UN SACERDOTE DA CARACAS: RICORDATE AKITA, LA FATIMA D’ORIENTE…

14 Ottobre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, ci ha scritto dal Venezuela un sacerdote e un amico, padre Luis Eduardo Rodríguez, parroco nella periferia di Caracas. Ci ha chiesto di pubblicare questa sua lettera, da cui emerge con chiarezza tutto lo sconforto e il disagio di un sacerdote cattolico di fronte a fatti, dichiarazioni, e avvenimenti che sembrano avvolgere la Chiesa nella confusione, e nell’incertezza. Ci sembra un documento emblematico: quanti padre Luis Eduardo non scrivono, ma vivono gli stessi sentimenti nel loro cuore? Buona lettura.

§§§

“Vorrei citare – riferendomi a un capitolo del libro “IL GOVERNO MONDIALE E LA CONTROCHIESA” di Pierre Virion (1967) il commento fatto nel 2004 dal vostro grande Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d´Assise, Bruno Tarquini, venuto a mancare quest’anno 2019 il 10 gennaio:

“Restano ovviamente ancora segreti i fini di quel programma, che sono, come si è già detto, non solo il conseguimento del dominio mondiale da parte di quelle sette e, quindi, di pochi iniziati, collegate, come si dirà di seguito, con le centrali economico-finanziarie specialmente americane (dominio diretto soltanto al profitto ed in danno dei popoli); ma anche la distruzione del cattolicesimo attraverso la sua degradazione al livello delle altre religioni, ritenute tutte uguali tra loro e, perciò, logicamente escludenti l´origine divina di Gesù Cristo. Infatti non puó ritenersi il cattolicesimo uguale alle altre religioni finché resti vivo il dogma dell´Incarnazione. L´uguaglianza tra loro delle religioni non può che passare sul rinnegamento di quel dogma, che rappresenta la fine del Cristianesimo”.

Qui nella nostra America, in Colombia, l’ 8 settembre 2017, niente di più e di meno Festa della nascita dell’Immacolata Concezione, Bergoglio nella predica disse testualmente “nelle vene di Gesù scorre il sangue pagano”.

Dire questa atrocità, e più atroce ancora fu che allora a solo poche persone sembrò interessare, è dire che nelle Sue vene corre il sangue di San Giuseppe, non quello dell´Immacolata, appunto senza peccato originale. Non bisognava aspettare le dichiarazioni ultime d´Eugenio Scalfari, nel giorno del 61° anniversario del Dies Natalis d´Eugenio Pacelli, cioè, San Pio XII, dove dice che chi parla in privato con Bergoglio sa che lui non crede che Gesù sia Dio, perché appunto già lo aveva detto apertamente qui nella nostra America, nella nostra Amazzonia…

Inoltre come se non fossero abbastanza i rituali perversi seguiti nei giardini vaticani la scorsa Festa di S. Francesco, con pene eretto incluso, abbiamo visto il degrado d´introdurre con tanto di processione la statuetta della “madre terra” nella propria Basilica di S. Pietro, portata in alto da certi vescovi, come frutto di quel programma massone travestito con la veste della nostra Amazzonia.

Quanto dolore caro dott. Marco Eugenio Tosatti. Mi consenta pure, in questo 13 ottobre 2019, nel 102 anniversario dell´ultima apparizione di Nostra Signora del Rosario a Fatima, quando più di 70.000 persone videro il miracolo del sole, includere il terzo ed ultimo messaggio anche dell´apparizioni e fenomeni riconosciuti della Vera Chiesa, ed unici fino adesso in tutta l´Asia, ad Akita, dove il Cielo ha voluto mostrarlo in questo giorno 46 anni fa. Di fatto l´allora cardinale Ratzinger la denominò “la Fatima d´Oriente”…

Messaggio del 13 ottobre 1973 (terzo e ultimo)

“Mia cara figlia, ascolta bene ciò che ho da dirti. Ne informerai il tuo superiore”.

Dopo un attimo di silenzio la Madonna continua dicendo:

“Come ti ho detto, se gli uomini non si pentiranno e non miglioreranno se stessi, il Padre infliggerà un terribile castigo su tutta l’umanità. Sarà un castigo più grande del Diluvio, tale come non se ne è mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e spazzerà via una grande parte dell’umanità, i buoni come i cattivi, senza risparmiare né preti né fedeli. I sopravvissuti si troveranno così afflitti che invidieranno i morti. Le sole armi che vi resteranno sono il Rosario e il Segno lasciato da Mio Figlio. Recitate ogni giorno le preghiere del Rosario. Con il Rosario pregate per il Papa, i vescovi e i preti.

L’opera del diavolo si insinuerà anche nella Chiesa in una maniera tale che si vedranno cardinali opporsi ad altri cardinali, vescovi contro vescovi. I sacerdoti che mi venerano saranno disprezzati e ostacolati dai loro confratelli…chiese ed altari saccheggiati; la Chiesa sarà piena di coloro che accettano compromessi e il Demonio spingerà molti sacerdoti e anime consacrate a lasciare il servizio del Signore. Il demonio sarà implacabile specialmente contro le anime consacrate a Dio. Il pensiero della perdita di tante anime è la causa della mia tristezza. Se i peccati aumenteranno in numero e gravità, non ci sarà perdono per loro.

Con coraggio, parla al tuo superiore. Egli saprà come incoraggiare ognuna di voi a pregare e a realizzare il vostro compito di riparazione. E’ il vescovo Ito, che dirige la vostra comunità”.

E dopo aver sorriso aggiunge:

“Hai ancora qualcosa da chiedere? Oggi sarà l’ultima volta che io ti parlerò in viva voce. Da questo momento in poi obbedirai a colui che ti è stato inviato e al tuo superiore.

Prega molto le preghiere del Rosario. Solo io posso ancora salvarvi dalle calamità che si approssimano. Coloro che avranno fiducia in me saranno salvati”.

Luis Eduardo Rodríguez Rodríguez, Sacerdote Cattolico, parroco nella “periferia” di Caracas, Venezuela, 13.10.19

Domani sarà il terzo anniversario da quando i gesuiti scelsero l´eretico Arturo Sosa Abascal, venezuelano come me, loro capo. Serva umilmente questo mio intervento, e ringrazio per l´ospitalità, come riparazione nel mezzo di questa selva nera dell´apostasia”.

§§§




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

110 commenti

  • paolo ha detto:

    SULLA DISCENDENZA DI MARIA SANTISSIMA DA DAVIDE

    Visto l’arrovellamento di alcuni nel negare ciò che è sempre stato ritenuto dalla Chiesa e cioè che Maria Santissima discende da Davide, riporto uno stralcio di articolo di Cristina Siccardi – sicuramente non bergogliana – da cui potete togliervi ogni dubbio.

    Riporto anche una riproduzione dell’albero genelogico di Gesù, per come la Chiesa lo ha sempre creduto.

    Con ciò passo e chiudo, sperando di non dover leggere ulteriori eresie.

    “La discendenza davidica di Maria è comune fra i Padri della Chiesa. La stessa affermazione di san Paolo, ovvero che Gesù era «nato dal seme di Davide secondo la carne» ne è una conferma. Secondo Giovanni Damasceno la genealogia secondo Luca è di Maria, mentre Matteo descriverebbe la genealogia di Giuseppe. L’ipotesi di san Giovanni Damasceno fu promossa da Annio di Viterbo nel 1502 e da allora ha ottenuto la maggiore accettazione. La genealogia di Luca renderebbe conto della discendenza davidica di Maria, ipotizzata per primo da Ireneo di Lione, e Gesù risulterebbe «figlio di Davide» anche secondo la carne, rendendo veritiera la profezia del Salmo 131,11 e l’annuncio dell’Angelo Gabriele a Maria Santissima. San Tommaso d’Aquino aggiunse all’ipotesi di sant’Ireneo quella che Maria appartenesse alla tribù di Levi per parte di madre, come Elisabetta, sua parente (Luca 1,5.36).

