PEZZO GROSSO L’ARCIVESCOVO DI MILANO E L’ANPI. DATECI VESCOVI MENO PARTITICI E PARTIGIANI, PER FAVORE….

15 Aprile 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Pezzo Grosso è rimasto colpito da un articolo trovato su Il Giornale, che vi riportiamo qui sotto:

Ci sono prime volte di cui si farebbe volentieri a meno. E probabilmente quella dell’arcivescovo Mario Delpini a benedire le bandiere rosse dei partigiani dell’Anpi e dei comunisti della Cgil è una di quelle. Perché il monsignore andrà, primo con addosso i suoi sacri paramenti, alle celebrazioni della Liberazione organizzate al Campo della Gloria che nel Cimitero Maggiore accoglie partigiani, combattenti, ebrei deportati e sindacalisti uccisi. L’argomento, come ben si può capire, è parecchio delicato e va quindi trattato con assoluta cautela, ma altrettanta chiarezza. Perché massimi sono gli onori che vanno dedicati a chi agli ideali di libertà e democrazia donò la vita. Tanto che (e sarebbe bene ricordarlo più spesso) i padri costituenti misero nero su bianco l’oggi trascuratissimo art. 52, co. 1 per disporre che «La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino». E bene faceva il sindaco Gabriele Albertini a partecipare alla cerimonia nel giorno dei morti, spostandosi poi però a rendere omaggio anche al sangue dei vinti al Campo dell’Onore. Militi della Repubblica sociale italiana, ma anche semplici fascisti, donne e civili trucidati anche barbaramente nelle buie giornate che seguirono il 25 aprile. Non solo umana pietà, ma un gesto dal grande valore simbolico che ha sempre fatto sentire Albertini il sindaco di tutti i milanesi. E bene forse avrebbe fatto l’arcivescovo a ricordare vescovi e preti che benedivano fasci e gagliardetti o il cardinale Segretario di Stato Pietro Gasparri che per conto della Santa Sede con Benito Mussolini negoziò i Patti lateranensi. Magari preoccupandosi di riempire le chiese desolatamente vuote, anziché un evento la cui connotazione è sempre più politica, come dimostra il presidente dell’Anpi Roberto Cenati che parla di una celebrazione «fondamentale per tenere viva la memoria in un momento in cui in Europa e in Italia si vive una deriva razzista, xenofoba e fascista». Preludio alla manifestzione del 25 aprile in piazza Duomo che mai come quest’anno sarà la vetrina per la campagna elettorale di tanti politici di sinistra che col fazzoletto da partigiano al collo andranno a caccia di un seggio in Europa. Dimenticando che se i partigiani rossi (quelli che ammazzavano partigiani bianchi e preti) avessero portato il comunismo anche qui da noi, per la democrazia e per la chiesa non sarebbero state rose. Ma martìri.

♦ ♦ ♦

Ed ecco il commento di Pezzo Grosso, che troviamo molto condivisibile e ragionevole. E a cui vorremmo solo aggiungere: ma non è proprio più possibile trovare vescovi che sia sospettabili di avere in tasca la tessera di appartenenza al PD o a qualche altra formazione di sinistra più o meno estrema? E comunque forse la lettura di libri come “Il sangue dei vinti”, o della storia di Rolando Rivi, e di decine di altri sacerdoti uccisi in quegli anni dovrebbe consigliare prudenza a persone incaricate di essere Pastori.

“Caro Tosatti, un brevissimo cenno al previsto avvenimento qui sopra riportato. Si tratta, come i lettori di Stilum Curiae hanno visto, della prevista presenza dell’Arcivescovo di Milano Mario Delpini alla manifestazione del 25 aprile (data della Liberazione) dove è prevista anche la benedizione delle bandiere rosse dei partigiani e dei comunisti sindacalisti (sic).

Questo fatto ha destato sconcerto e preoccupazione “pre elettorale”.

Beh ! ma perché stupirsi, scusate? Mons. Delpini non farà altro che andare a benedire dei “morti”, degli “zombie”.

Ma esistono ancora partigiani dell’Anpi? Se sì, quanti anni hanno? Ma esistono ancora comunisti della CGIL? Se sì, sanno almeno che significa classe operaia? Ma andiamo! Ormai son tutti convertiti a difendere, gestire e far resistere la classe di immigrati clandestini e il giro di affari connesso!

A mons. Delpini si potrebbe invece spiegare che per un cattolico la vera festa della Liberazione è a Pasqua, ed è la liberazione dal Peccato.

Ma siamo in un pontificato dove nessuno pecca, se non quelli che non vogliono i clandestini, cosicché mons. Delpini si sente dalla parte giusta andando a benedire chi combatte l’unico peccato ufficialmente riconosciuto.

