OSSERVATORE MARZIANO SI STUPISCE PER LA CANONIZZAZIONE DI CAMILLERI DA PARTE DELLA CHIESA.

19 Luglio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Osservatore Marziano si è imbattuto nella scomparsa di uno scrittore molto popolare nel nostro Paese, e venerato più o meno come un santino dalla sinistra sempre in cerca di immaginette da distribuire per scopi di propaganda. Vediamo che cosa ha visto e provato il nostro Osservatore.

ξ

Caro Tosatti, ho letto rapidamente i giornali stamattina soprattutto La Verità (pag. 16). Riferendosi ad un personaggio che lì per lì non ho identificato, prima di guardare nomi e fotografie, ho letto le considerazioni nei riquadri. Queste frasi nei riquadri riportano che il personaggio diceva che nella sua vita c’era posto per lo spirito, ma non per la fede o per l’idea di divinità.

Poi dicevano – sempre i riquadri -, che nei suoi scritti, i religiosi son sempre corrotti e oscurantisti. Ecc.

A questo punto credevo parlasse di Bergoglio, invece parlava di Andrea Camilleri.

Ohibò, mi dico, vediamo gli altri giornali, non di parte, come La Verità, che dice che la Chiesa lo fa quasi santo.

Vado direttamente sull’Avvenire (ma trovo solo quello del 17 luglio data della morte). Don Ivan Maffeis (CEI) lo descrive come esempio di vita all’insegna dell’impegno culturale e civile. E fin qui va bene. Ma conclude spiegando che puntava il dito verso la mafia e lo sfruttamento dei migranti. “Eccolo”! mi son detto.

Ma non basta. Trovo anche il Tweet di padre Spadaro, che dice: “Grazie a Andrea Camilleri, la tua voce ci aiuta e vedere il nostro tempo e la tua passione ci accompagna per fare la nostra parte perché la nostra Italia sia sana e migliore”.

Caro Tosatti, sto cominciando a capire quasi tutto quello che scrive il prof. Roberto De Mattei….

OM

ξ




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

88 commenti

  • Adriana ha detto:

    ” Camilleri andava sul sicuro , faceva l’antifascista , seppure molto postumo , ieri antiberlusconiano , oggi antisalviniano , ma sempre contro il Duce, a babbo morto . Una polizza per la gloria . Era uno scrittore bravo , non un Grande Scrittore , come lo presentano…non esagerate , rimane nella bestselleria corrente e nella personaggeria letterario-televisiva .Non rendetelo ridicolo paragonandolo a Verga e a Pirandello , e pure a Sascia . Via ! Abbiate il senso della misura . Non mettetegli pennacchi e AUREOLE : abbiate rispetto per un morto ” ( Marcello Veneziani )
    Per quando Spadaro & co. impareranno a leggere —-

    • Bastian contrario ha detto:

      Non mettiamo insieme il buon grano e la zizzania. Esistono due tipi di siciliani e di conseguenza di scrittori siciliani. Da un lato quelli che credono nella verità e si battono per difenderla, dall’altro quelli che a distanza di secoli praticano abitualmente la dissimulazione imposta dalCorano. Ai filo arabi appartiene Pirandello che avrà certo ricevuto il Nobel ma che in ogni sua opera mette in dubbio l’esistenza di una verità che possa essere universalmente condivisa. Agli amanti della verità verità appartengono Sciascia Tommasi di Lampedusa. L ‘illustre defunto era anche per motivi familiari vicino a Pirandello non certo a Sciascia o a Tommasi di Lampedusa.

    • Bastian contrario ha detto:

      Non mettiamo insieme il buon grano e la zizzania. Esistono due tipi di siciliani e di conseguenza di scrittori siciliani. Da un lato quelli che credono nella verità e si battono per difenderla, dall’altro quelli che a distanza di secoli praticano abitualmente la dissimulazione imposta dalCorano. Ai filo arabi appartiene Pirandello che avrà certo ricevuto il Nobel ma che in ogni sua opera mette in dubbio l’esistenza di una verità che possa essere universalmente condivisa. Agli amanti della verità verità appartengono Sciascia Tommasi di Lampedusa. L ‘illustre defunto era anche per motivi familiari vicino a Pirandello non certo a Sciascia o a Tommasi di Lampedusa.

    • Giuseppe Corlito ha detto:

      Mi sono imbattuto per caso su questo sito strampalato. Chiedo: cosa può capirci di cultura uno che dei giornali legge solo i riquadri delle foto? Lasciate riposare in pace Andrea Camilleri. Di lui si continuerà a parlare nella storia della letteratura quando di noi rimarrà solo la polvere.

