SPADARO, IL SILENZIO SU VITA FAMIGLIA ETC. E I FULMINI CONTRO SALVINI. MA IL WEB LO CASTIGA…

21 Agosto 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Galeotto fu il Gandola/Pelanda che lo scrisse. Su La Verità del 18 agosto scorso. In un bell’articolo su come tutta una serie di organismi tifino per l’inciucio, terrorizzati dall’idea di mandare la gente a votare, i colleghi si occupavano en passant dei gesuiti, alcuni dei quali da mesi si prodigano in ostilità (quelle di padre Sorge Bartolomeo al limite dell’indecenza, tanto più venendo da un consacrato) frecciatine, mazzate, e via cattivando nei confronti di Matteo Salvini, Ministro degli Interni.

Scrivevano dunque i nostri il 18 agosto: “Per non ritrovarsi mai più il leader leghista davanti, padre Spadaro sarebbe disposto a soprassedere su eutanasia, nozze gay, utero in affitto mascherato. I valori non negoziabili sono dettagli, il PD al potere innanzitutto”.

Dicevano bugie, in particolare per l’appoggio alla sinistra? Sembra proprio di no, a leggere quello che scrive un altro gesuita, palermitano, Walter Bottaccio sj, Rettore di Casa Professa a Palermo. Ecco qui:

E invece se volete rinfrescarvi la memoria su alcune uscite spadariane, ecco qui la vignetta, al limite della blasfemia, pubblicata su Twitter dopo l’approvazione del Decreto Sicurezza, e un delicato accenno al rosario di cui tanto si parla (ma che faccia paura anche a qualche gesuita? C’è da chiederselo…) .

E sul rosario di Salvini:

 

 

Tanto per stabilire un contesto, sia pure in maniera molto ridotta.

 

Ma il Gesuita Che Sussurra Al Papa, ha zampe di elefante quando si tratta degli altri, ha la pelle da principessina da favola, se toccano lui. Così su Twitter piagnucola:

La insinuazione del quotidiano #LaVerità ai miei danni la dice lunga. Esasperano i toni e le #paure. Avvertono la necessità di agitare #spauracchi. Spaventano. Sarà per paura di perdere il sostegno politico di alcuni settori cattolici? Che qualcosa si stia decomponendo?

E qualche tempo dopo:

Oggi @LaVeritaWeb con articolo di  @gandolag continua nei suoi attacchi subdoli. Scrive che io sarei disposto a soprassedere su certe questioni morali pur di vedere sconfitto un noto politico sovranista. Dicano dove l’ho detto o chiedano scusa per aver detto #falsità #gnegne

 

#gnegne, come ben mi insegnate voi navigatori del web, è l’hashtag per indicare piagnucolii e lamentele; e in effetti alcuni commenti alle repliche spadariane si chiudevano proprio così.

Ma per non tediarvi, riportiamo il commento di una lucida, intelligente e attenta viaggiatrice della blogosfera, che svela il trucchetto del Direttore di Civiltà Cattolica (ma i gesuiti sono tutti d’accordo e soddisfatti, di ciò? Ce lo chiediamo da tempo).

“Dicano dove l’ho detto”. Il solito giochino: non è accusato di aver “detto” qualcosa ma di aver “soprasseduto”. Semplicemente ha taciuto su #Unionicivili, #DAT, #divorziobreve, sentenze sulla #fivet, rischio depenalizzazione del #suicidioassistito.  Ha taciuto #Spadaro #gnegne.

E in effetti, noi che seguiamo Spadaro da tempo – a dispetto del fatto di essere stati bloccati da lui sui social per avere scritto di come avesse preso in giro e attaccato da puppet account i cardinali dei Dubia non ci ricordiamo di un solo tweet in cui si esprimesse disapprovazione, perplessità, dubbi su tutta una serie di leggi lesive della visione cattolica dell’uomo e della famiglia, e del matrimonio.

No, fulmini e saette sono tutte per chi contrasta l’immondo mercato di esseri umani contro cui parlano sempre più spesso vescovi, cardinali e intellettuali africani. E, in particolare, la persona che ha efficacemente ridotto la tratta dei nuovi schiavi dall’Africa verso l’Italia, cioè il Ministro degli Interni, Matteo Salvini.

Naturalmente Spadaro ha ricevuto la solidarietà dei cattocom allineati al PD e alla sinistra, da Melloni alla sua estensione americana Faggioli, e da colleghi come il migrantista principe di Avvenire. Sui social a lui e Sorge sj è andata un po’ meno liscia. C’è chi l’ha invitato, invece di lamentarsi, a ripubblicare i suoi interventi (se mai furono…) sui temi per il cui silenzio Gandola e Pelanda lo hanno notato, invece di piagnucolare e accusare il mondo di cattiveria. E altri sono stati più diretti, in particolare verso padre Sorge che aveva affiancato Salvini e la Mafia:

@civcatt Ma ammettere di aver esagerato no? Esplicito parallelismo inaccettabile. Abbiate almeno le p***e di intestarvi una battaglia politica e dunque di darle e prenderle come tutti, non rifugiandovi dietro uno #gnegne da ipocrisia in talare.

