SUPER EX E MONS. PAGLIA. UNA PRECISAZIONE DOVEROSA.

14 Luglio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Qualche giorno fa Super Ex commentava un articolo de Il Fatto Quotidiano relativo alle telefonate intercorse fra mons. Paglia e il giudice Palamara.

Nel commento Super Ex citava una notizia che gli era stata data, e erroneamente confermata in una verifica successiva , di un coinvolgimento giudiziario attuale di mons. Paglia in un procedimento relativo al dissesto finanziario della diocesi di Terni.
L’articolo è stato cancellato dalla lista di Stilum Curiae a causa di quella imprecisione, e ci sembra doveroso inoltre pubblicare questa precisazione.
Super Ex è desolato per essere stato tratto in inganno da un informatore, aver scritto una notizia ingiusta su mons. Paglia e aver tratto in errore Stilum Curiae e i suoi lettori.

ξ

In riferimento alla pubblicazione, per mezzo di blog e social network, della notizia di presunte imputazioni penali a carico di Mons. Vincenzo Paglia, chiediamo gentilmente ospitalità al fine di rettificare tale infondata notizia. A questo fine si inoltra testo del decreto di archiviazione, datato Settembre 2015, con il quale la Procura di Terni riconosce l’inesistenza di qualsiasi presupposto per procedere nei confronti di Mons. Paglia. Attualmente, dunque, è destituita di qualsiasi fondamento la notizia che riporta l’esistenza di imputazioni a carico del Presidente della Pontificia Accademia per la Vita sia nella forma di procedimenti penali presso Tribunali sia in quella di iscrizione nel registro di persone indagate presso eventuali Procure. 
Si ringrazia della cortese ospitalità. 
Fabrizio Mastrofini – Ufficio Stampa PAV
Mons. Riccardo Mensuali – segreteria particolare del Presidente PAV

ξ




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

44 commenti

  • Eloisa ha detto:

    Rispondo qui a Donna@ 8:26 am perché non c’è il “rispondi”.

    Ho capito bene quel che ha detto Ratzinger e lo condivido. Guardando al passato, infatti, vedo papi che non erano degni del mandato.
    Ma per me non è certo il caso dell’elezione del Papa attualmente regnante, che a me e a tantissimi altri piace molto anche se a voi conservatori no. E non mi stupisce. L’apertura mentale non è di tutti, purtroppo. Resta il fatto che è più che vero, a mio avviso, che Dio scrive giusto fra le righe storte.
    Per me questo è proprio il momento in cui era necessario un papa come Bergoglio; un Papa che ha immesso aria nuova nella Chiesa moribonda, anche se non riuscirà a far guarire la Curia vaticana. Ci vuole tempo per sanare le ferite. Altri dopo di lui continueranno il suo percorso, almeno lo spero.
    Non gli attribuisco tutte le pecche che voi tradizionalisti gli addossate continuamente; anzi ritengo che stia agendo per il meglio. Certo non è un santo ( ma chi lo è stato davvero?), ma è chiaro come il sole che sta ripercorrendo le orme di Gesù Cristo. E tanto mi basta.
    Il Vangelo è l’unico punto di riferimento per un cristiano.
    Magistero e Tradizione vanno aggiornati, con tutto il rispetto per le sue opinioni, cara Donna.

    Gentile Tosatti, quando si decide a mettere a posto l’orologio del blog, che è indietro di due ore?

    • wp_7512482 ha detto:

      Non è in mio potere. È l’ora di Word Press….

    • Confessione scontata ha detto:

      “L’apertura mentale non è di tutti”
      non c’è bisogno che lo confessi, ce ne siamo accorti tutti

      • Gian Piero ha detto:

        Eloisa guardando indietro “ vede papi che non erano degni del mandato” . Ora invece vede il Papa attuale degno del mandato.
        Trattasi di patologia oculare : vedere esattamente il contrario di quello che e’ .
        Si chiama Ocaggine oculare. Non c’ e’ terapia. Per recuperare la giusta visione ci vorrebbe un miracolo. Rivolgersi a Padre Pio.

        • Eloisa ha detto:

          Detto da lei, Gian Piero, “ocaggine oculare” mi suona come un complimento.
          Padre Pio non mi è mai piaciuto, a dire il vero. Tanto per chiarire.

  • Sebastiano ha detto:

    Per dare a Cesare quel che è di Cesare, occorrerebbe rifilare almeno 23 pugnalate (figurate, s’intente) al paglia. Si potrebbe iniziare dall’ultimo caso Vincent e risalire indietro nel tempo, ma forse sarebbero molte di più. Finirebbe probabilmente come un puntaspilli.
    E almeno uno che abbia definito Bruto uono d’onore c’è stato, di paglia non so.

