IL PASTICCIO DELLE FINANZE VATICANE. NESSUNO SCONTO? IL PESCE PUZZA…

5 Ottobre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, mentre sui giornali infuriano notizie sui presunti scandali finanziari vaticani; in attesa che, se ci sono, vengano rivelati possibili comportamenti scorretti, che finora non appaiono, (nessuno ha mai impedito al Vaticano di fare affari, a Londra, in Svizzera o Lussemburgo…); Osservatore Vaticano ci ha inviato un suo contributo di inquadramento generale-storico, per fare un po’ di chiarezza sui problemi di gestione della Santa Sede, e non farsi accecare dal polverone quotidiano…Buona lettura.

§§§

Caro Tosatti, poiché vedo che i nostri colleghi riportano informazioni, ma non fanno sintesi, ti chiederei di permettermi di fare io una sintesi provocatoria dalle vicende di cui si stanno occupando i mezzi di informazione sulle  finanze, traendo spunto non solo dalle mie conoscenze dirette, ma necessariamente anche da quelle di altri colleghi affidabili.

Dice il Papa che NON SI DEVONO FARE SCONTI A NESSUNO. Continua a dirlo, ma non a farlo, soprattutto con chi dovrebbe, da ben sei anni, se la situazione è così deteriorata dopo sei anni di gestione sua, la dichiarazione – NESSUNO SCONTO – deve valere per Lui. E’ il Vertice che non funziona. Noi a Napoli diciamo infatti che “il pesce puzza dalla testa”.

Questo “profumo di pesce” si intuì fin dall’inizio del pontificato, quando il Papa sembrò ignorare le carte (che includevano il Rapporto segreto della Commissione Herranz su Vatileaks) che Papa Benedetto gli trasmise nel famoso scatolone (plurifotografato). L’implicito invito era: – io ti lascio il posto, ma sappi chi e cosa c’è intorno a te e cosa va fatto subito -.

Quelle carte, che Bergoglio non sembra abbia letto, spiegavano fatti molto significativi sulla Curia, inclusi fatti  in materia finanziaria.

Parte di questi documenti ricevuti da Benedetto, spiegavano da chi e perché era stata cambiata la Legge Antiriciclaggio di Benedetto XVI (datata 30 dicembre 2010); spiegavano tutti gli avvenimenti successivi (chiusura conti bancari, trasferimenti dei conti su banche estere, cambio del Consiglio Ior, Consiglio AIF, ecc. Ma soprattutto (ci viene detto) contenevano il Rapporto Moneyval che spiegava perchè la Segreteria di Stato cambiando la Legge Antiriciclaggio, aveva fatto “un passo indietro”).

Queste carte se anche non le avesse lette personalmente, dovrebbe averle fatte leggere a qualcuno per avere le necessarie spiegazioni.

Se invece le ha lette e trascurate, la cosa è ancor più grave, viste le conseguenze. Perciò NESSUNO SCONTO.

Poi il Pontefice mandò via il card Bertone e nominò il card. Parolin Segretario di Stato, ma gli tolse la delega alle attività finanziarie (che diede al card. Pell, chissà perché), separando Segreteria di Stato e attività finanziarie e creando i presupposti dello scandalo in corso.

Poi cominciò a fare nomine personalmente, non consultandosi apparentemente con nessuno competente: dal Prelato dello IOR (il famoso Ricca, di cui Sandro Magister raccontò una storia non edificante), fino a componenti del Cosea (poi inquisiti e condannati).

Continuò nominando personalmente il Vice Direttore generale dello Ior (Mattietti), che poco dopo venne licenziato e gli venne impedito persino l’accesso in Vaticano.

Cacciò (e fece minacciare dal card. Becciu) il Controllore dei Conti, Milone perché aveva capito che andava fatta un’indagine sui fatti che oggi son oggetto dello scandalo. Confermò il Presidente e il direttore dell’AIF (coinvolti nello scandalo) nei loro ruoli, per ben sei anni. Fece personalmente dimettere un Consigliere dello IOR (Salvatori) perché aveva messo in discussione decisioni finanziarie dubbie.

Non ascoltò il card. Pell che voleva fare una commissione di inchiesta per indagare operazioni sospette.

Insomma, ha preso sempre e solo lui le decisioni del dissesto. Nessuno sconto?

Se oggi, dopo 6 anni, ai vertici di comando della Curia ci son persone inadeguate, se ancora ci sono scandali che si moltiplicano, ebbene cari lettori, noi a Napoli diciamo che il pesce puzza dalla testa, lo sappiamo bene. Infatti quando il pesce puzza è la testa che tagliamo prima di cucinarlo. Perciò nessuno sconto?

Osservatore Vaticano.

§§§




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

109 commenti

  • don Vittorio ha detto:

    BOICOTTIAMO L’OBOLO DI SAN PIETRO!
    MANDIAMO ALLA “POCO” SANTA SEDE
    SOLO 1 EURO DI PROTESTA!

  • Lucy ha detto:

    Per la precisione il neo cardinale sponsor della “suora” in questione è Josè Tolentino Calaça Mendonça.

  • Claudius ha detto:

    Grazie mille OV per il suo intervento.
    Come giustamente lei osserva, su questa faccenda i media riportano un mucchio di informazioni disarticolate senza neppure provare a trovare una logica e dare una spiegazione dei fatti che sia minimamente accettabile.

    Spero che lei vorra’ approfondire i temi che ha toccato in questo suo intervento. Si intuisce che la questione sia molto grossa, ma (almeno per uno come me che non sa come sono andate le cose) il tutto e’ ancora avvolto nell’oscurita’.

    Vorrei farle un paio di domande ce mi nascono spontanee dopo la lettura del suo articolo.

    1) Relativamente alle informazioni passate da Benedetto a Francesco: lei dice che in quelle carte veniva spiegato perché avere cambiato (dicembre 2010) la legge antiriciclaggio era stato un grave errore, eccetera. Ora io mi chiedo: se Benedetto gia’ sapeva di questo errore, perché non ha agito lui stesso per correggere questa legge?
    In piu’, la cosa che mi lascia perplesso e’ che, a quanto lei scrive, Bergoglio sembra avere un controllo totale sugli uomini delle finanze vaticane, promuovendo e cacciando chi gli pare a lui senza stare a sentire nessuno, ma allora Benedetto invece no? E perché, allora?

    2) A leggere la serie di cretinerie combinate da Bergoglio con le sue irrazionali promozioni/defenestrazioni, fatte tutte da solo, si ha l’idea di un uomo completamente privo di cervello (e di prudenza, in cose tanto delicate). Se e’ cosi’, immagino che in Curia ci sia parecchia gente che se ne sia accorta. Ma allora perché sembra che nessuno dica niente o cerchi di prendere qualche provvedimento per “limitare i danni”?