Per chiudere, un’immagine inviata da un amico qualche giorno fa, che giriamo a chi di dovere in quella che era la Compagnia di Gesù:





PENSATE CHE STILUM CURIAE SIA UTILE?

CHE SENZA STILUM CURIAE  

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA?

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

61 commenti

  • Pollani Franco ha detto:

    Caro Spadaro le scrivo.
    Perché non fonda un suo partito politico per vedere l’effetto che fa? Almeno sarebbe chiaro una volta per tutte che un conto è predicare dal pulpito, magari a sproposito, lanciandosi sassi e nascondendo la mano dietro la schiena, un’altra quella di cercare consenso sulle sue idee progressiste (leggasi social-marxiste).
    Mi dispiace ma non si rende conto che continuando su questa strada lei rende odiosi tutti i gesuiti che come lei pretende di usare il Vangelo a senso unico dividendo i credenti anziché aiutarli ad essere coerenti anche a costo di rimetterci di persona.
    Sono un cattolico con militanza politica di lungo corso, che dopo essersi accorto per tempo della piega che ha preso il partito …… da lei tanto amato, ne sono uscito sbattendo la porta perché dei valori proposti dalla gattolica Cirinnà e dal gattolico Renzi & soci ne ho avuto nausea e disgusto. Ora mi ritrovo che quella Chiesa, di cui lei mi sembra voglia farne parte, che ………. secoli fa …….. propugnava l’impegno dei cattolici in politica garantendo i valori cristiani si volti dall’altra parte, con l’unico obiettivo di scagliarsi contro i cosiddetti sovranisti. Una volta i traditori venivano messi alla gogna oggi invece pare siano proposti alla venerazione ….. degli altari con il supporto di certi prelati. Come diceva a suo tempo Cicerone “mala tempora currunt sed peiora parantur”.

  • andrea ha detto:

    Che tristezza ospitare “articoli” simili, “collazione” di web banalità!

  • gabriele ha detto:

    “ipocrisia in talare” no, non si può dire, perché l’abito talare non lo mettono.

  • Davide.S ha detto:

    Di fronte alle parole di Padre Sorge sul paragone tra Salvini e la mafia mi è tornato in mente quanto affermava, in forma più o meno paradossale, il mio ex professore di italiano e storia delle superiori: “I preti, ammazzarli tutti, qualche santo e tanti str..in meno”. Coloro che non vedono che con l’avvento della Modernità la Chiesa e la famiglia si è lentamente ma progressivamente sfaldata, o sono ciechi o non vogliono vedere. Quante vocazioni al matrimonio, alla paternità ed alla maternità, mancano ai nostri tempi? Questo è motivo di scandalo di fronte a Dio e di infelicità di molti uomini e donne.

  • Gian Piero ha detto:

    altro intervento al Meeting di Rimini quantomeno discutibile: non in mio nome!

    “L’Europa deve aiutare l’Italia, distribuendo i migranti in tutti i Paesi e l’Italia dovrebbe ricevere fondi consistenti dall’Ue per il suo lavoro” di accoglienza dal Mediterraneo. Lo ha detto Muhammad Bin Abdul Karim Al-Issa, segretario generale della Lega musulmana mondiale. “L’Italia – ha aggiunto dal palco del Meeting di Rimini – non può fare da sola e il lavoro più importante” per i Paesi europei “è che i migranti siano e si sentano produttivi”.

    Insomma, l’Italia deve essere l’hub in cui scaricare i clandestini afroislamici che poi devono essere distribuiti in tutta Europa: è un piano di colonizzazione.

    https://www.ilfoglio.it/cultura/2019/08/21/news/lislam-politico-e-finito-dice-roy-e-rimini-applaude-la-lega-mondiale-musulmana-270204/

    • Gian Piero ha detto:

      Provate a immagine se il piano degli immigrazionisti dovesse riuscire cosa sarà l’Italia e l’Europa fra cinquanta anni:
      per la denatalità sempre più accentuata e la continua “accoglienza” di migranti subsahariani, la popolazione italiana ed europea sarà a poco a poco sostituita, le identità nazionali, la (poca)cultura che rimane , la (poca) religione che rimane, tutto sarà spazzato via in favore di un melting pot multiculturale, di un meticciato fra popoli che tanto piace a Bergoglio. Chiese trasformate in moschee, Natale e Pasqua festeggiate in subordine a Ramadan e Festa del sacrificio, baci e abbracci fra imam e preti cattolici, che si spartiranno il “potere spirituale” su un gregge di assoluti idioti obbedienti.
      A voi piacerebbe? a me sinceramente no,.
      Ma è proprio ineluttabile come vogliono farci credere che vada a finire cosi?

