze e dai partecipanti ! Un frate, faccia a terra (perche’?) davanti a statue ( che cosa rappresentano? macchise….pardon) e mucchi di terra, una ragazza in canoa issata in chiesa ! vescovi in similprocessione, a S.PIETRO !, con canoa ( aridaje…) e statuette.
      Ora, sig Lodovici, fuor di polemica, non crede Lei che spettasse alle autorita’ ecclesiastiche (ai noi cattolici l’ autorita’ piace tanto che, se chi la esercita, non lo fa degnamente, la perde…) spiegare (?) , giustificare (?), illustrare (?) ritualita’ cosi’ “originali” ?
      Il fatto e’ che non credo sia possibile andar oltre vaghi accenni a omaggi, identita’, interculturalita’…..
      P.s. qualcuno ha gia’ fatto notare che, se si ascolta il sonoro dai giardini, si avverte che il commentatore ha in mano una “scaletta” diversa da cio’ che si vede.

      • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

        Chiedo scusa a Sherden: non avevo letto il suo intervento, che anticipa (meglio) cio’ che volevo dire.

        • Carlo lodovici ha detto:

          Sono d’accordo con entrambi Voi. Soprattutto sul fatto che il Vaticano avrebbe dovuto dare un minimo di spiegazione.
          Purtroppo le Vostre (e le mie) sono deduzioni o, peggio, suggestioni. Certamente se vedo fare una cosa penso di conseguenza. Tuttavia il Biblista si è presentato come uno che sa, non come uno che intuisce ed ha impegnato il suo status scientifico per comunicarci le sue conclusioni.
          Vorrei che questo Biblista ci dicesse di più. Al momento non risponde.

          PS vero che internamente il problema delle immagini è stato risolto (a caro prezzo). Esternamente noi potremmo essere considerati idolatri e certi argomenti valgono a fugare i dubbi altrui. Non so se non debba essere fatto altrettanto verso altri che praticano riti strani o equivocabili. Per questo parlavo di metodologia applicabile. Insomma: se vedo uno che si prostra davanti a una statuetta e ho l’impressione che sia un idolatra, è corretto concludere che sia così o è necessario un approfondimento previo? Il Biblista sul punto è perentorio e vorrei che condividesse con noi la sua analisi.

    • Stazione Alpha ha detto:

      Gentile Carlo, i religiosi che lei cita sono stati ordinati preti cattolici, quindi con il dono di consacrare. Lei si chiede se non si dovrebbero analizzare le intenzioni (di chi si e’ inginocchiato davanti alle statuette) per stabilire se siano o meno idolatri.
      Ma c’e’ davvero da perdere tempo a fare tale analisi ?
      “Non avrai altro Dio all’infuori di Me”, e’ detto.

      E’ evidente che non credono piu’ in Gesu’ Cristo, se si inginocchiano davanti “ad altro”.

  • anonimo verace ha detto:

    I primi gruppi a cui Paolo si rivolse nel suo apostolato erano gruppi appartenenti alla diaspora ebraica e quindi fedeli conoscitori della Torà, cioè dei primi 5 libri della Bibbia, tra cui il Deuteronomio. Sconosciuto a me e penso a molti altri.
    Oggi c’è un revival del culto paleocristiano. Non a caso è stata scelta Matera ed i suoi sassi come capitale europea della cultura nell’anno di grazia 2019. Trai sassi molte sono le chiese rupestri in cui la decorazione è strettamente iconica. E non solo a Matera. Philippe Daverio ha di recente mostrato in televisione una chiesa di Galatina (Lecce) in cui è presente una serie di affreschi, tutti di stile iconico e costituenti una splendida e antichissima Biblia pauperum .
    Ovvero nei primi secoli la Chiesa offriva ai suoi fedeli icone, non statue. Questo è un punto fermo da cui partire.

