SUPER EX AL ROSARIO DEL 5 OTTOBRE. IL PAPA INVITI SALVINI IL 7 OTTOBRE…

29 Settembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, e naturalmente i troll, che oramai, come è naturale, sono legione, Super Ex (Ex di Avvenire, Ex di Movimento per la Vita, ma non Ex cattolico – per il momento) ci ha scritto per parlare di sé, e di quello che farà il 5 ottobre prossimo. E che sarebbe bene che facessimo anche noi, se è per quello…Buona lettura. 

§§§

Super Ex al rosario del 5, Matteo Salvini a quello del 7

Caro Tosatti, il 7 ottobre è la festa del Rosario. Leggo che ne verrà recitato uno solenne a Roma, in Santa Maria Maggiore. Purtroppo non potrò essere presente, preferendo di gran lunga quello all’aperto del 5 ottobre (importante esserci!): data anch’essa significativa, non solo per il concistoro (i cardinali scelti da Bergoglio necessitano davvero di una valanga di preghiere, per divenire cattolici) ma anche perché quel giorno si fa memoria di un grande apostolo del rosario come il beato Bartolo Longo.

Mi sento però di dare un consiglio al pontefice regnante: il 7 ottobre, dopo aver incontrato Macron, Conte, il prete apostata di Rifondazione comunista, Sanders, Morales… inviti a quel rosario anche Matteo Salvini.

Le spiego perché: in fondo il 7 è un po’ anche la sua festa. Tale data fu scelta, infatti, per celebrare un blocco navale andato a buon fine: la battaglia di Lepanto. La chiusura ufficiale dei porti cristiani alle scorrerie islamiche!

Allora il pontefice era san Pio V, uno dei pochissimi papi santificati nel secondo millennio. Non era esattamente un fan dell’Islam e neppure dei porti aperti. I Turchi, infatti, assediavano, invadevano, spargevano il terrore sulle coste della Cristianità. E la Cristianità stentava a difendersi.

Fu proprio il pontefice colui che prese in mano la situazione, invitando i principi alle armi, il popolo alla preghiera. Uno storico della Chiesa, l’abate Darras, rammenta che il 7 ottobre 1571 mentre la flotta cristiana lottava per cinque ore contro quella islamica, sino all’uccisione del generale turco Alì Pascià e di 25 mila dei suoi uomini, “San Pio V, come un altro Mosè, mentre i soldati cristiani combattevano, aveva pregato, e nell’istante medesimo in cui gli sforzi di Don Giovanni d’Austria (capo della flotta cristiana) venivano coronati dalla vittoria di Lepanto, egli ebbe una divina rivelazione, per cui interruppe subitamente un consiglio che presiedeva e disse ai circostanti prelati: ‘Non è più tempo di parlar d’affari; andate a ringraziare Iddio nel tempio, ché il nostro esercito ha riportato vittoria’. Ed egli stesso, cogli occhi bagnati di lacrime, si gettava in ginocchio in cappella… La vittoria di Lepanto compiva l’opera delle crociate, l’opera di Carlo Martello, di Carlo Magno, di Goffredo di Buglione… la difesa cioè dell’umanità cristiana della società cattolica, contro la maomettana barbarie”.

Il 7 ottobre, dunque, divenne festa del rosario perché la Madonna salvò la Cristianità: una Madonna sovranista, si direbbe oggi; una Madonna poco ecumenica e nient’affatto multireligiosa… Va bene, però così è. Se non portiamo il turbante, se non abbiamo la poligamia, la schiavitù, le spose bambine, la lapidazione etc… è merito anche di questa Madonna “identitaria”, quella forse cui si riferisce Matteo Salvini quando parla di difesa della civiltà cristiana.