    I Vangeli riportano, quindi, sia la genealogia di Maria Santissima, attraverso san Luca, sia quella di san Giuseppe, attraverso san Matteo e ciò per dimostrare che, sia per parte di madre, la consanguineità, sia per parte di padre, l’adottività, la discendenza è quella che proviene dalla santa linea che ha creduto nelle promesse di Dio, confidando nella venuta del Figlio di Dio in terra. La Sposa e lo sposo, la genitrice e il padre putativo di Gesù, si ritrovarono entrambi ad essere rami dell’unico albero che, nella pienezza dei tempi, diede il Frutto della Salvezza. Così Giuseppe, venne, come pater familias, essere legalmente considerato parte della dinastia del re Davide. La stirpe eletta di santi sovrani a cui appartiene il Figlio di Dio dimostra che l’autorevolezza di Gesù Cristo, il Re dei re, gli viene sia dal Cielo, sia dalla Terra e nacque persino nella città delle origini di Davide, Betlemme”.

    https://www.cristinasiccardi.it/wp-content/uploads/2018/12/Genealogia.jpg

    • LucioR ha detto:

      Mi pare che questo intervento del signor Paolo sia “esaustivo”, come si usa dire con l’ultima edizione della lingua italiana, ma esprimendo concetti estremamente elevati forse occorre fare una sintesi della sua lezione. Si traggono dunque i seguenti punti:

      1 – la discendenza di Maria da David è da sempre creduta dalla Chiesa (contrariamente – evidentemente – all’affermazione di qualcuno qui nel blog, altrimenti il signor Paolo non lo specificherebbe);
      2 – Cristina Siccardi ha scritto un articolo in cui dimostra che Maria SS. discende da David;
      3 – il passo fondamentale dell’articolo della Siccardi è il seguente: «“La discendenza davidica di Maria è comune fra i Padri della Chiesa. La stessa affermazione di san Paolo, ovvero che Gesù era «nato dal seme di Davide secondo la carne» ne è una conferma. Secondo Giovanni Damasceno la genealogia secondo Luca è di Maria, mentre Matteo descriverebbe la genealogia di Giuseppe. L’ipotesi di san Giovanni Damasceno fu promossa da Annio di Viterbo nel 1502 e da allora ha ottenuto la maggiore accettazione. La genealogia di Luca renderebbe conto della discendenza davidica di Maria, ipotizzata per primo da Ireneo di Lione, e Gesù risulterebbe «figlio di Davide» anche secondo la carne»;
      4 – con questo il signor Paolo passa e chiude, «sperando di non dover leggere ulteriori eresie».

      Ora, considerando che l’origine della controversia accanita verificatasi in questo blog e che in alcuni “misericordiosi” interventi (lo stile “misericordioso” caratterizza una certa categoria di personaggi) ha toccato vertici di arrogante villania difficilmente raggiungibili altrove, con l’affibbiare gratuitamente patenti d’ignoranza a chi non fosse d’accordo con i misericordiosi; poiché la controversia, dicevo, riguardava la faccenda di un certo tipo di “sangue pagano” mai sentito prima, evidentemente di un Rh unico nel suo genere, il fatto che questo “sangue pagano” sia stato stralciato nell’intervento conclusivo del signor Paolo è già motivo di consolazione.

      Però, sparito il “sangue pagano”, si doveva abbandonare l’arena? E l’onore di santamarta dove lo mettiamo? Ecco allora spostare il motivo del contendere non più sul “sangue pagano”, oggetto della controversia, ma sulla discendenza di Maria “certificata dal Vangelo di Luca”.

      Vediamo quindi come considerare i suddetti punti di granitica certezza esposti dal Signor Paolo:

      1 – Che “la discendenza di Maria da David sia da sempre creduta nella Chiesa”, detto in maniera così, pura e semplice, non so se qualcuno qui l’abbia negato, a meno che qualcun altro nel fare questa semplice affermazione non voglia costringere gli altri ad accettare qualche motivo ipotetico per cui bisogna credere che “la discendenza di Maria da David sia da sempre creduta nella Chiesa”, e se non fosse per quel motivo la discendenza di Maria da David non sarebbe creduta dalla Chiesa.
      Per fare un esempio (un esempio eh!…): se qualcuno mi dicesse che 2+2 fa 4 perché lo dice Paolo, che se non lo dicesse lui non farebbe 4 io, pur apprezzando la profonda scienza matematica di Paolo contesterei che fa 4 solo perché lo dice lui; e allora mi verrebbe detto che io nego che 2+2 fa 4. E’ un ragionamento che non fa una grinza.

      2 – Cristina Siccardi è una brava autrice, una storica che ha scritto diversi libri su periodi storici della Chiesa, su alcuni santi e di attualità sulla Chiesa; non ho letto suoi libri ma diversi articoli che ho apprezzato, ma non è propriamente un’esegeta. Ora, siccome quel motivo ipotetico per cui bisogna credere che la discendenza di Maria da David sia da sempre creduta nella Chiesa consiste nel fatto che ciò si deduce dal Vangelo di Luca anche se nel Vangelo di Luca non è scritto, qui appare che il Signor Paolo ha abbandonato l’autorità del Vangelo di Luca per rifarsi a quella – evidentemente ritenuta superiore – della brava Siccardi (infatti dice il signor Paolo che questo articolo toglie «ogni dubbio» che «Maria Santissima discende da David»), la quale Siccardi riporta la teoria che la discendenza di Maria da David si deduce dal vangelo di Luca. Sembra tortuoso? Beh! vista l’origine…

      Comunque, nulla da eccepire. Soltanto che la Siccardi, che è una studiosa e una persona seria, non dice affatto come Paolo (non San Paolo, il signor Paolo) e i suoi sodali che Luca ha detto che la genealogia stilatada San Luca è quella di Maria, ma che si tratta di un’ipotesi (ripeto: “ipotesi”: «L’ipotesi di san Giovanni Damasceno fu promossa da Annio di Viterbo nel 1502 e da allora ha ottenuto la maggiore accettazione»), e che è stata «ipotizzata [ripeto; “ipotizzata”] per primo da Ireneo di Lione». Persone venerabili, i due santi, e seria la nostra Siccardi, che non hanno espresso certezze ma ipotesi. Legittimamente. Come legittime sono le ipotesi di coloro – ipotesi, non certezze – sul fatto che le due genealogie, in Matteo e in Luca, si riferiscono entrambe a Giuseppe; e questo è stato ben descritto e riportato più volte nel topic con un link, in un articolo (che poi sono delle risposte a dei quesiti sulla materia che stiamo trattando) del domenicano padre Angelo Bellon op, persona sicuramente stimabile come stimabile è Cristina Siccardi, ma che, a differenza della Siccardi, non riporta solo una delle versioni, ma ambedue, ponendosi tra esse neutrale: cioè sia quella che nel Vangelo di Luca ha origine l’ipotesi (non la certezza) della genealogia di Maria; sia quella che in Matteo come anche in Luca è riportata la Genealogia di Giuseppe. Il motivo delle differenze nelle due genealogie è spiegata nell’articolo. Per di più nell’articolo di padre Bellon, a differenza di quello di Cristina Siccardi, è riportato che i sostenitori della seconda ipotesi superano di molto quelli della prima. Opinioni entrambe legittime, evidentemente scaturenti da ricerche diverse una dall’altra. Ricerche di studiosi quali noi non siamo, tranne il signor Paolo e i suoi colleghi.

      Due teorie per le quali gli esegeti che seguono l’una o l’altra non si scomunicano a vicenda, perché sono persone serie e non dànno per certo ciò che loro stessi ritengono ipotesi; ma per quanto riguarda quelli che ritengono entrambe le genealogie appartenenti a Giuseppe, la loro scomunica è sospesa per il semplice fatto che non sono ancora capitati sotto la giurisdizione del signor Paolo. Perché, come il signor Paolo ha categoricamente intimato al momento di “passare e chiudere” non so quale porta, non intende affatto «leggere ulteriori eresie».

      • Piero ha detto:

        Facile: se neghi che Gesù discende da alcune pagane, neghi la discendenza di Gesù da Maria o di Maria da Davide o di Davide da quelle pagane. Quindi contraddici la Bibbia. Quindi sei un eretico (non tu dico in generale)

        • LucioR ha detto:

          Se Lei mangia cavoli a merenda non deve costringere gli altri a farlo

          • franco ha detto:

            Sta dicendo che la Bibbia dice cavolate?