  • Paolo ha detto:

    A prescindere dalle varie interpretazioni, tutte più o meno ipotetiche, sul significato delle statuette raffiguranti donne nude e incinta, una cosa mi pare chiara e inequivocabile. La postura dei partecipanti è quella di chi adora, e non semplicemente venera. Quindi si stavano rivolgendo a una divinità. La presenza della figurina umana iperfallica ci dice che il contesto è quello di esaltazione di una qualche divinità della fecondità naurale. Quel tipo di statuine appaiono sempre in contesti legati a culti priapici. L’ eventuale significato delle donne nude va associato alla statuetta fallica. Quindi la prostrazione avviene, nella migliore delle ipotesi, di fronte a simboli di fertilita, cosa naturale da ritenere non superiore a Dio, non degna di adorazione, a lui solo riservata. Le forme sono pagane, non cattoliche, al di là delle invocazioni; Il meno che si può dire è che si tratta di sincretismo pericoloso.

    • Milli ha detto:

      Tutto ciò che non proviene da Dio proviene dal suo Nemico. I cosiddetti spiriti pagani, se non vengono da Dio allora sono demoni.
      Gli spiriti esistono e sono demoniaci, non è uno scherzo.

  • Paolo ha detto:

    A prescindere dalle varie interpretazioni, tutte più o meno ipotetiche, sul significato delle statuette raffiguranti donne nude e incinta, una cosa mi pare chiara e inequivocabile. La postura dei partecipanti è quella di chi adora, e non semplicemente venera. Quindi si stavano rivolgendo a una divinità. La presenza della figurina umana iperfallica ci dice che il contesto è quello di esaltazione di una qualche divinità della fecondità naurale. Quel tipo di statuine appaiono sempre in contesti legati a culti priapici. L eventuale significato delle donne nude va associato alla statuetta fallica. Quindi la prostrazione avviene, nella migliore delle ipotesi, di fronte a simboli di fecondità, cosa non certo superiore a Dio, quindi non non meritevolè adorazione, anzi. Le forme sono pagane, non cattoliche. Il meno che si può dire e che si tratta di sincretismo pericoloso.

  • Marco Matteucci ha detto:

    “Verrà un giorno in cui la generazione mistica di Gesù dall’Essere Supremo nel ventre di una Vergine, sarà paragonata alla favola della generazione di Minerva dal cervello di Giove.” (Thomas Jefferson 1743-1826)

    ECCOCI … CI SIAMO!

    • Stazione Alpha ha detto:

      Le narrative di meta’ sinodo ci dicono che e’ stata avanzata la richiesta di istituire un “rito amazzonico”. Da queste immagini di canoe sulle quali si intronizzano giovani dee, si evince che l’ “ordo amazzonico” ha gia’ iniziato a sostituire il “vetus” e il “novo”. Esso si e’ appropriato direttamente delle chiese.

  • Lia ha detto:

    Se ne devono andare ! Non noi con uno scisma. Lo scisma è sempre sgradito a Dio . Sono loro che hanno occupato indegnamente la Casa di Dio, di cui Pietro e’ stato sempre Vicario, peccatore ma mai traditore, e quindi devono fare le valigie e tornare da dove sono venuti. FUORI!!!

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    La mia impressione, dopo le immagini ” amazzoniche ” e’ che il rito cattolico non sia stato profanato da terribilii satanisti o astuti sacerdoti neopagani, quanto da una congrega di sprovveduti che, (riguardate i filmati) improvvisavano, senza nemmeno sapere bene che movimenti compiere… l’ effetto e’ piuttosto quel grottesco miscuglio di dilettantismo e forzata allegria tipico dello stile da villaggio turistico anni ’80 ! Cio’ mi ha rassicurato?
    no. Il fatto drammatico e’ che il modo visibile che oggi ha la Chiesa di porsi in relazione con Dio (questo e’ il rito) e’ talmente malmesso da confondersi con, letteralmente, qualsiasi esibizione, spaventosa, a mio parere, perche’ priva di significato.
    Poi, non nego che dietro ci possa anche essere una volonta’ piu’ lucida, piu’ “luciferina”; tuttavia, quelle danze disarmoniche, quelle statuette da baracchino per turisti, non potrebbero minacciare un’ istituzione che avesse un minimo, ma proprio un minimo, di consapevolezza di se’. Certo, le processioni canoiste ci faranno vergognare a lungo, ma a me ha dato ancor piu’ fastidio l’ atteggiamento successivo dei portavoce: supponenza mista a inconsapevolezza del disastro….