    3) Vorrei sapere cosa pensa dell’assunzione di Pignatone e che tipo di persona le sembra, in relazione a questo ruolo.

    Spero di leggere presto ulteriori suoi interventi. Un grazie ancora al mitico TOSATTI per ospitare informazione di qualita’.

    • ov ha detto:

      OV A CLAUDIUS. Vorrei rispondere con maggior precisione ma devo preservare la mia identità.
      1- perchè la Lex venne cambiata tra dicembre 2011 e febbraio 2012 senza informare Benedetto XVi, che ne venne a conoscenza più tardi quando il P AIF card.Nicora e il P Ior Gotti Tedeschi gli spiegarono l’avvenimento .Ma a marzo 2012 B XVI era , di fatto , già stato “esautorato ” o aveva deciso Lui di esserlo. Capisco lo stupore , ma non si può spiegare di più. Per ora.
      2- immagini l’interesse a non avere una legge antiriciclaggio …
      3- Pignatone è una persona capace, seria e integerrima , vedremo presto se gli permettono di agire . Se ciò non avvenisse ….

      • Claudius ha detto:

        Grazie OV, per la sua risposta. Capisco benissimo il suo bisogno di discrezione.
        Praticamente qiuindi, Benedetto XVI nel 2012, ovvero ben 7 anni da che era stato eletto papa, non controllava un bel niente in Vaticano. Anche questo sarebbe da approfondire in effetti.
        Tutto cio’ e’ molto interessante. Se in molti in Curia e fuori non vogliono una legge antiriciclaggio probabilmente l’unica e’ andare con le maniere pesanti, che Ratzinger non voleva o non sapeva usare.
        Forse e’ per questo che il suo papato e’ andato come e’ andato.

        Mi auguro di leggere ancora presto i suoi interventi. A presto

  • deutero.amedeo ha detto:

    Amiche e amici, fatevi forza!
    Tra poco avrà luogo la celebrazione della messa che darà inizio al Sinodo pro Amazzonia.
    Come previsto dal libretto della messa pubblicato dal sito del Vaticano, nel rito iniziale sentiremo cantare le seguenti parole:

    Francisco summo Pontifici,
    in unum populos doctrina congreganti, caritate:
    Pastori gratia, gregi obsequentia.

    • Milli ha detto:

      Venerdì Bergoglio ha piantato un albero nei giardini vaticani.
      Invece di vedere preghiere benedizioni, abbiamo visto la curia sorridente assistere allo spettacolo di un rito indigeno ,con tanto di sciamano e piume di pappagallo!
      E tutto questo nel cuore della cristianità!

  • Nicola Buono ha detto:

    Prove tecniche di resistenza……richiesta di aiuto al Cielo…

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/rosario-contro-chiesa-greta-tesi-eretiche-sinodo-1763850.html

  • Nicola Buono ha detto:

    Prove tecniche di fusione con i musulmani con grande gioia di entrambe le comunità religiose…….E noi paghiamo ovviamente….poi si meravigliano che le chiese si svuotano….

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/limam-si-laurea-teologia-cattolica-potr-insegnare-religione-1763898.html

    • Claudius ha detto:

      E che cosa c’entra con quello di cui si parla qui?
      Lo sa che commentare un articolo con una cosa che apertamente non c’entra niente e’ una forma di gran cafoneria?

      Lei e’ un maleducato.

      • Mac ha detto:

        Rilassati, non ha insultato nessuno.

        Per la difesa della Vera Fede Biffi è sempre opportuno.

        Saluti.

        • Claudius ha detto:

          La cafoneria non e’ mai opportuna. Nemmeno “con le migliori intenzioni”. E se lei non capisce questo, significa che anche lei e’ parte del problema.
          Caro amico, e’ del tutto inutile lamentarsi tanto dello stato penoso della Chiesa, fare rosari, criticare il lassismo attuale… ecc. se poi non si e’ in grado di avere un minimo di coerenza morale.
          Perché anche su una cosa tanto piccola si vede com’e’ realmente una persona. Saluti.

          • Adriana ha detto:

            CLAUDIUS ,
            la sottoscritta finora ammirava i suoi interventi .
            Confesso che l’ultimo mi ha stupito . Quale incoerenza morale rimprovera all’intervento di Nicola B . ?
            Aver risposto – solo indirettamente – al problema posto dal sito non è segno di incoerenza morale : al massimo , massimo di ” trasgressione ” a un ideale ” ordine di scuderia ” che il Gentile Tosatti non si è mai guardato di dare .
            Perchè questa incongrua indignazione ?
            Nella speranza che il CLAUDIUS che è intervenuto ora sia il CLAUDIUS che conoscevo …prego per lei e per la sua salute . Con affetto , Adriana ,

      • Nicola Buono ha detto:

        Sono basito .Non ho parole . Comunque quello che ha detto si ritorce su di lei caro Signor Claudius. La maleducazione si ritorce su chi offende. Io non l’ho fatto nei riguardi di nessuno nel mio mio post .Neanche i troll più virulenti di questo sito se ne sono usciti con cose simili nei miei riguardi. Evidentemente lei ha dei problemi. Concludo dicendo che il blog Stilum Curiae è spesso pieno di commenti fuori tema rispetto agli articoli e nessuno si è inalberato mai a riguardo . Tranne lei. Io ho messo unicamente questo post di un grande Principe della Chiesa la cui sapienza spirituale ci manca terribilmente in questi tempi ,per prepararci a tempi che sicuramente non sono troppo lontani. Comunque sappia per la cronaca che continuerò, come tanti altri lettori e come spesso ho fatto anche io , a scrivere post Fuori Tema rispetto all’articolo. Quindi si dia una regolata . P.S. grazie a MAC che ha capito il senso del mio post.

        • Claudius ha detto:

          Mi convinco ogni giorno di piu’ che e’ proprio vero che il buon Dio ci manda non il papa che vorremmo, ma quello che ci meritiamo. Grazie a gente come voi mi e’ chiaro che molti dei sedicenti tradizionalisti, che criticano Bergoglio spesso non sono per nulla meglio di lui. Bergoglio e’ proprio quello che e’ giusto che abbiamo, Dio vede piu’ lungo di noi: un papa cafone e lassista per un popolo di cafoni e lassisti.

      • Milli ha detto:

        Non ho capito perché si è arrabbiato tanto, Biffi non ha detto che i vegetariani, pacifisti ed ecologisti sono il male. Non è questo il punto, è la sostituzione della parola di Cristo con questi valori.

        • Boanerghes ha detto:

          ” un papa cafone e lassista per un popolo di cafoni e lassisti”

          Anche lei , come noi, fa parte di questo popolo.
          Scusi, stamattina non avevo risposto, ho aspettato; ma confermo la prima impressione: la sua risposta è fuori misura.

