BLASFEMIE PRIDE. PREGHIERE A VARESE E A TRIESTE, IL CONIGLIESCO MESSAGGIO DALLA DIOCESI DI GENOVA.

13 Giugno 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Stranamente ci sono alcuni cattolici a cui da’ fastidio vedere personaggi e simboli della loro fede derisi, usati in maniera irriverente o addirittura blasfema, strumentalizzati per scopi che sono totalmente contrari a quello che è stato il loro insegnamento. Questo è avvenuto, avviene con regolarità soprattutto in quelli che sono definiti “Gay Pride”: manifestazioni in cui si rivendica un presunto “orgoglio” per comportamenti che la Chiesa – e non solo la Chiesa – giudica anomali rispetto all’uso del proprio corpo dettato dalla natura. Se per la Chiesa la sodomia è un peccato di quelli che gridano al cospetto di Dio, e altre religioni hanno posizioni ancora più dure, la medicina dimostra che un uso prolungato di quel genere di comportamento ha conseguenze pesanti e pesantissime sulla salute di chi lo pratica, come bene insegna la professoressa Silvana De Mari.

Tutto questo fa sì che sempre più di frequente, da qualche anno a questa parte, nelle città in cui sfila un Gay Pride dei fedeli sentano l’esigenza di praticare preghiere o processioni di riparazione per l’offesa fatta a Dio, con l’esaltazione di un peccato, e per le offese contro le immagini e i simboli sacri.

Abbiamo visto che la processione di riparazione a Modena ha avuto un grande successo.

Da Varese possiamo pubblicare questo annuncio:

Varese

Santo Rosario in pubblica riparazione del “gay pride” di Varese.

Sabato 15 giugno 2019

I fedeli di Varese hanno deciso di esprimere pubblicamente la loro riprovazione per il diffondersi indiscriminato dell’uso abietto di andare orgogliosi [pride] del peccato contro natura, che grida vendetta al cospetto di Dio e che è un abominio ai Suoi occhi.

Invitiamo i lettori che potranno farlo ad essere presenti

e comunque ad unirsi all’iniziativa con la preghiera.

Il Comitato “Beato Miguel A. Pro”, costituitosi tra gli uomini e le donne di Varese al fine di organizzare la necessaria preghiera di riparazione all’oltraggioso corteo “Varese Pride” del prossimo 15 giugno, desidera rendere noto quanto segue.

La preghiera si terrà sabato 15 Giugno alle ore 14:30 alla Prima Cappella del Sacro Monte di Varese, con qualsiasi condizione meteorologica.

Quest’anno, al termine della consueta recita del S. Rosario e dell’Atto di Riparazione al Cuore Sacratissimo di Gesù, verrà celebrata anche una S. Messa di Riparazione nella vicina chiesa dell’Immacolata Concezione. Al termine, chi lo vorrà potrà proseguire liberamente lungo le altre cappelle e raggiungere il Santuario di S. Maria del Monte.

Il Comitato ha regolarmente comunicato alla Questura di competenza l’ iniziativa e ne garantirà quindi lo svolgimento in perfetta tranquillità.

Il Comitato invita tutti i presbiteri che ne abbiano la possibilità a presenziare, dando così al popolo cristiano ed al mondo una coraggiosa e doverosa testimonianza di fede.

Viva Cristo Re!

Comitato “Beato Miguel A. Pro”, sacerdote e martire

Θ

 

Non solo. Abbiamo visto questo annuncio da Trieste, che dopo le immagini che anche Stilum Curiae ha pubblicato relative al Gay Pride di Trieste ci sembra un’iniziativa più che adeguata.

A seguito di alcune espressioni pubbliche, offensive e discriminatorie della fede cristiana, avvenute purtroppo nell’ambito del Gay Pride tenutosi a Trieste alcuni giorni orsono, si celebrerà una preghiera di riparazione il 13 giugno, a partire dalle 20.30, presso il santuario diocesano di Monte Grisa“.

L’avviso è stato fatto dalla diocesi di Trieste. Certamente un conforto per i cattolici di Trieste, dove c’è un vescovo degno di questo nome, e della sua carica.

Θ

E invece è stato motivo di particolare sconforto leggere questo avviso del santorosarioperlitalia.net rosarioperlitalia:

“Siamo spiacenti di dover avvisare che la curia arcivescovile di Genova ha chiesto ai sacerdoti responsabili delle chiese sotto indicate di annullare i momenti di preghiera di riparazione pubblici già programmati. Invitiamo pertanto i fedeli interessati alla riparazione di pregare altrove, in comunione spirituale.

Per riparare le offese ai Santissimi Cuori di Gesù e Maria arrecate dal Liguria Pride 2019 in programma a Genova nel mese di giugno un gruppo di fedeli cattolici ha organizzato tre momenti di preghiera:

Giovedì 13, ore 18:45: Rosario nella chiesa di Santa Marta (da piazza Corvetto)

Venerdì 14, ore 17:00: Rosario e Adorazione nella chiesa di San Pio X (via San Pio X, 27)

Sabato 15, ore 10:00-11:00: Adorazione nell’abbazia di Santo Stefano (da Via XX Settembre), dopo la Messa delle 9:30”.

Da quello che abbiamo potuto sapere motivazioni ufficiali non ce ne sono state. È stato chiesto ai sacerdoti di soprassedere e loro, in spirito di obbedienza, hanno deciso di non farlo.

Quello che si pensa è che la notizia delle preghiere aveva creato un certo scalpore a Genova, in particolare su alcuni siti, e Bagnasco non voleva polemiche, e ha incaricato il vescovo ausiliare di passare il messaggio. Un messaggio sconfortante. Perché non si trattava neanche di una processione (giusta e legittima, peraltro), né d un momento in luogo pubblico e visibile. Erano preghiere all’interno delle chiese! Per cui momenti riservati solo a chi voleva parteciparvi, in un luogo sacro. Personalmente, trovo che il diktat obliquo del card. Bagnasco segni un momento desolante per quella che è stata una volta una grande Chiesa.

