SUPER EX, UNA FRASE DI BENEDETTO E IL CINGHIALE NELLA VIGNA.

18 Agosto 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, nei giorni scorsi Osservatore Marziano ha dedicato un commento agli squilibri richiesti dalla Diocesi di Roma per non si sa quale progetto pastorale, e ha concluso le sue osservazioni facendo riferimento più volte a Lutero, e al Pontefice regnante. Non sappiamo se Super Ex (ex di Movimento per la Vita, ex di Avvenire e di altre catto-organizzazioni varie, ma ancora, stupefacentemente, non ex-cattolico – e Dio sa se ce ne vuole, di ‘sti tempi…-) abbia letto l’Osservatore Marziano. Ma sia come sia anche a lui è venuto naturale affiancare questi due personaggi…

UNA FRASETTA SOLA…

Una frasetta sola, che ci aiuta a comprendere il piglio dittatoriale con cui Bergoglio commissaria ordini religiosi che non ama, distrugge vescovi che non sono sufficientemente a sinistra, fa decapitare professori universitari che non sono proni ad ogni sua parola.

Non è mia, ma di Benedetto XVI, nel suo dialogo con Peter Seewald, in Ultime conversazioni (2016).

A pagina 42 il giornalista tedesco chiede a Benedetto cosa sapeva di Bergoglio, prima che questi diventasse papa: “Come faceva a conoscerlo?”.

E Benedetto, forse ingenuamente, o forse no, dà una risposta, molto significativa: “Grazie alle visite ad limina e alla corrispondenza. L’ho conosciuto come un uomo molto deciso, uno che in Argentina diceva con molta risolutezza: questo si fa e questo non si fa.

La sua cordialità, la sua attenzione nei confronti degli altri sono aspetti di lui che non mi erano noti..”.

Rileggiamo bene la frase: Benedetto, nel momento in cui tutti i media celebrano la simpatia del papa che telefona a destra e a manca, e che pontifica sempre di sinodalità, tolleranza, misericordia, afferma che, per come lo conosceva lui, Bergoglio non era affatto né sinodale, né cordiale, né collegiale.

Ma, al contrario, si legge tra le righe, un despota.

Bene, i fatti possono confermare: non si cambia carattere intorno agli ottant’anni; non si diventa improvvisamente dei simpaticoni, attenti agli altri, pronti all’ascolto, a quella venerabile età.

Semmai accade il contrario: certi difetti aumentano con il tempo.

Se poi ci si trova ad avere in mano un potere immenso, la propria indole tirannica non può che esplodere. Così è stato. In Argentina lo sanno bene, tanto è vero che pur essendo stato eletto da anni, Bergoglio non è più tornato in patria.

Ora lo sanno tutti: Bergoglio è quello di ieri, un uomo che ha lasciato cenere e macerie nella sua diocesi e che ora sparge la sua “dolcezza”, la sua “attenzione nei confronti degli altri”, nel mondo intero. Con esiti devastanti. Si capisce perché ami tanto Lutero: anche il monaco tedesco, come noto, non tollerava discussioni.

Anche per il suo carattere duro e cinico venne soprannominato “il cinghiale nella vigna del Signore”.



PENSATE CHE STILUM CURIAE FACCIA UN BUON LAVORO?

  CHE L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA, SENZA STILUM?

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

87 commenti

  • Gaetano2 ha detto:

    Mariuccio ti rispondo qui ché sotto è finito lo spazio.
    Mi chiedi: “Cos’è questa “locanda”, un residuato preistorico delle antiche bettole della suburra romana?…”
    No, Mariolì. È più fuori mano, qui la chiamano karćma che io traduco in locanda. E dettaglio di non poco conto, ci sono un paio di cameriere molto simpatiche ed io pur essendo in disarmo, purtroppo, godo come posso guardando con sguardo voglioso; che poi non mi ricordo più nemmeno voglioso di che. Comunque mi sono dato, con soddisfazione, a temi religiosi vedendo che la competenza di parecchi altri in questo blog non è che sia così superiore alla mia. E fra un paio di mesi passerò di nuovo qualche giorno nella suburra romana (che mi sembra alquanto cambiata). Ariamen

    • MARIO ha detto:

      Non capisco perché il dott. Tosatti non voglia pubblicare questa risposta ironica a un commento altrettanto ironico. Penso che ogni tanto sia bello anche scherzare, no ? Ci riprovo…

      In risposta a Gaetano2:
      E allora si rilassi un po’ nella sua “karćma”, in mezzo ai grilli di campagna, così che quelli che ha nella sua testa non si innamorino magari di qualche grilla (grillina ?) locale e non abbandonino definitivamente la sua testolina inquinata e si godano anche loro un po’ di aria buona. Sarebbe già una bella grazia…
      Ari-Ari-Amen (sembra già il canto innamorato di un grillo o di un buddino).