    • AMCC ha detto:

      Non sempre le porte al demonio vengono aperte con consapevolezza, a volte inconsapevolmente si possono schiudere appena o spalancare. Il risultato è il medesimo: il nemico entra. Nel caso specifico, a mio parere c’è grave colpevolezza, sia che si sia agito consapevolmente, sia che lo si sia fatto in modo preterintenzionale: i Ministri di Dio hanno l’obbligo di sapere certe cose….facessero esorcismi per rimediare ora, se hanno agito in buona fede. Organizzassero Adorazione Eucaristiche e Processioni di riparazione…

    • Grog ha detto:

      La maggior parte saranno sprovveduti ma é incontestabile che ci sia un regista in tutto questo. Ed egli é tutt’altro che sprovveduto…

    • Milli ha detto:

      Io non credo assolutamente all’inconsapevolezza. Le persone che hanno voluto questi riti pagani sono persone che hanno studiato , a lungo, sui sacri testi, sono persone laureate in teologia!
      Un bambino che fa catechismo e che ha imparato i 10 comandamenti sa che non deve prostrarsi a un idolo.
      Non sperate nella loro buona fede , non scusateli, non accondiscendete ai loro errori, per non subire in giorno la loro punizione.

  • deutero.amedeo ha detto:

    E rileggiamo, per quanto è bello il Salmo 113, che con un pizzico di ironia dissuade la gente dal rendere culto agli idoli.Un breve confronto tra Dio e gli idoli conduce a demolire la rispettabilità di chi li produce e di chi in essi confida.

    [1] Non a noi, Signore, non a noi,
    ma al tuo nome dà gloria,
    per la tua fedeltà, per la tua grazia.

    [2] Perché i popoli dovrebbero dire:
    “Dov’è il loro Dio?”.

    [3] Il nostro Dio è nei cieli,
    egli opera tutto ciò che vuole.

    [4] Gli idoli delle genti sono argento e oro,
    opera delle mani dell’uomo.

    [5] Hanno bocca e non parlano,
    hanno occhi e non vedono,

    [6] hanno orecchi e non odono,
    hanno narici e non odorano.

    [7] Hanno mani e non palpano,
    hanno piedi e non camminano; dalla gola non emettono suoni.

    [8] Sia come loro chi li fabbrica
    e chiunque in essi confida.

  • wisteria ha detto:

    Nel 1974 Papa Paolo VI ricevendo un gruppo di Sioux si fece fotografare con un copricapo di penne.
    Si torna sempre all’infausto Cconcilio Ecumenico Vaticano II.

  • Abigail ha detto:

    I cristiani hanno sempre una scusa pronta per giustificarsi e sono sempre pronti ad accusare gli altri delle stesse cose che fanno loro. Ipocrisia al cubo. Estinzione molto rapida.

    • Stazione Alpha ha detto:

      Buongiorno Abigail, i cristiani sono coloro che credono in un Dio fattosi Uomo, per redimerli e portarli in Cielo. Sono quindi uomini con i medesimi difetti degli altri, ma con la possibilita’, (non per il mero fatto di chiamarsi cristiani ma per il fatto di essere coerenti con il cristianesimo) di guadagnarsi il Paradiso.
      Quanti di costoro riescano in tale intento, solo Dio lo sa, non spetta ad altri giudicare.
      Per chi vi riesce sara’ beatitudine eterna.

      • dagli anelli di Saturno ha detto:

        L’uomo cristiano non è solo. C’è sempre, forte e vitale, l’aiuto dello Spirito Santo.
        Non a caso si considera la Pentecoste, cioè la discesa dello Spirito sugli Apostoli, come il giorno in cui fu fondata la Chiesa.

