RVC DALL’UNGHERIA. UN VESCOVO SENZA VALORI CONSEGNÒ PECS AI TURCHI. MEDITATE…

22 Agosto 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, Romana Vulneratus Curia (RV in breve) sta compiendo un viaggio nei Paesi dell’Est europeo e come ha già fatto qualche giorno fa vuole condividere con noi le sue riflessioni. Questa mi pare, ahimè particolarmente adatta ai tempi che viviamo; nella Chiesa, ma purtroppo non solo nella Chiesa. Ringraziamo RVC per dedicarci un po’ del suo tempo e dei suoi pensieri anche in un momento che dovrebbe essere solo di riposo e svago.

Ο

Caro Tosatti, vorrei proporre una seconda riflessione nata nel mio viaggio in Ungheria, utile per considerazioni preziose ai suoi lettori (almeno lo spero).

Pecs è una bella città dell’Ungheria, piena di storia.Intorno agli anni 1460-70 il vescovo Janus Pannonius, che si occupava più dei bisogni materiali e dell’ambiente, piuttosto che dell’eternità, insegnava ai fedeli cattolici a pensare alla realtà, Hic et Nunc.

Fu così che formò un popolo che relativizzò fede e valori. Così quando furono invasi dai turchi soccombettero, furono cacciati e le loro chiese trasformate in moschee.

Fu un altro vescovo, Gyorgy Klimò, ma solo 150 anni dopo, a risvegliare la fede e a richiamare i valori del popolo magiaro per far riconquistare Pecs, grazie a un valente condottiero.

Così ne fece rinascere anche la vita, sviluppo e cultura. Pecs ebbe nel XVIII secolo una delle più ricche biblioteche dell’epoca.

Si rifletta. L’Autorità morale influenza sempre le azioni umane, nel bene e nel male, confondendo o insegnando.

Ben dovrebbe sapere che la chiesa è maestra prima che consolatrice.

Ma la chiesa è esperta di umanità e di aldilà, non di capitalismo, ambientalismo, politica, ecc.

Se si cimenta in questi campi non può che sbagliare, dare cattivi consigli, non conoscendo le cause dei problemi, né conseguentemente le soluzioni. E così fallire.

Apparentemente oggi detta Autorità vuole apparire solo banalmente consolatrice (misericordiosa) e sembrerebbe non voler più insegnare, ma addirittura vorrebbe (dice) imparare dalla realtà.

Si direbbe che desideri ispirarsi a quel vescovo di Pecs, Pannonius (almeno secondo quello che ho sentito raccontare di lui), che ha concorso a preparare il crollo di una civiltà. Vero Tosatti?

Ο




PENSATE CHE STILUM CURIAE SIA UTILE?

CHE SENZA STILUM CURIAE

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA?

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

16 commenti

  • Davide.S ha detto:

    A proposito di combattimento spirituale, l’episodio più incredibile l’ho incontrato a Lourdes. Chi scrive da un po’ di anni presta servizio come volontario in quella località: ebbene, avvicinandosi ad una signora che accompagnava sua figlia distesa sul letto, che, ricordo, era pieno di ricami e cose fatte con amore (la figlia non parlava e veniva alimentata tramite un sondino gastrico) disse: “la vera disgrazia è l’altra figlia che è divorziata”. Che dire? Che Dio premi la fede di quella donna, che, evidentemente, non chiede l’eutanasia e non fa notizia (verrebbe da dire, per sua fortuna, altrimenti rischierebbe seri provvedimenti per “eccesso di Fede”).

  • Franz ha detto:

    Totalmente d’accordo con la riflessione di RVC, mi domando solo se oggi a Pecs , nella piazza principale , ci sia il monumento al vescovo Pannoniius ( Hic et Nunc) o a quello del successore restauratore ….

  • maurizio rastello ha detto:

    Credo che per produrre riflessioni così profonde e documentate sarebbe bastata a RVC una vacanza su una spiaggia della costa adriatica.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Mr Rastelli, forse sarò deficiente io, ma non ho capito il senso del suo commento, tanto più che da decenni non frequento le spiagge dell’Adriatico. Saluti .