      • Gaetano2 ha detto:

        Mariuccio, ma state sempre a piagnucolare con Tosatti!
        Comunque sii ironico, ma chiaro. Non contorto.
        Difficile capirti. Comunque grilli qua non ce ne stanno. Rilassato lo sono alla grande e da tempo; mi diletto occupandomi di don Ciccio e i suoi adepti, loro sì con testoline o piuttosto testone inquinate; e quando capita qualche altra distrazione di fa quel che si può.
        Ari-Ari-Ari-Amen
        (Gli innamoramenti mi sono estranei, sono più adatti ai cuoricini dei tuoi monsignorini)

  • marco ha detto:

    Cose conosciute. Come pure il pesantissimo giudizio che il suo superiore gesuita diede di lui quando fu proposto vescovo. Ma lo diventò. E poi arcivescovo e poi cardinale. Ed erano PGII e Benedetto i papi.In Argentina ne ha fatte troppe. Ma quando vincerà un peronista,per cui si è dato tanto da fare,penso che un viaggetto lo farà.

    • Anima smarrita ha detto:

      Infatti; già da qualche settimana si è lasciata “filtrare” la notizia di un possibile viaggio in Patria l’anno prossimo. Per anni si è spesso ripetuto “mancano le condizioni”…

  • antonio cafazzo ha detto:

    Cosa è un papa? La risposta deliziosa è in questa frase che ho letto da pochi giorni:

    “…. “Ci vogliono sessanta estati per fare un papa, sessanta settimane per abituarsi a lui, sessanta santi per amarlo, sessant’anni per capirlo, e tutta l’eternità per dimenticarlo”, si lamentò Lorenzo il Magnifico una volta con un inviato papale.” (dal libro THREE POPES AND THE CARDINAL, pagg 79-80, di Malachi Martin, gesuita, esorcista, segretario del lungo curiale Card. Bea).

    • Milli ha detto:

      Credo che quando venne eletto papa il figlio di Lorenzo de Medici, con il nome di Leone X, nel 1513, non si siano lamentati a Firenze.

  • Zuzzerellone ha detto:

    Negli ultimi decenni i cinghiali sono ricomparsi ai confini delle nostre città. L’ecologismo spinto di alcuni proibisce di abbatterli anche quando diventano pericolosi. Ora gli ecologisti di oggi hanno dei precursori nei principi tedeschi che, dopo aver aspramente combattuto pro o contro Lutero, arrivarono a concludere la pace sulla base del principio, questo si, nuovo di zecca CUIUS REGIO , EIUS ET RELIGIO. Ovvero era il principe che decideva in proprio quale fosse la religione che dovevano seguire i suoi sudditi. Ed è questo che dobbiamo tener presente quando pensiamo alla Germania. Obbiettivamente sono diversi da noi.

  • Davide ha detto:

    Ditemi che quanto qui sotto riportato, specialmemte questo passo:

    “Il suddetto Istituto promuove apertamente una visione relativistica delle religioni, mettendo la Fede Cristiana e l’Islam sullo stesso piano, ”

    (Il grassetto è mio.)
    è una fake; per cortesia ditemelo….
    Il passo è tratto da questo blog che seguo:
    https://www.mittdolcino.com/2019/08/19/papa-francesco-nomina-arcivescovo-di-marsiglia-un-prelato-favorevole-allislam/

    • Anonimo verace ha detto:

      Ogni gesto dei capi della Chiesa di Roma è diretto a porre islam e cristianesimo sullo stesso piano, rinnegando così 1400 anni di rapporti burrascosi con l’islam. Questo purtroppo dimostra solo l’ignoranza teologica dei nostri sacerdoti. Certo, in questo periodo di globalizzazione bisogna istruirsi sull’islam e sul Corano, ma per avere le idee chiare e confutare le loro convinzioni.

    • Nicola B. ha detto:

      Evidentemente non bastavano i sacerdoti e laici uccisi in Francia dai seguaci del profeta. Dialogo e sbragamento e distruzione del Cattolicesimo a tutti i costi, senza se e senza ma. Alé, allosanfan de la Patrie …

  • Gaetano2 ha detto:

    Quando Papa Benedetto XVI cercava di fare comprendere lo stato in cui si trovava la Santa Chiesa nessuno lo capiva o credeva. Mettendosi in disparte è riuscito a rendere del tutto manifesta la situazione, è stato geniale. Solo che ora abbiamo don Ciccio (che comunque presto o tardi ci lascerà a sua volta, non so se prima o dopo di me). È il periodo di goduria per i vari Carlini, Mario, Eloise… passerà anche questo

    • carlone ha detto:

      Povero Benedetto , piegato e plagiato da tutte ‘ste fesserie.!
      Anche Gesù Cristo , quando cercava di fare comprendere lo stato in cui si trovava il mondo ,nessuno lo capiva o credeva.
      Ma fu geniale….scendendo dalla croce è riuscito a rendere del tutto manifesta la situazione,

      • Gaetano2 ha detto:

        Carlone, hai detto na str….ta degna di te. A questo non ci arrivo manco io.

