ABUSI IN VATICANO. VIGANÒ HA DETTO LA VERITÀ ANCHE SU QUESTO.

19 Settembre 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, nei giorni scorsi si è molto parlato sui giornali del fatto che la Procura Vaticana aveva rinviato a giudizio un sacerdote e il rettore del pre-seminario dove vivono a due passi da Santa Marta i “chierichetti del papa”. I provvedimenti datano dal 16 e 17 settembre. Notizia interessante, perché conferma, ancora una volta, l’ennesima, che l’arcivescovo Carlo Maria Viganò racconta cose vere. Infatti qualche mese fa l’’ex Nunzio negli Stati Uniti concedeva un’intervista al Washington Post, e in riferimento al Summit sugli abusi svoltosi in Vaticano a febbraio, e alla real volontà del vertice di combatterli, si diceva molto scettico, dando due esempi; il primo riguardava l’attuale Sostituto alla Segreteria di Stato, Pena Parra. Il secondo era questo, che però il Washington Post ha deciso di non pubblicare (come peraltro il precedente). Diceva Viganò:

§§§

Si dice che il primo sia accaduto all’interno delle stesse mura del Vaticano, al Pius X pre-seminario, che si trova a pochi passi dalla Domus Sanctae Marthae, dove vive papa Francesco. Quel seminario forma i minori che servono come chierichetti nella Basilica di San Pietro e nelle cerimonie papali.

Uno dei seminaristi, Kamil Jarzembowski, un compagno di stanza di una delle vittime, afferma di aver assistito a dozzine di episodi di aggressione sessuale. Insieme ad altri due seminaristi, ha denunciato l’aggressore, prima di persona ai suoi superiori pre-seminario, poi per iscritto ai cardinali, e infine nel 2014, sempre per iscritto, a papa Francesco stesso. Una delle vittime era un ragazzo, presumibilmente abusato per cinque anni consecutivi, a partire dall’età di 13 anni. Il presunto aggressore era un seminarista di 21 anni, Gabriele Martinelli.

Quel pre-seminario è sotto la responsabilità della diocesi di Como ed è gestito dall’Associazione Don Folci. Un’indagine preliminare fu affidata al vicario giudiziario di Como, don Andrea Stabellini, che trovò elementi di prova che giustificavano ulteriori indagini. Ho ricevuto informazioni di prima mano che indicavano che i suoi superiori hanno proibito che continuasse le indagini. Egli stesso può testimoniare per se stesso, e esorto ad andare a intervistarlo. Prego che troverà il coraggio di condividere con voi ciò che ha così coraggiosamente condiviso con me.

Insieme a quanto sopra, ho appreso come le autorità della Santa Sede si sono occupate di questo caso. Dopo che le prove furono raccolte da don Stabellini, il caso fu immediatamente nascosto dall’allora vescovo di Como, Diego Coletti, insieme al cardinale Angelo Comastri, vicario generale di papa Francesco per la Città del Vaticano. Inoltre, il cardinale Coccopalmerio, allora presidente del Pontificio Consiglio per i testi legislativi, che è stato consultato da don Stabellini, lo ha fortemente ammonito di interrompere le indagini.

Potreste chiedervi come è stato chiuso questo caso orribile. Il vescovo di Como rimosse don Stabellini dalla carica di vicario giudiziario; l’informatore, il seminarista Kamil Jarzembowski, fu espulso dal seminario; i due compagni seminaristi che si erano uniti a lui nella denuncia lasciarono il seminario; e il presunto violentatore, Gabriele Martinelli, è stato ordinato sacerdote nel luglio 2017. Tutto questo è accaduto all’interno delle mura vaticane, e non ne è uscita una parola durante il summit”.

§§§

Ma, comunque, il Vaticano è arrivato buon terzo, dopo la denuncia di Viganò e la giustizia civile, come ormai sembra prassi. Infatti Il Messaggero dell’8 agosto scriveva:

“Violenza sessuale con l’aggravante dell’abuso di autorità. La procura di Roma è pronta a chiudere le indagini nei confronti di Don Gabriele Martinelli. Le accuse mosse dagli investigatori, nei confronti del sacerdote 26enne riguardano presunti episodi di abusi avvenuti dentro la Città del Vaticano. La vittima è un seminarista del Preseminario San Pio X che ospita i chierichetti che prestano il servizio liturgico nella Basilica di San Pietro con il Papa. «Il Preseminario – come è scritto nel sito internet- accoglie ragazzi della scuola media».

Ebbene lo stesso Don Martinelli, adesso è un sacerdote, era un seminarista. Tuttavia rispetto alla vittima, all’epoca delle presunte violenze, rivestiva un ruolo superiore. Una sorta di capo classe. Martinelli avrebbe sfruttato questa sua posizione per imporsi nei confronti dell’altro seminarista. Da qui l’ipotesi dell’aggravante dell’abuso di autorità. Un’inchiesta delicata portata avanti dai carabinieri e dal pubblico ministero Stefano Pizza. Gli inquirenti hanno potuto lavorare a questo caso, su episodi che riguardano uno stato straniero, anche in virtù di una serie di accordi che derivano dai Patti Lateranensi.

Gli episodi indicati nella denuncia, sporta dal seminarista, riguardano casi di violenze che si sarebbero consumati intorno al 2012. Tuttavia la vittima ha accusato Don Martinelli di averlo molestato anche in anni precedenti. Quando entrambi erano minorenni, tanto che anche la procura dei minori ha aperto una fascicolo (a carico di ignoti) per fare piena luce sul caso. Oltre alla giustizia italiana si sarebbe interessata del caso anche quella Vaticana. Intanto Gabriele Martinelli, il 10 giugno del 2017, è stato ordinato sacerdote per la diocesi di Como”.

