VIGANÒ: STANNO CREANDO UNA “NEO-CHIESA” CONTRO LA CHIESA DI SEMPRE.

10 Settembre 2019 Pubblicato da 127 Commenti --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Robert Moynihan, nel suo prezioso Inside the Vatican, ha pubblicato qualche estratto da una conversazione che ha avuto tempo con l’arcivescovo Caro Maria Viganò. Ve ne offriamo una nostra traduzione, perché ci sembra veramente molto interessante. Fra l’altro, l’ex Nunzio negli USA, rivela che papa Bergoglio il 23 giugno 2013 oltre alla sua opinione su McCarrick gli chiese anche che cosa pensasse de gesuiti negli USA…due risposte che probabilmente lo fecero inserire immediatamente nella lista dei “cattivi” del neo pontefice. E non in quella dei comprabili, o dei comprati. Buona lettura.

ΟΟΟ

— Ora che è passato un anno, l’arcivescovo Viganò ha una preoccupazione ancora più profonda: che la crisi clericale degli abusi sessuali sia solo un aspetto di una crisi più profonda e più ampia della fede cristiana nella nostra epoca.

Questa crisi più profonda e più ampia, secondo Viganò, implica, teologicamente, un rifiuto illegittimo (cioè non uno sviluppo legittimo) della dottrina cattolica tradizionale. L’obiettivo: costruire una “nuova chiesa” più moderna, caratterizzata da una fede e una pratica in molte aree della vita cattolica e sacramentale diverse dalla Chiesa del passato.

Viganò vede questo rifiuto dell’insegnamento tradizionale come un motivo di grave preoccupazione.

In linea con il suo ruolo di vescovo cattolico, dice, sente il dovere di fare tutto il possibile per difendere la dottrina ortodossa.

“Non posso tacere se è in gioco la fede”, mi disse Viganò. “Se altri si uniranno a me, tanto meglio. Ma anche se sono solo, devo parlare.”

Sente che la proposta di costruire una “nuova chiesa” è un pericolo per le anime che non conosceranno l’autentico Cristo dei Vangeli (la “Buona Novella”).

Mentre ha riflettuto su questa situazione, ha visto più chiaramente, dice, che la storia della Chiesa sin dall’inizio (l’eresia ariana, le varie eresie gnostiche, l’eresia nestoriana, ecc.) è stata una lunga battaglia per quell’ortodossia che G.K. Chesterton chiamava notoriamente “La verità selvaggia, che vacilla ma che è ancora in piedi”.

Ma Viganò crede anche che questa lunga battaglia, specialmente negli ultimi due secoli dalla Rivoluzione francese in poi, e soprattutto negli ultimi 50 o 60 anni, abbia visto molte sconfitte per l’ortodossia e molte vittorie per coloro che cercano di alterare il perenne insegnamento cattolico .

E si lamenta del fatto che i Papi recenti – e anche egli stesso, come vescovo incaricato di difendere la fede – non abbiano avuto più successo nel prevenire questa lenta separazione dalla fede ortodossa.

Ora, poiché il diritto canonico afferma che la “legge suprema della Chiesa è la salvezza delle anime”, Viganò afferma che desidera fare tutto ciò che è in suo potere, preferibilmente con l’aiuto di altri vescovi, incluso il vescovo di Roma, ma anche da solo, per proteggere i fedeli da questa profonda apostasia, che crede ponga il rischio della perdita della salvezza e della vita eterna per innumerevoli anime.

Viganò osserva che la sua prima testimonianza era essenzialmente orientata sulla questione degli abusi sessuali nel clero.

Questo perché la questione degli abusi sessuali è emersa da una domanda che papa Francesco (nel ricordo dell’incontro che ne ha Viganò) ha posto a Viganò stesso durante l’incontro del 23 giugno 2013.

“Mi ha chiesto di parlargli del cardinale McCarrick”, mi disse Viganò. “Non ho sollevato io la questione.”

Ma Viganò ora sottolinea che, in quello stesso incontro (di nuovo, nel suo ricordo) papa Francesco, dopo avergli chiesto di McCarrick, gli fece anche una seconda domanda, che era: qual è la situazione dei gesuiti negli Stati Uniti?

In risposta a questa seconda domanda, Viganò disse a papa Francesco che l’ordine dei gesuiti negli Stati Uniti aveva avuto un ruolo chiave nel secolarizzare le influenti università cattoliche del paese ed era stato spesso in prima linea nello sforzo di cambiare l’insegnamento cattolico in una direzione non conforme ai desideri di tutti i papi recenti – Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI – e che, se papa Francesco riuscisse a imporsi nell’ordine, riformarlo e ripristinarlo sul suo antico percorso ortodosso, sarebbe un grande dono per la Chiesa negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

Ciò che segue sono alcuni brani  di una recente conversazione con l’arcivescovo Vigano. Chi parla, è l’arcivescovo Viganò. Moynihan è in neretto.

—In una delle tue recenti lettere su di me (link), hai menzionato che l’attuale pontificato, con un membro dell’ordine dei Gesuiti come Papa, rappresenta la realizzazione di un piano risalente a 60 anni fa.

Alcuni dei tuoi lettori hanno scritto per commentare che ci sono stati molti più di 60 anni prima di questo, risalenti ai primi decenni del 20 ° secolo, a pensatori gesuiti come Pierre Teilhard de Chardin e Karl Rahner, e anche prima, al tempo della rivoluzione francese nel 1789. Quindi non solo 60 anni, ma più di 200 anni”.

Come risponderebbe a questa obiezione?

“Viganò: sono pienamente d’accordo. Certamente è un progetto, se vuoi, che data da secoli, in particolare, dalla creazione della massoneria alla metà del ‘700.

Ma ovviamente questo progetto era molto ingannevole e orientato, e ha addirittura incluso in qualche modo, le forze di alcuni membri della Chiesa.

Quindi questo processo è stato in grado di infiltrarsi in qualche modo nella Chiesa.

Questo è descritto nel libro Infiltration del Dr. Taylor Marshall, quindi si può trovare qualche indicazione di questo processo lì.

Ma questo processo è diventato sorprendentemente evidente nei tempi moderni.

All’inizio del Concilio Vaticano II, nel 1962, una manovra fu in grado di annullare la decisione presa dall’assemblea generale dei vescovi nella Basilica di San Pietro.

I vescovi avevano respinto la proposta di mettere da parte gli schemi che erano stati preparati da vari uffici della Curia romana, al fine di redigere un nuovo schema.

La manovra per annullare questa decisione è arrivata soprattutto attraverso l’attività di un membro molto importante della Compagnia di Gesù, il cardinale Augustin Bea. Lui e altri furono in grado di convincere Papa Giovanni XXIII a mettere da parte gli schemi preparati e sostituirli con altri schemi preparati da teologi, soprattutto dal nord Europa, Hans Küng, Karl Rahner e altri.

Questo fu l’inizio di un’apertura, la prima crepa nel muro della procedura che era stata stabilita, e il processo di creazione di una nuova Chiesa. Questa è la mia risposta

Quindi è semplicemente una comoda approssimazione dire che il piano per cambiare la Chiesa, per creare una “nuova” Chiesa, risale a 60 anni …

Viganò: è approssimativo. Ma è anche vero che il progetto di una nuova chiesa fu ripreso immediatamente dopo la chiusura del Concilio nel 1965, 54 anni fa.

Fu ripreso in modo particolare dalla 31a Congregazione Generale dell’Ordine dei Gesuiti. La Congregazione Generale, che si riunisce all’incirca ogni 10 anni, si riunì per circa tre mesi nel 1965 e per circa altri tre mesi nel 1966, ed elesse un nuovo Generale, Padre Pedro Arrupe.

Fu durante questa Congregazione che i gesuiti discussero su alcune risoluzioni per cui Paolo VI era molto preoccupato. Papa Paolo ha apportato numerosi emendamenti molto precisi, ma queste risoluzioni erano un altro passo chiave sulla strada del progetto per una “nuova chiesa”.

Questo è il primo punto.

