NOBILE, LA BARCA A SAN PIETRO E I TORTELLINI. PENSIERI DALL’AUTOESILIO.

2 Ottobre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, Agostino Nobile ci rende partecipe delle sue riflessioni, nate da alcuni episodi degli ultimi giorni fra cui quell’oggetto sinceramente brutto, e anche più che brutto messo a deturpare l’armonia meravigliosa di piazza San Pietro, e i tortellini multietnici del mons. Zuppi. Non è un articolo allegro: ma  da leggere, e temo, da condividere.  

 §§§

Pensieri dall’autoesilio

La diversità arricchisce e la società multietnica è bella quando gli ospiti rispettano e si integrano nella cultura ospitante, quando c’è, non dico abbondante, ma sufficiente lavoro. Certi sindaci italiani stanno mutando le città d’arte in suk. Penalizzano i negozianti italiani che vendono prodotti che il mondo intero ci invidia, e agevolano chi commercia prodotti che il turista può comprare in qualsiasi parte del mondo. In Italia e in Europa hanno voluto strafare, permettendo ghetti di malaffare che, tra l’altro, per la disperazione hanno fatto scappare gli autoctoni, costretti a vendere a prezzi stracciati i loro appartamenti comprati con una vita di sacrifici.

E cosa dire del presidente della Repubblica che un giorno si e l’altro pure cerca di incutere sensi di colpa agli italiani che spaventati, se non terrorizzati, per le violenze inaudite degli immigrati senza documenti chiedono di fermare l’invasione? In Asia e in Africa un occidentale che si presenta alle autorità privo di passaporto pretendendo di entrare nel paese, come minimo viene sbattuto in prigione. Un incubo. Se ci passi anche solo due notti te lo ricordi per tutta la vita. È chiaro a questo punto che i governi di Sinistra e i bergogliani con la politica immigrazionista mirano a distruggere l’occidente, gli occidentali e il cristianesimo.

Provo imbarazzo quando il papa omaggia il monumento della barca per il traffico umano, predica il meticciato e mostra disappunto quando qualcuno si converte a Cristo. Quando umilia i cattolici incitandoli ad aprire le porte a giovani e forti musulmani che per diritto divino devono sottomettere i non musulmani. E cosa pensare di quei preti che lo seguono acriticamente e supinamente? Come si può rispettare un arcivescovo come quello di Bologna che fa produrre tortellini al pollo per gli amici musulmani, quando i cristiani in terra musulmana sono perseguitati, stuprati, umiliati, uccisi? È un hobby che non ha niente a che fare con la loro religione, dicono i preti. Non proprio. Nell’islam Gesù Cristo viene declassato a profeta inferiore a Maometto, negando la Sua crocifissione e Resurrezione. “…non l’hanno né ucciso ne crocifisso, ma così parve loro” (Corano IV: 157). Cosa significa tutto questo? Ce lo dice san Paolo nella prima Lettera ai Corinzi: “Se Gesù non è risorto, è vana la nostra fede”. Davvero mons. Zuppi e Bergy sono così inviperiti con Gesù? Davvero vogliono cancellarLo dalla faccia della terra? Davvero i cattolici credono a un papa e al suo carissimo amico Zuppi che arriva a far fare i tortellini halal per amore di chi nega la crocifissione e Resurrezione del Cristo? Mi chiedo: vale ancora la pena andare in una chiesa gestita da acattolici e/o da luciferini che arrivano a sbeffeggiare nelle forme più pacchiane la santa Messa?

Permettetemi di raccontarvi due singolari esperienze personali.

Ritornando per una breve vacanza in Italia sono entrando in una libreria cosiddetta cattolica, oltre ad alcuni titoli cristiani che pochi o nessuno legge, erano in bella mostra libri tendenzialmente laicisti, e alcuni di apologetica islamica e buddista. Quando ho chiesto in quale scaffale si trovano i libri più recenti di apologetica cattolica, il religioso libraio, andando dietro al computer, con sufficienza rispose: se mi dice i titoli li posso ordinare. In libreria non ne avevano nemmeno uno.

Alla fine degli anni ’80 l’anziano padre di una mia carissima amica, un artista e famoso fotografo di quella che fu la celeberrima rivista americana LIFE, arrivando a Milano mi telefonò dicendomi che in serata sarebbe arrivato a Firenze. Mi invitò per la mattina seguente per visitare il centro della città d’arte che non vedeva da anni. Era molto gentile e, penso, eccitato dall’idea di ritornare in una delle città che più amava. La mattina seguente telefonandomi, con voce grave mi disse “Mi dispiace, sto partendo. Non me la sento di rivedere Firenze in questo stato. Preferisco ricordarmela come era prima. Il mio cuore piange”.

Quest’ultima frase mi colpì particolarmente. Oggi capisco perfettamente qual era il suo stato d’animo. A fine anni ’80 in Italia dilagavano le mode anglosassoni e un traffico indecente. Oggi, il culto islamico e immigrazionista.

Personalmente ho scelto l’autoesilio per non vedere l’agonia del paese più cattolico e bello del mondo. Ma scappare non è sufficiente. Quando leggo e sento i commenti di Bergoglio o, anche per pochi giorni, ritorno in Italia, il cuore piange.

Agostino Nobile

§§§




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

93 commenti

  • Nicola Buono ha detto:

    Giovedì 3 ottobre bombardamento a tappeto sulle reti Rai con programmi pro migranti- invasori dalla mattina alla sera. Questo perché c’e’ la Giornata della memoria e dell’accoglienza. Regolatevi. Io domani niente tv accesa per boicottare questo lavaggio del cervello pagato con i soldi pubblici.

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/rai-e-canale-migranti-ora-c-palinsesto-buonista-1762160.html

  • Gene ha detto:

    Propongo a dott. Tosatti di fare una petizione, con tutte le firme degli aderenti e mandarla in Vaticano, all’Osservatore Romano, ad Avvenire. In questa petizione dovrebbe apparire a caratteri cubitali la parola basta. Allo scempio perpetrato da Bergoglio e dal suo codazzo indecente, che ogni giorno ci ricorda di accogliere migliaia di musulmani, quando costoro ci detestano.

  • Lucy ha detto:

    Che preti,vescovi , cardinali bergogliani siano dei demolitori della vera fede cattolica , fatti come sono tutti con lo stampino, è cosa ormai arcinota da anni , ma che avessero anche perso il senso del ridicolo come il vescovo Zuppi col suo ” tortellino dell’accoglienza” , e, ahimè,anche perso completamente il senso della Fede cattolica come il vescovo Pennisi per il quale togliere il crocifisso dalle aule vuol dire far aumentare i voti per Salvini , beh! è qualcosa che supera la nostra più pessimistica fantasia nel constatare l’obnubilamento intellettuale e religioso operato in loro dall’ideologia immigrazionista di Bergoglio.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Quella dei tortellini dell’accoglienza potrebbe essere un ottimo suggerimento per una nuova linea di prodotto del Pastificio Giovanni Rana S.p.A. Magari confezionati in un contenitore a forma quasi circolare come Piazza San Pietro con un coperchio che riporta a sinistra la foto di Papa Francesco, al centro quella di un migrante musulmano (meglio se è un imam) e a destra quella di San Petronio. Attenzione: l’idea sarà oggetto di brevetto da parte di S.E. Il reverendissimo Mons Zuppi, con la collaborazione del sottoscritto deutero.amedeo detto anche l’esegeta dilettante.