  • Nicola B. ha detto:

    Di Rino Cammilleri consiglio assolutamente 3 libri . Il primo di qualche tempo fa DIO È CATTOLICO ? EDIZIONI LINDAU. Il secondo è il suo ultimo uscito , IL MIO NOME È GIUDA molto bello con una grande ricostruzione storica e bellissime introspezioni psicologiche. Il terzo invece è una riedizione di un suo vecchio successo che era diventato introvabile cioè IL VANGELO SECONDO ME . Tutti e 3 assolutamente imperdibili e ottime letture per le vacanze.

    https://images.app.goo.gl/Z3YN1PDFoAru2Rst7

    https://images.app.goo.gl/BHZvZpHwdC9wt22n6

    https://images.app.goo.gl/9GvtNYGQooTdu4vDA

  • Carmela Mastrangelo ha detto:

    Ah, se ora Camilleri potesse dirci qualcosa di quella Divinità in cui non credeva, che sorprese! Ma Gesù è giusto: “se uno non crede alla mie parole, non crederà neanche se un morto risuscita”, dunque la fede è tale perché si basa sulla fiducia in Lui, Verità.

  • mortimer ha detto:

    CLAMOROSO ! il Papa a santa Marta stamattina : – mi rivolgo agli estimatori di Camilleri , scrittore ateo ,senza Dio, perciò senza nulla .Mi rivolgo a chi si occupa di migranti, agli ecologisti, ambientalisti, ai politici senza senso della vita e della Verità , ai vescovi e cardinali intorno a me che si occupano di tutto tranne che di Dio. A voi dico – chiedete allo Spirito Santo di esser docili alla sue ispirazioni. Cercate Dio , Cercate ed amate solo lui , è solo grazie all’amore di Dio che arriva tutto ciò che può soddisfare e saziare il cuore dell’uomo ! –
    Ci avete creduto ? mi spiace , me lo sono sognato , Non è vero. Purtroppo. ,

    • Milli ha detto:

      Ti ringrazio per avermi fatto vivere un sogno, anche se per soli 30 secondi!

    • Mazzarino ha detto:

      Ringrazio anch’io. Confesso che per un istante (ma solo per un nanosecondo) ho sperato vero quanto da lei scritto. Proprio io che non ho mai creduto un solo istante alla buona fede dell’uomo della buonasera dal balcone del 13 marzo 2013. Non mi starà mica venendo la sindrome di Stoccolma? E’ dura per il nostro cuore essere cattolici senza un papa cattolico.

  • Nicola B. ha detto:

    Caro Osservatore Marziano e cari lettori e lettrici di Stilum Curiae e caro Dott Tosatti, ieri dissi che non c’era da meravigliarsi per la beatificazione di Andrea Camilleri. Eh sì perché se la Rivoluzione avanza, deve travolgere e soprattutto stravolgere tutto , a cominciare dalla Parola di Dio, dalla Dottrina, dalla Pastorale e ….dalla Famiglia che come disse Suor Lucia di Fatima, è al centro dell’attacco satanico nello scorso e nell’attuale secolo. Ed infatti la Rivoluzione sta facendo a pezzi e stravolgendo l’eredità di Giovanni Paolo II in merito alla Famiglia . Ecco le ultimissime novità sulla Rivoluzione . Capisce caro Osservatore Marziano perché dico che non bisogna più meravigliarsi di niente, ? Piuttosto preghiamo, preghiamo, preghiamo…Dalla Nuova Bussola Quotidiana di oggi.

    http://lanuovabq.it/it/asso-paglia-tutto-e-san-giovanni-paolo-ii-va-in-soffitta

    • Lucy ha detto:

      @ Nicola B.
      Letto! Tutto previsto , voluto , programmato con scientifica precisione e pervicace determinazione fin dal primo Angelus con l’elogiio sperticato di Kasper , passando poi per i due sinodi manipolati e poi pian piano con l’occupazione di tutti gli SPAZI di potere clericale in particolare con la precisione geometrica delle nuove nomine vescovili e cardinalizie , non una fuori ” contesto ” .Ora Paglia completa l’opera di distruzione del Pontificio Istituto per Matrimonio e Famiglia fortemente voluto da Papa Wojtyla approvanfo i nuovi statuti con un subdolo colpo di mano estivo. A volte c’è da pensare che solerti funzionari delle strutture repressive dei paesi ex- comunisti avrebbero avuto molto da imparare dai dai solerti e zelanti ” funzionari ” degli apparati della chiesa bergogliana. Così ora il percorso di una istituzione benemerita si chiude : da Caffarra , la Verità delle Stelle alla paglia delle stalle.

    • Monica ha detto:

      Che non tocchi Gotia e Kampowsky. Due professori straordinari.