§§§

E comunque chi si occupa di abusi, come la Rete, https://retelabuso.org/2018/07/28/don-martinelli-mai-sospeso-la-finta-tolleranza-zero-di-papa-francesco/, ha i suoi motivi per condividere lo scetticismo di Viganò. Anche perché, come scriveva sempre Il Messaggero, i parametri utilizzati non sembrano gli stessi per tutti:

Pedofilia, la tolleranza zero di Papa Francesco manca di trasparenza…

Il secondo caso affiorato è quello di un ragazzino milanese abusato sessualmente da un prete, don Mauro Galli, condannato nel 2018 da un tribunale civile a 6 anni e 4 mesi di reclusione. Un caso di insabbiamento da parte dell’attuale arcivescovo di Milano che, a suo tempo, aveva ammesso davanti alle autorità italiane di essere stato a conoscenza del caso ma di avere agito in quel modo. Probabilmente per non creare scandali. Fatto sta che la mamma, Cristina Battaglia, cattolica praticante, cerca disperatamente giustizia dalla Chiesa e dopo avere scritto a Papa Francesco durante il summit sulla pedofilia (senza mai avere avuto risposta), ha accusato anche il presidente della Cei, Bassetti di essere un «bugiardo», di non voler intervenire per smascherare un caso di insabbiamento. Naturalmente anche a Bassetti aveva inviato a più riprese la documentazione su suo figlio (che ora ha una ventina d’anni).

L’ultimo passaggio è risultato terribile per tutta la famiglia del ragazzo abusato e riguarda una frase di Bassetti – durante una conferenza stampa – ha pronunciato, affermando di non conoscere affatto quel caso quando, invece, a lui erano arrivati tutti i fascicoli e le lettere di mamma Cristina. Siccome questa signora è una donna coraggiosa, ha inviato di nuovo tutte le vecchie lettere a Bassetti, ricevendo in cambio una risposta «raggelante». A una mamma con il cuore spezzato, il cardinale è riuscito a trovare solo parole burocratiche, terminando la missiva con un le «invio un cordiale saluto», come se fosse una lettera commerciale, ma senza assicurare nemmeno nessun contatto umano (come del resto il cardinale Bassetti assicurava di voler fare).

Di fatto il caso Delpini è chiaro per tutti che resta avvolto da una nuvola di mistero e di scarsa trasparenza sul perché la Chiesa di Papa Francesco non voglia prendere alcun provvedimento nei confronti di un vescovo che ha insabbiato, come invece è stato fatto altrove (Cile, Irlanda, Francia, Stati Uniti).

§§§

Vi alleghiamo alcuni link agli articoli che troverete di sicuro interessanti. Buona lettura.

https://www.ilmessaggero.it/primopiano/vaticano/vaticano_pre_seminario_chierichetti_papa_abusi_molestie_comastri_lettere_anonime-3383213.html

§§§

https://www.ilmessaggero.it/roma/news/molesta_seminarista_sacerdote_don_gabriele_martinelli_violenza_sessuale-4664502.html#

§§§

https://www.ilmessaggero.it/vaticano/pedofilia_delpini_sepe_papa_francesco_abusi_vittime_insabbiamento-4573602.html

§§§




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

72 commenti

  • Alessio ha detto:

    Salute a lei Tosatti. Mi duole comunicarle che la vicenda narrata da Viganò è un po’ più complessa e tutt’altro che a sfavore del Papa.
    Il prete era stato indagato nel 2013 e scagionato nel 2014.
    Ordinato prete nel giugno 2017.
    Nuovi elementi dal papa a novembre 2017 e sospensione del prete.
    Nuova indagine diocesana delegata dal papa conclusa a maggio 2018 con invio atti in Vaticano.
    Istruttoria del promotore di giustizia e adesso rinvio a giudizio, previo provvedimento del papa di rimozione delle cause di improcedibilità.
    Un caro saluto.

    PS dica a Viganò di intervenire prima che si sia attivato il Papa, non sempre dopo….

  • Nicola B. ha detto:

    Per Il Veritiero. In ogni caso anche se fosse vera la storia dell’ammanco di milioni di euro dalle casse dell’ordine ( gestite dai laici e non dai frati……) PERCHÉ DISTRUGGERE I FRATI( che dunque non c’entrano niente) E NON METTERE SOTTO INCHIESTA SOLO I LAICI ? La logica dice questo. Non si butta via l’acqua sporca con tutto il bambino.

    • Il veritiero ha detto:

      Si, ma la storia é tutta strana, non si capisce chi dice la verità e chi mente. I frati dono tutti convinti che il commissario è un giusto e il fondatore no.
      Ma io credo che a questo punto che non sono informati in manieta adeguata. Penso siqno ingannati con mezze vrrita.
      Però è paradossale che tutti gli esterni all’ordine inveiscono contro il commissariamento e invece gli interni all’ordine lo benedicono.

      • wp_7512482 ha detto:

        Non so chi la informa, ma non credo proprio che sia così. Anzi il contrario esatto. Ne è prova, fra l altro il fatto che dopo 6 anni -sei anni – non indicono il capitolo. Penso che lei abbia informazioni sbagliate.

        • Il veritiero ha detto:

          Ma infatti quello che penso io è che a questi frati non dicono la verità, sono ingannati. A me lo hanno detto gli stessi Francescani dell’immacolata, erano 6-7 e uno mi spiegava la situazione e gli altri non sono intervenuti per smentire. Loro davvero sono convinti che è così. ( c’è da considerare che internamente sono divisi in 2 fazioni, probabile che sono incappato nella fazione che ha scatenato il commissariamento per il vetus ordo )
          Il capitolo Generale lo dovrebbero indire entro 1 anno.
          Pero da ciò che mi hanno detto il commissario continuerà ad avere un potere congiunto insieme al generale ( cioè il commissariamento continua anche con l’elezione del nuovo generale )
          Da quello che ho appreso ora si scatenerà un altra tempesta all’interno dell’ordine e molti altei Frati lascieranno. Da ciò che ho appreso il commissario prima di indire il capitolo generale “cambierà lo statuto dell’ordine e le regole dell’ordine”, e molti frati non lo accettano perché loro sono entrati apposta in questp ordine per le sue regole. E a questi Frati è già stato risposto che ” chi non é contento può tranquillamente cambiare ordine, e vi diamo una mano noi ad essere accettati dai futuri ordini nel quale volete andare”.
          Questo è tutto quello che ho appreso.