      • Ortodossia gastronomica ha detto:

        Deutero il tortellino è facile….dovresti ingegnarti per una casoeula islamica. Qua ti voglio!! !!

  • virro ha detto:

    Dalla elezione di questo Papa, la Chiesa si “sgretola”.
    il beffardo con tutte le sue legioni purtroppo è a santa
    Marta e domina con minacce le varie curie sparse il mondo,
    il beffardo sostenuto dal suo principale consigliere, direttore di civiltà cattolica, il quale non è da meno del suo padrone,
    il beffardo con i suoi falsi atteggiamenti non è alla pari dei nostri vergognosi presidenti, ma è dominante,
    il beffardo mafioso si ricordi almeno che certuni compagni “mafiosi gallini” hanno già ricevuto il Giudizio di Dio,
    il beffardo si ricordi pure che Dio è l’ETERNO PRESENTE l’anima dell’uomo impenitente non si “dissolve”.

    sig beffardo per l’onore del ruolo che ricopre, per favore la smetta di bestemmiare,
    lei stesso ha detto che se qualcuno “offende mia madre”, io gli do’ un pugno in faccia (o naso?), lei, sono 6 anni e 6 mesi che come apre bocca offende NOSTRA MADRE la santa CHIESA. b a s t a!!!
    per favore nel nome di GESU’ CRISTO, nostro SIGNORE e SALVATORE, RE DEI RE, t a c c i a !!!, la smetta di bestemmiare, sta offendendo l’umanità intera, del presente e del passato, con le sue bestemmie e quelle dei suoi complici.

  • I love anguera ha detto:

    « Il fumo del demonio causerà grande cecità spirituale in molti dei Miei poveri figli » (Messaggio 1/10/2019).
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/
    Sinodo Amazzonia e Sinodo Germania: pronti a tutto !!!

  • GIORGIO VIGNI ha detto:

    Ah rigà’, nun ve preocupate ! Dopo li momenti brutti vengheno, subbito, quelli peggio.
    Epperò: Mc 4, 37-40 .

    G.Vigni

    • deutero.amedeo ha detto:

      Dear George, ottima la citazione evangelica. Ma quanti la conoscono? Se io scrivo che i cattolici non conoscono le scritture mi tiro addosso le ire dei Servizi Segreti Vaticani ( vedi cosa è successo in questo blog nei giorni 21 settembre e seguenti) . Se lo dice S.S. in un motu proprio allora va bene e d’ora in poi diventerà moto perpetuo. Se poi lo dice il veggente di Anguera, ancora meglio.

      • Adriana ha detto:

        DEUTERO ,
        pensa alla risposta al ricco Epulone … ” avete la Legge e i Profeti “…il resto è silenzio . ( Anche se fa clamore ) .

        • GIORGIO VIGNI ha detto:

          Domina et Mensor, mi conforta, assai, il fatto che anche i famigliari del Galileo dicessero : tenetill’, Chist’ è pazz’ !
          Mc 3.20-21

          G.Vigni

        • Valeria Fusetti ha detto:

          Adriana @ Piccolo emendamento: NON hanno ma ” Avrebbero” la Legge e i Profeti … se ci credessero ancora, ma non pare.

    • Davide ha detto:

      Possa l’Onnipotente ascoltarti… e te lo dice un ateo; ma senza nessuna intenzione di fare ironia o sarcasmo.

  • deutero.amedeo ha detto:

    A proposito di tortellini.
    San Paolo dedica un capitoletto ( il n.8) della prima lettera ai Corinzi proprio ad una questione similare: se sia opportuno per i cristiani mangiare carne che secondo i pagani non dovrebbero mangiare. Tra l’altro dice: -non sarà certo un alimento ad avvicinarci a Dio: se non ne mangiamo, non veniamo a mancare di qualcosa; se ne mangiamo , non ne abbiamo un vantaggio.- E conclude il discorso dicendo: – per questo , se un cibo scandalizza mio fratello, non mangerò mai più carne, per non dar scandalo al mio fratello.-
    Ammesso che i musulmani siano fratelli e non fratellastri, se proprio si voleva applicare la regola di San Paolo, al pranzo misto cattolici e musulmani si poteva non servire i tortellini, invece di dare uno schiaffo ad una ricetta tradizionale dei bolognesi cattolici e non cattolici non musulmani.

    • Pensierominimo ha detto:

      Io invece mi pongo una domanda: -Ma ai musulmani cosa interessa della festa di San Petronio, loro che odiano i cristiani e possiedono la vera religione? E quindi che ci vanno a fare? Se ne stiano dove non si contaminano, visto che gli piace restare nel loro guscio. I tortellini, se gli va, se li facciano fare dal kebabbista o come diavolo si chiama.-

      • Gian Piero ha detto:

        Nella mente bacata e fanatica dei nostri santiegidini vescovi, i musulmani non stanno nella pelle dalla voglia di “ integrarsi” e di festeggiare San Petronio, patrono di Bologna, ma poveretti , contro la loro spasmodica volonta’ e desiderio di partecipare a tale festa si erge come un muro il tortellino bolognese col ripieno di maiale. Poveri musulmani disgraziati!
        Non viene in mente, agli illuminati vescovi Sant’Egidio i in odore di cardinalato Che Ai musulmani con rispetto parlando di San Petronio non gliene frega un ca..o e neanche dei tortellini anche se di pollo.
        Poveri italiani! Che figura da polli!

        • Milli ha detto:

          Aggiungo che molti mussulmani vorrebbero distruggere la basilica di San Petronio perché al suo interno c’è un affresco del Giudizio Universale dove il loro profeta è posto all’inferno.

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Bene dixisti, optime Mensor.
      Tutto gira intorno a “fratello”.Mc 6, 10-11.

