OSSERVATORE MARZIANO SBALORDITO SU MONDA, IL PAPA, E SATANA.

8 Marzo 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, e cari troll infestanti: Osservatore Marziano ci ha mandato un altro dei suoi dispacci, questa volta dedicato a un articolo in realtà un po’ criptico che il novello direttore dell’Osservatore Romano ha scritto su papa Bergoglio e satana. Leggete un po’ che cosa scrive Osservatore Marziano.

“Caro Tosatti, allego un articolo del nuovo direttore dell’Osservatore Romano (Andrea Monda), “imposto“ a Papa Francesco dall’altro grande Andrea. Leggendolo ho capito perché Andrea Tornielli non sopportava il precedente Direttore Giovanni Maria Vian. Perché Vian è intelligente, colto e onesto intellettualmente, in modo esemplare. Ma torniamo all’articolo (allegato) del nuovo direttore apparso il 5 marzo sull’OR, il cui titolo già è enigmatico: “Guida diabolica al pontificato di Papa Francesco”. Titolo che lascia aperte tutte le interpretazioni possibili; ma proseguiamo nella lettura riportando una frase, riferita al diavolo, ripresa dall’articolo che basta a illustrare di chi è discepolo Monda: “Per gli uomini della società contemporanea è abbastanza spiazzante l’insistenza con cui Papa Francesco parla di una realtà che appare antiquata e folkloristica, ma Bergoglio non si lascia turbare e va avanti per la sua strada e chiede ai bambini e quindi a tutti noi < ci credete al diavolo?>. La prima reazione alla lettura è stata: ma di quale “insistenza” parla costui? Mai osservata. La seconda reazione è stata all’espressione, riferita all’agire di Bergoglio, fin troppo utilizzata quando non si ha più argomenti: <…non si lascia turbare e va avanti per la sua strada…>. Ma no! Non riesco a crederci che il direttore dell’OR possa scrivere ‘ste cose. Ma la terza reazione, la più consistente, è sulla domanda: <ci credete al diavolo?>. E la risposta dove è? Quello che conta è infatti la risposta dei bambini, visto che la domanda avrebbe potuto esser posta per tranquillizzarli proprio sul fatto che il diavolo non è il “diavolo”. La risposta dei bambini non viene riferita, ma il nostro Monda fa uno sforzo in più chiedendosi come mai il Papa parla così spesso di Satana. E questa volta il direttore dell’OR scrive Satana con la S maiuscola. Ma è vero che il Papa ne parla spesso? Boh?. Poi  cerca persino di spiegare chi è il diavolo, e per riuscirci il nostro direttore non cita più Bergoglio, quale esperto di satana, ma cita addirittura  Umberto Eco e il nuovo serial sulla TV (preso dal romanzo -Il nome della rosa-). Non sapendo più dove andare a sbattere (prego leggere l’articolo) coglie l’occasione di parlare del diavolo e dell’inferno per ricordarci che uno dei cardini del pensiero di Francesco è <la realtà è superiore all’idea>, ma non spiega affatto perché la cita. Ma si affretta anche a spiegarci che il diavolo è <la verità senza il dubbio>; poi ci aggiunge, gratis, un motto bergogliano <avviare processi, non occupare spazi>, ecc. So che non ci credete, a quello che ho scritto, vi prego allora leggete l’originale. All’inizio dell’articolo mi son chiesto almeno tre volte come avesse potuto esser nominato direttore dell’OR, ma alla fine, con molta pazienza e sofferenza, l’ho capito”.

 OM



Oggi è il 185° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.



Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

164 commenti

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Francesco, 10 marzo 2019:
    “Con il diavolo non si dialoga, non si deve dialogare”.
    Ne con quelli della Dubia, né con Carlo Maria Viganò, nè con quelli che non sono “chupamedias” (leccapiedi) del profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco.
    Saluti

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    Chi non ricorda le icastiche parole di nostro Signore: “Và, il tuo dubbio ti ha salvato”, oppure il Suo detto fondante: “Io sono la biforcazione, il dubbio e la vita materiale”.
    E in quale passo appare nitidamente il volto del diavolo, se non nel racconto delle tentazioni nel deserto, lette proprio a inizio quaresima?
    Prima tentazione. Uno dice “Leggi e osserva le parole che escono dalla bocca di Dio” ma l’altro rispose: “Giammai, il Padre fece la materia buona e il pane è quello che occorre cercare per saziare il mondo: prima le cose importanti”.
    Seconda tentazione. Uno dice: “Non mettere alla prova il signore Dio tuo”, ma l’altro rispose: “Come osi, lasciami avviare processi, gli angeli mi porteranno sulle loro mani perchè il mio piede non inciampi.”
    Terza tentazione. Uno dice: “Dio solo adorerai e a lui solo renderai culto”, ma l’altro rispose: “Bigotto, Dio vuole tutte le religioni e tutte le fedi, la tua asfissiante chiusura e certezza monolitica spegne il sorriso. Và via!”
    E Uno andò via, ma tutti i rapresentanti dell’ONU si avvicinavano e lo servivano.

  • Andrea ha detto:

    “Il diavolo esiste”
    poi prosegue…
    “Il diavolo è la fede senza il sorriso, la veritá senza il dubbio, l’arroganza dello spirito…”

    Capolavoro linguistico… quando si dice prendere due piccioni con una fava…

    Immagino un adulto e un bambino che dialogano:
    A: ma tu, ci credi al diavolo?
    B: mmh
    A:. il diavolo è la veritá senza il dubbio!
    B: ooh
    A: la fede senza il sorriso!
    B: aah
    A: l’arroganza dello spirito! Hai capito adesso cos’è il diavolo?
    B: eeeh… un pochino. Ho capito che il diavolo è quando
    non sorrido e non mi vengono dubbi…
    A: eh si!
    B: ma… io a volte vedo disegnato il diavolo con la coda, le corna la faccia brutta cattiva… come se fosse un drago, un mostro vero che ci vuole tanto male… Perchè non lo disegnano mai come la faccia di una persona triste?
    A: ma tu puoi disegnarlo anche così se vuoi!
    B: aah! Ma… ma.. allora il diavolo non esiste? Cioè il diavolo è quando siamo tristi, o non abbiamo mai dubbi o siamo dispettosi? Ma perchè si dice diavolo quando ci sentiamo così?
    E Gesù? Al catechismo mi sembra sempre che lui non abbia mai dubbi…sembra anche arrogante… È il diavolo?
    A: adesso vai a giocare… devo andare al lavoro.

    I bambini… fanno troppe domande.

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    In altre parole, il diavolo è chi non accetta le rivoluzioni Bergogliane fatte col metodo del “tiro il sasso e nascondo la mano”.
    E la giustificazione dell’accusa è che al diavolo piacerebbero le verità chiare, mentre il nostro sarebbe il Dio dell’allegro dubbio metodico: il bene sta nell’ottimismo progressista di chi osa violare le verità.
    Stiamo messi alla grande.

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    Interessante l’idea che il mondo materiale sia creato da Dio come perfettamente buono. Quindi ne desumo che, per fare un esempio tra mille, il cancro o la peste bubbonica siano cose buone volute da Dio, e solo noi peccatori-spirituali-che-non-ci-poniamo-dubbi pensiamo siano dei fenomeni negativi. Quanta profondità!…

    Posso avere qualche dubbio in proposito?

    Oppure devo assumere l’idea illuminista di Eco, per cui chi non accetta il dubbio metodico su ogni cosa (dogmi inclusi) è un perfido integralista cieco ed assassino?
    Mi sorge allora il dubbio del perchè ai “dubia” non si risponda: mysterium fidei?

    • carlone ha detto:

      Perché non entra nella gabbia di un leone e gli fa lo stesso discorso? Se il leone la sbrana è quindi il leone un male ? Oppure il leone la considera un rompiscatole e tendendo al proprio bene la fa a pezzi ? Non è lei quindi il male ? O vuole capovolgere la natura e farla tendere verso il male ?

  • LucioR ha detto:

    Dottor Tosatti,

    mi sembra che l’articolo dell’Osservatore Marziano abbia scatenato le ire dei seguaci della UAAR, cioè di quella Religione il cui unico dogma è quello di odiare la Chiesa cattolica. Perchè sono credenti eh? Il loro ateismo e agnosticismo (tra l’altro due correnti in contrapposizione, come fanno a stare insieme?) è puro odio per la Chiesa.

  • LucioR ha detto:

    http://www.totustuustools.net/altrastoria/inquisizione_spagnola.htm

    Com’è bello riciclare ammuffiti luoghi comuni che solo chi è ottenebrato dalle ideologie illuministe ed odio aprioristico contro la Chiesa (quella di sempre) può non sentire il lezzo.

    Nessuno qui vuole difendere gli errori e le passioni di singoli personaggi (pensiamo anche a quelli di oggi), ma colpire questi per colpire la Chiesa è come dire che Il servizio sanitario è criminale perché ci sono medici che uccidono (che dite ce ne sono?), che la Magistratura è… fuori legge perché ci sono magistrati che liberano i delinquenti e imprigionano gl’innocenti (che dite ce ne sono?); e che il Servizio scolastico semina ignoranza e corruzione perché ci sono insegnanti e professori che anziché istruire le giovani mente le corrompe e le nutre di ideologie perverse (che dite ce ne sono?).

    Certo, se ne trovano a iosa articoli dove sono stati ripetuti senza fantasia tali stereotipi anticattolici, e spesso sono talmente copia-incolla che è difficile risalire all’origine, e quanto si crede di averla trovata quella non è altro a sua volta che una scopiazzatura di qualcosa di più vecchio fino a risalire, appunto, ai mostri sacri dell’Illuminismo.

    Ho proposto sopra un articolo in cui chi scrive fa riferimento a studi moderni sul fenomeno, citando autori come: Henry Arthur Francis Kamen, di formazione marxista; Jean Dumont, storico francese; Ludwig von Pastor, storico e insegnante presso l’Università di Innsbruck; Bartolomé Bennassar, storico francese, professore emerito di Storia presso l’Università di Tolosa; lo studioso danese Gustav Henningsen, Edward Peters, Professore di storia specializzato nella Storia antica dell’Europa, dal secondo al diciassettesimo secolo.

    Ben altri personaggi rispetto a LucioR, che in materia è nessuno, e, mi pare anche rispetto a tanti che qui scrivono in modo cattedratico su tali questioni. Ovviamente per capire quello che viene scritto nell’articolo occorrerebbe un po’ di umiltà e soprattutto la capacità di calarsi in un contesto storico quanto mai opposto come visione a quello nostro attuale. Per fare un solo esempio: mentre le leggi di quei tempi punivano anche con la pena di morte dopo un regolare processo coloro che avevano compiuto dei delitti, tali considerati secondo la legislazione del tempo, oggi invece vengono puniti PER LEGGE e SEMPRE CON LA PENA DI MORTE coloro che senza alcun processo, e senza aver commesso delitti per impossibilità di compierne, prima ancora di poter rivendicare col primo vagito il loro diritto alla vita. E con questa trave mastodontica che abbiamo nel nostro occhio noi pretendiamo di levare la pagliuzza dall’occhio di quei nostri progenitori. Quale sarebbe il loro giudizio nei nostri confronti qualora fossero loro a giudicare noi su questi turpi delitti di Stato ai quali ormai – e questo è il dramma maggiore – siamo talmente assuefatti che non ci commuovono neanche più se non a livello intelletivo?

    A proposito di Medioevo, visto che qui ci sono dei saccenti che dànno dell’ignorante a tutti, fermo restando che i suoi termini temporali sono solo convenzionali, è generalmente riconosciuto che la sua fine corrisponda all’anno della scoperta dell’America, e se ci sono altre teorie in materia non è una giustificazione per dare dell’ignorante a chi considera quella più accettata. Ora nell’articolo linkato nel precedente post è citata la condanna di una strega avvenuta nel 1424; quindi processi contro le streghe ce ne furono anche nel Medioevo.

    [per non dilungarmi troppo proseguo – sempre che il dott. Tosatti me lo consenta – con un altro post]

    • LucioR ha detto:

      È vero tuttavia, a patto che non si dia delle patenti d’ignorante ad altri, che il fenomeno di persecuzione iniziò verso la fine del Medioevo e si sviluppò in età moderna, e come si legge nell’articolo che allego sotto, «il pronunciamento della Chiesa, che fa testo per tutto il Medioevo, su quel fenomeno è il “Canon episcopi”, attribuito al Concilio di Ancira del 314 d.C., che dissolve con tolleranza, scetticismo e perfino ironia tutte le tenebrose superstizioni – comprese le streghe – che le popolazioni europee avevano ereditato dall’antichità pagana».

      La Chiesa cattolica quindi considerò «perfino con ironia» questo fenomeno, e non per niente fu accusata dai Paesi protestanti, dove la caccia alle streghe era come la caccia alla volpe in Inghilterra, di essere troppo “tenera” con le streghe («i protestanti lanciavano accuse di fuoco contro la moderazione del Sant’Uffizio, esibita come prova della complicità della Chiesa di Roma con le streghe»

      Da notare che quei pochissimi casi di condanne comminate dai tribunali della Chiesa, non lo furono perché fossero streghe ma per i delitti da esse commessi nella loro “professione” di streghe, delitti che le leggi del tempo prevedevano punibile con la pena di morte.