  • Paolo ha detto:

    Permettetemi di puntare su capolavoro d’iniquità postconciliare, su Jorge Bergoglio. Seguente video su link è più che chiaro.
    Francis Bergoglio and homosexualism http://vkpatriarhat.org/en/?p=16862
    Il video è per ora in inglese, ma credo che tra qualche giorno ci sarà in italiano.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Con grande dolore devo dire che è una cosa buona ricordare come i Pastori attuali (NON TUTTI!) siano caduti in basso: omosessuali, spesso pedofili, mafiosi nel modo di fare.
    Le vittime vengono cacciate e i pedofili vengono fatti sacerdoti, le indagini vengono insabbiate e chi sa, nega.
    Questi sono TUTTI per i MIGRANTI e tutti fans di Papa FRANCESCO. Sara un caso?
    Forse non a caso i viziosi si “rifanno” con l’accoglienza dei migranti: si mettono la coscienza a posto.
    Come quei cristiani che, dopo essere stati con una escort, o aver incassato una mazzetta, fanno 50 euro di elemosina!
    Occorre ricordare questi abomini come occorre ricordare l’Olocausto, perché non si ripeta, tanto più che i fatti sopra riportati sono accaduti durante questo pontificato e perciò recentissimi.
    E il Papa? Parla di tolleranza zero riguardo gli abusi, ma tollera che Bassetti, Delpini, Maradiaga… non chiariscano in modo convincente le accuse rivolte a loro.

    • Milli ha detto:

      Le dichiarazioni di Bergoglio sono utili per tranquillizzare i grulli che ci credono. Ciò che contano sono i fatti e questi raccontano un atteggiamento ben diverso.

  • Nicola B ha detto:

    Una storia che ho scoperto per caso spigolando su internet. Come sappiamo i Frati Francescani dell’Immacolata fatti a pezzi, manganellati e distrutti come Ordine insieme al loro fondatore e sopratutto senza un capo di accusa. E questo ex sacerdote invece espulso perché a suo tempo divenne PARLAMENTARE DELLA SINISTRA ora riammesso alla grande dopo una vita ( e senza avere abiurato alle sue idee comuniste ovvio ). È il paradigma della Nuova Chiesa 2.0 bellezza , e tu non ci puoi fare niente, niente. avrebbe detto oggi Humphrey Bogart ( parafrasando il suo celebre ” è la stampa bellezza e tu non ci puoi fare niente, niente. )

    http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/09/18/eugenio-melandri-torna-a-dire-messa_3c609acc-58dd-49b2-859b-cbcf36ba7309.html

    https://it.m.wikipedia.org/wiki/Eugenio_Melandri

    https://www.toscanatoday.it/l-incontro-con-francesco-di-un-ex-prete-ed-ex-deputato-di-democrazia-proletaria-di-eugenio-melandri

    https://youtu.be/u3WpqsgTXUQ

    • Il veritiero ha detto:

      Non é esattamente così come dici sui frati dell’immacolata.
      Anche io pensavo così, invece ho letto le carte e ho scoperto che i Francescani dell’Immacolata sono stati commissariati sotto papa Benedetto XVI nel 2012. Commissariati anche giustamente direi, da ciò che mi risulta c’è stato un grande ammanco finanziario dai soldi delle missioni in Africa, se la cifra che mi hanno detto è esatta si parla di 35 Milioni di euro.
      In più sembra che molti beni dell’ordine sono stati intestati a una società di benefattori, in questa società di benefattori risultano anche i parenti del fondatore… ora non si sa esattamente se questa mossa é stata fatta per “proteggere i beni dell’ordine” oppure per altri motivi. In più nello statuto dei Francescani dell’Immacolata il fondatore aveva messo una regola dove chiedeva ai frati l’obbedienza totale e indiscussa su tutto. Molti hanno perso la fede, loro facevano una vita talmente povera che non avevano nemmeno il cibo e i riscaldamenti e quando sono venuti a scoprire queste storie di Milioni di euro da parte del fondatore hanno perso la fede e hanno abbandonato l’ordine ( alcuni sono andati nell’ordine dei Lefrebriani, altri hanno lasciato del tutti l’abito )
      Poi una volta che avevano già il commissariamento in casa già dal 2012, Sotto Bergoglio é scoppiata una contesa interna fra i tradizionalisti e i più innovatori, i tradizionalisti imponevano solo messa vetus ordo, preghiere solo in Latino, 5-6 ,ore di preghiera fissa al giorno, addirittura si in quaresima interrompono il sonno e si alzano a 1.00 di notte a pregare per penitenza.
      Allora ce stato questo scontro interno fra queste 2 fazioni e il commissario si è ritrovato a dover mettere mano anche su questo aspetto dell’ordine.
      Ora il commissariamento sta finendo, però il commissario prima di lasciare ritocchera’ lo statuto dell’ordine e cambierà alcune regole e continuerà ad accompagnare il nuovo generale xhe verrà eletto democraticamente nell’ordine ( ma già si preannunciano nuovi abbandoni a causa del cambiamento dello statuto )
      Queste sono tutte le informazioni e testimonianze che sono che sono riuscito a raccogliere (1) leggendo le carte del commissariamento del 2012 (2) parlando con persone interne all’ordine in presenza di circa 6-7 persone dell’ordine e nessuno ha smentito ciò che mi é stato detto riguardo la storia dei soldi e dei benefattori e riguardo il cambiamento dello statuto.
      A meno che non mi hanno mentito ( ma non credo xhe i sacerdoti e frati mentono…. possono sbagliare, ma mentire no )
      Poi sembra che il fondatore ha vinto la causa, ma questo non vuol dire che ha ragione. ( come voi ben sapete se io prendo un vecchio moribondo e mi faccio intestare tutti i suoi averi, per la legge io ho ragione….anche se ho commesso una cosa spregievole in un tribunale vinco )

    • Il veritiero ha detto:

      Faccio una precisazione su quello che ho scritto suo Francescani dell’Immacolata: su un articolo ho letto che sono tutte calunnie e che i parenti del fondatore addirittura hanno vinto una causa per diffamazione e addirittura un giudice dice che il commissariato ha violato ripetutamente il diritto canonico : “Quello che ho scritto è quello che si dice all’interno dell’ordine e i fogli che hanno appesi nella bacheca”.
      Loro sono veramente convinti che le cose stanno così, loro difendono il commissario addirittura e sono convinti che il fondatore non era una brava persona ”
      La verità dove sta?
      Pero una cosa è sicura, sono stati commissariati già nel 2012 sotto Benedetto. I fogli portavano quella data.

  • LucioR ha detto:

    A Elisa che ha chiesto qualcosa su Enzo Bianchi.