  • Anima smarrita ha detto:

    Quando e dove vigono e si fanno rispettare le garanzie di uno Stato di diritto…! Fortunato (purtroppo è capitato qualche caso che giustifica il ricorso a tale aggettivo! e non solo in Italia…) chi può difendersi dalle accuse, nelle sedi appropriate, ed esibire prove documentali di risultanze di regolari processi, anche per limitare le infauste conseguenze di ipotetici, insussistenti, processi mediatici…
    E quando professionisti dell’informazione, assolutamente ineccepibili, riconoscono eventuali errori in cui siano caduti, soltanto per la provata affidabilità della fonte…
    La mia osservazione ha valore generico e in riferimento non al caso in oggetto, ma a quelle vicende inqualificabili e tristemente incresciose per chi si è trovato a farne le spese.

  • TITTOTAT ha detto:

    Però voglio capire, i conti sono in rosso senza frode ma solo sua incapacità di gestione?

  • Eloisa ha detto:

    Questa precisazione era d’ obbligo.
    Soprattutto perché aveva provocato tanto fango gettato addosso a mons. Paglia con intollerabile faciloneria e cattiveria gratuita. Della serie: il male genera male SEMPRE.

  • fox ha detto:

    PRECISAZIONE ONESTA E DOVUTA . MA MONS PAGLIA NON MERITA QUESTA ATTENZIONE. AVENDO PRATICAMENTE IGNORATO IL CASO DI LAMBERT , MA SECONDO ME HA PERSINO FATTO PEGGIO ESALTANDO LA BONINO E PANNELLA , MA ANCOR PIU’ INDICANDO IL PRESIDENTE NAPOLITANO QUALE ESEMPIO DI GRANDE ITALIANO. E CIO’ NON E’ PERDONABILE PERCHE’ NAPOLITANO E’ COLUI CHE HA INCARICATO , IMPONENDOLO NEL 2011 , MARIO MONTI QUALE PRESIDENTE DL CONSIGLIO, E MONTI E’ L’UOMO CHE HA DISTRUTTO L’ECONOMIA ITALIANA . SE QUALCUNO NON LO SA O NON CI CREDE VADA A VEDERE I DATI ECONOMICI DELLA BANCA D’ITALIA (NON DI SALVINI O BERLUSCONI) ,PRIMA E DOPO, IL COSIDDETTO GOVERNO MONTI. CHI HA CREATO POVERTA’ , DISEGUAGLIANZE, E PRODOTTO LE CONDIZIONI PER CRESCITA DELLA IMMIGRAZIONE E’ STATO COSTUI. CHE PAGLIA APPUNTO ESALTA.

    • XXI century fox ha detto:

      TUTTO VERO, CONDIVIDO. QUANDO , A TEMPO DEBITO, SI SCRIVERA’ LA VERA STORIA DI CIO’ CHE SUCCESSE NEL 2011 , SE QUALCUNO AVRA’ LE COMPETENZE ED IL CORAGGIO DI FARLO, SI EVIDENZIERA’ A CHI CHIEDERE CONTO DEI NOSTRI PROBLEMI ATTUALI. MA CHI SA , HA PAURA DI DIRLO . CHI HA IL CORAGGIO DI FARLO NON SAREBBE CREDIBILE . UN P0′ COME STA AVVENENDO NELLA CHIESA CON BERGOGLIO . CHI SA , COME MONS.VIGANO’ E’ SCREDITATO , CHI PRODUCE DANNI , COME MONS.PAGLIA , E’ ESALTATO .

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    giusto. Bisogna dare a Cesare quello che è di Cesare, anche se, in generale, l’affidabilità della magistratura è quella che tutti ben sappiamo.

    Circa mons. Paglia, resta, in evidenza, la faccenda dell’affresco omoerotico in cattedrale http://www.lanuovabq.it/it/e-paglia-ando-in-cielo-con-trans-e-gay

    e, fresco fresco, la questione del tristo commento sulla vicenda Lambert:

    http://www.lanuovabq.it/it/in-morte-di-vincent-tra-labbandono-dei-pastori-e-il-gregge-che-lotta

    ma va bene così: dobbiamo bere il calice, fino alla feccia.

    Al di là di tutto, le questioni verranno regolate, per ciascuno di noi, in sede di Giorno del Giudizio.