        • Nicola Buono ha detto:

          Solo lui ( il Migliore)si capisce , e se il mondo non lo capisce, dà la colpa al mondo. E insulta.

          • Claudius ha detto:

            Mi spiace per voi che non vi rendiate conto di quanto sia maleducato intervenire con argomenti completamente fuori tema. Ma non staro’ qui a cercare di farvelo capire. Il fatto che non ve ne accorgiate e vi giustifichiate con l’argomento che tanto tutti fanno cosi’ e’ indicativo di quanto siano corrotti il buon senso e l’intelligenza, forse senza speranza. E si’, e’ proprio vero che abbiamo il papa che ci meritiamo.
            Inoltre guardi che la sua indignazione oltre a essere fuori luogo, e’ anche leggermente ridicola: non vedo da cosa deduca che io do’ la colpa al mondo (e di che cosa, poi). Darle del maleducato per un comportamento sbagliato non e’ maleducazione ma, viceversa, segno di educazione raffinata, che lei dimostra di non possedere. Perché quel “solo” poi? Mica ho mai pensato di essere l’unico al mondo a essere intelligente.

          • Nicola Buono ha detto:

            E SE QUESTA È LA SUA BUONA EDUCAZIONE ( INSULTARE ED OFFENDERE) FIGURIAMOCI QUANDO SI COMPORTA DA MALEDUCATO. ED ALLORA SIA COERENTE E RIPRENDA QUOTIDIANAMENTE I LETTORI CHE QUOTIDIANAMENTE ESCONO FUORI TEMA CON I LORO SCRITTI. O FACCIO SOLO IO PROBLEMA. IN REALTÀ I PROBLEMI LI HA LEI , E PURE MOLTI. POVERO CHI LE VIVE ACCANTO.

  • Mac ha detto:

    Caro Caro Dr. Tosatti,
    cercavo in rete il video della conferenza del 4 Ottobre e mi sono imbattuto anche in una intervista radiofonica che lei ha rilasciato a Radio IES a Mario Adinolfi il 14.3.2013.

    Premetto che ho imparato a conoscerla da un paio d’anni grazie a questo meritorio Blog e da almeno 20 anni non leggo Corriere Repubblica Stampa ecc.. vorrei capire i principali elementi che le hanno fatto cambiare opinione, in modo così radicale, rispetto a Bergoglio.

    Grazie per l’eventuale chiarimento.

    Saluti.

    Mi scuso per la ripetizione ma ho sbagliato il posizionamento.

    • wp_7512482 ha detto:

      Quelo che ha fatto e quello che ha detto. E anche quello che non ha fatto, e quello a cui si ostina a non rispondere.

  • MARIO ha detto:

    Visto che da qualche giorno si parla di scandali finanziari, leggi antiriciclaggio e difficoltà finanziarie del Vaticano, e vista la presenza sul blog di persone competenti in materia, vorrei riproporre un quesito che mi son posto ultimamente e a cui non so dare risposta (non essendo un esperto di finanza).

    Ammettiamo che un delinquente, che ha accumulato grandi ricchezze, protette in paradisi fiscali, si converta e voglia disfarsi di tutto e donarlo alla Chiesa. Gli sarebbe possibile fare questa operazione al giorno d’oggi, considerate le leggi antiriciclaggio vigenti ?

    Eppure questo tipo di donazione sarebbe conforme al Vangelo (vedi Zaccheo o le parole di Gesù: “Fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché, quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nelle dimore eterne.”); supponendo naturalmente che l’offerente abbia fatto prima tutto il possibile per risarcire eventuali defraudati a lui noti.

    Credo anche che in passato la Chiesa abbia beneficiato molto di questo tipo di offerte (escludendo naturalmente il riciclaggio…), perché magari le persone, quando si avvicina “la resa dei conti”, pensano un po’ di più anche alla loro anima…

    Ma se in passato era possibile, lo è altrettanto adesso ?
    Potrebbe essere anche questa una causa, più o meno determinante, delle difficoltà finanziarie del Vaticano o anche di possibili scandali ?
    E quale potrebbe essere la soluzione a questo problema ?

    Saluti e grazie.

    • Boanerghes ha detto:

      “Fatevi degli amici con la ricchezza disonesta”.
      Non è questo il caso e l’intendimento di Gesù.

      “Ma se in passato era possibile, lo è altrettanto adesso ?”
      Premesso che bisogna specificare meglio questo passato, in ogni caso oggi, come ieri e come domani, la legge va rispettata.
      La Chiesa non fa eccezione, anzi deve essere di esempio.
      Se uno vuole ravvedersi, deve farlo pubblicamente e seguendo le leggi in vigore.
      Che poi la Chiesa si sia mantenuta con lasciti, donativi, rendite e similari, questo è risaputo.
      Ma se non si rispetta la legge, gli scandali sono inevitabili.
      Sono un ragioniere, anche se non esperto di alta finanza.
      Tuttavia a chiunque balza all’occhio la situazione finanziaria della Chiesa, perché comunque quando c’è da criticarla, tutti sono d’accordo.

  • Silvano ha detto:

    Preghiamo per il nostro vescovo…e per il nostro Papa Francesco… è il dovere più semplice e utile per ogni cristiano, ieri, oggi, domani.

    • trovatello ha detto:

      lo facciamo sempre , magari dicendo che però NON PREGHIAMO PER LE SUE INTENZIONI…

      • Maria Cristina ha detto:

        E aggiungendo che non preghiamo in comunione con gli sciamani amazzonici,ne’coi rabbini, ne’con gli imam coi quali pare invece che l’attuale papa preghi insieme.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Se qualcuno se la sentisse..
    https://twitter.com/i/status/1180108810637193218
    Saluti.
    Massimiliano-

    • Mac ha detto:

      In ogni caso togliere l’audio.

      Per sicurezza.

      Saluti.

    • Milli ha detto:

      Se ce la fate, leggete anche i commenti. In realtà dovrebbero leggerli quelli in Vaticano, si chiarirebbero le idee sul perché le offerte stanno diminuendo.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    A confronto di quello che è accaduto ieri nei giardini vaticani, le questioni finanzirie sono bazzecole di poco conto… Se qualcuno avesse ancora dubbi su chi adora il nostro caro Bergoglio e compagnia danzante… Non hanno molto tempo, devono fare in fretta. E lo sanno. Saluti.
    Massimiliano.

    • Maria Grazia ha detto:

      Grazie Massimiliano per il documento che hai allegato. Oltretutto se Bergoglio, alla vigilia del sinodo ha trovato il tempo per assistere (anzi partecipare visto che ha preso parte attiva) a riti religiosi indigeni,significa che per lui ciò riveste un valore primario.
      A proposito, sbaglio o ha preso parte attiva al rito anche un frate francescano prostrandosi, addirittura a terra come gli altri indigeni?