          • LucioR ha detto:

            No, semmai è Lei che ne ha appena detta una. A Piero avevo semplicemente detto, usando un italianissimo modo di dire compreso negli ormai inflazionati dizionari dei “modi di dire” che ciò che aveva scritto non aveva alcuna attinenza con quanto scritto da me, dal momento che il suo risultava come risposta.
            Se l’ avesse scritto come commento autonomo non si sarebbe parlato di cavoli, e tanto meno a merenda. Riflettere prima di cercare disperatamente di prendere in castagna il prossimo (vuole che le spieghi cosa significa “prendere in castagna”?).

  • Milli ha detto:

    Al di là delle polemiche sul sangue pagano sì o no, io mi domando: che bisogno c’era, da parte di Bergoglio, di fare un’affermazione simile, in quel momento?
    Il video postato dura pochi minuti ed è in spagnolo, per cui il contesto del discorso non si capisce, tuttavia la frase è ben sottolineata, ma perché, mi domando, ha voluto fare questa affermazione, perché ha turbato le cosiddette “anime pie” (tanto disprezzate da qualcuno)?

  • Kpmg ha detto:

    Nota integrativa al bilancio di ieri.
    Monito per Fusetti & Co

    Sant’Agostino qualifica eretici coloro i quali negano che Gesù, tramite Maria, abbia avuto Davide come ascendente (contro Fausto Manicheo cap XXIII).
    San Paolo dice la stessa cosa: discendente da Davide secondo la carne.

    Fate vobis….

    • LucioR ha detto:

      E’ vero: Sant’Agostino afferma che «Cristo nacque dalla stirpe di Davide secondo la carne», e questo lo dice proprio citando San Paolo.

      Non so se qualcuno qua l’abbia negato. Quello che molti erroneamente affermano è che nel Vangelo di Luca sia riportata la genealogia di Maria. E questo invece Luca non lo afferma. Lo stesso Agostino nel trattare questo tema fa riferimento solo al Vangelo di Matteo e non a quello di Luca.

      • Lucy ha detto:

        @ Lucior
        Per completezza spinta dalla curiosità sono andata a cercare nella Sacra Bibbia dei miei genitori 1963 imprimatur Aloysius Traglia ed ecco quello che ho trovato.
        ” Confrontancdo le due genealogie ( Matteo e Luca) si nota che nella serie da Abramo a Davide convergono esattamente ma nella serie da Davide a Gesù Cristo differiscono nel numero e nei nomi .Alla difficoltà si danno più soluzioni .Notiamo prima di tutto che tanto Matteo come Luca hanno desunto la genealogia da documenti ufficialmente esistenti ; poi che nel tessere le genealogie non si solevano enumerare tutti gli anelli intermedi e che le parole ” generò, figlio di ” possono significare non vera generazione ma o libera adozione o sostituzione in forza della legge del levirato o anche pura trasmissione di diritti di sovranità .La siluzione più ricevuta della difficoltà ricorre alla legge del levirato .Giuseppe quindi avrebbe avuto come padre naturale Giacobbe e , per ragione del levirato , come padre legale Eli .La soluzione è stata proposta da Giulio Africano al principio del secolo III. Alcuni critici moderni troncano ogni difficoltà dicendo che Luca riferisce la genealogia di Maria SS. e Matteo quella di Giuseppe .SOLUZIONE DIFFICILMENTE DIMOSTRABILE, per ragioni sia storiche perchè presso gli ebrei non si risaliva nelle genealogie per mezzo di madre , sia filologiche come appare esaminando il testo “.
        Fin qui la Sacra Bibbia.Dunque in mancanza di prove certe e inconfutabili la frase di Bergoglio non si può giustificare se non , volendo essere buoni , come frutto di superficialità e ignoranza teologica e rimane oggettivamente eretica.

        • S.M. ha detto:

          Scusate, al di là delle disquisizioni sulla genealogià lucana – oggetto di diverse intepretazioni, non tutte fedelmente raccolte nella Bibbia citata da Leucy – qualcuno qui vuole negare che Maria Santissima discendesse da Re Davide?
          In altre parole: quando Lucy parla di “eresia” intende dire che è eretico dire che Maria aveva Davide tra i suoi antenati?

          • LucioR ha detto:

            Chiaramente qui l’eresia non c’entra nulla perché gli esegeti parlano di ipotesi.
            E’ sempre bene seguire la tradizione della Chiesa anche quando non è materia dogmatica, per cui io, come detto in altra parte, aderisco alla generale credenza dei Padri riguardo alla discendenza davidica della Madonna, al di là delle varie ipotesi che la giustifichino.

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Caro KPMG Fate Vobis, : ma lei gira sempre le frittate in questo modo ? E poi si sente anche Intelligente ? Lasci stare Sant’ Agostino e, visto che c’è, pure San Paolo.E anche i ” moniti”… mi creda, non è in questo modo che lei si qualifica come un novello Loisy, proprio no.

  • Milli ha detto:

    Ok, allora il paganesimo è qualcosa che compete alla sfera spirituale (a ciò che si crede) o è una questione di appartenenza etnica(appartenenza a questo o quel popolo)?
    Insomma, può esistere un ‘sangue pagano ‘?

  • Kpmg ha detto:

    Buonasera. In qualità di Revisore dei Conti sono stato incaricato di tirare il bilancio della discussione sul “sangue pagano di Gesù”. Affermazione del Papa che ha suscitato scandalo tra le anime pie.
    Dunque:
    1) sia Maria che Giuseppe discendono da Davide, secondo due diverse linee: la linea di Maria conferisce a Gesù la discendenza di sangue; la linea di Giuseppe la discendenza regale;
    2) tra gli antenati di Davide vi è una donna pagana, secondo la genealogia di San Matteo;
    3) Davide aveva dunque sangue pagano
    4) Davide ha trasmesso il suo sangue a Maria che lo ha trasmesso a Gesù
    5) il Papa ha detto bene e le anime pie si sono scandalizzate per niente.
    Precisazioni:
    A) tutta l’esegesi antica ritiene che Matteo avesse menzionato quella donna insieme ad altre proprio per enfatizzare la missione di Cristo anche verso i pagani. Luca ha fatto il resto.
    B) pagani non erano solo latini e greci che all’epoca nemmeno esistevano. I babilonesi ad esempio erano pagani così come oggi sono pagani gli indios delle Amazzoni (questo per rispondere ad un ardito utente)
    B) avere sangue pagano o solo ebraico non incide sull’immacolata concezione perché il peccato originale è comune a tutti, ebrei e pagani.

    Eseguito il mio lavoro, invierò regolare fattura.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Esegesi? No è libera interpretazione. Io ne conosco altre molto più interessanti ed esaustive ma non è questo il luogo per scrivere trattati .

      • Kpmg ha detto:

        Certo, Amedeo. Certo….

        • Valeria Fusetti ha detto:

          DEUTERO AMEDEO Scusami ma sento l’ obbligo di intervenire, poiché nulla è dovuto al Revisore dei Conti per i suoi sperticati arrampicamenti sui muri. Il considerare l’ appartenenza al Popolo Eletto per via biologica era una credenza ebraica che Gesù stesso ha demolito. Vedasi l’ episodio della donna Siro Fenicia, dovrebbe essere sufficiente. Dovrebbe. La presenza di Ruth tra gli antenati di Davide è a dimostrazione che la linea di ” appartenenza per fede e conversione” è quella autentica, e non quella biologica. Infatti si fa parte della Chiesa mediante il santo Battesimo e non esclusivamente per nascita. Se non erro il Santo Battesimo è un Sacramento, non un rituale di iniziazione. Presumo che il baldo Revisore conosca la differenza. Non esiste, perciò, una trasmissione del peccato di paganesimo né in Gesù né nella Sua Madre Santissima, per via biologica. Questo è un maldestro tentativo di mettere in dubbio la divinità dell’ Uomo Gesù Cristo (che santa Elisabetta ha dichiarato ” il mio Kuryos”,per ispirazione dello Spirito Santo), attraverso la demolizione del dogma mariano che ha dichiarato la Vergine Santissima nata senza peccato. E, in ogni caso, non avrebbe potuto trasmettere nessun ” sangue pagano” al Figlio Gesù Cristo, vero Dio e vero Uomo, il secondo Adamo che riscatta anche la nostra umanità, contro tutte le affermazioni gnostiche, rigettate, come si conviene, da tutte le anime pie. A Cristo per Maria !