Però vorrei anche cogliere questa occasione per ricordare che l’abitudine di taluni alti prelati a far qualcosa di contraddittorio e sorprendente, con tanto di benedizione, non è nuova, Forse qualcuno ricorderà che il 20 settembre 2010, nell’anniversario (140anni) della breccia di Porta Pia, il card. Bertone, allora Segretario di Stato della Santa Sede, andò anch’egli a benedire la breccia e i martiri bersaglieri…

Ma non preoccupiamoci, credetemi, per costoro benedire vuol dire solo spruzzare un po’ d’acqua.

Inutili i commenti se fosse acqua benedetta davvero…”.

PG



Oggi è il 231° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

60 commenti

  • Mazzarino ha detto:

    Mie opinabilissime considerazioni personali: Tutti, fin dal primo istante dell’incendio, dicono che non vi sono elementi per indicare cause dolose, parimenti però, dopo due giorni, non vi sono elementi per escludere tali cause. Atteniamoci allora solo ai fatti che sono attestati dalle immagini: Il vero altare della cattedrale quello coram Deo è intatto. Il tavolo da cucina protestante, quello coram populo, puerile superfetazione post conciliare è distrutto e sepolto sotto le travi crollate. Viene a mente il fulmine sulla Cupola della Basilica di San Sietro addandonata dal Papa. E intanto in tutta Europa i simboli cristiani vengono distrutti. Chiese bruciate, immagini di Maria Santissima, croci e monumenti distrutti e imbrattati, tombe cristiane profanate e crosci distrutte. La Francia come sempre fa da apripista. E’ una nuona rivolusione francese? No è la fine delle istituzioni fasulle da essa imposte all’Europa intera. Il fradiciiume culturale attuale rende gli europei perfino incapaci di “distruggere”. Sono solo capaci di assistere impotenti alla distruzione eseguita da chi la rivoluzione francese (con i vari risorgimenti imposti da Inghiletrra e Francia) non l’ha vissuta e non sa neppure cosa sia.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Guglia e rosone, le cose più appariscenti, sono in rovina, ma i MURI DELLA CHIESA, dati per spacciati, sono ancora saldamente ancorati alle FONDAMENTA.
    Perfino VICTOR HUGO, inconsapevolmente, parlò delle PIETRE della Chiesa dedicata a NOSTRA SIGNORA, la tutta senta e Immacolata vergine Maria, come di pietre VIVE.
    Il Vangelo non parla di muri da abbattere, ma di muri che, nonostante la bufera, resistono piantati nella ROCCIA.
    E, all’interno dei muri, i CERI non sono sciolti. Sono vitali, come la preghiera.
    Quando il profeta Elia desiderava la morte perché pensava che tutti in Israele avessero perso la fede, Dio lo rinfrancò e gli disse che c’erano ancora 7000 che non erano disposti a piegare le ginocchia di fronte a Baal

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Pastori sessantottini vogliono radicalizzare lo scontro.
    Vogliono SEPARARE, altro che unire!
    Voglio costruire ponti coi laicisti e alzare muri nella Chiesa.
    Ma la questione tra tradizionalisti e progressisti non c’entra NIENTE. Almeno non per me.
    Qui è in gioco la fede.
    NOTRE DAME insegna: Guglia e rosone, le cose più appariscenti, sono in rovina, ma i MURI DELLA CHIESA, dati per spacciati, sono ancora saldamente ancorati alle FONDAMENTA.
    Perfino VICTOR HUGO, inconsapevolmente, parlò delle PIETRE della Chiesa dedicata a NOSTRA SIGNORA, la tutta senta e Immacolata vergine Maria, come di pietre VIVE.
    Il Vangelo non parla di muri da abbattere, ma di muri che, nonostante la bufera, resistono piantati nella ROCCIA.
    Quando il profeta Elia desiderava la morte perché pensava che tutti in Israele avessero perso la fede, Dio lo rinfrancò e gli disse che c’erano ancora 7000 che non erano disposti a piegare le ginocchia di fronte a Baal.
    La Chiesa non deve fare “partitica”, che divide, deve pensare alle anime: cioè dottrina, morale e cura pastorale.
    Si i Vescovi guadagnassero l’applauso del mondo e perdono le anime, a cominciare dalla loro, a che giova?

  • Nicola B. ha detto:

    Due magistrali articoli de La Nuova Bussola Quotidiana sul rogo di Notre Dame de Paris.

    Notre Dame brucia, e l’Europa scopre la bellezza del Medioevo – La Nuova Bussola Quotidiana
    http://www.lanuovabq.it/it/notre-dame-brucia-e-leuropa-scopre-la-bellezza-del-medioevo

    http://lanuovabq.it/it/pietre-morte-tornate-a-dio

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    L’Espresso auspica uno scontro politico ideologico.
    Non più corsa al centro ma, finalmente, sinistra contro destra.
    I sessantottini in sedia a dondolo scaldano i motori…
    “Rivoluzionari” col viagra.
    Io non so se il clima cambia per l’uomo o è solo grazie all’attività del Sole o altro, ma per farne terreno di scontro IDEOLOGICO occorre avere la testa quadrata.
    Per la sinistra tutto ha valore ideologico.
    Bene, allora la PEDOFILIA è di sinistra, perché la rivoluzione sessuale è stata predicata sempre e solo dalla sinistra.
    Di pedofili ce ne sono sempre stati, ma mai come dopo il sessantotto. E, soprattutto, la pedofilia è stata predicata solo e soltanto da esponenti di SINISTRA.
    Non mi meraviglia che chi copre i crimini dei comunisti stalinisti possa coprire anche i pedofili