      L’articolo è il seguente:

      «[…] Innanzitutto il Medioevo cristiano fu immune dalla follia criminale della caccia alle streghe. Per più di mille anni, per tutti i cosiddetti «secoli bui», non esistono né cacce, né roghi di streghe: il pronunciamento della Chiesa, che fa testo per tutto il Medioevo, su quel fenomeno è il Canon episcopi, attribuito al Concilio di Ancira del 314 d.C., che dissolve con tolleranza, scetticismo e perfino ironia tutte le tenebrose superstizioni – comprese le streghe – che le popolazioni europee avevano ereditato dall’antichità pagana. L’ossessione sanguinaria della caccia alle streghe è un fenomeno tutto moderno: comincia sul finire del 1400 e prosegue per un paio di secoli, soprattutto nei Paesi protestanti. […] “Non devono avere alcuna compassione per queste malvagie, vorrei bruciarle tutte” sentenziava Martin Lutero. Calvino, poi, nella sua Ginevra, fu un vero piromane. Il regno di terrore non colpiva solo i cattolici e i dissidenti. Michelet ha scritto che nel 1513, in soli tre mesi, bruciarono 500 streghe. Il mondo protestante fu davvero scatenato nei confronti delle streghe. Con l’ossessione del demoniaco e del male irredimibile, la Riforma produsse “effetti dilanianti per le coscienze religiose dell’epoca […]” (M. Romanello). Il Romeo scrive che “le autorità dell’Inquisizione romana (cattolica) evitarono una persecuzione sanguinosa della stregoneria, non solo perché non erano convinte sino in fondo della realtà della setta delle streghe e dei loro crimini, ma anche perché, soprattutto nel tardo ’500, sapevano di poter contare sulla rinnovata presenza di un sofisticato apparato protettivo”. Più avanti si legge: “Le perplessità dei più autorevoli esponenti della Chiesa e dell’Inquisizione romana di fine ’500 non trovano riscontro negli atteggiamenti delle Chiese protestanti degli stessi anni. In queste ultime prevale, rinfocolato anche dal fondamentalismo biblico che le caratterizza, lo zelo intransigente, la propensione al bagno di sangue purificatore. E la distruzione della rete protettiva assicurata dal cristianesimo tradizionale potrebbe aver contribuito in maniera determinante ad innescare le spinte persecutorie”.
      In quegli anni i protestanti lanciavano accuse di fuoco contro la moderazione del Sant’Uffizio, esibita come prova della complicità della Chiesa di Roma con le streghe: anche i cattolici insomma erano accusati di “magia”. Nei secoli successivi la Chiesa si è vista imputare anche gran parte dei crimini e dei roghi allestiti dai protestanti. […]» (A. SOCCI) da “Il Sabato”, n. 17, 28 Aprile 1990, p. 82.

      Concludo come iniziato: nessuno nega che in ogni consorzio umano, per quanto benemerito sia – e quindi anche nella Chiesa – ci siano personaggi che violano quelli che sono i princìpi che regolano l’opera di quel consorzio, e certamente pure nel passato (come nel presente) ci sono stati, anche se non nella misura dell’infame Leggenda nera anticattolica. Ma tutto ciò nulla ha a che fare col giudizio globale che una persona equilibrata, anche se atea, dovrebbe esprimere sulla Chiesa, soprattutto su quel periodo tanto demonizzato dall’odio illuminista che si protrae ancora oggi, con affermazioni che non hanno nemmeno l’originalità del “nuovo”, senza peraltro cercare di correggere la loro visione rivolgendosi a fonti moderne ormai numerose anche se boicottate, che spingono ad assumere punti di vista diversi da quelli “politicamente corretti”, cioè ideologici, che vanno ancora per la maggiore.

      • Lucy ha detto:

        @Lucior
        Complimenti per la rcchezza delle argomentazioni dovuta a una solida e vasta conoscenza delle fonti.
        Voglio aggiungere una notizia circa i processi per stregoneria dei protestanti.Ebbene l’ultima strega messa a morte per stregoneria nel novembre 1672 fu Anna Schmieg nella città di Lagenburg , germania protestante chiamata Franconia , dopo un processo durato nove mesi .Le fu concessa la grazis di essere strangolata e portata giå morta sul rogo.

    • LucioR ha detto:

      Nel primo dei miei interventi qui sopra ho scritto nell’ultimo capoverso:

      «nell’articolo linkato nel precedente post…»;

      Volevo scrivere invece: «nell’articolo linkato all’inizio di questo post».

      • Pino ha detto:

        Amico caro, non è questione di saccenza (mia) ma di incapacità di stare zitto su cose che non si sanno (voi) o di ammettere l’errore con gratitudine (sempre voi).
        Se vi mettete a far la conta di quante streghe hanno bruciato i cattolici e i protestanti, parlando di medioevo e facendo divagazioni su dante alighieri, è evidente che c’è un problema. La cosa sorprendente è che io sia l’unico ad essere intervenuto a interrompere una tale fila di stupidaggini e che tu te ne esca per darmi contro. Si vede che ti piacciono le stupidaggini.
        Se invece il presupposto è che si può relativizzare la fine del medioevo, allora è facile risponderti che è vero, prova ne sia il livello di sviluppo culturale che molti utenti dimostrano di avere.

    • Giuseppe ha detto:

      Beh, UN medico può sbagliare un intervento, UN insegnante può non essere un buon educatore ecc. ecc.
      La vostra chiesa, oltre ad avere sterminato un tot di “infedeli” ai tempi delle crociate, oltre ad avere contribuito, insieme ai conquistadores, a distruggere la cultura dei Nativi d’America, ad avere costretto Galileo a ripudiare la propria scienza, e altre simili nefandezze, sono solo un paio di millenni che racconta favole spacciandole per verità e che cerca di convincerci che nell’aldiquà si deve soffrire per espiare peccati che non abbiamo commesso, in attesa di un salvifico aldilà.
      E, tanto per intenderci, questo vale grosso modo per tutte le confessioni religiose. No, grazie.

      • LucioR ha detto:

        Ah, scusi, non mi ero accorto che ero stato io a scrivere:

        «A tutti i cervelloni che stanno discutendo di medioevo, Dante, stregoneria, protestanti e roghi: andate a scuola! La caccia alle streghe non è un fenomeno medievale e nel medioevo i protestanti non esistevano ancora!!»

        E alla domanda di DEUTERO.AMEDEO su quando era finito il Medioevo:

        «Di sicuro prima della caccia alle streghe e ancor più della riforma protestante. Lei a scuola ci è andato?».

        Comunque non avevo neanche colto il suo nome, ricordavo solo che qualcuno dava in pratica dell’ignorante ad altri, toppando peraltro sull’argomento sul quale riprendeva gli altri, e il termine «saccente», considerando anche lo stile con cui Lei si esprime, non è offensivo: basta consultare un dizionario online per leggere che tale è colui «che fa mostra di ciò che sa in maniera presuntuosa e petulante». «che sa», figuriamoci se “non sa”.

        Comunque la faccenda di quando è finito il Medioevo come già detto non ha grande importanza; Lei, sul materiale di discussione che ho proposto non ha saputo dire altro che si tratta di stupidaggini.

        Ovviamente è impossibile imbastire una discussione civile perché sia Lei, che il suo sodale più sotto, non fate altro che andare per slogan senza apportare alcun contributo ai temi in discussione.

        • LucioR ha detto:

          Questa mia era indirizzata al Signor Pino.

          • Pino ha detto:

            L’avevo capito, grazie. Sottoscrivo tutto quello che ho già detto. ”Cervelloni” è il minimo che si può dire a persone che passano il tempo a dar lezioni e far le pulci agli altri e poi si rivelano così ignoranti. E il fatto che un genio intervenga col tema della datazione della fine del medioevo, è prova che oltre che ignorante è così superbo da non avere nemmeno la decenza di stare zitto e incassare. Passo e chiudo.

          • LucioR ha detto:

            Ma cos’è questo, un blog o l’asilo infantile?

      • Paolo Pagliaro ha detto:

        E’ di questa settimana la scoperta di rituali sacrifici di massa di bambini, compiuta dalle popolazioni native del Perù:
        https://news.nationalgeographic.com/2018/04/mass-child-human-animal-sacrifice-peru-chimu-science/

        Vede, i movimenti di popoli portano sempre scontri e spesso la scomparsa di civiltà. Le migrazioni barbariche, l’espansione Islamica con conseguente risposta delle Crociate, e così pure la scoperta Europea dell’America. Crede che le civiltà Native non si cancellassero a vicenda, quando una più evoluta ne incontrava una più primitiva? Oppue vuole dirci che i Cattolici hanno intenzionalmente pianificato la scomparsa delle civiltà native?

        Proiettare le idealità contemporanee nel passato è facile, ma spesso privo di intelligenza storica. Intanto la civiltà cristiana è stata la prima dove è sorta la preoccupazione di prendersi cura dei vinti e a cercare la loro integrazione in vista del loro bene ultimo. Non mi pare che la presunta sensibilità morale illuministica abbia poi dato gran prova di sé nella rivoluzione francese o in quella russa.

        • LucioR ha detto:

          Non abbiamo nulla da inviare al Perù: qui da noi si esercita alla grande il cannibalismo e pratiche di magia nera. A parte il caso della povera Pamela in tutta Italia si scoprono resti di vittime umane conseguenti con grande evidenza a riti tribali importati dall’Africa. Ovviamente, come tante altre nefandezze sono pochissimi e boicottati i mezzi d’informazione che rivelano queste atrocità; quasi tutti, iniziando dalle TV nazionali li ignorano o quando non possono farne a meno li sfiorano soltanto.
          Questa è la nuova cultura che secondo una certa signora diventerà la nostra.

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Caro Lucior, grazie per il link, l’ articolo è molto interessante e permette “piste” interpretative che tengono maggiormente conto di una realtà così complessa ed ampia come è il Medio Evo. Mi permetto solo di aggiungere un piccolo dato ma che può essere utile. Tutta la tarda antichità, pagana e no, è ostile a streghe e stregoni, percepiti come ostili all’ equilibrio sociale. Lo si può ricavare da scritti di società molto lontane tra di loro, sia geograficamente che nel tempo: dal Codice di Hammurabi all’ Antico Testamento, dalle Saghe vichinghe sino al Diritto romano. Per cui è un fenomeno che precede il Medio Evo e che, per il momento, non mi sembra che le ragioni siano state esaminate a sufficienza. Personalmente mi rifiuto di condividere il dibattito secondo l’ ottica di chi ne ha ammazzate/ i di più o di meno, la trovo piuttosto fuorviante, anche perche i giudizi, molto spesso, vengono espressi secondo mentalità e sensibilità moderne,

    • Cose Ultime ha detto:

      Ma infatti io non colpevolizzo nessuno. La realta’ va’ contestualizzata. L’espressione massima la diede Ferbayend (o come si chiama) su Galileo.

      Pero’ va contestualizzata SEMPRE.

      E’ la verita’ e’ un unica sola, Dio?
      Cosa devo fare per ottenere il regno dei cieli?
      Ama Dio sopra ogni cosa e il prossimo come te stesso che poi e’ simile: in questo stanno tutta la legge e i profeti (vangelo)

    • Vittorio ha detto:

      Ferebayend (citato dall’allora cardinale Ratzinger) disse che la chiesa aveva piu’ ragione di Galileo all’epoca in cui si trovo’ davanti a un Dottore Santo della chiesa come San Bellarmino.

      Tutto sta a vedere cos’e’ la verita’. E se esista una verita’ immanente o solo contestualizzata al poriodo e a tante variabili.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    L’Amazonía… ? No: Europa:
    “Alle donne i funerali, i preti intanto vanno a sciare”:
    http://www.lanuovabq.it/it/alle-donne-i-funerali-i-preti-intanto-vanno-a-sciare
    Saluti.

  • deutero.amedeo -OT ha detto:

    Amico Tosatti,
    mentre stanno mettendo mano a sistemare il blog ( e lei generosamente, immagino, ci sta rimettendo schei) non potrebbe chiedere di fare una modifica che permetta all’autore (e solo a lui, naturalmente) di intervenire nell’anteprima, per correggere eventuali errori e apportare modifiche? Grazie.

    • wp_7512482 ha detto:

      Lunedì cercherò di capire…Grazie mille!

      • deutero.amedeo -OT ha detto:

        Speriamo ci riescano . Dal punto di vista della praticità ed efficienza del sito mi pare che sarebbe un bel passo avanti.Spero che l’obiettivo possa essere raggiungibile senza spese eccessive. La ringrazio per l’interesse alla mia proposta.

        Sempre più amici.

  • Pino ha detto:

    A tutti i cervelloni che stanno discutendo di medioevo, Dante, stregoneria, protestanti e roghi: andate a scuola! La caccia alle streghe non è un fenomeno medievale e nel medioevo i protestanti non esistevano ancora!!

  • Lucy ha detto:

    Dott.Tosatti che succede? L’ultimo art., quello sulle famiglie l’ho visto oer puro caso su Google ma non compare nè sul tablet nè sul cell.; inoltre i caratteri continuano a essere piccolissimi.