Quindi, penso che sarebbe molto opportuno ricordare ai lettori su questo argomento della nuova Chiesa cosa è stato pubblicato in aprile dal papa emerito Benedetto sul progetto di fondare una nuova chiesa.

Ha detto che sarebbe stata una catastrofe. È stato molto severo su questo punto.

Quindi ciò che accadde dopo la fine del Vaticano II nel 1965 fu assolutamente l’opposto di una politica di continuità, che sarebbe stata la corretta interpretazione dei documenti del Vaticano II.

Invece, ci fu un’altra interpretazione, quella della discontinuità, promossa da tutta l’enorme macchina della propaganda mediatica.

E, in modo simile, durante questo pontificato attuale, un simile apparato mediatico, che comprende le foto di papa Francesco con il papa emerito Benedetto e così via, è stato usato per sostenere che il “nuovo paradigma” di papa Francesco è in continuità con il insegnamento dei suoi predecessori.

Ma non è così, è una “nuova chiesa” …

Questa frase “nuovo paradigma” è una strategia per coprire il vero obiettivo, perché non vogliono dire che cosa esattamente sia coperto da questa parola. Per molti, questa parola “paradigma” è qualcosa di esotico, qualcosa di sofisticato. La stanno usando tutti. Ma è usata per fuorviare, per ingannare, suggerendo una continuità, senza però rivelare che stanno mirando a una discontinuità ..

ΟΟΟ 




SE PENSATE

 

CHE STILUM CURIAE SIA UTILE

 

SE PENSATE

 

CHE SENZA STILUM CURIAE 

 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 

 AIUTATE STILUM CURIAE

 

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

127 commenti

  • Vittorio-bestemmie emerite e sostanziali ha detto:

    Ho criticato l operato nelle dimissioni di Ratzinger e mi e’ stato detto che bestemmiavo.
    Bene. Immagino che in certi tempi criticare un papa fosse bestemmiare.
    Ma Ratzinger e’ papa emerito.
    Chissa’. Nel catechismo di San Pio X il papato emerito sarebbe stato di per sé: una bestemmia.

    E se fosse ancora vero che parlare male di un papa e’ peccato mortale, non avete paura, voi, che insultate da una vita Bergoglio a cui Cristo ha dato le chiavi, come ad un tempo le diede ad Alessandro VI (prima del diabolico concilio e di Lutero,che sbaglio ‘ a non obbedire , come Lefebvre ma che forse ne aveva GIA’ un po’ le scatole piene del comportarsi curiale {vedi vendita indulgenze).

    • Eloisa ha detto:

      Non faccia paragoni tra due papi così dissimili.
      Sono distanti non solo temporalmente ma soprattutto per moralità. Distanti anni-luce.
      Il solo accostarli è scandaloso ( almeno per me).

      • Vittorio ha detto:

        Alessandro VI rientra nella successione apostolica. Poi sara’ Dio a giudicare. Ma Dio, chiunque fosse il Borgia, l ha permesso. E la chiesa non e’ stata distrutta da lui. Anzi, era un pre conciliare no?

        • Eloisa ha detto:

          Caro Vittorio, bestemmiare è sempre un male.Contro chiunque lo si faccia. I papi in questo caso non c’entrano granché.
          Quel che non è ammissibile è dire peste e corna di un papa, se questi non piace. Come avviene qui, dove certe persone passano ogni limite nell’usare i termini, solo perché il Papa attuale va un po’ ( solo un po’) controcorrente rispetto ad un tradizionalismo che ha fatto il suo tempo.
          Si tratta di mancanza ( grave!) di rispetto. E sul rispetto dovuto ad OGNI persona non si transige.

  • Eloisa ha detto:

    Dott. Tosatti, mi scuso con lei. Mi era sfuggita la seconda parte della replica a Milli. O forse è stata pubblicata dopo?
    Mi scuso comunque.

  • Eloisa ha detto:

    Illustre Tosatti, lei ha tagliato la mia risposta a Milli.
    Perché? Le faceva tanto schifo?
    Lei che si lamenta delle censure nei suoi confronti, perché censura me?
    All ‘ anima dell’ incoerenza!
    Si vergogni!

  • Marco Matteucci ha detto:

    Quando la vanità umana supera ogni decenza:
    NON AVRAI ALTRO DIO ALL’INFUORI DI ME


    “Io sono il Signore tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù; non avrai altri dei di fronte a me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acquae sotto terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai”. (Es 20,2-5)

    Sta scritto: “Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto”. (Mt 4,10).

  • Marco Matteucci ha detto:

    Quando la vanità umana supera ogni decenza:
    NON AVRAI ALTRO DIO AL DI FUORI DI ME

    “Io sono il Signore tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù; non avrai altri dei di fronte a me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acquae sotto terra. Non ti prosterai davanti a loro e non li servirai”. (Es 20,2-5)

    Sta scritto: “Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto”. (Mt 4,10).

  • Antonella ha detto:

    Credo che il Dossier Viganò costituisca il primo vero risolutivo atto di denuncia alla Neochiesa modernista, filoprotestante, mondialista e camaleonticamente imposta in questi ultimi anni dopo la “rinuncia” di Papa Benedetto, oggi compresa da nuove angolazioni e punti di vista.
    Ci voleva del tempo per capire di fronte a quali personaggi ci avessero messo, facendoci credere che il papato stava malgrado tutto continuando la sua storia. La santificazione di Lutero, il primo vero ambiguo passo intrapreso con la derminazione di chi le riforme le porta avanti indipendentementeda da tutto seguendo l’automatismo della prassi rivoluzionaria, esaurita da quasi mezzo secolo eppure ancora vagheggiata da quelli che preferiscono ibernarla pur di mistificare la realtà.
    L’altra inquietante operazione riguarda il tentativo di annullare con la Dottrina Magisteriale la morale Cattolica che la implica, per poi giustificare una pianificazione umana da campo di sterminio, concepita per promuovere eutanasia, aborto, gender, … all’insegna di un nuovo consenso per cui deve annullarsi ogni obiezione di coscienza, uniformando la ragione al calcolo di ciò che vale la pena di salvare e ciò che merita di essere soppresso…..
    L’ambiguità e il sorriso di facciata, trappola per le masse dal facile consenso, altalenando tra finzione e drastiche soluzioni. Chiarezza mai, perché la Verità non interessa, anzi è un problema, direi un macigno da sopportare.
    Epurazioni a danno ovviamente di quelli che fanno sul serio, scomodi come Viganò, che però la sua battaglia la porta avanti senza arretrare, anche quando i mostri prendono forma, e già si intravedono nuovi orizzonti di luce, nonostante l’esilio, il nascondimento….
    Perché è questa la nostra scommessa, non il calcolo freddo e ostinato del proprio IO, ma scelte maturate secondo coscienza, ispirate dal Cristo che dà senso e ragione alle nostre lotte più estreme, Volto al Dio Trascedente ogni creatura, che dell’Incarnazione ha fatto una nuova Creazione.
    La sua presenza divina nel cuore umano non è un Karma, ma il frutto di una Croce che ancora da’ scandalo.
    ” Badate che nessuno vi inganni con la sua filosofia e con vuoti raggiri ispirati alla tradizione umana, secondo gli elementi del mondo e non secondo Cristo” Colossesi 2.

    • Vittorio ha detto:

      Ora manca solo un dossier sui legionari di Cristo (ed in questo oltre a Vigano’ , amante della verita’ parziale?, metto pure Bergoglio) che ci dica se e’ vero che la chiesa ha coperto il suo fondatore da Pio XII. Mancano gli originali dei dossier Brunatto sulla persecuzione a padre Pio e su papi preconciliari. Manca l originale dell’ archivio Dardozzi. Quante cose mancano e sembrano non interessare. Per chi cerca la verita’. Per chi sa’ che la Verita’ e’ in Dio, sa che quaggiù (vediamo in maniera confusa) (san Paolo) ma quando verra’ colui che deve venire vedremo in maniera chiara. (Card Martini)

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Scusate ma mi si è innervosito il Carlone… A parte che pusillanime a mio modesto parere è un termine utilizzato a sproposito in questo contesto, ma poi mi dica Carlone perchè dovrei rispondere alla sua domanda? Quale recondito motivo la spinge a tanto? Se poi le dovessi anche rispondere avrei dubbi seri sulla sua reale capacità di comprendere. E inoltre non ho voglia di parlare con lei del CVII e di tutto ciò che ha comportato. Ci sono persone molto più serie e preparate di me che sicuramente la potrebbero aiutare nella comprensione dei fatti. Poi per carità sono un poveraccio, un peccatore come lei e come tutti. Quindi perchè questo interesse a quella specifica risposta? Le do comunque un indizio ponendole una domanda: chi ha canonizzato Roncalli? E le pongo una seconda domanda: perchè Pacelli non è stato canonizzato? Saluti caro Carlone.
    Massimiliano.

