VATICANO. PICCOLE EPURAZIONI CRESCONO…IL REGIME LICENZIA D’ESTATE

29 Agosto 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Gian Paolo Montini, Promotore di Giustizia alla Segnatura Apostolica, docente invitato all’Università Gregoriana (Diritto canonico), nei prossimi giorni – a 64 anni! – verrà congedato dalla sua carica, senza peraltro che gli venga assegnato un nuovo ufficio. Semplicemente, è messo a disposizione. Una decisione a dir poco sorprendente, vista l’età, le caratteristiche professionali, e la competenza dell’interessato. C’è da dire che mons. Gian Paolo Montini si era espresso – con garbo ma con chiarezza – in diversi articoli criticando la riforma dei tribunali ecclesiastici voluta e ideata da mons. Pio Vito Pinto, Decano della Rota Romana, devotissimo e anche di più al Pontefice regnante, che lo ascolta e ne segue i consigli. Tanto devoto che a 78 anni compiuti resta ancora a capo della Rota, e anzi, andrebbe dicendo che “sarà Decano fino alla morte”. Chi conosce quel mondo sostiene che privare la Segnatura, le cui ali sono state già tarpate più di una volta da decisioni autocratiche contro ogni giustizia di una persona dotata di un profilo tecnico quale è quello d Gian Paolo Montini significa certamente un impoverimento. Ma c’è qualcuno a cui questo genere di argomenti sta a cuore, nell’attuale regime? Non pare.

Questo singolare spostamento, – fra l’altro, a quanto pare, deciso senza che il vescovo della diocesi in cui è incardinato mons. Montini sia stato consultato preventivamente, come è buona regola, se non altro di educazione,se come pensiamo verrà confermato, rappresenta l’ultimo episodio di una serie di mosse con cui il gruppo al potere sembra voler impadronirsi anche delle leve mediane e basse  della macchina, eliminando persone che senza essere contrarie al regime attuale evidentemente non davano abbastanza garanzie di fedeltà cieca, pronta ed assoluta.

Lo spostamento più interessante è avvenuto a luglio, e riguarda uno dei punti più delicati, segreti e sensibili della Santa Sede. Cioè la Sezione Economica della Segreteria di Stato; il forziere del papa, più ricco – secondo quello che dicono fonti molto buone – dello stesso IOR, ma privo di qualsiasi controllo esterno (o anche interno…). Il cardinale George Pell incaricato dal Pontefice di non guardare in faccia nessuno, e di portare ad unum tutto ciò che era soldi e finanze, provò a metterci naso e mani, e con quali risultati lo sappiamo. Mons. Alberto Perlasca, un prelato comasco estremamente serio, pignolo e formale, è stato mandato a fare il Promotore di Giustizia aggiunto proprio alla Segnatura. Al suo posto è stato nominato un monsignore lituano che prenderà servizio nei prossimi mesi. Perlasca è stato congedato senza nomina episcopale; il che non suona come una promozione. Forse il serissimo prelato comasco ha eccepito un po’ troppo, di fronte a richieste disinvolte, per quanto legittime, promananti dall’Alto? In quel mondo si marcia a sussurri, e anche quelli sono pericolosi…

Poi c’è stato lo spostamento di un altro carattere spigoloso, Carlo Maria Polvani, che dal 2007 guidava l’UID, l’Ufficio Informazione e Documentazione della Segreteria di Stato, la struttura in costante contatto con il Dicastero per la Comunicazione e quindi con tutti i media della Santa Sede, in particolare con la Sala Stampa. Polvani è nipote dell’ex nunzio apostolico negli Stati Uniti, Carlo Maria Viganò. Non sembra però che i rapporti zio-nipote, a quanto ci risulta, siano buoni; anzi potremmo dire tutt’altro. E questo da parecchio tempo.  Ci sentiremmo di sospettare che lo spostamento di Polvani sia originato da motivi interni. Il monsignore è stato trasferito a sorpresa al Pontificio Consiglio per la Cultura, con l’incarico di sotto-segretario aggiunto, uscendo di fatto dal servizio diplomatico della Santa Sede. Anche per lui non c’è stata nessuna nomina episcopale ad addolcire quella che difficilmente potrebbe passare come una promozione.

Infine, oltre a Perlasca e Polvani un altro trasferimento misterioso: anche il Capo ufficio dell’ufficio giuridico della Segreteria di Stato, monsignor Sergio Aumenta ha dovuto lasciare il posto in Curia, ed è stato trasferito nella sua diocesi d’appartenenza, Asti. Anche in questo caso non è dato di sapere perché il prelato, che è anche Commendatore all’Ordine della Repubblica Italiana, abbia visto la fine repentina del suo percorso all’ombra delle Mura…Sarà necessario vedere chi sarà il suo successore, per vedere di dipanare questi fili di potere e poteri.