    • joedimaggio ha detto:

      son d’accordo, ma perchè non scrive una lettera a Avvenire o Vatican Insider ?

    • Kpmg ha detto:

      Era un rito anticristiano? Strano le due che si sono avvicinate al papa si sono fatte il segno della croce.

      • Adriana ha detto:

        Le due..che si son fatte il segno della croce , venivano
        dalla tovaglia su cui erano stati deposti simpatici simboli
        ” itifallici ” del nuovo- evoluto cristianesimo . ( Quello che sta dando una ” nuova ” interpretazione alla dottrina della
        ” resurrezione della carne ” ) .

      • Milli ha detto:

        Rito indigeno, sciamanico= paganesimo.

  • FRANJO ha detto:

    Salve a tutti,
    ricordo che domani a mezzogiorno si recita la Supplica alla Madonna di Pompei.
    Grazie per l’attenzione.

  • Adriana ha detto:

    Ci vorrebbe una grossa mareggiata per ributtare a mare
    tutta questa moria di pesci grossi puzzolenti .
    Unica notizia ” buona ” di stamattina trasmessa dal giornalista Lombardi – a tempo pieno a Hong-Kong – .
    il Card Zehng trova la forza di benedire la folla provvisoriamente in salvo dagli atroci disordini e dalle violenze in crescendo .
    Almeno uno che benedice …uno che ci crede .

  • Il veritiero ha detto:

    Teologa LGBT si complimenta con Bergoglio perché da quando c’è lui il mondo LGBT ha fatto passi avanti…..
    E l’altro giorno Bergoglio ha ricevuto il Gesuita pro LGBT Padre MARTIN in udienza in Vaticano…..
    https://ilprimatonazionale.it/cultura/teologa-lgbt-fa-i-complimenti-al-papa-da-quando-ce-lui-passi-in-avanti-132582/

    • Lucy ha detto:

      E lo sponsor e ammiratore entusiasta du questa “suora ” cioè mons.Mendoza è stato fatto ieri cardinale .

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    I maggiori giornali dicono che il Papa vuole la TRASPARENZA.
    Ma che intendono? Che tipo di trasparenza? Sul modo di gestire le finanze vaticane?
    In realtà i termini dell’accaduto non risultano molto chiari ma a me pare che la trasparenza che vuole in Papa sia finalizzata al caso in questione.
    Detto in soldoni, a me sembra che la trasparenze richiesta dal Papa sia per sapere chi gli ha rubato i soldi, come ha fatto a rubarglieli e per sapere se è possibile recuperare qualcosa.
    Insomma il Papa, a ragione, vuole mandare in galera il ladro e rivuole il maltolto.

    • emma ha detto:

      NO CERTAMENTE , Bergoglio dovrebbe sapere perfettamente che significa fare trasparenza. Se non lo sa è complice , se lo sa ,non lo vuole . E’ semplice , fare trasparenza significa ripristinare la legge antiriciclaggio firmata da Papa Benedetto a fine 2010 . Si domandi perchè la Santa Sede NON E’ NELLA WHITE LIST , cioè nella lista dei paesi che aderiscono ai criteri di trasparenza.

      • Kpmg ha detto:

        Veramente è in White list dal 2017 e nel 2019 è stato ammesso al sistema SEPA. Lei da notizie inattuali, signora.

        • emma ha detto:

          potrebbe darci il riferimento di questa ammissione a White list ? non solo non risulta ,ma se fosse vero dal 2017 ad oggi o non sarebberso successe le cose che son emerse o avrebbero escluso la Santa Sede .

        • ErnstYoung ha detto:

          questo è quello che il direttore dell’AIF , Di Ruzza – incriminato- ha divulgato . Se fosse vero NESSUNA DI QUESTE OPERAZIONI SAREBBE STATA POSSIBILE , caro collega di KPMG

      • Mac ha detto:

        Caro Caro Dr. Tosatti,
        cercavo in rete il video della conferenza del 4 Ottobre e mi sono imbattuto anche in una intervista radiofonica che lei ha rilasciato a Radio IES a Mario Adinolfi il 14.3.2013.

        Premetto che ho imparato a conoscerla da un paio d’anni grazie a questo meritorio Blog e da almeno 20 anni non leggo Corriere Repubblica Stampa ecc.. vorrei capire i principali elementi che le hanno fatto cambiare opinione, in modo così radicale, rispetto a Bergoglio.

        Grazie per l’eventuale chiarimento.

        Saluti.

  • Maria Grazia ha detto:

    Ringrazio il nostro “Osservatore Vaticano” per la fiducia che ci accorda al punto da permetterci di entrare nel “Sacra sacrorum” del Vaticano. Per me era, comunque, già lampante che il “nessun sconto” pronunciato con enfasi dal nostro “Misericordioso” in occasione della scoperta, da parte della Gendarmeria, della compra – vendita di immobili lussuosi a Londra da parte dell’AIF del Vaticano, era solo un voler gettare “fumo negli occhi” dei creduloni. Basti vedere come il comunicato successivo che bandiva l’allontanamento dal Vaticano dei responsabili, non esitava a salvare, invece, un Monsignore, anche se compromesso, che risiede a …Santa Marta.!!!
    Sappiamo del passato poco edificante del nostro “Pontifex Maximus” prima sostenitore integerrimo di un poco onorato regime di destra per poi passare ad affiancarsi alla sinistra estrema appena il governo argentino aveva cambiato colore e ora ……”Sinistroide confuso”!!!!!
    Mai, comunque, noto alle cronache per la sua fede contagiosa, per la sua ascesi esaltante o per la sua vita ……esemplare!!!

    • MARIO ha detto:

      Guardi che la scoperta non è stata fatta dalla Gendarmeria. Mi sa che è lei un po’ “confusa”…
      Per di più la scoperta è stata fatta da chi doveva essere controllato, non da chi doveva controllare. Questo significa che la riforma funziona, almeno a metà. Per l’altra metà, tempo al tempo…
      Saluti.

      • trovatello ha detto:

        caro Mario , sempre più lei si svela . Le sue parole sono le stessa pronunciate da uno dei coinvolti nello scandalo. Chi ha fatto la denuncia ha solo voluto fare fumo sulla sua irresponsabilità. Chi è stato invece denunciato è , certo colpevole, ma lo è di più chi lo ha nominato e tenuto li per 6 anni. Come dice l’Osservatore Vaticano , il pesce marcio puzza dalla testa . Caro Mario Tornielli

      • pussipussi ha detto:

        si , lei invece non è confuso, Lei sa invece di mentire . oppure ha qualcosa da guadagnare ad affermarlo. Ma sappia caro, che quando lei scrive sciocchezze , si intende subito perchè le scrive.