    Alcune perle di Enzo Bianchi:

    1 – «Gesù invece non si è mai definito Dio» (Omelia a Sant’Ambrogio, Milano, 8/4/2011)

    Evidentemente non ha mai letto il Vangelo di Giovanni:
    «“Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto”. Gli disse Filippo: “Signore, mostraci il Padre e ci basta”. Gli rispose Gesù: “Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: ‘Mostraci il Padre’? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me?”» (Giov 14, 7-10)

    2 – «Gesù è stato uomo, uomo come noi, depotenziato del divino e soggetto dunque alla nostra limitata condizione mortale. Sì, Gesù ha vissuto la sua esistenza terrena quale uomo povero e fragile, esattamente come gli uomini con cui entrava in relazione; il Figlio è entrato nella storia come uomo, pienamente uomo» (Stessa omelia – vedi sopra)

    La Natura divina? Cancellata.

    3 – «Chi deifica Gesù sulla terra commette un errore» (Intervista di Gard Lerner ad Enzo Bianchi, La Repubblica, 24/12/10)

    4 – «Gesù era uomo, totalmente uomo» (stessa intervista di cui sopra)

    5 – «Noi cristiani proviamo la necessità di alzare il velo sulla relazione misteriosa che congiunge l’uomo a Dio, e raccontarci Dio attraverso l’esperienza medesima della carne umana. Ma non è vero che senza Cristo, cade Dio» (stessa intervista)

    Quindi senza Cristo abbiamo il Padre e lo Spirito Santo. La seconda Persona è sparita.

    6 – «non ci sono altri sacrifici che voglia il Signore se non l’offerta della nostra vita» (Omelia a Bose, 24/6/12)

    Eliminato quindi il Sacrificio dell’Altare (forse non ha tutti i torti dal momento che sono spariti gli altari).

    Ammesso che queste perle non siano eresie ma frasi equivoche, l’equivocità però è elevata all’ennesima potenza. Mi sembra un po’ troppo per dei poveri credenti che auspicano concetti chiari ed in linea con La Dottrina cattolica.

    • Riccardo ha detto:

      Queste perle sembrano ambigue se lette isolatamente. Se leggi le omelie che citi – come ho appena fatto io – il senso di capisce bene e non è eretico per niente. Bianchi segue l’impostazione orientale, soprattutto di San Massimo Confessore, che insiste molto sull’umanità di Gesù e non nega affatto la natura divina (anzi la afferma eccome: basta leggere). Nell’omelia, infatti, polemizza contro il docetismo che negava l’umanità di Gesù.

      Anche sul sacrificio ha ragione, infatti parla dei nostri sacrifici. Non del sacrificio di Gesù che si ripete sull’altare. Anche qui, rifacendoti a frasette estrapolate, non hai assolutamente capito cosa stesse dicendo.

      • LucioR ha detto:

        La pezza a colori abbaglia. Anche leggendo il contesto non appare quello che Lei dice. Quelle frasi spiccano come slogan troppo ripetutamente. Ma incominciamo dal numero 1. Il testo completo del periodo è:

        «Ora, nell’antichità molti uomini sono stati «deificati»: imperatori, eroi, figure carismatiche… Gesù invece non si è mai definito Dio, e la chiesa indivisa ha impiegato ben tre secoli per giungere a tale articolo di fede, nel Concilio di Nicea (325): «Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero». Gesù preferiva chiamarsi «Figlio dell’uomo», titolo enigmatico, ma capace di arginare possibili derive deiste; egli non voleva neppure essere confessato Messia, per evitare di essere identificato con un liberatore politico. Occorre dunque grande attenzione da parte nostra a non «deificare» Gesù troppo velocemente”».

        Anche nel testo completo la frase che avevo riportata è categorica senza alcuna possibilità di aggiustamento successivo («Gesù invece non si è mai definito Dio»), e che è errata l’avevo dimostrato con la citazione del Vangelo di Giovanni, cosa che Lei, come siete usi fare, si è guardata ben dall’osservare.

        Se prima avevo definita equivoca (per esser buoni…) la frase, leggendo tutto il passo l’accumulo sorprendente di aspetti equivoci uno dietro l’altro rischia davvero di far apparire eretico il rag. Bianchi.

        Il quale però è un furbone e viaggia sempre col paracadute. Infatti:

        Gesù è paragonato agli uomini dell’antichità che sono stati deificati. La conclusione è che non dobbiamo deificarlo «troppo velocemente». Evidentemente ci è concesso di deificarlo andando in bicicletta e non in Ferrari. Ma le espressioni strane, che potrebbe far apparire il nostro un po’… originale, svagato («non bisogna deificarlo “troppo velocemente”»), non sono inserite affatto da un personaggio singolare, imprevedibile nelle sue espressioni, ma lucidamente per mantenersi in bilico sul confine tra l’equivoco e l’eresia:

        «Io non ho detto che non bisogna deificarlo, ho detto che non bisogna deificarlo “troppo velocemente”».

        E che non bisogna deificarlo “troppo velocemente” lo dimostra il fatto che «la chiesa indivisa ha impiegato ben tre secoli per giungere a tale articolo di fede». Ne consegue che anche noi, non dovendolo deificare velocemente, dobbiamo impiegare tre secoli per farlo. Consegue anche il fatto che prima che la Chiesa abbia sancito con atto Ufficiale la Sua “deificazione”, tutti quelli che l’avevano deificato prima erano in errore; o addirittura che non era ancora Dio. in attesa che la Chiesa glielo concedesse, “deificandolo”.

        Guardi, mi fermo qui perché non è bello infierire.