SE PENSATE

CHE STILUM CURIAE SIA UTILE;

SE PENSATE

CHE SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA;

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

 

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

90 commenti

  • Nicola B. ha detto:

    Tittotat 2:24 pm@. Come ha ragione caro amico…..

  • Anima smarrita ha detto:

    La “nuova” di oggi riguarda la promozione alla guida della Pontificia Accademia delle Scienze di mons. Dario Edoardo Viganò, quello della lettera taroccata di Benedetto, cui si indirizzano in questi giorni interrogativi tendenziosi di qualche giornalista circa quel silenzio che sarebbe dovuto seguire alle dimissioni.
    http://ilsismografo.blogspot.com/2019/08/vaticano-mons_30.html#more

  • Natan ha detto:

    Ma la Augusto sig. Papa non si ferma ad epurare uomini in talare. Sono molti a pensare che nella laica Repubblica italica è nato il Governo Bergoglio

  • Anonimo ha detto:

    Vorrei capire adesso tutta l’indegna gazzarra della tav (unica cosa che mi trova d’accordo con i dem) come verrà risolta dopo questa unione bestiale giallorossa. Tutto tace… evidentemente certi malcontenti sono pilotati ad arte . Povero Salvini…come poteva combattere contro tanta malafede?

  • Nicola B. ha detto:

    Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi………Anche se non sarà per tutta la legislatura gliela renderanno comunque
    molto dura.

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/giallorossi-gi-difficolt-cos-lega-ora-pu-frenarli-nelle-1745246.html?update=1

  • Anima smarrita ha detto:

    Articoli di oggi – su nomine e “spostamenti alias allontanamenti” (mi concede quest’eufemismo, dott. Tosatti ?!!!) per noi non certo sorprendenti – non credo possano risultare gratificanti per chi non più tardi di ieri (sulla spinta anche di un “riflesso” interiore ?) ci invitava a chiedere allo Spirito Santo «la forza di non spaventarci davanti a chi…ci critica…». Chissà, inoltre : con quale grado di accettazione saranno stati accolti dai supporter duri e puri…
    Se poi la seguente, pesantissima, critica arriva addirittura da “Il Sismografo” (per chi non lo ricordasse: sito para vaticano), ciò significa una sola cosa: che una certa misura è ritenuta…veramente colma! Si tocca il nervo scoperto della questione delle questioni: gli abusi, nello specifico in Cile, dove la Chiesa versa nella situazione drammatica che qui viene ancora una volta additata. Mons. Ivo Scapolo, colà Nunzio per otto anni, viene spostato (si legge come promozione, immeritata, secondo Badilla) in Portogallo.
    https://ilsismografo.blogspot.com/2019/08/vaticano-nuovo-nunzio-apostolico-in.html

  • Marco Matteucci ha detto:

    LETTO SU ADAVVENIRE:

    Le calunnie digitali di un quasi ex ministro e un piccolo augurio
    giovedì 29 agosto 2019

    Il quasi ex ministro Salvini continua imperterrito, nei suoi comizi digitali, a calunniare le opere caritative e sociali della Chiesa, cioè delle comunità cristiane italiane, e ad “arruolare” uomini e donne credenti nei manipoli del cattivismo militante.

    Non è il primo e non sarà l’ultimo uomo di potere a dire «ogni male» contro coloro che accolgono nella loro vita il Vangelo e sanno riconoscere nei poveri il volto e la carne di Cristo. E noi, ormai, abbiamo capito che per Matteo Salvini il bene, la solidarietà e l’amore sono soltanto «business».

    Tant’è che considera “amore” – l’ha dichiarato, l’ha messo nero su bianco – la parola appropriata per descrivere l’«uso in luoghi sicuri» del corpo di una donna messa in vendita da chi la sfrutta. Che tristezza…

    La saggezza dei nostri vecchi ci insegna che “ogni botte dà il vino che ha”. O l’aceto. Auguri a chi continua a bersi ciò che la botte Salvini riversa addosso a noi tutti. Auguri all’aggressivo quasi ex ministro (che, a quanto pare, tra breve avrà meno privilegi e invulnerabilità di casta) di diventare, lui, tutta un’altra “botte”. Una di quelle botti di vino buono (buono, proprio così) che hanno reso famosa e amata l’Italia e che non ci fanno vergognare di quel che mettiamo in circolo qui, in casa nostra, e nel mondo.

    QUESTA È GENTE DA PRENDERE A SCARPATE NELLA BOCCA!

    • Marco Matteucci ha detto:

      Anzi voglio rettificare:
      La parola “gente” non si adegua a costoro ….MALFATTORI SONO!
      e nonostante adesso se la ridano al riparo delle spesse mura vaticane, presto verrà Colei che essi temono a stanarli come serpenti velenosi dalla Santa Casa del Signore …MOLTO PRESTO!
      Viva Cristo RE!