        • carlone ha detto:

          Invece lei ci può arrivare benissimo. Grave sarebbe il contrario.
          Peggio per altri motivi ancora
          Più si attacca Bergoglio in questo modo e più si trascinano dietro anche i Papi precedenti .
          Anche l’ ultimo Papa é un anello della catena.

  • TITTOTAT ha detto:

    Fra qualche mese si procederà alla dichiarazione di nullità degli atti di Bergoglio per incapacità di intendere e volere.
    È malato poveretto.

  • Anonimo verace ha detto:

    Su Lutero sono molto ignorante. Gli attribuivo il merito di aver riportato la Bibbia nelle mani del popolo, riportata perché la gerarchia a partire dalla metà del 1300 ne aveva proibito la lettura. Sapevo anche che aveva scritto un libro “degli ebrei e delle loro menzogne” . Qualcuno mi aveva detto che da qui si arrivava dritti dritti alla Shoah. Per noi che siamo semplici lettori , per conoscere meglio Lutero potrebbe essere utile un libretto di Angela Pellicciari , pubblicato da Cantagalli nel 2016, ma che il sottoscritto ha acquistato in edicola , diffuso dal Giornale. Il titolo è:
    “MARTIN LUTERO il lato oscuro di un rivoluzionario. “

  • Nicola B. ha detto:

    Pane al pane e vino al vino. Il coraggio della Verita.

    https://youtu.be/i5pNibfBGNo

    • Nicola B. ha detto:

      Gki italiani non ” rendono” , i finti ” profughi ” con smartphone e catene ed anelli d’oro, si.

  • Zuzzerellone ha detto:

    Dice giustamente super che non si cambia carattere quando si hanno ottant’anni. Ma nei primi tempi del pontificato di Bergoglio, avevo letto che in Argentina, per scegliere il punto in cui costruire una nuova chiesa , il nostro si era affidato ad una società di ricerche di mercato, una delle più affermate. Ora, per essere accettato dal popolo italiano il nostro si è evidentemente affidato a dei professionisti che gli hanno suggerito le mosse che avrebbe dovuto compiere. Telefonate a Scalfari ecc. E’ evidente che ha seguito i consigli di queste persone con eccezionale scrupolo, mentre procedeva come un carro armato nelle cosiddette riforme che erano indirizzate ad eliminare i suoi presunti nemici o meglio a fare in modo da bravo piemontese che queste persone perdessero ogni autonomia economica e quindi ogni loro azione che comportasse una qualche spesa fosse di fatto impedita.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Io non so se Papa Francesco sia cordiale o meno e penso che la cosa sia secondaria.
    Quello che pretendo come PAPA è che riponda ai dubbi di tanti, a cominciare dai dubia, che smantelli la rete omosessuale che dirige gran parte della Chiesa sotto il suo beneplacito, che sia chiaro nel suo Magistero, che è cosa diversa della ricerca teologica, ecc.
    Infatti la differenza tra il Magistero e la pastorale del Papa, è che il Magistero deve DIFENDERE la fede, per cui deve limitarsi ai PRINCIPI, mentre la pastorale consiste nel tentativo di applicare nel modo migliore i principi alla realtà. per cui per una buona azione pastorale occorre saper leggere con esattezza la realtà, cosa di cui questo Papa difetta nonostante la grazia di stato. Forse perché vittima di pregiudizie e ideologie.
    La pastorale perciò non è infallibile.
    La pastorale è necessariamente aperta alle novità, mentre nel magistero le uniche novità ammesse consistono in approfondimenti della fede. Per il resto solo puntualizzazione dei principi e evidenziare ciò che NON è ammesso.

    • Gaetano2 ha detto:

      “non so se Papa Francesco sia cordiale o meno…”
      Scusa Astore, è “miserircordodioso” (la definizione non è mia, ma è efficacissima)

    • Milli ha detto:

      “Quello che pretendo come PAPA è che …”
      Scusa Astore, era in senso ironico? Non ti sei messo ancora l’animo in pace che non avrai nulla di tutto ciò?

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Non ho mai pensato che non andare in Argentina fossa una scelta del papa, ma solo una questione provvisoriamente organizzativa.
    Ora, dopo oltre sei anni, mi sembra evidente che è una scelta. Per quale motivo? Forse perchè in Argentina il papa non troverebbe un popolo osannante.
    Quanto a Benedetto, la frase “La sua cordialità, la sua attenzione nei confronti degli altri sono aspetti di lui che non mi erano noti” è un monumento di ironia.