A proposito, tra i difensori della Cristianità dalle scimitarre turche, c’erano anche personaggi di vita non proprio esemplare: ma Maria si servì anche di loro. Bergoglio per conoscere meglio questa storia, potrebbe farsi prestare un vecchio “libro del mese” di Comunione e Liberazione: un romanzo di Louis De Wohl intitolato “L’ultimo crociato. Il ragazzo che combatté a Lepanto”. Vi apprenderà anche che il capo della flotta cristiana, Giovanni d’Austria, era un devoto della Madonna di Loreto, grazie al gesuita Cristobàl Rodriguez, amico di san Pio V; che sulle navi cristiane si imbarcarono anche diversi gesuiti per assistere confessare i soldati che difendevano la Cristianità dalle invasioni turche.

Sì, non sempre la Chiesa ha promosso il meticciato; non sempre i gesuiti hanno negato, oltre al diavolo, l’evidenza della realtà…

§§§




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

57 commenti

  • anna maria ha detto:

    Salvini, porterebbe, in Italia ed in Europa, quei valori altamente cristiani, che rispettano le “radici cristiani” dell’Europa, quelle radici che ormai ogni politico, pur di essere ben voluto, rinnega con tanta facilità e codardia. Guardiamo a chi, in un Comizio pubblico, in una Piazza gremita di gente, dopo aver offerto il suo serio e valido programma elettorale, senza aver offeso nessuno, ha consegnato” stesso e l’Italia al Cuore Immacolato di Maria!!! Si, avete capito bene : al Cuore Immacolato di Maria !!! Invocando i sei Santi Patroni d’Europa !!! Salvini è un uomo di “buon senso”, come migliaia di noi italiani ed ha la capacità di guardare con sano realismo la situazione sociale, culturale e politica della nostra bella Italia ed Europa. Egli rispetta la nostra fede e considera la tradizione cristiana. Tradizione che è alla base della cultura bimillenaria dell’Italia e dell’Europa. Nessuno dei politici oggi, che si dichiarano cristiani, hanno il coraggio, come Salvini , di parlare di sacralità della vita, del diritto alla vita, di parlare di Dio e del Vangelo di Gesù Cristo. Oggi certe affermazioni non si sentono più neanche più in Chiesa. Anzi la Chiesa stessa, nei suoi vertici, ha criticato fortemente il suo “osare” pronunciare il nome di Maria Santissima e del Suo Cuore Immacolato senza il loro permesso!!! Ma chi lo ha detto che un Ministro del Governo, eletto legittimamente, italiano e cristiano, debba chiedere il permesso alla Chiesa di poter parlare di Maria e dei Santi Patroni d’Europa!!! Io apprezzo fortemente l’onorevole Salvini per il coraggio e la fierezza con cui ha nominato il nome di Maria e della tradizione cristiana, che poi è alla base dell’IDENTITA’ ITALIANA ED EUROPEA. Se un politico del mondo arabo musulmano, concludesse un suo discorso con un riferimento ad Hallah, chiedendo la sua benedizione, nessuno lo disprezzerebbe, nessuno si permetterebbe di criticarlo…e noi invece, proprio alle alte sfere della Chiesa….
    Ma po,i tutto il suo lungo discorso in cui presentava il suo programma elettorale, non è stato neppure sfiorato dai media e dalla Chiesa…. Parole sacrosante circa il valore della vita, il diritto al lavoro, il volare in alto e non accontentarsi del minimo, della precarietà, della sicurezza nelle nostre città, della sana battaglia contro la mafia, la camorra e la ‘ndragheta. La battaglia dell’immigrazione clandestina , della illegalità della schiavitù di esseri umani, dello sfruttamento economico ed illegale, della situazione da parte degli scafisti ecc…Tutti valori altamente cristiani che esaltano e difendono la dignità dell’uomo, di ogni uomo!!! Il Signore protegga e benedica Salvini, faccia progredire il suo programma politico e che molti italiani sani e di buona volontà possano seguire il suo esempio. Cuore Immacolato di Maria , guida e proteggi la nostra bella Italia .