      • Marco Matteucci ha detto:

        “Siete voi invece che commettete ingiustizia e rubate, e ciò ai fratelli! O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolatri, né adulteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio.” (Cor.1 8,10)

    • Milli ha detto:

      Se fossi in lei non comprerei più certi giornali.

    • Nicola B. ha detto:

      ” ogni male contro coloro che accolgono”…Proprio ieri in un supermercato di Roma ho scoperto che un addetto alla frutta e verdura parlava schifato del nuovo governo,. Pensando fosse di destra come me, l’ho avvicinato e con mia grande sorpresa ho scoperto che era da una lunga vita di SINISTRA. Era letteralmente schifato ed inoltre dava, sulle politiche migratorie, ragione a Salvini. Non dico altro. Evidentemente era un comunista de na volta ancora con la dignità e l’onore. Dignità ed onore che i grillini non hanno. Sono andato infatti sul sito dei 5 stelle ed ho scoperto, con enorme schifo e vomito, che più del 90% dei commenti dei militanti e simpatizzanti era pro inciucio senza se e senza ma e soprattutto senza vergogna. Quei pochi che esprimevano il loro schifo per l’accordo con il PD venivano insultati come leghisti. Perciò non illudiamoci, il SI sulla piattaforma Rousseau passerà, ma non perché la piattaforma è taroccata ma perché la stragrande maggioranza della base e’ per l’accordo con ” quelli di Bibbiano e che hanno frodato i risparmiatori grazie alle banche rosse”. UNO SCHIFO ED UNA VERGOGNA SENZA FINE. PENSO CHE SU QUESTE BASI QUESTO ORRORE DI GOVERNO ILLEGALE DURERÀ FINO ALLA FINE UNITI DALL’ANTI SALVINISMO , DAL MAGNA MAGNA E DALLE POLTRONE. Preghiamo comunque.

    • chiara fracassi ha detto:

      credo che la chiesa cattolica sia arrivata al capolinea

  • Il veritiero ha detto:

    Più vedo come Bergoglio sta mettendo ogni singolo granellino di potere nelle mani dei suoi fidati togliendo praticamente ogni minima forma di potere slle altre fazioni; e più mi semvra di vedere che si sta nuovamente ripetendo la storia di papa Bonifacio VIII contro la famiglia Colonna che aveva 2 Cardinali in famiglia oltre ai fedelissimi. Bonifacio VIII aveva costretto alle dimissioni papa Celestino V e lo aveva fatto rinchiudere ( infatti i cardinali e i francescani fecero un documento che dichiarava invalida la nomina di Bonifacio VIII come papa. Proprio come oggi Bergoglio con Benedetto XVI, dimissioni sospette e Benedetto rinchiuso in una mezza clausura tagliato fuori dsi contatti con il mondo. Bonifacio XVI proprip come Bergoglio oggi stava dando tutti i posti di potere nella chiesa e nella nobiltà ai suoi fedeli e famigliari ( esattamente come Bergoglio oggi ) , e iniziò unq guerra di potere con la famiglia colonna che cantava 2 cardinali in famiglia ( paragonabile all’Opus Dei di oggi ) fino a quando i Colonna hanno dovuto reagire per forza in quanto alla continua guerra di potere che Bonifacio VIII gli aveva fatto loro si sono visti costretti a reagire, nominando prima invalida l’elezione di Bonifacio e scomunicandolo, e poi facendo addirittura guerra ( che persero e le loro città co e Palestrina gli vennero confiscate e il papa Bonifacio pet sfregio le fece radere al suolo e cospargere di sale per mon far crescere più niente, il famosisdimo “schiaffo di Anagni al papa” ) la storia é la stessa identica, cambiano i nomi ma la storia è la stessa ( prima si chiamavano Celestino V, Bonifacio VIII e damiglia Colonna; ora invece si chiamano Benedetto, Bergoglio e Opus Dei , ma la storia é la stessa ) prima o poi l’Opus Dei e i Francescani saranno costretti a reagire.

  • Iginio ha detto:

    Da tempo è stata segnalata la soppressione del tribunale diocesano d’appello di Roma, che pare persistesse nel respingere le sentenze di annullamento matrimoniale.

  • TITTOTAT ha detto:

    Importante non essere epurato dal regno dei cieli.

  • Anonimo ha detto:

    È morto oggi il cardinal Silvestrini, mentore ed amico di Giuseppe Conte. Per carità, aveva 95 anni, ma la coincidenza con il giorno in cui un suo allievo prende in mano il governo della vergogna, frutto di un inciucio che nega la volontà popolare, non è un bel segno. Conte, da buon pugliese, avrà fatto i debiti scongiuri…ma i segni esistono, se solo lì si sa interpretare.