    • wp_7512482 ha detto:

      Mi hanno detto che avevano messo a posto…che palle. Ho scritto, ma mi sa che fino a lunedì soffriamo…

  • Cose Ultime ha detto:

    Se uno legge mysterium iniquitatis di Quinzio vede quanti papi “recenti” erano convinti di esser negli ultimi tempi e che il figlio della perdizione era gia’ nel mondo.
    Io dico una cosa..il giorno e l ora non si possono sapere ma….il periodo? Per me si. Certo qualcuno dice che il periodo era 2000 anni fa. Detto questo. Io “credo” ancora. In coda? Che Dio c e. E credo nel credo cattolico. Se usassi la sola ragione sarei ateo, come fui. Ma nel cuore, la fede, CHE E’ UN DONO, mi fa sperare.

    https://www.lastampa.it/2016/03/22/cultura/la-fede-senza-consolazione-del-buon-cristiano-quinzio-kGRBfjBxtnWEgNaxwFOcXI/pagina.html

    • Rafael Brotero ha detto:

      Se usassi la sola ragione sarei ateo, come fui.

      Scusa, amico, ma questo non lo puoi dire da cattolico. É dogma de fide che con la sola ragione si puo dimostrare rigorosamente l’esistenza di Dio. É l’eresia di fideismo.

      • Cose Ultime ha detto:

        @ RAFAEL BROTERO GRAZIE!

        ti ringrazio ho guardato ed e’ vero! La mia e’ una visione fideista. E non solo perché credo che con la ragione non si può arrivare a Dio (perdonami ma un creatore increato e’ un ossimoro per come ragiono io. Figurarsi la resurrezione di un morto 2000 anni fa in una remota regione palestinese riportata su testi in molti casi discordanti, fermiamoci ai sinottici e Giovanni, scritti anni dopo da gente in posdibile “conflitto di interessi) ; ma anche il fatto che io veda la natura decaduta dal peccato originale, compresa la ragione dell’ uomo che e’ limitata. Sai non e’ che se ne parli in chiesa di teologia!! Dove posso reperire il dogma cattolico sulla razionalità della fede? Perdonami , i non credenti sarebbero tutti o ignoranti o irrazionali. Come fai a provare Dio?

        • RAFAEL BROTERO ha detto:

          Caro amico, la bibliografia sul tema è infinita, maunl libro che mi ha insegnato molto sul tema è il classico Dieu son existence et sa nature, del grande Garrigou-Lagrange. Lo raccomando come una introduzione. Nel mio piccolo, credo che le principali prove dell’esistenza di Dio sono le 5 vie dell’Aquinate. Hai buoni argomenti contro di loro? Un saluto.

      • Cose Ultime ha detto:

        Trovato il link sotto. Mi girano un po’ le scatole (eufemismo). Ho avuto una pur troppo rigida educazione cattolica familiare, ho fatto tutti i sacramenti e letto libri per 40 anni ma la faccenda del FILIOQUE non l’ avevo capita. Vabbe’ che sono stato per anni un ateo in ricerca ma ATEO. Comunque interessante . Io non mi faccio troppi problemi se sono cattolico o protestante, tanto per motivi personali, non mi comunico. (E nella mia parrocchia penso non potrei comunicarmi).
        Tornando a bomba, se vero lo specchietto sotto pero’ Non sarei nemmeno protestante. Le conseguenze del peccato originale sarebbero solo corporali e morali? Cioe’ i protestanti sarebbero gia’ santi in vita? Lascio perdere gli esempi. Li sono cattolico.
        Comunque son pronto a contemplare la razionalità di Dio. Non metto limiti a nulla. Solo che se non abbiamo coscienza che c e il peccato originale che non solo crea le disgrazie fisiche ma anche psichiche (pazzia ecc ), che la creazione tutta geme e soffre, mi pare che possiamo accontentarci del Regno GIA presente e lasciar perdere il non ancora . Interessante.

        https://www.documentazione.info/principali-differenze-tra-cattolici-e-altri-cristiani

        • Cose Ultime ERRATA CORRIGE ha detto:

          Al posto dei protestanti ho letto gli ortodossi. Non sapevo che oltre al flioque ci fossero così gente, PER ME SIGNIFICATIVE, differenze. Tipo che il peccato originale non avrebbe corrotto l anima dell’ uomo. Insomma loro nascerebbero senza peccato originale? Sì meglio lasciar perdere come dice l amico sotto 🤣

      • Giuseppe ha detto:

        Lasci stare, per cortesia… se si ragiona, non ci sono dogmi. Giocando con le parole, potrei dire: fatevene una “ragione”, dio non esiste, se non nella cieca e, per l’appunrlto, irragionevole fede. Lasciate a noi atei almeno la ragione, visto che sono millenni che ci raccontate le vostre favole.

        • Cose Ultime ha detto:

          @ Giuseppe

          Lei immagino sia in ricerca senno’ non sarebbe qui. Provi sempre nel nome di Gesù a Dio il dono dello spirito Santo o della fede (ora non ricordo sul vangelo).

      • Cose Ultime ha detto:

        Trovato il link sotto. Mi girano un po’ le scatole (eufemismo). Ho avuto una pur troppo rigida educazione cattolica familiare, ho fatto tutti i sacramenti e letto libri per 40 anni ma la faccenda del FILIOQUE non l’ avevo capita. Vabbe’ che sono stato per anni un ateo in ricerca ma ATEO. Comunque interessante . Io non mi faccio troppi problemi se sono cattolico o protestante, tanto per motivi personali, non mi comunico. (E nella mia parrocchia penso non potrei comunicarmi).
        Tornando a bomba, se vero lo specchietto sotto pero’ Non sarei nemmeno protestante. Le conseguenze del peccato originale sarebbero solo corporali e morali? Cioe’ i protestanti sarebbero gia’ santi in vita? Lascio perdere gli esempi. Li sono cattolico.
        Comunque son pronto a contemplare la razionalità di Dio. Non metto limiti a nulla. Solo che se non abbiamo coscienza che c e il peccato originale che non solo crea le disgrazie fisiche ma anche psichiche (pazzia ecc ), che la creazione tutta geme e soffre, mi pare che possiamo accontentarci del Regno GIA presente e lasciar perdere il non ancora . Interessante.

        PS: scusa invece che protestanti leggi ortodossi, ora leggo cosa dice dei protestanti. Comunque anche con gli ortodossi mi pare non c e solo il FILIOQUE sempre se e’ vero lo schema sotto!

        https://www.documentazione.info/principali-differenze-tra-cattolici-e-altri-cristiani

      • Il veritiero ha detto:

        Non proprio, se stai per 1 settimana in compagnia di un esorcista che esercita il suo ministero anche la fede viene dimostrata con la ragione, io lo dico perché ho visto e constatato, anche chi non crede e cerca fede con la ragione fiancheggiando un esorcista può arrivare a credere nell’esistenza di Dio. Quando un esorcista nel nome di Gesù o della madonna ordina a un indemoniato di lasciarlo libero e l’indemoniato inizia a parlare con 2-3 ,voci, a vomitare roba di ferro, ad arrampicarsi a mani nude sui muri, o a levitare, o parlare improvvisamente arabo, aramaico o lingue strane sconosciute, tutto questo in risposta alla preghiera dell’esorcista, beh allora direi che alla fede ci si arriva benissimo anche con la ragione e la scienza. ( un esorcista vero, investito dalla chiesa e non un carismatico qualsiasi che si spaccia per liberatore) se poi uno vuole cercare la fede rimanendo chiuso dentro casa, o al bar o in ufficio, ovviamente non la troverà, per ovvi motivi direi

    • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

      Caro Cose Ultime, mi permetta di segnalarLe un autore che, senza nemmeno sfiorara il razionalismo, supera l’opposizione cuore/ragione. Parlo del Servo di Dio Tomas Tyn, morto quasi 30anni or sono, domenicano, straordinario custode e divulgatore della teologia di S. Tommaso. Se non lo conosce, provi ad ascoltare qualche sua lezione o, meglio ancora qualche omelia (si trovano in rete a cura di Gloria tv, e c’e’ anche un sito dedicato). Nessuno, che io sappia ha insegnato, meglio di lui, a non temere l’uso dell’intelletto, dono di Dio , nelle questioni di Fede senza, ecco la grandezza!, diminuire in alcun modo il Mistero Cristiano a misura umana. Ascolti le lezioni sulla Eucaristia, su Grazia e natura, sulle Virtu’. Io ho ritrovato in quello di padre Tyn, l’antico insegnamento che ricevetti ai tempi della mia prima educazione religiosa. In mezzo tanta perdita di tempo, tanta cattiva “scienza della religione”. Mi scusi la presunzione ma, certi tesori non vanno tenuti con gelosia.
      P.s. chi conosce padre Tyn sa che la stessa sua vita e’ stata una lezione meravigliosa.

      • Luisa S. ha detto:

        @ cose ultime:
        per quel che può valere la mia opinione e il mio consiglio.
        La lettera di S. Paolo ai Romani al 1° capitolo dal versetto 18 in avanti spiega molto bene in che senso con la ragione si può conoscere Dio. O meglio che la creazione è opera di Dio e quindi Dio c’è, esiste. All’uomo è lasciata la libertà di ricercare la verità su Dio ed è anche per questo che il Figlio si è incarnato, per mostrarci la verità su Dio.

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Il metodo scientifico dell’Istituto Paravaticano (quello sulla frequenza delle parole) mi ha suggerito uno studio per comprendere l’effetto pastorale del fenomeno Franciscus.
    Uno studio arduo ma necessario vista la vaghezza delle “opinioni” in campo. Chiamamolo metodo “Benito”.
    Consultare i registri civili delle anagrafi (e/o i libri parrocchiali delle moribonde parrocchie) e statisticare a quanti bimbi/bimbe è stato dato il nome “Francesco/Francesca” a partire dal 2013 (e nei paesi di lingua spagnola il nome “Jorge”). Questo permetterebbe di quantificare – aldilà delle opinioni – il numero dei “like it” e da qui “pesare” quanto sia calato nelle coscienze e nella realtà il messaggio del neo-Vangelo predicato dal Pastore Regnante. Un po’ come ai tempi del fascismo si dava il nome “Benito” per manifestare al Duce ed ai gerarchi il proprio apprezzamento.

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Quello che sospettavo mi viene confermato dall’Istituto Statistico Paravaticano.
    Non ci sono piú esorcisti o forse non operano piú. Infatti il “principe del mondo” si diverte a stravorgere la grafica del sito di Tosatti, imperversa negli appartamenti di Mc.Carrich, Farrell, Zanchetta… et famulus, e utilizza il “fuoco” del ex-inferno per il “riscaldamento del globo”.

  • Lucidator ha detto:

    Soprattutto mi sembra un delirio dalla prima all’ultima parola.
    Persino l’intento adulatorio viene vanificato dall’insensatezza dello sproloquio.

  • Nicola B. ha detto:

    Posto gli ultimi tre messaggi dati dalla Madonna ad Anguera in Brasile. Parlano di prossimo arrivo di eresie e false ideologie con relative conseguenze….

    http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/4765

    http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/4766

    http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/4767

    • Il veritiero ha detto:

      Sai è una figura un po’ ambigua Pedro, devo ancora decifrato, ci sono cose che mi fanno pensare bene di lui e cose che mi fanno pensare male. Sono 35 anni che riceve messaggi e profezie e non si è mai avverata nessuna delle sue profezie date in 35 anni, non ha mai dato dimostrazione di niente, e se gli chiedi un intercessione non è in grado di dartela. Tuttavia sono al 50% fra il credere o no. Io credo che lui è in buona fede, sembra una bravissima persona (l’ho conosciuto a cagliari) a differenza di quelli di medjugorje che sono dei maleducati e arroganti e anche egoisti e narcisisti. Lui sembra bravo di animo, ma esiste sempre la possibilità che vive un inganno del male. Il demonio è intelligentissimo, può ingannarci facilmente, noi siamo solo fragili e deboli uomini, il demonio ci raggiro come vuole, io ho dubbio al 50% su pedro, devo essere sincero. Mi piacerebbe essere sicuro che è veramente da Dio tutto ciò che gli viene. (In 35 anni non si è avverato niente di quello che ha detto. Io conosco un ragazzo che ” alla chiesa stessa e non tramite internet” ha annunciato profezie grosse di importanza mondiale che si sono compiute davvero dopo 1-2 anni) ma di lui nessuno parla, come un fantasma che si aggira nella chiesa che tutti sanno che c’è, ma nessuno lo nomina. Sarebbe interessante far incontrare questo ragazzo e Pedro e vedere cosa succede.