D’altronde questo comportamento conigliesco ben si inserisce nel contesto della Chiesa attuale, ampiamente emasculata. In cui persone come il card. Tobin, del giro di McCarrick, vengono nominate alla Congregazione per l’educazione cattolica, e in cui preti come l’attivista LGBT James Martin sj possono lodare, sponsorizzare e promuover eventi come i Pride omosessuali senza che nessuno gli dica nulla. Salvo qualche fortunata eccezione, sono rimasti giusto alcuni laici, a scandalizzarsi per certi temi e comportamenti. I Professionisti di Dio hanno cose più importanti di cui occuparsi. I migranti e le loro carriere.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

 

 

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

72 commenti

  • Nicola B. ha detto:

    SkyTg24 delle ore 13:00 .Tra i servizi e le notizie c’è quella della grave diffusione di numerosi casi di tifo a Los Angeles causa l’alto numero dei senzatetto. SKYTG24 se ne accorge SOLO ORA in quanto vi posto un articolo di Imola Oggi di marzo 2019 cioè di 3 mesi fa…..I compagni si accorgono SEMPRE in RITARDO dei danni che compiono. Questo è il frutto della politica di accoglienza selvaggia causata dal Compagno Presidente Barack Obama che ha legalizzato milioni di clandestini negli Stati Uniti. Arriveremo anche noi alla diffusione del tifo e di altro ancora se vinceranno le sinistre , i cattocomunisti , il Vaticano 2.0 ed i massoni di Bruxelles, dell’Onu ed i poteri che agiscono nell’ombra…

    https://www.imolaoggi.it/2019/03/14/malattie-medievali-stanno-infettando-i-senzatetto-della-california/

    • Nicola B. ha detto:

      Ho scritto che le malattie si stanno diffondendo a Los Angeles. Errore di sbaglio. Come detto nell’articolo, queste malattie si stanno diffondendo in tutta la California ed in tutti gli Stati Uniti. Vedrete che daranno la colpa a Trump, alla sua politica di espulsioni, ed al suo muro ( la cui costruzione cominciò sotto la Presidenza del DEMOCRATICO BILL CLINTON…) . Da noi quando si diffonderanno su larga scala, daranno la colpa a Salvini ed alla sua politica dei porti chiusi.

      • Nicola B. ha detto:

        https://it.m.wikipedia.org/wiki/Eric_Garcettihttps://it.m.wikipedia.org/wiki/Naumachia

        Naturalmente il Sindaco di Los Angeles è un democratico il quale tra l’altro ( ho cercato altre notizie in rete) supporta una potente organizzazione che si batte contro l’espulsione dei clandestini dagli Stati Uniti . Ed eccoli i risultati. Il loro stile di vita sarà anche il nostro ( per le tende per strada…..) come disse la Compagna Presidente Laura Boldrini. No, no, non bisogna temere gli arrivi in massa, sono una ricchezza……

    • Davide ha detto:

      Ma non era a causa del riscaldamento globale ?
      Almeno secondo gli (pseudo) giornalisti del ‘Corriere.
      🙂

  • EquesFidus ha detto:

    Fossi nei cattolici genovesi vi dico cosa farei: prenderei due assi, una da due ed una da un metro di lunghezza, e le inchioderei assieme a forma di croce. Poi, inizierei comunque una processione riparatoria, fregandomene delle disposizioni di mons. Bagnasco (colui, lo ricordo, che diede la Comunione sacrilega a Vladimiro Guadagno), anche solo fra laici, con la recita del Rosario ed il canto del “Salve Regina”, anche soltanto per un’ora. Volevano (per fare bella figura) che la Chiesa discente prendesse iniziative, anche senza la guida della Chiesa docente (ormai rarefatta)? E allora che subiscano il loro destino.

    • Lucia ha detto:

      Io molto piu semplicemente chiederei ai preti ” cattolici ” delle singole parrocchie di organizzare una processione per quartiere, sempre che non si sia gia in ritardo per richiedere le autorizzazioni alle autorita comunali .Ah naturalmente io non metterei piu piede in cattedrale , non darei piu un euro al vescovo , ma solo al parroco , se non lbgtq e immigrazionista ad un convento , monastero fidati anche al di fuori della Liguria .Ormai credo che lo abbiamo capito tutti , quando gli ecclesiastici fanno qualcosa che non condividiamo bisogna ….
      affamarli se non vogliamo fare la fine degli sfortunati fedeli di mons zanchetta, pineda – maradiaga, e piu vicini a noi dei francescani solo per fare degli esempi .Comunque solidarieta ai genovesi .Ciao

  • Giuliana Li Vigni ha detto:

    Non spetta a noi recitare
    S. Rosari di Riparazione. Ci ergono al ruolo di Giudice e non siamo noi a dover giudicare. Dobbiamo lottare alla luce del sole acche’ vengano rispettate le nostre tradizioni e con esse la Vera Fede ed i Veri Valori

    • Milli ha detto:

      Sig.ra Giuliana, non spetta a noi però agli occhi del Signore sarebbe gradito,per supplire a coloro che dovrebbeto farlo e non lo fanno; sarebbe un atto che porta salvezza al mondo intero, Pregare non è mai sbagliato.