    .https://annamariadematteis.wordpress.com/2019/01/09/gesu-e-lunica-via-che-ci-conduce-al-padre/

  • VITMARR ha detto:

    A superEx che preferisci la manifestazione all’aperto rispetto al rosario di S.M. Maggiore , vorrei far presente che il giorno del Perdono di Assisi io ero presente in questa basilica e posso dire che è stata una cerimonia esemplare con la partecipazione inaspettata del vescovo . Io sono un sostenitore delle manifestazioni all’aperto perché non si può continuare a tenera nascosta la luce del mondo quando c’è e lo pensavo dei bravi cristiani laici, ma , con mia grande meraviglia sto scoprendo che c’è una grande luce che sta nascendo nella chiesa del nuovo ordine con santi sacerdoti e vescovi che continuano a non adeguarsi al nuovo corso eretico.

  • Lorenzo Neri ha detto:

    “I cardinali scelti da Bergoglio necessitano davvero di una valanga di preghiere per diventare cattolici”. Che arroganza!! In confronto i farisei erano dei buonisti!

  • Perplesso ha detto:

    L’immigrazione dei gerarchi nazisti in Argentina è documentata ampiamente . Cioè è storia, non leggenda.
    Sull’arrivo di un paio di sottomarini sulle coste dell’America del sud con molte ricchezze e con Hitler in persona, non credo esistano prove storiche : si tratta solo di leggende

  • Paolo ha detto:

    Benché assai perplesso per le molte posizioni “pastorali” di Papa Francesco (che in realtà sono squisitamente politiche. tant’è che il suo enturage l’ha convinto che le critiche che gli vengono mosse siano un complotto della destra americana), mi sembra poco opportuno voler tenere un rosario il giorno cinque, e invitare a disertare quello del giorno 7.
    Preghiamo lo Spirito Santo per la Chiesa e per l’uomo che si trova alla sua guida, se non altro perché evitare ulteriori sofferenze alla Chiesa.

  • MARIO ha detto:

    Dott. Tosatti, la “icona” di questo post è la foto di una statua (Madonna con Bambino) che mi ha colpito: è bellissima.
    Si potrebbe saperne qualcosa di più ?
    Saluti e grazie.

  • Nicola Buono ha detto:

    Altri particolari interessanti sulla battaglia di Lepanto

    http://www.madonnadelpino.altervista.org/varie/lepanto.html

  • Nicola Buono ha detto:

    Tre altre chicche sulla battaglia di Lepanto Il Papa ebbe pure ( in contemporanea con la vittoria) la visione del mare con i relitti della flotta turca distrutta e le navi cristiane trionfanti. In onore e ringraziamento a Maria Santissima, venne decretata la Festa de LA MADONNA DELLA VITTORIA per il 7 Ottobre. Festa poi cambiata ( già da allora avanzava quindi il POLITICAMENTE CORRETTO nella Chiesa) in Madonna del Rosario. In ultimo durante lo svolgimento della battaglia per ” puro caso” nello stesso momento lo schieramento delle navi turche era a mezzaluna e quello cristiano a Croce. E ripeto che la cosa non fu voluta dai due comandanti ma ” casuale” .

    • Nicola Buono ha detto:

      P.S. errata corrige. La memoria qualche volta mi ha difetto. Lo schieramento delle due flotte ( a Croce ed a mezzaluna) fu voluto dai comandanti e non casuale. Chiedo scusa per l’errore.

  • giulia anna meloni ha detto:

    cosa dice Gesù sull’amor di Patria cosi deriso in questi desolati tempi
    …”Ricordate anche questo: temete piuttosto le facili alleanze e le blandizie di uno straniero che le sue legioni.
    Perché, mentre se sarete fedeli alle leggi di Dio e della Patria vincerete anche se accerchiati da eserciti
    poderosi, quando sarete corrotti dal veleno sottile, dato come un miele inebriante dallo straniero che ha fatto
    disegni su voi, Dio vi abbandonerà per i vostri peccati, e sarete vinti e soggetti, anche senza che il falso
    alleato dia battaglia cruenta contro il vostro suolo. Guai a chi non sta all’erta come vigile scolta e non
    respinge l’insidia sottile di un astuto e falso vicino, o alleato, o dominatore che inizia la sua dominazione sui
    singoli, illanguidendo il loro cuore e corrompendolo con usi e costumi che nostri non sono, che santi non
    sono e che perciò ci rendono sgraditi al Signore! Guai! Ricordate tutti le conseguenze portate alla Patria
    dall’avere alcuni dei suoi figli adottato usi e costumi dello straniero per ingraziarsi lo stesso e godere. Buona
    cosa è la carità con tutti, anche con i popoli che non sono della nostra fede, che non hanno i nostri usi, che ci
    hanno nuociuto nei secoli. Ma l’amore a questi popoli, che sono sempre nostro prossimo, non ci deve mai far
    rinnegare la Legge di Dio e della Patria per il calcolo di qualche utile carpito così ai vicini. No. Gli stranieri
    disprezzano coloro che sono servili sino al ripudio delle cose più sante della Patria. Non è col rinnegare il
    Padre e la Madre – Dio e la Patria – che si ottiene rispetto e libertà”…

    http://www.scrittivaltorta.altervista.org/09/09596.pdf

    • Eowin ha detto:

      Va beh, dai, usare gli scritti di Valtorta, ma basta. Benedetto XVI disse che scriveva bene…scriveva bei romanzi religiosi…tipo Ben Hur, tipo Quo vadis, ve li ricordate? Ma nessuno cita quei romanzi come parole vere dette da Gesù…

      • Gian ha detto:

        E dai con sto’ Benedetto XVI che disse che scriveva bei romanzi… E Pio XII allora, cosa disse al riguardo?

      • giulia anna meloni ha detto:

        LEI si sbaglia alla grande,si informi e citi gli errori dogmatici e dottrinali che trova.Il pregiudizio e il sentito dire portano al NULLA.
        https://it.aleteia.org/2019/09/16/giudizio-chiesa-e-sant-uffizio-scritti-mistica-maria-valtorta/

        ALETEIA è una rivista vaticanista, inizi con queste due pagine.La rete è piena di pubblicazioni pro e contro Maria Valtorta ,sua è la capacità di discernimento.

        …”Dice Gesù:
        «Le ragioni che mi hanno mosso ad illuminare e a dettare episodi e parole miei al piccolo Giovanni sono,
        oltre alla gioia di comunicare una esatta cognizione di Me a quest’anima-vittima e amante, molteplici.
        (Ragioni in parte già dette, come al Vol 1 Cap 45. Il presente “Commiato” fu scritto al termine del ciclo
        messianico, come abbiamo già spiegato in nota al capitolo 640).
        Ma in tutte ne è anima l’amore mio per la Chiesa, sia docente che militante, e il desiderio di aiutare le anime
        nella loro ascesa verso la perfezione. La conoscenza di Me è aiuto all’ascesa. La mia Parola è Vita.
        Nomino le principali”…
        http://www.scrittivaltorta.altervista.org/10/10652.pdf

      • Donna ha detto:

        Se lei lo leggesse si renderebbe conto della bellezza, profondità, verità racchiusa in quelle pagine. E comunque è stato chiesto alla Madonna, da parte di uno dei veggenti di Medjugorje,se si possa leggere e la risposta è stata affermativa.
        Mi sento di aggiungere inoltre che leggendolo si comprende che cio che sta scritto non potrebbe provenire solo da fonte umana. La mistica Valtorta immobilizzata a letto non avrebbe potuto in base al suo stato,descrivere, come molti hanno poi potuto appurare, posti, luoghi, tradizioni, descrizioni di materiali, costruzioni , idiomi ecc del tempo e dei luoghi geografici descritti, in quanto mancante di una benché minima cognizione delle varie scienze necessarie.
        Ma ciò che colpisce è soprattutto la profondità spirituale e teologica, chiaramente al di là della limitata e povera cognizione umana.
        Ognuno ovviamente può credere o no, ma a mio avviso tutti dovrebbero leggerlo, migliorerebbe di gran lunga la comprensione dei Vangeli , avendo inoltre il pregio non secondario di avvicinare ancora di più alle sante figure.
        Alle volte anche un Benedetto XVI può sbagliare, con un commento magari troppo frettoloso, …nessun problema ognuno su cui che non è dogma , è libero di discernere.