          • mah.... ha detto:

            Salve Fusetti, ci mancava solo la catechista!. Mi sa dire se Luca si sia sbagliato nell’indicare Davide tra gli avi di Maria o se si sia sbagliato Matteo a inserire delle donne pagane nella genelogia di Davide? Chiedo perché lei parla di arrampicate sugli specchi, ma trascura di considerare che queste arrampicate si basano su precisi versetti di due Vangeli che Lei sicuramente conosce a memoria. Il resto è cnsequenzialità logica: se Davide aveva ascendenze pagane e se Maria discendeva da Davide, è giocoforza che quelle ascendenze siano anche di Gesù. Se vuole chiediamo a un notaio!
            Quindi, per favore, mi dica in breve, quale dei due evangelisti ha torto secondo Lei? Grazie.

          • Paolo ha detto:

            La signora Fusetti non ha capito niente. Il Papa non ha detto che a Gesù è stato trasmesso un “peccato di paganesimo” (???), ma che ha ricevuto “sangue pagano”, che nel mondo degli umani normali significa che discende (anche) da pagani, ossia di gente di razza non giudea (magari mille volte più bravi di qualsiasi ebreo, ma non ebrei e quindi pagani).
            Che la Madonna fosse santissima e immacolata che cosa c’entra con la genealogia? Niente ovviamente: non si ereditano i peccati, tranne uno che si chiama “originale” e che avrebbe ereditato sia da ebrea sia da pagana e da cui è stata esentata per grazia divina, non certo per questioni di pedigree.
            Mai letto tante idiozie e tanta ignoranza come in questo topic. Forse sarebbe meglio se il dott. Tosatti lo eliminasse del tutto o almeno togliesse i commenti al libro lasciando solo la recensione. C’è da vergognarsi.

    • Precisazione ha detto:

      Più di una donna.
      Vediamo Ratzinger:
      “…Ratzinger inizia la risposta, esaminando le due genealogie di Gesù, riportate nel Vangelo. La genealogia di Matteo (Mt 1,1-17) connette Gesù a Davide e ad Abramo e inserisce il nome di quattro donne: Tamar, Rahab, Rut e “la moglie di Uria”, non tanto perché alcune sono peccatrici; «Più importante è il fatto che tutte queste donne non erano ebree. Per il loro tramite entra quindi nella genealogia di Gesù il mondo delle genti – si rende visibile la sua missione verso ebrei e pagani»”

      Tolta la moglie di Uria, le prime tre pagane sono antenate di Davide.

      Luca mette Davide tra gli antenati di Maria. Quindi Gesù discende carnalmente da queste tra donne pagane.

      Tanti saluti alle “anime pie”.

      • LucioR ha detto:

        A un’«anima non pia»,

        A prescindere se Maria discendesse da Davide oppure no (cosa alla quale io mi allineo alla Tradizione, cioè che discendesse), non è da Luca (evangelista) che si legge. Pronto a ricredermi quando mi verrà mostrato il versetto del Vangelo di Luca che lo affermi. Come già detto in un’altra parte è’ dal “sentire” dei Padri della Chiesa che questo è dedotto, nonché dall’interpretazione di alcuni esegeti, discorde da altri esegeti, cioè di specialisti della materia, molto più di quanto possano pretendere di esserlo un LucioR o un PRECISAZIONE. Un commento autorevole e circostanziato sulla faccenda si può leggere qui:

        https://www.amicidomenicani.it/qual-e-la-vera-genealogia-di-gesu-dal-momento-che-quelle-fornite-da-matteo-e-da-luca-sono-diverse/

        Comunque la cosa è stata molto equivocata e secondo me la considerazione più aderente alla realtà l’ha fatta Luca (non evangelista) qui affianco: essere pagani o di qualunque altra religione è una cosa che riguarda lo spirito e non il corpo, al quale invece fa parte il sangue.

        • S.M. ha detto:

          Esimio, non è ci sia da fare chissà quale esegesi: Luca mette Davide nella genealogia di Gesù ai versetti 3: 31-32 descrivendo la linea di Maria.
          Matteo mette Davide nella genealogia di Giuseppe e menziona tre antenate di Davide di origine pagana (= non ebraica).
          Ora, se Davide era ascendente sia di Maria che di Giuseppe ed aveva sangue parzialmente pagano (= non ebraico), è evidente che sia Maria sia Giuseppe hanno ereditato quel sangue. Pertanto, ferma restando la putatività paterna di Giuseppe, Maria, come madre carnale di Gesù, ha trasmesso quel sangue anche a Lui.
          Qual è il problema a questo punto?
          Dire che Gesù aveva del sangue pagano non è mica insultarlo: evidenzia l’universalità della sua missione nei confronti di tutti gli uomini. Matteo ha menzionato le donne (cosa rara nelle genealogie antiche) proprio per evidenziare il dato, mica per niente. Luca ben sapeva dell’ascendenza di Davide.
          Quanto alla spiritualizzazione del concetto di “pagano”: la sua lettura vale dopo Cristo e proprio in virtù di Cristo; fino a Cristo “pagano” era relazionato con “giudeo” e quindi attinente ad un fattore eminentemente biologico.
          Il superamento dell’elemento “di sangue”/”biologico” sta proprio nel fatto che Gesù ha assunto la natura umana tutta intera (anche attraverso quel rivolo di sangue non puramente ebraico) e non la “razza ebraica”. Se così non fosse, Gesù sarebbe mediatore dei soli ebrei convertiti e non mio e non suo. Suppongo che lei sappia che la mediazione di Gesù è resa possibile dall’unione ipostatica e, quindi, dall’assunzione nella sua Persona della natura umana….
          A questo punto, credo che le allucinanti e scandalistiche considerazioni di questi giorni si possano tranquillamente archiviare, a meno di voler tenere vivo un pretesto per contestare il Papa, che è tutt’altro affare. O per continuare ad usare epiteti come “pagano” come modo per insultare altri.
          Buona giornata.

          • LucioR ha detto:

            Una discussione o un confronto di opinioni può anche dare frutti se lo si svolge in modo corretto. Un modo corretto è quello di non esprimere il proprio parere dandolo per un fatto scontato, se scontato non è.
            Lei dice che Luca nel suo Vangelo ha indicato la genealogia di Maria e per dimostrarlo, ha indicato i versetti che secondo Lei dovrebbero provarlo. Il fatto è che quei versetti non lo provano affatto; e qualora lo provino ne citi il testo e non una sua interpretazione o deduzione. Quei versetti indicano soltanto una genealogia diversa da quella indicata da Matteo nel suo Vangelo. E qui allora entra in gioco il lavoro degli esegeti; esegeta non sono io e credo neanche Lei. Ma se Lei lo è mi indichi una sua pubblicazione e la leggerò volentieri. Intanto avevo indicato una articolo, e Lei fa ancora in tempo di leggerlo, dove è indicato proprio il lavoro degli esegeti, nel quale si legge che quello che Lei riferisce effettivamente è una interpretazione di alcuni esegeti; e questa interpretazione, dice l’articolo, «in antico è sostenuta solo da sant’Ilario». Continua l’articolo:

            «La maggior parte degli interpreti sia antichi che moderni ritiene invece che i due Evangelisti riferiscano entrambi la genealogia di Giuseppe e per spiegare le divergenze ricorrono alla legge del levirato, la quale voleva che se un uomo fosse morto senza figli, il suo più prossimo parente doveva sposare la vedova. Il primo figlio che nasceva veniva considerato figlio del fratello defunto, al quale succedeva nei diritti e nell’eredità.
            Il fatto che Giuseppe secondo Matteo sia figlio di Giacobbe mentre secondo Luca sia figlio di Eli si giustificherebbe dunque così: Giacobbe ed Eli erano fratelli. Morto Giacobbe senza lasciar figli, Eli sposò la cognata rimasta vedova e dai due nacque Giuseppe, il quale, benché figlio naturale di Eli, dalla legge (in forza del levirato), veniva considerato figlio di Giacobbe».