  • Nicola B. ha detto:

    Ultimissime. Viene riportato da Vatican Insider il colloquio con alcuni Sacerdoti avuto dal Papa in Romania durante il suo ultimo viaggio. Riassumo alcune cose salienti. Riconosce che nella Chiesa ci sono tensioni interne ( eufemismo…..) . Poi riguardo chi fa osservazioni dice che se sono fatte in modo sereno si può rispondere tranquillamente e serenamente, se si tratta di polemiche ( ovvero osservazioni sgradite che non piacciono dico io ) non rispondere. Ed inoltre ritira fuori il brano di Vangelo in cui Gesù alle accuse NON RISPONDE. Ovvero nisba risposte a Viganò, ai Dubia ed alla Correctio Filialis…..Tanto per capirsi….Ma verrà, dico io, il giorno in cui tutti i nodi vengono al pettine. P.S. La mitezza con cui rispondere è, dico io , la stessa mitezza usata con i Francescani dell’Immacolata, con quelle suore francesi che pregano troppo , e con tutti gli Ordini Religiosi Tradizionalisti.

    https://www.lastampa.it/2019/06/13/vaticaninsider/il-papa-la-chiesa-ferita-da-tensioni-interne-serve-mitezza-fJmjnBmv1dJ1QHswziFXiL/amphtml/pagina.amp.html

    • Anima smarrita ha detto:

      Non trascurabile – del colloquio con i gesuiti incontrati in Romania e riportato da “La Civiltà Cattolica” – la parte riguardante la preferenza da accordare alla separazione dei coniugi nei casi di matrimoni “nulli”, «per il bene dei figli», come già si era espresso in una delle sue sortite ad inizio pontificato. E l’insistenza sul “processo breve” e sul mal funzionamento dei tribunali diocesani che non attuano le direttive da lui emanate in materia, come ha lamentato anche introducendo i lavori dell’Assemblea CEI del mese scorso.
      Per facilitare la lettura a chi ne fosse interessato, queste la domanda e la risposta estratte dal resoconto di padre Spadaro, (notare come si aggrappi a papa Benedetto, con la precauzione del «se ben ricordo»).
      Un gesuita ungherese, p. Mihály Orbán, chiede: «In questa regione noi abbiamo una parrocchia con tedeschi, ungheresi e romeni e greco-cattolici. Voglio parlarle di un problema che riguarda la famiglia: la nullità dei matrimoni. È difficile gestire i processi di nullità. Non si arriva mai alla fine. So che lei ha parlato ai vescovi italiani di questo, ma come fare? Mi sembra che molti vivano senza poter arrivare alla fine del processo. I tribunali diocesani non funzionano».

      Sì. Anche papa Benedetto ne aveva parlato. Tre volte, se ben ricordo. Ci sono matrimoni nulli per mancanza di fede. Poi magari il matrimonio non è nullo, ma non si sviluppa bene per l’immaturità psicologica. In alcuni casi il matrimonio è valido, ma a volte è meglio che i due si separino per il bene dei figli. Il pericolo in cui rischiamo sempre di cadere è la casistica. Quando è incominciato il Sinodo sulla famiglia, alcuni hanno detto: ecco, il Papa convoca un Sinodo per dare la comunione ai divorziati. E continuano ancora oggi! In realtà, il Sinodo ha fatto un cammino nella morale matrimoniale, passando dalla casistica della Scolastica decadente alla vera morale di san Tommaso. Quel punto in cui nell’Amoris laetitia si parla di integrazione dei divorziati, aprendo eventualmente alla possibilità dei sacramenti, è stato elaborato secondo la morale più classica di san Tommaso, quella più ortodossa, non secondo la casistica decadente del «si può o non si può». Ma noi sul problema matrimoniale dobbiamo uscire dalla casistica che ci inganna. Sarebbe più facile a volte dire «si può o non si può», o anche «va’ avanti, non c’è problema». No! Si devono accompagnare le coppie. Ci sono esperienze molto buone. Questo è molto importante. Ma servono i tribunali diocesani. E ho chiesto che si faccia il processo breve. So che in alcune realtà i tribunali diocesani non funzionano. E ce ne sono troppo pochi. Il Signore ci aiuti!
      Il colloquio riserva anche una “chicca”: l’approvazione a pieni voti della superstizione. Raccontando un aneddoto risalente al suo “apostolato” precedente (frequenti i suoi amarcord!), per spiegare – su richiesta – da dove attinga i motivi di “consolazione”, ha affermato: «Sì, qualche volta qualcuno può essere superstizioso. Ma quel che importa è che il popolo di Dio è concreto».

      • Diana ha detto:

        La mancanza di fede nei nubendi non è motivo di nullità. Esiste un codice di diritto canonico, esiste il concilio di Trento, se ne faccia una ragione invece di spacciare per dottrina della Chiesa le sue grossolane opinioni, oltetutto invocando volgarmente in suo sostegno, sapendo di mentire, chi ha sempre avuto ben altra autorevolezza.

  • Nicola B. ha detto:

    Oggi dunque il Santo Padre ha parlato dei blog nemici…..Quindi come hanno giustamente ipotizzato alcuni lettori di Stilum Curiae, c’è davvero qualcuno che fa la rassegna dei blog e poi va a riferire a chi di dovere……….E quindi come ha giustamente ipotizzato un altro lettore , poi qualche giorno dopo il Papa, in relazione alle critiche ed osservazioni nei blog , spara bordate a destra e a manca…….. Cara persona che va a riferire al Papa , ma non ti rendi conto che ormai esiste SOLO la Religione del Migrante ed è stata creata confusione dottrinale nei fedeli senza chiarire mai niente ? Che non si parla più di dannazione eterna, di peccati mortali, di confessione , di tentazioni ma che si dice SOLO che andremo TUTTI IN PARADISO anche quelli della Religione dell’omicida assassino e gli eretici ? Che si dice che mica bisogna fare lo sforzo della conversione , del dolore dei peccati , del manifestarli ad un Ministro di Dio e del cambiare vita secondo il Vangelo perché tanto c’è la MISERICORDIA ? Che non si condannano più i peccati mortali specie quelli contro il 6° Comandamento , e che anzi alcuni peccati contro il sesto Comandamento sono stati sdoganati ? Perché non vi preoccupate della dannazione eterna delle anime che questa confusione dottrinale sta creando ? Perché non vai a riferire tutto questo al Santo Padre ?

    • dino brighenti ha detto:

      Come si fa a chiamare santo padre bergoglio che è l’incarnazione di satana, come si fanno ad avere ancora dubbi. chi ha un po di fede lo ha capito da tempo. Il Signore ci aiuti con la Sua Mamma e lo Spirito Santo di Dio.