  • Iris ha detto:

    Di per sè che un papa abbia un carattere deciso mi pare piuttosto un valore aggiunto, il grosso problema è che Jorge Bergoglio usa il suo carattere non al servizio della Chiesa di Cristo e della sua Dottrina ma al servizio della sua idea di chiesa, lo faceva già in Argentina nella sua diocesi che ha lasciato in macerie, purtroppo dal 2013 usa tutto il potere che ha nelle mani a livello universale eliminando coloro e ciò che considera pietre d`inciampo per la sua nuova chiesa, una chiesa che assomigiia sempre più a quella profetizzata dalla Beata Emmerich, una strana chiesa in cui non c` è nulla di santo:

    “Vedo che la Chiesa viene minata
    in maniera così astuta
    che rimangono a mala pena
    un centinaio di sacerdoti
    che non siano stati ingannati.
    Tutti lavorano alla distruzione,
    persino il clero.
    Si avvicina una grande devastazione.”

    https://lasantissimaeucaristia.blogspot.com/p/le-profezie-della-beata-anna-katharina.html

    • Pasqualino ha detto:

      Grazie per il link sulla Emmerich. Questa è la lettura esatta della situazione odierna e prossima futura. Eppure ci sono molti che ancora non vedono o non vogliono vedere. Che disastro!!!

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Oggi siamo già ben oltre la parte astuta… La chiesa è gia altro rispetto alla nostra Fede. Ormai non lavorano più per cambiarla ma per consegnarla al nuovo cristo. Pochissimi si rendono conto, pochissimi soffrono per questo. Il resto o si gira dall’altra parte per ignavia o è goià da tempo un cattolico apostata. Non ci sono vie di mezzo e mi sembra di ricordare che Gesù qualcosa in merito disse. Oltretutto gli adepti della nuova religione universale (cattolica) anticristica si offendono se li definisci tali. Per loro infatti questa “nuova chiesa” che è vecchia quanto Satana è la sola vera chiesa. La chiesa di Bergoglio è la vera essenza del cattolicesimo depurato di tutti gli errori del passato. Per gli adepti il passato è stato oscuro, controllato dai poteri che ne hanno stravolto il messaggio originale. Il mito della chiesa primitiva. Il processo è stato lungo e finalmente adesso possono godere dei frutti della purificazione. Buonismo moralismo animismo paganesimo ecologismo altromondismo misericordismo. Abbiamo degli dei fulgidi esempi in questo blog. Approfittiamo per comprenderne i tratti essenziali. Si sentono forti e si mostrano spavaldi. Riconoscere i tratti può essere utile. Diffficile convertirli (ormai parola desueta), ma almeno possiamo combatterli (ormai parola desueta) o evitarli scuotendosi la polvere dai calzari. Questo è quanto. Chi si ostina a volere normalizzare il tutto non ha capito nulla e lo dico senza ostentare nessuna falsa umiltà. Non ha capito nulla ed è peggiore degli adepti di cui sopra in quanto complice. Gramigna o grano. Vie di mezzo non ce ne sono. Saluti.
      Massimiliano.

      • Bastian contrario ha detto:

        Dice Massimiliano “il mito della chiesa primitiva”. Non si tratta di un mito. In base a una precisa teoria matematica, detta teoria dell’informazione, un messaggio è tanto più autentico quanto più è vicino alla sua origine. Quindi se vogliamo sapere come dovrebbe essere la chiesa, dobbiamo ritornare allo studio delle sue origini.
        Se Massimiliano vuole occuparsi di miti non deve fare altro che rivolgersi a Giove, Giunone e tutta la compagnia dell’Olimpo.

        • MASSIMILIANO ha detto:

          Scusi ma Lei di cosa sta parlando? Ha compreso quello che ho scritto? Io penso di no. Magari per comprendere legga Vittorio Messori e probabilmente capirà il motivo per cui ho utilizzato le parole che Le hanno dato così fastidio. Con quella frase sono nate le peggiori eresie. La Chiesa è la Chiesa. Non esiste la Chiesa primitiva, esiste la Chiesa. Immutabile come immutabili sono le parole di Dio. La pietra angolare è Cristo. Se Lei si vuole sfracellare inseguendo le rivoluzioni e le eresie di oggi e di ieri si accomodi. Ripeto, io credo che Lei non abbia capito. Oltretutto anche la Sua risposta risulta non comprensibile. Almeno per quanto mi riguarda. Legga meglio la prossima volta. Saluti.
          Massimiliano

          • Bastian contrario ha detto:

            La chiesa di oggi non è molto somigliante alla chiesa delle origini. Nel corso della sua storia sono state apportate molte modifiche, che dovrebbero essere eliminate . Chiami queste modifiche come vuole, eresie o in altro modo, ma la realtà è che sono aggiunte o modifiche al messaggio originario.
            La chiesa delle origini non era di certo ecumenica, ma conservava il messaggio con cura nei confronti del mondo pagano

        • MASSIMILIANOa ha detto:

          http://www.vittoriomessori.it/blog/2014/04/19/la-chiesa-delle-origini-e-le-indispensabili-strutture/
          Questa è una fonte. Ce ne sono moltissime altre. Spero le bastino le parole di un grandissimo apologeta. O magari pensa di essere più bravo Lei…?