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Il voler difendere a tutti i costi un Vescovo che, da ciò che hoi letto, a me sembra minimo minimo OMERTOSO, potrebbe evidenziare quel RELATIVISMO da cui mette in guardia Ratzinger nel suo dossier.
      Io ho sempre difeso la Chiesa, ma Papa Giovanni Paolo II mi ha insegnato che della VERITA’, qualunque sia, non si deve aver paura.
      E mi ha insegnato che ci sono azioni che sono sempre, e dico SEMPRE, un male.
      Perciò, anche in un caso diverso dalla pedofilia, se per difendere un Vescovo che, ad esempio, ha speso per sé i soldi delle offerte per i poveri, dovessi diffamare un criminale nemico giuirato della Chiesa, non lo farei.
      In tal caso, ma solo se nessuno ci rimette, potrei, al massimo, far finta di nulla. MAI però in caso di abusi sessuali, dove la denuncia, sia alla Chiesa, sia alla MAGISTRATURA, è un obbligo morale.
      Io credo che, purtroppo, molti nella Chiesa vivono in stato di peccato mortale perché non amano la verità e hanno fatto dei compromessi per nsconderla. Questa è la prima forma di CORRUZIONE.

  • Iginio ha detto:

    Lasciamo stare Porta Pia, evitiamo pliniate: in quell’anniversario si commemorarono i caduti di ambedue le parti, anzi non mancò chi strillò contro il fatto che si ricordavano i soldati papalini.
    All’epoca andava ancora di moda strillare “laicità laicità”. Adesso tutti amanti di papa Bergoglio.
    Invece, a proposito di Milano: ma non era la città dove si strillava perché il povero Schuster aveva benedetto i gagliardetti fascisti che dovevano andare alla guerra d’Etiopia? Qui invece la benedizione politica va bene? E poi: nessuno ha notato il ridicolo di una benedizione di cimeli (dato che ormai quelle bandiere non saranno più in servizio, diciamo così)?
    Urge saperne di più. Chissà che penserà da lassù il buon don Bicchierai.

  • Lucis ha detto:

    Il fuoco che brucia Notre Dame è più sacro di ciò che produce la Chiesa attuale. Il fuoco salverà i simboli sacri cristiani dalla dissacrazione in atto

  • Lucia ha detto:

    Notre Dame a Parigi BRUCIA .Spero che questo illumini il presidente macron e lo fermi dal devastare la Libia e …

    l ‘ Italia che vorrebbe travolgere con centinaia di migliaia di migranti .Spero che serva anche a ricordare al vaticano che non c ‘ e solo il clima e l’ immigrazione sulla terra , dovrebbe esserci anche la FEDE cristiana cio che la Cattedrale incarna .Sono ingenua? Temo di si .Buona serata .

    • Maria Cristina ha detto:

      La guglia e il tetto della chiesa di Notre Dame di Parigi sono sprofondati in preda alle fiamme. Distruzione di secoli di fede cattolica. Visione apocalittica.
      Forse ci ricostruiranno una moschea col suo minareto, tanto secondo il documento di Abu Dabi, crediamo in un “Dio unico “ e andra’ Bergoglio tutto ridente ad inaugurarla……

    • Adriana ha detto:

      Un segno…e grosso . Che Alois Irlmaier c’abbia azzeccato ? Dopo tante devastazioni nelle chiese francesi , anche questa….Vien da piangere !

      • Anima smarrita ha detto:

        Cara Adriana,
        anch’io vi ho letto subito un segnale e…fortissimo, ma temo che non sarà colto… La Chiesa ha iniziato da un po’ ad andare “in fumo”, eppure cincischiano scatenando contrapposizioni e ferite che sarà difficile ricomporre.

      • Diana ha detto:

        Che orrore! Ho il cuore colmo d’angoscia. Povera Francia, povera Europa!

      • Adriana ha detto:

        I frateeeli della religione di pace godono come ricci del disastro ! Evidente dai loro siti . Anche per loro il fuoco è purificatore…degli infedeli : lo scrivono .

  • Iginio ha detto:

    Segnalo un’amenità in diretta. A commentare l’incendio di Notre-Dame il Tg1 ha chiamato al telefono nientemeno che… Mons. Vincenzo Paglia! Ma chi glieli segnala i consulenti ai sinistrorsi della Rai?