      • Nicola B. ha detto:

        Io dubbi che George Bergoglio stia recando danni gravissimi alla Chiesa Cattolica NON ne ho. Però nonostante tutto, il rispetto glielo devo in quanto Vicario di Cristo e Suo Ministro. Attuo cioè quello che Gesù ha chiesto di fare a Santa Caterina da Siena e che lei riporta nel Dialogo della Divina Provvidenza. Ovvero di rispettare tutti i Ministri di Dio anche se non degni per la Grazia di Cristo che ci danno attraverso i Sacramenti. Per quanto riguarda il GIUDIZIO, ovvero la CONDANNA ci pensa LUI. Ed è la stessa posizione assunta da Santa Caterina da Siena verso tutti i Ministri di Dio indegni della sua epoca : critiche, correzioni anche severe , ma con RISPETTO dovuto alla carica rivestita. Noi certamente possiamo e DOBBIAMO dire dove e quando sbagliano questi Ministri, ma niente insulti , in quanto siamo cristiani. Gli insulti lasciamo che li faccia il mondo, non adeguiamoci a lui nei comportamenti. P.S. questo discorso che Gesù fa a Caterina poi , credo che lei lo riporti anche in alcune lettere scritte a dei laici, ma di questo non sono sicuro al 100%. Consiglio di leggere il Dialogo della Divina Provvidenza che è un capolavoro assoluto della letteratura cristiana ed è stato approvato dalla Chiesa.

      • Rafael Brotero ha detto:

        Vero. Finche si dará del Santo Padre, del Vicario di Cristo, Sua Santita’ ecc. all’antipapa argentino non ci sara’ speranza per la Chiesa. Sono bestemmie gravi, ingiurie contro tutti i veri papi e soprattutto contro il papato come istituzione.
        Proprio per questo é importante la presenza di tutti a Camaion Veronese, al raduno in onore del vero Papa, Benedetto XVI, prigioniero come PioVII, con la differenza che al Bonaparte di oggi non le piace la luce del sole. Come a Dracula.

    • Il veritiero ha detto:

      Io lo so’ di chi è la colpa della crisi della chiesa. E tutta colpa del dott. Tosatti, è lui che corrompe i nunzi apostolici in giro per il mondo. In gran segreto è nata una nuovo temutissimo e potentissimo club di massoneria, il “club massonico stilum curiae” che ha come adepti i nunzi apostolici. È tutto colpa del dott. Tosatti se bergoglio poverino è sempre sotto attacco ingiustamente e senza motivo 😂😂😂

  • Nicola B. ha detto:

    Ci sono gay pride in Italia ed in tutte le città e paesi italiani ogni giorno se non addirittura due volte al giorno in due città diverse e per tutta l’estate. Tutto tace in merito in Vaticano. Nessuna offesa alla Santissima Trinità ed a Maria Santissima. In compenso però il Papa fa il suo DISCORSO QUOTIDIANO sui ” migranti ” (= clandestini) e sui porti chiusi. Oggi addirittura ha detto che i porti non saranno chiusi per sempre. Spera in una disfatta politica di qualcuno che non vuole ricevere ? Al Santo Padre ricordo che il Presidente americano Barack Obama( suo grande amicone) é stato uno dei Presidenti che ha espulso più clandestini, e le statistiche si fermano come conteggio al 2014. Mancano ancora i conteggi delle espulsioni fatte da Obama per gli anni 2015 e 2016 quindi…..E pubblicamente non è stato mai ripreso da Papa Francesco. Quindi si può ben dire che la legge non è uguale per tutti.

    http://www.rinocammilleri.com/2019/05/pride-2/

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/monito-bergoglio-muri-e-ingressi-sbarrati-non-sar-sempre-1710457.html

    https://www.truenumbers.it/immigrati-espulsi-da-obama/

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/trump-duro-i-clandestini-obama-ne-ha-espulsi-25-milioni-1331307.html

  • Anima smarrita ha detto:

    Una nota… un errore per una disattenzione… al Discorso ai Nunzi, esplicativa delle “Litanie dell’ umiltà”, ha creato un certo “sconcerto”, in quanto rimanda al prof. De Mattei… di qui la “Postilla” de “Il Sismografo” che spiega come si sarebbe potuto evitare lo spiacevole … incidente…
    https://ilsismografo.blogspot.com/2019/06/vaticano-la-postilla-della-giornata-una.html

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Mi chiedo se questo silenzio del Vaticano possa indurre molti a pensare che il gay peide non è blasfemo e a credere che la sodomia non è peccato. Io credo di sì.
    Per cui penso che il Baticano DI FATTO induce all’eresia.
    Se la cosa è voluta non lo so. Spero di no, ma ho molti dubbi

    • Lucis ha detto:

      Di più, induce a credere che esserne contrari è da ultratradizionalisti trogloditi, intolleranti e ignoranti. La chiesa ‘ufficiale’ alleata col mondo ci pugnala alle spalle’

  • Aurelio ha detto:

    È doloroso, ma ormai inevitabile riferirsi al clero che tradisce con la terminologia in voga all’interno delle curie stesse:
    sacerdote —-> operatore pastorale a tempo pieno
    vescovo —–> operatore pastorale “in chief” a tempo pieno

    Tutto ciò al fine di evitare terminologia scurrile.

  • Il veritiero ha detto:

    Perdonate l’intromissione con un commento fuori contesto, però quando trovo certe cose fra le notizie del giorno non posso fare a meno di condividerle con gli altri, poi qui sul blog del dott. Tosatti ci sono anche persone con una buona dose sarcasmo che si adatta perfettamente ai discorsi che bergoglio riesce a fare ogni giorno, ogni giorno riesce ad accusare gli altri di quello che in realtà è lui che il primo a fare. Questo articolo che ho incollato è il discorso che bergoglio ha fatto oggi ai nunzi apostolico, ha detto che non devono aggregarsi a blog ostili e a persone che attaccano il papa e bla bla bla bla, poi che un uomo di Dio non inganna e raggira gli altri ( soliti riferimenti e attacchi ben precisi a Viganò, ieri lo ha paragonato a Giuda, oggi invece ne ha dette di tutti i colori su Viganò, però sempre senza fare il suo nome esplicitamente ) da quando mons. Viganò ha rilasciato la sua intervista al W.P. bergoglio ha incominciato a dare i numeri, non passa un giorno dove non cerca di gettare secchiate di letame sulla situazione. Leggete voi stessi l’articolo e ditemi se non ho ragione. Grazie al cielo esistono blog come quello del dott. Tosatti, altrimenti tante cose nemmeno le capiremmo o le scopriremmo.
    https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2019-06/papa-francesco-nunzi-decalogo.html

    • Adriana ha detto:

      Hai proprio detto la verità , Veritiero ! Con sfrontatezza si è perfino appellato al nome di Padre Kolbe , pur di far capire – anche all’ultimo degli sprovveduti – che vero Nunzio è solo chi obbedisce a Lui . Stavolta sedicente Papa , non Vescovo di Roma .