    • Milli ha detto:

      Il fu card. Silvestrini era tra quelli facenti parte della cosiddetta Mafia di San Gallo, quei cardinali progressisti che complottarono per spingere la pastorale verso il modernismo e infine per far eleggere un pontefice di loro gradimento, alias Bergoglio. Per queste azioni, secondo il diritto canonico questi cardinali si sono auto-scomunicati (perdonatemi il neologismo).
      Prego che Silvestrini abbia avuto la coscienza di pentirsi e riconciliarsi con il Signore..amen.

      • MARIO ha detto:

        Se fossi in lei, mi azzarderei di proporre al Padre Eterno di sostituirlo per qualche giorno, così che possa prendersi anche Lui un po’ di ferie.
        Così magari anche il povero Silvestrini potrebbe farla franca… Chissà.

    • Eloisa ha detto:

      Una prece per il monsignore e molte preci per Conte e per il Governo che si appresta a varare.

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Leggere l’ “opinione” di Mauro Cozzoli, “teologo moralista”, su Avvenire di oggi aiuta a capire, semmai ce ne fosse bisogno, il caos teo-logico in cui e’ la Chiesa oggi. Il cavallo di battaglia di ogni sofista, la contrapposizione artificiosa e truffaldina tra “legge” e “realta’ storica” e’ qui riproposto in maniera spudorata.
    La legge, ipocritamente riverita, viene intesa come astrazione, punto di arrivo, orientamento di massima che, ovviamente non puo’ contemplare i singoli casi “personali” della realta’; e la realta’, altrettanto ovviamente, e’ quella che il mondo d’ oggi presenta con tutte le sue, immancabili, novita’ e le altrettanto immancabili “sfide”. (restar frdeli alla dottrina di sempre significa per costoro dimostrarsi pavidi, perche’ riluttanti ad accettar queste famose sfide….). Ora un lettore benevolo potrebbe pensare che le novita’, non previste da una legge troppo “rigida” (sic), consistano in situazioni dovute al progresso scientifico, a mutamenti, chesso’, biologici o antropologici sorprendenti e, appunto “imprevedibili”; no, la nuova morale deve adattarsi ai molti nuovi matrimoni, matrimoni civili, convivenze! Sai che novita’!, sai che sfide imprevedibili!
    Quante parole, nell’ articolo, sono dedicate alla natura sacramentale del matrimonio? provate a indovinare…..
    In compenso la “legge” viene opposta nientemeno che all’ Incarnazione di NSGC, come se ogni principio morale (ingenuo aspettarsi una puntualizzazione tra legge naturale e legge positiva) fosse della stessa natura della legge rabbinica !
    A prendere alla lettera “opinioni” come questa del Cozzoli, la teologia morale non andrebbe tanto, mutata, modificata, quanto, piuttosto….abolita!

    • Nonno Asdrubale ha detto:

      Sì, stanno stravolgendo completamente la morale cattolica, specie quella sessuale. La nuova morale non è più oggettiva, ma soggettiva (e quindi inficiata di relativismo). Non fa più riferimento alla santità di Dio (“Siate santi, perché io sono Santo!”), ma alla propria condizione decaduta e peccatrice.
      In tal modo è “la realtà” a dettare legge, e non più la volontà di Dio.

    • Milli ha detto:

      Oh mamma, a leggere la sua descrizione mi è venuto il mal di testa. Ma vuoi proprio che chi legge Avvenire sia così ignorante in tema di catechismo da bersi questa roba? Possibile? Ma anche solo osare pensare che ci possa essere qualcosa di “imprevedibile” per nostro Signore che ha ispirato i testi sacri non è eretico?

      • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

        Ottima osservazione; infatti l’ intero discorso si regge solamente se si SEPARA la Parola di Cristo dalla legge; la quale legge e’ invece DEDOTTA , da parte del Magistero della Chiesa proprio da quella che e’ la volonta’ espressa da quella Parola.
        Avrete notato che negli ultimi tempi, un tema ricorrente e’ quello della “liberta” donata dalla Grazia; ma non come si insegna nel CCC, liberta’ DAL PECCATO, ma proprio come liberta’ DALLA LEGGE!
        E’ del tutto evidente che tale imbroglio cade se da parte del credente si tien ben fermo che esiste un’ UNICA legge, che e’ legge di Verita’, del Bene, dell’Amore.

  • Carmen ha detto:

    E quindi questo signore doveva essere nominato vescovo al solo scopo di addolcirgli la pillola? Ma come si fa a criticare gli altri quando si ragiona così .non so proprio

  • Gene ha detto:

    Leggetevi l’articolo di Aldo M.Valli su Duc in album,e capirete la personalità contorta di Bergoglio…indegna per un Papa.
    Nel suo programma di smobilitazione, di asservimento della dottrina, delle Sacre scritture, c’è la mano del Demonio,alla faccia di quel farabutto gesuita di Sosa, il papa nero.