    • Grog ha detto:

      Che saggezza, che eloquenza!
      Bene brava, e ora tornatene pure a giocare con la play station.

  • Enrico ha detto:

    E’ ora da fare qualcosa. Possiamo prendere ad assalto la Chiesa di Santa Maria in Traspontina. Magari se ci riuniamo con un centiniano di persone e ci mettiamo ad recitare il rosario in Latino al suo interno. Quello si sarebbe un bel colpo. Un sito come questo non ha un centinaio di volontari? Io sono disposto anche a fare un po di jail time.

  • TITTOTAT ha detto:

    Una domanda a tutti coloro che impongono ubbidienza a bergoglio ad ogni costo: ammettiamo che sia il Papa, se per caso, ispirato da saggezza, avesse ammonito tutti quei buzzurri in mutande e talare, dicendo, guardate che solo in Cristo ogni ginocchio si deve piegare, questi riti sono in abominio a Dio, sono contro la stessa ragione umana e per di più rischiamo di prenderci una possessione diabolica….
    domando agli ultrafedeli papisti: suore e frati del pluvio, avrebbero ubbidito di cuore o avrebbero iniziato a mormorare? e se il Papa chiudesse all’istante il sinodo, ritornerebbero, i vescovi, in germania e sud america con uno scima in mente da attuare?
    Clero vano e orgoglioso, di chi siete figli?

    • Stazione Alpha ha detto:

      Buongorno Titosat, il punto e’ che tale ipotetico invito papale a non inginocchiarsi davanti agli idoli amazzonici difficilmente verrebbe proferito da lui, dato che non si inginocchia davanti a Cristo Eucarestia.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Modestamente, da biblista dilettante se non altro non corro il rischio di essere licenziato.
    Giusta la citazione del libro Deuteronomio. Sono pagine terribili contro gli idolatri e contro chiunque si inchini a divinità straniere e/o di popoli stranieri. Ma per Papa Francesco l’antico testamento è morto. Per lui la Bibbia è quasi esclusivamente Vangelo e non tutto neanche quello. E inoltre seguendo le sue meditazioni mattutine,i discorsi, le omelie, le catechesi e gli “Angelus ” mi sono reso conto che per lui esistono soltanto (o quasi soltanto) i passi ripresi nelle letture del messala.
    Ora, nel messale, del Deuteronomio esistono solo 11 letture quasi tutte negli anni B e del capitolo 4 esistono soltanto i versetti 1-2 , 6-8, 32-34, 39-40. I versetti citati dal biblista licenziato 15-16 non ci sono il che spiegherebbe perché il Santo Padre e i suoi giannizzeri non ne abbiano tenuto conto.

    • nonna Giovanna ha detto:

      A me la Bibbia piace molto. E quando a 29 anni ho incominciato a leggere i libri sapienziali, ne sono rimasta affascinata. Ma nonostante che io creda fermamente che l’Antico Testamento sia la radice del nuovo ( e come tutti sappiamo, un albero senza radici muore) ciononostante il Deuteronomio è sempre rimasto fuori dal mio orizzonte. Grazie per il suggerimento. Cercherò di leggerlo. E, mi raccomando, fatelo anche voi.

      • deutero.amedeo-biblista dilettante ha detto:

        Deutero_nomio significa seconda legge. E’ il libro conclusivo del Pentateuco (La Legge, per gli ebrei) . In esso si trova la sintesi suprema della rivelazione di Dio e dell’Alleanza che Dio non ha mai tradito, ma gli uomini sì, fino al punto da rendere necessaria la missione di Cristo per stabilire con l’uomo una “nuova ed eterna Alleanza”. Nuova per l’uomo , ma non per Dio, che non ci ha mai tradito.
        In quanto ai Libri Sapienziali, tanto ignorati, condivido la tua passione e la tua ammirazione. Ad meliora.