        • Boanerghes ha detto:

          Benedetto XVI era ancora Vescovo o cardinale quando disse quel giudizio sull’opera della Valtorta. Ma l’evangelo come mi è stato rivelato non è stato dato per gli studiosi come lui, ma di aiuto soprattutto al popolo cristiano.
          Esso non aggiunge nulla alla divina rivelazione, ma è tuttavia un dono alla sua Chiesa.
          Tuttavia, poiché ben sapeva il Signore che tale opera avrebbe incontrato molte difficoltà, disse alla Valtorta di farsi seguire da un Servo di Maria e non dai francescani che già erano per una strada più modernista, e di non fare rappresentazioni o film.
          Consiglio di non tirarla più in ballo tale opera, perché continua ad attirare ingiuste critiche e prese di posizione, giudizi aspri e difese a spada tratta, compresa la mia, quando al Signore preme un atteggiamento pacifico e semplice.
          Se uno la vuole leggere e meditare fa bene, se non lo vuole fare è libero di farlo.
          Abbiamo il libro Santo, la Bibbia, e non ci manca nulla.

    • Donna ha detto:

      Avvenire direbbe che è un discorso troppo sovranista!

    • Gian ha detto:

      Grazie!

      • Gian ha detto:

        Il mio grazie va a GIULIA ANNA MELONI, per la sua costanza nel diffondere la conoscenza dell’opera di Maria Valtorta. Chi più disprezza potrebbe essere tra quelli che meno conoscono, per non aver mai degnato di leggere, fidandosi del dito e tralasciando di guardare ciò che il dito indica. Non c’è obbligo, neanche l’obbligo di disprezzare se è per quello.

  • GMZ ha detto:

    Storia vera.
    Oggi ho avuto sottomano la lettera pastorale del Vescovo “tal dei tali” (nemico del vetus ordo, che ci legge e che saluto – cicciao!).
    Sfoglio due-tre pagine, e ad un certo punto mi imbatto in due righe con cui l’Autore ricorda la passione educativa del Don Milani, passione che tanto traspare dalla sua corrispondenza (basta leggerla, dice il Vescovo)!
    È il Vaticano II, dolcezza, e io non posso farci niente (e neppure voi).
    Ossequi.

  • Marco Matteucci ha detto:

    QUANDO UN’OSSESSIONE DIVENTA DESOLAZIONE

    https://www.facebook.com/grafo2000/posts/2328077160623978

    • Nicola Buono ha detto:

      Particolare interessante e , secondo me, non di poco conto. Nella foto ,la rappresentazione dei migranti ( = clandestini) è ad un metro dal cartello per il PARCHEGGIO DEL BUS DELLA CEI. Come a voler ricordare ( qualora se li fossero dimenticati….) quotidianamente i ” migranti ” ai membri della CEI .

  • Il veritiero ha detto:

    Io é 1 mese che sto facendo tutti i giorni questa preghiera per chiedere la salvezza della chiesa e dei figli di Dio.

    Confesso a Dio onnipotente…..
    + Vieni santo spirito…….
    Preghiamo:
    Beata Vergine Maria, Madre mia e mia Regina; ti offro la preghiera del Santo Rosario per chiederti la grazia di venire in soccorso della Santa Chiesa Cattolica e dei figli di Dio.
    Madre Santa, molti astuti nemici stanno riempiendo di veleno la santa chiesa Cattolica con l’intento di distruggere l’eredità che il nostro signore Gesù Cristo ci ha lasciato per la nostra salvezza.
    Molti figli di Dio si sono allontanati dalla fede, molti altri invece sono stati consegnati con l’inganno nelle mani del nemico.
    Ti prego Madre Santa, vieni presto in nostro soccorso e vieni a salvare la Santa Chiesa Cattolica e i figli di Dio.
    Io prego te, Beata Vergine Maria, che il nostro Signore Gesù Cristo ci ha lasciato come madre ai piedi della croce.
    Io prego te, Beata Vergine Maria, al quale Dio Padre Onnipotente ha dato il compito di schiacciare la testa del serpente.
    Io prego te, Beata Vergine Maria, vieni presto in nostro soccorso. Amen.
    Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa madre di Dio. Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova; e liberaci da ogni pericolo o vergine gloriosa e benedetta. Amen.
    Inizio rosario:
    Credo apostolico……+ rosario del giorno……