  • Donna ha detto:

    Forse vi e sfuggito il sostantivo “nuovo umanesimo” indicato da Bergoglio e poi guarda caso da Conte ?…..stessi maestri?

    • Benson ha detto:

      Si avvicinano drammaticamente i tempi di Julian Felsenburgh

      • LucioR ha detto:

        Solo che Julian Felsenburgh non era il Papa, anzi il Papa si poneva come ultimo baluardo contro l’avvento della Religione Umanitaria di cui Julian Felsenburgh era il Messia.

    • Milli ha detto:

      Se penso a cosa è stato artisticamente l’Umanesimo in Italia nel XV secolo e guardare questa roba che vuole chiamarsi Neo Umanesimo, mi viene la nausea.
      Però a pensarci è un termine molto massonico = antropocentrismo, ma senza Dio.

  • Nicola B. ha detto:

    Dalla Nuova Bussola Quotidiana di oggi. Lo schifo, se possibile, adesso è ancora maggiore.

    http://www.lanuovabq.it/it/la-commissione-su-bibbiano-non-indaghera-su-bibbiano

  • Adriana ha detto:

    Licenziamenti e ” Accoglienze ” che necessitano di uno spirito liturgico creato ad hoc . Chiaro che di Sodoma …e Gomorra non si deve più parlare ! http://www.ilgiornale.it/news/mondo/germania/vescovi-scrivono-prefazioni-libro-pro-unioni-gay/

  • Il veritiero ha detto:

    É morto il cardinale Silvestrini, 95 anni.
    Ora Bergoglio può nominare altri 2-3 cardinali gesuiti oltre a quelli che già ha creato fra cardinali e vescovi ( un numero impressionante di gesuiti “probabile e sospetta SIMONIA” )
    O al limite può nominare qualxhe altro delfino di maccarrick.

    • Chianino ha detto:

      Ma che c’entra la morte di Silvestrini 95enne con le nomine dei cardinali ????
      Guardate piuttosto quanti cardinali usciranno per limiti di età quest’anno prima di S.Pietro e Paolo….

      • Il veritiero ha detto:

        Non faceva parte del collegio cardinalizio? Per il voto durante il conclave c’è il limite, ma per il collegio no. Posso anche sbagliare. Si era ritirato da cardinale?

        • Chianino ha detto:

          Il papa nomina i cardinali quando gli elettori scendono sotto 120. I cardinali sono elettori fino a 80 anni.
          Dopo sono emeriti non entrano in conclave.
          Manco le basi….

          • Il veritiero ha detto:

            Non entrano in conclave, però fanno sempre parte del “collegio cardinalizio” e il collegio cardinalizio ha molto potete decisionale quando si riunisce, il conclave é una cosa, il collegio cardinalizio é un altra. ( qui andiamo oltre le basi, proprio perché vado oltre le basi ho fatto la distinzione fra collegio cardinalizio e conclave )
            Uno può essere cardinale anche se non ha il diritto di votonin conclave, non é che se si superano gli 80 anni di conseguenza non sei più cardinale.

  • Donna ha detto:

    Le lunghe mani del Vaticano anche nei palazzi ” laicissimi” della politica…..oggi vediamo i risultati

  • Claudio Bianchi ha detto:

    Interessante, gradirei ricevere i Vs approfondimenti. Grazie. Comm. Claudio Bianchi

  • Nicola B. ha detto:

    Questa è una vecchia notizia, comunque sempre di licenziamenti si tratta , anche se di laici ed al di fuori delle Mura Leonine. Tutti giù per terra …economicamente… grazie al Miserikordioso Nuovo Corso che non ha voluto manco discutere con i LICENZIATI.

    Le mani del Vaticano sul business delle benedizioni – Linkiesta.it
    https://www.linkiesta.it/it/article/2014/12/05/le-mani-del-vaticano-sul-business-delle-benedizioni/23770/

  • Il veritiero ha detto:

    Mons. Montini a quanto riesce a inarcarsi da terra mettendosi carponi con le natiche rivolte verso Bergoglio? Nel curriculum vitae é l’unica cosa che interessa 😂

    • MARIO ha detto:

      La sua volgarità dimostra il suo grado di santità, che invece di sbirciare verso le più alte vette dell’empireo, si abbassa a scrutare il profondo degli abissi.

      • Anonimo ha detto:

        Carissimo, forse non ha ancora capito che per l’orbe Cattolico è difficile guardare al più alto empireo, come enfatizza lei, sotto la guida di Bergoglio. Per ispirarsi ci vuole un maestro adeguato. Si rassegni ma è così. E aggiungo…pace e bene.

    • Chianino ha detto:

      Mi stupisco che, per la volgarità immonda, il suo post non sia stato bannato dal moderatore!