    • trovatello ha detto:

      attenzione , queste inchieste fatte in casa , spesso, servono solo a far fuori i nemici o far cambiare idea ai dissidenti. Devo dire che sento la mancanza di un mons. CM Viganò che non indugiò un istante per colpire i malfattori. Che fine gli han fatto fare ? Esser trattato lui da malfattore. Non fidiamoci delle dichiarazioni che escono dal Vativano…

      • Due punti ha detto:

        La Verità di oggi riportava la notizia di una probabile nomina del cardinal Parolin a Patriarca di Venezia. In sostanza il caro vecchio promoveatur ut amoveatur.
        Poiché Parolin non ha mai voluto occuparsi della parte economica del suo Ministero, ne segue che il futuro Segretario di Stato vaticano dovrà essere particolarmente addentro alle manovre economiche perché non si ripetano scandali come quelli di cui stiamo parlando.

  • Il veritiero ha detto:

    Scusate una domanda.
    La “costituzione dogmatica DEI FILIUS” di PIO IX del 1880 circa
    É ancora valida o qualche altro documento l’annulla?
    Grazie

    • Ernesto ha detto:

      L’ha abolita Leone XIII con la bolla Ineffabilità Deus

      • Il veritiero ha detto:

        Sai per caso dove posso trovare gli “anatemi attuali”?
        Per esempio il motu proprio di PIO X contro i modernisti ” pascendi dominicis grecis” é ancora valido?

      • Il veritiero ha detto:

        No guarda, innefabil deus é sempre di Pio ix, e tratta del dogma mariano. L’informazione che mi hai dato era leggermente fuorciante, ma comunque ti ringrazio lo stesso per le tua disponibilità. Grazie

    • LucioR ha detto:

      Veritiero, mi meraviglio di Lei. Le Costituzioni dogmatiche possono essere annullate?

      Innanzi tutto la Costituzione dogmatica non è di Pio IX ma del Concilio Vaticano I. Il Papa l’ha solo promulgata come avviene per tutte le costituzioni dei Concili.
      In calce alla Costituzione vengono comminati ben cinque anatemi per chi negasse le Verità di fede in essa contenute.

      Per quanto riguarda quel poveretto che le ha risposto, qua non si tratta neanche più di troll, ma di qualcosa di più preoccupante.

      • Il veritiero ha detto:

        Ahaha hai ragione. Me lo hanno confermato anche 3 sacerdoti, la stessa cosa che hai detto tu.
        Io sono ignorantissimo, io sono il più ignonte di tutti quelli che stanno venendo formati.
        Il diritto canonico verrà studiato in uno step più avanzato, per ora siamo ancora al livello di base iniziale della formazione.

  • deutero.amedeo ha detto:

    A ma, da semplice fedele, non ha mai dato fastidio sapere che la Chiesa possedesse un immenso patrimonio, e avesse enormi entrate da elemosine , donazioni e quant’altro. Perchè?
    Perchè ho sempre creduto che ne facesse un uso corretto ed ordinato al bene e all’aiuto delle opere missionarie e di assistenza ai poveri e bisognosi.
    Ora, di fronte a queste notizie, inorridisco.

  • TITTOTAT ha detto:

    Che volete? Ha dato una occhiata e ha detto: Tutte calunnie. E la velina nelle redazioni circola: Tutte calunnie. Programmi a questa dedicati, tv2000 imperat. Tutte calunnie. E il bergoglio finto silenzioso si gode i riti satanici in vaticano. Ancora siete fedeli al Bergoglio, vi foste uniti con Don Minutella a quest’ ora Bergoglio avrebbe tenuto il concistoro di satana nelle fogne dei massoni, di nascosto, non alla luce del sole, nel faro della cristianità. E dunque quando vedrete l’ abominio della desolazione là dove non deve essere rifugiatevi nei monti. Mi dispiace per amici e familiari che non vogliono vedere.

    • Diana ha detto:

      Abbia pazienza, il lezzo lo sentiamo tutti, ed è una croce pesante da portare, soprattutto per dei comuni peccatori, che ben poco possono offrire a Dio in riparazione, ma uscire dall’unica vera Chiesa e lasciare che nella vigna non rimanga che la zizzania è esattamente ciò che desidera il nostro nemico.

      • Maria Grazia ha detto:

        Sono d’accordo con Diana. E’ Lutero che, scandalizzato, ha lasciato la Chiesa Cattolica mentre San Francesco, su indicazione di Cristo stesso, è rimasto per riparare la sua Chiesa.

      • TITTOTAT ha detto:

        Guardate che questo rito satanico s’infonde su tutte le membra. Già alla prima messa in cui pregherete in unione con Francesco vi s’infonderà un flusso maligno. Il cuore pompa sangue in tutte la membra, i massoni lo sanno, hanno più sensibilità soprannaturale degli sprovveduti cattolici.

  • Milli ha detto:

    https://www.ilmessaggero.it/AMP/pay/vaticano_scontro_ior_segreteria_di_stato_obolo_san_pietro-4777154.html
    Dott.Tosatti , per una volta non sono d’accordo con lei. Infatti lei scrive:” comportamenti scorretti, che finora non appaiono”. Eh, no, perché se a noi fedeli viene chiesto di dare una somma per l’Obolo di San Pietro per i poveri e questi soldi finiscono in investimenti bancari, c’è la truffa nei confronti di chi dona.
    A mio modesto parere quei soldi lì non andavano investiti ma distribuiti a poveri e missioni.
    Per gli investimenti dovevano usare altri fondi.
    Qualcuno poi mi spieghi perché una banca di Stato debba portare i propri soldi in un’altra banca in Svizzera.

    • emma ha detto:

      perchè le hanno chiuso i conti in Italia

      • Milli ha detto:

        Mi perdoni, sono ingenua in materia, ma essendo essa stessa la banca dello Stato Vaticano perché non se li è tenuti?
        Non è che con questi giri e rigiri dovevano far perdere le tracce, far guadagnare altri (loschi) figuri, riciclare, investire in attività non consone per il Vaticano?

        • emma ha detto:

          Perchè lo IOR e l’Apsa non sono vere banche come intende lei . Sono specie di istituzioni finanziarie che dovrebbero gestire patrimoni che appartengano a enti ecclesiastici . Ma per depositare e movimentare i flussi di investimento , entrate uscite dividendi interessi, ecc necessitano banche che hanno autorizzazione bancaria .Cioè banche -fuori le mura- italiane o straniere. Non dimentichi che Ior e Apsa sono enti della Santa Sede . pertanto -in cassa- liquidi , Ior e Apsa terranno solo quel che prevedano serva per prelievi a breve termine.