    Scritta da me.

  • Il veritiero ha detto:

    E non sono ststi indagati per sequestro di persona per non aver fatto sbarcare i mussulmani?
    Ancora non esistevano le toghe rosse.

  • Massimiliano ha detto:

    Si, tutto giustissimo. Ma andrebbe allegato un disegnino, o almeno delle vignette… mica per niente, ma ho il timore che Mario e Carlone non abbiano capito. Ho notato che faticano molto nella comprensione dei testi. Saluti. Massimiliano

    • carlone ha detto:

      In effetti sarebbe stato necessario l ausilio di esempio disegnini e vignette.
      Soprattutto per non farsi prendere per gonzi come lei.
      La.battaglia fu vinta ma la guerra fu persa. Cipro era il fine e diventò islamica.

      • Gian ha detto:

        Raccontala vera, trombone. La battaglia di Lepanto fu la reazione alla caduta di Cipro, avvenuta l’anno prima.

        • Carlone ha detto:

          😅😅😅😅 Raccontane un altra !
          Se accetti la guerra per difendere un tuo possedimento dopo che il nemico è venuto a casa tua per incontrarti e trovare un accordo… e poi arrivi in ritardo….. a causa sventure ma molto di più per altre cause. ..tu la chiami ripicca?

      • Adriana ha detto:

        CIPRO : una tappa del fine . La Cristianità vinse .

        • Alessandro2 ha detto:

          Tant’è che siamo qui a parlarne, senza dovercene stare a sedere per aria cinque volte al giorno.

          • carlone ha detto:

            Vero , ma siccome abbiamo anche una storia dobbiamo anche ricordarci che ne i cristiani ne i mussulmani sono arrivati ad aver un egemonia gli uni sugli altri , semplicemente perché al loro interno sono sempre stati divisi vedi Lepanto dove i francesi non intervengono perché in lotta con gli spagnoli e sopratutto in alleanza con gli ottomani , gli spagnoli hanno interesse affinché Venezia perda la sua influenza nel Mediterraneo e hanno problemi più grossi con francesi ed inglesi e dall altra parte gli ottomani furono in guerra per secoli con I persiani amici degli Asburgo.
            Il disastro fra i vari popoli che professano un unica fede non permette l egemonia di una sull altra.

          • Sherden ha detto:

            Ah Carlo’, ma alla fine Cipro com’è rimasta?

        • Carlone ha detto:

          Una fine lunga passando per Vienna e la sconfitta nel primo conflitto mondiale dell alleato germanico.

      • Massimiliano ha detto:

        Visto? Come volevasi dimostrare Carlone non ha capito. Era scontato. Ps. Se darmi del gonzo la fa stare bene continui pure, non solo non mi offende ma mi rende felice constatare la sua pochezza e la sua malafede… saluti. Massimiliano

  • Pensierominimo ha detto:

    Che assennato articolo, caro Super Ex! Si dice che San Pio V, affacciatosi alla finestra esultasse gridando: «Abbiamo vinto, abbiamo vinto!». Che bellezza, che racconti edificanti!
    Il nostro, invece, ogni volta che si affaccia lo fa gridando
    il contrario: “accogliamoli, accogliamoli!”
    😱

  • laura cadenasso ha detto:

    Da tempo non leggevo parole tanto belle. GRAZIE

  • TITTOTAT ha detto:

    Il rosario del 7 ottobre a Santa Maria Maggiore so che è patrocinato direttamente da Bergoglio, Esso ha invitato Radio Maria a recitarvi il Rosario, quindi chi va a Santa Maria Maggiore deve sapere che si prega per liberare Bergoglio dagli assalti dei diavoli tradizionalisti, perché Maria sostenga il sinodo, perché Maria aiuti il papa a portare a compimento il disegno del Papa. Ci stiamo combattendo a colpi di rosari, qual è quello dalle giuste intenzioni?