        • ludovico ha detto:

          Questa è una sua interpretazione, peraltro del tutto distonica rispetto al testo. Nell’omelia si afferma chiaramente la natura divina di Cristo, ma si enfatizza la necessità di partire dall’umanità di Cristo per arrivare a comprenderne la divinità e non viceversa. E’ un problema di metodo – giusto o sbagliato che sia – ma non certo di definizione eretica. Il passaggio sul docetismo è un punto chiave per capire il senso del discorso: l’omelia è contro coloro che, con approccio docetista, enfatizzano a tal punto la divinità del Cristo sino ad annullarne la “componente” umana. Gli argomenti del ragioniere coincidono sostanzialmente con quelli sviluppati dalla patristica orientale che combattè contro il docetismo. Per questo parla di “deificare troppo in fretta”: non perché Cristo non sia Dio, ma perché il primo approccio con lui deve avvenire con la sua componente umana. Discutibile quanto si vuole, ma sicuramente non eretico.
          Probabilmente se lei avesse qualche base storica e teologica specifica capirebbe al volo certi discorsi; è comprensibile il suo fraintendimento.
          Sul fatto che Cristo non abbia mai detto espressamente “io sono Dio”, mi pare che lo attestino i Vangeli, uno dei quali, addirittura, è imperniato sul cd. segreto messianico. Le dichiarazioni più forti (es.: “mio Signore e mio Dio”) sono attribuite ad altri e sono l’effetto di una conoscenza progressiva che parte dell’umano e arriva al divino. In questo senso il ragionier bianchi ha ragione.
          Non gli do ragione nel mettere in relazione la tarda dogmatizzazione della duplice natura con l’assenza di dichiarazioni esplicite di Gesù: posto che la Chiesa ne ha confessato da subito la divinità (lasciando ai posteri solo di indagare meglio) l’argomento contraddice il fatto che parallelamente alle posizioni ariane si sono sviluppate proprio quelle docetiste che partivano dal presupposto che Cristo fosse (solo) Dio.

          All’altro amico che è intervenuto citando l’articolo dell’Isola di Patmos, suggerisco di fare come Padre Cavalcoli che si è staccato da don Ariel dopo che questi ha confessato la propria eresia negando l’infallibilità del Papa anche ricorrendone le condizioni. Diffidate da eresiologi a loro volta eretici.

          • LucioR ha detto:

            Non è un’interpretazione è un fatto.

            Bianchi dice che Cristo non ha mai detto di essere Dio. Il Vangelo di Giovanni dice che Cristo ha detto di essere Dio.

            Per Lei evidentemente è un’opinione che «le foglie in estate sono verdi», o addirittura una menzogna (ah… quanta ragione aveva Chesterton dicendo che sarebbe arrivato il tempo di negarlo… ed infatti è arrivato!)

          • Milli ha detto:

            Invece di fare tante dissertazioni , basterebbe recitare ogni tanto il Credo, no?

  • Nicola B. ha detto:

    O.T. ma di grande interesse e significato.

    https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2019/09/19/mattarella-rimpatri-sono-compito_avTg8aWmFxeoyHG8OiL2RP.html

    .Mattarella: ” i rimpatri sono compito della UE…..” Ovvero non espelliamo nessuno e ce li teniamo tutti insieme appassionatamente….

    Capito ?

  • Vigforse ha detto:

    Inutile. Cercate lo scontro. E’ gia’ uscito il film obbedienza perfetta. Il libro Sodoma che definisce il cardinal Burque con un curioso appellativo. Pure Ratzinger e’ citato. Volete distruggere la chiesa con il puritanesimo. Spero solo che su quel sant uomo di Viganò esca la verità immanente. Chissa’. Chi avrebbe detto dei conti IOR ora pare ci sia l archivio Dardozzi. Le foto del seminario di Saint Pollena sono online. Nomi di ecclesiastici, pure cardinali (groher mai sentito?).

    E’ vero esiste il non commettere atti impuri ma nel vecchio testamento. Pure NON RUBARE.

    Poi Gesù cerco’ di salvare tutto come papa francesco (non lui!!!) Titti gli altri prima!

    Io penso che come diceva Ratzinger nelle ultime pagine di introduzione al cristianesimo: la chiesa e’ orrenda. Quindi la misericordia di Dio fa sperare tutti. Ci possa salvare. Sto facendo occhio per occhio (si la bibbia lo permette) ma Cristo no.

    In quanto al caso MACIEL..forse e’ improprio usare quello uomo. PEECHE PEGGIO DWL MALATO? C E CHI LO FA ESERCITre.

    Quindi potreste pee conciliari sto e post….riunirvi nel chiedere pieta’ a Dio. Cio’ che papà Francesco predica. E mi stupisce che papà Francesco non tiri fuori MACIEL…un caso-tra l altro tra tanti – lui non era papa anche se fascista si.

    Ma queste cose penso le sappiate. Non replicate perché non volete vedere.

    PS: spero buche e Ratzinger querelino l autore di Sodoma

    https://youtu.be/VdePHukr9kk

    • Sherden ha detto:

      Perbacco, vabbe’ che qui c’è libero accesso, ma lasciare il fiasco prima?

    • benni ha detto:

      Tranquillo. Ratzinger ha le spalle grosse, avendo subito attacchi ben peggiori (ricordo il tentativo di incriminarlo per delitti contro l’umanità). Questa roba gli scivolerà addosso come una pioggerellina.
      Su Burke e sul film, vogliate tener presente che lo sponsor del film è quel Bannon che manovra i fili del sovranismo italiano e proprio per questo Burke ha sciolto qualsiasi rapporto con lui. Magari fateci una riflessione, visto che considerate il “sovranismo” come vangelo.

      • LucioR ha detto:

        Certamente ora Lei ci dirà “dove” e da “chi” è stato considerato il sovranismo come il Vangelo.

        Naturalmente “sovranismo” è uno dei tanti termini utilizzati per demonizzare quella ormai ampia fascia di popolazione che non si piega al destino di diventare sudditi di Organizzazioni extranazionali, in opposizione ai servi di queste Organizzazioni che oggi stanno al governo senza aver ricevuto alcun mandato dal popolo attraverso legittime votazioni.

        Si può non essere tifosi del “sovranismo”, usiamo pure questa parola, ma non c’è dubbio che è molto più dignitoso di un calabraghismo nei confronti di potenze estere. (Le sta piacendo la nuova invasione via mare?)

        • auxilium ha detto:

          A me sembra che siano i sovranisti a definirsi sovranisti. Che poi facciano largo uso di simbologie cristiane, abbazie, argomenti giudaico-cristiani, rosari ecc ecc, penso sia sotto gli occhi di tutti.

          • LucioR ha detto:

            No, guardi, risponda a tono: CHI HA CONSIDERATO IL SOVRANISMO COME IL VANGELO?

            Poi mi pare che Lei sia Musulmano o Induista o faccia Lei, visto che ha tanto ribrezzo del Rosario (ma forse è solo un Bergoglioso dal momento che il suo capo chiama sgranarosari i Cattolici), e delle “simbologie cristiane”.

            O, al contrario, Lei ha l’esclusiva dell’uso del Rosario ecc. e quindi i “sovranisti” non possono usarlo?