      • Cretinetti ha detto:

        Quello che proprio non capisco è il motivo per cui dall’Africa i migranti vengono condotti qui e non in Arabia Saudita o negli Emirati del golfo. Sono o non sono islamici come loro ? Mentre circolano voci che i servi dei ricchissimi emiri siano filippini, cioè cristiani o indiani, cioè induisti o comunque non islamici africani. Perché ?

        • Gaetano2 ha detto:

          La domanda che poni non è conforme al nome che ti sei dato. Cambialo, così rimane libero per altri qua sopra che lo meritano veramente.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Il MODERNISMO è un’ideologia che, come tutte le ideologie, ha bisogno di un nemico da odiare su cui concentrare tutta l’azione “pastorale”. Altro che annuncio del Vangelo!
    Oggi l’ideologia MODERNISTA si manifesta nell’IMMIGRAZIONISMO e nell’odio verso SALVINI. Annuncio di Cristo? ZERO.
    Come ho già detto, per i MODERNISTI l’immigrazionismo è un mezzo per sentirsi tranquilli verso quel Dio a cui, forse, non credono neanche più.
    Come se il gridare “Porti aperti!” fosse la formula di auto assoluzione di tutti i peccati, compresi quelli di omosessualità.
    Nello specifico non mi riferisco a SPADARO, che non conosco: può anche darsi che non sia omosessuale e che comunque viva la castità. Ma in ogni caso a me pare che fra Modernismo e impudicizia e perversione ci sia un forte legame.

  • Mac ha detto:

    Sono proprio decisi a farci ” morire per Maastricht” come desiderava tanto il piccolo Letta, il Lettino.

    Saluti.

    PS1: ieri monumentale Bagnai che ha spiegato in poche parole a cosa servivano nel governo i Conte e i Tria.

    PS2: indegno uso delle parole di NSGC fatto da Renzi; roba da preghiera di riparazione.

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Il motivo del silenzio dei vertici ecclesiastici sulla legislazione che distrugge la famiglia ha una causa precisa, l’abbandono del Diritto Naturale, pietra angolare del pensiero morale-politico della Chiesa da S.Tommaso al compianto Sgreccia. Per volonta’(pochi) o per incapacita’ di comprensione (molti), la Chiesa non interviene piu’ per difendere la legge naturale perche’ costoro credono che quella legge sia solo comunque un “ideale”, per di piu’ variabile, e che comunque non obblighi il non credente. E come se l’ aborto fosse come saltare la messa domenicale; un precetto della Chiesa per I suoi figli, non sanzionabile penalmente da una legge dello Stato. (L’ esempio non e’ granche’, infatti molti cattolici oggi non riconoscono neppure tali precetti…). Insomma, non e’ possibile dedurre obblighi e diritti dalla realta’ delle cose, perche’ tale reslta’ e’ sempre mutevole. Ripeto, il dramma, anzi la tragedia consiste nel fatto che uomini influenti o di potere nella Chiesa di oggi disprezzano e demoliscono cio’ che non comprendono. Poi c’e’ una minoranza che capisce benissimo cio’ che si sta’ demolendo….
    Prima che nella morale tutto cio’ e’ accaduto nell’ arte sacre e nella teologia, una “avanguardia” che capiva la bellezza “cattolica”, ma era disposta a sacrificarla per protestantizzare ilcattolicesimo (la riforma odia la bellezza), e una massa di retroguardia resa ignorante e insensibile , che ha voluto, e vuole eliminare ogni disciplina, ogni ordine che l’ arte esige.
    Permettetemi una osservazione polemica; qui , a casa del caro Tosatti, come in altri siti, si sottovaluta, a mio parere, la buona fede dei tanti (in diminuzione costante, si deve dire) che hanno seguito e seguono I neomodernisti per ignoranza e soverchio istinto a ben fare. Costoro sono convinti che la Tradizione sia una zavorra (da Costantino al V II !) da eliminare. Il terreno di battaglia e’ quello dell’ insegnamento.

  • Erotte ha detto:

    Amici di Stilum Curiae , ho impressione che stiamo tutti sottovalutando Salvini. Crediamo veramente che sia così ingenuo, e stupidìo , da non sapere quel che ste facendo ?son convinto, ( son convinto , voglio esserlo ) che stia dialogando con Berlusconi, con Meloni,, per fare una sorpresa . Comunque dobbiamo sostenere nuove elezioni.