            Questo, ripeto, lo dicono gli specialisti, che non sono d’accordo tra loro e non dànno per certe le proprie ipotesi perché, essendo studiosi, prendono seriamente la materia. Però, anche ammesso che l’ipotesi giusta sia quella che Luca indica la genealogia di Maria, Luca non lo dice.
            E’ singolare comunque il fatto che sia Matteo, nella sua lista genealogica discendente, sia Luca, in quella ascendente, pongono Giuseppe come cronologicamente precedente Gesù, e non Maria:

            Matteo dice: «Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo» (Mt 1,16);
            e Luca: «Gesù […] era figlio, come si credeva, di Giuseppe, figlio di Eli» (Lc 3,23).

            Il fatto che il padre di Giuseppe risultino diversi l’ha spiegato l’articolo riferito sopra col discorso della legge del levirato. Tutte ipotesi; ma tutti e due i Vangeli si riferiscono a Giuseppe come inizio (se in senso ascendente) o fine (se discendente) della genealogia; e sembra che questo sia il motivo per il quale la maggioranza degli esegeti le ritengono ambedue riferite a Giuseppe.

            Per il resto, dire che Gesù aveva sangue pagano non è insultante perché è semplicemente incoerente.

            Se fosse legittimo dirlo, lo sarebbe anche dire che una certa persona ha un braccio, un ginocchio, il fegato – faccia Lei – pagano. Insomma non si può applicare ad un componente fisico dell’uomo, qual è anche il sangue, un qualcosa che ha sede nello spirito, quale è la religiosità e il tipo di confessione religiosa.

    • Boanerghes ha detto:

      Richiedila in Vaticano.
      E poi studiate cosa significa contrarre il peccato originale.
      Avete fatto tutti discorsi genealogici e non avete capito nulla del discorso sul sangue pagano in relazione all’Immacolata concezione.
      Ma in questo caso non si può dire beata ignoranza.

    • lacrima ha detto:

      che pena!
      che c’entra il sangue pagano con l’evangelizzazione ?

      • Boanerghes ha detto:

        Leggete il catechismo della chiesa cattolica.
        Proprio non volete capire la differenza tra genealogia e cosiddetto sangue pagano o di peccato, che tutti abbiamo per propagazione. Esenti solo Gesù e sua Madre.

  • Luca ha detto:

    Mai sentite tante scemenze (parlo del troll)!
    Il termine “pagano” qualche genio lo assimila al corredo genetico. Fosse cosi come sarebbe possibile convertirsi, con una trasfusione ? Pagano identifica l’atteggiamento interiore e quindi spirituale davanti all’Unico Dio.I Progenitori non erano pagani lo sono diventati . Eva e’ regredita al paganesimo per sua colpa. La Santa Vergine, la nuova Eva, immune dalla Colpa Originaria non poteva che generare l’Uomo Nuovo nel quale non vi e’ traccia di idolatria ( paganesimo ). Che il Santo Padre possa fare certe affermazioni non puo’ che sconcertare…

    • Paolo ha detto:

      A me sconcerta la tua ignoranza e mi lasciano allibito le cose che scrivi.

      • Boanerghes ha detto:

        Se sei allibito, perché non vai a scrivere le tue elucubrazioni da un’altra parte?
        È che ti diverti a provocare e questo non ha nulla a che fare col cristiano

    • LucioR ha detto:

      Mi sembra che abbia centrato in pieno.

      Mica c’è un sangue cattolico, un sangue musulmano, un sangue anglicano, ecc. E se un Anglicano si converte al Cattolicesimo che sangue ha: anglicano o cattolico?

      A prescindere da questo, Rut era l’antenata “pagana” di Gesù. Come si legge nel libro omonimo della Bibbia Rut era una Moabita, che aveva sposato un Ebreo di Betlemme che si era recato a Moab spinto dalla carestia che aveva colpito il suo paese. Alla morte del marito Rut andò a Betlemme dove sposò un parente del marito ed ebbe da lui un figlio che, come il padre fa parte della genealogia di Gesù. Ma Rut sposando un Ebreo (anzi due) entrò nella comunità di Israele e quindi non era più pagana: Moabita sì, ma non pagana.

      Comunque Luca ha perfettamente ragione: cosa c’entra il sangue con la religione che si professa?

      • Paolo ha detto:

        Beata ignoranza!

        • anonimo ha detto:

          Beata saccenteria ostinata e intollerante ! tipica dei sinistrorsi, dei modernisti, dei laicisti in genere).

        • LucioR ha detto:

          A questo punto bisogna dire che lei è un povero deficiente.

          Confuti invece di dare dei titoli che spettano solo a Lei

          • Paolo ha detto:

            Caro Lucior, purtroppo con un inesistente contraddittore telematico non posso praticare il metodo ediucativo che richiederebbe tanta maleducazione. Io sarò anche deficiente, ma che dire di gente che non sa fare 2+2? Ma scusi, se lei avesse un trisnonno svedese, sarebbe sbagliato dire che lei ha sangue svedese? Guardi che la questione è molto semplice. Capisco che la irriti essere sbugiardato dopo aver blaterato sul papa blasfemo, ma a volte bisogna anche saper incassare.

          • LucioR ha detto:

            «che dire di gente che non sa fare 2+2? Ma scusi, se lei avesse un trisnonno svedese, sarebbe sbagliato dire che lei ha sangue svedese? Guardi che la questione è molto semplice. Capisco che la irriti essere sbugiardato dopo aver blaterato sul papa blasfemo»

            La sua matematica fa 2+2 = 10.000.

            Se io avessi un trisnonno svedese, io avrei sangue (anche) svedese. Ma se il mio trisnonno fosse stato buddista non avrei un sangue buddista, e se poi il mio trisnonno si fosse convertito al luteranesimo non dovrei tirare a sorte per decidere se il sangue è buddista o luterano. Sarebbe rimasto un sangue svedese e basta.

            Come detto più volte il sangue è un componente fisico del corpo, come un braccio, come il fegato e come il midollo. Il credo religioso appartiene allo spirito, non al corpo.

            Lei non conoscere neanche il significato di sbugiardare altrimenti non l’avrebbe scritto (io non la sto sbugiardando dicendo che Lei dice cose errate, sto solo dicendo che sbaglia).

            Io non ho mai blaterato dicendo che il papa è blasfemo: se ne è convinto citi questa mia affermazione indicando topic, giorno e ora, e se non lo fa vuol dire che è Lei ad essere bugiardo.

    • Massimiliano ha detto:

      Paolino paolino…lei che sangue ha…? Adora Priapo Pachamama e la dea nostra signora delle Amazzoni? Il sangue carissimo Paolino è uguale per tutti… ma lei questo li sa benissimo… mi dica, cosa contrappone al sangue pagano? Sangue ebraico d’epoca? No, dai, lo sa benissimo che non esiste contrapposizione. O per caso il fallo di Priapo l’ha mandata in confusione? Bergoglio si lascia andare e l’orgoglio gli fa esplorare zone pericolose. Ha ragione Luca. Mentre lei è lo scemo della fattura andate alla cassa dai vostri padroni. A proposito le pagate le tasse sul ricavato? No, mica per niente, ma non so se ne siete al corrente, ma pare sia diventato peccato mortale… Pacha Mama a voi… saluti. Massimiliano.

  • Bergoglissimo ha detto:

    Sono Vittorio. Sto provando una nuova tastiera. Quella sul sangue pagano mi ha un po’ scandalizzato. Non escludo piu che Bergoglio possa essere eretico. Continuo a credere in Dio e Gesu’ Cristo Dio pur nella mia veduta quasi piu’ ecumenica di Bergoglio.
    E se Bergoglio fosse eretico? Io mi eifaccio al ccc. Il regno verra’ non per evoluzione, ma per intervwnto di Dio, sullo scatwnarsi ulrimo del male. Resto nella chiesa cattolica di Bergoglio magari con un po’ di liberta’ di cosciwnza. Nessun uomo puo’ vincere il male se non Dio. Non so che dirvi… Fate bene a lamentaevi, se non calunniate? Io amavo e amo papa Bergoglio pur disubbidendogli: IO NON FACCIO LA COMUNIONE E NON LA VOGLIO! PER I DIVORZIATI. CHIEDO SOLO IN CHE PUNTO SONO. SENZA ASSOLUZIONE E CON COMUNIONE SPIRITUALE… LASCIAMO PERDERE!… SU BERGOGLIO SE FOSSE L ANTICRISTO, NON E’ il mio dio, nessuno puo battere l anticristo se non Ceisto alla sua vwnuta. Nw c e sctitto, sul catechismo DI PEOVAECI.