    • Carlone ha detto:

      Sede vacante .È così ? Ci voleva tanto ? A lei sta bene ? Sono contento per lei.

      • Gaetano2 ha detto:

        Cervello vacante. Carlo’, prova a metterci qualcosa. Comunque dato che da buon clericale sei informato de ‘ste cose, se non ti scoccia puoi raccontare il miracolo del papa buono, per la canonizzazione (ero curioso ma non l’ho trovato su internet). Oh se ti scoccia nfa gnente.

        • Carlone ha detto:

          Io non ho parlato di cause.ma.di effetti.
          Se lei mi.dice.che.un Papa.è agli ordini del maligno , mi può dire perché i suoi successori tacciono di ciò. ? Complici del maligno ?
          Se poi uno di loro è stato fatto santo anche per volontà popolare , glielo spiega lei a chi hanno creduto ?

          • Gaetano2 ha detto:

            A Carlo’, se un papa è al servizio del maligno vuol dire che non è Papa. Questo lo so pure io da miscredente. Voi clericali dovreste saperle ste cose.

          • Sede proprio vacante ha detto:

            Riposto la rinunzia di Ratzinger.

            Ora potete dire che l han minacciato, ricattato…o quello che volete: ma le scarpe intrise nel sangue di Cristo 😭 che usano, non possono essere solo simboliche. Non lo sono perorenti, per le violate e per tutti quelli a cui viene chiesto di tenere la loro vocazione.
            Io non dico che il papà non può dimettersi! Non può dimettersi se rischia la vita! Deve morire! Come Welby doveva stare attaccato a un respiratore fino all’ ultimo.
            Dunque e’ lapalissiano che Ratzinger si e’ dimesso. Se minacciato e non ha resistito E TACE forse pure peggio.
            Se Bergoglio non e’ papa, CHI E’ PAPA?

            https://youtu.be/gA_PDuX0cpM

            In quanto al papato emerito l errore e’ di Ratzinger. Prima istituisci il titolo e le priorita’, poi lo scegli.
            Ora dovrebbero sbrigarsi a normare questa figura!!!!

      • TITTOTAT ha detto:

        Davvero il cielo si prende gioco degli orgogliosi e vanitosi, gli ha fatto discendere dritto sul capo uno sturacessi, la chiesa è troppo intasata di…

  • Vittorio ha detto:

    Pedro Regis ha un imprimatur come aveva don Gobbi? No, si legga don Gobbi e stia tranquillo.😫

    • I love anguera ha detto:

      Per VITTORIO, due osservazioni:
      1) Finché i fenomeni straordinari (o presunti tali) sono in corso, è molto difficile, per non dire impossibile, avere un riconoscimento ecclesiastico (o imprimatur, come dice lei). E Anguera è ancora in corso.
      2) Le locuzioni a Don Stefano Gobbi (in cui credo come lei e più di lei) non escludono affatto altre possibili rivelazioni dall’alto; anche perché le locuzioni a Don Stefano Gobbi sono terminate nel 1997, e nel frattempo la situazione della Chiesa è cambiata radicalmente. Tanto è vero che oggi il Movimento Sacerdotale Mariano, fondato dallo stesso Don Stefano Gobbi, non sa che pesci prendere nei confronti di Bergoglio, ed è spaccato al suo interno.

      • Vittorio ha detto:

        Le conosci ma non sai che sono state derubricata a meditazioni. Io ho conosciuto don Gobbi. E le sue profezie non si sono avverate.

      • Vittorio ha detto:

        Ah e’ spaccato?

        La Madonna a don Gobbi direbbe: nel 1998 l anticristo, nel 2000 la Parusia.

        Non dovremmo esserci più ne io, ne lei, ne Regis, ne Bergoglio.

        D altronde fu un abbaglio che prese gia’ San Paolo quando nel piu’ antico scritto cristiano 1 TS (concorda pure Ratzinger) dice che sara’ in vita alla Parusia.

        https://youtu.be/lOdZFCpgC0g

  • Vittorio ha detto:

    Quanto parlano queste madonne. Quanto parlava San Paolo in 1 TS. Piuttosto chiedetevi PERCHE GESU NON E’ PIU TORNATO?

  • Il veritiero ha detto:

    Eh speriamo che mons. Viganò spinga sull’acceleratore, perché la chiesa ne ha bisogno, siamo arrivati alla frutta.
    Un papa non dovrebbe intromettersi nella politica, ma già che lo fa, almeno lo faccia bene; invece di dire stron…te almeno faccia pressioni su cose giuste, come ad esempio il fatto che uno stipendio di un lavoratore non basta nemmeno.per pagare l’affitto, oppure , che gli alimenti nei supermercati sono arriva a prezzi talmente cari che con 100 euro di spesa una famiglia media di 4 persone mangia 2 giorni, non riempi nemmeno più 2 bustine di spesa con 100 euro. Almeno facesse la politica con la P Maiuscola sto cialtrone amico dei banchieri ( che é l’unica classe che non si é mai permesso nemmeno di nominare in 6 anni… chiedetevi perché)

  • Tergestinus ha detto:

    Esattamente quello che, più di quarant’anni fa, diceva mons. Lefebvre. Che però allora era per tutti il pazzo, il reazionario, il vecchio rimbambito, il patetico nostalgico, quello incapace di cogliere i segni dei tempi, sotto sotto anche un po’ fascista, e via ecclesiasticando. Ora molti dicono le stesse cose, guardandosi però bene dal riconoscere che egli aveva visto giusto.

    • franz ha detto:

      Totalmente d’accordo. Per questo doveva M.L. esser demonizzato e dannata la memoria.

    • Gian ha detto:

      Mons. Lefebvre non solo aveva visto giusto, aveva anche ragione. Sicuramente era stato descritto in maniera del tutto ingenerosa, se non peggio, dimenticando la sua storia di evangelizzazione in Africa. Più recentemente qualcuno in alto è arrivato a dire che “il proselitismo è una solenne sciocchezza”.

    • Esdra ha detto:

      Lefevre era profetico e vedeva ciò che altri devono constatare

    • Vittorio ha detto:

      Chissa’ cosa pensava Lefebvre di padre Pio e della sua persecuzione da parte di papi pre conciliari.

      • Iginio ha detto:

        Lefebvre era un’anguilla che diceva e non diceva, vedasi la figura barbina che fece nel colloquio con Paolo VI. Presumibilmente era consapevole di contraddirsi: un vescovo cattolico che si ribella al Papa non è poi tanto vescovo cattolico. Infatti poi molti lo hanno lasciato e sono tornati con Roma: La Fraternità San Pietro, don Cantoni, altre congregazioni francesi ecc. Lasciamo perdere i fissati che complicano ulteriormente le cose (lefebvriani, sedevacantisti, visionari vari) e affrontiamo la situazione razionalmente e seriamente, non con gli isterismi viscerali e le mitologie.

    • Iginio ha detto:

      Mi sa che farebbe meglio a preoccuparsi della situazione di Trieste, la città italiana che fece da apripista nella secolarizzazione (ringraziamo di ciò i presunti “cattolicissimi” Asburgo) e dove il cattolicesimo ha avuto un periodo di visibilità solo tra gli anni Trenta e i Cinquanta del Novecento. Altro che Lefebvre. Non è che l’ateismo e la secolarizzazione li risolvi schiaffandogli in faccia Lefebvre.