    • Vglforse ha detto:

      Avere tendenze omosessmuali non e’ peccato. Anzi una dura croce. Certo in Vaticano c era una lobby gay, non dal concilio e questo e’ unistero! Perché il sacerdozio attirava i gay? Mi riferisco alla articolo di gnocchi agli “anticristi nella chiesa di Cristo).
      Il resto son solo ipotesi. Cioe’ che una persona diventi ricattabile.
      Benedetto e’ un uomo all antica e un santo. Non voglio di nulla su di lui. Ne su altri, che invece son gay.
      Stop. Mi dispiace l intervento sconclusionato. Avevo capito che Vigano’ insisteva ancora. Invece era una puntualizzazione di Tosatti. Mons Charamsa….non ha mai scritto certe cose. Poi si tratta di un uomo innamorato e,xquando uno e’ innamorato perde la testa. Non mi sembra uno sporcaccione ,vino che fa’ la doppia vita: confuso però si! In quanto a Maciel….dovremo avere molta misericordia PER NOI TUTTI. Non possiamo fare a gara di moralismi. Ratzinger l ha trattato meno duramente di come e’ stato trattato MC karrick. Perché era vecchio. Inoltre ha fatto santo Wojtyla veloce forse perché non uscissero prima certe cose.

      La chiesa e’ il rifugio dei peccatori pentiti DA SEMPRE.I farisei non hanno bisogno di Cristo.

    • Vigforse ha detto:

      Verranno da oriente a occidente e siederanno al banchetto di Dio

      Il figlio dell’ uomo e’ venuto per salvare chi era perduto

      (Noi oggi vediamo confusamente, come in uno specchio, ma quando verra’ Colui che deve venire, vedremo faccia a faccia.
      Tutto sparira’ tranne la carita’. La carita’ non avra’ mai fine) san paolo (cit a memoria)

      PS: ho peccato gravemente lasciando andare la mia lingua giudicando il prossimo
      Per questo sarò giudicato.
      Ma se non l ho fatto apposta, se non c era pieno consenso e deliberata avvertenza, lo può sapere solo Dio (e al limite io….).
      Lascio un messaggio di speranza. In memoria di Nadia Toffa che ci disse: DIO MON E’ CATTIVO.

      http://www.radiosound95.it/cino-tortorella-non-abbiate-paura/

  • auxilium ha detto:

    Salve dott. Tosatti, non avevamo dubbi che mons. Viganò dicesse il vero: infatti ha riportato ciò che aveva scritto Gianluigi Nuzzi tre anni fa :-))

  • Il veritiero ha detto:

    X LA CONGREGAZIONE DEL CULTO DIVINO E LA DISCIPLINA DEI SACRAMENTI.

    Sempre se il dott.Tosatti lo consente:
    Colgo l’occasione di fare questa denuncia pubblicamente nella speranza che la congregazione preposta agisca e metta fine a una situazione più che oltraggiosa per la dignità del SS. Sacramento e per il reiterare di Abusi Liturgici.
    Nella Diocesi di Firenze è sorta una comunità che ha radici nel “Convento Santa Lucia in Castellina” ma ha ramificazioni per tutta la Toscana, (Prato-Firenze-Sesto) che dicono di essere Cattolici perché il loro fondatore era un sacerdote Cattolico, ma di fatto sono vere e proprie “SETTE” che rifiutano il Diritto Canonico e nel quale L’ABUSO LITURGICO è all’ordine del giorno; anzi non solo è all’ordine del giorno, ma é diventata la regola.
    Colgo l’occasione per denunciarne una, sperando che il Card. SARAH che é preposto alla congregazione del culto e disciplina dei sacramenti legga e intervenga.
    IN UN CONVENTO DI FIRENZE ( Sesto Fiorentino ) che si Chiama “Santa Lucia in Castellina” avvengono strane cose e oltraggi alla dignità del santissimo sacramento. Gli abusi liturgici non sono semplicemente all’ordine del giorno; ma sono diventati una vera e propria regola.
    (1) Bambine di 16 anni che danno la comunione contro il diritto canonico che dice che bisogna avere almeno 25 anni per essere ministro straordinario della comunione, e che non deve essere scelta una persona che può suscitare scandalo nei fedeli.
    (2) abuso sproporzionato del ministro straordinario della comunione; vengono eletti 2 ministri straordinari della comunione a fronte di appena 30 fedeli presenti, e il sacerdote si mette seduto e lascia fare loro. Il diritto canonico dice che il ministro deve “accompagnare e aiutare il sacerdote”, non che il sacerdote si mette seduto; e il ministro straordinario deve essere nominato se c’è una reale necessita, se ci sono 200 persone e non si nominano 2 ministri straordinari per appena 30 persone a messa.
    (3) il sacerdote spesso invece di consegnare la comunione dalle sue mani ai fedeli, appoggia la pisside con le ostie consacrate sull’altare e i fedeli prendeno il corpo di cristo direttamente con le loro mani dalla pisside e intingono nel calice l’ostia, tutto con le loro mani, mentre il sacerdote seduto li guarda e la pisside é sull’altare alla mercé dei fedeli. ( che se c’è uno mentalmente instabile può tranquillamente profanare il SS Sacramento sputandoci sopra o lanciandolo in terra ).
    (4) in alcune occasioni specialmente la domenica i laici che fanno da ministro straordinario dispensano il corpo di cristo in vestiti oltraggiosi per l’importanza del momento; in quanto salgono sull’altare e dispensano la comunione vestiti in maniera folcrolistica ” vestiti da Dante Alighieri, vestiti da Emiri Arabi, Vestiti da contadinelle”. E sono anche convinti che stanno facendo una cosa carina, non si rendono conto che stanno violando il diritto canonico e che stanno oltraggiando la santa eucarestia, il santo sacrificio di Gesù cristo che si compie sull’altare.
    (5) Recitano pubblicamente preghiere di intercessione non autorizzate e non approvate dalla chiesa per i loro 3 fondatori ,dentro la chiesa prima della Santa Messa venerano pubblicamente questi fondatori del quale ganno chiesto la causa di beatificazione che “ovviamente è state respinta”. Ma loro continuano a fare queste preghiere ugualmente, le facevano sia prima di inoltrare la richiesta di beatificazione e continuano a farle anche ora che è stata respinta.
    (6) Chiunque si trova a essete costretto a partecipare alla Santa Messa per questioni di territorio o vicinanza dall’abitazione ” È costretto ad accettare i loro abusi liturgici oppure viene mandato via dalla comunità o viene trovato il modo di farlo andare via di sua spontanea volontà tramite opere di manipolazione psicologica ( quindi o fai come dicono loro oppure te ne vai..ricordo che la chiesa è un posto pubblico )
    (7) gli appartenenti a questa comunità/setta insegnano ai loro figli che devono trovarsi fidanzate e mogli sempre all’interno della loro comunità e se dovessero trovarla esternamente devono farla entrare mella comunità.
    E MI FERMO QUI, PERCHÉ CI SONO ANCHE ALTRI PARTICOLARI AL DI FUORI DELLA LITURGIA, MA INIZIAMO AD ANDARE A VIOLARE ANCHE IL PROTOCOLLO PER PER LA TUTELA DEGLI ABUSI SUI MINORI E SUGLI ADULTI VULNERABILI