      • Il veritiero ha detto:

        Ma di cosa parlate? Volgarità immonda? Si chiama senso dell’umorismo. Poi se voi ci volete vedere altro perché vi é comodo non lo so. Il significato si ciò che ho scritto è: che é risaputo che se ti sottometti a Bergoglio stranamente fai carriera. ( il significato dell’inarcarsi a carponi ) con le natiche rivolte sta a significare il segno di sottomissione per antonomasia ) per trarne vantaggi nella carriera. Se poi voi volete vederci altro sono vostre perversioni mentali. È come quando lo psichiatra vi fa vedere un disegno astratto e vi chiede voi cosa ci vedete dentro…c’è chi ci vede 2 colline e chi vede un seno…. e chi ci vede il seno ha deviazioni sessuali..non che voglio dire che voi avete deviazioni, per carità. Ma volevo rendere l’idea.

        • MARIO ha detto:

          Come mai cita gli psichiatri ? Probabilmente li frequenta assiduamente e la consiglieranno anche di esercitarsi a moderare la lingua ogni tanto…

        • Eloisa ha detto:

          Deviazioni sessuali??!!!
          Chi guarda un seno sarebbe un deviato sessuale, secondo lei?
          Vuole scherzare? La prima cosa che valuta un maschio è proprio il seno di una donna; la seconda sono le gambe. Rientra nella norma. Altro che “deviazione”!
          Esca dal seminario, veritiero, e si adegui alla realtà.

        • Chianino ha detto:

          Umorismo quanto meno da caserma.
          E la toppa è peggio del buco ( senza doppi sensi…)

  • Elia ha detto:

    Nulla di nuovo sotto il sole! Se è vero che forze esterne e nemiche di Cristo e della sua Chiesa, come alcuni sostengono, hanno condizionato un conclave, evidentemente le stesse forze devono completare l’opera rimuovendo dai punti vitali tutti quei prelati non allineati. In tal modo sarà più facile portare avanti quel processo di distruzione dall’interno della Sposa di Cristo. Davvero tutto sembra ormai perduto, bestemmiatori portatori sani di eresie e istigatori di apostasia sembrano spadroneggiare.
    Non dobbiamo mai dimenticare la promessa che la Santa Vergine fece ai tre pastorelli di Fatima, quando disse che quando tutto sembrerà perduto “il mio Cuore Immacolato trionferà”. Ed è bello ricordare anche le parole del Beato Sua Santità Pio IX: “Combattiamo, combattiamo figliuoli miei, e non abbiamo timore di niente. Ricordatevi che i nemici di Dio spariscono e la Chiesa resta.
    Gesù Bambino fugge in Egitto per evitare la rabbia di Erode, ma poi è avvertito di notte per ritornare: defuncti sunt enim qui quaerebant animam pueri.
    Oh! quanti sono i persecutori della Chiesa che sono defunti! E dopo aver sfogato la loro rabbia, dopo aver decimato le anime dei fedeli che servivano a Dio, son morti. E la Chiesa? La Chiesa rimane”.

  • robinhood ha detto:

    Caro Tosatti, mi sbaglio o questo mons.Polvani, nipote di mons. Viganò ( figlio di una sorella ,credo ) è colui che era intestatario dei conti dei fratelli Viganò presso lo IOR , la cui parte di mons. Carlo Maria tutt’un tratto è divenuta indisponibile ? ma è anche quello che ha fornito ambigue, o forse false persino, informazioni , di carattere famigliare-finanziario, su suo zio a “Santa Marta ” , al fine di screditarlo ? se mi sbaglio , la prego di dirmelo , non vorrei provocare confusioni , del tipo modello vigente a Santa Marta …

    • wp_7512482 ha detto:

      Credo che abbia ragione.

      • MARIO ha detto:

        E allora si sarebbe dovuto promuovere, non epurare… stando alle tesi (preconcette) del suo articolo.
        Pace e bene.

        • Sherden ha detto:

          Non è mica etto: in genere coloro che sono semplicemente “utili allo scopo”, una volta terminato il loro compitino vengono bellamente scaricati. La politica, di casi simili, ne è piena,

          • MARIO ha detto:

            Se fosse veramente così anche in Vaticano, vorrebbe dire che quelli che rimangono o vengono promossi non dovrebbero risultare “in genere” molto “utili allo scopo”…
            La confusione aumenta.

          • wp_7512482 ha detto:

            Dipende da promossi dove…Purtroppo credo che lei sappia bene che una cosa è mandare via qualcuno magari con un contentino altra cosa è mettere gente fidata, magari con qualche scheletro nell’armadio, a governare. In questo campo la chiarezza regna sovrana.

        • Gaetano2 ha detto:

          Mariuccio, cose d’altri tempi. Ora con l’impostore è cambiato tutto.

    • Donna ha detto:

      Parenti serpenti!