      G.Vigni

  • marzio ha detto:

    Concordo, ma non su tutto. In particolare, mi lascia sempre stupito l’insistenza sul pericolo islamico e lo sdegno per il fatto che per i musulmani Cristo è “solo” un profeta. E cosa vorreste che fosse per loro, visto che non credono alla sua divinità? Come d’altronde non ci credono gli ebrei che anzi lo considerarono un bestemmiatore meritevole di morte (peggio, molto peggio del profeta musulmano, quindi). Però nel loro caso non scatta nessuna “paura”. Anzi. Io credo al contario che islam ed ebraismo dovrebbero essere considerati alleati per il cattolicesimo, di fronte all’avanzata di un secolarismo ateo che non ha freni inibitori e che sta distruggendo tutto. L’Islam rispetto all’ebraismo ha solo lo svantaggio di ricordarci molti di quelli che erano i costumi dei nostri nonni (certamente esasperati dalla mezzaluna), con particolare riferimento ad un maschilismo (esasperato anch’esso ma innegabile) che fa a cazzotti col femminismo obbligatorio dei laicisti al potere. Insomma, un “nemico” facile da indicare al popolo bue distraendolo da quello che i laicisti stanno facendo, ai danni di ogni idea di trascendenza. Detto questo, il blocco di bronzo che ora sfregia la Piazza del Bernini lo considero uno sgarbo a tutto il mondo cattolico che in qella piazza trova un simbolo identitario fortissimo. Ma che ci possiamo fare?

    • Zuzzerellone ha detto:

      Una cosa sono i costumi, un’altra la diversa teologia.

    • Vittorio ha detto:

      I mussulmani non credono alla crocifissione perche’ Dio-per loro- non l’avrebbe mai permessa. Non ci credono gli ebrei. Ne ci credono molti in questa chat che pensano che si salveranno SOLO per i loro meriti non per MERITO di Cristo.

      Giovanni Battista era il piu’ grande tra gli uomini. Ma il più piccolo nel Regno dei cieli era più grande di lui.

      E’ GESU’ che salva, sia che lo sappiamo (protestanti e alcuni cattolici) o meno (animisti ecc.). Certo molti si salveranno senza averlo conosciuto, a loro insaputa (diciamo in Liguria).

    • GMZ ha detto:

      Caro Marzio,
      Ebrei e musulmani possono essere alleati dei cattolici così come sarebbe confortevole dormire in un letto pieno di vipere.
      Ossequi.

      • Borghese pasciuto ha detto:

        In questo commento sta tutto ciò che di negativo hanno prodotto le religioni.

        • Vittorio ha detto:

          IL NEGATIVO DELLE RELIGIONI

          Difficile quantificare il negativo delle religioni. Homo sapiens 26.000 anni A.C. gia’ aveva una spiritualita’. Pure il Neanderthal, nel paleolitico medio. Uno studioso di questi temi e’ stato un cardinale olandese o belga, ma son riconosciuti pure dalla paleontologia laica.

          Come non ricordare l’uso mediorientale di sacrificare persone alla divinita’ (Argon) ecc. Pure Abramo fu tratto in inganno. Era pronto a dare suo figlio Isacco.

          In realta’ ci sarebbe un modo per estirpare molto male nel mondo. Spianare Gerusalemme. Tutti dicono e’ la citta’ di Dio, invece e’ la citta’ per chi ci si odia (per cui si fanno scendere i grattacieli). Il sepolcro di Cristo, La roccia di Abramo, il punto dove Maometto e ‘ asceso. Tutti vogliono quella citta’.

          Chiaramente tante verita’ assolute si scontrano, e dall’esterno appaiono relative. Anzi, non verita’. Perché la verita’ LA SI PROVA, LA SI FALSIFICA.

          Molti prendono in giro i credenti dicendo che hanno un amico immaginario. Hanno ragione! La religione e’ una follia. Se non fosse blasfemo sarebbe psicosi (cioe’ pazzia) pensare che in un pezzo di pane c’e’ il corpo di Cristo. Vittorio tu bestemmi!!

          Se dico che non c’e’ Babbo Natale, no! hihi

          Alla fine della fiera IO CREDE, L’ho gia’ detto. E penso che Dio lo abbia chi dimostra di averlo, in primis non facendo del male al prossimo. Mettendosi all’ultimo posto. Ops l’aveva gia’ detto il Vangelo!

        • Nicola Buono ha detto:

          No , il commento di GMZ non è niente altro che il frutto dell’osservazione di come è andata la Storia e soprattutto di come i musulmani hanno applicato il Corano, gli Hadith ( detti di Maometto) e la Sharia che sono libri di ODIO e di GUERRA e CONQUISTA. Quello di GMZ è pura osservazione della realtà dei fatti e di ciò che ha fatto UNA SOLA RELIGIONE CIÒE L’ISLAM NON TUTTE LE RELIGIONI, SIG PASCIUTO.

    • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

      Col conforto dell’ autorita’ di giganti del pensiero come Newman, Chesterton, affermo che le due posizioni degne di duellare alla pari sono quella cattolica e quella ateista. Le religioni piu’ antiche sono compiute e superate dall’ incarnazione del Dio vivente e dal Suo Sacrificio, rinnovato ad ogni Messa. L’ Islam e’ un “regresso”, implica un ripudio di Gesu’ Cristo (lo spiega bene un teologo non molto amato, diciamo cosi’, da alcuni ospiti di questo blog, J. Danielou). Chi, nella propria religione ricerchi sinceramente la Salvezza, una volta conosciuta e compresa la Buona Novella, non puo’ non riconoscerla vera in cuor suo. (poi ci sono motivi sociali e di altra natura che possono oppongorsi alla conversione).
      L’ ateismo, piu’ raro di quanto si pensi, e’ un altro discorso; perche’ l’ uomo puo’ decidere di rifiutare la Redenzione, o perche’ rifiuta la propria condizione miserabile, o perche’ la riconosce, ma la giudica irrimediabile.
      Naturalmente concordo con Lei, Marzio, sul fatto che viviamo in una cultura ateistica, nella sua fisionomia ma 1) nell’ intimo gli atei sono pochi, molti, che si definiscono non religiosi (o “laici”, che non significa nulla), anche per l’ ignoranza sulla religione cattolica, in realta’ seguono idoli e idoletti e superstizioni varie…
      2) l’alleanza con l’ Islam contro l’ ateismo rinforza l’ Islam; e pure l’ ateismo. Chi ci perde e’ la Fede cattolica. Il motivo e’ che non si puo’ lottare assieme a una confessione non cattolica (con l’ eccezione, parziale di quella ortodossa) nel nome della Verita’, come e’ evidente. Ora se non si lotta per la Verita’ , non si lotta per la religione cattolica.
      Forse, dicendolo, faccio un grande errore; ma lo dico lo stesso: io tra un ateo e un religioso non cattolico, sto dalla parte del primo.