    TI PREGO CARDINALE SARAH, INTERVIENI.
    “Convento Santa Lucia in Castellina” Diocesi di Firenze ( comunità LA FAMIGLIA di Sesto Fiorentino.

  • deutero.amedeo ha detto:

    L’equivoco nasce tutto dal fatto che l’Argentino ha iniziato il suo pontificato parlando dell’año santo .

    • deutero.amedeo ha detto:

      Poveretti che colpa ne hanno se hanno capito male?

      • GIORGIO VIGNI ha detto:

        Poveretti, almeno avessero capito “agnello”, diminutivo, santo.

        G.Vigni

        • deutero.amedeo ha detto:

          Le inavvertenze chi le discerne?
          Assolvimi dalle colpe che non vedo.
          (Salmo 19(18) , 13).

          Poveretti, hanno sbagliato, come i crocifissori di Gesù . E anche noi diciamo: Padre perdona loro perchè non sanno quello che fanno.

    • Il veritiero ha detto:

      Questa é la battuta migliore che ho sentito negli ultimi 6 anni.
      Questa é alta classe. Questa è poesia, Qui si parla di Quasimodo e Leopardi. Se capiterà occasione la reciclero’ più che volentieri

  • Marco Matteucci ha detto:

    Questo è un vaso di Pandora molto pericoloso anzi devastante, da scoperchiare, per il semplice motivo che coloro che doverebbero denunciare gli abusi sono legati a filo doppio, quando non addirittura complici, di coloro che queste nefandezze le hanno sempre commesse e continuano indisturbati a commetterle.
    Sarebbe come se Bergoglio affacciandosi alla finestra che da su San Pietro una Domenica mattina all’Angelus esordisse con:
    Cari fratelli e sorelle buongiorno, vi devo comunicare che io credo che Gesù Cristo non sia il Figlio dio fatto uomo, l’espressione latina: “Verbum Caro factum est” è stata mal tradotta, allo stesso modo della preghiera del Padre Nostro, del resto a quei tempi i registratori non c’erano,
    Gesù – come correttamente scrive il grande teologo Enzo Bianchi – è stato un grande profeta e un grande uomo, ma certamente non il Figlio di Dio, nato da Maria un’umile donna, l’ultima ruota del carro,che come Giuseppe ha dovuto combattere il peccato, dalla loro unione carnale è nato il Gesù di Nazareth, il loro primogenito. malauguratamente morto sulla Croce, come correttamente afferma e scrive il grande teologo Enzo Bianchi.
    Personalmente credo anche che l’Anima non possa essere immortale e che professare l’esistenza di un Dio Cattolico sia una madornale sciocchezza, poiché ogni religione, dal Voodoo al Cristianesimo, è ben voluta da Dio.
    Quindi, a scanso di equivoci, mi dichiaro eretico e detesto l’idea di una Chiesa Santa, Cattolica e Apostolica Romana.
    Non dimenticatevi di pregare per me … buon pranzo!

    • Marco Matteucci ha detto:

      … E ARRIVEDERCI

      • Marco Matteucci ha detto:

        Chiedo scusa per tutti gli errori commessi e in modo particolare per aver citato 2 volte Enzo Bianchi, sebbene (Melius est abundare quam deficere). Intendevo : “come correttamente fa intendere il Concilio Vaticano II°”

    • Elisa ha detto:

      Sul serio Enzo Bianchi sostiene che Gesù non è il figlio di Dio? O é solo una tua battuta?

      • auxilium ha detto:

        E’ semplicemente frutto della manipolazione di una sua frase di qualche anno fa. Qualcuno l’ha decontestualizzata per sostenere che il ragionier Bianchi è un “neoariano”, poi don Minutella ha sviluppato il tema e ora i suoi adepti ripetono lo slogan su internet.

        • Marco Matteucci ha detto:

          Se ti piace Enzo Bianchi te lo lascio volentieri, anzi sono disposto a farti pure uno sconto: BIANCHI+BERGOGLIO+SOSA (bundle, all in one)

          • auxilium ha detto:

            Non ho detto che mi piace, ma semplicemente che qualche caprone ha manipolato alcune sue affermazioni. In generale, non mi piacciono gli uomini, quindi passo volentieri la palla a lei.

        • Il veritiero ha detto:

          No, non è manipolazione. Enzo Bianchi parla e insegna volutamente in maniera non chiara ed equivoca, proprio come Bergoglio con i Dubia.
          Visto che ieri abbiamo parlato di PIO X, ci tengo a dire che uno dei grandi punti dove “il Santo PIO X” smascherava gli eretici era che gli eretici come tecnica per promulgare le loro eresie usavano “il sollevare dubbi e questioni” , come ad esempio fa Enzo Bianchi o Kasper.( se io dico ” È possibile che una vergine possa partorire? ” sto sollevando un dubbio senza palesare in modo esplicito la mia eresia.
          Con buona pace di chi ancora difende Enzo Bianchi e Kasper

          • Marco Matteucci ha detto:

            Ecco un classico del nuovo umanesimo post-conciliare.
            Un esempio? AUXILIUM CHRISTIANORUM – Litanie Lauretane: (Aiuto dei Cristiani, riferito alla Madre di Dio) diventa Auxilium …e basta.

            La parola “cristiano” per coloro che oggi si identificano in questa nuova idea di “religione globalizzata” è diventata scomoda …meglio omettere.