    • Richi ha detto:

      …ma no sarebbe stato sufficiente leggere un suo commento , così arguto ed intelligente , caro Maurizio, degno di Vatican Insider , più che di Stilum Curiae.

    • Fiordi ha detto:

      Scusi lei per caso è un turco .? O solo un frequentatore del Papetee di Rimini .?

  • giulia anna meloni ha detto:

    Niente è ostacolo al potere di Dio,”le forze del male non prevarranno”se abbiamo fede dobbiamo credere. La Vergine SS a la Salette”Roma perderà la Fede”…così è. Putredine e marciume colano da tutte le parti e lo sarà ancora di più fino a quando tutto sembrerà perduto. Se abbiamo fede dobbiamo credere. IL Signore farà risorgere la sua Chiesa,solo Dio può fare questo,come Lazzaro,solo Dio fa risorgere i morti ,a Gloria di Dio Padre. Ma quelli che amano avere nel ..cuore il demonio ,quelli no ,quelli…possa il Signore Gesù aver Misericordia di loro.

  • Anima smarrita ha detto:

    Corsi e ricorsi storici? A me sembra – e ben volentieri accetterei una smentita con dati di fatto – che si sia già in fase avanzata di relativizzazione di “fede e valori” e, a guardare la realtà con sano realismo, ci si debba chiedere (e adoperarsi) come e al seguito di quali condottieri recuperare il terreno perduto e risalire la china.
    Il quadro attuale – da cui «l’Autorità…vorrebbe (dice) imparare…» – è un libro aperto che squaderna l’urgenza di risposte ai bisogni, non ai sogni, di un’umanità affidata alla sollecitudine di pastori che la sorreggano nel relazionarsi con Dio per ri-conoscere e corrispondere alla sua missione salvifica, senza ignorarne le esigenze primarie. Memori di essere “nel mondo, non del mondo”, dal quale si è stati “scelti” e al quale si è stati mandati per far conoscere la sua parola con la testimonianza della propria vita, spinti a ricercare prima di tutto “il regno di Dio e la sua giustizia”.

    • Gaetano2 ha detto:

      Cerchi i testi per es. del grande Mons. Spadafora (Francesco), si capiranno molte cose.
      La tradizione contro il concilio;
      Il Postconcilio…;
      La nuova esegesi;
      Mons. Spadafora portava con dignità e onore il nome Francesco.

    • Tony ha detto:

      Brava , ben detto. Ma il nostro mondo è fatto purtroppo dai Maurizio (vedi sopra) non solo dai RVC e super ex

  • Gaetano2 ha detto:

    Ma che ci si vuole aspettare da uno che pur essendo vescovo e poi cardinale non sapeva di quanto accadeva nei paesi sotto il comunismo.
    Parole sue quando in qualità di pontefice, qualche anno fa, ha visitato l’Albania: “io non sapevo che il vostro popolo avesse sofferto tanto!”

    Preparazione pari a quella di giuseppe (rigorosamente minuscolo – se Altro Giuseppe mi consente)

    https://it.zenit.org/articles/vespri-a-tirana-bergoglio-tocca-due-martiri-e-si-commuove/

    https://www.imolaoggi.it/2014/09/22/il-papa-non-sa-che-lodio-del-comunismo-ha-provocato-100-milioni-di-vittime/

    • Zuzzerellone ha detto:

      Ma non erano proprio i gesuiti ad occuparsi dell’apostolato della “Chiesa di Roma nei paesi del blocco sovietico ?

      • Gaetano2 ha detto:

        In effetti dal Russicum provenivano molti martiri. Tra gli altri padre Leoni.
        Ciò aggrava la posizione del miserikordodioso… (la definizione l’ho copiata)..

  • I love Anguera ha detto:

    Parole vere, buone e belle. E che vogliamo di più dalla vita?
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/