    • deutero.amedeo ha detto:

      Il testo completo che è stato consegnato ai partecipanti all’incontro è leggibile (per chi ci riesce…. ) qui:
      http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2019/june/documents/papa-francesco_20190613_nunzi-apostolici.html
      Lettura assolutamente sconsigliata ai cardiopatici.

      • Adriana ha detto:

        A occhio pare un testo più lungo di tutti i Vangeli sinottici messi assieme ! E , sicuramente , sarà congegnato – opportune – per un’obbedienza cieca , pronta e assoluta .
        ” C’è qualcosa di nuovo , oggi , nell’aria , anzi d’antico…Nella Sala Clementina si annusa un olezzo di ” Pravda ” …

      • Il veritiero ha detto:

        Dopo l’intervista di Mons. Viganò al W.P. Si mormora siano state ordinate svariate casse di Malox per lo stomaco in vaticano 😂😂 sono 2 giorni consecutivi da quando è uscita l’intervista di Viganò che bergoglio sputa veleno a destra e a manca, ogni suo discorso è un concentrato puro di veleno e doppi sensi.

        • deutero.amedeo ha detto:

          A loro il malox, ma a noi il Carvasin sotto linguale sempre a portata di mano. 🙁
          Il capolavoro di oggi comunque sono le “litanie dell’umiltà (punto 10 del documento) !

      • Anima smarrita ha detto:

        Avendo consegnato il discorso scritto, per avere più libertà di parola – come sempre – chissà se avrà riletto almeno con la dovuta disposizione d’animo le “Litanie dell’umiltà”.

      • Milli ha detto:

        Io non l’ho trovato così terribile. In realtà bisognerebbe obbedire al Papa sempre. Penso che questo sia il tormento dei cattolici che vedono e si interrogano su quanto succede. Non dovrei comunque tacere e obbedire? Se io critico il papa faccio peccato? Ma se seguo un papa eretico non è peggio? E un papa eletto grazie alla mafia di San Gallo è un papa oppure no? Può
        il card. Danneels aver mentito a riguardo ed essersi falsamente autoaccusato? Qualcuno dovrebbe chiarire una volta per tutte.

        • Il veritiero ha detto:

          Le deve all’obbedienza dopo il concilio Vaticano II dicono, che l’obbedienza la si da’ a Dio, quindi sububisce alla chiesa di Dio in quanto appartiene a Dio, è di conseguenza si obbedisce ai superiori in quanto si “presume cerchino il volere di Dio con le loro disposizioni”. MA ATTENZIONE A QUESTO PUNTO, si può disobbedire ai superiori, anzi’ “abbiamo il dovere di disobbedire ai superiori” se quello che ci chiedono è palesemente contrario al volere di Dio e alle regole della chiesa, oppure se ci chiedono cose che non rientrano nelle loro competenze, il superiore è tenuto ad ascoltare le posizioni dei suoi subordinati, in quanto anche i subordinati anche se persone umili possono avere dei carismi ( quindi si puo’ e si deve disobbedire se quello che ci chiede il superiore è palesemente contrario al vangelo oppure nella sua richiesta non si cerca il volete di Dio)

  • Andrea ha detto:

    A me rimane solo il dubbio se abbia ragione don Minutella o i sedevacantisti… ho seguito tante catechesi, svariate conferenze, ma non so decidere ancora, mi sembra ci sia della verità da entrambe le parti. Non sono teologo ma anche questo cambia poco perchè ormai sembra che ognuno cerchi di tirare acqua al suo mulino. Di una sola persona mi fido ciecamente, dei tempi recenti: Padre Pio. E ho visto la foto di lui che bacia la mano di Lefebvre. Chissà come avrebbe agito il santo di Pietrelcina oggi… Ai suoi tempi l’attacco era privato, contro di lui. Ma oggi l’attacco è pubblico e contro la fede, contro tutti i veri cattolici. C’è anche don Nitoglia, non certo Bergogliano, che però giustifica l’una cum attuale. Comunque sia io francamente non durerò a lungo in unione con i massoni. Perchè di questo si tratta: oggi siamo una cum i massoni. E chi va con lo zoppo prima o poi impara a zoppicare. Uno può pensare di no, ed invece giorno dopo giorno a furia di assaggiare il veleno, ci si abitua a tutto. O quantomeno ci si arrende. Io non voglio arrendermi, ma per non arrendersi bisogna sfidarlo l’avversario non sostenerlo. Sempre P.Pio rivelò (a don Amorth credo) che Satana era entrato nella Chiesa ed in breve tempo sarebbe arrivato a governarla.

    • Giuseppe ha detto:

      Padre Pio, satana, Amorth…. L’armamentario del Novecento italiano retrogrado e credulone. Consiglio di (ri) leggere Luzzatto.

      • Andrea ha detto:

        Le avevo già scritto Giuseppe… le riscrivo per educazione. Lei è libero di non credere. Per il resto perde tempo con me perchè non do peso all’ego delle creature. Ritengo utile discutere di queste cose con persone che da principio cercano la volontà di Dio e non ostinatamente la propria. Conosco l’ateismo tanto quanto lei non conosce la fede. Poichè il primo viene dall’uomo e tutti lo possono possedere ma la seconda viene dalla grazia e solo a chi si mortifica e prega viene concessa. Ai superbi no. Il mio di consiglio è di provare ad iniziare a pregare, altro non posso fare, non ho nessun potere, la conversione la dona solo Dio. Saluti.