      • Vittorio ha detto:

        Se e’ per questo non si e’ mai avverato nemmeno quello che diceva Gesù sulla Parusia. 1 TS poi e’ chiara, San Paolo sara’ ancora in vita….ed e’ piu’ antica dei vangeli. Ma queste cose chi mai le ha affrontate in campo cattolico? Mi ricordo SERGIO QUINZIO.
        personalmente ho conosciuto buonanima di DON GOBBI che aveva ben altro peso di Pedro. Aveva uno strano imprimatur. Anche lì non si e’ avverato nulla. Ora direte : Vittorio e’ lo schermidore beffardo di 2pt non fosse che di schermitori beffardi che chiedono: DOV E LA PROMESSA DELLA SIUA VENUTA? TUTTO E’ COME PRIMA, partono minimo da REIMARUS. Ma penso che gia’ CELSO nei primi secoli lo aveva obiettato.
        Detto questo…..io esamino tutte le profezie e spero credo non sia tutta un illusione 😠

      • Nicola B. ha detto:

        Allego post con libro di giornalista e che da ragione alle Apparizioni in quanto diversi messaggi importanti si sono avverati. Sono inoltre rimasto basito inoltre nel leggere che nessuna rivelazione si sia avverata. Ricordo benissimo di aver letto i messaggi antecedenti e di molto alle elezioni di Ratzinger e Bergoglio. Con le profezie sulla defenestrazione di Ratzinger ( ” in una data maestosa ” ovvero 11 Febbraio…..) oppure sul nuovo Papa ( si parla nel messaggio di pietra nera ONIX letto al contrario cioè XINO . Come l’abito dei Gesuiti). Oppure la profezia che ” con il nuovo Papa eletto la Chiesa avrebbe cambiato il suo corso….” Di vecchia data sono i messaggi sugli attacchi alla Eucaristia. E apprendiamo oggi che si propone di cambiare il Pane Eucaristico in Amazzonia per motivi climatici che non consentono la sua conservazione a lungo. Per non parlare dei tentativi di cambiare la formula della preghiera eucaristica. Basterebbero queste ” realizzazioni ” per dire che Anguera è vera. Se non piace è un altro discorso….

        https://www.ibs.it/anguera-aveva-ragione-perche-profezie-libro-annarita-magri/e/9788864096094

        • Il veritiero ha detto:

          Si, però li ha interpretati dopo, non li ha comunicati con precisione in anticipo. Nel senso l’onix, se avesse detto in anticipo il vero senso allora era diverso, lui invece lo ha detto dopo che é successo, e ha dato la spiegazione che “Lui vuole vederci” ho seguito l’incontro di preghiera a cagliari, e seguirò quello che farà fra pochi giorni o a Napoli o a Pescara. Il mio dubbio é al 50% Che possa essere ingannato dal maligno ( come ben sapete anche il maligno si serve di spiriti maligni di profezia) non è semplice discernere la verità, ma io nella mia tanta fede voglio credere che viene dal bene.

    • lucis ha detto:

      non ci vuole molto a “profetizzare” che ci sono eresie in arrivo… queste “profezie” che cavalcano sempre il comune sentire e le palesi constatazioni mi lasciano molto perplessa.

      • Il veritiero ha detto:

        No Lucis, effettivamente ha ragione, 2-3 profezie in anticipo dinmomti anni le ha date, le dimissioni di Benedetto e che avremmo avuto 2 papi. É vero, le ha date appena è stato eletto benedetto, quindi in tempi non sospetti. Le altre invece sulle eresie e sulla dottrina le ha date dopo, quando bergoglio era già papà e quando queste cose potevano essere calcolabile, però quelle su benedetto le ha prese davvero. Il problema è che di profezie ne ha prese 2-3 su 200… se ne aveva prese 2-3 su 6-7 Era più credibile, ma 2-3 su 200 diventa anche statistica.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Afferma un prestigioso collaboratore di una web:
    “We’re stuck with Francis. He’s the pope. He’s a bad pope. He’s arguably an evil pope. He’s so far from any conception of Catholic orthodoxy that it’s almost impossible to fathom how he could be pope. But the fact remains that he was elected in a legit conclave and universally accepted. So what now?”:
    https://onepeterfive.com/bishop-schneider-obtains-entirely-unhelpful-peronist-response-from-francis-on-diversity-of-religions/
    Caro Direttore e è ciò che più mi preoccupa, che non sappiano o non vogliano vedere in Francesco al profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta”, allora: quando verra l’Anticristo…?
    Saluti.

    • Il veritiero ha detto:

      Fratello mio, nell’anticristo e nel falso profeta la chiesa non ci crede purtroppo. I professori dei seminari ti indottrinano convincendoti che il libro della rivelazione di Giovanni “apocalisse” si é già compiuto nel 70 d.c. , e dicono che il 666 probabilmente era o Nerone che ha ucciso Pietro e Paolo ( i 2 testimoni di apocalisse ) O addirittura Diocleziano. I professori e i formatori dei studenti dei seminari insegnano che l’apocalisse già è avvenuta, e che quindi non deve venire nessun anticristo e nessun falso profeta. Io invece penso come te amico mio, penso anche io che in questo momento stiamo vivendo l’apocalisse e non ce ne vogliamo accorgere. Il dato scioccante però é che la chiesa insegna che i libri biblici sono tutti compiuti, e che quindi Dio é un Dio del passato, e non un Dio del presente e anche del futuro. Questo deve lasciar riflettete, il negazionismo interno alla chiesa.

      • Vittorio ha detto:

        Infatti. Uno come VITO MANCUSO in “Dio e l anima” afferma che la pausia e’ impossibile perché non e’ mai avvenuta. Io mi chiedo come facciano a recitare il credo. Ma non e’ da oggi….molti papi, penso, pregarono perché la fine del mondo fosse posticipata. Sinceramente, seppur capisco, mi lascia perplesso. Il rischio se uno si apprende alla sola ragione umana e’: se i morti non risorgono vana e’ la mostra fede e noi siamo immersi ancora nei nostri peccati e chi e’ morto e’ perduto.
        In pratica il cristianesimo sarebbe uno dei tanti messianismi falliti (Zoroastro ecc.)
        Bene speriamo sia arrivato sto anticristo e presto arrivi la Parusia.😎

    • virro ha detto:

      Si, il falso profeta, sta preparando la chiesa ad accogliere l’anticristo (certamente non abbiamo il calendario, ma la Verità non dice bugie e i fatti sono sotto i nostri occhi)
      Gesù ci ha già detto “… Poiché vi sarà allora una tribolazione grande quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà….” Mt 24,21-25)

      • Vittorio ha detto:

        Quindi la cosa e’ ancora lunga? Sta questione del falso profeta non la capisco. Sì Ezechiele ne parla ma se Bergoglio fosse come dite voi e sta distruggendo la chiesa l anticristo cosa verrebbe a fare? Mah…..Non AVETE MAI LETTO LIBRI TIPO ESCATOLOGIA OCCIDENTALE DI TAUBES ONI LIBRI DI SERGIO QUINZIO? LEGGETEVI LA SCONFITTA DI DIO E POI NON SO SE VI SENTIRETE SICURI NELLE VOSTRE CONVINZIONI.

        • Il veritiero ha detto:

          Io credo che Dio ci ha dato la soluzione dell’anima sul falso profeta, oltre che sulla scrittura ce l’ha data anche tramite i suoi grandi santi. San leone xiii papa, San malachia con la profezia del numero preciso dei papi. Voglio farvi notare una cosa su San malachia, San malachia ha fatto una lista di 112 pontefici che si sarebbero susseguiti sul trono di Pietro. Gli ha indovinato tutti con una precisione disarmante. Strano caso bergoglio non dovrebbe esistere, la lista si interrompe con benedetto xvi , e dopo benedetto xvi viene un certo “pietro romano” un uomo che sarà romano di nascita e che ha qualcosa a che fare con pietro. BERGOGLIO non esiste in questa precisissimo lista privatizzata da questo grande santo. E vi dirò anche un altra verità, quel ragazzo che vi ho detto che è dentro la chiesa è che ha dato profezie alla chiesa che si sono compiute davvero è romano di nascita, e ha visioni con San pietro… fate 1+1 e arrivate voi alla conclusione… forse che é questo ragazzo il profetizzato pietro romano? E perché bergoglio non risulta in quella lista? Forse non risulta perché lui è il falso profeta? Rifletterci, specialmente su quel ragazzo romano che ha visioni con San pietro, e ha dato profezie che si sono compiute e che la chiesa non nomina. Riflettete

          • Vittorio ha detto:

            Chi e’ questo ragazzo romano? A Malachia pare non credere pure Ratzinger (l’ ho letto in qualche libro prima o dopo la rinuncia) l escatologia e’ un mistero per me. Mi pare che nessuna rivelazione privata possa aggiungere nulla a quella pubblica. Non voglio sparare su San Paolo sarebbe troppo facile dire su 1 TS. Gesù stesso parla di una generazione poi del Regno già venuto. Certo 2000 anni son tanti! Il Deuteronomio dice che un profeta si vede che e’ mandato da Dio, se la profezia si realizza. Comunque se queste cose han fatto rialzare l’ attenzione sul maranatha delle origini, se ci fa capire che apocalisse non significa catastrofe ma RIVELAZIONE e che noi in ogni messa, in ogni padre nostro, preghiamo per la fine di questo mondo: viva la faccia! L’ importante e’ non perdere la fede. Così se viene uno e dice 2000 e non e’ cambiato nulla, Gesù nel n tornera’ più. Gli si può dire. No, io non so quando vetra’ ma credo lo stesso NELLA RESUREZIOME DEI MORTI E LA VITA DEL MONDO CHE VERRA!

          • Il veritiero ha detto:

            Io ho letto che Ratzinger quando gli hanno posto la domanda “secondo la profezia di San malachia lei potrebbe essere l’ultimo papà, lei cosa pensa di questo?” E Ratzinger ha risposto “tutto può essere”. Considerando che Ratzinger non ha detto immediatamente “Non scherziamo” e che lui pesa molto le parole, quel “tutto può essere lascia riflettere”. Questo ragazzo romano é un seminarista di un importantissimo ordine religioso Mariano, ha visioni con San pietro, e ha dato rivelazioni private riguardanti la chiesa di importanza mondiale al vaticano con 1-2 anni di anticipo, alcune si sono adempiute veramente in maniera stupefacente e altre sono ancora in attesa. Il vaticano non dice niente a nessuno, perché se 1+1 fa 2…. quello é davvero pietro il romano…E questo significa che bergoglio é illeggitimo…Non so’ se mi spiego. Tanto con questo ragazzo faranno come hanno fatto con padre pio e tutto gli altri santi, lo terranno nascosto in un convento finche non muore l, inveve di farlo papa. É tutto documentato nero su bianco, ci sono prove di quello che affermò.

          • Giov ha detto:

            Non sarà mica questo ragazzo, a cui Minutella si riferisce quando dice: “La Madonna sta già preparando il futuro Papa”?

          • Il veritiero ha detto:

            Non lo so’ se minutella ha detto una frase del genete oppure se parlava di questo ragazzo.l, sarebbe interessante approfondire. Io non lo seguo più minutella perché mi è successo 2 volte che ho detto La mia opinione nella chat e sono stato riempito di insulti pesanti, hanno inveito contro contro di me come cani rabbiosi, sono stato educato “all’inizio” ho solo detto la mia opinione ( anche io sono d’accordo con loro al 80%) , però per quel 20% che non ci accomuna mi hanno insultato e inveito contro in maniera vergognosa. Poi io da buon cristiano seguendo le indicazioni del mio confessore ho addirittura “fatto io le mie scuse alle persone che mi avevano offeso, inveve di farmele loro a me le ho fatte io a loro, per lanciare un segno di pace. Aspettandomi che loro che erano nel torto fra l’altro apprezzassero il gesto e ricambiassero le scuse. Visto che gli insultatori erano loro…E invece con arroganza si sono presi le scuse e hanno detto parole come se loro erano convinti di avere ragione” allora da quel momento ho capito che la maggior parte di persone che seguono minutella non sono equilibrate e ho smesso di sentire ciò che dice. Poi anche lui spesso esagera in alcune cose, e non mi convince il suo voler essere al primo posto, Gesu cristo ci insegna umilta, vi insegna di voler essere gli ultimi, ci insegna di essere i servi, lui invece vuole comandare, e si autoproclama guida in stile dittatoriale , invece di servire vuole essere servito, questi mi puzza. In questo ho intravisto.una smania di potere nascosta. Una smania anticristiana.

    • Rafael Brotero ha detto:

      L’articolo dove si trova la ridicola frase citata é una prova di piu che l’accettazione della legittimita del anti-papa é un viccolo cieco. É um testo disperato.

  • virro ha detto:

    A noi che siamo qui e condividiamo amore e dolore,
    cominciamo a ringraziare Nostro Signore Gesù Cristo, perché ci ha regalato Bergoglio, l’uomo/prete dalle molte facce (vattelapesca qual’è quella vera!)
    proprio a seguito delle sue eresie, il popolo cattolico si ritrova ad implorare con grande amore l’intervento di Dio sulla sua Sposa, la Santa Chiesa “le porte degli inferi non prevarranno su di essa”.
    Tutte le bestialità che sentiamo, (es. nella Santa Trinità si litiga; Maria e Gesù discutono; quando Gesù parlava non c’era il registratore; le parole scritte nei Vangeli erano le fiabe che si raccontavano le donne; Gesù è andato contro la morale………..)😱😱😱😱😱😱😱
    In questo nuovo Sinedrio non c’è un solo Giuda che si prende 300 denari,
    c’è il club mafioso di S.Gallo,
    c’è la CEI che bestemmia con “Avvenire”,
    c’è la loggia omosessuale,
    c’è il giornale del vaticano “Osservatore Romano”,
    c’è Obama-Clinton,
    c’è l’ONU,
    c’è Parolin, T.McCarrick (Cina),
    c’è l’arte di nascondere la verità e pubblicare le menzogne,
    ci sono i programmi studiati di nascosto per tradire l’innocenza,
    eh!…… quanti Giuda!!!!!

    non voglio dimenticare il Medioevo, che culla meravigliosa!