      • marzio ha detto:

        E allora, combattiamo contro l’ateismo, che tra l’altro ha già vinto anche tra molti cattolici (gli atei, veri o di fatto, non sono pochi, mi dispiace). Non vorrei che fosse perchè si considera questa guerra persa in partenza che ci si cerca il nemico musulmano, col quale avremo sempre a che fare, essendo noi nel Mediterraneo e non sulla Luna. Ma visto che è odioso anche (e soprattutto) per gli ateisti, i guardiani del politichese corretto, ci viene più comodo aggregarci al carrozzone. E’ cnsoante essere dalla parte dei “buoni” almeno in questo. L’Islam è certamente un regresso utilizzato però dal laicismo occidentale per far fuori cattolicesimo e ortodossia (vedasi Balcani e Medio Oriente). Mentre musulmani sono i combattenti contro ISIS in Siria, colpiti dagli strali occidentali e dai missili del paese innominabile a sud del Libano. E’ un nemico facile l’islam, non c’è che dire. Mentre lo combattiamo, i lumi trionfano da noi. La Cirinnà e compagnia cantante non pregano Allah.

      • Vittorio ex ateo ha detto:

        Ebbi la fortuna di sentire un marrano (cosi’ si definiva), Paolo De Benedetti. Disse: se il messia tornasse e si rivelasse Gesu’ Cristo, nessuno ebreo avrebbe nulla in contrario.

        il mio ex ateismo nasceva da quello che Freud in una lettera ad un amico definiva “la grande menzogna della redenzione del mondo”.

        Se le religioni storiche (non cosmiche dell’eterno ritorno) non avessero promesso LA REDENZIONE DEL MONDO (poi secolarizzatasi ahimè nel comunismo e finita nel nichilismo) non ci sarebbe delusione. Gli orientali sanno che nulla puo’ cambiare. Che la vita e’ male. Siddartha diventa Budda (l’illuminato) quando scopre la sofferenza (che gli era stata nascosta nel suo palazzo principesco).

        L’ateismo e’ figlio dell’ebraismo cristianesimo e dell’islam. Gesu’ non e’ ‘piu’ tornato, IL messia non e’ mai venuto, Il mahdi neppure. Tutto e’ come prima (2pt).

        Il deuteronomio dice ” il profeta vero si vede se la profezia si adempie). Nessuna si e’ mai adempiuta. Solo chiacchiere. Avranno fine le parole vane? (Giobbe)

        Io non riesco a porre intellettualmente sullo stesso piano ateismo e, ad esempio cattolicesimo. Perché l’ateo non puo’ smentire una cosa che per lui non c’e’. L’onere della prova sta a chi fa l’asserzione.

    • deutero.amedeo ha detto:

      il blocco di bronzo che ora sfregia la Piazza del Bernini lo considero uno sgarbo a tutto il mondo cattolico che in qella piazza trova un simbolo identitario fortissimo.
      Mi perdoni, ma è l’unica cosa giusta in tutto il suo lungo commento.
      Sempre meglio poco che nulla. Ad meliora.

      • wp_7512482 ha detto:

        Si figuri. Io lo trovo – ed è peggio- un’offesa all’estetica.

        • Adriana ha detto:

          SEMPRE estetica populistico -mortuaria : dal falso Rodin del Barcone al falso Bogomile della Croce pettorale . al falso JU -JU del forcone pastorale …

      • Monica ha detto:

        In effetti dalla Pietà al barcone il Vaticano dimostra un cambio di gusti estetici e di simbolismo in tema di sculture.

    • Alberto ha detto:

      “Io credo al contrario che islam ed ebraismo dovrebbero essere considerati alleati per il cattolicesimo, di fronte all’avanzata di un secolarismo ateo”.
      Donna, sono pienamente d’accordo con lei!
      Viaggiando per motivi di lavoro e per molti anni in paesi mussulmani (non arabi, che sono altro … ben altro …) nei quali ho pure sviluppato una discreta rete di amicizie, mi trovo spesso a celiare su questo tema, invocando l’avvento, anche a casa mia, di un integralismo almeno pari al loro. Pur vigendo la sharia in questi luoghi, in ogni capitale vi è pure un Vescovo cattolico e partecipare alla Santa Messa non è un problema.
      E vado oltre, sapendo di crearmi pure qualche antipatia: l’aria di libertà che si respira laggiu’ offre decisamente un contrasto stridentissimo rispetto al senso di oppressione che vivo a casa mia. Non ci sono le reti berlusconiane con tutto il marcio che vi gira sopra, non esiste genderismo, con tutto il corollario di matrimoni omo, cambi di sesso, uteri in affitto, nè cosiddetti “diritti civili” (intendo quelli fasulli, quelli declinati alle nostre latitudini e che conosciamo bene) e nemmanco esistono, nè vengono immaginati, aborto, suicidio assistito ed eutanasia, seppure per qualsivoglia ragione di, cosiddetta, umanità.
      Droghe e pornografia portano diritti in galera: anzi, le prime direttamente sul patibolo (ammetto sia una pena un po’ esagerata …). Per non parlare del rispetto della persona umana che vi si pratica.

      Tralascio infine di accennare alla considerazione di cui vi gode la (da noi) tanto celebrata gretina: non è solo scarsa o proprio nulla (parlo della suddetta considerazione), vi è proprio incredulità, unita ad un piccolo moto di compatimento, sul fatto che qui da noi nascano e si sviluppino fenomeni siffatti … E pensare che un tempo eravamo guardati e ammirati come eredi di una grandissima civiltà e portatori noi stessi di cultura e sviluppo.
      Forse Freud non era proprio del tutto in errore, credo fosse decisamente nel giusto quando scriveva di istinto di morte delle nazioni e delle civiltà. Ovunque mi giri, qui in Italia, respiro la stessa aria di morte, lo stesso desiderio di scomparire, di vedere annientato anche il seppur minimo afflato vitale.
      Eh … sic transit gloria mundi …

      Bene, in quei paradisi io vorrei viverci e se mia moglie non desse in escandescenze ogniqualvolta dico che mi ci vorrei stabilire definitivamente, ci sarei già andato da almeno una decina di anni e piu’.

      • Vittorio studioso islam ha detto:

        Lo dica! Cos’e’ Islam e cosa sono tradizioni tribali? Ad esempio in Pakistan, i matrimoni combinati sono una tradizione aldila’ dell’islam (una volta erano indiani e induisti, almeno mezzo Pakistan) e cosa prescrive il Corano?

        In quanto al califfo e’ un hadith preso alla lettera. Nessun sufi si suiciderebbe mai. Ne farebbe mai del male. Fra Dolcino era cristiano, apocalittico, e fece come il califfo.