  • Gaetano2 ha detto:

    Che costoro non vengano inquisiti o nel caso lo fossero vengano prosciolti è cosa di pubblico dominio, quindi…
    Piuttosto qualcuno bene informato mi può delucidare sulla strenua lotta, sicuramente condotta, del Presidente della Pontificia Accademia per la Vita in difesa di Vincent Lambert ucciso legalmente di fame e di sete?
    Oh sempre che invece non si tratti di Pontificia Accademia per la Vita ETERNA…

  • FRANZ II° ha detto:

    CREDO CHE SOLO STILUM CURIAE ABBIA LO STILE ESEMPLARE DIMOSTRATO CON QUESTA PRECISAZIONE . QUESTO STILE CONFORTA NOI LETTORI , SAPPIAMO CHE TOSATTI PRETENDE DI COMMENTARE SOLO FATTI VERI , E , SE SBAGLIA , CORREGGE E CHIEDE SCUSA. IN PRIMA PAGINA.

  • Adriana ha detto:

    Doveroso ,
    ma restano ” esistenti ” le dichiarazioni entusiastiche del Monsignore sull’amico Pannella ; la visione del suo splendido corpo nudo ,- ma adorno della sua preziosa calottina – , nell’affresco di Terni ( dove lui è già tra i salvati ) e tante encomiabili ” aperture ”
    agli ” aperti ” come supervisore spirituale della famiglia .

    • Alessandro ha detto:

      cara adriana, giusto in un dipinto può essere tra i salvati

    • Ilaria Amalia ha detto:

      Soprattutto restano vere e verificate le intercettazioni telefoniche che documentano contatti effettivamente avvenuti tra monsignor PAGLIA ed il corrotto magistrato PALAMARA (già presidente della ANM – Associazione Nazionale Magistrati di matrice PDdina), attualmente al centro dello scandalo del CSM…

  • FABRIZIO GRAS ha detto:

    Vi leggo con attenzione e piacere e se mi è permesso a volte con senso critico.
    Sarebbe opportuno riportare anche cosa dice il Pontefice argentino contro aborto ed eutanasia.
    Persino il Cardinale Bassetti, sempre misurato e indubbiamente posizionato nel filone progressista, sulle pagine di Avvenire odierno ha preso una posizione decisamente netta contro quest’ultima.
    E direi..anche Avvenire va letto attentamente su come si posiziona su questi temi e si veda che la posizione è chiara.

    Frasi come :
    L’aborto è un crimine dove si affitta un sicario per ammazzare un un’innocente mi sembrano eloquenti e lasciano poco spazio al dubbio.
    Quando Francesco parla di cultura dello scarto è inclusa implicitamente l’eutanasia.

    Amo il Papa sempre. In quanto Pietro sino a che la Chiesa sarà anche terrena.
    Non sempre – tendente al poco – sono concorde su pensiero e azione di Bergoglio.
    Però un conto è essere critici, un conto è essere sistematicamente ostili.
    È un Papa argentino. È un Papa gesuita. Con tutto ciò che ne consegue di pro e contro.
    Si può obbiettare che sia adatto al Soglio Pontificio, ma tanto è.
    È stato regolarmente eletto e c’è.
    Allora..con la Miriano dico :
    In cosa questo Pontefice mi aiuta ad avvicinarmi a Cristo al netto di ciò da cui discordo?
    Qualche cosa c’è….

    • Alessandro ha detto:

      caro fabrizio, io mi chiedo solo come mai in temi quali aborto, eutanasia, etc… bisogna sempre “inferire”, “dedurre” quello che bergolio & co. intendono, mentre sui migranti, sull’ambiente, etc… il significato è sempre chiarissimo

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      @ F Gras

      Bergoglio ha sdoganato l’adulterio con AL, dopo due fake-sinodi appositamente pilotati, ha voluto sdoganare l’omosessualità al sinodo dei giovani, ovviamente pilotato pure quello, e ora vuole sdoganare il neo-paganesimo del “buon selvaggio” ruossiano, gli spiriti della foresta e gli stregoni/sciamani col sinodo dell’Amazzonia… cosa vuoi, se ogni tanto ne dice una giusta, è per fare un po’ di cortina fumogena. Comunque, perbacco, massimo rispetto, se ti sta bene, tientelo pure ;-))))

      • carlone ha detto:

        Dice ? Se ama andare a zoccole si ricordi di confessarsi prima di comunicarsi, la.regoletta è rimasta.

    • Gian ha detto:

      Com’è umano lei…

      • Gian ha detto:

        La mia ironica espressione era per Fabrizio Gras, tanto per chiarire.