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Sembra che con questo pontificato la Chiesa (i suoi rappresentanti) vogliano fare a meno della GRAZIA soprannaturale e guidare la chiesa in modo solo umano, modo che, essendo influenzato dal peccato originale, senza l’aiuto della grazia, diventa espressione di IDEOLOGIA.
    Allo stesso modo in cui, quando la Chiesa non annuncia Cristo, quello “spazio” è occupato dalla contro-catechesi laicista.
    Gesù ha detto agli Apostoli: “Chi non è contro di voi, è per voi”, ma ha anche detto: “Chi non è con me, è contro di me”.
    Di conseguenza: chi NON è contro la Chiesa è, di fatto, per la Chiesa, mentre oggi i più grandi ammiratori di questo pontificato sono i NEMICI della Chiesa, come dimostrano gli apprezzamenti del quotidiano Repubblica.
    Mentre chi NON testimonia la verità, come tutti i quei Pastori che non hanno preso le distanze dalle parole di padre SOSA, generale dei GESUITI, che ha detto che il diavolo NON esiste, non essendo per Cristo, sono CONTRO CRISTO.
    Così come chi NON denuncia gli abusi sessuali col pretesto dello scandalo quando, invece, così facendo, crea più scandalo, è di fatto CONTRO CRISTO.

    • Gian ha detto:

      Io toglierei quel “sembra” iniziale dal suo commento signor Astore, non ha motivo di esserci. Tutto il resto è pienamente condivisibile, a mio parere.

  • Anima smarrita ha detto:

    E: attraverso la porta girevole, invece…:il rientro di mons. Zanchetta.
    L’articolo di A. M. Valli è fin troppo esaustivo…non necessita di un cappello introduttivo…
    https://www.aldomariavalli.it/2019/08/29/il-caso-sempre-piu-strano-del-vescovo-zanchetta/
    Sempre dal blog di Valli, ad integrazione di un articolo tradotto da un commentatore per SC qualche giorno fa, un “ritratto” di Bergoglio. Mi perdonerà, dott. Tosatti, queste segnalazioni… non per “offuscare” il suo lodevole “servizio” alla verità…
    https://www.aldomariavalli.it/2019/08/28/perche-bergoglio-non-va-in-argentina-e-quelle-voci-cosi-poco-agiografiche-in-una-cupa-buenos-aires/

  • I love Anguera ha detto:

    Altro concetto ricorrente nei messaggi di Anguera è quello dell’uso sistematico, da parte dei cattivi pastori della Chiesa, delle “mezze verità”. La “mezza verità” è un insegnamento dottrinale o morale o liturgico volutamente incompleto (e quindi volutamente ambiguo), il quale contiene al suo interno un errore tutto intero. Poi tutto dipenderà dalla interpretazione che ciascuno darà del suddetto insegnamento.
    Ora, questa è precisamente la tecnica usata da Bergoglio e dai guardiani della sua rivoluzione, per seminare la confusione e la divisione, ed estendere sempre più la grande apostasia.
    Mai diagnosi fu più precisa e impietosa di questa!
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/

    • Forza Roma ha detto:

      Salvo poi, in alcune occasioni, sparare “castronerie tutte intere”, come quelle di Padre Sosa Abascal, Superiore Generale dei Gesuiti, quando passa per Rimini su invito di CL; o come quelle del suo Principale, quando sputa sentenze ad alta quota.

    • MARIO ha detto:

      Come volevasi dimostrare. La Madonna di Anguera aizza all’odio, perfino verso il Papa.
      De’essere proprio una povera madonna eretica questa… (e Dio mi perdoni se sbaglio; ma penso onestamente di no).

      • I love Anguera ha detto:

        Anguera non aizza all’odio nessuno. Aiuta invece a superare le nebbie del “grande imbroglio”; e invita alla fedeltà al “vero Magistero” fino al martirio.
        E che Dio ti perdoni, se ci riesce, o uomo cieco e presuntuoso!

        • MARIO ha detto:

          “Anguera non aizza all’odio nessuno”. Sei anche bugiardo o così accecato (da ciò che non voglio pronunciare), da non renderti nemmeno conto di quello che dici.
          Le parole su “Bergoglio” (?) utilizzate nel tuo commento parlano da sole. Se non hai il discernimento per capire la gravità di quello che dici, cosa vuoi discernere su Anguera ? E pretendi anche di insegnare agli altri ? Svegliati, che sei grande !

          • carlone ha detto:

            Avrà il suo tornaconto in questo mondo . Non è solo colui che diffonde il messaggio , ma si fa anche interprete dei messaggio.
            Il ragazzo è pieno di talenti!

          • I love Anguera ha detto:

            “Il ragazzo è pieno di talenti!”.
            Parole sante, CARLONE, parole sante!