  • Nicola B. ha detto:

    A proposito di Rino Cammilleri, posto due suoi ” Antidoti ” tratti dal sito omonimo.

    http://www.rinocammilleri.com/2019/07/teologia/

    http://www.rinocammilleri.com/2019/07/ostilita/

    P.S. concordo con Catholicus. Per me c’è SOLO il Cammilleri con due emme….dell’altro non ho mai letto niente…

    • Alda ha detto:

      Io invece qualcosa ho letto… Non mi ricordo né il titolo né come l’ho avuto, mi ricordo solo la descrizione di un amplesso durato quattro pagine… Ebbi l’impressione di un vecchio sporcaccione e non l’ho mai più considerato…

  • Catholicus ha detto:

    Personalmente, il mio Camilleri è Rino, ex attivista del movimento studentesco pisano, poi convertitosi e divenuto cattolico esemplare, altro che questo Camilleri estremista di sinistra, che affermava (poco tempo fa) “Salvini mi fa vomitare” ! Da quando ho letto di questa sua affermazione, mi è caduto definitivamente in disgrazia. Già tempo fa non avevo capito la strumentalizzazione dei suoi telefilm di Montalbano per la propaganda pro immigrazione (uno degli ultimi episodi) e confesso che non sapevo che lo Zingaretti-Montalbano fosse fratello di quello del PD. Messi insieme tutti questi tasselli, ho “ritirato la fiducia” a lui ed alla sua serie poliziesca (anche a quelle antiche : tenente Sheridan, commissario Maigret). Resto fedele all’evangelico “si si, no no”. Che Dio abbia misericordia di lui, ma non è certo il caso di rimpiangerlo.

    • LucioR ha detto:

      Quello è Cammilleri (con due “M”).

    • egt ha detto:

      TOTALMENTE D’ACCORDO, CARO CATHOLICUS. RINO CAMMILLERI – CON DUE EMME – E’ SENZA DUBBIO UNO DEI POCHISSIMI VERI INTELLETTUALI CATTOLICI CHE ABBIAMO , ORMAI POSSIAMO DIRE , AL MONDO.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Capisco che l’impegno civile (quello vero e non quello pro aborto) ovunque arrivi si deve apprezzare, e capisco che occorre guardare alle cose buone di ognuno, anche degli atei, ma additare un non credente come testimone di vita, come fa Spadaro, è fuorviante.
    Non per Camilleri, che davanti a Dio può essere giudicato migliore di tanti credenti, ma per le sue idee.

    Mi spiego: sui porti chiusi un cattolico la può pensare come vuole: come i Vescovi africani che li vogliono chiusi, o come Buzi di Mafia capitale, che li vuole aperti, in quanto è un’opinione e non un principio morale, ma sull’importanza di annunciare il Vangelo della salvezza NO. Quello è un principio che obbliga.
    Un maestro ateo, perciò, è sempre un cattivo maestro, anche quando è buono. Perché solo Dio è buono, e senza Dio nessun maestro può essere buono, perché la salvezza è il bene più grande.

    Ora, TUTTI, sia i “progressisti” che i “conservatori”, si saranno resi conto che molti Pastori della Chiesa non parlano più né di salvezza dell’anima, né di morale.
    Sembra che la Chiesa di Papa Francesco stia diventando una ONG anche se il Papa dice che non deve essere una ong.
    Mi ricorda quelli che dicono: “Non sono razzista, MA…”.
    Ma il tacere sulla salvezza dell’anima e sulla morale, va contro una prassi bimillenaria che si fonda su una dottrina bimillenaria IRREFORMABILE.
    Rinunciare ad annunciare gli obblighi morali, perciò, sembra intaccare non solo la tensione morale dei cristiani, ma anche la loro fede, la cui dottrina è dedotta da ciò che Gesù disse e operò.
    Se perciò i Pastori omettono di insegnare parte del Vangelo, anche se a parole non insegnano nulla contro di esso, non lo testimoniano e perciò il loro “annuncio” è CONTRO il Vangelo.
    Anche se lo testimoniassero con la vita (si fa per dire) se non lo fanno con la predicazione, un Pastore manca gravemente perché Gesù ha ordinato che i Pastori devono predicare.
    Chi omette di annunciare una verità, perciò, annuncia la menzogna, perché il tacere è contro la verità del Vangelo.
    O con Cristo o contro di lui.
    Ciò probabilmente non basta per parlare di eresia formale, ma per parlare di infedeltà, ritengo di sì.

    • TITTOTAT ha detto:

      va contro una prassi bimillenaria

      I dottori della legge a quel tempo si sdegnarono con Gesù che si era permesso di perdonare i peccati di un infermo, ma loro almeno avevano il senso del peccato che ha le sue fondamenta ancora prima di Abramo.
      Qui vorrei porrel a domanda (inversa) alla classe neo-sacerdotale:
      è più difficile per voi imporre le mani e dire: vai ti sono rimessi i peccati, o: andate tranquilli, tutti i vostri mali sono spariti?

  • TITTOTAT ha detto:

    E dire che rinnegava la letteratura elitaria, si vantava della sua letteratura per il popolo, populista.
    Almeno i politici ci promettono condizioni di vita migliori, voi romanzi da quattro soldi, che nemmeno arrivano a noi, li pretendete voi. Populisti in opere e progressisti in pensiero, per questo andate a braccetto col clero corrotto.
    Borghesi corrotti e viscidi, tutti fascisti e poi comunisti. Il Camilleri ora capirà in purgatorio cosa davvero gli voleva dire il vescovo quando da fascista lo aveva apostrofato come comunista, ma cotanto di romanziere non aveva l’ intelligenza di capire.
    É l’ Italia dei commissari che abitano in verande abusive.