    • Sherden ha detto:

      Egregio Marzio, per capire l’insistenza sul pericolo islamico, le consiglio un viaggetto istruttivo in certe città europee (Marsiglia, Bradford, giusto per dirne alcune), dove potrà visitare curiose banlieues o zone vietate. Se non ha i soldi, vada pure nelle vicinanze di qualche stazione o campo profughi nostrano (quelli nei quali stazionano nullafacenti per i quali lo stato italiano impegna la bellezza di 43 euro al giorno).
      Sarà bene che ci vada con qualche amico (magari grosso e forzuto, non si sa mai). Sconsigliata la compagnia di ragazze, soprattutto se non hanno l’accortezza di indossare velo o similari (sa com’è, i poveracci si irritano alquanto).
      Le consiglio di portarsi appresso l’amico Vittorio.
      E una volta arrivati, restateci. Magari per un paio di annetti, così vi rendete conto per benino di come stanno le cose. Consigliata la djellabah.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    In questo senso dobbiamo rassegnarci. Speranza forte in nostro Signore e in Maria Santissima senza però illudersi e pensare che le cose tornino a posto. Le cose peggiorano e peggioreranno a vista d’occhio. L’uomo forte non arriverà e forse è meglio che non arrivi. Parliamo, discutiamo, litighiamo ma non c’è altra via di uscita che la fede e la preghiera. La battaglia è spirituale. Da un punto di vista materiale abbiamo perso. Solamente un intervendo del Cielo potrà cambiare le cose. Se non ci mettiamo in testa questo (parlo soprattutto per me), non ci leviamo le gambe. Ci porterebbero alla pazzia e al dolore lancinante nel vedere una società completamente scristianizzata in balia di mostri che comandano e zombie che osannano. Perchè di mostri si tratta. E non mi si venga a raccontare che si potrebbero convertire. Ma chi? Ma dove? Vedo personaggi talmente satanici che Lucifero stesso, se potesse, ne proverebbe ribrezzo, vista la sua provenienza… No. Non ho dubbi. Lo schifo arriverà in brevissimo tempo a livelli mai neanche immaginati. Ma arriverà il momento che la misura sarà colma e allora interverrà il Signore. Ma non sarà una barzelletta… Estote Parati. Saluti.
    Massimiliano

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Mons. Zuppi ha smentito, o ha fatto un testacoda.
    Fatto sta che proprio il dibattito che si è sviluppato sul tema dimostra che molti non ci hanno capito nulla.
    Il buonismo è una bontà stupida (oltre che pericolosa), come è la medicina dei curandero rispetto a quella vera.
    Gli stranieri, a parte chi delinque e sfrutta, mi sono simpatici e quando ho a che fare con essi personalmente, non ho nessun sentimento negativo, anzi.
    Ma dire che la COSTITUZIONE italiana è incompatibile col Corano è pura verità. Lo dicono gli stessi islamici che, infatti, non riescono a trovare accordi con lo stato italiano.
    Per cui dire che i musulmani, se non rinunciano almeno a certe parti del Corano, non dovrebbero ottenere la cittadinaza, dovrebbe essere un’ovvietà.
    Così per il Santo Patrono, che centrano i musulmani?
    Vogliono partecipare? Partecipino e se non vogliono mangiare i tortellini non li mangino. Che si costringa tutti a dei tortellini surrogati è demenziale.
    Il rispetto è anche rispetto delle tradizioni e i tortellini al pollo non creano integrazione, ma danno segnali inquietanti.

    • Anonimo verace ha detto:

      Concordo con quanto detto sopra. I valori sia cristiani che costituzionali non coincidono con i valori dell’islam. Bisognerebbe ricordarlo costantemente ai partiti di sinistra che, perdendo consensi cercano con ogni mezzo di imbarcare tra le loro fila quegli islamici che hanno già la cittadinanza italiana.

  • Vittorio tradizionalista ha detto:

    Tornando sui tortellini 😱

    Non e’ la prima volta che da laico, seppur credente, mi scontro con la religione che dovrebbe essere personale e non imposta.

    Siano i crocefissi nei tribunali (così capisci che fine fai?), siano le trasfusioni di sangue dei testimoni di Geova, sia (e nei contratti collettivi di lavoro c e ancora) il giorno di riposo al venerdì, sabato o domenica secondo la confessione, siano i mussulmani che hanno 1000 pretese.

    Beh generalmente non son daccordo. O mangi la minestra o salti la finestra.

    Può darsi che Zuppi fosse in buona fede. Personalmente non l avrei fatto. Si poteva dividere il cibo in altra maniera. San Paolo non imponeva ai neo convertiti regole alimentari non ebraiche. Ma lui era avanti. 2000 anni fa.

  • boh ha detto:

    Ohibò…Mike Pompeo dal Papa a chiedere un endosement a Trump sulla libertà religiosa….
    Scommettiamo che a breve il Papa non sarà più il solito ereticaccio?

    • alice ha detto:

      In vista dell’arrivo di Mike Pompeo a Roma si è detto che è cattolico. ma quando si insediò nella sua prestigiosissima carica, ricordo di aver letto che era presbiteriano. Anzi un Diacono presbiteriano. La faccenda non è così semplice : è chiaro che la sua visione della libertà religiosa è diversa a seconda dell’appartenenza ad uno o all’altro dei due gruppi.
      Stiamo a vedere cosa dirà al convegno e speriamo che quanto affermerà ci venga riferito in modo corretto. Senza deformazioni.

  • giesse ha detto:

    Riporto:

    di Giuliano Guzzo
    Spero Claude Lévi-Strauss avesse torto. Perché se aveva ragione, quando asseriva che «la cucina di una società è il linguaggio nel quale essa traduce inconsciamente la sua struttura», l’Italia non se la passa benissimo, ma la Chiesa se la passa peggio. E’ difatti venuta non ad un antropologo laico ma all’arcidiocesi di Bologna, guidata da monsignor Zuppi, l’idea di un «tortellino dell’accoglienza» – con carne di pollo per compiacere palati mussulmani – che, in realtà, altro non è che un tortellino codardo, relativista, perfino poco buono.

    Perché se gustare i tortellini con la prospettiva della vita eterna, come insegnava un ben altro arcivescovo bolognese, monsignor Biffi, rende migliori pure i tortellini, prepararli con la prospettiva del quieto vivere rende tutto insipido. E certifica il collasso di una società e di un cristianesimo non solo incapaci di proporsi ma in fatale arretramento pure a tavola. Cosa che lascia pensare che la recente depenalizzazione del suicidio assistito della Consulta non sia casuale ma rispecchi l’indole d’una società già hamburgherizzata, quindi sushizzata in vista d’esser, domani, islamizzata. Ho paura che Claude Lévi-Strauss avesse visto lungo.

    • denominazione corretta ha detto:

      Il nome esatto del nuovo tortellino è :
      TORTELLINO PORK-FREE.
      Così verrà indicato d’ora in avanti sui menù di tutti i ristoranti del mondo.
      Deciso dall’Accademia dei devoti del tortellino autentico.