  • Maria Grazia ha detto:

    Non c’è nessun paragone fra gli idolo fatti da mani d’uomo (v. pacha mama) e rappresentazioni figurative di Gesù e dei Santi. Noi veneriamo le immagine sacre perchè sono un supporto alla nostra fede, vengono in soccorso ai nostri sensi: abbiamo bisogno di concretezza , di toccare, di percepire con i sensi, siamo deboli …. siamo umani!!! ABBIAMO BISOGNO DEL VISIBILE PER ACCEDERE ALL’INVISIBILE, DEL MATERIALE PER COMUNICARE CON CIO’ CHE E’ SPIRITUALE. Questo la Chiesa cattolica l’ha sempre capito.
    Anche l’emorroissa, per poter guarire, aveva capito che bastava toccare un lembo del mantello di Gesù, Lui non l’ha rimproverata per quel gesto: L’HA GUARITA. Spesso noi teniamo le foto delle persone care per poterle sentire più vicine a noi; una vedova porta, normalmente, la fede del marito per poterlo sentire ancora con sè. Non sono forme di feticismo o di idolatria: sono forme d’affetto che ci aiutano a raggiungere l’invisibile.
    Per quanto concerne, poi, l’invito di Gesù ai suoi, in vista della desolazione, a fuggire sui monti della Giudea , posso dire : BEATI LORO CHE HANNO AVUTO UN’INDICAZIONE PRECISA SU DOVE ANDARE !!! Noi dove possiamo fuggire????

    • Margherita ha detto:

      Cara Maria Grazia, …ma sotto il manto della Madonna con la corona del Rosario fra le mani!

    • AMCC ha detto:

      E’ proibito inginocchiarsi davanti ai Santi. Così mi insegnarono le Suore da bambina ( quando ancora esisteva l’insegnamento della Dottrina Cattolica )

      • Maria Grazia ha detto:

        PER AMCC – Non ho parlato di adorazione di Santi, nè di genuflettersi davanti ad essi, ma di venerazione di immagini sacre.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Queste interpretazioni apocalittiche del bergoglismo sono un sintomo preoccupante. Vogliono dire solo che non si hanno gli strumenti concettuali per trattare la situazione.
    Il bergoglismo è solo un capitolo di più nella plurisecolare guerra tra Chiesa e antichiesa, tra verità e menzogna. Tutto è falso, tutto è commedia, tutto è menzogna nel bergoglismo.
    Solo la verità ci può salvare. Mentre quelli che possono agire continuano a insistere nella ridicola menzogna del Povero Santo Padre e a invocare l’Apocalisse, la prognosi sarà sempre letale.
    La verità, ragazzi, la verità!

  • Galletto ha detto:

    ci faccia sapere quanto prima!

  • associazione mi dispiace per gli altri ma dio è cattolico ha detto:

    dott. tosatti pensiamo che sarebbe più interessante citare chi ha fatto la storia del cattolicesimo e non un llbro che devi leggere a stomaco vuoto per non vomitare:vedi deuteronomio 2,34….3-5,6..il dramma sta nel fatto che il cattolicesimo oggi è sconosciuto. se oggi chiedi di san benedetto ,ti rispondono che è un’acqua minerale. cordialmente

    • Don Ettore ha detto:

      Carissima Associazione, San Benedetto come tutti i Padri della Chiesa conosceva e meditava Antico e Nuovo Testamento, che sono Parola di Dio. La Bibbia, insieme alla Tradizione, costituisce il contenuto della fede cattolica. Lo sa? O forse pensa che sia stata scritta dopo il Vaticano II?

      • associazione mi dispiace per gli altri ma dio è cattolico ha detto:

        caro don ettore. come ha detto l’allora mons. ratzinger nel 1968…. la chiesa è finita ma risorgerà fondata sui santi; perchè essi hanno lo sguardo rivolto a dio, con amici partigiani figli del cattolicesimo ambrosiano,abbiamo promosso incontri dal tema:il cattolicesimo questo sconosciuto. incontri che hanno suscitato molto interesse è condivisione. santi, sante martiri.la vita di chi ha vissuto la parola e l’insegnamento di gesù di nazaret.raccontare che davide (,descritto in samuele 1 e non in samuele 2 )immorale sodomita sia parola di gesù o nella lettera agli ebrei quel che gesù fu fatto inferiore agi angeli è pura blasfemia. legga attentamente il sacrificio di isacco e scoprirà che aveva 37 anni quando il padre voleva sacrificarlo. si chieda quanti anni aveva rebecca( la giovanetta) che isacco sposa. senza una svolta epocale fra non molto le nostre chiese saranno chiuse. cordialmente