    • Adriana ha detto:

      …e dei Giuseppe che scopiazzano don Ciotti …. per decenni la critica di Sinistra stigmatizzò G. Verga come ” borghese ” per il suo modo di ” tradurre ” il siciliano in italiano . Ora , per lo stesso motivo i critici di sinistra esaltano Cammilleri . Si capisce : Verga – poverino – non aveva
      la tessera di partito . :-))

  • Il veritiero ha detto:

    Direi che la situazione è quanto imbarazzanze, i nostri stessi pastori che dovrebbero essere una giida e un esempio per noi che indicano un ateo miscredente come loro esempio da seuire ed emulare…. irei che è più cge grave. fra l’altro é stato anche sepolto in un cimitero Acattolico.

    • giemme ha detto:

      Si, più che grave!
      Perché son pastori ?????
      Solo il diavolo è bugiardo come il vertice di questa chiesa fantasma
      Anche Giuseppe 7,44 ha detto qualcosa di giusto

  • Hadapassà... ha detto:

    Quello che dice il prof. De Mattei, egregio OM, è sempre oculata verità. Nella sua signorile compostezza, la consueta “perfetta adesione ai principi immutabili della dottrina cattolica costituisce un sicuro insegnamento e un chiaro punto di riferimento per chiunque voglia dirsi un buon cristiano. Una persona tutta d’un pezzo, insomma.

  • Andrea ha detto:

    “M’illumino d’inverso”
    Il nuovo motto ecclesiastico… più remi contro il cattolicesimo più ti acclamo

  • Gian Piero ha detto:

    Il problema non e’ Camilleri, scrittore non sublime ma divertente ( il suo libro piu’ divertente” il Birraio di Preston” senza Montalbano, un capolavoro di umorismo) . Uno scrittore di libri commerciali ha tutto il diritto di pensare in politica quel che gli pare e anche di non essere credente. I ridicoli sono i vari Mons. Spadaro e Avvenire che fanno di Camilleri un sommo scrittore , manco fosse il Manzoni, solo perche’’ era di sinistra.
    Ormai questa Chiesa non ha piu’ il senso della misura: trasforma una giovane tedesca annoiata ed alternativa, Carola in una Santa con l’ aureola, e un divertente scrittore commerciale, Camilleri, In un “venerato maestro”.
    Stessa cosa successe con Dario Fo. Ormai per i preti cattolici impegnati basta essere di sinistra e sei di default considerato fra i “ sommi” letterati.Ridicoli . Ci vorrebbe uno scrittore spiritoso per prendere in giro tale ridicolaggine.

  • Gene ha detto:

    Bravo Nicola B, di che stupirsi, ne vedremo ancora di nefandezze di questo livello. Abbiamo capito che per essere dei buoni cristiani dobbiamo somigliare a Camilleri, Scalfari, Bonino e tutti quelli che la pensano come loro. Atei, abortisti, progender, utero in affitto, pro Bibbiano e collaboratori…. Ormai una parte della Chiesa si è affidata a questi personaggi, l’altra parte non ha il coraggio di opporsi, o perché non ha argomenti validi o perché non vuole rinunciare aisuoi privilegi. Bergoglio, con il suo sorriso bonario sta costruendo la sua Chiesa, ma un giorno dovrà rendere conto di tutto ciò, sempre che creda nella risurrezione, nel paradiso, nell’inferno e nel purgatorio. Forse ha ragione qualcuno, ma questo papa è cattolico? Ne dubito…

  • Nicola B. ha detto:

    L’ho detto in un mio vecchio post e lo ribadisco in quest’altro. Non tutto è perso , non sono tutti modernisti e cattocomunisti i Ministri di Dio di oggi. Ci sono i fedeli al Vangelo e che seguono la ragione correttamente ma pochi hanno il coraggio di uscire allo scoperto. Ma ci sono, ci sono…Eccone un altro.

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/c-altro-parroco-che-difende-salvini-ha-onorato-dio-1729107.html

    • Lucy ha detto:

      Caro Nicola B aggiungo alle tue sempre ottime segnalazioni le paginate che da un paio di giorni stanno uscendo sulla Verità dedicate alla chiesa di Bergoglio .Olre a ” Gli uomini del Papa ” diviso in tre puntate , un rewind dal 2013 ad oggi , sono uscite bellissime interviste a coraggiosi parroci , il 17/7 intervista a don Alfredo Morselli , diocesi di Bologna,dal titolo ” Il Vaticano dà il suo sostegno al PD e chi obietta è punito come in Cina “.Poi il 18 intervista a don Salvatore Picca parroco di San Martino Valle Caudina ( Avellino) dal titolo ” I vescovi pro migranti sono carrieristi ” , infine oggi intervista al parroco di Marano dei Marsi padre Giacobbe Elia , di cui ci hai dato vari link, titolo intervista “La civiltà nasce dai muri e non dai ponti “. Pertanto anch’io , come ho scritto più volte, penso come te che non tutto è perduto finchè ci saranno veri ministri di Dio e della Sua Chiesa.