          • emma ha detto:

            queste cose le so perchè lavoro in Banca ed ho anche avuto , in passato, rapporti con dette istituzioni.

          • emma ha detto:

            queste cose le so perchè lavoro in Banca ed ho anche avuto , in passato, rapporti con dette istituzioni. prima cioè del 2012 , anno in cui viene modifificata la Legge Antiriciclaggio voluta da Benedetto XVI nel 2010 . Detta modifica comportò la fine della trasparenza sulle operazioni finanziarie e sulla titolarità dei conti, Così le banche italiane chiusero i conti dello Ior . Se volesse sapere chi ha realizzato questo incredibile errore , veda tra gli imputatidell’ultimissimo scandalo chi è il massimo grado – la aiuto , è un cardinale – Guarda un pò

      • Ernesto ha detto:

        Veramente i soldi non sono transitati dalla banca vaticana

  • Marco Matteucci ha detto:

    Certo che questo papa “originale” di riflessioni ambigue ne ha offerte e ne offre a bizzeffe fin da quando era superiore provinciale della Compagnia di Gesù in Argentina al tempo della terribile dittatura di Jorge Rafael Videla,

    Sentite come lo decrive il Fatto Quotidiano in un articolo della giornalista Angela Nocioni pubblicato il giorno stesso della sua elezione al Soglio di Pietro.

    Il nuovo papa Bergoglio: la dittatura argentina e le ombre sul passato

    Il successore di Benedetto XVI un “progressista”? Sulla sua biografia pesa il silenzio della Chiesa negli anni in cui il regime dei generali uccise 9mila oppositori. Nel libro inchiesta del giornalista Verbitsky l’accusa di aver isolato due confratelli finiti poi nel famigerato centro di torture dell’Esma

    Il primo gesuita ad essere papa, il primo a prendere il nome di Francesco. Il primo papa latinoamericano. E’ un progressista Jorge Mario Bergoglio? Forse può essere considerato tale a Roma, perché la sua è una candidatura esterna alla Curia (il candidato curiale argentino era Leonardo Sandri) e perché viene da un luogo geografico lontano dal potere romano. In Argentina però ha sempre rappresentato l’ala conservatrice della Chiesa. Non è mai stato amico della teologia della liberazione. Ha sempre mantenuto posizioni di destra nella gestione del potere a Buenos Aires.

    Di certo è il più temibile avversario di Cristina Kirchner, la presidente argentina. Che difficilmente stasera festeggerà di cuore la sua elezione. Questo non ne fa automaticamente un esponente della destra argentina, ma sì il simbolo dell’opposizione conservatrice (e sempre detestato dall’opposizione di sinistra al governo) alla presidenta Kirchner. “Tanto aperta è stata la battaglia politica di Bergoglio contro il governo dei Kirchner, prima di Nestor, poi di sua moglie Cristina, che la presidente ha deciso da tempo di non festeggiare più il 25 de julio, principale festa patriottica in Argentina, nella cattedrale di Buenos Aires”, ricorda alla notizia dell’elezione un funzionario dell’ambasciata argentina a Roma.

    Ombre su Bergoglio riguardano il periodo della dittatura militare (1976-83). Tutta la gerarchia ecclesiastica argentina non fece una gran figura in quel periodo. I dubbi su di lui li ha sollevati il giornalista argentino Horacio Verbitsky, l’autore del celebre libro “Il volo” in cui per la prima volta si svela l’esistenza del piano sistematico di soppressione degli oppositori al regime attraverso i voli della morte (30mila vittime secondo le Madri di plaza de Mayo, ottomila secondo altre fonti).

    Verbitsky ha ricostruito le responsabilità e le omertà della chiesa in Argentina durante la dittatura. Da quell’inchiesta Bergoglio non ne esce benissimo. Non ci sono testimonianze che lo inchiodano, come ci sono invece per monsignor Pio Laghi, che amava passare i pomeriggi a giocare a tennis con i capi della dittatura. Ma non risulta nemmeno essere stato un eroe nella difesa dai perseguitati del regime.

    Non ci sono prove né indizi pesanti sulle sue responsabilità. C’è però una storia molto chiara raccontata da Verbitsky nel suo libro. Subito dopo il golpe del 24 marzo 1976 Bergoglio era Superiore provinciale della Compagnia di Gesù in Argentina. Da gesuita aveva un potere enorme sulle comunità ecclesiastiche di base, che lavoravano molto nelle baraccopoli di Buenos Aires.

    Nel febbraio del ’76, un mese prima del colpo di stato, Bergoglio avrebbe chiesto a due sacerdoti, Orlando Yorio e Francisco Jalics, che lavoravano nelle comunità di base, di lasciar perdere, di andarsene, di abbandonare quel lavoro. Loro si rifiutarono. Verbitsky racconta che Bergoglio, dopo averli cacciati dalla Compagnia di Gesù senza averli informati della decisione, fece pressione sull’allora arcivescovo di Buenos Aires perché impedisse loro di dir messa.

    Non è una accusa da poco. In quei tempi a Buenos Aires bastava essere lontanamente riconducibili a un’area progressista, risultare impegnati in un lavoro considerato “di sinistra” nelle baraccopoli, per essere additati come potenziali sovversivi. Togliere ai due sacerdoti protezione e ancora più punirli come disobbedienti – è il ragionamento di Verbitsky – equivaleva a far correre loro il serio rischio di finire nelle liste nere dei militari. Così fu.

    Pochi giorni dopo il golpe i due sacerdoti furono rapiti. Erano i giorni in cui sparirono anche decine di sindacalisti, i primi ad essere segnalati come potenziali sovversivi poiché, appunto, considerati inclini alla disobbedienza. Dopo sei mesi di prigionia nei solai della Escuela mecanica del armada (Esma), il centro clandestino da cui partirono poi i voli della morte, i due religiosi furono rilasciati. Pare che furono pressioni esercitate dalla Chiesa da Roma a salvar loro la vita.

    Oggi invece il giornale diretto da Peter Gomez sembra avere tutt’altra opinione del romano pontefice e notizie del genere sicuramente non le pubblicherebbe più, anzi a giudicare da questo stralcio tratto da un articolo sulle operazioni finanziarie illecite del Vaticano venute alla luce di ultimamente, si allinea con le notizie fornite sull’argomento dal giornale del papa:
    “La notizia degli accertamenti intrapresi dalla magistratura vaticana e che riguardano alcune persone al servizio di organismi della Santa Sede – si legge su L’Osservatore Romano – ha avuto, comprensibilmente, un’eco considerevole nei mezzi di comunicazione. Tra le interpretazioni, i commenti e le analisi che hanno accompagnato la divulgazione della notizia da parte della Sala Stampa vaticana non è stata sufficientemente sottolineata un’evidenza: quanto accaduto sta a testimoniare concretamente che i processi avviati da Benedetto XVI e portati avanti dal suo successore funzionano. Sta a testimoniare che le nuove leggi dello Stato della Città del Vaticano sono applicate e che gli organismi di controllo, di revisione e gli stessi organismi controllati sono in grado di segnalare alla magistratura eventuali anomalie chiedendo che venga fatta chiarezza. Il doloroso percorso annunciato in questi giorni non è dunque il sintomo del fallimento di un sistema. Al contrario dimostra che il sistema ha sviluppato gli anticorpi per reagire e che il cammino delle riforme degli organismi economico-finanziari è ben avviato” (l’uso del grassetto corrisponde al testo originale).