      • Milli ha detto:

        A lei consiglio di leggere :”L’Evangelo come mi è stato rivelato” di Maria Valtorta.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Se il Vaticano tace ci sarà un motivo.
    Forse Papa Francesco più che rivoluzionare la lobby gay l’ha consolidata.
    Forse i Vescovi che tacciono sono codardi e lecchini. O complici.
    Forse in Vaticano tacciono perché condividono o, almeno, molti condividono.
    Forse molti in Vaticano sono omosessuali impenitenti e convinti. Forse moralmente sostengono il gay pride. FORSE, non lo so.
    Ma tanto silenzio induce al sospetto, ma non un sospetto malizioso, ma un sospetto RAGIONEVOLE visto l’evidenza del silenzio. E induce alla denuncia: non perciò un chiacchiericcio alle spalle, visto che questo è un blog PUBBLICO

  • TITTOTAT ha detto:

    Sembra che lo Spirito parli attraverso gli stolti: voi che siete di Dio andate a pregare altrove, uscite da quella città, questa i suoi avvertmenti li ha già avuti, adesso chi ha saggezza agisca come Lot.

  • Esorcista ha detto:

    Bisogna pregare per l’antipapa Bergoglio e tutti coloro che, come la giustizia della mala obbedienza dei farisei non entreranno nel regno dei cieli . Certo sarebbe un miracolo inaudito , se lo spirito del mondo si lasciasse convertire nello Spirito di Cristo . Assistiamo alla reciproca sottomissione e consuequenziale dannazione dei servi del diavolo. Beati sono coloro che non si lasciano disperdere e sottomottere dalla testa del maligno, si salveranno .

  • Riccardo ha detto:

    Bagnasco temeva che qualcuno pregasse per lui? Pensava di unirsi alla sfilata? Il suo aspetto sembrerebbe non smentirlo. Forse mi sbaglio. Ma lui di più

  • alessandro mirabelli ha detto:

    La URL rosarioperl’italia non è esatta.
    La URL corretta è: santorosarioperlitalia.net

  • Fabio ha detto:

    Bagnasco avrà probabilmete ricevuto ordini da F…..co ma, tenuto conto che è lo stesso che diede l’Eucarestia a Vladimir Guadagno, in arte Luxuria, in occasione delle esequie di ‘don’ Gallo, è probabilmente lieto di obbedire.
    Ma chi siamo noi prr giudicare…… rigidi bigotti ipocriti farisei ecc ecc

  • Rafael Brotero ha detto:

    C’e’, si, una lieve differenza di sensibilita’ tra la Chiesa arcobaleno di Bergoglio/Soros e quella degli primi 2013 anni dC. Niente che una bella pizza non possa sanare. Quel presunto scisma reale denunciato da don Minutella é una invenzione diabolica. Lo scismatico é lui e ha meritato le 2 scomuniche (una in piu di Ario o di Lutero) da parte del Santo Padre. Deve mettersi in ginocchio davanti a Sua Santita’e chiedere misericordia, e poi ritirarsi in silenzio penitente in qualche monastero. E viva il cardinale Burke.

  • Gene ha detto:

    Caro Mazzarino, paragonare Bergoglio a Roncalli, Woityla, Ratzinger è un azzardo….non mischiamo le cose, i precedenti papi, pur nelle loro fragilità, hanno lasciato ricordi, azioni, messaggi di una caratura eccezionale. Bergoglio lascerà macerie dottrinali, teologiche…che difficilmente verranno rimosse. Il nostro attuale pontefice è un disco rotto…accoglienza, accoglienza di orde di musulmani che ci detestano in tutti i modi. Altro che allegare i 12 versetti del Corano ad Avvenire, è il tramonto della nostra religione, purtroppo…

    • Mazzarino ha detto:

      Non ho paragonato Bergoglio ai suoi predecessori. Ho detto che questi ne è il finale frutto venefico. E’ il risultato sia di gravi atti di omissione sia di gravi deviazioni dottrinali compiuti da veri papi.

      • Paolo Giuseppe ha detto:

        @ Mazzarino
        Infatti non hai paragonato Bergoglio ai suoi predecessori, hai ASSIMILATO Bergoglio ai suoi predecessori.

        • Anonimo ha detto:

          Predecessori pessimi. Non dimentichiamo chi per la prima volta osò baciare il corano. Basta con le illusioni. Dopo Pio XII, il male si è scatenato.

  • Elisa ha detto:

    Sabato ore 10 a Vicenza c’è la processione in riparazione del Gay Pride che si terrà nel pomeriggio. Io ho deciso, di riparare andando a pregare nella cappella dove c’è l’adorazione perpetua al Santissimo.

  • Mazzarino ha detto:

    Roncalli e Montini frutti di Siri, Bergoglio frutto di Wotyla e Ratzinger, Bassetti frutto di Bagnasco. Ma da quanto tempo ci stanno prendendo in giro? La sopportazione del Male non è una virtù. Ci sarà chiesto conto dell’obbedienza all’attuale gerarchia traditrice di Cristo.

    • Gian Piero ha detto:

      Se questo e’ un papa.
      Il problema e’ l’ anestesia collettiva dei fedeli cattolici e dei vescovi e cardinali ancora cattolici che ormai invece di ergersi come leoni protestano debolmente come gattini ( copyright Mundabor) .
      Bergoglio e’ quello che e’ , ma non potrebbe continuare ad essere quello che e’ se noi, il popolodi Dio, e i vescovi e. Cardinali non fossimo quello che siamo: noi facciamo le fusa, quando dovremmo ruggire. Noi mandiamo suppliche filiali quando dovremmo ad ogni uscita papale organizzarci per contestarlo apertamente.
      Noi ci lamentiamo, mugugniamo, ma nessun martire per ora di questa protesta contro Bergoglio. Nessuno tranne Don Minutella, scomunicato, Mons. Vigano’ costretto a vivere in incognito, e il compianto Card. Caffarra , mortodi crepacuore.