  • Non sono piddino ha detto:

    Ieri Conte è stato il burattino di Bergoglio. Non sto scherzando, il discorso potrebbe averglielo scritto Spadaro. Una resa dei conti non politica, ma personale, quando si sa benissimo che una delle regole principali del dibattito politico è che non si deve offendere la persona, ma casomai attaccarne le idee. Conte è apparso per quello che è, l’avvocato di provincia manovrato dalla parrocchia che, nel suo caso, è Santa Marta. Ha fatto una figura squallida…a fare il signore non è l’abito di ottimo taglio o il trapianto rinfoltente del ciuffo ben ritoccato, ma il rispetto verso gli avversari ed il sapere dare loro l’onore delle armi. Ma Conte, creatura in realtà piddina, cosa volete che ne capisca…?! Non ha fatto una figura migliore di Salvini. Quanto alla cravatta bordeaux, sono d’accordo col lettore che lo ha ritenuto un segnale di appartenenza al PD. Comunque prepariamoci, perché il nuovo governo PD – M5S farà subito norme anticristiane e la Grande Tribolazione entrerà nel vivo (provate a leggere Massimo Giannini oggi su Repubblica…) . Ci aspetta molta sofferenza, religiosa ma non solo, finché il padrone dell’ Italia, l’uomo indegnamente in bianco, potrà dare le direttive di questo inferno in terra, per l’anima e per il corpo. Dio abbia pietà di noi.

    • Zuzzerellone ha detto:

      Sono d’accordo che al Senato Conte sia stato il portavoce degli inquilini dell’Hotel Santa Marta. Ma non credo che Parolin e soci si siano abbassati al punto di aiutarlo nella stesura del discorso. Mamma RAI ha detto che la sera prima del dibattito al Senato, Conte era rimasto fino a tardi a Palazzo Chigi per limare il discorso col suo staff. La mia impressione è stata che ,nelle parole di Conte risuonasse l’odio coltivato nel suo cuore da Nicola Morra, il capogruppo 5stelle al Senato.

      • Zuzzerellone ha detto:

        Aggiungo che Conte non è mai stato membro del Parlamento. Quindi può aver considerato il Senato come un’aula di Tribunale in cui esercitare la funzione del pubblico Ministero. Morra invece può aver stretto amicizie in Senato , in modo particolare con Zanda, il capogruppo democratico. In realtà rosso antico.

  • Adriana ha detto:

    Tacciono anche su una suora benedettina , Teresa la catalana , adorata dalla Murgia . Una suorina che predica il matrimonio OMO ,il GENDER , l’ABORTO e che vuole un DIO FEMMINA .
    Restano in silenzio per poterla premiare quando tutti i fedeli saranno ” adulti ” e ” maturi ” come pomodori fradici ( ma ciononostante : rossi ) .

    • Eloisa ha detto:

      Ma perché, DIO è MASCHIO?
      Mi era stato detto che è PURO SPIRITO.
      MASCHIO E FEMMINA, dunque.

      • Adriana ha detto:

        Ma , se è puro spirito , lasciamo da parte i sessi . Qua si gioca con l’Androgino Alchemico per farne un vessillo LGBT con cui guidare le masse imbesuite .

      • giesse ha detto:

        @Eloisa

        E’ vero che Dio è pura essenza e non è definibile dalla creatura se non per analogie. Qualsiasi forma di antropomorfismo, quando ci riferiamo a Lui, è non congrua. Per questo, se lei ricorda, non ha mai voluto che il popolo eletto ne facesse alcuna immagine. Papa Luciani (non so lei lo abbia conosciuto) in una, allora famosa, catechesi disse che Dio era Padre e Madre. Penso che qualsiasi altra considerazione non faccia che attestare la limitatezza del linguaggio umano.

        • monica ha detto:

          E’ vero Giesse, ed anche Papa Giovanni Paolo II ha parlato della paternità di Dio che in Isaia si arricchisce di connotazioni materne (https://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/it/audiences/1985/documents/hf_jp-ii_aud_19851016.html).
          E’ una riflessione ed un sentire del fedele, che non e’ recente.
          La meravigliosa pittura di Rembrandt (Il ritorno del figliol prodigo) mostra una immagine suggestiva del padre che abbraccia il figlio, e guardando nel dettaglio le mani si osserva che una mano visivamente mascolina e l’altra femminile.
          Ma ha fatto bene Adriana ad indignarsi per quanto sostenuto da quella suora, perche’ essa strumentalizza una connotazione teologica facendola diventare denotazione, ed i frutti sono una visione dottrinale completamente diversa dal deposito di fede cattolico.

      • Vito ha detto:

        Ma perché?
        Chi ti ha preceduto ha forse detto che Dio è maschio???
        Ha solo detto che la suorina lo vorrebbe femmina.
        Impara a leggere e poi scrivi!