        • Nat ha detto:

          @Fabrizio
          È vero papa Francesco a volte è stato perfino duro su certi temi. Ma, come dice il buon Chesterton, la cosa più saggia è gridare quando la mannaia è ancora in alto.
          Farlo dopo, a babbo morto, ha un po’ il sapore di qualcosa di doveroso, formale (a pensare bene) o di altro (a pensare male).
          E non sono stati pochi in questi anni i casi di interventi del papa e di tante eminenze a tempo abbondantemente scaduto.

    • Eloisa ha detto:

      La Chiesa è terrena e celeste nello stesso tempo. Non ci sono differenze; il cielo incomincia qui sulla terra se noi vogliamo amare. La fine biologica è solo un passaggio che non interrompe la VITA creando una cesura netta fra l’al di qua e l’aldilà ( categorie create da noi umani di fronte al mistero della morte).
      Questo papa, argentino e gesuita, lo ha voluto lo Spirito Santo. Viene da una parte del mondo a noi finora pressoché sconosciuto, e ha fatto esperienza di tanti mali che alle nostre orecchie giungevano a mala pena. Dunque, parla e agisce nella pratica, non teoreticamente come altri papi, pur benemeriti, facevano.
      Questo deve essere chiaro, se si vuole comprendere questo Papa. Il popolo della Chiesa, che non vuole teorie ma pratica, in maggioranza lo ha capito da subito e lo ama per questo.

      • Alessandro ha detto:

        @eloisa:
        quando gli atei si mettono a difendere il papa, un cristiano vero non ha bisogno di altri segni

      • Anonimo ha detto:

        Questo lo dice lei. Non si è mai visto un papà così malvisto e sgradito, per usare un eufemismo. Inoltre, colgo l’occasione per dirle, caro amico, perché nulla mi toglie dalla testa che questo sia lo pseudonimo di un uomo, che i suoi pistolotti a senso unico pieni di saccenteria e tono di superiorità (?) allontanerebbero da Bergoglio anche chi lo amasse alla follia.

      • Gian Piero ha detto:

        E quali sarebbero queste azioni “pratiche” del Papa attuale che gli altri papi non facevano essendo solo, secondo Eloisa, dei teorici? ?
        La riforma della Curia? La riforma delle finanze vaticane, dello IOR ? Non mi risulta: gli uomini potenti di prima sono ancora tutti li’ al loro posto, compreso Bertone. Forse la lotta alla pedofilia? Non mi risulta: questo papa si e’ circondato da collaboratori non proprio “ limpidi” ma coinvolti in vari scandali, esRicca, Maradiaga,Zanchetta ecc.
        e allora cosa sarebbero queste azioni pratiche che secondo Eloisa a gente tanto apprezza questo papa?
        Forse la distruzione dei Francescani dell’ Immacolata, oquella dell’ Ordine di Marta? Forse la Comunione ai divorziati e la svolta ecologico-amazzonica? Forse i baci e abbracci coi musulmani ?
        Davvero crede Eloisa che i cattolici siano entusiasti di queste azioni pratiche? Forse i trecento lettori di Famiglia Cristiana…..

      • Gaetano2 ha detto:

        “…questo papa… Viene da una parte del mondo a noi finora pressoché sconosciuto”

        “parla e agisce nella pratica, non teoreticamente come altri papi…”

        Abelardo, scusi, capisco che allora l’America ancora era da scoprire, ma non ha pensato ad un corso di aggiornamento per la discepola?

        Per quanto riguarda la pratica, certamente di misericordia pratica ce n’è in abbondanza

      • Donna ha detto:

        Da una domanda fatta a Ratzinger sull’elezione papale che condivido pienamente, e la devastazione della chiesa attuale non fa che confermarlo. Lo Spirito Santo consiglia, guida, ma sempre nel rispetto della libertà dell’uomo che può anche compiere ahimè’ scelte sbagliate.

        È lo Spirito Santo il responsabile dell’elezione del Papa?

        Ratzinger: «Non direi così, nel senso che sia lo Spirito Santo a sceglierlo. Direi che lo Spirito Santo non prende esattamente il controllo della questione, ma piuttosto da quel buon educatore che è, ci lascia molto spazio, molta libertà, senza pienamente abbandonarci. Così che il ruolo dello Spirito dovrebbe essere inteso in un senso molto più elastico, non che egli detti il candidato per il quale uno debba votare. Probabilmente l’unica sicurezza che egli offre è che la cosa non possa essere totalmente rovinata. Ci sono troppi esempi di Papi che evidentemente lo Spirito Santo non avrebbe scelto»

        • Eloisa ha detto:

          Verissimo questo.
          Resta il fatto che quando Ratzinger si dimise perché non più in grado di governare una Chiesa meretrice, venne eletto papa, provvidenzialmente, un vescovo che aveva focalizzato, fra i mali peggiori dell’Istituzione, quello dell’autoreferenzialità.
          Aveva visto giusto.
          Ancora oggi molti cattolici, ecclesiastici e laici, la vogliono così.
          E non è una bella cosa, tutt’altro…

          • Sherden ha detto:

            Che genialata: l’autoreferenzialità fra i mali peggiori della Chiesa. Nientemeno.
            In compenso quella di questo pontificato sta sdoganando le peggiori porcherie contrarie alla dottrina cattolica di sempre (non faccio l’elenco ché sarebbe lunghetto). Infatti ora non si riferisce più alla sua origine divina ma ha come riferimento tutto il mainstream del politicamente corretto.