    Nella preghiera siamo ascoltati dalla Persona più importante che è: Dio Padre Dio Figlio Dio Spirito Santo
    Santa notte a tutti

    • virro ha detto:

      Mi correggo: al contrario il MEDIOEVO è stato custode di una ricca spiritualità cristiana

      • Giuseppe ha detto:

        Certo! Una spiritualità in cui giovani donne venivano mandate al rogo perché si credeva fossero streghe! Ma fatemi il piacere!
        Per voi contano più l’incenso o l’ostia degli esseri umani. Il Papa è eletto per opera dello spirito Santo, ma non Bergoglio. Era forse distratto, il vostro spirito Santo, quando è stato eletto Francesco?

        • Mary ha detto:

          La messa al rogo delle streghe nel Medioevo non era il modus operandi della Chiesa Cattolica ma protestante.

        • Gian Piero ha detto:

          Giuseppe, li roghi delle streghe sono il cavaglio di battaglia degli anticlericali d’ antonio.
          Come se ogni epoca non avesse i suoi peccati e i suoi orrori. Nel MedioEvo si mandavano al rogo le streghe, oggi i politici sedicenti cattolici che fanno le leggi permettono l’ infanticidio ( negli USA);, l’ eutanasia ( in Olanda) e la pillola blocca puberta’-per permettere agli adolescenti pre-puberi di cambiare ssso e’ permessa col consenso della Chiesa cattolica ( vedi articolo di oggi sulla Nuova Bussola Quotidiana) . Oggi alcuni propongono si sostitute l’ Ostia consacrata con la Yucca . E un domani proporranno il mate al posto del vino.
          Ogni epoca ha i suoi peccati, i nostri peccati moderni pero’ sono abbietti e vili. Non c’è la prendiamo con le streghe , ma coi bambini , coi disabili, coi vecchi, che mandavamo all’ altro mondo.
          Giuseppe, il nostro mondo progredito e’ sotto il tallone di Satana ugualmente o molto piu’ che quello in cui Dante scriveva la Divina Commedia e si innalzavano le Cattedrali. Oggi le cattedrali si vendono o si trasformano in parcheggi.
          Lei crede ingenuamente di vivere in un mondo di “ progresso” ? Si’ progresso materiale e tecnologico, senz’altro, progresso spirituale non direi. A noi, tradizionalisti, interessa l’ Incenso e la Santa Eucarestia? Certo , ! Come. Interessava a tutti i Santi della storia, compreso San Francesco D’ Assisi, il vero Francesco! ’ ’ La preghiera e i Sacramenti sono la porta verso la vera liberta’ In un mondo chiuso nella prigione di un materialismo nichilista e senza speranza. Finche’ ci sara’ La Santa Messa la Chiesa continuera’ ad esistere, quando i modernisti seguiti dagli attuali Vertici ecclesiastici avranno compiuto il sacrilegio supremo sulla Santa Messa, assisteremo all’ abominio della desolazione.

        • L ha detto:

          Ha ragione Mary. Un po’ di studio di Storia (dico “Storia” e non Leggenda Nera iniziata con l’Illuminismo), e con grande stupore si scoprirà che anziché mandarle al rogo quasi sempre In casa cattolica le streghe (o sedicenti tali) venivano salvate dal rogo. Al contrario dei Paesi protestanti dove il puzzo di bruciato si sente ancora oggi.

          E’ vero che la Vulgata ufficiale parla ancora come Giuseppe, ma basta un poco di buona volontà nel cercare libri politicamente scorretti (e come tali ignorati dalla pubblicità prona all’andazzo moderno), per togliersi questi salami interi dagli occhi. C’è anche Internet, che oltre a tanta immondizia come Wikipedia, per chi vuole offre anche cose buone in materia di sbugiardamento della vulgata anticattolica (perdonate il… neologismo, ma mi sembra efficace).
          So che può essere deludente riconsiderare tutto ciò che si è creduto durante l’arco di una vita; ma alla fine della salita uno può finalmente respirare a pieni polmoni, e allargare il suo orizzonte fino a quel momento chiuso nella caverna di Platone.

          • LucioR ha detto:

            Chiedo scusa, nel commento sopra dopo la “L” iniziale del mio nome è sparito il seguito (evidentemente l’ho cancellato senza accorgermi).

          • Mary ha detto:

            Posso consigliare ai dubbiosi, il libro di Rodney Stark: FALSE TESTIMONIANZE— Come smascherare alcuni secoli di storia anticattolica.
            Da notare che l’autore non è cattolico ma agnostico.

        • EquesFidus ha detto:

          L’Ostia consacrata è Dio: vorrei ben vedere che conta più degli esseri umani.

        • Alessandro ha detto:

          Perché vuoi negare che le streghe e i fattucchieri esistono? Vuoi negare che ci sono migliaia e migliai di persone tutti gli anni che sono costrette a ricorrere a esorcisti e alla chiesa per essere liberati dal male che gli hanno lanciato i maghi e i fattucchieri? Tu sai cosa é un maleficio? Sai cosa é una fattura? Sai cosa è un malocchio? Sono pratiche che le streghe, I maghi e le fattucchiere usano INVOCANDO IL DEMONIO E SPIRITI DEMONIACI e mandarli a fare del male alla persona per il quale sono stati ingaggiati, male che può avere diverse forme, da problemi fisici cronici, malesseri e malattie, tragedie economiche fino addirittura la morte o la possessione e vessazione demoniaca. E tu a persone che fanno queste cose cosa faresti? Gli stringeresti la mano e gli diresti ” Si bravi, continuate a invocare Satana e fare del male alla gente”

        • Chiamatemi pure TORQUEMADA. Me ne farò una ragione ha detto:

          Coloro che attaccano il Medioevo o sono pazzi o sono in malafede.
          Capisco che per tanti vale più l’affresco fatto da un individuo politicamente esposto quale Umberto Eco (chiedo scusa per aver scritto maiuscole le iniziali) che la verità della Storia.
          Il Medioevo è stato la grande epoca in cui le arti, la cultura e la scienza hanno posto le loro radici. Per ultimo quello in cui la Chiesa ha avuto la massima propulsione.
          Cominciamo con la parte laica (pare assurdo!). Il monachesimo occidentale è cominciato allora.
          Al di là della parte spirituale del monachesimo (la metto da parte per un momento quasi fosse marginale. In fondo per gente come Giuseppe evidentemente lo è), tutta la storia del Rinascimento e di oggi deve praticamente tutto ai monaci benedettini che con il loro copiare testi antichi (non solo religiosi) hanno costruito il sapere moderno, anche quello che ha conosciuto e su cui ha potuto studiare il modesto Umberto Eco (scusate ancora le maiuscole). Senza quella paziente opera dei benedettini avremmo saputo pochissimo del mondo antico e medievale. Meno che meno dei grandi matematici del passato, dei grandi storici della civiltà greca e latina. Tutto nel MEDIOEVO. Con gente del MEDIOEVO.
          Senza quei monaci benedettini non avremmo avuto la nascita della medicina moderna.
          Purtroppo non posso suggerire a quel sig. Giuseppe di visitare il museo di Sant’Eutizio a Preci perché praticamente distrutto dal terremoto.
          Non so se un giorno riaprirà, ma vorrei suggerire a quel sig. Giuseppe di andare a vedere quali strumenti chirurgici i monaci nursini avevano inventato e creato. Perché, io che sono medico, rimango allibito nel costatare che gli strumenti chirurgici d’oggi sono tutti fatti a copia di quelli realizzati dai monaci. Anche quelli che oggi vengono realizzati nella città tedesca di Tuttingen dove sono nate oltre seicento fabbriche moderne di strumenti chirurgici.
          E poi, sig. Giuseppe, sappia che i primi veri medici (non gli stregoni del tempo romano, quello antico) erano proprio i monaci. La medicina la praticavano i monaci, fino a che i Capi del monachesimo ne proibirono la pratica affinchè i religiosi non fossero troppo distratti dalla preghiera. Tutto nel MEDIOEVO.
          Ma appartenevano al medioevo artisti fantastici del calibro di Dante Alighieri (sono convinto che a lei Sig. Giuseppe piaccia più “il nome della rosa” che non la “Divina Commedia”!), Petrarca, Boccaccio, Giotto.
          Ma in campo spirituale appartenevano al medioevo San Francesco e tanti altri santi che è meglio non nominare per non correre il rischio di dimenticarne qualcuno.
          E soprattutto non va dimenticato che il medioevo è stata la madre del Rinascimento.
          Invece di parlar male del Medio Evo, siate onesti e puntate la vostra attenzione su quanto viene compiuto oggi.
          Se lei sig. Giuseppe si sente una persona libera, oggi nel secolo tecnologico, forse sarebbe bene che si ritirasse un momentino in disparte a riflettere.
          Nessuno di noi è veramente libero. Tutto ci viene imposto dall’alto di una schiera che impone un pensiero unico. E questo non è un secolo buio. È TENEBRA!
          La nostra unica salvezza era proprio la nostra Fede e la nostra Chiesa che, specialmente con questo Papa, è scivolata in un relativismo impressionante. Forse lei sig. Giuseppe ha proprio bisogno di questo relativismo per sentirsi giustificato dinanzi a Dio.
          Io VOGLIO invece continuare a credere solo in Gesù Cristo che ha voluto dirmi che la strada per la salvezza è stretta.
          STRETTA; tutt’altro che un’AUTOSTRADA!

  • Giuseppe ha detto:

    Allora ragazzi, dai! Finiamola con questi scherzi, ormai avete un’età…
    Satana non esiste, omosessuali si nasce o si diventa, ma comunque non è una colpa, le donne possono anche non fare solo le casalinghe o le mamme, si può fare sesso prima, durante e dopo il matrimonio anche senza per forza voler procreare, se non si va più d’accordo si divorzia perché è un delitto vivere nella reciproca (non) sopportazione. E se proprio volete dir messa, fatelo senza dare le spalle a chi vi ascolta, perché gli esseri umani meritano più rispetto di un altare di marmo o dell’abside. Ah, dimenticavo, Dio non esiste, ma se esistesse credo che non avrebbe una grande opinione di voi.

    • Boanerghes ha detto:

      Non avrebbe una grande opinione di te. Ti ama, ma certo non si compiace di te.
      Libero di pensare come vuoi, ma se non credi che ci stai a fare qui?
      Perché i discorsi spirituali si fanno e si intendono per mezzo dello stesso Spirito che ne è la fonte.
      Diversamente, caro frate mosca, per dirla alla S. Francesco, vai per la tua strada.

    • Adriana ha detto:

      Padre ,
      si firmi col suo nome , per piacere : Arturo . Chè tanto si riconosce egualmente !

    • EquesFidus ha detto:

      Scusami, ma cosa vuoi a parte trollare? Tanto, nessuno di noi crederà in queste cose (almeno spero!), come l’affermazione grottesca che celebrare la Messa “di spalle” (cioè al modo tridentino) sia un’offesa ai fedeli. Smettila di scrivere certe cose, nessuno ti obbliga a certe sparate.

  • Gaetano2 ha detto:

    … e se fosse pure satanista? Ma no…

  • Elisa ha detto:

    Ammetto che stavolta non ho capito il problema è l’articolo. Scusate. 🤔

    • deutero.amedeo ha detto:

      Ho interpellato l’Istituto Superiore di Ricerche Epistemologiche Brembano sul suo difficilissimo caso e mi è stato risposto: se non ha capito dove sta il problema, ma è interessata a capirlo, chieda chiarimenti.
      Saluti.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Caro dr. Tosatti, mi associo al senso di sgomento dell’Osservatore Marziano, l’articolo inviato è concettualmente confuso, non fa nemmeno un buon servizio al papa (più o meno) felicemente regnante ! Se il dr. Monda (d’ora in avanti dr. M) è il direttore dell’Osservatore Romano sarebbe bene dimostrasse una coscienza ben formata, documentata sul Catechismo della Chiesa Cattolica (d’ora in avanti CCC). E invece no ! Cosa fa ? Si rivolge ad uno scrittore, Umberto Eco (dr. E), che più che laico è felicemente ateo. Ma certo che poi non avrebbe potuto scrivere quello che ha scritto… Infatti nel CCC ai n. 2851, n 391s; n. 414 si legge che “il male non è un’astrazione, indica invece una persona, Satana, il maligno, l’angelo che si oppone a Dio. dià-bolòs è colui che si getta di traverso al disegno di Dio ed alla sua opera di salvezza compiuta da Cristo” e che “Il Figlio di dio è apparso per distruggere le opere del diavolo (1 Gv 3:8)… la più grave è la seduzione menzognera che ha indotto l’uomo a disobbedire a Dio.” E, purtroppo, questa inclinazione alla disobbedienza (peccato originale), noi l’ereditiamo, se mi si permette il “modernismo” ce l’abbiamo nel DNA, chi più chi meno. Diversamente dagli Angeli decaduti la cui scelta è stata irrevocabile (Concilio Lateranense IV) noi umani, per grazia del Signore Gesù, possiamo pentirci (conversione), ed iniziare una vita nuova. Ovviamente questo schema dottrinale al dr. M non andava bene, per cui ha scelto il dr. E, il quale scrive che “il diavolo non è il principe della materia. Il diavolo è l’arroganza dello spirito, la fede senza sorriso, la verità che non viene mai presa dal dubbio. Il diavolo è cupo perché sa dove va, e andando va sempre da dove è venuto.” Come si può vedere comparando il CCC e il dr. E abbiamo una piccola differenza. Nel CCC egli è una persona, nel dr. E è un certo tipo di comportamento/i. Ne “Il Nome della Rosa” il nostro dr. E fa un’operazione interessante: rovescia il racconto evangelico: il monaco che è cieco è il credente. Il venerabile Jorge, la cui fede lo porta ad essere un rigido fariseo. Egli si turba sia per il riso che per l’amore della conoscenza e anche per la sessualità, più o meno deviata, tra i monaci. Ed ovviamente è un pazzo criminale. Mentre “colui che vede”, e che vedendo ha misericordia, è Guglielmo da Baskerville, il monaco che ama ridere e sorridere della realtà delle cose, che non ha pregiudizi sulle varie esperienze che, nella vita, si possono fare. Capisce, lui che ci sono situazioni, esperienze… Un uomo che, volenti o nolenti, se non ateo appare un fratello stretto di un altro Guglielmo, quello che veniva da Ockham, il precursore di Cartesio e del suo razionalismo… Ovviamente il dr. E pensa che il diavolo non esista, e nemmeno il peccato originale. Il diavolo è il frutto di una pessima educazione, oppure della società…E questi concetti vengono ripresi dal dr. M che assume per sé la frase ridondante “Innanzitutto l’arroganza dello spirito:il male non tocca la materia ma è squisitamente spirituale” e con questo egli dimostra che oltre a non aver letto, o preso in considerazione il CCC, stessa operazione ha compiuto sicuramente con i Vangeli ma anche con San Paolo. Un’unica obiezione: è vero che si possono commettere molti peccati senza coinvolgere la materia, ma ce ne sono alcuni che la coinvolgono, eccome. Se sua moglie gli mettesse le corna, sicuramente avrebbe toccato, per così dire, la materia. Se, per dire, egli venisse aggredito e malmenato a scopo di rapina, sicuramente non la considererebbe un’esperienza solo spirituale. Ovviamente non gli si augura nessun male, sono solo esempi che se prova ad applicarli mentalmente a sé, forse, ne sentirebbe meglio tutta la materialità. E sarebbero un’opera dell’inferno, almeno sinchè qualcuno non avrà sdoganato i Comandamenti. Che però per quanto mano umana possa sdoganarli, poiché li ha scritti il Signore rimangono sulla roccia, la roccia della Tradizione con tutta la sua autorità. Mi occupo solo di un’altra frase poiché è di una gravità assoluta: “il diavolo è la verità che non viene mai presa dal dubbio.” Per un cristiano la Verità corrisponde a Gesù Cristo che nel Vangelo DICE “Io sono la Via, la Verità e la Vita” e “Andate ad insegnare tutto ciò che vi ho detto” “Ogni potere mi è stato dato in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate miei discepoli (…) insegnando loro ad osservare tutte quante le cose che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni sino alla fine dell’età presente” (Mt 28) “Allora aprì loro la mente per capire le Scritture” (Lc 24: 45) Qui il Signore risorto ci dice per cosa ci ha dato la Chiesa, non per seminare o coltivare il dubbio, ma per chiarire e confermare i dubbiosi e riportare all’ovile gli erranti. Nella lettera di San Giacomo il Signore ci dice “ Se qualcuno di voi manca di sapienza, la domandi a Dio, che dona a tutti generosamente e senza rinfacciare, e gli sarà data. La domandi però con fede, senza esitare, perché chi esita somiglia all’onda del mare mossa e agitata dal vento;e non pensi di ricevere qualcosa dal Signore un uomo che ha l’animo oscillante e instabile in tutte le sue azioni. “e in san Giuda aggiunge “ conservatevi nell’amore di Dio, attendendo la misericordia del Signore nostro Gesù Cristo per la vita eterna. Siate misericordiosi verso quelli che sono indecisi,e salvateli strappandoli dal fuoco; “ Per cui al Signore il dubbio, e l’indecisione, nei suoi discepoli non piace, e se la Chiesa li lascia in questo stato manca di misericordia, e rischia di lasciarli andare all’inferno. E doverne rispondere a Lui, che è il vero Capo. E quale più bella illustrazione di Nostro Signore c’è se non quella che è lasciata per nostra sicurezza nei Salmi ?
    “Il Signore è il mio pastore: nulla mi manca! In erbosi pascoli mi fa riposare, presso refrigeranti acque mi nutre, ristora l’anima mia. Mi guida per retti sentieri a motivo del suo nome. Quand’anche camminassi tramezzo all’ombra di morte, non temerei sciagure, poiché tu sei con me. La tua verga e il tuo bastone mi confortano.” (Samo 22). In cordibus Jesus et Mariae.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    E’ proprio vero che non c’è limite al peggio.
    Finchè certe cose le dice il papa, pazienza. Ma quando il direttore dell’Osservatore Romano, anzi dell’osservatore romano, scrive ciò che riporto qui sotto, o mi lascio andare alla disperazione o mi scompiscio dalle risa fino a domani.
    Cito:
    – “la realtà è superiore all’idea”: speravo che questa massima (?) passasse ormai sotto silenzio per evitare figure di palta al papa al quale questa frase è sfuggita forse in un momento di distrazione. Invece no, la citiamo tutti i giorni.
    -“avviare processi, non occupare spazi”: questa è la summa del pensiero bergogliano. Non la commento per rispetto ai lettori.
    Il resto dell’articolo è una sequenza di citazioni di Umberto Eco commentate da Andrea Monda. Non le riporto per pudore. Ma ammetto che eleggere Eco a teologo di riferimento del papa, è un bel passo avanti rispetto alle banalità di un Benedetto XVI.

  • Claudius ha detto:

    In effetti l’articolo di questo tizio dell’Osservatore Romano e’ un ridicolo guazzabuglio di parole in liberta’, argomenti senza senso e patetici “non sequitur” dall’inizio alla fine.

    Inoltre, condire un discorso idiota con citazioni colte (peraltro la scelta di Eco fa sospettare che questo tizio confonda la citazione colta con quella “fashionable”) non lo rende piu’ vero, perché una cazzata rimane una cazzata, a prescindere dalla retorica con cui la si imbelletta.

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Una supplica per l’Istituto Statistico Paravaticano.
    1) Quanti esorcisti ci sono in Vaticano e dintorni?
    2) Quante volte è stata scritta e pronunciata la parola “immigrati” nelle ultime 7 ore?
    Grazie.

    • Istituto statistico paravaticano ha detto:

      In attesa di ricevere i dati, posso dirLe che al buon Tosatti è bastato citare satana in questo articolo per vedersi sconquassato il sito. Statisticamente interessante anzicheno.

      • deutero.amedeo ha detto:

        La Statistica? Noto e arcinoto il sonetto di Trilussa, ma sempre bello e divertente da leggersi.
        LA STATISTICA
        di Trilussa

        Sai ched’è la statistica? È na’ cosa
        che serve pe fà un conto in generale
        de la gente che nasce, che sta male,
        che more, che va in carcere e che spósa.

        Ma pè me la statistica curiosa
        è dove c’entra la percentuale,
        pè via che, lì,la media è sempre eguale
        puro co’ la persona bisognosa.

        Me spiego: da li conti che se fanno
        seconno le statistiche d’adesso
        risurta che te tocca un pollo all’anno:

        e, se nun entra nelle spese tue,
        t’entra ne la statistica lo stesso
        perch’è c’è un antro che ne magna due.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Francesco il “Falso profeta”:
    Adulterio e omosessualità. Le due parole sparite:
    http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/03/08/adulterio-e-omosessualita-le-due-parole-sparite/

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Fulton Sheen: Il profeta falso preparerà una cassa-chiesa:
    Fulton Sheen: The false prophet will set up a counter-church:
    https://www.churchmilitant.com/news/article/sheen-heading-home
    Saluti.

  • Mary ha detto:

    Finchè il problema dei caratteri sussisre, zoommate a 150.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Che figura de stupit.
    Parabola di deutero.amedeo.
    Ero molto più giovane , naturalmente. A Ponte di Legno (per chi lo conosce) in Piazza Europa c’era un distributore di benzina. Una domenica nel tardo pomeriggio, prima di rientrare, andai con la mia macchina a fare benzina. Un tizio, che passeggiava stancamente con moglie e figli, mi gridò, mentre passavo:– vada a piedi che fa bene alla salute!–.
    Io in mattinata, avevo fatto la salita ovest del Castellaccio (per chi sa che cosa è).
    Allora sono sceso dalla macchina e ho detto al tizio:- Si volti, guardi quella cima: io oggi sono stato là e lei dove era?–.
    A questo punto la moglie disse al tizio :– che figura de stupit che te gh’et fat! —

    Mi spiace ma anche qui, e non l’avrei mai immaginato, di gente che fa la figura del stupit ce n’è, eccome se ce n’è.

  • Problemi grafici ha detto:

    Confermo anch’io che il sito viene visualizzato con caratteri molto piccoli. Tuttavia, in attesa di una soluzione definitiva, a coloro che sperimentano lo stesso problema faccio presente che i più diffusi browser hanno una funzione di zoom con la quale è possibile ingrandire il testo, generalmente contenuta nel menu “Visualizza”. Alternativamente, se avete un mouse con la rotella, ruotatela in avanti tenendo premuto il tasto Ctrl.

  • Grog ha detto:

    La domanda da farsi non é tanto come ‘sto Monda é diventato direttore dell’OR ma, soprattutto,cosa si beve o cosa se fuma.

  • Stefano ha detto:

    Bergoglio insiste parlando del demonio?… “Ma mi faccia un piacere ” direbbe il grande Totò. Insiste esattamente come quando affronta il tema omosessualità /unioni /”matrimoni” tra invertiti: praticamente mai!! Voglio però commentare due notizie di oggi, assai curiose. La prima: bergoglio ha detto al clero di Roma che adesso la chiesa, dopo gli scandali del passato, si sta purificando…. Che soffia lo spirito…
    .. Si, è arrivato lui a purificarla… Infatti corrotti, gay e predatori seriali( che poi molto spesso corrispindono) sono terrorizzati dal repulusti implacabile di questo papa.
    La seconda.. Esilarante addirittura : oggi è stata diffusa la notizia che bergoglio ha risposto ad una attivista (americana credo) dell’ideologia vegana, che gli aveva a suo tempo lanciato un appello x una “Quaresima vegana”. Leggendo questa news mi sono balzate alla mente 2 cose. La prima: il tempo di rispondere ai vegani lo trova. Per i vescovi, cardinali o semplici fedeli che gli esprimono dubbi o perplessità sul suo operato no. (grande segno di debolezza questo! Si evita il confronto perche consapevoli di essere perdenti.. E allora si reagisce con la rabbia e la stizza.. O col silenzio).
    La seconda : appena letta la notizia assai comica (o penosa, dipende dai punti do vista) non ho potuto non pensare istintivamente, anche in considerazione della stazza non proprio da “stuzzicadenti” dell’interessato, ad una celebre battuta del film “il compagno don Camillo” dove, alla notizia dello “sciopero della fame” del formidabile parroco, uno degli scagnozzi di peppone commenta divertito:”quello la mattina invece del caffè si sveglia con un pentolone di minestrone… e adesso si mette a fare lo sciopero della fame?”…

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ma MONDA ci crede al diavolo?
    Non l’ho capito perché parla parla, cita Umberto Eco che al diavolo non credeva, ma non conclude.
    Mi sembra abbia avviato un processo senza avere idea dove le sue parole andassero a finire.
    Tranquillizziamo Monda: non è da mettere in dubbio che il Papa faccia delle belle catechesi, solo che il suo Magistero mi sembra si riduca a poca cosa.
    E’ vero, in Amoris laetitia quello di Papa Francesco sembra un Magistero “rivoluzionario”, ma a mio parere quel documento è costituito da alcune bellissime riflessioni sul matrimonio, cioè delle belle catechesi, e una serie di ipotesi e di domande sulla Comunione ai divorziati risposati. Ma di Magistero c’è poco o nulla.
    Un modo di non fare Magistero che, però, purtroppo, può comportare danni spirituali enormi, visto che per molti “osservatori” un gran numero di persone oggi si accosta alla Comunione senza neanche più confessare i peccati gravi.
    Ricordo che è DOGMA che il Magistero di un Papa deve sempre andare nella STESSA DIREZIONE e avere lo STESSO SENSO del Magistero precedente. Altrimenti non è Magistero, ma solo espressione di idee personali, come i libri di Benedetto XVI su Gesù di Nazaret che, per quanto dottrinalmente perfetti, lui stesso disse che potevano essere criticati.
    Evidentemente non è scontato che tutto ciò che esce dalla bocca del Papa sia Magistero. Del resto se il Concilio Vaticano I specifica le condizioni che deve avere il Magistero pontificio, vuol dire che altre espressioni del Papa che non soddsfano certe condizioni, non sono Magistero.
    Oppure, se tutto è Magistero,certe parole vanno comunque interpretate secondo il senso del Magistero precedente anche se il Papa, per assurdo, non volesse.
    O di riffa, o di raffa, il Magistero di Giovanni Paolo II e del Catechismo della Chiesa Cattolica, non si tocca!

    • carlone ha detto:

      Ah sii? ? Ma non fu GPII ha togliere la scomunica ai divorziati nel suo magistero?

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Che c’entra il dare o togliere una scomunica com Magistero?

        • carlone ha detto:

          In quanti siete a scrivere con lo stesso nick? Se lei è il solo è meglio che capisca ciò che scrive .