        • Sherden ha detto:

          Il problema è che l’ineffabile Eliosa è talmente indaffarata a trovare pagliuzze che diventa totalmente cieca davanti alle travi: si scandalizza (con tanto di maiuscolo), e prendendo pure una solenne cantonata (una delle tante), per un’affermazione che nessuno ha mai fatto, mentre nulla dice – more solito – su quello che invece è stato sicuramente detto dalla pseudosuora su aborto, gender, omo e porcheriame vario. A tanto arriva il furore: non solo prende fiaschi per fischi ma se li scola volentieri e pretende di fare la maestrina.

      • Luisa S. ha detto:

        Ma Lei sig. Eloisa sa leggere? Guardi che é la suorina che ha detto che Dio e femmina, e chi l’ha rimarcato l’ha fatto proprio per segnalare lo sproloquio

      • Don Ettore Barbieri ha detto:

        Né l’uno né l’altro, cara Eloisa, appunto perché puro spirito. Si può dire che la mascolinità e la femminilità sono contenute in Dio come tutti gli altri archetipi delle cose create.

        • Massimiliano ha detto:

          Lasciando perdere don Eloisa, tutto giusto. Vero Dio è puro Spirito. Che si è incarnato in Gesù. Che è maschio. E ha voluto una Madre. Maria. Che è femmina nata da uomo e donna. Madre e Sposa di Dio. Saluti. Massimiliano.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Preti che scendono in agone politico…dovrebbero ipso facto essere per ciò delegittimati…per quanto ci concerne loro protervia ci induce unicamente al…vomito…!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • EA ha detto:

    Ho sofferto un po’, ma oggi posso dire di avere raggiunto una specie di “pace dei sensi”. Non mi frega più nulla di ciò che dicono Bergoglio e i gesuiti. Possono dire ciò che vogliono, inventarsi nuovi comandamenti, nuovi precetti, abolire parti del vangelo, cambiare la rivelazione. Non mi importa. Per me sono solo degli impostori, hanno da tempo smesso di credere e devono trovare una giustificazione per la loro esistenza, si sono pertanto dati alla politica, ma non hanno le palle per gettarsi nella mischia da politici e da uomini senza il paracadute ecclesiastico. Ecco allora che hanno scelto il comodo albergo della chiesa, dove possono ancora contare sul residuo di autorevolezza dato da ciò che un tempo era il prestigio del sacerdozio e che essi stessi disprezzano, pur sfruttandolo perché sanno che senza di esso nessuno li prenderebbe in considerazione.
    Lo stesso si può dire degli intellettuali pontifici, sommiteologi del nulla, pieni di titoli collezionati nelle inutili e cuturalmente inesistenti università pontificie romane.
    Posso darvi un consiglio, cari gesuti? Non gettate del tutto via la vostra vita. Uscite allo scoperto, lasciate la chiesa, datevi alla vita vera, al mondo. Se avete perso la fede non attreggiatevi a maestri. Mangiate e bevete (e altro…) , perché domani morrete. Meglio un gaudente integrale che un gesuita senza fede, e che ha messo un altro gesuita al posto di Dio.

    • marco ha detto:

      Probabilmente, questi esemplari clericali non rappresentano tutta la Compagnia di Gesù, ma certamente non ne sono una componente di secondo piano. Non possono aiutare nessuno a trovare la fede, semplicemente perchè non l’hanno neppure loro, e quindi non parlano di Dio. Al contrario, si irritano e schiumano rabbia se altri si sostituscono a loro e lo fanno. Credono di appartenere ad un’organizzazione politica, fatta da politici, con un’agenda unicamente politica. Come i modernisti dopo la scomunica di PIO X, hanno deciso di rimanere all’interno della Chiesa semplicemente perchè è l’ambito nel quale hanno maggiori possibilità di imporre la loro rivoluzione. Politica, solo politica, che però presuppone la fine del cattolicesimo. In più, istigano all’odio. Pessimi preti e pessimi politici.

      • Anonimo verace ha detto:

        Molti tra noi credono fermamente nella Bibbia come Parola di Dio. Ma la domanda che mi pongo è la seguente: anche gli esercizi di Inigo de Loyola sono ispirati da Dio ? E se così non fosse da chi potrebbero essere ispirati ?

      • EA ha detto:

        La Compagnia di Gesù andrebbe sciolta prima possibile. E’ un albero marcio che produce frutti marci. Per fortuna è in calo naturale, ma siccome è molto ricca, possiede università. immobili e chissà cos’altro, troverà il modo di sopravvivere come pura organizzazione di potere.

    • anonimo ha detto:

      Deo Grtias ! questo si chiama parlare, altro che suppliche filiali, dubia ed altri inutili esercizi cervellotici; è ora di mostrare gli attributi a quedsti malfattori, veri delinquenti della religione, come li chiama giustamente Francesco Lamendola. Come si fa a pensare che siano ancora veri pastori? da Beroglio in giù, come si fa? ci sarebbe da impazzire , da gettare il cervello all’ammasso; mentre loro sono ipocriti e falsi, bugiardi più di Giuda, se possibile, e ci godono a vedere la gente che pende dalle loro labbra blasfeme e sataniche, ma le pagheranno tutte, ha s’ì e con gli interessi di mora, per giunta.