    CHE DIRE … FOLGORATI ANCHE LORO COME SAN PAOLO SULLA VIA DI DAMASCO!

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/13/nuovo-papa-bergoglio-dittatura-argentina-e-ombre-sul-passato/529595/

    • wp_7512482 ha detto:

      Lunghissimo!

      • Marco Matteucci ha detto:

        Mi dispiace direttore questo è l’articolo intero che non ho voluto tagliare, se vuole può anche rimuoverlo, non mi offendo assolutamente.
        Santa Domenica a lei e a tutti i lettori.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Amico Tosatti, glielo ho già scritto in un altra discussione , ma forse repetita iuvant.
        Amico Tosatti, mi permetta un consiglio: quando è il caso di tagliare, tagli. Ho avuto e in teoria ho ancora (da almeno un decennio) un Forum di cui ero (e sono) amministratore e moderatore. C’è gente che per dire: ho trascorso luglio e agosto in montagna, ritiene necessario precisare che con i piedi era a 1041,10 m slm , con la testa (da seduto) a 1042,20 m slm e all’impiedi a 1042,80 m slm . Tagli,dia retta a me che le sono amico, tagli!

        • deutero.amedeo ha detto:

          E/C un’altra

          • Marco Matteucci ha detto:

            “La clemenza vale forse di più della giustizia.” (Luc de Clapiers de Vauvenargues 1715-1747 *32)

          • Marco Matteucci ha detto:

            A dire il vero ci sarebbe anche un altro amorevole “appunto” che da tempo mi sono proposto di avanzare nei suoi confronti.

            La parola “amigo” può essere accettata sulla bocca di un extracomunitario che ti vuole appioppare i suoi tarocchi in una via del centro, ma difficilmente può essere tollerata se proviene da una persona saggia, accorta e sensibile quale lei afferma di essere.

            Io non ho elementi sufficienti per poter verificare se la sua sbandierata amicizia con il dott. Marco Tosatti, sia effettiva o se questo suo irriguardoso modo di appellarlo sia soltanto una sorta di millantato credito nei suoi confronti.

            Pur tuttavia anch’io, sebbene non abbia il piacere di conoscerlo di persona, ho molta stima profonda ammirazione per il Direttore, ma mai e poi mai mi permetterei di chiamarlo “amico Tosatti”, non foss’altro per un doveroso senso di rispetto verso la reputazione professionale ed etica di cui egli gode in ambito internazionale.

            (Totale caratteri: 796 inclusi segni d’interpunzione, escluse righe vuote, spazi e notazione)

        • Marco Matteucci ha detto:

          Carissimo Amedeo, mi dispiace di aver urtato la sua sensibilità con commenti, che lei come chiunque altro è assolutamente libero di contestare, purtroppo ognuno ha i suoi limiti e io molto più di altri.
          Le chiedo umilmente scusa se si è sentito offeso da qualche mio commento.
          Spero che almeno mi dia atto di non intervenire in modo ossessivo sul blog. Da parte mia le posso garantire che in futuro sarò molto più conciso nei miei commenti.
          Le auguro ogni bene, Santa Domenica

          • deutero.amedeo ha detto:

            Amico Tosatti, mi scusi.
            Il secondo messaggio col mio nick ( quello delle 7:30) di chi è? Mio, del vero deutero.amedeo non è. La prego di provvedere.
            Grazie

  • Rafael Brotero ha detto:

    (che diede al card. Pell, chissà perché)…

    Il classico regalo di greco.

  • gionata ha detto:

    Ma avete letto che ieri mentre il Papa ordinava 4 vescovi gli è caduto quasi addosso una parte di soffitto ? dopo il fulmine su SanPietro , ora pure gli affreschi interni delle volte di SanPietro gli mandano messaggi . …

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    grazie

  • roth ha detto:

    Tosatti, posso avanzare una ipotesi fantascientifica ? Il Papa ha appena nominato il dottor Pignatone , Presidente del Tribunale Vaticano – al posto di quel DellaTorre che prima di emettere una sentenza chiedeva al Collegio Cardinalizio che ne pensava e se poteva farlo , . Bene Pignatone ha fama di esser persona capace, seria, professionale ,incorruttibile, integerrimo , ecc. ma VOLETE VEDERE allora CHE INVESTIGA, INCRIMINA E CONDANNA PROPRIO BERGOGLIO PER CONCORSO IN BANCAROTTA FRAUDOLENRA, , FALSO IN MAGISTERO E DOTTRINA SOCIALE , COMPLICITA’ GRAVE CON NEMICI DELLA CHIESA ,tipo Sachs, Petrini, ecc. ASSUNZIONE ILLECITA DI INDIZIATI DI REATI GRAVI CONTRO LA FEDE -per esempio Kasper. COLLABORAZIONE CON RICERCATI PER ATTIVITA’ SOVVERSIVE CONTRO LA RELIGIONE CATTOLICA , tipo Spadaro , p.Sosa , Distrazione di fondi della Chiesa per finanziare attività sovversive – tipo sinodo amazzonico. ecc. VILIPENDIO , DELLA RELIGIONE CATTOLICA , ATTENTATO AL CREDO E PADRE NOSTRO, eccetera . Ma Bergoglio lo sa quanto rischia ? diciamo tra gli 80 e i 120 anni ?

  • BAAL ZEBOGLIO ha detto:

    Quante volte ho ripetuto che il Denaro è lo sterco di Satana?
    Visto?
    Avevo ragione io, e i fatti mi cosano!
    Come facevo a saperlo?
    Eh, io so tante cose del Demonio,
    ma molte meno di quelLo lassù e di quella Donna vestita di Bianco, proprio come me.

  • Monica ha detto:

    A Napoli si dice anche che quando l acqua é poca la papera non galleggia. Quale é realmente la situazione dell acqua (conti) del Vaticano? Le manovre finanziarie eventualemente illecite o elusive su cui fare chiarezza hanno per caso falsato (gonfiato) i conti, o ottenuto denaro da attività di dubbia moralitá?
    Se la barca di Pietro spiritualmente rischia di affondare per mancanza di fede, la papera richia materialmente di restare a secco?