  • Sulcitano ha detto:

    Solo Cristo nostro Signore è Via, Verità e Vita. Gioiamo perché solo in Dio c’è Vittoria, gloria e bontà senza fine. Preghiamo e ringraziamo, perché il male nel mondo sarà sconfitto per sempre con le sue tenebre e la Chiesa di Cristo riacquistera’ il suo antico celestiale splendore e rifiorirà quale Maestra di giustizia e guida sicura verso la salvezza eterna.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Gian ha detto:

    La sensazione di vivere in un incubo si sta sempre più trasformando in certezza, man mano che gli avvenimenti si accavallano a velocità crescente. Questo vale sia sotto l’aspetto spirituale sia sotto l’aspetto materiale, della politica, due cose che corrono parallele come i binari di una ferrovia. Sono due cose distinte eppure mai come in questo tempo corrono in sinergia “collaborando” attivamente per conseguire il comune obiettivo finale: un Nuovo Ordine (governo) Mondiale e una Nuova Religione che amalgama tutte le religioni (cattolici, ortodossi, luterani, anglicani e infiniti rami protestanti, islamici, ebrei, induisti, animisti, ecc.). Non a caso la promozione della UE, del PD e dell’invasione islamica da parte della della chiesa di bergoglio combacia con i progetti del suo malefico amico Soros. Hanno il medesimo obiettivo!
    Come si faccia a non vedere questo macigno, questa gigantesca trave è incredibile!
    Forse è spiegabile con il fatto che già da troppi anni non si insegna più il Catechismo, i preti stessi non sono stati adeguatamente preparati, e le generazioni più giovani non hanno la conoscenza per comprendere che ci stanno portando fuori strada.
    L’ultimo allarmante segnale stamattina sul sito Messa in Latino: “Il Papa ha autorizzato la celebrazione di Messe da parte di diaconi sposati?”.
    Pare di sì: “per ora non possiamo scrivere niente , voi andate avanti” (Bergoglio).
    Occhio gente!!!

    • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

      Qualche esperto canonista dovrebbe intervenire urgentemente per spiegare cio’ che il diacono puo’ fare(liturgia della Parola, distribuzione della Eucaristia), e cio’ che NON puo’ fare (Consacrazione). Amazzonia o Europa, tutto cio’ che riguarda la S.Messa deve esser trattato, da tutti, con somma cautela e somma chiarezza; non e’ tollerabile alcuna superficialita’ ne’, tanto meno, ambiguita’ o confusione.

      • franz ha detto:

        Passi la distribuzione dell’Eucarestia , ma l’omelia di un diacono l’avete mai sentita ? Meglio sarebbe fargli leggere il comunicato della CEI o un commento al Vangelo di 5minuti .Mi direte che non è meglio con i preti di oggi. E’ vero, ma almeno hanno studiato un minimo di dottrina.

    • Alessandro2 ha detto:

      Togli pure gli ebrei dall’elenco delle religioni destinate al frullatore. Loro, i fratelli maggiori, col piffero che si sincretizzano.

      • LucioR ha detto:

        Beh! Nemmeno i protestanti, islamici, ortodossi, induisti, ecc. Solo i neo-“cattolici” frullano di volta in volta, soprattutto con i Luterani e gli islamici (uno alla volta, per carità… dice il Barbiere di Siviglia).

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ha ragione Mons. Viganò: come la mancanza di fede favorisce l’immoralità, così la mancanza di moralità favorisce la mancanza di fede, o, comunque, la mancanza di alcuni articoli della fede cattolica, quelli che comportano delle esigenze che non si vogliono soddisfare.
    L’uomo è fragile, è vero, ma Dio ha voluto che la Chiesa garantisse la fede in modo che, anche se noi siamo peccatori, sempre, confrontandoci con essa, possiamo sentirci mancanti e chiedere la grazia della CONVERSIONE.
    Anche coi Papi guerrieri e coi Papi lussuriosi è sempre stato così: la fede era intoccabile anche per loro.
    Ma oggi ci si vuole sentire a posto, non ci si vuole sacrificare per convertirsi, forse anche perché si è persa la fede virtù.
    Ma la LETTERA della fede, che non uccide affatto perché Paolo si riferiva alla legge mosaica e non alla legge del Vangelo, è sempre lì a dire ciò che è bene e ciò che è male.
    E allora per molti occorre cambiarla. Ma come? Cambiarla di punto in bianco sarebbe un’ammissione di eresia.
    Un po’ alla volta, creando una sensibilità protestante e per nulla ascetica, giocando sul detto e non detto, cambiando sottilmente il significato di certe parole… Insomma, cercando di allargare una porta che appare un po’ troppo stretta. Allargarla un po’ alla volta, occorre essere proprio masochisti per accorgersene!
    Ma non è questione di masochismo: a tutti piacerebbe una morale più larga, che si adatti bene a noi. Ma c’è la legge scritta: il CATECHISMO che ci vincola.
    E’ come la legge di gravità: anche a me piacerebbe volare, eccome! Ma conosco la legge di gravità e so che se ci provassi mi ammazzerei.
    Mi rendo conto che il mio linguaggio è legalista e arido: dov’è l’amore in tutto questo? E l’attrazione verso il bene?
    Lo do per scontato: la legge del Vangelo, infatti, delimita il campo entro cui si trova l’amore e la grazia soprannaturale. E l’amore verso Dio ci fa amare la sua legge.
    Mentre il peccato non ce la fa amare e perciò fa sì che la si voglia cambiare. Ma non si può

  • deutero.amedeo ha detto:

    Il fatto che l’uomo di punta, la guida ufficiale del cambiamento sia un uomo di 83 anni (Bergoglio, classe 1936) è una prova indiretta che culturalmente il piano strategico ha origini lontane nel tempo. Bergoglio è stato ordinato sacerdote nel 1969 e la sua formazione di base (quella formazione giovanile,di base, che lascia segni indelebili per tutta la vita) risale ad anni precedenti il 1969. Non ci piove. Dopo anni e anni di frustrazioni, ora che ha il potere, sta mettendo in pratica, con infaticabile impegno, quello che gli è stato impedito di fare prima.

    • Iginio ha detto:

      Appunto: quindi questa gente va ridicolizzata come anacronistica. Temono solo il ridicolo. Se invece li si enfatizza, si fa loro un favore, perché replicano: “Avete visto? Sono solo quattro esaltati a criticarci, noi siamo col popolo”. Bisogna invece insistere sul fatto che questi sedicenti alfieri del Concilio sono tutti personaggi decrepiti in cerca di rivincita e affermazione dopo il lungo pontificato di Giovanni Paolo II che in qualche misura li aveva ridimensionati (anche se non aveva affrontato il problema alla radice).

  • giovanni ha detto:

    Mi convinco sempre più che mons.Lefebvre ebbe ragione.Temo che la sua obbedienza al Papato,mentre stava morendo,venne fraintesa creando paletti e muri in modo da isolarlo.Era infatti un grossissimo pericolo per i “modernisti ” oggi al comando.
    Dio si serve dei piccoli e deboli.I Lebvefriani hanno un pregio:quello di avere conservato un’ortodossia che converrebbe ripristinare,ora che sta passando l’ubriacatura del post Vaticano II………

    • franz ha detto:

      il fatto è che i lefebvriani veri dei tempi di mons.Lefebvre saranno 10 in tutta italia . I filo lefebvriani di allora dove sono ? ALcuni ,( Alleanza Cattolica,in primis) son diventati persino bergogliani . Fatevi riconoscere Lefebvriani !

  • MARIO ha detto:

    Ormai sta diventando un’abitudine (malsana) che il viaggio di ritorno del Papa dai viaggi apostolici sia immediatamente preceduto da esternazioni pubbliche (dirette o oblique) del Card. Carlo Maria Viganò; che questa volta mette il dito nella piaga dell’ordine dei Gesuiti negli Stati Uniti.
    Così non sarà una sorpresa se nella consueta intervista al Papa sull’aereo di ritorno dall’Africa, i giornalisti avranno l’imbeccata per qualche domanda ad hoc.