    ORA RIMETTO IL CORRWTTORE 😭

  • Ipotesi ha detto:

    Sappiamo di scelto dal “contro Celso” di sant Ireneo di Lione.

    Io non credo a Celso. Celso era troppo logico. Ma Dio e’ logico? No, la nostra fede si basa sulla resurrezione di unorto 2000 anni fa. Non sulla logicita’. Nessuno haai documentato la resurrezione di un morto. Umanamente e’ IMPOSSIBILE, CONTRO STURA, CONTRO LOGICA. Eppur ci credo, grazie a Dio!!

    http://www.christianismus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=2&page=13

  • Ipotesi ha detto:

    Giusto lamentarsi e umano per i peccato del mondo, i castighi (il terremoto di Lisbona che fece perdere la fede a Voltaire fu un castigo?), ma si tratta di escatologia e dico la mia.

    I cattolici in ogni messa pregano perche’ si affretti la fine del mondo. Cito tre passi: “venga il tuo Regno”, “ASPETTO la resurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà”, “nell’attesa delle TUA venuta”.

    Queste cose son rimaste, in preghiera.

    In quanto ai primi cristiani, la comunanza dei beni fa’ pensare ad un ritorno IMMINENTE di Cristo. Lo testimonia uno dei piu’antichi documenti ORIGINALI cristiani 1 TS: sulla parola del Signore non moriremo, NOI, saremo trasformati”.

    Mauro Pesce docente universitario ritiene che questa parola di Gesu’, in cui si mette il sigillo “sulla parola del Signore”, non sia riportata nei susseguenti vangeli canonici? Perché? Perché la Parusia non avvenne. Tutte le disposizioni di Paolo, il non prendere moglie ne marito, ancora un poco.., passa la scena di questo mondo rendono plausibile questa ipotesi.

    C e un solo cristiano che ha il coraggio,voggi, di dire che attende il ritorno di Cristo, per cieli nuovi e terra nuova? (S.Quinzio)

    Ecco quando la Madonna parla di castighi (si pensi LA SAKETTE) ma la vita COSI in un mondo NON PIENAMENTE REDENTO non e’ un castigo? La chiesa lotta per allontanare il ritorno di Cristo come il grande inquisitore? E allora cosa tenere? Rallegratevi e alzare il capo perché la vostra liberazione e vicina!

    Apocalisse non significa catastrofe ma RIVELAZIONE.

    Magari fossimo nell’ apocalisse.

    Ma come profezia non avverata (un campione fubil povero MILLER degli avventisti) non e’ facile credere a ciò che non e’ mai successo. Bisogna abbandonate la ragione. Io non riesco ne so’ se vedrò l apocalisse. Resta la consolazione che credo in Dio, nonostante tutto lo smentisca, dalla bonta”‘ della natura alla bonta’ della chiesa o all evoluzione morale.

    Se non viene l anticristo non viene Cristo. Non l ho creato io questo paradosso. Ma non e’ cristiano ne razionale non volere la venuta di Cristo e la resurrezione dei morti .

  • antonio cafazzo ha detto:

    Visto che dal futile di Akita siamo stati trasportati sulle vette del significativo, vorrei sapere dai ferrati genealogisti di questo blog qual’è il pedigree dell’Argentino. Inoltre, siccome si parla di sangue, vorrei sapere dall’ematofago che si nutre su questo blog (quello che punge quà e là) se il sangue del predetto è ancora “monoteista” o “amazzonico-pagano”

  • Donna ha detto:

    Non si ravvederanno,ormai sono come il faraone con Mosè,hanno i cuori induriti e la cecità dell’anima….ergo

  • Boanerghes ha detto:

    Dispiace sentire parlare e scrivere della “Madre Terra “,.
    Da un certo punto di vista è anche normale, ma sembra che non esista altro, al punto che la madre terra appare come una divinità, con riti collegati
    Eppure di tutto questo un giorno non rimarrà nulla.
    E addolora leggere, talora, che piuttosto di Madre di Dio e degli uomini sarebbe meglio parlare , appunto, di madre terra.
    È un tassello che, insieme ai tanti altri, forma il quadro a tinte fosche dell’attuale Chiesa.

  • Diego Lazaro ha detto:

    DIOS PADRE ESTÀ HABLANDO A TRAVÉS DEL

    LIBRO DE LA VERDAD
    http://www.jesushabla.org
    EL SELLO DEL DIOS VIVO
    Segunda Venida de Nuestro Señor Jesucristo

  • Otto ha detto:

    Salve,
    Ecco qui il video di bergoglio quando afferma che scorre sangue pagano nel sangue di Nostro Signore Gesù Cristo

    https://youtu.be/EkeDpaji6x4

    • boh.... ha detto:

      Si ok, vada per il video, ma come già detto, il Papa ha ragione e se non lo sai è perchè hai qualche lacuna….

      • Boanerghes ha detto:

        In genere sono quelli che dicono BOH, MAH che dimostrano profonde lacune

      • Valeria Fusetti ha detto:

        Boh ! Mai pseudonimo fu più azzeccato. Le genealogie nel Nuovo Testamento riguardano Giuseppe,, il padre legale ( e sottolineo LEGALE) dii Gesù Cristo. Nella interpretazione bergogliana Giuseppe è fatto diventare il padre BIOLOGICO. Una ” trasformazione ” esegetica degna della teologia illustrata da Scalfari. Le assicuro che, a questo punto, un boh ! Non basta.

        • Paolo ha detto:

          Ma che stai dicendo? La genealogia di Luca non l’hai letta??? Ti sei fermata ai racconti dell’infanzia e non sei nemmeno arrivata al terzo capitolo? Ma non ti rendi conto dell’ingoranza che dimostri?

          • Valeria Fusetti ha detto:

            Sig. Paolo, faccia un piacere a se stesso, un piccolo esercizio di banale educazione : non si permetta più di rivolgersi a me con una confidenza di cui non le ho dato il permesso. È sgradevole che, al riparo dell’ anonimato, si permetta di associare all’ arroganza e all’ ignoranza pure una bassa villania.

    • Viviana de Freitas ha detto:

      Gracias por compartir el video para así a los sordos poderles mostrar esta barbarie de Francisco

    • Ipotesi ha detto:

      Grazie per la documentazione. Non capisco lo spagnolo. Da dove ha attiinto sto sangue pagano. Devo fare l avvocato di Bergoglio?
      Scorre sangue ebraico…di quei perfidi ebrei della preghiera del venerdì Santo ore conciliare. Immacolato ma ebraico. Sul sangue di Dio o di San Giuseppe non mi pronunciò. San Giuseppe e’ il padre adottivo. Nel sangue di Giuseppe circola sangue di un adultero e assassino chiamato re Davide. Gradirei letterale traduzione. ☺️

    • Esdra ha detto:

      Riferimento a Rut, moabita, moglie di Booz da cui discende IESSE e quindi Davide, da cui discese Joiakim, padre di Maria da cui nacque Gesù Cristo

    • virro ha detto:

      è proprio il serpente dell’Eden! conversa con Eva, volendola convincere del contrario di ciò che Dio ha GIA’ seminato nella sua memoria.
      è proprio Bugiardo!
      è talmente abituato ad essere padrone di questo trucco, che non si rende più conto del bene che NON fa, come gli alcolizzati, bicchiere più, bicchiere meno, non si contano (così pure come le bestemmie).
      Questo è proprio un papato organizzato dagli odiatori della Chiesa Cattolica.
      Signore Gesù tu solo sei Dio, il Vero Dio Incarnato, con la Tua Passione, Morte e Resurrezione ci hai riaperto il Paradiso per la Vita Eterna.
      GRAZIE GESU’

    • Milli ha detto:

      Ma perché l’ha detto????
      Pensavo di non potermi stupire più di niente.