  • Maria Grazia ha detto:

    Purtroppo non vedo la fine di questa situazione, nessun spiraglio di luce che mi faccia intravedere un’alba diversa!
    Ho visto ieri sera al telegiornale il viso radioso ed entusiasta del Card. Zuppi: si sentiva orgoglioso della sua iniziativa gastronomica! Oltretutto ai musulmani non interessa San Petronio, non vedo il motivo per cui costringerli a festeggiarlo con tortellini “al pollo”. Chi ha promosso detta iniziativa ha il cervello ancora …. nuovo: non l’ha mai usato, è ancora sigillato dalla data di nascita!
    Inoltre, per passare al monumento agli immigrati, collocato in Piazza San Pietro, dallo sguardo fiero ed orgoglioso che Bergoglio aveva sfoggiato in occasione della sua benedizione, intuisco che da parte sua non c’era solo la soddisfazione di vedere realizzato qualcosa di maestoso che consolida la sua “politica ” d’immigrazione ma la ripicca, la sfida a chi lo ha sempre contestato su questo tema.
    Si può sapere qualcosa di più in merito a tale monumento? Quanto è costato al Vaticano? Chi, oltre a Bergoglio, ha sostenuto tale iniziativa? Quale sarà la collocazione finale? Quale il motivo teologico che sottende la decisione di farlo realizzare?

    • Voci di corridoio ha detto:

      Mi dicono che nella cattedrale di Bologna ci sia un’affresco in cui Maometto e’ all’inferno. Monsignor Zuppi vorrà forse farsi perdonare dagli islamici quanto la devozione (ed il ragionare corretto ) dei bolognesi hanno stabilito nel tempo che fu ?

      • Gian Piero ha detto:

        Per la legge del contrappasso forse la pena di questo Maometto all’ Inferno affrescato a Bologna e’ quella di mangiare tortellini ripieni di carne di maiale?
        Ma Mons. ZUPPI futuro cardinale, con quel cognome, non poteva proporre come menu alternativo una buona ZUPPAdi patate?

        • Addolorata ha detto:

          Perchè stupirsi del gesto di Zuppi, perfettamente in linea con il mantra immigrazionista bergogòliano. E poi … le porpore bisognerà pure guadagnarsele, no?

      • Galletto ha detto:

        L’affresco di Maometto all’inferno si trova subito a sinistra appena entrati nella basilica di San Petronio in piazza Maggiore. La cattedrale invece è San Pietro in via dell’indipendenza. Dove ci hanno mangiato dentro (cotoletta di pollo e tagliatelle al ragù di manzo…. Niente vino.)

        • Zuzzerellone ha detto:

          Mai stato in piazza maggiore. Ho sempre creduto che la Basilica di San Petronio fosse la cattedrale…

  • kirk ha detto:

    IL sig. Nobile non trova libri recenti di apologetica nelle librerie perché non è aggiornato. Oggi l’apologetica è trattata nell’ambito della teologia fondamentale, di cui c’è sempre uno scaffale nelle librerie dedicate. Fare domande giuste, per avere risposte soddisfacenti.

    • agostino nobile ha detto:

      Caro Kirk. La Teologia Fondamentale può essere collocata tra la Filosofia e la Teologia, ma parte dal concetto di Apologia, e non viceversa. Dunque, il libraio religioso di cui parlo nel mio articolo, avrebbe dovuto capire cosa cercavo. Per intendersi, i libri di Messori & C. scritti per il lettore contemporaneo, non c’erano. Tra l’altro, nei pochi libri di TF che ho letto non mi sembra di aver visto questi autori, bensì teologi com Karl Rahner, che come saprà, parteciò al Vaticano II. Il che è tutto dire.

  • Raffaella ha detto:

    Articolo che condivido al mille per mille soprattutto la frase ” cosa pensare di quei preti che lo seguono acriticamente e supinamente “.
    Non frequento più la mia parrocchia ( diocesi di Milano) da quando il nuovo giovane parroco fa catechesi sui discorsi acattolici di Delpini e le meditazioni del S.Rosario (che viene recitato rigorosamente solo nel mese di Maggio) sono tratte dalla delirante Evangeli Gaudium.
    Durante un colloquio avuto con il suddetto parroco mi sono sentita dire:” ma tu dove ti informi?”.
    Eh già, povero Bergoglio, travisato dai media cattivi…

  • Vittorio sardo ha detto:

    Dispiace proprio che Tosatti rifiuti di postare l art. del Cairo 1994 di Repubblica. Eppure non c e niente di stupefacente. L idiosincrasia dei CATTOLICI verso la contraccezione. Non sto nemmeno a dire se naturale o non naturale. In natura non dovrebbero esistere calcoli.

    Ecco il kit

    https://www.amazon.com/National-Geographic-DNA-Test-Kit/dp/B07BSKZFDD

    Io non l ho fatto ma un mio paesano si…ed e’ meticcio.

    Da dati anagrafici io sono del Regno di Sardegna anche se detesto Garibaldi e Cavour e politicamente preferivo il papa Re.
    Non sono italiano (un meticcio)

    • Marco Matteucci ha detto:

      Io invece sono toscano e dalle mie parti si dice:
      bischero!, anzi O BISCHERO!
      Chiedo scusa ma come dicono a Roma “quanno ce vò ce vò.

    • Marco Matteucci ha detto:

      Da buon fiorentino è sempre stata una mia curiosità conoscere l’origine della parola bischero ed oggi posso ben confermare che tutto è nato da una targa apposta sulla chiesa di Santa Maria del Fiore, vicino alla porta detta “del campanile”, sulla cui architrave campeggia la scritta: “Lotto dei Bischeri”. La storia leggendaria di questa presa di giro fiorentina nasce proprio da lì.

      I Bischeri erano una famiglia di mercanti ricchi e potenti che dette alla Repubblica di Firenze quindici priori e quattro gonfalonieri (tutti bischeri DOC dal primo all’ultimo). Possedevano le proprie case nella zona tra Piazza del Duomo e Via dell’Oriuolo, più nota oggi come Canto dei Bischeri.

      Si presume che siano questi i motivi che sono all’origine della parola e conseguentemente di questi detti toscani associati al “bischero”:
      “tra bischeri s’annusano” (“tra bischeri si riconoscono”…e di conseguenza si associano); “andare a bischero sciolto” (“comportarsi inconsultamente”); “per i’ malato c’è la china ma pè i’ bischero un c’è medicina” (“per un malato c’è una cura, ma se una è persona è poco intelligente non c’è soluzione”)

      • deuterio.amedeo ha detto:

        Caro (me lo permetti?) Marco Matteucci , a proposito di bischero la conosci questa barzelletta?
        Un tizio ,uno dei soliti maniaci di fare lo spiritoso a tutti i costi e anche fuori luogo, va al ristorante e dice al cameriere: – mi porti una tecca-tecca –
        Il cameriere risponde : – mi perdoni , non ho capito –
        Come non hai capito – replica il cliente – tecca-tecca , bis-tecca !
        Dopo un po’ il cameriere ritorna, posa il piatto con una bistecca davanti al cliente e dice :- ecco una tecca-tecca per un signor che ro-chero ! –

        • Marco Matteucci ha detto:

          Mi dispiace ma non la conosco, tuttavia conosco mio zio che ha si chiama Garibaldi e che a novembre compie la venerabile età di 101 primavere, a chi gli chiede quale sia il segreto della sua longevità egli sempre risponde: “Perché mi sono sempre fatto gli affari miei”
          …simpatico no!