        • Vito ha detto:

          Caro Bastian Contrario,
          lei e i suoi cattivi maestri (Kasper & Co.) non dovete studiare né la chiesa primitiva, né un bel niente.
          Dovreste leggere un po’ di più il Vangelo.
          Gesú non parlava agli scienziati e ai presuntuosi teologi del XXI secolo, ma le persone lo comprendevano, lo seguivano e si salvavano.

    • Gaetano2 ha detto:

      “Di per sè che un papa abbia un carattere deciso mi pare piuttosto un valore aggiunto”

      Certo, se si tratta di un Papa vero e non di un impostore.

      • Milli ha detto:

        Aggiungo: sempre che di circondi da in clero santo, preparato e autorevole.
        Non da una banda di viziosi e corrotti.

      • MARIO ha detto:

        Impostore lo dica a qualcun altro !
        E lei sarebbe l’esempio del vero e autentico cristiano, da imitare magari ?
        Forse sarà l’effetto del caldo…e allora vada a prendersi un po’ d’aria fresca per cortesia.
        Si vergogni.

        • Gaetano2 ha detto:

          Mario dice tra l’altro:”… E lei sarebbe l’esempio del vero e autentico cristiano…”

          A’ Mariuccio, sei l’unico che può prendere in considerazione che io possa essere un esempio di buon cristiano. L’ho fatta leggere qui alla locanda agli altri e si sono fatti una risata che ‘n finiva più.
          Col modo di pensare che hai, ecco spiegato perché puoi considerare don Ciccio come papa. Così sia!

          • MARIO ha detto:

            Cos’è questa “locanda”, un residuato preistorico delle antiche bettole della suburra romana ? Amen.

          • Adriana ha detto:

            Mario ,
            lei è troppo affezionato all’archeologia . Si adegui . La suburra e le locande sono per Angioletti . Ora ci sono i chem-sex , -per quelli che sono come sono – .

        • Pasqualino ha detto:

          No, non si deve vergognare affatto. Anzi…
          Io ci metto sopra un carico da undici.
          Questo naturalmente è un giudizio sui suoi comportamenti.
          Per quanto riguarda invece le sue intenzioni, il giudizio spetta al Signore.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    “Faccio costantemente dichiarazioni, dando omelie e questo è insegnamento.

  • carlone ha detto:

    Magari la frasetta inserita nella frasona è più comprensibile :

    ” Cosa ha pensato quando il suo successore si è affacciato sulla loggia della basilica di San Pietro? E per di più vestito di bianco?      È stata una sua scelta, anche noi che l’abbiamo preceduto eravamo in bianco. Non ha voluto la mozzetta. La cosa non mi ha minimamente toccato. Quello che mi ha toccato, invece, è che già prima di uscire sulla loggia abbia voluto telefonarmi, ma non mi ha trovato perché eravamo appunto davanti al televisore. Il modo in cui ha pregato per me, il momento di raccoglimento, poi la cordialità con cui ha salutato le persone tanto che la scintilla è, per così dire, scoccata immediatamente.      Nessuno si aspettava lui. Io lo conoscevo, naturalmente, ma non ho pensato a lui. In questo senso è stata una grossa sorpresa. Ma poi il modo in cui ha pregato e ha parlato al cuore della gente ha subito acceso l’entusiasmo.      Come faceva a conoscerlo?
     Grazie alle visite ad limina e alla corrispondenza. L’ho conosciuto come un uomo molto deciso, uno che in Argentina diceva con molta risolutezza: questo si fa e questo non si fa. La sua cordialità, la sua attenzione nei confronti degli altri sono aspetti di lui che non mi erano noti. Perciò è stata una sorpresa.      Si aspettava qualcun altro?      Sì, non uno in particolare, ma altri sì………

    Ricordiamo anche che le visite ad limina avvengono una volta ogni 5 anni e ci si riuniscono tutti i vescovi con il Papa per discutere dei vari problemi delle Chiese , e non per gite scolastiche , o per l’andar per osterie.

    • Vito ha detto:

      … e allora ???
      La frasetta, nella frasona, può sembrare meno grave agli occhi di una persona poco intelligente e abituata a non pesare le parole.
      Non mi pare il caso di Benedetto XVI.
      Forse, invece, è il suo caro Carlone…

      • carlone ha detto:

        Fra le righe ci sono gli spazi bianchi.Riempirli con il proprio “io credo “e spacciarli come.” lettura fra le righe ” lasciata appositamente dallo scrivente , o dal parlante, ha bisogno di sostanza .È qui non c’è,ammenoché qualcuno pensi che Benedetto , rinunciatario , poi sfotta il suo successore.
        A lei che piace pesare il tutto , pesi questo è mi dica se è un atteggiamento da Benedetto.

        • Vito ha detto:

          Io non credo che papa Benedetto XVI abbia voluto sfottere qualcuno, ma che abbia manifestato con intelligente ironia il suo stupore nel veder comportare da simpatico amicone colui che era noto in Argentina (e che si sta rivelando in tutto il mondo) come un dittatore.