    • Un genovese qualunque ha detto:

      Bravo Mazzarino. . Le tue info coincidono con le mie.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    “D’altronde questo comportamento conigliesco ben si inserisce nel contesto della Chiesa attuale, ampiamente emasculata. In cui persone come il card. Tobin, del giro di McCarrick, vengono nominate alla Congregazione per l’educazione cattolica, e in cui preti come l’attivista LGBT James Martin sj possono lodare, sponsorizzare e promuover eventi come i Pride omosessuali senza che nessuno gli dica nulla. Salvo qualche fortunata eccezione, sono rimasti giusto alcuni laici, a scandalizzarsi per certi temi e comportamenti. I Professionisti di Dio hanno cose più importanti di cui occuparsi. I migranti e le loro carriere”.

    per ora queste persone sembrano onnipotenti, inscalfibili. Nessuno, salvo pochissimi, come Viganò, chiede loro conto delle loro azioni. Ma incombe, ineluttabile, il Giorno del Giudizio… e mo’… li vedo messi maluccio…

  • alessandro ha detto:

    Guardate, io da parte mia sono veramente orripilato in primis dalle ORRENDE BESTEMMIE di questa gente che ormai considero subumana. Tirare in ballo Gesù, la Santa Vergine e gli angeli (ricordiamoci il presepe con DUE GIUSEPPE a Natale) e strumentalizzare i bambini, sessualizzandoli vergognosamente. Tra l’altro, visto che sono tolleranti, se una voce di protesta si leva, DAGLI ALL’OMOFOBO! Dott. Tosatti, poiché talvolta ho l’ENORME DISPIACERE, causa familiari in casa, di sentire in sottofondo i latrati di quello sciacallo abominevole della d’urso, le riporto una perla immancabile: “Dove c’è amore c’è famiglia”. Ora, quello squallore fatto carne di femmina ha anche pontificato: “Il MIO GESU’ promuove l’amore, in tutte le sue forme”. Come se fosse cristiana! Il punto è che ora la normalità è quella: la stragrande maggioranza dei giovani d’oggi si dichiara “bisessuale”. Un ragazzino, avrà avuto 15-16 anni, ha domandato candidamente come si dovrebbe comportare dal momento che, pur avendo la fidanzatina, non se la sente di rinunciare alla avances di un amico. Ora, io ho fatto il liceo classico e mi è rimasto il viziaccio di credere nel principio omerico della “Kalokagatìa” (ciò che è virtuoso è anche bello). Mi corregga qualcuno se riesce a vederci bellezza in un amplesso omosessuale sopra un cèsso intasato, olezzante vomito e orina, di qualcuno di questi ritrovi giovanili. Questo, secondo i più, è l’amore di Cristo. Molto spesso ho protestato Vangelo alla mano, ma dappertutto mi hanno detto che sono un bigotto narcisista, un fondamentalista della fede. Che Cristo ha detto: “Ama il prossimo tuo come te stesso” (riferendosi evidentemente all’amore della carne). Che io ho optato per la castità non per seguire Cristo, bensì come reazione ai miei insuccessi amorosi. Mi rendo conto che la conversione NON E’ PIU’ POSSIBILE perché: A QUALE CRISTO SI POTREBBE CONVERTIRE UN’UMANITA’ SIMILE? A quello della d’urso? Oppure a quello di signori alla James Martin?

    • madmath ha detto:

      protestare per cosa? occorre avanzare argomentazioni razionali condivisibili anche dai non credenti. Il tempo in cui la chiesa poteva uccidere o imprigionare gli apostati e gli eretici è giustamente terminato. A causa dell’odio dei fondamentalisti religiosi e dell’incoerenza delle chiese cattoliche io sono divenuto molti anni fa apostata. Ho spezzato ogni legame. Se esistono questi pride dovete chiedervi il perché. Le persone scelgono semplicemente con chi fare sesso. E’ cristallino, evidente. La norma statistica è l’eterosessualità ma esiste pur sempre una minoranza diversa. Non si capisce il perché di tutti questi attacchi contro chi semplicemente vuole condividere sesso e vita con persone del suo stesso sesso. E chissà perché è sempre l’estrema destra a dettare i suoi fanatismi religiosi: sempre il solito credere obbedire combattere. Ma il vostro tempo è finito. Fatevene una ragione.

      • Corrado Bassanese ha detto:

        il Signore ci ha creati liberi, anche di peccare. Ma che i pastori della Chiesa ci rimproverino di “cercare” di NON peccare (perché solo i santi non peccano) è veramente sorprendente Lei comunque, se non crede al Vangelo, nessun argomento razionale la potrà convertire; e non è obbligato a partecipare a questo blog di “trogloditi” “reazionari”, ecc., a noi credo stia bene così.

      • Diana ha detto:

        Il tempo di ogni persona sulla terra finirà e chi muore in stato di peccato mortale va all’inferno. Ecco, gliel’ho spiegata in due righe tutta la cagnara che facciamo.

        • madmath ha detto:

          Quindi finirò all’inferno? Alla faccia del fondamentalismo religioso. Per fortuna il tempo in cui la chiesa mi avrebbe bruciato vivo per eresia è finito. Resta però da abbattere il capitalismo liberale…
          Solo non capisco quale odia vi spinga a dire certe cose contro chi non crede (e non è tenuto a farlo, fino a prova contraria).
          Se poi non esistono prove razionali..di cosa stiamo discutendo infine? Di parole scritte su un libro? (e che violenza, direi – nell’antico testamento..) di rigurgiti di fanatismo clerico fascista ?
          Dovreste semplicemente dare l’esempio – anche razionale – ed evitare l’odio e le prese di posizione dogmatiche. Forse così la chiesa ci guadagnarebbe.