  • Nicola B. ha detto:

    Ultimissima mia considerazione ( e poi non vi affliggo più….) e’ che emerge chiarissimamente dall’ intervista piu’ volte a suor Bonetti, è che QUESTE DONNE AFRICANE NON FUGGONO DA GUERRE ( COME SPACCIATO TANTE VOLTE DAI MEDIA ,DAI KOMPAGNI E DALLA CHIESA ) MA VENGONO SOLO PER TROVARE UN LAVORO ED UNA VITA MIGLIORE ED AIUTARE LE LORO FAMIGLIE IN AFRICA. ALTRO CHE GUERRE…..

  • Gene ha detto:

    Ma perché meravigliarsi……questi sono i risultati del pontificato dell’iroso e vendicativo pampero. Ripeto ancora una volta…ma pensano questi vescovi e questi cardinali di convertire queste persone. Atei, marxisti ed altro…..
    Ma non ci dobbiamo preoccupare di Tornielli, che quando scriveva su il Giornale, non dimostrava di essere così irriconoscibile, a me non piacevano i suoi articoli, erano vuoti…ma di ciò che fa il …..di Roma…..e del suo codazzo.Gli Ebrei non hanno modificato il loro modo di interpretare la loro religione…per compiacere il mondo!!!!!!

  • Nicola B. ha detto:

    E per finire caro Deutero Amedeo ed il Veritiero, cari lettori e lettrici, posto questo link con una intervista a Suor Bonetti che ha fatto le meditazioni per la Via Crucis del Venerdì Santo. Nell’ intervista si esaltano i migranti e si bastonano l’italia e gli italiani…Leggete, leggete….Questa tecnica mi risulta che la attua qualcuno molto in Alto…..evidentemente ha fatto scuola…..

    https://www.vaticannews.va/it/chiesa/news/2019-04/suor-eugenia-bonetti-meditazioni-via-crucis-tratta-calvario.html

  • Nicola B. ha detto:

    Per Deutero Amedeo @ ed Il Veritiero @. A proposito della Associazione Slaves no more e del suo Presidente cioè Suor Bonetti, posto il sito della Associazione ed il profilo della stessa Presidente tratto dal sito della Associazione stessa. Mi sembra un po’ come l’UNHCR di boldriniana memoria. Semplicemente agghiacciante. Tanto per dirne una , vista l’intelligenza dei sinistri. Udite udite. Se andrete a cercare anche voi nel sito, scoprite che le suffragette di questa Associazione, hanno scoperto con anni ed anni di ritardo….che in Italia c’è una grave crisi economica….e quindi hanno constatato che è impossibile inserire molte donne africane in percorsi di integrazione e di lavoro perché non c’è ne’ di lavoro… ( nota mia personale: ma va là, ma cosa mi dice, ma va la..chi lo,avrebbe mai detto…) Per cui hanno dovuto inventarsi un PROGETTO PER FARE RITORNARE LE DONNE AFRICANE IN AFRICA NELLO SPECIFICO IN NIGERIA… ( nel frattempo Pantalone ha dovuto pagare per l’accoglienza di queste donne….) . Poi tra le altre chicche si legge in una nota che per ottenere la cittadinanza italiana, C’È ANCORA LO JUS SANGUINIS ma non lo JUS SOLIS ( ve piacerebbe vero …..?) Ecco a chi hanno affidato le meditazioni per la Via Crucis del Venerdì Santo…..

    https://www.slavesnomore.it/

    https://www.slavesnomore.it/pagina.php?id=3&lang=it

  • deutero.amedeo ha detto:

    Per la settimana santa, cari amici di SC, vi propongo una lettura di altissima spiritualità. Vi sembrerà di sognare !
    http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2019/april/documents/papa-francesco_20190415_lega-dilettanti.html

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Consiglio massicce dosi di Plasil, buon antiemetico.

      G.Vigni

      • DAVIDE ha detto:

        @DETERO AMEDEO:
        Su dai, non prendetela in questo modo… in fondo (pagina) un vago riferimento al Vangelo si trova.
        sic !!!

      • deutero.amedeo ha detto:

        Lo spirito di squadra è la vera speranza dell’umanità.
        Contribuirà alla rivoluzione culturale che auspichiamo, e che cercate di realizzare quando promuovete la sostenibilità ambientale, o quando incoraggiate la realizzazione di campi senza barriere, sforzandovi di superare tutti i muri che ingiustamente dividono le persone e promuovendo il coinvolgimento e la valorizzazione di tutti, secondo uno spirito di squadra che è la vera speranza dell’umanità.
        Adesso hai capito perché Messi è dio ?

  • Giuseppe ha detto:

    Si avvicina il 25 aprile e le anime nere tirano fuori la testa.

  • robroy ha detto:

    ai , condivido il pensiero di PezzoGrosso che la benedizione che fece Bertone ,commemorando i 140 anni di Porta Pia, è molto più imortante e significativa .Eppure era Papa Benedetto xvi. La benedizione dell’arcivescovo di Milano sarà data a partigiani e comunisti , e magari farà loro anche bene . Ma la benedizione di Bertone alla maggior vittoria massonica negli ultimi due secoli , mi pare un pò diversa . Allora fu considerata la nuova breccia massonica presso la Santa Sede. Ma Bertone non ha bisogno di esser commentato , solo ci domandiamo come possa essere ancora onorato e servito in questo pontificato.