        • Don Ettore ha detto:

          Lo sa che lei è semplicemente eretico? L’ispirazione divina dei 46 libri dell’Antico Testamento e dei 27 del Nuovo è dogma di fede stabilito dal Concilio di Trento. L’eretico che voleva fare a meno dell’Antico Testamento si chiama Marcione, condannato già nei primi secoli della Chiesa. Comunque è stupefacente e indicativa della babele in cui viviamo la sua/vostra pretesa di creare una contrapposizione tra la conoscenza dei Santi e la Parola di Dio scritta. Infatti, come ho già detto, molti di loro hanno amato, studiato e commentato libri della Bibbia, Antico e Nuovo Testamento, in particolare i monaci (vedi San Benedetto). E sempre i monaci peegano con i Salmi che fino a prova contraria, sono un libro dell’Antico Testamento.

          • associazione mi dispiace per gli altri ma dio è cattolico ha detto:

            e se l’eretico fosse lei? e chi sostiene che GESU (LA DIVINA BONTA) SIA L’INCARNAZIONE DI yhwh dio degli ebrei,spietato e sanguinario? studi il filosofo ebreo baruc spinosa( BENEDETTO DE SPINOSA) EGLI PER AVER SCRITTO CHE L’UNICA COSA CERTA DELLA bibbia ERA GESù, fu scomunicato e condannato al rogo dal sinedrio degli ebrei olandesi. la sentenza non fu eseguita perchè ,la fama dell’uomo era tale che avrebbe gravemente danneggiato l’immagine degli ebrei. legga di shlomo sand, ebreo, professore di storia all’università di tel aviv: the invention of the land of israel e the invention of the jewish people. legga sanhedrin 55 del talmud( il nuovo testamento degli ebrei) e capirà a che età, il quarantenne isacco ha sposato rebecca.cordialmente

  • Carlo lodovici ha detto:

    Salve. Tre domande per il Biblista.
    1) perché “pachamama”? È una divinità andina (inca) non amazzonica e ha una rappresentazione del tutto diversa…
    2) perché se i cristiani usano statue vale la spiegazione per non violare il Deuteronomio e se gli Amazzonici usano una statua è automaticamente idolatria?
    3) si parla di invocazioni. Il Biblista può trascrivere il contenuto delle invocazioni usate durante quel rito?
    Grazie mille. Buonasera.

    • Sherden ha detto:

      Rispondere a due delle domande è di una facilità disarmante (ed è strano che le sfuggano le ovvie risposte):
      a) la si è chiamata “pachamama” un po’ per celia, un po’ perché in alcune parti dei documenti si richiama la “madre terra” (traduzione di pachamama dalla lingua quechua), un po’ perché nessuno dei padri sinodali prostranti – né coloro che li difendono – ha saputo dire cosa simboleggi;
      b) nella dottrina cattolica (e anche nel Deuteronomio) l’adorazione è riservata a Dio; le statue sono il simbolo dei santi, ma non si adorano, né ci si prostra né alle statue e neppure ai santi.
      Cosa abbiano borbottato durante l’inginocchiamento bisognerebbe che lo dicessero i diretti protagonisti del folkloristico rendez-vous, ma a quanto pare se ne guardano bene…

      • Carlo lodovici ha detto:

        Quindi:
        1) pachamama è una trovata perché non si sa come chiamare la statua. Comunque vorrei capire chi abbia detto che è la madre terra. Lei stesso dice che non si sa cosa rappresenti.
        2) chiaro per i cristiani (tanto pacifico non è stato stante la guerra iconoclasta). Non è chiaro perché la stessa ermeneutica non debba essere applicata ad altri
        3) cos’hanno borbottato lo deve dire il Biblista perché è lui ad aver scritto “Si invoca la protezione di spiriti di chissà dove” pertanto vorrei che ci riportasse le formule incriminate.
        Grazie per questa prima risposta.