  • Marco Matteucci ha detto:

    Caro Super Ex approvo in pieno la sua decisione di boicottare il rosario indetto da Bergoglio per il 7 ottobre.
    Certo che potrebbe essere uno spasso assistervi, pensi lei, un rosario per metà tutti in piedi (in ossequio al papa) e per il restante comodamente seduti (in ossequio a madre terra)!
    Penso che possa essere un evento degno di essere annoverato negli annali della storia della chiesa, infatti non si ha traccia, nel corso di tutta parabola del cristianesimo, di un papa re che si sia sempre ostinatamente rifiutato d’inginocchiarsi davanti al Sacro.
    Penso che l’assistervi per molti potrebbe essere uno spasso! Di sicuro assai meno per Coloro che vengono chiamate in causa, dalla Santa Vergine Maria alla Santissima Trinità.

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Lepanto fu proprio un miracolo; i comandanti delle flotte spagnola, savoiarda, pontificia, veneziana, toscana e maltese questionarono quasi fin alla vigilia della battaglia, che poi, come Dio volle condussero disciplinatamente fino alla vittoria. Vorrei rivolgere un pensiero ai fanti sardi del “Tercio de Cerdegña” che, imbarcati sull’ ammiraglia di Giovanni d’ Austria, andarono all’ arrembaggio della ammiraglia turca !
    (ah, dimenticavo Genova, ma questa e’ un’ altra storia…italiana )

    • wp_7512482 ha detto:

      Cattivo…

      • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

        Iginio e’ piu’ cattivo di me, mi nega le glorie avite… ( dai venivano dall’ isola, si erano sicuramente sardizzati ). Per farmi perdonare dal padron di casa, ricordero’ gli enormi, e misconosciuti, meriti dei condottieri genovesi per proteggere i convogli spagnoli dai corsari inglesi, il piu’ grande dei quali fu Giglielmo Spinola. L’ idea che gli spagnoli subissero lo strapotere inglese sui mari e’ una, meravigliosamente ben costruita, bisogna ammetterlo, leggenda.

    • Iginio ha detto:

      Non è detto che fossero sardi. I tercios erano stanziati nei vari domini spagnoli ma non necessariamente erano composti di uomini originari dei luoghi.

  • Adriana ha detto:

    Louis de Wohl , simpatico il riferimento a un coltissimo
    non-correct che combattè con mezzi spirituali contro il nazismo .

  • Iginio ha detto:

    Caro Tosatti, il sinodo amazzonico è filonazista. I nazisti rifiutavano il Cristianesimo perché per loro contavano solamente il suolo e il sangue ariani e non le contaminazioni orientali. I sinodali amazzonici dicono che le culture indigene sono incontaminate e pure e vanno lasciate così nella loro perfezione. E’ esattamente il medesimo ragionamento.
    Faccia circolare questa evidente osservazione, la prego.

    • TITTOTAT ha detto:

      C’è qualcosa che sta illuminando le menti. L’ altro giorno si discuteva, tra amici, sull’ipotesi che il clero tedesco fosse interessato all’amazzonia perché hanno legami con le colonie naziste rifugiatesi là dopo la WWII, così come l’ argentino Hitler in cerca di nuovi miti in sud America. Ipotesi farlocche?

      • deutero.amedeo ha detto:

        Imagination is More Important than Knowledge (Albert Einstein) . Non c’è limite alla fantasia e pertanto non c’è limite alle ipotesi. Il difficile viene dopo, quando si deve dimostrare che siano vere .