  • Elisa ha detto:

    Il 25 Aprile, tempo permettendo, farò un saluto al ghetto ebraico, poi messa con il patriarca di Venezia, e poi al mare. Ho fatto così anche l’anno scorso ed è stata una gran bella giornata. 🤗

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Cara Elisa, spero che il 25 aprile tu festeggi la LIBERTA’ e non la pedofilia, “valore” comunista dei sessantottini, “eredi” dei comunisti stalinisti degli anni ’40 e ’50.
      Dallo stalinismo alla pedofilia, a livello morale il passo è breve.
      Stessa matrice.

  • A volte tornano ha detto:

    “Le cene pre-conclave di Bergoglio con Tornielli & Co.
    di kattolika
    Dal libro di O’Connell sul “team Bergoglio” al pre conclave emerge che nei giorni convulsi che portarono all’elezione di Francesco un ruolo lo avrebbe avuto anche un laico che oggi riveste una posizione di estrema importanza in Vaticano: Andrea Tornielli, oggi responsabile della Direzione Editoriale del Dicastero per la Comunicazione, incontrò due volte durante i […]

    Leggi il resto dell’articolo”

    DATECI ANCHE VESCOVI E CARDINALI TRASPARENTI e PONTEFICI Donati dallo Spirito Santo, non dalla mafia di san gallo…..sui giornalisti alla tornielli piegakukkjai meglio stendere un velo pietoso, anzi, PIETOSISSIMO.

    • Il veritiero ha detto:

      La cosa più schifosa e irritante è che ormai hanno ammesso tutti quanti che l’elezione di bergoglio e frutto di una votazione dubbia, in quanto sono state fatte 5 votazioni in 1 giorno. Il diritto canonico dice chiaramente che si possono fare al massimo 4 votazioni in 1 giorno, oltretutto il diritto canonico dice chiaramente che non solo la procedura deve essere eseguita alla lettera altrimenti l’elezionenon è valida, ma dice anche che oltre alla correttezza non deve essere “nemmeno 1 dubbio sulla correttezza della procedura” in quanto SE ESISTE ANCHE SOLO 1 DUBBIO DISCUTIBILE E OPINABILE” L’elezione è nulla in quanto un papato non può avere queste ombre e dubbi alle sue spalle. E dell’elezione di bergoglio il dubbio non c’è? E allora perché fanno tutti finta che è un elezione valida?
      È come se andiamo a votare il sindaco della nostra città la domenica, ma il sindaco vince con i voti presi di lunedi che le votazioni erano ormai chiuse, è tutti quanti fanno finta di niente.

    • Il veritiero ha detto:

      Chissà se questo ” errore di procedura” non sia stato ispirato dallo spirito Santo proprio per invalidare l’elezione, proprio per metterci alla prova, o proprio per fare in modo di portare a compimento ciò che è scritto nella sacre scritture.
      Che sarebbe arrivato un impostore falso profeta.
      Io dico che quell’errore di procedura e quel dubbio che hanno invalidato il conclave sono stati ispirati dallo spirito Santo per compiere la parola di Dio scritta sulla bibbia riguardo l’impostore falso profeta.
      Altro che ispirazione dello spirito dell’elezione di bergoglio! È proprio il contrario

      • Adriana ha detto:

        Più procede lo spettacolo della neochiesa più sono costretta a ritener corretta la traduzione di Ceronetti .
        Non :” Lo Spirito soffia dove vuole ” , ma ” dove può ” . E , tra i miasmi del Conclave non poteva …

      • carlone ha detto:

        porti pazienza ma ho paura che non vada bene neanche così.
        Se non ricordo male Bergoglio viene eletto alla 6° , una era stata fatta la sera prima e le altre 5 il giorno dopo.
        Ma la 4°à venne annullata per la presenza di una scheda in piu, quindi se ne fece subito un altra che sarebbe la sesta in totale la quinta della giornata ma essendo stata annullata la precedente era in effetti la quarta.

        • Il veritiero ha detto:

          È proprio quello l’errore, per regole non doveva essere “annullata” e considerata come se non ci fosse stato quello scrutinio, ma da regola doveva essere solamente “invalidato in quanto viziato” ed è proprio questo il problema di base ( è stato creato il DUBBIO che il diritto canonico non ammette ) arrivati a quel punto dovevano aspettare la notte e votare il giorno dopo e avrebbero messo a tacere tutti i dubbi. Il diritto canonico dice che se esiste anche solo 1 dubbio sulla regolarità della procedura l’elezione non è valida e l’eletto non può e non deve accampare diritti sul quell’elezione. Il problema è il dubbio che hanno creato. E la cosa imbarazzante è che a oggi colui che deve spiegare cosa è successo esattamente ( il camerlengo credo ) deve spiegare perché ha preso la decisione di annullare invece di invalidare ancora dopo 7 anni non da’ notizie in merito.