        • Sherden ha detto:

          Egregio sig. Carlo,
          che non si sappia come chiamare la statua non è un problema mio o di altri, ma degli stessi che l’hanno “omaggiata”, visto che nessuno di loro ha azzardato un nome (prudentemente, hanno escluso che si trattasse della Vergine Maria,,,); si figuri se io mi imbarco a proporne uno. Se vuole levarsi la curiosità, lo chieda pure ai padri sinodali, la statuetta mica ce l’ho portata io.
          La questione dell’ermeneutica non l’ho capita: io ho fatto una semplicissima considerazione, ovvero che i cristiani devono la loro adorazione solo a Dio, non ai santi e tantomeno alle loro effigi. Punto.
          Infine, se i fraticelli in tonaca si sono chinati davanti alle statuette e agli altri simboli, non credo che l’abbiano fatto per puro esercizio di ginnastica. La risposta del Biblista al suo quesito non mi pare di fondamentale importanza.

        • Sherden ha detto:

          Dimenticavo: Pachamama vale per assonanza, visto che sia nell’Instrumentum Laboris sia nelle dichiarazioni dei padri sinodali, il termine “Madre Terra” è ben presente.

        • Diana ha detto:

          Caro signor Lodovici, forse dovrebbe rivolgere le sue domande direttamente alla Santa Sede, dal momento che il Sommo Pontefice non solo ha presenziato alla cerimonia svoltasi nel cuore della cristianità, dove il Santo Apostolo Pietro ha consumato il suo martirio, ma ha anche consentito a che la presidentessa del rito gli infilasse infine al dito un anello nero, lui che prova tanto fastidio per l’anello piscatorio da non usarlo che raramente, come solerte ci informa “Il mio papa” https://www.miopapa.it/lanello-piscatorio-al-dito-di-francesco/ e da non consentire che i fedeli lo bacino, a meno di non dar luogo alla penosa pantomima svoltasi nel Santuario di Loreto poco tempo fa. Sono certa che almeno il Santo Padre sapesse con precisione cosa stesse facendo, e che possa rispondere ai suoi giusti quesiti, ai quali neanche Ruffini e Costa, pur presenti, hanno saputo dare esito.

    • AMCC ha detto:

      Come scritto poc’anzi a qualcuno, l’insegnamento Cattolico proibisce di inginocchiarsi davanti alle raffigurazioni dei Santi. Davanti alla statuetta non solo si sono inginocchiati ma addirittura prostrati…

      • dagli anelli di Saturno ha detto:

        da lontano sembravano islamici in moschea e non fedeli della Chiesa di Roma…

        • Carlo lodovici ha detto:

          Appunto: non essendo musulmani forse occorre studiare il comportamento partendo dalle loro abitudini. Non da quelle degli arabi o nostre….

  • trovatello ha detto:

    pensi Tosatti, che colpo sarebbe se lo sciamano – in accordo con Francesco – facesse piangere lacrime di sangue all’idolo di sesso femminile ! Perbacco, dirà Francesco, vedete che tutti i simboli religiosi femminili piangono ? Oppure potrebbe dire : vedete che con lo stregone qualsiasi statua piange ? e dai !

  • Sherden ha detto:

    Aspettiamo adesso l’intervento dell’illuminato Mario che ci spiegherà come e perché quella nei giardini vaticani e quella nella Chiesa di Santa Maria in Traspontina fossero semplici festicciole goliardiche (prostrazione a sedere in aria compresa da parte di religiosi in tonaca), davanti a due semplici e innocue statuette di legno (rappresentanti non si sa chi, ma fa niente…) e che “l’importante è ben altro”.
    La prima volta gli è riuscito maluccio, ma magari nel frattempo si è documentato, magari a chiesto a Sosa un aiutino.