    • TITTOTAT ha detto:

      Le comunità che si sono adeguati alle direttive dei loro leader religiosi , prolificano, brulicano di giovinezza ed energia, che a poco a poco li porta ad essere anche società sviluppate, gli occidentali che hanno disprezzato i consigli delle loro guide spirituali sono morenti, e quel giornalaccio con tutto il seguito intellettuale è il primo a supplicare i musulmani per far risorgere i paesi e i quartieri desolati. Siamo al colmo che si negano i risultati che la stessa natura ha oggettivamente dato a voi antireligiosi.
      Questi che leggete repubblica siete così insipienti che nemmeno dovremmo rispondervi.

    • EquesFidus ha detto:

      Quello che non capite è che non è questione di razza, ma di religione, cultura e società. Anche perché poi io, a questi test, ci credo poco.

  • TITTOTAT ha detto:

    Quelli che vogliono fare i tortelli alla maniera tradizionale, vadano sotto il covo do Zuppi e cantino: Zuppi, Zuppi, vieni a mangiare con noi, ci manca il maiale…
    Non bisogna sentirsi imbarazzati per le azioni di chi millanta essere Papa. È solo un usurpatore.
    Chi sostituisce Cristo con altro è l’anticristo, le librerie si tengano Budda e Maometto, loro e tutti quelli che non dicono Cristo sopra ogni cosa, anzi solo Lui, la finiscano di definirsi cattolici e insultare i fedeli.

  • Gara di epitaffi ha detto:

    (20)
    JORGE MARIO BERGOGLIO
    Qui giace un successore degli Apostoli
    che indossò il vestito di Pietro
    ma aveva il cuore di Giuda.

    • MARIO ha detto:

      (2021)
      GARA DI EPITAFFI
      Qui giace un successore di Giuda
      che indossò il vestito degli Apostoli
      ma aveva il cuore di PietrA.

  • Milli ha detto:

    Una piccola cosa che potremmo fare tutti è disertare in blocco le chiese dove si svolgono messe che ci indignano o scandalizzano.
    Tu parli solo di migranti e non di Cristo? E io vado da un’altra parte, anche se devo fare qualche chilometro!
    Se volete aiutare la Chiesa mettete i soldi nella cassettina delle offerte in una buona parrocchia e non più l’8 per mille.
    I buoni sacerdoti ci sono ancora, basta saperli trovare.

    • Donna ha detto:

      La faccio da più di un anno, ho la parrocchia “bergogliana” sotto casa, e allora prendo l’auto e vado in una frazione vicina, dove c’è ancora un sacerdote in gamba non ancora “corrotto”dal nuovo verbo modernista e luterano e raggiunto dalla misericordina…..per ora

    • Grog ha detto:

      É la linea di condotta che adotto anch’io.
      Il mio 8×1000 é da 5 anni che non lo vedono.

  • Milli ha detto:

    Comunque, anche se posso capirlo, un autoesilio (dorato) non è la soluzione.
    Se tutti facessero come lei…

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Son di Firenze e quindi capisco l’amico di Nobile.

    D’altra parte, se Firenze e quasi tutta la Toscana sono governate dalla sinistra da cinquant’anni (e non è che la destra risolva i problemi), e la Diocesi di Firenze è totalmente cattocomunista fin dai tempi del vescovo card. Piovanelli, mentre le infiltrazioni donmilaniane, lapiriane, donmazziane, ecc., erano già cominciate da prima, qualche motivo ci sarà…

    • Lucio R ha detto:

      «(e non è che la destra risolva i problemi)»

      Sì, ma farla provare almeno? E non qualche mesetto ogni tanto, ma almeno per una decina d’anni? Il discorso vale per tutta l’Italia naturalmente, soprattutto per il Governo centrale.

      P.S. – non ditemi che il lungo periodo di Berlusconi ha rappresentato un Governo di Destra. Al massimo era di Centro-Destra. Ma siccome in Italia slitta tutto verso sinistra, la “Destra” di fatto era Centro, e il “Centro” era Sinistra. Quindi era in realtà un Governo di Centro-Sinistra.
      Ci si chiede: E se fosse un Governo ufficialmente di Centro-Sinistra? Beh! Sarebbe un governo di estrema sinistra (come l’attuale). E se fosse un governo solo di Sinistra? Allora sarebbe un Governo Demokratico, tipo URSS

  • Nicola Buono ha detto:

    Tanto tempo fa, leggendo gli articoli e sopratutto i commenti dei lettori de Il Giornale, stupito leggevo sempre la medesima espressione: Il Piano Kalergi, Il Piano Kalergi. Non davo peso a questa espressione ma dopo qualche anno visto che i lettori continuavano a ripeterla, decisi di impostare l’espressione su Google. Capii all’istante ,leggendo la documentazione trovata. che quello che sta accadendo adesso non è per caso ma frutto di una strategia e di un piano elaborati molto tempo fa. Lo documenta anche un vecchio e famoso libro sulla finta immigrazione” spontanea” scritto da un leghista. Prima che tutto ciò cominciasse c’erano già i diktat dell’Onu che chiedevano di “”accogliere” quando da noi non era arrivato nessun. Come facevano a sapere che sarebbero arrivati….? Detto questo mi consolo pensando che non manca molto alla fine dei tempi ed al trionfo del Cuore Immacolato di Maria e quindi alla fine di tutto q questo schifo. Ed inoltre penso che mi devo convertire perché non ho molti anni davanti ed il Giudizio mi attende.

    • Davide ha detto:

      Detto questo mi consolo pensando che non manca molto alla fine dei tempi ed al trionfo del Cuore Immacolato di Maria e quindi alla fine di tutto q questo schifo.
      In tutta sincerità lo sto cominciando a pensare anche io… e spero che non manchi molto oramai !!!

  • Vittorio ha detto:

    Nobile, sta parola meticciato e’ inascoltabile da tutti i punti di vista. In primis scientifico. Lei e’ homo sapiens? Ha genoma Neanderthal? Guardi da dove arrivavano.

    A me sembra razzismo.

    • Sherden ha detto:

      Fai una reprimenda al pampero, l’ha usata pure lui…

      • Vittorio ha detto:

        Il pampero ha detto una gran cavolata. A parte che il primo meticcio e’ lui. Poi l’esogamia peggiora la specie (se non altro perché aumenta la possibilita’ di malattie genetiche), percio’ c’e’ la tendenza all’esogamia.