  • Gian Piero ha detto:

    Decadenza e rovina di CL.
    Al Meeting di Rimini parla acclamato ed applaudito padre Sosa superiore dei gesuiti vestito tutto di bianco, tipo Angelo guerriero della Luce( tipica ipocrisia gesuitica)Fra le altre cose dice che il diavolo non esiste e’ solo simbolico.
    Don Giussani si rivoltera’ Nella tomba. Decadenza e corruzione di CL.
    Signore fino a quando?

    • Anonimo ha detto:

      Caro amico, perdonami, ma CL è stata una delle creazioni peggiori del Novecento. Ancora il dubbio hai?

    • Sherden ha detto:

      Mi sembra strano: non credo che l’abbia detto “apertis verbis”. In genere lo pensano (e inducono a pensarlo) ma quanto a parlar fumoso, sono maestri. Se invece mi sbagliassi, ti spiacerebbe dare riferimenti?

      • Gian Piero ha detto:

        La fonte e’ Tempi.it ,intervista di Padre Sosa di Rodolfo Casadei. Alla domanda se il diavolo esiste la risposta e’ che e’ un simbolo non una persona.

        • Gian Piero ha detto:

          Anche il resto dell’ intervista e’ infarcito di luoghi comuni della teologia della liberazione e del pauperismo terzomondista venato di modernismo: del resto padre Sosa e’ quello che disse che non c’ erano i registratori al tempo di Gesu’ . Gia’ il fatto di averlo invitato a parlare a Rimini e che sia stato, come assicura Tempi, accolto con grandi applausi denota cosa sia diventata CL. Non sono mai stato ciellini, ma un tempo , al tempo di Don Giussani, la teologia della liberazione e il revisionismo biblico non mi pare facessero parte della visione ciellina

          • Gian Piero ha detto:

            https://www.ilfoglio.it/chiesa/2019/08/22/news/diavolo-e-gesuiti-270459/

            https://www.aldomariavalli.it/2019/08/21/trova-le-differenze-padre-sosa-e-il-catechismo/

            quello di cui non mi capacito è che al meeting di rimini sia stato applaudito calorosamente questo tizio, Sosa ( mi ripugna chiamarlo padre )che dice cose contrarie al catechismo, alla tradizione e anche al papa Francesco stesso che più volte ha ribadito che il Diavolo è un essere personale .

          • EA ha detto:

            CL vuole sopravvivere alla tirannia del gesuita sudamericano, allora ha deciso di ingoiare il rospo e adattarsi al nuovo corso, abiurando alla fedeltà all’ortodossia cattolica, verso la quale finora aveva cercato di attenersi, pur mostrando una estrema spregiudicatezza in tema di politica ed economia. Certo che mette un po’ di tristezza vedere un movimento svendersi l’anima così facilmente, ma il timore di essere commissariati e distrutti come è avvenuto con altri ordini religiosi e con i cavalieri di Malta deve avere messo in riga i suoi capi. Poi, non so, CL è ricco? Quanti soldi ha? Di affari ne ha saputi fare in passato, e ho l’impressione che più un corpo ecclesiale possegga un gruzzoletto e più gli umili e pii gesuiti di Roma si interessino alle loro sorti. I ciellini devono mostrarsi del tutto entusiasti nei confronti dei piani del presidente del soviet vaticano, non devono dare il minimo cenno di dissenso per dare il pretesto per un “cambio di paradigma” che preveda la rimozione di tutti i dirigenti. Per il loro bene, ovviamente.

      • Sherden ha detto:

        @ Adiano e @giampiero:
        avevate ragione, sono allibito!
        Soprattutto rimango senza parole quando leggo (dalla stessa intervista di Tempi) della “accoglienza calorosa” che gli è stata tributata. Che tristezza, il popolo ciellino. Vivo don Giussani, a questo personaggio infame non sarebbe stato permesso neanche di parlare di spaghetti al pomodoro, altro che arringare le folle cianciando di registratori e di diavolo inventato o di teologia d’accatto: la stessa che per decenni CL ha combattuto con fierezza, quella stessa fierezza che ha svenduto per i trenta denari di Giuda.

    • Chianino ha detto:

      Qualche ca**ata al meeting vola sempre vista l’ampia varietà degli ospiti. Lasciamo stare don Giussani (che ne ha patite di pene per la fedeltà alla Chiesa) . Ora la colpa sarà mica di sant’Ignazio se i suoi accoliti si sono rincoglioniti ?
      Questa del diavolo batte pure quella del registratore. Ma del resto Sosa e compagni non fanno altro che delegittimare i Vangeli. A tentare Gesù c’era un personaggio simbolico ?
      A questi psicologi da quattro soldi bisogna opporre le scritture e il catechismo e tanto basta.