          • carlone ha detto:

            68. Dopo che tutti i Cardinali elettori avranno deposto la loro scheda nell’urna, il primo Scrutatore l’agita più volte per mescolare le schede e, subito dopo, l’ultimo Scrutatore procede al conteggio di esse, prendendole in maniera visibile una ad una dall’urna e riponendole in un altro recipiente vuoto, già preparato a tale scopo. Se il numero delle schede non corrisponde al numero degli elettori, bisogna bruciarle tutte e procedere subito ad una seconda votazione; se invece corrisponde al numero degli elettori, segue lo spoglio così come appresso.

          • Il veritiero ha detto:

            No, quando 2 schede sono riconducibili a 1 sola persona si deve usare l’articolo N°69 del diritto canonico e non il 68 (Cosa che è accaduta in quanto un cardinale ha messo 2 foglietti riconducono a lui, uno con il nome e uno vuoto che era rimasto attaccato) in piu l’articolo n°73 dice che in nessun caso si possono fare piu di 4 votazioni in 1 giorno, è in più in realtà il primo giorno di votazioni non si poteva nemmeno votare per regole, non potevano aprire il conclave perche per regole dovevano aspettare in quando 2 cardinali erano mancanti e hanno avvisato che non avrebbero preso parte, e allora gli altri hanno anticipato il conclave, è questo non si puo assolutamente fare, dovevano aspettare Comunque i tempi stabiliti dal diritto canonico. E in più l’articolo 67 o 63 dice che se esiste anche un solo vizio o errore nella procedura l’elezione è da considerarsi non valide, e l’eletto non ha alcun diritto di reclamare o rivendicare su tale elezione falsata.
            Stanno eleggendo il pontefice, non stanno facendo la conta per chi deve andare a fare il portiere a calcetto.

  • deutero.amedeo - News ha detto:

    Avviso ai giornalisti, 15.04.2019

    [B0317]

    Si informano i giornalisti accreditati che mercoledì 17 aprile 2019, alle ore 12.30, presso la Sala Stampa della Santa Sede, in Via della Conciliazione 54, si terrà un “Meeting point” con Suor Eugenia Bonetti, missionaria della Consolata e presidente dell’Associazione “Slaves no more”, alla quale Papa Francesco ha affidato quest’anno la preparazione dei testi per la Via Crucis del Venerdì Santo al Colosseo.

    http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2019/04/15/0317/00630.html

    Venerdì, sulla Passione di Cristo –attualizzata– dalla suora missionaria ne sentiremo delle belle.

    –Beato l’uomo che spera nel Signore
    e non si metta dalla parte dei superbi,
    né si volge a chi segue la menzogna .–

    (Sal 40(39), 3)

    • Il veritiero ha detto:

      Hanno già dato un anticipazione sulle prime 3 stazioni.
      Stazione 1 : Bergoglio cristo è condannato ingiustamente dal Sinedrio e dai farisei- meditazione: salmo di davide. Un branco di cani mi assedia insieme a vigano’ 😁
      Stazione 2 : Bergoglio cristo si carica della croce per salvare i migranti ( con i soldi degli italiani) – meditazione : discorso della montagna. se ti rubano la tunica tu dagli anche il mantello (oppure fai il gay ma con il sedere degli altri e non il tuo)
      Stazione 3 : Bergoglio cristo cade per la prima volta sulle scarpe dei leader del sud sudan – meditazione : dall’ultima cena. Tu ora non capisci quello che io faccio pietro, è nemmeno noi lo capiamo, ha voluto nominare suoi discepoli i leader del sud sudan?

      E meno male che la via crucis non l’ha fatta preparare a Cantalamessa, altrimenti chissà che meditazioni uscivano fuori, da uno che è detto pubblicamente che Bergoglio è GESÙ.

      Comunque nota finale, per partecipare a una vera VIA CRUCIS, fatta come ce l’ha detta di FARE nostro Signore GESÙ Cristo bisogna uscire dall’Italia.
      Gesù ha dettato il modo di fare la via crucis al santo dell’ordine dei Scolopi.
      1 e inflazione stazione 2 lettura della parola di Dio 3 meditazione 4 un padre nostro a ogni stazione.e preghiera spontanea.
      Ormai il padre nostro non lo dicono più, solo se vai in qualche santuario Mariano la fanno correttamente perché lo fanno in stile rosario, 1 padre nostro 10 ave Maria 1 gloria.
      Gli altri non seguono la dettatura che ha dato GESÙ quando ci ha Donato la via crucis.
      È come se io al rosario invece di dire 10 ave Maria dico una preghiera che non centra niente presa a caso da un salmo, non è più un rosario.
      Ma loro sono tutto DOTTORI DELLA CHIESA, loro possono correggere anche GESÙ.