          • Milli ha detto:

            Beh, anche il fatto che Bergoglio gli ha telefonato e lui non ha risposto perché… era davanti alla tv. :))

          • carlone ha detto:

            Bravo!! Sempre peggio.
            Cosi Papa Benedetto XVl diventa un ” papuncolo” , fa della “fine ironia ” da emerito quando da Papa informato dai fatti non fa nulla .

          • carlone ha detto:

            Milli@
            Seduto nel salotto del suo appartamento , davanti al televisore , in attesa di conoscere il nome del nuovo Papa si è ricordato di aver riposto giorni prima nell armadio il suo completino da Superman e così , dopo averlo indossato ,con la super vista che gli permetteva di attraversare le pareti ed il superudito é riuscito a vedere e a sentire che ,il nuovo Papa , lo stava chiamando al telefono .

            Capita a forza di “leggere fra le righe ” gli spazi bianchi , di negare anche l ‘evidenza .

    • Cattolico ha detto:

      Bergoglio è tanto cordiale che, sotto il suo pontificato, Benedetto XVI ha avuto una sua lettera censurata:

      Ecco come il Vaticano ha censurato la lettera di Benedetto XVI
      La storia della manipolazione operata sul testo del Papa emerito, impossibilitato a lodare l’opera sulla teologia del successore perché scritta anche da un fondatore di organizzazioni anti-papali
      https://www.ilfoglio.it/chiesa/2018/03/18/news/ecco-come-il-vaticano-ha-censurato-la-lettera-di-benedetto-xvi-184711/

    • Adriana ha detto:

      Quindi lo conosceva poco … non lo aveva visto sventolare la bandiera GBTL , per esempio . :-((

  • Marco ha detto:

    Sia benedetto Papa Benedetto anche per la sua fulminante ironia.
    Dopo:
    – mi vesto ancora da Papa perché non trovo più la tonaca da prete
    – la prefazionione ai tuoi “libretti” non l’ho potuta scrivere perché avevo judo
    Ora arriva “non sapevo che fosse anche una brava persona”

    Che il Signore La conservi Santo Padre.

    • Eloisa ha detto:

      E così sappiamo che Marco e Ragù sono la stessa persona.
      Bellissimo!
      È chiaro che lo stesso accade per molti altri frequentatori del blog.
      Intervengono con nickname diversi. Per non sputtanarsi troppo.
      All’anima della trasparenza!!

    • Gian Piero ha detto:

      Si Benedetto XVI e’ molto spiritoso. Ma purtroppo la sua fine ironia e’ sprecata con la gran massa dei cattolici che neppure la capiscono. Avrebbe fatto meglio a risparmiarsi la battute e a parlare per farsi ben comprendere: ma forse non poteva , data la situazione. Personalmente la grande “ simpatia” e comunione di intenti fra i due Papi proprio non la vedo. E tante vicende , l’ ultima il colloquio con il padre teologò dell’ Istituto Giovanni II licenziato, dimostrano che al di la’ delle parole ufficiali, Benedetto XVI e’ preoccupato per l” andazzo imposto dal suo successore

    • Monica ha detto:

      Alle frasi ironiche aggiungerei questa:
      “…prima di uscire sulla loggia abbia voluto telefonarmi, ma non mi ha trovato perché eravamo appunto davanti al televisore”.

  • Ragù ha detto:

    Sia benedetto Papa Benedetto anche per la sua fulminante ironia.
    Dopo:
    – mi vesto ancora da Papa perché non trovo più la tonaca da prete
    – la prefazionione ai tuoi “libretti” non l’ho potuta scrivere perché avevo judo
    Ora arriva “non sapevo che fosse anche una brava persona”

    Che il Signore La conservi Santo Padre.

  • Anima smarrita ha detto:

    E per rendere omaggio a quella categoria di animali a rischio estinzione per effetto del cambiamento climatico, cui oppongono un’azione di contrasto – animali celebrati con una giornata mondiale ad essi dedicata il 12 agosto scorso – come non ricordare il famoso “elefante nella cristalleria”?

  • Il veritiero ha detto:

    Sarebbe giusto se fosse Bergoglio a comandare, ma Bergoglio in realtà segue gli ordini di qualcuno molto molto più potente che si nasconde nell’ombra, un qualcuno che ha molto molto potere nel mondo delle banche. Bergoglio é un semplice associato di questa associazione del quale fanno parte le lobby gay americane, ormai le maschere sono state tolte, ormai le carte sono scoperte, solo un cieco o uno che é in malafede può ancora negare l’evidenza, cioè che c’è una vera e propria “associazione e complicità” fra alcuni personaggi del continente Americano, messi tutti al potere da Bergoglio e protetti fino all’ultimo respiro…questo ormai é sotto gli occhi di tutti che esiste un “associazione” che sta prendendo i contorni di un qualcosa che inizia ad assomigliare a qualcosa di criminale…visto xhe si parla di reati criminali commessi, coperti, continuati e si parla di favoritismo verso le persone della stessa associazione, un qualcosa che assomiglia molto al “clientelismo” o al “parenteismo”….
    Ma quello che ormai é ancora più chiaro é che Bergoglio é solo un burattino in mano di petsone molto più potenti del mondo delle banche e della finanza, qualcuno del mondo dell’economia delle banche e non dell’economia della aziende e imprese, qualcuno del mondo delle banche.. e questa persona non é Soros, anche Soros é un altro burattino dello stesso club di Bergoglio, é qualcuno ancora più in alto di Soros che si muove nell’ombra, uno che comanda a quei livelli non si farebbe scoprire e si espone direttamente come fa Soros…io diversi anni ho il forte sospetto ( quasi certezza ) che chi comanda veramente e muove i fili di tutto é la famiglia Rothschild e Rockfellee, tutti lo sanno ma nessuno parla.
    Sopra a Soros, a un Papa, a Capi di Stato, solo i Rotchield e i Rockfeller possono comandare nel mondo.
    E infatti Soros in realtà é un sottoposto loro, e Bergoglio si é visto in più occasioni seguire la politica e le idee di Soros, e Soros ha finanziato le stesse ONG e partiti politici che Bergoglio promuove….e questp ricollega anche il fatto di questa associazione del Continente Americano maccarrick, pena, maradinga, il camerlengo , i vescovi e compagnia bella ( sono talmente tanti che non li ricordo memmeno ) in America e in Europa comandano i Rotchield e Rockfeller….
    Come mai questi scandali non coinvolgono la chiesa di Russia o giapponese o Africana?
    Benedetto XVI conosce tutto, ma é impotente, sono troppo potenti anche per lui, É SCAPPATO DAVANTI AI LUPI.
    Vi ricordate che i giorni prima delle dimissioni di Benedetto erano stati chiusi i rubinetti delle banche del vaticano??? E quando si é dimesso hanno riaperto i rubinetti? Ma ancora vogliamo far finta di niente?
    La risposta ve l’ho data, é scritta in questo commento, se vogliamo parlare di verità e di cose serie partiamo dalla verità che ho scritto qui, altrimenti parliamo di aria fritta (Bergoglio non è papa e jon lo è mai stato, é salito al soglio pontificio in maniera non regolare e anche quasi criminosa ) voi continuate a baciargli la mano e le natiche l, bravi.
    Ora vi faccio la domanda…. vediamo chi di voi sa rispondere…CHI É IL VERO PROPRIETARIO DELLA BANCA DEL VATICANO, LO IOR?

    • Bastian contrario ha detto:

      Dobbiamo solo ricordarci che Draghi , capo della banca centrale Europea è un ex alunno dei gesuiti. Ovvero il blocco dei bancomat in Vaticano e la sospensione dello SWITCH per quanto concerneva lo IOR era un attacco pesante dei gesuiti contro Ratzinger che aveva in mano il dossier commissionato ai tre cardinali in cui erano riportati i nomi degli ecclesiastici che ricoprivano cariche in Vaticano e che praticavano la sodomia.

      • Adriana ha detto:

        Veritiero si richiama ad una Piramide del potere che , ai livelli sommi , è dominata da R. e R. , dove i Gesuiti o alcuni Papi occupano piani inferiori. Lei ritiene che siano i Gesuiti ad occupare il gradino supremo della medesima Piramide . O così risulta da come scrive . Non sono addentro alle secrete cose ma , per logica,
        Veritiero dovrebbe aver ragione . Saluti .

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Caro Veritiero, in verità NON lo so, forse ingenuamente pensavo di si. Se lo può gradirei una risposta. Grazie

      • Il veritiero ha detto:

        Lo IOR in teoria é di proprietà del vaticano, quindi in teoria il capo assoluto é il papa. Ma in realtà lo IOR in un gioco di scatole cinesi che ne apri una e ne trovi dentro un altra nascosta é sotto il controllo esterno di strani individui ben poco trasparenti e di strane società off shore che non si capiace bene di chi sono veramente. ( non so se il termine esatto é questo )
        Lo IOR é sotto il controllo dell’altro enre che si occupa dei beni e delle finanze della chiesa ( non ricordo il nome esatto ), questo altro ente é controllato da questi altri strani indivisui che jon si sa’ chi sono. Praticamente le scatole cinesi, ne apri una e dentro ne trovi un altra. Altrimenti perché il papa stesso che é il “capo e proprietario dello IOR” avrebbe tutti questi problemi anche per fare dei semplici controlli? Ratzinger lo hanno fatto andare al manicomio per qualche controllo. E poi gli uffici dello IOR sono nello stesso edificio dove risiede il papa, nello stesso edificio dove si affaccia per l’angelus. E dal 2013 uno dei cardinali addetti al controllo dello IOR é proprio il card. Parolin….insieme altri 4-5 cardinali…
        Ricordiamoci che lo IOR stampa moneta europea….la banca centrale europea appartiene ai Rotchield, come anche la banca d’italia, quella di inghilterra. Tutte le banche in Italia appartengono ai Rotchield e opus dei……
        Monte dei paschi, antonveneta, banco santander….queste banche dei scandali che hanno rovinato decine di migliai di famiglie sono dell’opud dei….che bravi cristiani. Quel banchiere che ha scritto l’altra volta Ettore Gotti Tedeschi mi sembra che abbia partecipato nell’affare dell’acquisizione della banca antonveneta da parte di monte dei paschi, e poi ci fu lo scandalo di antonveneta che una banca che valeva 2 miliardi l’hanno comprata stranamente a 10 miliardi e acevano un buco spaventoso che veniva nascosto…. il sig. Gotti Tedeschi non centra niente, ha solo condotto l’operazione, non dico che lui sapesse cosa c’era veramente dietro, questo solo Dio lo sa.
        Però é interessante che poi ci vogliono anche insegnare l’economia…..

  • Carla ha detto:

    Scusate…
    Nella vigna…

  • Carla ha detto:

    Caspita!!!
    Bella questa: IL CINGHIALE NEL GIARDINO DEL SIGNORE!
    Una definizione piu’ appropriata caro Super Ex,
    non la poteva trovare.

    • Adriana ha detto:

      Carla ,
      l’immagine è tolta dalla bolla di Leone X contro Lutero ( EXURGE DOMINE ) , a sua volta tolta dal Salmo 80 ( 79 ) .

      • Pasqualino ha detto:

        Lei, ADRIANA, è veramente un pozzo di scienza, e fa coppia con il famoso MARIO!!!

        • Adriana ha detto:

          Non vedo perchè . Come anche un’altra corrispondente , ho creduto utile togliere l ‘eventuale equivoco che il ” cinghiale nella vigna ” fosse una estemporanea invenzione di Super-Ex . Si tratta di una simbologia antica , importante e molto opportunamente adoperata da Leone X , ed ora da Super -ex – a ragion veduta -.

          • Pasqualino ha detto:

            Ma MARIO che fine ha fatto? Dobbiamo chiedere a “Chi l’ha visto”?

          • Gaetano2 ha detto:

            Grazie Adriana, a me è servito.

          • Adriana ha detto:

            GAETANO 2 ,
            sono contenta che ti sia stato utile . Intendevo rendere nella sua evidenza l’intenzionalità di Super- Ex ed il peso che egli dà alla metafora -storica- di cui sopra . Saluti .

        • deutero.amedeo ha detto:

          Adriana ha perfettamente ragione. Il Salmo 80(79) è un salmo bellissimo di preghiera per la rinascita di Israele dopo le devastazioni subite da parte degli assiri. Il salmista chiede appassionatamente a Dio di ricostruire i confini di Israele ( che paragona ad una vigna trapiantata da Dio dall’Egitto alla terra promessa) e nei versetti 13 e 14 chiede a Dio: – Perché hai aperto brecce nella sua cinta e ne fa vendemmia ogni passante? La devasta il cinghiale del bosco e vi pascolano le bestie della campagna–

        • Milli ha detto:

          La sig.ra Adriana è molto colta ma ha opinioni molto diverse dal sig.Mario. Non se ne è accorto o le interessa unicamente chiamarlo in causa a sproposito?

  • I love Anguera ha detto:

    Checché ne dica un certo SOLONE onnipresente e insipiente,
    questi messaggi sono semplicemente sublimi.
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/

    • Pasqualino ha detto:

      “Un certo SOLONE onnipresente e insipiente”?
      Sig. MARIO, non le fischiano forse le orecchie?
      Suvvia, ci dica qualcosa! Ci illumini di immenso!

      • Gaetano2 ha detto:

        ““Un certo SOLONE onnipresente e insipiente”?
        Sig. MARIO, non le fischiano forse le orecchie?
        Suvvia, ci dica qualcosa! Ci illumini di immenso!”

        Pasqualì, non evochi.
        Altro che illuminazione di immenso, qui si rischia l’immersione d’immer.. ed è troppo pure per me che puzzo di pecora.

      • Milli ha detto:

        Scusi Pasqualino, ma lei è l’alter ego di Mario? Perché lo chiama in causa continuamente?

    • MARIO ha detto:

      Difatti il Meteo di ieri aveva previsto TEMPESTA anche per oggi; questo brutto tempo non accenna proprio a sparire !
      Chissà che magari le profezie di Anguera non ci diano qualche speranza per il domani…
      Pace e bene.

  • lucis ha detto:

    … Sal 79, 9-16 . situazione perfetta della chiesa odierna

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Sicchè Frankie dopo nefasta elezione papa mai tornato in Argentina?…beh forse sarebbe ora di tornare e magari pure rimanere…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/