        Se uno fa il test di National Geografic ha molte sorprese. 10.000 anni fa TUTTO il mondo era gia’ popolato. E fino a 10.000 anni fa, per 190.000 anni siamo stati nomadi.

        Devo tornare al concetto di specie o razza?

        Un asino e un cavallo non provano attrazione sessuale, se costretti fanno un ibrido (un meticcio?): il mulo. Sterile.
        Sono della stessa famiglia ma non della stessa razza. Si assomigliano ma non sono della stessa razza.

        Viceversa un barboncino e un bulldog son differenti fisicamente ma son della stessa razza perché sono fertili. Nasce un bastardino (meticcio?) che a sua volta si riproduce.

        Non esistono essere umani, oggi sulla terra, che non si possano incrociare e avere discendenti. Quindi homo sapiens e’ una stessa razza.

        Un’altra volta vi spiego l’etnicita’ che e’ una cosa diversa.

        Cioe’ come la melanina protegga dai raggi ultravioletti, e la pelle bianca aiuti a sintetizzare la vitamina D dove c’e’ meno solo. Sono adattamenti. Ma un bianco e un nero sono incrociabili.

        • Vittorio errata corrige ha detto:

          La prima era Endogamia non esogamia.

        • Sherden ha detto:

          Sapientone Vittorio, fai finta di non capire che ci si riferisce al meticciato culturale indirizzato allai sostituzione di una popolazione con i suoi usi, costumi, tradizioni e leggi, con un’altra popolazione che, seppur non essendo invitata, pretende di prenderne il posto cambiando usi, costumi, tradizioni e leggi.
          La biologia, alla quale ti arrampichi, non c’entra un fico secco.

  • Antonio ha detto:

    “È chiaro a questo punto che i governi di Sinistra e i bergogliani con la politica immigrazionista mirano a distruggere l’occidente, gli occidentali e il cristianesimo”.

    E’ tremendo, ma non vedo neanch’io altre spiegazioni. A lungo ho pensato che dietro ci fossero interessi economici, la ricerca di braccia a basso costo, ma l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno sono ormai le braccia ad libitum. Poi ho pensato al business dell’assistenza, che c’è ma non è una Spectre in grado di influenzare le decisioni di un continente. Che si tratti di amore per il prossimo non lo prendo nemmeno in considerazione, in quest’Europa che lascia tranquillamente morire di fame la Grecia. Resta solo la risposta di cui sopra, è l’unica che abbia un minimo di logica.

    • Gian Piero ha detto:

      ripeto querllo che ho detto altre volte:si sta tentanto di attuare il piano Kalergi che è stato ideato negli anni 20 del secolo scorso:
      dal filosofo austriaco richard Kalergi che nel libro Praktischer Idealismus (1925), distingueva tra «uomo rustico», figlio dell’endogamia, forte di volontà ma debole di spirito, e «uomo urbano», frutto della mescolanza razziale (Blutmischung), povero di carattere ma ricco di spirito], preferendo quest’ultimo in quanto più propenso al mantenimento della pace quindi auspicandone una sua diffusione su scala mondiale,
      Tali concetti furono alla base della reinterpretazione di Honsik], il quale li rilesse in chiave di annullamento delle identità nazionali e locali, d’imposizione del meticciato etnico e di «genocidio» dei popoli europei per sostituirli con quelli asiatico-africani al fine di ottenere un’etnia indistinta di docili consumatori piegati al mercato e al desiderio di dominio mondiale da parte di élite economiche.

      ci si potrebbe chiedere perchè il capo della Chiesa cattolica invece di proteggere e guidare il suo gregge di cattolici europei stia dalla parte di chi vuole distruggerl e sostituirli.i.E ‘ strano e praradossale.
      Mysterium iniquitatis.

  • Boanerghes ha detto:

    Fino a quando, Signore?

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      fino a quando ci convertiremo, suppongo

      • Vittorio ha detto:

        🙄 ma non siete i veri cattolici? A cosa dovete convertirvi?

        L’escatologia finale rimane il punto dolente della teologia.

    • Donna ha detto:

      Fino a quando chi di dovere non dirà chiaro e forte ciò che già pensano :
      Bergoglio non è il papa ( vedi elezione mafia San Gallo come confessato dal cardinale Danneels, prima di morire);
      e che sta devastando la chiesa.
      Scusate, ma perché non blocca l’istrumentum laboris, documento eretico, base del sinodo amazzonico? Non dovrebbe ammetterlo, dovrebbe intervenire,e può farlo, ma invece….. questo dice chiaramente molte cose.
      A questo punto , sarò provocatoria,ma spero che questa falsa chiesa esca finalmente allo scoperto, se scisma vi deve essere ,scisma sia, almeno uno avrà chiaro davanti a sé da che parte vuole stare..
      Il silenzio di Benedetto XVI è come una lastra di piombo, tanto è pesante e misterioso, ma confido in lui, per me unico e vero papa, non solo in quanto legittimo, ma moralmente e spiritualmente,vero Pietro, custode del deposito fidei , vero apostolo di Cristo.

      • Vittorio ha detto:

        Bergoglio non e’ papa, Ratzinger non e’ papa
        …..e chi e’ papa, l’uomo invisibile?

      • Vittorio ha detto:

        Visto che malgrado l antipatia rispetto Ratzinger io penso che lui si sia dimesso, senno’ sarebbe OMERTOSO, nel codice penale mentire o omettere sono illeciti. Non so’ il codice canonico ma penso uguale. Se si ritenesse papa sarebbe colpevole di omerta’. Imho

      • Pier Luigi Tossani ha detto:

        vedi, l’IL lo dovrebbe bloccare, giusto, ma sul fatto che B non sia legittimamente papa, e che tu auguri lo scisma alla Chiesa, sei completamente fuori strada. Ma di brutto.

        • Donna ha detto:

          Non mi auguro uno scisma, ovviamente, ma guardiamo a questa situazione di ambiguità, di confusione, di denunce su denunce per eresia,apostasia,ecc.di scritti, documenti, interviste,comunicati ecc..; di interrogazioni, Dubia ,lettere di richieste chiarimenti verso Bergoglio che non hanno mai sortito alcun effetto e , cosa gravissima a mio avviso, (e non ultima)l’inizio di sinodo il cui documento base è eretico e apostata, come già affermato da molti del clero, senza che l’unico, colui che ha il potere di intervento, muova paglia, proferisca verbo.
          E comunque, che lo si voglia vedere o meno, lo scisma non dichiarato è già in atto, e purtroppo temo , date le premesse sconcertanti dei partecipanti, si manifesterà inevitabilmente (anche se spero proprio di sbagliarmi,anzi ne sarei felice) con questo sinodo, poiché difficilmente rivedranno le loro moderniste/luterane posizioni, ergo, a meno di un intervento dello Spirito Santo,che tutti ci auguriamo, sono molto pessimista.