        • Elisa ha detto:

          Chiedevo, perchè il fine settimana prossimo andrò a Bose, non conosco nulla di quel luogo, e non conosco le idee di Enzo Bianchi. Perciò se dovessero dire eresie, loro si terranno le loro idee ed io le mie. Se vado è perchè me l’hanno proposto alcune amiche. Staremo a vedere

          • Alessandro2 ha detto:

            Se può, eviti; se non può, usi tappi per le orecchie ben nascosti; se non può nemmeno non ascoltare, ignori e ci riferisca, che siamo curiosi 🙂

      • Marco Matteucci ha detto:

        La coda del diavolo s’annida sempre negli spazi ridondanti di parole.

      • Marco Matteucci ha detto:

        Leggi questo è molto illuminante:
        http://www.totustuus.it/La-nuova-religione-di-Enzo-Bianchi/

  • Pierluigi ha detto:

    “Potete ingannare tutti per qualche tempo e qualcuno per sempre, ma non potete ingannare tutti per sempre.”
    Questa affermazione di Abraham Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, mi sembra perfetta per sintetizzare il passato, il presente e il futuro degli uomini di Chiesa descritti in questo articolo.

  • Boanerghes ha detto:

    Bisogna denunciare alla magistratura.
    Ormai è ovvio che il Vaticano approva la pedofilia e l’omosessualità

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Concordo. Ma anche chi lo ha capito in fondo non ci vuol credere. E’ così. Ma non possiamo certo farcene una ragione… Saluti.
      Massimiliano.

  • Milli ha detto:

    È giusto che il dott Tosatti continui a ricordare la gravità di questi episodi e la negligenza della Chiesa.
    In questi anni mi ha sempre scandalizzato (anche quando c’erano altri papi) la tendenza a nascondere lo sporco sotto il tappeto, come se potesse far finta di niente, come se le vittime potessero dimenticare e continuare a vivere felicemente, come se uin prete abusatore non fosse pericoloso e incline a ricadere nel crimine (crimine, non solo peccato).

  • Enrico ha detto:

    I wish Pope Emeritus Benedict XVI would come out of nice little monastery and take a stand for Mons. Viganò. God bless you Mons. Viganò and stay safe.
    “V” for Viganò.

    • quesito ha detto:

      Salve Enrico, la norma che impediva di processare il sacerdote perm mancanza di querela entro un anno e che l’attuale Papa ha rimosso con apposito provvedimento, chi l’aveva fatta?

      • Alessandro2 ha detto:

        Ho un dubium… lei è un trollum?

      • Enrico ha detto:

        My comment was made not to stir up controversy, believe me that is the last things we as Catholics should be doing. Faithful Italian Catholics should be proud of this man, because he is the typical example of a “One man army” fighting corruption in Holy Mother Church and who is taking a lot of flak because he is on target. All I wanted to say is that it would have been nice if Pope Emeritus Benedict XVI would have said something, anything, in his defense because he has proven himself to be a faithful servant to him, to Holy Mother Church, and to God. As an American Catholic I can only express my immense gratitude to him because he tried to clean up the filth that is deeply rooted in the American Catholic Church. Mons. Vigano will be victorious, against the enemies of church, because he his on God’s side.
        Once again, God bless you Mons. Viganò and stay safe.
        “V” for victory
        “V” for Viganò

  • Lucius ha detto:

    E così dopo aver abusato di bambini ,Martinelli viene pure ordinato sacerdote pur non possedendo ne’i requisiti umani ne’tantomeno quelli dell’educazione Cristiana per farne un predatore di anime per l’Inferno.La puzza del pesce viene sempre dalla sua testa, vero cardinale Bergoglio ?

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Grazie infinite.
    Non mi stupisco per nulla. Ma per nulla. Ormai il morto è sulla bara, e da un pezzo, tanto è che puzza.
    Chi non vuol vedere, non vedrà mai.
    Non è dato sapere, a noi uomini, se e quando, su questa terra, verrà fatta luce su tutta questa serie di vicende, che pure tutti sapevano, ed erano sotto gli occhi di tutti.
    Ma una cosa è certa: per ciascuno di noi verrà il Giorno del Giudizio, e a chi aveva più talenti e responsabilità , e li ha così malamente investiti, verrà chiesto debito conto, fino all’ultimo spicciolo. Cioè, ci sarà la misericordia, ma anche quella Giustizia, oggi così disprezzata.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    E’ curioso questo meccanismo.
    Santa Madre Chiesa si occupa dell’aldilà (gli abusatori si saranno confessati e tornati puri davanti a Dio) quando dovrebbe occuparsi dell’aldiqua (mettere sotto inchiesta gli abusatori stessi); mentre al contrario si occupa dell’aldiqua quando dovrebbe limitarsi all’aldilà, come nel caso delle ripetute e nauseanti invasioni di campo in politica.
    Qualcuno mi spiega l’arcano?

  • TITTOTAT ha detto:

    Non prendono provvedimenti perché resterebbero solo cinque sacerdoti per diocesi. In questi giorni su tv2000 hanno iniziato la campagna contro la calunnia, proprio non vogliono prenderne atto. Quel don Martinelli è riuscito a diventare una sorta di caporale nel seminario e poi addirittura a diventare sacerdote perché tutti questi ominizzozzi sono sfacciati, estroversi logorroici, canterini giocosi, abbindolano tutte le menti superficiali che pervadono la chiesa; di fatti non c’è più spazio per i miti, i silenziosi, meditativi, prevale ormai la parola scorrevole e insulsa.

  • Intelligenti pauca ha detto:

    CARDINALE MULLER
    « Dinanzi a una sempre più diffusa confusione nell’insegnamento della fede [causata dal Sommo Gerarca], molti vescovi, sacerdoti, religiosi e laici della Chiesa cattolica mi hanno invitato a dare pubblica testimonianza verso la Verità della rivelazione ». (Gerhard Card. Müller, Manifesto della fede, 10 febbraio 2019).
    https://www.corrispondenzaromana.it/cardinale-g-muller-manifesto-della-fede-non-sia-turbato-il-vostro-cuore-gv-141/
    Con buona pace di tutti i lecca-calzini del più grande mistificatore della sana dottrina cattolica.

  • Gara di epitaffi ha detto:

    (7)
    JORGE MARIO BERGOGLIO
    Qui giace il falso profeta
    che allontanò i vicini
    e non convertì i lontani.