    • Lucy ha detto:

      Dimenticavo , sempre sulla Verità di oggi una pagina dedicata alla ” misericordia ” di Bergoglio che ” azzera le congregazioni più tradizionaliste ” ; anche qui un tragico ripasso dai Francescani dell’Immacolata alle Piccole suore di Maria .
      La Verità sulla carta stampata dà voce alla Chiesa del dissenso , che è la vera Chiesa , come Stilum e altri blog fanno via web.

  • RIS ha detto:

    omesso : ZAMAGNI – PER IL PAPA NON BASTA PROCLAMARE I PRINCIPI, BISOGNA CAMBIARE LE STRUTTURE DEL PECCATO –

    Tosatti , chissa perchè questo titolo è stato cancellato..

  • RIS ha detto:

    Caro Osservatore Marziano , la invito ogni tanto, oltre all’Avvenire , a leggere l’agenzia di informazione SIR . il numero del 6 giugno di quest’anno , riferendosi al summit panamericano e alla firma della carta di Roma , titola : ZAMAGNI , . preferisco non commentare , una scemanza del genere neppure lucefoero in persona l’avrebbe mai concepita. …

    • Gionata ha detto:

      Zamagni è un bluff , nato alla scuola di Bologna , ibrido , pronto ad stare dalla parte dove si trova un impiego , nulla più . Esaltato da Tornielli che lo ha preparato a divenire Bergogliano ed ottenere incarichi.

  • Lucis ha detto:

    Riflettevo sugli imperdonabili danni che 50 anni di Democrazia Cristiana hanno lasciato all’Italia: il più grave è stato l’aver permesso che la sinistra si impossessasse di tutto, dico tutto il patrimonio culturale.
    In Italia se vuoi insegnare a scuola se vuoi diventare uno scrittore, un cantautore, un regista, un pittore, un qualsiasi artista di successo DEVI necessariamente essere di sinistra e portare avanti l’ideologia di sinistra.
    Io credo che questo sia stato il più grave danno del CATTOLICESIMO BEOTA dei democristiani.

    • Klaus B ha detto:

      Insegno nella secondaria superiore da 32 anni, sono entrato vincendo un regolare concorso. Non sono né sono mai stato di sinistra, né qualcuno mi ha mai chiesto di diventarlo.
      Molti miei colleghi lo sono, forse la maggioranza, ma per conto loro, nessuno ha gli mai imposto di essere di sinistra per diventare insegnanti.
      Non diffondiamo banalità infondate, per favore.

      • Lucis ha detto:

        Beh, qualche eccezione per salvare la faccia ci vuole. Ma chi potrebbe aprire a una cultura efficacemente altetnativa alla sinistra stia tranquillo che entra con molta, molta difficoltà.

        • Klaus B ha detto:

          Per quella che è la mia esperienza personale, le convinzioni politiche non hanno alcuna rilevanza nella selezione degli insegnanti, quindi non ha molto senso parlare di eccezioni.
          Diversa potrebbe essere, forse, la questione per i dirigenti, ma non posso dire nulla di preciso non avendo mai affrontato quel livello di selezione.
          Il punto è probabilmente l’opposto: cioè che, soprattutto per certe materie, un laureato che avesse convizioni di sinistra è stato più facilmente portato, per decenni, a scegliere l’insegnamento, come residuo molto attenuato di concezioni gramsciane (Gramsci peraltro si rivolterà nella tomba a vedere la sinistra attuale).
          Oggi, con la difficoltà a trovare lavoro con la maggior parte delle lauree, credo sia caduto anche questo aspetto. La questione, per i nuovi insegnanti, non è più come vengono scelti ma come vengono formati.

      • Bastian contrario ha detto:

        Negli anni tra il 1968 e il1980 le scuole secondarie superiori, almeno nella mia città, erano il luogo di scontro tra i sinistresi e tutti gli altri. Spesso le strutture burocratiche erano utilizzate come mezzi di persecuzione degli insegnanti che si opponevano ai dictat della sinistra…

        • Klaus B ha detto:

          Questo non posso confermerlo né smentirlo, avendo iniziato a insegnare nel 1987 e probabilmente in una zona diversa da quella cui lei si riferisce.

          • Bastian contrario ha detto:

            Ho motivo di ritenere che anche negli anni successivi la lotta sia continuata anche se con minor vigore degli anni precedenti . Per quanto riguarda la selezione dei presidi ho visto vincere il concorso a sindacalisti appartenenti ai sindacati confederali, sindacalisti che in consiglio di presidenza non avrebbero ottenuto che pochi voti…

    • Antonio ha detto:

      … come ripete da anni il prof Massimo Viglione

  • Mazzarino ha detto:

    Ammetto di aver scoperto solo ora che esiste un cimitero acattolico. Non mi stupisce dunque che chi decide di andarci a finire sia visto come esempio da una chiesa che ormai del tutto acattolica. Che i morti seppelliscano i loro morti. A noi tocca piuttostto pensare a realizzare cimiteri sttettamente cattolici, ospedali strettamente cattolici e case di riposo sttettamente cattoliche. Lo dico da 10 anni.Siamo in grave ritardo

    • wp_7512482 ha detto:

      È il cosiddetto Cimitero degli Inglesi, vicino alla Piramide Cestia, a Roma? È un luogo bellissimo, e molto costoso.