          • Astore da Cerquapalmata ha detto:

            Sig. Carlone intendevo dire che tofliere una scomunica non è un atto di magistero. Il magistero riguarda l’insegnamento non il governo della chiesa

          • carlone ha detto:

            Questo è vero , dato che la scomunica è un dato giuridico e quindi di governo , ma.nella.sostanza lo è in quanto non permette la piena comunione con la.Chiesa voluta dal Magistero.
            Allora se prima di Gpll i divorziati erano fuori dalla vita della Chiesa con Gpll vengono ammessi a partecipare alla vita della Chiesa fino ad un certo punto. Con Francesco si fa un passo ulteriore.
            Può piacere o meno , ma stando a ciò che lei ha detto , se Papa Francesco non poteva modificare una virgola del Magistero di GPII , nemmeno di GPII allora avrebbe potuto togliere o aggiungere qualcosa del Magistero precedente , non trova?

  • Rafael Brotero ha detto:

    Opportuno l’accostamento di Eco a Bergoglio, i due massoni. L’idea é che la Chiesa Cattolica sia satana, e per questo bisogna distruggerla. La fede senza dubbio, la fede senza il sorriso: non é difficile riconoscere qui una caricatura della vera Chiesa.
    É ormai piu chiaro del sole che ha ragione don Minutella: é arrivata l’ora dello schieramento. La falsa chiesa bergogliana é satanica, é impossibile essere cattolico e bergogliano, bisogna uscire fuori.

    • Il veritiero ha detto:

      Non ascoltare assolutamente don minutella, anche all’inizio incuriosito la seguivo su internet, ma poi mi sono reso conto che quasi quasi è più eretico lui di bergoglio, se la giocano a sorte per chi é più eretico. Ho sentito dire a minutella dopo che é stato scomunicato ( ingiustamente, lo ammetto, bastava ridurlo allo stato laicale) ha cercato di allontanare le persone che lo seguono dalla santa comunione, cercando di indire un digiuno eucaristico di protesta, assolutamente contro Dio questo modo, fino al giorno prima che lo scomunicavano lui stesso faceva la comunione, la stessa comunione Che dopo che è stato scomunicato ha disprezzato. Lui è caduto nelle tenebre e ha cercato di trascinare nelle sue stesse tenebre anche quelli che lo ascoltano. Poi ricordiamoci la promessa di Gesù sulla sua chiesa ( E lo porte dell’inferno non prevarranno su di essa) tradotto significa che la sua chiesa per quanto messa alla prova e per quanto inquinata rimane pur sempre la santa Chiesa di Gesù, certo siamo nel pieno della battaglia, ma non dobbiamo separarci noi dalla chiesa, ma invece dobbiamo difenderla e buttare fuori i nemici. Invece lui parla di separazione, di scissione, fate attenzione signori, minutella sta’ cercando di creare una falsa chiesa dove lui si è AUTOPROCLAMATO leader, fate attenzione al suo sporco gioco. Lui non sta mirando a salvare anime, lui sta mirando a ben altro, possibile che non lo vedete? Lui cerca di far uscire i fedeli dalla chiesa, inveve non deve essere così, I fedeli devono rimanere nella chiesa “una, santa, cattolica” dove le porte degli inferi “mai” prevarranno. Se domani l’isis invade una città , gli abitanti di quella città cacciano via gli intrusi oppure se ne vanno via senza reagire regalando la loro città agli intrusi? E senza parlare poi dei mi esaltati che lo seguono, io l’ho seguito un periodo e appena dici qualcosa che è contro il loro modo di pensare ti riempiono pesantemente di insulti, dicono STUPIDAGINI, farneticanti cose assurde. Loro non si rendono conto che ormai sono adepti di uns Setta in piena regola. Potevano essere una comunita’ , ma con i loro modi si sono trasformati in setta.

      • Mary ha detto:

        Veritiero@
        Io lo seguo meglio di prima don Minutella. Fin’ora ha detto cose giuste e con precedenti. Anche papa Benedetto aveva parlato di digiuno EUCARISTICO nell’eventualità di pericoli gravi per la fede.
        E non cerca nemmeno di far uscire i fedeli dalla Chiesa, anzi li sta invogliando a rimanerci, in quella vera s’intende e sta facendo di tutto per farcela conoscere. Se poi tu hai il para-occhi che non ti fa vedere oltre, contento tu…..

      • giovanni squillace ha detto:

        Don Minutella è predestinato a diventare papa dopo Benedetto XVI. Rimarrà l’unico chierico esponente della vera Chiesa e l’unico titolato a combattere contro gli antipapi della falsa chiesa. E’ già vescovo de facto e in pectore. Il peso della responsabilità pontificia graverà tutto su di lui ed avrà bisogno dell’appoggio di tutti i christifideles laici fuggiti o scacciati dalla falsa chiesa.

        • Il veritiero ha detto:

          Se deve esserci un successore di Pietro sarà il signore a sceglierlo, come ha unto Davide e come ha unto Giacobbe o pietro. Non è minutella che si autoproclama da solo, seguito da 1000 folgorati che stanno sempre a prendere a parolacce pesanti chi invece vuole dialogare e confrontarsi. L’ultimo papà sarà un ROMANO di nascita e sarà un unto da Dio. A meno che minutella non vuole incarnare egli stesso le vesti DELL’ANTICRISTO, OPPONENDOSI ALLA SCELTA DI DIO. rifletterci su questa ultima frase che ho detto.

      • Gregorio ha detto:

        Solo immaginare cosa fanno con quelle mani e quelle bocche penso che bisogna digiunare per motivi di sanità pubblica.

      • Rafael Brotero ha detto:

        Non é vero. Don Minutella non vuole allontanare i fedeli dalla, Chiesa, solo dalla falsa chiesa bergogliana, simulacro satanico. Le autorita su cui si basa sono, tra altri, l’Aquinate, Irineo, Gerolammo, Cipriano. Lo há spiegato mille volte, e i suoi video si possono trovare su YouTube o su Facebook. Chi vuole capire, capira.

        • Il veritiero ha detto:

          All’inizio anche io pensavo le tue stesse identiche cose. Poi ho visto quando simulata la voce di padre Pio e Maria in falsetto e mi sono dovuto ricredere. Poi non è come dici tu, minutella non è l’unico che ha preso posizione, ci sono persone che nell’ombra lottano e stanno sacrificando tutta la loro vita nell’ombra. Minutella è un furbo, ha capito che ha un seguito di persone non molto sveglie (parliamoci chiaro) metteteli davanti una persona veramente istruita in materia e che gli fa’ un vero contraddittorio e guardate come lo bugiarda in 5 minuti. Lui continua con i suoi soliti cavalli di battaglia ( bergoglio eretico- chiesa corrotta- teologi eretici) e questo lo sappiano tutti, lo sappiamo tutti che bergoglio è i modernisti sono eretici. Allora perché uno dice che i politici sono ladri e corrotti allora lo facciamo presidente della Repubblica? Svegliatevi. Nel suo cuore brama il potere, brama il comando, brama di comandare una congregazione fondata da lui, e sto sta’ giocando la carta del malcontento verso la chiesa. Ci aveva già provato con piccola Nazareth. Svegliatevi

  • anonimo verace ha detto:

    è tutto microscopico, ora !!!

  • Istituto Statistico Brembano ha detto:

    Ve li do io i dati che servono
    parola AT NT TOT
    Demonio 8 20 28
    Demoni 0 46 46
    Diavolo 1 34 35
    Satana 18 36 54

    Non so come verrà l’allineamento dei dati, ma ci ho provato
    Queste sono le ricorrenze che veramente interessano : quelle che si trovano nella Sacra Scrittura .

    Saluti e buona giornata. Firmato: deutero.amedeo (Moderatore verifichi, e certifichi la prego)

    • deutero.amedeo ha detto:

      Penso si capisca. In ogni caso lo spiego. A destra di ogni parola ci sono tre numeri : il primo è la ricorrenza nell’Antico Testamento, il secondo la ricorrenza nel Nuoto Testamento, il terzo è il totale per parola. Esempio:

      Demonio : AT = 8 ricorrenze; NT = 20 ricorrenze; TOT= 28 ricorrenze.

      • istituto statistico paravaticano ha detto:

        Egregio Utente, il Suo intervento in sé non serve a nulla, non perché non sia interessante, ma perché non c’entra con la materia odierna, che riguarda l’insistenza del papa nel parlare del diavolo. Ciononostante La devo proprio ringraziare perché mi sono accordo di aver usato – non so perché – il termine “occorrenze” in luogo di “ricorrenze”. Me ne sono reso conto leggendo il Suo intervento. Pertanto La ringrazio e saluto cordialmente.

        • deutero.amedeo ha detto:

          Prego, non c’è di che. Non sono un linguista, ma nel senso di quante volte una parola compare in un testo occorrenza e ricorrenza si equivalgono. Deferenti ossequi.

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Gia’ affiancare un paladino della verita’ della Fede cpme Chesterton, a un campione dello scetticismo antireligioso come Eco, il quale con tutta evidenza intende il diavolo solo in senso figurato, rende nullo tutto il discorso. Dobbiamo considerare , e insegnare ai bambini, come”diabolico” avere delle certezze?
    Pare che, da qualche tempo, sia obbligatorio , se si cita un autore cattolico, citarne un altro di campo avverso; da anni tale e’ regola seguita da Ravasi.
    I

  • Istituto Statistico Paravaticano ha detto:

    Buongiorno Tosatti,
    oltre a segnalare ai tecnici il malfunzionamento del sito, che qualcuno, vedo, ha già attribuito ad interventi di hacker (mentre è un semplice problema di kriptonite rimasta nell’inchiostro dell’Osservatore Marziano), occorrerebbe segnalare al Suo nuovo Ospite che dai vari pianeti del sistema solare è possibile connettersi al sito del Vaticano e consultare il motore di ricerca interno per verificare se un Papa abbia o meno insistito sul qualche tema particolare.
    Facendo una ricerca testuale, dal sito della Santa Sede escono le seguenti occorrenze:
    a) parola “diavolo” – 581 occorrenze in italiano, di cui
    339 Francesco
    107 Giovanni Paolo II
    28 Benedetto XVI
    11 Paolo VI
    4 Pio IX
    3 Pio VI

    b) parola “demonio/demoni” – 583 occorrenze in italiano, di cui:
    203 Francesco
    149 Giovanni Paolo II
    28 Benedetto XVI
    21 Paolo VI
    19 Pio XII
    6 Pio IX

    c) parola “satana” – 468 occorrenze in italiano, di cui:
    189 Giovanni Paolo II
    124 Francesco
    30 Benedetto XVI
    14 Pio XII
    8 Paolo VI
    7 Pio XI

    d) parola “lucifero” – 16 occorrenze in italiano, di cui:
    4 Francesco
    4 Giovanni Paolo II
    2 Giovanni XXIII
    2 Leone XIII
    2 Paolo VI
    1 Benedetto XVI

    Note:
    – ciascun dato dev’essere in parte ridotto, perché il motore di ricerca evidenzia interventi duplicati (nel senso di contenuti in modo identico in diverse sezioni del sito e quindi li propone due volte); tendenzialmente i dati relativi a Francesco, Benedetto e Giovanni Paolo II dovrebbero essere ridotti di 1/3. Per i Papi precedenti a Benedetto XVI le cifre sono eccessivamente ribassate, non essendo presenti nel sito tutti i testi ufficiali. Nel caso di Lucifero, i valori esatti per Francesco e Giovanni Paolo II sono 2 a testa, mentre per gli altri Papi i dati sono corretti.

    – altre occorrenze fanno riferimento a documenti di Congregazioni o altro, non Papi.

    – dalla verifica testuale è emerso che satana viene indifferentemente scritto con la “s” maiuscola e minuscola. Nel Rituale Romano, Satana è scritto con la maiuscola.

    – interessante notare che l’attuale Papa ha iniziato a nominare il demonio già nella sua prima messa con i Cardinali del 14.3.2013: «Quando non si confessa Gesù Cristo, si confessa la mondanità del diavolo, la mondanità del demonio».

    Cordiali saluti.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Questi dati non significano niente , perché non dicono a che fine e in che termini le parole diavolo, demonio, demoni , satana vengono usati nei diversi documenti. Se uno scrive: il diavolo non esiste, il diavolo è una immagine letteraria del male e cose del genere, intra text si limita a registrare la parola diavolo.

      Nell’osteria del mio paese il diavolo viene nominato decine o centinaia di volta al giorno : porco diavolo, oggi fa un tempaccio del diavolo, sei peggio del diavolo, non ti vuole neanche il diavolo. Ma questo non dimostra che al mio paese si creda (in senso teologico/demonologico) in modo particolare all’esistenza del diavolo.

      O no?

      • Gian piero ha detto:

        Quindi secondo l’Istituto Statistico l Paravaticano tutte le volte che l’attuale pontefice manda al diavolo i suoi cosiddetti critici o nemici , i cardinali dei Dubia, i francescani dell’Immacolata mons. viganò ecc, il sito registra la parola” diavolo”
        accidenti , quante volte li ha mandati al diavolo! ..
        :-))))

        • deutero.amedeo ha detto:

          In effetti è così.
          Le applicazioni di ricerca per parola guardano alla parola come segno grafico, non tengono conto dell’ aspetto semantico né del contesto.
          Registrano la parola e basta.
          Ciò non toglie che siano strumenti utilissimi. Ma sulla loro efficacia è l’intelligenza del ricercatore che fa la differenza.