  • Mary ha detto:

    C’è stata si copertura da parte di Delpini, ora sei tu che copri maldestramente il tuo vescovo:
    https://retelabuso.org/2018/05/16/rozzano-il-prete-accusato-di-abusi-su-un-minore-spostato-in-oratorio-dai-vescovi-siamo-stati-imprudenti/

  • Nicola B. ha detto:

    Sono fuori tema ma posto qualcosa che vale la pena di leggere assolutamente. A proposito di Greta. Leggetevi L’articolo di Maurizio Blondet che vi posto con le inchieste che riporta e scoprirete come , quanto paventato da lettori e lettrici di Stilum Curiae, riguardo alla bambola Greta manipolata dai poteri forti, sia vero, sia riguardo alla povera ragazza, sia riguardo chi c’è dietro di Lei. Poveretta lei e poveretti noi.

    FACCIAMO UN ESPERIMENTO CON GRETA. – Blondet & Friends
    https://www.maurizioblondet.it/facciamo-un-esperimento-con-greta/

  • Mazzarino ha detto:

    Via la Croce di Cristo. Avanti la Falce e il Martello. Una chiesa di morti che benedice le bandiere di morti, una chiesa di comunisti che benedice partiti comunisti, una chiesa di stipendiati che benedice materialismo e socialismo, una chiesa di un “papa” che si compiace di vedere Cristo spogliato della Croce ed attaccato ad una falce e martello. Ma è ancora una chiesa? Di certo non è Santa Romana Chiesa. Vuoi vedere Bergoglio in ossequio a Marx l’ha trasformata davvero nell’Oppio dei Popoli? Avanti popolo delle bandiere rosse. La chiesa degli attuali vescovi, tutti neocomunisti non è quella delle centinaia di sacerdoti che hanno subito il martirio dalle bande partigiane in Emilia Romagna ed in particolare nel triangolo della morte. Del resto non può essere quella di Rolando Rivi, orribilmente seviziato e trucidato perchè amava il sacerdozio rappresentato dalla sua talare. Di questo possiamo essere certi.

  • Il veritiero ha detto:

    Boh, io non so’ più che pensare, nella chiesa cattolica ormai dove ti giri il più pulito ha la rogna. Ti demoralizzato queste cose, ti spengono il fuoco dell’amore per la chiesa.
    Io comprendo e capisco perfettamente tutti i ragazzi e adulti che si sono allontanati dalla chiesa o che sono diventati atei o che addirittura sono diventati satanisti o protestanti o buddisti o mussulmani dopo aver vissuto il nauseante schifo di questa gente che è nella chiesa cattolica .
    Ci vuole molto fegato per continuare a rimanere dentro questa chiesa che ormai fa’ di tutto per allontanare i veri figli di Dio.
    Speriamo che il Signore ci doni il coraggio e la perseveranza per resistere fino alla fine di questa “Guerra Religiosa”.

  • Nicola B. ha detto:

    Una fotografia della vita quotidiana di Papa Benedetto XVI a pochi giorni dal suo 92°esimo compleanno.

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/libri-passeggiate-e-cappelli-ecco-nuova-vita-ratzinger-1679484.html

  • Claudius ha detto:

    Bergoglio i vescovi e cardinali li vuole tutti cosi’: manipolabili e ricattabili. Hanno tutti qualche scheletro nell’armadio. Se sono persone oneste e perbene, lui non li vuole perché non essendo ricattabili, sa di non poterli manipolare a suo piacimento. E cosi’, sta riempiendo la Chiesa di delinquenti. Ma presto dovra’ rispondere di tutto questo. Poverino, crede di essere tanto furbo…

  • Nicola B. ha detto:

    P.S. dimenticavo….ultimo ma non ultimo peccato mortale da randellare oggidì è il votare sovranista e populista.

  • Nicola B. ha detto:

    ” un pontificato sotto il quale nessuno pecca se non chi rifiuta i CLANDESTINI….” Eh no caro Pezzo Grosso, ha dimenticato altri peccati gravissimi che vengono randellati sotto questo pontificato….Ne cito alcuni: a) non fare la raccolta differenziata ed inquinare b) essere rigidi , pretendere di possedere la Vera Religione e quindi non dialogare ma annunciare il Vangelo c) pretendere la Santa Messa Vetus Ordo c)continuare a dichiarare che L’Inferno è pieno spaventando così tante anime belle d) continuare ed ostinarsi a dire che i peccati contro il 6° Comandamento sono peccati mortali ….