  • Lele ha detto:

    Adorazione eucaristica e Rosario, questo ci resta quando non è più nemmeno garantita una S. Messa lecita.

  • Diana ha detto:

    Il 13 ottobre 1884 Papa Leone XIII ebbe la celebre visione dei demoni che si addensavano sul Vaticano, e scrisse la preghiera a San Michele Arcangelo.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Una delle più impressionanti e suggestive apparizioni mariane.
    Dapprima fu approvata dal Vescovo locale, poi Papa Benedetto l’approvò definitivamente durante il suo pontificato.
    Le apparizioni mariane, sebbene non siano importanti come il Magistero e debbono sottostare ad esso, hanno spesso carattere profetico e ci dimostrano che in definitiva è Dio che guida la Chiesa e non i Pastori.
    Dio vuole la collaborazione libera dei Pastori, ma rimane il Signore della storia e se i Pastori non collaborano e, anzi, danno scandalo, egli può intervenire, anche solo attraverso il concatenarsi degli eventi, per spazzarli via (se non si convertono) e donare altri Pastori alla sua Chiesa.

  • Raffaella ha detto:

    Quello che mi addolora profondamente è che i messaggi della S.S. Vergine non vengono mai ascoltati dalle gerarchie; nel messaggio di Akita c’era già tutta la crisi odierna della Chiesa ed erano indicati chiaramente anche i rimedi.
    Ma come sempre su rivelazioni “pesanti” per il clero, cala il silenzio!

    • Ipotesi ha detto:

      Pure nei messaggi di vassula, don gobbi…la lista e’ interminabile. Pure Medjugorie! Che sembra approvare papa Francesco. Non sono rene Laurentina ma ho divorato i suoi libri.

  • boh.... ha detto:

    BUONGIORNO BUONGIORNO

    Volevo intromettermi brevemente nella polemica sul “sangue pagano” di Gesù, visto che qualcuno ha già deciso di scomunicare il Papa sul punto.
    Premessa: la discendenza di Gesù da ebrei pursangue o da pagani non c’entra nulla col peccato originale e con l’esenzione che nel ebbe Maria (il peccato originale ce l’hanno sia gli ebrei che i pagani e Maria non era pura per strpe, ma per divino decreto).
    Detto questo, le due genealogie (Giuseppe e Maria) hanno un anello in comune che si chiama DAVIDE. La genealogia ascendente di Davide (Matteo) comprende almeno una donna non ebrea.
    Quindi il sangue pagano di questa donna si è trasferito tanto nella sottogenealogia che porta a Giuseppe, sia alla sottogenealogia che porta Maria. Quindi: è corretto dire che Gesù aveva sangue pagano, perché Maria stessa lo aveva ereditato dall’antenata.
    Quindi perché il Papa avrebbe detto una castroneria? Non capisco. Grazie per chi vorrà fornirmi chiarimenti.

    • TITTOTAT ha detto:

      Pagano non equivale a non ebreo. Pagano è colui a cui Dio non si è rivelato. Nella Bibbia sono molti gli esempi di non ebrei che in coscienza hanno riconosciuto il solo ed unico vero Dio e sicuramente la genealogia di Cristo è costituita solo da ebrei e non “israeliti” predestinati.

    • Elena Maria ha detto:

      Facciamoci anche qui un bel segno di croce .
      Ma pulisciti la bicca!!!

    • Gian ha detto:

      Senta signor “BOH….” dal fare scanzonato che sa tanto di TROLLONE, che vorrebbe prendere in giro (BUONGIORNO BUONGIORNO (…) e anche buon pranzo e buon ruttino…).

      Non pretendo di insegnare, avendo solo da imparare, ma credo fermamente che anche Maria, la Santissima Vergine che concepì Gesù per opera dello Spirito Santo (Vas spirituale/Tempio dello Spirito Santo), nata dall’anziana e sterile Anna, nacque immune dal peccato originale (vedi dogma dell’Immacolata Concezione). Non ha alcun senso quindi di blaterare di sangue pagano che scorre nelle vene… Serve solo a portare confusione e scompiglio, invece di portare conforto, come un papa dovrebbe fare.
      La genealogia di Gesù e Maria riportata nei Vangeli ha a che fare unicamente con l’aspetto legale secondo le leggi ebraiche del tempo. Cosa significa Immacolata Concezione? Se lo faccia spiegare bene da un bravo teologo che sia cattolico doc.

    • Milli ha detto:

      E chi sarebbe questa donna non ebrea nella ascendenza davidica di Maria?
      Ricordiamoci che Giuseppe era padre putativo di Gesù per cui nel Sangue di Gesù c’era unicamente il DNA di Maria.
      Aspetto maggiori delucidazioni, ma sinceramente questo ragionamento mi pare un arrampicarsi sugli specchi

  • deutero.amedeo ha detto:

    Come al solito l’intervento tempestivo (8:06) del vatican-troll Prof. Paolo (N.N.) ha deviato la discussione su un particolare per far perdere di vista il senso globale del messaggio di questo Sacerdote Cattolico, parroco nella “periferia” di Caracas. Un messaggio accorato che interpreta umanamente e soprannaturalmente il disagio profondo che strati sempre più ampi e socialmente vicini alla base dei cattolici vivono osservando ed ascoltando un uomo che si è messo in cattedra senza averne le attitudini e la necessaria preparazione. Come un zapatero que quiere hablar de arquitectura.

  • TITTOTAT ha detto:

    Comunque non si capirà mai la situazione se non ci si rende conto che è il sionismo massonico che sta architettando tutto. Questo ha già rovinato quel poco di cristiano che rimaneva negli evangelici americani, tutto proteso alla costruzione del terzo tempio in cui tutti i “gentili” dovranno servire gli eletti. Il papato era l’unica figura che poteva ostacolarli, rinnegando la divinità di Cristo ( magari contaminando il suo sangue con quel soldato romano) niente potrà sostenere la nuova alleanza firmata col suo sangue, rimarrà la vecchia in cui nessun altro popolo potrà inserirsi se non servendo il popolo eletto, che saranno pochi massoni ultraricchi.

  • Mattia ha detto:

    Paganesimo è nome collettivo riferito al complesso di religioni e culti classici in contrasto con cristianesimo e giudaismo (contraddistinti dal monoteismo). La genealogia di Gesù indica non certo il legame di sangue – Gesù e Giuseppe non ne avevano, per chi ci crede – quanto, probabilmente, la regalità di Cristo e il fatto che fosse legittimo erede del trono d’Israele, con evidenti implicazioni simboliche. Insomma, non era figlio di nn. Di Maria – sono le donne a trasmettere il carattere ebreo – sappiamo che era ebrea, dunque non pagana. Se l’ha detta – a questo punto è lecito dubitare di tutto, nel bene e nel male – è l’ennesima corbelleria. Del resto, se non si presta fede alle Scritture, non si dispone di alcuna fonte alternativa, ergo mi sfuggono le basi di queste bizzarrie. A parte una: come in toni dispregiativi veniva chiamato il figlio del falegname, per di più originario di Nazareth – sono i Vangeli stessi a rivelarlo – cioè non poteva essere il Messiah (necessariamente di stirpe regale, se mai avesse inteso liberare il popolo d’Israele: o re, o capo militare, e sempre le cose coincidevano), così oggi dargli del “pagano” suona come un misconoscimento gravissimo della natura e della missione di Cristo. Una cosa trovo imperdonabile nel papa regnante: che usi del potere ricevuto per distruggere chi quel potere glielo ha conferito. In nessuna istituzione umana – lasciamo stare quelle divine – una cosa simile è mai stata tollerata, né lo sarebbe ancora oggi.

  • Lucius ha detto:

    Guardi Paolo, Gesu’ è nato da Maria SS. Immune dal peccato originale e Lei ,diventata Sposa dello Spirito Santo ,ha concepito con Seme di DIO, quindi nel sangue di Gesu’ come uomo non POTEVA SCORRERE SANGUE PAGANO!

    • Paolo ha detto:

      Scusi cosa c’entra l’immunità dal peccato originale con l’avere o non avere qualche non Ebreo nella genealogia? Ma stiamo parlando seriamente??