      • Grog ha detto:

        Si,é proprio quello. È il cimitero preferito dei pidioti: farebbero carte false per essere seppelliti lí.

      • GMZ ha detto:

        È quello.
        Il vecchio trombone ha marcato la differenza di ceto anche col buco in cui hanno messo a dimora le sue spoglie.
        Che gusto, che classe il raffinato maestro de noantri!

      • Lucy ha detto:

        Anche noi lo conosciamo come cimitero degli inglesi e quando siamo stati a Roma l’abbiamo visitato perchè volevamo vedere la tomba di Gramsci che è sepolto lì.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Personalmente, dei libri di Camilleri non ho letto un rigo, una parola , dei suoi film non ho visto una sola immagine. Per questo dovrei sentirmi spiritualmente povero?

    • Catholicus ha detto:

      Affatto, caro amico, lei è spiritualmnte ricco, ricchissimo; meno si legge del pensiero dei sinistri (sinistrati, sarebbe meglio dire) e meglio è per la nostra salus animarum. Facciamolo sapere almeno ai nostri cari. Basta con Avvenire, Fanghiglia Cristiana, settimanali diocesani: facciamone un bel falò, almeno idealmente. Christus Vincit !

  • Rafael Brotero ha detto:

    Ok, Camilleri aveva i suoi difetti, ma non é giusto paragonarlo a Bergoglio. É un insulto da cui non puo piu difendersi. Rispettiamo i morti.

  • Nicola B. ha detto:

    Giuseppe hai fatto benissimo a ricordare che è stato sepolto nel CIMITERO ACATTOLICO. Volevo scriverlo io ma poi me ne sono dimenticato. Posto la foto della sua tomba ( tra GRAMSCI e GADDA….) , tomba piena di fiori ma senza una Croce. Per quanto riguarda l’intelligenza dello scrittore era lodatissima in quanto super comunista ed anti Salviniano di ferro. Solo per questo. Ricordiamoci dei tanti grandi italiani emarginati in quanto non comunisti o anti comunisti. Uno fra tutti EUGENIO CORTI. Come se non fosse mai esistito per l’intellighenzia mainstream.

    https://images.app.goo.gl/2K9HpBTzJqNGr7pcA

    • Gian ha detto:

      Caro Nicola, mi fa molto piacere che tu lo abbia ricordato. Lo volevo fare io ed avevo preso in mano il suo libro più famoso, “Il cavallo rosso”, giunto alla trentatreesima edizione (agosto2017) tradotto in otto lingue tra cui anche il giapponese. Bellissimo il confronto, ma siamo su due livelli molto lontani.

    • H ha detto:

      E Guareschi, lo scrittore italiano più tradotto nel mondo? Totalmente ignorato il centenario della sua nascita e ancor di più i cinquant’anni dalla morte. Si paga così il non essere dalla loro parte.

  • Nicola B. ha detto:

    Sempre sugli orrori che riguardano i bambini strappati ai genitori……E questi tacciono perché intenti a celebrare la Divinità Laica di Camilleri…..

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/roberta-mori-consigliera-dem-amica-degli-indagati-angeli-e-1728484.html

  • Nicola B. ha detto:

    Caro Osservatore Marziano, mi stupisco del suo stupore. Io a questo punto non mi stupisco più di niente riguardo la Chiesa Cattolica in quanto sta andando a rotoli e si sta protestantizzando. Quindi di che ci stupiamo ? Mi stupisco piuttosto quando riesco ancora a trovare veri Sacerdoti e Ministri di Dio fedeli al Vero Vangelo e non alla Religione Unica Mondiale ( che comprende anche la Religione del Migrante) che si sta diffondendo. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente il Dott Tosatti per il lavoro prezioso e coraggioso che svolge per noi cattolici, attraverso Stilum Curiae e grazie ad i suoi collaboratori, quindi anche lei caro Osservatore Marziano. Concludo uscendo fuori tema ed allegando un video. Non c’è solo Bibbiano nell’orrore quotidiano ma anche altri piccoli paesi. E , a parte poche realtà ( tra cui Stilum Curiae, La nuova bussola quotidiana, il Timone, , Aldo Maria Valli, ecc ) TUTTO TACE. Guardatevi il video e preghiamo per il nostro paese perché il Signore e Maria Santissima abbiano pietà dell’Italia.

    https://www.maurizioblondet.it/val-denza-genitori-non-sanno-piu-dove-sono-i-loro-figli/

    • om ha detto:

      Sa Nicola B. , su Marte purtroppo non arriva l’Avvenire e Repubblica, così siamo disinformati. Nel 2000 una Lex Marziana imposta da un saggio governante , ha vietato la distribuzione di quotidiani terrestri che fossero falsi e confondenti ,Voi terrestri non sapete che noi marziani sappiamo che la Chiesa di Cristo era da sempre solo sulla Terra , a Roma , in Vaticano – Marte si è convertita al cattolicesimo in tempo reale 2000annifa , solo osservando ciò che accadeva in Palestina – . Perciò son stati esclusi detti quotidiani. Questo spiega perchè, su Marte , fatichiamo a capire l’attuale Chiesa , che è esaltata da Repubblica e spiegata da Avvenire . E ciò spiega perchè io son stato nominato Osservatore Marziano con delega ad osservare la Chiesa. Le dirò che ho capito di più leggendo Stilum Curiae e Corrispondenza Romana ,

  • Gian ha detto:

    Lasciamo che i morti seppelliscano i loro morti. Tanto baccano per un vecchio che è morto perché già era vecchio prima ancora di diventare famoso. E’ una laica liturgia solenne che ci hanno abituato a sopportare, come le tante cose che danno fastidio, vedi le mosche prima di un temporale o le zanzare tigre, arrivate con i migranti insieme a tutto il resto. Ne vedremo altre, basta farci il callo e tirare innanzi.

  • Adriana ha detto:

    ” La tua passione ci accompagna …” cinguetta – giustamente – padre Spadaro . Doveva infatti avere in mente l’ ” appassionato ” giudizio di A. Cammilleri : ” A 2 anni le donne raggiungono il massimo della loro bellezza e della loro capacità seduttiva . E’ una seduzione straordinaria per la loro potenza e , nello stesso tempo , come innocenza . Perderanno il resto della loro vita per ritrovare quel momento …”
    Banalmente : alla passione non si comanda ! ( anche se , caritatevolmente , vogliamo chiamarla : fragilità cerebrale )

  • Giuseppe ha detto:

    Standing ovation, al contrario, per la lucidità, il senso civico e civile, la acuta, laica e razionale intelligenza di Camilleri, un grande italiano (da uno che non ama particolarmente Montalbano).

    • Gian ha detto:

      “senso civico e civile”?… glielo leggevi in faccia, probabilmente. E poi dici di essere ateo.

    • ALBERTO ha detto:

      Se uno non ama montalbano e fin qui ci siamo, trattandosi di creazione mediocre e banale di uno scrittore mediocre, banale con scarsissime idee, da che cosa promana quella “lucidità, il senso civico e civile, la acuta, laica e razionale intelligenza di Camilleri, un grande italiano” ? Dal fatto che fu stalinista ?

      E il fatto che sia stato sepolto in un cimitero rigorosamente a-cattolico, che significa ? Forse che in quel cimitero possono essere sepolti tutti: maomettani, rastafariani, buddisti, stalinisti, pagani, scientoligisti, seguaci di Charles Manson, satanisti, tutti eccetto esseri umani di religione cattolica? Curioso e … affascinante. Se lo ha voluto lui, allora capisco tutto … anche l’origine, direi, esoterica del suo successo, altrimenti inspiegabile. E capisco anche, Giuseppe, il suo stravedere per questo “grande italiano” emerso dal nulla di una mediocrità assoluta come questi tempi dominati dal principe di questo mondo esigono.

      • Anonimo ha detto:

        Eccetto. Ha avuto i vent’anni di successo come da copione… poi il principe di questo mondo se li riprende…bravo Alberto! Basta con gli inni dei pidioti ai pidiotissimi.. e concludo con un’uscita degna della Brescello anni ’50 raccontata dal grande (e scomodo) Guareschi: ABBASSO IL PCI/PD!!!

    • tito ha detto:

      Ho capito chi è sto Giuseppe ! ga bene . Questa ultima considerazione su Camilleri lo spiega bene , lui deve dire sempre il contrrio di ciò che è buonsenso. volete una prova ? provate a esaltare Bergoglio, complimentarvi con il segretario del PD Zingaretti o dire che Di Maio è bravo e intelligente , che la Bonino è saggia , ecc. vedrete che scriverà subito il contrario . Scommettiamo. ?

      • Giuseppe ha detto:

        Non è necessario che scommetta.
        1) Bergoglio: è un.prete, difficile che io parli bene di un prete, poi certamente ce ne sono di pessimi (il Polacco, per esempio) e altri meno
        2) PD: sono di sinistra, io, quindi non ho mai dato un solo voto a questo partito a partire dal PDS in poi (Zingaretti mi è indifferente)
        3) Di Maio: lasciamo perdere (caso mai è affare dei salviniani che frequentano il blog e ce l’hanno come alleato…)
        4) Bonino: come ho scritto tempo fa, grandissima in tema di diritti civili, non ne ho mai condiviso le idee liberiste in tema di politica economica
        Infine, una chiosa su Camilleri, visto che è costume di molti travisare: non ho espresso una valutazione sullo scrittore (quanto meno quello di Montalbano, che non mi fa impazzire), ma sulla lucida, civile e laicissima razionalità dell’uomo, in tempi assai poco civili e razionali.