    Nei giorni scorsi si era tirato un sospiro di sollievo, visto che i più noti siti e blog anti-papalini hanno avuto poco o nulla da ridire sul viaggio apostolico del Papa in Africa.
    Che non ne parlassero affatto (come sempre) era pressoché scontato, ma altrettanto inquietante, considerata l’importanza di questa visita del Papa, con al centro l’evangelizzazione, la pace e il sostegno ai poveri.

    Ma forse si trattava solo di calma apparente, nell’ansiosa attesa che la consueta intervista papale sull’aereo di ritorno possa riservare magari qualche sorpresa.

    Saluti.

  • Nicola B. ha detto:

    O.T. Dal blog del giornalista Luigi Accattoli. Tra i 10 cardinali creati in questi giorni da Papa Francesco vi è Mons Michael Czerny nato nel ’46 nell’allora Cecoslovacchia. È nel Dicastero dei MIGRANTI ( creare un Dicastero sui migranti = clandestini la dice lunga). Ma c’è di più. Accattoli infatti scrive CHE È SENZA PRECEDENTI CREARE CARDINALE UN SOTTOSEGRETARIO DI UN DICASTERO VATICANO . Ed aggiunge inoltre Accattoli che ciò STA A SEGNALARE L’IMPORTANZA CHE FRANCESCO ATTRIBUISCE ALL’IMPEGNO DELLA CHIESA PER I MIGRANTI. Avete capito a che punto siamo arrivati ? Speriamo che il prossimo Papa sia uno che asfalti la precedente gestione in modo radicale, alla Trump per intenderci…

    http://www.luigiaccattoli.it/blog/bergoglio-resta-chiuso-in-ascensore-e-fa-dieci-cardinali/#comments

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Beh, è la chiesa dei Carloni dei Mario delle Eloise… degli Spadaro dei Paglia dei Galantino dei Sorondo… Ma anche dei Bea, dei Bugnini, dei Giovanni XXIII… Sono legione e non se ne andranno facilmente. Ma ricordando Atanasio ci si consola e ci si fortifica: “Che Dio vi consoli! … Quello che rattrista … è il fatto che gli altri hanno occupato le chiese con violenza, mentre in questo periodo voi vi trovate fuori. E’ un dato di fatto che hanno la sede, ma voi avete la fede apostolica.
    Possono occupare le nostre chiese, ma sono al di fuori della vera fede. Voi rimanete al di fuori dei luoghi di culto, ma la fede abita in voi.
    Vediamo: che cosa è più importante, il luogo o la fede? La vera fede, ovviamente: Chi ha perso e chi ha vinto in questa lotta – quella che mantiene la sede o chi osserva la fede?…” E ancora: “Volete essere figli della luce, ma non rinunciate ad essere figli del mondo. Dovreste credere alla penitenza, ma voi credete alla felicità dei tempi nuovi. Dovreste parlare della Grazia, ma voi preferite parlare del progresso umano. Dovreste annunciare Dio, ma preferite predicare l’uomo e l’umanità. Portare il nome di Cristo, ma sarebbe più giusto se portaste il nome di Pilato. Siete la grande corruzione, perché state nel mezzo. Volete stare nel mezzo tra la luce e il mondo. Siete maestri del compromesso e marciate col mondo. Io vi dico: fareste meglio ad andarvene col mondo ed abbandonare il Maestro, il cui regno non è di questo mondo”. Mi scuso con Marione per le citazioni, ma non potevo proprio farne a meno…! Saluti
    Massimiliano.

    • Vittorio ha detto:

      Il samaritano era uno non degno di salvezza invece si salvo’. Il vangelo e’ pieno di gente scomunicata, peccatrice, ultima che ha più fede degli apostoli (guardate il centurione) il MESSUNO SO SALVA SENZA LA CHIESA e’ ormai superato. E’ l’Amore che deve essere testimoniato (vi riconosceranno da come vi amerete). E’ vero che bisogna salvare le anime. Ma prima la propria. Nessuno e’ impedito a pregare Dio. Nemmeno fosse fuori dalla comunione. Si sta disobbedendo a un papà in base a profezie apocalittiche interpretate in modo arbitrario. E comunque non cattolico. Al resto chi ha pensato papa Ratzinger. E” lui che e’ crollato e persevera nel relativismo. Perché Dio e’ sopra le opere degli uomini. E non tutto e’ spiegabile. O se l ha spiegato non l abbiamo inteso.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Il samaritano si salvò? Ma dove l’ha letto?

        • Eloisa ha detto:

          Ha confuso col “buon ladrone”.
          Nel blog ci sono molti confusionari….

          • Vittorio ha detto:

            Eloisa,

            Non dividiamoci tra noi apostati. Se ho detto samaritano non ho detto ladrone. Non stavo parlando dello IOR.

        • Vittorio ha detto:

          Era forse ebreo?
          Per la legge del tempo non si poteva salvare. Ma Gesu’ ando’ oltre. Siete semplicemente …..voi cristiani, divisi in 1000 sette. Si Gesu’ salvera’ pure molti cristiani magari dopo degli islamici 😂

          Non ho letto che si e’ salvato ne che si e’ dannato.
          Solo che amo’ il prossimo, di un altra religione! e Amare il prossimo e Dio e’ la somma di tutta la legge e i profeti (Vangelo )

      • Boanerghes ha detto:

        Sig. Vittorio
        Affermare che è il papa emerito a camminare nel relativismo è come bestemmiare.
        Non sia strumento di satana.

        • Vittorio@ Boarges ha detto:

          Papa emerito e relativo si somigliano soprattutto se non “normati”. Ad esempio e’ infallibile ex catedra? Quando scrive e’ solo teologo? E’ cardinale? Son io che bestemmio?

        • Vittorio sul papa emerito ha detto:

          Riposto qui un intervento non ancora uscito sul blog di Tosatti….

          Io penso che per un tradizionalista papa emerito dovrebbe essere una bestemmia.

          Cosa ne penserebbe di tale figura il catechismo di San Pio X?

      • Paolo Pagliaro ha detto:

        Salvarsi fuori dalla Chiesa è impossible, perchè la Chiesa è il corpo di Cristo e chi si salva per necessità fa parte del corpo di Cristo e si è salvato grazie a Cristo e secondo le Sue “logiche”.
        Quello che lei sta dicendo è che ci si può salvare anche in caso di non appartenenza visibile alla Chiesa; questo può essere vero, in circostanze particolari, e lo si sa da sempre.
        Ma non è possibile salvarsi CONTRO la Chiesa, cioè sposando il falso e il peccato con la pretesa di “amare”. Quello che si sta cercando di fare è cambiare il contenuto della fede e la verità di Dio, sostituendo all’amore proprio di Dio, l’amore proprio del mondo.

        • Vittorio ha detto:

          Beh mi sembra inutile continuare. Se salvarsi fuori dalla chiesa e’ impossibile e io la rafforzò dannarsi DENTRO la chiesa e’ impossibile! allora siete pre conciliari. Compreso il cardinal Sori, che non fece uno scisma (Rip).

          Meno male che sapete, almeno questo, che non cristiani si son salvati. Abramo, Davide e tanti altri.

          • Vittorio ha detto:

            Siri. Che si porto’ nella tomba veri segreti dei conclavi. Qui l unico mistero e’ uno cos e il Papa emerito? E c e un unico responsabile: Joseph Ratzinger. Per il resto tutti i papi, compreso Borgia, sono. papi della successione apostolica.

        • La salvezza nella chiesa ha detto:

          La saggezza popolare del mio paese dice:

          Uomo di chiesa, diavolo di casa.

          Quindi rovescio, volentieri, l’affeemazione del fratello sopra o sotto.

          Salvarsi nella chiesa non e’ possibile o molto difficile.

          Legga introduzione al cristianesimo di Ratzinger, le ultime pagine. Non erano ancora usciti i vari legionari di Cristo ecc. Si riferiva “solo” al passato. Ratzinger vedeva questo come misericordia di Dio. Qui mi pare la si veda come infeeiorita’ morale e dannazione certa. Come se Davide, il padre del Messia, non fosse un adultero assassino. Si a quello il legionario non e’ arrivato.