          • Donna ha detto:

            Forse non ha compreso ciò che intendevo, la scelta di Bergoglio, ricade sull’ultima parte della frase di Ratzinger :
            “Ci sono troppi esempi di Papi che evidentemente lo Spirito Santo non avrebbe scelto»
            infatti la scelta di Bergoglio, è stata pilotata come ebbe modo di dire il cardinale Daaneels, anche se non fa comodo ricordare, e ad ogni modo, a mio avviso, è una scelta devastante.
            E non è questione di autoreferenzialità, ma questioni più importanti che vanno a toccare le fondamenta della Chiesa stessa. Il Papa deve essere custode del depositum fidei non può mutarlo. Alcuni esempi.
            Se parliamo di peccato, il peccato per Cristo è sempre condannato mai giustificato (vedi errore in Amoris L. Cap 8), in quanto Cristo vuole che il peccatore di salvi ma dicendoli sempre “va e non peccare più”, e ciò per vera Misericordia Divina,non per la misericordina di Bergoglio che non contempla più di tanto (vedi vari interventi) il pentimento,la con-versione.
            Dio non perdona tutti a prescindere, la Misericordia non può essere divisa dalla Giustizia, altra qualità di Dio che si evita di ricordare in questo “papato” , perché altrimenti bisognerebbe parlare oltre che di Paradiso, anche di Purgatorio e Inferno con relative possibili condanne per l’eternità per chi non si pente almeno all’ultimo. I nuovissimi sono dogma.
            E sempre per quanto riguarda il peccato, vedere incensare personaggi come Bonino e altri, paladini di aborto e eutanasia, o sentire da vari prelati vescovi cardinali ecc, con grande colpevole silenzio di Bergoglio, appoggiare unioni gay e benedirle per non parlare di utero in affitto, ovviamente con tanti saluti a San. Paolo… e fino ad arrivare a dire che non vi sono principi non negoziabili.crea non poco disorientamento.
            Ma poiché,come un altro religioso illuminato ha detto, (anche qui nel silenzio bergogliano) al tempo di Gesù non c’era registratore, a questo punto tutto diviene relativo.
            E la lista è lunghissima, a partire dalle non risposte ai Dubia (cosa gravissima da parte di Bergoglio perché come Pietro ha il dovere di confernare i fratelli nella fede; non rispondendo o peggio lasciando rispondere altri per lu, ha creato ulteriore grave confusione e ambiguità fra i fedeli), fino ad arrivare a mettere in discussione quel “Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato”, per non turbare le altre religioni, ormai considerate sullo stesso piano.
            Mi creda di una Chiesa così , che vede perfino in Lutero un benefattore, e di un papa che non si inginocchia mai davanti al Santissimo ( essendo lui Pietro, davanti al Cristo vivente), lontano anni luce da un malfermo papa San Giovanni Paolo II, che tutti videro inginicchiarvisi sempre con sforzo indicibile, be’ faccio volentieri a meno.
            E se devo credere in una azione dello Spirito Santo, credo che le dimissioni, volontarie o involontarie che siano state, di Benedetto XVI, hanno aperto ai tempi contemplati nel terzo segreto di Fatima, cioè l’apostasia della chiesa.
            Oggi,quella che abbiamo davanti ai nostri occhi, e mi creda se lo dico con profonda convinzione, ma grande tristezza e non certo per spirito di disputa , non è la splendida chiesa innovativa che vede lei, ma quella “strana e stravagante” profetizzata dalla Emmerich.
            Il metro da cui prendere la misura è sempre stato Scrittura, Magistero e Tradizione, non solo una o l’altra , ma tutte insieme al fine di evitare manipolazioni, strumentalizzazioni e false interpretazioni; per una Chiesa, la cui missione principale è salvare Anime portandole a Cristo.

      • Boanerghes ha detto:

        Gentile Eloisa
        Come vanno le calzette?

  • Pier ha detto:

    Dunque le telefonate han raggiunto lo scopo!😉