        • Monica ha detto:

          Far morire un uomo disabile di sete non é civile né razionale. Uccidere vita umana nel grembo non é civile né razionale.
          Lei é farcito di ideologia comunista ed ha già dimostrato in precedenti scambi con me di non essere in grado di sostenere la logica dei suoi ragionamenti superficiali, preferendo la fuga . Torni alle salamelle, unico apporto utile dei comunisti oggi in Italia. Il comunismo in occidente é politicamente morto, ne resiste solo qualche utopico dinosauro che si sta orientando al verde ecologico.

  • Giuseppe ha detto:

    Ma qualcuno ha avvertito Avvenire e tutto il coro di ecclesiastici e cattolici che il signor Camilleri si è fatto seppellire nel cimitero acattolico a Piramide Cestia e che lui e la sua famiglia Hanno rifiutato il funerale?
    Ma questo conta qualcosa oppure oramai anche il disprezzo della Fede per la chiesa è diventato una prassi normalissima e regolarissima?

    • Anonimo verace ha detto:

      Il tempio laico una volta non c’era al cimitero. Oggi c’è ed è anche utilizzato piuttosto di frequente. Mi permetto di farvi notare che molti acattolici , soprattutto con aderenze esoteriche preferiscono farsi cremare. Il fatto che CAMilleri abbia utilizzato una normale sepoltura on terra fa pensare che forse creda alla resurrezione. O mi sbaglio?

      • LucioR ha detto:

        «Mi permetto di farvi notare che molti acattolici , soprattutto con aderenze esoteriche preferiscono farsi cremare»

        Purtroppo anche molti che si definiscono cristiani.

    • LucioR ha detto:

      Ah ah! Signor Giuseppe,

      io non interferisco mai nei suoi pregiati interventi perché resto sempre ammirato della sua granitica costanza nel pubblicare sciocchezze, della sua coerenza in questa sua ragione di vita.

      Ma proprio per questo, questa volta sono costretto a farle notare che tale sua dote, la coerenza, le è venuta meno parlando male dei suoi sodali, quale per esempio è Spadaro. Spadaro infatti, straparlano su argomenti dottrinali e su aspetti morali fa il suo (di Lei) gioco, come Lei, straparlando sul suo “dio” e sui temi etici fa il gioco di Spadaro. Insomma, per dirla con un’espressione popolare siete culo e camicia (non si offenda eh! è un modo di dire, un’espressione idiomatica). Poi quale è l’uno e quale l’altra, faccia Lei…

      • Giuseppe ha detto:

        Guardi Lucior, premesso che il commento 7.44 non è mio (replicava a quello?), ma di un altro Giuseppe (e mi pare ben chiaro, dato il suo contenuto), non capisco a cosa si riferisca, a quale mio (mio!) intervento risponda.
        Certo Spadaro non è un mio sodale, essendo un prete…
        Forse, a dispetto del suo nome, ha perso un po’ di lucidità.

        • LucioR ha detto:

          Chiedo scusa per l’equivoco (ma forse sarebbe bene che i Giuseppe si distinguano con dei numeri progressivi o altro accorgimeno). Tuttavia il testo si potrebbe anche adattare a Lei, seppure con altra intenzione, La frase finale, se l’avesse scritta Lei, avrebbe un senso ironico. Devo ammettere però che da buon comunista Lei l’ironia non può sapere cosa sia.

          Non è ironico però è furbo: infatti sa farsi dei sodali anche tra i preti (anche se, a pensarci bene, attualmente non ci vuole molto…).

  • ubimayor ha detto:

    SPADARO deve dimostrare di essere aperto , comprensivo, intelligente , colto, saggio , sapiente , positivo, , superiore , …Che voglia fare lui il prossimo Papa ? Papa Spadaro , che bello,! , magari come nome prende quello di Alessandro Borgia II . Così Tosatti sarà costretto a rinominare Stilum Curiae in ( Spadarum Curiae …

    • Donna ha detto:

      Non lo dica neanche per scherzo, che poi quello della fornace ardente è capace di istigare quei cardinali ormai a lui fedeli a pensarci per la prossima elezione al soglio …non c’è mai fine al peggio, si ricordi!

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Alessandro Borgia rispetto a Bergoglio e Spadaro è un baluardo in difesa della vera fede….! Saluti.
      Massimiliano.

  • Gaetano2 ha detto:

    Mai visto un suo film, purtroppo non mi è stato possibile evitare la pubblicità improvvisa su internet con parlata artificiosamente meridionale, ridicola.

  • Pierluigi ha detto:

    Nemici di Salvini di tutto il mondo (e oltre) unitevi…

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Ormai no dobbiamo più stupirci di niente…in questa surreale corsa con sinistra Italiana tesa ad innalzamento mediocri ogni sorta a rango di insostituibili geni…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • franz ha detto:

    Scusi Osservatore Marziano, ma ce ne ha messo di tempo per capire quello che da anni spiega DeMattei .. Non è che Marte è diventato Marta ? Santa Marta , intendo…

  • alessandro mirabelli ha detto:

    Standing ovation per l’osservatore marziano.