        • Eloisa ha detto:

          Ma come? Siamo ancora fermi all’ “extra Ecclesiam nulla salus” ?
          Vogliamo scherzare?
          Mettiamo in funzione il cervello, per favore. Altrimenti Dio si adira…

    • Carlone ha detto:

      S. Atanasio , bello ..in lotta contro gli ariani …accusato di essere eretico , stupratore , bugiardo , scismatico …insomma le classiche accuse dei nostri giorni e di sempre ..difeso e assolto da tutte le accuse solo dal Papa di Roma e dai suoi vescovi ..etc ..etc
      Ma quello che mi preme è :
      tolta la banda bassotti. .perché si è fermato SAN GIOVANNI XXIII ?
      Fine dell ‘ inchiostro ? Perché non ha aggiunto SAN GIOVANNI PAOLO II successore e santo a sua volta ?
      Perché non ha aggiunto BENEDETTO XVI PAPA successore ?
      Come mai i successori non ebbero nulla da eccepire se non sulla santità di Giovanni XXIII almeno sul Magistero ?
      Lo spiega lei ai lettori ?
      Mi dispiace , l idea era buona…
      “Meglio la fede o il luogo? ”
      “Il luogo”
      Clap. .clap. ..clap. ..”bene..bravo..bis..”
      “meglio l acqua o il bicchiere ”
      ” l acqua”
      clap..clap..clap…ancora !!!!
      “meglio la coscia di pollo o il piatto ”
      “Il piatto”
      Clap ..clap ..fiiiiii ..fiiiiii …fiiiiii

    • Eloisa ha detto:

      Io davvero non posso
      tacere quando vedo scritte delle considerazioni che fanno a pugni con gli insegnamenti evangelici che vengono travisati ridicolmente. Per un’ ignoranza insita in una religiosità infantile, che non ha intenzione di maturare. Ancora c’ è chi vuol vedere Dio come una persona-individuo che sta nel cielo delle nuvole da dove impartisce ordini e lezioni, mentre l’ uomo, sua creatura, sempre e solo peccatore, qua sulla terra come un verme schifoso deve stare attentissimo a non sbagliare un colpo. Perché l’ inferno è dietro l’angolo.
      Quand’ è che si capirà che Gesù è venuto per dirci tutt’altra cosa?
      Quando si capirà finalmente che Dio è in ogni uomo, nella sua profondità, e che bisogna chiedere allo Spirito di condurci alla pienezza dell’ umanità, facendoci rinunciare agli egoismi che ci fanno sentire al centro del mondo?Mi rivolgo ai più intelligenti: figli cari, provate a vedere le cose da un’ angolatura diversa da quella bambinesca delle favole. Non è poi così difficile. Studiate, cercate, e troverete.

      • MASSIMILIANO ha detto:

        No grazie don Eloisa. Ci tengo a rimanere bambino, ed ho ancora voglia di credere alle favole… Saluti.
        Massimiliano.

      • Boanerghes ha detto:

        Sig.ra Eloisa
        Vedo che sta facendo passi da gigante nei ragionamenti teologici, sempre più confusi.
        Ma chi mai insegna nella Chiesa quelle cose di cui lei parla?
        Ma pensa veramente che fino al 2013 la Chiesa non abbia mai insegnato l’amore misericordioso?
        Pensa veramente che solo ora si capisca l’amore di Dio?
        Si tuffi nella storia primordiale del cristianesimo, studi la santa patristica, e così avrà una vera cognizione del messaggio evangelico, dalla testimonianza apostolica e poi patristica.
        L’attaccamento che lei e altri come lei avete, altro non è che un qualcosa a cui attaccarsi per non affondare in uno stato senza speranza. Non è molto dissimile da coloro che passano ad una fede diversa, protestante o non cristiana, pur di attaccarsi ad un qualcosa di muovo, di fresco, di finalmente amore cristiano.
        Salvo poi accorgersi, prima o poi, di essere rimasti attaccati all’edera che ricopriva la roccia e non alla roccia stessa. Che è il Cristo Signore e la Sacra Tradizione.
        Che poi tra i chiamati ci siano traditori, rinnegati, tiepidi, o altro, forse che non lo sapeva il Signore?

      • Sherden ha detto:

        Perbacco, la lezioncina quotidiana su Gesù, il Cattolicesimo e la Chiesa, oggi va giù pesante (più che altro per i giri a vuoto delle solite banalità alla “peaceandlove”) . Ma sentiamo: dicci, illustre maestrina, giacché scrivi che “Gesù è venuto per dirci tutt’altra cosa”, che cosa esattamente è venuto a dirci?
        Illuminaci, di grazia.

        • deutero.amedeo ha detto:

          C ari BOANERGHES e SHERDEN, voi di Eloisa non avete capito niente.
          Eloisa è una persona intelligentissima, che studiava Lettere, Filosofia, Teologia.
          Solo che ad un certo punto si è stancata di studiare e si è fermata alla quinta elementare.

          • Boanerghes ha detto:

            Il Signore è paziente e misericordioso con tutti, tuttavia è richiesta la buona fede e anche, forse strano a dirsi, la razionalità. È ragionando che si capisce se una obbedienza è giusta oppure irricevibile, in quanto contrasta con la Rivelazione e la carità.
            Però non bisogna dimenticare l’episodio di Gesù con i cambiavalute del tempio, nel senso che è pur sempre per amore che il Signore adotta determinati atteggiamenti, al fine di convertire un cuore indurito.
            Qui non siamo di fronte a cuori induriti, ma ad anime che sono ingannate dal presunto nuovo rinnovamento della Chiesa, e questo è l’inganno di satana.
            Forse per rinnovamento bisogna guardare molto più indietro nel tempo

      • Milli ha detto:

        Anche lei, sig.Eloisa, ha il vizio di distorcere ciò che le si dice. Nessuno ha detto che Dio sta sulla nuvoletta a punire gli uomini-vermi schifosi.
        Spiegarle ulteriormente al momento non mi sembra possibile, probabilmente sono io che non ne sono capace.
        Ma ci spieghi lei, se vuole, cosa è l’amore di Dio verso gli uomini, se gli piacciono tutti i peccati, gli aborti, la distruzione delle famiglie, l’avidità e la corruzione, la distruzione del creato. Sono già tutti peccati perdonati? E quindi senza conseguenza alcuna per gli uomini?
        Dio sta ad applaudire, indifferente?

        • Eloisa ha detto:

          Milli cara, io non ho alcun vizio di distorcere.
          Se leggo che Dio sta lassù in cielo e noi esseri umani stiamo quaggiù sulla Terra, è chiaro che si ha una visione di Dio, questa sì distorta. Come quella che io avevo da bambina perché questo mi era stato insegnato allora. E dovevo prendere quel che mi passava il convento.
          Tutti qui sono convinti che il Regno dei cieli sia nel dopo morte e vedono ricompense o castighi dopo aver chiuso gli occhi per sempre. E hanno paura della morte.
          Maggiore distorsione di questa?
          Se poi mi azzardo a dire che le cose stanno in altro modo, qualcuno replica che preferisce credere alle favole. Buon pro gli faccia.
          Che dovrei dire? Le vostre categorie religiose escatologiche sono vecchie, stantìe, e vi piace restarci attaccati. Buon pro vi faccia.
          Io , grazie a Dio, me ne sono allontanata da un bel pezzo seguendo l’ evoluzione che naturalmente si impone nel divenire della vita e quindi anche nella Chiesa.
          Le favole a me non piacciono più. Preferisco una religiosità adulta e non servile.