      • Lucia ha detto:

        Io penso nella mia ignoranza di logica gesuitica che il caro padre(?!) sosa abbia fatto il secondo passo , prima la storia del registratore e poi questa del diavolo che e un simbolo , quindi non esiste , il terzo passo che chiudera la catena sara che Gesu non e vivo ma e stato migrante …la chiesa ci verra detto fra poco e SEMPRE stata una ong e solo quello ma mentre prima si dedicava anche alle ragazze madri , ai disabili , agli anziani , ai giovani , ai bambini , insomma a TUTTI e non solo allo straniero , adesso DEVE occuparsi SOLO dei migranti.Perche ? Non chiedetelo a me ma io credo che anche se lo chiesessimo a questi signori presunti preti non avremmo risposta .Misteri ….satanici .Cio che dice l ‘ articolo , l ‘ ho riscontrato anch’ io leggendo i commenti dei lettori su ‘ Il giornale ” e “la verita “, ebbene credenti , atei e credenti che non vanno piu in chiesa proprio a causa dei vari spadaro , zanotelli , parolin e bassetti si notava non solo una conoscenza delle Sacre Scritture immensamente superiore a questi ecclesiastici che pure hanno fior di titoli e soprattutto anche in chi confidava di aver perso la fede o di essere semprecstati agnostici una tenerezza verso il Rosario , la Madonna e la CHIESA dei primi 2 000 anni che non ho potuto fare a meno di pensare che quando il CIELO ci liberera di questo vaticano attuale saranno in massa in tutte le chiese romaniche e gotiche di tutta Europa a recitare con gioia il Padre Nostro , Ave Maria e Gloria Padre davanti a PRETI VERI .Buona giornata a tutti.

        • EA ha detto:

          Ritengo che non ci sia da perdere molto tempo ad ascoltare e dissentire nei confronti delle affermazioni di Sosa, Bergoglio e tutta la compagnia clericale che si fa beffe della fede cattolica. Non vanno presi sul serio, vanno ridicolizzati possibilmente in maniera pubblica, sono essenzialmente dei buffoni. Il mago Otelma mi pare più affidabile e autorevole.

  • Mary ha detto:

    Non si può pretendere più di tanto, sono i cosiddetti preti da manovalanza, ordinati apposta perché sempre obbedienti al padrone di turno. E fanno pure tanta strada. Si possono vedere tutti in TV, fateci caso, hanno tutti la stessa linea da seguire, mai una virgola diversa nei loro interventi.

  • Davide ha detto:

    Volevo segnalare alla Vostra attenzione la cerimonia della Assunzione che si tiene in una cittadina rivierasca dove mi trovo in vacanza…. tutti gli anni sul palco, assieme alle autorità religiose, c”é sempre il sindaco piddino, ovviamente in fascia tricolore, divorziato e risposato, che tiene il suo immancabile discorso di devozione alla Madonna.
    Non so a voi; ma a me ogni volta che lo sento mi viene sempre alla mente Mt 22,23-39

  • virro ha detto:

    ci ricordiamo tutti delle riviste “blasfeme” CHARLIE HEBDO.
    ci ricordiamo anche delle vendette fatte dai fondamentalisti islamici a difesa di Maometto,
    ma il sigg spadaro e bartolomeo sorge….. si permettono di separarci dalla nostra religione cattolica, che prima del 13 marzo 2013 la predicavano e oggi la LA DERIDONO BESTEMMIANDOLA (vedi la Vergine Maria sul gommone)… come ordina l’omino vestito di bianco ossessionato dai suoi pensieri, e servo-schiavo di certi padroni del mondo.
    Sigg. omini, avete già chi vi condanna: La decisione che avete già presa, di spaccare la Chiesa di Cristo per i vostri sogni squilibrati, ..LE PORTE DEGLI INFERI NON PREVARRANNO e la nostra preghiera non cesserà.
    Andatevene!!!!
    Siete sacerdoti e fate i politici falliti
    non siete politici e fate i suggeritori fasulli
    avete studiato ma non siete rispettosi del pensiero altrui
    siete nel mondo ma vi comportate come proprietari e prepotenti del mondo (tale e quale il carattere di bergoglio)
    avete studiato la Verità ma parlate da bugiardi.
    avete insegnato? , guardate i vostri frutti,
    Ma che volete da noi credenti?
    già avete colpito di spada la fede cattolica, con tanti insulti, ma CHI DI SPADA FERISCE DI SPADA PERISCE
    voi non siete più né LUCE né SALE, a cosa servirete?
    se non volete andarvene, almeno TACETE!