          • Diana ha detto:

            Lei afferma di essere un apostata, la fede cattolica pertanto dovrebbe averla conosciuta e rifiutata e mi perdoni, ma dalle due parole che ha scritto si comprende che, al contrario, lei non la conosca affatto perché, lo scrivo senza intento polemico, il cristianesimo non è innanzi tutto una questione di libri, di filosofia, ma la testimonianza di un fatto, la Resurrezione di Cristo dai morti, al quale si può o meno prestare fede, prestando fede di conseguenza a tutta la Rivelazione, inclusa l’esistenza di un’eternità di beatitudine o di tormenti. Le consiglio di leggere Vittorio Messori, se davvero le interessa la questione della storicità e veridicità dei Vangeli. Al contrario, nemmeno il più evidente miracolo sotto ai suoi occhi la convincerebbe.

  • La Verità vi farà liberi ha detto:

    LE BEATITUDINI
    «Beati i poveri in soldi, perché per essi è la mia Revolución.
    Beati i migranti economici, perché saranno mantenuti.
    Beati i nostri fratelli Mussulmani, perché conquisteranno la Terra.
    Beati gli italiani che hanno fame e sete a causa del PD, perché saranno ignorati.
    Beati i misericordiosi, perché somiglieranno a me.
    Beati gli Adulteri, perché mangeranno Dio.
    Beati i non Battezzati, perché saranno chiamati figli di Dio.
    Beati i perseguitati a causa della loro Fede Cattolica, perché per essi è il mio disprezzo.
    Beati voi gay quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi “per causa mia” .
    Rallegratevi ed esultate, perché grande sarà la reazione dei Media Vaticani.» (Jorge Mario 5,3-12)

  • Nat ha detto:

    L’uso di simboli religiosi, anche se irriverente e blasfemo, nei vari pride è per una giusta causa (piena inclusione e accettazione nella Chiesa dei gay, che Dio stesso ha voluto così) e quindi nihil obstat ; invece l’uso degli stessi nei comizi di Salvini è per una causa sbagliata (costruzione di muri e non di ponti) e pertanto obstat eccome se obstat.

    • Elia ha detto:

      Questi abomini che si consumano con sempre maggiore frequenza (gay pride, pastori della Chiesa che vi partecipano e li benedicono, pastori e sacerdoti che rinnegano più o meno apertamente le verità di fede ecc…) dimostrano che lo spirito imperante nel mondo e, purtroppo, anche nella chiesa è incontestabilmente anticristico. Per capire quello che stiamo vivendo è necessario guardare gli accadimenti con gli occhi della profezia. La Vergine Maria, madre di Dio, più volte ci ha invitato a stringerci al suo Cuore Immacolato e a tenere forte tra le mani il Vangelo e il Santo Rosario. Gli uomini (maschio e femmina) di buona volontà oggi più che mai devono farsi strumento di Dio e senza paura urlare la Verità. Ogni battezzato deve fare la propria parte, senza aspettare l’invito dei pastori che in tanti casi, comportandosi come ciechi che guidano altri ciechi, invitano addirittura a tacere la Verità rendendosi complici del demonio.

  • Quis ut Deus ha detto:

    Oltre all’ inspiegabile e non motivato annullamento dei momenti di preghiera di cui sopra, l’Arcidiocesi di Genova nei giorni scorsi ha annunciato che per non meglio precisati motivi “contingenti” quest’anno la tradizionale e partecipatissima processione del Corpus Domini non si terrà e sarà sostituita da momenti di preghiera e adorazione in cattedrale e nelle singole parrocchie. A giugno a Genova avremo la sfilata del Pride e non la solenne processione con il Signore…Che tristezza! Si vuole per forza condannare il cattolicesimo alla marginalità ed all’ ininfluenza! Ma stia attenta questa gerarchia mercenaria:il Pastore vero tornerà presto a guidare il suo gregge e allora dovranno rendere conto delle loro stoltezze!!!

  • Anonima ha detto:

    E ancora ci vogliono far credere che il segreto di Fatima si inquadra nell’attentato a GPII ecc ecc. Il terzo segreto riguarda lo sfacelo attuale della chiesa e la desolazione che lo accompagna.
    Del “Noi distruggeremo Fatima” di Ravasi e “Non discuteremo Fatima” di Bergoglio durante la visita di Putin, ne vogliamo parlare?
    https://www.pensionatiitaliani.it/posta/noi-distruggeremo-fatima/

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Il papa felicemente regnante NON è Pio XII
    Il cardinale felicemente regnante di Genova NON è il card. Siri,
    I parroci felicemente obbedienti NON assomigliano nemmeno lontanamente al loro santo patrono.
    I parroci spesso sono “in spirito di obbedienza”, ma ci sarebbe da chiedersi : obbedienza a chi ? Pochi giorni fa leggevo un interessante articolo di una giornalista australiana, di cui ora mi sfugge il nome, che ad un certo punto accennava al suo disagio per essere, come molti altri cattolici temo, nella condizione di vivere il dilemma di obbedire ad un disobbediente… Paradosso dell’ essere cattolici o paradosso perché non si hanno più ben chiare le priorità ? Si serve Pietro o si serve Cristo ? In parole povere : si serve sempre e comunque il vicario o si serve il Titolare ? Mi pare che da qualche parte ci sia scritto che sbagliare a chi dare ubbidienza non sia scevro di conseguenze spiacevoli.

  • Lucis ha detto:

    Schifo su schifo. 😰😭😱😡
    Una chiesa così è sale insipido che verrà calpestato dagli uomini

  • Andrea ha detto:

    Ave Maria Marco, il sito
    rosarioperlitalia.org non esiste e https://rosarioperlitalia.it/ non riporta nulla.
    Potete verificare ed ev. rettificare?

  • Luisa ha detto:

    Non ci si poteva aspettare niente di meglio, considerato che il card. Bagnasco quando appare in pubblico tiene il crocifisso nascosto infilato nell’abito… E poi si scandalizzano se a mostrare il crocifisso e la corona del S. Rosario lo fanno i laici. Poveri uomini di Chiesa…