          • Eloisa ha detto:

            L’amore di Dio verso gli uomini non implica che gli uomini debbano fare tutto quel che passa loro per la mente senza ascoltare la voce della coscienza che poi è quella di Dio stesso.
            L’uomo ha un comandamento UNICO da osservare, ed è l’AMORE (l’essenza di Dio).
            Avidità, corruzione, distruzione delle famiglie,distruzione del creato, omicidi, aborti etc…sono MANCANZA D’AMORE. Creano DISARMONIA, sono azioni che annullano il BENE, che non rispettano la GIUSTIZIA. Dunque vanno contro DIO.
            IL QUALE,però, non è un giudice che applica la giustizia retributiva, mettendo sul bilancino azioni buone su di un piatto e azioni malvage sull’altro.
            Dio ama sempre e comunque tutti gli uomini, sue creature, altrimenti non sarebbe DIO.
            Quel che avverrà della sorte degli uomini al di là della soglia della morte, nessuno lo sa, nessuno è tornato a dircelo. Inutile fantasticare, dunque.
            Una cosa è certa: LUI sa scrutare bene, nelle più piccole pieghe della nostra anima, l’origine delle nostre azioni in vita; e su questa base si decide il nostro futuro nell’aldilà.

      • @ Eloisa da Vittorio ha detto:

        L ho letta alcune volte e l’apprezzo, anche la carita’ che dimostra.
        Mi verrebbe da correggerla…ma so’ che agitero’ i novelli credenti nei protocolli dei savi di Sion.

        La scintilla divina dentro l uomo e’ gnostica, massonica, catara.
        Il cattolico aspetta da Dio la redenzione.

        Io penso che Dio solo giudichera’ , pure gli gnostici.
        Bene fecero a Beziers 🙏😜 uccideteli tutti, Dio riconoscera’ i suoi (può essere “apocrifa” la frase)

        Ma stia attenta a cosa dice. Perché il mondialismo ha già il suo tempio per tutte le religioni che significa 666 da minimo anni 80 🙏 e quindi non possiamo Amare sennò siamo mondialisti.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Nelle Provinciali di Pascal/Nicole/Arnauld si puo leggere nero sul bianco il progetto gesuitico di una nuova Chiesa. L’essenza del bergoglismo è già lì, il relativismo, il buonismo, la morale rilassata, la fede annacquata. Sono anche i tempi dove Ricci si converte alla religione di Confucio per pregare il Vangelo. Fine del Cinquecento, 1657… La grandiosa Ouverture della civilizzazione illuminata che conosce oggi la sua apoteosi con l’antipapa e la sodomizzazione dell’ex cristianità.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    “Non posso tacere se è in gioco la fede”, mi disse Viganò. “Se altri si uniranno a me, tanto meglio. Ma anche se sono solo, devo parlare.”

    Questo è un uomo con le palle, non gli ominicchi e i pigliainculo dei quali la nostra Chiesa è piena nei posti di comando.

  • TITTOTAT ha detto:

    E lo scomunicato sarebbe don Minutella?
    Ieri al tg1 il cronista esaltava gli imprenditori inglesi hanno fatto in modo che la popolazione indiana soppiantasse gli indigeni delle Mauritious, proprio bell’esempio di integrazione.
    Che dire? Se gli africani in futuro saranno i trequarti della popolazione italica ringraziamo BerSoros. C’è da disperarsi per quanto riescono a essere sfacciati. Comunque il lato positivo è che non riescono più a nascondersi.

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      sì, ma il minutellismo non è la soluzione. come documenta il Padre Ariel Levi di Gualdo

      • TITTOTAT ha detto:

        Padre Ariel è l’acchiappacolori di Bergoglio.
        Un fedele sente la puzza di zolfo e vuole uscire dalla gabbia? Ecco l’ acchiappa fedeli, il cane lupo che li riporta al pastore infedele, state lí mentre vi scuoiano.

      • TITTOTAT ha detto:

        Nel mentre leggo anche il blog di AMV, il fisico matematico don Strumia in premessa afferma: È vero, c’è odore di eresia, e l’ eresia è il peccato per eccellenza, non bisogna essere né conniventi né ribelli, ma essere se stessi. Questi se le inventano tutte pur di non muovere un dito. Se hai detto che l’eresia è peccato di conseguenza devi ribellarti al peccato, quindi ribelle devi essere, poi magari lo farai rimanendo te stesso, quindi non rinnegando te stesso, ma siccome stai fermo ad aspettare significa che sei connivente pur rimanendo te stesso.

  • Il veritiero ha detto:

    Dott. Tosatti, ultimamente ho avuto il piacere di conoscere “il commissario della santa sede che sta commissariando i Francescani dell’Immacolata” un padre salesiano che ha preso il comando dei Francescani Immacolata come se fosse il Generale, e poi ho conosciuto anche diversi elementi delle gerarchie dell’immacolata.
    Sono rimasto molto confuso, le spiego la mia confusione: parlando con i Francescani Immacolata nessuno di loro sembra essere al corrente della serietà del loro commissariamento. Loro pensano che entro pochissimo tempo cesserà ( o glielo lasciano credere ) E poi non sembrano nemmeno essere consapevoli della questione del tentativo di esproprio dei beni l’ordine, che non possono essere espropriati in quanto intestati alla fondazione di laici benefattori ( loro sono convinti che il vero problema sono questi laici che hanno il controllo delle strutture il vero problema, “i veri cattivi”, che non gli permettono di usare le strutture… o almeno questo è quello che gli hanno lasciato credere )
    Ho potuto constatare che i poveri Francescani dell’Immacolata hanno a malapena i soldi per mangiare ( in realtà quasi quasi non hanno nemneno da mangiare ) se hanno problemi di salute non si possono curare ma possono curarsi solo per cose veramente urgenti; le loro strutture stanno crollando e non hanno sovvenzioni o aiuti per poterle riparare ( hanno praticamente i tetti che stanno crollando e non hanno nemmeno i riscaldamenti ) capisce che sono rimasto sconvolto vedenso ciò, io ho visto gli sltri ordini e diciamo che in confronto a loro navigano nell’oro, mangiano meglio che al ristorante, soendono soldi in sciocchezze pur avendo fatto voto di povertà….
    E la cosa che mi ha stupito più di tutte é che loro non ce l’hanno minimamente con il commissario o con la santa sede, loro sono convinti che è colpa dei laici. I frati e sacerdoti di nazionalità Italiana hanno abvandonato quasi tutti l’ordine, sono rimasti solo filippini e africani, su 100 frati gli Italiani sono 5-10.
    Loro non sembrano essere assolutamente consapevoli della gravità del commissariamento; loro sono convinti che tutto é nato dallo scontro interno fra messa vetus ordo e novo ordo, e sono convinti che fra poco finirà.
    Ma quale è la verità dott. Tosstti, sono molto confuso, mi può spiegare in parole povere la vera situazione? Questi francescani sono ingannati ? Oppure ci siamo fatti una idea sbagliata?

    • TITTOTAT ha detto:

      frati e sacerdoti di nazionalità Italiana hanno abbandonato quasi tutti l’ordine, sono rimasti solo filippini e africani, su 100 frati gli Italiani sono 5-10: La risposta è dentro il quesito.
      Chi si è consacrato perché la verità rende liberi ha saputo discernere; chi si è consacrato per un tozzo di pane si è fatto schiavo.

      • Il veritiero ha detto:

        La cosa che mi ha colpito é che muoiono di fame e di freddo e sono felici, per il loro modo di vedere non è il commissariamento il loro problema. E allora mi hanno lasciato spiazzato, vorrei saperne di più per capire la verità. Questi fi cose economiche nei riguardi dei beni dell’ordine non sanno assolutamente niente, anzi se la prendono con i laici invece che con il commissario, allora voglio capire di più, voglio capire se li stanno facendo fessi e non se ne accorgono. Il dott. Tosatti che sa tutto ed é affidabile é una buona fonte per capire.

        Ci sono anche frati dagli Stati Uniti D’America in buon numero ( cosa molto insolita ) diciamo che su 100 frati sono “8 italiani-8 Stati Uniti-4 brasile argentina- 40filippini-40 africani ) più o meno il rapporto é cosi.
        Devo dire la verità, ho visto molta più fede in questi stranieri che negli italiani ( io sono italiano ).
        Questi pregano 5 ore al giorno come regola fissa dell’ordine.
        Si inginocchiano nel ricevere la comunione con apposito inginocchiatoio preparato apposta davanti l’altare.
        Si alzano alle 5:00 di mattina e la prima cosa che fanno vanno a pregare 2 ore a digiuno e ppi fanno messa.
        Baciano il pavimento della chiesa
        Pregano in Latino, e fra di loro si vogliono bene come fratelli.
        Gli Italiani invece pregano 15 minuti al giorno ( sempre se gli girano bene ) e fra di loro litigano, si parlano male alle spalle, si insultano, la comunione la prendono sulla mano e in piedi.