      • Gian Piero ha detto:

        non dubito che Mario ed altri come lui preferirebbero che la Madonna di Anguera come anche querlla di Medjugori e insomma la Madonna in assoluto esprimesse un endorsement più convinto al pontificato di Bergoglio. Un po’ come ha fatto Trump con GIUISEPPI CONTE. …purtroppo non siedono ancora del comitato di redazione delle parole della Madonna, ma si stanno organizzando quelli del Dicastero delle Comunicazioni…
        🙂 .-)

        • Anonimo ha detto:

          Il giudizio della S.Madre di Dio non si compra, contrariamente a quello del “biondo” presidentone a stelle e strisce, con figlia apostata e genero spia di una potenza straniera.

      • Donna ha detto:

        Sig.Mario
        la Madonna non può aizzare all’odio, perché è la Theotokos , è Colei che schiaccia la testa al serpente; è satana o demonio come si vuol chiamare che aizza all’odio e La teme così tanto che non riesce nemmeno a nominarla (legga gli scritti degli esorcisti o interviste, la indica come ” quella la” o peggio).
        La Madonna, Madre di Cristo,è una ed è apparsa e appare in diversi luoghi, per avvisarci di come, eliminando Gesù Cristo dal nostro orizzonte, siamo destinati a perdere noi stessi.
        “Dio che ti ha creato senza di te,non può salvarti senza di te” (s.Agostino), quindi cuore di Madre avvisa e invita alla con-versione , noi liberi di credere o meno, non senza giuste conseguenze.
        E comunque sono tantissime le profezie,oltre alle apparizione mariane ( Lourdes, Fatima,La Salette,Akita, Tre fontane, Medjugorje….) quelle dei santi e beati e mistici (Valtorta,Padre Pio, Emmerich,rev. Fulton Sheen.. per fare alcuni nomi) che hanno largamente avvisato della venuta di questo tempo di apostasia della Chiesa che è sotto gli occhi di tutti, almeno di chi vuol vedere.
        Alcuni messaggi di Anguera dati diversi anni fa, hanno predetto questo devastante cambiamento all’interno della Chiesa, la invito a leggere sul sito che troverà facilmente , scorra dal 2008 in poi, vedrà sarà una lettura interessante.

        • MARIO ha detto:

          Ho letto e visto tutto di Anguera. E la mia convinzione resta ferrea.
          Lei dice “la Madonna non può aizzare all’odio”. E’ esattamente quello che ho detto io, se la Madonna è quella vera. Ma lei sa meglio di me che attualmente sono in corso decine di presunte apparizioni e che la maggior parte (o quasi tutte) sono false, perché “quell’altro” vuole distrarre l’attenzione da quelle/a vere/a.
          Per cui basta un minimo di discernimento per capire se un’apparizione è vera o falsa (dico “minimo” perché il Padre Eterno è così buono, che non può permettere che le cose da discernere siano troppo ingarbugliate).
          Se poi uno è così tordo da non capire, non so che farci…
          Pace e bene.

          • I love Anguera ha detto:

            Per MARIO-CARLONE.
            La tua convinzione “resta ferrea” per un motivo molto semplice: per la lettura preventiva che fai della figura di Bergoglio e della sua opera apostatica. Per chi invece segue da anni questi messaggi (o ne studia lo sviluppo logico e cronologico), le parole di Anguera offrono un criterio di discernimento su Bergoglio molto chiaro e calzante.
            Ma tu non ti meravigliare della tua condizione, che è anche la condizione di molti altri. Anguera parla spesso di “ciechi che guidano altri ciechi”. Apri gli occhi, fratello! O per lo meno lascia in pace quanti hanno deciso di aprirli!

      • Marco Matteucci ha detto:

        Caro Mario, mi domando: non è che tu di cognome faccia Bergoglio?
        Se vuoi continuare ad insultare la Madonna guarda qui.
        Di messaggi di Anguera ce ne sono tanti …FINO A POTERTI DARE LA NAUSEA!
        https://reginadelcielo.blogspot.com/

        • Milli ha detto:

          Inutile discutere con Mario, è un infiltrato da Santa Marta. Anche senza Anguera i messaggi della Madonna in questo senso sono tanti, ma lui gli altri li ignora volutamente e su questi non risponde, chissa perché. Anche Maria Valtorta, di cui lui sembra essere un conoscitore, in: “L’Evangelo come mi è stato rivelato ” , vol X, cap 635, afferma la stessa cosa.
          Andate a leggere voi stessi:
          http://www.scrittivaltorta.altervista.org/per_volume.htm

        • MARIO ha detto:

          Caro Marco, mi domando: non è che tu, con la scusa di promuovere Anguera, fai anche la pubblicità a te stesso e alla tua attività ?
          A me così sembra, guardando il sito che hai postato…
          Stai attento a non utilizzare il nome di Dio e della Madonna per i tuoi interessi. Sarebbe un peccato grave contro il 2° Comandamento.