  • Vincenzo Calabrese ha detto:

    Cosa aspettarsi da un arcivescovo che ormai da mesi è famoso per avere difeso (spostandolo semplicemente di sede di qualche chilometro e poi pagando pure centinaia di migliaia di euro per la difesa processuale e per i danni) un giovane sacerdote pedofilo, le cui azioni peccaminose hanno portato un povero ragazzino che frequentava la parrocchia a cercare più volte il suicidio?…
    Un arcivescovo che – con tale recente precedente – era pure stato messo in rilievo nella gestione del recentissimo sinodo sulla pedofilia…
    Un arcivescovo di Milano, ovvero un altissimo esponente della curia cattolica, quindi anche un possibile prossimo ‘papabile’…
    Questa è l’evidenza di come tanti vescovi vivano fuori dalla realtà e dal tempo… A Milano per sentire parlare di Vangelo bisogna aspettare che un politico come Salvini ne mostri uno… Certi vescovi non si sono accorti che già da decenni i SINISTRORSI si sono resi conto di tanta barbarie che è stata alla base delle vendette dell’aprile 1945 e di come molti (soprattutto con l’esperienza degli ultimi anni…) abbiano capito che tanti combattenti della RSI hanno loro stessi lottato per la libertà nazionale, in un momento storico in cui il proprio Paese era semplicemente invaso dagli eserciti di tutto il mondo (basta vedere la composizione delle armate alleate, nonché la strana presenza di tanti commissari russi tra le fila dei partigiani…). Personalmente posso dire che più la Chiesa milanese e i vescovi italiani in genere si avvicinano ai politici di sinistra, e più mi rendo conto che il loro tradimento di Cristo è ogni giorno sempre più evidente: basta accorgersi del loro totale asservimento verso i poteri mondialisti che dominano il mondo e l’Europa oggi… Molto simili e vicinissimi a quelli che in realtà scatenarono proprio la Seconda Guerra Mondiale, favorendo prima certe dittature per poi permettere ancora una volta (come nel 1914-1918) che i popoli europei si dissanguassero, per poi sperare nel mito dell’ARRIVO DEGLI AMERICANI…

  • Davide ha detto:

    Questo commento unicamente per segnalare un refuso:
    Il nome del Sac. Rivi è stato erroneamente trascritto in Rolanda e non Rolando.
    Questo unicamente per il doveroso omaggio alla Sua memoria di martire

  • Fabio ha detto:

    La scomunica comminata da PIO XII ai comunisti ed a quelli che cooperavano , non è stata mai tolta. In più adesso sono anche divorzisti abortisti genderisti eutanasisti immigrazionisti e con essi i vescovi bergogliani cooperano.
    Questi sono tutti scomunicati passiamo parola: basta 8×1000 a questi nemici di ogni bene verità e giustizia

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    DELPINI? Il vescovo che ha COPERTO il PEDOFILO don Mauro Galli?
    Vada pure tra i suoi compari dell’ANPI, che NON hanno combattuto per la libertà, ma per STALIN (infatti fino al 1941 i comunisti non si sono opposti a Hitler perché alleato dell’URSS).
    Sarebbe uno scandalo che un Vescovo che ha coperto un PEDOFILO onorasse chi ha invece dato la vita per la libertà

    • carlone ha detto:

      Guardi che non c”è stata nessuna copertura. La sentenza è le motivazioni sono già state emesse , anzi il giudice ha posto anche una nota dove si parlava di un clima di anticlericaliismo tematico.
      Piuttosto di denigrare gratuitamente, si informi. Il carro dei vincitori sicuramente la potrà aspettare , non abbia fretta di salirci.

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Da ciò che mi risulta è che Mons. DELPINI all’inizio si limitò a trasferire don Galli. Questo per me è COPRIRE.
        Non lo denunciò alla giustizia. Questo per me è COMPRIRE.
        Da una ricerchina fatta sul web pare vi siano anche degli AUDIO che proverebbero le coperture di Mons. Delpini.
        Anticlericalismo? Coerente, visto che per il Papa gli abusi sono dovuti al clericalismo.
        Lei forse si riferisce alle Iene. Ma la verità, fosse dovuta anche all’anticlericalismo, rimane la verità..
        Io non denigro: le notizie sono pubbliche.
        Riguardo al carro dei vincitori posso certamente aspettare a salirci, anche perché fino ad ora sono rimasto a piedi. Io non la conosco, ma sono certyo ch, se tra noi qualcuno ha qualche protettore poco santo e molto con le mani in pasta, che sia laicista o clericalista, quello non sono io.
        Infine: non si meravigli delle mie parole. Tra l’ANPI del dopoguerra che era dichiaratamente stalinista e il Sessantotto dei pedofili (Sartre, Mario Mieli, Bendit Choen, ecc.) c’è una stretta connessione

        • carlone ha detto:

          Ciò che le risulta non è conforme ai fatti .All’.inizio come dice lei , l allontanamento non è dovuto a causa di abuso sessuale , quella denuncia sará fatta dopo tre anni dai fatti , ma fu dovuta su richiesta della famiglia ai sacerdoti , per il fatto che il quindicenne aveva dormito con il prete nello stesso letto. Nessuno , ne il quindicenne ne la famiglia e nemmeno , se non sbaglio la neuropsichiatria. Che lo aveva in cura e che ne aveva parlato col ragazzo del fatto, aveva mai parlato di abuso sessuale o del tentativo dello stesso.

          • Diana ha detto:

            E da quando in qua è NORMALE che un ragazzo di 15 anni dorma con un adulto? Ma si rende conto della gravità di quello che ha scritto? O dei personaggi di cui sta prendendo le parti, certamente in buona fede?