    • HP ha detto:

      Gentilissimo, grazie per queste informazioni.
      La prego, però, di usare una certa prudenza nello scrivere; infatti, quando Lei scrive “tentativo di esproprio dei beni l’ordine, che non possono essere espropriati in quanto intestati alla fondazione di laici benefattori”, di fatto sta affermando che la precedente “gestione” ha distratto beni dell’Ordine per intestarli fittiziamente ad altri. Spero che Lei abbia compreso e di non dover aggiungere altro. Grazie. Cordiali saluti.

      • Il veritiero ha detto:

        Ah, non volevo intendere ciò, io mi esprimo malamente; ho un bel po’ di ignoranza nel mio bagaglio.
        Avevo letto da qualche parte tempo fa, che c’era una specie di strano interesse sui beni dei Francescani. Allora volevo capire meglio la verità, e siccome il dott. Tosatti é fonte molto affidabile e seria, sono sicuro che se lui dice una cosa é veramente quella.

  • I love anguera ha detto:

    Stanno creando una Neo-Chiesa, destinata al fallimento.
    Checché ne pensi e ne dica il solito MARIO-CARLONE.
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/

    • Nicola B. ha detto:

      Per I love Anguera. Caro amico devi trovare il messaggio di Maria Santissima ad Anguera che diceva chiaramente che dopo Benedetto XVI la Chiesa avrebbe preso un’altra direzione. Questo per tutti i contestatori di Anguera. Saluti.

      • I love anguera ha detto:

        Amico, c’è l’imbarazzo della scelta.
        Nel link ci sono tutti i messaggi, anno per anno.
        https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/

        • MARIO ha detto:

          Sig. LOVE-rano di Anguera, per dimostrare che “I LOVE ANGUERA” e “NICOLA B.” non corrispondono alla stessa persona, si è inventato persino, qui sopra, l’artificio di rispondere e contro-rispondere a se stesso, utilizzando i due nomi.
          Perché vuole nascondersi con questi sotterfugi da due soldi ? Teme forse di fare brutta figura quando l’inganno Anguera verrà alla luce ?

          Per dimostrare che lei è la stressa persona sotto anonimato, riporto qui sotto un suo commento del 22.07.2019, da cui risulta chiaramente che NICOLA B. = I LOVE ANGUERA, perché la propaganda è identica:

          NICOLA B.
          22 Luglio 2019 alle 6:30 am
          Ultimissimo messaggio della Madonna ad Anguera in Brasile. ”
          https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/4830
          ” UNA GRANDE GUERRA SUCCEDERÀ TRA I CONSACRATI….”

          • Nicola B. ha detto:

            Certo che voi seguaci della Chiesa 2.0 siete proprio messi male con questi ragionamenti contorti fino all’assurdo. Questo dimostra il grado piuttosto infimo di quoziente intellettivo che avete e come una mente si può degradare. Certo come no, e adesso sono pure la Primula Rossa. Ahahah Ahahah Ahahah Ahahah Ahahah Ahahah Ahahah Ahahah Ahahah Ahahah

          • I love anguera ha detto:

            MARIO-CARLONE, non ti rispondo nel merito della tua supposizione, perché sarebbe tempo perso.
            Dico solo che sono contento di averti mandato in tilt, tu che in genere pontifichi su tutto e su tutti con un alto coefficiente di spocchia. Mi stia bene.

          • Nicola Buo ha detto:

            Certo che la fantasia non vi manca a voi di sinistra seguaci della Chiesa 2,0…adesso io risponderei a me stesso. Ma tanto mi basta sapere che il Dott Tosatti sa perfettamente che io e l’altra persona siamo 2 persone totalmente diverse. Del suo parere mi importa un fico secco anzi mi diverte vederla annaspare nelle sue fantasiose congetture.

  • Fabio ha detto:

    In effetti è difficile negare l’evidenza stanno creando, anzi hanno già creato, una nuova religione.
    Me sembra che anche l’articolo di cui pubblico il link lo slieghi con precisione anche se in alcuni punti è discutibile:
    https://gloria.tv/article/QUCeRWSgi1P84fT887htpwmrr?fbclid=IwAR0ZPAXpYNfgCefqb4MzTAbMAVc1j7bElx3WM3mcN0p2OPCIGklLjui14zo

    • Vittorio ha detto:

      Se han creato una nuova religione la colpa e’ di papa Ratzinger. Avete sempre detto che non esiste il marito emerito, il vivo emerito..avete tante certezze fasulle (per me i trapianti a cuore battente sono omicidi la chiesa non li condanna da anni). E’ finita l ora delle certezze. Ora bisogna ascoltare Dio.

      • rita.d.C. ha detto:

        secondo me bisogna ascoltare Melloni . L’unica persona illuminata che si occupa del pontificato di Bergoglio. L’unico che scrive il vero sulle prospettive della Chiesa.

      • I love anguera ha detto:

        “Se han creato una nuova religione la colpa è di papa Ratzinger”.
        VITTORIO, tu non sai quello che dici.
        L’unica “colpa” di Benedetto XVI è quella di non avere la stessa tempra di un Giovanni Paolo II: e questa se permetti non è una colpa personale, ma semmai una colpa di madre natura.
        Benedetto è stato obbligato alle dimissioni; e lui, per non cedere del tutto, ha escogitato quella forma atipica di rinuncia che tutti stiamo osservando. Benedetto è ancora Papa: lo è in una forma silenziosa e appartata, proprio perché molti nemici non hanno voluto ascoltarlo e seguirlo. E oggi è più eloquente il silenzio di Benedetto XVI, che tutti gli sproloqui del suo “supplente autorizzato”. Distinti saluti.

        • Carlone ha detto:

          Mi sta dicendo che Benedetto xvl non conosceva i messaggi di I Love Myself , e ha fatto tutto sto ambaradam quando era già scritto ?
          Madre natura ? E che c’ entra ora l Amazzonia?

          • I love anguera ha detto:

            Ti sto dicendo quello che è scritto sopra, non quello che hai capito tu!

          • Carlone ha detto:

            Ha appena risposto al suo amichetto che ci sono rivelazioni a bizzeffe sul cambio di direzione della Chiesa dopo Benedetto , cambio già avvenuto.
            Però adesso dice che Benedetto è ancora il Papa .
            Allora la Chiesa sta marciando ancora col vento in poppa , sospinta dalla Madonna.
            Oppure quale altro guazzabuglio si deve inventare adesso ?
            La Madonna va con la Chiesa dritta per 100 metri fino a quando sarà rivelato che Benedetto è formalmente Papa ma fino a quando Bergoglio sarà rivelato etc. .etc.etc..

        • Eloisa ha detto:

          “Benedetto è stato obbligato alle dimissionini” lo dice lei I love anguera
          Non si inventi quel che non è vero, per favore. Se poi vuol considerarlo ancora papa, questi sono affari suoi.
          Ma un papa emerito, cioè fuori di scena, non è il papa effettivo.
          Le piaccia o no.

          • Sherden ha detto:

            Ma Benedetto XVI non si è ritirato a vita privata in qualche monastero (come molti speravano), né si è svestito dell’abito bianco.
            Le piaccia o no.

        • Vittorio per Anguria ha detto:

          Caro Anguria,

          Se Ratzinger non ha il dono della fortezza, pure molti divorziati risposati non l hanno, pure molti depressi, malati.
          Non fanno la comunione!

          https://youtu.be/gA_PDuX0cpM

          • Sherden da vittorio ha detto:

            Lei dice che Ratzinger non e’ né carne né pesce? Che sarebbe un papa emerito? Cioè relativo. Come diceva Gaenswein? Ci son 2 papi? No . Le dimissioni son chiare

            https://youtu.be/gA_PDuX0cpM

            E’ che cos’ e il Papa emerito che va inserito nel codice canonico!😂

Lascia un commento