  • I love Anguera and you? ha detto:

    Grazie, Madre Santa, per la chiarezza e la precisione!
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/

  • Anima smarrita ha detto:

    Se nemmeno in questa fase cruciale riescono a darsi una calmata e a rientrare nel cuore del loro ministero, facendosi operatori di pace, rimane soltanto da prendere atto: «c’hanno perduto il ben dell’intelletto» e implorare Il Signore «che venga presto a salvarci!».
    Vista la piega che ha preso questa indegna farsa, è una pia illusione che possano abbandonare lo” gnegne da ipocrisia in talare”. Una conferma? Nello stralcio della catechesi durante l’udienza generale di questa mattina rilanciata dai TG a proposito delle “ipocrisie che distruggono la Chiesa!” di chi in essa “transita come un turista”.
    Eccola la frase allusiva che suscita non pochi interrogativi e perplessità: «Quante persone si dicono vicine alla Chiesa, amici dei preti, dei vescovi mentre cercano soltanto il proprio interesse».
    A quali persone fa riferimento? È solito Bergoglio lanciare accuse ipotetiche a soggetti non identificati. E quali sarebbero gli interessi personali che tali persone perseguirebbero frequentando luoghi ecclesiali ed ecclesiastici? Fuori i nomi e le prove di tali comportamenti! Altrimenti si è davanti al solito rigirare la frittata, a quel ripiegare nel vittimismo che – riporto dal vocabolario Treccani – «indica l’atteggiamento di certi nevrotici, costantemente in cerca di situazioni in cui possano soffrire, compatirsi, e cercare simpatia, derivato del masochismo con accentuazione esibizionistica».

    • Milli ha detto:

      Visto che in fondo ci tengo ancora alla mia salute mentale, evito di leggere articoli inutili e dannosi.
      Quando vedo qualche dichiarazione di questa falsa chiesa semplicemente la evito . Purtroppo mi è capitato per sbaglio mons. Paglia in tv, che diceva e non diceva che l’inferno è sulla terra e dopo andiamo tutti in paradiso .bleah.
      Questi sono manipolatori, non si può ragionare con loro, l’unica è evitarli.

  • Il veritiero ha detto:

    In teoria e anche in pratica devono essere i “servizi segreti” italiani ad agire e indagare e raccogliere prove “anche senza il consenso del governo”, i servizi segreti posdono indagare anche sul presidente della repubblica. Come hanno fatto ancge negli USA, che hanno indagato su Trump e sui contatti fra un tirapiedi di Trump e i Russi. E poi dopo hanno informato tutyo il popolo Americano di cosa era successo informando il senato.
    È alquanto strano questa “totale assenza” dei servizi segreti Italiani e della Polizia italiana riguardo queste cose….
    Le telefonate di Beusconi con le amanti però le conoscevano tutte…..

    • virro ha detto:

      Calma è solo bergoglio che non conosce-va il postribolo della chiesa delle Americhe nord e sud ?!?!?!
      Eppure gli ha fatto comodo!!!!

  • roth ha detto:

    Padre Sosa ( sottotenente dei gesuiti ex cattolici .) al meeting di CL a Rimini spiega che quattro gaglioffi tradizionalisti da lui ben conosciuti , ( ” ci sono settori dentro e fuori il Vaticano che premono per far dimettere papà Francesco , con lo scopo ultimo di fare in modo che il prossimo pontefice agisca in senso contrari…vorrebbero che il pontefice desse le dimissioni, ma non lo farà..”) . Il card. Baldisseri ,dice che non è’ vero..Amici di Stilum Curiae , c’è rottura all’interno dei bergogliani ?

    • Gian Piero ha detto:

      Non si sa se c’ e’ rottura all’ interno dei bergogliani pero’ c’ e’ di sicuro rottura dei co****ni all’ interno degli anti-bergogliani.

  • Efrem ha detto:

    Chi di spada ro colpisce di spada ro perisce…. Battuta scontata a parte come si può infierire su un deficiente ?

  • Il veritiero ha detto:

    Spadaro ormai é andato ben oltre il limite dell’indecenza.
    Il governo dovrebbe aprire un indagine sull’ingerenza politica di una stato estero sul governo italiano che ha causato una “crisi di governo pilotata” e un “golpe nascosto senza armi”, dovrebbe arrestarli e revocare gli accordi dei patti Laterani, in wuanto il Vaticano non li ha rispettati.
    Se io faccio un contratto e jon lo rispetto, il contratto viene recesso o impugnato.

    • Franz ha detto:

      Il GOverno ? Quale ?quello PD- 5stelle ? Quello del presidente presieduto da Conte ? Quello di Grillo ( che sta reinventando ? ) . Quello sì Salvini- Berlusconi ? Merckel e Macron non vogliono che il nostro paese sia governato . Però , pensandoci, un governo di Spadaro potrebbe aver senso ?