  • Nicola Buono ha detto:

    O.T. tagli alla sanità, ma non per tutti….

    https://t.co/jhjqJKrSek?amp=1

  • Alessandro2 ha detto:

    Ottima osservazione. E a proposito di teste che puzzano, un piccolo OT. Sono a Bologna per lavoro. Ieri sera, prima della cena in hotel, passeggiata in centro con alcuni colleghi. Era San Petronio: canti, balli e tanta gente in strada.
    Bellissimo: la Bologna calda e allegra che conosciamo. In piazza grande, basilica illuminata e tantissime persone, molti i turisti. Qui vediamo una scena surreale: sul palco in facciata, un teatrante dalla voce stridula e sgradevole inscena un pezzo sulla tratta degli schiavi nel Seicento, infarcendolo di volgarità e considerazioni di spregio della civiltà occidentale. I colleghi commentano: ma basta con queste c***ate! Di fronte a lui, il vescovo Zuppi gira per la piazza in talare rossa, stringendo mani, perlopiù ignorato o fotografato con i cellulari. Una bimba americana chiede alla mamma indicandolo: what’s that mum? Risposta: he’s probably an actor, dear. Non posso darle torto.

    • Zuzzerellone ha detto:

      Con quali denari sarà stata pagata la performance dell’attore ( e tutto l’apparato che l’ha permesso) ?
      In sintesi denari pubblici (comune, provincia o regione) o denari di qualche benefattore privato ?
      Ricordiamoci che la ditta FAAC, cioè quella che costruisce le aperture automatiche per cancelli ed anche le porte automatiche per la mia banca fu lasciata in eredità alla Curia bolognese dal suo defunto proprietario e fondatore.

    • Gian ha detto:

      Zuppi… zuppa di pesce marcio o, in alternativa, ripieno di testa di pesce (marcio) per il tortellino della chiesa errante.

    • Addolorata ha detto:

      Zuppi stamane è partito in treno per Roma per il concistoro. Sul treno “popolare” con i suoi fedeli, in primis il professor
      Prodi e consorte, come ci informa il Corriere. In carrozza col nostro anche il presidente dell’UCOII, con il quale l’ormai prossimo cardinale ha parlato, guarda un po’, di accoglienza…chissà se avrà anche trovato il tempo di informarsi circa il tipo di “accoglienza” che trovano i cristiani in terra maomettana! VERGOGNA!

      • anonimo verace ha detto:

        Prodi e consorte in prima fila in San Pietro.
        Cosa non si fa per arrivare ad ottenere la Presidenza della Repubblica !!!

  • Lizuz ha detto:

    “Gioca coi santi ma lascia stare i contanti” (Cit: me stesso)
    Quando c’è il danaro di mezzo ogni regola di buon senso, e di fede, sembra scomparire.

    • Lucia ha detto:

      Gentile Lizuz condivido il suo pensiero .Ormai sembra che la gerarchia se la spassi alla grande .Soldi , clima, migranti e ancora SOLDI , SOLDI le uniche cose che sembra gli interessi .Gli ammalati e i depressi che con l ‘ eutanasia saranno sempre piu eliminati , l ‘ aborto post nascita , i cristiani massacrati e che cosa sono ? Leggende di tempi passati forse ? Sembra di si e comunque bisogna essere a la page , non si puo rimanere fermi al Medioevo.Questo cio che vediamo tutti i giorni.Ormai io sono arrivata al punto che quando leggo di notizie in cui si parla di vescovi , vaticano ecc mi viene da ridere anche se sono gravi ,abusi sessuali , investimenti finanziari disastrosi fatti con i soldi di milioni di cattolici che hanno lavorato e sudato per averli e metterli a disposizioni dei poveri di tutto il mondo.Ma non e solo la gerarchia ovviamente , ha letto del prete a Pesaro che in un anno ha comprato 4 AUTO a una lady kosovara bisognosa(?) , bonifici sostanziosi per un conto di ben 100 mila euro? La spiegazione del prete ? Si dispiaceva della signora.Un bel motivo davvero per regalare soldi che tutti dubitano fossero soldi ereditati dalla famiglia d ‘ origine ! Comincio a capire quelli che dicono ” i preti vadano a lavorare in fabbrica” !!! Che tristezza , ma torneremo a tempi ” normali” , in cui i preti , vescovi e Papi facciano quello che dovrebbero e non i sociologi , gli ambientalisti ,i volontari di onlus d ‘ accatto con i NOSTRI SOLDI ? Buona giornata

      • franz ha detto:

        POTREMMO DUNQUE DEDURRE CHE BERGOGLIO HA COMMISSARIATO I FRANCESCANI DELL’IMMACOLATA, VERBO INCARNATO, ARALDI DEL VANGELO …, PER INCAMERARE SOPRATTUTTO LE LORO RISORSE ECONOMICHE ? BENE , STIANO ORA ATTENTI I MOVIMENTI RICCHI CHE NON PIACCIONO A BERGOGLIO PER QUALCHE RAGIONE : NEOCATECUMENALI -fanno troppi figli- OPUSDEI,-fa troppo apostolato ,CARISMATICI -impongono le mani senza esser sciamani amazzonici . CIELLE -non sono più niente , quelli rimasti ormai lo annoiano perchè leccano, ma lo infastidiscono, perchè , di nascosto , pregano ancora . FOCOLARINI- perche Becciu è un focolarino , con le mani lunghe… ,

        • remo.g ha detto:

          scusi, ma secondo lei quando comincerà a incamerare i beni degli Ordini Religiosi ? I più ricchi sono i SALESIANI di cui Bertone è il simbolo. Poi i mille ordini e sottordini dei Francescani ,Cappuccini ecc. Ma i più consistenti sono ancora i Gesuiti . metterà le mani sui suoi compagni ?

          • Sherden ha detto:

            Non c’è bisogno, quelli glieli portano da sé

          • emma ha detto:

            lo farà senz’altro , se Padre Sosa venisse pescato a dire messa o recitare il rosario ….
            Caro Remo, legga la storia della ricostituzione della Compagnia di Gesù nel 1814

          • bastian contrario ha detto:

            credo che le vostre congetture siano errate. La prospettiva è quella di confiscare i beni di tutti gli ordini religiosi per passarli ai gesuiti. Non trovate che questa sia un’autentica semplificazione ?

      • trovatello ha detto:

        I soldi . Se non c’è fede i soldi diventano il fine anzichè essere un mezzo per evangelizzare . I soldi , se son ben usati per opere di fede , son sempre pochi. No ? attenzione ! BERGOGLIO VUOLE LA CHIESA POVERA per farle smettere di fare evangelizzazione. Ecco il punto più paradossale e misterioso .