          • deutero.amedeo ha detto:

            Anzi no, scusate. Non è l’intelligenza ma il DISCERNIMENTO. Parola del Papa.
            Vorrei fare una richiesta all’Istituto Statistico Paravaticano : quante volte nell’epoca ante Bergolium nelle omelie di preti, monsignori, vescovi, arcivescovi, vice quasi sostituti provvisori presidenti di istituende congregazioni, era d’obbligo dire almeno tre volte: –come ha detto il Papa– ?

        • Istituto Statistico Paravaticano ha detto:

          Buongiorno,
          rispondo cumulativamente ad entrambi gli Utenti.
          Il motore di ricerca del sito Vaticano consente di estrarre, per ogni occorrenza, il documento in cui trovasi il lemma ricercato e riporta in elenco un estratto del documento in cui la parola è menzionata.
          E’ altresì possibile effettuare raffinare i risultati mediante ricerche avanzate – come consentono tutti i motori di ricerca – e quindi di verificare quante occorrenze vi siano, ad esempio, per l’espressione “vadano al diavolo” o “il diavolo non esiste”.
          Suggerisco di fare qualche esercitazione pratica che, almeno quanto al sig. Deutero.Amedeo, sarebbero sicuramente più salutari che non starsene nella nota osteria del suo paese.

          • Maria ha detto:

            Ben detto. Questo blog è pieno di livorosi. Bravo.

          • LucioR ha detto:

            Lei che è così bravo a dirci quante volte l’Illustre ha sbadigliato, ci dica, quante volte (spero solo una) ha affermato, essendogli stato chiesto dal Scalfari : «le anime cattive? Dove vengono punite?» che «non vengono punite, quelle che si pentono ottengono il perdono di Dio e vanno tra le fila delle anime che lo contemplano, ma quelle che non si pentono e non possono quindi essere perdonate scompaiono. Non esiste un inferno, esiste la scomparsa delle anime peccatrici»?

            E dopo di questo, mi sa dire, dal momento che «non esiste l’inferno» se l’Illustre ha stabilito dove diavolo abitano i diavoli?

          • deutero.amedeo ha detto:

            Scusi non ho capito cosa dovrei imparare….
            Forse questo? Ma lo sapevo già. Grazie.
            1 Tb 3: 8| che Asmodeo, il cattivo demonio, glieli aveva uccisi, prima
            2 Tb 3: 17| a liberarla dal cattivo demonio Asmodeo. Di diritto, infatti,
            3 Tb 6: 8| uomo o donna, invasata dal demonio o da uno spirito cattivo
            4 Tb 6: 14| sentito inoltre dire che un demonio le uccide i mariti. ~
            5 Tb 6: 15| Per questo ho paura: il demonio è geloso di lei, a lei non
            6 Tb 6: 16| non preoccuparti di questo demonio e sposala. Sono certo che
            7 Tb 6: 17| L’odore si spanderà, il demonio lo dovrà annusare e fuggirà
            8 Tb 8: 3| odore del pesce respinse il demonio, che fuggì nelle regioni
            9 Mt 9: 33| 33] Scacciato il demonio, quel muto cominciò a parlare
            10 Mt 11: 18| beve, e hanno detto: Ha un demonio. ~
            11 Mt 15: 22| crudelmente tormentata da un demonio”. ~
            12 Mt 17: 18| parlò minacciosamente, e il demonio uscì da lui e da quel momento
            13 Mc 7: 26| pregava di scacciare il demonio dalla figlia era greca,
            14 Mc 7: 29| questa tua parola và, il demonio è uscito da tua figlia”. ~
            15 Mc 7: 30| coricata sul letto e il demonio se n’era andato. ~
            16 Lc 4: 33| sinagoga c’era un uomo con un demonio immondo e cominciò a gridare
            17 Lc 4: 35| esci da costui!”. E il demonio, gettatolo a terra in mezzo
            18 Lc 7: 33| vino, e voi dite: Ha un demonio. ~
            19 Lc 8: 29| legami e veniva spinto dal demonio in luoghi deserti. ~
            20 Lc 9: 42| questi si avvicinava, il demonio lo gettò per terra agitandolo
            21 Lc 11: 14| Gesù stava scacciando un demonio che era muto. Uscito il
            22 Lc 11: 14| che era muto. Uscito il demonio, il muto cominciò a parlare
            23 Gv 7: 20| Rispose la folla: “Tu hai un demonio! Chi cerca di ucciderti?”. ~
            24 Gv 8: 48| sei un Samaritano e hai un demonio?”. ~
            25 Gv 8: 49| Rispose Gesù: “Io non ho un demonio, ma onoro il Padre mio e
            26 Gv 8: 52| Ora sappiamo che hai un demonio. Abramo è morto, come anche
            27 Gv 10: 20| di essi dicevano: “Ha un demonio ed è fuori di sé; perché
            28 Gv 10: 21| indemoniato; può forse un demonio aprire gli occhi dei ciechi?”. ~
            Control +click per andare al testo.

          • Antonio Cafazzo ha detto:

            Siccome noto che l’Istituto Statistico Para… frequenta assiduamente il sito del Vaticano e risponde piccato ad alcuni commenti sulle sue accanite ricerche suggerisco a lui ed a tutti di frequentare di piú le osterie perché: 1) li si beve vino; 2; i latini dicevano “In vino Veritas”; 3) dalle parti di SantaMarta si beve solo “Mate”.

    • M.G. ha detto:

      Chissà perché allora non ha smentito l’affermazione scandalosa del Preposito Generale dei Gesuiti, Sosa, secondo cui il diavolo è solamente frutto della fantasia umana e non esiste realmente.
      A che serve nominare il diavolo più volte se poi non dimostri effettivamente di credere e difendere la verità dottrinale della sua esistenza?

      • Istituto Statistico Paravaticano ha detto:

        Si consiglia di non leggere Sosa, che parla a titolo personale, e di leggere quanto dicono i Papi utilizzando i loro testi ufficiali. Il sito è fatto apposta e può essere opportuno utilizzarlo.
        Peraltro, utilizzando l’apposito motore di ricerca, Ella potrà leggere espresse smentite del Papa all’idea che il diavolo sia una figura simbolica o immaginaria, sebbene senza menzione esplicita di Sosa. Si eserciti anche lei!!

        • Grog ha detto:

          Uno può anche non leggere Sosa (il che é anche cosa buona per la salute mentale) ma sta di fatto che il Papa non l’ha smentito ne, come sarebbe giusto, rimosso.
          No, dico, quella castroneria non l’ha detta un prete pincopalla qualsiasi ma il capo dei gesuiti. Non so se rendo l’idea…

        • Adriana ha detto:

          Sosa parla a titolo personale….e allora come mai indossa una veste che obbliga a non essere personalistici ? Ah ! Già ! in effetti non la indossa .

      • GMZ ha detto:

        “A che serve nominare il diavolo più volte se poi non dimostri effettivamente di credere e difendere la verità dottrinale della sua esistenza?”
        Ha ragione, questo è il punto.
        È che il gesuitico pampa usa il diavolo come il mago Silvan usa le carte; egli non crede neppure all’Inferno, per dire.

    • Isabella ha detto:

      Che bravo il nostro troll preferito che ha imparato a usare la funzione search.
      Adesso ancora un piccolo sforzo e riuscirà a togliere anche le rotelline dalla bicicletta.

    • Marco Matteucci ha detto:

      Scusi ma nel suo conteggio è compresa anche la volta che Bergoglio ha detto che: “Gesù si è fatto DIAVOLO, SERPENTE”.
      Certo che Bergoglio cita il diavolo …lo conosce molto bene, infatti sa che il demonio è sterile e quindi figli non ne ha, però è pieno di parenti: cugini, nipoti e tutti fanno parte di coloro che gli chiedono dei chiarimenti sulla sua equivoca dottrina.

    • Marco Matteucci ha detto:

      Vedo che qui c’è gente che discute se e su quante volte Bergoglio abbia citato il diavolo.
      Io penso semplicemente che ognuno abbia il diritto di rivendicatore le proprie radici …anche se si dichiara papa.

      • Marco Matteucci ha detto:

        E cosi tanto per fare il pari durante un omelia in lingua spagnola tratto dall’omelia durante la visita pastorale in Colombia, Bergoglio afferma che nelle vene di Gesù Cristo scorreva sangue pagano, in quanto secondo lui la ricostruzione dell’albero genealogico della Santa Sempre Vergine Maria sarebbe approssimativa.
        Qui sotto ecco il filmato originale. DA VEDERE! …MA SOPRATTUTTO DA ASCOLTARE!!!.***
        Se qualcuno avesse dei dubbi ecco il documento ufficiale: https://goo.gl/XKhnAx
        In questo documento al par. 5 c’è la conferma ufficiale di queste gravissime eresie dottrinali che rasentano la bestemmia, vomitate dalla bocca di un papa.

        CONTINUA QUESTA FARSA INDEGNA! …NON SE NE PUÒ PIÙ!!!
        Signore vieni presto nella tua Divina Regalità a rischiarare il buio di questa terribile notte della fede.
        VIVA CRISTO RE!

        • Marco Matteucci ha detto:

          Ecco un’altra chicca del pontefice: Cristo, un soggetto con disturbi della personalità!
          ‪https://www.youtube.com/watch?v=KRkip5xhnbY

        • Marco Matteucci ha detto:

          E infine ci sono le eresie classiche, quelle che hanno fatto la storia (triste) di questo oscuro pontificato.

    • EA ha detto:

      I gesuiti hanno già appurato che il diavolo della Bibbia non esiste. Esiste il diavolo secondo Bergoglio, che è chiunque accusi lui e “la Chiesa” (cioè lui + la sua fazione di alti prelati che lo hanno votato e lo sostengono) di disprezzare il deposito della fede e di coprire gli scandali e l’immoralità del clero.

      L’arcisatanasso, in particoloare, è il vescovo Viganò, che ha rotto la congiura del silenzio e ha denunciato le complicità nel caso McCarrick.

  • Adriana ha detto:

    Gentile Tosatti ,
    avvisi i tecnici anche di aggiustare l’impaginazione , se possibile . Ora le righe fuoriescono dallo schermo !!!

    • newman ha detto:

      Mi associo all’osservazione di Adriana. Poi i caratteri sono talmente piccoli che ci vuole una lente d’ingrandimento per leggerli con una qualche comoditá. Pensi ai Suoi lettori di una certa etá.
      La prego di ritornare alla vecchia maniera.

  • Nicola B. ha detto:

    Caro Osservatore Marziano, anche io sono rimasto basito nel leggere della “insistenza ” pontificia sul citare il diavolo. In effetti mi pare che nei primi 2 o 3 anni di pontificato, Francesco citava moltissimo il diavolo e l’inferno dopodiché nisba. Così come per la Confessione ( mi pare che non la citi più da parecchio tempo ).p.s. l’attacco hacker al suo sito, caro dott Tosatti, è un buon segno. Vuol dire che da’ fastidio a Lorsignori che vogliono cambiare il mondola dottrina. Certo che Vatican Insider non verrà mai attaccato perché problemi non ne da’……..ai piacioni del mondo.

  • Adriana ha detto:

    I bambini hanno fertile immaginazione ed è in questa ” immaginazione ” che prende forza l’ideuzza di un Satana cattivo…Quindi Satana è una fantasia infantile !!! Estraggo questa perla alla Sosa da un articolo pasticciato e dallo stile fangoso .
    Nerone aveva Seneca a ” laudarlo “, l’attuale Caro Sommo : Monda che con retorica esile come un filo di ragno tenta di legare un gran ” pacco ” regalo per il lettore d’ordinanza .

  • Kosmo ha detto:

    Segnalo problemi col sito perchè, anche da PC, viene visualizzato in modalità “mobile”, tra l’altro con caratteri piccolissimi che non agevolano la lettura.

  • Catholicus ha detto:

    Caro Tosatti, faccia qualcosa, scovi gli hacker che hanno sabotato il suo bel blog cattolico ! impossibile leggere, impossibile commentare con questi caratteri microscopici e questa impaginazione che fuoriesce dal video (e io ho un monitor di 32 pollici!). La prego, non ci lasci orfani delle sue preziose catechesi cattoliche. Grazie L J C !

  • Alessandro ha detto:

    Era una introduzione per parlare del diavolone Salvini e e del diavolo Vigano’, i diavoli per eccellenza secondo Bergoglio, anzi’ no, I cani selvaggi e diavoli. 😂😂

  • Lucis ha detto:

    GUIDA DIABOLICA AL PONTIFICATO DI PAPA FRANCESCO???
    a parte le corbellerie interne è il titolo assolutamente inquietante! Cos’è? Una confessiine? Un messaggio in codice?

    • Gian Piero ha detto:

      L’ aggettivo “ diabolico “ doveva essere messo dopo : Guida al diabolico pontificato di Francesco. :-))))

  • Anima smarrita ha detto:

    Persiste il problema nella grafica rendendo illeggibile i contenuti, Grazie per quanto potrà fare e Buona giornata in quel di Napoli

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    ” il precedente Direttore Giovanni Maria Vian. Perché Vian è intelligente, colto e onesto intellettualmente, in modo esemplare”.

    …dopo che ha fiancheggiato tutte le peggiori eresie vaticane di questi ultimi anni?… stiamo scherzando?… ma per piacere…