      • TITTOTAT ha detto:

        Perché significa disconoscere le pagine del vangelo, quelle in cui si fa una descrizione analitica della genealogia. Vai ha guardare, c’è qualche pagano menzionato?
        Bergoglio, hai rinnegato il Vangelo, questa è la quarta scomunica che t’infliggo.

      • Adriana ha detto:

        Paolo ,
        lei deve essere un genealogista del calibro di Bergoglio , al corrente
        di informazioni celate agli stessi Evangelisti .

      • Boanerghes ha detto:

        Egr. Sig. Paolo
        Una cosa è parlare di genealogia, e tutti sanno che ce ne sono due, altro è parlare di sangue pagano, che ha un significato profondamente diverso.
        Il peccato originale si trasmette per generazione e tutti noi abbiamo ricevuto il battesimo che l’ha cancellato.
        Se Maria non fosse stata immacolata, Gesù avrebbe per assurdo contratto il peccato originale.
        Questo è catechismo della chiesa, irreformabile, e se non si comprende questo punto del peccato originale non si può comprendere la storia della salvezza successiva o il senso profondo dell’Incarnazione e della salvezza.
        Genealogia e sangue pagano sono cose diverse

        • MASSIMILIANO ha detto:

          Mi chiedo perchè perdiate il vostro tempo prezioso a rispondere a un soggetto con una fede diversa dalla vostra. Tra l’altro ben pagato per ciò che scrive. Ma lo vedete che cerca di mettere contro anche chi tra noi è in accordo? Scuotete la polvere dai vostri piedi. Saluti.
          Massimiliano.

        • boh.... ha detto:

          Boanerghes, tanto i pagani quanto gli ebrei avevano contratto il peccato originale. Quindi non mi è chiaro in che modo incida sull’immacolata concezione il fatto che nella genelogia di Maria potesse esservi (oppure no) qualche elemento non ebraico…,.non è che l’immacolata concezione dipenda dall’essere ebrei puri al 100%, se no Maria sarebbe stata esonerata dal peccarto originale non per intervento divino, ma per motivi genetici.

          • Boanerghes ha detto:

            Come ho detto una cosa è la genealogia, altro il sangue pagano. Se si vuole intendere la stessa cosa, cioè da un punto della parentela antecedente, la discussione non esiste.

      • Lucius ha detto:

        Egregio Paolo,lei ha ragione se il Papa avesse accennato alla presenza di non Ebrei nella genealogia di N. Signore ,ma egli ha detto che nelle “Vene “di Gesu’ scorreva “sangue” pagano.E questo non e’ vero!

  • Maria Grazia ha detto:

    Sono le convinzioni di Bergoglio che spingono a credere che Scalfari abbia riferito il vero, oltre al fatto che se n’è guardato bene dal rendere note le parole esatte che egli abbia realmente pronunciato. Perchè, se, come riferisce Bruni, Scalfari ha riportato solo “quello che ha capito”, cos’ha detto Bergoglio che Scalfari non ha capito? Perchè, nonostante tutte le pressioni sul Vaticano, Bergoglio non verbalizza alcuna dichiarazione relativa all’episodio?
    Bergoglio va avanti nelle sue eresie perchè NESSUNO LO FERMA, tutti lo commentiamo ma nessuno gli pone alcun argine, lui spara …” a ruota libera” … e nessuno di coloro che gli sono accanto lo blocca. …….Troppi interessi da difendere, troppi rischi da correre, troppi privilegi da perdere!!!!……..

    • boh.... ha detto:

      E quali sarebbero le “convinzioni di Bergoglio” in materia cristologica e da dove le hai ricavate?

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    a me, questa ennesima uscita di Bergoglio, più che eretica mi sembra demenziale,
    Anche stavolta, come innumerevoli altre, pare che non avesse nulla di sensato, ragionevole ed edificante da dire.

  • capitan trinchetto ha detto:

    Il dogma dell’Incarnazione è uno di quelli che molti atei (e aggiungerei filocomunisti) mettono in discussione da tempo. O meglio considerano come ridicoli relitti da museo l’intitolazione di vecchie crose ( siamo a Zena, non dimentichiamolo) proprio all’Incarnazione di Nostro Signor Gesù Cristo.
    Crosa : salita o discesa, come preferite in mattoni, stradine che innervano tutto il saliscendi tra la città in basso e i quartieri in collina.

  • Sulcitano ha detto:

    Preghiera, preghiera e solo preghiera. Dio abbia di noi pietà e abbia cura di noi, di tutti i nostri cari, della Chiesa e del mondo intero. SIA LODATO GESÙ CRISTO, NOSTRO DIO SALVATORE.

  • TITTOTAT ha detto:

    Oggi: La regina del sud è venuta dai confini della terra per vedere la sapienza del Re, i sacerdoti sono andati fin all’amazzonia per rinnegarla.
    Ancor avete da dubitare?

  • Gian ha detto:

    Non avendo motivo di dubitare, l’affermazione di padre Luis Eduardo Rodriguez su quanto detto da Bergoglio: “nelle vene di Gesù scorre sangue pagano” è ancora più dirompente di quanto scritto dal vegliardo Scalfari nei giorni scorsi. Non c’è bisogno di interpretare, l’ha detto!
    Possibile che una così devastante dichiarazione non sia rimbalzata dalla Colombia, con tutto il seguito dei giornalisti sicuramente presenti? Lei cosa ne pensa caro Tosatti? Personalmente ho la mente in subbuglio in questo periodo di forte scuotimento, avverto che siamo arrivati ad un punto cruciale. Bisogna pregare molto.

  • Paolo ha detto:

    “nelle vene di Gesù scorre il sangue pagano”

    Salve Tosatti. Guardi che basta leggere la genealogia di Gesù e sapere chi erano i vari personaggi per concludere che la frase è corretta.

    • bastian contrario ha detto:

      è sempre però una frase ambigua, che sembra appunto rinnegare il dogma dell’ Incarnazione di Cristo.

    • Lucy ha detto:

      Metto la persona a cui rispondo perchè spesso nel susseguirsi dei post si ctea confusione.
      @Paolo
      Ma che cosa dice? Matteo cap.I Genealogia di Gesů ; parte finale “….Giacobbe generò Giuseppe , sposo di Maria DALLA QUALE nacque Gesů chiamato Cristo “.La lista termina con Giuseppe per il cui tramite Gesù è discendente di Davide .Giuseppe è il PADRE LEGALE di Gesù e gli antichi consideravano la paternità legale come la vera fonte dei diritti e dei privilegi .La genetazione FISICA di Gesù viene invece attribuita singolarmente a Maria.Questo è per i cristiani dogma di fede .Dunque la frase è eretica come chi l’ha pronunciata.

    • Boanerghes ha detto:

      Per niente.
      Gesù è figlio dell’Immacolata e opera dello Spirito Santo.
      Si ripassi il dogma dell’Immacolata e cosa esso significhi.
      In Gesù scorre un sangue totalmente puro ed esente da qualsiasi concupiscenza o paganità.
      Per usare una terminologia giuridica, non esiste alcun ragionevole dubbio al riguardo per dire il contrario.

  • Il veritiero ha detto:

    Il countdown scorre inesorabile, Tit tac tic tac. Presto usciranno fuori belle questioni da discutere, e questa volta i cardinali non potranno far finta di niente.
    Davanti all’evidenza non potranno dire che il bianco é nero e che il nero è bianco.
    E dopo se non agiscono , loro stessi diventeranno scismatici

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      sì, voglio proprio vedere come va a finire – come diceva Vasco – questo Sinodo eretico e apostatico. Voglio proprio vedere fino a dive hanno il coraggio di arrivare.

      • Il veritiero ha detto:

        Porteranno a termine la loro agenda.
        Ma il problema é un altro. Ma può dare il compito si distribuire l’ostia a quella gente? Gente si prostra faccia a terra in adorazione davanti alle statue con i peni eretti??
        Lo stanno facendo….
        Cmq bergoglio é solo questione di tempo ma verrà mandato via, e i suoi atti verranno tutti invalidati, in quanto non leggittimi petche lui non è mai stato vero pontefice. Manca poco ormai.
        Il tempo di sistemare gli ultimo dettagli.